La Gazzetta Marcallo Casone con - Marcallo con Casone...la riduzione dell’indebitamento attraverso...

of 11 /11
a sostenere lo stato e non vice- versa. Attesa inutile, come inutili, e sen- za risposta, sono state le varie lettere inviate al Ministero dell’In- terno, al Presidente del Consiglio e al Presidente della Repubblica. A dire il vero il nostro non è un caso isolato, sempre più Comuni hanno un saldo negativo e, diven- tano contributori attivi, versando allo Stato più risorse di quelle che ricevono. I vari Governi che si sono suc- ceduti hanno ottenuto consenso abolendo le imposte sulla casa e, non appena eletti, hanno appro- vato tagli sistematici ai trasferi- menti agli Enti Locali, necessari per compensare il mancato in- troito, costringendo i Sindaci ad applicare nuove imposte per ga- rantire l’erogazione dei servizi ai cittadini. I Comuni non sono il buco nero della spesa pubblica, e le cifre lo dimostrano. I dati dell’ISTAT confermano che l’unico compar- to pubblico il cui fabbisogno di spesa è decrescente è quello dei Comuni. Dato confermato anche dalla Banca d’Italia. Dal 2010 a oggi i Comuni hanno contribuito al risanamento finan- La Gazzetta Marcallo Casone di con Periodico di informazione dell’Amministrazione Comunale Anno 17 - N. 2 Luglio 2015 I primi giorni di Luglio il Consiglio comunale ha approvato il Bilan- cio di Previsione 2015/2017. Non è mai stata nostra abitudi- ne sfruttare le continue proro- ghe concesse dal Governo, ma quest’anno far tornare i conti è stato molto difficile, e sino all’ul - timo abbiamo sperato in un re- visione della nostra posizione in merito ai trasferimenti derivanti dal Fondo di Solidarietà comuna- le, che come anticipato ad Aprile avrà un saldo negativo, siamo noi La Notte bianca di San Nazaro pag. 03 pag. 03 Sosta selvaggia pag. 04 Dopo cena con l’autore pag. 08 A Oriana Fallacci la biblioteca comunale continua a pag. 2 all’interno Parola di Sindaco in Evidenza 26 centesimi è il costo di questa copia pag. 04 Caffè letterari pag. 05 A tutto sport per tutti pag. 10/11 La Cursa di Pulastritt pag. 06 Raccolta differenziata pag. 17 Stramarcallo AVIS pag. 18 Progetto Orchidea pag. 07 I consigli comunali pag. 15 Concerto d’Estate pag. 16 La Stracasone pag. 16 Battesimo della Madunina di Via Verne pag. 12 Un’altra casetta dell’acqua pag. 18 Acqua e Terra, l’oro del Ticino a Km. zero

Embed Size (px)

Transcript of La Gazzetta Marcallo Casone con - Marcallo con Casone...la riduzione dell’indebitamento attraverso...

  • a sostenere lo stato e non vice-versa.Attesa inutile, come inutili, e sen-za risposta, sono state le varie lettere inviate al Ministero dell’In-terno, al Presidente del Consiglio e al Presidente della Repubblica.A dire il vero il nostro non è un caso isolato, sempre più Comuni hanno un saldo negativo e, diven-tano contributori attivi, versando allo Stato più risorse di quelle che ricevono. I vari Governi che si sono suc-ceduti hanno ottenuto consenso abolendo le imposte sulla casa e, non appena eletti, hanno appro-vato tagli sistematici ai trasferi-menti agli Enti Locali, necessari per compensare il mancato in-troito, costringendo i Sindaci ad applicare nuove imposte per ga-rantire l’erogazione dei servizi ai cittadini. I Comuni non sono il buco nero della spesa pubblica, e le cifre lo dimostrano. I dati dell’ISTAT confermano che l’unico compar-to pubblico il cui fabbisogno di spesa è decrescente è quello dei Comuni. Dato confermato anche dalla Banca d’Italia. Dal 2010 a oggi i Comuni hanno contribuito al risanamento finan-

    La GazzettaMarcallo Casone

    di

    conPeriodico di informazione dell’Amministrazione Comunale Anno 17 - N. 2 Luglio 2015

    I primi giorni di Luglio il Consiglio comunale ha approvato il Bilan-cio di Previsione 2015/2017.Non è mai stata nostra abitudi-ne sfruttare le continue proro-ghe concesse dal Governo, ma quest’anno far tornare i conti è stato molto difficile, e sino all’ul-timo abbiamo sperato in un re-visione della nostra posizione in merito ai trasferimenti derivanti dal Fondo di Solidarietà comuna-le, che come anticipato ad Aprile avrà un saldo negativo, siamo noi

    La notte bianca di San nazaro pag. 03

    pag. 03Sosta selvaggia

    pag. 04Dopo cena con l’autore

    pag. 08A Oriana Fallacci la biblioteca comunale

    continua a pag. 2

    all’interno

    Parola di Sindaco

    in Evidenza26 centesimi è il costo di questa copia

    pag. 04Caffè letterari

    pag. 05A tutto sport per tutti

    pag. 10/11La Cursa di Pulastritt

    pag. 06Raccolta differenziata

    pag. 17Stramarcallo AVIS

    pag. 18Progetto Orchidea

    pag. 07I consigli comunali

    pag. 15Concerto d’Estate

    pag. 16La Stracasone

    pag. 16Battesimo della Madunina di Via Verne

    pag. 12Un’altra casetta dell’acqua

    pag. 18Acqua e Terra, l’oro del Ticino a Km. zero

  • La Gazzetta La GazzettaMarcallo MarcalloCasone Casone

    di di

    con con

    Massimo OlivaresOrari di ricevimento: su appuntamento. Il Sindaco è presente a casone,

    presso gli uffici distaccati del Comune, l’ultimo sabato del meseE-mail: [email protected]

    Ermanno FusèOrari di ricevimento: su appuntamento.

    E-mail: [email protected]

    3

    La Notte di San Nazaro annuncia la patronale

    SindacoProgrammazione Ecnomica e Finanziaria - Organizzazione, Personale e Trasparenza - LavoriPubblici e Società Partecipante - Città Metropolitana

    Sicurezza, Manutenzione e ViabilitàAttività Produttive, Commercio e FiereAssociazioni e Gemellaggi

    Sul sagrato lato sud della parrocchia, si sostava per ammirare le opere di arte pura. Un gruppo di madonnari ber-gamaschi, guidati da Giovanni Perico maestro dell’immagine e del colore, di-segnavano con profusione di particolari scene religiose su dei pannelli di grande dimensione. Sotto la tensostruttura una scuola da ballo aveva calamitato il solito folto pubblico di appassionati del tango argentino, del valzer viennese, delle sal-se. Poi, con le ore piccole le luci si sono abbassate, per riprendere il giorno dopo durante la festa religiosa dei Santi Naza-ro e Celso.

    Da via Manzoni al Parco Ghiotti; da via Varese a via Roma passando da piazza Italia; da via De Amicis a via Clerici fino laggiù in fondo in via Damiano Chiesa, Marcallo era in festa. L’Amministrazio-ne comunale in collaborazione con i commercianti locali ha organizzato la “Notte di San Nazaro”. Sabato 18 luglio, dal pomeriggio fino a notte inoltrata del giorno dopo, con le strade bloccate, i balli, la musica dal vivo, le lunghe tavo-late gastronomiche davanti agli esercizi, gli spettacoli di cabaret, il divertimento era assicurato. Ai più piccoli, i gonfiabili portavano grandi risate e urla di gioia.

    2

    E’ stata attuata, inoltre, una poli-tica di riduzione della spesa, che sarà completata nel 2016, che prevede, anche a fronte d’investi-menti, la riqualificazione energeti-ca di edifici e impianti d’illumina-zione pubblica, che porteranno a una riduzione delle spese energe-tiche, la ridefinizione dell’utilizzo degli immobili comunali, la razio-nalizzazione dei servizi erogati con economie di scala derivanti dall’espletamento di nuove gare in unione con i Comuni limitrofi, la riduzione dell’indebitamento attraverso l’estinzione di alcuni mutui. Aumentare la pressione fiscale sulle famiglie e sulle attività com-merciali e produttive, già in gran-de difficoltà per il perdurare della crisi economica, non è cosa sem-plice; l’alternativa è non dare al-cuna risposta ai bisogni della co-munità, il tutto sapendo che oltre un milione di euro è sottratto dalle casse comunali da chi non deve rispondere direttamente ai propri cittadini.

    Un cordiale saluto.

    Il SindacoMassimo Olivares

    interventi di manutenzione sugli immobili, le strade e il verde. Oppure continuare: a dare rispo-ste a chi ha bisogno di pagare una retta equa per mandare i pro-pri figli alla Scuola dell’Infanzia, a sostenere i nostri anziani, tan-to più se non autosufficienti ed i diversamente abili, ad aiutare chi ha perso il lavoro, offrendo loro piccole opportunità lavorative, a garantire un paese ordinato e puli-to, a promuovere cultura e sapere, ad investire sulla scuola e quindi sulle generazioni future, ad inve-stire sulla sicurezza, protezione e decoro. Abbiamo scelto di continuare a dare risposte ai nostri cittadi-ni, chiedendo a tutti un ulteriore sforzo in un momento di eviden-te difficoltà, ma con uno spirito di solidarietà diretto a garantire il benessere della nostra comunità. La decisione è stata quella di aumentare dell’uno per mille sia l’aliquota TASI, esclusivamente per l’abitazione principale e le pertinenze poiché la tassa co-pre i servizi diretti ai cittadini, che l’aliquota IMU per le aree fabbricabili, terreni agricoli, altri immobili, negozi, uffici e fabbri-cati categoria D.

    ziario del Paese con oltre 17 mi-liardi di euro: 8 di tagli ai trasfe-rimenti, 9 di contributi al Patto di Stabilità. Facendo 100 la spesa pubblica globale e il debito pub-blico globale, la quota imputabile ai Comuni è il 2,5% del debito e il 7,6% della spesa. Purtroppo anche l’ultima Legge di stabilità, come le precedenti, non tiene conto di chi “i compiti a casa” li ha fatti e chi no. E’ tempo che si dia a Cesare quel che è di Cesare e quei Comuni che hanno perseguito e realizzato comportamenti virtuosi vedano riconosciuto il loro merito, e che il Governo, oggi paradossalmente guidato da un ex Sindaco, cerchi altrove le risorse per finanziare le proprie inefficienze. Questa premessa, che da mol-ti sarà interpretata come il solito piagnisteo per giustificare, nostro malgrado, l’aumento della pres-sione fiscale, è supportata dai nu-meri.Le entrate correnti nel 2015 regi-strano un - € 366.310,15. Le scelte? Tagliare i servizi sociali e scolasti-ci, non sostenere le Associazioni locali, azzerare le già risicate at-tività socio-culturali, ridurre gli

    Parola di Sindaco

    Soste selvagge, come dire: mancanza di rispetto verso gli altri cittadini. La leg-ge autorizza gli agenti di Polizia loca-le ad essere severi. È ciò che avverrà prossimamente: severità, anche se le solite malelingue punteranno il dito sull’assenteismo della Polizia locale. Chiariamo subito per chi ancora non lo sapesse: la Polizia locale è sotto organi-co. Il corpo del Comando unico Marcal-lo con Casone- Mesero originariamente era formato da 9 tutori dell’ordine. Poi il veto delle assunzioni e qualche par-tenza sono rimasti in 6, di cui una ma-

    A proposito di sosta selvaggiaternità. Praticamente 5 vigili per una popolazione di oltre10 mila persone. Le sacre regole sentenziano: una guardia municipale ogni 1000 abitanti. Pur av-vantaggiati dalla formula del Comando unico che permette l’intercambiabilità dei vigili tra Marcallo con Casone e Me-sero l’organico è sempre deficitario del 50%. Basta un minimo intoppo dovuto a malattie o ferie che diventa difficile soddisfare le esigenze di tutti. La solu-zione? Più senso civico da parte degli automobilisti indisciplinati. L’Assesso-re Ermanno Fusè accusato di essere

    un amministratore tollerante, spiega: “Quando le intemperie imperversano si può chiudere un occhio con le mamme che portano i figli a scuola. Ma, con le auto fuori dalle righe bianche nelle va-rie parti del paese, in qualunque ora del giorno, bisogna essere severi. Si tratta solo di buon senso. Tutti sono avvisati. Con la segnaletica in piena efficienza da settembre /ottobre tolleranza zero. Le sanzioni pecuniarie emesse dai vigili saranno la regola, non certamente per fare cassa, ma per una giusta richiesta da parte della cittadinanza”.

    A Casone lo sportello bancario chiudePurtroppo, dopo Poste Italiane, anche la Banca Popolare di Mila-no ha deciso di chiudere lo spor-tello di Casone, a seguito di una politica di riorganizzazione e ridi-mensionamento degli sportelli.Nonostante le sollecitazioni dell’Amministrazione comunale e

    la messa a disposizione gratuita dei locali, la direzione centrale ha comunicato che l’esiguo numero di operazioni bancarie espletate presso lo sportello e l’assenza di operazioni di tesoreria comunale non giustificano la presenza dello stesso.

    Siamo spiacenti, ma l’Ammini-strazione comunale non può in-fluenzare le scelte aziendali della Banca Popolare di Milano, un isti-tuzione privata.Il nostro impegno sarà quello di attivare al più pre-sto nuovi servizi utili per la citta-dinanza.

  • liana a squadre di triatlon, Massimo Gara-vaglia medico osteopata e docente presso la facoltà di Bari, Elena Oldani psicologa e psicoterapeuta, Andrea Gornati Tecnico Fidal e maratoneta, Federica Maspero at-leta parolimpica 100-200 metri piani, Sara Canova, vicecampionessa nazionale di basket, hanno parlato delle loro esperienze sportive. Nel pomeriggio di sabato, si è dato il via a 3 tornei: basket, calcio, beach volley, grazie all’associazione Spazio Libero. Alla sera, le ragazze del twirling hanno inscena-to, in palestra, il saggio di fine anno “Il Bene e il Male”. Nella pausa dello spettacolo, si sono esibite la neo campionessa mondiale Giulia Piroli e Cristina Colombo. Domenica 21, giorno dedicato alle lezioni nelle varie discipline. Al parco Ghiotti in tanti hanno avuto la possibilità di praticare le attività

    sportive delle associazioni: nordic walking, joga, volley, zumba, calcio, karate, basket, twirling, tennis per bambini, mountain bike, pattinaggio e perfino un Gran Premio con macchinine a pedali, fuori programma l’e-sibizione delle cheerleader. L’iniziativa da consegnare alla storia, l’Assessore Tiziana Moscatelli da l’appuntamento al prossimo anno.

    “ L ’ i m p o r -tante non è vincere, ma parte-cipare”, il noto mot-

    to del Barone De Coubertin ha calzato a pennello nella tre giorni “A Tutto Sport” marcalcasonese. La manifestazione, pro-mossa dall’Assessore Tiziana Moscatelli, ha coinvolto le nostre associazioni e tanti cittadini vogliosi di attività sportiva. Lo sco-po principale della competizione era soprat-tutto di invogliare uomini, donne e ragazzi alla partecipazione sul campo. Non doveva necessariamente essere un’adesione allo sport del cuore, ma bastava intervenire in qualunque attività per accaparrarsi una nota di merito. Il secondo obiettivo mirava a riunire tutte le associazioni, per raccogliere dei fondi a favore della risistemazione dei parchi giochi di Marcallo e Casone. Il 19, 20 e 21 giugno, il Parco Ghiotti era quasi uno stadio olimpico. La tre giorni si è aperta venerdì sera con il convegno “L’utilità dello sport nella vita quotidiana dal punto di vista medico e psicologico”. In Sala Cattaneo ben 6 relatori, Moderatore Enrico Zaffinet-ti, in cucina le Sciure dei Fiori. Anticipati dal benvenuto del Sindaco Massimo Olivares, i relatori Daniela Ferrari, campionessa ita-

    La GazzettaMarcallo MarcalloCasone Casone

    di

    con con 54 La Gazzettadi

    Dopo cena con l’autore, rassegna letteraria promossa dall’Assessorato alla cultura

    Marino Bottini

    L’autore Marino Bottini e l’Assessore Marina Roma

    in accordo con la storia narrata, attraverso brani di musica classica, ese-guiti al pianoforte. Il libro scaturisce da una storia emersa dal cuore e dalla mente dell’autore. E’ una costruzione raffi-natissima di un fatto dove le protagoniste sono donne (come tutti i libri di Bottini), con tanti ele-menti di interesse e cu-riosità. La storia si svolge in un piccolissimo villaggio del Galles meridionale, a ridosso del mare, dove in una sala da tè è posto un ricamo, il più antico datato 1852. Una ricamatrice va a vedere cosa succede nel villaggio vicino e assiste all’elemento centrale di tutta la vicen-da: la morte per parto di Helen giova-ne donna. E proprio nella sala da tè si racconta la storia del dramma, per la negligenza di un medico. Sorprende il fatto che la sorella Ruth ottiene giusti-

    zia e vendetta, riuscendo a far condan-nare il medico. Fatto insolito per l’epo-ca. “I personaggi sono estremamente fermi dal punto di vista fisico. Però, migrano le loro anime assai irrequie-te, sempre alla ricerca di qualcosa che probabilmente non troveranno mai. In-somma storie interiori”. Spiega Marino Bottini, avvocato nato a Busto Garol-fo, dove abita e autore anche dei libri “L’Amore sognato” e “Tra due mondi”. Prossimo appuntamento in autunno.

    In collaborazione con la libreria “Me-morie dal Mondo”, l’assessorato alla cultura ha estratto dal cilindro un’altra offerta culturale il: “Dopocena con l’au-tore”. La rassegna letteraria, iniziata il 27 marzo presso il centro polifunzio-nale San Marco, con la presentazio-ne del libro, “ Truffa la truffa” di Maria Lorena Arpesella e proseguita poi il 15 maggio con “Un albero al contrario” di Elisa Luv. Nella stessa serata è interve-nuto Gianpiero Ferrario che ha parlato

    dell’affido fa-m i g l i a r e . Venti giorni dopo, il 5 giu-gno, Marino Bottini ha fat-to conoscere il suo libro dal titolo “White sands”, men-tre Marina degli Inno-centi, allieta-va il pubblico

    Marina RomaOrari di ricevimento: riceve previo appuntamento

    E-mail: [email protected] Sociali e del WelfareIstruzione, Servizi Educativi e Culturali

    Caffè letterari, il fascino antico della lettura

    Protagonisti i cittadini, “A Tutto Sport”, tre giorni di attività fisica per ogni gusto.

    trigante, completata anche con la siner-gia tra l’esercizio commerciale “Siamo alla frutta” (che ospita la rassegna lette-raria) e Daniela Mazzeo e Elena Gavioli titolari della libreria “Controvento”, an-che conduttrici delle serate e della Pro loco. Dedicato a Oriana Fallaci, il primo

    ciclo di incontri è iniziato l’11 giugno e continuato il 25 dello stesso mese. Sot-to la lente d’ingrandimento uno dei libri più discussi: “La Rabbia e l’Orgoglio”. Linguaggio forte, toni in costante asce-sa, del libro si è parlato per circa novan-ta minuti. Al termine, per tutti una fresca menta. I giovedì letterari del primo ciclo, dopo il periodo estivo, riprenderanno il 17 settembre e termineranno il 1° otto-bre, con il dibattito su l’opera letteraria, sempre di Oriana Fallaci: “Penelope va alla guerra”. Per il futuro l’Assessore Marina Roma ha inviato una lettera a tutti i commer-cianti annunciando l’avvio dell’iniziativa. Si accettano proposte culturali di inte-resse pubblico. “L’augurio è che l’idea rimanga fissa nel tempo con una ca-denza quindicinale” Dice Marina Roma. Obiettivo? “Avvicinare il più possibile i cittadini alla lettura”.

    Piacevole leggere, affascinante discu-terne il contenuto. E’ con questa mas-sima, che l’Assessore alla Cultura Mari-na Roma ha dato il via alle interessanti serate culturali dall’accattivante titolo “Caffè letterario”. Sottotitolo: “…chiac-chierando di libri e cultura”. Un’idea in-

    Tiziana MoscatelliOrari di ricevimento: riceve su appuntamento.

    E-mail: [email protected] Giovanili, Sport e Partecipazione,Protezione Civile

  • Marcallo Casonecon Consigli ComunAli 2015 7Consiglio ComunAlE DEl 11.02.2015

    Consiglio ComunAlE DEl 28.04.2015

    Consiglio ComunAlE DEl 02.07.2015

    grazie a tutti per la festa “ A tutto sport”Consiglieri presenti al momento del voto.

    3. ATTO DI DONAZIONE MODALE PROROGA DI UTILIZZO DI DIRITTO DI SUPERFICIE: n. 12 voti unanimi favorevoli.

    4. APPROVAZIONE BOZZA DI CONVENZIO-NE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSO-CIATA DELLA GARA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE NELL’ATEM MILANO 3 DELLA PROVINCIA DI MILANO SUD:

    di un loro documento, abbandonano l’aula

    3. GARA ATEM PER LA DISTRIBU-ZIONE DEL GAS NATURALE: n. 13 voti unanimi favorevoli.

    4. ESTINZIONE ANTICIPATA MUTUI CONTRATTI CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI: n. 13 voti unanimi favorevoli.

    5. SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL QUINQUENNIO 2015/2019. MODIFICA SCHE-MA DI CONVENZIONE APPROVATO CON DE-

    – Iniziativa Civica” e gruppo di minoranza “Mo-vimento Cinque Stelle”), e n.0 astenuti su n.11 Consiglieri presenti al momento del voto. 13 voti unanimi favorevoli.

    6. APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO E TARIFFE DELLA COMPONENTE TARI (TRI-BUTO SERVIZIO RIFIUTI) ANNO 2015: n. 7 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”) n.4 voti contrari (gruppo di mino-ranza “Progetto Futuro per Marcallo con Casone – Iniziativa Civica” e gruppo di minoranza “Mo-vimento Cinque Stelle”), e n.0 astenuti su n.11 Consiglieri presenti al momento del voto.

    7. APPROVAZIONE PROGRAMMA AFFIDA-MENTO INCARICHI DI COLLABORAZIONE AUTONOMA, STUDIO, RICERCA E CONSU-LENZA PER IL TRIENNIO 2015/2017, AI SEN-SI DELL’ART. 3, COMMA 55, LEGGE 244/2007 E S.M.I.:n. 7 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”) n.4 voti contrari (grup-po di minoranza “Progetto Futuro per Marcal-lo con Casone – Iniziativa Civica” e gruppo di minoranza “Movimento Cinque Stelle”), e n.0 astenuti su n.11 Consiglieri presenti al momento del voto.

    8. APPROVAZIONE PROGRAMMA TRIENNALE E LAVORI PUBBLICI 2015/2016/2017: n.7 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”) n.4 voti contrari (gruppo di mino-ranza “Progetto Futuro per Marcallo con Casone – Iniziativa Civica” e gruppo di minoranza “Mo-vimento Cinque Stelle”), e n.0 astenuti su n.11 Consiglieri presenti al momento del voto.

    Ringrazio l’assessore Tiziana Mosca-telli, per l’organizzazione della pre-gevole iniziativa portatrice nel nostro paese, oltre a 3 giorni di sport, anche di un convegno interessante che ci ha permesso di conoscere personaggi rilevanti nel campo dell’attività fisica del nostro territorio. Inoltre, i giorni di sabato e domenica, dedicati allo sport attivo sul campo, ha visto molti par-tecipanti giovani divertirsi passando delle piacevoli ore assieme. Ma non è stato solo movimento ginnico. La chic-ca conclusiva porta il nome: “ a fin di bene”. Infatti quanto raccolto dalle as-sociazioni presenti è stato investito per sistemare i giochi dei bambini nei no-stri parchi. Il particolare ringraziamen-to dell’Amministrazione va ai volontari che hanno lavorato instancabilmente per la conclusione del progetto e per la sistemazione del parco.

    Il Sindaco Massimo Olivares

    n.8 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”), n.4 voti contrari (gruppo di mino-ranza “PROGETTO FUTURO per MARCALLO con CASONE – INIZIATIVA CIVICA”; gruppo di mi-noranza “Movimento Cinque Stelle”) e n.0 astenuti su n.12 Consiglieri presenti al momento del voto.

    5. ADESIONE ALLA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL CENTRO SERVIZI TER-RITORIALE (C.S.T.) DISTRETTO DEL MA-GENTINO ANNI 2014 E 2015: n. 12 voti unanimi favorevoli.

    LIBERA DI C.C. N.42 DEL 25.11.2014: n. 13 voti unanimi favorevoli.

    6. ESAME ED APPROVAZIONE DEL RENDICON-TO DELLA GESTIONE DELL’ANNO 2014: n.9 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”) n.0 voti contrari e n.1 astenuto (gruppo di minoranza “Movimento Cinque Stel-le”) su n.10 Consiglieri presenti al momento del voto. I Consiglieri di “Progetto Futuro per Mar-callo con Casone – Iniziativa Civica”, in coeren-za con l’azione di cui al punto 2, abbandonano l’aula

    9. LINEE DI INDIRIZZO PER LA CONCESSIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE AREA DI PRO-PRIETA’ COMUNALE DI VIA PACE PER LA REA-LIZZAZIONE DI UNA SOCIAL HOUSING:n. 7 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”) n.4 voti contrari (grup-po di minoranza “Progetto Futuro per Marcal-lo con Casone – Iniziativa Civica” e gruppo di minoranza “Movimento Cinque Stelle”), e n.0 astenuti su n.11 Consiglieri presenti al momento del voto.

    10. APPROVAZIONE VARIANTE CON PRO-CEDURA SUAP AL P.G.T.,DPR 160/2010 - EDI-FICIO PRODUTTIVO VIA ENSTEIN:n. 11 voti unanimi favorevoli.

    11. APPROVAZIONE BILANCIO ANNUALE 2015 E BILANCIO PLURIENNALE 2015/2016/2017 CON FUNZIONE AUTORIZZATORIA – RELA-ZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA TRIENNIO 2015/2016/2017 – SCHEMA DI BI-LANCIO ARMONIZZATO DI CUI ALL’ALLEGA-TO 9 DEL D.LGS 118/2011 CON FUNZIONE CO-NOSCITIVA:n. 7 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”) n.4 voti contrari (grup-po di minoranza “Progetto Futuro per Marcal-lo con Casone – Iniziativa Civica” e gruppo di minoranza “Movimento Cinque Stelle”), e n.0 astenuti su n.11 Consiglieri presenti al momento del voto.

    12. AUTORIZZAZIONE PERMESSO DI CO-STRUIRE IN DEROGA ALLE DISTANZE TRA EDIFICI IN FORZA DEL D.P.R. 380/01:n. 11 voti unanimi favorevoli.

    1. APPROVAZIONI VERBALI ADOTTATI NELLE SE-DUTE DEL 25.11.2014 E DEL 17.12.2014: n.12 voti unanimi favorevoli su 12 Consiglieri presenti al momento del voto.

    2. NOMINA REVISORE UNICO DEI CONTI- TRIENNIO 2015/2017: n.9 favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares” e gruppo di minoranza “Movimento Cinque Stelle”) n.0 voti contrari e n.3 astenuti (gruppo di minoranza “Progetto Futuro per Mar-callo con Casone – Iniziativa Civica”) su n.12

    1. APPROVAZIONE VERBALI ADOTTATI NELLA SEDUTA DEL 11.02.2015: n. 12 voti unanimi favorevoli.

    2. MODIFICA ED INTEGRAZIONE ALLA DELIBERA DI C.C. 17 DEL 26.05.2007 ECOCENTRO CASONE: n.9 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”) n.0 voti contrari e n.1 astenuto (gruppo di minoranza “Movimento Cinque Stel-le”) su n.10 Consiglieri presenti al momento del voto. I Consiglieri di “Progetto Futuro per Marcal-lo con Casone – Iniziativa Civica”, dopo la lettura

    1. APPROVAZIONE VERBALI ADOTTATI NELLA SEDUTA DEL 28.04.2015: n. 11 voti unanimi favorevoli.

    2. APPROVAZIONE PIANO OPERATIVO DI RA-ZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA’ PARTE-CIPATE E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETA-RIE (ART.1, CO. 612 LEGGE 190/2014): n. 11 voti unanimi favorevoli.

    3. PRESA D’ATTO RIACCERTAMENTO STRA-ORDINARIO DEI RESIDUI ATTIVI E PASSIVI ART.7, COMMA 3, D.LGS 23.06.2011 N.118:n.7 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”) n.4 voti contrari (gruppo di mino-ranza “Progetto Futuro per Marcallo con Casone – Iniziativa Civica” e gruppo di minoranza “Mo-vimento Cinque Stelle”), e n.0 astenuti su n.11 Consiglieri presenti al momento del voto.

    4. DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIO-NI PER L’APPLICAZIONE DELL’IMPOSTA MU-NICIPALE PROPRIA “IMU” ANNO 2015: n.7 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”) n.4 voti contrari (gruppo di mino-ranza “Progetto Futuro per Marcallo con Casone – Iniziativa Civica” e gruppo di minoranza “Mo-vimento Cinque Stelle”), e n.0 astenuti su n.11 Consiglieri presenti al momento del voto.

    5. DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRA-ZIONI COMPONENTE TASI (TRIBUTO SER-VIZI INDIVISIBILI) ANNO 2015 – INDIVIDUA-ZIONE SERVIZI INDIVISIBILI: n. 7 voti favorevoli (gruppo maggioranza “Lega Nord Olivares”) n.4 voti contrari (gruppo di mino-ranza “Progetto Futuro per Marcallo con Casone

    La GazzettadiLa GazzettaMarcallo Casone

    di

    con

    gianluca CampanaOrari di ricevimento: sabato mattina su appuntamento

    E-mail: [email protected]

    Raccolta differenziata la collaborazione porta i risultati

    Governo del Territorio ed Edilizia PrivataPolitiche Ambientali ed Energetiche

    funzioni al meglio, occorre anche la collaborazione dei cittadini. Racco-mandiamo di seguire il nuovo calen-dario di raccolta ed esporre in rifiuti in modo corretto, quindi il quindicinale per carta e plastica. Ricordiamo: per la carta, cartone e contenitori te-trapack, la raccolta deve essere fatta senza utilizzare i sacchi di plastica ma semplicemente esponendo il materiale fronte strada, davanti al proprio nume-ro civico, la sera precedente il giorno del ritiro. La carta dovrà essere con-ferita in sacchetti di carta, di cartone o sfusa legata con spago o bidoncino bianco. Non va conferita carta sporca, plastificata o oleata. Per la plastica, nel sacco semitrasparente vanno inseriti tutti gli imballaggi di plastica, ossia i

    Differenziamo ciò che buttiamo, anche il borsellino ha un buon guadagno. Marcallo con Casone con un blasone di Comune riciclone ha sempre mes-so in primo piano la virtù della raccolta differenziata. Anche adesso continua su ottimi livelli, ma perché la raccolta

    6

    contenitori dei prodotti che quotidiana-mente acquistiamo (alimentari e non alimentari). Gli imballaggi vanno svuo-tati da eventuali residui di prodotto e infine schiacciati per ridurre il volume al minimo. In qualunque caso gli uffi-ci comunali sono a disposizione per informazioni, ma anche per aiutare a migliorare il servizio. Possono capita-re dei disguidi, disservizi, dimentican-ze o un non corretto svolgimento su-perabili telefonando al numero verde 800.196363 [email protected] La giusta segnalazione permette di cono-scere i riferimenti per migliorare la si-tuazione. Lavoriamo tutti assieme per mantenere il paese più pulito ed effi-ciente. Invece di scrivere su face book o parlarne al bar, avvisare il Comune.

    Al Parco ghiotti, “Farm Race”, quasi

    una campestre“Farm Race”, un termine preso in pre-stito dalla lingua inglese, ma non è altro che una corsa ad ostacoli tra le fattorie. Al mattino del 20 settembre si corre la “Farm Race”, 5 km con supe-ramento di ostacoli spartani di ogni ge-nere: balle di paglia, muri, fossi, fango, percorsi di guerra, ecc. Saranno pre-miati i primi 3 uomini, le prime 3 donne e il gruppo più numeroso. Il pomerig-gio, sarà in scena una sorta di vetrina delle associazioni che invoglieranno i cittadini a provare una qualsiasi attivi-tà. Sarà un modo per giudicare, orien-

    tarsi ed even-tua lmen te scegliere lo sport più ido-neo da prati-care quando iniziano i cor-si in autunno. I fondi raccol-ti andranno a beneficio del-la comunità.

  • Dal giorno 16 maggio chi entra nel cor-tile comunale ha modo di cogliere un estratto di arte e fantasia dei giovani allievi del liceo artistico Einaudi, so-pra l’entrata della biblioteca comunale. Già, la biblioteca comunale, adesso possiede un nome. Merito dell’ammi-nistrazione che, per l’intitolazione a Oriana Fallaci ha chiamato pezzi da 90 della politica e dell’istruzione. Erano presenti: Massimo Garavaglia, Asses-sore regionale all’Economia, Bilancio, Crescita e Semplificazione, Cristina Cappellini Assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie, Edoar-do Perazzi Fallaci nipote e curatore dell’archivio di Oriana Fallaci, Roberto Castelli ex Ministro della Giustizia, Nunzio Consiglio Senatore, Mar-co Gussetti dirigente dell’Uffi-cio scolastico di Milano, Ma-ria Grazia Pisoni preside del Liceo artistico Luigi Einaudi.“Abbiamo scelto Oriana Fal-laci, perché non volevamo semplicemente scoprire una targa, ma lanciare un segna-le di conoscenza di questa im-portante autrice e promuovere la diffusione del suo pensiero, soprat-tutto tra i giovani che spesso ignorano la sua storia – ha detto il Vicesindaco Ermanno Fusè nella veste di Sindaco, nel suo discorso di introduzione – Vo-gliamo ricordare che l’intitolazione di questa biblioteca si inserisce nel con-testo più ampio dell’attività culturale, portata avanti dal Comune in collabo-razione con la Pro Loco e altri enti del territorio”.Oriana Fallaci, una delle più grandi gior-naliste italiane ampliamente apprez-zata anche all’estero, il suo impegno sulle colonne dei quotidiani è sempre

    stato puntuale e preciso nel raccontare i fatti. La verità innanzitutto e l’impegno per la difesa della libertà e della digni-tà dell’uomo in ogni contesto. Sicura-mente personaggio scomodo. Ha viag-giato in tutto il mondo e ha visto con i suoi occhi i più grandi e terribili conflitti della seconda metà del 20° secolo, conoscendo i più grandi personaggi della politica e della cultura. “Oriana era una rompiscatole tremenda, sim-paticissima, avulsa da qualsiasi circolo politico.- ha ricordato Edoardo Perazzi Fallaci - Pur essendo una grande gior-nalista del “900, la più grande in Eu-ropa, non ha mai avuto grandi ricono-scimenti, ma è sempre stata guardata

    con grande snobismo e in alcuni casi con disprez-

    zo”. La manifestazio-ne è proseguita poi

    notiziE DAl ComunELa Gazzetta

    Marcallo Casonedi

    con8intitolata a oriana Fallaci la biblioteca comunale

    L’opera della targa dei ragazzi dell’Einaudi

    a San Marco dove era allestita, a cura di Fabrizio Silani, la mostra fotografica e video di momenti e interviste celebri, dalla guerra del Vietnam ai giorni no-stri. E infine, addentrarsi in un momen-to di confronto su Oriana Fallaci, mo-derato dal giornalista de “Il Giornale”, Paolo Bracalini.

  • EVENTILa Gazzetta

    Marcallo Casonedi

    con10la Cursa di “pulastritt”

    Come una festa di fine scuola: vociare allegro, entusiasmo, risate. A spiccare in mezzo al verde erano le tante esu-

    beranti magliette gialle sparse per il parco. Dai genitori ai figli, la più antica manifestazione cittadina, per la preci-sione la 34^ edizione, immancabilmen-te come ogni anno si è celebrata il 2 di giugno al parco Ghiotti. La chiamano, nel nostro slang: “Cursa di Pulastritt”. Un chiaro e simpatico riferimento al periodo della vita che va tra l’infanzia e l’adolescenza. Poco più di 700 metri (il percorso segnato da strisce bian-co rosse), erano da correre tutto d’un fiato. In gara 10 categorie divise per sesso e classe. Speaker, il giocoliere di parole Enrico Zaffinetti e la safety car era guidata da Silvano Spanpina-to. E i podisti? Chiamati per nome, si presentavano sulla linea del via. Si

    scattava ai piedi della “sgurieta”, e si arrivava sul rettilineo del bar. Partenze “sgommate”, arrivi al fotofinish. Come un grande meeting di atletica, anche le false partenze, ma qui non si subivano squalifiche. All’arrivo scene di giubilo. Vincitori con alzate le braccia, genito-ri che rincorrevano il proprio atleta del cuore. Organizzato dal comitato dei genitori, si sono presentati al tavolo delle iscrizioni 150 podisti. Tanti. Non così i maschi della 5^ che ai nastri di partenza, erano solo in 3. Il ristoro di fine corsa, (la bottiglietta d’acqua e il panino offerti dalla mensa scolastica) e un gadget caratterizzato da un sac-chettino porta scarpe da ginnastica, era la ricompensa alla fatica.

    1ˆ Elementare Femminile

    4ˆ Elementare Maschile

    5ˆ Elementare Femminile2ˆ Elementare Maschile

    5ˆ Elementare Maschile

    1ˆ Elementare Maschile

    2ˆ Elementare Femminile

    4ˆ Elementare Femminile

    3ˆ Elementare Maschile3ˆ Elementare Femminile

    La GazzettaMarcallo Casone

    di

    con 11EVENTI

    la Flic-Flac ha chiuso l’anno di lezione con il bottogrande affiatamento e coordinazio-ne con rondate, rovesciate, verticali camminate, verticali capovolte in suc-cessione, ribaltate, ruote senza mani, flicflac dietro smezzati e in successio-ne. Insomma un festival. Poi, il gran finale che ha coinvolto di nuovo tutte, anche Nicolò, l’unico maschietto di 4 anni con l’inevitabile standing ovation

    Più di due ore di musica e di esercita-zioni anticipate da un’entrata spetta-colare. Dalla più piccola di 4 anni alla più grande di 18, le 72 ginnaste han-no dato il meglio delle loro capacità di fronte al pubblico del cuore. Percor-si a corpo libero, salti al trampolino, figure imparate durante il corso, i 7 collettivi di ragazze hanno dimostrato

    dalle tribune affollate. Le premiazio-ni con medaglie e fiori per le ginna-ste, alla presenza dell’assessore allo sport Tiziana Moscatelli, è stato l’ulti-mo atto prima di andare tutti a casa. Il 12 giugno in palestra comunale si è celebrato il saggio di ginnastica arti-stica dell’associazione “Flic-Flac, da 8 anni sul nostro territorio. “Le ginnaste in questi anni sono più che triplicate - dice la responsabile Betty Miramonti - Si è creato un gruppo affiatato, con molta complicità sia tra le atlete che tra i genitori, dandomi grandi soddi-sfazioni. Impegno, costanza e passio-ne, con questi ingredienti, le ginnaste sono molto migliorate regalandomi la sera del saggio emozioni e orgoglio. Ringrazio tutti per la collaborazione. Auguro una buona estate, arrivederci a settembre”. Novità del 2015: in collaborazione con l’US Marcallese, a Bellariva di Rimini dal 28 giugno al 5 luglio, si è tenuto il Campus di Ginnastica artistica, con-cedendo ai partecipanti 8 giorni fanta-stici che rimarranno nel cuore.

  • notiziE DAl ComunELa Gazzetta

    Marcallo Casonedi

    con12

    Sono state ideate apposta per Expo, ma alla fine dell’esposizione universa-le troveranno una nuova collocazione e continueranno a dissetare i cittadi-ni. Si tratta delle Case dell’Acqua del Gruppo Cap collocate sul sito espo-sitivo che erogano acqua naturale e frizzante, refrigerata, buona da bere e soprattutto gratuita.Per assegnarle è stato ideato un con-corso di idee per valorizzare il territorio aperto a tutti i Comuni dell’area metro-politana. Tra le proposte arrivate ne sono state selezionate 18, tra queste quella presentata dal Comune di Mar-callo con Casone, in base ai criteri di rilievo artistico, culturale o paesaggi-stico, affluenza di persone e accessi-bilità. Su ciascuna di queste case, per ri-cordare ai visitatori di Expo che l’area metropolitana milanese è ricca di luo-ghi da scoprire, c’è un’illustrazione del

    luogo prescelto per la futura colloca-zione con logo e nome del Comune. Si tratta di impianti innovativi rispetto ai modelli già diffusi sul territorio mila-nese. Innanzitutto sono più piccole e più performanti, in grado di dissetare più persone in contemporanea. Inoltre offrono la possibilità di rifornirsi anche senza contenitore, come nelle fonta-nelle tradizionali.Nel sito espositivo la Casa dell’Acqua di Marcallo con Casone è posizionata in Piazzetta Belgio (vedi piantina).Conclusa l’esposizione universale, la Casa sarà posizionata nel nuovo parco di Via Verne, la cui realizzazione sarà ultimata entro i primi mesi del nuovo anno, e al cui interno ci sarà anche la nuova Cappelletta dedicata alla Ma-donna.

    IL SInDACOMassimo Olivares

    Expo, le Case dell’Acqua del gruppo CAP avranno un futuro nei Comuni della Città metropolitana

    Assegnate in base ad un concorso di idee per valorizzare il territorio

    Il Sindaco Massimo Olivares ad Expo

    1° MAGGIO 2015 EXPO a MILAN.............

    Dopu sett ann da quel 31 marz 2008 in di ufizzi dal Bareaur internaziunal espusizion,

    Milan là vingiù l’assegnazion da questa grande espusizion

    La prima volta però da quest bell event, le stai a Milan dal 1906 adess cunt la tecnologia tanti sistema e laurà cambià

    farann par l’EXPO, la Lombardia e Milan la gioia par ogni italian

    Centoquarantacinc i Paes partecipant e cinquantaquttar in i espusitrur da ogni culur cunt l’espusision universal sperum tant in grado da affruntà i problemi dalla alimetasion

    e dalla puvertà che al Pianeta al gà

    Enca Papa Francesco in diretta la binidì l’EXPO cunt un discurs a tutt al mund

    sul nutriment e la puertà che al mund al gà

    In tanti emm seguì l’apertura e l’inaugurasion da questa espusizion

    e tanti Marcalles andrann a visità questa grand espusizion

    Milan lè al centro dal globo e in questi ses mes Al padiglion Lumbard e l’albero da la vita Cunt i so culur, a guardan a tutt al Mund

    Teresina Castoldi Un ringrasiament all’Amministrasion e

    a tucc i Marcales par al vostar interessament

    l ’angolo della Teresina

    un caro ricordo Da oggi ci sono anch’io

    MARONATI CLAUDIO nato il 27.01.1935

    ci ha lasciato il 12.04.2015

    CARNIELI MANUEL nato il 10.04.2015COLOMBO GIULIA nata il 06.05.2015BOLZONELLA BENEDETTA nata il 09.02.2015COLOMBO GIULIA nata il 01.06.2015CHIODINI STEFANO nato il 06.06.2015Inviaci la foto del tuo/tua piccola e la pubblicheremo

    SORIANI MARIA nata il 26.02.1940

    ci ha lasciato il 06.06.2015

    CISLAGHI VIRGINIO nato il 27.11.1957

    ci ha lasciato il 24.05.2015

    GARAGIOLA ANNABELLA nata il 08.04.2015

    MELE ROSINAnata il 10.12.1930

    ci ha lasciato il 12.04.2015

    GORNATI LUIGI nato il 13.08.1931

    ci ha lasciato il 16.06.2015

    MAIORINO FRANCESCOnato il 28.08.1926

    ci ha lasciato il 09.02.2015

    LONGONI BENITOnato il 12.03.1924

    ci ha lasciato il 24.04.2015

    La GazzettaMarcallo Casone

    di

    con

    Direttore responsabile Massimo Olivares

    Comitato di Redazione Marina Roma, Gianluca Campana

    Segreteria di redazione Tel. 02/9796138

    Sito Internet www.marcallo.it

    Realizzazione grafica e stampa ACM PROMOTION s.a.s di Miraglia Massimo e C. Via San Marco, 106 - 20010 Marcallo con Casone (MI)

    Tel. 02 97254073 - www.acmpromotion.it

    Registrazione tribunale di Milano n. 744/20.12.1999

    Anno XVII, Numero 2 - Luglio 2015 Chiuso il 27/07/2015

    Distribuito da U.S. Marcallese Si ringraziano Mario Garagiola,

    Francesco Ceruti, Marco Colombini

    La GazzettaMarcallo Casone

    di

    con 13AnAgRAFE

  • La GazzettaMarcallo Casone

    di

    con 15AssoCiAzioni

    Anche i marcalcasonesi al Raduno Nazionale Bersaglieri

    di Rimini dal 5 al 10 maggio

    La Pro Loco promotrice del “salamino d’oro”

    Insieme a circa Ottan-tamila Fanti Piumati e a 70 Fanfare domeni-ca 10 maggio a Rimini erano presenti anche i Bersaglieri di Marcallo con Casone con (in or-dine di foto da sx) An-gelo Crivelli,Francesco Garanzini,Giuseppe Calcaterra, Cislaghi (di Abbiate-grasso) e Antonio Beccaglia a sfilare per le vie del pa-ese in festa.

    Virtuosi del sapere. Forse un aggettivo restrittivo per la Pro loco che non perde occasione, per mettere in cornice eventi di cultura e di storia, la nostra storia. L’ultimo il 22 maggio. Con il patrocinio comunale, si è aperto presso Villa Magna-ghi il 6° Concorso del “Salamino d’oro 2015” con cena con-tadina finale. La prova di degustazione e di nomina a miglior salame nostrano nell’altomilanese, si prefigge la finalità di mettere a confronto l’abilità di chi “fa su” il salame nostrano, una pratica in voga nei cortili e cascine in un recente passa-to del nostro territorio. Quarantotto concorrenti, provenienti anche dalle provincie di Cremona e Bergamo, la giuria di 12 giudici ha sentenziato vincitore del Salamino d’oro il magen-tino Gianpaolo Oldani. Salamino d’argento a Paolo Crespi.

    “Concerto d’Estate”, tra storia e musica

    i giovani di “Arte e Vita”, hanno presentato il saggio di fine corso

    Umberto Oldani e dal Maestro Riccar-do Giarda. Il parterre, come sempre nei concerti d’estate: affollato. E la storia? Divisa per decenni, con l’aiuto di una manciata di attori si è sfogliato un vir-tuale album, sposando i fatti cittadini agli avvenimenti nazionali e del mondo. Dal 1920 (quando le lancette dell’oro-logio della San Marco cominciarono a girare per opera dei nostri emigranti tor-

    al folto pubblico. Dopo Ma-genta, l’associazione arti-stica ha aperto una nuova scuola anche a Marcallo con Casone, in via Roma 159. Anche per questo che l’esibizione, pur ta-gliando il traguardo della 9^ edizione, sotto al gran-de ombrello della tensostruttura marcal-lese era la prima volta. Suddivisa in due tempi, con l’intermezzo della cena a cura delle Sciure dei Fiori, la prima parte, inizia-ta alle 18,30, era riservata ai più giovani. Il

    cast delle promesse, inve-ce, nella seconda frazione serale delle 20,30. Fuori programma le esibizioni live di Silvia Fusè, deus ex machina della associazio-ne, Mauro Palermo, Mae-stro Walter Bassani, Giulio Leone, Marta Marino e

    Isacco De Bernardi e A&V Band. Musica per tutti i gusti e ovazioni finali ad ogni in-terpretazione. Parte del ricavato è andato alle associazioni L’Oro, Oltre il Blu e Fon-dazione per Haiti di don Claudio Mainini.

    nati dall’America), fino ai giorni nostri, la narrazione ha entusiasmato il pubblico. Ad ogni decennio un brano d’autore e una scenetta che ricalcava il periodo storico. Tanta nostalgia per l’entrata in scena di una Vespa legata al momento del miracolo economico italiano. Infine, un pensiero ai tre fondamentali sacer-doti pro corpo musicale: don Ghirlanda, don Zuccotti e don Cobianchi, prima del finale con il bis e la manifestazione di consenso a suon di applausi.

    Nel 2015 si compie il 95° di fondazione del Corpo Musica-le San Marco, un buon motivo per presentare la sua storia in musica e per im-magini nel “Concerto d’Estate”, del 4 luglio. Detto, fatto. La scenografia e r a intelaiata nella bellez- za clas-sica del cortile di Villa Ghiotti, le note erano dei più bravi autori internazionali, gli esecutori erano gli abili bandisti del-la San Marco diretti dal Maestro prof.

    Adesso, un palcoscenico tutto per loro. Domani, forse sulle pagine dei giorna-li. Sono piccole stelle che brilleranno un giorno nel firmamento dello spettacolo? Non si sa. Di certo la manifestazione del 14 giugno è stata di rara intensità emoti-va. La seconda domenica di giugno, l’as-sociazione “Arte & Vita”, con il patrocinio del Comune ha allestito il concerto di fine anno degli allievi di musica dal titolo “ Il Cuore Giovane della Musica”. Canto mo-derno, chitarra, piano, tastiere, pc music, basso e batteria erano le interpretazioni che i musicisti in erba hanno presentato

  • Dalla vedetta di guardia alle porte della Valsusa, fino alla terra piana sulla riva est del Ticino con una fiaccola in mano. Quest’anno (edizione numero 35), la ca-ratteristica fiaccolata Avis partiva dalla Sacra di San Michele, quell’antica abba-zia posata su uno spuntone di roccia a due passi dal cielo. In maglia rosso fuoco, hanno partecipato

    vista all’esterno, lindo candore all’interno e sopra un piedistallo la sta-tua sorridente della Madonna. Don Riccardo ha ricordato: “Passando da questa strada ora si può sostare come quando si va per i sentieri di montagna. Si passa, si sosta e si ascolta la voce di Dio”. Felice Castiglioni ha sottolineato: “ Siamo riusciti in breve tempo nell’impre-sa di trasformare il sogno di un progetto nella reale concretezza di un segno tangibile legato alla fede”. Il Sindaco Massimo Olivares ha terminato: “Il Comune concluderà l’opera entro la primavera 2016 con la sistemazione del parco adiacente e il posizionamento della casetta dell’acqua”. Potrebbe chiamarsi Madonna del Rosario o Madonna del Sorriso, ad ogni modo a settembre i cittadini potranno esprimeranno la propria volontà tramite un questionario distribuito a tutte le famiglie.

    Voluta da un gruppo di cittadini, sostenuta e pianificata dalla Pro loco, finanziata dai marcalcasonesi, a un anno della posa della prima pietra, l’edicola della “Madunina” di via Verne ha ricevuto il battesimo giovedì 16 luglio proprio nell’ora in cui il sole calava dietro la linea dell’orizzon-te. I tre sacerdoti a officiare la messa, la folla davanti alla struttura, i flash scattati in rapida successione, raccontavano un evento che entra

    di diritto nella storia del paese. Edificata all’ombra di gigan-tesche rubinie, pro-prio sul confine tra Marcallo e Casone, all’imbocco del sotto-passo dell’alta veloci-tà, la struttura, si pre-senta con una linea slanciata, piacevole da vedersi. Mattoni a

    Dalla sacra di san michele la 35^ Fiaccolata Avis

    Inaugurata la cappellina della “Madunina” di via Verne

    in 120, tra tedofori e addetti all’organizza-zione. Il percorso suddiviso in due tappe, la prima, poco più di 40 km. dalla Sacra di San Michele a Venaria Reale è servita per scaldare i muscoli per la successiva di 120 km che ha portato la carovana attraverso il Piemonte a Marcallo con Casone. In tutto 160 chilometri, a staffetta, superati in due giorni ( 27-28 giugno) da tedofori di ogni età. Dai giovanissimi fino ai senior, l’età anagrafica non contava. Il più picco-lo, 2 anni, ha percorso i primi 50 metri. Il “più senior”, il podista Mario, classe 1946, si è messo alla prova in tutte le staffette programmate. Il tragitto più faticoso? Tra le risaie del vercellese. Strade piatte, as-solate, risaie ai lati, caldo afoso, zanza-re ad infastidire. Alle 21, 30 finalmente a Marcallo al suono delle campane a festa.

    Percorrendo gli ultimi 500 metri della via Manzoni in formazione, gli “avisini” pri-ma hanno sostato al cippo Avis di piazza Italia e poi a soddisfare l’appetito con la cena all’oratorio.

    La GazzettaMarcallo Casone

    di

    con 17AssoCiAzioniAlla 10^ stramarcallo record di iscrittila 8^ stracasone ai pensionati Villa ghiotti di marcallo

    tiva”, dichiaravano gli organizzatori e come tale, vinceva non chi arrivava primo, ma chi si presentava come gruppo più numeroso.Partenza al suono della sirena della Po-lizia locale davanti al Comune alle 20,15. Arrivo sul vialetto del Bar del Parco. Per la cronaca, il più veloce della lunga fiumana multicolore è stato Famara Sonko con il tempo di 24’34” su i 7 km. Dopo mezzora è arrivato il gruppo-ne dei più. Per ultimo i camminatori, quelli dei 5 chilometri all’ora. Organiz-zazione perfetta, gestita con capacità e professionalità, nonostante il flusso consistente difficile da condurre. La classifica per i premi ha visto al 1° po-sto la Scuola media con 242 iscritti, 2°

    rologio campanaro. Correndo saltellando e passeggiando sul percorso breve di 3 km attorno a Casone e sul lungo di 6 chi-lometri che transitava anche sul territorio

    Alla festa del podismo marcallese si sono presentati in 1300. Record as-soluto, non solo per la classica Stra-marcallo, ma anche primato tra le tante competizioni del vicinato. Nella serata fresca del 9 giugno, l’Avis locale in col-laborazione con il Comune, Admo e Aido, al fine di promuovere la cultura del “dono del sangue”, ha organizzato la 10^ Stramarcallo, camminata non competitiva a passo libero per le vie e piste ciclabili del paese, su due percor-si di 7,5 e 3 km. “Corsa non competi-

    Stramarcallo batte, Stracasone risponde. Da 8 anni questo simpatico ping-pong cit-tadino coinvolge sotto l’etichetta di podisti: famiglie al completo, giovani, senior dalla pancetta e calvizie pronunciata, atleti. Se la Stramarcallo ha acceso i riflettori ai primi di giugno, il 4 luglio lo starter ha dato il via alla Stracasone. All’ottava edizione, nono-stante il caldo africano si sono presentati ai nastri di partenza in 127. Organizzata dall’associazione socio culturale La Fe-nice in collaborazione con il Comune, la manifestazione podistica “ludica motoria” non competitiva a carattere internaziona-le a passo libero, è scattata davanti alla chiesa con l’ultimo rintocco delle 20 dell’o-

    la Scuola primaria (225), 4° il Gruppo Cammino di Marcallo con Casone (55).

    meserese, a vincere la Stracasone edizio-ne 2015 sul traguardo di piazza Bubry è stato il gruppo dei Pensionati villa Ghiotti di Marcallo con 21 partecipanti.

    La GazzettaMarcallo Casone

    di

    con16 EVENTI

    Vendita legna da ardere

    Marcallo con Casone (MI) - Via Don Sturzo

    [email protected] - www.legnatrezzi.it

    AVERE 102 ANNI E NON DIMOSTRARLISi nasce in altre parti d’Italia, ma poi è Marcallo con Casone che regala l’elisir di lunga vita. E’ successo anche a Domenica Pane,

    una “giovinetta” che il 13 apri-le scorso, circondata da pa-renti e amici, ha soffiato su ben 102 candeline. Nata nella terra che profuma di zagare, nonna Domenica è arrivata a Marcallo nel 1968 dalla sici-liana Gangi, un ridente borgo piantato nel cuore delle Mado-

    nie. Nonostante le sue numerose primavere non conosce l’onta dei medicinali. Il suo unico farmaco curativo è il mangiar sano. Poca carne, tanta verdura, latte e formaggi, vietato l’alcol, proibito il fumo. Regole di vita sacrosante che le permettono di condurre un’esistenza autosufficiente e un aspetto giovanile. Capelli folti, limitate rughe, riflessi pronti, punto di riferimento per figli e nipoti, ancora adesso dispensa consigli a tutta la stirpe. Auguri nonna Domenica dall’Amministrazione e dalla redazione della Gazzetta di Marcallo con Casone. Arrivederci il 13 aprile prossimo.

  • Marcallo Casonecon 19La GazzettadiLa GazzettaMarcallo Casonedicon18 CAlEnDARio ED EVEnti

    l’istituito comprensivo De Amicis presente all’Expo 2015 con il progetto: “Acqua e terra, l’oro del ticino a Km. zero”

    ministrazioni, ammirato da tutta la platea. “E’ un per-corso didattico e formativo che nella scuola è stato perseguito in questi anni e ha trovato un preciso ri-scontro nelle tematiche e nelle modalità comunicati-ve che si possono trovare all’interno del sito espositivo – ha spiegato la Dirigente scolastica Marisa Oldani- Per noi è stato un percorso significativo. Gui-dare bambini al di là della loro età a riflet-tere sulla tematica di Expo 2015, nutrire il pianeta, energia per la vita, è stato interes-sante”. Poi la parola è passata ai ragazzi che hanno commentato la realizzazione.

    L’istituto, attraverso una rappresentativa, avrà la possibilità di illustrare il progetto il 10 ottobre nell’ambito del padiglione Italia. Alla fine la Preside ha sottolineato: “ Que-sta è la giusta ricompensa di tanto lavoro svolto dai ragazzi e di chi, insegnanti ed esperti che hanno creduto e sostenuto questa idea fin dall’inizio.

    Era solo un’anteprima di presentazione, ma all’auditorio della scuola media, il 26 maggio, attratti dall’orbita dell’evento, ol-tre l’affluenza da record, era in prima fila anche la leadership amministrativa dei tre Comuni coinvolti, Marcallo con Casone, Mesero, Boffalora. La circostanza richiedeva solennità. Gli alunni delle scuole primaria e secondaria di primo grado dell’istituto comprensivo Ed-mondo De Amicis, presentavano “Acqua e Terra, l’oro del Ticino a km. zero”, un pro-getto selezionato dal Comitato Regionale Scuola Expo e ammesso al padiglione Ita-lia della esposizione milanese. Una serata speciale per alunni e studenti protagonisti di un lavoro, con il sostegno delle tre am-

    MANIFESTAZIONI ED EVENTI LUGLIO / SETTEMBRE / OTTOBRE 2015Venerdì, Sabato, Domenica 24-25-26 luglio Associazione Gamba de Legn GAMBA DAY Parco Ghiotti

    Mercoledì 29 Luglio PROGETTO ORCHIDEE Tensostruttura

    Venerdì 4 Settembre FESTA DI SANT’ALESSANDRO col Rione Sant’Alessandro Tensostruttura

    Sabato e Domenica12 e 13 Settembre PROGETTO ORCHIDEE Tensostruttura

    Sabato 19 Settembre VISITA AL CASTELLO SFORZESCO in collaborazione con la PRO LOCO Milano

    Domenica 20 Settembre “FARM RACE” Festa dello Sport Tensostruttura

    Sabato e Domenica26 e 27 Settembre TENNIS DA SPIAGGIA Tensostruttura

    Sabato 3 Ottobre SPINNING DAY Tensostruttura

    Con il patrocinio del Comune e a cura delle associazioni, Spazio Libero, Gio-vani Musicisti Anonimi, Albatros, Sche-dia Teatro, Arte e Vita, il Bar del Parco, Le Note, nell’arco del mese di luglio va in scena “Un parco di idee” tratto dal

    Progetto orchidea, nel palcoscenico del Parco ghiottiProgetto Orchidee. Cultura e musica per 4 settimane sono gli assoluti prota-gonisti. Iniziato l’8 luglio, con il dj Set e le performance di artisti rap e hip hop, dal nome fantasioso: “Codici a Barre”, “Don Vito”, “Kima Dk” e “Sinistro”, ogni

    mercoledì si gode di uno spettaco-lo nuovo. “Musica tra lestelle” il gior-no 15 e lezione di astronomia in Sala Cattaneo con il docente casonese Valerio Zuffi, abile nello spiegare l’a-stronomia in modo

    veloce e facile. Partendo dal sistema solare, come in un viaggio, si è arrivato fino alle galassie più lontane con l’aiuto delle proiezioni di pianeti, di comete, del Sole e di Plutone. Poi la pratica, all’a-perto, scrutando il cielo con un potente telescopio puntato su Saturno. E per addolcire la serata dalle punture delle zanzare anche le note di un pianofor-te. I prossimi appuntamenti sono fissati per il 22, con “Reading Teatrale”, serata centrata sulle letture a cura di “Schedia Teatro” assieme all’accompagnamento musicale. L’ultimo il 29 con “Unplugget nigth”, musica dal vivo a cura di Arte e Vita. Lo spettacolo ripercorre i grandi classici di ieri e di oggi.

    Comune di Marcallo con Casone www.marcallo.it • [email protected]

    Centralino 02 97961 1

    Fax Comune 02 9796134

    Area Affari Generali e Servizi Persona Responsabile Dott.ssa Daniela Bognetti

    02 9796148 [email protected]

    Ufficio Segreteria Marta Garanzini 02 9796122 [email protected]

    Ufficio

    Anagrafe/Stato Civile/Elettorale

    Desirè Pivesso

    Stefania Cò

    02 9796180

    02 [email protected]

    URP Monica Barbaglia

    Francesco Lambo02 9796138 [email protected]

    Ufficio Protocollo/Messi Leonardo Curti

    Laura Ferrari02 9796121 [email protected]

    Ufficio Assistente Sociale Erika Piccinni 02 9796142 [email protected]

    Biblioteca - Istruzione Sara Tizzoni 02 9796135 [email protected]

    Area Contabile Responsabile Marta Chiodini 02 9796125 [email protected]

    Ufficio Ragioneria/Personale Laura Niola 02 9796126 [email protected]

    Colombo Elisabetta 02 9796124

    Ufficio Tributi Monica Cassani 02 9796146 [email protected]

    Area Tecnica Responsabile Geom. Massimo Ghizzoni 02 9796140 [email protected]

    Segreteria Maria Grazia Gornati 02 9796128 [email protected]

    Edilizia Privata Alessia Lapi 02 9796129 [email protected]

    Lavori Pubblici Samuele Pozzato 02 9796127 [email protected]

    Ecologia/Ambiente Paola Penucchini 02 9796141 [email protected]

    Comando Polizia Locale 02 9796131

    Cellulare Polizia Locale 347 4512166

    Responsabile Antonio Schintu [email protected]

    Pasquale Polito [email protected]

    Filippo Corallo

    Miriam Pandini

    numERi utili

  • forno

    a legna

    Tutte le piz

    ze

    si posso av

    ere

    con farine

    alternative

    5 cereali,

    KamuT

    inTegral

    i

    Santo Stefano TicinoTel. 02.97272239

    consegna

    a domicilio

    graTuiTa

    Si accetta

    no

    tutti i tipi

    di ticket

    Via Piave, 48/c Aperto anche a Mezzogiorno • Chiuso il lunedì

    seguiteci su

    Un Mondo di Pizza di Izzo Andrea