Lettera pastorale del Vescovo Cesare per l’anno 2012/2013 · PDF fileTorino, 1 settembre...

Click here to load reader

  • date post

    15-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    214
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Lettera pastorale del Vescovo Cesare per l’anno 2012/2013 · PDF fileTorino, 1 settembre...

N 112 OTTOBRE 2012

Carissimi Volpianesi,

quando il 30 maggio scorso lArci-

vescovo mi ha chiesto di divenire

parroco di Volpiano, ha suggerito

di prendermi qualche giorno di

tempo per riflettere. Il giorno se-

guente, il 31 maggio, ricorreva la

festa della Visitazione di Maria; in

ragione di quella felice concomi-

tanza, ho prontamente chiesto e

ricevuto udienza dallArcivescovo.

Mi sono presentato a Lui dicendo:

Eccellenza, sono venuto a rinno-

varLe il mio s e desidero che il mio nuovo ministero di parroco

sia come lincontro della Madonna con Sua cugina Elisabetta: il

riconoscimento che il Signore tra noi, la condivisione della gioia

che fiorisce dalla Sua Presenza ed il canto di gratitudine per le

meraviglie che Dio opera per noi.

Come Vostro nuovo pastore mi presento ora a Voi e, nel farVi per-

venire questo breve scritto, desidero dirVi la mia gioia per aver

detto nuovamente s al Signore, attraverso il Vescovo, e la mia

certezza che potremo insieme condividere la gioia che viene da

Dio!

Mi gradito fin da questo momento esprimere la mia personale

gratitudine a don Carlo, don Luca e don Angelo per il bene che

hanno operato in Volpiano. Mi data ora la grazia di accogliere

questo testimone e di poter camminare anchio con Voi. La storia

di fede che Dio ha suscitato mediante il loro ministero tutti ci lega

in una comunione e amicizia profonde. A don Carlo e don Luca au-

guro ogni bene per il loro nuovo compito. Sono altres certo che

affiancandomi a don Angelo mi sar reso semplice entrare nella

vita di Volpiano e nei Vostri cuori.

Nellattesa di poterVi incontrare il prossimo 21 ottobre, in occasio-

ne del mio ingresso solenne come parroco, Vi saluto tutti cordial-

mente!

Con amicizia

Vostro don Claudio

Torino, 1 settembre 2012

Lettera pastorale del Vescovo Cesare

per lanno 2012/2013

Devi nascere di nuovo il titolo della Lettera Pastorale dedicata al sacra-

mento del Battesimo.

La pastorale del Battesimo deve diventare per la Diocesi torinese lopportu-

nit per impostare tutte le attivit di accoglienza e di formazione.

Il Battesimo porta dingresso della vita cristiana.

In questo anno della Fede siamo chiamati a rinnovare e riordinare le nostre

parrocchie perch siano innanzitutto comunit credenti, meno preoccupate

di organizzare e far funzionare bene la pastorale, i servizi e le strutture, ma

pi aperte allaccoglienza del mistero di Cristo.

C uno stile di Ges che fa da guida sicura alle scelte delle comunit.

C unindicazione molto specifica che riguarda la necessit di coordinare e

uniformare le regole di comportamento fra le varie parrocchie: dare vita

a una prassi pastorale battesimale condivisa e attuata con fedelt in modo

che la gente sia sempre pi richiamata allunit e alla comunione diocesa-

na.

Ai genitori che si avviano al percorso battesimale occorre dunque riservare

attenzione e ascolto ed entrare nel loro vissuto, cercando un equilibrio tra la

vita dellintera comunit e i percorsi differenziati che si renderanno ne-

cessari.

In ogni caso, importante lindicazione forte dellArcivescovo: qualunque

sia la loro condizione di vita, mai si dovr rifiutare il Battesimo in quanto

sacramento per la salvezza di cui il bambino ha diritto.

Nel cammino di evangelizzazione che la Chiesa di Torino intende compiere,

il Battesimo al centro di tutte le strategie pastorali, che vanno dunque

pensate e programmate tenendo conto di questo riferimento originario.

La lettera si conclude con il richiamo alle beatitudini, autentico e unico

programma della Chiesa. Ricorda il Vescovo Cesare: non basta rinnovare i

metodi pastorali, n organizzare e coordinare meglio le forze ecclesiali, ma

occorre esplorare con maggiore sicurezza e

continuit le basi bibliche e teologiche

della fede per suscitare un nuovo ardore di

carit in ogni battezzato. Le parrocchie, le

famiglie cristiane, le associazioni e i movi-

menti sono chiamati a diventare luoghi

dove lesperienza di Dio, lincontro con

Ges Cristo e una sincera fraternit, sono

possibili e realizzabili attraverso vie e per-

corsi di contemplazione di preghiera e di

esperienza dello Spirito.

DOMENICA 7 OTTOBRE

La Comunit Parrocchiale insieme a tutti i Volpianesi celebra la

solennit della Madonna del Rosario. Non ci sar la S. Messa

delle 10, ma siamo tutti invitati alle 10,45 per la S. Messa solen-

ne e la processione (percorso: Via S. Guglielmo, via Provana, via

Roma, via Raimondo, via Umberto I).

I BAMBINI E I RAGAZZI del catechismo sono invitati a trovarsi in

piazzetta alle ore 10,30 per prepararsi alla processione.

DOMENICA 14 OTTOBRE

Inizio Anno della Fede e Festa di S. Teresa al Casne:

ore 10,30 - S.Messa.

DOMENICA 21 OTTOBRE - Ore 16

Ingresso del nuovo Parroco di Volpiano: don Claudio Bertero.

S. Messa solenne.

Giornata Missionaria Mondiale.

DOMENICA 28 OTTOBRE

ore 10 - S. Messa di inizio Anno Catechistico 2012/2013

ore 15 - Castagnata in Oratorio

GIOVEDI 1 NOVEMBRE - FESTA DI TUTTI I SANTI

SS. Messe ore 8 10 11,15 18

ore 20,30 - Preghiera in Parrocchia per tutti i defunti.

VENERDI 2 NOVEMBRE - COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI

SS Messe ore 8 e 18 in Parrocchia

ore 14,30 - Ritrovo al cimitero: Rosario e S. Messa

GIOVEDI 15 NOVEMBRE

ore 18 - S. Messa per tutti i defunti dellanno

SABATO 24 NOVEMBRE

ore 15 - S. Messa alla Cappella di S. Caterina

VENERDI 30 NOVEMBRE

ore 18 - S. Messa per gli operatori pastorali

Domenica 16 settembre

Gita/pellegrinaggio al Santuario della Bozzola

Calendario

Carissimi,

ho sempre cercato di trasmet-

tervi quello che sentivo in pri-

mo luogo dentro di me, ed in

particolare fare quel qualcosa

per arrivare in qualche modo a

tutti i cristiani di Volpiano.

Ho pensato di salutarvi propo-

nendovi un articolo della rivista

delle Suore della Carit che

condivido pienamente perch

riflette un po' la mia sensibilit

pastorale:

Prossimamente, a Roma dal 7 al 28 ottobre 2012, ci sar un Sinodo

dei Vescovi sulla Nuova Evangelizzazione.

Papa Paolo VI, nel 1975, nella sua Esortazione apostolica Evangelii

Nuntiandi scriveva gi: "le condizioni della societ ci obbligano

a rivedere i metodi, a cercare con tutti i mezzi e a studiare

come far giungere il messaggio cristiano all'uomo moderno".

Anche Giovanni Paolo II, nel 1973 e nel 1983, cos si espresso

circa la Nuova Evangelizzazione "nuova nel suo ardore, nei suoi

metodi, nella sua espressione".

Dice Ges ai suoi discepoli: Voi siete miei amici.. io vi man-

do, siate miei testimoni!

L'Evangelizzazione la missione della Chiesa: oggi annunciate la

Buona Novella a coloro a cui non stata ancora annunciata... a

coloro che l'hanno accolta, ma poi si sono allontanati da Cristo per

diversi motivi e hanno abbandonato tutto... a coloro che in alcuni

paesi di tradizione cristiana, sono o sembrano indifferenti, apatici

o ribelli.

E nello stesso tempo, ovunque noi siamo, scopriamo uomini e don-

ne messaggeri del Vangelo: uomini e donne del quotidiano, giova-

ni e ragazzi che non sono n eroi n occupano i primi posti... essi

abitano con noi, sono i nostri vicini, sono della nostra parrocchia,

della nostra comunit religiosa...

Che cosa fanno? Cercano di compiere il bene, cercano la verit,

creano relazioni, ponti, reti, lavorano per l'unit e per la bellezza

della creazione, denunciano le ingiustizie, testimoniano che la

vita ha un senso, che essa ci donata, ci promessa.

Questi sono uomini e donne che credono nell'umanit, che credono

in Dio!

Forse anche noi ne facciamo parte?

Questi evangelizzatori del quotidiano sono l'anima, la chance e la

gioia della Chiesa perch dal loro volto e con la loro vita irradiano

la Speranza, la sola Speranza: Ges.

Un augurio a tutti perch possiate sentirvi come singoli e come

comunit annunciatori di Ges agli altri.

Don Carlo Verbale del Consiglio Pastorale Parrocchiale del 24 settembre 2012

Il consiglio pastorale stato convocato senza ordine del giorno ed dedicato

allincontro con il nuovo Parroco, don Claudio Bertero.

1. Don Carlo presenta il CPP a don Claudio, sottolineando come esso sia il luogo

in cui tutta la comunit rappresentata, augurando a tutti un buon cammino

insieme. A tutti consegna il piano pastorale 2012-2013 redatto dallEPAP e la

lettera pastorale del Vescovo Devi nascere di nuovo.

2. Don Claudio si presenta, raccontando la sua crescita, la sua esperienza e la

sua persona.

3. Don Claudio invita il CPP alla continuit nel cammino, ma con la disponibilit

di ciascuno a non avere nulla da difendere, in particolare i propri ruoli; lo

scopo di ciascuno di servire Cristo. In quest