Quiz diritto amministrativo - Fondazione PTV · Quiz diritto amministrativo 1 1. IL DIRITTO...

of 28/28
Quiz diritto amministrativo 1 1. IL DIRITTO AMMINISTRATIVO È LA DISCIPLINA GIURIDICA CHE CONCERNE LORGANIZZAZIONE, I MEZZI E LE FORME DELLE ATTIVITÀ DELLA P.A. IL COMPLESSO DELLE NORME CHE DISCIPLINA LA FORMAZIONE, LORGANIZZAZIONE E LATTIVITÀ DELLO STATO E DEGLI ENTI PUBBLICI, NONCHÉ I RAPPORTI CHE QUESTI INTRATTENGONO CON I PRIVATI IL RAMO DEL DIRITTO PUBBLICO CHE STUDIA I PRINCIPI E LE NORME FONDAMENTALI DELLATTIVITÀ DELLO STATO, DEI CITTADINI E DI TUTTI GLI ALTRI SOGGETTI DELLA COMUNITÀ 2. LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE AGISCE MEDIANTE ATTI DI NATURA PARITETICA SECONDO LE NORME DI DIRITTO PRIVATO, NELLADOZIONE DI ATTI DI NATURA NON AUTORITATIVA E SALVO CHE LA LEGGE DISPONGA DIVERSAMENTE SEMPRE CON ATTI DI NATURA AUTORITATIVA 3. A NORMA DEL DLGS N. 165/01, NELLA MATERIA DEL PUBBLICO IMPIEGO, LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA SI SVOLGE: ESCLUSIVAMENTE IN MATERIA DI TRATTAMENTO ECONOMICO, OGNI BIENNIO SU TUTTE LE MATERIE RELATIVE AL RAPPORTO DI LAVORO, ALLE RELAZIONI SINDACALI E ALL'ORGANIZZAZIONE INTERNA DELL'AMMINISTRAZIONE, ANCHE SE QUEST'ULTIMA NON INFLUISCE SUI RAPPORTI DI LAVORO SU TUTTE LE MATERIE RELATIVE AL RAPPORTO DI LAVORO E ALLE RELAZIONI SINDACALI 4. QUALI TRA QUESTI CRITERI DELLAZIONE AMMINISTRATIVA NON È INDICATO NELLART.97 DELLA COSTITUZIONE? TRASPARENZA BUONA AMMINISTRAZIONE LEGALITÀ 5. I RAPPORTI TRA LE FONTI DEL DIRITTO POSSONO REGOLARSI SECONDO SOLO SECONDO IL CRITERIO CRONOLOGICO SECONDO I CRITERI PER MATERIA E PER VALORE SECONDO I CRITERI: CRONOLOGICO, GERARCHICO E DI COMPETENZA 6. IL PRINCIPIO DI BUON ANDAMENTO È: UN PRINCIPIO GIURIDICO UN CRITERIO METAGIURIDICO SENZA VALORE PRECETTIVO UN CRITERIO DI OPPORTUNITÀ 7. I RAPPORTI TRA LE DIVERSE FONTI DEL DIRITTO, OLTRE AL PRINCIPIO LEX POSTERIOR DEROGA PRIORI, SONO REGOLATI: DAL PRINCIPIO DI ADEGUATEZZA DAL PRINCIPIO DI GERARCHIA E DAL PRINCIPIO DI COMPETENZA DAL PRINCIPIO DI DIFFERENZIAZIONE E DAL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETÀ 8. COSA SI INTENDE PER PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DEI LAVORI O PER AFFIDAMENTO DEI LAVORI? IL RICORSO ALLA TRATTATIVA PRIVATA IL RICORSO A SISTEMI DI APPALTO O DI CONCESSIONE L'ESPERIMENTO DI UNA TRATTATIVA PRIVATA 9. IL PRINCIPIO DI RAGIONEVOLEZZA DETERMINA VIOLAZIONE DI LEGGE IRREGOLARITÀ DELLATTO ECCESSO DI POTERE 10. A NORMA DELLA LEGGE N. 15/68, COME MODIFICATA DAL DPR 445/2000, SI PUÒ COMPROVARE CON DICHIARAZIONE, ANCHE CONTESTUALE ALLISTANZA PRODOTTA IN SOSTITUZIONE DELLA NORMALE CERTIFICAZIONE: LO STATO DI MALATTIA LO STATO DI INVALIDO CIVILE IL DECESSO DEL CONIUGE 11. AI SENSI DEL DLGS 165/01, DA CHI VENGONO DEFINITI I TRATTAMENTI ECONOMICI FONDAMENTALE ED ACCESSORIO? DAI CONTRATTI COLLETTIVI DAL MINISTRO DAL DIRIGENTE GENERALE
  • date post

    15-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    263
  • download

    1

Embed Size (px)

Transcript of Quiz diritto amministrativo - Fondazione PTV · Quiz diritto amministrativo 1 1. IL DIRITTO...

Quiz diritto amministrativo

1

1. IL DIRITTO AMMINISTRATIVO LA DISCIPLINA GIURIDICA CHE CONCERNE LORGANIZZAZIONE, I MEZZI E LE FORME DELLE ATTIVIT DELLA

P.A. IL COMPLESSO DELLE NORME CHE DISCIPLINA LA FORMAZIONE, LORGANIZZAZIONE E LATTIVIT DELLO

STATO E DEGLI ENTI PUBBLICI, NONCH I RAPPORTI CHE QUESTI INTRATTENGONO CON I PRIVATI IL RAMO DEL DIRITTO PUBBLICO CHE STUDIA I PRINCIPI E LE NORME FONDAMENTALI DELLATTIVIT DELLO

STATO, DEI CITTADINI E DI TUTTI GLI ALTRI SOGGETTI DELLA COMUNIT 2. LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE AGISCE

MEDIANTE ATTI DI NATURA PARITETICA SECONDO LE NORME DI DIRITTO PRIVATO, NELLADOZIONE DI ATTI DI NATURA NON AUTORITATIVA E SALVO

CHE LA LEGGE DISPONGA DIVERSAMENTE SEMPRE CON ATTI DI NATURA AUTORITATIVA

3. A NORMA DEL DLGS N. 165/01, NELLA MATERIA DEL PUBBLICO IMPIEGO, LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA SI SVOLGE: ESCLUSIVAMENTE IN MATERIA DI TRATTAMENTO ECONOMICO, OGNI BIENNIO SU TUTTE LE MATERIE RELATIVE AL RAPPORTO DI LAVORO, ALLE RELAZIONI SINDACALI E

ALL'ORGANIZZAZIONE INTERNA DELL'AMMINISTRAZIONE, ANCHE SE QUEST'ULTIMA NON INFLUISCE SUI RAPPORTI DI LAVORO

SU TUTTE LE MATERIE RELATIVE AL RAPPORTO DI LAVORO E ALLE RELAZIONI SINDACALI 4. QUALI TRA QUESTI CRITERI DELLAZIONE AMMINISTRATIVA NON INDICATO NELLART.97 DELLA COSTITUZIONE?

TRASPARENZA BUONA AMMINISTRAZIONE LEGALIT

5. I RAPPORTI TRA LE FONTI DEL DIRITTO POSSONO REGOLARSI SECONDO SOLO SECONDO IL CRITERIO CRONOLOGICO SECONDO I CRITERI PER MATERIA E PER VALORE SECONDO I CRITERI: CRONOLOGICO, GERARCHICO E DI COMPETENZA

6. IL PRINCIPIO DI BUON ANDAMENTO : UN PRINCIPIO GIURIDICO UN CRITERIO METAGIURIDICO SENZA VALORE PRECETTIVO UN CRITERIO DI OPPORTUNIT

7. I RAPPORTI TRA LE DIVERSE FONTI DEL DIRITTO, OLTRE AL PRINCIPIO LEX POSTERIOR DEROGA PRIORI, SONO REGOLATI: DAL PRINCIPIO DI ADEGUATEZZA DAL PRINCIPIO DI GERARCHIA E DAL PRINCIPIO DI COMPETENZA DAL PRINCIPIO DI DIFFERENZIAZIONE E DAL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIET

8. COSA SI INTENDE PER PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DEI LAVORI O PER AFFIDAMENTO DEI LAVORI? IL RICORSO ALLA TRATTATIVA PRIVATA IL RICORSO A SISTEMI DI APPALTO O DI CONCESSIONE L'ESPERIMENTO DI UNA TRATTATIVA PRIVATA

9. IL PRINCIPIO DI RAGIONEVOLEZZA DETERMINA VIOLAZIONE DI LEGGE IRREGOLARIT DELLATTO ECCESSO DI POTERE

10. A NORMA DELLA LEGGE N. 15/68, COME MODIFICATA DAL DPR 445/2000, SI PU COMPROVARE CON DICHIARAZIONE, ANCHE CONTESTUALE ALLISTANZA PRODOTTA IN SOSTITUZIONE DELLA NORMALE CERTIFICAZIONE:

LO STATO DI MALATTIA LO STATO DI INVALIDO CIVILE IL DECESSO DEL CONIUGE

11. AI SENSI DEL DLGS 165/01, DA CHI VENGONO DEFINITI I TRATTAMENTI ECONOMICI FONDAMENTALE ED ACCESSORIO? DAI CONTRATTI COLLETTIVI DAL MINISTRO DAL DIRIGENTE GENERALE

Quiz diritto amministrativo

2

12. SI PU PROPORRE RICORSO PER CASSAZIONE CONTRO UNA SENTENZA DEL CONSIGLIO DI STATO? S IN OGNI CASO S, MA SOLO PER ASSOLUTO DIFETTO DI GIURISDIZIONE NO, IN NESSUN CASO

13. QUALI SONO LE FONTI RINFORZATE? LE LEGGI PER LE QUALI VIGE LA RISERVA DI LEGGE COSTITUZIONALE LE NORME CHE NON POSSONO ESSERE ABROGATE LE LEGGI CHE PRESENTANO VARIANTI DI PROCEDIMENTO O DI FORMA RISPETTO AL TIPO CUI APPARTENGONO

14. AI SENSI DEL DLGS 165/01, NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI LA LIBERT E L'ATTIVIT SINDACALE RIMANGONO TUTELATE NELLE FORME PREVISTE DALLE DISPOSIZIONI DELLA LEGGE N. 300 DEL 20 MAGGIO 1970 (C.D. STATUTO DEI LAVORATORI)?

NO S, LO SONO SOLO IN ALCUNI CASI SPECIFICAMENTE INDICATI DAL DLGS 29/93

15. IL CONCETTO DI "AMMINISTRAZIONE ATTIVA" SI RIFERISCE: A TUTTE LE ATTIVIT A CARATTERE STRUMENTALE CHE NON SONO PROPRIE ED ESCLUSIVE DEL CAMPO

D'AZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE A TUTTE LE ATTIVIT MEDIANTE LE QUALI L'AMMINISTRAZIONE AGISCE OPERATIVAMENTE IN VISTA DELLA

REALIZZAZIONE DEGLI OBIETTIVI CONCRETI ASSEGNATI ALL'AZIONE AMMINISTRATIVA ALL'ATTIVIT VOLTA A PRESTARE CONSIGLIO ALLE AUTORIT CHE DEBBONO PROVVEDERE SU UN

DETERMINATO OGGETTO 16. AI SENSI DEL DPR 445/2000, LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PU AMMETTERE I CERTIFICATI ANAGRAFICI OLTRE IL

TERMINE DI VALIDIT? NO, IN NESSUN CASO S PU FARLO SE L'INTERESSATO, IN FONDO AL DOCUMENTO, DICHIARI CHE NON HANNO SUBTO VARIAZIONI

DALLA DATA DEL RILASCIO S, SE SONO IN BOLLO, SENZA NECESSIT DI ALCUNA DICHIARAZIONE

17. AI SENSI DELLA LEGGE 241/90 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI, AMMESSO IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI NEI CONFRONTI DELLE AZIENDE AUTONOME E SPECIALI ?

SI, AMMESSO NO, NON AMMESSO NO, FATTE SALVE LE ECCEZIONI PRESCRITTE DAI RISPETTIVI ORDINAMENTI

18. CHE COSA , SECONDO LA DOTTRINA, UNA RISERVA DI LEGGE RELATIVA? UNA RISERVA DI LEGGE RINFORZATA UNA RISERVA DI LEGGE CHE PU ESSERE DEROGATA DAL POTERE ESECUTIVO UNA RISERVA DI LEGGE CHE AFFIDA AL LEGISLATORE LA DISCIPLINA DEI PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA

MATERIA 19. CHE COS' IL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIET?

IL PRINCIPIO CHE AFFIDA LO SVOLGIMENTO DI TUTTE LE FUNZIONI AI LIVELLI DI GOVERNO SUPERIORI IL PRINCIPIO CHE DEMANDA AI LIVELLI DI GOVERNO SUPERIORI, L'INDIVIDUAZIONE DELLE FUNZIONI DA

AFFIDARE AI LIVELLI INFERIORI IL PRINCIPIO CHE IMPONE L'ADOZIONE DELLE DECISIONI AL LIVELLO PI VICINO AI CITTADINI

20. CHI IL COMMISSARIO AD ACTA? UN SOGGETTO SCELTO DALL'AMMINISTRAZIONE PER OTTEMPERARE AL GIUDICATO IL GIUDICE AMMINISTRATIVO CHE ADOTTA IL PROVVEDIMENTO ESECUTIVO DEL GIUDICATO UN SOGGETTO NOMINATO DAL GIUDICE AMMINISTRATIVO ED INCARICATO DELL'ESECUZIONE DEL

GIUDICATO PER L'IPOTESI IN CUI PERDURI L'INOTTEMPERANZA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 21. LA COMUNICAZIONE PERSONALE DELL'AVVIO DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO, AI SENSI DELLA LEGGE N. 241/90,

PU ESSERE SOSTITUITA DA FORME DI PUBBLICIT IDONEE DI VOLTA IN VOLTA STABILITE DALL'AMMINISTRAZIONE? S, SE PER IL NUMERO DEI DESTINATARI LA COMUNICAZIONE PERSONALE NON SIA POSSIBILE O RISULTI

PARTICOLARMENTE GRAVOSA S, MEDIANTE PUBBLICAZIONE NELLA GAZZETTA UFFICIALE

Quiz diritto amministrativo

3

NO, MAI 22. I REGOLAMENTI SI QUALIFICANO COME ATTI

FORMALMENTE E SOSTANZIALMENTE AMMINISTRATIVI FORMALMENTE AMMINISTRATIVI MA SOSTANZIALMENTE NORMATIVI CHE POSSONO ANCHE DEROGARE QUANTO DISPOSTO DALLA LEGGE

23. CHI PREPOSTO AD UN UFFICIO AMMINISTRATIVO O AD UN ORGANO, PU DELEGARE LE PROPRIE ATTRIBUZIONI? SI, IN OGNI CASO NO, IN NESSUN CASO NO, SALVO CHE LA LEGGE LO PREVEDA ESPRESSAMENTE

24. COME PU DEFINIRSI L'INTERESSE LEGITTIMO? UN INTERESSE IMMEDIATAMENTE TUTELATO UN INTERESSE TUTELATO SOLO AMMINISTRATIVAMENTE UN INTERESSE DIFFERENZIATO E QUALIFICATO

25. SI DEFINISCE NORMA IMPERFETTA: UNA NORMA PER LA CUI ATTUAZIONE NECESSARIA LEMANAZIONE DI UNA SUCCESSIVA NORMA DI

ESECUZIONE UNA NORMA GIURIDICA PER LA CUI INOSSERVANZA NON PREVISTA ALCUNA SANZIONE UNANORMA EMANATA ILLEGITTIMAMENTE DAL POTERE ESECUTIVO

26. I DIRITTI SOGGETTIVI CONSISTONO NELLA TUTELA DIRETTA DI UN INTERESSE ECONOMICO MEDIANTE IL RICONOSCIMENTO DELLE PRETESE DEL

SINGOLO NELLA PROTEZIONE ACCORDATA DALLA LEGGE AI CITTADINI, NEL SENSO CHE LA NORMA TUTELA

DIRETTAMENTE ED INCONDIZIONATAMENTE LA PRETESA DI UN SOGGETTO AD ESIGERE DA UN ALTRO SOGGETTO L'OSSERVANZA DI UN DOVERE

NELLA PRETESA DEL SINGOLO CITTADINO DI ESIGERE DAGLI ALTRI IL RISPETTO DELLA SUA PERSONA 27. COSA SI INTENDE PER FONTI INDIRETTE?

FONTI NON SCRITTE FONTI PREVISTE DA UN ORDINAMENTO ESTERNO A QUELLO DELLO STATO IN CUI ESPLICANO LA LORO

EFFICACIA NON SONO PREVISTE NEL NOSTRO ORDINAMENTO

28. CHE COSA PREVEDEVANO I DECRETI PRESIDENZIALI NN. 616 E 617 DEL 24 LUGLIO 1977? LA RIFORMA DELLA DIRIGENZA STATALE L'INIZIO DEI TRASFERIMENTI DI COMPETENZE ALLE REGIONI LA SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

29. COSA SI INTENDE PER DISCREZIONALIT AMMINISTRATIVA? UN DIRITTO SOGGETTIVO UN INTERESSE DI FATTO LA FACOLT DI VALUTAZIONE E DI CONTEMPERAMENTO DI INTERESSI

30. PER DISCREZIONALIT AMMINISTRATIVA SI INTENDE: LA VALUTAZIONE E PONDERAZIONE DEGLI INTERESSI IN RIFERIMENTO ED IL POTERE DI SCELTA IN ORDINE

ALL'AGIRE LA VALUTAZIONE DEI FATTI POSTI DALLA LEGGE A PRESUPPOSTO DELL'OPERARE, ALLA STREGUA DI

CONOSCENZE TECNICHE SOLO LA VALUTAZIONE E PONDERAZIONE DEGLI INTERESSI IN RIFERIMENTO

31. I TESTI UNICI HANNO CARATTERE INNOVATIVO? NO, HANNO CARATTERE MERAMENTE RICOGNITIVO SI, MA SOLO I TESTI UNICI DI COORDINAMENTO TUTTI I TESTI UNICI HANNO CARATTERE INNOVATIVO

32. LE ISTANZE E LE DICHIARAZIONI DA PRESENTARE ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE POSSONO ESSERE INVIATE ANCHE PER FAX E VIA TELEMATICA?

SI

Quiz diritto amministrativo

4

NO NO, TRANNE NEI CASI ESPRESSAMENTE PREVISTI DALLA LEGGE

33. COSA SI INTENDE PER PARERE OBBLIGATORIO MA NON VINCOLANTE? IL PARERE OBBLIGATORIAMENTE RICHIESTO, A CUI LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DEVE UNIFORMARSI IL PARERE PER IL QUALE L'AMMINISTRAZIONE PROCEDENTE HA DISCREZIONALIT IN ORDINE ALLA RICHIESTA,

MA AL QUALE, OVE RICHIESTO, DEVE UNIFORMARSI IL PARERE PER IL QUALE LA PA TENUTA ALLA RICHIESTA, MA POI SI PU DISCOSTARE DAL PARERE STESSO

NELL ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO 34. GLI ACCORDI INTEGRATIVI SONO:

ACCORDI TRA DIVERSE AMMINISTRAZIONI PER IL PERSEGUIMENTO DI UN INTERESSE PUBBLICO PREMINENTE DI UNA AMMINISTRAZIONE

STRUMENTI DI COORDINAMENTO TRA SOGGETTI PUBBLICI AL FINE DI DEFINIRE UN ASSETTO COMUNE DELLE POSIZIONI GIURIDICHE DEL PERSONALE

ACCORDI CHE MIRANO ALLA DETERMINAZIONE DEL CONTENUTO DISCREZIONALE DEL PROVVEDIMENTO FINALE 35. I BENI DEL PATRIMONIO INDISPONIBILE:

SONO SOLO BENI IMMOBILI SONO SOLO I BENI DI RILIEVO AMBIENTALE POSSONO ESSERE SIA BENI MOBILI, SIA BENI IMMOBILI

36. I PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI: SONO ATTI LA CUI TIPOLOGIA RIMESSA ALLA LIBERA DISCREZIONALIT DELLE AMMINISTRAZIONI SONO ATTI CARATTERIZZATI DALLA ATIPICIT E DALLA NON ESECUTIVIT SONO ATTI TIPICI, OSSIA COSTITUISCONO UN NUMERO CHIUSO E SONO SOLO QUELLI CONFIGURATI DALLA

LEGGE 37. QUALE LA FUNZIONE DELLE LEGGI CORNICE?

FISSARE I PRINCIPI FONDAMENTALI PER GLI STATUTI REGIONALI FISSARE I PRINIPI FONDAMENTALI IN MATERIA FINANZIARIA FISSARE I PRINCIPI FONDAMENTALI NELLE MATERIE DI CUI ALLART. 117 DELLA COSTITUZIONE

38. A NORMA DELLA LEGGE N. 689/81, PU ESSERE ASSOGGETTATO A SANZIONE AMMINISTRATIVA: QUALUNQUE SOGGETTO SOLO CHI AL MOMENTO DELLA COMMISSIONE DEL FATTO AVEVA COMPIUTO DICIOTTO ANNI SOLO CHI AL MOMENTO DELLA COMMISSIONE DEL FATTO AVEVA COMPIUTO QUATTORDICI ANNI

39. COSA SI INTENDE PER INTERPRETAZIONE DEI TESTI NORMATIVI? LA DETERMINAZIONE DELLA FORZA O DEL VALORE DELLA LEGGE IL SISTEMA PER COLMARE LE LACUNE DELLORDINAMENTO ATTRAVERSO UN PROCEDIMENTO ANALOGICO LO STRUMENTO ATTRAVERSO CUI DA UNA O DA PI DISPOSIZIONI SI TRAGGONO UNA O PI NORME DA

APPLICARE AL CASO CONCRETO 40. I REGOLAMENTI SONO AUTONOMAMENTE IMPUGNABILI DA UN PRIVATO?

S, LO SONO IN OGNI CASO NO, NON LO SONO MAI S, PURCH SIANO IMMEDIATAMENTE E DIRETTAMENTE LESIVI DI UNA POSIZIONE GIURIDICA DEL PRIVATO

41. IL REGOLAMENTO DI DELEGITTIFICAZIONE DETERMINA LA SOSTITUZIONE DELLA NORMAZIONE SECONDARIA A QUELLA PRIMARIA COME FONTE DI DISCIPLINA DI

DETERMINATE MATERIE LA RIDUZIONE DELLATTIVIT NORMATIVA IN ALCUNI SETTORI ECONOMICI E FINANZIARI LADOZIONE DI PROCEDURE PI AGILI E SNELLE SECONDO I CRITERI DEL MANAGEMENT PUBBLICO

42. LA COMUNICAZIONE DELL'AVVIO DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO DEVE CONTENERE, FRA L'ALTRO, L'INDICAZIONE DELL'OGGETTO DEL PROCEDIMENTO PROPOSTO DELL'UFFICIO CHE EMETTER IL PROVVEDIMENTO FINALE DEL MOMENTO DI DECORRENZA DEI TERMINI

43. COME PU DEFINIRSI LINTERESSE LEGITTIMO? UN INTERESSE INDIFFERENZIATO E GENERICO

Quiz diritto amministrativo

5

UN INTERESSE TUTELATO PROCESSUALMENTE UN INTERESSE DIFFERENZIATO E QUALIFICATO

44. I VIZI DI MERITO CONSISTONO: NELLA VIOLAZIONE DI NORME SULLA COMPETENZA NELLA INOSSERVANZA DEL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELL' ATTO NELLA VIOLAZIONE DI NORME NON GIURIDICHE DI OPPORTUNIT

45. IL CONTROLLO CHE CONSISTE NELLA SOSTITUZIONE DI UN ORGANO SUPERIORE AD UNO INFERIORE, IN CASO DI INERZIA O RITARDO NEL COMPIMENTO DI CERTI ATTI DA PARTE DI QUEST'ULTIMO, PRENDE IL NOME DI:

CONTROLLO ISPETTIVO CONTROLLO DI MERITO CONTROLLO SOSTITUTIVO- SEMPLICE

46. GLI INTERESSI ALLANNULLAMENTO DI UN PROVVEDIMENTO LESIVO DI UN INTERESSE GIURIDICAMENTE PROTETTO SI DEFINISCONO

PARTECIPATIVI OPPOSITIVI PRETENSIVI

47. LE CIRCOLARI AMMINISTRATIVE SONO: CONSUETUDINI NORME INTERNE ORDINANZE

48. IL CRITERIO DI EFFICACIA NELL AZIONE AMMINISTRATIVA INDIVIDUATO: NEL RAPPORTO TRA RISORSE IMPIEGATE E OBIETTIVI PRESTABILITI NEL RAPPORTO TRA RISORSE IMPIEGATE E RISULTATI OTTENUTI NEL RAPPORTO TRA RISULTATI CONSEGUITI ED OBIETTIVI PRESTABILITI

49. IL DIPENDENTE SOTTOPOSTO A PROCEDIMENTO DISCIPLINARE, QUANDO VIENE SENTITO A SUA DIFESA, PU FARSI ASSISTERE?

NO, ESPRESSAMENTE VIETATO DAI CONTRATTI COLLETTIVI S, ESCLUSIVAMENTE DA UN PROCURATORE S, DA UN PROCURATORE O DA UN RAPPRESENTANTE SINDACALE

50. IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI PU ESSERE ESERCITATO MEDIANTE RICHIESTA VERBALE ALL'UFFICIO COMPETENTE?

S, QUALORA IN BASE ALLA NATURA DEL DOCUMENTO RICHIESTO NON RISULTI L'ESISTENZA DI CONTROINTERESSATI

NO, OCCORRE NECESSARIAMENTE UNA ISTANZA FORMALE S, MA SOLO QUANDO LA RICHIESTA DI ACCESSO PROVENGA DA UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

51. IL DIRITTO SOGGETTIVO, DI REGOLA, SI CONCRETA IN: IN UNA SITUAZIONE DI FATTO UNA SITUAZIONE SOGGETTIVA DI SVANTAGGIO UNA SITUAZIONE SOGGETTIVA DI VANTAGGIO

52. AI SENSI DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI, PER DIRITTO DI ACCESSO SI INTENDE:

IL DIRITTO PER CHIUNQUE DI PRENDERE VISIONE E DI ESTRARRE COPIA DI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI IL DIRITTO DEGLI INTERESSATI DI PRENDERE VISIONE E DI ESTRARRE COPIA DI DOCUMENTI

AMMINISTRATIVI. IL DIRITTO DEGLI INTERESSATI DI PRENDERE VISIONE DI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI, MA NON ANCHE DI

ESTRARNE COPIA 53. IL PRINCIPIO DI ECONOMICIT, RICHIAMATO DALLE DISPOSIZIONI GENERALI SULLAZIONE AMMINISTRATIVA CONSISTE:

NEL CORRETTO RAPPORTO TRA I RISULTATI OTTENUTI E LE POLITICHE PROGRAMMATORIE PRESTABILITE NELLA NECESSIT DI RIPORTARE LA SPESA PUBBLICA NEI LIMITI FISIOLOGICI NEL CORRETTO RAPPORTO CHE DEVE SUSSISTERE TRA LE RISORSE IMPIEGATE E I RISULTATI OTTENUTI,

SECONDO IL PRINCIPIO DI BUONA AMMINISTRAZIONE 54. IL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO RETTO:

Quiz diritto amministrativo

6

SOLO DA CRITERI DI ECONOMICIT ED EFFICACIA DAI CRITERI DETERMINATI DALLE SINGOLE LEGISLAZIONI DI SETTORE ANCHE DA CRITERI DI PUBBLICIT E TRASPARENZA

55. LA MOTIVAZIONE CONTRADDITORIA E APODITTICA DELL'ATTO AMMINISTRATIVO: COSTITUISCE VIZIO DI LEGITTIMIT DELL'ATTO AMMINISTRATIVO PER VIOLAZIONE DI LEGGE COSTITUISCE FIGURA SINTOMATICA DI VIZIO DI LEGITTIMIT DELL'ATTO AMMINISTRATIVO PER ECCESSO DI

POTERE NON COSTITUISCE VIZIO DI LEGITTIMIT DELL'ATTO AMMINISTRATIVO

56. IL SILENZIO ASSENSO DA PARTE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE AMMESSO: MAI SEMPRE SOLO NEI CASI PREVISTI DALLE NORME

57. GLI INTERESSI DI FATTO SONO RILEVANTI PER IL DIRITTO AL PARI DEI DIRITTI SOGGETTIVI SONO RILEVANTI PER IL DIRITTO AL PARI DEGLI INTERESSI LEGITTIMI SONO IRRILEVANTI PER IL DIRITTO E NON RICEVONO ALCUNA TUTELA

58. SI PU INTEGRARE SUCCESSIVAMENTE, IN SEDE GIUSTIZIALE, LA MOTIVAZIONE DI UN PROVVEDIMENTO? SOLO IN CASO DI ATTI NEGATIVI NO, IN QUANTO ESSA DEVE CRONOLOGICAMENTE E FUNZIONALMENTE PRECEDERE LA DECISIONE S, PURCH SIA PUNTUALE E CHIARA

59. IL SILENZIO INADEMPIMENTO CONSISTE NELLA VIOLAZIONE DA PARTE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, DELL' OBBLIGO DI CONCLUDERE

IL PROCEDIMENTO CON UN PROVVEDIMENTO ESPRESSO UN PARTICOLARE TIPO DI SILENZIO CON VALORE LEGALE CHE LEGITTIMA IL RICORSO GERARCHICO IN SEDE

AMMINISTRATIVA SINONIMO DI SILENZIO "SIGNIFICATIVO

60. IN BASE AL DLGS 165/01, CHI RAPPRESENTA LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI AGLI EFFETTI DELLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NAZIONALE?

LASSOCIAZIONE RAPPRESENTATIVA NEGOZIALE LAGENZIA DEI RAPPRESENTANTI NAZIONALI L'AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE

61. IN BASE AL DLGS 165/01, GLI ACCORDI DELLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NAZIONALE DI COMPARTO RIGUARDANTI SETTORI OMOGENEI O AFFINI, PER QUANTO RIGUARDA LA PARTE PUBBLICA VENGONO CONCLUSI:

DALLASSOCIAZIONE RAPPRESENTATIVA NEGOZIALE DALLAGENZIA DEI RAPPRESENTANTI NAZIONALI DALL'AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE

62. CHE COSA SI INTENDE PER INTERESSI COLLETTIVI? INTERESSI PERTINENTI AD UN ENTE ESPONENZIALE DI UN GRUPPO NON OCCASIONALE INTERESSI COMUNI A TUTTI GLI INDIVIDUI APPARTENENTI AD UNA FORMAZIONE SOCIALE NON ORGANIZZATA INTERESSI COMUNI APPARTENENTI AD UNA DETERMINATA CATEGORIA

63. IN COSA SI CARATTERIZZA, TRA L ALTRO, LA REVOCA DELL ATTO AMMINISTRATIVO? NELLA RIMOZIONE DELL' ATTO AFFETTO DA VIZI DI LEGITTIMIT E CON EFFETTO EX TUNC NELLA RIMOZIONE DELL' ATTO EMANATO IN DIFETTO ASSOLUTO DI ATTRIBUZIONE NELLA RIMOZIONE, CON EFFICACIA EX NUNC DELL ATTO AFFETTO DA VIZI DI MERITO

64. LA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO AMMINISTRATIVO ESERCITATA DAGLI ORGANI DI GOVERNO DAGLI ORGANI DI GESTIONE DAGLI ORGANI DI CONTROLLO

65. IN RELAZIONE ALLA MOTIVAZIONE DEL PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO LOBBLIGO ALLA STESSA: NON SUSSISTE SUSSISTE SOLO PER GLI ATTI NORMATIVI

Quiz diritto amministrativo

7

SUSSISTE PER OGNI PROVVEDIMENTO, SALVO LE ECCEZIONI DI LEGGE 66. IN RELAZIONE ALL'EFFICACIA, GLI ATTI AMMINISTRATIVI SI DISTINGUONO IN ATTI COSTITUTIVI E ATTI DICHIARATIVI.

SONO ATTI AMMINISTRATIVI DICHIARATIVI: GLI ATTI CHE RESTRINGONO LA SFERA GIURIDICA DEL DESTINATARIO GLI ATTI CHE SI LIMITANO AD ACCERTARE UNA DETERMINATA SITUAZIONE, SENZA INFLUIRE SU DI ESSA GLI ATTI CHE ATTRIBUISCONO AL DESTINATARIO NUOVI POTERI E NUOVE FACOLT, AMPLIANDO LA SUA

SFERA GIURIDICA 67. GLI ATTI AMMINISTRATIVI CHE CREANO, MODIFICANO O ESTINGUONO UN RAPPORTO GIURIDICO PREESISTENTE SONO ATTI

AMMINISTRATIVI COSTITUTIVI. TALI ATTI POSSONO INCIDERE SOLO SU PRECEDENTI ATTI. POSSONO INCIDERE SU STATUS, DIRITTI E PRECEDENTI ATTI. NON POSSONO INCIDERE SU STATUS, DIRITTI E PRECEDENTI ATTI

68. L'IMPERATIVIT DEL PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO CONSISTE: NELLA SUA CAPACIT DI COSTITUIRE, MODIFICARE O ESTINGUERE SITUAZIONI SOGGETTIVE, A PRESCINDERE

DAL CONSENSO DI CHI SUBISCE TALE CONSEGUENZA NELLA SUA CAPACIT DI COSTITUIRE, MODIFICARE O ESTINGUERE SITUAZIONI SOGGETTIVE, DOPO AVER

ACQUISITO IL CONSENSO DI CHI SUBISCE TALE CONSEGUENZA NELLA PARTICOLARE EFFICACIA DELLATTO CHE PU ESSERE DIRETTAMENTE ESEGUITO DALLA P.A.

69. L'APPROVAZIONE : UN CONTROLLO PREVENTIVO DI LEGITTIMIT AD ESITO POSITIVO UN ATTO DI CONTROLLO CHE NON SI LIMITA AL SINDACATO SULLA LEGITTIMIT DELL'ATTO, MA ACCERTA

ANCHE L'OPPORTUNIT E LA CONVENIENZA DELL'ATTO CONTROLLATO. UN ATTO DI CONTROLLO VINCOLATO IN QUANTO L'AUTORIT DI CONTROLLO NON PU RIFIUTARSI DI

APPORLA OVE NON RISCONTRI NELL'ATTO VIZI DI LEGITTIMIT. 70. IN RELAZIONE ALLA TITOLARIT I BENI PUBBLICI:

SONO BENI PRIVATI DESTINATI AD USO DELLA COLLETTIVIT SONO BENI PRIVATI SOTTOPOSTI A VINCOLI IMPOSTI DAI POTERI PUBBLICI SONO BENI DI PROPRIET DI ENTI PUBBLICI E DEPUTATI AL SODDISFACIMENTO DI INTERESSI PUBBLICI

71. L ACQUIESCENZA AD UN ATTO AMMINISTRATIVO VIZIO DI MERITO CAUSA DI CONSERVAZIONE OGGETTIVA DELL' ATTO CAUSA DI CONSERVAZIONE SOGGETTIVA DELL ATTO

72. LA CONVOCAZIONE DELLA CONFERENZA DI SERVIZI SPETTA: ALL'AMMINISTRAZIONE PROCEDENTE A QUALSIASI AMMINISTRAZIONE COINVOLTA NEL PROCEDIMENTO ALL'AMMINISTRAZIONE PROCEDENTE IN ACCORDO CON IL CITTADINO ISTANTE

73. CHE RAPPORTO C' TRA IL RICORSO AL TAR E IL RICORSO STRAORDINARIO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA? DI ALTERNATIVIT DI PROCEDIBILIT (IL RICORSO STRAORDINARIO DEVE PRECEDERE IL RICORSO AL TAR) DI PROCEDIBILIT (IL RICORSO AL TAR DEVE PRECEDERE IL RICORSO STRAORDINARIO)

74. LA COMMISSIONE PER L ACCESSO AI DOCUMENTI ISTITUITA PRESSO: L' AUTORIT DEL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI IL MINISTERO DELL' INTERNO LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

75. QUALI DELLE SEGUENTI ESIGENZE POSSONO DAR LUOGO ALLA MANCATA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO DA PARTE DELL'AMMINISTRAZIONE?

ESIGENZE DI RISERVATEZZA ESIGENZE DI CELERIT ESIGENZE ISTRUTTORIE

76. LA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO ESPRESSIONE DEL PRINCIPIO GENERALE DI: PARTECIPAZIONE AL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO ECONOMICIT DELLAZIONE AMMINISTRATIVA

Quiz diritto amministrativo

8

SEMPLIFICAZIONE DELLAZIONEAMMINISTRATIVA 77. LA COPIA DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI RILASCIATA ALL'INTERESSATO, AI SENSI DEL DPR 352/92:

DEVE ESSERE AUTENTICATA PU ESSERE AUTENTICATA SU RICHIESTA DELL'INTERESSATO NON PU ESSERE AUTENTICATA IN NESSUN CASO

78. LA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO OMESSA: QUANDO SUSSISTANO RAGIONI DI IMPEDIMENTO DOVUTE A PARTICOLARI ESIGENZE DI CELERIT DEL

PROCEDIMENTO NEI CASI IN CUI VI SIANO PI AMMINISTRAZIONI FUNZIONALMENTE COLLEGATE PER L'EMANAZIONE DEL

PROVVEDIMENTO FINALE QUANDO SIA NECESSARIO ACQUISIRE ULTERIORI MEMORIE O ISTANZE DA PARTE DELL'INTERESSATO

79. LA CONFERENZA DI SERVIZI OBBLIGATORIA: SEMPRE QUANDO PREVISTO NEL REGOLAMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE QUANDO SIANO TRASCORSI TRENTA GIORNI DALLA RICHIESTA DEI NECESSARI PARERI E LAMMINISTRAZIONE

FORMALMENTE INTERPELLATA NON ABBIA DATO RISPOSTA 80. LA GENERAZIONE DELLA FIRMA DIGITALE:

AVVIENE GRAZIE AD UNA SOLA CHIAVE PUBBLICA RILASCIATA DAL SOGGETTO PUBBLICO O PRIVATO CHE L'HA CERTIFICATA

SI BASA SULLA SOSTITUZIONE DELLA FIRMA CON UN TIMBRO AVVIENE TRAMITE UNA CHIAVE PRIVATA ED UNA PUBBLICA

81. LA LEGGE N. 241/90, QUALE RISULTA MODIFICATA DALLA LEGGE 15/05 E 80/05, STABILISCE CHE, SE LE RAGIONI DELLA DECISIONE RISULTANO DA UN ALTRO ATTO DELL AMMINISTRAZIONE RICHIAMATO DALLA DECISIONE STESSA,

L' ATTO ILLEGITTIMO PER DIFETTO DI MOTIVAZIONE INSIEME ALLA COMUNICAZIONE DELLA DECISIONE, DEVE ESSERE INDICATO E RESO DISPONIBILE ANCHE L

ATTO RICHIESTO NON OCCORRE CHE SIA INDICATO E RESO DISPONIBILE L' ATTO RICHIAMATO NELLA DECISIONE

82. LA RICHIESTA DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DEVE ESSERE RIVOLTA: ESCLUSIVAMENTE ALL'AMMINISTRAZIONE CHE HA FORMATO IL DOCUMENTO A TUTTE LE AMMINISTRAZIONI CHE INTERVENGONO NEL PROCEDIMENTO IN RELAZIONE A VICENDE

PROCEDIMENTALI INTERNE, INTERORGANICHE O INTERSOGGETTIVE ALLAMMINISTRAZIONE CHE HA FORMATO IL DOCUMENTO O CHE LO DETIENE STABILMENTE

83. NEL CASO IN CUI IL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO DEBBA ESSERE INIZIATO D'UFFICIO, LA LEGGE N. 241/90 STABILISCE:

CHE NON PREVISTO UN TERMINE PER LA CONCLUSIONE CHE LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE HA L'OBBLIGO DI CONCLUDERLO MEDIANTE L'ADOZIONE DI UN

PROVVEDIMENTO ESPRESSO CHE DELL'AVVIO DEL PROCEDIMENTO NON VENGA DATA COMUNICAZIONE AGLI INTERESSATI

84. LA PERENZIONE DEL PROCESSO AMMINISTRATIVO DETERMINA: L'ESTINZIONE DEL PROCESSO LA SOSPENSIONE DEL PROCESSO UNA DECISIONE DI RIGETTO

85. L'ANNULLAMENTO D'UFFICIO : UN ATTO DI RITIRO DIVENUTO INOPPORTUNO SUCCESSIVAMENTE ALLA SUA EMANAZIONE UN ATTO DI RITIRO CON EFFICACIA EX NUNC DI ATTO VIZIATO NEL MERITO UN ATTO DI RITIRO EX TUNC DI UN ATTO VIZIATO AB ORIGINE PER VIZIO DI LEGITTIMIT

86. L'ATTUALE RIFORMA DEL PUBBLICO IMPIEGO DETERMINA L'INTEGRALE ESTENSIONE DELLO STATUTO DEI LAVORATORI ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI?

NO SOLO ALLE AMMINISTRAZIONI DELLO STATO S

87. LE CIRCOLARI AMMINISTRATIVE SONO:

Quiz diritto amministrativo

9

ATTI AMMINISTRATIVI GERARCHICI TIPI DI ATTI REGOLAMENTARI LE COSIDDETTE NORME INTERNE

88. PER QUANTO CONCERNE LA LORO NATURA GIURIDICA, LE CIRCOLARI AMMINISTRATIVE SONO ESPRESSIONE DEL POTERE DI AUTORGANIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CONSUETUDINI ATTI DI ALTA AMMINISTRAZIONE

89. NEL GIUDIZIO DI OTTEMPERANZA SI CHIEDE: SOLO L'ANNULLAMENTO DELL'ATTO AMMINISTRATIVO SOLO LA REVOCA DELL'ATTO AMMINISTRATIVO SOLO L'ESECUZIONE DEL GIUDICATO

90. L'OGGETTO DELL'ATTO AMMINISTRATIVO PU CONSISTERE IN UN COMPORTAMENTO, UN FATTO O UN BENE PU ESSERE SOLO UN COMPORTAMENTO DELLA P.A. PU CONSISTERE SOLO IN UN FATTO O UN BENE

91. NELL ORDINAMENTO AMMINISTRATIVO, IL PROCEDIMENTO HA INIZIO: SOLO SU ISTANZA DI PARTE SOLO SU IMPULSO DELL' AUTORIT GERARCHICAMENTE SOVRAORDINATA ALL' AUTORIT PROCEDENTE SU ISTANZA DI PARTE O ANCHE D UFFICIO

92. AI SENSI DEL DLGS 165/01, LA DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI E DEI PROGRAMMI DA ATTUARE E LA VERIFICA DELLA RISPONDENZA DEI RISULTATI DELLA GESTIONE AGLI INDIRIZZI IMPARTITI SPETTA

AGLI ORGANI DI GOVERNO AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL'ENTE AI DIRIGENTI DI PRIMA FASCIA

93. NELLA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI, IN BASE ALLART. 2 DEL DLGS 165/01, QUALI NORME DEL CODICE CIVILE TROVANO APPLICAZIONE?

LE DISPOSIZIONI DEL CAPO I, TITOLO II, LIBRO V CODICE CIVILE LE DISPOSIZIONI DEL CAPO I , TITOLO IV, LIBRO V CODICE CIVILE LE DISPOSIZIONI DEI CAPI I E II, TITOLO IV, LIBRO V CODICE CIVILE

94. NELLA TIPOLOGIA DEI PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI, QUALE RUOLO ASSUMONO I PROVVEDIMENTI AUTORIZZATORI? RIMUOVONO UN LIMITE LEGALE ALL' ESERCIZIO DI UN DIRITTO ATTRIBUISCONO UN PARTICOLARE STATUS GIURIDICO ATTRIBUISCONO UN DIRITTO EX NOVO

95. PER EFFETTO DEL DECRETO LEGISLATIVO 165/01 A CHI AFFIDATA L ISTRUZIONE DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE A CARICO DI UN DIPENDENTE?

ALL' UFFICIO PRESSO IL DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA ALL' ARAN ALL AMMINISTRAZIONE CHE, SECONDO IL PROPRIO ORDINAMENTO, INDIVIDUA L UFFICIO COMPETENTE

96. PER EFFETTO DELLE DISPOSIZIONI DI CUI AL DLGS 165/01 NORME GENERALI SULL ORDINAMENTO DEL LAVORO ALLE DIPENDENZE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE IN MATERIA DI SANZIONI, L AMMINISTRAZIONE:

PU PROCEDERE ALLA RIDUZIONE DELLA SANZIONE CON IL CONSENSO DEL DIPENDENTE IL QUALE PU SEMPRE IMPUGNARE LA SANZIONE IN SEDE DI RICORSO GERARCHICO

PU PROCEDERE ALLA RIDUZIONE DELLA SANZIONE CON IL CONSENSO DEL DIPENDENTE CHE PU IMPUGNARE LA SANZIONE DAVANTI AL GIUDICE ORDINARIO

PU PROCEDERE ALLA RIDUZIONE DELLA SANZIONE CON IL CONSENSO DEL DIPENDENTE, MA IN TAL CASO LA SANZIONE NON PI SUSCETTIBILE DI IMPUGNAZIONE

97. PER COMPETENZA DI UN ORGANO AMMINISTRATIVO SI INTENDE IL COMPLESSO DEI POTERI E DELLE FUNZIONI CHE PU ESERCITARE PER LEGGE LA DELEGA DEI POTERI AD UN ALTRO ORGANO AMMINISTRATIVO L'OBBLIGO DI CHIEDERE IL PARERE DELL'ORGANO AMMINISTRATIVO SUPERIORE

98. PER EFFETTO DELLE DISPOSIZIONI DI CUI AL DLGS 165/01, IN MATERIA DI PROCEDURE CONCORSUALI PER L ASSUNZIONE NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI CONTRATTUALIZZATE, LA GIURISDIZIONE :

Quiz diritto amministrativo

10

DELLA CORTE DEI CONTI DEL GIUDICE ORDINARIO DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO

99. PER EFFETTO DELLE DISPOSIZIONI DI CUI AL DPR 28 DICEMBRE 2000 N. 445 (T.U. IN MATERIA DI DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA) RELATIVAMENTE ALLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE A CONCORSI PUBBLICI, LA SOTTOSCRIZIONE DELL INTERESSATO

DEVE ESSERE AUTENTICATA DAL DIRIGENTE L' UNIT ORGANIZZATIVA DELL' AMMINISTRAZIONE DEVE ESSERE AUTENTICATA DAL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO NON SOGGETTA AD AUTENTICAZIONE

100. PER EFFETTO DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALLA LEGGE 241/90 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI, L AMMINISTRAZIONE, NELL ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO FINALE, PU DISCOSTARSI DALLE RISULTANZE DELL ISTRUTTORIA CONDOTTA DAL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO?

NO, DEVE ATTENERSI ALLE RISULTANZE ISTRUTTORIE CONDOTTE DAL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO S, PU DISCOSTARSI ADOTTANDO DIVERSE DETERMINAZIONE SENZA OBBLIGO DI MOTIVAZIONE S, MA DEVE INDICARNE I MOTIVI NELLA DECISIONE FINALE

101. LA DENUNCIA E LA RICHIESTA FACOLTATIVA SONO PROPRIE DELLA FASE ISTRUTTORIA DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO DELLA FASE D'INIZIATIVA DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO DELLA FASE DECISORIA DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO

102. L'AGENTE (O SOGGETTO) DELL'ATTO AMMINISTRATIVO NON PU MAI ESSERE UN FUNZIONARIO DELLO STATO DEVE NECESSARIAMENTE ESSERE UN ORGANO INDIVIDUALE DELLA P.A PU ESSERE ANCHE IN VIA ECCEZIONALE UN PRIVATO INVESTITO DELL'ESERCIZIO DI UNA PUBBLICA

FUNZIONE 103. PER EFFETTO DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALLA LEGGE 241/90 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI, LA

COMUNICAZIONE DELL AVVIO DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO DEVE CONTENERE L INDICAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO?

NO, MAI S, SOLO SE SI TRATTA DI PROCEDIMENTO AD INIZIATIVA DI PARTE S, SEMPRE

104. SALVO ECCEZIONI, IL PROCESSO AMMINISTRATIVO DINANZI AL CONSIGLIO DI STATO SI CONSIDERA PERENTO SE NON SONO STATI COMPIUTI ATTI PROCESSUALI PER:

DUE ANNI CONSECUTIVI CINQUE ANNI CONSECUTIVI TRE ANNI CONSECUTIVI

105. PER EFFETTO DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALLA LEGGE 241/90 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI, LE CONTROVERSIE IN MATERIA DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI SONO ATTRIBUITE:

UNICAMENTE AD UN COLLEGIO ARBITRALE ALLA GIURISDIZIONE DEL GIUDICE ORDINARIO ALLA GIURISDIZIONE ESCLUSIVA DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO

106. PER FIRMA DIGITALE SI INTENDE: IL PARTICOLARE ITER DI DOPPIA SOTTOSCRIZIONE NECESSARIO PER ALCUNI ATTI L' ARCHIVIAZIONE DI UN PROCEDIMENTO INFORMATIZZATO UN PARTICOLARE TIPO DI FIRMA ELETTRONICA

107. POSSONO CONSIDERARSI FONTI DEL DIRITTO GLI ORDINI DI SERVIZIO? S S, MA CON EFFICACIA LIMITATA NO

108. QUAL LA DEFINIZIONE DI RAPPORTO DI SERVIZIO? IL RAPPORTO DI SUBORDINAZIONE FRA DIRIGENTI E COLLABORATORI UN RAPPORTO DI IMMEDESIMAZIONE ORGANICA

Quiz diritto amministrativo

11

IL RAPPORTO CHE DESIGNA L'INSIEME DI DIRITTI, OBBLIGHI, DOVERI, POTERI DEL SOGGETTO E DELL'AMMINISTRAZIONE

109. QUALE DEI CRITERI GENERALI DELL AZIONE AMMINISTRATIVA DI FIANCO INDICATI NON TESTUALMENTE ENUNCIATO NELL ART. 1 COMMA I DELLA LEGGE 241/90, E SUCCESSIVE INTEGRAZIONI E MODIFICAZIONI?

EFFICACIA ECONOMICIT BUON ANDAMENTO

110. A NORMA DEL DLGS 165/01, LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE: POSSONO CONFERIRE INCARICHI INDIVIDUALI AD ESPERTI DI COMPROVATA ESPERIENZA PER ESIGENZE CUI

NON POSSONO FAR FRONTE CON PERSONALE IN SERVIZIO POSSONO CONFERIRE SENZA ALCUN LIMITE INCARICHI AD ESPERTI ESTRANEI ALL'AMMINISTRAZIONE NON POSSONO MAI CONFERIRE INCARICHI INDIVIDUALI AD ESPERTI ESTRANEI ALL'AMMINISTRAZIONE

111. QUALE DELLE SEGUENTI NORMATIVE RIGUARDA GLI APPALTI PUBBLICI NEI SETTORI ESCLUSI, IN ATTUAZIONE DELLE DIRETTIVE COMUNITARIE?

DECRETO LEGISLATIVO 24 LUGLIO 1992 N. 358 DECRETO LEGISLATIVO 17 MARZO 1995 N. 157 DECRETO LEGISLATIVO 17 MARZO 1995 N. 158

112. QUALE IL RUOLO, SECONDO I PRINCIPI GENERALI, DEMANDATO ALL ISTITUTO DELLE CONFERENZE DEI SERVIZI? DI CONSENTIRE LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI AL PROCEDIMENTO DI CONSENTIRE AGLI INTERESSATI L' ESIBIZIONE DI PROVE DOCUMENTALI DI SNELLIMENTO E TRASPARENZA PROCEDIMENTALE

113. QUALE LA NATURA GIURIDICA DELLA CIRCOLARE AMMINISTRATIVA? ORDINANZA REGOLAMENTO NORMA INTERNA

114. PERCH OGGI I REGOLAMENTI REGIONALI SONO DIVENTATI UNA FONTE DI PRIMARIA IMPORTANZA? PERCH NON SONO SINDACABILI DA PARTE DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO PERCH AD ESSI SPETTA LA COMPETENZA REGOLAMENTARE GENERALE, SALVO CHE NELLE MATERIE DI

COMPETENZA LEGISLATIVA ESCLUSIVA STATALE ED IN QUELLE RELATIVE ALLA ORGANIZZAZIONE ED ALLO SVOLGIMENTO DELLE FUNZIONI DEGLI ENTI LOCALI

PERCH SONO ADOTTATI DALLA GIUNTA REGIONALE 115. QUALI DELLE SEGUENTI DISPOSIZIONI NORMATIVE HA INNOVATO IL TESTO UNICO SULLA SEMPLIFICAZIONE

AMMINISTRATIVA, DPR 445/2000? LA LEGGE N. 145 DEL 15 LUGLIO 2002 LA LEGGE COSTITUZIONALE N. 3/2001 IL DPR 7 APRILE 2003 N.137

116. RIENTRANO NELLA CATEGORIA DEI COSIDDETTI PROVVEDIMENTI DI CONVALESCENZA, CIO DI QUEGLI ATTI CHE CERCANO DIRETTAMENTE DI ELIMINARE IL VIZIO DI LEGITTIMIT CHE INFICIA L'ATTO:

RATIFICA, CONFERMA, CONVERSIONE CONSOLIDAZIONE, CONFERMA, CONVERSIONE RATIFICA, SANATORIA, CONVALIDA

117. IL CONTROLLO CHE INTERVIENE SULL'ATTO AMMINISTRATIVO PERFETTO, MA PRIMA CHE PRODUCA I SUOI EFFETTI, SI DICE:

SOSTITUTIVO SUCCESSIVO PREVENTIVO

118. AI SENSI DEL DLGS N. 165/01, LA SOTTOSCRIZIONE DEL CONTRATTO COLLETTIVO SUBORDINATA ALL'ESITO POSITIVO DELLA CERTIFICAZIONE DI COMPATIBILIT CON GLI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE E BILANCIO DELIBERATA DALLA CORTE DEI CONTI?

S, LO NO, LA SOTTOSCRIZIONE SUBORDINATA ALLA CERTIFICAZIONE EFFETTUATA POSITIVAMENTE DALL'ARAN NO, LA MATERIA DISCIPLINATA DAI CONTRATTI COLLETTIVI

Quiz diritto amministrativo

12

119. A NORMA DEL DLGS 286/99, AI FINI DEL CONTROLLO DI GESTIONE, CHI DEFINISCE LE UNIT RESPONSABILI DELLA PROGETTAZIONE E DELLA GESTIONE DEL CONTROLLO?

CIASCUNA AMMINISTRAZIONE PUBBLICA L'ARAN LA REGIONE

120. AI SENSI DEL DLGS 165/01, I CONTRATTI COLLETTIVI SONO CORREDATI DA PROSPETTI CONTENENTI: LA QUANTIFICAZIONE DEGLI ONERI NONCH L'INDICAZIONE DELLA COPERTURA COMPLESSIVA PER L'INTERO

PERIODO DI VALIDIT CONTRATTUALE SOLO LA QUANTIFICAZIONE DEGLI ONERI I DOVERI DEL DIPENDENTE

121. LE DISPOSIZIONI DELLA LEGGE N. 241/90 IN TEMA DI PARTECIPAZIONE AL PROCEDIMENTO SI APPLICANO NEI CONFRONTI DELLA ATTIVIT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIRETTA ALLA EMANAZIONE DI:

ATTI AMMINISTRATIVI GENERALI, DI PIANIFICAZIONE E DI PROGRAMMAZIONE PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI ATTI NORMATIVI

122. NEL CASO IN CUI, SECONDO IL DPR 445/2000, SIA ESIBITO IL DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO IN SOSTITUZIONE DEI CERTIFICATI ATTESTANTI STATI E FATTI CONTENUTI NELLO STESSO E QUESTI ABBIANO SUBITO VARIAZIONI DALLA DATA DI RILASCIO:

SI APPLICANO AL SOGGETTO LE SANZIONI PREVISTE DAL CODICE PENALE SI APPLICANO AL SOGGETTO LE SANZIONI PREVISTE DAL CODICE CIVILE IL SOGGETTO VIENE INVITATO A CORREGGERE LE IMPRECISIONI

123. IL PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO: DEVE ESSERE SEMPRE MOTIVATO DEVE ESSERE SEMPRE MOTIVATO TRANNE I CASI D'URGENZA E INDIFERRIBILIT DEVE ESSERE SEMPRE MOTIVATO ANCHE SE DI CONTENUTO POSITIVO, ECCETTO GLI ATTI A CONTENUTO

NORMATIVO E A CONTENUTO GENERALE 124. LA SINDACABILIT PER VIZI DI MERITO ESCLUSA PER I RICORSI

STRAORDINARI AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA AMMINISTRATIVI IN OPPOSIZIONE E GERARCHICO IMPROPRIO

125. QUALE, TRA I SEGUENTI, NON PU ESSERE CONSIDERATO VIZIO DI LEGITTIMIT DELL'ATTO AMMINISTRATIVO? VIOLAZIONE DI LEGGE INCOMPETENZA INOPPORTUNIT

126. COSA SI INTENDE PER RAPPORTO DI SERVIZIO IL RAPPORTO GIURIDICO CHE LEGA UNA PERSONA FISICA AD UN ENTE PUBBLICO IL RAPPORTO GIURIDICO CHE LEGA UN ENTE PUBBLICO AL PROPRIO PERSONALE DI SERVIZIO IL RAPPORTO GIURIDICO CHE LEGA UN ORGANO ALLENTE PUBBLICO DI CUI FA PARTE

127. QUALI SCRITTURE DELLO STATO SONO GESTITE DIRETTAMENTE DALLA CORTE DEI CONTI? QUELLE DI CASSA QUELLE CONTABILI NESSUNA

128. IL PRINCIPIO DI IMPARZIALIT SI DESUME: DALLA COSTITUZIONE DALLA LEGGE ORDINARIA DALLA COSTITUZIONE E DALLA LEGGE ORDINARIA

129. NON ELEMENTO ESSENZIALE DELL'ATTO AMMINISTRATIVO: IL TERMINE INIZIALE O FINALE. LA CAUSA. LA FORMA.

Quiz diritto amministrativo

13

130. AI SENSI DEL DLGS N. 165/01, SI DISTINGUE UNA FUNZIONE DI GESTIONE AMMINISTRATIVA RISERVATA ALLA DIRIGENZA E:

UNA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO RISERVATA AGLI ORGANI DI GESTIONE UNA FUNZIONE AMMINISTRATIVA ORDINARIA DEMANDATA AI FUNZIONARI UNA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO AMMINISTRATIVO RISERVATA AGLI ORGANI DI GOVERNO

131. IL DPR 352/92 STABILISCE CHE L'ACCOGLIMENTO DELLA RICHIESTA DI ACCESSO A UN DOCUMENTO COMPORTA ANCHE LA FACOLT DI ACCESSO AGLI ALTRI DOCUMENTI DEL PROCEDIMENTO NON COMPORTA ANCHE LA FACOLT DI ACCESSO AGLI ALTRI DOCUMENTI DEL PROCEDIMENTO LIMITATA AL SOLO PROVVEDIMENTO FINALE OVE LA RICHIESTA PROVENGA DA UN PRIVATO

132. L'ASSUNZIONE OBBLIGATORIA DEI SOGGETTI APPARTENENTI A CATEGORIE PROTETTE, IN MATERIA DI PUBBLICO IMPIEGO RIENTRA TRA LE IPOTESI DI ACCESSO CONCORSUALE AL PUBBLICO IMPIEGO RIENTRA TRA LE IPOTESI DI ACCESSO EXTRACONCORSUALE AL PUBBLICO IMPIEGO STATA ABOLITA DAL DLGS 29/93

133. QUALE ORGANO HA IL POTERE DI ISTITUIRE UN NUOVO COMUNE? LA REGIONE. LA PROVINCIA. IL MINISTRO DELL'INTERNO.

134. LA TITOLARIT DELLA COMPETENZA AMMINISTRATIVA RETTA: DAL PRINCIPIO DI INDEROGABILIT DAL PRINCIPIO DEL BUON ANDAMENTO DAL PRINCIPIO DI UGUAGLIANZA

135. PU UN'ORDINANZA, SIA ESSA ORDINARIA CHE DI NECESSIT, CONTENERE NORME PENALI? S, IN OGNI CASO S, MA NON PU MAI CONTRASTARE CON LA LEGGE COSTITUZIONALE NO, MAI

136. QUALE DIFFERENZA SUSSISTE TRA ATTO E PROVVEDIMENTO? IL PROVVEDIMENTO HA EFFICACIA ERGA OMNES NON SUSSISTE ALCUNA DIFFERENZA SOLO IL SECONDO INCIDE NELLA SFERA GIURIDICA DI UN SOGGETTO MODIFICANDOLA

137. SECONDO IL DLGS 165/01, QUALORA LE SANZIONI DISCIPLINARI DA APPLICARE AL DIPENDENTE SIANO IL RIMPROVERO VERBALE O LA CENSURA, PROVVEDE ALLA LORO APPLICAZIONE:

L'UFFICIO COMPETENTE PER I PROCEDIMENTI DISCIPLINARI IL SUPERIORE GERARCHICO IL CAPO DELLA STRUTTURA IN CUI IL DIPENDENTE LAVORA

138. A NORMA DEL DLGS 286/99, IL CONTROLLO DI REGOLARIT AMMINISTRATIVA E CONTABILE COMPRENDE VERIFICHE DA EFFETTUARSI IN VIA PREVENTIVA?

S, MA SOLO NEI CASI PREVISTI DALLA LEGGE E LADDOVE IL CONTROLLO SIA AFFIDATO A STRUTTURE CHE RISPONDONO DIRETTAMENTE AGLI ORGANI DI INDIRIZZO POLITICO AMMINISTRATIVO

S, MA SOLO OVE PREVISTO DAI CONTRATTI COLLETTIVI S, MA SOLO NEI CASI ESPRESSAMENTE PREVISTI DALLA LEGGE E FATTO SALVO, IN OGNI CASO, IL PRINCIPIO

SECONDO CUI LE DEFINITIVE DETERMINAZIONI IN ORDINE ALL'EFFICACIA DELL'ATTO SONO ADOTTATE DALL'ORGANO AMMINISTRATIVO RESPONSABILE

139. LA LEGGE N. 241/90 STABILISCE CHE LA RICHIESTA DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DEVE ESSERE MOTIVATA?

NO, IN NESSUN CASO S, SE L'ISTANZA HA LA FORMA SCRITTA S, INDIPENDENTEMENTE DALLA FORMA DELL'ISTANZA

140. SI DICONO IMPERFETTI O VIRTUALI I COLLEGI CHE MODIFICANO IL NUMERO DI MEMBRI POSSONO FUNZIONARE ANCHE IN ASSENZA DI ALCUNI COMPONENTI OPERANO IN MODO OCCASIONALE ED EPISODICO

Quiz diritto amministrativo

14

141. GLI ATTI DI COMPETENZA DIRIGENZIALE: POSSONO SEMPRE ESSERE AVOCATI, RIFORMATI O REVOCATI DAL MINISTRO POSSONO ESSERE AVOCATI O RIFORMATI SOLO PREVIO PARERE DI UN COMITATO DI GARANTI NON POSSONO ESSERE RIFORMATI, REVOCATI O AVOCATI DAL MINISTRO

142. I DUPLICATI DI DOCUMENTI INFORMATICI SONO VALIDI PER UN PERIODO NON SUPERIORE A TRE MESI SONO VALIDI SE CONFORMI ALLE DISPOSIZIONI DEL DPR 445/2000 NON SONO VALIDI IN NESSUN CASO

143. IL RAPPORTO DI GERARCHIA INTERCORRE SOLO FRA: ORGANI DI DIVERSE AMMINISTRAZIONI ORGANI COLLEGIALI ORGANI INDIVIDUALI

144. IL RICORSO AMMINISTRATIVO PRESENTATO DA UN SOGGETTO CARENTE DI INTERESSE: DICHIARATO NULLO DICHIARATO INAMMISSIBILE DICHIARATO IMPROCEDIBILE

145. AMMESSO IL RICORSO AL CAPO DELLO STATO CONTRO UN PROVVEDIMENTO GI IMPUGNATO DAVANTI AL TAR? NO, TALE RICORSO AMMESSO CONTRO UN PROVVEDIMENTO NON DEFINITIVO S, IN QUANTO I DUE RIMEDI NON SONO ALTERNATIVI NO, IN QUANTO I DUE RIMEDI SONO ALTERNATIVI

146. A QUALE GIUDICE SONO DEVOLUTE LE CONTROVERSIE IN MATERIA DI RESPONSABILIT AMMINISTRATIVO-CONTABILE? ALLA CORTE DEI CONTI TAR COMPETENTE PER TERRITORIO GIUDICE ORDINARIO

147. IN BASE AL DLGS 165/01, A CHI SONO DEVOLUTE LE CONTROVERSIE RELATIVE A COMPORTAMENTI ANTISINDACALI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE?

ALLE ASSOCIAZIONI SINDACALI MAGGIORMENTE RAPPRESENTATIVE AL GIUDICE AMMINISTRATIVO AL GIUDICE ORDINARIO, IN FUNZIONE DI GIUDICE DEL LAVORO

148. LA LEGGE N. 59/97, PERSEGUENDO L'OBIETTIVO DI ISTITUIRE UN PI RAZIONALE COLLEGAMENTO TRA GESTIONE FINANZIARIA E AZIONE AMMINISTRATIVA, PREVEDE CHE LE STRUTTURE SIANO ORGANIZZATE:

PER FUNZIONI OMOGENEE E CENTRI D'IMPUTAZIONE DI RESPONSABILIT PER FUNZIONI COMPLEMENTARI E CENTRI D'IMPUTAZIONE DI RESPONSABILIT PER UNIT PREVISIONALI DI BASE

149. LE PERSONE FISICHE TITOLARI DI UN ORGANO SONO LEGATE ALL'ENTE ESCLUSIVAMENTE DA UN RAPPORTO INTERORGANICO ESCLUSIVAMENTE DA UN RAPPORTO DI IMPIEGO DA UN RAPPORTO INTERSOGGETTIVO DI SERVIZIO

150. QUALE PRINCIPIO NON CARATTERISTICO DELL'ATTIVIT AMMINISTRATIVA? PRINCIPIO DEL CONTRADDITTORIO PRINCIPIO DELLA MOTIVAZIONE FACOLTATIVA. PRINCIPIO DELLA PUBBLICIT

151. LINCOMPETENZA RELATIVA COSTITUISCE VIZIO DI LEGITTIMIT DELLATTO AMMINISTRATIVO VIZIO DI MERITO DELLATTO AMMINISTRATIVO IPOTESI DI INESISTENZA DELLATTO AMMINISTRATIVO

152. IL RICORSO GERARCHICO DIRETTO ALLA TUTELA: DI QUALUNQUE INTERESSE, ANCHE DI FATTO SOLO DI INTERESSI LEGITTIMI, FACENDO VALERE VIZI DI LEGITTIMIT E DI MERITO DELL'ATTO IMPUGNATO DI DIRITTI SOGGETTIVI E INTERESSI LEGITTIMI, FACENDO VALERE VIZI DI LEGITTIMIT E DI MERITO

DELL'ATTO IMPUGNATO

Quiz diritto amministrativo

15

153. COME SI DEFINISCE LA DISCREZIONALIT AMMINISTRATIVA? UN INTERESSE LEGITTIMO UN DIRITTO SOGGETTIVO UNA FACOLT DI SCELTA FRA PI COMPORTAMENTI LECITI

154. IL DLGS 165/01 STABILISCE CHE L'ARAN HA PERSONALIT GIURIDICA DI DIRITTO PUBBLICO? NO, IL DECRETO CITATO NON DETTA NORME AL RIGUARDO NO, STABILISCE CHE HA PERSONALIT GIURIDICA DI DIRITTO PRIVATO S, LO STABILISCE

155. IL DIRIGENTE DI CIASCUNA UNIT ORGANIZZATIVA, AI SENSI DELLA LEGGE N. 241/90, ASSEGNA LA RESPONSABILIT DEL PROCEDIMENTO:

SOLO A SE STESSO SOLO AD ALTRO DIPENDENTE DI QUALIFICA DIRIGENZIALE A S O AD ALTRO DIPENDENTE ADDETTO ALL'UNIT ORGANIZZATIVA

156. LACQUISCENZA CONSISTE: VIZIO DI MERITO VIZIO DI LEGITTIMIT CAUSA DI CONSERVAZIONE SOGGETTIVA DELLATTO

157. GLI ATTI AMMINISTRATIVI SI POSSONO DIRE PERFETTI QUANDO SONO IMMUNI DA VIZI. SONO COMPLETAMENTE FORMATI IN TUTTI GLI ELEMENTI HANNO OTTENUTO IL VISTO DI CONTROLLO

158. QUALE NATURA GIURIDICA HA IL DIRITTO DI ACCESSO? DIRITTO SOGGETTIVO INTERESSE COLLETTIVO INTERESSE DI FATTO

159. COSA LADISCREZIONALIT TECNICA? UN INTERESSE LEGITTIMO UN DIRITTO SOGGETTIVO UN POTERE DI VALUTAZIONE DI CARATTERE TECNICO

160. COME VIENE DISTRIBUITA LA COMPETENZA TRA I VARI ORGANI DELLO STATO? PER MATERIA, PER GRADO, PER VALORE, PER TERRITORIO PER COMPITI ANALOGHI SU BASE TERRITORIALE ESLUSIVAMENTE PER MATERIA, PER GRADO E PER TERRITORIO

161. QUANDO L UFFICIO TEMPORANEAMENTE PRIVO DEI TITOLARE, SI HA: ASSENZA VACANZA IMPEDIMENTO

162. LA RATIFICA UN PROVVEDIMENTO CON CUI VIENE ELIMINATO UN VIZIO DI MERITO LILLOGICIT MANIFESTA DELLATTO UN VIZIO DI INCOMPETENZA RELATIVA

163. POSSONO LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI INTERVENIRE NEL CORSO DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO? S, SEMPRE NO, MAI, ESSENDO PORTATORI DI INTERESSI DIFFUSI S, MA QUANDO POSSONO RICEVERE UN PREGIUDIZIO DAL PROVVEDIMENTO

164. A NORMA DEL DLGS 165/01, LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE, NELL'AMBITO DEI RISPETTIVI ORDINAMENTI, DEVONO ORGANIZZARE LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO DEL LAVORO?

S, ANCHE ATTRAVERSO LA CREAZIONE DI UN APPOSITO UFFICIO NO, IN NESSUN CASO S, MA NON POSSONO IN OGNI CASO CREARE APPOSITI UFFICI

Quiz diritto amministrativo

16

165. AI FINI DEL CONTROLLO DI GESTIONE, A NORMA DEL DLGS 286/99, CHI DEFINISCE LE PROCEDURE DI DETERMINAZIONE DEGLI OBIETTIVI GESTIONALI E DEI SOGGETTI RESPONSABILI?

CIASCUNA AMMINISTRAZIONE PUBBLICA IL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

166. LA COMUNICAZIONE DELL'AVVIO DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO, AI SENSI DELLA LEGGE N. 241/1990: SEMPRE E SOLO PERSONALE PERSONALE, FERMA RESTANDO L'AMMISSIBILIT DI ALTRE FORME DI PUBBLICIT IDONEE NEI CASI PREVISTI

DALLA LEGGE NON MAI PERSONALE

167. QUAL IL GIUDICE COMPETENTE IN MERITO AL CONTENZIOSO TRIBUTARIO? LE COMMISSIONI TRIBUTARIE LA CORTE DEI CONTI LA CORTE DI CASSAZIONE

168. IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DEFINITO: DAL DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DALLA LEGGE DAI CONTRATTI COLLETTIVI

169. I PARERI DEL CONSIGLIO DI STATO: SONO PUBBLICI NON SONO PUBBLICI DEVONO RESTARE RISERVATI PER 90 GIORNI

170. COSA SI INTENDE PER OFFERTA ANOMALA? L'OFFERTA PI BASSA L'OFFERTA CHE PRESENTI UN RIBASSO PARI O SUPERIORE A QUELLO RISULTANTE DAL CRITERIO STABILITO AI

SENSI DELL'ART. 21 DELLA L. N. 109/94 L'OFFERTA CON UN RIBASSO SUPERIORE AL 10% RISPETTO AL PREZZO POSTO A BASE D'ASTA

171. AI SENSI DELLART. 50 D. LGS. 165/2001, I LIMITI MASSIMI DELLE ASPETTATIVE E DEI PERMESSI SINDACALI NEL SETTORE PUBBLICO SONO DETERMINATI:

DALLA LEGGE CON DECRETO MINISTERIALE DALLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA

172. IL CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PRIVATIZZATI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI, OLTRE A DEFINIRE I DOVERI DEL DIPENDENTE, INDIVIDUA ANCHE LA TIPOLOGIA DELLE INFRAZIONI E DELLE RELATIVE SANZIONI?

S NO, LE INFRAZIONI E LE SANZIONI SONO DEFINITE DALLA LEGGE NO

173. A NORMA DEL DLGS 165/01, IL RAPPORTO DI IMPIEGO DEI PROFESSORI E RICERCATORI UNIVERSITARI DISCIPLINATO: DALLE DISPOSIZIONI RISPETTIVAMENTE VIGENTI, IN ATTESA DELLA SPECIFICA DISCIPLINA CHE LO REGOLI IN

MODO ORGANICO DALLO STATUTO DELLA RISPETTIVA UNIVERSIT E DAI CONTRATTI COLLETTIVI DALLE DISPOSIZIONI CONTENUTE NEI CONTRATTI E ACCORDI COLLETTIVI

174. I BENI CHE FANNO PARTE DEL DEMANIO PUBBLICO SONO: SUSCETTIBILI DI ACQUISTO PER USUCAPIONE DA PARTE DI ALTRI SOGGETTI ALIENABILI INALIENABILI

175. SONO ENTI PUBBLICI TERRITORIALI: LE ASL LE COMUNIT MONTANE LE PREFETTURE

Quiz diritto amministrativo

17

176. AI SENSI DEL DLGS 165/01, GLI INDIRIZZI PER LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NAZIONALE SONO DELIBERATI DAI COMITATI DI SETTORE:

PRIMA DI OGNI RINNOVO CONTRATTUALE E NEGLI ALTRI CASI IN CUI RICHIESTA UN'ATTIVIT NEGOZIALE DELL'ARAN

SOLTANTO ED ESCLUSIVAMENTE PRIMA DI OGNI RINNOVO CONTRATTUALE PREVIO PARERE DI UN COMITATO DI GARANTI

177. SONO ACCESSIBILI GLI ATTI ENDOPROCEDIMENTALI O PREPARATORI? SOLO SE ESPRESSAMENTE PREVISTO DAL REGOLAMENTO S, ANCHE SE, IN ALCUNE IPOTESI, POSSIBILE IL DIFFERIMENTO DELL'ACCESSO NO, IN QUANTO ATTI INTERNI

178. I DATI PERSONALI ATTESTATI IN DOCUMENTI DI RICONOSCIMENTO IN CORSO DI VALIDIT HANNO LO STESSO VALORE PROBATORIO DEI CORRISPONDENTI CERTIFICATI?

NO, IN QUANTO DIVERSO IL RISPETTIVO AMBITO DI OPERATIVIT S, MA L'AMMINISTRAZIONE HA IL DOVERE DI VERIFICARE LA VERIDICIT DEI DATI S, FERMA RESTANDO PER L'AMMINISTRAZIONE LA FACOLT DI VERIFICARE LA VERIDICIT DEI DATI

179. LA REVOCA UN ATTO DI RITIRO CHE OPERA NEI CONFRONTI: DI UN ATTO INFICIATO DA UN VIZIO DI LEGITTIMIT, CON EFFICACIA EX TUNC DI UN ATTO INOPPORTUNO, CON EFFICACIA EX TUNC DI UN ATTO INOPPORTUNO, CON EFFICACIA EX NUNC

180. IL RICORSO STRAORDINARIO AL CAPO DELLO STATO: UN RIMEDIO AMMINISTRATIVO DI CARATTERE ECCEZIONALE AMMESSO PER VIZI DI LEGITTIMIT ED ECCEZIONALMENTE DI MERITO NON AMMESSO PER VIZI DI MERITO

181. GLI ORGANI DELLA GIURISDIZIONE AMMINISTRATIVA ORDINARIA SONO: I T.A.R. E IL CONSIGLIO DI STATO I T.A.R. E LA CORTE DEI CONTI IL CONSIGLIO DI STATO E LA CORTE DEI CONTI

182. NELL'AMBITO DI UN PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO CHE COS' LA DISCREZIONALIT TECNICA? UNA FACOLT DI SCELTA TRA PI COMPORTAMENTI PER IL SODDISFACIMENTO DELL'INTERESSE PUBBLICO UNA SCELTA ESERCITATA SULLA BASE DI UN PARERE TECNICO RESO NECESSARIAMENTE DA ESPERTI ESTRANEI

ALL' AMMINISTRAZIONE UN GIUDIZIO SULLA BASE DI UNA VALUTAZIONE SUPPORTATA DA REGOLE TECNICHE

183. QUANTO DURA IN CARICA IL COMITATO DIRETTIVO DELL'AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI?

3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI

184. SONO ACCESSIBILI SOLO LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN APPOSITI ELENCHI, DEPOSITATI PRESSO OGNI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CHE ABBIANO FORMA DI DOCUMENTO AMMINISTRATIVO TASSATIVAMENTE PREVISTE DALLA LEGGE

185. IN QUALI CASI LA MOTIVAZIONE DEL PROVVEDIMENTO NON RICHIESTA? PER GLI ATTI CONCERNENTI L'ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA PER GLI ATTI DI CONTROLLO PER GLI ATTI A CONTENUTO GENERALE

186. AI SENSI DELLART. 1 DEL DLGS 165/2001, NON RIENTRANO NEL CONCETTO DI AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE: LE AZIENDE ED AMMINISTRAZIONI DELLO STATO AD ORDINAMENTO AUTONOMO GLI ENTI PUBBLICI ECONOMICI. LE ISTITUZIONI UNIVERSITARIE

187. QUANDO UN CERTIFICATO NON "SOSTITUIBILE"? PER TUTTE LE POSIZIONI RELATIVE ALL'ADEMPIMENTO DEGLI OBBLIGHI MILITARI

Quiz diritto amministrativo

18

PER LA DICHIARAZIONE DI NON AVER RIPORTATO CONDANNE PENALI NELL'IPOTESI DI CERTIFICATI MEDICI

188. IL RICORSO AMMINISTRATIVO : IL RICORSO AL GIUDICE AMMINISTRATIVO L'ISTANZA DIRETTA A COSTITUIRE IN MORA LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE L'ISTANZA DIRETTA AD OTTENERE L'ANNULLAMENTO, LA REVOCA O LA RIFORMA DI UN ATTO

AMMINISTRATIVO 189. I CITTADINI DEGLI STATI MEMBRI DELLUNIONE EUROPEA POSSONO ACCEDERE AI POSTI DI LAVORO PRESSO LE

AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE ITALIANE? NO, IN QUANTO PER L'ACCESSO AI POSTI DI LAVORO PRESSO LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE SEMPRE

RICHIESTO IL POSSESSO DELLA CITTADINANZA ITALIANA S, SEMPRE SECONDO QUANTO PREVISTO DALL'ART.38 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 MARZO 2001, N. 165 S, CON ALCUNE ECCEZIONI STABILITE DAL D.P.C.M. 7 FEBBRAIO 1994, N. 174

190. LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE E I GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI, IN LUOGO DI ATTI O CERTIFICATI CONCERNENTI STATI, QUALIT PERSONALI E FATTI CHE SIANO ATTESTATI IN DOCUMENTI GI IN LORO POSSESSO O CHE COMUNQUE SIANO TENUTI A CERTIFICARE

POSSONO OPERARE L'ACCERTAMENTO D'UFFICIO DELLE RELATIVE INFORMAZIONI OVVERO RICHIEDERE AL DICHIARANTE LA TRASMISSIONE DELL'ATTO O DEL CERTIFICATO ORIGINALE AL TERMINE DEL PROCEDIMENTO

HANNO L'OBBLIGO DI ACQUISIRE D'UFFICIO LE RELATIVE INFORMAZIONI, PREVIA INDICAZIONE, DA PARTE DELL'INTERESSATO, DELL'AMMINISTRAZIONE COMPETENTE E DEGLI ELEMENTI INDISPENSABILI PER IL REPERIMENTO DELLE INFORMAZIONI O DEI DATI RICHIESTI, OVVERO DEVONO ACCETTARE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA PRODOTTA DALL'INTERESSATO

SONO COMUNQUE TENUTI AD ACQUISIRE D'UFFICIO LE RELATIVE INFORMAZIONI, ANCHE IN MANCANZA D'INDICAZIONE, DA PARTE DELL'INTERESSATO, DELL'AMMINISTRAZIONE COMPETENTE E DEGLI ELEMENTI INDISPENSABILI PER IL REPERIMENTO DELLE INFORMAZIONI O DEI DATI RICHIESTI.

191. A CHI SPETTA ESPRIMERE PARERI SUI REGOLAMENTI CHE LE SINGOLE AMMINISTRAZIONI ADOTTANO PER L'INDIVIDUAZIONE DEI DOCUMENTI RELATIVI AL DIRITTO DI ACCESSO?

ALLE COMMISSIONI PARLAMENTARI AL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA ALLA COMMISSIONE ISTITUITA DALLA LEGGE N. 241/90 PRESSO LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI

MINISTRI 192. IN BASE AL DLGS 165/01, I COMPARTI DELLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NAZIONALE RIGUARDANTI SETTORI

OMOGENEI O AFFINI SONO STABILITI: DALL'AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE AUTORITATIVAMENTE DAL DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA MEDIANTE ACCORDI TRA L'ARAN E LE CONFEDERAZIONI MAGGIORMENTE RAPPRESENTATIVE SUL PIANO

NAZIONALE 193. AI FINI DEL CONTROLLO DI GESTIONE, A NORMA DEL DLGS 286/99, CHI DEFINISCE L'INSIEME DEI PRODOTTI E DELLE

FINALIT DELL'AZIONE AMMINISTRATIVA? IL CONSIGLIO DEI MINISTRI LA CORTE DEI CONTI CIASCUNA AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

194. A SEGUITO DELLA TRASMISSIONE, DA PARTE DELLARAN, DELLA QUANTIFICAZIONE DEI COSTI CONTRATTUALI ALLA CORTE DEI CONTI E DELLA CERTIFICAZIONE POSITIVA AD OPERA DI QUESTA, SI PROCEDE ALLA:

TRASMISSIONE DELLA CERTIFICAZIONE ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI PER L'APPROVAZIONE DEL CONTRATTO

RICHIESTA DI PARERE AL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IN MERITO ALLA COMPATIBILIT DEL CONTRATTO CON IL BILANCIO STATALE

SOTTOSCRIZIONE DEFINITIVA DEL CONTRATTO COLLETTIVO DA PARTE DEL PRESIDENTE DELLARAN 195. CHI IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DI ACCESSO?

SEMPRE IL DIRIGENTE SEMPRE IL DIPENDENTE ADDETTO ALL'UNIT ORGANIZZATIVA COMPETENTE A FORMARE L'ATTO O A

DETENERLO STABILMENTE

Quiz diritto amministrativo

19

IL DIRIGENTE O, SU DESIGNAZIONE DI QUESTI, IL DIPENDENTE ADDETTO ALL'UNIT ORGANIZZATIVA COMPETENTE A FORMARE L'ATTO O A DETENERLO STABILMENTE

196. QUANDO L'ORGANO AMMINISTRATIVO GERARCHICAMENTE SUPERIORE ATTRIBUISCE A S LA COMPETENZA A COMPIERE UN DETERMINATO ATTO DI COMPETENZA DELL'ORGANO INFERIORE, SI PARLA DI:

DELEGA SOSTITUZIONE AVOCAZIONE

197. LE CONTROVERSIE RELATIVE A COMPORTAMENTI ANTISINDACALI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI SONO DEVOLUTE: ALLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI AL GIUDICE AMMINISTRATIVO AL GIUDICE ORDINARIO

198. L'APPROVAZIONE DA PARTE DELL'ORGANO COMPETENTE DI UN ATTO EMESSO DA UN ORGANO INCOMPETENTE SI DEFINISCE RETTIFICA RATIFICA ACQUISIZIONE

199. GLI ATTI ABLATIVI: AMPLIANO LA SFERA GIURIDICA DEL DESTINATARIO RIMUOVONO UN LIMITE ALL'ESERCIZIO DI UN DIRITTO PRIVANO IL TITOLARE DI UN DETERMINATO DIRITTO REALE

200. LO STATUTO DEI LAVORATORI (LEGGE N.300/1970) SI APPLICA ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI? NO S, MA SOLO PER LE P.A. CON PI DI 15 DIPENDENTI S, IN OGNI CASO

201. AVVERSO LE SENTENZE DEI TRIBUNALI AMMINISTRATIVI REGIONALI CHE AFFERMANO LA GIURISDIZIONE DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO AMMESSO RICORSO:

ALLA CORTE DI CASSAZIONE AL CONSIGLIO DI STATO ALLA CORTE COSTITUZIONALE

202. IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI, DI CUI ALLA LEGGE 196/03, ORGANO: MONOCRATICO COLLEGIALE COSTITUITO DA 4 MEMBRI COLLEGIALE COSTITUITO DA 3 MEMBRI

203. INDICARE QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI SUI CONTROLLI AMMINISTRATIVI CORRETTA: IL VISTO UN ATTO DI CONTROLLO VINCOLATO IN QUANTO L'AUTORIT DI CONTROLLO NON PU RIFIUTARSI

DI APPORLO OVE NON RISCONTRI NELL'ATTO VIZI DI LEGITTIMIT L'OMOLOGAZIONE UN ATTO DI CONTROLLO PREVENTIVO ESCLUSIVAMENTE DI LEGITTIMIT L'APPROVAZIONE UN ATTO DI CONTROLLO SUCCESSIVO DI LEGITTIMIT

204. PER IL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIET ORIZZONTALE: LO STATO NON DEVE OSTACOLARE LA LIBERA INIZIATIVA ECONOMICA DEI CITTADINI DEVONO OPERARE GLI ENTI PUBBLICI PI PROSSIMI AGLI AMMINISTRATI, CIO NELL'ORDINE: COMUNI,

PROVINCE, CITT METROPOLITANE, REGIONI E STATO GLI ENTI PUBBLICI DEVONO FAVORIRE LAUTONOMA INIZIATIVA DEI CITTADINI, SINGOLI O ASSOCIATI, PER

LO SVOLGIMENTO DI ATTIVIT DI INTERESSE GENERALE 205. SI PU COMPROVARE CON DICHIARAZIONE, ANCHE CONTESTUALE ALLISTANZA PRODOTTA IN SOSTITUZIONE DELLA

NORMALE CERTIFICAZIONE: L'ISCRIZIONE DI SOCIET NEL REGISTRO DELLE IMPRESE LO STATO DI INVALIDO DI GUERRA LESISTENZA IN VITA

206. COSA SI INTENDE PER "PRINCIPIO DELLA PUBBLICIT" INTRODOTTO DALLA LEGGE N. 241/90? IL CORRETTO RAPPORTO TRA RISORSE IMPIEGATE E RISULTATI OTTENUTI, SECONDO IL PRINCIPIO DELLA

BUONA AMMINISTRAZIONE

Quiz diritto amministrativo

20

IL CORRETTO RAPPORTO TRA RISULTATI OTTENUTI E OBIETTIVI PRESTABILITI, SECONDO IL PRINCIPIO DELLA BUONA AMMINISTRAZIONE

IL DOVERE DA PARTE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI RENDERE ACCESSIBILI AGLI INTERESSATI NOTIZIE E DOCUMENTI SULL'OPERATO DEI PUBBLICI POTERI, SECONDO IL PRINCIPIO DELLA TRASPARENZA

207. I PROVVEDIMENTI EMANATI DAL GOVERNO CON VALORE DI LEGGE ORDINARIA SONO DENOMINATI.... DECRETI-LEGISLATIVI. REGOLAMENTI. LEGGI DI DELEGA.

208. LA COMUNICAZIONE DELL'ATTO CONCLUSIVO DEL PROCEDIMENTO DETERMINA LA VALIDIT DELL'ATTO COMUNICATO L'EFFICACIA DELL'ATTO RICETTIZIO COMUNICATO LA LEGITTIMAZIONE AD IMPUGNARE L'ATTO COMUNICATO

209. I SOGGETTI DESTINATARI DELLA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO HANNO DIRITTO: DI PRENDERE VISIONE DEGLI ATTI DEL PROCEDIMENTO, SENZA ECCEZIONE ALCUNA DI PRENDERE VISIONE DEGLI ATTI DEL PROCEDIMENTO SOLO NEI CASI PREVISTI DALLA LEGGE DI PRENDERE VISIONE DEGLI ATTI DEL PROCEDIMENTO, SALVO LE ECCEZIONI DI LEGGE

210. I TRIBUNALI AMMINISTRATIVI REGIONALI: SONO ORGANI DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA DELLE REGIONI SONO ORGANI DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA DI PRIMO GRADO APPARTENENTI ALL'ORDINAMENTO STATALE SONO ORGANI DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA DI II GRADO

211. IL RAPPORTO DI LAVORO IN BASE AL QUALE IL DIPENDENTE DEVE LAVORARE PER UN TEMPO NON INFERIORE AL 50% DELLE ORE LAVORATIVE PREVISTE PER IL PERSONALE A TEMPO PIENO, SI DEFINISCE:

ASTENSIONE FACOLTATIVA DAL LAVORO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

212. LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE POSSONO CONCLUDERE ACCORDI PER DISCIPLINARE LO SVOLGIMENTO IN COLLABORAZIONE DI ATTIVIT DI INTERESSE COMUNE, ANCHE AL DI FUORI DI UNA CONFERENZA DI SERVIZI?

NO, NON POSSIBILE NO, TALI ACCORDI POSSONO ESSERE CONCLUSI SOLO TRA P.A. E PRIVATI S, POSSIBILE

213. LA DELEGAZIONE AMMINISTRATIVA COMPORTA IL TRASFERIMENTO DETTA TITOLARIT DI UNA COMPETENZA IL CONFERIMENTO TEMPORANEO DELL'ESERCIZIO DI UNA COMPETENZA L'ESERCIZIO DI ATTRIBUZIONI DI UN ORGANO INFERIORE

214. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO PU CHIEDERE LA RETTIFICA DI DICHIARAZIONI: SOLO ERRONEE SOLO INCOMPLETE ERRONEE O INCOMPLETE

215. NEL CASO IN CUI NON SI PROVVEDA ALLA NOTIFICA DEL RICORSO NEI CONFRONTI DI TUTTI I CONTROINTERESSATI, IL RICORSO GIURISDIZIONALE PROPOSTO INNANZI AL GIUDICE AMMINISTRATIVO:

SEMPRE INAMMISSIBILE AMMISSIBILE SE NOTIFICATO AD ALMENO UN CONTROINTERESSATO IMPROCEDIBILE

216. L'AVOCAZIONE : L'ATTO CON CUI SI EFFETTUA UNA DELEGA DI POTERI LA SOSTITUZIONE DEL TITOLARE DI UN UFFICIO IN CASO DI INERZIA LO SPOSTAMENTO DELLA COMPETENZA OPERATO DA UN ORGANO GERARCHICAMENTE SUPERIORE NEI

CONFRONTI DI QUELLO INFERIORE CHE LA DETIENE IN FORMA NON ESCLUSIVA 217. COSA SI INTENDE PER SPOILS SYSTEM?

IL POTERE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DI SOSTITUIRE I DIRETTORI GENERALI DEI SINGOLI DICASTERI

Quiz diritto amministrativo

21

IL POTERE DEGLI ORGANI DI VERTICE DI RINNOVARE GLI INCARICHI DIRIGENZIALI LA POSSIBILIT SPETTANTE AL GOVERNO O AI MINISTRI DI CONFERMARE, REVOCARE, MODIFICARE O

RINNOVARE LE NOMINE DAGLI STESSI CONFERITI NEI SEI MESI ANTECEDENTI LA SCADENZA NATURALE DELLA LEGISLATURA

218. LA COSTITUZIONE HA CONFERITO LE POTEST LEGISLATIVE ATTRIBUITE ALLA REGIONE: AL CONSIGLIO REGIONALE ALLA GIUNTA REGIONALE AL PRESIDENTE DELLA REGIONE ED AL CONSIGLIO REGIONALE

219. L'ATTO CON CUI LA P.A. ATTESTA DETERMINATI ATTI, FATTI O QUALITA' E' DEFINITO: CERTIFICAZIONE COMUNICAZIONE DOCUMENTAZIONE

220. L'EFFICACIA OVVERO L'ESECUZIONE DEL PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO PUO' ESSERE SOSPESA? NO, MAI S, PER QUALSIVOGLIA RAGIONE S, PER GRAVI RAGIONI E PER IL TEMPO STRETTAMENTE NECESSARIO

221. IL RICORSO STRAORDINARIO AL CAPO DELLO STATO UN RIMEDIO GIURISDIZIONALE? SI S, SE DECISO IN DIFFORMIT DAL PARERE DEL CONSIGLIO DI STATO NO

222. AI SENSI DEL DPR 445/2000, PER DOCUMENTO DI IDENTIT ELETTRONICO SI INTENDE: UN DOCUMENTO, SOTTOSCRITTO DALL'INTERESSATO, CONCERNENTE STATI, QUALIT PERSONALI E FATTI,

CHE SIANO A DIRETTA CONOSCENZA DI QUESTI UN DOCUMENTO ANALOGO ALLA CARTA D'IDENTIT ELETTRONICA RILASCIATO DAL COMUNE FINO AL

COMPIMENTO DEL QUINDICESIMO ANNO D'ET UN DOCUMENTO AVENTE FUNZIONE DI RIPRODUZIONE E PARTECIPAZIONE A TERZI DI STATI E FATTI

CONTENUTI IN REGISTRI PUBBLICI 223. NELL'ATTO AMMINISTRATIVO, IL PREAMBOLO :

L'INDICAZIONE DELL'AUTORIT DA CUI L'ATTO PROMANA LA PARTE IN CUI SONO INDICATE LE NORME DI LEGGE O I REGOLAMENTI IN BASE ALLE QUALI L'ATTO STATO

ADOTTATO LA PARTE CHE CONTIENE LA FIRMA DELL'AUTORIT CHE EMANA L'ATTO O DI QUELLA DELEGATA

224. LA LEGGE N. 241/90 DISPONE CHE, CON APPOSITO REGOLAMENTO, SIANO INDIVIDUATI DETERMINATI CASI DI SILENZIO-ASSENSO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE?

S, DISPONE IN TAL SENSO NO, PREVEDE CHE IL SILENZIO ASSENSO SIA SEMPRE AMMESSO, TRANNE NEI CASI ELENCATI DALLA

L.241/90 STESSA NO, NON DETTA NORME IN TAL SENSO

225. NELL'AMBITO DELLA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA, L'ISTITUTO DELL'AUTOTUTELA SI ATTUA: D'INIZIATIVA DELLA STESSA P.A CON L'ANNULLAMENTO DELL'ATTO SU ISTANZA DELL'INTERESSATO CON UN PROCEDIMENTO ESTERNO ALLA P.A.

226. CIASCUN ATTO AMMINISTRATIVO PRESENTA UNA STRUTTURA FORMALE GENERALMENTE COMPOSTA DA.... INTESTAZIONE, PREAMBOLO, DISPOSITIVO, LUOGO E DATA INTESTAZIONE, PREAMBOLO, MOTIVAZIONE, DISPOSITIVO, LUOGO, DATA E SOTTOSCRIZIONE PREAMBOLO, MOTIVAZIONE, DISPOSITIVO, LUOGO E SOTTOSCRIZIONE

227. AI SENSI DELL'ART. 21-QUINQUIES DELLA VIGENTE LEGGE N. 241 DEL 1990, SONO DEVOLUTE ALLA GIURISDIZIONE ESCLUSIVA DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO LE CONTROVERSIE CONCERNENTI:

LA DETERMINAZIONE E LA CORRESPONSIONE DELL'INDENNIZZO DERIVANTE DALLA REVOCA DEL PROVVEDIMENTO

LA REVOCA DEL PROVVEDIMENTO LA LEGITTIMAZIONE DELL'AUTORIT CHE HA DISPOSTO LA REVOCA

Quiz diritto amministrativo

22

228. QUANDO UN ATTO AMMINISTRATIVO SIA VIZIATO DA MANCANZA DI FORMA, LADDOVE LA STESSA SIA PREVISTA DALLA LEGGE, L'ATTO E':

ILLECITO NULLO IRREGOLARE

229. QUALI ATTI SONO SOGGETTI ALL'ABROGAZIONE? GLI ATTI ILLEGITTIMI GLI ATTI DIVENTATI INOPPORTUNI NESSUN ATTO

230. IL CONTRATTO STIPULATO DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CON LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI PER LA REGOLAMENTAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO SI DEFINISCE:

CONTRATTO ASSOCIATIVO CONTRATTO AUTONOMO DI GARANZIA CONTRATTO COLLETTIVO

231. A NORMA DELLA LEGGE 241/90, SE LE RAGIONI DELLA DECISIONE RISULTANO DA ALTRO ATTO DELL'AMMINISTRAZIONE RICHIAMATO DALLA DECISIONE STESSA, INSIEME ALLA COMUNICAZIONE DI QUEST'ULTIMA DEVE:

ESSERE INDICATO E RESO DISPONIBILE, A NORMA DI LEGGE, ANCHE L'ATTO CUI ESSA SI RICHIAMA. ESSERE ALLEGATO L'ATTO RICHIAMATO. ESSERE INDICATO SE L'ATTO PU O MENO ESSERE VISIONATO.

232. PER "INTERESSE LEGITTIMO OPPOSITIVO" SI INTENDE: LA RESISTENZA DEL PRIVATO NEI CONFRONTI DI UN ATTO AMMINISTRATIVO ESECUTORIO L'INTERESSE DEL PRIVATO AD ACQUISIRE UNA UTILIT O UN BENE ATTRAVERSO L'ADOZIONE DI UN ATTO

AMPLIATIVO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LINTERESSE DEL PRIVATO A MANTENERE INTATTA LA SUA SFERA DI UTILIT NEI CONFRONTI DI ATTI

ABLATORI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 233. LE CLAUSOLE CONTENUTE NEI CONTRATTI COLLETTIVI INTEGRATIVI IN CONTRASTO CON I VINCOLI RISULTANTI DAI

CONTRATTI COLLETTIVI NAZIONALI SONO: VALIDE ANNULLABILI NULLE

234. IL POTERE DI INDIRIZZO NEI CONFRONTI DELL'ARAN VIENE ESERCITATO: DAI SINDACATI DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DALLA CORTE DEI CONTI

235. AI SENSI DELLART. 2 DLGS 165/01, LATTRIBUZIONE DI TRATTAMENTI ECONOMICI AI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PU AVVENIRE ESCLUSIVAMENTE MEDIANTE:

ATTI LEGISLATIVI CONTRATTI COLLETTIVI O INDIVIDUALI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

236. IL MINISTRO PU ADOTTARE ATTI DI COMPETENZA DEI DIRIGENTI? S, OVE LO RITENGA NECESSARIO NO, TRANNE CHE SI TRATTI DI ATTI ESECUTIVI DI PROGETTI DA REALIZZARE NO

237. IL CONCORSO PUBBLICO L'UNICA FORMA PER ACCEDERE AL PUBBLICO IMPIEGO? S NO, L'ACCESSO AL PUBBLICO IMPIEGO AVVIENE, DOPO LA PRIVATIZZAZIONE, NELLE STESSE FORME

DELL'ACCESSO ALL'IMPIEGO PRIVATO NO, IL CONCORSO PUBBLICO LA FORMA PRIMARIA, SALVO I CASI STABILITI DALLA LEGGE

238. LE CONTROVERSIE IN MATERIA DI PROCEDURE CONCORSUALI PER L'ASSUNZIONE DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI SONO:

DEVOLUTE AL GIUDICE CONTABILE DEVOLUTE AL GIUDICE ORDINARIO, QUALE GIUDICE DEL LAVORO

Quiz diritto amministrativo

23

DEVOLUTE AL GIUDICE AMMINISTRATIVO

239. COME DENOMINATO IL POTERE, DI CUI SONO DOTATE LE REGIONI, DI EMANARE I PROPRI STATUTI? AUTONOMIA LEGISLATIVA AUTONOMIA POLITICA AUTONOMIA STATUTARIA

240. LASSUNZIONE NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DEL PERSONALE NON IN REGIME DI DIRITTO PUBBLICO AVVIENE CON: ATTO REGOLAMENTARE ATTO LEGISLATIVO CONTRATTO INDIVIDUALE DI LAVORO

241. A NORMA DEL DLGS N. 165/01, LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE CURANO: LA RETRIBUZIONE DEL PERSONALE LIMITATAMENTE ALLE QUALIFICHE DIRIGENZIALI LA FORMAZIONE E LAGGIORNAMENTO DEL PERSONALE IVI COMPRESO QUELLO CON QUALIFICHE DIRIGENZIALI LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE LIMITATAMENTE ALLE QUALIFICHE NON DIRIGENZIALI

242. A NORMA DEL DPR 445/2000, LA FIRMA DIGITALE SI HA PER RICONOSCIUTA AI SENSI DELL'ART. 2703 DEL CODICE CIVILE:

SOLO SE LA SUA APPOSIZIONE CERTIFICATA DA UN PUBBLICO UFFICIALE QUANDO SIA CHIARA E LEGGIBILE QUANDO LA SUA APPOSIZIONE AUTENTICATA DAL NOTAIO O DA UN ALTRO PUBBLICO UFFICIALE

AUTORIZZATO 243. QUALE RICORSO PU ESSERE PROPOSTO CONTRO GLI ATTI AMMINISTRATIVI DEFINITIVI?

RICORSO GERARCHICO RICORSO GERARCHICO IMPROPRIO RICORSO STRAORDINARIO AL CAPO DELLO STATO

244. AI SENSI DEL DLGS 165/01, LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI POSSONO SOTTOSCRIVERE CONTRATTI COLLETTIVI INTEGRATIVI CHE COMPORTANO ONERI NON PREVISTI DAGLI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE ANNUALE E PLURIENNALE?

S, SOLO SE A CARICO DI ESERCIZI SUCCESSIVI S, OVE SIA INDIVIDUATA LA COPERTURA NO, NON POSSONO

245. IL RICORSO STRAORDINARIO DECISO CON DECRETO: DEL CONSIGLIO DI STATO DEL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

246. NEL DIRITTO AMMINISTRATIVO, IL VISTO : UN CONTROLLO SUCCESSIVO DI MERITO UN CONTROLLO PREVENTIVO DI MERITO UN CONTROLLO PREVENTIVO DI LEGITTIMIT

247. QUALI DEI SEGUENTI STRUMENTI CONSENTE LA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI ESTERNALIZZATE? LA CARTA DEI SERVIZI E LA RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI IL CONTROLLO STRATEGICO SUL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI IL CONTROLLO PREVENTIVO DI LEGITTIMIT

248. ALLA LUCE DEL NOVELLATO ART. 114 DELLA COSTITUZIONE, LA REPUBBLICA COSTITUITA: DAGLI ORGANI CENTRALI DELLO STATO DA PARLAMENTO, GOVERNO E PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DAI COMUNI, DALLE PROVINCE, DALLE CITT METROPOLITANE, DALLE REGIONI E DALLO STATO

249. COSA SI INTENDE PER AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA RICONOSCIUTA DALLA LEGGE ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE? LA POTEST DI RISOLVERE CONFLITTI DI GIURISDIZIONE LA POTEST DI RISOLVERE CONFLITTI DI COMPETENZA FRA ORGANI GIURISDIZIONALI LA POSSIBILIT DI RISOLVERE I CONFLITTI RELATIVI AI SUOI PROVVEDIMENTI O ALLE SUE PRETESE CON I

MEZZI AMMINISTRATIVI A SUA DISPOSIZIONE 250. LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA

DIRETTA A CONSOLIDARE LE STRUTTURE PORTANTI

Quiz diritto amministrativo

24

DIRETTA A RINNOVARE O SOSTITUIRE COMPONENTI ANCHE STRUTTURALI DIRETTA A SISTEMARE I TETTI DEGLI EDIFICI

251. I REGOLAMENTI SI DISTINGUONO DAI DECRETI LEGISLATIVI: IN QUANTO HANNO DESTINATARI DETERMINATI, MENTRE I DECRETI LEGISLATIVI SONO INDIRIZZATI AD UNA

GENERALIT DI DESTINATARI NON INDIVIDUATA IN QUANTO SONO FONTI DI RANGO PRIMARIO, MENTRE I DECRETI LEGISLATIVI SONO DI RANGO

COSTITUZIONALE IN QUANTO SONO FONTI DI RANGO SECONDARIO MENTRE I DECRETI LEGISLATIVI SONO FONTI DI RANGO

PRIMARIO 252. CHE COS' IL RICORSO IN OPPOSIZIONE?

IL RICORSO CHE ESCLUDE LA RETTIFICA DELL'ATTO IMPUGNATO UN RICORSO DEMANDATO ALLA SCELTA DISCREZIONALE DEL SOGGETTO CHE SI RITIENE LESO IL RICORSO DIRETTO ALLA STESSA AUTORIT CHE HA EMANATO L'ATTO IMPUGNATO

253. A NORMA DEL DPR 445/2000, PER VALIDIT DEL CERTIFICATO SI INTENDE: IL CONTROLLO DA PARTE DEL CERTIFICATORE DELLA CORRETTA UTILIZZABILT DEI DATI ATTESTATI NEL

CERTIFICATO IL CONTROLLO DA PARTE DEL CERTIFICATORE DELLA COMPLETEZZA E DELL'ATTUALIT DEI DATI CONTENUTI

NEL CERTIFICATO L'EFFICACIA E L'OPPONIBILIT AL TITOLARE DELLA CHIAVE PUBBLICA DEI DATI IN ESSO CONTENUTI

254. IL GOVERNO PU SOSTITUIRSI A ORGANI DELLE REGIONI PER L'ACCELERAZIONE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI PER LA TUTELA DEI LIVELLI ESSENZIALI DELLE PRESTAZIONI PER IL MANCATO RISPETTO DELLA LEGGE 241/1990

255. QUALE, TRA I SEGUENTI, ELEMENTO ESSENZIALE DELLATTO AMMINISTRATIVO? IL TERMINE LA CONDIZIONE IL CONTENUTO

256. LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE DISEGNATA IN BASE ALLE FUNZIONI IN BASE ALLE RISORSE FINANZIARIE IN BASE AL PERSONALE DISPONIBILE

257. A NORMA DEL DLGS 286/99, LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER ESPLETARE IL CONTROLLO STRATEGICO, NELL'AMBITO DELLA RISPETTIVA AUTONOMIA, SI DOTANO DI STRUMENTI ADEGUATI:

A VALUTARE LE PRESTAZIONI DEL PERSONALE CON QUALIFICA DIRIGENZIALE A GARANTIRE LA CORRETTEZZA, LEGITTIMIT E REGOLARIT DELL'AZIONE AMMINISTRATIVA AI FINI DELLA

LEGGE PENALE A VALUTARE L'ADEGUATEZZA DELLE SCELTE COMPIUTE IN SEDE DI ATTUAZIONE DEI PIANI, PROGRAMMI ED

ALTRI STRUMENTI DI DETERMINAZIONE DELL'INDIRIZZO POLITICO, IN TERMINI DI CONGRUENZA TRA RISULTATI CONSEGUITI ED OBIETTIVI PREDEFINITI

258. QUANDO LA LEGGE ATTRIBUISCE ALL'INERZIA DELLA P.A. IL VALORE DI ACCOGLIMENTO DELL'ISTANZA, SI PARLA DI: SILENZIO INADEMPIMENTO SILENZIO APPROVAZIONE SILENZIO ASSENSO

259. LASTA PUBBLICA: UN CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE UNA PROCEDURA EXTRACONTRATTUALE UN SISTEMA DI AFFIDAMENTO DEGLI APPALTI

260. NON COSTITUISCE VIZIO DI LEGITTIMIT DELL'ATTO AMMINISTRATIVO L'INCOMPETENZA ASSOLUTA L'INCOMPETENZA RELATIVA L'ECCESSO DI POTERE

261. IL PRINCIPIO DI LEGALIT COMPORTA:

Quiz diritto amministrativo

25

CHE OGNI ATTIVIT SIA DISCIPLINATA DA NORME IL RISPETTO DELL'ECONOMICIT DELL'AZIONE AMMINISTRATIVA IL RISPETTO DEI PRINCIPI DI TIPICIT E NOMINATIVIT DEI PROVVEDIMENTI

262. LA MANUTENZIONE ORDINARIA DIRETTA AD ASSICURARE LA FUNZIONALIT ORIGINARIA DEL BENE DIRETTA A RENDERE PI SOLIDA LA STRUTTURA DIRETTA A MIGLIORARE LE STRUTTURE DEGLI EDIFICI

263. LORGANO ESECUTIVO DELLE REGIONI : IL CONSIGLIO IL CONSIGLIO LA GIUNTA REGIONALE

264. I DIPENDENTI PUBBLICI: SONO RESPONSABILI INDIRETTAMENTE DEGLI ATTI COMPIUTI SONO RESPONSABILI QUANDO LO L'ENTE DI APPARTENENZA SONO DIRETTAMENTE RESPONSABILI DEGLI ATTI COMPIUTI IN VIOLAZIONE DI DIRITTI

265. LA GERARCHIA: UN RAPPORTO TRA ENTI PUBBLICI UN RAPPORTO TRA GLI IMPIEGATI CIVILI DELLO STATO UN RAPPORTO ORGANIZZATIVO IN PARTICOLARI STRUTTURE

266. L'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA RISPONDE DEL FATTO ILLECITO DEL PROPRIO AGENTE DIRETTAMENTE NEI CONFRONTI DEL TERZO DANNEGGIATO INDIRETTAMENTE, PER IL TRAMITE DELL'IMPIEGATO INDIRETTAMENTE, PER IL TRAMITE DELLA CORTE DEI CONTI

267. LA DISCIPLINA DEI CONTRATTI DI DIRITTO COMUNITARIO, SI APPLICA AI CONTRATTI DI IMPORTO SUPERIORE AD UN LIMITE DI SOGLIA AI CONTRATTI DI IMPORTO INFERIORE AD UN LIMITE DI SOGLIA A TUTTI I CONTRATTI, INDIPENDENTEMENTE DALL'IMPORTO

268. LE UNIVERSIT SONO: ORGANI DELLO STATO AMMINISTRAZIONI INDIPENDENTI ENTI PUBBLICI AUTONOMI

269. LE CAMERE DI COMMERCIO SONO: ORGANI PERIFERICI DEL MINISTERO DELLE ATTIVIT PRODUTTIVE ENTI PUBBLICI ECONOMICI ENTI AUTONOMI DI DIRITTO PUBBLICO

270. LESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILIT: UN PROCEDIMENTO CONCESSORIO UN PROCEDIMENTO AUTORIZZATORIO UN PROCEDIMENTO ABLATORIO

271. GLI ENTI PUBBLICI ECONOMICI: REGOLANO SETTORI ECONOMICI ESERCITANO ATTIVIT AMMINISTRATIVE ESERCITANO ATTIVIT DIMPRESA

272. LE AZIENDE AUTONOME SONO: SOCIET A PARTECIPAZIONE STATALE ENTI PUBBLICI ECONOMICI IMPRESE PUBBLICHE

273. IL PROJECT FINANCING : L'AFFIDAMENTO A PROFESSIONISTI DELLA REDAZIONE DI PROGETTI UN SISTEMA DI FINANZIAMENTO PUBBLICO DELLE INFRASTRUTTURE

Quiz diritto amministrativo

26

UN SISTEMA DI FINANZIAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE CON CAPITALI PRIVATI 274. IL PARERE DELL'ORGANO CONSULTIVO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SI DICE FACOLTATIVO

QUANDO A DISCREZIONE DELL'ORGANO DESTINATARIO DEL PARERE, RICHIEDERLO O MENO QUANDO A DISCREZIONE DELL'ORGANO CONSULTIVO EMETTERE IL PARERE QUANDO NON PREVISTO ALCUN TERMINE PER L'EMANAZIONE DEL PARERE

275. PER L'AMMINISTRAZIONE PROCEDENTE LA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO: SEMPRE UN OBBLIGO UN OBBLIGO, ECCETTO I CASI IN CUI SUSSISTANO RAGIONI DI IMPEDIMENTO DERIVANTI DA PARTICOLARI

ESIGENZE DI CELERIT DEL PROCEDIMENTO UN OBBLIGO SE DISCIPLINATA NEI REGOLAMENTI DELL'ENTE

276. LESTERNALIZZAZIONE PER ORGANIZZAZIONE FA RIFERIMENTO: ALLA NORMATIVA SUI LAVORI PUBBLICI ALLA NORMATIVA SULLE FORNITURE ALLA NORMATIVA SUI SERVIZI

277. QUALE, TRA I SEGUENTI, ELEMENTO ESSENZIALE DELLATTO AMMINISTRATIVO? LA RISERVA LA PRESUPPOSIZIONE LA VOLONT

278. IL DIALOGO COMPETITIVO: UN MODO PER FORMARE ALBI DI FORNITORI UNA FORMA DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE UN SISTEMA PRELIMINARE DI SCELTA DEL CONTRAENTE

279. LA TUTELA IN SEDE GIURISDIZIONALE DEGLI INTERESSI LEGITTIMI AFFIDATA AL GIUDICE ORDINARIO ALLA SOLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE AL GIUDICE AMMINISTRATIVO

280. QUAL IL FINE PRINCIPALE CHE SI VUOLE ASSICURARE CON IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI, STABILITO DALLA LEGGE N. 241/90?

LA SEMPLIFICAZIONE DELLAZIONE AMMINISTRATIVA LA TRASPARENZA DELLAZIONE AMMINISTRATIVA LA RAGIONEVOLEZZA DELLAZIONE AMMINISTRATIVA

281. LA LEGGE N. 241/90 HA INTRODOTTO, IN MATERIA DI PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO, IL "PRINCIPIO DELL'EFFICACIA". DI CHE COSA SI TRATTA?

DEL DOVERE DA PARTE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DI RENDERE ACCESSIBILI AGLI INTERESSATI NOTIZIE E DOCUMENTI CONCERNENTI L'OPERATO DEI PUBBLICI POTERI IN OSSEQUIO AL PRINCIPIO DELLA TRASPARENZA

DEL CORRETTO RAPPORTO CHE VI DEVE ESSERE TRA RISORSE IMPIEGATE E RISULTATI OTTENUTI IN OSSEQUIO AL PRINCIPIO DELLA BUONA AMMINISTRAZIONE

DEL CORRETTO RAPPORTO CHE VI DEVE ESSERE TRA RISULTATI OTTENUTI E OBIETTIVI PRESTABILITI IN OSSEQUIO AL PRINCIPIO DELLA BUONA AMMINISTRAZIONE

282. LA COMUNICAZIONE DELL'AVVIO DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO PU ESSERE ESCLUSA: DA PARTICOLARI ESIGENZE DI CELERIT DEL PROCEDIMENTO DA PARTICOLARI ESIGENZE DI RISERVATEZZA DA RAGIONI CONNESSE ALLA SITUAZIONE PECULIARE DEI DESTINATARI DELL'ATTO

283. SECONDO LA LEGGE N. 241/90, CHI PU INTERVENIRE NEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO? SOLO I SOGGETTI DESTINATARI DEL PROVVEDIMENTO SOLO I SOGGETTI PORTATORI DI INTERESSI PRIVATI CUI POSSA DERIVARE UN DANNO DAL PROVVEDIMENTO QUALUNQUE PORTATORE DI INTERESSI PUBBLICI O PRIVATI, NONCH I PORTATORI DI INTERESSI DIFFUSI

COSTITUITI IN ASSOCIAZIONI O COMITATI, CUI POSSA DERIVARE UN PREGIUDIZIO DAL PROVVEDIMENTO 284. NEL CASO IN CUI UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE RILEVI ECCEDENZE DI PERSONALE, TENUTA AD INFORMARE LE

ORGANIZZAZIONI SINDACALI? S, IN VIA PREVENTIVA

Quiz diritto amministrativo

27

S, MA ALL'ESITO DELLE PROCEDURE DI MOBILIT NO, NON PREVISTO ALCUN OBBLIGO DI INFORMAZIONE

285. IL PRINCIPIO DI AUTOTUTELA: CONSENTE DI APPLICARE REGOLE PROCESSUALI TIPICHE DEI SINGOLI ORDINAMENTI CONSENTE ALL'AMMINISTRAZIONE DI DIFENDERSI IN GIUDIZIO SENZA L'AUSILIO DI LEGALI CONSENTE ALLAMMINISTRAZIONE DI ANNULLARE IN TUTTO O IN PARTE PROPRI PROVVEDIMENTI ILLEGITTIMI

286. IL PROVVEDIMENTO CHE PRODUCE LA CESSAZIONE DEFINITIVA EX NUNC DELL EFFICACIA DI UN ALTRO PROVVEDIMENTO SI DEFINISCE

RIMOZIONE ANNULLAMENTO REVOCA

287. UN ATTO AMMINISTRATIVO VIZIATO DA INCOMPETENZA RELATIVA PER MATERIA : INEFFICACE INESISTENTE

ANNULLABILE 288. LA RICHIESTA DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DEVE ESSERE RIVOLTA:

ALL'AMMINISTRAZIONE CHE HA FORMATO IL DOCUMENTO O CHE LO DETIENE STABILMENTE ALL'AMMINISTRAZIONE PI VICINA AL LUOGO DI RESIDENZA ALL'AMMINISTRAZIONE CHE DETIENE STABILMENTE IL DOCUMENTO, PER IL TRAMITE DELLA PREFETTURA

289. L'UNIT ORGANIZZATIVA COMPETENTE ED IL NOMINATIVO DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO A CHI SONO COMUNICATI?

SU RICHIESTA, A CHIUNQUE VI ABBIA INTERESSE AI SOLI SOGGETTI CHE PRESENTANO ISTANZA DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI SOLO A COLORO CHE PER LEGGE DEVONO INTERVENIRE NEL PROVVEDIMENTO

290. IL DIRITTO DI ACCESSO UN'APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO DI: BUONA AMMINISTRAZIONE EFFICIENZA DELL'ATTIVIT AMMINISTRATIVA TRASPARENZA DELL'ATTIVIT AMMINISTRATIVA

291. IL REQUISITO DI OBBLIGATORIET, IN BASE AL QUALE L'ATTO AMMINISTRATIVO PERFETTO ED ESECUTIVO DIVIENE OBBLIGATORIO NEI CONFRONTI DEI DESTINATARI, ATTIENE:

ALLA LEGITTIMIT DELL'ATTO AL MERITO DELL'ATTO ALL'EFFICACIA DELL'ATTO

292. CHE COSA SI INTENDE PER ESERCIZIO PRIVATO DELLE PUBBLICHE FUNZIONI? LO SVOLGIMENTO DI ATTIVIT AMMINISTRATIVE PER FINI PRIVATI LO SVOLGIMENTO DA PARTE DI ORGANI DELLA P.A. DI ATTIVIT DI DIRITTO PRIVATO L'ESERCIZIO DI ATTIVIT DI DIRITTO PUBBLICO DA PARTE DI SOGGETTI PRIVATI ESTRANEI

ALL'AMMINISTRAZIONE 293. SONO ANNULLABILI DA PARTE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE GLI ATTI DECISORI, COME LE DECISIONI SU RICORSI

AMMINISTRATIVI? NO, IN QUANTO ESULANO DAL POTERE DI PROVVEDERE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE S, OVE NON SIANO IMPUGNATI INNANZI AL GIUDICE AMMINISTRATIVO S, SEMPRE

294. SI HA DELEGA DI POTERI QUANDO L'AUTORIT AMMINISTRATIVA: TRASFERISCE I PROPRI POTERI AD ALTRO ORGANO AMMINISTRATIVO SI SPOGLIA DEI POTERI CHE TRASFERISCE AD ALTRO SOGGETTO GIURIDICO CONCEDE AD ALTRO ORGANO LA FACOLT DI ESERCITARE I PROPRI POTERI SENZA PER TRASFERIRLI

295. A NORMA DEL DPR 445/2000, QUANDO L'EMANAZIONE DI ATTI AMMINISTRATIVI SIA CONSEGUENZA DI FALSE DICHIARAZIONI O DI DOCUMENTI FALSI O CONTENENTI DATI NON RISPONDENTI ALLA VERIT, PRODOTTI DALL'INTERESSATO:

LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ED I LORO DIPENDENTI SONO SEMPRE RESPONSABILI

Quiz diritto amministrativo

28

PREVISTA UNA RESPONSABILIT OGGETTIVA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E DEI SUOI DIPENDENTI LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ED I LORO DIPENDENTI SONO ESENTI DA RESPONSABILIT PER GLI ATTI

EMANATI SALVO I CASI DI DOLO O COLPA GRAVE 296. L'ATTIVITA' AMMINISTRATIVA VINCOLATA COMPORTA

LA VALUTAZIONE DEGLI INTERESSI PRIVATI LA PONDERAZIONE DEGLI INTERESSI PUBBLICI PRIMARI E SECONDARI L'INTERPRETAZIONE DEI PRESUPPOSTI GIURIDICI E DI FATTO INDICATI DALLE NORME

297. QUALE DEI SEGUENTI ISTITUTI NON CONTEMPLATO DALLA NORMATIVA IN TEMA DI APPALTI PUBBLICI DI FORNITURA? LA TRATTATIVA PRIVATA IL PROJECT FINANCING IL PUBBLICO INCANTO

298. A NORMA DEL DLGS 165/01, L'AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI HA AUTONOMIA CONTABILE E ORGANIZZATIVA?

NO, HA SOLO AUTONOMIA FINANZIARIA MA NON ORGANIZZATIVA HA AUTONOMIA ORGANIZZATIVA, MA NON HA AUTONOMIA CONTABILE S, HA AUTONOMIA ORGANIZZATIVA E CONTABILE NEI LIMITI DEL PROPRIO BILANCIO

299. CHI DESIGNA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE INTERNO O ESTERNO ALLAZIENDA? LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI IL RAPPRESENTANTE PER LA SICUREZZA IL DATORE DI LAVORO

300. LA LEGGE N. 241/90 SANCISCE IL DOVERE DI CONCLUDERE IL PROCEDIMENTO MEDIANTE L'ADOZIONE DI UN PROVVEDIMENTO ESPRESSO?

NO, NON PREVEDE NULLA AL RIGUARDO S, MA NEI SOLI CASI PREVISTI DALLA LEGGE S, LO SANCISCE