Ottobre 2013 - Free Services Magazine

Click here to load reader

  • date post

    19-Feb-2016
  • Category

    Documents

  • view

    257
  • download

    16

Embed Size (px)

description

Mensile di Informazione per il Settore dei Trasporti

Transcript of Ottobre 2013 - Free Services Magazine

  • 1 Ottobre 2013

  • 2 FREESERVICES MAGAZINE2 FREESERVICES MAGAZINE

  • 3 Ottobre 2013

    Ci eravamo lasciati, prima della pausa estiva, con qualche speranza. E quando siamo tornati, ci sembrato - o almeno ci hanno detto che qualcosa sta cambiando. Qualcuno ci sta dicendo con insistenza che si comincia a vedere la luce in fondo al tunnel, che la ripresa comincia, timidamente, a farsi vedere.Io, per, non la vedo. E voi? A me sembra di vedere tuttaltro: uneconomia reale ancora inchiodata, aziende strozzate dai debiti, dai mancati pagamenti e, soprattutto, dalla diminuzione ver ticale delloffer ta; vedo masse di giovani disorientati, sconcer tati, in cerca di un qualsiasi lavoro, sempre difficil issimo da trovare. E del traspor to, ne vogliamo parlare? Come al solito le aziende di traspor to pagano tradizionali incomprensioni, normative obsolete quando non astruse e un interesse, da par te del Palazzo, davvero non adeguato allimpor tanza strategica che il settore riveste nei destini del Paese. Non solo! Il traspor to, in Italia come in tutto il mondo, dipende troppo, in pieno, dallandamento delloeconomia reale, dipende da quanto producono e vendono le imprese: poca produzione industriale vuol dire poca merce da traspor tare. unequazione senza scampo. Il nostro settore dipendente in tutto e per tutto dagli altri: hai voglia a dire che questa o quellazienda di autotraspor to sana, ben gestita, ha una conduzione esemplare sono tutte stupidaggini. Unazienda di autotraspor to sana quando fa lavorare il proprio parco macchine, quando ha merce da traspor tare. Il resto sono solo chiacchiere.Dunque che dobbiamo fare? Aspettiamo fiduciosi, magari un popassivi (come fa qualcuno), che passi la nottata, che torni il sole per ricominciare?No, decisamente no. Dobbiamo muoverci, inventarci il presente per fare in modo che il futuro sia migliore, dobbiamo, comunque, prepararci ad affrontare il dopo-crisi con unaltra mentalit, con altri strumenti. Dobbiamo essere consapevoli del fatto che questi anni duri e bui che abbiamo passato non li dimenticheremo facilmente e non solo per i problemi economici (anche pesanti, devastanti) che hanno causato, ma anche perch, lo si voglia accettare o no, questa crisi stata davvero lo spar tiacque tra due epoche, due modi diversi di vivere, di lavorare, di intendere il presente. Sono crollate cer tezze, abitudini, modi di fare, per dare vita a nuove situazioni che, non ancora sperimentate, appaiono, a tor to o a ragione, difficili, nebulose, incerte. Dunque che dobbiamo fare? Scavalcare a pi pari la barriera ideologica tra passato e presente, rimboccarci le maniche, affrontare la situazione, prenderla di petto.Un po, in definitiva, come stiamo facendo noi con Free Services Magazine, una rivista che, grazie allimpegno di tutti, cresce di numero in numero nella qualit e, lasciatemelo dire, nel gradimento. Un gradimento che non solo dei lettori ma che anche delle Aziende, delle Case, di quelli che sono i grandi player del nostro settore, che ormai vedono nella nostra/vostra rivista un grande strumento di comunicazione con chi, come noi tutti, di e nel traspor to vive e lavora.

    Editoriale

    Uno spartiacquetra presente e passato

    Presidente Consorzio Free [email protected]

  • 4 FREESERVICES MAGAZINE

  • 5 Ottobre 2013

    EDITORIALEFREE SERVICES INFORMA 6COSTI MINIMI Ottobre DIVIETI DI CIRCOLAZIONE SCADENZE FISCALI IL CONSULENTE

    NOTIZIE 12FOCUS 20A volte ritornanoInventato nel 2009, torna il Sistri uguale a prima

    PRODOTTOTEST 28Grande passo in avantiProvato il confort del nuovo T di Renault Trucks

    NOSTRA VITA

    SOMMARIOAnno V - numero 09Otobre 2013

    Redazione Free Services Magazine T. 0823.1766542 - F. 0823.1763076 e-mail: [email protected] www.freeservices.itDirettore Responsabile Ferruccio VenturoliIn redazione Anna Francesca Mannai, Marco PerriEditore Consorzio Free Services - Via Libert, 33, 81024 Maddaloni (Ce)Presidente Consorzio Free Services Antimo Caturano Coordinatore Editoriale Lina Farbo Impaginazione Advant di Antonello SegretarioDirettore Marketing Marco Scala Responsabile Annunci Vincenzo Lignelli Stampa Poligrafica Industriale S.r.l. NapoliAutorizzazione del Tribunale di S.Maria C.V.n 754 del 03/03/2010Le pubblicazioni degli annunci e delle inserzioni non conformi, esclude ogni responsabilit da parte del Consorzio Free Services.

    NOVITA 42Voglia di stelle e strisceFord rinnova il suo best seller,il pick-up F-150

    20

    REPORTAGE 46Spettacolo e passioneIn Canada un rodeo che unico al mondo

    SUPERTRUCK 50Acconcia vs SvempaLa passione sfida il maestro svedese su un Black Amber

    CLASSIC 54Il primo leggero MercedesNegli anni 60 i piccoli LP completarono la gamma della Stella

    50

    SHOP 57FOTOANNUNCI 86

    ATTUALIT

    EVENTI 24Una grande opportunitA Marzo la seconda edizione di Traspo Day

    28

    NOVITA Pesanti 32Il CF si fa machoDAF presenta la versione off road dellammiraglia

    CURIOSITA 36FH Camion dellAnnoPremiato per la terza volta.Storia di un test in Australia

    NOVITA Leggeri 40Giapponese per lEuropaIl nuovo Nissan NT500 sostituisce lAtleon

    TRUCK RACING 44Albacete verso il traguardoLo spagnolo aumenta il distac-co sul rivale Hahn

  • 6 FREESERVICES MAGAZINE

    Free Services Informa

    Trasportounito Fiap Campania ha chiesto e ottenuto un incontro con le istitu-zioni locali che si svolto presso la Prefettura di Napoli. Allordine del giorno le problematiche pi scottanti che affliggono il settore dellAutotrasporto: costi minimi, garanzie di pagamento dei servizi di autotrasporto, mancati controlli alla committen-za, intermediazione parassitaria. Lassociazione di categoria da tempo porta avanti le istanze degli autotrasportatori italiani, vessati come si legge in una nota da una crisi che lascia le strade e le autostrade italiane in balia di vettori esteri che, molto spesso, viaggiano in condizioni di sicurezza largamente al di sotto degli standard minimi, attuando una concorrenza sleale. Allincontro hanno partecipato il segretario regionale Trasportounito Fiap Campania, Attilio Musella, il Capo di gabinetto della Prefettura di Napoli, Francesco Esposito, il Capo di gabinetto della Questura di Napoli, Rosaria Amato, e rappresentanze della Polizia stradale e della Guardia di Finanza. An-cora una volta, Trasportounito ha denunciato latteggiamento della committenza ed ha chiesto un intervento immediato per porre fine al mercato selvaggio ha riferito a caldo il segretario regionale Musella Da circa un anno la nostra sigla ha intrapreso un percorso finalizzato a porre fine ad una situazione incresciosa che sta portando il settore al collasso. Chiediamo maggiori garanzie per le imprese di autotrasporto cam-pane e italiane e devo dire che dallincontro di oggi mi sembrato che ci sia totale apertura in questo senso, anche da parte delle Istituzioni locali. Abbiamo proposto interventi immediati e speriamo che anche le altre organizzazioni di categoria, che fino ad oggi sono rimaste in silenzio, si associno alle nostre richieste. Resta conferma-to il fermo nazionale previsto per 28 ottobre prossimo, una scelta non certamente facile ha affermato Musella ma obbligata. Purtroppo, fino ad oggi risentiamo della mancanza di un Governo capace di tutelarci e questo, unitamente alla crisi che ha portato al fallimento di tante aziende, ci impone unazione forte e capillare per tirare il settore fuori dalle sabbie mobili in cui precipitato.

    Proroghe per la scadenza del CQCIl Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha stabilito che i Certificati di qualificazione del conducente per il trasporto di cose e di persone (CQC) che siano stati ottenuti per documenta-zione (vale a dire senza aver frequenta-to il corso e superato il relativo esame) avranno una validit di ulteriori 2 anni. La scadenza della CQC valida per il trasporto di cose scadr, quindi, il 9 settembre 2016 (e non pi il 9 settem-bre 2014), mentre per il trasporto di persone la nuova data il 9 settembre 2015 (invece che il 9 settembre 2013). La proroga vale anche per i conducenti che hanno gi frequentato i corsi di rinnovo e sposta la scadenza al 9 settem-bre 2021 in caso di trasporto cose e 9 settembre 2020 per il trasporto persone.

    Revisioni controllateIl Sottosegretario Rocco Girlanda, durante la tavola rotonda organizza-ta da Dekra sul tema della sicurezza stradale ha annunciato che entro il 1 aprile 2014 sar pienamente operativa la nuova piattaforma informatica per lacquisizione in tempo reale dei report risultanti dalle prove di revisione di ogni singolo veicolo, effettuate sia presso le of-ficine autorizzate, sia presso gli Uffici della Motorizzazione. Lo scopo del protocollo promosso dal Ministero delle Infrastruttu-re e dei Trasporti quello di verificare la congruenza dei dati trasmessi con gli esiti della revisione stessa.

    TRASPORTOUNITOCampania. Incontro con le Istituzioni locali

    ARRIVA LAUTORITYCos lautorit dei trasporti?Antonio (Catania)

    L Autorit di regolazione nel settore dei trasporti stata prevista nel 2011 e se ne avviata la realizzazione nel 2012. AllAutorit sono affidati compiti di regolazione e di promozione e tutela della concorrenza nel settore dei trasporti. Le compe-tenze dellAutorit attengono sia alle infrastrutture di trasporto che alla qualit dei servizi prestati. Compiti dellIstituto sono, inoltre, quelli di assicurare pari condizioni di accesso alle infrastrutture ferroviarie, portuali, aeroportuali, autostradali, oltre che a garantire la mobilit delle merci e dei passeggeri su tutti i bacini, nazionali locali e urbani. Tra le funzioni dellAu-torit dei trasporti, saranno anche le possibili sanzioni che verrebbero comminate alle imprese inadempienti in termini di tariffe, canoni, pedaggi, diritti e prezzi sottoposti al controllo amministra-tivo, di inosservanza dei criteri per la separazione contabile dei costi e dei ricavi relativi alle attivit di servizio pubblico, e di violazione della disciplina relativa allaccesso alle reti. Lammontare delle contravvenzioni potr raggiungere il 10 percento del fatturato dellazienda incriminata. LAutorit

  • 7 Ottobre 20137 Agosto|Settembre 20137 APRILE 2013

    Controlli fiscali 2013 LAgenzia delle Entrate, con la Cir-colare n. 25 del 31 luglio scorso, ha dichiarato gli indirizzi operativi per la prevenzione e il contrasto dellevasione nellanno 2013. Riguardo alle attivit di controllo, restano confermate le modalit definite con le precedenti circolari (n. 13/E/2009, n. 20/E/2010, n. 21/E/2011 e n. 18/E/2012). Mag-giore attenzione, nel 2013, sui grandi contribuenti e le imprese di medie dimensioni, a seguire, sotto la lente dingrandimento, le piccole imprese e i lavoratori autonomi. Indicati anche alcuni aspetti specifici dei controlli che verranno effettuati sugli enti non com-merciali, le Onlus e gli altri soggetti che fruiscono di regimi agevolativi, come le societ cooperative e le imprese agri-cole. Definite con cura anche le attivit di controllo nei confronti delle persone fisiche, riferite alle dichiarazioni dei red-diti ex art. 36-ter del D.P.R. 600/1973, relativi al periodo dimposta 2010. Occhi puntati, infine, sulla presenza di ingenti crediti Iva utilizzati in compensa-zione o riportati nelle annualit succes-sive rispetto al volume daffari realizzato nel periodo dimposta considerato e allapplicazione del regime speciale (art. 34, D.P.R 633/1972).

    Voui fare una domanda ai consulenti del Consorzio Free Services?Scrivi una email a [email protected]

    Europa, aumentare i pedaggi Siim Kallas, commissario ai Trasporti dellUnione Europea, in un dialogo con la International Road Transport Union (IRU) ha espresso la necessit di intro-durre maggiori pedaggi per finanziare le infrastrutture. Secondo Kallas, con i bilanci pubblici sempre pi ridotti e vincolati a patti di stabilit, laumento dei pedaggi lunica soluzione plausi-bile per finanziare il mantenimento e lammodernamento delle infrastrutture, anche treni e aerei pagano diritti di accesso e tasse aeroportuali per poter utilizzare ferrovie e aeroporti.

    di Regolazione dei Trasporti si costituita ufficialmente mercoled 18 settembre 2013 a Torino, il collegio composto da un presidente, Andrea Camanzi e due membri Barbara Marinali e da Mario Valducci, la nomina dei componenti stata disposta con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro competente, una volta acquisito il parere delle competenti commissioni parlamentari.

    Il trasporto di cose in conto proprio il trasporto eseguito da persone fisiche ovvero da persone giuridiche, enti privati o pubblici, qualunque sia la loro natura, per esigenze proprie, quando concorrano tutte le seguenti condizioni:a) il trasporto avvenga con mezzi di propriet o in usufrutto delle persone fisiche o giuridiche, enti privati o pubblici che lo esercitano o da loro acquistati con patto di riservato dominio o presi in locazione con facolt di compera oppure noleggiati senza conducenti nel caso di veicoli di peso totale a pieno carico autorizzato sino a 6.000 chilogrammi, ed i preposti alla guida ed alla scorta dei veicoli, se non esercitate personalmente dal titolare della licenza, risultino lavoratori dipendenti.b) il trasporto non costituisca attivit economicamente prevalente e rappresenti solo unattivit complementare o accessoria nel quadro dellattivit principale delle persone, enti privati o pubblici predetti. Il regolamento di esecuzione specificher le condizioni che debbono ricorrere affinch il trasporto sia da considerare attivit complementare o accessoria dellattivit principale;c) le merci trasportate appartengano alle stesse persone, enti privati o pubblici o siano dai medesi-mi prodotte e vendute, prese in comodato, prese in locazione o debbano essere da loro elaborate, trasformate, riparate, migliorate e simili o tenute in deposito in relazione ad un contratto di deposito o ad un contratto di mandato ad acquistare o a vendere.Alla luce di tali definizioni, si evincono i seguenti principi generali:1. Il veicolo pu essere utilizzato esclusivamente per lo svolgimento dellattivit lavorativa: quindi, non pu essere utilizzato la domenica per il trasporto di cortesia di familiari e amici; nem-meno pu essere utilizzato per lo spostamento per le ferie estive.2. Il veicolo pu essere utilizzato esclusivamente per il trasporto di cose e delle persone addette alluso o al trasporto delle cose stesse3. Il veicolo pu essere condotto esclusivamente dallintestatario della carta di circolazione ovvero da lavoratori assunti alle dipendenze del medesimo proprietario del veicolo: il veicolo quindi non pu essere condotto dal figlio del titolare della carta di circolazione, se questo non legato allatti-vit svolta dal proprietario del veicolo e per la quale stato immatricolato il veicolo.4. Il veicolo, immatricolato autocarro per trasporto conto proprio, a parere di chi scrive, non pu essere utilizzato come veicolo di cortesia, per i motivi gi indicati.La modifica dellallestimento inter-no, in particolare leliminazione dei sedili posteriori, pu essere effettuata esclusivamente previo superamento di apposita visita e prova, con conse-guente aggiornamento della carta di circolazione, a norma dellarticolo 78, codice della strada, da parte del competente ufficio DTT: il consiglio quello di informarsi presso lufficio DTT territorialmente competente.

    TRASPORTO COSE USO PROPRIOAbbiamo acquistato per la ditta un furgone Peugeot Ranch del 2004 immatricolato come autocarro per trasporto di cose uso proprio, 5 posti. Vorrei sapere se si pu usare di domenica o per le ferie. Se lo pu usare mio figlio (che non fa parte dellattivit ) se si pu dare ai clienti come auto sostitutiva. Se si possono levare i sedili posteriori e spostare la griglia dietro ai sedili anteriori.

  • 8 FREESERVICES MAGAZINE

    Scadenze fiscaliFree Services InformaTimida ripresaSecondo il Centro Studi Confetra

    (Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica), i dati relativi al trasporto merci del 1 semestre 2013 hanno mostrato timidi segnali positivi in tutti i settori del trasporto merci, fatta eccezione per il trasporto marittimo. Lautotrasporto su strada ha segnato una lieve ripresa in termini di traffico, sia per il comparto na-zionale (+0,4%) che quello internazionale (+0,2%). Per quanto concerne il fattu-rato, il comparto nazionale ha segnato un +0,2%, invariato quello internazionale.

    Nuovo video dellAlboIl Comitato Centrale dellAlbo degli Autotrasportatori ha deciso finanziare la realizzazione di un video di comunica-zione e sensibilizzazione sullimportanza del settore dellautotrasporto in Italia. Lavviso del concorso stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 107 dell11 settembre 2013, il contest stato realizzato in collaboarzione con Crea-thead, community che riunisce fotografi, architetti, grafici, designer e molti altri pro-fessionisti della creativit. Per poter par-tecipare occorre iscriversi gratuitamente sul sito www.creathead.it, i lavori vanno caricati entro e non oltre il 15 ottobre 2013. Sar il Comitato Centrale dellAlbo degli Autotrasportatori a decretare lo spot vincitore che verr pubblicato sul sito www.alboautotrasporto.it e trasmesso sui principali canali nazionali. Allautore dello spot un contributo di 10mila euro.www.alboautotrasporto.it

    1 Ottobre Imposta di registro - Contratti di locazione I titolari di contratti di locazione e affitto devono versare limposta di registro relativa a contratti nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza dal 1 settembre 2013, utilizzando il modello F23 presso banche, agenzie postali o agenti della riscossione. In caso di registra-zione telematica, il pagamento contestuale alla registrazione.

    10 Ottobre Contribuenti in regime forfettino TutoraggioI contribuenti che hanno optato per il regime fiscale agevolato per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo (forfettino), avvalendosi dellassistenza fiscale degli uffici dellAgenzia delle Entrate, devono trasmettere in via telematica i dati conta-bili relativi al terzo trimestre 2013.

    15 Ottobre Iva - Registrazione corrispettiviI commercianti al minuto e assimilati, nonch gli operatori della grande distribuzione che gi possono adottare, in via opzionale, la trasmissione telematica dei corrispettivi, devono procedere alla registrazione, anche cumulativa, delle operazioni effettuate nel mese di settembre per le quali stato rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale.

    Iva - Riepilogo fatture venditaUltimo giorno utile per effettuare lannotazione in un unico documento riepilogativo delle fat-ture di importo inferiore a 300 euro emesse nel mese di settembre. Sul documento vanno indicati i numeri delle fatture, limponibile complessivo e lammontare dellIva complessiva distinto per aliquota.

    Iva Fatturazione differitaI contribuenti Iva devono provvedere allemissione e alla registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di settembre, risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti contraenti.

    16 Ottobre Unico e Irap 2013 Soggetti Ires - VersamentiI soggetti Ires, con periodo dimposta coincidente con lanno solare e che approvano il bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dellesercizio, che esercitano attivit per le quali sono stati approvati gli studi di settore o che partecipano a soggetti interessati dagli studi di settore, che hanno versato la prima rata entro il 20 agosto con la maggiorazione dello 0,40%, devono pagare la terza rata delle imposte risultanti dai modelli Unico e Irap 2013, applican-do gli interessi dello 0,62%, e del saldo dellIva relativa al 2012 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorato dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/3/2013 - 16/6/2013, con lulteriore maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo e applicazione degli interessi nella misura dello 0,62%.Chi ha scelto il pagamento rateale, effettuando il primo versamento entro l8 luglio, deve invece versare la quinta rata, con applicazione degli interessi nella misura dell1,08%.

    Ravvedimento - VersamentiUltimo giorno utile per regolarizzare i versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 settembre dai contribuenti tenuti al versa-mento unitario di imposte e contributi.

  • 9 Ottobre 20139 Agosto|Settembre 20139 Agosto|Settembre 2013

    Francia. Rimandata lEcotaxe

    stata posticipata dal 1 ottobre al 1 gennaio lentrata in vigore dellEcotassa francese, che sarebbe dovuta essere in vigore da ottobre, per garantire unim-plementazione ottimale del sistema di pedaggio. Limposta graver su tutti i mezzi di trasporto merci di peso superio-realle 3,5 tonnellate, francesi e stranieri, in transito sui 15 mila km di rete stradale e autostradale francese. Lecotassa per i mezzi pesanti (Eco Taxe Poids Lourds) una delle misure adottate in Francia dalla legge Grenelle de lenvironnement allo scopo di ridurre limpatto del trasporto stradale e disincentivare gli spostamenti su strada in applicazione del principio comu-nitario chi pi usa, pi paga con lobiettivo di ridurre il numero di viaggi a vuoto e di razionalizzare il trasporto stradale sulle brevi e medie distanze. www.freeservices.it

    Multe ridotte anche per i professionistiPagamento ridotto per le sanzioni amministrative entro 5 giorni dalla contestazione sul posto (verbale con-segnato dal vigile) o notifica del verbale (pervenuto a casa, ritirato alla posta o alla casa comunale). Questa la nuova disciplina dellarticolo 202 del Codice della Strada, introdotta con il Decreto Legge 69/2013, convertito dalla Legge n. 98 del 09/08/2013. La riduzione prevista pari al 30%, per il pagamento median-te strumenti di elettronici sono necessari ulteriori decreti attuativi. Riguardo alla sanzione dovuta dal conducente pro-fessionale, ai sensi dellart. 202, comma 2-ter del C.d.S, stato eliminato il diverso trattamento che veniva riservato alla nazionalit dei conducenti in caso di pagamento immediato della sanzione. Al vettore nazionale veniva infatti imposto di pagare la met del massimo edittale, mentre al vettore estero la met del minimo edittale. Adesso tutti i vettori che subiscono infrazioni per i quali previsto il pagamento immediato possono pagare la met del minimo edittale. www.freeservices.it

    scarica il calendario completo su: www.freeservices.it

    Divieti di circolazione in Italia

    Contribuenti IvaI contribuenti Iva devono versare la ottava rata dellIva relativa al 2012 risultante dalla dichiara-zione annuale, con la maggiorazione dello 0,33% mensile a titolo di interessi.

    Sostituti dimposta - Versamento ritenuteI sostituti dimposta devono versare le ritenute effettuate nel mese di settembre sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni, redditi di capitale, redditi diversi. Sostituti dimposta - Imposte su premi di produttivitI sostituti dimposta devono versare limposta sostitutiva dellIrpef e delle addizionali regionale e comunale, nella misura del 10%, sulle somme erogate, nel mese di settembre, ai dipendenti del settore privato in relazione a incrementi di produttivit, innovazione ed efficienza legati allandamento economico delle imprese.

    Utili - Versamento ritenuteLe societ di capitali, gli enti pubblici e privati diversi dalle societ, nonch i trust residenti nel territorio dello Stato che hanno per oggetto esclusivo o principale lesercizio di attivit coller-ciali, devono provvedere al versamento delle ritenute sui dividendi corrisposti nel trimestre precedente.

    25 Ottobre Elenchi intrastat - PresentazioneGli operatori intracomunitari con obbligo mensile devono provvedere alla presentazione in via telematica degli elenchi riepilogativi delle cessioni e/o acquisti di beni e delle prestazio-ni di servizi intracomunitari effettuati nel mese di settembre.

  • 10 FREESERVICES MAGAZINE

    Free Services InformaDiventare autotrasportatoreSul sito del Comitato Centrale dellAlbo Autotrasportatori stata introdotta una sezione in cui sono racchiuse tutte le informazioni utili relative allesame da sostenere per diventare autotraspor-tatore, dai riferimenti normativi ai quiz suddivisi per categorie, agli Enti autoriz-zati a tenere i corsi di formazione. www.alboautotrasporto.it

    Accordo tra Italia e SvizzeraLa Consigliera federale svizzera Doris Leuthard e il ministro italiano Maurizio Lupi si sono incontrati a Roma per pianificare il trasferimento del traffico merci dalla gomma al ferro e la stra-tegicit del corridoio europeo TenT Genova-Rotterdam. Vista laccelerazio-ne impressa alla realizzazione del Terzo Valico sulla linea ferroviaria Genova-Milano e ai lavori sul nodo ferroviario del porto ligure, i due ministri hanno convenuto, in vista del prossimo incontro tecnico a Basilea, di rivisitare e aggiornare i contenuti della Dichia-razione di Intenti sulle infrastrutture e il trasporto ferroviario del dicembre 2012. Entro la fine del 2013 verr stipulato un Accordo inter-ministeriale con road-map, cronoprogramma e piano di finanziamento delle opere da proporre alla ratifica dei Parlamen-ti dei due Paesi. Tra le opere sotto i riflettori il collegamento Mendrisio-Varese, considerato strategico per lExpo 2015, e il tratto ferroviario Busto Arsizio-Gallarate-Luino-San Gottardo, considerato di interesse prioritario per il trasporto merci sullasse Genova- Novara- Basilea. La ministra Leuthard ha confermato la disponibilit svizzera a una partecipazione al finanziamento della tratta italiana.

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,137 13,507 1,014 0,137 14,822 0,924da 151 a 250 km 0,137 16,435 0,834 0,137 18,180 0,754da 251 a 350 km 0,137 18,389 0,745 0,137 19,712 0,695da 351 a 500 km 0,137 20,664 0,663 0,137 21,643 0,633oltre 501 km 0,137 22,331 0,614 0,137 24,752 0,554

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terziLunghezza tratta

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi che effettui

    attivita' di subvezione

    VEICOLI FINO A 3,5 ton

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,210 15,313 1,373 0,210 17,191 1,223da 151 a 250 km 0,210 18,312 1,148 0,210 20,651 1,018da 251 a 350 km 0,210 20,145 1,043 0,210 22,763 0,923da 351 a 500 km 0,210 23,232 0,905 0,210 26,119 0,805oltre 501 km 0,210 25,210 0,834 0,210 28,261 0,744

    Lunghezza tratta

    VEICOLI DA 7,5 A 11,5 ton

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi che effettui

    attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,385 16,862 2,285 0,385 18,658 2,065da 151 a 250 km 0,385 20,453 1,884 0,385 22,882 1,684da 251 a 350 km 0,385 22,467 1,715 0,385 25,266 1,525da 351 a 500 km 0,385 25,017 1,540 0,385 28,121 1,370oltre 501 km 0,385 28,144 1,369 0,385 31,606 1,219

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto Cisternato Alimentare

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi che effettui

    attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,196 15,770 1,241 0,196 17,776 1,101da 151 a 250 km 0,196 18,970 1,032 0,196 21,234 0,922da 251 a 350 km 0,196 20,550 0,952 0,196 22,961 0,852da 351 a 500 km 0,196 23,786 0,823 0,196 26,707 0,733oltre 501 km 0,196 26,233 0,746 0,196 29,384 0,666

    Lunghezza tratta

    VEICOLI DA 3,5 A 7,5 ton

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,257 16,222 1,584 0,257 18,173 1,414da 151 a 250 km 0,257 19,453 1,321 0,257 21,946 1,171da 251 a 350 km 0,257 21,187 1,213 0,257 23,952 1,073da 351 a 500 km 0,257 24,040 1,069 0,257 27,369 0,939oltre 501 km 0,257 25,883 0,993 0,257 29,442 0,873

    Lunghezza tratta

    VEICOLI DA 11,5 A 26 ton

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,385 17,375 2,218 0,385 19,582 1,968da 151 a 250 km 0,385 21,740 1,773 0,385 24,505 1,573da 251 a 350 km 0,385 23,548 1,636 0,385 26,642 1,446da 351 a 500 km 0,385 25,922 1,487 0,385 29,270 1,317oltre 501 km 0,385 29,135 1,323 0,385 32,862 1,173

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto leganti idraulici sfusi in cisterna

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,385 21,789 1,769 0,385 24,567 1,569da 151 a 250 km 0,385 25,804 1,493 0,385 29,118 1,323da 251 a 350 km 0,385 27,881 1,382 0,385 31,276 1,232da 351 a 500 km 0,385 31,225 1,234 0,385 35,221 1,094oltre 501 km 0,385 33,468 1,151 0,385 37,728 1,021

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasportocollettame e messaggerie

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di

    terzi che effettui attivita' di subvezione

  • 11 Ottobre 201311 Agosto|Settembre 2013

    I camionisti svizzeri devono pagareLAssociazione Svizzera dei Trasportatori stradali (ASTAG) ha perso il braccio di ferro contro laumento della TTPCP 2009, la Tassa annuale sul Traffico Pesante Commi-surata alle Prestazioni. Nellottobre 2012, il Tribunale Amministrativo Federale aveva stabilito che i costi effettivi assunti dai camio-nisti per le perdite di tempo provocate dalle colonne sono inferiori rispetto a quelli fissati dellAmministrazione Federale delle Doga-ne. Nel calcolo della TTPCP 2009, quindi, secondo i giudici, limporto andava ritoccato verso il basso. Il Tribunale Federale, per, poi, ha accettato il ricorso della Confedera-zione che contestatava il verdetto favore-vole agli autotrasportatori. Ora il Tribunale Federale ha deciso che laumento della TTPCP da considerarsi legittimo, i giudici del Tribunale Amministrativo Federale non avevano interpretato correttamente i dati a disposizione per effettuare i calcoli dei costi.

    Premiato Ion PuriceSiglato laccordo interistituzionale tra il CNEL e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che prevede il riavvio dellattivit operativa della Consulta Nazionale per la Sicurezza Stradale. Tra gli ambiti di attivit della Consulta, il costo sociale degli incidenti stradali e la spesa per la sicurezza stradale; gli incidenti stradali per lavoro; divari territoriali e infrastrutturali di sicurezza stradale; aree urbane, utenti deboli (pedoni, ciclisti e motociclisti), governo della mobilit delle persone e delle merci; controlli su strada e a bordo nel settore dellautotrasporto; miglioramento della sicurezza stradale nellautotrasporto. La Consulta Nazionale per la Sicurezza Stradale composta da rappresentanti del CNEL, delle Amministra-zioni centrali, regionali e locali e dai soggetti economici e sociali competenti. Tra i suoi primi atti, il Comitato di Coordinamento ha assunto la decisione di conferire un ricono-scimento di ordine morale a Ion Purice, il camionista eroe, che lo scorso 1 settem-bre aveva salvato la vita a una bambina sulla A4 Milano-Bergamo, mettendo il proprio mezzo di traverso sulla carreggiata, in modo da proteggerla.www.cnel.it

    Costi minimi

    costo carb. per km% costo carburantec osto km totale costo carb. per km% costo carburantec osto km totale

    da 101 a 150 km 0,385 20,065 1,920 0,385 22,529 1,710da 151 a 250 km 0,385 21,500 1,792 0,385 24,200 1,592da 251 a 350 km 0,385 23,610 1,632 0,385 26,720 1,442da 351 a 500 km 0,385 29,190 1,320 0,385 32,932 1,170oltre 501 km 0,385 31,294 1,231 0,385 35,308 1,091

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUPERIORE A 26 ton

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi che effettui

    attivita' di subvezione

    costo carb. per km% costo carburantec osto km totale costo carb. per km% costo carburantec osto km totale

    da 101 a 150 km 0,385 18,614 2,070 0,385 21,287 1,810da 151 a 250 km 0,385 21,529 1,790 0,385 24,238 1,590da 251 a 350 km 0,385 22,901 1,683 0,385 25,817 1,493da 351 a 500 km 0,385 24,434 1,577 0,385 27,582 1,397oltre 501 km 0,385 27,146 1,420 0,385 30,594 1,260

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi che effettui

    attivita' di subvezioneLunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. allestito con cella frigo ed impianto di refrigerazione, per Trasporto in ATP

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costo carb. per km% costo carburantec osto km totale costo carb. per km% costo carburantec osto km totale

    da 101 a 150 km 0,385 15,999 2,408 0,385 18,020 2,138da 151 a 250 km 0,385 21,582 1,785 0,385 24,152 1,595da 251 a 350 km 0,385 25,007 1,541 0,385 28,108 1,371da 351 a 500 km 0,385 26,074 1,478 0,385 29,239 1,318oltre 501 km 0,385 30,005 1,284 0,385 33,973 1,134

    Lunghezza trattacosti di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzicosti minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi che effettui attivita' di subvezione

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Allestito con cassone ribaltabile

    costo carb. per km% costo carburantec osto km totale costo carb. per km% costo carburantec osto km totale

    da 101 a 150 km 0,385 0,152 2,528 0,385 0,171 2,258da 151 a 250 km 0,385 0,176 2,194 0,385 0,195 1,974da 251 a 350 km 0,385 0,215 1,792 0,385 0,242 1,592da 351 a 500 km 0,385 0,229 1,680 0,385 0,259 1,490oltre 501 km 0,385 0,258 1,495 0,385 0,291 1,325

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto prodotti petroliferi

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi che effettui

    attivita' di subvezione

    costo carb. per km% costo carburantec osto km totale costo carb. per km% costo carburantec osto km totale

    da 101 a 150 km 0,385 19,022 2,026 0,385 21,340 1,806da 151 a 250 km 0,385 20,507 1,879 0,385 22,950 1,679da 251 a 350 km 0,385 22,467 1,715 0,385 25,266 1,525da 351 a 500 km 0,385 25,099 1,535 0,385 28,224 1,365oltre 501 km 0,385 28,351 1,359 0,385 31,868 1,209

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto Cisternato ADR

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km% costo carburantec osto km totale costo carb. per km% costo carburantec osto km totale

    da 101 a 150 km 0,385 17,454 2,208 0,385 19,682 1,958da 151 a 250 km 0,385 21,863 1,763 0,385 24,661 1,563da 251 a 350 km 0,385 23,693 1,626 0,385 26,827 1,436da 351 a 500 km 0,385 26,098 1,477 0,385 29,494 1,307oltre 501 km 0,385 29,357 1,313 0,385 33,145 1,163

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto mangimi in cisterna

    costi di esercizio dell'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezioneLunghezza tratta

    costo carb. per km% costo carburantec osto km totale

    da 101 a 150 km 0,385 23,852 1,616da 151 a 250 km 0,385 28,280 1,363da 251 a 350 km 0,385 33,292 1,157da 351 a 500 km 0,385 35,522 1,085oltre 501 km 0,385 36,232 1,064

    Complessi veicolari di massa complessiva superiore a 26 ton. Sola trazione di semirimorchio adibito a trasporti in "ADR" che rienta nella disponibilit, ovvero nella propriet del vettore committente.

    Lunghezza tratta

    costo carb. per km% costo carburantec osto km totale

    da 101 a 150 km 0,385 25,937 1,486da 151 a 250 km 0,385 30,534 1,262da 251 a 350 km 0,385 35,682 1,080da 351 a 500 km 0,385 39,367 0,979oltre 501 km 0,385 42,050 0,916

    Lunghezza trattaComplessi veicolari di massa complessiva superiore a

    26 ton. Sola trazione di semirimorchio adibito che rienta non nella disponibilit, ovvero nella propriet del

    vettore committente.

  • 12 FREESERVICES MAGAZINE

    NotizieATTUALITNUOVO CADDY BLUEMOTION

    Presentata la squadra di hockey su ghiaccio Rit-ten Sport - Renault Trucks, che prender parte al cam-pionato italiano di Serie A, di cui la Casa della Losanga main sponsor. La partnership di Renault Trucks con Ritten Sport iniziata nello stesso anno in cui sono cominciati lo studio e la progettazione delle nuove gamme e per questo la stagione 2013/2014 ha un particolare valore simbolico e rappresenta, per entrambi, lanno in cui raccogliere successi sul campo e sul mercato. La squadra ha forti ambizioni, anche grazie a una buona campagna acquisti, che ha visto arrivare la stella ameri-cana Chris Mason, portiere dei Nashville Predators in NHL. Il campionato di Hockey su Ghiaccio iniziato lo scorso 21 Settembre e si concluder con i play-off in primavera, la Serie A, da questanno Elite A, compo-sta dalle migliori 8 squadre italiane.

    Al Salone di Francoforte Volkswagen ha presentato il nuovo Caddy 1.6 TDI BlueMotion, ennesima versione della fortunata furgonetta mostrata al salone di Amster-dam del 2004. Il nuovo BlueMotion equipaggiato con il 1.600 TDI Common Rail da 102 CV e 250 Nm di coppia massima, che dichiara un consumo medio di 4,5 litri per 100 km, ben 0,5 in meno del Caddy 1.6 TDI BlueMotion attualmente sul mercato. Con un pieno di gasolio (60 litri) il nuovo Caddy percorre 1.300 km e questo brillante risultato il frutto di numerosi accorgimenti: sistema Stop&Start, pneumatici a bassa resistenza di rotolamento, impianto di recupero di energia in frenata, assetto abbassato di 27 mm e modifiche alla centralina di controllo del motore. Ricono-scibile esternamente per il logo sul portellone, per gli spe-ciali coprirouta e per le protezioni laterali, il nuovo Caddy BlueMotion sar disponibile in 4 versioni: furgone, kombi e passeggeri negli allestimenti Starline e Trendline. A titolo indicativo, i prezzi (attualmente definiti solo per il mercato tedesco) del nuovo Caddy BlueMotion partono dai 17.720 euro IVA esclusa per la versione furgone e da 21.759 euro IVA inclusa per quella passeggeri, in allestimento Starline. www.volkswagen-veicolicommerciali.it

    LA LOSANGA VA SUL GHIACCIO

    La super car di MaranelloQuali pneumatici monta la nuova Ferrari F12berlinetta come primo equipaggiamento? I nuovi Potenza S007 di Bridgestone, dimensioni 255/35 ZR20, sviluppati appositamente per le auto del segmento super sport che richiedono una maggior resistenza allelevata forza laterale. Il disegno del battistrada configurato secondo uno schema a blocchi rigidi, che garantiscono migliore risposta dello sterzo e maggiore aderenza sulle superfici asciutte. Lampio battistrada esterno fornisce massima aderenza in curva, anche in condizioni di carico pi pesante. La nuova Ferrari F12berlinetta inaugura la nuova generazione delle 12 cilindri Ferrari, capace di offrire prestazioni senza precedenti con un nuovo eccezionale motore, una maneggevolezza senza pari, design e aerodinamica innovativi (0-200 km/h in 8,5, velocit massima oltre 340 km/h e tempo sul giro a Fiorano 123). Gli ingegneri Bridgestone hanno sviluppato Potenza S007 basandosi sulle tecnologie e sui materiali utilizzati durante le quattordici stagioni come fornitore ufficiale del Mondiale di F1. www.bridgestone.com

  • 13 Ottobre 201313 Agosto|Settembre 2013

    Operazione Re MagiArrestati i dieci italiani di origine napoletana che, approfittando della pausa di riposo notturna dellautista, rapinavano la merce contenuta nel camion, con la tecnica del taglio del telo. Le indagini delloperazione, denominata Re Magi, erano iniziate nellautunno del 2012, il primo episodio denunciato fu il furto di un carico di televisori Lcd nel parcheggio esterno al casello autostradale di Monte San Savino, in provincia di Arezzo. Ad esso, sono seguite decine di rapine su tutto il territorio nazionale, la tipologia della merce era varia e facile da piazzare sul mercato della ricettazione. Con lultimo arresto di settembre, avvenuto a Napoli, del capo ventinovenne, lorganizzazione criminale stata completamente smantellata.

    SCANIA DEL FUOCOI Vigili del Fuoco di Pechino si sono dotati di dieci Scania R 560 per combattere gli incendi nella capitale cinese. I V8 possono alimenta-re anche le pompe per lacqua, aumentando la pressione per raggiungere la distanza richiesta, sia orizzontalmente che ver ticalmente, con un getto che pu raggiungere fino a 120 metri. www.scania.com

  • 14 FREESERVICES MAGAZINE

    A Mosca, in occasione del Salone del Veicoli Commerciali Comtrans, il nuovo Ford Transit Connect, van compatto ap-pena lanciato sul mercato, ha vinto il titolo di International Van Of The Year 2014. Per il marchio dellOvale si tratta della quinta vittoria, la seconda consecutiva (lo scorso anno aveva vinto il Transit Custom) ed la prima volta nella storia del premio che un Costruttore riesce in questa doppietta. La giuria composta da 24 giornalisti del settore ha attribuito al Transit Connect 130 punti su un massimo possibile di 163. I giurati hanno apprez-zato lefficienza, il design, la guidabilit, la capacit di carico e le dotazioni di sicurezza del Veicolo Ford. Superati, cos, in classifica il Mercedes-Benz Sprinter (123 punti) e il Renault Kangoo (25 punti).

    TRANSIT VAN OF THE YEAR

    NotizieATTUALIT

    Dai primi di settembre, per le vie del Trentino, gira il primo veicolo Scania Euro6, classe distribuzione, venduto in Italia alla cooperativa trentina Facchini Verdi, specializzata in traslochi. La sigla che contraddistingue il mezzo P 250 DB 4x2 MLB, gli autocarri del-la serie P, in particolare quelli a cabina corta uno dei motivi della scelta della Cooperativa Facchini Verdi - rappresentano una buona soluzione per i centri urbani, dove lottimizzazione del posiziona-mento dellassale fa la differenza se il raggio di rotazione limitato. Nello specifico, il veicolo della Facchini Verdi un due assi, alle-stito con un cassone centinato scarrabile Zonta, equipaggiato con la nuova motorizzazione da 250 CV Euro6. Allacquisto seguito anche un contratto di manutenzione che consente, come afferma Enzo Martini, presidente della cooperativa di essere sempre tran-quilli sia sotto laspetto tecnico che dei costi. www.scania.com

    TRASLOCHI IN EURO 6

    Rotola meglio? Consuma menoUna recente indagine promossa da Goodyear in vari paesi europei ha rivelato che, attualmente, le flotte preferiscono scegliere gli pneumatici basandosi sulle loro prestazioni anzi-ch sulla tipologia dimpiego. La presta-zione pi importante la resistenza al rotolamento, che influisce direttamente

    RACING A STELLE E STRISCE In occasione della prossima stagione inaugurale del campionato USA, lo United SportsCar Racing, lInter-national Motor Sports Association (IMSA) e Continental hanno dato vita ad una partnership pluriennale per la fornitura esclusiva monomarca di pneumatici da competizione per tre classi: serie Prototipo (P), Prototipo Challenge (PC) e GT Dayto-na (GTD). Continental proseguir poi come title sponsor e forni-tore monomarca di pneumatici da corsa della IMSA Continental Tire Sports Car Challenge (CTSCC), che dal prossimo anno si unir con la United SportsCar Racing sotto legida dellIMSA. In pratica, le tre serie di gare americane pi importanti, GRAND-AM, IMSA e American Le Mans Series (ALMS), stanno per fondersi www.conti-online.com

    sullefficienza nei consumi di carburante. Il 77% degli operatori di flotte intervistati ha definito questa voce molto impor-tante o estremamente importante. Il chilometraggio (76%) e laderenza sul bagnato (75%) sono rispettivamente al secondo e al terzo posto. www.goodyear.com

  • 15 Ottobre 2013

    VOLVO PRESENTA THE HOOkDurante le riprese di un video in cui viene messo alla prova il nuovo Volvo FMX, stato proprio Claes Nilsson, il Presidente di Volvo Trucks, a girare di persona la scena pi peri-colosa su un camion da 15 tonnellate appeso dal proprio gancio di traino e sospeso a oltre 20 metri di altezza, sulle acque del porto di Goteborg. Ci sono volute quasi due ore perch stato ne-cessario girare pi volte, faceva piuttosto freddo, circa 8 gradi, e il vento soffiava a circa 10 metri al secondo. Lidea alla base del video, dal titolo The Hook, quella di mostrare che il gancio di traino anteriore del veicolo dimensionato per soppor-tare sollecitazioni molto pi elevate di quelle a cui normalmente soggetto. Le riprese sono state ef-fettuate tutte da un elicottero, ha spiegato il regista del film, Filip Nilsson della Folke Film. Il video The Hook (il gancio) segue The Ballerina Stunt lancia-to sul web un anno fa e visto su youtube da oltre 7 milioni di persone. Li, Faith Dickey camminava in equilibrio su un filo teso tra due camion lanciati a tutta velocit per dimostrare i miglioramenti della stabilit e della sterzata del nuovo camion a lungo raggio di Volvo. www.volvotrucks.com

    Renault Kangoo Z.E. il veicolo commer-ciale elettrico pi venduto in Europa e rappresenta il 10% delle vendite complessive del modello Kangoo. La Casa francese ha gi festeg-giato le 10mila immatricolazioni, la consegna uffi-ciale delle chiavi al cliente stata celebrata durante il Motor Show di Francoforte, il veicolo numero 10mila verr utilizzato dagli addetti alla manuten-zione delle ferrovie tedesche. Il Kangoo Z.E. stato International Van of The Year 2012, poi allinizio dellestate, stato sottoposto a un restyling e ora mostra un nuovo frontale e nuovi equipaggiamenti, come il tablet multimediale R-Link. www.renault.com

    DIECIMILA KANGOO ELETTRICI

  • 16 FREESERVICES MAGAZINE

    NotizieATTUALITCamionista vs RapinatoriUn camionista piemontese riuscito a sventare una rapina ad una banca, bloccando il passaggio ai due ladri in fuga. Moncalieri, provincia di Torino, in una mattina di fine agosto due rapinatori entrano in una filiale della Banca Sella di Rivoli e, dopo es-sersi fatti consegnare il denaro, scappano. I Carabinieri, allertati dal dispositivo anti-rapina della banca si lanciano allinseguimento, ma non riescono a raggiungere i malviventi, fino a quando un coraggioso camionista intervie-ne mettendo il suo camion di traverso sulla carreggiata. Fine della corsa per i due uomini che sono stati arrestati e hanno dovuto riconsegnare la refurtiva.

    Officine in franchising per camion e furgoni

    Bosch, knorr-Bremse e ZF, tre fornitori leader del settore automotive - veicoli commerciali leggeri e pesanti compre-si, hanno costituito la societ Alltrucks GmbH & Co. KG con sede a Monaco, in Germania. La joint venture, gi approva-ta dalle autorit antitrust europee, dar vita a un nuovo concept di officine in franchising, dedicate ai veicoli com-merciali leggeri e pesanti. In Germania, le officine potranno aderire al franchi-sing gi a partire da questanno, mentre prevista una graduale estensione della rete in altri Paesi; prima in Austria, Svizze-ra, Polonia e Italia (alla fine del prossimo anno), con lobiettivo di coprire a medio termine lintera Europa. Alltrucks GmbH & Co. KG offrir alle officine af-filiate una gamma completa di servizi per tutto ci che riguarda gli inter-venti di manutenzione e riparazione dei veicoli commerciali, leggeri e pesanti, dei diversi marchi, compresa una hotline tecnica, formazione tec-nica e manageriale, sistemi di diagnosi e attrezzatura dofficina.

    ARRIVANO I CAMION A DMEVolvo Trucks prosegue nella ricerca sui veicoli a carburanti alternativi, entro un paio di anni, i camion a DME (un carburante efficiente dal punto di vista energetico con un ridotto impatto ambientale) saranno introdotti nel mercato del Nord America. La decisione segue molti anni di lavoro di sviluppo e di collaborazione con scienziati e produttori di carburanti di Svezia e Stati Uniti, dove i test sul campo hanno registrato ottimi risultati. Grazie alla sua elevata efficienza e alle buone propriet ambientali, il DME rappresenta una delle alternative pi promettenti al carburante diesel odierno. Con lofferta di camion alimentati a DME, speriamo inoltre di sollecitare lespansione della sua produzione e distribuzione, fondamentale per stabilire una presenza anche su altri mercati, ha spiegato Lars Mrtensson, direttore della divisione Environmental Affairs di Volvo Trucks. www.volvotrucks.com

    Nuova concessionaria Iveco Stefanelli a PadovaE stata inaugurata a Padova la nuova sede della storica Concessionaria Stefanelli, con mandato per i marchi Iveco, Iveco Bus, Iveco Astra e Fiat Professional. Il nuovo punto vendita, con 1.700 mq di super ficie coper ta e oltre 3.000 mq di area esterna, si ag-giunge agli altri cinque di Venezia, Rovigo, San Don di Piave, Udine e Trieste, il Gruppo Stefanelli garan-tisce una presenza commerciale e un servizio di assistenza di assisten-za che coprono tutto il Triveneto. Iveco raggiunge i 116 punti vendita che sommati agli oltre 530 punti di assistenza e alle 470 officine auto-rizzate sul ter ritorio nazionale.www.iveco.com

  • 17 Ottobre 2013

    Analogie tra Informatica e TelematicaLa tecnologia informatica nella fase iniziale, parliamo degli anni Settanta, veniva vista in molti casi come una potenzia-le minaccia, poich imponeva un profondo cambiamento strutturale e una trasparenza gestionale. Della serie: ma se viene la Finanza tutto registrato!. Le imprese che hanno saputo cogliere immediatamente lopportunit di quella rivoluzione, adeguando coerentemente la propria organizzazione, sono riuscite a conseguire una crescita industriale e risultati commerciali prima impensabili con una gestione a occhio. Di questo profondamente convinto Domenico Petrone, presidente di Viasat, azienda leader in Italia nei servizi telematici, basati su tecnologia satellitare, per lassistenza, la sicurezza e la protezione di persone, veicoli e merci. La stessa cosa, continua Petrone, sta accadendo con la tecnologia Info-Telematica che sta trasformando radi-calmente il modo di fare impresa nel settore del trasporto merci, dove la navigazione a vista dovr necessariamente lasciare il passo a una gestione del trasporto pi moderna, assistita e sicura. Chi lha gi fatto, in realt pochi in Italia, in grado di affrontare la sfida competitiva internazionale, come dimostra lesperienza di realt nazionali importanti, quali Arcese Trasporti. Chi, invece, non ha compreso lopportunit che queste nuove tecnologie rappresentano, rischia di non superare la crisi in atto, se non continuando a sperare nei contributi e nelle agevolazioni governative. Dunque, migliorare si pu e si deve. E proprio nei momenti di crisi che occorre cambiare approccio. Non possibile ottenere risultati diversi, operando sempre nello stesso modo. Bisogna avere il coraggio di adottare strumenti innova-tivi e sviluppare nuove competenze. E fondamentale comprendere che, grazie a un investimento minimo, possibile ottenere una riduzione dei propri costi sottolinea ancora il Presidente di Viasat, ribadendo i numeri delle analisi condotte da Viasat, presentate in occasione del convegno Le Tecnologie per Migliorare Efficienza, Competitivit e Ridurre il Costo dei Traspor-ti allUnione Industriale di Torino, promosso proprio da Viasat con il contributo delle maggiori associazioni di Autotrasporto. www.viasatgroup.it

  • 18 FREESERVICES MAGAZINE

    NotizieATTUALIT

    Volkswagen e-Load up!Volkswagen Veicoli Commerciali, al Salone di Francoforte ha presentato e-load up!, un veicolo elettrico studiato per le consegne cittadine, lungo solo 3.540 mm, ma molto flessibile, con il sedile passeggero ribaltabile e oltre un metro cubo di spazio nella parte posteriore. Un furgone piccolo porta i piccoli carichi, ma in determinate condizioni pu essere pi efficiente di un veicolo pi grande. Il volume di carico di e-load up! di 1.400 litri, con una portata di 306 kg; il motore elettrico da 60 kW di potenza di picco e di 40 kW in uso continuato, sviluppa una coppia massima di 210 Nm, disponibile fin dal primo giro. Si accelera da 0 a 100 km/h in 12,4 secondi e si possono raggiungere i 130 km/h. La batteria agli ioni di litio, integrata nel pianale, ha una capacit di 18,7 kWh di stoccaggio e , grazie al peso ridotto, le-Load up! ha unautonomia fino a 160 chilometri (NEFC) con una singola carica. e-load up!, comunque, disponibile anche con tutte le alimentazioni della up! trasporto persone: a benzina e naturalmente a gas naturale. www.volkswagen.com

    Ad un anno dal lancio, VDO aggior-na la linea DLk Pro, con una nuova versione che ottimizza la gestione dei dati del tachigrafo digitale, riunendo in un unico dispositivo un display touch-screen, un lettore della Car ta Autista e un sof tware di analisi per rilevare le infrazioni. Le due chiavi DLK Pro Downloadkey e DLK Pro TIS-Compact hanno un lettore di car te integrato gi attivo al momento dellacquisto. Lo scarico dei dati del-la Car ta Conducente diventa ora pi immediato, basta inserire la Car ta nella

    Pubblicati in Gazzetta Ufficiale i decreti che assegnano le deleghe ai sottosegretari Rocco Girlanda e Erasmo DAngelis allinterno del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. A Girlanda lautotrasporto, lintermodalit e il Cipe; a DAngelis infrastrutture, Motorizzazione Civile e sicurezza stradale. Il sottosegretario Vincenzo De Luca, gi sindaco di Salerno, che aveva lamentato lassenza di deleghe non ne ha ricevuta nessuna e rimane tagliato fuori dallazione governativa.

    Ministero,nuove deleghe

    chiavetta, attendere il download dei dati nella memoria e, grazie al display touch-screen, controllare la riuscita delloperazione. Il nuovo modulo infrazioni trasforma la chiave di scari-co dati in un vero e proprio software di analisi per le infrazioni commesse. Dopo aver effettuato lo scarico dei dati, il display touch-screen segnala allautista eventuali infrazioni e, gra-zie al software di analisi, possibile visualizzare sul PC il dettaglio di tutte le violazioni commesse. www.vdo.com

    NUOVA LINEA VDO DLk PRO

  • 19 Ottobre 2013

    Cintura? No grazieUn recente sondaggio condotto dallorga-nizzazione per la sicurezza stradale NTF svedese e basato sullosservazione di oltre 700 autisti, tra il 2011 e il 2013, conferma che almeno la met degli autisti di veicoli pesanti sceglie di non utilizzare le cinture di sicurezza. La maggior parte di loro ha

    dichiarato di utilizzare la cintura di sicurezza mentre si trova alla guida di una vettura, ma solo la met la usa mentre alla guida del proprio camion. Tra le motivazioni addotte cerano la difficolt, la scomodit e la perdi-ta di tempo derivanti dal mettere e togliere la cintura. Una serie di studi e ricerche, svolte

    Nuovi Goodyear kMAX e FUELMAXGoodyear kMAX e FUELMAX promettono rispettivamente un chilometraggio aumen-tato fino al 35% con una riduzione della resistenza al rotolamento del 10% rispetto ai predecessori e un risparmio dei costi del carburante fino a 45mila euro allanno. I nuovi pneumatici sostituiscono le gamme Good-year per trasporto su lunghe distanze e per trasporto regionale, composte dai pneumatici Regional RHS II, RHD II+ e RHT II nonch dai Marathon LHS II+, LHD II+ e LHT II. Le nuove gamme possono essere impiegate sia per ap-plicazioni di trasporto regionale che su lunghe distanze. www.goodyear.com

    a livello europeo negli ultimi 3 anni, hanno dimostrato che almeno il 50 per cento degli autisti che hanno perso la vita su strada, sarebbe sopravvissuto se avesse indossato la cintura. Di tutti gli autisti coinvolti in incidenti mortali, solo il cinque per cento indossava le cinture di sicu-rezza. www.volvo.com

  • 20 FREESERVICES MAGAZINE

    Inventato nel 2009, dopo oltre venti interventi di modifica tra Decreti Ministeriali, Decreti Legge, Decreti Legislativi e Leggi, dopo la sospensione del giugno 2012, dopo malfunzionamenti e lamentele, il SISTRI torna in vigore praticamente uguale a primadi Anna Francesca Mannai

    I l sistema telematico di moni-toraggio della gestione dei rifiuti, previsto dal Codice ambientale e provvedimenti satellite, destinato a sostituire (salvo eccezioni) il tradizionale regime cartaceo di controllo, pensato per alleggerire e semplificare il carico burocra-tico, per ridurre i costi, per facilitare la lotta contro lillegalit, il SISTRI, insomma, tornato in vigore dal 1 ottobre scorso. Dopo un lungo tira e molla e la sospensione dal giugno 2012, il Consiglio dei Ministri

    FocusATTUALIT

    A VOLTE RITORNANO

  • 21 Ottobre 2013

    Sistri

    ha nuovamente approvato le misure di semplificazione e revisione del Sistema, che, tra laltro, riguarder principalmente i rifiuti pericolosi e non pi anche quelli speciali.

    IL NUOVO VECCHIO SISTRIPrima di tutto va detto che la platea degli interessati dal nuovo adem-pimento scesa da 70 a 17mila utenti. Per i produttori di rifiuti peri-

    colosi il SISTRI partir il 3 marzo 2014, con possibilit di unul-teriore proroga di sei mesi se, per allora, il Governo non avr introdotto alcune semplificazioni. Per gli enti e le imprese inter-mediarie di rifiuti non pericolosi si mantiene il sistema dei regi-stri cartacei. Previsto un regime particolare per la Regione Cam-pania, dove la tracciatura sar estesa anche ai rifiuti urbani e, data la novit delliniziativa, il sistema diventer operativo il 3 marzo 2014. I soggetti coinvolti nella filiera dei rifiuti pericolosi, quindi, sono di nuovo obbligati a

    www.sistri.it Sito istituzionale che contiene tutte le informazioni disponibili

    800 00 38 36 NUMERO VERDE SISTRI

    [email protected] Richiesta di informazioni relative a tutti i temi di carattere normativo/procedurale

    [email protected] presentazione delle richieste di iscrizione al SISTRI, alla comunicazione di tutte le variazioni, aggiornamenti, modifica, ecc.

    [email protected] inoltro delle richieste di assistenza di carattere tecnico-operativo

    [email protected] presentazione delle domande di autorizzazione allinstallazione delle black box Sistri da parte delle imprese di autoriparazione nel settore elettrauto

    [email protected] comunicazione di esigenze di supporto, chiarimenti o problematiche di carattere tecnico-operativo relative allinstallazione delle Black Box

    [email protected] inoltro delle richieste di assistenza tecnica relative allinteroperabilit

    [email protected] comunicazione degli estremi del pagamento dei contributi previsti

    [email protected] comunicazione della richiesta di conguaglio del contributo per versamento di somme maggiori di quanto dovuto

    [email protected] comunicazione delle informazioni per il riallineamento tra il numero di unit locali iscritte al Registro delle imprese e quello dichiarato nel modulo di iscrizione al SISTRI

    INFORMAZIONI UTILI

    comunicare per via telematica, a un cervellone informatico gestito dallo Stato, tutti i dati quali/quan-titativi dei rifiuti prodotti, detenuti, trasportati, smaltiti o sottoposti a trattamento di recupero. Tutti i veicoli adibiti al trasporto dei rifiuti pericolosi devono essere dotati di impianti di tracciamento satellitare dei percorsi effettuati e tutti gli impianti di trattamento dei rifiuti particolari devono avere sistemi di controllo elettronico per monitorare entrate ed uscite dei veicoli. Incertezza sul buon funzionamento del Sistema, ri-cordiamo lo strafalcione del click

  • 22 FREESERVICES MAGAZINE

    FocusATTUALITATTUALIT

    Con la riattivazione del SISTRI, il 1 ottobre scorso, migliaia di liberi professionisti, studi medici e aziende sanitarie sono andati nel panico. Sono insorti chiedendo il blocco dellentrata in vigore anche Assintel (Associazione nazionale delle imprese Servizi Informatica Telematica), Agr (Associazione gestori rifiuti) e le Associazioni di odontoiatri (ANDI), medici di famiglia (FIMMG), medici veterinari (ANMVI) e psicologi (PLP) aderenti allArea Sanit e Salute di Confprofessioni. La semplificazione ha cambiato le carte in tavola sui soggetti obbligati includendo i produttori iniziali di rifiuti pericolosi quindi anche i liberi professionisti del settore sanitario che svolgono la propria attivit in studi privati e che finora si rivolgevano ad imprese specializzate per il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti prodotti. Il dubbio, poi, sta nellinterpretazione del termine rifiuto pericoloso che secondo una recente sentenza della Corte di Giustizia Europea, sarebbe applicabile anche ai rifiuti autoprodotti nellam-bito della propria attivit professionale e non solo a quelli trasportati da terzi. Le micro imprese che finora potevano trasportare rifiuti pericolosi in piccole quantit senza aggravi burocratici ora sarebbero chiamate ad adempiere agli obblighi del SISTRI e dellutilizzo del black box, compresi medici, odontoiatri, psicologici e veterinari.

    day, il giorno del collaudo uffi-ciale, a maggio 2011, quando si verific uninefficienza operativa e quasi il 40% degli utenti, imprese e sistema informativo centrale, ebbe problemi. Vista lincognita, il legislatore ha riservato mano leggera alle inadempienze forma-li: non ci saranno sanzioni in caso di errori nella trascrizione delle informazioni a meno che queste non si ripetano nel tempo. Le nuove semplificazioni del SISTRI dovranno per essere stabilite periodicamente con decreto del ministro dellAmbiente.

    I COMMENTICommenti negativi sul SISTRI e sulla sua obbligatoriet, subito dopo lapprovazione il presidente di Confartigianato Trasporti Ve-neto, Nazareno Ortoncelli ne ha proposto la cancellazione. ll Sistri, per il mondo dellautotrasporto, esattamente uguale a 2 anni fa. Nel frattempo le schede dati delle black box, in molti casi, sono state disattivate perch comportavano il pagamento di un canone mensile e, peraltro, danneggiavano gli impianti elettrici degli autoveicoli. I contratti telefonici per le Sim card contenute nelle black box sono stati disdettati per non pagare inutilmente una ta-riffa telefonica. Ai vettori esteri non si applicano queste disposizioni e ci un motivo di concorrenza in pi ai danni delle nostre imprese di autotrasporto. Sulla stessa linea Giuseppina Della Pepa, segretario generale di Anita, lassociazione di imprese di autotrasporto merci aderente a Confindustria: Non possiamo che esprimere tutto il nostro disappunto e la nostra perplessit nellappren-dere che dal primo ottobre il Sistri torner operativo, un sistema che

    poco meno di un mese fa stato definito inefficiente e inapplica-bile proprio in sede ministeriale, in occasione della consultazione coordinata dal Prof. Edo Ronchi, su incarico del Ministro Orlando. Parole ancora pi dure da Tra-sportounito che parla di truffa italiana e chiede la cancellazione definitiva e il rimborso di contributi e danni subiti dagli autotrasportato-ri, obbligati a dotare i loro mezzi di strumenti rivelatisi del tutto inutili. Circa 350mila imprenditori sot-tolinea lassociazione di categoria sono stati obbligati, nel triennio 2010-2012, a versare complessiva-mente 500 milioni di euro di contri-buti per adeguarsi alle regole del SISTRI, acquistando gli appositi dispositivi black box: soldi buttati

    via, visto che il sistema di tracciabi-lit dei rifiuti non ha mai funziona-to. Tempo perso e denaro sprecato, con pesanti incidenze su bilanci di imprese gi quotidianamente costrette a fare i conti con problemi di sopravvivenza e ora il Governo ha deciso di reiterare gli errori del passato: a partire dal 1 ottobre le prime 70.000 imprese tornano sotto la tortura improduttiva del SISTRI. Per contro, le imprese straniere che trasportano rifiuti in Italia saranno invece assurdamente esentate. Trasportounito ha quindi promosso una raccolta firme per chiedere al Governo: leliminazione totale e definitiva del SISTRI, la compensazione dalle imposte dei contributi versati e il risarcimento dei danni subiti dalle imprese.

    Curiosit

    Panico anche tra medici, veterinari e psicologi

  • 23 Ottobre 2013

  • 24 FREESERVICES MAGAZINE

    EventiATTUALIT

    UNA GRANDE OPPORTUNIT

    A marzo, per lesattezza, dal 6 al 9, il Polo Fieristico A1EX-PO celebrer il suo secondo Traspo Day. Una fiera pensata e sviluppata da gente che vive di e nel trasporto, per il settore del traspor-to, in particolare per quello, spesso Di Ferruccio Venturoli

    Dal 6 al 9 marzo, lA1 EXPO, dopo il successo del 2012, ospiter il secondo Traspo Day, una vetrina su enormi potenziali-t ancora inespresse. Ce ne parla Attilio Musella, nel pool degli organizzatori sin dalla fase progettuale.di Cesare Venturoli

    dimenticato o sottovalutato, del Sud; una fiera destinata a essere lunica vera vetrina di settore a Sud di Vero-na, quindi con grandissime potenzia-lit ancora inespresse. Nel settem-bre del 2012, quindi, nonostante la crisi, che avrebbe forse consigliato

    prudenza, partito Traspo Day che, con buona pace degli scettici della vigilia, andato molto bene.Del Traspo Day e dei suoi perch, ne parliamo con Attilio Musella, nel pool degli organizzatori sin dalla fase progettuale.

  • 25 Ottobre 2013

    Perch un passo cos importante in un momento del genere? E che vuol dire andata bene?Agli inizi del 2011- dice Musella - decidemmo di fare qualcosa dimpor-tante per il mondo del trasporto e per il Sud: un evento, un qualcosa che desse un segnale di vitalit e una scossa a un comparto fondamentale per lintera economia italiana. Ed ecco la fiera, lunica fiera del Cen-tro-Sud Italia, dedicata esclusiva-mente al trasporto e al suo indotto. Dallidea progettuale alla realizza-zione, il passo non stato semplice,

    reso ancora pi complicato dalla crisi che stiamo attraversando ma, alla luce dei fatti, i risultati ci hanno dato ragione e hanno premiato la nostra caparbiet e lungimiranza. Quindi possiamo dire andata bene per-ch abbiamo ridato fiducia, voglia di andare avanti e di guardare il futuro.Quali sono stati i numeri della prima edizione?Nei tre giorni di fiera abbiamo avuto 22mila visitatori, oltre 100 espositori, 25mila metri quadrati di area esposi-tiva suddivisi in sette aree tematiche. Numeri importanti per un evento che, ricordiamo, era alla sua prima edizione e grazie al quale abbiamo inaugurato il Polo Fieristico A1Exp. Ne approfitto per ringraziare ancora una volta le Istituzioni, i visitatori ma soprattutto gli espositori che ci hanno accompa-gnato in questa avventura, che hanno creduto in noi e che grazie ai quali stato reso possibile quello che in molti consideravano irrealizzabile.Come si pone Traspo Day nel pano-rama nazionale delle manifestazioni di settore? A chi rivolta?

    Attilio Musella, nel pool degli organizzatori di Traspo Day

    TraspoDayIn Italia, ma soprattutto nel Nord-Italia ci sono diversi eventi che par-lano al mondo dei TIR. Noi abbiamo lobiettivo e lambizione di diven-tare la prima Fiera del trasporto del Centro-Sud che abbia una visione e una visibilit a livello nazionale ed interna-zionale; ci rivolgiamo, quindi, a quelle imprese e a quei buyer che dal Sud e attraverso il Sud cercano nuovi mercati di sviluppo. Qual stato lesposito-re tipo e il visitatore tipo?Traspo Day ha rac-

    colto il consenso di importanti espositori:grandi Costruttori, produt-tori di pneumatici, fornitori di servizi telematici, compagnie di navigazio-ne, aziende di trasporto e logisti-ca, allestitori, fornitori di ricambi e accessori. In sostanza abbiamo creato una vetrina che potesse rappresentare a 360 gradi il mondo che ruota intorno al camion. Per quanto riguarda i visi-tatori, circa il 50% era rappresentato da responsabili aziendali e acquisti, il 20% da addetti alla logistica e circa il 20% da autisti. Si ha limpressione che il Sud, in particolare nel trasporto, abbia molto da dire. E vero?Regioni come il Lazio, la Campania, la Puglia e la Sicilia sono fondamen-tali per leconomia italiana, aree che esprimono realt rilevanti nel trasporto, hubs fondamentali per la movimentazione nazionale e internazionale delle merci, porti e interporti che sempre pi spesso vengono inseriti nei flussi e nei

  • 26 FREESERVICES MAGAZINE

    EventiATTUALITcorridoi dei traffici; il trasporto merci, un settore estremamente dinamico, in continua evoluzione e nel Sud vede ancora grandi po-tenzialit. Per questo consideria-mo la nostra collocazione geogra-fica un grande punto di vantaggio.Quali sono le novit, se ci sono, previste per la seconda edizione?Lottimo risultato ottenuto ci spinge a credere che la strada intrapresa quella giusta. Quindi il Traspo Day non rivoluzioner il suo format e rester una vetrina di prodotto per le imprese ma, visto che nel 2012 eravamo alla prima edizione, qualche cambia-mento verr apportato. Vorrei sottolineare che, grazie al lavo-ro fatto, Traspo Day 2014 stato iscritto nel Calendario delle Ma-nifestazioni Fieristiche Interna-zionali in Italia; un riconoscimento ufficiale che ci gratifica, ma che ci spinge e ci sprona a fare sempre meglio. Nella seconda edizione cercheremo di allargare gli oriz-zonti e il campo di azione, cercan-do di coinvolgere maggiormente operatori stranieri. Organizzeremo incontri ad hoc tra espositori e buyer, per stimolare ulteriormente rapporti business to business.

    Quali sono gli obiettivi, a medio e lungo termine di Traspo Day?Nellimmediato futuro vogliamo consolidare la nostra posizio-ne di leadership come Fiera del Centro-Sud, per il futuro, citando Lorenzo deMedici, dico Chi vuol esser lieto, sia. Del doman non v certezza.Perch unazienda dovrebbe es-sere presente a Traspo Day?Traspo Day 2014 rappresenta unopportunit per le imprese del Sud che vogliono maggiore visibi-lit e unoccasione per le aziende del Nord e straniere che vedono nel centro-sud un mercato in cui si possano sviluppare ancora del-le idee di business.

  • 27 Agosto|Settembre 2013

  • 28 FREESERVICES MAGAZINE

    TestPRODOTTO

    UN GRANDE PASSO IN AVANTIPrima presa di contatto con la nuova gamma Lunga Distanza di Renault Trucks. Una cabina dal comfort assoluto, piena di soluzioni innovative.di Ferruccio Venturoli

  • 29 Ottobre 2013

    L e spiagge della Normandia, comunque la si pensi, su-scitano sempre sensazioni for ti, tra musei, sacrari e monumenti dedicati a uno dei pi cruenti episo-di della Seconda Guerra Mondiale.

    La cabina sia stata studiata e realizzata davvero in funzione della vita di bordo, con una separa-zione netta dello spazio di guida da quello di riposo.Il posto di guida decisamente comodo, anche grazie ai nuovi sedili, ampiamente regolabili, disegnati appositamente da Recaro con un occhio ben attento alle esigenze di chi, su quei sedili, ci deve stare per molte ore.

    Cos stato per chi, come noi, ha avuto modo di scorrazzare in lungo e in largo, a bordo della nuova Serie T, per le strade, proprio al limitare di quelle spiagge. Da Blainville - sur Orne, cittadina dove ha sede il

    modernissimo stabilimento destina-to alla produzione della gamma D e allinsieme delle cabine del Co-struttore francese, ci siamo spostati tra la superstrada e la litoranea. Volevamo renderci conto di perso-na di quale passo in avanti abbiano fatto i pesanti stradali della Losanga e soprattutto di come la cabina sia stata studiata e realizzata davvero in funzione della vita di bordo; per parlare dei motori, dei consumi e della guidabilit ci sar spazio nel prossimo numero .Salire piuttosto agevole, grazie an-che allaper tura di 85 delle por tiere e ai quattro gradini ( o 3, in base alla cabina) il luminati e antisdrucciolo.

    VIAGGIO NEL SILENZIOI l veicolo si muove e la prima cosa che si nota il silenzio quasi asso-luto; il camion sembra scivolare via in una sor ta di fruscio, che neanche le asperit del ter reno disturbano. Grande cosa, linsonorizzazione realizzata ad opera dar te, ma anche e soprattutto merito delle nuove sospensioni che abbinano robu-stezza e comfor t. I l telaio dota-to, davanti , di nuove sospensioni pneumatiche, robuste e adatte al le lunghe distanze. Dietro, le sospen-sioni, a due soff iett i , sono ott imiz-zate nel peso. La comodit della cabina classe T non si discute. Il tun-nel motore stato abbassato a 200 mm e, nella versione con pavimento piano, la High Sleeper Cab, sparisce del tutto, cos da permettere, grazie anche alla larghezza di 2,5 metri, tutti i movimenti possibili allautista.

    NOTTE E GIORNOLa par te interna del T stata ideata per separare al meglio lo spazio di guida da quello di riposo. Questul-timo si ar ticola a L nella cabina, tramite il sedile passeggero girevole

  • 30 FREESERVICES MAGAZINE

    PRODOTTO Test

    La prima cosa che si nota, quando il T sulla strada, il silenzio quasi assoluto; il camion sembra scivolare via in una sorta di fruscio, che neanche le asperit del terreno disturbano.

    e il letto basso e/o alto, secondo le versioni. Il letto basso dispone di un materasso con una funzione esten-sibile che consente di allargarlo a 80 cm. Quando il conducente non lutil izza, pu ripiegarne una par te e disporre, cos, di un ampio spazio di stivaggio supplementare. Le zone funzionali sono state studiate con i clienti par tner, secondo un paniere composto dei principali prodotti o accessori util izzati dai conducenti a bordo del camion. stato par ticolar-mente approfondito lo studio degli spazi di custodia sopra la cabina, affinch dessero unimpressione di leggerezza e capienza allinsieme. Gli armadietti sono fatti di un materiale specifico, pi piacevole al tocco di una plastica tradizionale. Lautista ha

    a sua disposizione anche un frigo da 24 litri, che pu ar rivare a 40, nella versione con pavimento piano.Tutto linterno cabina, dunque nuovo e decissamente innovativo. Quando lautista riposa, dispone di unil luminazione sof t mentre, per la marcia notturna, le luci diventano rosse, l unico colore che non d fast idio di notte. Al momento del r iposto, l aut ista di un T trova, a por tata di mano, un telecomando, che gl i serve a control lare l i l lumi-nazione del la cabina, la radio, i l telefono, i l r iscaldamento, la cl ima-t izzazione, la chiusura del le por te, la chiusura dei vetr i e l aper tura del tetto. Per assicurargli un riposo riparatore, le tende riflettono la luce e sono completamente oscuranti,

    anche in pieno giorno. Mantengono, inoltre, una temperatu-ra interna piacevole anche quando il mezzo stazionato in pieno

    AL VOLANTEI l posto di guida decisamente comodo, anche grazie ai nuovi sedili, ampiamente regolabili, dise-gnati appositamente da Recaro con un occhio ben attento alle esigenze di chi, su quei sedili, ci deve stare per molte ore. Sono a sospensione pneumatica, riscaldabili e ventilati, dispongono di un poggiatesta e di sostegni laterali e lombari regolabili. Possono anche indietreggiare, per-ch la posizione di guida sia migliore e ci sia pi spazio per le gambe: pu ar rivare a 98 cm, per gli autisti

  • 31 Ottobre 2013

    di maggiore stazza. Il volante pu essere regolato in altezza, profondi-t e inclinazione; le principali funzio-ni, util i allautista, sono raggruppate proprio sul volante. Pu cos naviga-re nei vari menu del display, a colori, da 7 pollici, grazie a tasti sotto le sue dita. Pu anche comandare il telefono, la radio o il regolatore di velocit pur continuando a guarda-re la strada. Ma lautista pu anche adattare lo spazio di guida alle sue abitudini, perch dispone di pulsanti a ubicazione modulabile sul cruscot-to e pu decidere di modificarne la disposizione. La riconfigurazione automatica. Ma non finita: sempre lautista che pu inserire in memoria le sue preferenze, come la pagina favorita da visualizzare sullo schermo principale o la pagina del cronotachigrafo, ma anche le rego-lazioni del riscaldamento o clima-tizzazione, di sveglia, o anche la selezione del tipo di guida razionale e le pre-registrazioni del regolato-re di velocit. Ritrover tutti questi dati semplicemente inserendo la sua scheda autista e guadagner, quindi, tempo ad ogni par tenza.

    Lo stabilimento di Blainville-sur-OrneNellambito del Gruppo Volvo, i l sito di Blainvil le-sur-Orne assi-cura la produzione della gamma D (distribuzione) della Renault Trucks e l insieme della cabine del Costruttore francese . I l grup-po investe da numerosi anni nel la modernizzazione dei suoi impian-t i industr ia l i , nel lo svi luppo del la competit iv i t del s i to. La nuova gamma Renault Trucks ha benefi-ciato di invest imenti considerevol i per ciascuna del le fasi basi lar i del la produzione di cabine : la car roz-zeria, la verniciatura e le f initure. Solo i l repar to car rozzeria, intera-mente r innovato e automatizzato, stato oggetto, da par te del gruppo Volvo, di un invest imento di 28 mil ioni di euro.

  • 32 FREESERVICES MAGAZINE

    NovitPRODOTTO

    Paccar MX 11 Paccar MX 13IL CF SI FA MACHODAF presenta la versione off road dellammiraglia e una novit,lLF in versione cantiere. Tre motori Euro 6 e tante soluzioni interessanti

    Continua anche per DAF il rin-novamento di gamma allin-segna dellEuro6. Stavolta tocca al cantiere con il CF Euro 6 Construction e con il pi piccolo LF, una novit per la Casa olandese.Eil CF, decisamente, il pi importan-te, anche e soprattutto commercial-mente, dei due. Il nuovo veicolo, svi-luppato appositamente per ledilizia e, pi in generale, per quelle appli-

    di Cesare Venturoli

    cazioni dove necessaria una guida off road, anche impegnativa, ripren-de il family feeling della gamma della Casa olandese, con un evidente impatto visivo e di design.A prima vista spicca la grande ca-landra nera con le ampie feritoie e il nuovo design del paraurti, realizzato in acciaio galvanizzato, per garan-tire la massima robustezza. Per lo stesso motivo, i coprifari sono rea-

    lizzati in Lexan infrangibile e sotto il paraurti, per proteggere il radiatore, montata una piastra in acciaio spessa 3 mm, in grado di sopportare carichi fino a 4 tonnellate. Il paraurti del nuovo DAF CF Construction, composto da tre parti separate sosti-tuibili individualmente montato in posizione elevata per creare un am-pio angolo di attacco di 25; la sua distanza da terra di 40 cm (in parte

  • 33 Ottobre 2013

    grazie allutilizzo di assali anteriori diritti) permette buone caratteristiche di guida sullo sterrato.Il paraurti disponibile con luci di svolta e fanali antinebbia integrati.

    LA CABINAUn livello elevato di comfort per lautista e la facilit duso sono stati alcuni dei requisiti imposti da DAF durante lo sviluppo del nuovo veicolo; su richiesta, disponibile un gradino sul lato della cabina per agevolare lispezione del carico, mentre gli ampi gradini forniscono un accesso agevole e sicuro alla cabina. I modelli con motore Paccar MX 13 da 12,9 litri sono dotati di tre gradini, mentre quelli con il motore MX 11 da 10,8 litri ne hanno due. Il CF Construction dotato degli stessi sedili degli altri modelli della gamma CF, dello stesso cruscotto con Driver Performance Assistant integrato con i nuovi interruttori e dello stesso volante, con i comandi integrati.

    APPLICAZIONIIl nuovo DAF CF Construction disponibile come cabinato a tre assi 6x4 con assale anteriore da 8 o 9 tonnellate e assale tandem da

    Il nuovo veicolo, sviluppato appositamente per quelle applicazioni dove necessaria una guida off road, riprende il family feeling della Casa olandese

    Il CF Construction dotato degli stessi sedili degli altri modelli della gamma CF, dello stesso cruscotto con Driver Performance Assistant e dello stesso volante, con i comandi integrati.

    19, 21 o 26 tonnellate, che rende questo veicolo ideale per il settore edile e per lindustria del legname. Come trattore 6x4, il CF Construc-tion ideale per le applicazioni di trasporto speciale. Il cabinato 8x4 la base per un cassone ribaltabile o per una betoniera. Con assali anteriori sterzanti doppi da 7,5, 8 o 9 tonnellate, in combinazione con un assale tandem da 19, 21 o

    26 tonnellate, in grado di fornire unelevata PTT da 32 a 56 tonnel-late. Tutti i modelli sono dotati dell assale tandem DAF, caratterizzato dallelevata stabilit di rotolamento e dallampia articolazione (270 mm) per una buona mobilit fuoristrada.

    I MOTORI La potenza del Paccar MX 13 da 12,9 litri compresa tra 303 kW (410 CV) e 375 kW (510 CV), mentre per lMX 11 da 10,8 litri si va da 210 kW (290 CV) e 320 kW (440 CV). Il consumo medio del motore Paccar MX11 inferiore di circa il 3% rispetto al gi efficiente Paccar MX13 da 12,9 litri, mentre la riduzione di peso di oltre 180 kg consente un carico utile ancora maggiore. Su richiesta, dispo-nibile il cambio automatizzato AS Tronic con unimpostazione speci-fica per lutilizzo in fuoristrada, con strategie di cambio marcia svilup-pate appositamente, per garantire cambi pi veloci con un funziona-mento pi rapido della frizione.

  • 34 FREESERVICES MAGAZINE

    NovitPRODOTTO

    NUOVO TELAIO Il nuovo telaio dei modelli CF Construction stato sviluppato per garantire resistenza, buone caratteristiche di guida e per offrire spazio per il posizionamento dei componenti. Il telaio presenta una struttura a Y nella parte anterio-re, in modo da creare lo spazio necessario per i nuovi motori Euro 6 e per il grande impianto di raf-freddamento. Tutti i modelli sono disponibili con tubo di scarico ver-ticale che, sul telaio cabinato 8x4, dotato perfino di ununit SCR integrata. stata prestata anche una particolare attenzione al lavo-ro dellallestitore. Un buon esem-pio rappresentato dal metodo di collegamento della carrozzeria (BAM), che pu essere ordinato sul telaio FAD 8x4, che fornisce una predisposizione completa per i l montaggio dei cassoni ribaltabil i pi comuni. Ci com-porta la presenza, di fabbrica, di

    Il raggio di sterzata del nuovo LF Costruction il pi contenuto della categoria, per una manovrabilit ottimale e un peso ridotto in grado di garantire il massimo carico utile

    numerose staffe sul telaio e di uno schema dei fori specifico. I l CF Construction dotato di

    Anche gli interni dellLF Construction sono mutuati dal fratello da strada, per un ottimo comfort dellautista.

    serie di un ingresso dellaria mon-tato sul tetto.

    LF CONSTRUCTIONOltre al CF, DAF presenta anche la versione Construction dell LF, un veicolo il cui raggio di sterzata il pi contenuto della categoria per una manovrabilit ottimale e un peso ridotto in grado di garantire il massimo carico utile. Laspetto simile a quello del fratello maggiore, grazie alla calandra nera con feri-toie grandi, al paraurti in posizione elevata che fornisce un angolo di attacco superiore a 25 e allelevata distanza da terra (32 cm). Cos come il CF, lLF Construction presenta i ca-ratteristici gradini e una piastra spes-sa 3 mm sotto il paraurti per proteg-gere il radiatore. LLF monta il Paccar PX 7 da 6,7 litri, con potenze comprese tra 164 kW (220 CV) e 231 kW (310 CV). DAF inizier a consegnare i nuovi LF Construction e CF Construction a partire dallinizio del prossimo anno.

  • 35 Ottobre 2013

  • 36 FREESERVICES MAGAZINE

    PRODOTTO

    IL VOLVO FH CAMION DELLANNO Un titolo che arriva per la terza volta e non per caso. La storia di uno dei tanti test effettuati dalla Casa svedese. Sulle terribili strade australianedi Cesare Venturoli

    Curiosit

  • 37 Ottobre 2013

    A l Comtrans di Mosca, a distanza di quasi un anno dal suo lancio sul mercato, il Volvo FH, stato votato International Truck of the Year 2014, da una giuria di giornalisti specializzati, in rappresen-tanza di 25 riviste europee. La vittoria del pesante della Casa sve-

    Brian Weatherley e Steve Brooks.I due giornalisti che hanno effettuato la prova

    dese non pu certo considerarsi una sorpresa, non solo perch lFH gi si era portato a casa due titoli (nel 94 e nel 2000) ma anche e soprattutto per-ch quando a Goteborg decidono di produrre un veicolo pesante lo fanno con tutti i crismi: a par tire dalla fase di progettazione fino ai milioni di chilo-metri di test ai quali viene sottoposto. Si tratta di test continui, non solo affi-dati a test driver della Casa, ma anche e soprattutto ad autisti di aziende di trasporto, e a giornalisti.Ed proprio una di queste sessio-ni di test, che vogliamo raccontarvi, quella svolta in Australia sullFH16.

    nel mezzo della carreggiata. Insomma, quanto di pi lontano possa esserci dalla guida su strade o autostrade europee. Anche se la serie FH stata sottoposta a test completi in Australia sin dallinizio della fase di sviluppo, due giornalisti di settore hanno voluto vedere e provare in prima persona il

    Il veicolo di prova era un FH16 da 700 CV con una cabina Globetrotter XL, la prova durata due giorni pieni

    LAustralia, la terra down-under (sottosopra) si sa, nella enorme, quasi infinita vastit del suo territorio, presenta scenari davvero estremi, tali da poter mettere in seria difficolt un veicolo pesante: deserti, acquitrini, strade di montagna, ma anche velocit elevate, animali che si materializzano

  • 38 FREESERVICES MAGAZINE

    CuriositPRODOTTO

    veicolo sulle strade australiane. I due erano piuttosto noti: l inglese Brian Weatherley, membro della giuria del Truck of the Year, caporedattore del britannico Commercial Motor Maga-zine e laustraliano Steve Brooks fon-datore del mensile australiano Diesel Magazine. Le condizioni operative in Australia sono assai impegnative sot-to diversi aspetti: distanze immense, strade difficil issime, limiti di velocit elevati e carichi pesanti. I l veicolo di prova era un FH16 da 700 CV con una cabina Globetrotter XL, la prova durata due giorni pieni. I l v iaggio si svolto nel Queen-sland, dal la capitale Br isbane a Toowoomba (che in aborigeno signif ica palude) attraverso zone

    LAustralia presenta scenari davvero estremi: deserti, acquitrini, strade di montagna, ma anche velocit elevate, animali che si materializzano nel mezzo della carreggiata

    paludose e strade di montagna del Cunningham Gap, con condizioni di guida par t icolarmente diff ici l i , lungo un percorso di circa quattro-cento chi lometr i .

    LA CABINA, SPAZIO VITALEA causa delle lunghe distanze, gli autisti australiani, trascorrono a bordo del loro veicolo, in media, sei notti alla settimana, quindi la cabina deve sod-disfare requisiti molto severi in termini di funzionalit e comfort: deve essere davvero come una casa. Cos, per prima cosa stato testato lo spazio allinterno della cabina. Brian Weather-ley e Steve Brooks si sono preparati per il viaggio di due giorni riempiendo

    il veicolo con scorte di acqua, cibo e abbigliamento per la notte.Lo spazio non manca. I montanti anteriori del-la cabina sono ora pi ver ticali - ha detto Weatherley- quindi il ripostiglio pi ampio e la cabina ha un volume interno maggiore di un metro cubo e, decisamente, si avverte la differenza quando ci si muove allinterno. stata una sfida sicuramente ecci-tante - ha dichiarato Brian Weatherley -perch le strade e le velocit in questarea sono molto diverse da qualsiasi altra io abbia affrontato e la mia abilit di guida stata davvero messa alla prova. La mia prima impres-sione alla guida del Volvo FH16 ha detto ancora il giornalista inglese - stata di leggerezza e manovrabilit. Ri-

  • 39 Ottobre 2013

    sponde immediatamente ai comandi e mantiene la stabilit direzionale e non necessario compensare con conti-nue regolazioni minime dello sterzo,.

    36 METRI E 84 TONNELLATEDopo avere trascorso la notte nella cabina, a Toowoomba, era arrivato il momento, per i due autisti, di aggan-ciare il famoso Australian B-triple rig, ovvero tre rimorchi agganciati al veico-lo. In questo modo stato creato un autotreno lungo 36 metri e del peso di 84 tonnellate. Toccava ora a Steve Bro