Presentazione Freud

download Presentazione Freud

of 20

  • date post

    08-Aug-2015
  • Category

    Education

  • view

    136
  • download

    1

Embed Size (px)

Transcript of Presentazione Freud

  1. 1. (Freiberg, 6 maggio 1856 Londra, 23 settembre 1939) Alessandra Boi
  2. 2. Un p di vita... E stato un neurologo e psicoanalista austriaco, fondatore della psicoanalisi, una delle principali branche della psicologia. Freud si colloca nella seconda met dellottocento e nei primi decenni del novecento nel periodo del positivismo e in questo periodo nasce anche la psicologia, si afferma come scienza autonoma, indipendentemente con la filosofia. Freud noto per aver elaborato una teoria scientifica e filosofica, secondo la quale i processi psichici inconsci esercitano influssi determinanti sul pensiero, sul comportamento umano e sulle interazioni tra individui. Tent di stabilire correlazioni tra la visione dell'inconscio, rappresentazione simbolica di processi reali, e delle sue componenti con le strutture fisiche del cervello e del corpo umano. In un primo momento si dedic allo studio dell'ipnosi e dei suoi effetti nella cura di pazienti psichiatrici.
  3. 3. Inconscio Ipotizza che nella nostra mente siano presenti dei meccanismi di difesa i quali iniziano a funzionare fin dalla nostra prima infanzia quando il bambino deve contrastare una serie di pulsioni, istinti presenti in lui che poi man mano che cresce si scontrano invece con dei modelli che vengono imposti dai genitori o dalla societ e viene a crearsi una conflittualit tra le pulsioni interne e i modelli di comportamento che gli vengono imposti. Per cogliere lorigine dei disturbi psichici bisogna risalire alla storia individuale del paziente e ricostruirne i fatti.
  4. 4. Ipnosi Stato psicofisico che paragonabile ad un dormiveglia, uno stato di sonnolenza che viene indotto tramite delle tecniche di suggestione che riescono a rilassare il paziente. Durante lipnosi il paziente libero da freni inibitori e si rende molto collaborativo. F constata che durante lipnosi il paziente racconta la sua vita senza freni inibitori e riesce a liberarsi dalle ossessioni che lo assillano proprio perch le racconta.
  5. 5. Contenuto MANIFESTO Contenuto LATENTE E il racconto del sogno cos come viene ricordato dal sognatore E ci che nascosto e deve esser rivelato, il materiale inconscio
  6. 6. I sogni ci guidano e ci illuminano... Questa divisione molto importante in quanto si configura come prima struttura della metodologia scientifica freudiana, e come procedimento rigoroso e replicabile nellassegnare un nome agli elementi di base del sogno.
  7. 7. Per arrivare a scoprire il contenuto latente del sogno,Freud compie il procedimento inverso a quello della censura che agisce nellinconscio individuale e che maschera la pulsione iniziale. Quindi Freud, dalla narrazione del sogno stesso (il contenuto manifesto) tenta di risalire al desiderio ed alla pulsione che ne lorigine (il contenuto latente). Freud esprime la convinzione che tutti i contenuti latenti siano di origine sessuale frutto di pulsioni infantili represse, e che si manifestino nel contenuto manifesto come ricordi di copertura, in seguito amplia la sua visione prendendo in considerazione lidea che i sogni, oltre ad esprimere pulsioni erotiche, portino alla luce anche impulsi aggressivi repressi.
  8. 8. Nel sogno Freud individua la via maestra per accedere al dominio dellinconscio. Il sogno costituito da: - riferimenti alla vita reale - fantasie e pensieri legati alla vita profonda, il passato - desideri inappagati
  9. 9. Il contenuto manifesto una storia molto pi scarna e pi povera di particolari, ci avviene perch lindividuo vorrebbe esprimere determinati contenuti che si agitano dentro di lui ma si vergogna, non osa portarli alla luce e quindi li esprime in modo allusivo, mascherato. Questa unopera di censura che compie la nostra coscienza, che blocca determinati contenuti, suscita in noi determinate resistenze nellesprimerli. Per quale motivo avviene questa censura? Nel sogno affiorano desideri talmente profondi che il soggetto cosciente giudica imbarazzanti, irragionevoli, immorali, inconfessabili e quindi possono essere espressi solo se tradotti in una forma accettabile.
  10. 10. La cura delle parole Lo Psicoanalista austriaco rivoluzion il metodo di affrontare i disturbi introducendo quella che allora chiam: la Cura delle parole, grazie alla quale le persone riuscivano a parlare liberamente seguendo il flusso dei propri pensieri, senza censure. Comodamente sdraiati sul divano (il lettino dell'analista), i suoi pazienti parlavano per libere associazioni, senza uno schema preordinato, saltando da un pensiero all'altro. In questo modo, secondo Freud, emergono pensieri e sensazioni rimossi dalla coscienza (inconsci), e con essi i traumi e le "verit nascoste" delle persone. Freud ere convinto infatti che i traumi rimossi e i conflitti bloccati dentro la mente fossero all'origine delle patologie.
  11. 11. Psicoanalisi La Psicoanalisi dal greco psyche e analysis - letteralmente lo studio dell'anima e della mente. Fu sviluppata da Sigmund Freud (medico neurologo di origine austriaca), alla fine del '800, per superare alcuni limiti che riscontrava nel trattamento dei disturbi psicologici (ad es. isteria, nevrosi). E la teoria dellinconscio dellanimo umano ed anche una prassi psicoterapeutica.
  12. 12. La struttura del nostro io Inizialmente distingue soltanto nel soggetto umano due dimensioni: conscia e inconscia e tende a considerare conscio e inconscio come due processi che si intrecciano, si intersecano, si trasformano luno nellaltro. Ad un certo punto in queste sue considerazioni inserisce la nozione del preconscio: zona dellinconscio che passa facilmente alla coscienza.
  13. 13. Psiche Formata da tre regni Es Io Super Io Il luogo dove hanno sede tutte le pulsioni dellindividuo. E la parte primordiale rappresenta la coscienza morale, governa i nostri impulsi e li censura la parte cosciente della psiche, sua funzione principale lautoconservazione, ci fa adeguare alla realt
  14. 14. Per arrivare a conoscere l'Es, oltre alla cura delle parole, Freud usava l'interpretazione dei sogni, ricchi di simboli e significati: la via maestra verso l'inconscio. In questo modo Freud ha elaborato la Teoria dell'inconscio e fondato un nuovo metodo terapeutico per trattare i disturbi che, ai tempi, segn una specie di rivoluzione e fu adottato da molti altri suoi colleghi.
  15. 15. Al di l del principio del piacere" Eros: pulsione di vita Thanatos: pulsione di morte. Come nel caso di Edipo Freud va a cercare nellantica mitologia greca la figura di Eros, lamore e Thanatos, listinto di morte e anche qui per rappresentare il conflitto tra due forze fondamentali nella personalit umana. Eros identificabile come una tendenza costruttiva, Thanatos identificabile come istinto distruttivo delluomo. Con questi due principi sono presenti nellindividuo, una sorta di aggressivit che poi luomo rivolge anche verso lesterno, quindi in questo senso F ci presenta unimmagine delluomo un po inquietante che diviso tra voglia di vivere e desiderio di morte allo stesso tempo.
  16. 16. Sviluppo psico-sessuale del bambino 5 FASI: 1)Fase orale dove la sessualit del bambino concentrata alla bocca del bambino. Con questo termine viene identificata la prima fase dello sviluppo psicosessuale infantile postulato da Freud, comprendente i primi 0-18 mesi di vita, in cui il piacere sessuale legato in modo prevalente all'eccitamento della cavit orale e delle labbra che accompagna l'alimentazione. 2)Fase anale la sessualit e il piacere sono concentrati nel trattenere o espellere le feci. la fase anale succede alla fase orale e precede la fase fallica, manifestandosi in un'et compresa fra i 18 ed i 36 mesi circa. Durante questo periodo, gli interessi del bambino si spostano dalla zona orale a quella anale, in concomitanza con lacquisizione del controllo delle funzioni sfinteriche.
  17. 17. 3)Fase fallica (3 e i 6 anni circa) In questa fase nasce il famoso complessi di Edipo (per i maschi) e di Elettra (per le femmine) dove il bambino odia il genitore del suo stesso sesso perch ama il genitore del sesso opposto volendosi sostituire a quest'ultimo. 4)Periodo di latenza (6 anni alla pubert )in questo periodo il bambino frena il suo impulso sessuale. 5)Fase genitale ha inizio con la pubert, protraendosi poi per tutta la vita dell'individuo, consentendogli di sviluppare relazioni significative con il sesso opposto, grazie all'energia libidica nuovamente concentrata nella zona genitale. Il ragazzo ormai adolescente riscopre gli impulsi sessuali destinati per non al genitore del sesso opposto ma a un suo coetaneo.
  18. 18. Inevitabilmente tutti i grandi uomini conservano qualcosa di infantile Essere completamente onesti con se stessi un buon esercizio Fortuna dell'amore: potersi esprimere liberamente di fronte a un altro. Mistero dell'amore: poter tacere molte cose L'umanit ha sempre barattato un po' di felicit per un po' di sicurezza
  19. 19. OPERE Opere di Sigmund Freud (OSF) il titolo della raccolta, in dodici volumi, di tutti i principali scritti. Studi sull'isteria, Progetto di una psicologia, L'interpretazione dei sogni, Inibizione, sintomo e angoscia, Tre saggi sulla sessualit, Psicologia collettiva e analisi dell'io, Storia del movimento psicoanalitico.....
  20. 20. Video https://www.youtube.com/watch?v=muIKADZUAkY Le grandi biografie: Sigmund Freud