Scrittore 2012 N.1

of 28/28
Nella settimana che va dal 3 al 12 febbraio, l’Italia è stata colpita da una perturbazione del Nord Atlantico, che ha causato molte nevicate. Que- sta perturbazione ha colpito anche il Sud Italia. È arrivata nelle Marche, dove sono ca- duti fino a tre metri di neve. A Bologna, dove lo spessore della neve ha raggiunto i due metri d’altezza. Questo fred- do ha fatto rinviare le partite di calcio. Solo tre partite sono state giocate nella data presta- bilita. In tutta Italia, sono stati chiusi le scuole gli uffici pubblici. È stato emesso l’obbligo di cate- ne per chi viaggiare in auto fino al lunedì 13 febbraio. Nel- le Marche, in una casa sperdu- ta, alcune persone sono rima- ste intrappolate per sette giorni. Solo con l’aiuto dei militari dell’Esercito Italiano sono riusciti a salvarsi . Una nevicata di tale intensità si è verificata nel 1985 e anco- ra prima nel 1956. A Trieste, il vento ha soffiato sui 150km/h e la gente veniva trascinata via. Si è ghiacciato anche l’acqua del porto. Cosa cattiva per i pescatori che non potevano pescare e cosa buo- na per i turisti che, sorpresi, ammiravano le navi bloccate nel ghiaccio del porto. La neve ha colpito anche la Sicilia e la Sardegna, regioni che sono circondate dal mare e, quindi il clima dovrebbe essere mite. In alcune località del Sud la temperatura è arri- vata a meno venticinque gradi sotto zero. Al Nord, invece, sono arrivati a meno trenta gradi sotto zero dove le strade si sono ghiacciate e sembravano piste di pattinaggio. A Roma, verso le 15,00 di sabato 11 febbraio, la neve scendeva velocemente e si poggiava soltanto sulle auto, sulle case, sugli alberi, mentre appena cadeva a terra si scio- glieva subito. La sera, invece, si posava a terra e ha formato uno spesso strato di neve. Ancora oggi, 14 febbraio, nella nostra scuola la neve è rima- sta intatta nei capi di calcetto, perché la temperatura è bas- sa, intorno allo zero. I bambini, non andando a scuola, sono rimasti per mol- to tempo in casa a giocare, a fare i compiti, Hanno anche approfittato della neve per giocare a palle di neve, a fare i pupazzi e a giocare con lo slittino al parco. Purtroppo, le vacanze sono finite e tutti sono tornati a scuola. Verrecchia, Moreschini Tanta neve: è stato bello ma... 9 marzo 2012 - Consiglio dei Ministri: Si comunica che la denominazione della solennità celebrata il 17 marzo di ogni anno e sarà una solennità civile senza riduzioni degli orari negli uffici e nelle scuole. civile approvata dal Consiglio dei Ministri in data odierna è “Giornata dell’Anniversario dell’Unità d’Italia”. Verrà DALLA REDAZIONE L’ aula di Informatica non è solo una stanza dove il maestro ti porta per imparare cose nuove. Dopo la seconda ricreazione, ogni martedì pomeriggio, l’ aula si trasforma in una “sala stampa”. Undici alunni di quinta si riuniscono, ogni martedì pomeriggio, per diventare redattori e scrivere dei fantastici articoli per un progetto chiamato “Il giornalino scolastico”. Quest’anno la redazione si è proposta di pubblicare due numeri del giornalino: uno a Pasqua, quello che state leggendo, e uno a fine anno. Ed ecco a voi, il primo numero del giornalino! Dopo tanta fatica, siamo riusciti a pubblicarlo con ventotto pagine. Incredibile! Siamo molto entusiasti, perché abbiamo pubblicato un numero con più di pagine rispetto a quello dell’anno scorso. Ci viene, però, da pensare ai giornalini di alcuni anni fa che avevano ancora più pagine del nostro. Siamo molto determinati e ci impegneremo per pubblicare un giornalino di fine anno di trentadue pagine. Per realizzare il giornalino, ci ha aiutato molto il nostro maestro Fernando. Ringraziamo anche tutte le maestre che ci hanno pazientemente accompagnato fino all’ultimo piano, dove si trova l’aula di Informatica. Comunque, speriamo che tutti apprezzino il nostro lavoro, che la lettura sia piacevole e le informazioni date siano utili. Buona lettura! ANNO 2012, PRIMO NUMERO SCUOLA PRIMARIA
  • date post

    30-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    220
  • download

    1

Embed Size (px)

description

Il giornalino della scuola Istituto Cristo re

Transcript of Scrittore 2012 N.1

  • Nella settimana che va dal 3 al 12 febbraio, lItalia stata colpita da una perturbazione del Nord Atlantico, che ha causato molte nevicate. Que-sta perturbazione ha colpito anche il Sud Italia. arrivata nelle Marche, dove sono ca-duti fino a tre metri di neve.

    A Bologna, dove lo spessore della neve ha raggiunto i due metri daltezza. Questo fred-do ha fatto rinviare le partite di calcio. Solo tre partite sono state giocate nella data presta-bilita.

    In tutta Italia, sono stati chiusi le scuole gli uffici pubblici. stato emesso lobbligo di cate-ne per chi viaggiare in auto fino al luned 13 febbraio. Nel-le Marche, in una casa sperdu-ta, alcune persone sono rima-ste intrappolate per sette giorni. Solo con laiuto dei militari dellEsercito Italiano sono riusciti a salvarsi .

    Una nevicata di tale intensit si verificata nel 1985 e anco-ra prima nel 1956.

    A Trieste, il vento ha soffiato sui 150km/h e la gente veniva trascinata via. Si ghiacciato anche lacqua del porto. Cosa cattiva per i pescatori che non potevano pescare e cosa buo-na per i turisti che, sorpresi,

    ammiravano le navi bloccate nel ghiaccio del porto.

    La neve ha colpito anche la Sicilia e la Sardegna, regioni che sono circondate dal mare e, quindi il clima dovrebbe essere mite. In alcune localit del Sud la temperatura arri-vata a meno venticinque gradi sotto zero.

    Al Nord, invece, sono arrivati a meno trenta gradi sotto zero dove le strade si sono ghiacciate e sembravano piste di pattinaggio.

    A Roma, verso le 15,00 di sabato 11 febbraio, la neve scendeva velocemente e si poggiava soltanto sulle auto, sulle case, sugli alberi, mentre

    appena cadeva a terra si scio-glieva subito. La sera, invece, si posava a terra e ha formato uno spesso strato di neve.

    Ancora oggi, 14 febbraio, nella nostra scuola la neve rima-sta intatta nei capi di calcetto, perch la temperatura bas-sa, intorno allo zero.

    I bambini, non andando a scuola, sono rimasti per mol-to tempo in casa a giocare, a fare i compiti, Hanno anche approfittato della neve per giocare a palle di neve, a fare i pupazzi e a giocare con lo slittino al parco. Purtroppo, le vacanze sono finite e tutti sono tornati a scuola.

    Verrecchia, Moreschini

    Tanta neve: stato bello ma...

    9 marzo 2012 - Consiglio dei Ministri: S i c o m u n i c a c h e l a denominazione della solennit

    celebrata il 17 marzo di ogni anno e sar una solennit civile senza riduzioni degli orari negli uffici e nelle scuole.

    civile approvata dal Consiglio dei Ministri in data odierna Giornata dellAnniversario dellUnit dItalia. Verr

    DALLA REDAZIONE

    L aula di Informatica non solo una stanza dove il maestro ti porta per imparare cose nuove. Dopo la seconda ricreazione, ogni marted pomeriggio, l aula si trasforma in una sala stampa. Undici alunni di quinta si riuniscono, ogni marted pomeriggio, per diventare redattori e scrivere dei fantastici articoli per un progetto ch iamato I l giornalino scolastico. Questanno la redazione si proposta di pubblicare due numeri del giornalino: uno a Pasqua, quello che state leggendo, e uno a fine anno. Ed ecco a voi, il primo numero del giornalino! Dopo tanta fatica, siamo riusciti a pubblicarlo con ventotto pagine. Incredibile! Siamo molto entusiasti, perch abbiamo pubblicato un numero con pi di pagine rispetto a quello dellanno scorso. Ci viene, per, da pensare ai giornalini di alcuni anni fa che avevano ancora pi pagine del nostro. Siamo molto determinati e ci impegneremo per pubblicare un giornalino di fine anno di trentadue pagine. Per realizzare il giornalino, ci ha aiutato molto il nostro m a e s t r o F e r n a n d o . Ringraziamo anche tutte le maestre che ci hanno pazientemente accompagnato fino allultimo piano, dove si trova laula di Informatica. Comunque, speriamo che tutti apprezzino il nostro lavoro, che la lettura sia piacevole e le informazioni date siano utili. Buona lettura!

    ANNO 2012, PRIMO NUMERO

    SCUOLA

    PRIMARIA

  • affacciavano alle finestre, scattavano fotografie e i ragazzi si tiravano le palle di neve. Per diversi giorni non siamo andati a scuola. Ci siamo attrezzati con i doposci che

    avevamo in cantina e abbiamo fatto anche diverse passeggiate a piedi nei parchi della nostra zona. Ci sembrava di stare in montagna . Tutto questo per durato troppo e ha lasciato tuta lItalia con gravissimi disagi. Le nostre citt non sono organizzate per cos tanta neve. Infatti, non si poteva circolare e chi lo

    faceva rimaneva bloccato nel traffico per ore e ore, sono cominciati a scarseggiare gli alimenti di prima necessit nei supermercati, si sono spezzati diversi rami creando gravi danni. In alcuni paesi andata via la corrente e molte persone non potevano riscaldarsi e con il gelo si sono bloccati i tubi dellacqua quindi non potevano neanche bere e lavarsi. Alcune persone sono state salvate grazie ai soccorritori . Dopo molti giorni avevano addirittura anche due metri di neve davanti la loro porta. Anche la nostra casa in campagna ha avuto tantissimi danni. Questo evento, in un primo momento, ci ha reso molto felici, ma poi con tutti i disagi che ha creato ho capito che la neve bella solo nei luoghi di montagna dove sono attrezzati per riceverla e trasformarla in divertimento.

    Alessandro Monaca

    Abbiamo vissuto diversi giorni sotto la neve stato bello, ma ha creato molti disagi. Da qualche giorno ero malato a casa e i telegiornali davano notizie che forse sarebbe arrivata sulla nostra penisola unondata di gelo dal nord che avrebbe portato molto freddo e addirittura tanta neve. Questa perturbazione atmosferica viene chiamata Burian dal nome del vento siberiano. G u a r d a n d o l e p r e v i s i o n i meteorologiche i miei genitori avevano deciso di non mandarci a scuola quel venerd. Io non credevo che a Roma fosse arrivata cos tanta neve, ma nella mattinata di venerd il cielo si era completamente illuminato di un bianco abbagliante e piano piano sono scesi dei grandissimi fiocchi di neve. In poche ore, la nostra citt era diventata totalmente bianca. Il paesaggio era bellissimo. In un primo momento, tutti si

    Uno spettacolo teatrale a cui abbiamo assistito.

    Il 17 gennaio 2012, la classe quinta e la prima media sono andati a vedere una rappresentazione teatrale.

    Lo spettacolo iniziato con un ragazzo di nome William, che voleva giocare sempre al computer. I genitori gli dicevano di stare un po con la vicina di casa, che era molto carina. William , per non li ascolt e continu a giocare con il computer.

    Il padre, invece, gli diceva che doveva leggere un libro, ma lui non lo ascoltava e continuava a giocare.

    Non riusciva mai a battere il terzo

    livello, perch cadeva sempre nel fiume. Il terzo livello consisteva nel superare il fiume e uccidere il drago che aveva rapito la principessa Jennifer.

    Ad un certo punto, William and in un mondo parallelo dove doveva battere tutti e tre i livelli. Il primo e il secondo livello li super con facilit.

    Nel terzo livello doveva trovare il popolo degli alberi che gli diceva tutto il percorso per arrivare al drago. Gli d i s sero che doveva trovare unarmatura, una freccia e una spada.

    William riusc a trovare tutte e tre le cose ed era pronto a sconfiggere il

    malefico drago. Mise larmatura, prese larco e la spada, trafisse il drago e liber la principessa Jennifer. Il popolo degli alberi gli diede in premio una coccarda a forma di disco.

    William ritorn nel mondo reale. In quellesatto momento, ritornarono anche i genitori che avevano per lui due sorprese.

    La prima era il quarto livello di quel video gioco e laltra era la vicina di casa, Jennifer. Egli decise di stare un po con la ragazza e i genitori li lasciarono un po da soli.

    Di Sabatino

    Roma imbiancata!

    Uno spettacolo tutto in Inglese

    SCRITTOR

    CRONACA

    Pagina 2

    Io non credevo che a Roma fosse

    arrivata cos tanta neve, ma nella

    mattinata di venerd il cielo si

    era completamente illuminato di

    un bianco abbagliante e piano

    piano sono scesi dei grandissimi

    Quando torn, quasi non riconobbe la sua famiglia perch le loro piume erano diventate nere per via del fumo che usciva dal camino. Da quel giorno i merli nascono neri.

    Moreschini

    La leggenda narra che una famiglia di merli, in un inverno rigido, viveva sotto una grondaia. A quei tempi i merli erano bianchi. Verso la fine di gennaio, linverno era troppo rigido. I merli erano senza cibo perch la neve ricopriva tutto. Il pap spost il nido vicino al comignolo e part alla ricerca di cibo.

    I tre giorni della merla

  • ANNO 2012, PRIMO NUMERO

    Secondo molti, la causa di questo inci-dente stata la volont del capitano che voleva far vedere ai passeggeri le luci dellIsola del Giglio. Il capitano stato appoggiato dagli abitanti dellisola che hanno detto che una tradizione.

    Venerd 13 gennaio 2012, la nave Co-sta Concordia di Costa Crociere si arenata in unarea ancora incontamina-ta, sulla costa dellIsola del Giglio, ri-schiando di danneggiare lambiente e le creature acquatiche che vi abitano perch i suoi serbatoi di carburante potrebbero uccidere molti esseri vi-venti.

    Questo incidente potrebbe essere paragonato a quello della nave Titanic. Questultima, considerata la nave pi sicura del mondo, colp un iceberg e affond. Il suo capitano non la voleva abbandonare perci affonda-rono insieme.

    Secondo le autorit, la nave Costa Concordia la nave pi grande mai affondata nei mari Italiani.

    Questo tragico incidente ha fatto regi-strare diciassette morti, settanta feriti e dieci dispersi. Due dei morti sono marinai.

    Due tragedie a confronto

    Benvenuti

    CRONACA

    Costa Concordia RSM Titanic

    La Costa Concordia stata varata nel 2006. La sera del 14 gennaio 2012 partita da Civitavecchia per un giro nel Mediterraneo Occidentale, comandata dal Capitano Francesco Schettino.

    Il transatlantico britannico RMS Titanic part per il suo primo e unico viaggio il 10 aprile 1912 da Southampton (Regno Uni-to) verso New York, comandata dal Capitano Edward J. Smith.

    Sono circa le 21:40 del 14 gennaio 2012. Durante una mano-vra vietata, chiamata inchino, la Costa Concordia, troppo vicina alla costa dellIsola del Giglio, colpisce degli scogli, pro-vocando una falla lunga 70 metri nello scafo della nave. Il comandante tranquillizza i passeggeri, dicendo che non c pericolo e che solo un black-out. Alle 22:00, i primi passeg-geri preoccupati telefonano ai carabinieri che allertano pron-tamente la Capitaneria di Porto. La Capitaneria di Porto contatta il Comandante Schettino che nasconde la gravit dellincidente. Alle 23:00 circa, viene dato lordine di evacuare la nave. Il comandante Schettino abbandona la nave, anche se pi volte sollecitato dal comandante De Falco a risalire a bordo della Concordia per coordinare i soccorsi.

    Sono le 23.40 del 14 Aprile 1912. Improvvisamente, scoppia la tragedia. Le due vedette in coffa scorgono un iceberg dritto di prora a soli 400 metri di distanza. L'allarme, la disperata accostata a sinistra e il tentativo di ral-lentare la corsa, portando i telegrafi di macchina "indietro a tutta forza". Tutto inutile. La nave ha appena iniziato l'evoluzione verso sinistra, quando struscia con la carena contro la parte immersa dell'iceberg. Nell'urto, fra le lamiere danneggiate, si aprono numerose vie d'acqua che interessano ben cinque compartimenti stagni. Troppi perch la nave possa rimanere a galla. L'ordine di abbandonare la nave impartito dopo solo mez-z'ora dalla collisione. Il Titanic era dotato di venti scialuppe per una capacit totale di millecentosettantotto persone, non sufficienti per i passeg-geri e l'equipaggio: appena un terzo del totale imbarcabile. Alle 2:20 del 15 aprile 1912, il Titanic si inabissa definitivamen-te nell'oceano. A bordo rimanevano ancora pi di millecinque-cento persone.

    Costa Crociere: la pi pubblicizzata.

    Il capitano della Costa Concordia, al contrario di quello del Titanic, fu uno dei primi ad abbandonare la na-ve, violando una delle prime regole della Marina.

    Contini, Scialpi

    Pagina 3

  • Il venti febbraio, nel teatro Cristo Re, gli alunni della quarta e della terza che hanno frequentato il laboratorio teatrale hanno rappresentato un musical che si intitolava Balliamo sul mondo. Parlava di alcuni bambini che si mettono in viaggio per trovare la formula della pace dell amore e della giustizia. Finisce che essi non la riescono a trovare altrove, ma capiscono che dentro di loro. Il musical era ricco di balletti belli, divertenti ed anche molto difficili. Era molto bello anche perch i ragazzi capiscono che nel mondo ci sono molte guerre ed ingiustizie e dicono che da grandi vogliono diventare pi buoni. I costumi erano fantastici soprattutto la maglietta con un scritta Balliamo sul mondo. Mi piaciuta molto la parte iniziale dove due gruppi entrano con zaini, occhiali da sole si scontrano e si abbracciano fingendo di essere tristi perch partono Sono stati molto bravi ed hanno trattato un argomento molto bello: quello della pace.

    Magrini Di Sabatino

    Questo racconto parla di alcuni ragazzi che cercano la formula della pace, della giustizia e dellamore. Questi ragazzi sbarcano in Africa, nel Sud Italia, in Francia e in India, ma non riescono a trovarla. Lo spettacolo non mi piaciuto nella parte centrale solo per cinque minuti perch era noioso per mancanza di movimento. Mi piaciuti molto i

    balletti. Penso che lo spettacolo sia stato molto ripetitivo per via della canzone di Jovanotti La notte dei desideri che hanno fatto ascoltare per otto volte di seguito. Ma il resto dello spettacolo stato molto bello. Largomento trattato stato molto interessante, ma non riguardava il Carnevale, il periodo in cui stato rappresentato.

    Moreschini, Verrecchia

    Il musical Balliamo sul Mondo

    SCRITTOR Pagina 4

    IL MIO CANE Il mio cane ha il pelo morettino, e il musetto birichino. Ha le zampette piccoline e ha una gran voglia di giocare.

    LA GATTINA NERINA

    C era una volta in una casina, un gattina di nome Nerina. Era bianca, nera e marrone, che giocava sempre con un gomitolone.

    Stabile

    Io lo vesto e lo rivesto e gli compro un nuovo collare. Emmett, cos si chiama il cane. Lo so: non d'oro, ne' di cioccolato ma il cane che ho sempre sognato.

    Zotti

    CRONACA

  • ANNO 2012, PRIMO NUMERO

    Il 5 marzo noi della classe quinta della Scuola Primaria dellIstituto Cristo Re siamo andati al Palazzo Montecitorio dove si fanno le assemblee per decidere le leggi. Le assemblee si svolgono dentro unaula disposta un semicerchio, dove si riuniscono i 630 deputati. Prima siamo andati davanti alla facciata principale che era un po curva ed era sorvegliata da militari, poliziotti e carabinieri. Abb iamo agg ir ato i l Pa l azzo Montecitorio e ci siamo fermati ad osservare la facciata posteriore: era tutta dritta e con due torri ai lati. Abbiamo aspettato una guida che ci ha fatto visitare il palazzo e le sue camere pi importanti, come la Sala della Lupa, la Sala della Regina, la Sala Gialla. Secondo noi, questultima era molto bella. Dopo abbiamo visitato una delle sale di attesa e dove si discute di politica che si chiama Transatlantico: molto lungo e largo. Si chiama cos perch larchitetto era un arredatore di navi e lha fatto con lo stile dellarredo delle navi, come i lampadari fissi al soffitto. Infine, abbiamo visitato anche laula semicircolare, la Camera dei Deputati, dove si decidono le leggi. Per decidere di una legge, prima si presenta la proposta, poi si discute. Infine, si vota e vince la maggioranza dei voti. Per votare si ha una tessera elettronica che contiene limpronta digitale del deputato. Con essa pu votare solo il deputato a cui intestata la tessera. Dopo che stata approvata da tutti i deputati, la proposta di legge passa al Senato che la discute e la vota. Se il Senato la corregge anche di una sola parola la proposta ritorna alla Camera dei Deputati. Approvata anche il senato, la proposta di legge passa al Presidente della Repubblica che la firma. La legge approvata e firmata viene pubblicata e diventa effettiva. Dopo aver visto tutto, siamo usciti dal palazzo e il nostro maestro Fernando Orlacchio, secondo noi il maestro pi buono che esista, ci ha offerto il gelato. Abbiamo gradito e mangiato tutti insieme il gelato. Poi siamo tornati al Cristo Re.

    Porzi, Sajeva

    Il 5 marzo 2012 la quinta elementare andata a Montecitorio. Abbiamo osservato le due facciate del p a l a z z o : a v e v an o u n o s t i l e comp le tamente diverso. Su l la facciata principale c e r a n o d u e medagl ioni in m a r m o c h e rappresentavano la madre di Romolo e Remo, invece al c e n t r o d e l l a facciata posteriore cerano due statue in marmo e due lampioni e due porte ai lati. Noi siamo entrati dalla porta di sinistra. La guida aveva un giaccone blu, la camicia bianca e sul braccio destro aveva una spilla con un fiocco tricolore . Entrati in una grande sala, la guida, con laiuto di una mappa, ci ha spiegato che il Palazzo Montecitorio stato costruito da tre architetti: Ernesto Basile, Emilio Fontana e Gian Lorenzo Bernini. Per prima cosa siamo passati nel Transatlantico, che si chiama cosi perch larchitetto ha realizzato larredamento in stile navale. Nel Transatlantico i deputati si incontrano per parlare, prima e dopo le votazioni sulle proposte di legge.

    Siamo andati, poi, nella Sala Aldo Moro, chiamata cos perch dentro cera il busto di uomo che stato un grande politico della storia italiana.

    Poi siamo andati alla Sala della Lupa dove cera la riproduzione della lupa, simbolo di Roma. In quella sala dove successa la rivolta dei deputati cio che dei fascisti anno ammazzato un deputato e loro per protesta se ne sono andati oppure ogni

    giorno il palazzo prendeva un orfano lo metteva nel terrazzo e gli faceva pescare un biglietto dellotto. Dopo siamo andati nella Sala Gialla. In essa cerano: le sedie, ricoperte da uno strato di oro puro, che venivano da Caserta; i lampadari con i cristalli di Boemia. Poi, finalmente, siamo arrivati nellAula dove ci sono 630 posti a sedere destinati ai Deputati. A destra cera un tabellone luminoso dove appaiono dei led luminosi, rossi, verdi o bianchi, che rappresentano il voto dei deputati: no, s e astenuto. Usciti dal Palazzo Montecitorio, siamo andati da Giolitti dove il maestro ci ha offerto un bel gelato. -Viva il maestro!- hanno detto tutti.

    Verrecchia

    Una giornata a Montecitorio

    Pagina 5 CRONACA

    Poi, finalmente,

    siamo arrivati

    nellAula dove ci sono

    630 posti a sedere

    destinati ai Deputati.

    Alluscita un bel gelato!

  • La classe quinta, ogni venerd, va a nuoto con la maestra Bianca di Educa-zione Motoria. A molti non piace andare a nuoto. Subito dopo lora dInglese, dobbiamo prepararci per andare a nuoto. Dopo una lunga camminata nel cortile, fuori dal cancello, si scendono le scale, passando accanto a l la scuola dellinfanzia, arriviamo al centro spor-tivo. Da poco tempo ci fanno mettere i copriscarpe. Allinizio non ce li faceva-no mettere; non sappiamo perch. In piscina si inizia con un tuffo di testa e via! Di solito, i tre istruttori, due maschi e Bianca, ci fanno iniziare nuotando due vasche a piacere; dopo nuotiamo a dorso e, infine, a stile libero anche completo. C, per, chi non va a nuoto a rimane in una mini-palestra senza fare niente.

    Alla fine tutti si vestono. I maschi sono i pi veloci che, grazie alla lunghezza dei loro capelli, si asciugano prima delle femmine. Tornando, si va a com-prare la merenda al bar della piscina, che ha molte pi cose di quello della

    scuola. Infine ci si mette in fila e si torna in classe. Ci mettiamo molto tempo a tornare e perdiamo un po di tempo della lezione di Italiano.

    Carone, Ienzi

    A palla a volo sono le femmine le pi brave perch ci giocano molto spesso. Alessandro Monaca il pi bravo della classe a giocare a calcio e si nota subi-to. Noi pratichiamo il basket marted con la maestra Bianca di Educazione moto-ria. A volte ci manda nel campetto di

    A scuola pratichiamo molti sport co-me il calcio, il nuoto, la palla a volo, il basket e il tennis. Lo sport che pratichiamo di pi il basket anche se a noi non piace molto. Ci piace da impazzire il calcio. Siamo molto bravi e insieme siamo secondi nella classifica dei pi bravi della classe.

    calcio per fare corsa e poi giocare a calcio. Il nuoto lo sport meno praticato e meno piaciuto perch al posto di fare la ricreazione si va a fare nuoto.

    Porzi, Sajeva

    Il nuoto a scuola

    Gli sport che pratichiamo

    SCRITTOR Pagina 6

    CRONACA

    Gli sport preferiti

  • ANNO 2012, PRIMO NUMERO

    anche quasi tutta la famiglia del nonno di Augusto, in una cappella molto grande. Il pi giovane fra tutti i morti, secondo noi, c un b a m b i n o d i n o m e Alessandro, la cui tomba era ricoperta di fiori e dei suoi giochi. Aveva solo quattro anni! Dopo aver visto tutti quelle tombe di morti, non eravamo contenti, ma sbalorditi e stanchi. stata unuscita molto noiosa ma nello

    stesso tempo molto triste. Carone, Ienzi

    Dopo quella visita che vi stiamo per narrare, siamo rimasti sbalorditi. Il paradiso dei morti, era pieno di lapidi! Era il 4 novembre del 2011. Appena sces i da l l au tobus , c i s i amo incamminati verso il Cimitero del Verano. Siamo entrati nella Chiesa di San Lorenzo al Verano ad assistere ad una lunga, anzi lunghissima messa. Appena entrati nel cimitero, abbiamo visto lapidi di tutti i tipi con fiori a volont, addirittura da essere numerate per corridoio. Fra tutti i morti seppelliti l, cera

    Gli alunni della Primaria, durante la ricreazione, fanno molti giochi come guardie e ladri, tocca sedere; oppure fanno semplicemente attivit normali come la danza. Guardie e ladri un gioco molto praticato dalle classi terza, quarta e quinta. I ladri devono scappare dalle guardie e, una volta presi tutti i ladri, si ricomincia; per i ladri diventano guardie e le guardie diventano ladri. Questo gioco si fa pi durante la seconda che durante la terza ricreazione e ci giocano di pi i maschi che le femmine. Spesso a questo gioco alcune persone barano, ma gli altri ci passano sopra, anche se certe volte si arrabbiano e se ne vanno via. Qualcuno fa finta di essersi fatto male; ma gli altri non gli credono mai e fanno bene perch sanno che una finzione. A volte qualcuno prende manate in faccia o spintoni. Le femmine, invece, sia di quarta che di quinta, durante la ricreazione danzano e fanno balletti.

    In seconda elementare, va di moda giocare a calcio con una pigna come palla. Invece a calcio si gioca tutti i

    mercoled. Prima, seconda, terza, quarta e quinta giocano a calcio nei campetti con il maestro Raffaele.

    Porzi, Sajeva

    San Lorenzo al Verano

    I giochi pi popolari

    Pagina 7

    Sei un buon osservatore? Cosa si diranno i due personaggi qui a lato? Prova a indovinare! Non poi tanto difficile da capire qual il trucco. Dai! Osserva bene! Se sei un buon osservatore, indovinerai di sicuro!

    Magrini

    CRONACA

  • Noi della quinta, con quelli della prima media, abbiamo visto uno spettacolo in Inglese che parlava di un ragazzo di nome William, in italiano Guglielmo, che giocava sempre ai videogiochi. Il suo preferito era William The Conqueror, un gioco medievale in cui cerano tre livelli: il primo era trovare il popolo degli alberi; il secondo era trovare unarmatura, un spada e un arco e le frecce; lultimo, che non riusciva a superare, era quello di uccidere il drago e salvare la principessa Jennifer, I genitori gli dicevano sempre di non giocare ai videogiochi, ma lui disobbediva. Un altro dei suoi difetti era quello di non imparare dagli errori. Un giorno, mentre giocava, si ritrov allinterno del videogioco. Incontr il mago Merlino e sua moglie, il re e la regina della trib degli alberi. Essi gli dissero che erano in pericolo perch il drago li voleva ammazzare. William, per aiutare il popolo degli alberi, doveva trovare: una spada, un arco e unarmatura. La gli venne regalata da Re Art e da sua sorella, la Regina del Lago; larmatura gli fu donata da un guerriero ubriaco, chiamato San Giorgio; larco e le frecce gli vennero regalate da Robin Hood. Riusc ad avere tutto questo solo

    grazie al manuale del gioco. Tutto era pronto: larmatura, la spada, larco e le frecce Restava solo da uccidere il drago e salvare Jennifer prima che fosse uccisa da esso. Alla fine, il drago venne infilzato da William. Un fazzoletto rosso rappresentava il sangue. William viene premiato con un disco, che nel gioco rappresenta una medaglia, da Merlino e sua moglie. William era riuscito a finire il videogioco e, tornato a casa, la mamma gli compr un nuovo

    videogioco. La scena che non ci piaciuta quella dove William combatte con il drago perch gli attori non recitavano bene in quel pezzo e il drago non sembrava vero. Anche se gli attori recitavano in Inglese e noi non ancora siamo bravi a parlare in questa lingua, siamo riusciti a capire il contenuto attraverso le scene, la mimica degli attori e della scenografia.

    Carone, Ienzi

    Uno spettacolo in Inglese

    SCRITTOR Pagina 8

    CRONACA

    scuola, mi sentivo un po spaesata, non sempre riuscivo a giocare con i miei compagni. Allora andavo spesso da Tiziana per farmi consolare. Qualche volta lo faccio ancora adesso e lei mi accoglie sempre a braccia aperte. Quando ci serve aiuto, lei sempre pronta e da quel cassetto magico tira fuori farmaci, termometri, oggetti per cucire, nastro adesivo come la borsa di Mary Poppins Sabrina e Tiziana sono gentili e simpatiche, aiutano i bambini che si fanno male, raccolgono i giacconi in giro e li consegnano ai bambini sbadati. Il loro lavoro molto importante perch per noi sono un punto di riferimento a scuola. Quando andiamo a pranzo, sono loro che ci servono e tornano a casa con la

    A me piace parlare con Sabrina e Tiziana perch sono delle persone socievoli e non sono mai tristi. Sabrina sempre allegra e di buon umore. Grande organizzatrice, ci smista alluscita di scuola e ci consegna ai genitori. Con i bambini scherza molto, infatti ha molto senso dellumorismo. In tutti questi anni di scuola, ho conosciuto una persona molto bella e molto buona che mi ha sempre aiutato e consolato nei momenti pi brutti: lei Tiziana. Tutti la chiamano Titti. la colonna della scuola che senza di lei crolla , perch eccezionale! anche un po dottoressa perch, quando qualcuno di noi non si sente bene o caduto e si fatto male, lei lo tranquillizza e lo medica. I primi tempi in cui ero in questa

    testa piena delle nostre urla. Ogni giorno hanno sempre qualcosa da fare per farci sentire a nostro agio e non hanno il tempo di riposarsi. Quando vai via, ti salutano con un abbraccio o con una pacca sulle spalle. Quello che distingue le bidelle dai maestri che i maestri fanno una sola cosa, mentre le bidelle curano, puliscono, lavano, aiutano Secondo me, le bidelle sono degne di nota perch fanno pi cose che noi immaginiamo. Sembra che le bidelle non abbiano un lavoro importante nella scuola, ma ne fanno tanti e anche molto importanti. Vorrei che tutti ringraziassero le bidelle.

    Gli alunni di quinta la pensano cos

    Sabrina e Tiziana, grazie!

  • ANNO 2012, PRIMO NUMERO

    la scusa di andare a fare la spesa, Zio Paperone usc dalla casa Trascorsa qualche ora, non vedendo Zio Paperone, Qui, Quo e Qua si preoccuparono e si affacciarono alla finestra. Con enorme stupore e tanto dispiacere, videro Zio Paperone che rubava nella casa affianco. I nipoti si misero a piangere. Qui, il pi grande dei nipoti, escogit un piano per fare smettere di rubare a Zio Paperone. Prese tutti i giocattoli a cui lo zio teneva di pi e li sparse a terra. Poi mise Qua, il pi piccolo dei nipotini,

    insieme a tutti i giocattoli. Zio Paperone rientr e, vedendo che Qua stava giocando solo, si preoccup perch poteva farsi male, lo prese e lo sistem sul divano. Da ci i nipotini capirono che lo zio aveva un cuore doro e li amava molto. Cos lo abbracciarono e lo convinsero a non rubare pi.

    Zotti

    Cera una volta Zio Paperone, il quale come sapete era ricco e molto avaro. Una volta invit i suoi nipoti Qui, Quo e Qua a passare una serata con lui per trascorrere qualche giorno con qualcuno della sua famiglia. Tutti insieme si divertirono, giocarono con tutti i giochi che trovarono in casa, compresi quelli che Zio Paperone aveva usato da bambino. Alle dodici in punto si misero al tavolo e, davanti ad un buon pollo cotto, si misero a mangiare. Dopo mangiato, Qui, Quo e Qua si rimisero a giocare tutti insieme. Con

    Il caso del formaggio fuso Geronimo Stilton, amante di formaggi diventato ricco vincendo a ratto e vinci 10.000.000.000 di toposoldi. Ora vive nella citt di Formaggiopoli, la citt dei ricchi. Vincendo il topo-concorso della citt di Topoopo-citt, ha vinto un formaggio con dentro un cereale, che poco dopo stato rubato da Pinky, il maialino rosa, e dal suo complice Rubatti Stiratti, l ex presidente del Topoclub di Barelona. Ora tocca a lui, lo scoiattolo dalle nocciole fredde, Joe Squitto! Egli ha gi salvato Jerry, il topino piccolino, nellarena Santiago Formaggieu; ha vinto cento Formaggi Nobel; ha inventato la formula del formaggio fuso; ha scritto un libro intitolato Come difendersi dalle trappole per topi. I suoi primi indizi erano verso il casin Royal Club dove cera Tony il Mafioso, un uomo pieno di formaggio freddo negli occhi. Lui s che aveva formaggio! Ma era anche cattivo! Aveva 135.000 mogli e 4.000 figli, tutti bei topolini, ma era arrogante, prepotente e cattivo. Joe gli chiese se sapeva dellaccaduto, ma lui non rispose e gli mise tante trappole per topi. Joe le schiv, ma una gli si incastr nel piede e gli venne un callo. Alla fine, Tony lanci un fumogeno e scapp via. Rimase sempre nella lista dei pre-colpevoli. Il secondo indiziato era Giangio, il pennuto. Una volta arrivato, Joe gli chiese informazioni sullaccaduto. Giangio rispose con una lingua strana,

    facendo versi accompagnati da movimenti di tutto il corpo. Poi disse: Bukki, bukki e gli cadde addosso una macchina con dentro 3.000 tonnellate di ferro. Joe rimase sconvolto e se ne and. Allimprovviso, trov a terra una busta con dentro una cosa molto dura. Venne aperta e indovinate che cosa cera. Nella busta cera il formaggio fuso in mille pezzetti e su un biglietto cera scritto: stato Tony. Creava troppi problemi. Ecco le prove. Joe si rec dallavvocato Nocciola, Maresciallo Nocciola, e dal suo aiutante Nicola Ghiandoletta. Questi accusarono Tony di aver rubato il formaggio. Poco dopo furono trovati altri tre biglietti uguali con scritto la

    stessa cosa ma con nomi diversi: Tony, Gaspare, il suo compare di avventura Baldassar e Rocky. Joe si ritir. Allimprovviso, venne un uomo che diceva di chiamarsi Baldassar, uno dei tre ladri. Senza farsi scoprire raccont che un certo Rocky, stesso nome del ladro, aveva lanciato un bigliettino con informazioni finte. Secondo voi, il colpevole lha fatto per soldi, per la moglie o per i formaggi? Scegliete la risposta. Abbiamo deciso di pubblicare I piccoli gialli a livelli, proponendo tre risposte. In base alla risposta che sceglierete, voi lettori potrete continuare a leggere la storia nel prossimo numero di Scrittor.

    Carone, Ienzi

    Qui, Quo e Qua e il cuore doro dello zio

    I piccoli gialli: Joe Squitto, lesploratore

    Pagina 9 FANTASIA

  • misero a pensare uno stratagemma per mandare via la maledizione da quella casa.

    Davanti alla casa avevano visto un pozzo molto profondo e i bambini pensarono di farvi cadere gli zombie. Uno dei bambini, correndo fuori dalla casa, attir gli zombie fino al pozzo. Il bambino, che era ormai vicino a l p o z z o , s i f e r m improvvisamente. Gli zombie non r iusc irono a fermars i e precipitarono tutti dentro al pozzo.

    La casa si liber dalla maledizione e i bambini vi andarono a vivere.

    Porzi, Sajeva

    Su una collina cera una casa solitaria, abitata da una famiglia di zombie: la mamma Lala, il pap Storm, il nonno Nono, il figlio Frenk. Una notte ci fu un violento temporale e due bambini chiesero ospitalit. Bussarono alla porta e sentirono degli strani rumori che arrivavano dalla casa. Si spaventarono, ma entrarono lo stesso e videro una famiglia di zombie che dormiva russando molto forte. Pensarono che la casa fosse colpita da una maledizione e urlarono: aah. Gli zombie si svegliarono. I bambini si nascosero sotto i letti e si

    Era una bella giornata nella villa. La signora Rosalie stava sdraiata sul letti-no a prendere il sole. Arriv il maggiordomo Emmett a por-tarle la bibita. Quando Rosalie fin la bibita, il maggiordomo le disse che cerano degli uomini daffari: Geremie, Albert e Carlails, il fratello della signo-ra. Rosalie per non riconobbe suo fratello, che non vedeva da molti anni. Rosalie disse loro di aspettare perch si doveva cambiare i vestiti e and nella sua stanza. Dopo un po si sent uno sparo che proveniva dalla stanza della signora. Rosalie era morta. Nessuno aveva visto la scena perch Geremie era in sala dattesa, Albert era in giardino, Carlails era alla toilet-te, vicino alla camera della signora, mentre Emmett stava andando a fare la spesa. Subito dopo, arrivarono tutti quelli che stavano nella villa, compresa la signora Morg, uninvestigatrice priva-ta. Tutti si riunirono nella stanza del delit-to. Appena entrarono, Morg vide

    larma, una pistola nera, e con atten-zione prese larma con dei guanti e la mise in una busta trasparente. Poi in-cominci a chiedere a tutti i presenti dove erano. Ognuno rispose che non aveva visto la scena del crimine. Trov nella camera del delitto laccendino di Geremie, messo da Carlails per incastrarlo. Interrog Ge-remie il quale disse che proprio il gior-no precedente aveva prestato laccendino a Carlails. Morg vide che la finestra della toilette era aperta e incominci a sospettare di Carlails. Allinvestigatrice venne un lampo di genio: invent che aveva fatto analizza-re un capello trovato nella stanza del delitto. Allora Carlails si sent scoper-to e si dichiar colpevole. Linvestigatrice raccont che il colpe-vole era Carlails perch il padre, che era morto da tanti anni, aveva lasciato tutto il suo denaro a Rosalie. Carlails aveva bisogno di molto denaro per pagare i debiti e laveva uccisa per prendere i soldi. Dopo un po, arriv la polizia che ar-

    rest Carlails e lo port in prigione. Il denaro and al maggiordomo Emmett perch la signora Rosalie aveva prepa-rato il testamento, lasciando tutto a lui. Quindi il fratello si ritrov in galera e senza soldi.

    Contini, Magrini

    IL CANE E IL GATTO

    Il cane non si lagna,

    se sta in campagna.

    Con lolfatto

    scova il gatto,

    nascosto nel cestino

    del suo padrino.

    Benvenuti

    IL GHEPARDO

    II ghepardo corre come un razzo

    Raggiunge le velocit di un pazzo

    Non si trova in Toscana

    ma nella savana;

    un felino

    ma non un gattino

    Verrecchia

    LE TARTARUGHE

    Le mie tartarughe sono genitori

    di un piccolo tartarughino.

    Mangiano a tutte le ore

    e sono golose di pomodorino.

    Sono verde e marrone

    sono le mie tartarugone.

    Contini

    La maledizione della casa solitaria

    La signora del delitto

    SCRITTOR Pagina 10

    FANTASIA

  • ANNO 2012, PRIMO NUMERO

    che mio padre morto giocando a carte? Lamico risponde: Collasso? Non lo so, mica je stavo a guard le carte!!

    Un uomo dice ad un bambino: Come

    Un postino suona alla porta di una villa. Gli apre un bambino di cinque anni. Il postino gli chiede se cerano i suoi parenti. Il bambino gli risponde che erano morti tutti sotto al trattore. Cos il postino gli chiede che cosa faceva. Il bambino risponde che guidava il trattore.

    Stai in una grotta buia e hai a disposizione un fiammifero e un candelabro. Quale accendi per primo?

    Qual il colmo per un pizzaiolo? Avere la moglie che si chiama Margherita e che la capricciosa ogni quattro stagioni.

    Totti racconta ad un amico: Lo sai

    andata la pagella? Il bambino risponde: andata bene Il bimbo ci ripensa: Anzi no, andata male, ho preso tutti cinque e sei Luomo gli chiede: In che cosa sei bravo, sono bravo a correre, ho battuto il record a non farmi picchiare da mio padre!!

    Sai qual il colmo per un poliziotto? Avere i piedi piatti!

    Linsegnante chiede a Totti: Sai cos LArabia Totti risponde: Larabbia quella che mi viene quando non faccio gol!

    Pierino dice a suo padre: Pap sai dov lAfrica? Il padre risponde: E che ne so, la mamma che mette a posto!

    Carone, Ienzi

    Giovanni Perditempo

    Langolo della risata

    Giovanni si fece coraggio e part. Poco dopo, pass per via Tritone

    Primo episodio

    Cera una volta, a Napoli, un bambino molto sbadato e senza il senso del tempo. Il s u o sop r an n o me e r a Perditempo grazie a questo difetto. Un giorno and al lavoro dal padre. Dovete sapere che il lavoro del suo pap era molto importante: lavorava alla banca centrale, una banca molto importante. La madre lavorava in una frutteria come cassiera. Tentava anche di tagliare le melanzane che gli esplodevano in faccia. Giovanni a scuola era un birbantello. Ogni giorno, prendeva due note da ogni insegnante. Soprattutto dallinsegnante R o l a n d o B i a n c h i , soprannominato la bacinella per via della corporatura e per il modo in cui camminava, a papera. Un giorno Giovanni decise di fare una sorpresa ai suoi genitori: andare a scuola da solo. Pioveva, ma

    dellImmondezza, nome un po volgare per via della gente che viveva l. Dal palazzo del signor Falco Vedobene venne tirato un sacchetto pieno di pomodori e pesce marcio che va proprio a colpire il povero Giovanni. Poi fu tirato il secondo sacchetto pieno di immondizia e di pannolini. Giovanni si abbass e il sacchetto colp il Rolando Bianchi, lnsegnante, che svenne. Giovanni, nello stesso tempo triste per il suo maestro e felice per le tre ore di matematica saltate, and a scuola in ritardo. P e r q u e s t o f u p o r t a t o dallinsegnante di storia, Aristotele Babilonio, dal preside. Erano presnti anche i genitori di Giovanni, mamma Senioa e pap Rul Cappuccino, che lo prendono a botte e lo sgridano per averli fatti cos tanto preoccupare. Cos la sorpresa diventa una cosa cattiva. Ma non finisce qui! Ci rivediamo al

    prossimo numero del giornalino! Carone, Ienzi

    Pagina 11 FANTASIA

  • Cercai su vari dizionari e vocabolari, ma continuavo sempre a trovare spie-gazioni nella stessa lingua che parlava il bambino. Infine, mi arresi ed andai a dormire stanchissima. Sognai di incon-trare un bambino identico a quello che avevo incontrato nel pomeriggio. Egli mi disse le stesse parole incom-prensibili che mi aveva detto il bambi-no. Poi continuai a sognare tutte le cose che avevo fatto a casa la sera. Nel sogno trovai il significato: bastava mettere tutte le parole al contrario. La mattina seguente mi precipitai a fare colazione e provai a mettere al

    contrario la frase detta dal bambino. Allora gridai con tutta la mia voce: - Siiii!!! Evviva! Ho capito. La frase signifi-cava: Non ho capito. Nel pomeriggio

    incontrai il bambino. Gli chiesi, stavol-ta al contrario, come si chiamava. Egli mi rispose che si chiamava Kire, cio Erik. Era un bambino molto simpatico.

    Allora mi feci coraggio e gli chiesi se voleva diventare mio amico; per mi dimenticai di parlare al contrario. Egli mi fece la solita faccia di chi non riesce a capire. Pensai un attimo e, ridendo, glielo chiesi dicendolo al contrario. Mi fece cenno di s con la testa e fummo felici entrambi. Dopo un po di anni decidemmo di venire nel mio mondo. Ora siamo i migliori amici ed io ho quasi imparato del tutto a parlare la sua strana lingua . Noi abbiamo deciso di tenere segreto che c un pianeta strano. Quindi, voi non dovete assolutamente dirlo a nes-suno. Infine, vi voglio dire una cosa: anche se un amico di un altro paese o di un'al-tra citt, pu essere comunque diver-tente stare con lui; anzi molto pi divertente perch, per esempio, ti diverti a capire la sua lingua.

    Magrini

    Molto lontano da qui esiste un mon-do molto strano: il mondo alla rove-scia. Nessuno c mai stato. Solo io lho visitato. strano perch tutto si svolge al contrario. Dopo aver passato vari giorni l, non riuscivo pi a capire niente! Tutte le persone camminavano al con-trario, parlavano al contrario, scriveva-no al contrario, leggevano al contra-rio Tutto si faceva al contrario. Poi, cosa stranissima, le persone invece di mangiare normalmente, e quindi por-tare la forchetta alla bocca, portavano la bocca alla forchetta! Un giorno incontrai un bambino che stava cammi-nando al contrario. Lo guardai e gli chiesi come si chiamava. Egli mi guard con una faccia strana e mi disse: - otipac oh non asucS! Io non ebbi la minima idea di cosa avesse detto. Allo-ra sorrisi e me ne andai. La sera, dopo aver cenato, mi sono messa su una poltrona dellalbergo a riflettere sulla cosa che mi era successa il pomeriggio. Pensai e ripensai Non capivo pro-prio!

    Nel bosco pi bello della terra viveva un uccellino. Passava tutto il suo tempo a cantare tra i rami degli alberi, a volare con il vento e con le nuvole e a giocare con i raggi di sole che filtravano tra le foglie. Amava molto il suo bosco. Ma non aveva un amico. Nel bosco pi bello della terra cera un fiume dove viveva un pesce che passava tutto il suo tempo a guizzare tra le alghe, a giocare con la corrente e a inseguire i raggi del sole che penetravano sul fondo. Amava molto il suo fiume. Anche lui non aveva un amico. Un giorno luccellino vide il pesce e fecero subito amicizia. Da allora l uccellino pass tutto il suo tempo vicino al fiume. Volteggiava sullacqua, salutava il pesce

    con i suoi bei gorgheggi, gli raccontava come fosse bello volare. Nel frattempo, il pesciolino gli raccontava come fosse bello nuotare nellacqua e

    non sentire il proprio peso, scivolare tra le alghe ondeggianti o posarsi sui fondali silenziosi. I due amici si volevano molto bene. Ognuno parlava con tanto entusiasmo del mondo dove abitava. Cos, ogni giorno, l uccellino visitava il p e s c e e s i raccontavano storie. Questo racconto stato preso da Mondo storie della quinta. Mi piaciuto moltissimo e ho

    voluto pubblicarlo per farlo leggere a tutti quelli che amano le belle storie di amicizia.

    Di Sabatino

    Il mondo pi strano

    I due amici

    Tutto si faceva al contrario.

    Poi, cosa stranissima, le

    persone invece di mangiare

    normalmente e quindi

    portare la forchetta alla

    bocca, portavano la bocca

    alla forchetta!

    SCRITTOR Pagina 12

    FANTASIA

  • ANNO 2012, PRIMO NUMERO Pagina 13 CULTURA

    I videogiochi non sono importanti nella vita di un bambino perch si possono fare tanti altri giochi nella n a t u r a c o m e n a s c o n d i n o , acchiapparella guardie e ladri Per esempio, se si ascoltano le cuffie la mattina prima di andare a scuola, non ci si concentra nellesercizio che si deve fare. Anche la tv non fa bene soprattutto se si mettono canali non adatti. Guardando per troppo tempo la tv, non si fa nessuno sforzo fisico perch si sta sempre seduti su una poltrona ma si sviluppa molto il movimento del pollice che cambia canale. Secondo me non bello essere isolati in un angoletto a vedere la tv da soli ma, si dovrebbe uscire insieme agli altri bambini e divertirsi allaria aperta. Il computer porta molte malattie per la mano che sta sempre ferma sul mouse e per la vista perch si vede sempre la stessa cosa attraverso uno schermo. Anche i videogiochi fanno molto male perch a volte sono giochi non adatti a noi. Se si guardano per troppo tempo, poi la notte facciamo gli incubi. A volte, per, ci sono giochi che fanno bene perch ci si muove. Per esempio, io ho la Wii ma praticamente non ci gioco mai. Le volte che ci gioco, scelgo sempre

    giochi di movimento (ho solo quelli) e non mi annoio mai perch, dopo un po che la uso, non sento pi la stanchezza di fermarmi. Anche la tv ha qualcosa di buono. La tv ci informa di ci che succede nel mondo attraverso i telegiornali ed i documentari. A noi bambini non piacciano questi programmi, perci ci incantiamo a vedere i cartoni animati. A volte, per, non c il cartone che ci piace, perci facciamo il giro dei canali e, se troviamo un film che adatto a noi e che ci piace, ce lo vediamo. Per riconoscere un programma adatto a noi, c sempre un simbolo verde,

    giallo o rosso che si trova allangolo del televisore. Di solito io scelgo sempre i film con il simbolo verde che vuol dire che adatto ai bambini. I videogiochi non sono importanti nella vita di un bambino; a volte hanno qualcosa di buono ma di solito, noi non ce ne rendiamo conto. Molti bambini vengono attirati da questi programmi perch si sentono soli e si annoiano. Io consiglio di coinvolgerli con dei giochi in compagnia o semplicemente giocare con loro al parco giochi.

    Stabile

    s o n o i monumenti. Infine ci sono i capolavori del p a t r i m o n i o o r a l e e i m m a te r i a l e dellumanit, in cui ci sono le foto de l le m a r i o n e t t e , chiamate pupi. Nelle prime due pagine, le pi importanti c una foto dellItalia e, per ogni monumento, indicato nel suo luogo e poi c la prima figurina di Val Canonica: il primo sito italiano scoperto nel 1979.

    Questanno, i miei genitori hanno voluto non farmi fare lalbum dei calciatori e hanno pensato bene di comprarmi quello del patrimonio Unisco, tanto alla fine ho finito lalbum Unisco e ho comprato anche quello dei Calciatori, non ho potuto resistere, non mi sono mai perso un album dei calciatori. Ve lo voglio consigliare, perch i calciatori cambiano squadre, ma i monumenti, no. Ci sono quasi tutti i monumenti, o almeno quelli che la societ Unisco si offerta di proteggere: il Colosseo, la torre di Pisa, le Dolomiti, il quadro dellultima cena Sotto c una descrizione in italiano e inglese e pi in fondo alla pagina, c la spiegazione del territorio in cui ci

    Nellaltra c la foto dei Longobardi e dei siti palafittaci preistorici dellarco Alpino.

    Carone

    I mezzi audiovisivi sono un vantaggio per

    il nostro tempo?

    Il Patrimonio Unesco tutto in un album

  • SCRITTOR Pagina 14

    CULTURA

    Titolo:

    La leggenda dei fiori di fuoco

    Autore: Tea Stilton Editore: Piemme Data di pubblicazione: 2011 Ambientazione: Hawaii Personaggi: Niky, Coilette, Violet, Paulina, Pamela, Tom, Ekana, Natele, i due finti poliziotti, Renani, professore, Tea Stilton, Vanilla Girls Genere: Avventura Soggetto: Flavia Barelli Copertina: Arianna Rea, Yoko, Ippolitoni, Hetty Formaggio Grafica: Paola Cantoni Illustratori: Sabrina Ariganello, Cristina Giorgilli, Michela Frare, Gaetano

    Patrigno, Daniela Geremia, Raffaella Seccia e Roberta Tedeschi Trama: Le Tea Sister, cinque ragazze, partono per le Hawaii per una gara di hula. Quando il professore le chiama per dire loro che il Manua Loa, un vulcano, sta per eruttare, le Tea Sisters indagano per vedere se vero. Consiglio: Lo consiglio a tutti quelli che amano leggere libri di avventure, di balli e delle Hawaii. Commento: Mi piaciuto molto, perch allinterno ci sono molte informazioni sui vulcani e sulle Hawaii. In pi ci sono vari test, consigli, ricette e lavoretti.

    Magrini

    nostro pianeta, la Terra. I pianeti gassosi sono: Giove, che il pi grande del sistema solare, Saturno, Urano, Nettuno e Plutone, che un

    Miliardi di anni fa, come tutti sappiamo non esistevano forme di vita ma, grazie allesplosione del Big Bang, un enorme corpo celeste, esistiamo noi e tutto lUniverso. Sempre secondo gli scienziati, infatti, il mondo si creato cos, dai corpi celesti pi vicini a quelli pi lontani. Nell Universo, non esistono soltanto pianeti, ma esistono anche: i buchi neri , le comete, le stelle cadenti e le meteore. I buchi neri sono come dei vortici o degli uragani, solo che sono nello spazio. Se tu entrassi in uno di quelli, o meglio se avessi il coraggio di andarci, saresti allungato come uno spaghetto. Le meteore, invece, sono molto pericolose per il nostro pianeta, perch se si scontrerebbero contro moltissima gente che potrebbe morire schiacciata. Per fortuna, per, ci sono i pianeti gassosi, che fanno in modo che le meteore non si scontrino con il

    pianeta troppo piccolo e lanno definito pianeta nano.

    Di Sabatino

    Invito alla lettura

    LUniverso e il Sistema Solare

    Buongiorno arcobaleno, oggi vieni a giocare con il mio bambino? Ma certo fiorellino, porter con me anche il sereno!

    Spazzer via pioggia e malinconia per donare a tutti tanta allegria!

    Stabile

    IL fiore e larcobaleno

  • bello ricordare tutta la storia quando, dopo tanto tempo, decidi di rileggere un libro,.

    bello rileggere ad unaltra persona, un libro che hai gi letto.

    Per saper scrivere bei racconti, devi leggere molto e rileggere un libro. Ti aiuta.

    Se rileggi un libro, puoi imparare nuove parole.

    Quando si sta imparando a leggere, utile rileggere un libro.

    Se si vuole raccontare un libro tramite uno spettacolo, quel libro va letto molte volte.

    Se cambiano i motivi per cui leggi un libro, ogni volta cogli nuove cose di quella storia.

    Se rileggi un libro che hai gi letto, puoi leggere p i velocemente quelle parti che ricordi meglio; mentre puoi mettere pi attenzione in quelle che conosci meno o che conosci meno o che ti sembrano pi interessanti.

    Stabile, Benvenuti

    Una persona deve rileggere un libro per riprovare le sensazioni che aveva provato la prima volta che lha letto.

    I personaggi di un libro gi letto sono come i tuoi vecchi amici che incontri.

    Quando una persona rilegge un libro complicato, pu capire di pi.

    Quando rileggi un libro, ti s en t i d i e s se re tu i l protagonista della storia.

    Ci sono vari posti dove trovare i libri.

    Ci sono le biblioteche che possono essere provinciali, nazionali, comunali.

    Nella biblioteche pubbliche i libri si possono prendere in prestito e, dopo determinato tempo, si devono riconsegnare. Sono sistemati a seconda del genere e delle tipologie.

    I libri si possono trovare anche nelle librerie, per, in confronto alla biblioteca, nella libreria i libri si vendono.

    Nelle edicole, oltre ai libri, si trovano: album, riviste, fumetti e giornali. In edicola ci vado solo quando devo comprare lalbum e il giornale per mia nonna.

    Io non sono mai andato nelle biblioteche pubbliche. Ci vorrei andare e provare a prendere in prestito un libro. Se questo accadesse, ne sarei molto felice. Sarei ancora pi felice se, per la prima volta, in biblioteca andassi a fare una gita con la mia classe.

    In libreria io ci vado quasi tutti i giorni. Se fanno un film di un libro che compro, non vorrei vederlo altrimenti non potrei immaginare i personaggi.

    Allinizio non mi va di leggere un libro. Dopo poco, mi appassiono e quindi da questo riesco a dedurre che leggere

    una cosa bellissima e che non me la pu strappare nessuno.

    Una pubblicit dice: Leggere il cibo della mente. Passa parola!

    Anchio dico a voi: Passa parola.

    Benvenuti

    I motivi per leggere un libro gi letto

    Io e la lettura

    Libri

    ANNO 2012, PRIMO NUMERO Pagina 15 CULTURA

    di allevamento: liberi come il vento. Libri di abbigliamento: chiusi in un appartamento; di barzellette: non hanno orecchiette:

    Moreschini

    Libri di avventura: un pizzico di paura; di orrore: hanno il tumore. Libri di azione: verso il meridione; di labirinti: verso i recinti. Libri di arredamento: mi addormento;

  • SCRITTOR Pagina 16

    CULTURA

    Questi sono i nostri consigli:

    Lavatevi i denti tutte le volte che mangiate. Mangiate cose sane: carne, latte, uova, formaggi, verdure crude, frutta. Non divorate un sacco di roba dolce. Se vi capita, lavatevi subito i denti. Usate uno spazzolino piuttosto robusto, con le punte arrotondate, e un dentifricio senza zuccheri che contenga fluoro attivo.

    Lo spazzolino va cambiato almeno una volta al mese. Spazzolate tutte le superfici dei denti, davanti, dietro, sopra, vicino alle gengive: anche loro hanno paura della placca. Ricordatevi le nostre ascelle. Usate il filo la sera, prima di addormentarvi. Andate dal dentista una volta ogni sei mesi: se tutto OK, si complimenter con voi. Non sbuffate se vi da qualche consiglio!

    Magrini

    BAMBINO: - Lavare, lavare, sempre lavare! Ma insomma, si pu sapere che volete voi denti? DENTI: - Noi vogliamo stare nel pulito, non avete ancora capito? E poi vogliamo essere lavati dappertutto, non solo davanti, anche sulla schiena, sulla testa e sotto le ascelle.

    I consigli per avere denti sani

    I denti: trattali bene!

    Ti lavi i denti: Tre volte al giorno Due volte al giorno Una volta al giorno

    Quando ti lavi i denti, lasci lacqua:

    Aperta Chiusa Semi-aperta

    Usi uno spazzolino: Elettrico Normale Morbido

    Usi il dentifricio: Durbans Pasta del Capitano Mentadent

    A B C

    C

    A B C

    A B C

    A A

    Maggior numero di A:

    Maggior numero di B:

    Maggior numero di C:

    Stai molto attento ai tuoi denti e cerchi di

    apparire sempre al meglio.

    Non dai molta importanza ai tuoi denti, ma

    cerchi sempre di avere un sorriso impeccabi-

    le.

    Lavarti i denti un po ti secca, ma sai che

    devi farlo.

    Completa scrivendo una X sulle lettere, poi leggi in fondo alla pagina.

    www.regione.lazio.it

    (Magrini)

  • Per mantenersi in forma, bisogna dedicarsi soprattutto allo sport e al movimento fisico. Dopo di che, necessario seguire una buona alimentazione. Come mostra la piramide alimentare, bisogna mangiare soprattutto cereali, pane, pasta, riso, patate che contengono carboidrati e grassi che ci danno energia. Poi bisogna mangiare in quantit minori frutta, verdura e legumi: Tali alimenti contengono: zuccheri e proteine, che servono a costruire le cellule nuove e a rinnovare quelle esistenti; vitamine, che prevengono le malattie; ferro, che importantissimo per i bambini che devono crescere, per le donne in gravidanza, per gli anziani.. Poi bisogna mangiare un po dolio d oliva e latticini Dopo di che, bisogna consumare moderatamente la carne di pesce, la carne bianca, le uova. Infine non bisogna mangiare troppi dolci, n troppa carne rossa. Invece, passando alle bevande, bisogna

    consumare sei bicchieri d acqua al giorno e un bicchiere scarso di vino a pasto. Quindi: Se in forma vuoi diventare, queste cose devi mangiare. Curiosit: il detto: Una mela al giorno, toglie il medico di torno! , non cos sbagliato. Secondo alcuni studi recenti, la buccia della mela, toglie veramente il medico di torno . Nella buccia delle mele c una sostanza che rafforza il sistema immunitario riducendo le possibilit di ammalarsi. L alimentazione parte 1^

    Se una dieta equilibrata vuoi fare, un po di tutto devi mangiare, ma senza esagerare, altrimenti puoi ingrassare e poi indietro difficile tornare. Questo quello che dice la piramide alimentare, e, se vuoi dimagrire, la devi ascoltare.

    Questo il mio men

    La piramide alimentare

    ANNO 2012, PRIMO NUMERO CULTURA

    Colazione Intervallo Pranzo Pomeriggio Cena Dopo Cena

    Latte e biscotti Galak il cioccolato bianco Kino8 la bevanda gassata

    Gnocchi al pesto Purea o Philadelphia

    Tramezzino, prosciutto e formaggio

    Cordon blue, una specie di cotoletta ripiena di prosciutto cotto e formaggio Uova strapazzate

    Spremuta darancia

    Colazione Intervallo Pranzo Pomeriggio Cena Dopo Cena

    Latte e brioches Due pizze Pasta con i capperi e tonno

    Una brioche Minestrone con carote

    Una camomilla

    Commento di Federico Sajeva

    Secondo me unalimentazione equilibrata ricca di zuccheri, ma anche ingrassante perch ci sono molti grassi. Mi piace poco il kin8 e per questo gli consiglio di non bere troppe bibite gassate. Comunque spero che possa riequilibrare la sua alimentazione.

    Commento di Augusto Porzi

    Secondo me Federico mangia troppo durante la colazione e gli intervalli e durante il pranzo. A cena, o dopo, mangia correttamente e in modo sano.

    Augusto:

    Federico:

    Pagina 17

    Lalimentazione parte 2^

    La verdura devi mangiare. ma senza ignorare la piramide alimentare. proteine, grassi e vitamine devi mangiare, Se a letto non vuoi restare.

    Scialpi

  • arrabbiare ladmin, cio il capo di un server. Un server un mondo dove si pu giocare online con gli amici, dove si pu costruire e griffare, cio

    distruggere le case costruite dagli altri giocatori.

    Porzi, Sajeva

    Minecraft un gioco per Mac e Windows.

    un mondo virtuale fatto a cubetti dove bisogna principalmente costruire case e miniere con tanti minerali.

    Di giorno, in giro per la mappa, si trovano galline, mucche, pecore, maiali. Invece, di notte, si trovano zombie, scheletri, ragni e Creeper, un tipo di zombie che esplode quando ti avvicini. C lo spettro che distrugge le case, fruga fra le ceste piene di roba e uccide se viene attaccato.

    Io, Federico Sajeva, che non sono molto bravo a giocare. Sto imparando a costruire case, scavare miniere, costruirmi larmatura, il piccone, la spada, la paletta e laccetta. Sto imparando da solo e aiutato anche da un bravissimo giocatore della mia classe: Augusto Porzi.

    Il costo di Minecraft varia da 26,90 a 19,50.

    Ora parliamo del Griffaggio, un sistema per divertirsi e per fare

    Il gioco una parte molto importante nella vita di ogni bambino e si pu suddividere in giochi a quadre, singoli ed elettronici.

    I giochi a squadre sono divertenti perch si gioca in gruppo si fa amicizia e come dice il detto: Pi siamo e meglio . Il mio gioco preferito a squadre Guardia e ladri. molto divertente, perch fondamentalmente si corre. Le guardie devono prendere i ladri. Una volta catturati tutti i ladri, ci si inverte di ruolo.

    I giochi singoli sono divertenti perch puoi contare solo su te stesso,

    metterti alla prova e sviluppare la fantasia. I miei giochi preferiti sono le costruzioni e le macchinine di ogni tipo.

    I giochi elettronici sono divertenti, per non sviluppano la fantasia e possono rovinare anche la salute, se ci si gioca troppo. Il mio preferito Monopoli.

    I bambini giocherebbero tutto il giorno senza fare altro. Per, devono fare cose molto importanti. La prima andare a scuola e fare i compiti. Una scuola necessaria perch si imparano molte cose utili, per avere una cultura

    e poi per avere delle capacit per svolgere un lavoro.

    Un altra cosa molto importante lo sport. Infatti, tutte le attivit sportive sono necessarie per mantenersi in forma, divertirsi e stare insieme agli amici.

    Nonostante io sappia che a scuola e lo sport sono importanti, alcune volte mi dispiace sospendere il gioco per fare i compiti o andare in piscina.

    Leonardo Contini

    La seconda regola di non scaricare giochi insicuri: possono rompere il vostro computer.

    La terza quella di non andare mai su siti strani e sconosciuti. Fatevi aiutare dai vostri genitori se dovete scegliere un sito o visitatelo ma con molta cautela e attenzione.

    La quarta quella di cercare di non stare troppo tempo al computer. Non una regola per Internet ma per il

    Ecco a voi le cinque regole e dei consigli per navigare bene in Internet.

    Dovete sapere, cari lettori, che Internet non un giochino e pu anche essere pericoloso.

    Prima di tutto, non bisogna mai incontrarsi con persone conosciute su Internet. A meno che non le abbiate gi viste. Si deve stare sempre attenti quando si fanno conoscenze su internet.

    vostro benessere e soprattutto per il vostro corpo!

    La quarta quella di non andare su siti che sono pericolosi.

    La quinta di informarsi i quotidiani online come: La Repubblica, Il Corriere dello Sport, Il Corriere della Sera, Il Messaggero. Non fatelo invece su siti che forse non danno le giuste informazioni.

    Carone, Ienzi

    Minecraft: un mondo tutto virtuale

    Importanza del gioco

    Navigare sicuri in Internet

    SCRITTOR Pagina 18

    CULTURA

  • St o imp ara nd o a costr uire case, s cav are miniere. . .St o imp ara nd o a costr uire case, s cav are miniere. . .St o imp ara nd o a costr uire case, s cav are miniere. . .St o imp ara nd o a costr uire case, s cav are miniere. . .

    ANNO 2012, PRIMO NUMERO

    Il Trentino Alto Adige la regione pi a nord dItalia. Essa composta dal Trentino in cui si parla italiano e che prende il nome da Trento, e dallAlto Adige, che pu essere chiamato anche Sud Tirolo, perch fino al 1889 appartenuto al territorio austriaco denominato Tirolo. NellAlto Adige, una maggioranza di persone parla tedesco, mentre una minoranza di persone, che abita alcune valli, parla il ladino, una lingua che deriva dal latino e dal tedesco antico.

    Il Trentino Alto Adige abitato da circa un milione duecentomila persone.

    Il territorio interamente montuoso, e la sua superficie copre il 4% dellItalia.

    Il Trentino-Alto Adige ha solo due province: Trento, il capoluogo di regione, e Bolzano, che in tedesco si

    dice Bozen.

    Il fiume pi importante lAdige, che il secondo fiume pi lungo dItalia.

    Tra le montagne ce il monte Adamello, che divide con la Lombardia, in cui c il ghiacciaio pi grande dEuropa.

    Invece poi c la Vetta dItalia chiamata cos perch quella pi a nord dellItalia, proprio ai confini con Austria.

    N o n b i s o g n a dimenticare le Dolomiti, che attirano molti turisti per via del loro affascinante colore rosato creato dai coralli e le conchiglie che ha depositato il mare.

    In Trentino-Alto Adige si coltivano

    meli, peri, viti e dai boschi si ricava il legname.

    Magrini, Stabile, Scialpi

    in iz ia a crescere in maniera straordinar ia . uneccel lente nuotatrice!

    Il castoro euroasiatico vive in Europa. il pi grande roditore europeo. Il suo pelo impermeabile e, quando nuota sottacqua, sia le narici che le orecchie si chiudono. Per avvertire i suoi compagni di un pericolo, sbatte rumorosamente la sua coda larga e piatta sulla superficie dellacqua.

    La testuggine alligatore, invece, abita negli Stati Uniti sud-orientali. la testuggine dacqua dolce pi grande del mondo: ragg iunge i 100 chilogrammi di peso. Per catturare le sue prede, rimane ferma con le fauci spalancate e attira i pesci muovendo una linguetta rosa a forma di verme posta nella sua bocca.

    Il pangolino dalla coda lunga vive nellAfrica a sud del Sahara. il mammifero con pi ossa nella coda: quarantasette. Il suo corpo ricoperto da dure placche che formano una vera e propria corazza. privo di denti e ha una lingua lunga 25 cm che usa per catturare formiche e termiti.

    La manta gigante vive negli oceani Atlantico, Pacifico orientale e Indiano. in via di estinzione. la pi grande manta del mondo. Le sue pinne possono raggiungere 7 metri di

    Di animali ce ne sono tanti, ma alcuni sono speciali.

    La lontra gigante del brasile uno di questi. Questo animale vive in sud America settentrionale e centrale. la lontra di fiume pi lunga del mondo: raggiunge 1,4 metri di lunghezza. Per muoversi nellacqua usa la sua lunga coda appiattita come un remo.

    La rana golia, altro animale speciale, vive nella Guinea equatoriale. la rana pi grande del mondo: raggiunge i 40 centimetri di lunghezza. Quando girino presenta dimensioni normali ma, dopo la trasformazione in rana, lunghezza. Nuota lentamente ma, se si

    sente minacciata, accelera e salta fuori dallacqua.

    Il pesce pietra vive nelle barriere coralline dellOceano Indiano. uno dei pesci pi velenosi del mondo. Il suo veleno contenuto in tredici spine appuntite che si trovano lungo la schiena! Si mimetizza perfettamente tra le rocce, rannicchiandosi in una piccola cavit, scavata nel fondale con le pinne pettorali, o coprendosi in parte con la sabbia.

    Queste informazioni le abbiamo ricavate dallalbum Amici Cuccioletti. Abbiamo scelto alcuni animali, quelli pi interessanti, per informare coloro che amano leggere le curiosit.

    Contini, Di Sabatino

    Trentino Alto Adige

    Animali da record

    CULTURA Pagina 19

  • Arlecchino

    Nasce a Bergamo. Rappresenta un servo in cerca di una vita migliore. Ingenuo e credulone, si trova sempre in mezzo ai guai. Indossa pantaloni aderent i con toppe e g iacca multicolore porta attaccato alla cintura un piccolo bastone e una piccola borsa. In testa porta un cappello di feltro con un codino di coniglio. In viso calza una maschera nera che non toglie mai. Stenterello

    una maschera Toscana di Firenze. Ha un aspetto di un uomo sparuto e molto magro dotato d i una strampalata furberia e con una grande capacit di espressione che alimenta protecnici bisticci. Gianduia

    Maschera tipica di Torino e dal suo nome deriva il nome della cioccolata G iandu ia e de l c iocco la t ino Gianduiotto. I l costume della maschera si compone di una giacca col bordo rosso, un panciotto giallo, larghi pantaloni marroni, calze rosse, un fiocco al collo e linseparabile ombrello.

    Rugantino

    Maschera del teatro romano che impersona un tipico personaggio romanesco:Er bullo de Trastevere. Svelto con le parole e con il coltello, un giovane arrogante, ma in fondo buono e amabile. rappresentato oggi dal tipico coatto della periferia romana. Veste con un cappello rosso

    alto, giacca marrone, panciotto rosso, calze a strisce orizzontali rosse gialle, scarpe con fibbia. Rappresenta larroganza ovvero la spavalderia. Meneghino

    Maschera milanese in persona un servitore rozzo ma di buon senso;vestito con una lunga giacca marrone, calzoni corti e calze a righe rosse e bianche un cappello a forma di tricorno una parrucca con un codino, stretto da un nastro. Pantalone

    una maschera veneziana che rappresenta il tipo del vecchio mercante avaro e lussurioso. Appare come una figura robusta, sgraziata. Indossa una calzamaglia e una maschera nera. Ha il naso adunco, la barba da capra, una cinta in cui sono appese una borsa e un coltello. Pulcinella

    Maschera che napoletana rappresenta il servo sciocco e credulone e sempre af famato. Degno compare di Arlecchino. Vestito di bianco con un cappello a punta, maschera nera e cintura rossa.

    Ienzi

    Le maschere italiane pi famose

    SCRITTOR Pagina 20

    CULTURA

    de Janeiro, in Brasile, dove per intere giornate gli abitanti, mascherati, ballano sopra carri il ballo locale: il Samba In Italia, durante questo periodo, i bambini possono assaggiare diversi tipi di dolci. A Roma, mangiamo le frappe e le castagnole Diversi bambini si divertono a lanciare coriandoli o a spruzzare con le bombolette addosso ai loro amici, i quali non si divertono perch si ritrovano coperti di una strana sostanza e di coriandoli.

    Ad alcuni bambini, soprattutto alle femmine, p iace truccars i per interpretare meglio il personaggio scelto.

    Magrini, Di Sabatino

    Carnevale la festa pi bella, soprattutto per i bambini pi piccoli. I bambini si vestono con diverse maschere e costumi presi da personaggi divertenti, come Topolino, Minni, principesse Alcune citt: Venezia, Roma, Napoli, Bologna, Milano e Torino hanno inventato diverse maschere, le quali sono conosciute in tutta Italia. A Venezia c Pantalone, a Napoli Pulcinella, a Roma Rugantino, a Torino Gianduia, a Milano Meneghino... Il Carnevale pi famoso quello di Rio

    Carnevale: una festa in tutto il mondo

  • Il gobbo di Notre-Dame de Paris. Notre-Dame de Paris uno dei romanzi pi famosi di Victor Hugo. Pubblicato allet di 29 anni, nel 1831, fu il primo grande successo dello scrittore francese. Il libro ambientato nel 1482 a Parigi e da questo sono state tratte pi rappresentazioni teatrali e un cartone animato della Disney. Racconta la storia di Quasimodo (il suo nome significa formato a met), un bambino deforme la cui mamma (zingara) stata uccisa da Frollo (un arcidiacono nel libro, un giudice nella rappresentazione teatrale e nel film). Quasimodo rinchiuso da Frollo nella torre della grande cattedrale parigina e, anni dopo, adolescente, assiste dalla sua casa allallegro arrivo delle carovane di nuovi gitani che arrivano in citt a celebrare La festa dei folli il 6 gennaio. Il giovane campanaro trascorre le giornate appollaiato sulle guglie, in compagnia dei gargoyle, statue di pietra animate, quando nota tra gli zingari una bella ed esuberante ragazza di nome Esmeralda. Scende facilmente dalla torre per immergersi tra la folla mascherata. in atto lelezione del re dei folli: la maschera pi brutta e orripilante. Vedendolo per la prima volta, ma scambiandolo per una messa in scena, Quasimodo finisce, per essere acclamato vincitore, senza volerlo. Ben presto la folla scopre che non una finzione. Esplode in risa e sberleffi arrivando addirittura a colpirlo con frutta e ortaggi. Esmeralda, orribilata della scena, si affretta in sua difesa, da sola. Quando il giudice Frollo vede quel che accade e riconosce il giovane Quasimodo, manda uomini armati e Febo, il capitano della guardia, a catturare il fuggitivo e la ragazza. P r o p r i o q u a n d o i s o l d a t i sopraggiungono, Esmeralda scompare, mentre il povero campanaro costretto a tornare nella torre di Notre-Dame. Intanto il cattivo Frollo da ordine di cercare gli zingari in tutta la citt. Febo si ribella al potere del giudice, rischiando di essere ucciso. salvato proprio da Esmeralda che chiede allingenuo Quasimodo di nascondere e curare Febo. Frollo, che ha intuito il sentimento che

    unisce i giovani, decide di sfruttare lingenuit del campanaro. Rivela a Quasimodo che ha scoperto il luogo segreto dove si nascondono gli zingari e che allalba lo attaccher con ingenti forze. In realt si tratta solo di un pretesto, ovvero di una scusa, per obbligare Quasimodo ad andare ad avvisare gli zingari. Quasimodo e Febo si recano quindi alla corte dei miracoli, il luogo segreto dove si nascondono tutti i fuorilegge. Non sanno per che Frollo e i soldati li stanno seguendo. Il tranello di Frollo dunque compiuto. Imprigiona Febo e gli zingari, condannando Esmeralda al rogo e incatenando Quasimodo alla cattedrale. Lindomani allalba, davanti allo

    spettacolo di Esmeralda morente, Quasimodo si ribella e riesce a liberarsi salvandola. Nel frattempo Febo e gli zingari attaccano i soldati. Frollo riesce ad entrare a Notre-Dame e a liberarsi dellarcidiacono. Tenta di uccidere Quasimodo, ma il campanaro riesce a fuggire, nascondendosi con la ragazza svenuta sullestremit di un balcone. Frollo li segue e armato di spada tenta di ucciderli. Durante la loro lotta, Frollo rivela a Quasimodo il segreto della morte di sua madre e cerca di buttarlo dal balcone. Il campanaro riesce ad aggrapparsi al mantello di Frollo, mettendo ora lui in pericolo di vita e avendo la possibilit di ucciderlo, lasciandolo cadere nel vuoto. Frollo, per, riesce a salire su un gargoyle ed intenzionato a decapitare Esmeralda che stava aiutando Quasimodo a risalire sulla balconata. Il gargoyle su cui si appoggia si rompe e Frollo precipita dalla cattedrale, morendo definitivamente. Febo ed Esmeralda coronano la loro unione e il buon Quasimodo acclamato dalla folla. Q u e s t o l e p i l o g o d e l l e rappresentazioni teatrali e del film animato della Disney. Nel libro invece lautore racconta un altro epilogo. Esmeralda catturata e fatta impiccare sotto gli occhi di Frollo che osserva impassibile lesecuzione. Quasimodo, disperato, uccide Frollo e poi, con il cadavere della donna tra le braccia, si lascia morire a sua volta.

    Carone, Ienzi

    ANNO 2012, PRIMO NUMERO

    Il Gobbo di Notre-Dame in... poche parole

    Pagina 21 CULTURA

  • SCRITTOR Pagina 22

    GIOCHI

    Il gioco pi bello dellanno uscito: Fifa 12 della EA Sports, con tornei, classifiche e partite online, per Xbox, Play- Station e altre piattaforme. Noi abbiamo la Play- Station 3 e vi assicuriamo che bellissimo, rispetto a Pes 2012, lacerrimo nemico di Fifa 12, i due migliori videogiochi. Pes, non ci appassiona tanto perch ha poche modalit; mentre a Fifa ti puoi addirittura creare una squadra, comprando i giocatori allasta o comprandoti pacchetti, fino a crearti la rosa dei tuoi sogni.

    Secondo un sondaggio fatto dai sottoscritti, i bambini della quinta elementare preferiscono Fifa 12, che vince con una schiacciante vittoria di cinque bambini su sei. Fifa e Pes, non solo sono sulle console (PS3, Xbox, Nintendo DS, DSI e 3DS) ma anche sui telefonini, palmari come quelli Android, Apple e altri. SullIpod Fifa 12 ha una scelta di squadra addirittura fra le nazionali; anche Pes ha la scelta, peccato che ha la modalit online non esiste. La grafica per Fifa 12, sullIpod in HD,

    sulla Play- Station 3 e sullXbox splendida. Grazie al sistema Play-Station Network (per Xbox e le altre c il loro sistema), si possono avere amici ondine e invitarli ad una partita con la propria squadra creata a Ultimate Team, creando un torneo o un campionato con loro. Alla fine, Fifa 12 sempre stato il migliore!! O almeno per noi

    Carone, Verrecchia

    siamo stati. Ci mettiamo online per giocare insieme. A s co l t i amo l a musica che piace a noi. Secondo noi, i bambini possono vivere bene, anche senza questo apparecchio elettronico. Anzi, sarebbe meglio che lo usassero poco perch fa male al cervello, agli occhi, alle mani. Perci noi consigliamo di usarlo solo quando serve per comunicare e rispondere ai messaggi importanti e alle e-mail.

    Sartoretti, Sajeva

    C invece lIpad2 che dispone di PhotoBook, un programma con il quale puoi fare le foto e modificarle. L I p o d t o u c h , i n v e c e , h a unapplicazione che si chiama FaceTime, con cui video-chiami. Quando compri un Ipod, scegli quanta quanta memoria pu contenere. Noi utilizziamo solo lIpod Touch perch non ci servono altri dispositivi. Ci chiamiamo per dirci le cose e per farci mettere su Minecraft, un gioco virtuale dove si deve costruire le case con i cubetti e sopravvivere. Ci scambiamo i messaggi e le foto dove

    Molti sono i dispositivi elettronici che le persone utilizzano per varie attivit: l Iphone, l Ipad, l IPod Touch, dispositivi elettronici creati da Steve Jobs, un americano che morto alcuni mesi fa. LIphone un cellulare con le seguenti applicazioni: cellulare, messaggi, edicola, musica, itunes, orologio, mappe , sa far i , memo voca l i , fotocamera con flash e zoom e con la e-mail. LIpad un dispositivo che ha lo schermo touch, cio che se lo tocchi le applicazioni si aprono.

    Dispositivi elettronici: ma quanto servono?

    Fifa 12: il gioco pi bello

    tutti i video di Youtube da tre visualizzazioni a oltre mille. La puntata di Ehi Mela! pi divertente stata quella dove unarancia si trovava fianco a fianco di unarancia disturbatrice. Essa non aveva mai visto una sua simile e ha

    Nasce Ehi Mela!, il cartone di unarancia disturbatrice che tormenta tutti i suoi amici frutti: dalla mela alla banana, al pomodoro. Tutti finiscono per morire grazie alluomo che se li mangia . Il creatore un inglese che, usando leffetto dellApple, la marca migliore del mondo, riuscito a mettere le sue facce allinterno degli oggetti. Il suo ID (identit) di Youtube Daneboe. Il cartone molto divertente e simpatico. Tuttavia noi siamo sconvolti da come s ia diventato molto popolare. Addirittura da essere copiato, cambiando argomento, dalla frutta ad oggetti come cellulari, fogli di carta e tante altre cose! Il cartone in inglese perch lautore inglese. Le persone, per, sono riuscite a tradurlo nella propria lingua, battendo

    incominciato ad imitarla. Entrambe si imitavano a dire le stesse battute e una diventata gelosa dellaltra. Alla fine, larancia disturbatrice, quella che ha fatto fuori tutti, ha batte larancia imitatrice, grazie allumano il quale con essa si fa una bella spremuta. Da unazione normale delluomo diventa unazione terr i f icante: l arancia imitatrice viene spremuta e il succo bevuto. Peccato che luomo prende una scatola e la rovescia accanto allarancia disturbatrice, la quale speranzosa di trovare un nuovo amico da disturbare. Dalla scatola escono tutte arance imitatrici. incredibile che escano tutte queste arance! Dopotutto, non colpa sua se tutte le arance e tutti i frutti vengono bevuti o mangiati dalluomo. Larancia voleva s disturbarle ma essere anche loro amica!

    Carone, Ienzi

    Ehi, mela!: il video pi gettonato

  • ANNO 2012, PRIMO NUMERO

    Il Palermo ha battuto in casa la Lazio per 5-1. La squadra biancoazzurra, anche se priva di molti titolari, ha mancato completamente la difesa e lattacco stato veramente carente. I cinque gol della sconfitta, segnati da Barreto, Donati, Silvestre, Budan e Miccoli della squadra siciliana, sono stati fatti nel primo tempo e i primi minuti della ripresa. Il Palermo resta ottavo in classifica, ma lEuropa sempre pi vicina. Merito del Palermo avere chiuso in fretta la partita con 12 tiri totali, dei quali 6 nella porta avversaria. Il gol di Kozak nel finale non riesce a rendere meno dolorosa la disfatta della squadra bianco-azzura. Lallenatore del Palermo Mutti ha mostrato, nonostante la vittoria, una atteggiamento prudente, dicendo che la squadra deve ancora correggersi, migliorare e provare a vincere anche fuori casa.

    Benvenuti

    Il surf uno sport che si pratica in acqua. uno degli sport pi famosi al mondo. Consiste nel cavalcare unonda grande o piccola che da la spinta alla tavola su cui il surfista deve stare in piedi e fare le acrobazie. La tavola del surf composta da uno strato di vetro resina, uno di plastica, uno di polistirolo che serve a farlo galleggiare, e tutto il resto di plasti-ca. Il campione del mondo, quando caval-ca le onde, fa tantissimi 360, cio gira

    la tavola di 360 gradi e poi continua. Ha vinto tantissime gare, ma fra venti o trenta anni non surfer pi perch sar troppo vecchio. Un mio amico che sa surfare Giu-lio. Egli mi ha detto che c un bambi-no di dieci anni che vive accanto a lui che ha vinto delle gare di surf. Il surf bello perch si prova adrenali-na, ti diverti e ti ecciti. Per, perico-loso soprattutto se si arriva vicino agli scogli perch ci si pu far molto male o addirittura perdere la vita.

    Io sono un surfatore molto bravo. Quando prendo velocit e curvo sullonda, provo tutte le emozioni de-scritte prima.

    Porzi

    CALCIO: Sconfitta della Lazio a Palermo

    Il surf e i suoi campioni

    SPORT Pagina 23

    Litaliano Blardone ha vinto lo slalom gigante di Crans Montana, in Svizzera. L'azzurro si imposto sugli austriaci Marcel Hirscher e Hannes Reichelt, dopo che nella prima manche era secondo a due centesimi proprio da Hirscher. Per Blardone la seconda vittoria stagionale, dopo quella in Alta Badia, ma anche il quarto podio con-secutivo. Lo sciatore italiano ha mo-strato tutta la sua gioia per questa vittoria, dicendo che essa conferma il suo valore e gli ottimi risultati della stagione. Lo sciatore azzurro, infatti,

    durante la sua carriera salito sul po-dio 24 volte, con 7 vittorie e, da pi di dieci anni, sempre tra i migliori del mondo.

    In questa gara, nonostante la neve che, date le temperature primaverili, non era perfetta, lo sciatore italiano sce-so preciso e senza errori. Nello slalom gigante il terzo in classifica.

    Secondo me, lo sci uno dei migliori sport al mondo perch si va velocissi-mi. Mentre scio, penso sempre che

    non mi devo distrarre perch poi per-do lequilibrio e cado. Ogni anno, a dicembre, vado a sciare in Trentino Alto Adige e in Piemonte.

    Scio dalle nove di mattina alluna e poi ritorno a sciare nel pomeriggio fino alle cinque. Quando scio, faccio piste di tutti i tipi: blu, rosse e le nere. La pista che mi piace di pi la rossa perch una pista di difficolt media. Io consiglio a tutti di sciare perch bellissimo fare le piste.

    Sajeva

    SCI: Blardone vince a Crans-Montana

  • Ecco a voi il meglio del meglio senza dubbi. Si parler del calcio italiano e dei suoi talenti. I talenti non sono quelli gi popolari, ma sono i novellini, che da sconosciuti diventano fenomeni. La scelta stata difficile, perch quelli gi famosi sono di pi dei novellini. Il primo Steven Jovetic, un talento della Fiorentina che ha ventidue anni. Nel Partizan stato due anni; poi passato alla Fiorentina per tre anni. Se finisce questanno sar il quarto. Jove-tic un giocatore molto veloce e tec-nico. Questanno sta giocando pi del solito da titolare. Lanno scorso si era procurato dei brutti infortuni. Il secondo Erik Lamela, il giocatore della Roma. Il suo nome era scono-sciuto, ma poi dal suo debutto nella Roma tutto il mondo lo conosce. Ha giocato due anni nel River Plate. Il pri-mo anno era uno sconosciuto, il se-condo diventato famoso, grazie a Thomas Di Benedetto, attuale presi-dente della Roma. Lamela un gioca-tore veloce e fa dei bellissimi dribbling. un ottimo tiratore a giro. Il terzo Sebastian Giovinco, ex gio-catore juventino. Tradito dalla sua squadra, fu venduto al Parma con un contratto di tre anni. Giovinco un giocatore molto veloce; infatti, grazie alla sua velocit, si guadagnato il so-prannome di Formica Atomica. Il quarto Gaston Ramirez, giocatore del Bologna. Prima stato nel Penarol

    per due anni; poi si trasferito a Bolo-gna per tre anni. Stessa cosa per lui come per tutti: forse far un altro anno per arrivare a quattro. Gaston Ramirez un giocato-re molto creativo: un fantasista. Il quarto Victor Ibarbo il giocatore del Cagliari. il suo primo anno in Serie A nel Cagliari. Per due anni era stato nel National, una squadra Co-lombiana. Ibarbo un giocatore che realizza tanti goal. Infatti, ha realizzato

    sette gol su diciannove partite. Un ottimo punteggio! Il quinto Simon Kjaer, il romanista scelto da Di Benedetto. Prima stato nel Palermo per due anni; poi stato nel Wolsburgh per un anno; infine, stato ceduto alla Roma. Far il secon-do anno? Kjaer ama la rosa difensiva ed forse il pi forte difensore dane-se.

    Carone, Ienzi

    u n a p a r t i t a v e r a m e n t e emozionante. La partita finita 3-2 p e r i l Barcellona. Anche se ha vinto, il M i l a n h a dimostrato una grande disciplina calcistica con due goa l davvero fantastici. La tribuna milanista ha esultato moltissimo. Allinizio del primo tempo, Van Bommel un giocatore del Milan ha

    Il tecnico Allegri del Milan voleva vendere Pato, nonostante le sue qualit da calciatore provetto. Allegri lo voleva sostituire con Tevez, un giocatore del Manchester City. Per riuscire a vendere Pato, ha tentato di offrirlo al Chelsea, al Paris-Sant-German e al Real Madrid. Cassano, un forte giocatore della squadra, ha avuto un ictus. stata una tragedia per la squadra, ma soprattutto per lui perch ha dovuto saltare sei mesi di campionato, proprio quando il Milan stava secondo in classifica. Milan-Barcellona stata una partita

    I talenti del calcio italiano

    CALCIO: Milan-Barcellona

    SCRITTOR Pagina 24

    SPORT

    fatto un autogol. Questo autogol costato la sconfitta al Milan.

    Porzi, Sajeva

  • ANNO 2012, PRIMO NUMERO

    almeno una decina di cose da fare. Djokovic e Nadal di cose da fare ne hanno una sola: giocare a tennis. Quella andata in scena a Melbourne

    stata la finale Slam pi lunga di sempre: 5 ore e 53 minuti di lotta pazzesca tra due dei migliori tennisti.

    Verrecchia

    Il serbo Djokovic riesce a battere Nadal. La partita durata cinque ore e cinquantatr minuti sul risultato di 7-5 set. la terza volta consecutiva che vince questa competizione. Le parole del vice campione del mondo Nadal sono state: Questa partita stata durissima e molto impegnativa. Non sono rimasto dispiaciuto perch mi sono divertito. Grande impresa per Novak 'Nole' Djokovic, tennista numero uno al mondo e da sempre gran tifoso rossonero. Novak Djokovic e Rafael Nadal si stringono la mano dopo quasi sei ore di tennis da urlo. Il serbo ha vinto il suo quinto Slam in carriera, trionfando in finale agli Australian Open contro l'ex numero uno Nadal. Lattuale numero uno del mondo, Novak Djokovic, ha vinto per la terza volta gli Open d'Australia, battendo nella finale pi lunga della storia lo spagnolo Rafael Nadal. Provate a pensare a cosa fate normalmente in sei ore. Vi mettete l, fate un elenco, e ditemi se non avete

    Lumanit del campione Francesco Totti un grande campione di calcio ma anche un uomo sensibile e generoso. Domenica, mentre la squadra giallorosa si recava allo stadio Olimpico per giocare la partita, alcuni lavoratori di una industria in crisi, che rischiano di perdere il posto di lavoro, hanno chiesto a Francesco Totti qualche minuto per spiegare le ragioni della loro protesta. Dal pullman sceso proprio il Capitano. Sul ciglio della strada numerose persone, tra cui giovani e bambini, tenevano uno striscione. Dopo il breve colloquio con Francesco, il pullman ha ripreso la strada verso lo stadio Olimpico. Sono laziale ma ti voglio bene lo stesso, ha detto un operaio. Un altro ha chiesto cosa possono fare per sanare la questione. Quanto successo finisce subito su Facebook, dove gli operai promettono un monumento a Totti se riuscir a fare qualcosa per loro.

    Il record Francesco Totti entrato nella storia. Contro il Cesena il capitano giallorosso, con una doppietta, ha raggiunto quota 211 gol con la stessa maglia, quella della Roma, la sola che ha indossato nella sua carriera. Ha, quindi , superato Nordhal , un calciatore del Milan, fermo a quota 210. Francesco un giocatore mito, amatissimo a Roma, spesso criticato fuori. Egli non si preoccupa di questo e insegue nuovi primati. I suoi compagni o ex compagni di squadra dicono che un vero privilegio giocare con lui e che indossa la maglia giallo-rossa con grande cuore. Intanto, Cesare Prandelli. Lallenatore della Nazionale, torna a pensare a Francesco Totti, in vista degli Europei di giugno. E la storia continua

    Sajeva

    Totti, un grande campione

    Pagina 25

    Djokovic vince lAustralian Open.

    SPORT

    A Totti Sei un grande campione, che metti in porta ogni pallone. Quando fai i pallonetti, il pallone in gol metti.

    Sajeva

  • In uno stadio tutto esaurito, cio San Siro, il giorno 15 gennaio 2012, finalmente la squadra di Ranieri torna alla vittoria contro il Milan, come ai tempi di Mourinho. I neroazzuri vincono per 1-0 il derby di Milano, grazie ad un gol dellargentino Diego Milito, detto il principe, che sfrutta un errore di Ignazio Abate, il giovane terzino del Milan. Il Milan, in verit, ha giocato molto bene, soprattutto nellultima parte nel primo tempo. Al quarantacinquesimo minuto VanBommel ha colpito la al traversa. Se avesse segnato, il Milan avrebbe meritato la vittoria. La squadra di Ranieri si porta a meno sei dalla vetta e a meno cinque dal Milan, secondo in classifica. Con questi tre punti lInter riapre la sua corsa allo scudetto, dopo il rallentamento della Juventus, contro il Cagliari, che ha pareggiato 1-1. In classe nostra c un tifoso milanista. Il suo nome Federico Sajeva. Egli non ha preso molto bene questa sconfitta e spera che il Milan possa di nuovo

    vincere. La sua squadra aspetta Tevez che in forse perch ancora non ha scelto la squadra. Le candidate sono

    tre: il Milan, lInter e il Paris Saint Germain.

    Carone, Ienzi

    area. Appena lInter ha messo il naso fuori, stata castigata da un magnifico gol di Borini, che prima ha superato Samuel e poi ha firmato il raddoppio. La partita si sarebbe potuta chiuder senza giocare il secondo tempo, tanto era evidente che la Roma lavrebbe vinta senza problemi. Nel secondo tempo, Ranieri stato costretto a sostituire la punta Pazzini con il difensore Poli, impostando lo schema di gioco 4-1-4-1. La Roma non ha

    Roma 12 febbraio 2012. La grande domenica della Roma, che ha vinto per 4-0, stata una specie di resa de l l I n ter , t r avo l t a da l l onda giallorossa. Del 4-4 del mercoled precedente contro il Palermo, sono rimasti allInter soltanto i gol segnati dalla Roma la quale ha passeggiato su quello che resta di una squadra, che non riesce pi ad esprimere niente. La partita si chiusa d