Intervento Giuliano Noci

Click here to load reader

  • date post

    09-Jun-2015
  • Category

    Technology

  • view

    286
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Intervento Giuliano Noci

  • 1. #umbriadigitale Rapporto sullInnovazione dellItalia delle Regioni e degli Indici di Modernit ICT nel quadro dello scoreboard europeo Giuliano Noci Politecnico di MilanoQuestolavoropubblicatosottolicenzaCreativeCommonsAttribuzione3.0Italia (CCBY).Pervisualizzareunacopiadellalicenzavisitareilsito:http://creativecommons.org/licenses/by/3.0/it/ www.umbriadigitale.it15-16 aprile 2013 Perugia www.agendadigitale.regione.umbria.it

2. Agenda Il quadro di riferimento Linnovazione nelle Regioni Le barriere allinnovazione Il ruolo di diversi livelli di governo I desiderata dellutenza Il SUAP nelle Regioni#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano2 3. Il quadro di riferimentoDallAgenda Digitale Europea ai Gruppi di Lavoro in Italia[fonte: RIIR, 2012]Mercato Digitale Infrastrutture eUnico Sicurezza Interoperabilit e StandardeCommerceFiducia e SicurezzaeGovernment e Open Data Internet veloce e Alfabetizzazione Super veloce informaticaRicerca eInnovazioneRicerca e Innovazione Alfabetizzazione e inclusione digitaleSmartCommunitiesICT e Societ#umbriadigitale15-16 aprile 2013Giuliano Noci Politecnico di Milano3 4. Il quadro di riferimentoLeggi regionali sulla Societ dellInformazione[fonte: Cisis, 2012] #umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci - Politecnico di Milano 4Perugia 5. Il quadro di riferimentoLeggi regionali sulla Societ dellInformazione2004-2007 2008200920102011 2012 2013 #umbriadigitale15-16 aprile 2013Giuliano Noci - Politecnico di Milano 5Perugia 6. Il quadro di riferimentoInteroperabilit[fonte: RIIR, 2012]#umbriadigitale15-16 aprile 2013Giuliano Noci - Politecnico di Milano 6Perugia 7. Il quadro di riferimentoIdentit digitale[fonte: RIIR, 2012] Le Regioni con pi servizi attivati sulle CRS LA DI FFUSI ONE Le Regioni pi attive(% CRS distribuite rispetto alla popolazione) LADOZI ONELe regioni con pi CRS attivate #umbriadigitale15-16 aprile 2013Giuliano Noci - Politecnico di Milano 7Perugia 8. Il quadro di riferimentoIdentit federata[fonte: RIIR, 2012]#umbriadigitale15-16 aprile 2013Giuliano Noci - Politecnico di Milano 8Perugia 9. Il quadro di riferimentoBanda larga[fonte: RIIR, 2012]#umbriadigitale15-16 aprile 2013Giuliano Noci - Politecnico di Milano 9Perugia 10. Il quadro di riferimentoSistema Informativo Territoriale[fonte: RIIR, 2012]#umbriadigitale15-16 aprile 2013Giuliano Noci - Politecnico di Milano10Perugia 11. Agenda Il quadro di riferimento Linnovazione nelle Regioni Le barriere allinnovazione Il ruolo di diversi livelli di governo I desiderata dellutenza Il SUAP nelle Regioni#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano11 12. Linnovazione nelle RegioniEterogeneit nazionaleFonte: EC, IUS2013#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano12 13. Linnovazione nelle Regioni eterogeneit regionale Innovation Leader InnovationFollowerModerateInnovator ModestInnovator Valle dAosta Provincia Autonoma Bolzano Friuli-Venezia GiuliaProvincia Autonoma UmbriaBasilicata Abruzzo Lombardia Sardegna Calabria Piemonte Emilia-Romagna PugliaLazio Liguria Toscana SiciliaMolise TrentoVenetoMarcheCampaniaFonte: EC, RIS2012 Follower - High Moderate - High Modest - High Follower - Medium Moderate - Medium Modest - Medium Follower - LowModerate - LowModest - Low #umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano13 14. Linnovazione nelle Regioni in differenti aspettiIndice di Modernit Maturit Readiness ICT delICTTasso di Utilizzo ICT dellofferta Territorio 1Emilia Romagna Emilia RomagnaEmilia RomagnaEmilia Romagna 2LombardiaVenetoVenetoFriuli Venezia Giulia 3Veneto Trentino Alto Adige Lombardia Lombardia 4Trentino Alto AdigeFriuli Venezia Giulia Toscana Lazio 5Friuli Venezia GiuliaToscana Trentino Alto Adige Liguria 6ToscanaLombardia PiemonteValle dAosta 7LiguriaPiemonteLiguria Marche 8Piemonte Valle dAosta MarchePiemonte 9LazioLiguria Lazio Trentino Alto Adige10Marche UmbriaFriuli Venezia Giulia Veneto11Valle dAostaLazio BasilicataToscana12Umbria SardegnaAbruzzo Umbria13AbruzzoMarcheCalabriaCampania14Basilicata Abruzzo Valle dAosta Abruzzo15Campania CampaniaCampaniaSardegna16Sardegna Sicilia UmbriaPuglia17Calabria PugliaMoliseSicilia18Puglia BasilicataSicilia Basilicata19SiciliaCalabriaPugliaCalabria20Molise MoliseSardegnaMoliseFonte: MIP&SDA, Ricerca Modernit ICT & Territorio, 2012#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano 14 15. Linnovazione nelle Regioni in differenti aspettiFonte: MIP&SDA, Ricerca Modernit ICT & Territorio, 2012 Utilizzo ICT nelle impreseTasso di Utilizzo ICT Utilizzo ICT nella Pubblica Amministrazione Utilizzo ICT nelle famiglie Livello di evoluzione dellofferta ICT Business Indice diLivello di evoluzione dellofferta ICT Consumer e Modernit ICTMaturit dellofferta ICTMicrobusiness Performance Infrastruttura ICTReadiness ICT del territorio Finanziamenti ICTCultura ICT#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano 15 16. Linnovazione nelle RegioniQuali le conseguenze delleterogeneit nella gestionedellinnovazione?Criticit:Opportunit:Frammentazione dei sistemi Ente follower bassi sforzi in.differenti livelli di serviziocontesto di ridotta incertezzaAssenza di standard bassa RiusoreplicabilitEnte pioniere alti sforzi incontesto di incertezza #umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano 16 17. Linnovazione nelle RegioniQuali le conseguenze delleterogeneit nella gestionedellinnovazione?Criticit:Opportunit:Ente follower bassi sforzi in contesto di ridottaFrammentazione dei sistemi incertezzaRiuso.differenti livelli di servizioAssenza di standard bassareplicabilitEnte pioniere alti sforzi incontesto di incertezzaFederalismo competitivo e non cooperativo#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano 17 18. Agenda Il quadro di riferimento Linnovazione nelle Regioni Le barriere allinnovazione Il ruolo di diversi livelli di governo I desiderata dellutenza Il SUAP nelle Regioni#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano18 19. Le barriere allinnovazioneQuali le barriere a unefficace gestione dellinnovazione?Analisi dei fattori ritenuti abbastanza o molto rilevanti nellinfluenzareNEGATIVAMENTE il processo di introduzione di una soluzione innovativa[fonte: Osservatorio eGovernment 2012]1. Risorse83% La mancanza di adeguate risorse81% 86%economiche2. Organizzazione 73% 78% La scarsa disponibilit di personale da70%3. Culturadedicare al progetto54%71%4. Contesto La mancanza di competenze interne42% 46% 43%41%nord centrosud e isole#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano19 20. Le barriere allinnovazioneQuali le barriere a unefficace gestione dellinnovazione?Analisi dei fattori ritenuti abbastanza o molto rilevanti nellinfluenzareNEGATIVAMENTE il processo di introduzione di una soluzione innovativa[fonte: Osservatorio eGovernment 2012]66%1. Risorse La difficolt di interagire con altre aree organizzative del proprio Ente64%66%66% La difficolt nellinteragire con i Ministeri e le66% 68%65%2. Cooperazione loro Agenzie, quando sia necessario coinvolgerli 59% La difficolt di interagire con altri Enti pubblici55%dello stesso livello istituzionale, quando sia 50%56%necessario coinvolgerli 63%3. Cultura La sovrapposizione delle competenze e dei 55%doveri istituzionali degli Enti Pubblici 54%50% 37%4. ContestoIl cambiamento dei referenti politici nel tempo48% 43% 47%49% La difficolt nellinteragire con la Regione,40%50%quando sia necessario coinvolgerle 54%45% nord centro sud e isole #umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano 20 21. Le barriere allinnovazioneQuali le barriere a unefficace gestione dellinnovazione?Analisi dei fattori ritenuti abbastanza o molto rilevanti nellinfluenzareNEGATIVAMENTE il processo di introduzione di una soluzione innovativa[fonte: Osservatorio eGovernment 2012]1. Risorse74% La resistenza degli utenti al cambiamento82%72%61%2. Cooperazione62%La mancanza di commitment politico 50% 63% 60%3. Cultura 60% La mancanza di commitment della dirigenza 50% 57%4. Contesto 54%50% La mancanza di commitment del personale 57% dellEnte coinvolto41% 49% nordcentro sud e isole#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano 21 22. Le barriere allinnovazioneQuali le barriere a unefficace gestione dellinnovazione?Analisi dei fattori ritenuti abbastanza o molto rilevanti nellinfluenzareNEGATIVAMENTE il processo di introduzione di una soluzione innovativa[fonte: Osservatorio eGovernment 2012] Linadeguatezza o il52%50%1. Risorsedisallineamento della soluzione con la normativa (in particolare se nuova) 39%57%2. CooperazioneLa mancanza/linadeguatezza di documenti programmatici 53%50% 49% sullinnovazione del proprio ente39%3. CulturaLa scarsa disponibilit di idonee43%soluzioni tecnologiche (es.: 36%41% infrastrutture)41%4. Contesto La mancanza/linadeguatezza di41% documenti programmatici 36%42%sullinnovazione a livello regionale onazionale 49%nordcentro sud e isole#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano22 23. Agenda Il quadro di riferimento Linnovazione nelle Regioni Le barriere allinnovazione Il ruolo di diversi livelli di governo I desiderata dellutenza Il SUAP nelle Regioni#umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci Politecnico di Milano23 24. Il ruolo di diversi livelli di governoCommunity Network[fonte: Cisis, 2012]I L GRADO DI ADOZI ONE I L GRADO DI ADESI ONE Le Community Netw ork pi attive nelle funzioni% di Comuni aderenti alla Communityofferte, nei processi e nei servizi condivisi Netw ork per regione (Numero di funzioni o servizi presenti su un panel di 22 servizi) #umbriadigitale15-16 aprile 2013 Giuliano Noci - Politecnico di Milano 24Perugia 25. Il ruolo di diversi livelli di governoQual il livello istituzionale pi adeguato a elaborare strategiedi eGovernment?[fonte: Osservatorio eGover