La ricostruzione della carriera del personale della scuola calcolato per i primi 2 anni il doppio e

download La ricostruzione della carriera del personale della scuola calcolato per i primi 2 anni il doppio e

of 12

  • date post

    24-Mar-2020
  • Category

    Documents

  • view

    0
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of La ricostruzione della carriera del personale della scuola calcolato per i primi 2 anni il doppio e

  • La ricostruzione della carriera del personale della scuola

    Se guardiamo gli ultimi 50 anni, l‟evoluzione della progressione di carriera aveva subito parecchie variazioni, ma sostanzialmente un principio era rimasto sempre

    fermo: la progressione per bienni. La svolta avviene col CCNL del 1995 che introduce altre novità:

    • eliminazione degli aumenti biennali (riesumati poi per pochissimi casi

    specifici); • nuovo inquadramento dal 1/1/96 per arrotondamento dell‟anzianità

    maturata;

    • superamento della legge 370/70, e riconoscimento integrale del servizio

    ai fini giuridici ed economici (prima, fino alla maturazione di una soglia,

    1/3 del preruolo veniva valutato solo ai fini economici); • passaggi di classe solo dopo aver fatto un certo numero di ore di

    aggiornamento (norma poi abrogata col successivo CCNL). La struttura delle classi viene

    così stabilita in sette fasce o

    classi: Fascia di anzianità

    che si matura e spetta

    da anni 0 a anni 2 da anni 0 e fino ad anni 2 mesi

    11 e giorni 29

    da anni 3 a anni 8 da anni 3 e fino ad anni 8 mesi

    11 e giorni 29

    da anni 9 a anni 14 da anni 9 e fino ad anni 14

    mesi 11 e giorni29

    da anni 15 a anni 20 da anni 15 e fino ad anni 20 mesi 11 e giorni29

    da anni 21 a anni 27 da anni 21 e fino ad anni 27 mesi 11 e giorni29

    da anni 28 a anni 34 da anni 28 e fino ad anni 34 mesi 11 e giorni29

    da anni 35 da anni 35

    Il riconoscimento dei servizi pre-ruolo

    La ricostruzione di carriera serve per far valutare il servizio pre-ruolo, sia che esso

    provenga da rapporti di lavoro a tempo determinato, sia che sia stato svolto in altro ruolo.

    In questo modo il personale assunto a tempo indeterminato può vantare un' "anzianità di carriera" che gli permetterà di inserirsi nella fascia stipendiale che gli

    spetta in base al Contratto Nazionale in vigore. Il riconoscimento e/o la valutazione del servizio pre-ruolo (compreso il servizio

    relativo al ruolo di provenienza) vanno effettuati anche nei casi di passaggio da una

    posizione di ruolo ad un‟altra (d‟ufficio o a domanda), assicurando il mantenimento della retribuzione in godimento all‟atto del passaggio e attribuendo anzianità

    miglioramenti economici nel nuovo ruolo.

  • Il riconoscimento del servizio non di ruolo ai fini della carriera decorre dal

    superamento del periodo di prova o dell'anno di formazione, ossia dalla conferma in

    ruolo.

    Per cui la data di attribuzione dei benefici è stabilita: • all‟atto del superamento del periodo di prova o dell‟anno di formazione per il

    personale docente e direttivo • all‟atto della nomina in ruolo , con effetto dalla data di assunzione in servizio

    a seguito della nomina in prova, per il personale A.T.A..

    PRESCRIZIONE DEI BENEFICI

    La prescrizione è disciplinata dagli artt. 2934 e segg. del Codice Civile. Dalla conferma in ruolo decorre l‟inizio della prescrizione del diritto alla ricostruzione

    di carriera o dei benefici della ricostruzione carriera. La prescrizione del diritto alla

    ricostruzione di carriera è di 10 anni (ossia la domanda tardiva preclude la possibilità

    di ottenere la ricostruzione ed i suoi benefici), mentre la prescrizione dei benefici a

    livello economico è di 5 anni, cioè l‟interessato può chiedere ed ottenere la

    ricostruzione di carriera, ma perde solo una parte degli arretrati, ossia quelli relativi al

    periodo anteriore al quinquennio antecedente all‟istanza di ricostruzione carriera.

    Se, infatti, la domanda è presentata dal 6° al 10° anno il beneficio economico ha

    prescrizione quinquennale, cioè decorre dal 5° anno precedente la data della tardiva presentazione della domanda di ricostruzione di carriera: ESEMPIO: prova superata il 01.09.2001 – domanda di ricostruzione presentata il

    12.10.2008. Gli arretrati decorrono dal 01.10.2003. Servizi riconoscibili personale docente e ata

    a. SERVIZI RICONOSCIBILI PER IL PERSONALE DOCENTE

    1) per i docenti delle scuole statali di istruzione secondaria ed artistica:

    • servizio prestato in qualità di docente non di ruolo nelle scuole dello stesso ordine statali (comprese quelle all'estero) e pareggiate (escluse, quindi, le parificate o

    legalmente riconosciute);

    servizio prestato in qualità di docente di ruolo e non di ruolo nelle scuole elementari

    statali e parificate (comprese quelle all'estero), nelle scuole sussidiate o sussidiarie, nelle scuole popolari, nelle scuole degli educandati femminili statali o parificate, nei giardini d‟infanzia annessi agli istituti magistrali statali;

    servizio non di ruolo prestato in qualità di docente in attività di sostegno nelle scuole statali elementari e di istruzione secondaria, anche senza il possesso dei

    titolo di specializzazione a decorrere dal 1.6.1999; non è riconoscibile il servizio prestato nelle scuole materne statali e private; ai docenti privi della vista, il servizio non di ruolo è riconosciuto per intero ai fini

    giuridici ed economici;

  • 2) per i docenti delle scuole elementari: • servizio prestato in qualità di insegnante elementare non di ruolo nelle scuole

    elementari (comprese quelle all'estero), parificate, sussidiate, sussidiarie, nelle scuole degli educandati femminili statali o parificate, nei giardini d‟infanzia annessi agli istituti magistrali statali;

    • servizio prestato in qualità di insegnante non di ruolo nelle scuole secondarie ed artistiche statali (comprese quelle all'estero) o pareggiate, in possesso del titolo di

    studio richiesto; • servizio di ruolo e non di ruolo prestato in qualità di docente in attività di sostegno nelle scuole statali materne, elementari e di istruzione secondaria con il possesso dei

    titolo di specializzazione: dal 1.6.1999 il servizio è riconoscibile anche senza il possesso del titolo di specializzazione;

    • servizio di ruolo e non di ruolo prestato in qualità di docente nelle scuole materne statali, comunali, regionali, con nomine approvate dal (ex) Provveditore agli Studi, e alle dipendenze delle province di Trento o Bolzano, presso ESMAS (Ente Scuole

    materne della Sardegna), nelle scuole materne della Sicilia istituite dalla L.R. 1.4.1955, n. 21;

    • al personale docente delle scuole elementari statali o parificate per ciechi il servizio non di ruolo è riconosciuto per intero ai fini giuridici ed economici.

    REQUISITI PER IL RICONOSCIMENTO DEI SERVIZI DURATA I servizi si riconoscono, a prescindere dal numero di ore settimanali, solo per anno

    scolastico intero, di durata di almeno 180 giorni, oppure se il servizio sia stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio

    finale. Unica eccezione viene fatta per i corsi di scuola popolare che vengono valutati come anno scolastico intero, a condizione che abbiano avuto la durata di almeno

    cinque mesi o vi sia stato prestato servizio per l‟intero corso. POSSESSO TITOLI DI STUDIO

    Il requisito generale per il riconoscimento dei servizi pre-ruolo è il possesso del

    prescritto titolo di studio, stabilito dalla normativa vigente o comunque riconosciuto

    valido da apposito provvedimento legislativo al momento della prestazione del servizio

    stesso per l‟insegnamento a cui si riferisce l‟abilitazione per l‟inclusione nelle

    graduatorie.

    Ovviamente l„interessato deve possedere il prescritto titolo di studio al momento

    della prestazione del servizio, l‟eventuale sanatorie a posteriori non sono consentite. I servizi pre-ruolo sono valutabili anche se prestati per meno di 6 ore settimanali di

    insegnamento”. RICONOSCIMENTO DEI SERVIZI PRESTATI IN ALTRO RUOLO

    “in caso di passaggio di ruolo, anche a seguito di concorso, del personale direttivo e

    docente delle scuole di istruzione secondarie ed artistiche da un ruolo inferiore ad uno

    superiore, il servizio prestato nel ruolo inferiore viene valutato per intero nel nuovo

    ruolo, mediante ricostruzione di carriera”.

    Tale norma è da applicarsi nei casi di passaggio di ruolo:

    • da docente di scuola media a docente laureato di scuola secondaria di

    secondo grado;

  • • da docente di scuola secondaria di secondo grado inquadrato nel VI livello

    retributivo (insegnante tecnico pratico o di stenodattilografia) a docente di

    scuola secondaria di primo o di secondo grado.

  • Per quanto riguarda i docenti della scuola materna statale che passano di ruolo alla

    scuola elementare, essi mantengono nel nuovo ruolo la medesima posizione giuridico -

    economica acquisita nel precedente ruolo. Nulla è ancora stabilito in merito ai

    passaggi di ruolo dalla scuola materna provinciale alla scuola elementare.

    Nel caso di passaggio dalla scuola elementare alla scuola secondaria, dato che si

    tratta di due diversi ordini di scuola, si procede alla valutazione ed al

    riconoscimento dei servizio di ruolo e non di ruolo ai fini della ricostruzione della

    carriera in base alle seguenti modalità:

    • al momento del passaggio di ruolo viene applicata la temporizzazione;.

    • all'atto della conferma in ruolo, vengono riconosciuti, trami