N. 4 aprile 2010 - TrevisoN. 4 aprile 2010 VERSIONE SEMPLIFICATA 09/10 VENEZIA (imb. dalle 14.00)...

of 5/5
N. 4 aprile 2010 VERSIONE SEMPLIFICATA 09/10 VENEZIA (imb. dalle 14.00) 18.00 10/10 ANCONA 07.00 13.30 11/10 in navigazione 12/10 SANTORINI 08.00 13.00 MYKONOS 18.00 23.00 13/10 PIREO-ATENE 08.00 14.00 14/10 CORFU’ 13.00 19.00 15/10 DUBROVNIK 08.00 13.00 16/10 VENEZIA 09.00 QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (valida per prenotazioni entro il 15/03/2010) - (valida per gruppo minimo 26 partecipanti) CABINA INTERNA DOPPIA cat. I1/2/3 € 690 p.p. CABINA INTERNA DOPPIA cat. I4/5 800 p.p. CABINA ESTERNA DOPPIA cat. E1/2 € 890 p.p. CABINA CON BALCONE DOPPIA cat. B1/2 € 1050 p.p. 3°/4° letto adulto € 550 3°/4° letto bambini fino a 13 anni € 215 3°/4° letto ragazzi 14/17 anni € 240 (bambini e ragazzi sistemati in cabina con 2 adulti paganti tariffa intera) La quota comprende: tasse portuali - mezzi di imbarco e sbarco nei vari porto di scalo o in rada - sistemazione in cabina doppia della categoria prescelta - pensione completa a bordo (dal pranzo a buffet del 1° giorno alla prima colazione dell’8° giorno) - bevande ai pasti (acqua minerale, soft drink e vini D.O.C. fuori lista a consumo illimitato) - cocktail di benvenuto del comandante - attività di animazione e spettacoli serali - corsi di ginnastica - partecipazione a tutte le attività hobbistiche - conferenze sulle visite più interessanti nei vari porti di scalo - facchinaggio dei bagagli - mance al personale di bordo - assicurazione annullamento - assicurazione di assistenza medica, bagaglio, r.c. e infortunio La quota non comprende: trasferimento al porto di Venezia - extra in genere - eventuale adeguamento costo carburante - tutto quanto non espressamente citato alla voce “la quota comprende” - documento richiesto: carta d’identità valida per l’espatrio o passaporto, entrambi in corso di validità.I minori di 15 anni devono viaggiare con passaporto proprio o iscrizione sul passaporto dei genitori
  • date post

    05-Oct-2020
  • Category

    Documents

  • view

    2
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of N. 4 aprile 2010 - TrevisoN. 4 aprile 2010 VERSIONE SEMPLIFICATA 09/10 VENEZIA (imb. dalle 14.00)...

  • N. 4 aprile 2010 VERSIONE SEMPLIFICATA

    09/10 VENEZIA (imb. dalle 14.00) 18.00 10/10 ANCONA 07.00 13.30 11/10 in navigazione 12/10 SANTORINI 08.00 13.00 MYKONOS 18.00 23.00 13/10 PIREO-ATENE 08.00 14.00 14/10 CORFU’ 13.00 19.00 15/10 DUBROVNIK 08.00 13.00 16/10 VENEZIA 09.00

    QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (valida per prenotazioni entro il 15/03/2010) - (valida per gruppo minimo 26 partecipanti) CABINA INTERNA DOPPIA cat. I1/2/3 € 690 p.p. CABINA INTERNA DOPPIA cat. I4/5 € 800 p.p. CABINA ESTERNA DOPPIA cat. E1/2 € 890 p.p. CABINA CON BALCONE DOPPIA cat. B1/2 € 1050 p.p. 3°/4° letto adulto € 550 3°/4° letto bambini fino a 13 anni € 215 3°/4° letto ragazzi 14/17 anni € 240 (bambini e ragazzi sistemati in cabina con 2 adulti paganti tariffa intera)

    La quota comprende: tasse portuali - mezzi di imbarco e sbarco nei vari porto di scalo o in rada - sistemazione in cabina doppia della categoria prescelta - pensione completa a bordo (dal pranzo a buffet del 1° giorno alla prima colazione dell’8° giorno) - bevande ai pasti (acqua minerale, soft drink e vini D.O.C. fuori lista a consumo illimitato) - cocktail di benvenuto del comandante - attività di animazione e spettacoli serali - corsi di ginnastica - partecipazione a tutte le attività hobbistiche - conferenze sulle visite più interessanti nei vari porti di scalo - facchinaggio dei bagagli - mance al personale di bordo - assicurazione annullamento - assicurazione di assistenza medica, bagaglio, r.c. e infortunio

    La quota non comprende: trasferimento al porto di Venezia - extra in genere - eventuale adeguamento costo carburante - tutto quanto non espressamente citato alla voce “la quota comprende” -

    documento richiesto: carta d’identità valida per l’espatrio o passaporto, entrambi in corso di validità.I minori di 15 anni devono viaggiare con passaporto proprio o iscrizione sul passaporto dei genitori

  • Appuntamento per i soci buongustai

    Presso l’ di Morgano – via Settimo 19.

    Antipasto di pesce Frittura mista

    Contorni Sgroppino

    Vino – acqua e Caffè

    Il costo della serata per i soci del Circolo €. 29.

    Adesioni presso segreteria Circolo accompagnate dalla quota di partecipazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

    Il Comitato Intercral organizza la visita guidata alla mostra

    L’appuntamento è fissato per Presso l’ingresso Mostra a Castelfranco – Museo Casa Giorgione Per raggiungere Castelfranco Veneto in treno si può utilizzare la corsa dalla stazione di Treviso alle ore 15.38 con arrivo alle ore 16.00 – per il ritorno è possibile utilizzare il treno delle ore 19.00 con arrivo a Treviso alle 19.25

    L’appuntamento è fissato presso l’ingresso della Mostra per

    Si raccomanda di essere presenti almeno 15 minuti prima dell’inizio della visita. Conegliano è da raggiungere con mezzi propri e consigliamo, per chi ne ha la possibilità, di raggiungerla in treno considerato che Palazzo Sarcinelli si trova a 200 mt. dalla stazione. La quota di partecipazione, per ciascuna visita, comprensiva di ingresso e guida è di €. 10.00 a persona. Prenotazioni fino ad esaurimento dei posti disponibili presso la Segreteria del Circolo.

    Serate dedicate alla

    rinviate per motivi organizzativi nei mesi scorsi

    Come si prepara la Pasta frolla e da questa una Crostata con la marmellata e la TORTA DELLA NONNA con la Crema pasticcera, e impariamo a fare il TIRAMISU’

    Come si prepara la Pasta sfoglia e come confezionare Torte salate, torta alle verdure e salatini sempre utili per quassi evento

    Il costo pro capite è di €. 25,00 comprensiva di degustazione di quanto ridotto dai Corsisti al termine della serata. Ciascun partecipante dovrà portarsi un grembiule

    due serate con agronomi ed esperti

    Venerdì 12 marzo 1° lezione di carattere generale con proiezione di un file in cui vengono illustrati gli elementi fondamentali della cura delle piante orticole: fertilizzanti / tipi di terreno / malattie principali / trapianto

    Venerdì 19 marzo 2° lezione specialistica in cui vengono analizzate le caratteristiche fondamentali delle coltivazioni orticole più importanti.

    Venerdì 26 marzo progettazione di parchi aiuole e giardini con particolare riguardo alla scelta delle associazioni flogistiche ideali in relazione all’esposizione e al tipo di terreno mediante la proiezione di un file PPS.

    Venerdì 2 aprile Orchidee in cui vengono confrontate le esigenze pedo-climatiche delle diverse specie, con una breve sezione dedicata al riconoscimento delle varietà ornamentali. presso la sede del “SILESUB” in via Sant’Angelo

  • La quota di partecipazione per ciascun corso è fissata in €. 25,00.=

  • (di quando ?) di Monica Vallese

    I fatti e personaggi riportati sono immaginari. Ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale... eppure ...molte donne si riconosceranno...

    Puntò lo sguardo dritto in quegli occhi ai quali mai avrebbe potuto mentire e lo tenne ancorato lì, senza cedere neppure per sbattere le ciglia, per un tempo indefinito. Conosceva quegli occhi da sempre e leggervi lo sconforto, la fragilità del cristallo al posto della forza della giada, anziché comprensione le procurò un dolore sordo che le tolse il fiato e le fece portare il capo all'indietro, con le palpebre chiuse, come se avesse ricevuto un gancio diretto al mento. Strinse le nocche e serrò le mascelle e quando riportò la testa diritta e riaprì gli occhi lo sguardo era d'acciaio. Uno stiletto. "Ti odio" sibilò. E lo ripeté ancora e ancora tenendo le mandibole strette come se i denti avessero dovuto trattenere la vita per ferirla a morte. Dalla bocca dello stomaco salì violenta un'onda di rabbia che affluì con il sangue alle vene del collo e ne portò al viso il calore. Ebbe un fremito e poi le lacrime uscirono e tremando continuò a ripetere ancora "ti odio" finché tutto il suo corpo non fu scosso da sussulti. Era furiosa e frustrata per non essere riuscita a trattenere il pianto ed essersi lasciata andare a quella debolezza di cui avrebbe fatto volentieri a meno. Si ripiegò su se stessa lasciando ricadere la testa sul petto e dalla gola uscì un grido gutturale da animale ferito che non voleva ancora cedere. Rialzò il capo con la forza della disperazione e la visione del suo dolore riflesso in chi le stava di fronte le procurò nuovamente un moto di rabbia e gesticolò come a divincolarsi da una morsa che pareva soffocarla. Sbatté con violenza la mano aperta sopra quella faccia che aveva davanti colpendo semplicemente lo specchio e lasciando scivolare la mano umida di tensione e pianto sulla superficie liscia, arrendendosi stavolta senza più forze al vuoto che la circondava. Era sola in quella stanza. La luna nuova aveva lasciato il suo cielo nudo. Non c'erano stelle a cui affidare i pensieri. Odiava se stessa per essersi lasciata travolgere da un sentimento che lei aveva creduto amore ma che se faceva così male poteva solo essere veleno. Odiava se stessa perché era stata troppo fragile, troppo banale e troppo "adolescente" da credere ad un sogno. Era volata troppo in alto ed adesso le sue ali di cera si stavano sciogliendo e lei stava precipitando rovinosamente al suolo. Cosa voleva dire che lui non l'amava più? Che era finita? Tutto quello che lei considerava “un amore” conservava ancora intatti in lei i colori delle favole, anche se adesso quei colori se li sentiva disperdere attorno come un acquerello sotto la pioggia. Non rinnegava né rimpiangeva niente ma la realtà da respirare ora era acuminata e incideva l'anima. Non odiava l'uomo che l'aveva ferita perché capiva che se lui era rimasto un bambino dentro, non aveva potuto far altro che giocare. Se lui non conosceva la verità ed era un bugiardo, era stato solo coerente a sé stesso. Se lui non sapeva amare non avrebbe mai potuto amarla veramente. Ne' lei né nessuna altra e

    forse neanche se stesso. Se lui adesso voleva andare perché trattenerlo? L'amore nasce libero e non conosce costrizioni né ragionamenti né lei l'avrebbe mai barattato con la compassione o con un surrogato di quello che lei intendeva per amore. Respirò a fondo finché non ritrovò in sé la consapevolezza che non voleva essere vittima e subire così passivamente un dolore, che in lei doveva esistere una forza in grado di risollevarla. Forse la stessa che le avrebbe permesso di generare dei figli, la stessa che ha la terra quando rinasce dalla sue ferite, la stessa del fuoco che inizia da una scintilla. Lei aveva amato senza risparmiarsi, senza negarsi. Aveva saputo dare e non aveva chiesto niente in cambio e questo stava a significare che lei aveva una ricchezza alla quale poteva continuare ad attingerne. Solo chi è "ricco" non si preoccupa di quanto ha perso e di quanto ha saputo elargire. E lei sinceramente, nonostante tutto sentiva di essere ancora in grado di dare. Si strinse le braccia attorno al corpo, e restando seduta a terra si dondolò lentamente, come per cullarsi. L'erba del prato anche se calpestata sa rialzarsi verso il sole. Lei era sicuramente più forte di ogni stupido filo d'erba esistente in terra! Si rialzò e tornò a guardarsi allo specchio con occhi diversi. Con un'altra luce. La vita valeva la pena di essere vissuta anche con le sue ferite. L'amore con i suoi limiti. Ripensò a l'uomo che le aveva fatto promesse impossibili regalandole solo del male certo e dubbi infiniti e si accorse di amarlo anche se non gli fosse più appartenuto. Scopriva in lei un sentimento che non era né possesso né dominio. Che non era solo trasporto e cieca passione. Era come il liquido amniotico che avvolge un bambino nel grembo: c'è comunque egli sia. Bello, brutto, buono o cattivo. Sentiva e capiva e vedeva quell'uomo per quello che era e non per quello che lei avrebbe voluto lui fosse. Era semplicemente una persona con le sue bugie, le sue verità, la sua forza, la sua libertà, la sua tenerezza e crudele sincerità, la sua totalità con tutte le possibili imperfezioni e fragilità di un essere umano. Quello era lui. Un uomo e non un sogno. La realtà è quella che è e non quella che riteniamo debba essere. La realtà non è lo specchio. Chiuse gli occhi ed abbozzò un sorriso triste e stanco ma che era pur sempre un ritorno alla vita. Non vince chi fugge ma chi sa rialzarsi. Non vede chi ha gli occhi ma chi sa guardare. Sistemò i capelli e cercò del profumo cercando nei gesti quotidiani un equilibrio. Un ultimo sguardo al suo viso riflesso dove una lacrima furtiva stava scivolando via. La seguì nel suo percorso senza fermarla..... come come aveva deciso di fare con lui, se era questo quello che lui desiderava. Spense la luce e rimase un attimo avvolta dal buio della stanza e della sua anima. Respirò a fondo ed uscì dalla stanza. Lei era sicuramente più forte di ogni stupido filo d'erba esistente sulla terra! Scrive Khalil Gibran: “Amatevi l'un l'altro ma non fatene una prigione d'amore: piuttosto vi sia tra le rive delle vostre anime un moto di mare”

  • Questa ricetta siciliana ci ricorda quanto è grande e varia l'opportunità che abbiamo di mangiare pesce spesso. Ecco un modo semplice di gustare la pasta con un crostaceo... di gran classe! Tempo di preparazione: 30 ’ Ingredienti per 4 persone: 1 aragosta di medie dimensioni,1 limone, 3 cucchiai da tavola di aceto, 2 cucchiai capperi, 1 mazzetto prezzemolo, 8/10 pomodori a grappolo maturi, 1 spicchio d’aglio, 500 gr spaghetti, Olio extravergine d’oliva, Sale, Pepe Fate bollire in una pentola l’aragosta e, quando sarà lessata, estraetene la polpa avendo cura di tagliarla a pezzetti sui quali verserete il succo di un limone Preparate a parte un trito di prezzemolo, aglio e capperi al quale unirete i pomodori tagliati a cubettini piccoli. Infine aggiungete l’aceto e l’olio, regolate di pepe e sale a seconda dei vostri gusti, aggiungete l’aragosta a pezzetti e, versate il composto sugli spaghetti caldi appena scolati.

    La tapenade è una salsa ideale per questi conchiglioni provenzali, un po’ di fantasia per eventuali variazioni ed il primo è pronto. Soprattutto in pochissimo tempo! Tempo di cottura: 10 minuti Ingredienti per 4 persone: 400 gr. conchiglioni (pasta), Per la tapenade:150 gr. olive nere snocciolate, 8/10 filetti acciuga sottolio, 70 gr. capperi sotto sale, 2 o 3 spicchi d’aglio grossi, Pepe nero, Sale, Olio extravergine d’oliva La praticità di questa ricetta è che si può preparare agevolmente mentre attendete il tempo di cottura della pasta e, se siete veramente di corsa, fate anche in tempo ad apparecchiare! Mentre la vostra pasta attende la fine della cottura, mettete tutti gli ingredienti in un tritatutto ed aggiungete piano piano l’olio d’oliva in modo da ottenere una salsa della quale deciderete voi la densità aumentando o meno l’olio. Scolate i vostri conchiglioni, aggiungete la salsa tapenade e serviteli con pepe nero macinato all’istante. La bottarga è ottenuta dalle uova del tonno, il pesce più comune in Sicilia, che viene utilizzato come piatto principale, condimento o salsa in molti piatti tipici della tradizione siciliana. Tempo di cottura: 20 minuti

    Ingredienti per 4 persone: 100 gr bottarga di tonno - 1/2 kg bucatini - 2 spicchi d’aglio – Prezzemolo - 2 foglie basilico - 150 gr pecorino grattugiato – Olio - Sale Sciogliere in una padella bottarga con ½ bicchiere d’acqua, aggiungere quando sarà ben sciolta, un bicchiere d’olio d’oliva, 2 spicchi d’aglio tritati, basilico ed prezzemolo tritati. Lasciar soffriggere per un paio di minuti. Nel frattempo, quando i bucatini saranno al dente, scolarli e terminare la cottura della pasta nella padella nella quale si è preparato il condimento. Saltare per un minuto o due la pasta, aggiungere il pecorino grattugiato, un’ulteriore spolverata di bottarga grattugiata e servire il piatto coperto, dopo un minuto sarà pronto per essere gustato!

    Ricordiamo ai soci che la Tessera del Circolo è strettamente personale e non può essere ceduta ad altri per ottenere agevolazioni

    sconto del 5% sulle prenotazioni individuali dal catalogo COSTA CROCIERE 2010 sconto del 5% sulle prenotazioni individuali dal catalogo MSC 2010

    in entrambi i casi lo sconto sarà applicato solo sulla quota commissionabile

    i SOCI INTERESSATI POSSONO RIVOLGERSI A VENETO VIAGGI VACANZE via Felisati, 18 - 30171 MESTRE tel. 041.951583 - 041.987825 mail: [email protected]

    sconto del 7% da applicare alle quote da catalogo di tutti i tutti i Tour Operator,

    cumulabile con le offerte prenota prima e bimbo gratis, applicate dai singoli operatori spese per l’emissione della biglietteria aerea. € 15,00 (invece di € 20,00) per i biglietti emessi su tratte nazionali € 25,00 (invece di € 40,00) su tratte internazionali a medio raggio € 40,00 (invece di € 60,00) su tratte intercontinentali Baia di Luna Viaggi – Castelfranco V.to-Via G. Matteotti 14/F - 31033 Castelfranco V.to (TV) tel. 0423-738072 fax 0423-1990310 [email protected]

    Ditta LINEA GIARDINO - Via Da Ponte 20/1 CASIER tel. 0422.670584 Progetto, realizzazione e manutenzione giardini. Potature alto fusto, gestione frutteti, ecc.

    SCONTO 20% su presentazione Tessera

    Grazie all’accordo con il CRAL Ospedalieri i soci del Circolo possono fruire della palestra e degli impianti sportivi situati in via S. Maria Ca’ Fondello, 12 ISCRIZIONE ANNUALE €. 30 Frequenza palestra Periodo Attrezzi o corsi Attrezzi + corsi 1 Mese €. 40,00 €. 55,00 3 mesi €. 100,00 €. 130,00 6 mesi €. 170,00 €. 250,00 12 mesi €. 310, 00 €. 440,00 Ulteriori informazioni presso Segreteria Circolo