In cassetta novembre 2015

Click here to load reader

  • date post

    24-Jul-2016
  • Category

    Documents

  • view

    222
  • download

    0

Embed Size (px)

description

Il mensile gratuito di Buttapietra, Castel d'Azzano, Isola della Scala, San Giovanni Lupatoto, San Martino Buon Albergo, Vigasio e Zevio

Transcript of In cassetta novembre 2015

  • Anno VIII - numero 11 - Novembre 2015

    ! BUTTAPIETRA ! CASTEL DAZZANO ! VIGASIO ! ZEVIO! SAN GIOVANNI LUPATOTO

    ! SAN MARTINO BUON ALBERGO ! ISOLA DELLA SCALA

    in

    PRIMO PIANO

    La Grande Mela cambialook per celebrare i ventanni di apertura...

    a pagina 4

    POLITICA41 circoli del PD chiedonoun congresso provincialestraordinario...

    a pagina 6

    SAN GIOVANNIIntervista ad AnnamariaMolino: loncologa lupatotina racconta lasua battaglia...

    a pagina 8

    SAN MARTINOIn arrivo un nuovo par-cheggio alla stazione...

    a pagina 10

    ISOLA DELLA SCALATorna la Fiera del Bollitocon la Pear dal 12 al 29novembre...

    a pagina 14

    CARTELLONEIl teatro Astra presenta la nuova stagione...

    a pagina 16

    DI FABIO LONARDI

    La fiera del Riso devepuntare all'internaziona-lizzazione e deve metterein campo un progetto direspiro europeo per man-tenere i risultati raggiuntie contribuire alla crescitadel territorio, questa laricetta di Giovanni Mioz-zi, sindaco di Isola dellaScala, per il futuro dellarassegna isolana.Si conclusa domenica 11ottobre la 49 Fiera delRiso di Isola della Scala. Irisotti serviti negli stand,nei concorsi e nelle seratea tema - secondo le primestime allindomani dellachiusura dei padiglioni -sono stati circa 385mila:alcune migliaia in pirispetto alledizione prece-dente. A questi vannoaggiunte diverse decine dimigliaia di altri piatti pre-parati, per levento, confarina di riso: dai dolci allepizze, dalla pasta ai tortel-lini. La Fiera si cos con-fermata il pi visitatoappuntamento italianodedicato ad un prodottotipico.Un dato rilevante hariguardato la provenienzadegli ospiti della manife-stazione: gli operatori del-levento hanno infatti regi-

    strato una forte crescita divisitatori da fuori regione,in particolare dallEmiliaRomagna, dalla Lombardiae dal Trentino Alto Adige.Questo trend premia unapromozione capillare cheabbiamo cominciato anco-ra nel 2014 spiega lAm-ministratore Unico di EnteFiera di Isola della Scala,Luigi Mirandola . Unastrategia che si rivelatacorretta e che rende liden-tit e la percezione di que-sta Fiera, dalle profonderadici locali, sempre pinazionale.Giovanni Miozzi, invece,ha appena chiuso la sua

    ultima fiera del Riso dasindaco: il prossimo annosi terranno le elezionicomunali e, a meno diun'improbabile modificadella legge, non potr pre-sentarsi di nuovo comecandidato primo cittadino.Dal 1990 ad oggi sotto-linea la fiera cresciutamoltissimo: all'intuizionedelle amministrazioni pas-sate, si aggiunto il gran-de impegno che la miasquadra ha messo incampo negli ultimi diecianni e che ha portato larassegna a superare ilmezzo milione di visitatorinei 26 giorni di apertura.Miozzi non porta solo idati dei visitatori e deirisotti venduti, quadrupli-

    cati, ma anche quelli strut-turali: Abbiamo realizza-to il Palarisi-Zanotto continua il sindaco chenon solo un padiglionedi grandissimo pregio dalpunto di vista architettoni-co e funzionale, ma haconsentito alla Fiera dirisparmiare 150/200milaeuro l'anno di affitto distrutture. Soldi di cui lacomunit ha beneficiatoper progetti sociali, per leassociazioni di volontaria-to o servizi.Sul fronte dell'internazio-nalizzazione Miozzi riven-dica le numerose occasioniin cui il riso e gli chef iso-lani hanno avuto la possi-bilit di una ribalta mon-diale: Olimpiadi di Lon-

    dra, G8 a L'Aquila, la visitaal Santo Padre, o le nume-rose trasferte a fiere edeventi esteri Germania,Francia, Spagna. Ora importante insiste Mioz-zi che la fiera punti su unprogetto europeo metten-dosi in rete con le altredue zone Igp di Francia eSpagna. Bisogna puntaresui fondi europei per por-tare risorse sul territorio efar crescere ulteriormentenon solo la Fiera ma anchetutto l'indotto. Penso alrecupero dei mulini, allepiste ciclabili lungo le risa-ie, al restauro della TorreScaligera.Miozzi lancia quindi lasfida al suo successore: Ilprossimo sindaco ha l'op-portunit di consolidare irapporti con i territori Igpspagnolo e francese e dimettere in campo un pro-getto di partnership perportare a casa i fondi euro-pei, parliamo di 10/20milioni di euro. Questa la strada da seguire permantenere la Fiera al livel-lo in cui a arrivata e conti-nuare a portare risorse sulterritorio. Mi auguro chela prossima amministra-zione lavori in modo disin-teressato nell'interessedella rassegna e dellacomunit.

    ISOLA DELLA SCALA. GIOVANNI MIOZZI FA IL BILANCIO DEI 10 ANNI DI CRESCITA DELLA RASSEGNA ISOLANA

    La Fiera guardi allEuropaRegistrazione Tribunale di Verona n 1795 del 19.07.2008 www.incassetta.it

    Cassetta

    Giovanni Miozzi, sindacodi Isola della Scala.

    Pneumatici Invernalidi tutte le marche

    Arriva linvernopensa alla sicurezza!

    Arriva linvernopensa alla sicurezza!

    Ortodonzia bambini - adultiimplantologia

    protesi e riabilitazioni

    estetiche

    BUTTAPIETRAStudio Dentistico

    Via Alighieri, 1

    Tel. 045-6660070

    a soli 5 minuti da

    Castel dAzzano

    www.dottormuraro.com

  • NOVEMBRE 2015 2Cassettain Cronache

    Il Consiglio di Stato in sedegiurisdizionale ha pronuncia-to unordinanza sul ricorso n.7949/2015 (presentato il 7settembre 2015) proposto daSerenissima SGR SpAcontro il Comune di Pove-gliano Veronese e il Comunedi Nogarole Rocca, per la

    riforma della sentenza delT.A.R. Veneto n. 870/2015concernente lesclusione daassoggettamento a proceduradi V.I.A. dellintervento dimodifica del P.U.A. denomi-nato Parco della LogisiticaAvanzata - District Park inlocalit V de Rua a Vigasio. In sostanza, il Consiglio diStato ha respinto la domandadi sospensione dellefficaciadella sentenza del TARVeneto, rilevando lesigenzadi ...non eludere la discipli-na in tema di V.I.A. assogget-tando a procedimento diV.I.A. interventi frazionatianzich il progetto nel suocomplesso e giudicando chela tutela degli interessi pub-blici coinvolti, contraddistin-ti da profili di particolareincidenza generale, assumepreminenza sugli interessieconomici fatti valere dallasociet Serenissima SGRSpA. Il Consiglio di Stato stabili-sce inoltre che la societSerenissima SGR SpAdeve rimborsare le spesedella fase giudiziale, liqui-dandole nella misura di euro2.000,00 a favore di ciascuna

    delle parti costituite in appel-lo. Questa notizia viene accoltacon grande soddisfazione percoloro che in questi anni sisono battuti per la salvaguar-dia degli interessi pubblicigenerali rispetto ad un pro-getto che, fin dalla sua primaversione, presentava forti cri-ticit in merito a impattoambientale, con una gi fortepresenza di inquinamentoatmosferico; impatto sullaviabilit del territorio circo-

    stante, gi gravato da un traf-fico molto pesante.Considerando anche che,data lattuale crisi economi-ca, lofferta di capannonisfitti ad uso logistico e pro-duttivo (industriale e artigia-nale) sopravanza di granquantit la relativa domandadi mercato.

    Anna Maria Bigon, sindaca di Povegliano

    Vincenzo Parise, presidente de Il Tiglio-

    Legambiente

    District Park (Vigasio)

    Il Consiglio di Stato respinge richiesta sospensiva

    www.incassetta.it

    Registrazione Tribunale di Verona n 1795 del 19.07.2008

    Direttore Responsabile:Fabio Lonardi

    Societ Editrice:Karattere s.r.l

    Via G. Puccini, 7 37060 BUTTAPIETRA (VR)

    Tel. 335 6901551 e-mail:

    [email protected]:

    FDA EUROSTAMPA srlVia Molino Vecchio, 185

    25010 BORGOSATOLLO (BS)Chiuso il 2.11.2015

    inCassetta

    ALTRI PUNTI DI RITIRO CEREA E VERONA

    PROMOZIONE DEL MESEValutiamo il vostro oro

    rispetto alla quotazionegiornaliera.

    (escluso prezzo internet)

    1 AL GRAMMO IN PI

    1 AL GRAMMO IN PI

    Qui trovi la valutazione del tuo oro: www.oro-verona.it [email protected]

    Via IV Novembre una delle vie pi trafficate della nostracitt: collega il centro di San Giovanni Lupatoto con la fra-zione di Pozzo, ed attraversata quotidianamente dal flussodi molti mezzi, sia automobili che biciclette.Per chi la percorre, evidente lo stato di degrado del mantostradale: vi sono buche assai profonde e pericolose, in specialmodo per ciclisti e motociclisti.San Giovanni Lupatoto, fortunatamente, ha i mezzi economi-ci per poter garantire lasfaltatura delle strade. Linvito dove-roso al Commissario prefettizio, che sta svolgendo egregia-mente il proprio incarico, quindi spontaneo: destini alcunerisorse per la sistemazione della via, sar di beneficio per icittadini e per la sicurezza stradale della zona. Lesigenza reale, sentita da diversi lupatotini.

    Marco Taietta

    San Giovanni

    Asfaltature in via IV Novembre

    Ma dov' stato Tosi fino ad oggi? Viene osannato come merito di questa amministrazione ilblocco del traffico che riuscita ad attivare dopo averloannunciato un anno e mezzo fa e ora rilanciano la palla incampo avverso indicando in Renzi (che governa da due anni)e Zaia i responsabili della mancata realizzazione della varian-te? Ridicolo!Sono solo strumentalizzazioni politiche che ai cittadini noninteressano nulla. L'obiettivo si raggiunge operando tutti perlo stesso obiettivo e non vantando i propri risultati e delegan-do ad altri compiti che per anni non si sono svolti con atten-zione e pervicacia. Chi stava con Zaia nel precedente manda-to in Regione? Chi ha ritardato due anni ad indicare ad ANASil tracciato della varante nel nostro Comune? Chi si occupa-

    to del traforo anzich guardare ai problemi della viabilit diverona sud che sarebbero stati risolti con la 434 e la variantealla statale 12? Il presidente della quinta dovrebbe anchedirci quali benefici porteranno la rotonda del golino e, soprat-tutto, il nuovo svincolo su Via Vigasio. Qualche mattina o sera potrebbe percorrere Via Mezzacam-pagna, su cui uscir il nuovo svincolo e che collega Via Viga-sio con la statale 12, per capire che i problemi di trafficoaumenteranno su quell'arteria gi trafficatissima, sottodimen-sionata per gli autoarticolati che la transitano per raggiunge-re i centri di logistica inopinatamente autorizzati in loco.

    Luigi Ugoli e Michele Bertucco,consiglieri comunali Pd di Verona

    Realizzazione della Variante

    Gli smemorati della Statale 12: di chi sono le responsabilit?

  • 1965 2015

    ROSSETTO

    rossettogroup.it

    *esc

    lusi

    i la

    tti1

    MERCOLEDI, 11 NOVEMBRE

    PER IL VOSTRO GRANDE RISPARMIOSolo per il 2015, in occasione del nostro 50 anniversario, uno sconto reale del 10% alla cassa sul totale della spesa*, anche il secondo mercoled di ogni mese.

    SU TUTTA LA SPESA

    iperalimentarerossetto

    superrossetto

    C.C. LA GRANDE MELA SHOPPINGLANDLugagnano di Sona (VR) T 045 6090007Orari: LUN-SAB continuato 9.00-21.00

    LA DOMENICA APERTO DALLE 10.00 - 20.00

    LA DOMENICA APERTO DALLE 9.00 - 13.00

    S.MARIA DI ZEVIO VRVia Tre Ponti, 2 T 045 6069062Orari: LUN-SAB continuato 9.00 - 20.00

    UN RINGRAZIAMENTO AGLI SPONSOR CHE CI HANNO AIUTATO A REALIZZARE QUESTA INIZIATIVA

  • DI FABIO LONARDI

    Una struttura sospesa traterra e cielo: sar questoil nuovo aspetto del cen-tro commerciale la Gran-de Mela.Questo stato il primocentro commerciale diVerona ed stato il puntodi riferimento per tutte lestrutture che sono stateaperte successivamente.Ora, ventanni dopo,vogliamo mettere incampo un restyling inno-vativo per continuare amantenere la leadership alivello provinciale, cosMarco Cingottini, diret-tore del centro commer-ciale commenta la conclu-sione della prima delle trefasi del progetto che por-ter al totale restylingarchitettonico esterno delCentro Commerciale LaGrandeMela Shoppin-gland, il cui termine previsto entro Pasqua2016, anno in cui LaGrande Mela celebrer ilsuo 20esimo Anniversa-rio.Lopera, ideata e progetta-ta dallo studio di Archi-tettura Iglis Zorzi diVerona, e resa possibilegrazie allimpegno con-giunto dei proprietari edel Consiglio di Ammini-strazione del Centro, sup-portati dalla societ digestione Cogest Retail,sar latto conclusivo diun percorso iniziato erealizzato nel 2010 con ilrestyling totale delle gal-lerie interne del Centro. una scelta condivisa da

    tutta la propriet - sotto-linea Lorenzo Rossetto -e in un momento comequesto fa piacere consta-tare la grande intesa deglioperatori verso un inve-stimento economicoinmportante. Gli fa eco David Troiani,componente del CdA eoperatore del Centro: Ilnostro punto di partenzae di arrivo sempre ilcliente: abbiamo aderitocon etusiasmo al progettodi restyling certi che que-sto investimento daruna marcia in pi alnostro centro commercia-le.Obiettivo del progetto assicurare al complessounimmagine giovane eattuale, allavanguardianel concept e nei materia-li utilizzati, per offrire aimilioni di clienti fideliz-zati - lo scorso annohanno superato gli 8milioni - che frequentanoLa Grande Mela un luogoaccogliente e sicuro diincontro, shopping esvago. Lintervento haaltres lobiettivo di pre-servare il valore immobi-

    liare della struttura e digarantire la giusta reddi-tivit alla molteplicit diproprietari immobiliariche negli anni hannodeciso di investire nelCentro.Il sindaco di Sona, Gian-luigi Mazzi ricorda cheLa Grande Mela ha cam-biato il tessuto economi-co del territorio. Ventan-ni fa lattivit prevalenteera lagricoltura, seguita agrande distanza dal mani-fatturiero. Oggi agricoltu-ra e commercio, con i loroindotti, rappresentanociascuno il 50% dellanostra economia. Sono

    certo che questo investi-mento assicurer unaricaduta positiva alnostro territorio.Il restyling architettonicoporter un radicale cam-biamento dellimmaginedel Centro che sar inclu-so in una struttura dirivestimento, sagomatain acciaio zincato a dop-pia lama e predispostaper lapplicazione di illu-minazione led a luceriflessa. Opportunamentedistanziata dal corpoprincipale, questa strut-tura non graver sulledi-ficio e consentir la giustailluminazione. Sulla stes-

    sa saranno applicate astediagonali realizzate inalluminio, ancorate tra diloro con nodi sferici filet-tati, per conferire allastruttura maggior forza erendere ancora pi attua-le il disegno esterno.Nella parte superiore del-ledificio saranno applica-te lamiere in acciaio fora-te a disegno, sagomate ecalandrate che servirannoa coprire la strutturaesistente, senza per infi-ciare la visibilit del Cen-tro stesso.Far da sfondo una nuovatinteggiatura del com-plesso commerciale, sfu-

    mata dal blu al blu chiaro,cos da riprendere letonalit del logo del Cen-tro Commerciale e delcielo sovrastante. Inquesto modo - sottolinealarchitetto Iglis Zorzi - ilcentro, che oggi caratte-rizzato da materiali evolumi di colorazionediversa, acquisirunaspetto pi armonicorispetto al paesaggio chelo circonda, un traitdunion tra terra e cielo.Di sera La Grande Melasar illuminata da luciRGB che le consentiran-no di avere colorazionidiverse scelte di volta involta in base agli eveti:rosso e verde a Natale orosa per celebrare la Festadella Donna.I lavori, partiti alliniziodel mese di giugno 2015,sono stati suddivisi in trediverse fasi: la tinteggia-tura dello stabile, i lavoridi carpenteria della nuova

    Primo PianoAGOSTO 2015 4in

    RESTYLING. PER CELEBRARE I 20 ANNI DI ATTIVIT IL CENTRO COMMERCIALE SI RINNOVA

    GRANDE MELA DIVENTA 2.0

    Cassetta

    A sinistra, un momentodella conferenza stampa, da sinistra,lachitetto Zorzi, il direttore Cingottini, il sindaco Mazzi, Lorenzo Rosetto e David Troiani.Nelle altre immaginicome apparir la Grande Mela al terminedei lavori di il restyling

  • DI JACOPO BURATI

    Linaugurazione del SalumificioBovo del tenace ed entusiastaMassimo Bortolazzi, avvenuta loscorso 10 ottobre, ha permesso didare nuova linfa a unattivit chemette le proprie radici nel lontano1968, quando il padre Vittorio e lozio Giorgio, con nove anni despe-rienza nella macelleria alle spalle,decisero di aprire la propria rivendi-ta. Il negozio ebbe un discreto succes-so, finch l8 marzo del 1987 Vitto-rio si mise in proprio, affermandosiancor di pi nel territorio e contrad-distinguendosi per la qualit deipropri insaccati. il 1997 quandoVittorio cede lazienda al figlio Mas-simo, che in seguito ha consolidatoe ampliato la gamma dei prodotti,mantenendo comunque la tradizio-ne. Gi nel 1992 fu presentato ilprimo progetto di capannone per

    ampliare lattivit e adempiere leregole, dapprima nazionali e poicomunitarie, dellAsl. Dopo nove,cambi di amministrazioni comunalie un percorso burocratico tortuoso,finalmente arrivata lapertura. Un percorso fatto di tenacia e vogliadi raggiungere lobiettivo, passandoattraverso difficolt varie. Il nostrosegreto lavorare con seriet e con-

    tinuit, offrendo sempre standardqualitativi elevati - spiega MassimoBortolazzi -. Il nuovo spazio ci per-mette di far fronte anche alle richie-ste che provengono dallestero, inparticolare da Francia e Germania.Per noi la soddisfazione del cliente sempre al primo posto. Lo spaccio si trova a Buttapietra, inlocalit Bovo, via Lago di Garda 29.

    ECONOMIA. INAUGURATO IL NUOVO PUNTO VENDITA A BUTTAPIETRA

    SALUMIFICIO BOVO: DEBUTTA IL NUOVO SPACCIO

    NOVEMBRE 20155 Primo PianoCassettain

    struttura e lapplicazionedellimpianto illuminantesulla stessa.Ad oggi possiamo ritene-re conclusa la prima faseriguardante la tinteggia-tura delle facciate, carat-terizzate da tre differentitonalit di blu, partendoda un blu pi profondo inbasso e uno pi chiaro inalto. Questa scelta statafatta dallo studio di archi-tettura per dare uno sfon-do pi omogeneo a quellache sar la nuova struttu-ra, della quale in questigiorni sono state gettatele fondamenta. La seconda fase dei lavoridi carpenteria metallica,che riguarda linstallazio-ne della nuova struttura, iniziata da poco e andravanti fino alla fine dinovembre, andando acoprire i lati est e ovestdel Centro. I lavoririprenderanno nei primi

    mesi del 2016 con la fac-ciata nord del CentroCommerciale, onde evita-re di creare disservizi allaclientela che si recherpresso il Centro durantele festivit natalizie. Una volta terminata que-sta fase, si proceder conlultima, che prevede ilmontaggio di centinaia dicorpi illuminanti con tec-nologia a led per crearedifferenti effetti luminosisulla facciata del Centro.La comunicazione e glieventi. In previsione deilavori strutturali, statoeffettuato anche un resty-ling del format di comu-nicazione optando peruna grafica estremamentecontemporanea. Unascelta che punta a enfatiz-zare linnovazione delCentro Commerciale,anche con lo scopo di dif-ferenziare il progetto elofferta dalla concorren-za. In parallelo si agitoanche con laggiornamen-to dellimmagine web deLa GrandeMela, con lamessa on-line del nuovosito che si propone in unaversione accattivante,contemporanea, coinvol-gente e attenta alle esi-genze del clienti. Il sitosar disponibile in pilingue, per le esigenze diuna clientela sempre piinternazionale. previsto anche un riccopalinsesto eventi dedica-to ai festeggiamenti per il20esimo anniversario, maper ora a La Grnde Melanessuno si sbottona.

    ROSSETTO APRE IL SUPERSTORE DI BORGO VENEZIA2.500 metri di superficie, 60 dipen-denti: sono i numeri del nuovo super-store Rossetto, inaugurato gioved 29ottobre, in via Monti Lessini 76, Loca-lit Mattarana (VR), a Verona . un grande giorno per noi di Rosset-to e speriamo anche per i nostri clien-ti commenta Lorenzo Rossetto -.Nell'anno del nostro 50esimo anniver-sario apriamo di nuovo a Verona, laprima citt che ci ha visto nascere eche ora ci vede crescere. Siamoorgogliosi e felici di invitarvi nel nuovopunto vendita di Borgo Venezia.Fino al 7 novembre, tutti i giorni, previsto uno sconto del 10% su tuttala spesa alla cassa. Con la nuova aper-tura il Gruppo veronese raggiunge i24 supermercati in 8 province inVeneto, Lombardia ed Emilia Roma-gna.

  • NOVEMBRE 20156 Primo PianoCassettainPOLITICA. LA BASE DEL PARTITO CHIEDE UN CHIARIMENTO DELLA LINEA POLITICA

    Circoli PD Verso il CongressoQuaranta Circoli di Verona eprovincia hanno dato la loroadesione al documento Versoil Congresso Provinciale Stra-ordinario. La maggioranzadegli iscritti del PD veronese -i circoli che hanno aderito rap-presentano quasi 1600 iscritti,vale a dire oltre il 50% dei tes-serati - vuole un congressostraordinario da tenersi ancheprima dell'elezione del nuovosegretario regionale.Il documento e le adesionisono state presentate, lo scor-so 24 ottobre, dal comitatopromotore composto da LucaBattisti (VIII Circolo PDVerona), Fabio Lonardi (VIICircolo PD Verona), FedericoRighetti (IV Circolo PD Vero-na), Stefano Corazzina (Vil-lafranca), Federica Foglia(Valeggio), Gaetano Greco(Caprino Veronese), Doriano

    Lamberti (Mezzane di Sotto),Massimo Lanza (Colognolaai Colli), Alessia Rossignoli(Cerea), Chiara Tessarolo(Bovolone), Lucia Venturi(Povegliano Veronese), Ange-la Murari (Albaredo d'Adige).Questo un movimento cheparte dal basso - hanno affer-mato i promotori in conferen-za stampa - vede protagonistitanti volontari, da anni impe-gnati a dare voce al PD verone-se, che ora chiedono un parti-

    to pi inclusivo, una piattenta e condivisa politica nelterritorio veronese e maggiorecollaborazione con i circoli.Le sfide amministrative che ilPD dovr affrontare in provin-cia e in citt nei prossimi dueanni - continuano - richiedonouna segretaria provincialeautorevole e che sostenga unachiara e condivisa identit delpartito. Questo era stato benidentificato nella piattaformacongressuale unitaria che ha

    portato allelezione di questiorganismi dirigenti ma non stato realizzato. Procrastinareulteriormente una ripresa diiniziativa del Partito Democra-tico veronese logora i rapportipolitici e fa male al partito,attribuendogli un ruolo subal-terno: prima si fa il congressoprovinciale e meglio !.I promotori hanno successiva-mente presentato al segretarioprovinciale del PD AlessioAlbertini il documento deicircoli, chiedendogli di convo-care l'Assemblea provinciale edi avviare la fase congressuale.Il comitato si attivato inoltreper raccogliere le firme neces-sarie dei componenti dell'as-semblea provinciale da pre-sentare alla presidente ClaraScapin per la convocazionedella riunione e la discussionedella mozione congressuale.

    Quali possibilit di sviluppo per il futuro del nostroComune?, questo il tema dellincontro promosso dalcircolo PD di Buttapietra, domenica 22 novembre, alleore 9, nella Sala Civica.Al convegno, aperto a tutta la cittadinanza, partecipe-ranno lon. Vincenzo DArienzo, parlamentare PD,Orietta Salemi, Consigliere Regionale, e Andrea Bic-chierai, Responsabile PD Verona del gruppo di lavoroFondi europei e Forum Europa.Con circa 7.000 abitanti, di cui 5.000 nel capoluogo e2.000 nelle frazioni, Buttapietra da paese essenzial-mente agricolo si trasformato, negli ultimi decenni, inun paese-dormitorio della periferia sud di Verona - com-menta Carla Dossi, coordinatrice del locale circolo PD-. Quindi negli ultimi anni la popolazione ha subito un con-siderevole aumento proprio in virt della vicinanza allacitt, ma nel contempo non cresciuto con pari ritmoil senso di comunit, di appartenenza o di partecipazio-ne. Eppure molte sono le associazioni attive sul territo-rio comunale, dalla Proloco alla Polisportiva con moltepersone coinvolte ma manca, anche fisicamente, unluogo dincontro fruibile dai cittadini, nonostante cisiano almeno due edifici pubblici inutilizzati.Il paese diviso a met dalla sua principale arteria dicomunicazione - continua Carla Dossi - la contestataStatale 12, che di fatto taglia in due la Comunit. Lacrisi ha messo a dura prova le realt produttive locali.In questo clima di calma apparente il PD locale vuolequindi iniziare la campagna elettorale che ci porter alleelezioni amministrative del 2016 invitando la popolazio-ne tutta a questo convegno aperto di riflessione e diproposta per pensare al futuro economico e sociale delnostro Comune della nostra comunit.

    BUTTAPIETRA

    DUE RUOTE PER I MIGRANTIGRAZIE A ISOLAINBICI

    Su richiesta delle istituzioni comunali e dellaCooperativa Spazio Aperto che curano linse-rimento dei profughi del nostro territorio, las-sociazione FIAB-ISOLAINBICI dato in comodatogratuito, con minima cauzione,18 bici per ilperiodo di permanenza nelle nostra zona.La necessit delle bici dettata dallesigenzadei ragazzi di frequentare il corso di alfabetiz-zazione della lingua Italiana a breve distanzadalle sedi in cui sono ospiti. I profughi risiedono in tre comuni diversi: Isoladella Scala, Erb e Mozzecane.

    Domenica 4 ottobre2015,in occasione dellaprima Giornata Nazionaledel Donatore, la sezioneFidas Buttapietra hafesteggiato con numerosicittadini, donatori e sim-patizzanti, la festa delDonatore.Durante la festa sonostati premiati per la dedi-zione verso il dono Cavalie-re Paolo, Fioretti Rosa,Giacopuzzi Lisa, SabatinoCristoforo, Gianfredi Cosi-mo, Girardi Elia, PellegriniGianni, Zanardi Michele,

    Baietta Massimo, PoliAndrea, Vicentini Anita,Martinelli Carlo, CompriValentino, Moretto Susi eColesbi Loris.

    In questoccasione inol-tre, stato premiato conla tessera onoraria, GianniTomelleri che tanto hadato e da tuttora alla

    Fidas di Buttapietra edalle altre associazioni delpaese. Gianni Tomelleridiventa quindi la primapersona, nella storia dellaFidas Buttapietra, a rice-vere la Tessera Onorariacon il nuovo statuto.Il direttivo ringrazia senti-tamente tutti i volontariche hanno, con il loroimpegno, reso possibile lagiornata e si augura che infuturo molti giovani dona-tori possano seguire que-stesempio di dedizione esolidariet.

    FIDAS - BUTTAPIETRA

    PREMIATI I DONATORI E ASSEGNATA LA PRIMA TESSERA ONORARIA

    LE POSSIBILIT DI SVILUPPO DEL PAESE

    Quando prevalgono le logiche politiche non si fanno maigli interessi dei cittadini e del territorio. Il sindaco delComune di San Martino Buon Albergo Valerio Avesanicommenta cos la vicenda infinita dellinceneritore di Cadel Bue, con la decisione del Governo di inserire limpian-to di smaltimento dei rifiuti nella Legge di Stabilitcome insediamento strategico di premiante interessenazionale. Nel momento in cui il destino del termova-lorizzatore appariva segnato, dopo che anche alcunicomponenti della giunta regionale hanno palesato dubbisulla sua reale necessit, linceneritore stato rianima-to da una decisione assurda del premier Renzi - affermail primo cittadino -. Anni di battaglie da parte di noi sin-daci hanno portato molti politici che prima erano favore-voli al termovalorizzatore a ricredersi, altri invece hannocontinuato testardamente per la propria strada, comedimostrano le ultime dichiarazioni del sindaco Tosi e delpresidente di Agsm Venutri.Il sindaco Avesani nelle scorse settimane si incontra-to con lassessore allAmbiente Gianpaolo Bottacin,con cui abbiamo condiviso che ormai il progetto di Cadel Bue come stato concepito non attuabile. La pos-sibilit che arrivino rifiuti da fuori Veneto uno scenarioche non voglio considerare, noi siamo contrari a pre-scindere al progetto. Come affermato in pi occasioninoi sindaci siamo disponibili a discutere del Polo Ambien-tale Integrato, ma a patto che si metta da parte defini-tivamente lidea che bruciare rifiuti possa essere anco-ra la soluzione.Lo scontro politico che si manifesta oggi, secondo Ave-sani, rischia di offuscare le motivazioni che ci spingonoda anni a fare questa battaglia: linceneritore non pisostenibile da un punto di vista economico. I rifiuti devo-no essere riciclati, portando cos indiscutibili vantaggieconomici e soprattutto meno inquinamento, a tuteladella salute pubblica. La Regione inoltre da tempo haspento uno dei tre impianti per mancanza di materialeda bruciare.

    CA DEL BUE

    AVESANI: ASSURDO RIATTIVARE LINCENERITORE

    RISAMORE APRE A BERLINORisamore apre a Berlino. A margine della centralissimaKudamm strasse, ricca di punti di interesse e luogo divisitatori, turisti e residenti, in Nurnberger strasse, larisotteria isolana ha posizionato il proprio flag store perla Germania.L'inaugurazione ufficiale avvenuta con la presenzadi autorit berlinesi e dellacomunit di affari econo-mici italiani della capitale,e di oltre quaranta giorna-listi e blogger tedeschi,appasionati di risotto.Berlino, popolata da quasiquattro milioni di abitantie altrettanti visitatori, sempre alla ricerca di novi-t e di prodotti di qualitdella gastronomia italiana,e il risotto all'isolana -assieme a tutti gli altri prodotti di Risamore come lapizza, la pasta e i dolci di riso - ha trovato la giusta col-locazione per essere protagonisti. il giusto connubiodella cultura e della tradizione non solo dell'arte, maanche della cucina, per soddisfare esigenze e richiesteche sono sempre pi internazionali.Advisor dell'operazione di internazionalizzazione loStudio Gazzani - capitanato da Massimo Gazzani - eGmn Interntational con lo Studio Dornbach di Berlino.

  • DI ADRIANA VALLISARI

    una lupatotina deccellen-za. Per quarantanni stata inprima linea nella lotta aitumori, in particolare quellialla mammella. Ha ricopertoil ruolo di primario di Onco-logia allospedale maggioredi Borgo Trento dal 2008 finoal mese scorso, quando luni-t stata inglobata dallaRegione nellOncologia uni-versitaria. Lei Annamaria Molino,classe 1950, origini vicentinema trapiantata a Verona. Spo-sata, due figli, abita a SanGiovanni Lupatoto dal 2002e dora in avanti la vedremopi spesso: appena andatain pensione e anche se nonha intenzione di appendere ilcamice al chiodo, avr un popi di tempo per vivere ilpaese. Difficile riassumere il suocurriculum in poche righe,tante sono le esperienzematurate in questi decennidedicati alla scienza e allaricerca di servizi innovativi incampo oncologico. Dopo lalaurea in medicina allUni-versit di Padova, nel 1975,Molino si specializzata inmedicina interna e oncologiae ha conseguito un dottoratoin patologia oncologicaumana. docente universita-ria e ha allattivo centinaia dipubblicazioni, studi in Italiae allestero, oltre che parteci-pazioni a numerose quipescientifiche.Quarantanni spesi per lamedicina e in particolareper loncologia: ha sempredesiderato fare questa pro-fessione? Ho deciso di fare il medicoalla fine del liceo. Oncologia stata una scelta un pocasuale, perch allepoca nonesisteva questa specialit:erano gli internisti che sioccupavano dei tumori. Siprendevano in carico soprat-tutto i tumori alla mammel-la, che erano apripista permolti aspetti e hanno per-messo alla medicina di pro-gredire. Lei stata tra le primissi-me donne a diventare pri-mario a Verona: comstato conciliare famiglia ecarriera e, soprattutto,lavorare in un ambientemolto maschile? stata dura, bisognava rim-boccarsi le maniche. Per ilfatto di essere donna spessosi sudava il doppio. Masapendo di aver fatto le cose

    per bene, ero tranquilla.Ancora oggi nel mondo delleprofessioni cos: lo vedoperch faccio parte dellaCommissione pari opportu-nit dellOrdine dei medici,in rete con gli altri ordiniprofessionali, e questo unproblema presente ovunque.Spero in un cambiamento,dal momento che ci sonosempre pi ragazze in questiambienti. Penso a mia figlia,laureata in medicina, che orafa psichiatria: speriamo chela sua generazione arrivi asfondare il famoso tetto dicristallo. In questi ultimi decenni ladiagnosi e la cura deitumori hanno fatto passida gigante: quali sono statele scoperte pi importanti?Oncologia stata una dellebranche della medicina che si evoluta di pi. Le nuoveterapie hanno consentitotrattamenti diversi dalla che-mioterapia e non solo per itumori al seno. vero che ilnumero di ammalati di tumo-ri in aumento, ma perch lagente vive di pi: lItalia ilsecondo Paese al mondo peraspettativa di vita. I tumori al seno oggi cre-scono, ma si guarisce dipi. Ci d qualche dato? Una donna su 8 si ammala

    di tumore al seno, ma la mor-talit meno del 10% se ladiagnosi fatta presto. Unadiagnosi precoce garantiscemaggiori possibilit di guari-gione e una qualit di vitamigliore. Certo, ci vuoleunattenzione costante daparte della donna: impor-tante aderire ai programmi discreening dai 49 ai 69 anni econtinuare anche dopo, per-ch il rischio di contrarrequesto tumore maggiorecon laumentare dellet.Inoltre bisogna rivolgersisubito al medico in presenzadi noduli o arrossamenti,anche se si appena state alloscreening.Qualche consiglio sullostile di vita da seguire?Adottare unalimentazionecorretta, mantenere il giustopeso, assumere pochissimoalcol, fare esercizio fisicodedicato almeno mezzora algiorno (va bene anche cam-minare), non fumare ed evi-tare la terapia ormonalesostitutiva dopo la menopau-sa. Oltre ai farmaci e alle cure,fondamentale laccompa-gnamento delle pazienti.Quante donne ha seguitoin questi anni?Migliaia. Alcune le conoscoda trentanni e sono diventa-

    te amiche. In generale ledonne sono molto coraggiosenellaffrontare la malattia,perch molte persone dipen-dono da loro e questo unostimolo in pi per non chiu-dersi in s stesse. Professio-nalmente, agli oncologi e alpersonale infermieristico eamministrativo richiestauna sensibilit maggiore: unavolta prese in carico lepazienti, sappiamo che lerivedremo per tutta la vita.Ora che non pi impe-gnata a tempo pieno inospedale, che progetti por-ter avanti?In realt non ho molti spaziliberi, perch continuo ainsegnare alluniversit e aesercitare la professione inun centro privato. Inoltre,faccio parte di diverse asso-ciazioni e sono consiglieredellOrdine dei medici, colla-boratrice del coordinamentodelle unit di senologia italia-ne e componente della com-missione scientifica di Euro-pa Donna e di Andos.Ci sar qualche sogno nelcassetto da realizzareAmo viaggiare e quindi nel-limmediato far una vacan-za. Per il resto non ho grandidesideri, perch ho avuto unavita felice e ho realizzatotante cose importanti, percispero di continuare a viverebene. Ma una cosa nuova cheho iniziato a fare c: corre-re. Si allena anche a San Gio-vanni Lupatoto?S, frequento il parcoallAdige. Mi sto allenandogradualmente per correretutti e sette i chilometri.Chiss, un giorno forse par-teciper a una mezza marato-na. Il sorriso tenace: c dascommetterci che riusciranche in questa impresa.

    ANNAMARIA MOLINO. LONCOLOGA LUPATOTINA VA IN PENSIONE E INZIA A CORRERE

    SEMPRE IN PRIMA LINEACONTRO I TUMORI

    NOVEMBRE 20158 CronacheCassettain

    Il Gruppo culturale Limen, in collaborazione con il Circolo Noidella Parrocchia San Gaetano di Pozzo, propone un ciclo di treincontri pubblici sul tema La meditazione nel tempo della iper-atti-vit. Gli incontri avranno luogo presso la sala parrocchiale di S.Gaetano a Pozzo, San Giovanni Lupatoto, nei mercoled 11, 18, 25novembre alle 20.30.Nel primo incontro, il relatore Roberto Targon, psicologo e psico-terapeuta, parler de I colori del corpo: dal rilassamento allascol-to di s e delle emozioni. Moderatore sar Giovanni Ventura. Ildottor Targon evidenzier come, in questo contesto storico e socia-le che facilita laumentare dello stress e in cui molto si basa pi sul-lavere e sullapparire che sullessere, divenga importante fermarsisu di s. Sar evidenziato come il Training autogeno e le tecnicheespressive e immaginative possono favorire un distacco dalleinfluenze negative esterne che, sia pure inconsapevolmente, condi-zionano i nostri comportamenti.Il 18 novembre largomento la Meditazione: essere qui ed orasar trattato da Salvo Coco, medico omeopata e ricercatore, il qualeci spiegher come la meditazione non consista nel negare o nel-lestraniarsi dallesperienza sensibile o nellabolire lattivit menta-le. Meditazione essere nellesperienza sensibile o nellattivitmentale senza per esserne dominati, come se queste fossero le uni-che realt che la persona sta vivendo, con conseguenze che non aiu-tano il proprio benessere psico-fisico. Moderatore della serata saril dott. Andrea Signorini.Nel terzo incontro, il 25 novembre, Wanda Tommasi, docentedella Facolt di Lettere e Filosofia Universit di Verona, con lamoderatrice dottoressa Sara Rassech, affronter largomento Nmeditare n elaborare, liperattivismo nella societ contempora-nea. Nella serata verr fatta una breve esposizione delliperattivi-smo nella societ contemporanea che, caratterizzata dal culto dellavelocit, induce a reagire immediatamente agli stimoli pi che adagire. Leffetto pi evidente di questa situazione consiste nella dif-ficolt di fare veramente esperienza perch non ci si d il tempo diriattraversare e di elaborare i propri vissuti.Fin dora, il Gruppo Limen ringrazia tutti coloro che in vari modihanno sostenuto e sostengono questa utile iniziativa culturale delnostro territorio.

    Loreta Ferramosca

    A Pozzo

    Tre incontri con la meditazione

    Le tradizionali maglie fuxia dellaLupatotina, gloriosa societciclistica di San Giovanni Lupato-to, sono improvvisamente diventa-te nere con una strana scritta sulpetto: 500.000 chilometri.Che cosa pu essere successo? Laspiegazione fa capolino non appe-na da sotto la maglia nera spuntaquella tradizionale fuxia che sulcolletto reca la scritta: La solida-riet premia sempre.E infatti, ogni qualvolta questasociet si accorge che in giro cisono dei valori da salvare, delle testimonianze da sottoscrivere,delle persone da aiutare entra in azione con entusiasmo e senzaincertezze. Dando alla parola solidariet un valore concreto, realetangibile, verificabile.Questa volta l per Marco Tosi che sul monte di Colognola ai Colliraggiunge i 500.000 chilometri percorsi in bici. Per la Lupatotina,infatti, Marco un valore. Ha guidato il gruppo a Lourdes per soste-nere lAssociazione Noi per Lorenzo e attirare lattenzione su unamalattia devastante come latassia teleangectasia; stato il noc-chiero in occasione del gemellaggio del Comune di San Giovannicon la cittadina di Seysinnete-Pariset; ha partecipato, sempre con laLupatotina, a due pellegrinaggi a Medjugorije. Marco vanta un cur-riculum in bicicletta di tutto rispetto, scorrerlo impossibile perchnon questione di poche righe, accontentiamoci di incominciarecon il dire che si recato al lavoro per 28 anni in bicicletta con qual-siasi situazione meteo, percorrendo il tratto Tregnago-OfficinaGrandi Riparazioni delle Ferrovie a Porta Vescovo. Per la qual cosa stato premiato dagli Amici della bicicletta nel 2012. Marco hapedalato in Brasile allinterno del progetto Bici e Radici che lAs-sociazione Veneti nel Mondo ha organizzato allo scopo di incon-trare i figli dei migranti veneti nel paese sudamericano; ha percor-so in bici e con le borse da viaggio diversi paesi dEuropa, si con-frontato con le salite pi impegnative di Alpi e Appennini.

    Aldo Ridolfi

    Lupatotina & Solidariet

    I 500mila km di Marco Tosi

    AnnamariaMolino

  • A MI ME PIASE LA PEAR!

    Ente promotore: Partner uciali:

    www.fieradelbollito.it

    #fieradelbollito #pear

    facebook.com/fieradelbollito

  • Altri 50 posti auto sono inarrivo in centro, a San Mar-tino Buon Albergo, dandonuovo ossigeno agli auto-mobilisti e ai commercian-ti. Si stanno svolgendo inquesti giorni i lavori di ri-qualificazione dellarea di-smessa che il Comune haottenuto dalle Ferrovie perla realizzazione di un nuo-vo parcheggio adiacente aquello del piazzale intitola-to al generale Carlo AlbertoDalla Chiesa. Dopo aver dato il via nelleultime settimane agli inter-venti in localit Casette e invia Falcone, in Borgo dellaVittoria, dove sono in fasedi realizzazione due vastearee verdi, stiamo ora com-pletando il piano dei po-steggi in centro storico af-ferma il vicesindaco e as-sessore ai Lavori PubbliciFranco De Santi -. Il nuo-vo parcheggio si aggiunge aquello adiacente della sta-zione e a quelli gi realizza-ti vicino allistituto BertoBarbarani, in piazzale Mae-stri del Lavoro e nellareache a breve intitoleremo al-la giornalista e scrittriceOriana Fallaci, a pochi pas-si dal Camiglion. Il nuovo intervento ha uncosto di 220mila euro e ga-rantir agli automobilisti lapossibilit di accedere dalparcheggio direttamente alpercorso pedonale di viaXXVI Aprile che conduce apiazza del Popolo, nel cen-tro storico. Da parte deicittadini c sempre mag-giore richiesta di nuovi par-cheggi. Ci auguriamo che i50 posti auto contribuisca-no a rivitalizzare la piazza,dando ulteriore impulsoanche alle attivit commer-ciali, continua De Santi,che spiega la ragione del-

    lallungamento dei tempi eil motivo che non ha con-sentito al Comune di effet-tuare prima lintervento,nonostante il bando fossegi stato assegnato da tem-po: Larea fino a poche set-timane fa era utilizzata dal-le Ferrovie come depositodi stoccaggio per la realiz-

    zazione delle barriere anti-rumore. A seguito di unamediazione con lente sia-mo riusciti a sbloccare lim-passe: abbiamo fornito lorounarea nella zona di viaArchimede e in questo mo-do le Ferrovie hanno potutoliberare larea, consenten-doci di iniziare i lavori al

    parcheggio. Il vicesindaco annunciainoltre che con la creazio-ne del nuovo parcheggio al-cuni posti auto davanti alMunicipio verranno desti-nati ai disabili e alle futuremamme. Riteniamo cos difornire un servizio miglioree pi sicuro.

    SAN MARTINO. ALTRI 50 POSTI AUTO IN ARRIVO VICINO ALLA STAZIONE

    UN NUOVO PARCHEGGIO

    NOVEMBRE 2015 10 CronacheCassettain

    PARTITI I LAVORI PER IL PARCO DI BORGODELLA VITTORIA FALCONE-BORSELLINO

    Il lungo iter burocratico e legale riguardante via Falcone e via Borsellino, nelquartiere di Borgo della Vittoria, a San Martino Buon Albergo, si conclusoe sono partiti in questi giorni i lavori di riqualificazione da parte del Comune.Nellarea a ridosso degli impianti sportivi verranno completate le opere di ur-banizzazione, con lasfaltatura delle strade e la creazione di un nuovo parcodi circa 4mila metri quadrati, che sar intitolato alla scorte dei giudici Fal-cone e Borsellino. Lintervento garantir la completa accessibilit delle strade, dei marciapiedi,dei parcheggi e del verde.Il parco sar dotato di giostre per i bambini, pan-chine, una fontanella e sar realizzato un impianto di irrigazione automatico.Inoltre prevista larea cani e un percorso pedonale interno. Il vicesindaco Franco De Santi spiega la decisione di intitolare larea verdealle scorte dei giudici Falcone e Borsellino: Abbiamo rivolto la nostra propo-sta a Rita Borsellino in occasione della sua visita a San Martino Buon Alber-go coincisa con la Giornata della Legalit, lo scorso 28 maggio. La sorella delgiudice si detta molto entusiasta. Ci sembra doveroso ricordare i due ma-gistrati, ma anche coloro che hanno dato la vita per lo Stato, a difesa dellalegalit. Un tema che ci sempre stato a cuore.

    TORNANO LE SERATE DIGENERAZIONI IN DIALOGO

    Dopo il successo di pubblico e di interesse per il ciclo di in-contri dell'anno scorso, l'associazione 37036 -San MartinoCitt- rilancia l'iniziativa con altre 3 serate di incontro/di-battito, per genitori, su preadolescenza e adolescenza.Il filo conduttore dellargomento di quest'anno sar:

    Scontro-Incontro: Comunicare nel conflitto.Le tre serate svilupperanno questa tematica analizzando i

    comportamenti dei ragazzi a scuola, nel tempo libero e infamiglia. Il primo appuntamento in programma per gioved 5 no-vembre e si incentrer sulle dinamiche dello scontro in fa-miglia. Relatrice della serata sar la psicologa Cristina Co-belli. A seguire, con cadenza bisettimanale, gli altri due in-contri: gioved 19 novembre, "Scontro- incontro a scuola"con il pedagogista Fabio Corsi; gioved 3 dicembre, " Scon-tro- incontro nel tempo libero e con gli amici con lo psicoe-ducatore Filippo Mantelli.L'associazione concluder il ciclo di incontri, gioved 17 di-cembre, con una serata a sorpresa.Gli incontri, pensati e organizzati insieme ai genitori rap-presentanti del Consiglio dIstituto, sono proposti per con-tinuare un percorso con le famiglie del territorio, per com-prendere le problematiche dei ragazzi e per trovare il mododi interagire al meglio con loro.Gli incontri si terranno presso lAuditorium Carlo Ur-bani della Scuola Barbarani, via Bentegodi n 2, inpiazza a San Martino Buon Albergo, alle 20,45.

    ASSOCIAZIONE 37036

    NUOVI SERRAMENTI ALLA SCUOLA MATERNAArchimede Servizi, la societdel Comune che gestisce lemanutenzioni, la fornituradel gas da riscaldamento e laconduzione degli impiantitermici, sta rendendo effi-cienti da un punto di vistaenergetico gli edifici scolasti-ci di San Martino Buon Al-bergo. stato ultimato neigiorni scorsi lintervento cheha permesso di sostituire 14infissi e i lucernari nellascuola materna del quartieredi SantAntonio, per un im-porto di 35mila euro. La societ stata fortemen-te voluta dallamministrazio-ne comunale e i risultati so-no ormai evidenti a tutti: Ar-chimede Servizi sta prose-guendo nella riduzione delconsumo energetico negli

    edifici pubblici, con risultatial di sopra delle aspettative sottolinea il sindaco di SanMartino Buon Albergo Vale-rio Avesani -. Questa attivi-t ci permette di risparmiareingenti risorse che possonoessere investite in altri edifi-

    ci di propriet del Comune,con le stesse tecnologie. Sicrea cos un meccanismo vir-tuoso continuo, allinsegnadellinnovazione e del rispar-mio energetico.I lavori alla scuola di San-tAntonio consentiranno di

    ottenere, secondo le stimedella societ, un risparmiodi circa il 30% sulle spese diriscaldamento. La sostituzio-ne degli infissi il secondostep di un piano per leffi-cienza energetica pi ampio:Archimede Servizi ha effet-tuato la manutenzione degliimpianti esistenti, con la pu-lizia, lottimizzazione e lin-stallazione di nuove centrali-ne di telecontrollo. Nellescuole materne di SantAn-tonio e alle Rodari, in Borgodella Vittoria, stata com-pletata la dismissione dellecentrali termiche a gas meta-no, sostituite da un innovati-vo sistema di riscaldamentoa pavimento completamenteelettrico, per un costo totaledi circa 70mila euro.

    Siamo un gruppo di cittadini che vivono a San Martino, amano ilproprio territorio e che partecipano alla vita della comunit di que-sto paese. Alcuni di noi sono consiglieri comunali, altri sono impe-gnati nella salvaguardia dellambiente, altri nellambito sociale edelle relazioni di aiuto, altri nella cultura e nelleducazione. Abbiamo pensato di unire le nostre passioni e il nostro impegnoper formare un gruppo che proponga alle prossime elezioni un nuo-vo modo di amministrare. Pensiamo a chi, spaesato da una politicafatta sempre pi di urla, insulti e attacchi personali, desidera che ilproprio territorio sia amministrato da persone non legate alle dina-miche dei partiti. Persone che vogliano prefissarsi come obiettivoil raggiungimento del maggior bene comune possibile senza bada-re ad interessi di parte ma solo al benessere di tutti i cittadini chepopolano il nostro paese.Partiamo con la convinzione che il nostro percorso sar in salita econ lumilt di chi sa di non avere la verit in tasca e quindi ha lanecessit di ascoltare le persone e il territorio, studiando a fondo leproblematiche per impegnarsi ad amministrare al meglio. La nostravolont quella di fare un programma a misura di cittadino senzala ricerca spasmodica di proposte sensazionali per raggiungere ilconsenso a tutti i costi. Partiamo mettendo nel nostro zaino tre pa-role fondamentali: Ascolto, Trasparenza, Condivisione!Ascolto delle persone e dei loro bisogni. Trasparenza nella condot-ta dellattivit amministrativa. Condivisione delle scelte, tra di noie con i cittadini.

    Roberto Alloro, Marco Braggion, Lorenza Faccioli, Diego Falezza, Claudio Ferrarini, Carlo Tregnaghi,

    Enrico Zuccato

    Una nuova lista civica

    Ascolto, trasparenza e condivisione

  • Ha ripreso le lezioni ilCentro di FormazioneProfessionale di Zevioche da gioved 1 ottobre2015 tornato operativo,dopo il reale pericolo dichiusura, anche a causadella dismissione deglienti provinciali come pre-visto dalla legge Delrio. Ricordiamo infatti chegestione del C.F.P. di Ze-vio era di competenzadella Provincia di Verona.Per raggiungere questoobiettivo stato necessa-rio passare ad una gestio-ne privata, che dopo ilbando provinciale, an-data al Centro Produtti-vit Veneto, importanterealt formativa che hasede nel vicentino.Prima dellavvio delle le-zioni per gli studenti dimeccanica si tenutauna partecipata cerimo-nia di saluto e di presen-tazione al cospetto dimolte autorit istituzio-nali. Al fianco del sinda-co di Zevio Diego Ruzza

    cerano il presidente del-la Provincia Antonio Pa-storello, il sindaco di Ca-stelnuovo Giovanni Pe-retti, il direttore generaledel Centro ProduttivitVeneto Antonio Girardi,il direttore del C.F.P. Ro-berto Pericoli, gli asses-sori locali Paola Conti,Mirco Ghirlanda, Gabrie-le Bottacini, Michele Ca-neva e molti consigliericomunali, oltre che alparroco di Zevio interve-nuto per la benedizione

    del nuovo anno scolasti-co. Particolarmente sod-disfatto il sindaco DiegoRuzza che guarda ora conpi serenit al futuro delC.F.P. zeviano, grazie allafattiva collaborazione traenti locali e privati cheha portato a salvare quel-lo che considerato datutti un patrimonio irri-nunciabile per il territo-rio. Devo ringraziare il pre-sidente Antonio Pasto-rello e il consigliere Fa-

    brizio Zerman per la vici-nanza che la Provincia diVerona ha avuto nei con-fronti del C.F.P. di Zevio spiega il sindaco Ruzza-. Come devo ringraziarelimpegno e la cura concui il personale del Cen-tro Produttivit Veneto si attivato, raggiungendo,in poche settimane quasi30 iscrizioni e avviando ilnuovo anno scolastico.Ricordiamo che presso ilC.F.P. di Zevio si tiene ilcorso triennale per ope-ratore meccanico, rivoltoa tutti ragazzi in posses-so di licenza media, unaqualifica molto apprezza-ta dalle imprese del terri-torio che ogni anno si ac-caparrano celermente isui allievi.Le famiglie che voglionoavere maggiori informa-zioni possono chiamare,dal luned al venerd, dal-le 9 alle 12, il numero ditelefono 045-7850286 ovisitando il sitowww.cfpzevio.it

    ZEVIO. DAL PRIMO OTTOBRE TORNATO OPERATIVO IL CENTRO DI FORMAZIONE

    COS RIPARTE IL CFP

    AREA CANI NEL CAPOLUOGO. stata da qualchegiorno inaugurata larea cani di via Martiri delle Foi-be a Zevio. Larea, di oltre mille metri quadri, si tro-va in localit Toresela, nei pressi delleco-centro co-munale.Lintervento spiega il sindaco Diego Ruz-za - stato finanziato con fondi diretti dellammini-strazione comunale zeviana ed stato realizzatodirettamente dagli operai del comune. Larea completamente recintata, dotata di una fontanel-la funzionante e di un ingresso/uscita di sicurezza,per la gioia e la soddisfazione degli amanti dei quat-tro zampe. Larea cani di via Martiri delle Foibe gestita da ungruppo di volontari coordinati dalla signora Fiam-metta Allegretti ed aperta, tutti i giorni, festivicompresi, dalle 8 alle 22.

    RACCOLTA FIRME PER LADSL A PERZACCO. Daqualche giorno il consigliere comunale Nicol Frac-caro (nella foto), sostenuto dalle richieste della co-munit perzacchese, ha iniziato una raccolta firmeper chiedere all'aziendaTelecom un potenzia-mento della linea adslnella frazione.Riuscire a recepire unsegnale di rete maggio-re in tutto il territoriodella frazione portereb-be molti benefici ai resi-denti spiega il consi-gliere Fraccaro -. Pur-troppo al momento nellanostra frazione mancala disponibilit di una linea adsl adeguata e profes-sionale.Anche le imprese e gli esercizi commerciali esi-stenti sul territorio soffrono di questa mancanza,spero possa essere utile la raccolta firme per chie-dere a Telecom di incrementare la potenza della re-te, conclude il consigliere Fraccaro.A tal proposito, il consigliere Nicol Fraccaro, rin-grazia tutti coloro che hanno contribuito a renderepossibile tale iniziativa e invita chiunque volessepartecipare attivamente a prendere contatto conlui ([email protected] cell. 348-7759871).

    IN BREVE

    NOVEMBRE 2015 11 CronacheCassettain

    MANUTENZIONE PER LA CICLOPEDONALE DELLADIGE

    Da qualche settimana i frequentatori della pi-sta ciclopedonale dellAdige, nei 6 kilometri chevanno dalla localit Pontoncello a Ponte Perez aZevio, hanno trovato una bella novit: la rinno-vata manutenzione e la sistemazione della pi-sta, resa oggi pi sicura, pi accessibile escorrevole per gliamanti dello sporte delle passeggiateallaria aperta.Limporto dellinter-vento, voluto dal-lamministrazionecomunale zeviana, stato di circa14.500 euro ed havisto la pulizia delmanto erboso suilati della pista ci-clabile, la posa disabbia e ghiaino co-lorato tipo RossoVerona, la livellatu-ra e rullatura ditutta la pista dalconfine di San Gio-vanni Lupatoto allastrada provinciale su Ponte Perez a Zevio, com-prese le rampe di risalita di Pontocello, SanProcolo e Giaron.Per completare lopera manca solo la sistema-zione della parte di pista ciclopedonale che daZevio arriva fino alla frazione di Perzacco. Unadelle priorit dellamministrazione comunale ze-viana per il 2016.

    LAmministrazione Comunale di Zevio, fermo restandoquanto gi in essere, ha ritenuto durante lultima e decisivaconvocazione della Commissione Regionale V.I.A per lam-pliamento della Discarica per rifiuti non pericolosi in locali-t Ca Bianca di Campagnola di Zevio, di esprimere un votoNON FAVOREVOLE allautorizzazione. Tale decisione scaturisce dal mutato quadro politico che sup-porta lattuale maggioranza, il cui confronto rimane attivo epropositivo tra le parti che la compongono. Inoltre riteniamo, come Amministrazione Comunale, di averdato cos voce alle cittadine, ai cittadini ed al Comitato, de-positari della raccolta firme e inviata a Comune e Regione. Rimane comunque invariato il giudizio sulloperato dellaDitta Inerteco, che dai primi anni duemila gestisce la disca-rica di Ca Bianca.

    Ca Bianca

    La posizione dellAmministrazione

    Cari mamma e pap, leducazione e la formazione dei figli un compito che la famiglia progetta in strettissima collabora-zione con la scuola, in un ambito di piena fiducia e condivi-sione perch questa esperienza possa divenire una risorsa po-sitiva cui attingere in ogni momento della vita dei bambini.Il nostro impegno quello di favorire lo sviluppo integraledella persona, con riferimento alla nostra formazione cristia-na. Cosi pure la nostra missione di educatori nasce dal desi-derio che il bambino possa fare esperienze coinvolgenti,nuove, entusiasmanti, che lo incuriosiscano e gli permettanodi approcciare in maniera costruttiva la realt, perch siamocerti che curiosit ed esperienza siano il campo da gioco sucui i piccoli segnano il percorso che solcheranno poi da adul-ti.La nostra scuola ospita 48 bambini dai 3 ai 6 anni distribuitiin 2 sezioni eterogenee, e per il secondo anno aperta anchela SEZIONE PRIMAVERA che accoglie 10 bambini dai 24ai 36 mesi. Il personale che svolge attivit allinterno della struttura composto dal Comitato di Gestione, quattro insegnanti di se-zione full-time, una cuoca e un ausiliaria qualificate.Inoltre collaborano con noi nellambito di diversi progetti,una linguista e una logopedista, sia in laboratori settimanalisia come consulenti, uno psicomotricista, il consultorio fa-miliare di Zevio, un odontoiatra (progetto di igiene orale), laPolizia Locale (progetto Ed. stradale), la Scuola Primaria ei Nidi (progetto Continuit), Fidas di Perzacco. Il comitato di Gestione e il Personale Scolastico vi aspettanoper una visita guidata della Scuola e per la presentazione del-l'offerta formativa DOMENICA 8 NOVEMBRE DALLE10.00 ALLE 12.00. In questoccasione sar possibile fare lapreiscrizione per l'anno educativo 2016/2017.Per informazioni contattare la segreteria il marted dalle 8 al-le 10 al tel. 0457875002 oppure attraverso lindirizzo e-mail: [email protected]

    Marta Bonaconsa

    Scuola Infanzia a Perzacco

    Open Day domenica 8 novembre

  • DI JACOPO BURATI

    L'ultima giunta comu-nale ha visto l'approva-zione del nuovo pianodelle opere pubblicheper il triennio 2016-2018. Tra i lavori pirilevanti previsti per il2016 ci saranno l'asfal-tatura delle strade (perun totale di 200.000euro di spesa), l'adegua-mento sismico dellascuola Dante Alighieri(contributo dalla Regio-ne di 250.000 euro) el'ampliamento del parco"Le sorgenti del castel-lo", con l'acquisizionedell'area nord-ovest inlocalit Azzano per laquale la giunta ha giapprovato il progettoesecutivo e ottenutodalla Regione un contri-buto di 250.000 euro. Sempre nel 2016, atte-so l'intervento di riqua-lificazione dell'illumina-zione pubblica nell'inte-ro territorio comunale."In questi giorni inatto la gara pubblica perselezionare la miglioriofferte in termini eco-nomici e tecnici - spiegal'assessore ai lavori pub-blici Federico Piazzi -.Inoltre, previsto il

    bando per la gestionedel calore, che dovrprevedere il rifacimentoe l'adeguamento dellecentrali termiche degliedifici comunali.L'obiettivo il conteni-mento dei costi e l'ag-giornamento degliimpianti alle nuove nor-mative. Il Comune di Casteld'Azzano, insieme adaltri Comuni, metter adisposizione un contri-buto economico (otte-nuto attraverso fondieuropei veicolati dalla

    Regione) per la realizza-zione della pista ciclabi-le "Conagro", che parteda San Giovanni Lupa-toto, costegger Casteld'Azzano ed arriverfino a Valeggio sul Min-cio e Zevio. Per il 2017 sono inoltreprevisti l'adeguamentoenergetico della scuolaDante Alighieri (ilComune in graduato-ria per un contributo di578.000 euro) e la rea-lizzazione di una rete dipiste ciclabili internaal territorio comunale.

    stata inaugurata loscorso 17 ottobre lanuova sede degli scout delgruppo Verona 8 diCastel dAzzano. La nuovastruttura stata messaa disposizione dal Comunein piazzale degli Atletinegli ex locali in uso aglianziani del COCIA, oratrasferitisi nella nuovacostruzione di via donMilani. Tanti i ragazzi presentiche, dopo lalzabandiera,hanno rinnovato la famosapromessa scout. Dopo isaluti del sindaco Anto-nello Panuccio e dellas-sessore al sociale PinoCaldana, il nuovo parrocodon Bruno ha benedetto lastruttura, intitolata alletre piccole scout Anna,Giulia e Martina, che nel1999 persero la vita in ungrave incidente duranteun campo estivo in Valtel-lina. Erano presenti geni-tori e famigliari delle pic-cole, che assieme ai tantiragazzi presenti hannovisitato la struttura.

    Il gruppo Verona 8 presente da tanti anni nelnostro territorio - spiegail sindaco Panuccio -. Rap-presenta un sano punto diriferimento per molti gio-vani che vogliono stareassieme, a contatto conla natura e soprattuttomettendosi al serviziodegli altri. Un bellesem-pio si visto durante laprima domenica di otto-bre, quando gli scouthanno servito ai tavoli inoccasione della festadedicata ai nonni delpaese. (J.B.)

    IN PIAZZALE ATLETI

    UNA NUOVA CASA PER GLI SCOUT VERONA 8

    NOVEMBRE 2015 12 CronacheCASTEL DAZZANO. LA GIUNTA APPROVA GLI INTERVENTI PER IL TRIENNIO 2016-2018

    OPERE PUBBLICHE: ECCO IL PIANO

    Cassettain

    LA CARICA DEI 110 ALLEXPO DI MILANO

    Castel dAzzano in gruppo verso lExpo di Milano.Erano infatti ben 110 le persone partite da piazzaPertini lo scorso 24 ottobre, per visitare la grandemostra multiculturale nel capoluogo lombardo. Tantele richieste, posti limitati ed entusiasmo al massimo.Ad ognuno dei partecipanti stato regalato un pani-no, una bottiglietta di acqua minerale (poi ricaricabi-le nelle numerose case dellacqua in Expo) e un pre-zioso vademecum con tutti consigli e le informazioniutili per orientarsi allinterno dellimmensa fiera. Iltermine della gita coinciso con lultimo spettacolodellalbero della vita. Questo il messaggio dellamministrazione, organizza-trice dellevento, ai visitatori azzanesi: Sparsi perExpo si trovano tanti eventi, mercati, musiche, sfila-te con bande militari e tanto altro. La speranza che abbiate potuto fare un bel viaggio attraverso isapori e i colori che Expo regala attraverso i suoipadiglioni. (J.B.)

    PER VEDERE LALBERO DELLA VITA

    NATALE SI AVVICINA: ORADI PENSARE AI REGALI

    Nella splendida e romantica cornice del nogozio,novembre riserva dei momenti irripetibili. Come inun giardino d'inverno, si susseguiranno incontricon artisti, scrittori e specialisti dell'amore.Un'occasione di riflessione poetica sul tema,addolcita da una coccola golosa. Presso il Mondo delle Meraviglie potrete vedere eacquistare il meglio dell'oggettistica di marca; sevia ttende una felice ricorrenza, potrete sceglie-re, tra le collezioni, le bomboniere, magari optan-do per un dono solidale e contribuire ad una nobi-le causa. Sulle bomboniere sar applicato il 20%di sconto e per gli sposi le partecipazioni sonoomaggio. Ogni dono personalizzabile e resounico nei dettagli.Nell'atelier, la sposa potr acquistare un abito disartoria italiana, con la possibilit di comprare ilcampione a met prezzo. Chi vuole gi tuffarsi tragli acquisti natalizi, potr trovare un'ampia sceltadi regali: commissionare articoli personalizzati oscegliere tra gli articoli in esposizione. (L.P.)

    MONDO DELLE MERAVIGLIE

    INCONTRI LETTERARI D'AUTUNNO La biblioteca di Castel d'Azzano Isotta Nogarola organizza nel mese diNovembre una serie di appuntamenti per avvicinare la cittadinanza alla let-tura. Il 6, 13 e il 20 Novembre alle 17 in la biblioteca avranno luogo treincontri nell'ambito della rassegna letteraria Un t con l'autore. Ospitidi questi pomeriggi letterari saranno autori locali che leggeranno e com-menteranno estratti delle loro opere: Giancarlo Cattapan con La gron-daia di pietra, Cristiano Mazzurana con Ultime ore a Roosendaal eMaria Teresa Venturi con Nel cuore del mondo. La partecipazione gratuita. (D.B.)

    CITTADINI PI SICURI: INCONTRO IN BAITASi terr gioved 3 dicembre alle ore 20 alla baita degli Alpini di via Barba-rani a Castel d'Azzano, la serata-dibattito sulla sicurezza urbana dal tito-lo La prevenzione come difesa. Cittadini informati, cittadini sicuri.Levento organizzato dai Comuni di Castel dAzzano e Vigasio, in collabo-razione con lassociazione d'Arma e lAvis. Nelloccasione, saranno pre-sentati alla cittadinanza il vademecum per la prevenzione di furti e rapinee quello per la sicurezza delle attivit commerciali. La sicurezza un bene primario che permette un sereno svolgimentodelle proprie attivit, consente ai genitori di dare ai figli maggiore autono-mia, e alle donne di affrontare percorsi di vita pi protetti - spiega las-sessore alla sicurezza del Comune di Castel dAzzano Massimiliano Liuz-zi -. fondamentale che ognuno senta la responsabilit del proprio ruolopolitico, educativo e sociale, avendo cura di agire sempre secondo le cor-rette procedure, per garantire, e non mettere a rischio, la propria sicu-rezza e quella della propria comunit. (J.B.)

    Federico Piazzi, assessore ai Lavori

    Pubblici

  • DI JACOPO BURATI

    Dopo 95 anni, chiude ilnegozio di alimentari piantico e longevo di Butta-pietra. Il gestore, Giancar-lo Castellani, lo confermacon la voce rotta dallemo-zione. Era dal 1920 che la bottega(nella foto la prima sede delnegozio), che sorge allini-zio di via Pizzola, ha tenu-to aperto ininterrottamen-te fino ad oggi. Ed sem-pre stata gestita dalla fami-glia Castellani. In princi-pio si vendeva principal-mente cibo per animali,crusca e grano - raccontaGiancarlo -. La fondatricefu mia nonna, Maria Man-zini, desiderosa di aprireunattivit commercialeche la tenesse occupata.Mio nonno Giuseppe, inve-

    ce, lavorava come mediato-re e non era coinvolto. Nel 1938 la bottega passnelle mani di pap EligioCastellani (morto nel feb-braio 2001 mentre ancoralavorava come aiutante) emamma Ada Gaino, scom-parsa nel 1971. Erano glianni della seconda guerra

    mondiale - ricorda Gian-carlo -. Anni duri, dove sifaticava ad andare avanti.Ricordo che anche la collaera un bene di lusso, cosmio padre usava un miscu-glio di farina e acqua perincollare i buoni sulle tes-sere. Peccato che poi i topile prendessero di mira,

    rosicchiando la carta emettendo a rischio il gua-dagno. Nel 1945 il negozio rischidi trasferirsi in centropaese, vicino alle (ora ex)scuole elementari. Ma laf-fare salt. Nel 1954, appe-na dopo la fine delle scuolemedie, Giancarlo, classe42, inizi a muovere iprimi passi allinternodella bottega. Nel dicem-bre 1968, appena dopo ilmatrimonio con la consor-te Luciana, eredit definiti-vamente il lavoro dalpadre. Linaugurazione diun rinnovato spazio, cheport il locale a 110 metriquadri, segn un nuovoinizio. Dal 1971 fino ad oggi, iconiugi Giancarlo e Lucia-na (con laiuto della sorelladi Giancarlo, Marisa)hanno mandato lattivitcommerciale con amore,dedizione e sacrificio.Oggi manca un po la cul-tura del lavoro e del sacrifi-cio - spiega Luciana -. Si fafatica a trovare persone cheabbiano sano entusiasmo.Il nostro stato un percor-so difficile ma appassiona-to, ricco di soddisfazioni erinunce. Siamo felici diquello che abbiamo porta-to avanti.

    NOVEMBRE 2015 13 CronacheBUTTAPIETRA. STOP PER IL NEGOZIO DI GENERI ALIMENTARI CASTELLANI DOPO 95 ANNI

    CHIUDE UNA BOTTEGA STORICA

    Cassettain

    MUSICOTERAPIA CONTRO LALZHEIMER. Riapre vener-d 13 novembre il laboratorio di Musicoterapia di Buttapie-tra. Lesperimento iniziato nel 2013 e vede come capofi-la lassociazione Alzheimer Italia-Verona, sostenuta dal-lamministrazione comunale. Lattivit, che ha avuto moltosuccesso tra la cittadinanza, sostenuta anche grazie alprogetto Retie promosso dal centro servizi del Volonta-riato di Verona. Le iscrizioni vengono raccolte, entro il 13novembre, dallassistente sociale del comune. Le attivit, condotte con entusiasmo dalla specialista

    Paola Reani, hanno lobiettivo di mantenere le abilit resi-due e stimolare nuovi percorsi alternativi, il tutto allinse-gna del divertimento e della socializzazione. Sostenitrice diquesta iniziativa il vice-sindaco Sara Moretto: Nono-stante le difficolt che stiamo sostenendo, vogliamo porta-re avanti questo progetto, che ha migliorato la qualit dellavita di molte famiglie di Buttapietra e Marchesino. Confidia-mo che sempre pi persone vi aderiscano, soprattuttoquelle con maggiori difficolt, perch questa piccola comu-nit terapeutica pu fare molto. Le attivit proposte sono musicali e musicoterapiche -spiega Paola Reani -. Attraverso semplici e divertenti spun-ti, promuoviamo una stimolazione multidimensionale allapersona, risvegliando abilit sopite e aiutando a scoprirnedi nuove.

    FESTA DEL RINGRAZIAMENTO A MARCHESINO. Laparrocchia SS.Redentore di Marchesino e Bovo organiz-za nella giornata di domenica 15 novembre la Festa delringraziamento, con la benedizione dei trattori e mezziagricoli del territorio. Il programma prevede il ritrovo ditutte le vetture alle 10 nella piazza antistante alla chiesa.Dopo la messa, si terr la benedizione da parte del parro-co Don Claudio. A seguire, attorno alle 12.30, il pranzocomunitario. Le aziende, le botteghe e gli esercizi commer-ciali del paese sono invitati a partecipare. (J.B.)

    SULLE TRINCEE PER IL CENTENARIO. Tra i vari appun-tamenti che si terranno a Buttapietra per il Centenariodella Grande Guerra, sabato 24 ottobre il Comune di But-tapietra in collaborazione con il Gruppo Alpini ha organizza-to un'uscita per gli iscritti all'Universit Popolare alle Trin-cee di Malga Pidocchio a Erbezzo, da poco recuperate conuna grande opera di restauro. Ad accompagnarli il GruppoAlpini di Buttapietra e una guida locale, Flavio Melotti. Ilcomplesso difensivo di Malga Pidocchio formato da dueappostamenti collegati tra loro da una galleria sotterraneasotto la strada militare costruita nel 1915 per creare unaccesso tra Erbezzo e Monte Castelberto. Nel blocco roc-cioso stato scavato un reticolo di camminamenti, di trin-cee e postazioni. L'armamento era composto da 4 cannonie da una caserma italiana, l'attuale Malga Lessinia. (A.R.)

    NOTIZIE E APPUNTAMENTI

    Societ Cooperativa di ConsumoLA SOCIETA S.R.L.P.zza 4 Novembre, 2

    37060 Buttapietra (VR)

    La cooperativa La Societ s.r.l. con la fine dellanno 2015, ha in scadenzail contratto per la gestione e conduzione dellattivit di bar ristorante e

    pizzeria, nel fabbricato posto in Buttapietra piazza 4 Novembre n. 2

    Chi fosse interessato alla conduzione dello storico esercizio, chevanta pi di 130 anni di ininterrotta attivit, pu contattare il presi-dente al numero telefonico 3338488571 o scrivere allindirizzo di

    posta elettronica [email protected]

    AVVISO

    Via Cavour 1Buttapietra (VR)

    Tel-Fax- 045 6661372 www.ristoranteilventaglio.it

    MEN PERSONALIZZATI,anche nel prezzo,

    per ogni vostra ricorrenza e per cene aziendali.

    Sono aperte le prenotazioni per ilPRANZO DI NATALE

    e per il cenone di CAPODANNO. Anche da asporto.

    MANUTENZIONE CHE FA INTEGRAZIONESabato scorso 17 ottobre, i volontari del circolo Legambiente Il Tiglio coordinati dalpresidente Vincenzo Parise, insieme a una ventina di migranti africani richiedentiasilo ospiti all'hotel Marino, e ad alcuni rappresentanti della giunta comunale di But-

    tapietra (il sindaco Aldo Muraro, gliassessori Edoardo Bertucco e LucaFormigari), hanno iniziato i lavori di puli-zia e manutenzione del Bosco del Mena-go. Si tratta di un progetto condivisotra Legambiente e Cooperativa SocialeSpazio Aperto (societ che si occupadella gestione del progetto di accoglien-za dei migranti), il cui obiettivo dicreare momenti di conoscenza e inte-grazione con la popolazione locale, tra-mite attivit di cura e manutenzione delverde con le quali si vuole coinvolgere imigranti volontari in lavori socialmenteutili.

  • NOVEMBRE 201514 CronacheCassettainISOLA DELLA SCALA. DAL 12 AL 29 NOVEMBRE C LA RASSEGNA GASTRONOMICA DAUTUNNO

    AL VIA LA FIERA DEL BOLLITOSe si dovesse fare un sondaggio su qualesia il piatto popolare pi veronese ditutti, lesito sarebbe scontato: la pear.Questa salsa, ottima ad accompagnare ibolliti (ma c chi ne mangia a cucchiaia-te da sola), rappresenta il grande valoreche ha la carne per la cucina veronese. Laleggenda narra che Alboino, re dei Lon-gobardi, prese in moglie Rosmunda. Il reuccise il padre della consorte, Cunimon-do, in battaglia. Fu cos che la donnadecise di lasciarsi morire di fame. Ilcuoco di corte invent una salsa tantogustosa e nutriente da rimettere in forzeRosmunda. Quella salsa saporita eraappunto la pear. La 15 edizione dellaFiera del Bollito con la Pear si terr dal12 al 29 novembre ad Isola della Scala(Vr).Levento, che offre il pi tradizionale eamato dei piatti scaligeri e altre ricettedellautunno, verr allestito allinternodel Palariso riscaldato. A preparare lecarni e la tipica salsa veronese sarannosolo macellerie di Verona e provincia. In

    questo modo, ancora una volta, le fiereisolane si distinguono per la filiera corta,a garanzia della qualit delle materieprime usate in cucina. Ci rappresentaun doppio vantaggio per gli ospiti. Ilprimo quello di evitare troppi passaggiche potrebbero gravare anche sul control-lo della provenienza delle materie prime.Il secondo aspetto riguarda la qualit: chiserve in fiera bolliti e pear ha anche unaattivit che funziona durante il resto del-lanno. Per questo motivo gli stand, che

    sono in virtuosa competizione tra loro,vogliono servire il meglio.Il men della manifestazione comprende-r altri piatti dellautunno e della tradi-zione popolare veneta e di alcune regionilimitrofe come tortellini in brodo, taglia-telle in brodo con fegatini, pasticcio,gnocchi, zuppa di Gulasch, tortelli dizucca, castagne, dolci e frutta di stagione.Non mancheranno, come consuetudinead Isola della Scala, panino allisolana e ilrisotto allisolana. Oltre agli stand tradi-zionali sar allestito anche un ristorante,dove verranno serviti al tavolo alcuni deipiatti presenti in Fiera. Il programmadella fiera sar arricchito da spettacoli einiziative per bambini e non. Sono previste poi la sfida nazionale tro-feo citt del riso, conoscere il Riso NanoVialone Veronese I.G.P. e la carne italia-na, riservata agli alunni delle scuolealberghiere di diverse regioni italiane e lafinale del concorso gastronomico Risot-to del Sindaco, la sfida tra primi cittadi-ni ai fornelli per solidariet.

    PERCORSO DI FORMAZIONE PER FAMIGLIE. L'Asso-ciazione genitori Age L'Arca e il Centro Noi con il patro-cinio del Comune di Isola della Scala hanno organizzatoun percorso di formazione per adulti dal titolo Famigliaaffettiva educa all'affettivit...sempre. Gli incontri sultema dell'adolescenza sono rivolti a genitori, educatori eanimatori e si svolgeranno presso il Centro Noi il mar-ted sera alle ore 20,45. Relatrici la dott.ssa ChiaraCrivelli, psicopedagogista e presidente di Age Veneto, eMaria Grazia Ferrari, Direttrice della Scuola di formazio-ne Rossini ed esperta in processi formativi. I prossimiincontri in programma saranno: il 3 novembre Aiutare ifigli ad acquisire autonoma capacit di giudizio e decisio-ne, il 10 novembre Incontri e scontri tra genitori e figli,il 17 La ricerca e il valore del gruppo, il 24 Uso eabuso delle nuove tecnologie, l'1 dicembre La fatica difarli studiare.(A.R.)

    TRASPORTO SOCIALE PER LE FRAZIONI. La giuntacomunale ha istituito il servizio di trasporto socialeper gli anziani con unet superiore ai 65 anni delle fra-zioni di Tarmassia e Pellegrina. Il servizio, disponibile dalluned al venerd, a chiamata e prevede l'accompagna-mento sia per l'andata, che per il ritorno, dell'anzianorichiedente. Lunico impegno richiesto a chi usufruiscedel servizio quello di concordare data e orario per iltrasporto con gli uffici sociali al numero 045.6631910. I servizi sociali sono a disposizione per ogni consulenzaed accompagnamento al fine di espletare la pratica diaccesso al trasporto.

    IN BREVE

    Da met ottobre i semafori cheregolano l'incrocio tra via Cavour,via Vittorio Veneto, via Roma e viadegli Emili a Isola della Scala lam-peggiano ininterrottamente acausa di un guasto. Infuriano lelamentele dei residenti e di chitransita abituditualmene nellazona per il pericolo. Le auto prove-nienti dalla statale si prendono laprecedenza, mentre chi arriva dalle strade laterali deve con vari tentativi riu-scire ad immettersi. Gli agenti della polizia municipale non sempre sono pre-senti: il mattino, momento di maggior flusso di auto, sono impegnati nelle viedelle scuole e l'assalto all'incrocio resta selvaggio. Dal canto loro i vigili affer-mano che sia gi stata chiamata una ditta che ha tentato inutilmente di aggiu-stare i semafori poich si rotto l'intero blocco delle luci a causa dell'usura edelle infiltrazioni d'acqua. Ora si dovranno attendere i tempi tecnici e burocra-tici perch arrivino i pezzi da cambiare.(A.R.)

    INCROCIO PERICOLOSO

    SEMAFORO IN TILT IN CENTRO AL PAESEESERCITAZIONE DELLA PROTEZIONE CIVILE

    Si tenuta sabato 10 ottobre l'esercitazione per lo sgombero rapido cheha visto coinvolte le scuole dell'Istituto Comprensivo e la Protezione civiledi Isola della Scala e Trevenzuolo con la chiusura dell'intero viale Rimem-branza. Alunni e personale della scuola, dopo essere stati allertati per uncaso di emergenza conseguente al verificarsi di un evento atmosfericoestremo, hanno provveduto a sgomberare in tempi rapidi gli edifici e a rag-giungere i punti di raccolta. Quindi hanno avuto luogo le simulazioni: il sal-vataggio di un disperso da parte dell'Unit Cinofila, la verifica della stati-cit delle strutture con l'ingegnere Luca Sandrini, l'intervento di un PrimoSoccorso, il tutto coordinato con estrema velocit e precisione da nume-rosi componenti della Protezione civile. (A.R.)

    Domenica 18 ottobre si tenuta la giornata delDonatore promossadallAvis di Isola dellaScala. Presentiallevento, il SindacoGiovanni Miozzi, il Vice-sindaco Tiziano Arcolinie lassessore alle politi-che sociali MicheleCasella. Dopo la celebrazionedella Santa Messacommemorativa, il cor-teo con 60 labari dellevarie sezioni dellAvisdItalia si mosso per

    la deposizione di unacorona di alloro e lese-cuzione dellinno nazio-nale da parte del corpo

    bandistico davanti almonumento dedicato aldonatore nellatrio del-lospedale cittadino.

    AVIS

    CELEBRATA LA GIORNATA DEL DONATORE

  • DI LAURA PASSARETTI

    Sabato 17 ottobre sonostati donati tre notebookall'istituto comprensivodi Vigasio e consegnatialla dirigente scolasticaPatrizia Neerman, perun valore complessivo di900 euro. La donazione il frutto del ricavato dellafesta rionale svoltasi invia Molino: la primaFesta del Dosso; mani-festazione nata dall'ideadell'omonimo comitatotrasportati dal desideriodi richiamare l'antica tra-dizione delle feste rionali. Il comitato composto daFederico Sguazzardo,Lucia Abram, Andrea eSimone Bailoni, Corra-do Bailoni, Martini Giu-seppe e GianvittorioQuartaroli, si era impe-

    gnato a devolvere il rica-vato dell'evento in benefi-cenza e questo statopossibile grazie alla gran-de partecipazione deiresidenti, della concessio-ne del comune di Vigasioe di tutti gli sponsor che

    hanno contribuito allarealizzazione della seratasvoltasi lo scorso 12 set-tembre e che ha richiama-to intorno alla tavolatacirca 500 persone. Al gruppo "Al Dosso"sono andati i ringrazia-

    menti della Dirigentescolastica, che ha conse-gnato loro un encomioscritto del quale possonoandare fieri. StefaniaZaffani, vicesindaco eassessore con delegaall'istruzione afferma: la seconda donazione chealcuni cittadini fanno allascuola: Matteo Merlini hadonato alla scuola dimusica sette strumentimusicali, e come ringra-ziamento gli abbiamoconsegnato con una targala sera durante la qualeabbiamo consegnato leborse di studio agli stu-denti meritevoli. Dalmomento che tutti sono aconoscenza delle difficol-t economiche della scuo-la e del comune, sonofiera del fatto che molticittadini ci aiutino

    Cambia il modo riciclare. Esacom chiede collaborazione aicittadini. L'impegno porterun miglioramento delle tariffe.Sono due le novit fondamen-tali che verranno introdotte abrevissimo: raccolta del seccoogni quindici giorni, anzichsettimanalmente; nuovi conte-nitori pi grandi per l'umido.Dei diciannove comuni nelbacino esacom, Vigasio eral'ultimo rimasto ad avereancora l'indifferenziato settimanale. Maurizio Barbati(nella foto), direttore della societ di raccolta, aveva gi evi-denziato in sede di consiglio comunale che la qualit delsecco conferito era ancora troppo contaminato: il 35% plastica e il 28% carta - aveva ammonito Barbati "neicomuni con la raccolta quindicinale le percentuali dimi-nuiscono notevolemente. Durante i 5 incontri organizzati ad ottobre con la popola-zione per spiegare le novit, stata anche fatta formazio-ne, che sembrava mancare, visti i risultati. Fino ai primi dinovembre, i vigasiani potranno recarsi in comune per riti-rare il nuovo contenitore dell'umido, pi grande, persona-le e dotato di un meccanismo che rilascia un segnale adogni svuotamento. Questo tipo di controllo ci far averedati puntuali che monitoreremo - spiega Barbati - l'obiet-tivo quello di arrivare ad applicare tariffe personalizzate,tarate sui reali consumi del cittadino. Alcuni cittadini,sono rimasti contrariati soprattutto per la raccomandazio-ne di consegnare il rifiuto organico nel contenitore pieno,diminuendo cos gli svuotamenti. (L.P.)

    CAMBIA LA RACCOLTADIFFERENZIATA

    RIFIUTI

    NOVEMBRE 201515 Cronachein

    PIGOTTE ALLE SCUOLE MEDIE IL 20 NOVEMBREAlle scuole medie si impara la solidariet con le Pigot-te dell'Unicef. partito nel mese di ottobre il laboratorio di creazio-ne Pigotte, in collaborazione con l'Associazione Ami-che della Biblioteca, che gi da un paio di anni si fapromotrice della nobile causa internazionale. Adessere coinvolte sono le seconde classi: statal'esperienza pi bella che questo anno ci ha regalato- ammette Barbara Maschi dell'associazione - gimentre facevamo i laboratori permanenti lo scorsoinverno, avevamo notato un certo interesse da partedei ragazzi adolescenti. Il laboratorio a scuola statauna conferma del sospetto che stavamo maturando:i ragazzini di oggi vogliono fare un passo indietro,vogliono fare le cose con le proprie mani, dare sfogoalla creativit, abbattendo tutte le paure e i limiti chenoi adulti trasmettiamo loro.Le bambole saranno messe in mostra il 20 novembrein occasione delle celebrazioni per la giornata inter-nazionale per i diritti dell'infanzia. L'esposizione sarvisibile presso l'istituto scolastico, dove tutta la cit-tadinanza invitata per ammirare e soprattuttoacquistare i manufatti. Il ricavato andr ovviamentetutto trasferito per le cause Unicef nel mondo. (LP.)

    VIGASIO. LA FESTA DEL DOSSO REGALA I NOTEBOOK ALLISTITUTO COMPRENSIVO

    Cassetta

    TRE PC DONATI ALLE SCUOLE

    Buongiorno,nei giorni scorsi ho ricevuto il vostro giornale e ho letto un artico-lo sull'edilizia scolastica a Vigasio (pag. 15 articolo di Laura Pas-saretti). Ho bambini che frequentano la scuola statale dell'infanzia"Arcobaleno" di Vigasio e volevo fare una precisazione su quantoscritto nell'articolo.Durante la campagna elettorale il candidato sindaco Eddi Tosiaveva promesso che avrebbe sistemato la scuola dellinfanzia eintegrato i giochi nelle aree esterne.La sistemazione stata fatta anche grazie all'aiuto dei genitorivolontari come da lui dichiarato nell'articolo ma non sono statiintegrati i giochi esterni. Ci tengo a precisarlo perch l'unico giocoche, spero a breve, verr installato una sabbiera che a nome ditutti i genitori e bambini frequentanti la scuola dell'infazia statadonata alla scuola. Con molta fatica e impegno le rappresentantihanno organizzato una lotteria durante la festa di Natale e unarisottata durante la festa di fine anno scolastico con l'unico scopodi raccogliere fondi per l'acquisto di un nuovo gioco.

    Una mamma di Vigasio (lettera firmata)

    Precisazione di una mamma

    I giochi alla scuola Arcobaleno

    VENERD 20 NOVEMBRESala Civica Isolalta - ore 20.30Mafie in Veneto - dibattitocronache di infiltrazioni della criminalit organiz-zata nel sistema economico e produttivo Veneto,tra grandi opere e collusioni politico-affaristiche.Organizzato dal circolo Legambiente Il Tiglio eLibera.VENERDI 27 NOVEMBREVigasio - ore 20:45Grandi voci - grandi donneGiovani cantanti attori e pianisti interpretanopagine di diario e grandi canzoni di Billie Holiday edi Edith Piaf a 100 anni dalla nascita.Evento organizzato dalle associazioni Simpario eAmiche della biblioteca, per celebrare la giornatainternazionale contro la violenza sulledonne.(L.P.)

    APPUNTAMENTI

    Per la tua pubblicitsu In Cassetta

    Chiama il numero 335 6901551

    oppure invia una mail a

    [email protected]

    Cassettain

    Ortodonzia bambini - adultiimplantologia

    protesi e riabilitazioni

    estetiche

    BUTTAPIETRAStudio Dentistico

    Via Alighieri, 1

    Tel. 045-6660070

    a soli 6 minuti da VIGASIO

    www.dottormuraro.com

  • DI ADRIANA VALLISARI

    Trenta candeline e un car-tellone con i fiocchi. Tea-tro San Giovanni presentala stagione 2015/2016:quindici serate di spetta-coli, dal 13 novembre al 1aprile, con tanti nomi dispicco.La rassegna stata illu-strata in municipio dalgruppo teatrale Il Cano-vaccio, insieme ai rap-presentanti del circuitoteatrale regionale ArtevenFederico Corona e PatriziaBaggio e allamministra-zione comunale. Abbia-mo cominciato quasi perscherzo, per togliere a SanGiovanni Lupatoto lanomea di paese dormito-rio: chi lavrebbe dettoche saremmo arrivati finqui? ha commentatoUgo Massella, responsa-bile del Canovaccio, checon i suoi 25 volontaricura nel dettaglio la rasse-gna . Negli anni il pub-blico ha dimostratoapprezzamento: nel 2014abbiamo registrato 5.300presenze e dagli esordiabbiamo messo in piedi435 serate di teatro, per

    un totale di 121.258 spet-tatori.Il sipario si alzer venerd13 novembre con Ficar-ra&Picone, che ritornanoa teatro con Apriti cielo. Il20 e il 21 novembre spa-zio ai giovani lupatotini diAltri posti in piedi eA.li.ve, che proporrannoLoste in mezo ale done. Torna il 27 novembreanche la compagnia tea-trale Micromega, con Scusilei ucciderebbe mio marito?Il 4 dicembre Cantieriinvisibili porter Shake-speare, con Sogno di unanotte di mezza estate. L11dicembre, invece, il pub-blico sar chiamato a inte-ragire con gli Oblivion,che con The human jukeboxcanteranno una serie disuccessi richiesti dallaplatea. Risuoner ancorail canto il 18 dicembre,con lassociazioneSeventh Note Gospel Lab,che si esibir in un Concer-to gospel. Dopo la pausa natalizia, il15 gennaio Lavanteatropresenter la commediafemminile Fiori dacciaio.Toccher alla Rimbam-band incantare il pubblico

    con Il sol ci ha dato alla testail 22 gennaio, mentrestrapper sicuramentedelle risate La camerierabrillante, classico goldo-niano inscenato dalla Bar-caccia il 29 gennaio. Ilgioco di contrasti Forbi-ci&Follia vedr arrivare aSan Giovanni Lupatoto il5 febbraio la rodata com-pagine formata da MichelaAndreozzi, Roberto Ciu-foli, Max Pisu, BarbaraTerrinoni, Nino Formicolae Nini Salerno. Il 12 feb-braio sar la volta del-lEstravagario con Lispet-tore, mentre il 19 febbraioil lupatotino Gianni Fran-ceschini proporr Il sognodi un uomo ridicolo. Ci sarpoi Mister Forest con ilsuo Motel Forest, che tra-sformer lAstra in unmotel il 26 febbraio.Theama Teatro diletter ilpubblico con un classico il18 marzo: El moroso delanona. Il gran finale si terril primo aprile con GiobbeCovatta ed Enzo Iacchettiin Matti da slegare. Tutti gli spettacoli inizie-ranno alle ore 21. Graziea tutti gli sponsor abbia-mo potuto mantenere unprezzo basso, per far sche le famiglie si affezio-nino al teatro sottolineaMassella . Anche que-stanno ci sar una casset-ta per la raccolta fondidestinati al centro diascolto della parrocchia diSan Giovanni Battista, chemediamente ci permettedi raccoglier mille eurolanno.Labbonamento a tutti glispettacoli costa 120 euro;quello su misura, con 8serate a scelta, costa inve-ce 90 euro. PerFicarra&Picone, Oblivion,Rimbaband, Forbici&Fol-lia, Mister Forest e Mattida slegare si pagheranno16 euro o 13 euro (ridotto

    fino a 20 anni e over 70anni); per il concertogospel 10 euro (o 6 euro);per tutti gli altri spettaco-li 8 euro (o 6 euro il ridot-to). I biglietti si possonoacquistare dal luned alvenerd, dalle 17.30 alle19, al cinema teatro Astra;

    prevendite alledicolalupatotina De Togni dipiazza Umberto I, al BoxOffice Verona di via Pallo-ne o consultando il sito .Per maggiori informazioni possibile contattare ilcinema teatro Astra (0459250825 - [email protected]). Sul sito

    www.cinemateatroastra.it, oltre al ricco cartellonedel teatro, si possono con-sultare la programmazio-ne del cineforum, che staregistrando un record diabbonati, e le modalitper partecipare alla scuoladi teatro organizzata daApp.

    CartelloneNOVEMBRE 201516

    EMOZIONI IN VIAGGIOPER BARCELLONA

    Dentro. L'ultima opera della pittrice di Buttapietra, Miche-la Meneguzzi selezionata per ArtExpo Barcelona Art Fair2015.Le emozioni nascono e muoiono dentro. Dentro di noi,dentro una bottiglia di vetro che talvolta impedisce lacomunicazione con l'esterno. Non sappiamo nemmenonoi perch ci sentiamo in un determinato modo. Appa-rentemente non troviamo spiegazione oggettiva esternaadeguata a giustificare il nostro sentire. Ma questo tor-mento interiore l'energia che muove la nostra esistenza. un cuore gonfio che pompa vento nelle vele della vita eche ci guida su nuove rotte, alla scoperta di nuovi mari ealtre terre.(E.F.)

    Cassettain

    TEATRO. PRESENTATO IL CARTELLONE: IL SIPARIO SI ALZER IL 13 NOVEMBRE CON FICARRA&PICONE

    La stagione dellAstra

    RALDON: TRA STORIAE FUTURO

    Il gruppo "Idee" organizza per la serata divenerd 13 novembre, presso il centro comuni-tario di Raldon, in Via San Giovanni Bosco 8,lincontro dal titolo Raldon, tra Storia e futu-ro. Lappuntamento, aperto a tutta la cittadi-nanza, offrir un momento di riflessione sullacomunit raldonate, una panoramica sulle radi-ci locali e gli eventi che hanno segnato la sto-ria del paese, attraverso una narrazione delprofessor Roberto Facci . La serata sarintrodotta da Marco Taietta, gi assessorealla Cultura.

    A sinistra, il duo Ficarra&Picone. Sopra, la presentazione della stagione teatrale, da sinistra,

    Federico Corona, Ugo Massella e Patrizia Baggio

  • NOVEMBRE 201517Cassettain

    DI DEBORAH BEGALI

    Il Comune di Casteld'Azzano presenta saba-to 21 novembre lo spet-tacolo teatrale TuttaColpa di Eva a cura diIppogrifo Produzioni.Scritta e diretta daAlberto Rizzi que-st'opera andr in scenaal Teatro Parrocchiale. L'evento si inquadranell'ambito del mese perl'eliminazione della vio-lenza contro le donne,trattando argomentiquali lo stalking, la vio-lenza e l'ossessione siain ambito sentimentaleche lavorativo. Il dramma racconta levicende di una giovanesegretaria (ChiaraMascalzoni) assunta inuna galleria d'arte dipropriet di Roberto(Alberto Rizzi) e Marta(Giada Villanova) dovediviene oggetto diangherie da parte dell'exfidanzato in un turbiniodi dialoghi pungenti eironici. I ruoli di vittima e car-nefice si mescolano fino

    alla sorprendente con-clusione finale fornendomolteplici spunti diriflessione allo spettato-

    re.La pice combinasapientemente cultura esociale dando ampio

    spazio al punto di vistadello stalker e non defi-nendo mai confini nettitra violenza e amore.

    CASTEL DAZZANO. IL 21 NOVEMBRE UNA PICE TEATRALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

    LEGGERE RINFORZALeggere rinforza una certezza. Luned 30 novembrevi aspettiamo, a partire dalle ore 20,30 in Biblioteca aZevio ci sar il 3 incontro di lettura critica e condivisa;nella serata si discuter il testo di Alessandro DAvenia,cose che nessuno sa. Gli incontri, ricordiamo uno almese fino al prossimo giugno 2016, sono un modo, quindi,per condividere quello che un libro sa trasmetterci.Per informazioni, Biblioteca di Zevio: telefono045.6050533.

    ZEVIO

    LA GRANDE GUERRAUna settimana dedicata alla Grande Guerra