Ppt seminara

of 23/23
1 AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE N. 6 PALERMO S E R V I Z I O D I P S I C O L O G I A Via Roma 519, Palermo - Tel 091-7032288 – fax7032254 Capo Servizio: Dott.ssa Anna Maria Mosca ANALFABETISMO EMOTIVO ANALFABETISMO EMOTIVODOTT DOTT .ssa .ssa ANGELA SEMINARA ANGELA SEMINARA
  • date post

    27-May-2015
  • Category

    Documents

  • view

    191
  • download

    1

Embed Size (px)

Transcript of Ppt seminara

  • 1. 1 AZIENDA UNIT SANITARIA LOCALE N. 6 PALERMO S E R V I Z I O D I P S I C O L O G I A Via Roma 519, Palermo - Tel 091-7032288 fax7032254 Capo Servizio: Dott.ssa Anna Maria Mosca ANALFABETISMO EMOTIVOANALFABETISMO EMOTIVO DOTTDOTT.ssa.ssa ANGELA SEMINARAANGELA SEMINARA

2. 2 Le Emozioni Sono state definite come delle reazioni affettive, in genere brevi ma intense, che insorgono allimprovviso in risposta a degli stimoli ambientali che per un qualunque motivo ci colpiscono. Sono fenomeni biologici innati, geneticamente programmati, funzionali alla sopravvivenza della specie e basati su segnali non verbali come mimica facciale, gestualit, postura corporea e tono vocale. 3. 3 I Sentimenti Sono invece fenomeni psicologici individuali, non dipendono da uno stimolo esterno ma dai nostri interessi, dai nostri valori, dalle influenze del nostro contesto culturale, persistono nel tempo, indipendentemente dalla presenza di ci vicino a noi che ci attira. 4. 4 Analfabetismo Emotivo LLAlessitimiaAlessitimia pu essere letta come un disturbo che ricade allinterno dell Analfabetismo EmotivoAnalfabetismo Emotivo.. La nostra societ tende a sminuire il ruolo delle emozioni; parliamo moltissimo ma senza in realt dirci nulla di veramente importante. Sono molte le persone, indipendentemente dal livello culturale, che mancano di competenza emotiva. Non sono in grado di sentire quello che provano e di riconoscere negli altri gli stessi sentimenti. 5. 5 Con il termine Alessitimia ci si riferisce, peculiarmente, ad una difficolt nellidentificare e descrivere le proprie emozioni, ad una difficolt nel distinguere tra sentimenti e sensazioni corporee legate allattivazione emotiva, a processi immaginativi limitati e ad uno stile cognitivo concreto, pratico, orientato verso lesterno piuttosto che internamente. 6. 6 Caratteristiche del soggetto Alessitimico Tendenza al conformismo sociale Tendenza a ricorrere allazione per esprimere le emozioni o per evitare i conflitti Scarsa capacit di ricordare i sogni Postura rigida e povert nellespressione facciale delle emozioni 7. 7 Il Soggetto con Analfabetismo Emotivo : Incapace di discriminare le emozioni luna dallaltra; Incapace di distinguere le emozioni dagli stati somatici che le accompagnano; Incapace di comunicare verbalmente i propri sentimenti; Incapace di pensare ai sentimenti, di mentalizzare le emozioni; Incapace di usare il linguaggio come mezzo simbolico di espressione dei sentimenti, con tendenza a sostituire il parlare con lazione fisica diretta. 8. 8 Le Emozioni Paura Rabbia (ira, collera) Ansia Gioia Sorpresa Tristezza Disgusto Vergogna 9. 9 Disregolazione AffettivaDisregolazione Affettiva LAlessitimia (lett: senza parole per le emozioni) non indica per individui senza emozioni (che sarebbe impossibile), ma soggetti con un deficit della componente psicologica dellaffetto, ossia persone che hanno emozioni espresse dalle componenti biologiche degli affetti, ma con scarsa o nessuna possibilit di ricorrere agli strumenti psicologici (immagini, pensieri, fantasie) per rappresentarle. Lincapacit di mentalizzare le emozioni, le sensazioni e gli impulsi pu determinare quindi una DisgregolazioneDisgregolazione Affettiva.Affettiva. 10. 10 Come si sviluppa lCome si sviluppa lAlessitimia?Alessitimia? Non esiste ununica spiegazione sulle cause di un fenomeno tanto complesso. Infatti, oltre che da fattori genetici, neurofisiologici ed intrapsichici, gli stili di comunicazione sono influenzati da fattori socioculturali, dallintelligenza e dai modelli familiari di conversazione. Leff (1973) ha verificato che nei paesi sviluppati le persone mostrano una maggiore differenziazione degli stati emotivi rispetto a coloro che vivono in paesi in via di sviluppo. Secondo Mc Dougall (1982) lalessitimia una difesa straordinariamente forte contro il dolore psichico. 11. 11 -Kristall (1979-1983) invece di concettualizzare lalessitimia come una difesa, la attribuisce ad un arresto dello sviluppo affettivo a seguito di un trauma infantile, o ad una regressione nelle funzioni affettivo cognitive dopo un trauma catastrofico nella vita adulta. Gli studi sulla specializzazione emisferica, compreso il modo in cui il cervello integra il linguaggio affettivo e propositivo, hanno portato allidea che lalessitimia sia dovuta ad una disfunzione dellemisfero destro o ad una carenza nella comunicazione interemisferica. Una carente funzionalit dellemisfero destro potrebbe spiegare non solo la difficolt dei soggetti alessitimici a riconoscere e descrivere le loro emozioni, ma anche la loro incapacit empatica. 12. 12 Le CauseLe Cause Le ricerche effettuate avevano inizialmente correlato la disgregolazione affettiva, presente nellalessitimia, con i grossi traumi (lutti, violenze, abusi, separazioni), ma pi recentemente si evidenziata la necessit di identificare alti tipi di traumi, in particolare il cosiddetto trauma evolutivo. Secondo la teoria dellattaccamento i bimbi non seguitinon seguiti nel loro sviluppo psico-affettivo, in situazioni di carenza, subiscono un trauma relazionale. Questa situazione, pi diffusa di quella legata ai grandi traumi, avviene in situazioni familiari normali, dove per i genitori non risultano adeguati nel seguire lo sviluppo individuale del bambino. 13. 13 Le prime RelazioniLe prime Relazioni Una madre emotivamente sintonizzata ed espressiva comunicher segnali al proprio figlio molto diversi rispetto ad una madre depressa, ansiosa o alessitimica. Comunicazione Emotiva - Affettiva: una adeguata regolazione degli stati affettivi pu svilupparsi se il bambino cresce allinterno di una relazione sicura con un genitore in grado di riflettere, contenere e nominare i bisogni emotivi del bambino. 14. 14 La Qualit delle Prime Relazioni Studi osservativi condotti su neonati nellinterazione con il loro caregiver principale (solitamente la madre), mostrano che nel bambino rintracciabile, fin dai suoi primi mesi di vita, unattivit comunicativa centrata sullespressione delle emozioni. Pertanto una buona madre, con il suo sguardo gioioso, d espressione ai sentimenti del bambino, consentendogli di sviluppare la propria identit. Sintonizzazione AffettivaSintonizzazione Affettiva: la prolungata assenza di sintonia emozionale tra genitori e figli impone al bambino un costo enorme in termini emozionali. 15. 15 Prime RelazioniPrime Relazioni Quando un genitore non riesce a mostrare alcuna empatia con una particolare gamma di emozioni del bambino, quali: gioia, pianto, bisogno di essere cullato, questi comincia a evitare di esprimerle e forse anche di provarle. In questo modo numerose emozioni cominciano ad essere cancellate dal repertorio delle relazioni intime, soprattutto se, durante linfanzia, questi sentimenti continuano ad essere copertamente a apertamente scoraggiati. 16. 16 LLAlessitimiaAlessitimia presentepresente In soggetti con Disturbi del Comportamento Alimentare; In soggetti che fanno uso di sostanze stupefacenti; In soggetti che soffrono di malattie psicosomatiche - il corpo esprime il disagio psicoemotivo del soggetto; I tratti caratteristici dellAlessitimia, successivamente, sono stati riconosciuti in soggetti che presentavano sintomi depressivi; LAlessitimia stata messa in relazione con le situazioni di stress e con le condizioni che seguono a traumi. 17. 17 ConseguenzeConseguenze Disagio Giovanile: (es.:fenomeni di bullismo, nonnismo), dipendenza da sostanze stupefacenti, D.C.A. Dipendenze tecnologiche; Disagio in ambito lavorativo; Disagio in ambito familiare: il crescente aumento di separazioni nella coppia. 18. 18 Alfabetizzazione Emotiva Lalfabetizzazione emotiva non ancora un obiettivo della nostra societ, diversamente da ci che stato fatto, invece, per vincere lanalfabetismo tout court. LAnalfabetismo emotivo presente in eguale misura nei bambini, nei giovani e negli adulti a prescindere dal loro quoziente di intelligenza, dal livello culturale raggiunto e dalla professione esercitata. Laspetto preoccupante che questa incapacit la causa prima di tutti i fenomeni di devianza minorile, diffusione della droga, alcolismo, violenza nelle famiglie. 19. 19 La generazione dei giovani di oggi, anche a causa delle rapidissime trasformazioni economiche, sociali e tecnologiche che li coinvolgono, sono estremamente fragili sul piano emotivo (unemotivit molto pi incontrollata ed uno spazio di riflessione molto pi modesto). La comunicazione umana che un tempo esisteva allinterno del nucleo familiare stata sostituita da quella digitale rappresentata da telefonino, computer, televisione, videogiochi etc. Qualit del tempo Quantit del tempo: - Genitori di oggi impegnati che lasciano ai figli una gran quantit di tempo da passare in solitudine,con un carico emozionale eccessivo e nessuno strumento di contenimento. Gli Adolescenti di Oggi 20. 20 Lattenzione nei confronti dei nostri Adolescenti occasionale, legata ad eclatanti vicende di cronaca, oppure suscitata dai dati di una qualche clamorosa inchiesta-sondaggio. Le vicende di cronaca riportano episodi tragici - lumore che cambia allimprovviso- senza segni premonitori, senza una motivazione apparente, senza movente, violenza a-finalizzata. Quando lEmozione non trova parole e si ricorre al gesto! Gli Adolescenti di Oggi 21. 21 DipendenzeDipendenze Dipendenza da sostanze stupefacenti Dipendenza da alcol Dipendenze Tecnologiche (giochi, internet) Da gioco dazzardo Lo shopping compulsivo Dipendenze connesse ai Disturbi del C. A. Dipendenza dal lavoro Dipendenza dallesercizio fisico 22. 22 ObiettiviObiettivi Promuovere una nuova cultura della comunicazione, delle relazioni, delle emozioni che porti a vivere con maggiore consapevolezza i vissuti affettivo-emotivi e le dinamiche interpersonali, in modo da affrontare efficacemente anche le relazioni con gli altri. Le Neuroscienze oggiNeuroscienze oggi pi che maimai sostengono la necessit di prendere in seria considerazione le Emozioni, per prevenire i disagi ed i problemi che scaturiscono dallignoranza emotiva. Quindi oltre che promuovere limportanza che riveste lleducazione intellettuale oeducazione intellettuale o leducazione fisica bisogna cominciare a pensare a ci che significa Educazione emotiva.Educazione emotiva. 23. 23 Per Concludere Istituzioni, Scuola, Famiglia, singolo individuo dovrebbero interrogarsi, riflettere su ci che sta accadendo attorno a noi, capaci forse solo di udire senza ascoltare, per evitare di divenire tutti spettatori attoniti, di ulteriori avvenimenti di cronaca! Grazie Per lAttenzione