Open Kitchen n.1 Ott. 2011

download Open Kitchen n.1 Ott. 2011

If you can't read please download the document

  • date post

    10-Aug-2015
  • Category

    Documents

  • view

    172
  • download

    2

Embed Size (px)

description

I colori dell’autunno: arancio viola bianco verde

Transcript of Open Kitchen n.1 Ott. 2011

n.1 Ottobre 2011

I colori dellautunno: arancio viola bianco verde

magazine

2. 4. 6. 12. 20. 28. 30. 40. 42. 48. 56. 58. 62. 64. 68. 74. 80. 88. 92. 96. 98.

Sommario Autunnointavola AtupertuconRiccardoBartalucci loradelT AtavolaconFabioCampoli ChristmasinOpenKitchen LAutunno:iltempodellevellutate Decorarelatavola Lacucinadeglialtri Pani&Co. LaPasta Oktoberfest2011 EldiadelosMuertos ArrivaHalloween:dolcettooscherzetto? PassioneVisualFood AlpassodiStreetFood NoccioleeCastagne:lafruttaseccareginadellautunno Ceraunavolta CeliachiaaTavola Bambini,loradellamerenda Cioccolatochepassione

102. RicettedAutore 132. LaRedazione 134. Contributors 140. Contattaci

Autunno in Tavola

4

n. 1 Ottobre 2011

Cariamici,scivoliamoinesorabilmentenellastagioneautunnaleedopoavervi fattocompagniasottolombrellone,OpenKitchenMagazineritornaperrendere specialeanchelarrivodellautunnocontanterubricheegustosissimericette. Lavogliadisoleedistareallariaapertahalasciatoirrimediabilmenteilposto allarrivodellestagioneincuilanaturaciregalatuttelemeravigliedelsottoboscoenonsolo,pronteperesseretrasformateinpiattigustosiefumanti. Lautunnopudavverotrasformarsiintavolainunastagionericcadicolorie soprattuttodisapori.Sedaunapartelegiornatesiaccorcianoeinizianoiprimi freschi,dallaltraassistiamoaunaveraepropriaesplosionedicoloridalletonalitvivaci.Pensateallaranciodizuccheecachi,aicolorivariopintidimelee pereepoiancoraallemillesfumaturedelmarronedinoci,mandorle,nocciole, castagneefunghi. Untripudiodisaporiarricchisceinostripiattietuttograzieaiprodottichein questoperiodofannodellortoungiardinodautunno. NoidiOpenKitchenMagazinesiamoconvinticheseguendolastagionalitdelleproduzioninellacquistodiverduraefruttasipossanoportareintavolapiatti gustosi,genuiniedancheeconomici,aspettosicuramentenontrascurabile. Ilnostromagazinevuoledareampiospazioaquestiprodotti,conricetteelaborategiocandoconipitipiciortaggidiquestoperiodo:comeadesempiola zucca,verareginadellautunno.QuestosplendidofruttodellaterraricchissimodivitaminaA,diminerali-qualipotassio.calcioefosforoedimoltefibree ilsuoconsumoidealeinquestastagioneincuiparticolarmenteimportante seguireunadietaequilibrata,chesiaingradodifornireilgiustoapportodinutrienti.Lazucca,oltreadessereingredientedibasepermoltipiattiautunnali (daitortelliairisotti),diventaancheunospiritosomotivodecorativochedtono ecoloreinoccasionedellafestosaricorrenzadiHalloween.Pensateallezuccheornamentaliche,svuotate,decorateeilluminateallinterno,diventanoun divertentegiocodabambiniperunHalloweentuttonostrano. Ifruttidelbosco,comecastagneefunghi,sonoanchessiprotagonistidellatavolaautunnaleeimpiegatiinmillericettedifferentisonoingradodiarricchire lavarieteilgustodeinostripiatti. Nellefrescheserateautunnali,poi,cosacdimegliodiunacaldazuppa,diuna minestradilegumiodiunadeliziosavellutata(arancio,verde,viola,bianca), perfettaanchecomeprimopiattogustoso,genuino,nutrienteeipocalorico. Sfogliateciescopriretequantesorpresehapervoiinserboilnuovonumerodi OpenKitchenMagazine.

5

n. 1 Ottobre 2011

a tu per tu con

Riccardo Bartalucci

I segreti di una professione, fatta di passione, ricerca e soprattutto stile raccontati attraverso locchio attento di un fotografo di professione6 n. 1 Ottobre 2011

A cura di Barbara Lechiancole

Il mondo del food blog, si sa, fa sempre pi affidamento sulla fotografia per dare risalto alle proprie creazioniculinarieenondifficileimbattersiinbloggerchecoltempohannoaffinatoillorostilefinoad acquisireunabuonatecnica.Macomesifaarealizzaredellefotodicucinaappetibiliealtempostesso tecnicamenteaccettabili?LoabbiamochiestoaRiccardoBartalucci,nellasperanzachemoltidinoipossanotrarreispirazionedaisuoiinsegnamenti. 1) Quali sono state finora le esperienze fotografiche pi importanti della tua carriera e qual stata quella decisiva che ti ha spinto a fare della fotografia la tua professione? Hodecisochesareidiventatounfotografoinseguito adunmomentodistasinellamiavecchiaprofessione. Mi sono cos buttato nello studio di tutti i siti e cataloghidifotografidituttoilmondo,scoprendoche ceranoigrandiedimediocri.Hopensatocheseesistevano i secondi significava che anche io avrei trovatounmiospazio.Cosgrazieallamiaabilitecon unpodifortunalecosesonoandatebenedasubito. Avevo comunque alle spalle una discreta esperienzainiziatasulcampo,infatti,sindaquandoavevo12 anni,passavotuttiipomeriggiliberiincampagnaa fotografarepaesaggi.Senzadubbio,lesperienzapi significativa della mia carriera la collaborazione conVogue.Sfogliarequestaprestigiosarivistaedimbatterminellemiefototrasmetteunaprofondasoddisfazione. 2) Quale stile fotografico preferisci e perch?

7

n. 1 Ottobre 2011

InassolutoilReportage.Ilmioscopoquellodiessereinsiemealmioobiettivo,nelvivodiognievento, siaessounpartyodunaguerra,cercandoditrasferireleemozionicheprovoinquelmomento,attraversounafotografia.Preferiscofotoimperfettemache trasmettonoemozioniallefototecnicamenteineccepibilimaasettiche. 3) Quali sono stati i professionisti che finora ti hanno influenzato maggiormente nel tuo lavoro di fotografo? DireiRobertCapa,lecuifotografiesonoimperfettee noncorrettetecnicamente.Addiritturahapubblicato unlibrofotograficosullosbarcoinNormandia,intitolatoSlightlyOutofFocus(leggermentefuorifuoco).Quellefotoportanoconsdeglierroritecnici,di conservazioneedisviluppodellefoto,maquandole guardovengocatapultatosuquellaspiaggia,insieme a quei soldati, per quanto mi toccano dentro. Capa usava dire: Se la foto non bella significache non eriabbastanzavicinoalcuoredellasituazione. 4) Parliamo di Still Life e naturalmente di cucina. Quali sono gli elementi che bisogna tenere presenti quando ci si appresta a fotografare il cibo e quanto contano i dettagli? Questouncampocomplessodoveservonocompetenze tecniche specifiche ed un grande amore per leno-gastronomia.Bastipensarecheperarrivarea fareunaseriediscattisihaspessobisognodidiverseoreperprepararelascena.Poi,perfotografareil cibobisognaconoscerebenelamateriachestaifo-

8

n. 1 Ottobre 2011

tografandoecercaredienfatizzarelintenzionedello Chef,inmododaesaltarneleintenzioni. 5) Quali consigli ti sentiresti di dare al popolo dei foodblogger che si apprestano a realizzare delle foto enogastronomiche? Esempredifficilegeneralizzare,malecosepiimportanti sono la tempistica e la luce. Gli errori pi comuni,chevedo,sonoiriflessi.Sidevecercaredi illuminareilpiattoinmanieraindiretta,adesempio incasodiusodiflash,unescamotagepuesseregirare il flash verso il soffitto. Un altro trucco non utilizzareadesempioilpiattodiceramicabiancoche riflette la luce; una soluzione per un piatto di spaghettiallamatricianapuesserequellodiservirlisu unbeltagliere,puntandosullimpostazionerustica. 6) I viaggi che hai fatto finora quanta influenza hanno avuto sul tuo stile personale e per quel che riguarda gli aspetti enogastronomici/fotografici cosa ti hanno lasciato? Iviaggifattimihannoinfluenzatomoltissimo,inparticolar modo i viaggi in Oriente. Incontrare culture nuove e vedere cose nuove, mi ha aperto la mente. Quandomitrovodifronteaqualcosadinuovosento ilbisognodifermarelimmaginechevedo.Dalpunto divistaenogastronomico,invece,quandomitrovoin mezzoaquestimercaticoloratissimi,ricchidispezie e cibo, che sono appetibili anche dal punto di vista fotografico, mi fermo giornate intere per cercare di cogliereiprofumi.Quelchefacciospessosedermieguardarelascenaancheper2oreedopodich

9

n. 1 Ottobre 2011

scatto.Nellavitacisiritrovapurtroppoquasisempre dicorsa,ancheinvacanzaequestononcipermette dicogliereafondoleemozioniesensazioni.Ammettoconunsorrisochesonounpessimocompagnodi viaggioperchcostringoglialtriadaspettare. 7) Organizzi mai dei corsi per semplici appassionati di fotografia? Se si, come sono organizzati e dove si svolgono? Neorganizzopochiegeneralmenteperstranieri.Ancheachiprincipiantedoirudimentidellatecnica, mainsegnosoprattuttoaconcentrarsisullosservazione.Cercodifarimparareaguardareconocchi,cuore ecervello.Dopolaparteteorica,ilcorsosisvolgeper strada,allaperto.NonmiinteressafotografarearchitettonicamenteilPonteVecchio,masemisiedoedosservo,troverlavecchiacheelemosina,ilgiapponese chesifafotografareelafotoprendevita. 8) Al momento stai lavorando a qualche interessante progetto fotografico e qual il tuo sogno nel cassetto? Inquestomomentostolavorandoadiversecose,tra le quali un progetto riguardante le differenze culturali fra vari paesi, ma purtroppo non posso essere pispecifico.Ilmiosognonelcassettocoprireun evento di grande importanza sociale come la situazione socio politica nel Corno dAfrica. Vorrei esserelocchioattraversocuifarrisaltarequestenotizie. Purtroppooggi,nonsononotiziechefannoaudience suigiornali.

10

n. 1 Ottobre 2011

11

n. 1 Ottobre 2011

lora del

T

Il t, i suoi gesti e i suoi riti raccontati in una confidenziale conversazione telefonica svoltasi a 15 mila km di distanza tra due amiche

Barbara,Nicoletta:unaviveaLondralaltraviaggiaa ritmoserratotraItaliaeGiappone.Condividono litalianitmaancheunabevandachetantonelRegno UnitoquantoinGiapponerappresentalabevanda nazionalepereccellenza:ilt.Lastessasi,manonc nientedipidiverso,sonoduedimodidiassaporarlo, consignificatiesaporicompletamentedifferenti. Comemai?Scopriamoloinquestasimpaticac onversazionetelefonica...12 n. 1 Ottobre 2011

A cura di Barbara Lechiancole Nicoletta Palmas

B.

Sai,Nicoletta,chelatradizio-

nedeltpomeridianonascenell800, quandogliinglesiabituatiaconsumaresoloduepastialgiorno,lacolazioneelacena,sitrovavanoaffamatigi nel primo pomeriggio. La Contessa diBelfort,particolarmentesoggettaa fortilanguori,istituquestaabitudine, che col tempo diventata una tradizione. N. Sullorigine del t e come sia arrivato in Giappone ci sono varie leggende, ma tutte sembrano comunque confermare che abbia origine dalla Cina e sia arrivato in Giappone attraversoscambitramo