Pof ferraris 2015 prof patan¨

download Pof ferraris 2015 prof patan¨

of 48

  • date post

    07-Apr-2016
  • Category

    Documents

  • view

    212
  • download

    0

Embed Size (px)

description

 

Transcript of Pof ferraris 2015 prof patan¨

  • 1

    OFFERTA FORMATIVA

    I quattro corsi di studi proposti agli alunni che si iscriveranno alle classi prime sono:

    ELETTRONICA ENERGIA GRAFICA E COMUNICAZIONE INFORMATICA

    attivo nellIstituto il CORSO SPORTIVO con certificazione.

    Con un supplemento di tre ore di pratica sportiva pomeridiana, un giorno la settimana, aperto a tutti i quattro indirizzi.

    Convenzione con:

    il CONI per un progetto di lavoro la Facolt di Scienze Motorie dellUniversit di Catania per un progetto di studio.

    ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

    "GALILEO FERRARIS"

    SAN GIOVANNI LA PUNTA (CT)

    ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE GALILEO FERRARIS

    Via Motta, 85/87 - 95037 San Giovanni la Punta (CT)

    Tel: 095-6136780 - Fax: 095-6136779 www.itisgferraris.gov.it

  • 2

    IL NOSTRO ISTITUTO INTITOLATO A GALILEO FERRARIS

    Un omaggio ad uno scienziato italiano grazie al quale la tecnica

    ha avuto modo di compiere enormi progressi scientifici.

    Galileo Ferraris nasceva il 30 ottobre 1847 a Livorno Piemonte

    poi ribattezzata Livorno. Figlio di un farmacista, Luigi Ferraris e

    di Antonia Messia, cresce in una famiglia numerosa con tre

    fratelli e altrettante sorelle. Rimane per orfano di madre all'et

    di 8 anni ed inizia cos ad istruirsi presso la casa di Torino di

    uno zio medico. Dopo aver frequentato il collegio di San

    Francesco da Paola di Torino, che sarebbe poi diventato il liceo

    classico "Vincenzo Gioberti", si laurea in ingegneria civile a 22

    anni e diventa assistente di fisica tecnica presso il Regio museo

    industriale italiano (il futuro Politecnico di Torino) a partire dal

    1877.

    Si dedica quindi agli studi dell'elettromagnetismo e nel 1885 riesce a

    dimostrare a un pubblico stupefatto l'esistenza di un campo magnetico

    rotante generato da due bobine fisse, ortogonali e percorse da correnti

    alternate della stessa frequenza e sfasate di 90. Con questi esperimenti si

    apre la strada della realizzazione del motore elettrico asincrono.

    La scoperta del campo magnetico rotante fu esposta ufficialmente in una

    nota presentata all'Accademia delle Scienze di Torino solo il 18 marzo

    1888. In seguito nacquero alcune contestazioni sulla priorit di tale

    scoperta, soprattutto da parte dello scienziato serbo Nikola Tesla. La

    questione fin nelle aule giudiziarie, ma alle fine la paternit

    dell'invenzione fu riconosciuta allo scienziato italiano.

    Due mesi dopo, Tesla ottiene 5 brevetti sulla costruzione dei motori

    asincroni da lui studiati indipendentemente; questi brevetti, tuttavia,

    erano stati richiesti (con relativa documentazione) gi nell'autunno del

    1887. Vennero poi acquistati dalla Westinghouse Electric e porteranno

    Tesla alla realizzazione dei motori elettrici su scala industriale e alla

    nascita di un importante settore industriale.

    Nel 1889 Galileo Ferraris istituisce presso il Regio museo industriale

    italiano una Scuola di elettrotecnica, la prima scuola di questo genere

    in Italia che successivamente sar incorporata nel Politecnico di

    Torino. In questa scuola insegna fino alla sua morte. Nel 1896 fonda

    l'Associazione elettrotecnica italiana e ne diventa il primo presidente

    nazionale. Nello stesso anno viene nominato senatore del Regno ma,

    tre mesi dopo, muore di polmonite a neanche 50 anni.

    sepolto nel cimitero monumentale di Torino.

  • 3

  • 4

    Obiettivi dellIstituto

    LIstituto G. Ferraris intende dare coerenza agli obiettivi

    generali ed educativi della Scuola Pubblica, ponendo al centro

    di ogni sua proposta educativa e formativa lo studente, e

    riflettere le esigenze del contesto culturale, sociale ed

    economico. La sua organizzazione comprende e riconosce le

    diverse opzioni metodologiche e valorizza la professionalit

    docente; esprime lidea della scuola che si apre al mondo, al

    territorio, alla soddisfazione dei bisogni dellutenza (allievi,

    genitori, mondo del lavoro, societ); ricerca infine sinergie per unofferta formativa integrata.

    LIstituto Tecnico G. Ferraris, quindi, si propone nel perseguire la propria mission di:

    promuovere una impostazione che coniughi le esigenze di una cultura globale con quelle del

    territorio

    promuovere una cultura che partendo dalla tradizione e dalle buone pratiche punti alla

    innovazione;

    favorire una cultura della creativit (in un momento cos critico per le imprese e delleconomia,

    diventa inderogabile puntare su creativit e innovazione come fonti di competitivit);

    promuovere e favorire la cultura della tolleranza e della valorizzazione delle diversit;

    porre attenzione alle esigenze espresse ed implicite dellutenza e, in generale, alle evoluzioni del

    sistema scolastico;

    accrescere nel tempo lefficacia del sistema di gestione per la qualit;

    migliorare continuamente i processi dellorganizzazione al fine di accrescere la soddisfazione dei

    propri utenti, offrendo un percorso di formazione utile ad acquisire una preparazione umana,

    generale e scientifica su basi sperimentali, utilizzabile, in prospettiva, negli studi universitari, ed

    inoltre ad acquisire una formazione tecnica capace di adattarsi allinnovazione tecnologica nelle

    aree della produzione e dei servizi, nei settori dell'elettronica, dell'informatica,dell'energia e delle

    arti grafiche.

    diffondere al suo interno la cultura dellorganizzazione della scuola come patrimonio comune

    promuovendo attivit di motivazione, crescita

    professionale e coinvolgimento di tutto il personale;

    responsabilizzare e delegare a tutti i livelli della

    struttura dellIstituto, al fine di migliorare lefficacia

    della comunicazione interna ed esterna;

    consolidare la presenza dellIstituto sul territorio,

    anche attraverso rapporti continui con soggetti

    istituzionali, sociali e con il mondo produttivo;

    migliorare efficacia ed efficienza secondo quanto

    previsto dalla Regione Sicilia.

  • 5

    Piano dell'Offerta Formativa (P.O.F.)

    Il Piano dellOfferta Formativa (P.O.F.), previsto dal vigente

    regolamento dellautonomia scolastica il documento che definisce le

    linee programmatiche generali del servizio offerto dallIstituto e sul

    quale si fonda limpegno educativo-didattico della comunit

    scolastica. Esso fa riferimento al Progetto Educativo di Istituto.

    Il P.O.F. , quindi, un documento di:

    identit dellIstituto che definisce il quadro delle scelte e delle finalit di politica scolastica;

    impegno di cui lIstituto si fa carico nei riguardi del personale, dellutenza e del territorio;

    programmazione delle scelte culturali, formative e didattiche, nel quadro delle finalit del

    sistema scolastico nazionale;

    progettazione di attivit curricolari ed extra-curricolari con progetti che mirino ad ampliare

    ed arricchire lofferta formativa aprendo la comunit scolastica allutenza ed agli enti locali;

    riferimento che regola la vita interna dellistituto ed organizza le proprie risorse di organici,

    attrezzature e spazi ecc.

    Il P.O.F. un documento che viene, di norma,

    elaborato annualmente, ma che pu essere rivisto ed

    aggiornato, ogni qualvolta risulti necessario, con la

    stessa procedura della compilazione, dagli organi

    dellIstituto per la parte di loro rispettiva

    competenza, anche raccogliendo e valutando

    eventuali sollecitazioni ed indicazioni di tutte le

    componenti della comunit scolastica, degli enti

    locali e delle associazioni operanti sul territorio.

    IL "FERRARIS" DI SAN GIOVANNI LA PUNTA

    UN ISTITUTO SCOLASTICO INVIDIABILE

    L'Istituto Tecnico Industriale "G. Ferraris" si trova all'interno del

    Centro Scolastico Polivalente a San Giovanni La Punta in

    provincia di Catania.

    L' immenso complesso accoglie anche altri istituti superiori con i

    quali condivide una serie di strutture e di servizi comuni che

    fanno di questo polo scolastico un fiore all'occhiello della

    Provincia Regionale di Catania.

    L'istituto, come si evince dall'immagine satellitare, ricade in una

    zona verde e gode al suo interno di ampi spazi aperti e alberati; ampi posteggi per i motorini degli

    studenti; parcheggi auto riservati al personale docente e ATA e parcheggi auto riservati alle auto

    degli studenti; i locali della scuola sono ampi e accoglienti ed hanno una solida e moderna struttura

  • 6

    in cemento armato con caratteristiche antisismiche. L'istituto

    fornito di impianto di riscaldamento centralizzato, ampia gamma

    di attrezzature specialistiche per tutte le discipline, la biblioteca

    offre un servizio di prestito libri e servizio di fotocopiatura per

    parti limitate.

    All'aperto si trova un campo di calcio con annessa pista di atletica

    in tartan, due campetti di basket e calcio a cinque, mentre al

    coperto si trova un'ampia e modernissima palestra che accoglie

    campi di volley, basket e calcetto con vaste e funzionali gradinate destinate a studenti e spettatori; al

    coperto inoltre una serie di ampi locali con moderne attrezzature ginniche.

    L'accesso all'area scolastica, nonch tutti gli spazi esterni, sono vigilati costantemente da personale

    di guardia che controlla gli ingressi impedendo ad estranei non autorizzati a circolare nei locali