GIROTONDI_FILASTROCCHE_2

download GIROTONDI_FILASTROCCHE_2

If you can't read please download the document

description

Girotondi e filastrocche e canzoni per la scuola dell'infanzia e i corsi di musica-movimento 3-5 anni

Transcript of GIROTONDI_FILASTROCCHE_2

Galoppa sul cavalloGaloppa sul cavallo il signore del castello,
a mezzogiorno torner, la campanella suoner:
dlin, dilin, dilin, dilin, dilin.

I giocatori sono seduti in cerchio. Un signore e un cavallo camminano allinterno. Essi non hanno un posto a sedere. Il signore gira con una campanella e il cavallo lo segue.A dlin dlin dlin tutti i bambini cambiano posto ed anche il cavallo che seguiva il signore cerca di trovare un posto.Chi non trova posto segue il signore fino al nuovo cambio.

SOLDO SOLDOSoldo soldo passa svelto, una mano dopo laltra.
Questa s, questa no, dov il soldo non lo so.

I giocatori sono seduti e tengono le mani giunte. Un giocatore, in piedi, tiene nelle proprie mani giunte un piccolo oggetto. Mentre si canta la canzone egli passa da un giocatore allaltro infilando le proprie mani nelle mani dei compagni.

Battaglia di magentaEra la sera battaglia di Magenta,
oh che piacere vedere i cavalieri.
(parlato) Cavalieri, al passo!
Era la sera battaglia di Magenta,
oh che piacere vedere i cavalieri.
Cavalieri, al passo! Al trotto!
Era la sera battaglia di Magenta,
oh che piacere vedere i cavalieri.
Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo!
Era la sera battaglia di Magenta,
oh che piacere vedere i cavalieri.
Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo! Con una mano!
Era la sera battaglia di Magenta,
oh che piacere vedere i cavalieri.
Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo! Con una mano! Con due mani!
Era la sera battaglia di Magenta,
oh che piacere vedere i cavalieri.
Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo! Con una mano! Con due mani! Con un piede!
Era la sera battaglia di Magenta,
oh che piacere vedere i cavalieri.
Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo! Con una mano! Con due mani! Con un piede! Con due piedi!
Era la sera battaglia di Magenta,
oh che piacere vedere i cavalieri.
Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo! Con una mano! Con due mani! Con un piede! Con due piedi!
Bum!

I giocatori sono in cerchio per mano e girano cantando.Al termine della musica si fermano e dicono le parole: Cavalieri, al passo!Quindi riprendono MARCIANDO e cantando di nuovo la strofa alla fine della quale si fermano per dire: Cavalieri, al passo! Al trotto!
Questa volta, nel riprendere il canto, invece di muoversi in cerchi camminando, effettueranno un trottoLa volta successiva, diranno Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo! e il cerchio si sposter galoppando.Quando si arriva a Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo! Con una mano! si batte la mano sinistra sul ginocchio sinistro restando fermi sul postoQuando si arriva a Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo! Con una mano! Con due mani! si batte anche la mano destra sul ginocchio destroQuando si arriva a Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo! Con una mano! Con due mani! Con un piede! si batte per terra a tempo il piede sinistroQuando si arriva a Cavalieri, al passo! Al trotto! Al galoppo! Con una mano! Con due mani! Con un piede! Con due piedi! si saltella sui due piedi restando sul posto.Al termine del gioco tutti i giocatori si avvicinano al centro ricantando la strofa e ripetendo tutte le parole parlate e quindi tutti gridano Bum!

CAMMINIAMOI giocatori camminano in uno spazio delimitato, cantando. Il lupo si trova un po isolato rispetto al gruppoe risponde alla domanda: -Lupo, ci sei?-che i giocatori gli rivolgono al termine del canto.Se il lupo risponde No, i giocatori riprendono il canto; se risponde S essi domandano ancora: Che fai?-Il lupo pu rispondere liberamente ed ogni volta i giocatori riprendono a muoversi cantando. Quando per il lupo risponde:-Ho fame-le pecore scappano e il lupo le insegue. La pecora presa diventa lupo ed il gioco ricomincia.

La mugnaiaI giocatori sono in coppia uno di fronte allaltro e si danno le mani.
Allinizio si mettono di fianco senza lasciarsi le mani e iniziano a girare in cerchio a passo di marcia in senso orario.A gira gira i giocatori di ogni coppia si rimettono uno di fronte allaltro: i piedi dei due giocatori si avvicinano fino a che le punte si toccanosi stringono forte le mani e si gira con piccoli passi veloci.A. Ho perso una pecorella, log e logi, ho perso una pecorella, log e travai.
B. E dove lavete persa, log e logi, e dove lavete persa, log e travai.
A. Lho persa nella villa, log e logi, lho persa nella villa, log e travai.
B. E che occhi aveva, log e logi, e che occhi aveva, log e travai.
A. Aveva gli occhi , log e logi, aveva gli occhi , log e travai.
B. Che capelli aveva, log e logi, che capelli aveva, log e travai.
A. Aveva i capelli , log e logi, aveva i capelli , log e travai.
B. Che vestito aveva, log e logi, che vestito aveva, log e travai.
A. Aveva il vestito , log e logi, aveva il vestito , log e travai.
B. Quali scarpe aveva, log e logi, quali scarpe aveva, log e travai.
A. Aveva le scarpe , log e logi, aveva le scarpe , log e travai.
B. E come si chiamava, log e logi, e come si chiamava, log e travai.
A. Si chiamava , log e logi, si chiamava , log e travai.

Si forma un cerchio; un giocatore resta allesterno e gira in senso contrario al cerchio cantando la prima strofa: il cerchio risponde.Tutte le altre strofe vengono cantate a rispetto fino a che il giocatore canta Si chiamava e dice il nome di un giocatore che si unir a lui.Il gioco ricomincia e continua fino a che tutti i giocatori non sono stati chiamati.

C' una cocca nera?I giocatori girano in cerchio tenendosi per mano: un giocatore sta allesterno. A Tre volte non la trovo il cerchio si ferma; il giocatore allesterno prosegue il giro e termina il canto con Tu sei bella, tu sei bella, tu sei la pi bella, toccando tre bambini sulle spalle. Il terzo giocatore toccato lascia il cerchio e passa allesterno. Il gioco ricomincia e prosegue fino a quando tutti i giocatori del primo cerchio saranno passati alla fila esterna.

UN DRAGONEI bambini si mettono in fila uno dietro laltro mettendo le mani sulle spalle del compagno davanti, tranne il primo che fa la testa del dragone. Tutti i bambini sono coperti da un telo, lasciando scoperte le gambe. Mentre si canta la canzone, la fila di bambini si muove nello spazio. Al verso Un po di pi la coda la testa del dragone inizia un movimento circolare che conduce la fila a chiudersi a cerchio. Quando si canta Ahm lultimo bambino della fila si toglie e va a sedersi. Si ricomincia daccapo. Si ripete il gioco tante volte quante sono necessarie per ridurre la fila a due o tre bambini.

I giocatori sono in cerchio ben distanziati. Tutti cantano le prime due strofe, mentre il bambini che fa il principe cammina a zig-zag tra i giocatori.Al termine della seconda strofa si ha questo dialogo:
Principe: VUOI VENIRE CON ME?
Un giocatore: SI (oppure NO)

Se la risposta negativa il principe riprende a camminare tra i giocatori cantando la terza strofa, finita la quale si rivolger ad un altro giocatore; se la risposta affermativa, il giocatore invitato si unir al principe che canter la quarta strofa dicendo il nome del compagno.Il gioco continua fino a che tutti non si saranno uniti al principe.

Testo:1. un principe a cavallo, a cavallo, a cavallo.
Un principe a cavallo, far far farum.
2. Chi vuole andar con lui, con lui, con lui.
Chi vuole andar con lui, far far farum.
3. Cavalcher da solo, da solo, da solo,
cavalcher da solo, far far farum.
(oppure)
3. Cavalcher con , con , con
cavalcher con , far far farum.

La danza del serpenteI giocatori sono in cerchio ben distanziati luno dallaltro e cantano la parte A; il bambino che fa il serpente saltella tra i giocatori.Alla fine della parte A si ferma di fronte a un bambino e canta la parte B, mentre esegue dei saltelli a forbice seguendo il ritmo della musica.Il giocatore interpellato risponde S, quindi si unisce al serpente e con lui saltella prendendolo per mano. Il gioco ricomincia e prosegue fino a quando tutti i bambini si saranno uniti al serpente.IO SONO UNA LUMACA1. I giocatori sono in cerchio e si tengono per mano. Uno allesterno e gira nel senso contrario al cerchio.2. Il cerchio si ferma alla parola Consoler. Chi si trova allesterno canta i versi che seguono toccando con la mano tre giocatori del cerchio.3. Il terzo esce dal cerchio e si aggiunge al giocatore esterno dandogli la mano.4. Il gioco continua finch nel cerchio non rester che un giocatore, il quale ricomincer il gioco.PASSATELO IL PONTEDue bambini, iguardiani, si tengono per entrambe le mani uno di fronte allaltro e formano una porta. Uno raccoglie loro, laltro largento per costruire il ponte.
Gli altri bambini si preparano in fila per due, (a due a due per mano) davanti alla porta, dicendo: Vogliamo passare il ponte.
guardiani:il ponte rotto
bambini:lo costruiamo noi
guardiani:con che cosa?
bambini: con oro e argento.A questo punto tutte le coppie, cantando la prima strofa, passano sotto la porta. Gli ultimi due bambini vengono fermati nella portae scelgono se vogliono essere oro o argento. Secondo la scelta si mettono, sempre in coppia, dietro al bambino che raccoglie oro o argento.Il gioco continua fino a che lultima coppia ha fatto la sua scelta.Poi i bambini della fila pi lunga, insieme ai guardiani, si dispongono a coppie formando un ponte lungo. I bambini dellaltra fila formano a due a due le carrozze (i due bambini si mettono uno dietro laltro, il bambino davanti porta le mani indietro e il bambino dietro gliele tiene) e passano sotto al ponte mentre tutti cantano la seconda strofa.

Le castagneTesto:
Passeggiando dentro il bosco ho trovato strani frutti
sono verdi e ricoperti da spinette lunghe e dure
con il babbo li raccolgo e li apriamo con cautela.
Che sorpresa, meraviglia, ci son dentro le castagne
per finir la scampagnata accendiamo un grande fuoco,
le cuociamo tutte quante, oh che bella scorpacciata!