LA PALESTINA DI GESU ’

of 14/14
mbiente geografico Ambiente storico e cultur La società ebraica
  • date post

    11-Jan-2016
  • Category

    Documents

  • view

    96
  • download

    1

Embed Size (px)

description

LA PALESTINA DI GESU ’. Ambiente geografico. Ambiente storico e culturale. La società ebraica. Ambiente Geografico. - PowerPoint PPT Presentation

Transcript of LA PALESTINA DI GESU ’

Presentazione di PowerPoint

LA PALESTINA DI GESUAmbiente geograficoAmbiente storico e culturaleLa societ ebraica1

Ambiente storico e culturale

BETLEMMEGERICO - BETANIAGERUSALEMMELE REGIONI IN CUI SI SVOLSE LA PREDICAZIONE DI GESU FURONO LA GALILEA E LA GIUDEA.

La Palestina, al tempo di Ges, era sotto il dominio romano da pi di sec.ed il popolo di Israele aspettava la liberazione da questo dominio.

Ambiente GeograficoLa Palestina si affaccia sul Mar Mediterraneo. Alle spalle della zona costiera vi una ZONA MONTUOSA, poi la valle del GIORDANO, un fiume a carattere torrentizio. A nord questo fiume forma il LAGO DI TIBERIADE, chiamato anche mare di Galilea o mare di Cafarnao, dal nome della regione e della citt che vi si affacciano. Il Giordano termina il suo corso nel mar Morto; oltre il Giordano vi una valle di ALTIPIANI.

LAGO DI TIBERIADE

ALTIPIANI E DESERTI10Ges guarisce un cieco a GericoMarco 10, 46-52

A Betania Ges resuscita Lazzaro dai morti.Giovanni 11, 28-44GESU COMPIE I MIRACOLI

IL FIUME GIORDANOIl cristiano celebra e vive continuamente la Pasqua, lincontro con Ges Risorto che trasforma e orienta la sua vita.

Luca 23,44-53: GESU MUORE SULLA CROCEMatteo 28,1-8: GESU E RISORTOGESU A GERUSALEMMELa societ ebraicaai tempidi GesLa societ ebraicaai tempidi Ges

Vari erano i gruppi di persone presenti nella societ del popolo di Israele:

POVERI: in Samaria e Giudea, contadini e pastori erano al servizio dei latifondisti e vivevano in condizioni di maggio povert e umiliazione rispetto alla Galilea.

FARISEI: (=i separati)Osservanza meticolosa della Legge; credevano nella vita dopo la morte; netta opposizione a romani e sadducei.

SADDUCEI:gruppo pipotente; ricchilatifondisti difamiglia sacerdotale. Vi apparte-neva il Sommo Sacerdote (capo del Sinedrio e quindi massima autorit); non credevano nellaldil e collaboravano con i romani.

DONNE: in pubblico dovevano essere velate;in casa erano soggette ai mariti, ma nelle faccende domestiche avevano liniziativa.DESERTO:

simbolo dellassenza di ogni benedizione di Dio;

luogo di morte e regno di spiriti maligni.

SCRIBI: lavoravano per assicurarsi da vivere, ma il resto del tempo lo dedicavano allo studio e allinsegnamento della Bibbia (rabb o dottori della Legge).Avevano una grande influenza sul popolo.

STRANIERI:erano guardaticon sospetto perchfonte di pericolo per la purezza della cultura e della religione.Erano di 3 tipi:NOKRI: viaggiatori, turisti e commercianti; ospitati e protetti, ma non ammessi nel Tempio n alla cena pasquale.

PUBBLICANI: riscuotevano tributi per conto dei romani.Erano ritualmente impuri (perch a contatto coi pagani) e odiati dagli ebrei (perch collaboratori dei romani, e ladri).

GER: lavoratori immi-grati con le famiglie;Potevano assimilarsialla gente del posto e goderne il rispetto.

ZAR: straniero residente,ma ostile.

ARTIGIANI e MERCANTI:erano i lavori fonte di guadagno, al contrario del lavoro intellettuale.