Rapid Bike MasterRapid Bike Master -...

of 26/26
Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 1/27 Rapid Bike Master Rapid Bike Master Rapid Bike Master Rapid Bike Master Software professionale per la gestione delle centraline Rapid Bike Manuale di istallazione e uso
  • date post

    04-Apr-2020
  • Category

    Documents

  • view

    3
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Rapid Bike MasterRapid Bike Master -...

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 1/27

    Rapid Bike MasterRapid Bike MasterRapid Bike MasterRapid Bike Master

    Software professionale per la gestione delle

    centraline Rapid Bike

    Manuale di istallazione e uso

    DavideTypewritten textBy Honda sh forum http://davideinf.altervista.org

    DavideTypewritten text

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 2/27

    INDICE 1. REQUISITI DI SISTEMA

    1.1 Minimi 1.2 Consigliati

    pag.3

    2. INSTALLAZIONE

    pag.3

    3. IL SOFTWARE 3.1. Panoramica 3.2. Mappe

    3.2.1. Modificare le mappe 3.2.1.1. Funzioni di modifica avanzate

    3.2.2. Salvare le mappe 3.3. Tuning Bike 3.4. Auto-adattatività

    3.4.1. Regolazioni 3.4.1.1. Avanzate

    3.5. Cambio 3.6. Funzioni RB

    3.6.1. Calibrazione 3.6.1.1. Calibrazione Acceleratore 3.6.1.2. Calibrazione sensore cambio 3.6.1.3. Calibrazione uscita sensore cambio

    3.6.2. Configurazione Mappa 3.6.3. Pompe di ripresa 3.6.4. Setup RBo2

    3.6.4.1. Con centralina Rapid Bike 3 3.6.4.1.1. Avanzate

    3.6.4.2. Con centralina Rapid Bike EVO 3.6.4.2.1. Avanzate

    3.6.5. Limitatore di giri 3.6.6. Segnale Pick-up 3.6.7. Blocco RPM 3.6.8. Limitatore di velocità

    3.7. Status 3.8. Programmazione centraline

    3.8.1. Centraline Rapid Bike 1 – 2 – 3 3.8.2. Centraline Rapid Bike EVO

    pag.4 pag.8 pag.12

    pag.13 pag.13 pag.14

    pag.15

    pag.16

    pag.17 pag.18 pag.19

    pag.20

    pag.21

    pag.22 pag.23 pag.24

    pag.26

    4. SERVIZI pag.27

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 3/27

    1. Requisiti di sistema 1.1 Minimi

    - Sistema operativo Windows 2000 - Processore Pentium 3 800 MHz - 256 Mb di memoria RAM - 1 GB di spazio libero su disco - Lettore CD-ROM

    1.2 Consigliati

    - Sistema operativo Windows XP, Vista o 7 - Processore Pentium 4 2,4 GHz o superiore - 1 Gb di memoria RAM (2 Gb per Windows Vista e 7) - 5 Gb di spazio libero su disco - Lettore CD-ROM

    2. Installazione

    1. Assicurarsi di non aver collegato alcun dispositivo Rapid Bike (cavo USB o USB key) alle porte USB del computer.

    2. Inserire il CD di installazione nella apposita unità.

    3. Se non accade nulla visualizzare il contenuto del CD in Esplora Risorse e avviare il programma di

    installazione setup.exe .

    4. Attenersi alla procedura guidata di installazione.

    5. Quando richiesto, inserire i dati della licenza fornita con il software.

    6. Al termine dell’installazione di Rapid Bike Master estrarre il CD dalla apposita unità.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 4/27

    3. Il Software 3.1 Panoramica

    Cliccare due volte sull’icona per avviare il programma.

    Schermata principale

    Se una centralina Rapid Bike è collegata al computer tramite cavo USB (cod. F27ADMUSB2) il programma si connetterà e scaricherà automaticamente le mappe presenti all’interno di essa. All’interno del menù Setup è possibile attivare o disattivare la connessione automatica alla centralina selezionando la voce Scarica mappa all’avvio . Nella parte superiore della schermata principale è presente la barra dei menù:

    1. File 2. Modifica 3. Connessione 4. Gestione RB 5. Setup 6. Firmware 7. Gestione TB

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 5/27

    Di seguito saranno illustrati i singoli menù in dettaglio: - Menù File

    o Apri : apre una mappa Rapid Bike (*.mpp) o un progetto Tuning Bike (*.mqd)

    o DataLogger : apre in una finestra separata la schermata per la gestione del DataLogger Tuning Bike.

    o Salva : salva un file già presente sul computer attualmente aperto nel programma (mappa Rapid Bike o progetto Tuning Bike).

    o Salva con nome : salva un nuovo file (mappa Rapid Bike o progetto Tuning Bike)

    o Stampa : stampa la tabella della mappa e il relativo grafico.

    o Anteprima di Stampa : mostra un’anteprima del risultato della stampa.

    o Imposta pagina : modifica le regolazioni per la pagina di stampa.

    o Setup Stampante : apre la finestra delle regolazioni della stampante.

    o Esci : chiude il programma RB Master. o Nell’area sottostante sono elencati gli ultimi file

    aperti nel software.

    - Menù Modifica

    o Annulla : annulla l’ultima operazione eseguita nella modifica di una mappa (utilizzabile più volte consecutive).

    o Ripristina : dopo un annullamento ripristina l’ultima operazione eseguita nella modifica di una mappa (utilizzabile più volte consecutive).

    o Taglia / Copia / Incolla : tipiche funzioni di Windows, usate per modificare le mappe.

    o Più / Meno : aumentare e ridurre i valori in mappa.

    o Seleziona Tutto : seleziona tutte le celle della mappa.

    - Menù Connessione

    o USB Connesso : abilita la connessione USB tra software e centralina per mezzo dell’adattatore USB.

    o BlueBike Connesso : abilita la connessione Bluetooth tra software e centralina per mezzo dell’adattatore BlueBike.

    o BlueBike setup : permette di modificare le impostazioni della connessione Bluetooth.

    o Disconnetti : chiude la connessione tra software e centralina.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 6/27

    - Menù Gestione RB

    o Blocca mappe : blocca le mappe affinchè non possano essere lette e/o modificate da terzi.

    o Sblocca mappe : sblocca la lettura delle mappe. Tale operazione azzera le mappe presenti in memoria.

    o Invia file parametri EVO : invia alla centralina Rapid Bike EVO i settaggi delle opzioni presenti nelle schede Funzioni RB , Cambio e Auto-adattatività , salvati precedentemente in un file (*.epx).

    o Salva file parametri EVO : salva un file in formato .epx che racchiude tutti i settaggi delle opzioni presenti nelle schede Funzioni RB , Cambio e Auto-adattatività in modo tale da poterle caricare a proprio piacimento su altre centraline programmate per la stessa moto.

    - Menù Setup

    o Scarica mappa all’avvio : selezionando questa opzione il software al suo avvio cercherà di connettersi alla centralina e ne scaricherà le mappe visualizzandole sullo schermo.

    o Linguaggio : permette di selezionare la lingua del software. - Menù Firmware (disponibile solo se la chiave USB di licenza è connessa al computer)

    o RB Manager : avvia il software Rapid Bike Manager per la programmazione del firmware per le centraline Rapid Bike 1 – 2 – 3.

    o Aggiorna Firmware Tuning Bike da file : aggiorna il firmware del modulo Tuning Bike selezionando un file di aggiornamento precedentemente scaricato.

    o Aggiorna Firmware Rapid Bike EVO da file : aggiorna il firmware della centralina Rapid Bike EVO caricando un file (con estensione .flx ) presente sul computer.

    Gli aggiornamenti firmware per la Rapid Bike EVO vengono installati automaticamente sul computer tramite gli aggiornamenti automatici del sistema Rapid Bike.

    - Menù Gestione TB (disponibile solo se il software è connesso al modulo Tuning Bike)

    o DataLogger : apre una finestra separata per la gestione della funzione DataLogger del Tuning Bike.

    o Opzioni Tuning Bike : modifica le impostazioni del sistema Tuning Bike.

    o Tuning Bike Status : consente di controllare alcuni parametri del sistema Tuning Bike e visualizzare lo stato degli errori.

    Per ulteriori informazioni consultare il manuale specifico del sistema Tuning Bike

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 7/27

    Al di sotto della barra dei menù è presente la barra degli strumenti, che riprende alcune tra le funzioni già elencate in precedenza:

    1. Apri 2. Salva 3. Disconnetti 4. Connetti 5. Connetti con BlueBike 6. Scarica mappe 7. Annulla 8. Ripristina 9. Più 10. Meno 11. Edita

    Una volta scaricato il contenuto di una centralina (sia essa una Rapid Bike o Tuning Bike) è possibile accedere alle diverse sezioni del software cliccando sulle apposite schede: - Mappe - Tuning Bike - Auto Adattatività - Cambio - Funzioni RB - Status

    A seconda della centralina connessa saranno selezionabili solo alcune di esse Nella parte inferiore della schermata principale è presente la barra di stato che fornisce informazioni riguardanti:

    1. Modello di centralina collegata 2. Tensione di alimentazione della centralina 3. Versione firmware e numero di mappe di iniezione 4. Marca e modello della moto per cui è programmata la centralina

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 8/27

    In caso di collegamento a una centralina Rapid Bike EVO sarà visualizzato anche il serial number della stessa. Di seguito saranno illustrate le diverse sezioni del software suddivise in schede. 3.2 Mappe In questa scheda è possibile consultare e modificare le mappe salvate sul computer o nella centralina Rapid Bike.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 9/27

    Nella parte sinistra della schermata sono visualizzate informazioni relative al sistema:

    - Giri : contagiri digitale del motore

    - Apertura acceleratore : stato di apertura farfalla

    (TPS) in percentuale - MAX Rpm e MAX T.P.S.: indicazione massima

    raggiunta da giri motore e apertura acceleratore - Sensore 1 : tensione del sensore apertura farfalla

    (TPS). - Sensore 2 : tensione del sensore cambio

    elettronico. - Cambio : rapporto utilizzato (solo con Rapid Bike

    EVO per applicazioni che prevedono il collegamento al sensore posizione marcia).

    - Duty-cyle : tempo di apertura iniettori in percentuale

    sul tempo di un ciclo motore. Per moto a doppi iniettori sono raffigurati duty-cycle separati per iniettori superiori e inferiori (solo con Rapid Bike EVO).

    - Iniezione : indicazione in tempo reale della quantità

    di modifica apportata all’iniezione. - Lambda : indicatore grafico della carburazione

    mediante lettura del segnale sonda lambda. L’indicatore Lambda raffigura graficamente il segnale che viene letto dalla sonda lambda narrow band, segnale che varia da 0 Volt (carburazione magra) a 1 Volt (carburazione grassa). I costruttori non utilizzano tutti lo stesso tipo di lambda narrow band, il che non permette di associare un valore di rapporto stechiometrico a una precisa posizione dell’indicatore. Una volta avviato il motore la sonda lambda inizia la sua fase di riscaldamento, durante questa fase il segnale della sonda effettua un ciclo completo passando da 0

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 10/27

    volt a 1 volt o viceversa (ciò dipende dalle scelte del costruttore), una volta che il segnale è tornato alla condizione iniziale la sonda ha terminato il suo riscaldamento. Tale ciclo è visualizzato sull’indicatore Lambda . Quando la sonda è calda appare un segnale azzurro sulla sinistra dell’indicatore Lambda (solo con Rapid Bike EVO). Sulla destra invece appare un altro segnale quando il modulatore lambda effettua una modifica sul segnale, cioè quando il motore lavora su una cella della mappa di iniezione con valore diverso da zero. Nel caso si utilizzi una Rapid Bike 3 con modulatore RBo2 collegato l’indicatore colorato si muoverà solo su 4 posizioni e non verrà visualizzato il segnale azzurro quando la sonda lambda è calda.

    Nella parte centrale della schermata sono visualizzate le tabelle delle mappe di iniezione e/o anticipo. Per l’iniezione l’unità di misura è 1% del tempo ciclo di apertura degli iniettori (duty-cycle) ed i valori massimi sono +150% e -100%. Per l’anticipo l’unità di misura è 0,5° angolari ed i valori massimi sono +10° e -10°. La mappa è suddivisa in colonne per i diversi step di apertura acceleratore e righe per i diversi step di giri motore. La lettura delle celle relative al primo step RPM, a qualsiasi valore lo si metta, parte dal minimo stabilito dal firmware (per l’iniezione in genere è 500 RPM) al valore del successivo step –1. Nell’esempio riportato in figura: la prima riga 1500 viene letta da 500 a 1999

    la seconda da 2000 a 2449

    la terza da 2500 a 2999 e così per le altre righe come per le colonne di apertura acceleratore. I valori degli step RPM sono modificabili a piacimento: è sufficiente selezionare lo step che si desidera modificare cliccando con il tasto sinistro del mouse e utilizzare i tasti + e – della tastiera. Ulteriori modifiche sono disponibili alla voce Configurazione mappa nella scheda Funzioni RB (fare riferimento al capitolo 3.6.2).

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 11/27

    Nella parte destra della schermata sono visualizzati i grafici 2D e 3D delle mappe. Nel grafico 3D, vedi immagine di esempio, l’asse xxxx indica gli step di apertura del gas, l’asse yyyy i gli step di giri motore e l’asse zzzz i valori delle celle in mappa.

    Cliccando sul grafico 3D e tenendo premuto il tasto sinistro del mouse si può ruotare a proprio piacimento tale grafico con il movimento del mouse. Spuntando l’apposita casella Rotate è possibile far ruotare automaticamente il grafico, mentre spuntando la casella sottostante (Solid ) si può scegliere di visualizzare il grafico in forma solida o vettoriale. Il grafico 2D invece visualizza i valori della colonna o della riga selezionata sulla mappa. L’asse orizzontale rappresenta nel primo caso i giri motore e nel secondo caso le percentuali di apertura gas. L’asse verticale rappresenta invece i valori nelle celle della mappa. Cliccando sulla freccia in alto a destra verrà nascosto il grafico e verrà ingrandita la tabella delle mappe. Cliccando invece sulla freccia adiacente apparirà un campo per inserire eventuali note che verranno salvate con la mappa.

    Visualizzazione mappe ingrandita Campo inserimento note

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 12/27

    3.2.1 Modificare le mappe

    I valori di anticipo e iniezione, nelle celle della mappa, sono modificabili in due maniere differenti: si possono incrementare e diminuire i valori utilizzando i tasti + e – della tastiera (incrementando il valore di una unità alla volta) oppure scrivendo direttamente nella cella il valore desiderato. Cliccando sull’icona Edita è possibile passare da una modalità all’altra. Selezionando un’area di celle della tabella è possibile modificarle tutte insieme:

    1. selezionare la cella iniziale della zona da modificare, nella tabella della mappa, portandosi con il puntatore sulla prima cella cliccando con il mouse;

    2. tenendo premuto il tasto sinistro, spostarsi contrassegnando la zona da modificare (si possono anche usare le frecce con il tasto SHIFT premuto);

    3. premere i tasti + o - per aumentare o diminuire rispettivamente i valori presenti nella tabella, o digitare il valore se si desidera avere lo stesso in tutte le celle selezionate.

    E’ anche possibile modificare i valori in mappa agendo sul grafico 2D:

    1. Cliccare e tenere premuto il pulsante del mouse sul valore che si vuole andare a modificare. 2. Spostare il puntatore del mouse verso l’alto o verso il basso per aumentare/diminuire il

    valore.

    3.2.1.1 Funzioni di modifica avanzate Per accedere al menù delle funzioni avanzate bisogna:

    - spostare il cursore sulla tabella numerica della mappa - cliccare con il tasto destro del mouse

    le funzioni sono:

    • Taglia • Copia • Incolla • Annulla • Ripristina • Seleziona tutto • Azzera selezionato • Azzera intera mappa • Interpola

    Accanto alle tabelle delle mappe sono presenti i Comandi Rapid Bike : - Scarica mappe (scarica le mappature dalla centralina) - Invia tavola (invia la mappa visualizzata alla memoria RAM della centralina) - Invia mappa (invia tutte le mappe presenti alla memoria RAM della centralina) - Salva in flash (salva in modo permanente tutte le mappe presenti nella memoria RAM della

    centralina) - Salva file mappa (salva in un file sul computer le mappe presenti nel programma)

    3.2.2 Salvare le mappe

    Per salvare in centralina una mappa aperta nel programma è necessario procedere come segue:

    1. se si desidera inviare solo la mappa selezionata cliccare sul pulsante Invia tavola , altrimenti cliccare su Invia mappa per inviare tutte le mappe presenti.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 13/27

    2. Dopo la conferma dell’avvenuto invio cliccare sul pulsante Salva in flash per salvare

    permanentemente le mappe in centralina.

    Nel caso in cui gli step di giri motore e apertura acceleratore presenti nella memoria della centralina differiscano con quelli della mappa visualizzata verranno sovrascritti da questi ultimi. IMPORTANTE: PER LE CENTRALINE RAPID BIKE 1, 2 E 3 IL COMANDO “S ALVA IN FLASH” VÀ DATO A MOTORE SPENTO MENTRE PER LA CENTRALINA RA PID BIKE EVO È POSSIBILE DARLO ANCHE A MOTORE ACCESO .

    3.3 Tuning Bike Questa scheda è dedicata all’utilizzo del sistema di auto-mappatura Tuning Bike che permette la mappatura in automatico della mappa di iniezione delle centraline Rapid Bike. Per ulteriori informazioni fare riferimento al manuale fornito con il sistema. 3.4 Auto-adattatività In questa scheda è possibile gestire la funzione di Auto-adattatività della centralina Rapid Bike EVO. Questa funzione permette la regolazione automatica dei parametri di iniezione grazie alla lettura del segnale della sonda lambda originale presente sulla moto.

    La schermata dedicata a questa funzione è divisa in due parti: a sinistra sono presenti i settaggi per regolarne il funzionamento, nella parte a destra è presente una mappa indicante le modifiche apportate ai valori di iniezione. Durante la guida le modifiche ai valori di iniezione verranno salvate nella mappa dell’auto-adattatività, i valori di iniezione verranno poi modificati in base alla mappa dell’auto-adattatività sommata a quella di iniezione presente nella centralina Rapid Bike Evo. La mappa dell’auto-adattatività può essere cancellata, cliccando sul bottone Cancella mappa , o se ne possono sommare i valori sulla mappa di iniezione principale così da rendere permanenti le modifiche: per

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 14/27

    fare questo è sufficiente cliccare sulla mappa dell’auto-adattatività con il tasto destro del mouse e selezionare Somma correzioni alla mappa (dopo tale operazione la mappa dell’auto-adattatività verrà automaticamente azzerata). L’auto-adattatività funziona esclusivamente se la centralina è impostata con una sola mappa di iniezione, anche con switch mappe attivo. Questa funzione non corregge la prima colonna della mappa di iniezione.

    3.4.1 Regolazioni Alla voce Lambda è possibile settare il tipo di carburazione desiderata. IMPORTANTE: la modifica del settaggio Lambda và eseguita su un banco prova con rilevamento gas di scarico, cosi da poter verificare il rapporto stechiometrico raggiunto con il nuovo settaggio evitandone una regolazione pericolosa per il motore. Alla voce Inizio correzione si imposta il numero di giri oltre il quale si desidera che l’auto-adattatività corregga i valori di iniezione presenti in mappa (impostando i giri al minimo la funzione viene disabilitata). 3.4.1.1 Avanzate

    Cliccando sul pulsante Avanzate si potrà impostare la massima correzione, in positivo e negativo, che l’auto-adattatività potrà effettuare.

    Cliccando sul pulsante Applica le nuove impostazioni verranno salvate. 3.5 Cambio In questa scheda è possibile regolare il funzionamento del cambio elettronico. I settaggi si differenziano in base alla centralina collegata.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 15/27

    I settaggi principali (comuni a tutte le centraline) sono: - RPM On, indica il numero di giri oltre il quale il cambio elettronico inizierà a funzionare (impostando i

    giri al minimo il cambio elettronico viene disabilitato). - Cut-OFF , indica il tempo per il quale la centralina taglierà i segnali del motore consentendo la

    cambiata. Nel caso di una centralina Rapid Bike 1, 2 o 3 cliccando sul pulsante Avanzate è possibile settare anche il parametro Hold-OFF , un filtraggio eseguito dalla centralina (per il tempo impostato) per evitare segnali di falsa cambiata dopo ogni cambio marcia. La centralina Rapid Bike EVO ha la possibilità di impostare ulteriori parametri cliccando sul pulsante Avanzate . Oltre al parametro Hold-OFF sono presenti: - Hold-ON , un filtraggio, che la centralina esegue prima di tagliare i segnali del motore, per evitare

    che possibili disturbi sul segnale del sensore cambio vengano interpretati come un segnale di effettivo cambio marcia.

    - Cut-off by Gear , permette di differenziare il tempo di cut-off per ogni cambio di marcia (nel caso di applicazioni che prevedono il riconoscimento della marcia inserita).

    - Cut-off by Rpm , permette di differenziare il tempo di cut-off in base ai giri motore impostando un fattore di correzione del tempo di cut-off principale in tre diversi range di giri.

    - Soglia , imposta la tensione del sensore cambio al di sotto della quale la centralina effettuerà il taglio dei segnali motore.

    - No Repeat Shift , dopo un cambio marcia impedisce altre cambiate finché la leva del cambio non torna nella posizione di riposo. In questa maniera, nell’uso in pista, è possibile affrontare le curve mantenendo la leva premuta dopo una cambiata senza che la centralina effettui ulteriori tagli dei segnali per la cambiata (cosa che avverrebbe una volta trascorso il tempo di Hold-OFF).

    3.6 Funzioni RB In questa scheda sono raccolte le regolazioni per le diverse funzionalità aggiuntive delle centraline Rapid Bike. A seconda della centralina collegata saranno visualizzate le funzionalità disponibili.

    3.6.1 Calibrazione Permette di regolare la tensione del potenziometro farfalla e le tensioni del sensore posizione marcia in ingresso e in uscita.

    3.6.1.1 Calibrazione Acceleratore

    La calibrazione dell’acceleratore và effettuata quando, per una errata impostazione iniziale, non c’è corrispondenza tra completa apertura dell’acceleratore e lo stato di apertura che viene visualizzato. Per calibrare l’acceleratore seguire la procedura descritta in seguito:

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 16/27

    1. Accendere il motore. 2. Cliccare sul pulsante Calibrazione Acceleratore . 3. Accelerare al massimo e rilasciare completamente l’acceleratore per permettere

    l’acquisizione della tensione massima e minima dell’acceleratore. 4. Cliccare nuovamente sul pulsante per terminare la procedura. 5. Cliccare sul pulsante Applica per memorizzare i nuovi settaggi.

    3.6.1.2 Calibrazione sensore cambio

    La calibrazione del sensore posizione marcia và effettuata quando, per una errata impostazione iniziale, non c’è corrispondenza tra la marcia inserita e quella visualizzata sul software. Per calibrare il sensore posizione marcia seguire la procedura descritta in seguito:

    1. Accendere il motore. 2. Cliccare sul pulsante Calibrazione sensore marce . 3. Seguire le istruzioni a video. 4. Cliccare nuovamente sul pulsante per terminare la procedura. 5. Cliccare sul pulsante Applica per memorizzare i nuovi settaggi.

    3.6.1.3 Calibrazione uscita sensore cambio

    Questa funzione permette di modificare la tensione del sensore marce in uscita dalla centralina Rapid Bike EVO. Qualora non vi è corrispondenza tra la marcia utilizzata e quella visualizzata sul cruscotto della moto (con Limitatore di Velocità disattivato) si deve innanzitutto effettuare la calibrazione del sensore cambio (paragrafo 3.6.1.2) dopodiché se il problema persiste occorre regolare i valori in uscita, in modo tale da ripristinare la corretta visualizzazione. Una volta modificati i parametri cliccare sul pulsante Applica per rendere permanenti le modifiche.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 17/27

    3.6.2 Configurazione Mappa Permette di modificare alcune caratteristiche delle mappe in centralina. Si divide in due parti:

    - Configurazione Mappe RapidBike : in base alla centralina collegata si può decidere quante

    mappe di iniezione si desidera avere e abilitare (o disabilitare) lo switch per la doppia mappatura.

    o Dimensione mappa (opzione avanzata solo per Rapid Bike EVO): imposta la

    risoluzione righe/colonne della mappa di iniezione.

    - Righe/colonne : si possono modificare i valori di TPS per le diverse colonne e i valori massimo e minimo dei giri motore della mappa.

    o Media celle (opzione avanzata solo per Rapid Bike EVO): nello spostarsi tra una

    cella della mappa e quelle adiacenti la centralina effettua una media dei valori di modifica. In questa maniera si rende meno brusco il passaggio tra celle contenenti valori di modifica molto differenti.

    Cliccando sul pulsante Applica le nuove impostazioni verranno salvate.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 18/27

    3.6.3 Pompe di ripresa Questa funzione permette di aggiungere (o anche togliere nel caso di centralina Rapid Bike EVO) una certa quantità di benzina al valore già presente in mappa in fase di apertura dell’acceleratore.

    I parametri di regolazione sono tre: - Incremento : indica la quantità di benzina da aggiungere (o togliere) nel momento in cui si

    attiva la pompa. - Sensibilità : determina l’attivazione in base all’apertura dell’acceleratore. Per valori di

    sensibilità bassi la pompa si attiverà per aperture dell’acceleratore grandi e rapide, aumentando la sensibilità la pompa si attiverà per aperture dell’acceleratore piccole e lente.

    - Durata : stabilisce per quanto tempo la pompa deve aggiungere (o togliere) benzina dal momento in cui si attiva la pompa (quindi dal momento in cui si apre l’acceleratore).

    Si ricorda che il settaggio di tale funzione dipende molto dalla sensibilità e dallo stile del guidatore quindi non ne esiste uno ideale. Per aiutarsi con la regolazione viene visualizzato, nella schermata Mappe accanto all’indicatore Apertura Acceleratore , un indicatore grafico raffigurante il funzionamento della pompa di ripresa.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 19/27

    3.6.4 Setup RBo2 Racchiude i settaggi per il funzionamento del modulatore segnale sonda lambda RBo2 (nel caso di una centralina Rapid Bike EVO il modulatore è integrato all’interno di essa).

    3.6.4.1 Con centralina Rapid Bike 3

    Le opzioni standard permettono unicamente di regolare la modalità di riconoscimento del modulo RBo2 da parte della centralina Rapid Bike 3:

    - Ricerca Automatica : la centralina Rapid Bike 3 riconoscerà automaticamente quando il modulatore RBo2 è collegato al sistema (opzione selezionata di default).

    - Non ricercare, RBo2 sempre connesso : la centralina Rapid Bike 3 non si preoccuperà di verificare l’effettiva presenza del modulatore RBo2 ma lo considererà connesso in ogni caso.

    - RBo2 Disabilitato : la centralina Rapid Bike 3 non verificherà la presenza del modulatore RBo2 che rimarrà quindi inattivo.

    3.6.4.1.1 Avanzate - Valore della lambda di Default : indica il valore di tensione in uscita dalla

    sonda lambda al di sotto del quale il modulatore RBo2 considera la carburazione come grassa, e al di sopra del quale considera la carburazione magra.

    - Aumenta correzione Lambda valore mappa positivo : imposta il parametro di correzione del segnale lambda per valori positivi della mappa di iniezione.

    - Diminuisci correzione Lambda valore mappa negativo : imposta il parametro di correzione del segnale lambda per valori negativi della mappa di iniezione.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 20/27

    3.6.4.2 Con centralina Rapid Bike EVO

    Le opzioni standard permettono di attivare o disattivare la funzione dell’RBo2 integrato nella centralina e i parametri di correzione del segnale lambda per valori positivi e negativi della mappa di iniezione.

    3.6.4.2.1 Avanzate - Valori riscaldamento sonda Lambda : impostazione dei valori minimo e

    massimo di tensione in uscita che la sonda lambda di serie raggiunge durante la sua fase di riscaldamento.

    - Tensione Lambda in uscita : impostazione dei valori minimo e massimo di tensione del segnale in uscita della sonda lambda durante il suo regolare funzionamento.

    IMPORTANTE: i parametri riguardanti il modulatore R Bo2, sia esso integrato nella centralina RB o meno, sono strettamente correlati alla sonda l ambda utilizzata dal costruttore. Modifiche a tali parametri vanno sempre concordate mettendosi in contatto con l’assistenza tecnica Rapid Bike. 3.6.5 Limitatore di giri Consente di impostare il numero di giri per i quali verrà spostato il limitatore originale, tale funzione è legata al firmware della centralina Rapid Bike e non è disponibile per tutte le applicazioni.

    Spostando il cursore si seleziona il numero di giri per i quali si vuole spostare il limitatore originale, dopodiché è sufficiente cliccare sul pulsante Applica per salvare l’impostazione in centralina.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 21/27

    3.6.6 Segnale Pick-up (solo per centralina Rapid Bike 3) Permette di modificare la sensibilità di lettura del segnale proveniente dal sensore posizione albero motore (sensore pick-up) qualora il segnale proveniente da quest’ultimo fosse troppo debole o troppo forte.

    In entrambi i casi le anomalie più comuni possono essere riassunte in: - Difficoltà nell’avviamento - Tagli di accensione durante il funzionamento

    I settaggi possibili per la modifica della sensibilità sono i seguenti: - Impostazioni di default del Rapid Bike : riporta il settaggio della sensibilità a quello

    impostato di default nel firmware della centralina. - Minima sensibilità lettura segnale pick-up a tutti i regimi : da utilizzare nei casi in cui

    siano presenti tagli di accensione durante il funzionamento o il motore dia l’impressione di essere “fuori fase” non riuscendo ad avviarsi.

    - Media sensibilità lettura segnale pick-up solo sott o 2500 rpm : da utilizzare in caso di mancato avviamento. Per questa opzione è inoltre possibile cambiare il numero di rpm al di sotto del quale si ha il cambiamento di sensibilità.

    - Massima sensibilità lettura segnale pick-up solo so tto 2500 rpm : vedi sopra. - Massima sensibilità lettura segnale pick-up a tutti i regimi : da utilizzare nei casi in cui

    siano presenti tagli di accensione durante il funzionamento o il motore stenti a partire. Una volta selezionata l’opzione desiderata è sufficiente cliccare sul pulsante Applica per memorizzarla in centralina. 3.6.7 Blocco RPM (solo per Rapid Bike 3) Questa funzione permette di impostare un limitatore di giri, attivabile tramite switch, inferiore a quello originale. L’utilizzo più comune è quello di limitatore velocità per la pit-lane: dato che la Rapid Bike non è in grado di leggere il segnale della velocità si deve impostare il numero di giri con i quali, utilizzando un determinato rapporto, si ottiene la velocità massima consentita in pit-lane.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 22/27

    Tramite il cursore si impostano i giri motore desiderati (spostandolo all’estremità sinistra si disabilita la funzione) dopodiché si seleziona a quale dei due cavi per il collegamento degli accessori si desidera collegare lo switch che attiverà il blocco rpm. Nota : a seconda del cavo selezionato (grigio o marrone) si dovrà rinunciare allo switch mappe o al cambio elettronico. Per memorizzare i settaggi cliccare sul pulsante Applica . 3.6.8 Limitatore di velocità (solo per Rapid Bike EVO) Per le applicazioni che prevedono il collegamento al sensore posizione marcia è possibile rimuovere il limitatore di velocità (presente solitamente in 5° e/o 6° marcia) falsando il segnale della marcia inserita. Superato un certo regime di giri con una certa apertura del gas la centralina Rapid Bike EVO invierà alla centralina di serie il segnale di una marcia diversa da quella effettivamente utilizzata.

    Cliccando sul pulsante Abilita/Disabilita si attiva la funzione con i parametri di default (possono essere diversi a seconda dell’applicazione). Cliccando sul pulsante Avanzate si potranno modificare tali parametri: - Marcia utilizzata : imposta quale marcia verrà segnalata alla centralina di serie quando la

    funzione sarà attiva. - Attiva funzione oltre : imposta il numero di giri motore e apertura del’acceleratore (espressa

    in numero di colonna della mappa) superati i quali la funzione si attiva. Entrambe le condizioni devono verificarsi per l’attivazione.

    - Opzioni attivazione marcia : selezionare Solo oltre la marcia impostata se si desidera che la funzione si attivi solo dal rapporto selezionato alla voce Marcia utilizzata , selezionare Sempre se si desidera che la funzione si attivi per ogni rapporto utilizzato. Per entrambe le regolazioni occorre sempre superare i giri motore e l’apertura acceleratore impostati precedentemente.

    Cliccando sul pulsante Applica si memorizzano i nuovi settaggi.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 23/27

    3.7 Status In questa scheda è possibile consultare una serie di informazioni riguardanti la centralina Rapid Bike EVO.

    Nello specifico si possono consultare: - Giri motore espressi in giri/min e in millisecondi per ogni giro motore. - Valori di duty-cyle e tempo di iniezione (espresso in millisecondi) per ogni iniettore. - Quantità di modifica applicata a ogni iniettore (per valori in mappa diversi da zero). - Tensione dei sensori

    o Acceleratore o Cambio elettronico o Switch maps o Ingresso/Uscita sonda Lambda 1 o Ingresso/Uscita sonda Lambda 2 o sensore posizione marcia inserita.

    - Tensione di alimentazione o Batteria o 5v

    - Temperatura massima e in tempo reale o CPU o Scheda

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 24/27

    3.8 Programmazione centraline

    3.8.1 Centraline Rapid Bike 1 – 2 – 3

    La programmazione del firmware per le centraline Rapid Bike 1, 2 e 3 viene eseguita dal software Rapid Bike Manager . Tale software si può avviare solo se la chiave USB di licenza è connessa al computer.

    Cliccare sulla voce Firmware nella barra dei menù e selezionare RB Manager per avviare il programma.

    Si apre una finestra che mostra un elenco delle marche di moto disponibili.

    Cliccando sulle cartelle indicanti le marche si apre l’elenco di firmware disponibili.

    Il nome del firmware identifica la centralina sulla quale và caricato, il modello di moto, l’anno di produzione della moto.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 25/27

    Selezionando un firmware appaiono nella parte destra della finestra le informazioni più dettagliate delle stesso. Quelle più importanti fanno riferimento alla data e alla versione del firmware. Si possono inoltre verificare i valori pre-impostati della tensione acceleratore della funzione Limitatore. E’ consigliato mantenere il programma RB Manager sempre aggiornato in maniera tale da avere sempre disponibili i firmware più recenti.

    Una volta selezionato il firmware desiderato si clicca su Invia Firmware per programmare la centralina. Una barra ci mostrerà il progresso della programmazione.

    Una volta terminata la programmazione del firmware possiamo scegliere se caricare subito una mappa in centralina o se lasciare le mappe presenti con valori a zero.

  • Emesso da: PM approvato da DG Rev.02 del 28/05/10 pag. 26/27

    Cliccando su SI si apre una finestra dove possiamo selezionare la mappa da caricare, cliccando su NO le mappe in centralina resteranno con tutti i valori a zero.

    Nella schermata di selezione della mappa è sufficiente selezionare la mappa desiderata e cliccare su Apri , la mappa verrà automaticamente salva nella memoria della centralina.

    Nella parte destra della finestra appare l’anteprima della mappa che può essere visualizzata come grafico o come tabella cliccando sull’apposita icona. 3.8.2 Centraline Rapid Bike EVO Per programmare una centralina Rapid Bike EVO si deve semplicemente caricare una mappa salvata sul computer. Caricando una mappa vengono automaticamente programmati il firmware e i settaggi di default delle varie funzioni (Cambio , Auto-adattatività e Funzioni RB ). Ciò avviene solamente se la chiave USB di licenza è connessa al computer. Se non si verifica questa condizione viene solamente caricata la mappa. Dopo aver aperto una mappa salvata sul computer occorre cliccare sul pulsante Invia mappa : il software programmerà mappa, firmware e settaggi. Se si clicca sul pulsante Invia tavola il firmware e i settaggi non vengono caricati, viene inviata solamente la mappa selezionata.