parte aggiuntiva per tecnici della - Diritto... · PDF fileDiritto amministrativo. 2 IL...

Click here to load reader

  • date post

    17-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    215
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of parte aggiuntiva per tecnici della - Diritto... · PDF fileDiritto amministrativo. 2 IL...

parte aggiuntiva per tecnici della prevenzione

1

Diritto amministrativo

2

IL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO

Ulteriori elementi introdotti dalla

l. 15/2005 e dalla l. 69/2009

Contenuti principali della riforma (l.

15/2005):

3

Accesso ai documenti:

E esercitabile fin quando la P.A. ha lobbligo di

detenere i documenti amministrativi

Il diritto di accesso viene esteso anche ai soggetti

portatori di interessi pubblici o diffusi (vedi anche la problematica relativa allambito ambientale)

Possono esercitare il diritto di accesso tutti i privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto ed attuale correlato ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento oggetto di accesso

Contenuti principali della riforma (l.

15/2005):

4

Accesso ai documenti:

Non esercitabile per informazioni che non hanno

assunto la veste di documento

negato per gli atti normativi e generali, di

pianificazione, di programmazione, coperti da segreto

di stato e per alcuni dati dei documenti concorsuali

(psico-attitudinali e tributari)

negato come strumento di controllo generalizzato

delloperato della P.A.

Contenuti principali della riforma

(l. 15/2005):

5

Accesso ai documenti:

Deve essere garantito per curare e difendere i propri

interessi giuridici (salvo i limiti posti dal codice sulla

privacy)

Se entro 30 g. la P.A. non si pronuncia sullistanza di

accesso, la richiesta si intende respinta, con possibilit

di ricorrere anche al difensore civico o alla

Commissione per laccesso

Decorsi inutilmente ulteriori 30 gg. dallistanza del

Difensore civico, laccesso si intende consentito

In materia ambientale, contro il diniego previsto il

ricorso giurisdizionale

Modifiche introdotte dalla l. 69/2009 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, ecc.

6

Conclusione del procedimento:

Se non previsto diversamente, entro 30 gg.

Per i procedimenti regolamentati: non oltre 90 gg. (180 in

caso di deroghe, salvo quelli relativi allimmigrazione)

Responsabilit civile per danno ingiusto in caso di non

rispetto dei termini; il diritto si prescrive in cinque anni

La mancata emanazione del provvedimento nei termini

costituisce elemento di valutazione della responsabilit

dirigenziale

Giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo per le

controversie

Modifiche introdotte dalla l. 69/2009 Disposizioni per lo sviluppo economico, la

semplificazione, ecc.

7

Attivit consultiva e relazioni tecniche:

Non pu superare il termine di 20 gg. (anzich 45)

In caso di decorrenza del termine lAmministrazione

ricorrente pu procedere indipendentemente

dallespressione del parere e il Responsabile del

procedimento non pu essere chiamato a risponderne

Trasmissione telematica

Modifiche introdotte dalla l. 69/2009 Disposizioni per lo sviluppo economico, la

semplificazione, ecc.

8

Conferenza di servizi e silenzio assenso:

Possibilit di effettuazione per via telematica

Possono partecipare anche e concessionari e gestori

di servizi pubblici

Per le DIA inerenti esercizio di attivit di impianti

produttivi di beni e servizi e di prestazioni di servizi

ex direttiva 2006/123/CE, lattivit pu essere

iniziata dalla data di presentazione della DIA stessa

(SCIA: Segnalazione certificata inizio attivit

D.L. 78/2010)

Privacy e sicurezza sul lavoro

9

Privacy e sicurezza sul lavoro

10

Tutela della riservatezza dei dati personali sensibili

Interesse alla sicurezza del lavoratore nello svolgimento delle proprie mansioni

Privacy e sicurezza sul lavoro

11

Tutela della riservatezza dei dati personali sensibili

Interesse alla sicurezza del lavoratore nello svolgimento delle proprie mansioni

Norme sulla sorveglianza sanitaria (D.Lgs. 81/08, capo III, Sez. V: art. 38 e ss.)

Trattamento dati personali in ambito sanitario (D. Lgs. 196/03, Tit. V)

Privacy e sicurezza sul lavoro

12

Sorveglianza sanitaria

effettuata dal medico competente: nei casi previsti dalla normativa

su richiesta del lavoratore (se ritenuta correlata ai rischi lavorativi

da parte del m.c.)

Le visite mediche non possono essere effettuate: in fase preassuntiva

per accertare stati di gravidanza

per altri casi vietati dalla normativa vigente

Privacy e sicurezza sul lavoro

13

Sorveglianza sanitariaLe visite mediche comprendono

anche: esami clinici e biologici

indagini diagnostiche

verifica assenza forme di dipendenza

Allegati alla cartella clinica e di rischio

Il medico competente esprime: idoneit

idoneit parziale, temporanea o permanente

inidoneit temporanea

inidoneit permanente

Privacy e sicurezza sul lavoro

14

Lart. 25, c. 1, l. c) D. Lgs. 81: spetta al medico

competente: provvedere alla istituzione ed aggiornamento e custodia, per ogni

lavoratore sottoposto a sorveglianza sanitaria e sotto la propria

responsabilit, una cartella sanitaria e di rischio

Consegnare al datore di lavoro la documentazione sanitaria in suo

possesso alla cessazione del proprio incarico

Consegnare la lavoratore, al momento della sua cessazione del rapporto

di lavoro, la propria documentazione sanitaria

Inviare allISPEL (per via telematica) le cartelle sanitarie nei casi

previsti dal decr., alla cessazione del proprio rapporto

Fornire informazioni ai lavoratori sul significato della sorveglianza cui

sono sottoposti e sui risultati di tale sorveglianza

Comunicare i risultati anonimi della propria attivit in occasione delle

riunioni periodiche (art. 35)

..

Nel rispetto del d. lgs. 196 e del segreto professionale

Privacy e sicurezza sul lavoro

15

Lart. 76 del D.Lgs. 196: i dati sanitari possono essere

trattati da sanitari e strutture sanitarie pubbliche:

con il consenso dellinteressato e anche senza autorizzazione del

garante se il trattamento serve a perseguire una finalit di tutela della

salute o della incolumit fisica del soggetto

anche senza il consenso e previa autorizzazione del Garante se la

finalit riguarda un terzo o la collettivit

Disposizione superata dal provvedimento del Garante

n. 2/2008:

Autorizzazione al trattamento dei dati idonei a rilevare

lo stato di salute e la vita sessuale

Privacy e sicurezza sul lavoro

16

Disposizione superata dal provvedimento del Garante n. 2/2008:

Autorizzazione al trattamento dei dati idonei a rilevare lo stato

di salute e la vita sessuale:

gli esercenti professioni sanitarie qualora il trattamento dei

dati sia indispensabile per tutelare lincolumit fisica o la salute

di un terzo o della collettivit e il consenso non sia dato o non

possa essere dato per effettiva impossibilit

gli organismi sanitari pubblici quando ricorrano

congiuntamente le seguenti condizioni:

finalizzazione allincolumit di un terzo o della collettivit manchi il consenso

non si tratti di attivit amministrative correlate a quelle sanitarie

Privacy e sicurezza sul lavoro

17

Disposizione superata dal provvedimento del Garante n.

2/2008:

Autorizzazione al trattamento dei dati idonei a rilevare lo

stato di salute e la vita sessuale:

in caso di svolgimento delle investigazioni difensive o

comunque per motivi di difesa di un diritto in sede

giudiziaria

per ladempimento di specifici obblighi o compiti previsti

dalla normativa comunitaria, da leggi, da regolamenti o

contratti collettivi, nonch dalle norme previdenziali,

assistenziali e in materia di igiene e sicurezza del lavoro o

della popolazione

Privacy e sicurezza sul lavoro

18

Fattispecie pi delicate

Conservazione dei dati

Comunicazione dei dati

Soggetti che entrano in relazione:

medico competente

lavoratore

datore di lavoro

responsabile per la sicurezza

Privacy e sicurezza sul lavoro

19

La conservazione

Cartella sanitaria e di rischio

Medico competente = responsabile del trattamento

e della conservazione dei dati contenuti nella

cartella

N.B. per la raccolta e la conservazione dei dati sanitari dei

lavoratori, in deroga alla regola generale sui dati sensibili, non

obbligatoria lacquisizione della preventiva autorizzazione del

Garante

Privacy e sicurezza sul lavoro

20

La comunicazione

I dati sanitari possono essere resi noti allinteressato

soltanto per il tramite di un medico designato

dallinteressato stesso e dal titolare del trattamento

I dati possono essere diffusi, in forma anonima, solo per

finalit di prevenzione, accertamento e repressione dei

reati

Privacy e sicurezza sul lavoro

21

La comunicazioneCompiti del medico compet