Nome - Web view LINGUA E CULTURA INGLESE: Il programma di Lingua Inglese manca dell’ultima...

Click here to load reader

  • date post

    12-Mar-2021
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Nome - Web view LINGUA E CULTURA INGLESE: Il programma di Lingua Inglese manca dell’ultima...

a.s. 2019/2020

PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE DELLA 1F

COMPOSIZIONE DELLA CLASSE

N° totale allievi

maschi

femmine

Ripetenti (specificare se provenienti da altre scuole o dal Liceo Artistico di Verona)

Provenienti da altre scuole non ripetenti

Alunni con diagnosi DSA

Alunni con bisogni educativi speciali e PDP (dall’anno precedente, eventualmente da confermare)

Alunni con certificazione l. 104 e sostegno (specificare con quante ore di sostegno)

28

4

24

1 dal Liceo Artistico di Verona

1 dal Liceo Scientifico Galileo Galilei di Verona

1

3

1

0

SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE

(si chiede di specificare non solo i problemi, ma anche gli aspetti positivi, i punti di forza, le potenzialità degli alunni e del gruppo classe)

1) Situazione di partenza relativamente al comportamento degli alunni e alle relazioni all’interno della classe e con i docenti:

Da una prima osservazione, condotta durante le prime settimane di scuola, la classe appare molto eterogenea e diversificata. Buona parte degli alunni mostra un buon livello di scolarizzazione, è in grado di ascoltare e di partecipare al dialogo educativo con discreto interesse, anche se in questa prima fase gli interventi vengono formulati sempre dagli stessi soggetti. Alcuni allievi, invece, tendono a distrarsi con estrema facilità, al punto da rendere più volte necessario l’intervento della docente, al fine di limitare il parlottio di fondo e di ristabilire un clima favorevole all’apprendimento.

Nel complesso la classe appare ancora acerba e con atteggiamenti infantili, va guidata nella pianificazione dello studio e nella gestione dei tempi. Pertanto sarà necessario accompagnare progressivamente ciascun alunno verso l’acquisizione di un metodo di studio autonomo ed efficace e verso un processo di maturazione personale, che passi attraverso il rispetto delle regole, di sé e degli altri (Prof.ssa La Bella).

La classe seppur numerosa e vivace ha mantenuto in questi primi giorni un atteggiamento rispettoso e partecipativo dimostrandosi interessata alla materia e intervenendo nei modi e tempi convenuti. Il rispetto delle regole e dell’ambiente scuola sarà tra gli obiettivi educativi primari (Prof.ssa Bonamini).

2) Competenze trasversali e disciplinari di partenza e modalità di rilevazione (prove di ingresso e in quali materie, osservazione degli alunni, lezioni dialogate iniziali ecc.)

Inglese Da un primo test d’ingresso, seppure con preparazione disomogenea, la classe risulta in larga parte più che sufficiente, per coloro che hanno ottenuto risultati non positivi, il Dipartimento di lingua Inglese propone un recupero pomeridiano tra ottobre e novembre. Anche alcuni interventi sul metodo di studio verranno svolti in orario curricolare all’interno della materia.

Italiano Il test d'ingresso di Italiano (effettuato per classi parallele) ha evidenziato carenze diffuse sia nella conoscenza della grammatica di base sia nella comprensione del testo.

Il primo scritto di Italiano (presentazione dell'alunno) ha evidenziato difficoltà nell'uso della punteggiatura, della paragrafazione, delle strutture grammaticali e limiti nell'utilizzo del lessico.

Storia e Geografia La prova d’ingresso, volta ad accertare il possesso di alcuni prerequisiti in entrambe le discipline, ha rivelato una preparazione di base complessivamente accettabile. Nel dettaglio: 10 alunni hanno raggiunto risultati sufficienti, 10 discreti, 5 buoni, 2 insufficienti e solamente 1 distinti. Un’alunna non ha sostenuto il test, in quanto assente.

IL PROFILO EDUCATIVO, CULTURALE E PROFESSIONALE (PECUP) E I TRAGUARDI FORMATIVI ATTESI ALLA FINE DEL PERCORSO LICEALE (Indicazioni Nazionali sui Licei Artistici)

Gli studenti del Liceo artistico, alla conclusione del proprio percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni a tutti gli studenti liceali, dovranno:

· conoscere la storia della produzione artistica e architettonica e il significato delle opere d’arte nei diversi contesti storici e culturali anche in relazione agli indirizzi di studio prescelti;

· cogliere i valori estetici, concettuali e funzionali nelle opere artistiche;

· conoscere e applicare le tecniche grafiche, pittoriche, plastico-scultoree, architettoniche e multimediali e saper collegare tra di loro i diversi linguaggi artistici;

· conoscere e padroneggiare i processi progettuali e operativi e utilizzare in modo appropriato tecniche e materiali in relazione agli indirizzi prescelti;

· conoscere e applicare i codici dei linguaggi artistici, i principi della percezione visiva e della composizione della forma in tutte le sue configurazioni e funzioni;

· conoscere le problematiche relative alla tutela, alla conservazione e al restauro del patrimonio artistico e architettonico.

Per ciascun indirizzo del triennio le Indicazioni nazionali prevedono inoltre obiettivi specifici di apprendimento, cui fa riferimento la programmazione del consiglio di classe.

OBIETTIVI SPECIFICI DELLA CLASSE PER L’ANNO SCOLASTICO 2019/20

Obiettivi educativi (es. acquisire un comportamento corretto e responsabile, sviluppare capacità di cooperazione nel lavoro collettivo, sviluppare un senso di rispetto della scuola, dell’edificio scolastico e del personale che in essa lavora ecc.):

· riconoscere l’importanza e il valore della scuola, come fondamentale occasione di crescita personale;

· acquisire un comportamento responsabile, volto a una frequenza assidua e a un impegno costante (limitare le assenze, puntualità nelle consegne e nel portare i materiali richiesti, impegno assiduo nello studio e non solamente finalizzato alla valutazione);

· rispettare le regole dell’Istituto, in particolare la puntualità alle lezioni e le nuove norme relative alle giustificazioni;

· rispetto degli ambienti, degli arredi e dei materiali scolastici;

· costruire rapporti corretti e proficui con compagni e docenti, partecipando e collaborando attivamente in classe, anche attraverso gli scambi reciproci, il passaggio di informazioni e, laddove possibile, la condivisione di conoscenze e materiali, azioni utili per rafforzare lo spirito di collaborazione e di solidarietà;

· imparare ad interagire/intervenire correttamente nel gruppo classe, avendo sempre rispetto delle diversità;

· consolidare la disciplina e l’autocontrollo;

· sviluppare una personalità armonica attraverso la conoscenza, le discipline e il rapporto con gli altri;

· crescere in autonomia e autostima, analizzando le cause di eventuali insuccessi scolastici per poterli superare.

Obiettivi didattici e formativi, comuni a tutte le discipline, espressi in termini di abilità e competenze, che i docenti intendono promuovere negli alunni:

· imparare a prendere appunti, elaborare schemi e mappe autonomamente;

· acquisire un metodo di studio efficace e personalizzato;

· acquisire la capacità di lavorare in gruppo e la disponibilità al tutoraggio;

· acquisire le abilità espositive, di rielaborazione e di articolazione del discorso utilizzando i linguaggi delle singole discipline;

· saper operare confronti sincronici e diacronici;

· acquisire capacità autovalutative.

METODOLOGIE DIDATTICHE (indicare con una X)

Metodologia adottata nelle varie discipline

lingua e lett. italiana

Storia/storia e geografia

lingua e cultura inglese

filosofia

storia dell’arte

matematica

Lezione frontale

x

x

x

x

x

Lezione dialogata interattiva (classe rovesciata, brain storming ecc.)

x

x

x

x

x

Lezione interattiva con strumenti multimediali (LIM utilizzata non solo come proiettore, collegamenti in rete; video conferenze ecc.)

x

x

x

x

x

Lavori di gruppo

x

x

x

Esercitazione guidata

x

x

Esercitazione con “peer tutoring” (reciproco aiuto tra gli alunni in base alle competenze di ciascuno)

x

Esercitazione di laboratorio

Studio autonomo o produzione grafica su consegna di un argomento concordato e discusso con l’insegnante

x

x

altro

x

Metodologia adottata nelle varie discipline

fisica

discipline progettuali triennio

laboratorio di indirizzo triennio

Discipline grafico pittoriche biennio

Discipline plastiche biennio

Discipline geometriche biennio

Lezione frontale

x

x

x

Lezione dialogata, interattiva (classe rovesciata, brain storming ecc.)

x

x

x

Lezione interattiva con strumenti multimediali (LIM utilizzata non solo come proiettore, collegamenti in rete; video conferenze ecc.)

x

Lavori di gruppo

x

Esercitazione guidata

x

x

x

Esercitazione con “peer tutoring” (reciproco aiuto tra gli alunni in base alle competenze di ciascuno)

x

Esercitazione di laboratorio

x

Studio autonomo o produzione grafica su consegna di un argomento concordato e discusso con l’insegnante