La Signora in Giallo Rosso Aprile 2007

Click here to load reader

  • date post

    18-Nov-2014
  • Category

    Sports

  • view

    2.038
  • download

    5

Embed Size (px)

description

La Signora in Giallo Rosso Aprile 2007www.lasignoraingiallorosso.it

Transcript of La Signora in Giallo Rosso Aprile 2007

  • 1. www.lasignoraingiallorosso.it Anno III n. 4 Aprile 2007 Rivista mensile Distribuito gratuitamente Aut. Trib. di Roma n. 113/2005 del 24/03/05 5000 VOLTE GRAZIE
  • 2. La Signora in Giallorosso - aprile 2007 LEditoriale di Paolo Franchi ORA E SEMPRE, FORZA ROMA TRASFORMIAMO altra sera, mentre il Ricordandomi che, seppur di culo, nel IL 7-1 IN 0-1 FACCIAMO DURARE POCO ANCHE QUESTO RECORD L Manchester United sbertuc- ciava i poveri lupacchiotti no- stri, tra me e il televisore si materializzato Paulo Roberto. No, non giustamente celebre film di Cicero il doppio del centravanti di sfondamento brasiliano di gol ne segnava, assicurando rocambolescamente la vittoria al Napoli, Paulo Roberto Falcao. Paulo Roberto mentre i sosia giallorossi in campo in Cotechio, dico, il centravanti di sfonda- Gran Bretagna non facevano che beccar- mento brasiliano del Napoli interpretato ne; e facendomi osservare garbatamen- da Alvaro Vitali nel mitico film di Nando te che la differenza, a prima vista secon- Cicero (1983): una banda di sequestra- daria, era in realt decisiva. Mi ha lascia- tori sardi lo rapisce alla vigilia della par- to senza parole, Paulo Roberto: solo, e tita con lInter, e lallenatore decide di nudo, in faccia al disastro. In solitudine mandare in campo un suo sosia. Che e in nudit, mentre gli inglesi, imperter- centra? Centra, eccome. Perch, fatta riti, continuavano a segnare, mi sono do- eccezione forse per Totti e De Rossi, an- lorosamente reso conto che di sosia, che allOld Strafford non cerano i no- allOld Trafford, in realt non ce nera- stri, ma i loro (impresentabili) doppi: quel biondone non era Mexes, quel tizio con no. Mexes era Mexes, Chivu Chivu, la maschera somigliava appena a Chivu, Pizarro Pizarro, e via rattristandoci. quel piccoletto si atteggiava a Pizarro, ma Erano venuti tutti a giocare, si fa per di- il Cile non lo aveva visto nemmeno in re, la loro partita. La Roma no. La Roma cartolinaCos ragionavo mentre il era rimasta a Trigoria, ad allenarsi sotto Manchester United segnava, segnava, se- locchio e lorecchio vigili di Roma gnava. E mi chiedevo, visto che Totti e De Channel, in vista dei prossimi importan- Rossi si guardavano bene dal segnalare ti appuntamenti, iniziando da Milano con allarbitro levidentissimo inghippo, quale lInter. Cos, finalmente, mi sono rassicu- oscura trama ci fosse mai sotto, e quale rato. E ho mandato rassicuranti sms al- inaudita punizione Uefa attendesse la le ragazzette e ai ragazzetti nostri in Roma per un simile misfatto. Io continua- quel di Manchester: tranquilli, non state vo a ragionare, quelli continuavano a se- vivendo in un incubo ma in un episodio gnare. Sarebbe andata avanti cos a lun- di Ai confini della realt, la partita, go, se Paulo Roberto-Alvaro Vitali non quella vera, si giocher chiss quando. Mi avesse provveduto a farmi tornare con i hanno risposto che ero matto. Io gli ho piedi per terra. risposto: ora e sempre, Forza Roma. Il resto conta poco o nulla! di Massimo Ruggeri Aut. Trib. di Roma n. 113/2005 del 24/03/05 Dir. Responsabile Massimo Ruggeri Finito di stampare 15 aprile 2007 Prossima uscita 15 maggio 2007 Tiratura 5.000 copie Editore: T-EVENTI SRL Viale Regina Margherita, 262 00198 Roma Pubblicit: T-EVENTI SRL Tel. 349 6867491 Grafica e Stampa: Pubbligrafica Romana Via Graziano, 45 Tel. 06 6620509 Omissioni di qualsiasi natura sintendono involontarie e possono dar luogo a sanatoria. Le opinioni espresse nei testi pubblicitari impegnano solo gli autori dei medesimi. Articoli e materiali inviati non si restituiscono.
  • 3. La Signora in Giallorosso - aprile 2007 3 LEco del Filosofo LEco del Filosofo di Giuseppe Manfridi dedicato a Massimo Billi ammino tra le schegge C del sogno, che sono di vetro e sono tante, e a ogni passo sanguino. Destino di un tifoso che quella maledetta sera di marted 10 aprile ha ca- pito qualcosa che gi sospettava da tempo: il Dio del calcio ci odia. Non un piagnisteo, am- missione della realt. Altrimenti, non si spiegherebbero varie co- se. Non si spiegherebbe, ad esempio, come mai lanno suc- cessivo a quello in cui stabiliamo un epocale record di successi in- frangendo un precedente che reggeva da decenni, arriva lInter e ce lo polverizza. N si spieghe- rebbe come mai lanno in cui ot- a questa disfatta.Tonetto che sci- versa Kal. E ci a prescindere teniamo una vittoria di tale cla- vola in allenamento, e arriveder- dalle mille cose che avrei da di- more da attizzare un vespaio di ci e grazie proprio nei dieci gi- re ai miei giocatori, che, a ogni grottesche polemiche, un risulta- roni cruciali della stagione modo, le trame di quella divinit to pressoch analogo ci viene in- Perrotta, sotto diffida, che viene sa dimidiare di valore con siste- flitto a livello planetario annichi- ammonito per una simulazione