Euro 2,00 Forio Sculture trecentesche - .Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazione con

download Euro 2,00 Forio Sculture trecentesche - .Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazione con

of 48

  • date post

    16-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    216
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Euro 2,00 Forio Sculture trecentesche - .Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazione con

Periodico di ricerche e di temi turistici, culturali, politici e sportiviDir. responsabile Raffaele Castagna

Anno XXXIIN. 1

Gennaio/Febbraio 2011

Euro 2,00

Viaggio in Indocina 2010Taccuino dalla Cambogia

Mostra di Luigi Coppa in Germania

Paesaggi Luoghi Persone

Forio

la Torre di NaceraLa lavorazione

della paglia

a Lacco Ameno

Sculture trecentesche

nel Castello d'Ischia

Ischia & Giglio storie parallele

Sommario 2 Omaggio al Can. Francesco Iovene

3 Motivi

4 Lettere al direttore

6 Sculture trecentesche nel Castello Aragonese d'Ischia

10 Napoli nel 2013 capitale mondiale delle culture

11 La lavorazione della paglia a Lacco Ameno

15 Una strada di Napoli dedicata a Domenico d'Ambra

16 Ex libris DizionariotopograficodeiComuni(1861) CennistoricidelleChiesevescovili(1848) TheFriend,areligiousliteraryjournal(1834)

21 Ischia & Giglio storie parallele

25 Forio : la Torre di Nacera

34 Rassegna Libri

36 Viaggio in Indocina 2010 Taccuino dalla Cambogia

42 Racconto : L'albero dell'amore

45 Neapolis 2019 capitale europea della cultura

46 Mostra in Germania Luigi Coppa : Paesaggi Luoghi Persone

Periodico di ricerche e di temi turistici, culturali, politici e sportivi

Editore e direttore responsabile Raffaele Castagna

La Rassegna dIschia ViaIVnovembre25-80076LaccoAmeno(NA)RegistrazioneTribunalediNapolin.2907del16.2.1980Iscritto al Registro degli Operatori di Comunicazioneconn.8661.

Stampa:PressUP-Ladispoli(Roma)

Anno XXXII - N. 1 Gennaio/Febbraio 2011 - Euro 2,00

La Rassegna dIschia

Le opinioni espresse dagli autori non impegnano la rivista - La col-laborazione ospitata sintende offerta gratuitamente - Manoscritti, fotografieedisegni(anchesenonpubblicati),libriegiornalinonsi restituiscono - La Direzione ha facolt di condensare, secondo le esigenze di impaginazione e di spazio e senza alterarne la sostanza, gli scritti a disposizione.

www.larassegnadischia.itwww.ischiainsula.eu

info@larassegnadischia.it

contocorrentepostalen.29034808intestatoaRaffaele Castagna - Via IV novembre 2580076LaccoAmeno(NA)

Omaggio al Canonico e Naturalista Francesco Iovene

Il Centro Studi su lIsola dIschia, presieduto da Antonino Italiano,haricordatolafiguraeloperadelCanonicoeNatu-ralistaFrancescoIovene(1902-1985),a25annidallascom-parsa. Nel contempo presso la Biblioteca Antoniana dIschia stataallestitaunamostrabibliograficadellasuaproduzionescientificaeditaedinedita,cortesemenemessaadisposizionedalla famiglia; una delle teche ha accolto anche le due edizioni delle Note geologiche dellisola dIschia dellomonimo zio Francesco Iovene (1861-1929).Questultimaopera sipuanche leggere sul sito de La Rassegna dIschia.

Brevebibliografiadellaproduzionescientificainesposi-zione:

Francesco Iovene (1902-1985)- Osservazioni sulle mofete vesuviane apparse in occasione dellultimo parossisma vulcanico, estratto dal Bollettino dellaSocietdeiNaturalistiinNapoli,vol.50,1938;- Studio termico sullisola dIschia, estratto dal Bollettino dellaSocietdeiNaturalistiinNapoli,vol.50,1938;- Lacqua termale attivatrice dello sviluppo dei vegetali, estratto dal Bollettino della Societ dei Naturalisti in Napoli, vol. 51,1940;- Una fase esplosiva durante lultima eruzione dellEpomeo 1300-1303, estratto da Ricerche, contributi e memorie". Atti delCentroStudisulIsoladIschia1944-1970;- Osservazioni sulle fumarole vesuviane effettuate dal maggio 1944 al dicembre 1948, estratto dal Bollettino della Societ deiNaturalistiinNapoli,vol.58,1949;- Flora e fauna nei dialetti ischitani. Dizionarietto, Napoli, Liguori Editore, 1964;

Francesco Iovene (1861-1929)- Note geologiche sullisola dIschia, Napoli, Stabilimento tipograficoMicheleDAuria,1902;- Note geologiche sullisola dIschia,IIed.,Napoli,TipografiaManfredi,1928;

In un estratto del Bollettino della Societ dei Naturali sti di Napoli, vol. 51,1940, leggiamo lo scritto del dott. Francesco

continua a pagina 5

La Rassegna d'Ischia 1/2011 3

(Ischia Nuova19dicembre1943)-Dopo moltissimi anni ricomparso, nellIsola, un giornale locale: Ischia Nuo-va,,. Tale nome rappresenta un programma, ed ha i mi-gliori auspici poich lintestazione del 239 volu metto della Cultura edito dallantesigna no degli Intellettuali dIschia, ilProf.OnofrioBuonocore!Qualeauspiciomi gliore? Il sua gran cuore dItaliano ve ro e perfetto, il suo amore per lIsola incantata, ed ancor cenerentola, saranno i padrini spirituali del lavoro a cui ta le giornale sidedica!Fralesuepremesseviespostoilfineacuitende,finecheapprovototocorde,edalquale,converoentusiasmomi associo,poich,daben quarant'anni stato lobbiettivo a cui ho sempre mirato, e cio la valorizzazionedelleacque termalidIschianonsolo,ma il suo rinnovamento edilizio, alberghiero, balnea-re, industriale ed agricolo; e la neces sit di affrontare, con tenacia di pro positi, il gravissimo problema delle co municazioni sia interne che per via mare. E, come ben dice lamico Waschimps, nel suo brillante primo articoloPrepararsiutilechefindora(malgradotuonisempreilcannoneeildannoelavergognaduri!)si diffondano le idee che potrebbero render sempre pi idonea la via del rinnova mento; dar luogo a discussioni e pro poste che servano a dilucidare gli ar gomenti, e raggiungereloscopoprefissoci.Misialecito,perci,affrontare il primo capitolo della preparazione; ca pitolo che tante ire ha provocate, che tanti malumori, pi o meno palesi ha destati, la cui discussione serena, lucida ed imparziale, ritengo simponga a noi tutti. Intendo parlare sullutilit o non dellunificazione dei sei ex co muni dellIsola, se convenga insistervi o non, sesiapiutilemodificarlaecome.Etalediscussionedovr esser serena e logica; dovr riguardare lin teresse dellisola e non dei singoli, do vr essere aliena da ogni preconcetto, da ogni campanilismo! Partendo dallassioma vis unita fortior e fatta la con-statazioneesserlisolaunasuperficiebenlimitata,coni suoi 30000 abitanti ; fatta la constatazione che piccoli interessi privati, beghe cam panilistiche, diffamazioni ed insinuazio ni apportavano un discredito sempre pi minaccioso per lavvenire ; constatato essere indispen-

sabile unit di con cetto ; unit di propositi ed unit di direttive;sembratologicoenecessariolunificarelemembrasparseecomporrequellaunit,solacapacediaf frontare e risolvere i vari e ponderosi problemi. Daciderivato(condecretodel258-1938)ilCo-muneunico.Questo avrebbepotuto apportaremoltivantag gi, se avesse funzionato come avrebbe dovuto il famigerato Ente apposita mente creato; ma la cui vita e svilup po rimasto allo stato embrionale, con organismoamorfoed inutile.Eccoperchdellunifi-cazioneabbiamo tutti sopportato imalanni, e,quasi,nessun gio vamento ne derivato. Conviene insi stere e perdurare nellattuale stato di cose? Conviene abbattere unastrutturapericolante,eritornareallostatoquoante?Convieneproporremodificazioniopportune,tempestivee fattive? A tali interrogativi urge rispondere, e prepa rare, findora,imezzi(operlomenoadditarli)picongruiedopportuniaraggiungereilfine.Lerisposteaiquesitienunciati non possono essere esau rienti se non si consi-derano i vari aspetti che presentano le sei frazioni di cui si compone lattuale comune unico ; le loro attivit, le lorofinalit;edoccorreancheconsiderarequalisianole principali e singole risorse. Gli ex comuni di Ischia, Casamicciola e Lacco, nonchSant'Angelo(frazionediSerrara)hannosem-pre espli cato la loro attivit principale nellindu stria idro-termo-climatica; mentre Forio, Serrara Fontana e Barano attendono precipuamente al commercio del vino; produzione unica di tutta lisola e di grande importanza, dopolaqualeseguequelladellapesca.Iduegruppidiexcomuni,quindi,hanno,ognunoas,obbiettiviuguali,simili tendenze ed aspirazioni identiche. Per il primo gruppo tutti i problemi turistici lo riguardano e lo studio dellalororinascita(alberghiera,balneare,edilizia,ecc.)liinteressanellistessomodo.Scaturiscepercilogicalillazione che le loro forze si uniscano, i loro sforzi siano concordi,echeleesclusivelorofinalitconcorranoalraggiungimento della meta ago gnata. Essi dovrebbero avere ed otte nere lunit di concetto e di direttiva. I comuni invece di Forio, Serrara Fontana e Barano uniti inunsolcomune,purbeneficiandoindirettamentedelcontinuo progresso del comune costiero, potrebbero concorrere a completare lopera del primo e coordinare leloroattivit.Restaquindi,perme,chiaroedevidenteche dovrebbero formarsi due Co muni: Ischia - Casamic-ciola - Lacco e Sant'Angelo ossia il comune costiero; e Forio, Serrara Fontana e Barano laltro comune. Ad essidovrannoessereaffidatelesoluzionideiponderosiproblemi che si prospettano, nonch lo studio dei mezzi pi idonei al raggiungimento della meta.

Alfredo Razzano

M O T I V I Raffaele Castagna I tempi mutano; i problemi, i propositi, le ten-sioni, le incertezze programmatiche si rinnova-no e presentano sempre la loro nuova attualit e modernit... Leggiamo questo brano tratto da un giornale del 1943 e constatiamo alcune circostanze meritevoli di attenta considerazione ancora oggi; in primo piano i trasporti e l'utilit o non dell'uni-ficazione dei comuni, in toto o in parte; insomma l'organizzazione amministrativa stata ed anco-ra oggi in dicussione.

4 La Rassegna d'Ischia 1//2011

Lettera al Direttore

A proposito della fonte di Nitrodi Caro Raffaele, sfogliando lultimo numero de La Rassegna dIschia, con grande sorpresa e meraviglia, nel pezzo relativo alla sorgente di Nitrodi, ho notato la doppia forma Nitrodi/Nitroli nel corpo dello scritto dellamico prof. Giuseppe Sollino, dove la prima forma-Nitrodi-riferita,aquantop