Programma Palio di Asti 2014

download Programma Palio di Asti 2014

If you can't read please download the document

  • date post

    06-Dec-2014
  • Category

    Travel

  • view

    3.862
  • download

    5

Embed Size (px)

description

Programma Palio di Asti 2014

Transcript of Programma Palio di Asti 2014

  • 1. 21 settembre 2014 PALIO_copertina.indd 1 21/07/2014 18.29.37

2. NoidiRealeMutua tiassicuriamoalmeglio, maaproteggertipensacianchetu. Seguiinostriconsigli su www.realmenteprotetti.it o chiedi qualche consiglio al tuo Agente Reale. www.realmenteprotetti.it AGENZIA DI ASTI Briccarello Roberto, Canalia Gabriele & Borio Giovanni s.r.l. Piazza Alfieri 51 - 14100 Asti (AT) Tel. 0141 536211 - Fax 0141 1808015 PALIO_copertina.indd 2 21/07/2014 18.29.37 3. 21 settembre 2014 PALIO_brochure.indd 1 21/07/2014 18.30.41 4. PALIO_brochure.indd 2 21/07/2014 18.30.43 5. ari amici, davvero con grande piacere che saluto tutti voi, dal Sindaco al Capitano del Palio, dagli organizzatori ai partecipanti e agli spettatori di una delle tradizioni pi antiche e vitali di tutto il Piemonte. Il Palio di Asti, con la sua storia quasi millenaria, un simbolo per tutto il nostro territorio, un momento di festa viva, partecipa- ta, sentita, capace di attrarre migliaia di turisti, anche stranieri. Grazie alla dedizione e allimpegno dei borghigiani, la citt di Asti vive il Palio con il suo volto migliore: i palazzi imbandierati, le feste di via e le cene propiziatorie, il corteo storico con ol- tre mille figuranti in costume medievale, le iniziative collaterali come ilPalio degli Sbandieratorio ilMercatino del Palio,tutti eventi che rafforzano quel senso di comunit e appartenenza che ci fa sentire orgogliosi delle nostre radici. Desidero dunque ringraziare gli organizzatori e i partecipanti per limpegno e lentusiasmo con cui anche questanno hanno or- ganizzato il Palio e auguro a tutti di avere il successo di pubblico che una manifestazione cos importante merita. Buona Festa. Sergio Chiamparino Governatore Regione Piemonte c PALIO_brochure.indd 3 21/07/2014 18.30.50 6. PALIO_brochure.indd 4 21/07/2014 18.30.51 7. oche citt al mondo possiedono un centro stori- co medievale ricco come quello diAsti,scenario ideale per una rievocazione storica, adagiato al centro delle colline recentemente dichiarate Patrimonio dellUmanit dallU.N.E.S.C.O. Nessuna pu sfoggiare una corsa di cavalli pu- rosangue in una pista di grande fascino e resa unica dalle sue tre curve a gomito, che impongono ai fantini coraggio, perizia tecnica e sprezzo del pericolo. Unica anche la ricchezza del corteo storico, con i suoi milleduecento figuranti che indossano costumi e accessori ricostruiti con un rigore storico assoluto. Per questo, fieri della nostra tradizione municipale, invitiamo tutti alla Festa pi bella, annunciata dalla copertina di questa pubblicazione. E che Festa sia! Dopo un anno di intenso lavoro con i Rettori, torna il Palio con i suoi riti e i suoi colori. Il nostro rinnovato impegno, supportato anche da una serie di preziosi sponsor, fuori discussione. La Citt ha bisogno di grandi eventi di sicuro richiamo turistico e il Palio ha bisogno della Citt, contenitore di pregio e scrigno di bellezze artistiche. Lofferta turistica ora si completa con il ter- ritorio circostante, un tuttuno con Langhe, Roero e Monferrato, da sempre motivo di orgoglio per la produzione vitivinicola di eccellenza, ora riconosciuta anche a livello internazionale. Il Palio, frutto del lavoro di molti, ma soprattutto dei Comitati, lapoteosi del settembre astigiano che festeggia la sua terra e le sue tradizioni di antichi mercanti e banchieri, ma anche di instan- cabili vignaioli. E allora in questa cornice il Palio non pu che es- sere il vero portacolori della Citt: con i suoi ventuno partecipanti e con la passione di sempre. Dalle bandiere, ai costumi,dai puro- sangue ai fantini, dai borghigiani, ai piccoli sfilanti, una miscela portentosa che rende la Citt viva e spumeggiante. In questi mesi con i Rettori,iVeterinari,la CommissioneTecnica e con il Capitano, che ringrazio,abbiamo messo a punto il Regolamento,soprattutto per quanto riguarda i comportamenti in pista:un lavoro importante che tende a migliorare ancor pi la sicurezza e a scoraggiare chi pensa di poter forzare la mossa o adottare comportamenti non consoni al nostro Palio. Dunque appuntamento alla terza domenica di settembre per vivere insieme la storia antica e lemozione di una Festa calata nella realt dei giorni nostri. Buon Palio a tutti! Avv. Fabrizio Brignolo Sindaco di Asti p PALIO_brochure.indd 5 21/07/2014 18.30.52 8. La citt e la sua storia Fondata dai Liguri su una altura (Ast in ligure significherebbe terra rialzata), la romana Hasta Pompeia segnalata da Plinio fra le colonie romane di maggiore importanza dellantica Liguria. Presumibilmente nell89 a.C. fu riconosciuta colonia romana, per effetto della Lex Pompeia che diede lo Ius Latii e la Latinitas alla Transpadania. Da allora essa accrebbe sempre pi la sua impor- tanza economica e, nel 568, ebbe inizio il suo periodo di maggior floridezza, quale sede di un importante Ducato longobardo e di una primaria Corte di Giustizia. Costituita in Contea sotto i Fran- chi,governata in seguito dallautorit deiVescovi,la citt si afferm vigorosamente verso la fine del sec. XI diventando, in breve, il pi importante libero comune del Piemonte. Nel sec. XII divenne uno dei pi ricchi e potenti comuni dItalia, ebbe diritto di battere moneta e diede vita ad una fitta serie di rapporti commerciali con la Francia,le Fiandre e lInghilterra. Conserv la for- ma repubblicana fino al 1313 quando pass agli Angioini, poi ai Visconti ed infine ai Savoia (1575). Nei secoli XVII e XVIII durante le guerre di successione di Spagna ed Austria per il possesso del Monferrato, fu ripetutamente invasa ed occupata. In epoca napoleonica Asti divenne capoluogo del Dipartimento del Tanaro per tornare definitivamente ai Savoia dopo la Restaurazione. Dopo lUnit dItalia i destini della citt seguirono quelli della neonata nazione, confondendosi con la storia dItalia. Caratterizzata sin dal XIII secolo da una economia vivace, ricca di traffici e di com- merci, spesso divisa dalle faide di nobili quanto animose casate, concupita da Signorie straniere per la ricchezza delle sue contrade e per la posizione strategica, Asti Repubblicana conserva una gradevole atmosfera medievale. Le torri e le caseforti, testimonianza di un passato nobile e prestigioso, si inseriscono nel tessuto urbano con fierezza,armonizzando gradevolmente con le lunghe teorie di portici ottocenteschi,con le piazzette del centro storico e con il carattere schivo, ma ospitale, della gente astigiana. ASTI OGGI una citt ospitale, a misura duomo, n troppo grande n troppo piccola; una citt in cui piacevole fare due passi in centro alla scoperta di torri, palazzi e botteghe, inserite in un contesto urbano medievale. Abitanti astigiani, astesi Superficie territorio Ha 15.182 Perimetro Territorio Km 103.5 PALIO_brochure.indd 6 21/07/2014 18.30.52 9. Popolazione 77.343 abitanti (al 31/12/2013) Latitudine 44 54 Nord Longitudine 8 12 Est Altitudine 123 m. s.l.m. Patrono San Secondo (si festeggia il 1 marted di maggio) PALIO_brochure.indd 7 21/07/2014 18.30.55 10. Il Palio Secondo il cronista Ogerio Alfieri, antenato del pi noto Conte Vittorio, la citt di Asti, ...nellanno del Signore 1280 era colma di ricchezze, chiusa da solide e recenti mura e costituita quasi interamente da molti edifici, torri, palazzi e case da poco costruite. Nella descrizione, precisa e puntuale, Ogerio cita le buone qualit dei cittadini astesi giudicandoli ...assennati e nobili, ricchi e potentie dice che in caso di necessit la citt pu contare su seicento cavalieri dotati di due cavalli... mentre il contado pu fornire centosessanta cavalieri dotati di un cavallo o di una cavalla.... In quegli anni gli astigiani davano vita alla corsa del Palio: infatti la prima notizia certa della corsa risale al 1275 anno in cui, secondo Guglielmo Ventura, speziale di professione e cronista per diletto, gli astigiani corsero il Palio, per dileggio, sotto le mura della nemica citt di Alba, portando danni e devastazioni alle vigne. Oggi la citt conserva un tessuto urbano testimonianza dei fasti di un tempo; le torri e le caseforti i palazzi medievali e le caratteristiche vie del centro storico fanno da scenario alla affascinante rievocazione storica del Palio. Sono ventuno i contendenti che nei giorni della vigilia hanno vigorosamente tentato di propiziare la vittoria con cene pantagrueliche,riti scaramantici,burle salaci nei confronti dei borghi avversari, sino allultimo intenso confronto in campo, preceduto dal sontuoso corteo, composto da oltre milleduecento figuranti in costume medievale. Dopo molto impegno, tanta passione e altrettanti affanni uno soltanto potr stringere tra le mani il drappo cremisino con le insegne della citt e limmagine del Santo Patrono. Per tutti la grande Festa incomincia gi il fine settimana precedente con il Palio degli sbandieratori, il variopinto mercatino, la sfilata dei bambini, le prove in pista per saggiare le forze in campo, in un cre- scendo da cardiopalma. Ma per capire il Palio necessario esserci, calarsi nella Festa, magari seguendo direttamente le vicende di uno dei ventuno partecipanti: dagli sguardi dei borghigiani, che hanno lavorato un anno intero, si capir davvero che cosa significa la passione viscerale, lattaccamento fortissimo ai colori, lirrefrenabile voglia di vincere, lincontenibile gioia della vittoria, lamarezza della sconfitta. PALIO_brochure.indd 8 21/07/2014 18.30.55 11. PALIO_brochure.indd 9 21/07/2014 18.30.58 12. La pista Nella centralissima Piazza Alfieri, cuore della citt, a settembre, si allestiscono, in una sola setti- mana, la pista per la corsa, le tribune per il pubblico e le scuderie che ospiteranno i purosangue. La Piazza si trasforma: un gruppo di esperti, coordinati da un geologo, verifica lesatta miscela di Sabbie Astiane del pliocene superiore, cos che limpasto non sia troppo cedevole o, al contra- rio, troppo consistente. La pista infatti dovr tenere per tre giri di corsa, sia in caso di pioggia imprevista, sia in caso di tempo asciutto, perch i cavalli, in c