Giugno/Luglio 2014

Click here to load reader

  • date post

    04-Jan-2017
  • Category

    Documents

  • view

    232
  • download

    1

Embed Size (px)

Transcript of Giugno/Luglio 2014

  • P E R I O D I C O A C U R A D E L L A B A N C A D I B E D I Z Z O L E T U R A N O VA LV E S T I N O

    Numero 67Giugno

    Luglio 2014

    Anno XIII

    w w w . b e d i z z o l e . b c c . i t

    sottotracciaNO I CON VO I

    TTT Territorio Tam Tam

    Da leggere/vedere/ascoltare con un click su www.sottotracciabcc.it

    Post

    e Ita

    liane

    Spe

    dizi

    one

    in A

    .P. -

    70%

    - B

    resc

    ia

    CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E COLLEGIO SINDACALE 2014-2017

  • 2 SOTTO TRACCIA | GIUGNO LUGLIO

    NOI C

    ON V

    OI s

    oci

    Concluso il periodo delle Assemblee sociali che hanno approvato i bilanci 2013, gi ora di fare il punto

    sullandamento di questa prima parte del 2014 e delle prospettive che ci attendono. Se un dato di fatto che lo scorso

    esercizio ha rappresentato lannus horribilis del sistema bancario italiano, il presente appare pi roseo, anche se risulta

    ancora difficile parlare di ripresa. Cogliamo piuttosto un timido segnale che la crisi ha rallentato la sua terribile morsa.

    Questi in estrema sintesi i messaggi che ci giungono dalleconomia locale e che si riverberano sulla nostra BCC, come del

    resto sembra essere per tutto il sistema economico italiano ancora lungi dal superamento di questo tunnel, mai cosi acuto e

    prolungato dal dopoguerra in poi. In chiave positiva dal nostro osservatorio sul territorio cogliamo altres segnali confortanti:

    pi di una impresa, grazie allexport e alla capacit innovativa che ha saputo anteporre alla crisi, mostra cenni di rinnovata

    voglia di riprendere ad investire.

    Anche la nostra BCC, in sintonia con il credito cooperativo, e con il sistema bancario nazionale, nonostante la serie

    di interventi politici e finanziari per sollecitare una vera ripresa, non da ultimi gli stimoli monetari prospettati dalla BCE,

    impegnata per guardare oltre, pur consapevole che servir tutto limpegno e la determinazione possibile per fronteggiare

    una situazione che ormai si protrae dal 2008 e le cui scorie avranno bisogno di un congruo periodo di tempo ulteriore per

    essere smaltite.

    Malgrado ci la BCC da tempo impegnata per dare un segno di inversione a questa situazione. La prima parte

    del 2014 per quanto ci riguarda ci consegna infatti alcuni chiari segnali di miglioramento, non solo dal punto di vista

    finanziario - il trimestre chiuso mostra un risultato di gestione lordo di circa 2 milioni di Euro in deciso rialzo sul 2013 -,

    la tenuta del margine dinteresse, mentre il margine dintermediazione risulta in netto miglioramento con un incremento

    percentuale del 25 % sul 2013, contribuendo a migliorare il margine operativo.

    Ma i segnali positivi provengono anche dai numeri dellattivit commerciale. In questo primo scorcio del 2014

    le varie iniziative messe in campo dalla nostra BCC evidenziano un crescente interesse, segno della nostra vicinanza al

    territorio e della fiducia mai venuta meno. Iniziative quelle come la linea di finanziamenti PRIMAVERABCC e i mutui

    CASADOLCECASA, portate avanti, bello ricordarlo, in piena congiuntura negativa, anticipando analoghi prodotti della

    concorrenza.

    Il sentiment positivo dimostrato in primo luogo dalla crescita dei soci, specialmente di quelli giovani: 80 nuovi soci

    entrati nella compagine sociale da inizio anno di cui ben 30 sotto i 30 anni, segno questo di una cooperativa rinnovata nello

    spirito e nellattenzione ai giovani. Da non dimenticare il tutto esaurito del plafond mutui per la casa e per la ristrutturazione.

    Ben otto milioni di euro erogati a circa 80 famiglie da ottobre 2013 a maggio 2014 e un plafond di ulteriori 5 milioni

    recentemente deliberati e messi a disposizione di Soci e clienti nellambito del progetto CASADOLCECASA. Interessanti

    le performance poi dei nuovi finanziamenti specifici al settore agricolo e al turismo. Tutto esaurito anche per i prestiti

    obbligazionari BCC, con lorgoglio di avere chiuso in poche settimane lemissione Obbligazioni SORRISO, il Risparmio Solidale,

    che permetter di devolvere un importo complessivo di 25.000 euro a favore dellAssociazione il Faro di Bedizzole.

    Fiducia dal territorio e sostegno al territorio. Questa la migliore prova che la nostra Bcc presente accompagnando

    la propria clientela nella crescita economica, come sempre, come deve essere e come sempre stato da 120 anni a questa

    parte. Un dato che ci conforta e che ci da la forza per continuare ad esercitare il ruolo primario di sostegno e di sviluppo

    del nostro territorio.

    Il Direttore Generale

    Giorgio Venturini

  • SOTTO TRACCIA | GIUGNO LUGLIO 3

    NOI C

    ON V

    OI s

    oci

    Limpegno amministrativo di Renata Zecchi

    Noi ci siamoPer la neo eletta presidente della BCC lobbligo di Rinascere e rinnovarsi, confermando e rilanciando la funzionalit solidale di banca del territorio. Le fasi programmatiche che passano dal ripresa dei collegamenti con soci e clienti, incremento dei volumi di attivit, potenziamento della rete commerciale, snellimento delle procedure e formazione professionale dei collaboratori

    Rinascita e rinnovamento. Insieme. Con la volont di esserci. E di tornare ad essere fulcro promozionale per il

    territorio. Semplicemente applicando tutto quello che sa fare la BCC. Adeguando i valori ed i contenuti del passato alle

    necessit del presente e del futuro. Investendo e contando su impegno e preparazione dei collaboratori. Garantendo,

    a cura di tutto il Consiglio di Amministrazione, lavoro, applicazione e metodo sviluppati in direzione attenta alle nuove

    sfide da affrontare nella complessit del momento economico e sociale. Sempre e comunque in sintonia con il filo

    conduttore di una storia di crescita, progresso e solidariet lunga ormai 120 anni. Limpostazione di Renata Zecchi,

    neo eletto Presidente della Banca di Bedizzole Turano Valvestino, raccorda il filo importante dellorgogliosa storia

    dellistituto di credito nato nel 1895, con laccento qualitativo che vede nella disponibilit e nello spirito di servizio

    il connotato ideale vincente sul quale investire con fiducia e passione. Rinascita e rinnovamento spiega Renata

    Zecchi entrando subito in tema con loriginale ed evoluta capacit di genere, che accomuna determinazione, garbo

    e intraprendenza sono termini utili a spiegare gli input necessari alla crescita ed il sostegno della Banca di Credito

    Cooperativo. Constatazione che frutto di analisi comuni a molte realt imprenditoriali come la nostra e non solo.

    Credo sinceramente che tutto questo possa rappresentare unoccasione di miglioramento ad ampio raggio. La

    formula, come spesso ribadito nelle riflessioni di Renata Zecchi, sta nellaffrontare i temi attraverso il modo di essere

    credito cooperativo. Una lingua unica da cui non si pu prescindere. Elemento insostituibile di certezze e valori. In

    questi tre anni allinterno del Consiglio di Amministrazione sottolinea ancora Renata Zecchi che nel precedente

    esecutivo ricopriva la carica di vice presidente vicario ho potuto costatare le potenzialit che il nostro istituto di

    credito pu sviluppare. La ricetta sta nel tornare a fare quello che sappiamo. Ovvero ricominciare a fare bene la

    BCC, cio la banca del territorio. Dovremo innanzitutto ripristinare il legame con il territorio stesso, riprendere

    il collegamento con i soci e i clienti ed incrementare i volumi di attivit. Ci sar bisogno del coinvolgimento

    di tutti. A cominciare dai collaboratori, patrimonio fondamentale per lazienda, favorendo il potenziamento della

    rete commerciale e lo snellimento delle procedure. Indispensabile poi, sempre in riferimento allimportanza dei

    collaboratori, sar locchio di riguardo destinato a favore degli investimenti sulla formazione professionale. Il Consiglio

    di Amministrazione, dal canto suo, ce la metter tutta, con lavoro, applicazione e metodo, per garantire scelte e

    indirizzi adeguati ed efficaci alle non facili esigenze complessive del momento. Tutto questo va visto in un ottica di

    rilancio e ripensamento collaborativo intenso e riflessivo, sulla base dei dati fornita da unesperienza lunga 120 anni.

    Struttura ideale storica, che opera con concretezza e duttilit, della quale andare orgogliosamente fieri soprattutto in

    questo momento. Operazioni, cambiamenti e motivazioni obbligati conclude la Presidente Zecchi per rilanciare

    la banca. Perch dalla crisi si esce, se si esce insieme. E noi ci siamo.

  • 4 SOTTO TRACCIA | GIUGNO LUGLIO

    NOI C

    ON V

    OI s

    oci

    CARICHE SOCIALI 2013-2017CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

    Renata Zecchi Presidente Consiglio di Amministrazione

    Ottorino Caffi Vice Presidente CDA Vicario

    Tommy Bettanini Vice Presidente CDA

    Renato Bevilacqua

    Raimondo Cuccuru

    Beatrice Mor

    Stefano Mutti

    Paolo Pasini

    Graziano Silvestri

    Marco Silvestri

    Gian Pietro Trevisani

    COMITATO ESECUTIVO

    Tommy Bettanini Presidente Comitato Esecutivo

    Stefano Mutti Vice Presidente Comitato Esecutivo

    Ottorino Caffi

    Beatrice Mor

    Gian Pietro Trevisani

    COLLEGIO SINDACALE

    Antonello Rottigni Presidente Collegio Sindacale

    Fabrizio Spassini Sindaco effettivo

    Franco Picchieri Sindaco effettivo

    Caterina Lusenti Sindaco supplente

    Andrea Nolli Sindaco Supplente

    COLLEGIO PROBIVIRI

    Ferruccio Lorenzoni Presidente Collegio Probiviri

    Vittorino Lanza Membro effettivo