Parte III - Situazione programmatica - Comune di Perugia ... La modifica di impostazione è...

Click here to load reader

  • date post

    01-Apr-2021
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Parte III - Situazione programmatica - Comune di Perugia ... La modifica di impostazione è...

  • Relazione Rendiconto 2010 103

    Parte III – La situazione programmatica

    1. Lo stato di attuazione dei Programmi

    La struttura dei Programmi contenuti nella Sezione 3 della Relazione Previsionale 2010/2012, rispetto all’esercizio precedente, è stata radicalmente modificata. Nella impostazione precedente infatti l’Ente aveva seguito la strutturazione secondo il modello c.d. organizzativo, basato sulla coincidenza delle articolazioni organizzative apicali con i Programmi della relazione revisionale e programmatica; nella nuova impostazione invece l’Ente segue il modello c.d. programmatico, basato sulla coincidenza – dei Programmi - con le Linee programmatiche (di mandato). La modifica di impostazione è stata contestuale al primo bilancio di previsione del mandato amministrativo 2009/2014; rispetto a tale periodo, con deliberazione del Consiglio comunale n. 62 del 26.10.2009, sono state definite, ai sensi dell’art. 46 del T.U.E.L., le seguenti Linee Programmatiche di mandato: Linea programmatica n. 1 – Perugia città democratica e partecipativa Linea programmatica n. 2 – Perugia città sicura Linea programmatica n. 3 – Centro storico Linea programmatica n. 4 – Perugia città del recupero urbano e dell’uso sostenibile del territorio Linea programmatica n. 5 – Perugia città della cultura e della pace Linea programmatica n. 6 – Perugia città inclusiva e delle pari opportunità Linea programmatica n. 7 – Sviluppo economico, turismo e ambiente Linea programmatica n. 8 – Infrastrutture e mobilità Il quadro di corrispondenza con i Programmi è pertanto il seguente:

    Linea programmatica Programma 1 – Perugia città democratica e partecipativa 01 – Amministrazione generale, organizzazione e

    controllo 2 – Perugia città sicura 02 – Politiche per la sicurezza 3 – Centro storico 03 – Politiche per il Centro storico 4 – Perugia città del recupero urbano e dell’uso sostenibile del territorio

    04 – Politiche per il governo e lo sviluppo del territorio

    5 – Perugia città della cultura e della pace 05 – Politiche culturali 6 – Perugia città inclusiva e delle pari opportunità 06 – Politiche sociali 7 – Sviluppo economico, turismo e ambiente 07 – Politiche economiche, turistiche e ambientali 8 – Infrastrutture e mobilità 08 – Infrastrutture e mobilità Di seguito si riportano le schede delle risultanze dello stato di attuazione dei Programmi.

    Nella nuova impostazione non sono stati previsti progetti in quanto i programmi sono stati articolati in interventi.

  • Relazione Rendiconto 2010 104

    PROGRAMMA 01 – Amministrazione generale, organizzazione e controllo Responsabili: Dr. Luciano Taborchi, Dr. Dante de Paolis, Dr. Roberto Ciccarelli Referenti politici: Sindaco Wladimiro Boccali, Vice-Sindaco Nilo Arcudi, Assessore Monia Ferranti, Livia Mercati, Roberto Ciccone. Interventi strategici e di sviluppo: INTERVENTO: POLITICHE DI BILANCIO Descrizione: Le politiche di bilancio dovranno perseguire i seguenti obiettivi: 1) acquisizione di risorse dalla dismissione del patrimonio immobiliare e dalle quote di partecipazioni in società ritenute non più strategiche al fine di ridurre il debito residuo, 2) valorizzazione del patrimonio comunale al fine di incrementare le entrate correnti, 3) revisione delle aliquote dei tributi e delle addizionali (dal 2012) e delle tariffe dei servizi pubblici (dal 2011) al fine di aumentare la percentuale di copertura dei costi, tenendo conto comunque della situazione reddituale dei contribuenti e degli utenti, 4) acquisizione di risorse da privati – ad es. sponsorizzazioni – e da Istituzioni – ad es. Fondazioni bancarie – per finanziare la funzione sociale e la funzione cultura, 5) miglioramento del sistema di riscossione delle entrate comunali, 6) eliminazione della spesa corrente improduttiva e ulteriore razionalizzazione delle spese di funzionamento e generali. Attuazione : Gli indirizzi concernenti le politiche di bilancio contenuti nel presente intervento sono stati considerati ed applicati in occasione della definizione del primo bilancio di previsione (anno 2010) del mandato amministrativo 2009/2014 approvato con DCC n. 84 del 30.04.2010, della 1^ Variazione approvata con DCC n. 119 del 08.07.2010, della verifica degli equilibri di bilancio approvata con DCC n. del 00.09.2010 e dell’Assestamento generale approvato con DCC n. del 26.11.2010. A seguito della manovra finanziaria correttiva del Governo (D.L. n. 78/2010) che determinerà riflessi negativi – sia in termini di entrate e spese correnti sia in termini di investimenti programmati - sul Bilancio Pluriennale 2011/2012 e sul Patto di stabilità, l’Amministrazione ha ulteriormente lavorato sulle politiche di bilancio definendo una serie di misure strutturali e di razionalizzazioni volte a contenere gli effetti della predetta manovra e a rafforzare gli equilibri di bilancio (D.G.C n. 315 del 29.7.2010). Tali misure ed indirizzi hanno definito i presupposti per l’impostazione del bilancio di previsione annuale 2011 e relativi allegati. CENTRO DI RESPONSABILITA’: SETTORE SERVIZI FINANZIARI ANNI DI ATTUAZIONE: 2010-2011-2012 INTERVENTO: DISMISSIONE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE VIETATE E NON STRATEGICHE Descrizione: Il Comune di Perugia ha effettuato la ricognizione delle società partecipate, ai sensi dell’art. 3, commi 27-29, della Legge n. 244/2007 ed ha individuato gli organismi non più compatibili con le finalità istituzionali dell’Ente. Nel corso dell’esercizio 2010 sarà data attuazione alla Deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 11.01.2010 e saranno attivate le procedure – di evidenza pubblica – per le dismissioni delle quote detenute in tali società; inoltre saranno valutate ulteriori dismissioni di partecipazioni in società di capitali quali ad es. SIPA S.p.A. Per quanto riguarda GESENU S.p.A. si darà corso allo studio e alle operazioni preliminari per la quotazione in borsa della compagine con conseguente smobilizzo di parte delle azioni detenute

  • Relazione Rendiconto 2010 105

    dal Comune di Perugia (n. 900.000 azioni ordinarie pari al 45% del capitale sociale) Attuazione : In esecuzione della D.C.C. n. 2/2010 la Giunta Comunale ha adottato la Deliberazione n. 248 del 17.06.2010 con la quale ha definito gli indirizzi per la procedura di dismissione delle n. 5 soc. partecipate ritenute non più conformi ai sensi dell’art. 3 della Legge n. 244/2007; il Dirigente del Settore servizi finanziari con DD n. 8 del 19.07.2010 ha approvato lo schema di avviso pubblico per le dismissioni di cui trattasi e ha provveduto alla pubblicazione del medesimo. Le procedure ad evidenza pubblica non hanno dato esito positivo e pertanto si è proceduto mediante negoziazione diretta con potenziali soggetti interessati: la procedura non è ancora conclusa. Per quanto riguarda la dismissione della quota di partecipazione comunale (pari al 22,58%) al capitale di SIPA S.p.A. è stato affidato ed espletato l’incarico di valutazione del valore della partecipazione funzionale alla procedura di evidenza pubblica, è stata approvata la modifica dello Statuto sociale ed è stata effettuata l’asta per la dismissione delle quote di proprietà comunale; a seguito di asta sono stati assegnati n. 4 lotti da 100 azioni e sono stati dichiarati deserti gli altri lotti. Con D.G.C. n. 495/2010 è stata autorizzata la trattativa privata a seguito della quale sono stati assegnati i rimanenti lotti di azioni rimasti invenduti ed in data 27 dicembre 2010 è stato stipulato l’atto di cessione di 114.359 azioni alla soc. Umbria TPL e Mobilità. Per quanto riguarda la GESENU S.p.A. il Settore servizi finanziari ha avviato, di concerto con la società, le attività preliminari a tale operazione ed ha contattato Borsa Italiana per la definizione della procedura che si concretizzerà nel prossimo esercizio. CENTRO DI RESPONSABILITA’: SETTORE SERVIZI FINANZIARI ANNI DI ATTUAZIONE: 2010-2011-2012 INTERVENTO: RIDUZIONE DEL DEBITO RESIDUO Descrizione : Il debito residuo del Comune di Perugia al 31.12.2009 ammonta ad € 171.854.669,19 e comporta circa € 18,5 milioni annui di spesa corrente per il pagamento degli interessi e per il rimborso delle quote capitale. Alla fine del triennio 2010/2012 la proiezione del debito residuo, senza considerare i nuovi mutui previsti per il finanziamento degli investimenti ammontanti ad € 6 milioni (2010) e ad € 11 milioni (2011/2012), sarà pari ad € 138.430.646,62 con € 17,3 milioni annui di spesa corrente; con tale andamento nel triennio il risparmio sarà di circa € 300.000 nel 2010 e nel 2011 e di circa € 500.000 nel 2012. Nel corso del triennio le risorse che saranno realizzate dalla dismissione delle azioni delle soc. partecipate verranno destinate all’estinzione anticipata dei mutui al fine di generare ulteriori risparmi di spesa corrente (interessi passivi e quote capitale). Attuazione : Sono in corso le procedure di acquisizione delle risorse finanziarie per procedere alla estinzione anticipata di alcuni mutui e BOC il cui debito residuo grava – in termini di interessi passivi e di quote capitale – sul bilancio corrente e sul bilancio pluriennale. I primi effetti saranno evidenziati con il rendiconto dell’esercizio 2010. CENTRO DI RESPONSABILITA’: U.O. PROGRAMMAZIONE SERVIZIO FINANZIARIO ANNI DI ATTUAZIONE: 2010-2011-2012 Interventi di miglioramento: INTERVENTO: RENDICONTAZIONE SECONDO LO STANDARD ‘CIVICUM’ Rif. Progetto n. 1.5 L.P. n. 1

  • Relazione Rendiconto 2010 106

    DESCRIZIONE: Il Comune di Perugia ha aderito al p