GDS 11-03-2013

Click here to load reader

  • date post

    10-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    318
  • download

    14

Embed Size (px)

description

GDS 11-03-2013

Transcript of GDS 11-03-2013

  • www.gazzetta.it luned 11 marzo 2013 1,20 REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 TEL. 0262821 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL. 06688281 anno 117 n 59POSTE ITALIANE SPED. N A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO Anno 117 Numero 59ITALIA

    6 NAZIONI A TWICKENHAM 1811

    Che ItalrugbylInghilterra cibatte ma tremaBUONGIOVANNI, PASTONESI PAG. 3637

    CICLO GRANDI NOMI ALLA TIRRENOADRIATICO

    Purito Rodriguez volaFroome nuovo leaderGHISALBERTI, GIALANELLA ALLE PAGINE 3435

    PARLAMONTEZEMOLO DOMENICA VIA ALLA F.1

    Alonso sa chevincer in FerrariALLIEVI ALLE PAGINE 3233

    wILROMPIPALLONEDI GENE GNOCCHI

    La Juventus ha 9 puntiin pi sul Napoli.Con un vantaggio cos loscudetto pu perderlosolo Bersani.

    BRAMARDO, GRAZIANO, OLIVERO,SCHIANCHI DA PAG. 2 A PAG. 9

    + 9 PUNTIE 10 PARTITEIL VANTAGGIOSUL NAPOLIE DECISIVOFUMATABIANCONERA

    La Juve piegail Catania (10)con Giaccherini eallunga sui rivalifermati dalChievo (20): quasi fattaper lo scudetto

    di ALBERTO CERRUTI

    Fuori la prima, perch la Ju-ventus che a dieci giornatedalla fine vola a pi nove sulNapoli, sconfitto dal Chievo,sembra irraggiungibile an-che sotto il Vesuvio. La pru-denza, come la scaramanzia,non mai troppa ma...

    LARTICOLO A PAGINA 27

    IRRAGGIUNGIBILEilCommento

    JUVENTUS 62NAPOLI 53MILAN 51FIORENTINA 48INTER 47LAZIO 47ROMA 44CATANIA 42UDINESE 41BOLOGNA 35

    SAMPDORIA ( 1) 35PARMA 35CAGLIARI 34ATALANTA ( 2) 33TORINO ( 1) 32CHIEVO 32GENOA 26SIENA ( 6) 24PALERMO 21PESCARA 21

    SerieA28 GIORNATA

    Tra parentesi i punti di penalizzazione

    CLASSIFICA

    PARTITEVenerdGENOA MILAN 02SabatoUDINESE ROMA 11IeriATALANTA PESCARA 21CAGLIARI SAMPDORIA 31CHIEVO NAPOLI 20INTER BOLOGNA 01JUVENTUS CATANIA 10LAZIO FIORENTINA 02PALERMO SIENA 12PARMA TORINO 41

    CORSA CHAMPIONS I NERAZZURRI BATTUTI A SAN SIRO SCAVALCATI IN CLASSIFICA ANCHE DALLA FIORENTINA

    INTER CRISI E FISCHI

    QUIMILAN DOMANI AL CAMP NOU IL RITORNO DI CHAMPIONS DOPO IL 20 DELLANDATA

    PAZZINI NIENTE BARA, ALLEGRI PENSA A ELSHABOANIANGBOCCI, DELLA VALLE, PASOTTO PAG. 2021 3 Giampaolo Pazzini, 28 anni PEGASO

    9771120506000

    30311>

    Dopo il k.o. di Londra quello in casa contro il Bologna a segno con GilardinoStrama abbattuto: Siamo in difficolt, ma guai a fallire il terzo posto

    MONTELLA ADESSO E QUARTO

    Jovetic e LjajicLezione violaalla Lazio (20)

    Stevan Jovetic

    La delusionedi AntonioCassano,30 anni

    AP/LAPRESSE

  • EmanueleGiaccherini,

    27 anni,gioca nellaJuventus

    dallestate del2011

    LIVERANI

    Eccoil calendario

    della squadradi Conte da quia fine torneo.Mancano dieci

    turni allaconclusionedella Serie A

    2012-13.

    SSabatoBologna-

    JUVENTUSore 20.45

    (29a giornata)

    S30 marzo

    Inter-JUVENTUS

    (30a giornata)

    S7 aprile

    JUVENTUS-Pescara

    (31a giornata)

    S14 aprile

    Lazio-JUVENTUS

    (32a giornata)

    S21 aprileJUVENTUS-

    Milan(33a giornata)

    S28 aprile

    Torino-JUVENTUS

    (34a giornata)

    S5 maggioJUVENTUS-

    Palermo(35a giornata)

    S8 maggioAtalanta-

    JUVENTUS(36a giornata)

    S12 maggioJUVENTUS-

    Cagliari(37a giornata)

    S19 maggioSampdoria-JUVENTUS

    (38a giornata)

    S

    Bianconeri sotto tono, Catania bene organizzato per nel recuperoil gregario segna il gol decisivo. E il vantaggio sul Napoli aumenta

    28a GIORNATA

    DAL NOSTRO INVIATONICOLA CECERETORINO

    La bottiglia di Magnumda mettere in frigo gliela rega-la un gregario pescato in pan-china, Emanuele Giaccherini,in pieno recupero. A+9 sulNa-poli (per giunta in crisi), chedi-venta un +10 per via delloscontro diretto le ultime 10giornate della Juve saranno unentusiasmante... Conte alla ro-vescia: lo scudetto-bis, primoobbiettivo proposto dal tecni-co alla sua truppa, non pusfuggire. Ergo, adesso si potrspendere di pi in Europa, enon ci riferiamo ai centoventimilioni che lallenatore-mana-ger vorrebbe investire sul mer-cato.

    Faticaccia Il successo che ipote-ca il tricolore arriva alla fine diuna faticaccia, quando GigiBuffon, vecchio saggio, stava

    gi considerando che in fondoanche lo 0-0 andava accoltocon favore, visto lo scivolonedel Napoli. Certo, quel Milanarrembante avrebbe potutoringalluzzirsi ulteriormente,per il margine sui rossonerisarebbe rimasto di tutta sicu-rezza.Dal suopuntodi osserva-zione privilegiato, linoperosoportiere bianconero ha notatoper chenonostante si fosseor-mai giunti ai minuti di recupe-ro nessuno dei suoi compagnisi era ancora rassegnato. Spe-cialmente il neo entrato pe-perinoGiaccherini, ammo-nito poco prima per simu-lazione in area al termi-ne di una testarda per-cussione che aveva co-me obbiettivo il calcio dirigore, si stava spendendocon furore.

    La mossa Conte, inserendoGiak al posto di un improdut-tivo Asamoah, aveva modifi-

    cato lassetto tradizionale,chiedendo a Chiellini di allar-garsi leggermente a sinistra e aGiaccherini di stabilizzarsi suquella fascia mancina allaltez-za degli altri centrocampisti,per alimentare con la sua velo-cit un forcing che si poggiavasulle fresche energie di Ma-tri-Quagliarella, chiamati a da-re il cambio alla coppia forma-tadaun inconcludenteGiovin-co e da un impreciso Vucinicsul cui piede destro (34) eracapitata una colossale palla

    gol regalata da unincom-prensione fra Bellusci e Al-miron: il palo aveva respin-to la conclusione da pochipassi del centravanti juven-

    tino.Pi erroredi tiro che sfor-tuna, in verit.

    Il forcing Dunque Catania nelbunker e Juve alla ricerca delcolpo da bottino pieno. E chite lo confeziona? Non Pirlo(ieri stanco e lezioso), non il

    generoso Marchisio (che al 73aveva fallito un comodotap-in) ma il pi giovane incampo, Paul Pogba. Capace diagganciare con eleganza unlob di Giaccherini, portarsi sulfondo e calibrare un cross chedopo due deviazioni terminala sua corsa in mezzo allareadove proprio lagile Giaccheri-ni, inseritosi dallesterno, bru-cia tutti e da cinque metri fasecco il portiere. Un premiomeritato che esalta pi il carat-tere della Juve che il suo gioco.

    Il Catania Qui bisogna parlaredellorganizzazione del Cata-nia, capace di chiudere gli spa-zi nonostante qualche assenzaimportante (Legrottaglie, Ber-gessio) e poi in grado di mano-vrare a centrocampoper rallen-tare il ritmo e tenere palla.Una squadra mai in affanno,ordinata e ormai in grado ditrovarsi a memoria. Le man-cato laffondo (nessuna occa-

    sione) anche perch il terzettoarretrato della capolista si confermato sui suoi livel-li-monstre. In particolare Bar-zagli stato unautenticomurocontro cui il piccolo Gomez e iltalentuosoCastro andavanoro-vinosamente a sbattere. Gliospiti hanno giocato perunora senza il loro allenatore,espulso per un battibecco conil quarto uomo: cheMaran giu-ra di non aver offeso. Certo che il signor Maurizio Libertiavrebbe potuto segnalare al-larbitroGiannoccaro (uno chedeve crescere in personalit:non possibile che si facciacontestare su ogni fischio) an-cheun intervento in giocoperi-coloso di Barzagli accadutoproprio sotto il suo naso. Suglisviluppi dellazione arrivato(parecchi secondi dopo) il golche ha frustrato i sacrifici delCatania.

    LEuropa La Juve ha giocato uncalcio non esaltante, a ritmibassi e con scarsa fantasia, persvariati motivi. 1) Gli avversa-ri le hanno creato una doppiabarriera in pochi metri difficil-mente superabile; 2 Gli attac-canti manovrieri scelti inizial-mente da Conte non sono riu-sciti a manovrare n fra loro ncon i compagni; 3) Il contribu-to di Marchisio e Pirlo per unavolta stato insufficiente; 4) Li-chtsteiner eAsamoah sulle cor-sie esterne non hanno mai su-perato i rispettivi avversari(Izco e Marchese). Inserendonel finale Matri e Quagliarellail tecnico leccese andato al-lassalto frontale,ma il gol na-to da un doppio traversone fa-scia sinistra-fascia destra. Nonsi vinto di forza, quindi, madi classe edi sveltezza. La capo-lista ha tante virt.

    RIPRODUZIONE RISERVATA

    LE ULTIME10 TAPPE

    quasi fatto

    SERIE A

    4

    SCUDETTOAlla fine sbuca GiaccheriniLaJuvea+9.Magiun+10

    www.federscherma.itwww.coppacittadivenezia.it

    COPPA DEL MONDOFIORETTO MASCHILE

    foto

    Bizz

    i

    Partners Istituzionali

    Sponsor FIS

    Sponsor COL

    GRAND PRIX FIE36 COPPA CITT DI VENEZIA3 TROFEO ALILAGUNAPalasport G. Gianquinto Arsenale di Venezia

    16.17 marzo 2013

    2 LA GAZZETTA DELLO SPORT LUNED 11 MARZO 2013

  • POSSESSO PALLA PASSAGGI UTILI

    CATANIA 37,2%

    TIRI IN PORTA

    CATANIA 78,7%

    TIRI FUORI

    i confronti

    16 Diagonale improvviso di Vucinic dal limite,Andujar si salva in tuffo.32 Marchisio si fa luce ai sedici metri e spara:il pallone, deviato da un difensore, finisce di pocoa lato.34 Pasticcio su un comodo rinvio fra Bellusci eAlmiron, si infila Vucinic che tira da pochi passi: palo!35 Ancora Vucinic. Ci prova di testa in anticiposul portiere ma mette fuori.

    8 Sventagliata di Pogba da lontano, vola Andujar adeviare.28 Punizione dai diciotto metri di Pirlo, respintaquasi sulla linea di Alvarez, a centro area irrompeMarchisio ma non centra la porta.GOL! 46 Giaccherini da sinistra trova Pogba sullaparte opposta: aggancio elegante e cross appenadeviato da Andujar proprio su Giaccherini che bruciatutti e mette dentro.

    1 Buffon; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini;26 Lichtsteiner, 6 Pogba, 21 Pirlo, 8 Marchi-sio, 22 Asamoah (dal 30 s.t. 24 Giaccherini);9 Vucinic (dal 31 s.t. 27 Quagliarella), 12 Gio-vinco (dal 21 s.t. 32 Matri).PANCHINA 30 Storari, 34 Rubinho, 11 De Ce-glie, 13 Peluso, 18 Anelka, 20 Padoin, 33 Isla,39 Marrone.ALLENATORE Conte.CAMBI DI SISTEMA dal 31 s.t. 4-4-2.ESPULSI nessuno.AMMONITO Giaccherini per comportamentonon regolamentare.

    JUVENTUS 62,8%

    MOMENTI CHIAVE

    Nella stagione1998-99, consett