Snow Leopard - trucchi e segreti del nuovo OS

Click here to load reader

  • date post

    26-Jun-2015
  • Category

    Documents

  • view

    588
  • download

    1

Embed Size (px)

description

Guida per Snow Leopard in Italiano di Marco Freccero

Transcript of Snow Leopard - trucchi e segreti del nuovo OS

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

1

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

2

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Introduzione! Verica il tuo hardware (utente incluso!)! Addio ai PowerPC! Controlla la salute del disco rigido! Preparare il terreno a Snow Leopard! Clonare il disco rigido! Aggiorna a Snow Leopard! Installa Snow Leopard! Primi passi con Snow Leopard!! Fare amicizia con Snow Leopard! Snow Leopard in Internet! Safari! Mail! iChat! Spotlight!! Congurare Time Machine! QuickTime 10! Cercare gli aggiornamenti!

5 9 15 17 24 27 35 45 49 58 89 95 126 160 173 181 190 196

3

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

I nomi del nuovo!Grand Central Dispatch! OpenCL! 64 Bit!

202202 204 206

Chi lAutore?! Colophon! Altri e-book di BuyDifferent!

211 212 213

4

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Introduzione

Per prima cosa, benvenuto! Questa guida intitolata Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS dedicata all'ultima versione del sistema operativo di Apple. Molti attendevano la sua pubblicazione un po' prima, magari qualche giorno dopo il rilascio ufciale. E invece no. Cosa successo? Niente. E' stato il risultato di una volont precisa: invece di lanciarsi a lodare il lavoro svolto da Apple (comunque un buon lavoro), ho voluto prendermi del tempo, e cercare di confezionare una guida che fosse snella, badasse al sodo, e puntasse i riettori sugli aspetti importanti per l'utente nale. Non so se ci sono riuscito, ma desidero brevemente affrontare un paio di argomenti. Il primo: Snow Leopard un prodotto coraggioso dellazienda di Cupertino, perch non contiene novit da "Fine Del Mondo" (ricordo che Leopard, la versione precedente, ne racchiudeva oltre 300!). Che cosa signica questo? Il lavoro svolto da Apple pi importante di quel che appare a prima vista perch comunica a noi utenti ("drogati" di novit, che poi non usiamo, oppure ce ne dimentichiamo5

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

dopo 15 minuti d'uso), che un buon sistema operativo deve essere un ambiente amichevole. In un certo senso, una volta avviato, deve sparire per lasciare spazio al tuo lavoro. Potenza, effetti speciali: va bene, ma poi? Snow Leopard racchiude una piccola verit: il software non rende la persona migliore. Ma se pensato per aiutarlo a conseguire i suoi scopi, allora il miglior alleato possibile. Snow Leopard ha sposato (e credo con successo), questo approccio solo a prima vista minimalista. Coraggioso, e l'unico vincente perch capace mettersi al servizio dell'utente senza infastidirlo con trovate originali, o espedienti barocchi. Alla ne troverai un vasto ventaglio di migliorie che parlano di attenzione per l'utente, cura dei dettagli, e facilit d'uso. Tutti elementi che assimilati con cura, rendono Mac OS X 10.6 un prodotto migliore. Che guida questa, di cui stai leggendo l'introduzione? Molto pratica. Per prima cosa ti spiego come prepararti a Snow Leopard, effettuando per esempio un check-up del disco, installando gli aggiornamenti necessari, vericando i requisiti. Poi, su come effettuare l'aggiornamento (o l'installazione) sul tuo Mac. Quindi, passo in rassegna le novit presenti senza indulgere troppo su di esse, ma svelando aspetti poco conosciuti.

6

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Qualche esempio? Eccoti servito: perch meglio non usare FileVault? Per quale ragione quando installi (o aggiorni), Snow Leopard bene disattivare per un po' Spotlight? E altro ancora si capisce, per aiutarti a capire come trarre il massimo dei beneci dalla tua macchina. Inne, una panoramica delle principali applicazioni del sistema operativo svelandone qualche aspetto poco conosciuto. Prima ho dichiarato che non ci sono novit: non proprio cos. Si dovrebbe parlare piuttosto di una maggiore integrazione con le tecnologie pi allavanguardia attualmente disponibili. E anche se buona parte di esse svolgeranno il loro lavoro senza che te ne renda conto, bene conoscerne almeno il nome. A questo scopo, c un capitolo al termine del libro dedicato ad esse. Ora per tempo di mettere da parte le chiacchiere e cominciare il nostro viaggio alla scoperta di Snow Leopard. Quindi ti auguro buona lettura!

7

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Sebbene l'Autore abbia compiuto ogni ragionevole sforzo per assicurare l'accuratezza e la bont delle informazioni contenute in questa guida, Egli non si assume alcuna responsabilit per errori o omissioni. Le informazioni contenute in questa guida sono da considerarsi "cos come sono", senza garanzia di alcun genere. L'Autore non pu essere in alcun modo ritenuto responsabile di danni, perdite di dati, diretti o indiretti, accidentali o incidentali, che potrebbero vericarsi (o essere il risultato), dall'uso dei materiali e/o procedure descritti in questa guida. Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS una pubblicazione indipendente e non stata n autorizzata, n sponsorizzata o approvata in alcun modo da Apple Inc. Nessuna parte di questo libro elettronico pu essere riprodotta con sistemi meccanici, elettronici o di altra natura senza il consenso scritto delleditore. Tutti i marchi citati in questo ebook sono registrati e appartengono ai rispettivi proprietari. Copyright 2009 Marco Freccero. Tutti i diritti riservati.

8

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Verica il tuo hardware (utente incluso!)Questo capitolo non si vuole occupare solo del computer che dovrai aggiornare (anche se ovviamente ne parler, eccome); ma di quell'hardware che sta davanti al Mac. Mi sto riferendo proprio all'utente: cio tu che stai leggendo queste righe, caro lettore. Laggiornamento di un sistema operativo (o la sua installazione), qualcosa da effettuare nella migliore disposizione di spirito. Richiede tempo e attenzioni giuste. Quindi lascia perdere se il pupo frigna, o la moglie brontola perch sei sempre attaccato a quel diavolo di computer. Scegli il giorno adatto, e bada sempre (se con il computer ci lavori sul serio), a non procedere affatto se per esempio, devi consegnare un lavoro importante nei giorni seguenti. Lo so che sembra una sciocchezza: eppure non sono poche le persone che si ccano in guai coi occhi, provando questo o quel software, e poi ritrovandosi con una macchina non pi utilizzabile. Che dentro, da qualche parte sul disco rigido, custodisce proprio una serie di documenti che

9

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

devono essere consegnati di l a 2 ore. A quel punto diventa comico andare in giro per i vari forum supplicando aiuto... Questo non signica che Snow Leopard funziona male o pi instabile dei precedenti sistemi operativi: niente di tutto questo. Pi semplicemente: l'occasione per imparare a usare in maniera assennata il computer. Essendo diventato per tanti di noi il centro della nostra vita, anche lavorativa, indispensabile mettere in campo una serie di accorgimenti semplici, poco costosi, in grado per di salvarci qualora accada l'imprevisto. Ecco la ragione per cui ti insegner a effettuare, per ragioni di prudenza, la clonazione del tuo "vecchio" disco rigido, prima di mollare gli ormeggi e dirigerti, vento in poppa, verso il Leopardo delle Nevi. L'esperienza insegna che la fretta una pessima consigliera, e non sono poche le persone che si precipitano a installare, perch devono provare prima degli altri tutte quelle nuove funzioni. Col rischio (remoto, sia chiaro), di trovarsi a fare i conti con piccoli ostacoli, o bizzarri funzionamenti (o meglio: malfunzionamenti), che portano via molto tempo. Preparati a dedicare alloperazione di cui stiamo parlando qualche ora: a titolo puramente indicativo un pomeriggio.

10

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Proprio perch ogni cosa deve andare per il verso giusto, necessario curare anche i dettagli, afnch niente possa interferire con il buon andamento dellinstallazione (o aggiornamento che sia). Come? Adesso lo andremo a scoprire eseguendo un rapido riepilogo dei requisiti necessari a Snow Leopard per non trovarsi spaesato col tuo Mac. 1. Un DVD di Snow Leopard. Che ovviet, vero? Tuttavia voglio ricordare questo. Apple vende, non mette mai a disposizione alcuna versione beta, n regala alcunch. Il DVD lo trovate o sullo Store di Apple (http:// store.apple.com/it), oppure presso un rivenditore autorizzato di prodotti della mela mordicchiata. Se abitate dalle parti di Roma, o Milano - Carugate, lApple Store sar ben felice di vendervene una copia al prezzo di 29,00 Euro. Esiste anche il Family Pack (costo: 49,00 Euro), che permette di installare Snow Leopard su un massimo di cinque computer, purch presenti nella medesima abitazione, e usati dalle persone che la abitano. Faccio notare che Apple non protegge il proprio DVD: hai capito bene. Non dovrai inserire alcun numero di serie

11

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

al momento dellaggiornamento. E neppure dopo, questo ovvio. I Mac acquistati (non importa se sullo Store o in un negozio), dopo l'uscita di Snow Leopard, hanno il nuovo sistema operativo pre-installato. Basta estrarlo dalla scatola, inserire la spina nella presa, e voil. Ah s, dimenticavo: devi accendere il computer! I Mac nuovi presentano due DVD: il primo racchiude il sistema operativo, nel secondo sono presenti le applicazioni che fanno parte della suite iLife '09. Se acquisti il DVD di Snow Leopard, avrai solo Snow Leopard. Al suo interno non compresa la suite iLife, venduta sempre a parte (tranne nel caso in cui compri un computer nuovo).

Un momento! Ho acquistato un Mac qualche giorno prima del rilascio ufciale di Snow Leopard, e il DVD contiene ancora Leopard! C un modo per aggiornare? S, esiste. E' il programma "Up-to-Date", e permette di richiedere lultima versione del sistema operativo se si comprata una macchina prima del suo rilascio. Occorre sostenere le sole spese di spedizione che ammontano a 8,95 Euro. In realt questo programma riguarda tutti i Mac acquistati tra l'8 giugno e il 26 dicembre ed estesa anche ai computer ricondizionati dell'Apple Store. Maggiori informazioni sul sito Apple: http://www.apple.com/it/macosx/uptodate/. E ricorda questo: quel DVD davvero e solo un aggiornamento. Non potrai quindi usarlo per installarlo su un disco rigido privo di un sistema operativo precedente (e dovr essere per forza Leopard).

12

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

2. Un computer Macintosh con processore Intel. No, spiacente, niente processori PowerPC. Per girare sulle macchine della mela mordicchiata, Mac OS X 10.6 "Snow Leopard" richiede come minimo un Intel Core Solo a 1.5 GHz, o superiore. I computer che hanno il vecchio processore G5, G4 oppure G3 sono esclusi. 3. RAM. Occorre 1 GB di memoria RAM; questo afferma Apple sul proprio sito. Ma bene pensare ad aggiornare almeno a 2 GB. Il prezzo ormai non pi una barriera, e si trovano con facilit 2 GB di RAM a meno di 40.00 Euro. Se hai tentennato sino ad ora, e stai pensando di aggiornare a Snow Leopard, il momento di rompere gli indugi e aumentare la memoria a disposizione del tuo Mac. 4. Disco rigido. Snow Leopard pretende per s 5 GB di spazio libero su disco. Se installi i Developer Tools (gli strumenti per programmare, compresa la documentazione in PDF), le pretese in termini di spazio su disco aumenteranno. Occorrono in questo caso circa 7 GB. Apple afferma che l'installazione di Snow Leopard libera 6

13

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

GB di spazio sul disco rigido interno. 5. Il Firmware aggiornato. Col termine di Firmware si intende un insieme di istruzioni software il cui scopo di garantire il funzionamento della macchina. Se il rmware non aggiornato, durante l'installazione comparir un messaggio di avviso che ti impedir di proseguire. Sar necessario uscire dalla procedura di installazione e scaricare dal sito Apple (http://www.apple.com/it/ downloads/), il rmware pi recente, e ricominciare. Se la tua macchina risponde ai requisiti che ho elencato, puoi aggiornare a Snow Leopard. Ma prima dovrai procedere a una serie di operazioni il cui scopo rendere l'operazione indolore.

"Ferma le macchine! Io sono rimasto a Mac OS X 10.4 (Tiger insomma), come faccio ad aggiornare?". Devi utilizzare il Mac Box Set, che comprende anche iLife '09 e iWork '09. Costa 169,00 Euro. Questo quello che indica Apple sul suo sito, ne della storia. Segnalo che, come hanno illustrato eminenti personalit del mondo Mac statunitense, Snow Leopard non contiene alcun mezzo per impedire all'utente con Tiger di installarvi sopra Snow Leopard. Ma sia chiaro: questa procedura viola la licenza d'uso di Apple.

14

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Addio ai PowerPCEbbene s: Snow Leopard pronuncia laddio denitivo ai computer Macintosh equipaggiati con il processore PowerPC. Se possiedi un Mac G3, G4, G5 (non importa se portatile o da scrivania), su di essi non girer mai lultima versione del sistema operativo di Apple. Era inevitabile. Scontento? Pu darsi... Tuttavia diciamo la verit. Non obbligatorio aggiornare a Snow Leopard, ed possibile continuare a lavorare con protto (e per anni), utilizzando o Tiger, oppure Leopard. Alcuni usano ancora il buon e vecchio Mac OS 9, e ne sono pi che soddisfatti perch risponde perfettamente ai loro bisogni. D'altra parte, ricordiamo che il primo Mac con processore Intel fu presentato da Steve Jobs in persona nel gennaio del 2006. Si trattava per la cronaca di un iMac a 1.83 GHz con Intel Core Duo (nome in codice "Yonah"). Dopo tre anni chiedere ancora ad unazienda di garantire la compatibilit con una piattaforma abbandonata, mi pare eccessivo. Se poi osserviamo pi da vicino i beneci che questa15

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

scelta comporta per lutente che usa Mac con processori Intel (vale a dire: sistema operativo pi snello; maggiore rapidit nellesecuzione delle applicazioni; meno spazio occupato sul disco rigido; integrazione pi spinta con tecnologie allavanguardia), credo che i malumori non abbiano ragione di esistere.

Aggiornare o no? Questa la classica domanda da un milione di Dollari. Il bello che non esiste una risposta che vada bene per tutti, ma ciascuno ha esigenze (anche monetarie), diverse. Quindi il consiglio che posso dare di una semplicit disarmante. Osserva bene le tue necessit, getta un'occhiata al portafogli (non fa mai male, soprattutto di questi tempi), e poi decidi. Il sottoscritto ovviamente ha aggiornato, certo (altrimenti come potrei scrivere una guida del genere?), ma questa regola non pu essere applicata a tutti. Se per te il Mac uno strumento di lavoro, sarai prima o poi indotto all'aggiornamento. Troppo importanti sono le novit, anche sul lato delle prestazioni.

16

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Controlla la salute del disco rigidoCome sta il tuo disco rigido? Prima, quando ho parlato dei requisiti, ho accennato anche alla possibilit di aggiornare la RAM del tuo Mac, visto i prezzi ormai popolari che dimostra. Puoi anche prendere in considerazione l'aggiornamento del disco rigido, per regalare al tuo Mac qualcosa di pi capiente. Per non sarebbe affatto una cattiva idea prima di procedere all'installazione del nuovo sistema operativo, effettuare un controllo approfondito su questo dispositivo cos essenziale. In che modo?

Una delle novit di Snow Leopard che il sistema, prima di procedere con l'installazione, effettua una verica della salute del disco rigido. Se viene trovato un problema, l'installazione non sar effettuata. Una grande comodit, certo. Ma questo non dovrebbe indurti a evitare periodici controlli del disco rigido. Anzi: visto la sua criticit ( li che sono conservati i tuoi dati!), dovresti ricordarti di farlo pi di sovente, e non solo in occasione dell'aggiornamento alla nuova versione del sistema operativo! Di seguito ti spiegher come fare.

E' sufciente utilizzare Utility Disco, un'applicazione che si occupa di vericare la salute del disco, individuandone eventuali errori, e proponendo la loro riparazione.17

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Ma non mi riferisco affatto a quella che hai dentro la cartella Utility, racchiusa a sua volta in quella chiamata Applicazioni. Devi utilizzare quella presente nel DVD del sistema operativo. Non preoccuparti, non niente di difcile. Puoi usare anche quella presente in quello di Snow Leopard, e la procedura identica. Segui queste istruzioni. Inserisci nel tuo dato Mac il DVD del sistema operativo. Attendi che sia montato il disco sulla scrivania, clicca l'icona "Installazione Mac OS X app."; Si apre l'Installer, ma qui tu devi premere il pulsante in basso a sinistra "Utility"; Altra nestra. Devi premere il pulsante "Riavvia". Fornisci la password e procedi; Nella nestra che appare, devi scegliere la lingua da usare (l'italiano!), poi premi la freccia in basso per procedere; Ora sarai alle prese con la nestra "Installa Mac OS X". Ignorala, e osserva invece la barra dei menu in alto. Individua "Utility>Utility Disco";

18

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Nella colonna a sinistra seleziona il disco rigido che deve essere sottoposto al check-up; Premi il pulsante "Verica disco", e lascialo lavorare in pace; Se compare una scritta di colore verde, tutto a posto. Chiudi l'applicazione, l'Installer (scegliendo la scorciatoia da tastiera -Q), e dalla piccola nestra che comparir scegli il disco di avvio (quello interno del Mac, certo!), e riavvia il tuo computer. Puoi procedere all'installazione del sistema operativo senza intoppi. Se invece scorgi una scritta rossa, signica che qualcosa non funziona come dovrebbe. Premi il tasto "Ripara disco", e lascialo lavorare in pace. Se tutto procede per il meglio, una volta rimesso a posto le cose, non ti rester che uscire da Utility disco, poi dall'Installer, e riavviare il Mac.

Sarebbe buona norma vericare il disco rigido, con i modi che ho illustrato, prima di ogni aggiornamento del sistema operativo. No, non dico di farlo quando Apple mette a disposizione un upgrade dedicato a Safari; ma in occasione degli aggiornamenti minori (per esempio quello 10.5.7, o 10.5.8), potrebbe essere una buona idea dare un'occhiata allo stato di salute del dispositivo.

Attenzione. Non sempre Utility Disco riesce nell'impresa. Se sul disco sono riscontrate gravi anomalie, possibile che19

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

l'applicazione di Apple non riesca a riparare i guasti. In questo caso pu essere utile ritentare con la procedura di riparazione disco. E se Utility Disco alza ancora bandiera bianca? Consiglio spiccio: procurati prima un'applicazione come DiskWarrior (sito web: http://www.alsoft.com/DiskWarrior/ index.html). E' la pi blasonata e antica applicazione per Mac dedicata alla cura e riparazione dei dischi rigidi.

La migliore applicazione per i dischi rigidi in preda a manie suicide: DiskWarrior!

Costa 99,95 Dollari, ma li vale tutti. Sono numerosi gli utenti che grazie a essa, sono riusciti a salvare buona parte dei documenti che parevano compromessi. Spesso, DiskWarrior riesce anche nelle situazioni che paiono disperate. Il suo approccio differente dalle altre applicazioni in commercio, poich si incarica di creare da zero lintera directory del disco, invece di tentare la riparazione degli eventuali danni presenti. I dati custoditi non vanno persi, ma

20

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

sono recuperati e sistemati allinterno della directory nuova di zecca. C' poi da ricordare questo. I dischi rigidi (non tutti), utilizzano una tecnologia chiamata S.M.A.R.T.; signica Self Monitoring, Analysis and Reporting Technology. Il suo scopo di vericare lo stato di salute del disco, segnalando all'utente possibili guasti che possono portare il dispositivo alla morte. Apple la supporta; lancia Apple System Proler (clicca sulla mela in alto a sinistra, quindi "Informazioni su questo Mac>Pi informazioni>Hardware>ATA Seriale"). Nell'elenco delle voci che vedrai ci sar anche questa.

Se compare la scritta "Vericato", sei in una botte di ferro. Se trovi un altro tipo di scritta, sei sempre in una botte di ferro, ma in compagnia di serpenti a sonagli.21

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Devi effettuare il backup perch qualcosa sta per accadere ai tuoi dati. E' afdabile questa tecnologia? I guasti che colpiscono un disco rigido possono essere improvvisi, oppure si presentano con una serie di indizi utili a comprendere come stia per accadere il peggio. Una rapida occhiata a S.M.A.R.T. aiuta a comprendere cosa c' che non funziona. Questa tecnologia controlla sia il funzionamento meccanico del disco (quindi il rotore, le testine magnetiche, e cos via), che gli errori di lettura del disco. Segnalo un'applicazione gratuita che si chiama SMARTReport (sito Web: http://www.corecode.at/ smartreporter/). Invece di lanciare Utility Disco, puoi delegare a lei il controllo periodico del disco, oltre a scegliere come essere avvisato in caso di problemi.

22

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

"Ehi! Ma non dici niente della riparazione dei permessi? Io la faccio due volte al giorno, dopo i pasti principali!" No no, ne parlo. La riparazione dei permessi uno degli argomenti preferiti dagli utenti dei forum dedicati al Mac. Sembra essere la panacea di tutti i mali, eppure basterebbe leggere cosa dice Apple a proposito per ridimensionare la sua capacit taumaturgica. Ecco la pagina: http://support.apple.com/kb/HT1452?viewlocale=it_IT Qui si afferma una cosa semplice: non funziona su applicazioni prodotte da aziende diverse da Apple. In secondo luogo: si deve ricorrere ad essa quando ad esempio non riesci pi a stampare. Oppure nel Dock appare un punto di domanda dove prima c'era l'icona di un'applicazione. O ancora, d'un tratto non puoi aggiungere documenti, o les, ad una cartella sino a poco prima accessibile. Io quando ho installato da zero Leopard non ho riparato i permessi. E neppure stavolta che ho aggiornato a Snow Leopard.

23

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Preparare il terreno a Snow LeopardCi stiamo avvicinando al galoppo all'aggiornamento a Snow Leopard, ma prima di questa fase sono necessari un paio di procedure molto utili. La prima, quella pi importante, sar la clonazione del disco rigido. Vedremo presto di che cosa si tratta e perch utile farla. La seconda in realt deve precedere la prima, ecco perch parlo di preparare il terreno a Snow Leopard. Infatti, la clonazione del disco rigido su cui risiede Leopard signica creare una copia avviabile da un disco rigido esterno del sistema operativo. Non solo applicazioni e documenti, ma anche un mucchio di altra roba (invisibile), che ti permetter di riavviare il Mac in caso di problemi. Ma dal momento che la clonazione copia tutto, probabilmente non tutto quello che hai sul disco rigido merita di essere clonato! Per esempio: prima di effettuare questa operazione, assicurati di aver svuotato il cestino: sia del Dock, che quello del tuo programma di posta elettronica. Dai un'occhiata alle applicazioni che conservi nella cartella omonima: sei sicuro che ti servano tutte? Forse l giacciono dimenticate alcune utility che hai scaricato e mai usato: liberatene. Fossi in te, un giro lo farei anche nella cartella "Utility", dentro quella "Applicazioni". Spesso, i programmi hanno l'abitudine di installare ulteriori cartelle in altre parti24

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

del disco. Controlla in "NomeUtente>Libreria>Application Support" (NomeUtente corrisponde all'icona della casetta), e in "DiscoRigido>Libreria>Application Support" (DiscoRigido il nome dell'icona del disco rigido!). La cartella "Download" che hai nel Dock, cosa racchiude? Tutta roba utile, che ti serve, oppure cianfrusaglie Web? Via, via, fare spazio, per giove! Non scordarti degli allegati che ricevi con la posta elettronica: te ne sei liberato? Per esserne sicuro non ti resta che fare un giro qui: "NomeUtente>Libreria>Mail Downloads". Ricorda che devi aver aggiornato il sistema operativo all'ultima versione disponibile (Mac OS X 10.5.8). E vericare che le applicazioni di terze parti che usi abitualmente (quindi quelle non prodotte da Apple), siano anch'esse aggiornate. In caso contrario, scarica e installa. Ogni produttore di software agisce di testa sua. Microsoft per esempio, per la sua suite burocratica Ofce ha un'applicazione apposita cha cerca e installa eventuali aggiornamenti.

25

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Molte altre come MacJournal, ricorrono ad un comando racchiuso sotto qualche voce presente nella barra dei menu. Di solito, nelle Preferenze di questi programmi, pure presente l'opzione per vericare, ad esempio all'avvio, la presenza di aggiornamenti.

Molto bene. Sino ad ora abbiamo vericato il disco rigido del nostro Mac. Poi, lo abbiamo ripulito di tutte le scorie che racchiudeva, e abbiamo provveduto ad aggiornare sia il "vecchio" sistema operativo, che le applicazioni in esso raccolte. Adesso non ci resta che passare alla fase successiva: vale a dire la clonazione.

26

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Clonare il disco rigidoLa clonazione la copia dellintero disco rigido del tuo computer su un supporto esterno. Grazie ad essa potrai riavviare il computer dal disco rigido esterno se il Mac, per i motivi pi diversi, diventa ingovernabile. E' ben differente dall'archiviazione (che effettua Time Machine). Nella clonazione, come ho gi accennato in precedenza, sono copiati tutta una serie di elementi invisibili, di cui il sistema si serve per avviarsi. Questo compito pu essere portato a termine da software specici, ma non da Time Machine, che utile per recuperare le cancellati per sbaglio. Immagina di non riuscire pi ad accedere al tuo Mac: perch magari il disco rigido, dispettoso, ha tirato le cuoia. Senza nemmeno avvisarti: scandaloso, non vero? Baster avviare la macchina dal disco rigido esterno su cui hai sistemato il clone del sistema, per ritrovare ogni cosa al suo posto, comprese le impostazioni di ogni programma: come se avessi avviato dal disco rigido interno. Questo potrebbe permetterti di... ordinare un nuovo disco rigido con cui sostituire quello guasto, per esempio! Come avrai capito sono due gli elementi che ti devi procurare per la clonazione: un disco rigido esterno, e un27

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

programma apposito. Per quanto riguarda quest'ultimo, mi sento di consigliarti Carbon Copy Cloner (sito Web: http:// www.bombich.com/software/ccc.html). E' gratuito, ma le donazioni sono ben accette. Lo sviluppatore non solo confeziona un'ottima applicazione per Mac, ma sul sito provvede anche a gestire un forum dedicato proprio ad aiutare gli utenti nell'uso, e nella risoluzione di problemi.

Per clonare il disco rigido del proprio Mac, non ho dubbi: consiglio Carbon Copy Cloner!

La clonazione un'operazione piuttosto semplice. Per prima cosa ti devi procurare un disco rigido esterno: abbonda con lo spazio! Ormai anche i supporti da 1 TB costano meno di 90,00 Euro, e di certo girando un po' per le catene informatiche pi famose, riuscirai a trovare quello che ti serve ad un prezzo ancora inferiore. I pi economici hanno solo porte USB 2.0, ma se scovi qualcosa con connessione FireWire meglio. Ricorda che quest'ultima pi veloce dell'USB 2.0: questa vanta una velocit di trasferimento dati di 480 Mbits/s. Peccato che

28

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

quel dato si riferisca non alla media, bens alla punta massima di trasferimento (non raggiungibile di sovente). FireWire al contrario, garantisce una velocit costante, e superiore, soprattutto nella sua ultima incarnazione, chiamata FireWire 800. Da notare che rispetto alla versione precedente, quest'ultima cambia la connessione (la presa insomma). Questo signica che devi vericare con cura quale tipo di connessione FireWire sia presente sul tuo Mac. Comunque sappi che esistono in commercio degli adattatori FireWire 400>FireWire 800 che ti possono essere utili per risolvere l'eventuale impiccio.

"Ehi, abbi piet! Come faccio a capire se ho una connessione FireWire 400, oppure 800?". Nulla di complesso. Premi l'icona della mela in alto a sinistra, quindi "Informazioni su questo Mac">"Pi Informazioni". Nella colonna di sinistra chiamata "Contenuto" troverai anche la voce "Hardware". Forse c' solo un triangolino nero; cliccalo per espanderlo e salteranno fuori un mucchio di informazioni riguardanti l'hardware del tuo Mac. Comprese le connessioni presenti: USB, e FireWire. Premi sulla sinistra la voce che ti interessa, per avere al centro, maggiori dettagli su di essa.

Dopo aver acquistato il tuo disco rigido, ricorda che a volte necessario sottoporlo ad alcune semplici operazioni afnch venga riconosciuto, e quindi usato, dal sistema operativo. In sostanza, dovrai formattarlo, e per farlo ti baster usare Utility Disco. Perch formattarlo? Spesso i dischi rigidi in commercio sono formattati per Windows, non per Mac (che "legge" solo la formattazione HFS+ Journaled). Di solito sulla confezione scritto se gi compatibile per la

29

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

nostra piattaforma; se cos non , procedi in questa maniera. Collega il disco rigido esterno al tuo Mac, e avvialo; una volta che sar montato sulla scrivania, lancia Utility Disco; nella nestra che appare seleziona il disco rigido esterno nella colonna di sinistra, quindi premi la scheda "Inizializza"; qui devi scegliere il formato del volume: deve essere Mac OS Esteso (journaled). Bada a questo: alcuni dischi rigidi sono messi in vendita gi con questo formato. In un caso del genere non devi inizializzare (o formattare), niente. Scegli la voce "Mac OS Esteso (Journaled)" dal menu a comparsa, e premi "Inizializza". Lascia che l'applicazione svolga il suo lavoro. Una volta che avr nito, esci da Utility Disco. Lo vuoi anche partizionare (cio "dividerlo" in due o pi parti)? Allora procedi in questa maniera. Clicca la scheda "Partiziona"; premi il menu a comparsa sotto la scritta "Scheda volume", e scegli il numero di partizioni da creare. Per ciascuna di esse fornisci un nome, e scegli il formato: come ho gi spiegato, Mac OS Esteso (Journaled).

30

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

una volta che avrai deciso il numero delle partizioni, potrai deciderne la dimensione trascinando la linea divisoria;

Ma certo, la linea che separa le partizioni pu essere trascinata per deciderne le dimensioni

premi il pulsante "Opzioni" e scegli dalla nestra che apparir "Tabella partizioni GUID", e premi "OK" e poi

31

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

"Applica"; una volta che questa operazione terminata, chiudi Utility Disco. Ora non resta da fare che clonare il disco rigido. Abbiamo quello che ci occorre: un disco rigido esterno; e un programma apposta (Carbon Copy Cloner). Non l'unico di questo genere; molti per esempio prediligono SuperDuper! (sito Web: http://www.shirtpocket.com/SuperDuper/SuperDuperDescription.html). Costa 20,71 Euro, ma possibile scaricarne una versione demo per provarla. Sia questa, che Carbon Copy Cloner sono compatibili con Snow Leopard. Vediamo come clonare il disco rigido con Carbon Copy Cloner; la procedura con SuperDuper non molto differente, e la documentazione sul sito non manca affatto! Lancia Carbon Copy Cloner;

Abbiamo due menu a comparsa: Source Disk a sinistra,

32

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Target Disk a destra. Premi il primo menu e scegli il disco rigido interno del tuo Mac: esatto il disco sorgente; ora premi Target Disk (il disco destinazione), e indica il disco rigido esterno che hai provveduto ad acquistare; nell'altro menu a comparsa scegli "Backup everything"; prima di iniziare, l'applicazione chieder che tu inserisca la password. Digitala e quindi premi "OK". Lascia lavorare l'applicazione. Clonare un disco rigido richiede tempo, e questo varia in base alla quantit di "roba" che possiedi. Al termine di questa operazione avrai il clone del disco rigido. Per essere sicuri che sia andato tutto bene, sar meglio provvedere ad un piccolo test. Riavvia il Mac tenendo premuto il tasto Opzione (questo: ). Appariranno sullo schermo del Mac due icone, che rappresentano i due dischi di avvio disponibili. Uno sar il disco rigido interno del tuo computer, l'altro invece quello esterno. Evidenzia quest'ultimo, e premi Invio. Controlla applicazioni, documenti e cartelle, verica che sia tutto a posto. Per tornare al disco di avvio del tuo Mac33

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

effettua la medesima operazione (riavvia), seleziona l'icona del disco rigido interno, e premi l'icona del disco interno. Ora aggiorneremo a Snow Leopard...

Forse pensi che la clonazione del disco rigido sia utile solo quando aggiorni il sistema operativo. Ma sarebbe un errore grossolano. La clonazione dovrebbe essere parte della tua strategia di backup: non solo Time Machine quindi, ma anch'essa dovrebbe essere la data compagna cui delegare la protezione dei tuoi dati. Non l'argomento di questa guida. Sappi che Carbon Copy Cloner (e anche Super Duper), effettuano un backup incrementale. Come Time Machine, dopo aver clonato tutto, le volte successive si limiteranno a copiare i le modicati, o nuovi. Quindi l'operazione sar pi rapida. Questi programmi ti offrono inoltre la possibilit di programmare il backup, per effettuarli nelle giornate di riposo (il ne settimana), in modo da non interferire con il tuo lavoro. Per saperne di pi, visita i siti dei programmi. Super Duper: http://www.shirt-pocket.com/SuperDuper/SuperDuperDescription.html Carbon Copy Cloner: http://www.bombich.com/software/ccc.html

Con Carbon Copy Cloner puoi programmare i backup per non interferire con il tuo lavoro quotidiano. Una volta alla settimana utile effettuare il salvataggio in modo da avere due "guardiani" a protezione dei tuoi dati: Time Machine e Carbon Copy Cloner.

34

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Aggiorna a Snow LeopardSe sei un lettore attento (e lo sei), ti sarai accorto che io sino ad ora ho parlato di "aggiornamento" a Snow Leopard, e non di "installazione". Questo dovuto al fatto che Apple ha modicato questa operazione, eliminando certe opzioni di installazione disponibili sino a Leopard. Prima infatti, l'utente Mac aveva a disposizione tre possibilit: "Aggiorna", "Archivia e Installa", "Inizializza e Installa". Con Snow Leopard ne resta solo una, mentre una seconda (Inizializza e Installa), disponibile, ma non direttamente. IL DVD per impostazione predenita ti proporr infatti "Aggiorna". In pratica, l'Installer lascia intatti documenti, impostazioni, applicazioni e le, ed elimina tutti i vecchi elementi di Leopard, per sostituirli con quelli, nuovi di zecca, di Snow Leopard. Una bella comodit, ma se hai esperienza di Mac e aggiornamenti, oppure installazioni, saprai che proprio l'aggiornamento del sistema operativo era sconsigliato per i problemi di compatibilit che si creavano dopo.

35

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Apple per ha lavorato per rendere questa operazione pi intelligente. E priva di seccature pi o meno grandi. L'Installer contiene una lista di software incompatibili con Snow Leopard, e provvede a spostarli in una cartella apposita. Far inoltre in modo di segnalarti se e cosa incompatibile, e si comporter in modo un poco differente, in base a quello che trover. Che cosa voglio dire? Se ad esempio incappa in software che procura crash o kernel panic, provveder a disabilitarlo in modo da evitare gravi conitti col sistema. E te lo comunicher. Se solo incompatibile, lo segnaler e lo sposter nella cartella apposita di cui ho parlato prima. Se per qualche ragione l'aggiornamento non ti convince, perch in passato hai (come il sottoscritto), inizializzato, e quindi installato da zero, non ti preoccupare. E' sempre possibile farlo, e ovviamente ti mostrer come. Come saprai, cancellare (cio inizializzare) l'intero contenuto del disco rigido, e installare ex-novo il sistema operativo, ti permetter di eliminare eventuali problemi con le e preferenze corrotte, o che recano dei problemi. Inoltre, dopo che avrai effettuato il backup del tuo vecchio sistema su un disco rigido esterno, potrai, una volta installato da zero il nuovo sistema operativo, importare preferenze, impostazioni, documenti, account, documenti e

36

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

applicazioni. Tramite la funzione "Assistente Migrazione", che permette di trasferire questi dati da un altro Mac.

Cosa fare con iTunes? Probabilmente hai acquistato un mucchio di canzoni e album dal negozio online di Apple, e sai (se non lo sai te lo dico), che puoi riprodurre la tua musica su cinque macchine solamente (Mac o Windows non importa). Che cosa succede quando aggiorni a Snow Leopard? Nulla. Non perdi alcuna autorizzazione, e lo stesso accade anche se scegli l'altra opzione "Inizializza e Installa". S, hai letto bene: anche se radi al suolo il disco rigido interno del tuo Mac. Ne parla Apple stessa in una sua pagina Web: http://support.apple.com/kb/HT1420?viewlocale=it_IT

Ora illustrer cosa devi fare per aggiornare il sistema operativo a Snow Leopard. In seguito, ti insegner la procedura "Inizializza e Installa". Prendi il DVD e inseriscilo nel tuo Mac. Una volta che sar montato sulla scrivania, doppio clic sulla sua affascinante icona.

37

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Apparir una nestra con due pulsanti: "Utility" e "Continua". Premi il secondo.

Compare la licenza del software; leggila e quindi premi il pulsante "Accetto" per procedere. Nuova schermata in cui dovrai indicare dove vuoi installare l'aggiornamento: cio, su quale disco rigido. Ora devi decidere se l'aggiornamento deve essere effettuato ora, oppure se lo vuoi "personalizzare"; ti consiglio di scegliere quest'ultima opzione. Infatti premendo "Installa", apparir un avviso che ti comunica che Snow Leopard sar installato sul disco rigido da te indicato in precedenza. Fine della storia. E' invece pi utile provvedere a rendere pi personale l'installazione, cos riuscirai a risparmiare un po' di spazio

38

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

sul disco rigido. Premi quindi "Personalizza". Ecco cosa troverai.

Comparir un elenco di elementi che tu puoi scegliere di installare, o no. Si tratta di: 1. Supporto stampante. Espandi il triangolo nero e vedrai tre opzioni. La prima "Stampanti utilizzate da questo Mac" installa i driver della stampante che usi, quindi gi congurata nel pannello "Stampa e Fax" delle Preferenze di Sistema di Leopard. La seconda "Stampanti vicine e pubbliche" installer solo i driver delle stampanti presenti sulla tua rete locale, o disponibili via Bonjour. Non solo: installer i driver delle pi popolari stampanti in commercio. La terza vale a dire "Tutte le stampanti disponibili" installa

39

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

i driver presenti sul DVD di Snow Leopard.

Uno dei vantaggi di Snow Leopard proprio sotto il nostro naso. Prima con Tiger e Leopard, l'installazione predenita delle stampanti comportava il riempire il disco rigido di decine e decine di driver assolutamente inutili. Ora al contrario, Snow Leopard permette o di usare il driver gi impostato e quindi in uso, oppure di installare i driver delle stampanti pi comuni (o quelle disponibili via Bonjour o nella rete locale). Se poi il produttore aggiorna il driver (e tu sei connesso al Web), Snow Leopard sar in grado di avvisarti della novit, proponendotene il download e l'installazione.

2. Font aggiuntivi. Se usi lingue particolari (cinese, arabo), il momento di installarle, spuntandole. Altrimenti, non mettere il segno di spunta. 3. Lingue disponibili. Clicca il triangolo nero e espandi il menu.

Se scrivi o leggi in lingue particolari, gradirai che Snow Leopard ti mostri menu, voci e comandi del sistema in40

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

quella particolare lingua. Ma probabilmente non ti serve a nulla installare cos tante lingue. Togli il segno di spunta accanto, e guadagnerai ulteriore spazio. 4. X11. Consiglio di installarlo. E' l'ambiente che permette ad alcuni programmi Unix di girare su Mac OS X. Infatti X11 fornisce loro un'interfaccia graca utente (quindi pulsanti, nestre e cos via), grazie ai quali potrai utilizzare questo tipo di applicazioni. L'applicazione GIMP ad esempio (l'alternativa Open Source a Photoshop), ha proprio bisogno di X11 per girare su Mac OS X. 5. Rosetta. E' stata la soluzione software proposta da Apple per veder girare sui Mac con processori Intel i programmi scritti per funzionare solo sui chip PowerPC. Non spuntarlo (quindi evita di installarlo). Se ti capiter di incontrare un programma che gira solo su processori PowerPC, nessun problema. Snow Leopard far apparire una nestra in cui ti spiegher che necessario installare proprio Rosetta per farlo girare, e ti proporr di procedere col download. Dai server di Apple. Non fantastico? 6. QuickTime 7. Se hai acquistato una versione "Pro" di Quicktime 7, troverai accanto a questa voce un segno di spunta. Lascialo, o altrimenti l'aggiornamento canceller proprio le funzioni a pagamento di questa versione, facendolo "regredire".

41

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Bene. Una volta che avrai fatto le tue scelte, non ti rester altro da fare che procedere con l'aggiornamento. Premi "OK", quindi "Installa", poi conferma la scelta e inserisci la tua password di amministratore per completare l'opera. Ora tutto in mano all'Installer, che si prender almeno 50 minuti per portare a termine questa operazione. Una volta nito, riavvia il Mac. Tieni presente che se possiedi un portatile e stai per installare Snow Leopard, l'Installer ti far apparire una schermata segnalandoti che la macchina non collegata ad alcun alimentatore. Quindi sarebbe indicato collegarlo.

"Ehi, ma che succede se mentre installo il sistema operativo, un black-out mi lascia al buio?" Io ho un gruppo di continuit proprio per questo genere di evenienza. Apple assicura che in caso di interruzione di corrente nessun dato durante l'installazione andr perso. Non ho avuto il coraggio di vericarlo. E comunque consiglio di procurarsi un gruppo di continuit per proteggere la macchina desktop da cali di tensioni o interruzioni improvvise.

Piccola aggiunta importante che riguarda Spotlight. Il sistema di indicizzazione di Mac OS X, una volta che l'aggiornamento stato portato a termine, inizia la sua opera. Vale a dire, indicizzare tutto.

42

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

L'operazione pu anche essere molto lunga, e rallentare il Mac, soprattutto se vecchiotto. Pu essere utile disattivarlo, almeno per il momento. Attenzione: non dico che non devi permettere a Spotlight di svolgere il suo lavoro. Meglio per che entri in azione in un momento pi opportuno, per esempio quando avrai terminato di esplorare il nuovo sistema operativo. O mentre esci a fare una passeggiata. Come agire per "addormentare" l'applicazione? Apri le Preferenze di Sistema, spostati in Spotlight e clicca nella scheda "Privacy". Premi il tasto "+" per aggiungere all'elenco il disco rigido interno del tuo Mac, ed evidenzialo.

In questa maniera Spotlight NON indicizzer il disco rigido del tuo Mac. Quando avrai deciso di permettere

43

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

all'applicazione di svolgere il suo lavoro, dovrai tornare in questa scheda, selezionare il disco rigido interno del tuo Mac, e premere stavolta il pulsante "-". Questo sar il segnale che darai a Spotlight di indicizzare l'intero contenuto del tuo disco rigido interno. Potrebbe richiedere molto tempo, ma tu non sarai l a osservare il suo lavoro, ma nel parco, giusto?

44

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Installa Snow LeopardQuelli che ho illustrato nel capitolo precedente sono i passi da compiere per aggiornare da Leopard a Snow Leopard. Se desideri ricorrere all'altra opzione, quella "Inizializza e Installa", continua a leggere! Ti ricordo che devi avere effettuato un backup del tuo vecchio sistema operativo che andrai a cancellare. Perch (lo ribadisco), l'operazione di inizializzazione prevede la cancellazione completa di tutto quello che c' sul disco rigido. Perderai tutto: documenti, le, cartelle, tutto. Il backup indispensabile non soltanto per riavere quello che ci serve (immagini, lmati documenti di testo), ma soprattutto per non essere costretti a ricreare gli account di posta elettronica, e tutte le impostazioni personalizzate con cui abbiamo reso il sistema operativo (e le applicazioni), pi ... nostro. Mi sembra inutile scrivere che un backup (nei modi che ho illustrato in precedenza, quando ho scritto della clonazione), deve essere recente. Cio devi averlo effettuato qualche ora prima, al massimo il giorno prima (e nel frattempo tu non devi aver prodotto le vitali, che resterebbero esclusi dal45

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

backup effettuato! A meno che tu non decida di effettuare un ulteriore backup: in questo caso ricordati che sar solo incrementale. Quindi pi veloce del precedente, perch saranno salvati solo i le nuovi o modicati). Ora iniziamo con l'inizializzazione, per poi illustrare l'installazione. Inserisci il DVD di Snow Leopard nel tuo Mac, clicca sulla sua icona quando appare sulla scrivania, e alla comparsa della nestra successiva, avrai il piacere di incontrare due pulsanti. "Utility" e "Continua". Stavolta premeremo il primo! Altri due pulsanti: "Indietro" e "Riavvia". Clicca il secondo. Ti sar richiesta la password di amministratore: inseriscila pure, quindi premi il pulsante "OK". Il tuo Mac si riavvier dal DVD di installazione. Ora comparir una nestra per la scelta della lingua del sistema: l'italiano ovviamente. E' gi impostata sulla lingua di Dante Alighieri, altrimenti selezionala e premi la freccia per proseguire. Ecco la schermata "Installa Mac OS X". Per il momento ignorala e sposta la tu attenzione sulla barra dei menu. Qui scegli "Utility>Utility Disco".

46

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Compare una nestra che probabilmente avrai gi imparato a conoscere. Seleziona nella colonna di sinistra il disco rigido interno del tuo Mac. Quindi non ti resta che premere la scheda "Inizializza" e in seguito il pulsante omonimo. Conferma la tua decisione alla nestra di avviso che comparir. Il disco rigido quindi sar completamente cancellato. Una volta che questa operazione sar stata portata a termine, esci da Utility Disco. Tornerai alla schermata di "Installa Mac OS X". Qui adesso devi scegliere "Continua". Compare il contratto di licenza del software, premi il pulsante "Accetta". Seleziona il disco rigido del tuo Mac. Anche qui, ti sar offerta la possibilit di personalizzare l'installazione, scegliendo cosa installare e cosa escludere. Per questa ragione ti invito (qualora non lo avessi fatto prima), a leggere l'apposita sezione. Una volta nita questa parte, premi il pulsante "Installa". Come sempre in questi casi, un po' di caff, o un t, aiutano a far passare il tempo. Terminata l'installazione, riavvia il tuo Mac.

47

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Anche in questo caso, sposta l'occhio nell'angolo superiore sinistro della scrivania di Mac OS X. Dove c' l'icona di Spotlight, indovinato! Troverai come essa stia "pulsando" per indicizzare l'intero contenuto del disco rigido. Se desideri perci rimandare questa procedura ad una occasione pi propizia, leggi quello che ho scritto a proposito di questo argomento.

48

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Primi passi con Snow Leopard!Dopo il riavvio, il buon Snow Leopard si presenter con un lussuoso lmato con cui ti dar il benvenuto. A seconda di cosa hai fatto in precedenza (cio se hai scelto l'aggiornamento, o Inizializza e Installa), dovrai comportarti in maniera un poco differente. Se hai aggiornato, dopo il riavvio e il lmato troverai ad accoglierti una schermata di "ringraziamento".

Se sei collegato a Internet e sono disponibili degli aggiornamenti, il sistema sar cos gentile da avvisarti immediatamente della loro disponibilit, proponendoti di scaricarli subito, in un secondo tempo, oppure di dare un'occhiata per vedere un poco di che cosa si tratti.49

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Snow Leopard non perde tempo! Non appena terminato l'aggiornamento, e con una connessione a Internet attiva, cerca e segnala gli eventuali aggiornamenti disponibili

Parlo in maniera pi estesa di aggiornamenti in un capitolo apposito. Per leggerlo subito clicca qui. Subito dopo, potrebbe accadere che al lancio di Mail compaia questa nestra.

Il primo lancio di Mail sar caratterizzato dalla comparsa di questa nestra

50

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Qui devi premere il pulsante continua e permettere a Mail di aggiornare i messaggi gi presenti. L'operazione ha una durata variabile, pu essere lunga o sbrigarsi in pochissimo tempo. Al suo termine avremo un'altra nestra che ci annuncer la sua conclusione.

Ora davvero tutto nito. Puoi usare Mail e soprattutto, prendere condenza col nuovo sistema operativo

Fine. Hai terminato di aggiornare il tuo Mac a Snow Leopard, congratulazioni! Se invece hai inizializzato, la procedura risulter differente. Dopo il solito lmato di Benvenuto, ecco una schermata in cui selezionare il Paese dove vivi. Probabilmente ci sar solo Italia, gi evidenziato. Premi il pulsante "Continua". Ora ti sar offerta la scelta del layout della tastiera, poi procedi.51

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Vedrai comparire un'applicazione chiamata "Assistente migrazione". Sar lei che ti aiuter a trasferire i tuoi dati (e anche le applicazioni), dal disco rigido esterno (ma anche da un altro Mac), all'interno del nuovo sistema operativo. Essa si presenter a te con una questione. Possiedi un Mac? Questa la domanda che ti sar posta da questa funzione. Ti proporr di trasferire account, impostazioni network, applicazioni e documenti. Puoi rimandarlo a dopo, o farlo adesso; tranquillo, me ne occupo al termine di questo capitolo. Per adesso, clicca su "Continua". Seleziona un servizio wireless Se disponibile nei dintorni una rete wireless (o senza li), per l'accesso a Internet, potrai indicare al sistema quale sia, e inserire l'eventuale password se si tratta di una rete protetta. Niente wireless? Premi allora il pulsante a sinistra in basso "Altra congurazione network". Qui scegliere il tipo di connessione alla Rete che preferisci, oppure puoi optare per il momento per "Il mio computer non si connette a Internet". Inserisci il tuo ID Apple Se hai gi acquistato musica sull'iTunes Store, o applicazioni dall'App Store o anche dal sito Apple avrai gi

52

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

il tuo Apple ID. Idem se possiedi un account MobileMe (a pagamento). Altrimenti puoi lasciarlo in bianco, e proseguire oltre. Registrazione E' possibile saltare questa fase premendo -Q, passando cos direttamente a quella della creazione del proprio account. Altrimenti qualora tu abbia inserito i tuoi dati nella schermata precedente, qui troverai gi tutto riempito. Clicca "Continua". Altre domande Qui Apple formuler alcune domande su dove si user il Mac, per quali scopi e dove. Il prossimo! Crea un account Siamo nella parte forse pi importante, e che richiede da parte tua la massima attenzione. Se si dovesse denire al volo cosa sia l'account in Mac OS X direi: la tua chiave di accesso al sistema operativo. Esso composto da un nome (gi inserito nell'apposito spazio), e da una password. Se il primo elemento di fatto il tuo nome, il secondo dovrai crearlo tu. Usa la fantasia al meglio, creando una password lunga, che comprenda anche dei numeri, e nello stesso tempo che sia facile da ricordare. A cosa serve l'account?

53

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Ogni volta che installerai un aggiornamento del sistema operativo, dovrai digitare la password del tuo account, e premere Invio. Se condividi la tua macchina con altri, perch sei in un ufcio, dovrai per forza spremerti le meningi e creare qualcosa di originale. Per evitare che venga "rubata" e usata mentre tu sei assente. Seleziona un'immagine per l'account Puoi scattarti una foto tramite la webcam incorporata nel tuo Mac (a meno che non sia un Mac mini). Altrimenti possibile scegliere tra le immagini presenti nella libreria messa a disposizione da Apple. Coraggio, siamo alla ne! Seleziona un fuso orario Piccola e comoda funzione nuova di zecca. Spunta la casella "Imposta automaticamente il fuso orario...". Far tutto il Mac! Grazie L'ultima schermata prevede anche un pulsante "Vai" che cliccato ti far approdare sulla scrivania di Mac OS X.

54

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

E' meglio spendere due parole sull'account, e la sua importanza. Prima l'ho denito la chiave di accesso al sistema operativo. Mac OS X nasce multi-utente, vale a dire che pi persone possono usare la medesima macchina, evitando per di mettere le mani, cancellare e spostare documenti, cartelle e/o applicazioni degli altri utenti. Questo possibile grazie agli account: ciascuno crea il suo ambiente, e lo pu personalizzare come meglio crede. Gli account hanno una serie di privilegi (le cose che si possono fare, semplicando parecchio). In cima alla scala gerarchica c' lui, l'utente root, il pi potente, disattivato di default a causa dei danni inenarrabili che pu produrre se usato in maniera superciale. L'amministratore colui che gestisce il tutto: installa le applicazioni, le disinstalla, crea e distrugge gli altri account. Quando installi da zero Snow Leopard l'account amministratore che crei. Ecco perch bene spendere un po' di tempo nella creazione della password: se il tuo Mac sar usato da gli, o moglie, sarai chiamato a creare per ciascuno di essi un account. Essendo il tuo (l'account amministratore, appunto), il pi cruciale, crea una buona password, complessa, eppure facile da ricordare.

E adesso? Ci aspetta Assistente Migrazione, ricordi? Sonnecchia nella cartella Utility racchiusa a sua volta in quella chiamata Applicazioni. Lancialo.

E' tempo di conoscere da vicino Assistente Migrazione!

55

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Lo so, un po' diverso da prima ma per quello che ci serve non il caso di sottilizzare. Premi "Continua". Ti sar domandato cosa vuoi combinare.

L'applicazione di una semplicit disarmante, davvero!

Tre le opzioni: trasferire le informazioni da un altro Mac; da un backup di Time Machine o da un altro disco, oppure ad un altro Mac. Premi il pulsante per procedere.

Secondo me non hai bisogno neppure di leggere quello che scrivo!

56

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

L'applicazione ti chiede di indicare il disco da cui effettuare la migrazione; basta selezionare e proseguire.

Probabilmente il calcolo degli elementi selezionati sar un po' lungo: pazienta!

Ma cosa vuoi davvero far migrare? Metti (o togli), un segno di spunta da ciascuna voce. Un ultimo clic. Quanto impiegher dipende da quanto grande fosse il tuo disco di backup ovviamente. Alla ne troverai una semplice schermata che ti avviser del lavoro terminato. Fine del lavoro.

57

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Fare amicizia con Snow LeopardCon questo capitolo desidero illustrare da vicino cosa c' di interessante, o nuovo, in Snow Leopard. Quando approderai sulla scrivania (o desktop), non troverai differenze evidenti rispetto a Leopard. Eppure le novit non mancano.

La Scrivania di Snow Leopard come vedi, non si distingue molto da Leopard

In Mac OS X da sempre il Finder il cuore di tutto. E lui infatti che si occupa di illustrare il contenuto di cartelle e dischi esterni collegati al Mac. E lui che disegna le icone, che ci permette di andare a zonzo per tutto il contenuto del nostro disco rigido a cercare lmati, immagini, documenti o cartelle. I compiti che svolgiamo con il nostro Mac hanno come discreto ma insostituibile protagonista lui. S, sto parlando della faccina sorridente presente nel Dock,58

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

all'estrema sinistra. E anche il Finder sfodera le sue Preferenze. Basta premere la scorciatoia da tastiera -, per aprire la nestra apposita. Sono presenti 4 pannelli. Il primo "Generali" ha alcune opzioni per scegliere gli elementi da montare sulla scrivania.

Come vedi, rendere l'ambiente di lavoro pi tuo semplice

"Nuove Finestre Finder aperte" signica che quando aprirai il Finder (tra poco ti mostrer come), ti presenter per prima cosa il contenuto di quella cartella. Nel nostro caso, quella chiamata "Freccero". Un secondo pannello indica cosa mostrare nella barra laterale del Finder.

59

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Metti o togli il segno di spunta accanto alle voci e le vedrai (o non le vedrai), apparire in quella barra. "Avanzate" adesso presenta una nuova funzione: quella per le ricerche. Quando usi Spotlight puoi decidere dove eseguirla.

La funzione di Ricerca stata afnata, come si pu scorgere osservando questa nuova opzione

"Cerca in questo Mac" estende l'opera di ricerca in tutto il computer. La seconda possibilit la limita invece alla cartella della nestra dove stai lavorando. L'ultima riusa il campo di ricerca dell'ultima volta. Le due immagini seguenti ne spiegano il funzionamento.

Nelle Preferenze del Finder ho impostato "Cerca in questo Mac", e nella nestra di ricerca del

60

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OSFinder (che si evoca con +F), la ricerca si svolge infatti in tutto il Mac. La barra del titolo infatti recita "Cerco in questo Mac".

Qui invece la ricerca si limita alla cartella attuale (Documenti), e infatti la barra del titolo svela che la ricerca si svolta proprio in quella posizione, e solo quella.

Si parla del Cestino nel pannello di questa preferenza del Finder. L'aspetto che ci interessa che qui noi incontriamo una nuova funzione: "Indietro". Se getti via qualcosa e ti rendi conto che hai commesso un errore, apri il cestino, trova l'elemento e per mezzo del menu contestuale (premi il tasto destro del tuo mouse), sceglie la voce Indietro. Lo riporterai alla posizione precedente.

61

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Aggiungo che i le spostati nel Cestino di Mac OS X non sono in alcun modo danneggiati solo per il fatto di essere qui.

In fondo la funzione "Indietro" c' sempre stata in Mac OS X. Mi spiego. Pochi ci fanno caso, ma il sistema operativo permette sempre di annullare l'ultima operazione effettuata ricorrendo alla scorciatoia -Z. Si trova nella barra dei menu sotto la voce "Composizione", e riconduce le cose alla condizione precedente il salvataggio (se per esempio componiamo del testo); oppure se le spostiamo nel cestino (o in un'altra posizione all'interno del disco rigido). Gi: perch se "Indietro" funge solo nel cestino, Z si applica praticamente a tutto.

Prima ho scritto del Finder, promettendo di fartelo conoscere. Clicca allora sulla sua icona nel Dock, la faccina che sghignazza (beh, quasi), e voil!

Il Finder di Mac OS X, signore e signori. Non dico: "Gi il berretto", ma insomma!

Nella colonna di sinistra, il Finder si aperto con selezionata l'icona della casa, e posso vederne l'intero contenuto. E' il risultato dell'aver scelto nelle Preferenze del Finder "Nuove nestre Finder aperte". Se avessi scelto

62

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

"Documenti", adesso sarebbe la cartella evidenziata, e potrei esplorarne i le racchiusi. E cos via. La nestra ha una barra con dei pulsanti: vediamoli. Quei quattro nella barra strumenti, in la uno dopo l'altro, servono per mostrare in maniera differente cartelle e le. Scegli quella che preferisci provandole tutte.

Puoi indicare come il sistema operativo ti deve mostrare cartelle e il loro contenuto in 4 modi diversi. Vale a dire come icone, in un elenco, in colonne o Cover Flow.

In basso a destra di questa nestra troverai un pulsante di trascinamento per intervenire sulle dimensioni delle icone. In Mac OS X tutto (o quasi), pu essere personalizzato. Se a questo punto premi -J apri le opzioni vista.

Ebbene s, qui puoi scegliere lo sfondo, o come organizzare le icone

63

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Puoi intervenire sulla dimensione del testo, delle icone, eccetera eccetera. La barra degli strumenti pu essere personalizzata. Nella barra dei menu scegli "Vista>Personalizza barra degli strumenti" e otterrai una nestra. Trascina le icone e rilasciale sulla barra.

Per aggiungere un'icona, trascinala sulla barra. Per eliminare, trascinala fuori dalla barra e rilascia: si dissolver in una nuvola di fumo.

I lmati permettono un'anteprima senza ricorrere alla Visualizzazione rapida. Sposta il cursore sul video che desideri vedere (senza lanciare l'applicazione che lo ha creato). Comparir il segno che indica come sia possibile avviarlo.

Il soggetto quello che , ma sottomano non c'era niente di meglio, purtroppo

64

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Snow Leopard comprime le cartelle senza ricorrere a soluzioni esterne. Clicca sull'elemento da comprimere, e nel menu contestuale scegliere l'opzione "Comprimi".

Al termine della brevissima operazione avrai un le .zip.

Comprimere le di grandi dimensioni uno scherzo da ragazzi con Mac OS X, sul serio!

La barra degli strumenti presenta altri due pulsanti che meritano una menzione particolare. Quello che contiene l'ingranaggio si chiama "Azione" e permette di intervenire in vario modo sull'elemento selezionato. Cio le azioni possibili non sono uguali per un le di testo, o una cartella.

65

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

L'altra icona riguarda la Visualizzazione rapida: si seleziona il le (di qualunque tipo), e si preme la barra spaziatrice per averne un'anteprima senza lanciare l'applicazione che lo ha generato.

Non necessario lanciare programmi per leggere un PDF o vedere un lmato. Basta selezionarlo e premere la barra spaziatrice.

Se il le ha pi pagine si pu scorrere normalmente, mentre la nestra pu essere ingrandita trascinando l'angolo destro (come in tutte le nestre, certo). Le due frecce in basso attivano invece la funzione a schermo pieno. Altre novit. Parliamo di TextEdit e del lavoro svolto dagli ingegneri di Apple nella gestione del testo. Molti considerano questa applicazione inutile o limitata, ma un errore grossolano. Basta osservare le diverse opzioni di salvataggio dei le che permette, per comprendere al volo come si tratti di uno degli elementi pi sottovalutati dagli utenti Mac. Il fatto che TextEdit per i bisogni domestici,

66

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

lo strumento perfetto, ed gratis, gi installato all'interno del sistema operativo.

Tutti vogliono Word. Ma TextEdit offre moltissimo, soprattutto per gli usi non professionali

Come puoi notare, salva in .doc, .docx, e persino in .odt. Quest'ultimo il formato aperto che usa anche OpenOfce. Org, la suite gratuita Open Source alternativa a Ofce di Microsoft. E se guardi nella barra dei menu e clicci su "Archivio>Registra come PDF", potrai appunto registrare i tuoi le in PDF. TextEdit ha altre frecce al suo arco, quali la registrazione automatica, o il ripristino della versione del documento salvato in precedenza. Ma procediamo. Lancia le Preferenze di Sistema (la ruota dentata nel Dock), e vai nel pannello "Personale", dove troverai "Lingua e testo". Clicca sulla scheda Testo. Ecco una delle novit di Snow Leopard: la sostituzione del testo.

67

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Robetta? No: se lavori col testo il lavoro svolto qui da Apple di notevole interesse

Per prima cosa, ti consiglio di premere sul menu a discesa "Ortograa" per togliere un po' di segni di spunta dall'elenco delle lingue per cui previsto questo servizio. Poi, la grande nestra a sinistra indica gi quali simboli o testo possono essere sostituiti. Nel caso non ne sapessi nulla: per produrre ad esempio questo segno: io utilizzo . Questo mi evita di perdere tempo andando a cercare nei "Caratteri speciali" quel certo simbolo. Ma la funzione di sostituzione testo serve anche per ben altri compiti. Le formule di saluto in calce ad una lettera o email che sia, e che possono essere lunghe, soprattutto ripetitive, vengono assegnate magari a qualcosa come "gplvca". Cio? Invece di scrivere "Grazie per la vostra cortese attenzione" baster digitare quel miscuglio informe di lettere, premere la barra spaziatrice per proseguire con la battitura, per ottenere la frase intera. Veloce e comodo: come si aggiunge qualcosa di nuovo? Si preme il pulsante "+" per segnalare un nuovo inserimento. Si decide la formula (nel mio esempio68

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

precedente: la Sterlina Inglese). Come recupero per il simbolo che sonnecchia accanto alla barra spaziatrice? Basta spostarsi nella barra dei menu e cliccare "Composizione>Caratteri speciali". Troverai tutto!

Scommetto che ignoravi questa nestra, e il tesoro nascosto di simboli strambi che racchiude!

Individua quello che ti serve, premi "Inserisci" e troverai il tuo simbolo inserito nel pannello. Visto la quantit di materiale che si trova in questa nestra, potresti esplorarlo con cura, perch comprende anche simboli musicali e matematici, script arabi, ebraici, punteggiatura e altro ancora. Metti il segno di spunta per attivarlo, e avrai nito.

S, il segno di spunta necessario per rendere la sostituzione pronta ad entrare in azione

69

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Ricorda di attivare all'interno delle Preferenze di TextEdit la funzione "Sostituzione testo" (dentro la scheda Nuovo documento), e avrai terminato. Un'altra novit di TextEdit che adesso l'applicazione in grado di rilevare le date all'interno di un documento.

Puoi disattivare la funzione spostandoti nelle Preferenze del programma sempre nella scheda "Sostituzione testo". Queste funzioni non sono ristrette solo a TextEdit, ma le trovi anche in iChat e Mail. Dai un'occhiata al menu "Composizione" della barra dei menu, e le troverai l ad attenderti. Devi solo attivarle mettendo il segno di spunta! Adesso ti devo parlare di una novit che non proprio tale, poich era gi presente in Leopard, in Tiger... A essere pignoli, i Servizi (ecco di che cosa sto parlando), erano una caratteristica di NeXT, il sistema operativo che Steve Jobs cre quando fu cacciato da Apple. Lidea quella di garantire a ciascuna applicazione del sistema operativo laccesso a una serie di funzioni appartenenti ad altri programmi. Esempio (uno dei tanti che si possono fare): dal browser Safari posso inviare une-mail con il testo selezionato di un'intervista, senza spostarmi nel Dock per lanciare Mail, ma passando appunto per i Servizi. In Leopard c'erano ma erano troppi, e per di pi in essi non c'era logica. Ecco come apparivano in Safari.70

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

I Servizi in Leopard erano di fatto poco utili e ignorati dagli utenti Mac. Snow Leopard li rende utilizzabili

Tra elementi attivi e inattivi (se inattivi, e quindi inservibili, perch farli apparire? Mah!), c'era da perdere la testa. Infatti, nessuno ricorreva quasi mai ad essi. Per fortuna le cose sono cambiate. Quello che appare nei Servizi, ha una sua logica. Ci che non attivo, non compare pi. Semplice, no? Meglio fare un esempio. Se selezioni del testo all'interno di Safari, e poi ti sposti nei "Servizi", avrai a disposizione una serie di funzioni pronte all'uso.

71

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Se non selezioni un bel nulla, i Servizi saranno vuoti. Un funzionamento semplice e lapalissiano. Anche il Finder certo, ha i servizi, e come per i programmi in grado di trarre vantaggio da essi, pu fornire, ma solo all'occorrenza, una serie aggiuntiva di funzioni. Probabilmente ti starai domandando cosa signica quell'icona con accanto una scritta che recita "Preferenze servizi". Se la clicchi, si apriranno le Preferenze di Sistema e sarai "dentro" ad una nestra chiamata "Tastiera".

Qui sono elencati i servizi. Quelli disponibili hanno il segno di spunta (ma entreranno in funzione solo in certe scelte occasioni, come ho gi scritto), alcuni non lo hanno. E' possibile aggiungerne altri, ma ricorda che si tratta di una funzione "intelligente". Se metti il segno di spunta a tutti, non li avrai affatto tutti al tuo servizio. I servizi sono disponibili anche tramite il menu contestuale (premendo quindi il tasto destro del mouse).

72

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Le ultime due voci arrivano infatti dai Servizi. Expos stato corretto e riveduto. Di che cosa si tratta? E' la risposta di Apple al caos sulle nostre scrivanie. Quante nestre hai aperte in questo momento? Non barare! In genere ben pi di una, con la conseguenza che alla ne non capisce pi nulla di quello che si sta facendo. La soluzione: Expos! Per conoscerla devi entrare nelle Preferenze di Sistema e dal pannello "Personale" scegliere "Expos e Spaces". Premi il tasto F9 (per i portatili Fn+F9), e le nestre attive in quel momento saranno ordinate allinterno dellarea dello schermo. Premendolo di nuovo si uscir da Expos.

Expos era utile ma un po' caotica nell'ordinare le nestre. Ora ciascuna di esse, alla base, "identica" cosa sia quella nestra aperta

73

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Per passare da una nestra all'altra, basta premere le frecce della tastiera; non appena una di esse circondata da un perimetro blu possibile premere la barra spaziatrice per farla balzare in primo piano e darci un'occhiata. Un'altra pressione della barra la far tornare alla posizione precedente. Il tasto F11(Fn+F11 per le macchine portatili), sgombera la scrivania da tutte le nestre che sono presenti, permettendo di vedere cosa c' "sotto". C' anche un'altra combinazione da tenere in conto: F10 (Fn+F10). In questo caso Expos fa "emergere" la (o le) nestra/e dell'applicazione in quel momento in primo piano. Quelle delle altre applicazioni saranno nascoste. E nel Dock l'icona dell'applicazione oggetto della funzione, sar come illuminata.

Le nestre di Safari sono in primo piano, mentre quelle delle altre applicazioni restano nascoste

In realt questa funzione pu essere attivata anche premendo, e tenendo premuto per pochi istanti, il mouse sull'icona dell'applicazione nel Dock. Immediatamente, essa74

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

sar avvolta da un fascio di luce, ma cosa pi importante, balzer in primo piano solo lei, spedendo nell'oscurit tutte le altre nestre. Adesso torniamo per un attimo al pannello "Expos e Spaces", e vedremo come non sia affatto obbligatorio afdarsi ai tasti che ti ho illustrato per attivarla. Se per qualche ragione desideri cambiare queste combinazioni, nessun problema. Potrai per esempio scegliere di attivarla o usando alcuni tasti del mouse, altri tasti della tastiera oppure sfruttando gli angoli dello schermo.

Anche il Dock ha qualcosa da svelare. Per prima cosa, la pressione di un tasto su un'icona fa comparire una lista di opzioni in una cornice pi professionale.

75

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Apri le sue Preferenze spostando il mouse sulla riga divisoria presente a destra. Quella che pare una riga di mezzeria della strada. Premi il tasto destro del mouse e ancora una volta apriremo le Preferenze di Sistema ma nel pannello "Dock". Qui c' una nuova funzione interessante da spuntare: "Per contrarre una nestra, fai doppio clic sulla barra del titolo". A cosa serve? Immagina di avere tre nestre di TextEdit aperte, con tre documenti diversi su ciascuno. Spuntando questa opzione tu le spedirai nel Dock. Ma prima venivano piazzate accanto al cestino, ora andranno a "nascondersi" dietro l'icona dell'applicazione. Un sistema per rendere meno caotico il Dock. Le nestre contratte inoltre, saranno contraddistinte da una minuscola icona romboidale.

Misteriosamente la funzione per contrarre una nestra nel Dock con un doppio clic sulla barra del titolo, non si trova qui. Devi andare nelle Preferenze di Sistema dentro il pannello "Personale", e spuntarla.

Gli stacks o pile del Dock sono stati riveduti e corretti.76

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Gli Stack possono essere usati al meglio. Ora sfoderano una barra di scorrimento

Per navigare tra le applicazioni, usa le frecce della tastiera. Per aprire un'applicazione, premi il tasto "Invio" sull'icona selezionata. Se nello stacks c' una cartella con altro contenuto, evidenziala, premi Invio e potrai esplorarla sempre all'interno dello stacks. Nell'angolo superiore sinistro presente una freccia nera per tornare indietro. Il tasto destro del mouse sull'icona della cartella in oggetto apre il menu, con le preferenze per questa funzione.

77

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Altra segnalazione. Se premi il tasto destro del mouse sull'icona delle Preferenze di Sistema, ottieni l'elenco di tutte le preferenze.

Quindi potrai scegliere quella da aprire, saltando per il passaggio dell'apertura di tutte le preferenze del sistema operativo. Le novit sono anche nel reparto "Sicurezza"; clicca sulle Preferenze di Sistema, e sposta la tua attenzione sull'omonimo pannello, suddiviso in tre schede. La prima che merita la nostra attenzione sar quella per attivare il "Firewall". Probabilmente il tasto per effettuare questa semplice operazione risulter grigio (non cliccabile). Premi l'icona del lucchetto a sinistra in basso, e inserisci la tua password. A questo punto, potrai premere il pulsante per renderlo attivo.

78

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Adesso premi l'altro pulsante in basso a destra, quello che recita "Avanzate". Scender una nestra per rendere il funzionamento del rewall pi essibile.

Tre possibilit: "Impedisci tutte le connessioni in ingresso". Tutti i servizi che prevedono una qualche forma di condivisione saranno bloccati. Saranno invece consentiti quelli assolutamente indispensabili. La seconda: "Consenti automaticamente al software

79

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

attendibile di ricevere le connessioni in entrata" pu sembrare un po' criptico. Sappi invece che il software del sistema operativo Mac OS X certicato, quindi se spunti questa opzione, nessun problema per tutti i programmi di Snow Leopard. Se le applicazioni (non Apple), non sono certicate, devi provvedere ad aggiungerle premendo il pulsante "+" e sfogliando la cartella Applicazioni per indicare il software "amico". La terza opzione: abilita la modalit "Stealth". In pratica il tuo Mac diventa invisibile al trafco il cui scopo di sapere se sei o meno on line. Torniamo adesso alla prima scheda, quella chiamata "Generali". Qui possiamo impedire l'accesso a qualunque pannello delle Preferenze di Sistema ad altri; ideale se si vuole evitare che colleghi di lavoro o gli, vadano a toccare le impostazioni Internet, o appunto il rewall. Non solo. Se ci assentiamo, possiamo far s che il Mac pretenda la password ogni volta che viene avviato, o richiamato dallo stato di stop. Oppure, impedire il login automatico: cosa signica? Spuntando questa opzione ogni volta che accenderemo il Mac, dovremo digitare la password per completare l'accensione. Altrimenti, ciccia!

80

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

La scheda "Generali" offre un insieme di opzioni per bloccare l'accesso ai pannelli delle Preferenze di Sistema, e altro ancora

Vediamo il resto delle voci. Ti stai chiedendo cosa sia la memoria virtuale sicura? Adesso arriva la risposta. E' un espediente cui il sistema ricorre quando il computer ha poca memoria RAM installata. In pratica: viene usato il disco rigido come RAM. Le informazioni in questo caso sono scritte proprio nella memoria virtuale del disco rigido, e qui restano nch non sono sovrascritte. Se maneggi dati importanti e temi che questi possano essere letti, spunta questa opzione. "Disabilita ricevitore a infrarossi per il controllo remoto". Evita che il computer sia controllato a distanza da un ricevitore a infrarossi. "Effettua il logout" chiude la sessione di lavoro (quindi spegne il computer), dopo un certo periodo di tempo (deciso da te).

81

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

"Login? Logout? Ma che lingua parli?" Con questi termini ci si riferisce alla procedura che permette di accedere al proprio Mac, o di "uscirne". Come ho gi accennato nelle pagine scorse, Mac OS X un sistema multi-utente; anche se sei l'unico a usarlo! Il che signica che ogni utente per accedere al computer, e creare o modicare le, si sottomette ad una prassi conosciuta col nome di "login". Deve insomma essere riconosciuto dal sistema come il legittimo proprietario di quei le (meglio sarebbe scrivere: colui che ha i permessi o privilegi per metter mano al sistema). Altrimenti, cotica. Se il tuo Mac fosse usato da un'altra persona, prima di cedergli il posto devi effettuare il "logout" per far s che lui acceda alla macchina, ma senza mettere le mani alle tue impostazioni, le e cartelle.

E FileVault? Cripta la cartella Inizio (rafgurata con licona della casetta), mettendo al sicuro tutto il suo contenuto. Premendo Attiva FileVault e dopo aver inserito la password di login, potrai accedere a le e documenti della cartella Inizio. La Master password, che si imposta premendo il pulsante Imposta password, da attivare per creare una password in grado di recuperare quella di login, in caso questa vada persa. Fai attenzione: perdere questa e laltra password signica perdere per sempre i dati protetti.

82

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Hai deciso di ricorrere ai servigi di FileVault? Allora devi sapere alcune cose. Come ho scritto brevemente, protegge e impedisce l'accesso all'intero contenuto della cartella "Inizio" (la casetta), a meno che non si abbia una password, certo! Ma questa funzione ha dei difetti che bene conoscere. Il primo: fa a cazzotti con Time Machine. Cio? Devi effettuare il logout perch Time Machine possa svolgere il suo lavoro (portare a termine il backup). Quindi il consiglio spiccio : non attivare FileVault. Devi proteggere i tuoi dati? Usa Utility Disco! Permette di creare un'immagine-disco criptata a 256-bit AES per quelle cartelle che devono racchiudere dati sensibili. Altro inconveniente di FileVault: quello che blinda racchiuso in un disco immagine, ma se qualcosa al suo interno si corrompe per i motivi pi diversi (perch gli va, gli sei antipatico, oppure venerd 13), hai solo una cosa da fare. Agitare la mano a mo' di saluto, perch avrai perso tutti i dati. Si narra che qualcuno sia riuscito nell'epica impresa di recuperare qualcosa, ma dal momento che gli dei lo hanno rapito e trasportato sull'Olimpo, non possibile saperne di pi.

Dopo aver terminato il lavoro in questo pannello, devi premere l'icona del lucchetto a sinistra per "chiudere" tutto e impedire che altri modichino quanto fatto. Se ti di, lascialo sbloccato. Un'altra novit visibile nelle Preferenze di Sistema: la scheda Tastiera.

83

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

La sua utilit risiede nel fatto che adesso intervenire sulle abbreviazioni, per modicarle, ma anche per conoscerle, molto pi semplice. Come puoi vedere, a sinistra hai l'elenco delle applicazioni, mentre a destra per ciascuna di esse, le scorciatoie. Basta cliccare due volte sulla combinazione di tasti che vuoi modicare (proprio sulla combinazione), e una volta selezionata devi premere quella nuova. Se non ne sei soddisfatto, evidenziala e premi il pulsante "Ripristina default". Non sottovalutare l'applicazione "Anteprima"! S lo so che tu la consideri come il programma per leggere i PDF. Ma con Snow Leopard stata riveduta anch'essa, ed diventata pi utile e potente di prima. Con Leopard per esempio, se selezionavi del testo in un documento PDF accadeva questo:

Attenzione: tu magari volevi selezionare solo la colonna di sinistra, ma nell'operazione coinvolgevi anche quella di84

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

destra. Una seccatura, non vero? Snow Leopard cambia le carte in tavola, e permette di selezionare solo quello che serve, senza trascinare dentro quello che non si desidera.

Piccoli grandi cambiamenti. La barra laterale (in modalit "Miniature), indica le varie pagine del documento. Sulla prima c' una piccola freccia che premuta "chiude" il le, facendo scivolare le pagine al suo interno con un simpatico effetto.

85

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Le note hanno guadagnato una nuova barra, che prende posto ai piedi della nestra, e si evoca scegliendo dalla barra dei menu "Vista>Mostra barra degli strumenti note".

S, le Note hanno una barra ai piedi della nestra

Migliorata la funzione di ricerca, che permette di ordinare per "Pagine" o "Priorit di ricerca", oltre ad avere guadagnato il tasto "Fine" e due frecce (avanti e indietro), per spostarsi pi agevolmente tra i termini scovati.

86

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

L'applicazione non si limita solo a questo genere di compiti. Per esempio, lei che possiamo usare per lo scanner. Basta collegare il dispositivo, accenderlo, aprire Anteprima e trovare una gradevole sorpresa.

L'Epson Perfection 1640 non esattamente uno scanner nuovissimo. Snow Leopard lo riconosce non appena acceso

Una volta importato, avremo a che fare con un'interfaccia rivista e corretta.

"Scansiona a" indica solo dove sar salvato il le che Anteprima si appresta a importare

87

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

La pressione del pulsante "Mostra dettagli" genera una nestra che adesso appare pi ordinata, e con una sufciente scelta di utensili che permettono all'utente di fare a meno dei software con cui gli scanner sono venduti.

"Perch quando clicco un PDF questo inizia a caricarsi dentro la pagina di Safari, invece di effettuare il download?" Se desideri scaricare un le PDF, sposta il mouse su di esse, e premi il tasto destro del mouse nch non compare il menu contestuale. Da l scegli "Registra il documento collegato in download", e lo scaricherai. Altrimenti, se sei gi nella fase successiva (cio si aperto nella pagina di Safari), dirigi il mouse nella parte inferiore del documento, dove appariranno delle icone. Tra cui quella che permette di scaricare sul computer, aprire in "Anteprima", ingrandire o ridurre le dimensioni del foglio.

88

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Snow Leopard in InternetD'accordo, sei approdato sulla scrivania di Snow Leopard: giocaci pure, ma tanto prima o poi quello che davvero desideri combinare navigare in Internet. Quindi affrontiamo l'argomento, e vediamo come impostare la connessione. I collegamenti alla Rete (via Airport o Wireless, oppure tramite Adsl), il Mac li gestisce grazie un pannello racchiuso nelle Preferenze di Sistema. Si chiama Network.

La prima cosa da fare quando si qui, e dopo aver sbloccato il lucchetto in basso a sinistra (se risulta bloccato), di premere la piccola ruota dentata alla base della barra laterale. Lo scopo della barra (mi sembra evidente anche ai sassi, ma lo scriver lo stesso), di aggiungere i servizi89

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

premendo il canonico tasto "+", mentre il segno opposto lo eliminer, si capisce. Accanto ad ogni servizio presente un pallino di colore verde se il collegamento disponibile e funziona, rosso se non attivo, giallo se funziona ma ci sono dei problemi. Adesso per premi la ruota dentata e scegli "Imposta ordine servizio".

Si aprir una piccola nestra con un elenco dei vari servizi disponibili. Qui devi trascinare nell'ordine che desideri i tipi di collegamento Internet che userai di preferenza.

90

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Lo so, lo so, ti stai domandando per quale ragione devi agire in questa maniera. Devi spiegare al Mac (sso o portatile che sia), l'ordine con cui deve andare in Internet. Nel caso in esame, il computer tenter di collegarsi tramite la porta Ethernet (quindi Adsl col cavo), e poi in caso questo non sia possibile, cercher di sfruttare la connessione Airport. Nulla di difcile, vero? A questo punto basta procurarsi il cavo Ethernet (se si desidera usare l'Adsl per navigare in Internet), collegare le due estremit rispettivamente al Mac e al modem, e basta. Di solito infatti non necessario alcuna altra operazione. Come possibile? Grazie al protocollo DHCP che si incarica di inserire in automatico i dati nel pannello "Network" per collegarsi al Web. Come saprai, il collegamento tramite Ethernet pi veloce e pi sicuro di quello Airport o wireless che dir si voglia. Quest'ultimo in teoria ha alcune probabilit di essere "spiato" da abilissimi pirati informatici. Ehi, ho scritto "in teoria", ma in realt il collegamento senza li al Web offre livelli di sicurezza elevati. E visto che ne stiamo parlando, vediamo di affrontare questo argomento. Il collegamento Airport di solito usato quando si possiede un portatile. Il Mac tiene memoria dei vari hot spot che incontra nel suo (o meglio, nel tuo), cammino.

91

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Cos' un hot spot? Un'area dove fornita la possibilit di connettersi al Web senza li. Quindi l'aeroporto, la stazione, i vari hotel che frequenti nei tuoi viaggi di lavoro, se forniscono hot spot, sono tutti catalogati e "memorizzati" dal tuo portatile. Per sapere quali sono, una volta che sei nel pannello Network, evidenzia nella colonna di sinistra "Airport", e quindi premi il pulsante "Avanzate". Comparir una nestra che racchiude l'elenco degli hot spot cui il tuo portatile Mac si collegato negli ultimi tempi.

D'accordo, non sono proprio un giramondo, ma sforzati di immaginare che lo sia, e nella nestra qui sopra ci siano un mucchio di network usati in precedenza! In questa nestra, potrai conoscere il nome di quelli usati, se protetti o meno, ma non solo. Puoi scegliere di eliminare quelli che non servono (per esempio: l'hot spot usato nell'Apple Store sulla Quinta Strada a New York), evidenziandolo, e premendo il tasto "-".

92

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

Potrai anche trascinare i vari hot spot verso il basso o l'alto per indicare al Mac la priorit dei collegamenti. Due clic sul network e scender una nestra in cui potrai modicarne il nome, o aggiungere una password. Adesso premi "Mostra network".

Di solito compare una nestra del genere anche quando il Mac trova dei nuovi hotspot, e quelli di solito usati per il collegamento Web non sono disponibili. A questo punto puoi cliccare due volte su quelli disponibili, e navigare. Attento: se vedi l'icona del lucchetto signica che l'accesso non libero ma necessario una password per collegarsi. Puoi avere l'icona di Airport nella barra dei menu del Finder, e raggiungerla con un semplice clic ogni volta che vuoi.

93

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

In un attimo avrai sott'occhio le reti disponibili, se sono protette oppure no, e l'intensit del segnale. Per ottenere tutto questo, basta spuntare nel pannello "Network" l'opzione apposita.

E' bene ricordare che in Italia accedere ad una rete hot-spot senza autorizzazione viola una legge del Parlamento Italiano. Voluta dall'allora Ministro degli Interni Beppe Pisanu per contrastare il terrorismo internazionale, questa legge rester in vigore sino al dicembre del 2009. A meno che non venga ancora prorogata, e saremmo gi alla seconda volta. Questo signica che se sei a Milano e mangi presso un McDonald's, per accedere all'hot-spot (gratuito), devi presentare un documento valido di identicazione. Negli Stati Uniti (che di terrorismo internazionale purtroppo hanno esperienza), il Wi-Fi gratuito e senza autorizzazione la norma. Sia chiaro: se viaggi spesso sai meglio di me che nelle grandi citt come Roma, Napoli o Milano, pullula di hot-spot accessibili senza alcun genere di autorizzazione. S, sono illegali, nessuno controlla, tutti o quasi ignorano il Decreto Pisanu. E questo dimostra la sua formidabile inutilit.

94

Snow Leopard: Trucchi e Segreti del nuovo OS

SafariIl browser pre-denito di Mac OS X Safari; il che non vieta all'utente di scaricare e installare altri navigatori. Firefox, Camino, iCa