Ldb staisinergico longo_patera_report

Click here to load reader

  • date post

    11-May-2015
  • Category

    Education

  • view

    30
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Ldb staisinergico longo_patera_report

  • 1.Report Laboratorio dal Basso STAISINERGICO. Laboratorio sul coworking 16/17 maggio Melpignano 23/24 maggio Racale Attivit svolte in data 23 maggio 2014 (h 15.00-20.00) ed in data 24 maggio 2014 (h10:00 20:00) presso Racale (LE) MACROTEMA1: Recuperare luoghi tra teorie e pratiche MACROTEMA2: Imparare a fare rete per imparare a fare impresa Esperti: Enrica Longo Salvatore Patera Angelo Corallo Enrica Longo Architetto, co-founder del RARE Office di Berlino, dottoranda della Bauhaus Universitt di Weimar con un progetto di ricerca incentrato sui processi di shrinking delle citt italiane, oltre alla professione in senso classico, si occupa di facilitazione in processi partecipativi. Dal 2012 affianca l associazione Mediaspree Versenken nel percoso partecipato per individuare una destinazione alternativa alle aree interessate dal progetto Mediaspree. Salvatore Patera Sociologo. Professore a contratto del Lab. Progettazione/valutazione interventi formativi presso l'Universit del Salento, si occupa di metodologie attive, valutazione partecipata, pedagogia di comunit. Ambito di competenza sono modelli, strumenti, tecniche per facilitare/monitorare processi di progettazione/valutazione partecipata. Angelo Corallo Ingegnere. Docente II fascia Universit del Salento Presidente Innovars Associazione realt innovative . MACROTEMA1: STRUMENTI E METODI PER PERCORSI PARTECIPATI DI RIGENERAZIONE URBANA. Sintesi I coworking possono configurarsi come incubatori strategici per il territorio, capaci di produrre ed operare in ambito di rigenerazione integrata sostenibile, promuovendo e valorizzando, ma soprattutto ove necessario riattivando, le risorse materiali ed immateriali delle aree di contesto.

2. Con questa visione il modulo si prefigge di fornire un format metodologico, quale strumento applicabile alle diverse necessit progettuali in modalit collaborativa. Il tool kit operativo deve potersi utilizzare sia nella progettualit di contenuti sia nella progettualit di riattivazione di contenitori urbani. LEARNING OUTCOMES: Conoscenza di base di alcune metodologie partecipacipative (OST, EASW) e degli step necessari per avviare e realizzare un percorso progettuale condiviso. METODOLOGIA: Il modulo dedicato ad attivit laboratoriali per favorire un apprendimento diretto ed esperienziale. In modalit OST ed EASW, i partecipanti vengono guidati nell'implementazione di idee progettuali. ATTIVITA PER FASI 1) modalit OST: individuazione dei bisogni 2) Modalit EASW: creazione di uno scenario condiviso 3) Analisi SWOT 4) Individuazione degli stakeholder LABORATORIO: 1) In plenaria il gruppo procede ad individuare i temi di discussione per costruire un programma di lavoro condiviso in maniera auto organizzativa. 2) I temi vengono clusterizzati per grandi aree 3) Suddivisi in gruppi pi piccoli, i partecipanti creano gli scenari tematici (orizzonte 2020) 4) Si procede con analisi SWOT dei diversi scenari per individuare i punti di forza e le criticit dei singoli percorsi implementativi per tema, fornendo quindi uno strumento di valutazione in itinere del progetto 5) Infine si avvia l'analisi degli stakeholder e si forniscono gli strumenti per identificare e monitorare le categorie e le relazioni tra i diversi portatori dinteresse per uno specifico progetto. MACROTEMA2: UN DISPOSITIVO EDUCATIVO PER FACILITARE/MONITORARE IL LAVORO COLLABORATIVO NELL AMBITO DI UN SERVIZIO PER IL COWORKING. SINTESI MODULO: Le attivit di coworking possono caratterizzarsi come occasioni di auto/co- apprendimento per i co-workers su specifici topic (progetti, bandi, campagne crowdfunding, ecc) qualora tali attivit siano dotate di dispositivi educativi per facilitare/monitorare processi collaborativi orientati ad uno scopo. Tale dispositivo educativo pu formalizzarsi in un servizio offerto dagli spazi di coworking quale opportunit per coltivare una comunit di pratiche tra reti di co-workers piuttosto che uno spazio di lavoro coabitato occasionalmente da singoli co-workers. 3. A partire dall esperienza di Innovars e in particolare del dispositivo di RAP-s per coltivare una learning community i partecipanti potranno riflettere sul caso di studio proponendo dei temi su cui incentrare le attivit di lavoro di gruppo. LEARNING OUTCOMES: Padronanza nell utilizzo di contenuti teorici, metodologici, operativi in ambito di: apprendimento organizzativo - knowledge management -capitale sociale finalizzati a progettare un servizio per il coworking VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI Il modulo, coerente a un approccio sistemico-costruttivista dell apprendimento, (approccio empowerment evaluation) si sviluppa secondo una progettazione/valutazione di interventi formativi learner oriented attraverso una didattica problem-based-learning basata sull utilizzo di metodologie attive. 1) Rilevazioni rappresentazioni dei partecipanti sui topic del modulo 2) Project work 3) Customer satisfaction 4) Follow up (3 mesi) ATTIVITA PER FASI 1) Introduzione al modulo 2) Setting riflessivo per far emergere rappresentazioni e opinioni sul topic da parte dei partecipanti 3) Presentazione sintetica casi di studio 4) Project work: Alcuni criteri per valutare/progettare una learning community - Suddivisione in gruppi di lavoro - Individuazione problema sociale da parte dei gruppi di lavoro - SWOT-d - Clusterizzazione gerarchica del problema - Logical framework - Individuazione e Analisi stakeholder 5) Formulazioni proposte project work da parte dei gruppi di lavoro 6) Restituzione plenaria 7) Debriefing Finale 8) Customer satisfaction Tematiche e approfondimenti trattati durante il modulo - Approccio sistemico-costruttivista all apprendimento: La metafora della rete - Le competenze: competenze chiave e saper agire in una logica collaborativa - Modelli partecipativi di valutazione/progettazione per coltivare una learning community - Apprendimento-partecipazione: Contesti 4. - Metodologie, strumenti e tecniche proprie della progettazione/valutazione di un intervento educativo per promuovere una learning community 1) Introduzione al modulo Presentazione Esperti e Modulo Organizzazione delle attivit Materiale didattico fornito dagli esperti sui topic 2) Setting riflessivo per far emergere rappresentazioni e opinioni sul topic da parte dei partecipanti Attraverso un setting riflessivo stata avviata la raccolta di opinioni sul topic al fine di far emergere le rappresentazioni a partire dalle quali calibrare l intervento degli esperti nel modulo. 3) Presentazione sintetica casi di studio Casi di studio in ambito di valutazione/progettazione partecipata di dispositivi educativi che promuovono learning community Il caso di studio di Innovars. 4) Project work: Alcuni criteri per valutare/progettare una learning community - Suddivisione in gruppi di lavoro - Individuazione problema sociale da parte dei gruppi di lavoro - SWOT-d - Clusterizzazione gerarchica del problema - Logical framework - Individuazione e Analisi stakeholder 5. 5) Formulazioni proposte project work da parte dei gruppi di lavoro e Restituzione plenaria 6. 8) Customer satisfaction - Cosa ti porti a casa - Valutazione attivit odierne con 1 aggettivo