IL PROCESSO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA B2B · PDF file 4 Sintesi normativa Dal 1°gennaio...

Click here to load reader

  • date post

    14-Aug-2020
  • Category

    Documents

  • view

    1
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of IL PROCESSO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA B2B · PDF file 4 Sintesi normativa Dal 1°gennaio...

  • IL PROCESSO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA B2B

    Tania Stimamiglio

    Assistenza prodotto PROFIS

  •  Sintesi normativa  Accreditamento HUB Sistemi e Configurazione  Impostazioni Ditta e Clienti  Invio/ricezione fatture elettroniche  FattureWEB, Sportello Fatture, Gestione Vendite, Profis

    AZ/PLUS  Il ruolo delle date nel processo B2B  Gestione delle ricevute

    Programma

  • Fatturazione Elettronica FATTURAZIONE ELETTRONICA B2B Sintesi normativa

  • 4

    Sintesi normativa

     Dal 1° gennaio 2019 obbligo per tutti di fatturazione elettronica B2B/SDI: l'obbligo di fatturazione elettronica riguarda «le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato».

     Abolizione dal 1° gennaio 2019 della Comunicazione dati delle Fatture

    emesse e ricevute

     Obbligo della trasmissione dei dati inerenti le operazioni di cessione di beni e prestazioni di servizi effettuate e ricevute da soggetti non stabiliti nel

    territorio dello Stato (Operazioni Trasfrontiere): l’invio sarà da farsi tramite uno specifico, entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di emissione o di registrazione del documento di acquisto e sarà facoltativo nel caso esista una bolletta doganale.

  • 5

    In evidenza:

    La scadenza del 1° luglio 2018 riguarda: - Per le fatture emesse: i clienti che rientrano nelle categorie indicate - Per le fatture ricevute: tutti i soggetti esercenti attività d’impresa o professionale

    Ricezione fatture: Ciascun soggetto IVA potrà registrare sull'Agenzia delle Entrate un indirizzo per il recapito delle fatture elettroniche. Tale indirizzo può essere rappresentato da un "Codice Destinatario" o da un indirizzo PEC. L'operazione può essere eseguita accedendo all'area riservata del portale Fatture e Corrispettivi

    L’operazione che può essere eseguita sia dal Committente (cliente) che da un intermediario, delegato con apposito modulo «Delega utilizzo servizi fattura elettronica» Funzione presente in Profis in Servizi Contabili > Adempimenti periodici e annuali > Delega utilizzo

    servizi fattura elettronica

    Sintesi normativa

  • 6

    • la stampa ministeriale delle deleghe presenti nella comunicazione delega servizi fattura elettronica

    • la trasmissione telematica della comunicazione delega servizi fattura elettronica

    • la presentazione della delega tramite uso della PEC

    • la stampa del registro cronologico delega servizi fattura elettronica

    Sintesi normativa: La delega

    Dopo l’aggiornamento al seguente percorso di menu "Servizi Contabili > Adempimenti periodici e annuali", si rendono disponibili le seguenti funzioni che consentono le gestioni di: • Comunicazione delega servizi fattura

    elettronica da utilizzare per la presentazione con invio massivo all'Agenzia di una comunicazione telematica contenente i dati essenziali per l'attivazione delle deleghe

    • Delega cartacea servizi fattura elettronica da utilizzare per la presentazione del modulo cartaceo presso qualsiasi ufficio territoriale dell'Agenzia delle Entrate.

  • 7

    SDI come individua l’indirizzo di recapito della fattura?:

    Quindi per ogni documento ricevuto, SDI verifica se all’interno del Database dell’Agenzia delle Entrate per la partita IVA del destinatario è stato memorizzato un «Codice destinatario» oppure un indirizzo PEC e veicola il documento a tale indirizzo.

    Altrimenti il documento viene recapitato all’indirizzo PEC o Codice destinatario indicato nel file XML della singola fattura. Ne deriva che l'indicazione del recapito nel file XML è facoltativa.

    Qualora non sia indicato alcun indirizzo, né nel file XML, né nel Database dell'AdE, la fattura verrà recapitata nell'unico posto conosciuto da SDI, cioè l'area riservata Fatture & Corrispettivi del ricevente disponibile sul sito dell’AdE.

    Sintesi normativa

  • 8

    Ricezione fatture: Ciascun soggetto IVA potrà registrare sul sito dell’Agenzia delle Entrate un indirizzo per il recapito delle fatture elettroniche. Tale indirizzo può essere rappresentato da un "Codice Destinatario" (se si utilizza un HUB) o da un indirizzo PEC. L'operazione può essere eseguita accedendo all'area riservata del portale Fatture e Corrispettivi (https://ivaservizi.agenziaentrate.gov.it/portale/) Verranno richieste le credenziali di accesso Entratel

    Registrazione indirizzo recapito fatture Fte su sito AdE

  • 9

    Ricezione fatture:

    Registrazione indirizzo recapito fatture Fte su sito AdE

  • 10

    Ricezione fatture:

    Indicate il codice destinatario o l'indirizzo PEC su cui si intende ricevere le fatture passive:

    Registrazione indirizzo recapito fatture Fte su sito AdE

    in caso di utilizzo dell’HUB Sistemi indicare USAL8PV. Attenzione: non indicare tale codice se non è attivo il

    servizio con Sistemi in quanto

    non verranno recapitate le

    fatture.

    Inserire l’indirizzo mail PEC nel caso si intenda ricevere le fatture via PEC

  • 11

    In evidenza:

    La scadenza del 1° luglio 2018 riguarda: - Per le fatture emesse: i clienti che rientrano nelle categorie indicate - Per le fatture ricevute: tutti i soggetti esercenti attività d’impresa o professionale

    Conservazione elettronica:

    I documenti informatici devono essere conservati elettronicamente: la normativa riguarda sia i documenti emessi che ricevuti. I prodotti Sistemi consentono la conservazione sia delle fatture (attive/passive) che dei messaggi di ricevuti. Ricordiamo che l’ Agenzia delle Entrate offre un sevizio di conservazione gratuito, da rinnovare ogni 3 anni, previa adesione alla Convenzione.

    Registro specifico:

    Non esistono norme dirette che prevedano la creazione di un registro IVA specifico per le Fatture Elettroniche.

    Tuttavia è opportuno ricordare che:

    · le fatture elettroniche devono essere conservate in modalità sostitutiva

    · tutte le fatture di un registro IVA devono essere conservate secondo la stessa modalità.

    Quindi tutte le fatture del registro IVA su cui sono inserite le fatture elettroniche devono essere conservate in

    modalità sostitutiva.

    Sintesi normativa

  • 12

    Sintesi normativa

    Firma digitale: Diversamente da quanto avviene per la fattura PA (che continua a sottostare alle sue regole) per la fattura B2B la firma digitale non è obbligatoria, anche se caldamente consigliata, in quanto la firma garantisce l'autenticità del documento ed è indispensabile ai fini probatori in caso di controversie legali

    Chi deve firmare

    La firma deve essere apposta dal soggetto Emittente. Ne consegue che:

    · la firma sarà a cura del soggetto Cedente/Prestatore se questi cura in proprio l'emissione; in questo caso la

    fattura non deve specificare chi è l'emittente, lasciando presumere sia il Cedente/Prestatore;

    · la firma sarà invece a cura del soggetto Emittente se l'emissione è delegata ad un soggetto terzo,

    qualificato come tale ai fini della fattura.

  • Fatturazione Elettronica Schema flusso fatturazione tramite SDI

  • 14

    Schema flusso fatturazione tramite SDI

    Emittente PEC

    oppure HUB

    SDI

    - Assegna un ID - Controlla il file - Verifica l’esistenza di un recapito PEC o HUB del destinatario

    PEC oppure

    HUB Ricevente

    Area riservata Fatture &

    corrispettivi

  • 15

    Schema flusso fatturazione tramite SDI

    Emittente PEC

    oppure HUB

    SDI

    - Assegna un ID - Controlla il file - Verifica l’esistenza di un recapito PEC o HUB del destinatario

    PEC oppure

    HUB Ricevente

    Area riservata Fatture &

    corrispettivi Messaggi da SDI

    Messaggi da SDI

  • 16

    Quali messaggi invia SDI all’emittente della fattura?

    I tempi di elaborazione delle fatture sono previsti al max di 5 gg. Entro i 5 gg dalla ricezione della fattura SDI deve inviare alternativamente:

    » ricevuta di consegna » ricevuta di mancato recapito » Ricevuta di scarto

    Nel caso in cui il canale abbia problemi di trasmissione, SDI effettua 6 tentativi in 3 gg per trasmettere la ricevuta (uno ogni 12 ore). Se la trasmissione della ricevuta non va a buon fine, dopo il sesto tentativo l'AdE chiude la trasmissione, per cui l'emittente dovrà preoccuparsi di verificare in altro modo lo stato della fattura (es.: consultando lo sportello HUB o la propria area riservata).

    Schema flusso fatturazione tramite SDI

  • Fatturazione Elettronica HUB Sistemi/Fatture e Configurazione

  • 18

    HUB Sistemi/Fatture è il servizio accreditato presso SDI per automatizzare la trasmissione e la ricezione delle fatture

    elettroniche.

    Il servizio si pone come alternativa al canale PEC, permettendo di processare un numero elevato di fatture riducendo

    i tempi di spedizione e acquisizione, senza necessità di manutenzione delle caselle di Posta.

    Una volta eseguita l'abilitazione IDS per attivare l’ «HUB Sistemi/Fatture», che rende fruibile il servizio, è necessario eseguire le seguenti attività di configurazione:

    1. Accreditamento installazione (da fare una sola vol