IFRS 9: dal bilancio bancario si evolve il rapporto con le ... · PDF fileIFRS 9: dal bilancio...

Click here to load reader

  • date post

    15-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    213
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of IFRS 9: dal bilancio bancario si evolve il rapporto con le ... · PDF fileIFRS 9: dal bilancio...

IFRS 9: dal bilancio bancariosi evolve il rapporto con leimpresedi Giuliano Soldi (*)

I cambiamenti introdotti dallIFRS 9, entrato in vigore com noto il 1 gennaio 2018, inciderannosu molteplici funzioni interne agli istituti di credito. Tali novit creeranno una discontinuitnelloperativit, nei processi e nellemetodologie utilizzate. Il presente contributo analizza le areedi maggior impatto.

IntroduzioneIl primo gennaio 2018 ha sancito lentrata invigore del nuovo standard contabile IFRS 9Financial Istruments. La novit contabilerappresenta la risposta dellInternationalAccounting Standars Board (IASB) al manife-starsidella recenteeprofondacrisi economico-finanziaria.Lanuova regolacontabile siprefigge lobiettivodi superare il gap esistente tra i principi con-tabili attualmente in vigore e i criteri di riskmanagement imposti da Basilea 2 e 3, utiliz-zando criteri di previsione ex ante delle perditeattese su tutto larco temporale di vita residuadel finanziamento (1).Brevemente vengono esposte le modifiche dirilievo apportate al bilancio bancario. Le varia-zioni interessano i seguenti profili: valutazione e classificazione degli strumentifinanziari: in tale ambito stata introdotta unanuova ripartizionedelle attivit finanziarie cheriduce a tre le categorie contabili rispetto alleprecedenti quattro previste dallo IAS 39 (2).Al fine di rendere meno discrezionale la classi-ficazione degli strumenti finanziari allinternodelle nuove categorie contabili sono stati intro-dotti due driver: modello di gestione (businessmodel) e caratteristica dei flussi di cassa con-trattuali previsti per il singolo strumento finan-ziario, la cui verifica avviene mediante il c.d.SPPI test Soley payment of principal and inte-rest test - on the principal amount outstanding; modello di impairment incentrato sulla rile-vazione delle perdite attese: il nuovo principioprevede un modello (3) in grado di rilevare le

Note:(*) Dottore Commercialista e Revisore Legale, Componentedella Commissione Finanza e Controllo di GestionedellODCEC di Milano(1) ODCEC Milano Commissione finanza e Controllo diGestione, Rating Advisory - Linee Guida per il monitoraggioproattivo del merito creditizio e lassegnazione del ratingdimpresa, Milano, 21 dicembre 2015, pag. 22.(2) Attivit finanziarie valutate al costo ammortizzato (AC): rien-tranoallinternodi questa categoria gli strumenti che listituto dicredito identifica, tramite ilbusinessmodeldadeteneresinoallascadenza (Held to Collect), e che presentano cash flow con-trattuali rappresentati esclusivamente dal pagamento di capi-tale e interessi. Attivit finanziarie valutate al fair value conimpattosulla redditivitcomplessiva(FVTOCI): includestrumentifinanziari la cui finalit pu essere conseguita sia attraversolincasso dei flussi di cassa sia mediante la vendita dello stru-mento per cogliere eventuali opportunit di mercato.Attivit finanziarie valutate al fair value con impatto a contoeconomico (FVTPL): la categoria prevede tre sottovoci:- attivit finanziarie detenute per la negoziazione. Strumenticon finalit di trading che rappresentano una categoria resi-duale rispetto alle precedenti;- attivit finanziarie designate al fair value. Al fine di ridurre oeliminare laccounting mismatch (asimmetria contabile) data facolt al singolo istituto di esercitare lopzione (c.d.fair value option) procedendo a classificare uno strumentofinanziario allinterno di questo portafoglio;- altre attivit finanziarie obbligatoriamente valutate al fairvalue. La voce include le attivit chenon soddisfano i requisitiper linserimento negli altri due portafogli.(3) Il funzionamento e limpatto del nuovo modello di impair-ment statooggettodella relazione illustrativaal DecretodelMinistro dellEconomia e delle Finanze del 10 gennaio 2018:La previsione di una nuova metodologia di impairmentdegli strumenti finanziari uno degli effetti pi rilevanti deri-vanti dalladozione dellIFRS 9. Lobiettivo contabile quellodi rilevare le perdite attese lungo tutta la vita del credito pertutti gli strumenti finanziari per i quali vi sono stati aumentisignificativi del rischio di credito dopo la rilevazione iniziale.In sintesi, quindi, le rettifiche del valore degli strumenti finan-ziari, anche di quelli c.d. performing, sono influenzate dalleaspettative sul rischio di credito dei singoli (o di gruppi di)strumenti. (G.U. Serie Generale n. 19 del 24 gennaio 2018).

Amministrazione & Finanza n. 6/2018 57

Banc

a&Im

presa

Rapporti banche-imprese

perdite expected (logica expected loss vs incur-red loss) (4).Denominato a three-bucket, contiene una clas-sificazione dei crediti in tre stage in funzionedel livello e della variazione nel tempo delrischio di credito. Il cambio di stage di tiposimmetrico e pu quindi scaturire sia da undeterioramentodel credit risk chedaunmiglio-ramento dello stesso;- hedge accounting (politiche di copertura): ilmodello consente una coerente raffigurazionein bilancio degli effetti dellattivit di riskmanagement. Lobiettivo garantire una piimmediata comprensione delle connessionitra attivit di copertura e relativi effetti conta-bili. Lapplicazione dellhedge accounting rive-ste attualmente carattere opzionale (5).Il nuovo bilancio introduce pertanto di politi-chediaccantonamentograduali e incrementalicon lobiettivo di minimizzare le rettifiche ex-postper perdite nonadeguatamente coperte daaccantonamenti. Il modello dunque funzio-nale alla copertura sia delle perdite incurred siadi quelle expected.

Limpatto sulle aree gestionalidella bancaPur discorrendo di un principio contabile, conevidenti riflessi sullarea amministrativa degliistituti di credito, i cambiamenti descritti:introdotti dallIFRS 9 avranno, di tutta evi-denza, una portata, significativit e rilevanzaincomparabilmente superiori rispetto ai pur

notevoli mutamenti occorsi negli ultimi diecianni e, ragionevolmente, non riguarderannoesclusivamente il campo dellaccounting andreporting ma incideranno su molteplici fun-zioni della banca (6).Le novit creano dunque una fortediscontinuit nelloperativit, processi e meto-dologie delle banche favorendo la diffusione diuna culturadi gestionedel rischio, allinternodellintero sistema finanziario.

Tavola 1 - Le nuove categorie contabili

Note:(4) Le banchedovrannodi conseguenzacontabilizzare, tem-pestivamente, le perdite attese future a prescindere dal veri-ficarsi o meno di un trigger event, adeguandoperiodicamente lammontare degli accantonamenti sullabase del rischio di controparte in veste prospettica.Lassunto di base indicato nellIFRS 9 il quale definisce laperdita attesa come la differenza tra i flussi di cassa con-trattuali e quelli attesi (deficit di cassa), scontati al tasso diinteresse effettivo originario - C. Del Prete, I principi contabiliinternazionali: limpatto dellIFRS 9 sui sistemi di monitoraggiodel rischio di insolvenza, Quaderno n. 71 dellODCEC diMilano, Sistemi di allerta interna, a cura di D. Bernardi - M.Talone, Milano, 2017, pag. 30.(5) LIFRS 9 al paragrafo 7.2.21 riconosceai redattori del bilan-cio la possibilit di continuare ad applicare le disposizioni inmateriadi politichedi coperturacontemplatedal vigente IAS39Financial Instruments:RecognitionandMeasurement.Gliintermediari bancari che optano per tale possibilit sonotenuti a fornire in bilancio le prescritte informazioni nellemodalit ritenute pi idonee - circolare n. 262 Il bilanciobancario: schemi e regole di compilazione - n. 5 aggiorna-mento del 22 dicembre 2017.(6)M. Piras, IFRS 9, ecco la sberla in arrivoper lebancheepmi.Report Intesa San Paolo, 29 maggio 2017, http://formiche.net/2017/05/ifrs9-banche-italiane-intesa-sanpaolo/.

58 Amministrazione & Finanza n. 6/2018

Banca

&Im

presa

Rapporti banche-imprese

Si procede descrivendo i possibili impatti sullearee gestionali interne alla banca.

Area commercialeIn area commerciale necessaria una revi-sione delle politiche commerciali con impattisignificativi sul mix di prodotti offerti.Lapplicazione del principio potrebbe indurregli istituti di credito a valutare di escludere olimitare la vendita di prodotti (o di determi-nate forme tecniche) nel caso in cui questifalliscano lSPPI test. Ci a causa della mag-gior rigidit da questo introdotta nella classi-ficazione rispetto allo IAS 39 e al conseguenterischio di un incremento della categoria fairvalue through profit and loss. plausibilequindi che, nella composizione del catalogoprodotti, la preferenza ricada su quei creditidotati di cash flow in linea con lanormativa (7).Un altro ambito oggetto di probabile revisionecoinvolge le politiche di pricing. Questeandranno riviste con lobiettivo di scontaregi in fase di concessione iniziale gli elementidi rischio prospettici, attraverso ladozione ditecnichedideterminazionedelpricing inunot-tica Risk Adjusted e Capital Light, con lo scopodi massimizzare il profitto grazie ai possibilivantaggi rinvenienti dalle azioni di mitiga-zione. La ricerca di profittabilit, come levacompetitiva per attrarre la clientela con ungrado di rischio ottimale, potrebbe orientare

i principali player del mercato bancario adapportare delle innovazioni in ambitocontrattuale.Unaltro interventogiudicatoessenziale, inunalogica proattiva orientata a minimizzare gliimpatti legati allo scivolamento dei creditorinello stage 2, consta nellaffiancare selezionatisegmenti di clientela nel percorso di manteni-mento/miglioramento del proprio merito dicredito mediante lattivazione di serviziaggiuntivi di Rating Advisory.

Area crediti necessario adottare tecniche di valuta-zione del merito creditizio non pi solobackward-looking (storiche), ma anche for-ward-looking (prospettiche) con lobiettivo diidentificare la capacit del prenditore digenerare adeguati flussi di cassa (metodicash-flow oriented) al servizio del debito,avvalendosi di strumenti quali budget, busi-ness plan e piani industriali.