mini bond: MinibondItaly appofondimento - Osservatorio Mini-Bond II Report italiano sui Mini-Bond

Click here to load reader

Embed Size (px)

Transcript of mini bond: MinibondItaly appofondimento - Osservatorio Mini-Bond II Report italiano sui Mini-Bond

  • Osservatorio Mini-BondII Report italiano sui Mini-Bond

    Febbraio 2016

  • 2 REPORT ITALIANO SUI MINI-BOND

    Copyright Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale1

    pagina

    Indice

    Introduzione 5

    Executive summary 7

    1. Mini-bond: definizioni e contesto 11 Definizioni metodologiche 11 Il contesto del mercato del capitale per le PMI nel 2015 12 Levoluzione della normativa nel 2015 16 Il mercato borsistico ExtraMOT PRO 17 I mini-bond in Europa nel 2015 22

    2. Le imprese emittenti 25 Il campione del 2015: statistiche descrittive 25 I costi del collocamento 30 Le motivazioni del collocamento 31 Lanalisi dei bilanci pre-emissione 32 Lanalisi dei bilanci post-emissione 35

    3. Le emissioni 37 Le emissioni fino al 2015: statistiche descrittive 37 Scadenza e remunerazione offerta 41 Il rating 46 Opzioni, covenant e garanzie 47

    4. Gli attori della filiera 51 I consulenti finanziari: ladvisor 51 I consulenti legali 52 Larranger 52 Le societ di rating 53 Gli investitori 54 Le societ di rating 54 Le banche agenti e le banche depositarie 55 Portali dedicati ai mini-bond 56

    5. I fondi di private debt 59 Censimento dei fondi di mini-bond attivi a fine 2015 59

    6. Le prospettive future 65

    Appendice: elenco delle 179 emissioni di mini-bond 69

    La School of Management 73

    Il gruppo di lavoro e i sostenitori della ricerca 75

  • 2 REPORT ITALIANO SUI MINI-BONDCopyright Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale

    22

    FIGUREFigura 1.1 12

    Figura 1.2 13

    Figura 1.3 13

    Figura 1.4 14

    Figura 1.5 14

    Figura 1.6 15

    Figura 1.7 16

    Figura 1.8 18

    Figura 1.9 20

    Figura 1.10 21

    Figura 1.11 21

    Figura 2.1 25Figura 2.2 26

    Figura 2.3 26

    Figura 2.4 27

    Figura 2.5 27

    Figura 2.6 28

    Figura 2.7 28

    Figura 2.8 28

    Figura 2.9 29

    Figura 2.10 29Figura 2.11 30

    Figura 2.12 32Figura 2.13 32

    Figura 2.14 33

    pagina

    Valore della produzione industriale nel manifatturiero in Italia (base 100 = dicembre 2009)Variazione del fatturato delle imprese italiane fra il 2012 e il 2014, per dimensione di aziendaVariazione della produttivit delle imprese italiane, per dimensione di aziendaLindebitamento delle imprese italiane non finanziarie, dal 2006 al 2014: leva finanziaria e rapporto fra debiti finanziari e valore aggiuntoIl credito bancario a favore delle imprese italiane: variazione dello stock disponibile su base trimestrale (blu) e su base annuale (rosso)Emissioni obbligazionarie (lorde e al netto dei rimborsi) di imprese italiane non bancarie dal 2011 al 2015I problemi pi importanti affrontati dalle PMI europee: sondaggio svolto nel primo semestre 2015Il posizionamento di ExtraMOT PRO rispetto ai mercati obbligazionari gestiti da Borsa ItalianaExtraMOT PRO: flusso delle ammissioni e numero totale di titoli quotati dallapertura del mercato al 31 dicembre 2015Titoli quotati su ExtraMOT PRO: controvalore mensile delle ammissioni (in milioni EUR) dallapertura del mercato al 31 dicembre 2015Titoli quotati su ExtraMOT PRO: controvalore mensile degli scambi (in milioni EUR) dallapertura del mercato al 31 dicembre 2015

    Segmentazione delle imprese emittenti per classe di fatturato consolidatoSegmentazione delle imprese emittenti per classe di fatturato consolidato: confronto fra le emittenti 2014 e le emittenti 2015Segmentazione delle imprese emittenti fra quotate e non quotate sul mercato borsistico, per classe di fatturato consolidatoSegmentazione delle imprese emittenti per controvalore dellemissione e per classe di fatturato consolidato (sulle ascisse)Segmentazione delle imprese emittenti per tipologia di attivit, secondo la classificazione ATECOSegmentazione delle imprese emittenti per settore di attivit: confronto fra le emittenti 2014 e le emittenti 2015Segmentazione delle emittenti fra PMI e grandi imprese, per settore di attivitSegmentazione delle emittenti fra societ quotate e non, per settore di attivitSegmentazione delle emittenti per dimensione del collocamento e per settore di attivitSegmentazione delle emittenti per localizzazione regionaleLocalizzazione geografica delle imprese emittenti: confronto fra le emittenti 2014 e le emittenti 2015Finalit dichiarate dellemissione di mini-bondValori medi degli indici ROA (return on assets), ROE (return on equity) e EBITDA/Sales, negli anni prima dellemissione di un mini-bondValori medi del test acido (indice di liquidit), negli anni prima dellemissione di un mini-bond

  • 2 REPORT ITALIANO SUI MINI-BOND

    Copyright Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale3

    Figura 2.15 33

    Figura 2.16 34

    Figura 2.17 36

    Figura 3.1 37Figura 3.2 39

    Figura 3.3 39Figura 3.4 40

    Figura 3.5 40

    Figura 3.6 41Figura 3.7 41Figura 3.8 42Figura 3.9 42Figura 3.10 43

    Figura 3.11 44 Figura 3.12 44

    Figura 3.13 45

    Figura 3.14 45

    Figura 3.15 46Figura 3.16 46Figura 3.17 48Figura 3.18 49Figura 3.19 50

    Figura 4.1 52

    Figura 4.2 54

    Figura 6.1 67

    Valori medi della leva finanziaria, negli anni prima dellemissione di un mini-bondSegmentazione delle imprese emittenti in funzione della situazione finanziaria di bilancioMappa delle imprese che hanno collocato mini-bond fino al primo semestre 2014: confronto fra incrementi di voci dellattivo e del passivo

    Flusso temporale delle emissioni di mini-bond fino al 31 dicembre 2015Flusso temporale del controvalore di emissione di mini-bond fino al 31 dicembre 2015Valore medio delle emissioni in ogni semestre (valori in milioni EUR)Flusso temporale delle emissioni di mini-bond, rispetto alla dimensione dellimpresa emittente (PMI o grande impresa)Flusso temporale delle emissioni di mini-bond: societ gi quotate rispetto alle non quotateDistribuzione complessiva del controvalore delle singole emissioniQuotazione dei mini-bond su un mercato borsisticoDistribuzione complessiva della scadenza del titoloDistribuzione della scadenza dei mini-bond: confronto fra 2014 e 2015Distribuzione della scadenza dei mini-bond: differenza fra PMI e grandi impreseDistribuzione della cedola dei mini-bondDistribuzione della cedola dei mini-bond: distinzione fra PMI e grandi impreseDistribuzione della cedola dei mini-bond: distinzione fra emissioni sopra e sotto 50 milioniValore medio della cedola distribuita dai mini-bond: confronto fra PMI e grandi imprese per diverse scadenzeLa cedola dei mini-bond: confronto fra 2014 e 2015 Presenza del rating sui mini-bondPresenza di opzioni call e/o putPresenza di garanzie relative al rimborsoPresenza di covenant finanziari da rispettare

    Gli arranger delle 152 emissioni di mini-bond sotto 50 milioni (fra parentesi le emissioni sopra 50 milioni gestite in aggiunta)La mappa degli investitori nei mini-bond: indagine su 152 emissioni sotto 50 milioni (copertura del campione pari al 72%)

    I principali project bond originati sul mercato italiano fino a dicembre 2015

    pagina

  • 2 REPORT ITALIANO SUI MINI-BONDCopyright Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale

    44

    TABELLETabella 1.1 17

    Tabella 3.1 38Tabella 3.2 40Tabella 3.3 43Tabella 3.4 47Tabella 3.5 48Tabella 3.6 49Tabella 3.7 50 Tabella 5.1 60

    Tabella 5.2 62

    Tabella 5.3 62

    BOXBox 1.1 19

    Box 2.1 35

    Box 3.1 38

    Box 4.1 55Box 4.2 56Box 4.3 57

    Box 5.1 61Box 5.2 62Box 5.3 63

    Box 6.1 66

    Riassunto delle principali innovazioni legislative introdotte sui mini-bond dal 2012 ad oggi

    Le emissioni di cambiali finanziarie classificabili come mini-bondStatistiche sul controvalore nominale medio dellemissioneStatistiche sulle modalit di rimborso del capitaleStatistiche sullattribuzione del ratingStatistiche sullesistenza di opzioni call e putStatistiche sulla presenza di garanzie relative al rimborsoStatistiche sulla presenza di covenant finanziari

    I fondi di mini-bond che alla data del 31 dicembre 2015 avevano gi effettuato investimentiI fondi di mini-bond che alla data del 31 dicembre 2015 erano in fase di closingI fondi di mini-bond che alla data del 31 dicembre 2015 erano in fase di fundraising

    ExtraMOT PROLink

    Il primo default di un mini-bond in Italia

    Le cambiali finanziarie

    Il sistema di pagamenti europeo TARGET2-SecuritiesIl Consorzio Camerale per il Credito e la FinanzaFinance 4 Food

    Il Fondo Italiano dInvestimento e i mini-bondAIFI e i mini-bondI fondi di credito (direct lending)

    I primi project bond in Italia

    pagina

  • 2 REPORT ITALIANO SUI MINI-BOND

    Copyright Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale5

    Introduzione

    Dopo la fortunata pubblicazione del 1 Report italiano sui Mini-Bond, avvenuta esat-tamente un anno fa, abbiamo il piacere di introdurre la seconda edizione del rapporto dedicato allindustria dei titoli obbligazionari e delle cambiali finanziarie emesse soprat-tutto da piccole e medie imprese.

    LOsservatorio sui Mini-Bond stato costituito nel 2014 presso la School of Management del Politecnico di Milano, attraverso il supporto di partner privati e istituzionali, con lobiettivo di analizzare e interpretare in modo esaustivo le dinamiche competitive della filiera dei mini-bond in Italia e in particolare: le caratteristiche delle emissioni fatte sul mercato; le potenzialit del mercato e gli attori di riferimento (imprese, intermediari finanziari, consulenti, fondi di investimento); il quadro istituzionale e normativo di riferimento ed il suo impatto sulla competitivit del sistema delle PMI italiane; le scelte di investimento e di finanziamento delle imprese emittenti.Come scuola politecnica siamo molto attenti al tema dellinnovazione, della crescita e dellimprenditorialit. Vi