Ldb valecoricerca_indolfi_brevetti_2

of 103/103
DISEGNI E MODELLI NAZIONALI, COMUNITARI ed INTERNAZIONALI Relatore: Dott. Filippo Indolfi 21/01/2015 1

Embed Size (px)

Transcript of Ldb valecoricerca_indolfi_brevetti_2

  • DISEGNI E MODELLI

    NAZIONALI, COMUNITARI

    ed INTERNAZIONALI

    Relatore: Dott. Filippo Indolfi

    21/01/2015 1

  • Sommario

    Aspetti sostanziali

    Procedure di registrazione

    Ricerche di anteriorit

    Esempi

    21/01/2015 2

  • Aspetti sostanziali

    Procedure di registrazione

    Ricerche di anteriorit

    Esempi

    21/01/2015 3

  • Perch registrare il design?

    creare uno sbarramento ai concorrenti;

    sfruttare il design non direttamente strategico attraverso la concessione di licenze, esclusive o non esclusive e/o su territori diversi;

    utilizzare il design come stimolo allinnovazione e

    alla valorizzazione della ricerca;

    valorizzare il design come cespite patrimoniale

    di bilancio, come incremento di immagine dell'impresa, o come possibile elemento di scambio in fase di contrattazione.

    21/01/2015 4

  • Art. 31 CPI

    Cos il design 1. Possono costituire oggetto di registrazione

    come disegni e modelli laspetto dellintero prodotto o di una sua parte

    quale risulta, in particolare

    dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale

    ovvero dei materiali del prodotto stesso

    ovvero del suo ornamento,

    a condizione che siano nuovi ed abbiano carattere individuale.

    21/01/2015 5

  • Cos un disegno o modello?

    Per disegno o modello sintende laspetto di un prodotto o di una sua parte, quale risulta in particolare dalle caratteristiche di:

    linee colori struttura superficiale

    contorni materiali ornamenti

    forma

  • Prodotto

    2. Per prodotto sintende qualsiasi oggetto industriale o artigianale,

    compresi tra laltro i componenti che devono essere assemblati per formare un

    prodotto complesso, gli imballaggi, le

    presentazioni, i simboli grafici e caratteri

    tipografici, esclusi i programmi per

    elaboratore.

    21/01/2015 7

  • Prodotto complesso

    3. Per prodotto complesso si intende un prodotto formato da pi componenti che

    possono essere sostituiti, consentendo lo

    smontaggio ed un nuovo montaggio del

    prodotto.

    21/01/2015 8

  • Design nellindustria

  • Design nellindustria

    21/01/2015 10

  • Arredamento

    Eillen Gray

    I. Lappalainen Etorre Sottsass

  • Di Matteo Thun Di G. Nelson

    Di Ologi

    Orologeria

  • Design progetti architettonici

    21/01/2015 13

  • Design nellambientazione

    Allestimento

    in franchising:

  • Perch registrare il design?

    Obiettivo primario:

    Diritto esclusivo ed assoluto sul modello o disegno oggetto di

    registrazione,

    con libert di sfruttamento del suo

    valore tecnico-economico e

    commerciale .

    21/01/2015 15

  • Art.32. La novit

    1. Un disegno o modello nuovo se nessun disegno

    o modello identico stato divulgato anteriormente

    alla data di presentazione della domanda di

    registrazione, ovvero, qualora si rivendichi la

    PRIORITA, anteriormente alla data di quest'ultima.

    I disegni o modelli si reputano identici quando le loro

    caratteristiche differiscono soltanto per dettagli

    irrilevanti.

    21/01/2015 16

  • Art.33.

    Carattere individuale 1. Un disegno o modello ha carattere individuale se

    l'impressione generale che suscita nell'utilizzatore

    informato differisce dall'impressione generale

    suscitata in tale utilizzatore da qualsiasi disegno o

    modello che sia stato divulgato prima della data di

    presentazione della domanda di registrazione o,

    qualora si rivendichi la priorit, prima della data di

    quest'ultima.

    21/01/2015 17

  • Carattere individuale

    2. Nell'accertare il carattere individuale di cui al

    comma 1, si prende in considerazione il margine di

    libert di cui l'autore ha beneficiato nel realizzare il

    disegno o modello.

    21/01/2015 18

  • Utilizzatore

    Il pubblico

    a cui ci si riferisce come Utilizzatore Informato

    nellanalisi del carattere individuale di un Disegno

    un Utilizzatore informato e relativamente esperto del

    settore.

    21/01/2015 19

  • Consumatore medio

    Il pubblico a cui ci si riferisce come

    Consumatore medio nellanalisi di Confondibilit dei Marchi :

    un consumatore normalmente avveduto

    e un consumatore mediamente informato del settore.

    21/01/2015 20

  • Margine di libert

    21/01/2015 21

    Densit del Mkt

    Margine di libert

    Facilit nel differenziare il carattere individuale

  • Design ?

    21/01/2015 22

  • Design?

    21/01/2015 23

  • Design ?

    21/01/2015 24

  • Design S o No ?

    21/01/2015 25

  • Il disegno o modello si considera divulgato se:

    stato reso accessibile al pubblico per effetto di registrazione o di qualsiasi altro modo

    stato esposto

    il prodotto relativo stato messo in commercio prima della data di presentazione della

    domanda di registrazione.

    21/01/2015 26

    Art.34.

    Divulgazione

  • Secondo la normativa comunitaria non costituisce

    divulgazione il fatto che essa avvenga nei dodici

    mesi precedenti la data di deposito della domanda

    di registrazione del disegno o modello.

    Periodo di grazia

    21/01/2015 27

    Divulgazione

  • In questo modo possibile valutare le potenzialit

    commerciali di un nuovo design per 12 mesi dopo la

    divulgazione. Entro i 12 mesi sar possibile:

    1.registrare il disegno o modello e tutelarlo sino a 25

    anni dalla data di registrazione (Italia/UE).

    2.non registrare il disegno o modello, tutelandolo

    per 3 anni dalla data di divulgazione (solo UE).

    21/01/2015 28

    Divulgazione

  • Art.35.

    Prodotto complesso 1. Il disegno o modello applicato od incorporato nel

    componente di un prodotto complesso possiede

    i requisiti della novit e del carattere individuale soltanto:

    a) se il componente, una volta incorporato nel prodotto

    complesso, rimane visibile durante la normale

    utilizzazione e cio durante l'utilizzazione da parte del

    consumatore finale, esclusi gli interventi di

    manutenzione, assistenza e riparazione;

    b) se le caratteristiche visibili del componente

    possiedono di per s i requisiti di novit e di individualit.

    21/01/2015 29

  • Protezione dei prodotti complessi

  • 21/01/2015 31

    Disegno/modello registrato

    per una parte di prodotto

    Produzione di pezzi di

    ricambio per riparazioni

    Legale

    Protezione dei prodotti complessi

    Prodotto complesso del concorrente

    che usa il disegno/modello protetto

    Violazione del diritto

  • Design di un prodotto complesso

    21/01/2015 32

  • Componenti di un prodotto

    complesso

    21/01/2015 33

  • 21/01/2015

    Art.36. Funzione tecnica

    1. Non possono costituire oggetto di registrazione

    come disegni o modelli quelle caratteristiche

    dell'aspetto del prodotto che sono determinate

    unicamente dalla funzione tecnica del prodotto

    stesso.

    Ex. Caso Philips

    34

  • Funzione tecnica

    INPI - FR: Brevetto Renault relativo a un

    BILANCIERE PER MOTORI A COMBUSTIONE INTERNA

  • La registrazione come marchio tridimensionale di un rasoio elettrico della

    Phillips, con la forma caratteristica a

    triangolo con le 3 testine poste negli angoli,

    stata annullata proprio in veste della

    caratteristica di funzionalit tecnica.

    21/01/2015 36

  • Analogamente, un bilanciere di un motore a combustione interna della Renault non

    stato registrato come marchio di forma a

    causa della sua funzione tecnica.

    21/01/2015 37

  • Funzione tecnica 2. Non possono formare oggetto di registrazione per

    disegno o modello le caratteristiche dell'aspetto del

    prodotto che devono essere necessariamente riprodotte

    nelle loro esatte forme e dimensioni per potere

    consentire al prodotto in cui il disegno o modello

    incorporato o al quale applicato di essere unito o

    connesso meccanicamente con altro prodotto, ovvero di

    essere incorporato in esso oppure intorno o a contatto

    con esso, in modo che ciascun prodotto possa svolgere

    la propria finzione.

    21/01/2015 38

  • Funzione tecnica

    Tuttavia possono costituire oggetto di registrazione i

    disegni o modelli che possiedono i requisiti della

    novit e del carattere individuale quando hanno lo

    scopo di consentire l'unione o la connessione

    multipla di prodotti intercambiabili in un sistema

    modulare.

    21/01/2015 39

  • Art.37.

    Durata della protezione

    1. La registrazione del disegno o modello dura cinque

    anni a decorrere dalla data di presentazione della

    domanda. Il titolare pu ottenere la proroga della

    durata per uno o pi periodi di cinque anni fino ad un

    massimo di venticinque anni dalla data di

    presentazione della domanda di registrazione.

    21/01/2015 40

  • Art.38.

    Diritto alla registrazione ed effetti

    1. I diritti esclusivi sui disegni e modelli sono attribuiti

    con la registrazione.

    2. Il diritto alla registrazione spetta all'autore del

    disegno o modello ed ai suoi aventi causa.

    21/01/2015 41

  • Diritto alla registrazione ed effetti

    3. Salvo patto contrario, la registrazione per disegni e

    modelli, che siano opera di dipendenti, in quanto tale

    opera rientri tra le loro mansioni, spetta al datore di

    lavoro,

    fermo restando il diritto del dipendente di essere

    riconosciuto come autore del disegno o modello e di

    fare inserire il suo nome nell'attestato di registrazione.

    21/01/2015 42

  • Diritto alla registrazione ed effetti

    4. Gli effetti della registrazione decorrono dalla data in

    cui la domanda con la relativa documentazione

    resa accessibile al pubblico.

    5. L'Ufficio italiano brevetti e marchi pone a

    disposizione del pubblico la domanda di registrazione

    con le riproduzioni grafiche o i campioni e le eventuali

    descrizioni dopo il deposito, purch' il richiedente non

    abbia escluso nella domanda l'accessibilit per un

    periodo che non pu essere superiore a trenta mesi

    dalla data di deposito o da quella di priorit.

    21/01/2015 43

  • Diritto alla registrazione ed effetti

    6. Nei confronti delle persone alle quali la domanda

    con la riproduzione del disegno o modello e

    l'eventuale descrizione stata notificata a cura del

    richiedente, gli effetti della registrazione decorrono

    dalla data di tale notifica.

    21/01/2015 44

  • Art.39

    Registrazione multipla

    1. Con una sola domanda pu essere chiesta la

    registrazione per pi disegni e modelli,

    purch destinati ad essere attuati o incorporati in oggetti inseriti nella medesima classe della

    classificazione internazionale dei disegni e modelli,

    formata ai sensi delle disposizioni di cui all'Accordo di

    Locarno dell'8 ottobre 1968, e successive modificazioni,

    ratificato con legge 22 maggio 1974, n.348.

    21/01/2015 45

  • Ex. Registrazione multipla

    21/01/2015 46

  • Registrazione multipla

    2. Salvo il disposto del comma 1 e dell'articolo 40, non

    ammessa la domanda concernente pi registrazioni

    ovvero una sola registrazione per pi disegni e modelli.

    Se la domanda non ammissibile l'Ufficio italiano brevetti

    e marchi invita l'interessato, assegnandogli un termine, a

    limitare la domanda alla parte ammissibile, con facolt di

    presentare, per i rimanenti disegni e modelli, altrettante domande che avranno effetto dalla data della prima

    domanda.

    21/01/2015 47

  • Registrazione multipla

    3. La registrazione concernente pi modelli o disegni pu essere limitata su istanza del titolare ad uno o pi di essi.

    4. La domanda o la registrazione concernente un disegno o modello che non presenta i requisiti di validit, su istanza del titolare, pu essere mantenuta in forma modificata, se l'Ufficio italiano brevetti e marchi verifica che in tale forma il disegno o modello conserva la sua identit.

    La modificazione pu risultare altres da parziale rinuncia da parte del titolare o dalla annotazione sull'attestato di registrazione di una sentenza che dichiari la parziale nullit della registrazione stessa.

    21/01/2015 48

  • Art.40.

    Registrazione contemporanea

    1. Se un disegno o modello possiede i requisiti di

    registrabili ed al tempo stesso accresce l'utilit

    dell'oggetto al quale si riferisce, possono essere chiesti

    contemporaneamente il brevetto per modello di

    utilit e la registrazione per disegno o modello,

    ma l'una e l'altra protezione non possono venire

    cumulate in un solo titolo.

    21/01/2015 49

  • Ex. Registrazione

    contemporanea

    21/01/2015 50

  • Ex. Registrazione contemporanea

    Si o No?

    21/01/2015 51

  • Registrazione contemporanea

    2. Se la domanda di registrazione comprende un

    oggetto la cui forma o disegno gli conferisca

    carattere nuovo e individuale e nello stesso tempo

    ne accresca l'utilit, applicabile la procedura di

    limitazione di cui all'articolo 39, comma 2,

    apportando le necessarie modifiche.

    Registrazione:

    o prima il Modello di Utilit

    o e poi il Disegno.

    21/01/2015 52

  • Art.41.

    Diritti conferiti

    1. La registrazione di un disegno o modello conferisce

    al titolare il diritto esclusivo di utilizzarlo e di vietare a

    terzi di utilizzarlo senza il suo consenso.

    2. Costituiscono in particolare atti di utilizzazione la

    fabbricazione, l'offerta, la commercializzazione,

    l'importazione, l'esportazione o l'impiego di un

    prodotto in cui il disegno o modello incorporato o al

    quale applicato, ovvero la detenzione di tale

    prodotto per tali fini.

    21/01/2015 53

  • Diritti conferiti

    DIRITTO POSITIVO

    DIRITTO NEGATIVO Il disegno conferisce al titolare il diritto esclusivo di

    utilizzare il disegno o il modello e di vietarne lutilizzo a terzi senza il suo consenso.

    Atti di utilizzazione sono: fabbricazione offerta e commercializzazione importazione ed esportazione impiego del prodotto

    21/01/2015 54

  • Diritti conferiti

    3. I diritti esclusivi conferiti dalla registrazione di un

    disegno o modello si estendono a qualunque disegno

    o modello che non produca nell'utilizzatore informato

    una impressione generale diversa. AMBITO DELLA PROTEZIONE

    4. Nel determinare l'estensione della protezione si

    tiene conto del margine di libert dell'autore nella

    realizzazione del disegno o modello.

    21/01/2015 55

  • Art. 42.

    Le limitazioni del diritto 1. I diritti conferiti dalla registrazione del disegno o modello non si estendono:

    a) agli atti compiuti in ambito privato e per fini non commerciali;

    b) agli atti compiuti a fini di sperimentazione;

    c) agli atti di riproduzione necessari per le citazioni o per fini didattici,

    purch' siano compatibili con i principi

    della correttezza professionale,

    non pregiudichino indebitamente l'utilizzazione

    normale del disegno o modello e sia indicata la fonte. 21/01/2015 56

  • Le limitazioni del diritto

    2. I diritti esclusivi conferiti dalla registrazione del disegno o modello non sono esercitabili riguardo:

    a) all'arredo e alle installazioni dei mezzi di locomozione navale e aerea immatricolati in altri Paesi che entrano temporaneamente nel territorio dello Stato;

    b) all'importazione nello Stato di pezzi di ricambio e accessori destinati alla riparazione dei mezzi di trasporto di cui alla lettera a);

    c) all'esecuzione delle riparazioni sui mezzi di trasporto predetti.

    21/01/2015 57

  • Art.43.

    Nullit

    1. La registrazione nulla:

    a) se il disegno o modello non registrabile ai sensi

    degli articoli 31, 32, 33, 34, 35 e 36;

    b) se il disegno o modello contrario all'ordine

    pubblico o al buon costume;

    il disegno o modello non pu essere considerato

    contrario all'ordine pubblico o al buon costume per il

    solo fatto di essere vietato da una disposizione di

    legge o amministrativa;

    21/01/2015 58

  • Nullit

    c) se il titolare della registrazione non aveva diritto di

    ottenerla e l'autore non si sia avvalso delle facolt

    accordategli dall'articolo 118;

    d) se il disegno o modello in conflitto con un

    disegno o modello precedente che sia stato reso

    noto dopo la data di presentazione della domanda

    o, quando si rivendichi la priorit, dopo la data di

    quest'ultima, ma il cui diritto esclusivo decorre da una

    data precedente per effetto di registrazione

    comunitaria, nazionale o internazionale ovvero per

    effetto della relativa domanda;

    21/01/2015 59

  • Nullit

    e) se il disegno o modello tale che il suo uso

    costituirebbe violazione di un segno distintivo ovvero di

    un'opera dell'ingegno protetta dal diritto d'autore;

    f) se il disegno o modello costituisce utilizzazione

    impropria di uno degli elementi elencati nell'articolo 6-

    ter della Convenzione di Unione di Parigi per la

    protezione della propriet industriale testo di Stoccolma

    del 14 luglio 1967, ratificato con legge 28 aprile 1976, n.

    424, ovvero di segni, emblemi e stemmi diversi da quelli

    contemplati da detto articolo e che rivestono un

    particolare interesse pubblico nello Stato.

    21/01/2015 60

  • Nullit

    2. La nullit della registrazione del disegno o modello che

    forma oggetto di diritti anteriori ai sensi del comma 1,

    lettere d) ed e), pu essere promossa unicamente dal

    titolare di tali diritti o dai suoi aventi causa.

    3. La nullit della registrazione del disegno o modello che

    costituisce utilizzazione impropria di uno degli elementi

    elencati nell'articolo 6-ter della Convenzione di Unione di

    Parigi per la protezione industriale ovvero di segni, emblemi

    e stemmi che rivestono un particolare interesse pubblico

    nello Stato, pu essere fatta valere unicamente

    dall'interessato alla utilizzazione.

    21/01/2015 61

  • Art.33 bis.

    Liceit

    1. Non pu essere oggetto di registrazione il disegno

    o modello:

    o Contrario allordine pubblico e al buon costume,

    o Costituisce utilizzazione impropria dei segni

    contemplati nellAtr.6-ter del CUP: Segni, Emblemi e Stemmi .

    21/01/2015 62

  • Art. 44.

    Durata del diritto di utilizzazione economica

    per diritto d'autore

    1. I diritti di utilizzazione economica dei disegni e modelli

    industriali protetti ai sensi dell'articolo 2, primo comma,

    numero 10, della legge 22 aprile 1941, n. 633, durano tutta

    la vita dell'autore e sino al termine del settantesimo anno

    solare dopo la sua morte o dopo la morte dell'ultimo dei

    coautori.

    21/01/2015 63

  • Durata del diritto di utilizzazione economica

    per diritto d'autore

    2. Il Ministero per i beni e le attivit culturali comunica, con

    cadenza periodica, all'Ufficio italiano brevetti e marchi i dati

    relativi alle opere depositate ai sensi dell'articolo 103 della

    legge 22 aprile 1941, n. 633, con riferimento al titolo, aula

    descrizione dell'oggetto ed all'autore, al nome, al domicilio del

    titolare dei diritti, alla data della pubblicazione, nonch ad

    ogni altra annotazione o trascrizione.

    3. L'Ufficio italiano brevetti e marchi annota i dati di cui al

    comma 2 nel Bollettino ufficiale, pubblicato ai sensi dell'articolo

    189 del presente codice.

    21/01/2015 64

  • Disegno e Diritto dAutore

    1/21/2015 65

  • Tutela alternativa dei disegni

    21/01/2015 66

  • Disegni e modelli Comunitari non registrati (art. 12 Reg. CE 6/2002)

    Il legislatore comunitario tutela anche i disegni e modelli non registrati per un periodo di tre anni dalla data della prima divulgazione.

    La tutela per limitata solamente nei confronti di disegni e modelli sostanzialmente identici (le loro caratteristiche differiscono soltanto per dettagli irrilevanti).

    La tutela come disegno o modello non registrato ha senso nei settori in cui si assiste ad una durata stagionale o comunque di breve periodo dei modelli.

    Ex. Moda

    UE Tutele alternative

    21/01/2015 67

  • Chi disegna ?

    I settori della moda e del tessile sono quelli che disegnano di pi (classe 2 e 5) pero sono

    quelle che fanno meno uso della registrazione.

  • Chi registra ?

    Le societ che fabbricano articoli delle classe 8 (utensili e ferramenta), 7 (articoli di uso

    domestico non compresi in altri classi) sono

    quelle che registrano di pi.

  • Articoli di abbigliamento

    Louis Vuitton Gianni Versace

  • Articoli tessili non confezionati, materiali

    artificiali e naturali

    Jonathon Gall

    A. Willoughby

  • Marchio di forma (Art. 7 C.P.I. / Art. 4 Reg. CE 40/94) La forma di un prodotto pu essere registrata

    anche come marchio se l'effetto principale quello di distinguerlo da altri prodotti concorrenti Ex. la lampada Tizio di Artemide divenuta anche

    un marchio per l'azienda. La tutela del marchio ha una durata di dieci anni

    ed rinnovabile per un numero illimitato di volte.

    Italia/UE Tutele alternative

    21/01/2015 72

  • Concorrenza sleale (art. 2598 c.c.)

    La forma di un prodotto anche tutelata

    dalle disposizioni del codice civile in

    materia di concorrenza sleale

    Tutele alternative

    21/01/2015 73

  • Perch registrare il design?

    Obiettivi strategici:

    creare uno sbarramento ai concorrenti;

    sfruttare il design non direttamente strategico attraverso la concessione di licenze, esclusive o non esclusive e/o su territori diversi;

    utilizzare il design come stimolo alla innovazione e alla valorizzazione della ricerca;

    valorizzare il design come cespite patrimoniale di bilancio, come incremento di immagine dell'impresa, o come possibile elemento di scambio in fase di contrattazione.

    21/01/2015 74

  • Tutela del design

    La tutela del design in ambito territoriale:

    1.Nazionale

    2.Comunitario

    3.Internazionale

    21/01/2015 75

  • Tutela del design

    La tutela del design in diverse forme:

    1. Disegno e modello

    registrati

    2. Disegno e modello

    non registrato

    3. Marchio di forma

    4. Diritto dautore

    5. Concorrenza sleale

    21/01/2015 76

  • Disciplinati dallAccordo de LAja costituito da tre Atti indipendenti: . Atto di Ginevra del 1999 . Atto de LAja del 1960 ( quello utilizzato da richiedenti italiani) . Atto di Londra adottato nel 1934.

    Questi tre testi formano il Sistema de LAja.

    Accordo de LAja

    Permette la tutela del disegno in pi Paesi col deposito di una

    singola domanda allOMPI/WIPO, in una lingua, con un solo set di tasse in ununica moneta (Franchi Svizzeri).

    Stessi effetti in ciascuno dei Paesi designati al pari di un deposito nazionale

    Gestione semplificata del disegno.

    Disegni e modelli internazionali

    21/01/2015 77

  • Gli Stati nei quali un cittadino italiano pu richiedere il deposito

    di un modello internazionale, sono, alla data del 07 Febbraio

    2008, i seguenti:

    Albania, Belize, Benelux, Benin, Bulgaria, Costa dAvorio, Croazia, Francia, Gabon, Georgia, Germania, Grecia, Italia,

    Kirghizistan, Liechtenstein, Macedonia, Mali, Marocco,

    Moldavia, Monaco, Mongolia, Montenegro, Nigeria, Repubblica

    Popolare Democratica di Corea, Romania, Senegal, Serbia,

    Slovenia, Suriname, Svizzera, Ucraina, Ungheria.

    Si possono scegliere solo gli Stati di interesse per il Richiedente

    Stati Contraenti - Atto 1960

    Disegni e modelli internazionali

    21/01/2015 78

  • Un modello internazionale valido per un periodo iniziale di 5 anni e pu essere rinnovato

    per uno o pi periodi addizionali di 5 anni in

    ciascuno dei Paesi designati fin ad un massimo

    stabilito dal Paese designato stesso.

    In Italia, il modello dura 25 anni (Art. 37 CPI)

    Inizialmente le tasse vengono pagate per 5 anni

    e, successivamente, per i quinquenni successivi.

    Durata della Protezione

    Disegni e modelli internazionali

    21/01/2015 79

  • Priorit

    Un deposito nazionale anteriore nello Stato

    membro non obbligatorio, ma se esiste

    possibile rivendicarne la priorit entro 6 mesi.

    Se il modello internazionale un primo deposito

    pu costituire diritto di priorit al momento del deposito di domande nazionali in altri paesi

    membri della Convenzione di Parigi per lo stesso

    oggetto.

    Disegni e modelli internazionali

    21/01/2015 80

  • La tutela estesa a pi Paesi con ridotte formalit e spese limitate

    Si evitano le singole procedure nazionali

    Si utilizza una sola lingua di procedura

    Scadenze di rinnovo uniche

    Pagamento di tasse in ununica moneta

    Registrazione dei cambiamenti presso un unico registro.

    Vantaggi del Sistema

    Disegni e modelli internazionali

    21/01/2015 81

  • Normativa:

    Regolamento base (RDC) (CE) n. 6/2002

    Regolamento recante modalit di esecuzione (REDC) Regolamento (CE) n.2245/2002

    Regolamento relativo alle tasse (RTDC) Regolamento (CE) n. 2246/2002

    Direttiva Direttiva 98/71/CE del Parlamento europeo.

    Comunitari

    Disegni e modelli

    21/01/2015 82

  • Comunitari

    Vantaggi:

    Permette la tutela del disegno nei 27 Paesi della UE

    Il disegno comunitario ha carattere unitario in tutta

    la CE

    Stessi effetti in ciascuno dei Paesi

    Gestione semplificata del disegno

    Unica pratica

    Unico pagamento/rinnovo.

    Disegni e modelli

    21/01/2015 83

  • Aspetti sostanziali

    Procedure di registrazione

    Ricerche di anteriorit

    Esempi

    21/01/2015 84

  • Procedura di registrazione nazionale

    Deposito domanda di registrazione

    Deposito, anche telematico, presso una CCIAA, di

    una domanda di registrazione per disegni e modelli

    corredata da:

    Rappresentazione fotografica

    Descrizione del modello (opzionale)

    Pagamento dei diritti di deposito

    Eventuale lettera dincarico se la domanda

    presentata da un mandatario abilitato.

    21/01/2015 85

  • Procedura di registrazione nazionale

    Esame della domanda

    Le domande di registrazione sono inviate

    allUfficio Italiano Brevetti e Marchi che ne

    esegue un esame formale e concede lattestato di

    registrazione.

    21/01/2015 86

  • Procedura di registrazione comunitaria

    Deposito domanda di registrazione I documenti da inviare (anche in italiano) sono :

    o Domanda di registrazione

    o Rappresentazione del disegno o modello firmata dal richiedente o dal mandatario;

    o Descrizione del modello (opzionale)

    o Tassa di deposito

    o Eventuale lettera dincarico se la domanda presentata da un mandatario abilitato.

    21/01/2015 87

  • FIN

    DK

    IRL

    S

    UKBX

    D

    AF

    P E

    I

    EL

    Procedura di registrazione comunitaria

    La domanda di registrazione

    deve essere depositata in uno

    di questi uffici:

    1.Ufficio Italiano Brevetti e Marchi Roma

    2.Ufficio Armonizzazione del Mercato Interno

    (UAMI) Alicante (Spagna)

    21/01/2015 88

  • Registrazione multipla (art. 37 Reg. CE 6/2002)

    Pi disegni e modelli possono essere riuniti in una sola

    domanda, a condizione che i prodotti appartengano tutti

    alla stessa classe della classificazione internazionale dei

    modelli e disegni. Non esiste limite quanto al numero di

    disegni o modelli richiesti ed ogni disegno o modello

    avr vita autonoma.

    Procedura di registrazione comunitaria

    21/01/2015 89

  • Esame della domanda (art. 45 Reg. CE 6/2002)

    Si tratta di un esame formale, avente per oggetto: 1. gli elementi che figurano nella domanda 2. le priorit 3. lindicazione di un rappresentante

    Impedimenti alla registrazione: 1. la domanda non corrisponde alla definizione di

    disegno o modello comunitario 2. la domanda contraria allordine pubblico o

    al buon costume

    Procedura di registrazione comunitaria

    21/01/2015 90

  • Deposito della domanda:

    - Direttamente al WIPO di Ginevra oppure, secondo lAtto 1960, anche attraverso Ufficio Brevetti Nazionale

    - Mediante modulo ufficiale reperibile dal sito www.wipo.int

    - Domanda comprende: lista di Stati Contraenti designati; designazione dellarticolo o degli articoli incorporanti il disegno una o pi foto e/o altre rappresentazioni grafiche

    - Lingue ufficiali: francese e inglese

    - Pagamento tasse di deposito, pubblicazione e designazione.

    Procedura di registrazione internazionale

    21/01/2015 91

  • Esame della domanda

    - Il WIPO esegue solo un esame formale

    - Entro 6 mesi dalla pubblicazione del

    Modello Internazionale, le amministrazioni

    nazionali possono sollevare obiezioni,

    secondo le loro leggi nazionali, sulla base

    dei requisiti sostanziali .

    Procedura di registrazione internazionale

    21/01/2015 92

  • Aspetti sostanziali

    Procedure di registrazione

    Ricerche di anteriorit

    Esempi

    21/01/2015 93

  • La ricerca di anteriorit

    Prima di procedere alla registrazione di un

    nuovo disegno o modello, in altre parole, prima

    di fare un qualsiasi investimento, grande o piccolo che sia, in un nuovo progetto sempre

    opportuno verificare lo stato dellarte in quello specifico settore per evitare i rischi di interferire con diritti anteriori di terzi.

    21/01/2015 94

  • Banche dati

    Banche dati disegni italiani http://www.uibm.gov.it/uibmdev/ricercaavanzata.aspx

    Banche dati design comunitari http://oami.europa.eu/RCDOnline/RequestManager

    Banche dati design internazionale http://www.wipo.int/ipdl/en/search/hague/search-struct.jsp

    Banche dati design private

    21/01/2015 95

  • Esempio di ricerca

    21/01/2015 96

  • Aspetti sostanziali

    Procedure di registrazione

    Ricerche di anteriorit

    Esempi

    21/01/2015 97

  • Scarpa sportiva - modello comunitario

    21/01/2015 98

  • Scarpa sportiva modello nazionale

    21/01/2015 99

  • Abbigliamento modello comunitario

    21/01/2015 100

  • Complementi di abbigliamento modello internazionale

    21/01/2015 101

  • Sentenza

    Mattel vs SimbaToys

    1/21/2015 102

  • Grazie Dott. Filippo Indolfi

    Consulente in Propriet Industriale ed Intellettuale

    www.indolfi.com

    [email protected]

    Tel. 347.6748427 21/01/2015 103