Edizione Maggio 2015 - Free Services Magazine

Click here to load reader

  • date post

    21-Jul-2016
  • Category

    Documents

  • view

    243
  • download

    8

Embed Size (px)

description

Mensile di Informazione per il Settore dei Trasporti

Transcript of Edizione Maggio 2015 - Free Services Magazine

  • 1 Aprile 2015

  • 2 FREESERVICES MAGAZINE

    telepass.eu

    Viaggia in Europa con Telepass.Il telepedaggio con una comodit senza confiniper i tuoi mezzi pesanti.

    Con 20 anni desperienza e 8 milioni di clienti, Telepass leader europeo del pedaggio elettronico. Approfitta dei tanti vantaggi pensati per il trasporto merci e viaggia in Europa con la semplicit e la tranquillit di cui hai bisogno:

    Telepass EU per pagare i tuoi spostamenti in Francia (TIS-PL), Spagna, Portogallo (VIA-T) e Belgio (Liefkenshoek Tunnel).

    Telepass Italia per il pagamento sulla rete autostradale nazionale.

    Telepass. Libero di viaggiare in Europa.

  • Italia, la patria dei conflitti dinteresse

    Non un caso se lultimo rapporto europeo di Transparency International piazza lItalia al 19esimo posto (su 22) con un voto in pagella di 20 (su 100) in fatto di trasparenza. LItalia sembra quasi essere la patria dei conflitti di interesse.

    Unaltra prova labbiamo avuta, anche nel nostro settore, con UIRNet, soggetto attuatore unico per la realizzazione del sistema di gestione della logistica nazionale.

    Come si legge, lo scopo del sistema mettere in rete il mondo complesso dei trasporti e della logistica in modo semplice, senza introdurre modifica-zioni di mercato indotte dai servizi offerti e senza privilegiare luna o laltra categoria di operatori. Ebbene, il mese scorso UIRNet stata oggetto di ben due interrogazioni parlamentari, a pochi giorni luna dallaltra. La prima da parte dellon. Diego De Lorenzis (M5S) e la seconda dalon. Ivan Catalano (Scelta Civica). Il problema sollevato, assai condivisibile, relativo allaffidamento della gestione della piattaforma logistica nazionale a un soggetto privato, nella fattispecie alla rete temporanea dimpresa formata da HP Enterprise Services Italia srl (mandataria), Fai Service societ cooperativa (mandante) e Vitrociset spa (mandante), nominato Promotore.

    A seguito dellaggiudicazione della gara di appalto, questo soggetto privato potr gestire tutte le informazioni che si svilupperanno tra gli operatori del trasporto, informazioni che attingono ai noli, alle operazioni di carico e scarico fino ad arrivare alle informazioni di carattere commerciale. Quindi, un soggetto privato, portatore di interessi, grazie a un investimento pubblico di circa 20 milioni di euro, potr gestire una piattaforma telematica in grado di leggere e analizzare unenorme mole di dati sensibili che sorgeranno tra tutti gli operatori del trasporto.

    Le imprese si troveranno cos a dover sostenere un ulteriore aggravio di spese, dopo lAlbo, il REN (Registro elettronico Nazionale) e il SISTRI, trovandosi costrette a iscriversi a una nuova piattaforma intelligente. Il cambio che c stato in questi mesi alla giuda del nostro Dicastero spero porti voglia di cambiamento, maggiore trasparenza, coerenza e soprattutto maggiore attenzione verso questi giochi e furberie di palazzo.

    Chiudo questo editoriale dandovi una novit che riguarda Free Services Magazine. Dal 1 Aprile scorso, abbiamo un nuovo direttore, Sonia Pampuri.A Sonia do il mio e il nostro benvenuto nella squadra Free Services, con un in bocca al lupo per questa avventura. Ma voglio anche ringraziare Ferruccio Venturoli, che per circa due anni ci ha accompagnati in questo percorso, augurandogli tutto il meglio per i suoi nuovi progetti.

    Buona lettura!

    3 Maggio 2015

    La copertina di questo mese

    celebra i dieci anni

    di attivit del consorzio

  • Redazione Free Services Magazine T. 0823.1766542 - F. 0823.1763076 e-mail: [email protected] www.freeservices.itDirettore Responsabile: Sonia PampuriCaporedattore: Mariarosaria Di CiccoEditore: Consorzio Free Services Via Libert, 33, 81024 Maddaloni (Ce)Presidente Consorzio Free Services: Antimo Caturano Coordinatore Editoriale: Lina Farbo Impaginazione: Advant di Antonello SegretarioDirettore Marketing: Marco Scala Responsabile Annunci: Vincenzo Lignelli Stampa: Poligrafica Industriale S.r.l. NapoliAutorizzazione del Tribunale di S.Maria C.V.n 754 del 03/03/2010Le pubblicazioni degli annunci e delle inserzioni non conformi, esclude ogni responsabilit da parte del Consorzio Free Services.

    22 TECNOLOGIA | Selfie Truck26 ATTUALIT | Cronaca di un disastro annunciato29 SPECIALE | Transpotec 201544 ECO TRASPORTI | Renault Trucks Di Wide cng48 LOGISTICA | Drive o click&collect50 TECNOLOGIA | Volvo FH con nuovo paraurti54 TECNOLOGIA | Allison Trasmission56 REPORTAGE | Zanzibar60 ROMANZO DI APPENDICE | Ma va a quel paese 62 CLASSIC | Lancia esatau64 SPORT | Truck Racing 201567 SHOP | Free Services

    Sommario

    Seguici anche su:

    22A N N O V I I | N U M E R O 5 | M A G G I O 2 0 1 5

    1 >EDITORIALE

    4 >FREE SERVICES INFORMA

    16 >VIVAVOCE | PAMPURI

    18>VIVAVOCE | GIACHINO

    20 >VIVAVOCE | GIACHINO

    Le nostre rubriche

    62 FREESERVICES MAGAZINE

    Ma va a quel paese! In esclusiva per Free Services Magazine, lultimo lavoro

    di Fabrizio Piras, la storia straordinaria e a tratti commovente di uno di noi: Andrea Maggiolo che va letteralmente

    allaltro capo del mondo, Australia, per salvare la sua vita e i suoi sogni a bordo di un camion!

    di Andrea Maggiolo e Fabrizio Piras

    Il nodo che mi opprime la gola, si confonde con la pressione esercitata dal decollo dellaereo. Ed come se lo slancio del volatile meccanico, mi strappasse via di dosso il lutto che mi sono portato dietro finora. E come se mi strappasse via di dosso le angosce, le sofferenze, le brutture di questa cazzo di vita che mi sono state vomitate addosso e che ora pago pesantemente con questo volo. S!, basta! Libero, finalmente libero! Sto provando in vita quello che, dicono, si provi in morte. Dicono che quando si trapassa, si talmente felici della nuova luce a cui si va incontro che, quello che era fino ad un attimo prima la propria esistenza, non conta pi. Mica credo a queste cose, ma ora, seppur vivo e vegeto e cosciente, sto provando questa stessa cosa. Sto tornando in quellaltro mondo di l, lontano ventiduemila chilometri da qua. Lontano ventisette ore scalo a Dubai, compreso. Lontano una vita, fatta di una morte e di una rinascita simbo-liche che auspico, che voglio, che desidero, che abbisogno. Sto andando a camminare dallaltra parte del mondo.La punta dellaereo si impennata alle ventuno e trenta precise, di questa sera di fine Giugno, ancora scottata dal

    sole di unestate gi bollente e afosa. Dal seggiolino lato finestrino che occupo, mentre il comandante impone la vi-rata al velivolo, guardo le luci di piazza San Marco a Venezia, guardo le luci fioche della laguna, confuse e sfocate

    dalla nebbia che ristagna a raso mentre da quass, il crepuscolo si mostra al meglio e per quello che ; fogli di colori caldi che man mano si sciolgono, a formare ununica tela arancio, che strenuamente resiste allimplaca-

    bile marcia della notte che lenta e implacabile, si espande come una boccetta dinchiostro nero, rovesciata sopra un foglio colorato. Immagino le barche al largo, coi pescatori che iniziano ad uscire per buttare a

    mare e tirar su, poi, le reti. Speranzosi che esse siano piene. Speranzosi come me, che il futuro prossimo dia i suoi frutti. Buttano le reti con un gesto di speranza

    e di devozione verso il futuro, come io ho appena lasciato tutto, in questo decollo, per raccogliere dei nuovi e buoni frutti,

    dallaltra parte del mondo, in Australia. Che poi tutto racchiude gli affetti, le amicizie, le

    vittorie, le sconfitte, le amarezze, le disperazioni, le scelte sbagliate, le scelte giuste, la forza, la determinazione. So gi anche che in realt, tutto questo, tutta la mia vita fino a qua, sar

    comunque con me, parte inscindibile di me. Ma almeno vado in un posto dove potr e dove riuscir, a rimettere a posto tutto questo turbinio, dove potr e dove riuscir a rimettere in ordine la mia scala di valori che il destino e gente di merda, mi hanno scompigliato e distrutto. Il tutto materiale invece, me lo porto dietro, giacch fatto di una valigia viola stracolma, un trolley a mano e una ventiquattrore. E trecento euro regalatomi da pap. Trecento euro, un po di vestiti e un documento. Il prezzo per ricominciare a vivere. Vorrei provare a dormire un po, ma sono cos vicino alle stelle, ora, che non posso non focalizzare il volto di Consuelo. Consuelo la mia stella, la mia donna, il mio amore, la mia forza, la mia volont. E come ho maltrattato me stesso, cos ho provato a maltrattare lei, per allontanarla dal disastro che sono. Per amore. Lho fatto per amore di una persona che meri-ta di stare bene. E in questo momento sono tutto tranne che il bene, mi sento tutto tranne che il bene. Ma lei, che vede in me quello che io stesso non vedo, era l, al gate dellaeroporto con mia sorella maggiore Marcellina e mia madre Judy, a salutarmi. A tenermi la mano, fino allultimo respiro possibile. A tenermi lanima, fuori dal vuoto che soffoca. Ancora una volta, ancora per lennesima volta. Nonostante il mio fare meschino, nonostante le mie bugie per salvaguardarla da non so cosa. Voglio che mi ricordi cos. Si presentata, per accompagnarmi lungo il tragitto casa aeroporto, dicendo cos, e lasciando il suo sorriso annegare nel dolce mare degli occhi, ora troppo piccoli per contenerlo. Si presentata con un completino in lino bianco, mini e spalline sensuali e scarpe col tacco beige, arricchite da fiori in Swarosky. Se mi chiedete comerano vestite mia sorella e mia mamma beh, non ricordo assolutamente nulla. Nessun colore, nessuna forma. Ricordo solo lei, amore mio. La giornata stata frenetica e scandita dal batticuore. Con la festa che gli amici mi hanno organizzato. Non vole-vo nemmeno andarci. Troppo pesante per il mio stato danimo. Ma ci tenevano davvero e qualche ora con loro lho passata. Con il preparare la valigia assieme a mamma. Con pap che non se l sentita di accompagnarmi e salutarmi davanti a una vetrata di un posto asettico, anonimo e in mezzo a tanti signor nessuno. Lei, con il suo essere e la sua educazione anglosassone, col suo fare e pensare pratico, che crolla e piange. Come del resto anche pap. Ripercorro le immagini del pomeriggio. Entro in casa, di ritorno dalla festa daddio e la vedo ricurva, coi lacrimoni, intenta a dare un ultimo colpo di ferro da stiro agli indumenti, prima di mettermeli a posto nella valigia, attenta che non si stropiccino troppo e cercando di scansare Gyzmo, il cane che non sente ragione di spostarsi, in un tentativo nobile ed inutile, di fermare lineluttabile. Quante cose abbiamo fatto assieme, io e lui. Quanto tempo me lo sono portato a spasso per lEuropa, in camion. Non lo vedr mai pi e questo mi procura ancora pi dolore. Come? Cosa vuol dire Gyzmo? Va bene, ve lo svelo. Gismo o gizmo, a cui ho preferito mettere la y al posto della i, vuol dire gadget. Ma altro che gadget, lui era il mio miglior amico.Rivivo il tragitto in auto fra casa e aeroporto, percorso con fare nervoso. Accompagnati da quella sottile linea invisibile di imbarazzo che, con lavanzare dei chilometri cresceva, ergendosi fra di noi. Ma nessuno voleva farci caso, nessuno voleva dare importanza alla cosa e anzi, dentro labitacolo, noi quattro a parlare e parla-re, come stessimo andando a una gita fuoriporta. A parlare e parlare come nulla fosse. A parlare e parlare per minimizzare la stretta allo stomaco, per vincere langoscia. Se ne fossero state zitte! Invece di riem-pire unaria gi piena, pure di sgomento. E stato penoso sopportare il balletto verbale, mi ha fatto cos

    incazzare che non vedevo lora di salire su questo aereo. Non mi piace esternare le emozioni e nemmeno che mi vengano esternate con enfasi, ma questo atteggiamento superfi-

    cialmente innoquo, mi ha irritato. Mi ha costretto a dover essere forte come sem- pre, per rendere forti gli altri, quando il dramma mio e non ho

    n voglia n forza, di essere forte. E solo dopo aver attraversato il gate, ho potuto respirare, arrendermi, e piangere. Ora diverso. Ora, seppur caldi, sono gi ricordi, sono gi ieri.

    Ritorno con la mente su mamma, e la vedo che mi guarda dallalto, mentre io le sorrido e le mostro lennesimo

    disegno di camion. Colorato in modo un po incerto, con manine da bambino. Ma con tratto gi deciso,

    con manine da piccola persona predestinata.

    56

    29

    50

    60

    64

  • FS INFORMA INTERMODALE MARITTIMO

    Una commissione che valuti in che modo ridurre i costi. la decisione giunta dopo

    un incontro del Comitato Portuale di Napoli sui costi del porto e sulla situazione di Porto Fiorito.

    Una seduta interamente dedicata allanalisi dei costi diretti e indiretti dello scalo che pesano sulla sua

    competitivit e sulla operativit e alla difficile situazione di Porto Fiorito. Secondo quanto riferito dallautorit portuale, sui costi si

    deciso, al termine di un serrato con-fronto tra tecnici dellEnte e membri

    del Comitato Portuale, di istituire una commissione che valuti, nellambito dei vincoli di bilancio, dove e come

    intervenire per una loro riduzione.

    A MESSINA RIAPRE IL PORTO DI TREMESTIERIHa riaperto lo scalo di Tremestieri a Messina. Il porto siciliano era rimasto per circa due mesi impraticabile a causa dellinsabbiamento dei fondali. Una buona notizia per la citt sullo Stretto che potr liberarsi dalla congestione del traffico di mezzi pesanti, i quali da ora potranno arrivare direttamente allapprodo che si trova a Sud di Messina ed collegato allautostrada. Intanto, scrive il Giornale di Sicilia, lassessore comu-nale alle politiche del mare, Sebastiano Pino, annuncia che entro due anni saranno effettuati i lavori di amplia-mento e potenziamento del porto. Un intervento da 80 milioni di euro. Ma allappello mancherebbero an-cora i 35 milioni garantiti da un mutuo della banca Dexia. Questultima pare abbia comunicato ai soggetti interessati allopera che per lerogazione dei fondi non si andr oltre il 31 dicembre, data entro la quale dovr essere presentato il progetto esecutivo e il contratto firmato.

    NAPOLI, COMITATO PORTUALE ISTITUISCE

    COMMISSIONE COSTI

  • 7 Maggio 2015

    ALLEGATO INFRASTRUTTURE DEF 2015, IL 57% DELLE RISORSE ALLE FERROVIE

    INTERMODALE FERROVIARIO

    Una serie di progetti legati alle reti euro-pee di trasporto TEN-T, il programma

    di innovazione delle reti di trasporto trans-europee. quanto stato pre-sentato dal Governo nellAllegato Infra-strutture del Documento di Economia e Finanza (DEF) 2015. Tra le opere ferro-viarie considerate strategiche (per 28 miliardi complessivi) ci sono: lalta velo-cit Napoli Bari (2,6 miliardi), la Torino Lione (2,6 miliardi), il Tunnel di base del Brennero (4,4 miliardi), il Terzo Valico dei

    Giovi (6,2 miliardi), lalta velocit/alta capacit Milano Venezia (tre opere da 10,5 miliardi complessivi), la Messina - Catania - Palermo (739 milioni). Gli obiettivi di base per le ferrovie sono lo sviluppo dellin-termodalit e interoperabilit (elettrificazione, ERTMS, aumenti del peso assiale e dei moduli di linea) a partire dalle linee afferenti ai valichi di confine e di estensione verso sud.

    TOSCANA: RACCORDO,IL MEGA-PROGETTO SUI

    TRASPORTI INTERMODALISi chiama Raccordo il proget-to al quale stanno lavorando lAutorit Portuale di Livorno e quella piombinese, di inte-sa con la Regione Toscana, per sviluppare una nuova visione strategica che vede la costa dellalto Tirreno come por-ta dingresso del Corridoio Scandinavo- Me-diterraneo e individua il trasporto ferroviario come modalit preferenziale, efficiente ed ecologicamente sostenibile. La connessione ferroviaria Porto di Livorno Interporto A. Vespucci S.p.A. (il cosdetto Scavalco della linea tirrenica); la connessione tra lInterporto A. Vespucci S.p.A. e la linea Vada-Collesalvetti-Pisa; il bypass della stazione di Pisa; i raccordi ferroviari interni al porto di Piombino e linnesto sulla linea Tirrenica: questi gli in-terventi che permetteranno di rafforzare la funzio-ne logistica e intermodale a supporto dei distretti industriali presenti sul territorio toscano.

  • 8 FREESERVICES MAGAZINE

    FS INFORMA AMBIENTE

    Ricavare carburante dallacqua. lobiettivo raggiunto dalla societ Sunrise di Dresda con il sostegno di Audi. L e-Diesel un gasolio ricavato sinteticamente ma con caratteristiche energetiche analoghe a quelle del gasolio. Secondo le analisi di laboratorio, il liquido in questione totalmente privo di composti di zolfo e di idrocarburi aromatici. Le sue propriet energetiche sono elevate e pu essere miscelato in qualsiasi percentuale con il gasolio di origine petrolifera. I primi 5 litri di e-Diesel sono stati versati nel serbatoio dellAudi A8 3.0 TDI usata dal ministro dellIstruzione e della Ricerca tedesco Johanna Wanka, come testimonianza della immediata utilizzabilit del liquido.

    AUDI, prodotto il primo gasolio sintetico

    Un campo sportivo in gomma riciclata alla scuola della Puglia che re-alizzer il miglior spot sulle buone pratiche, legate al corretto recu-pero dei Pneumatici Fuori Uso. il concorso Per un corretto riciclo dei pneumatici a fine vita di Legambiente ed Ecopneus, societ principale per la gestione dei Pneumatici Fuori Uso in Italia, dedicato alle scuole seconda-rie di primo e secondo grado. Il premio, giunto questanno alla sua terza edizione, chiama i ragazzi a lanciare un messaggio di speranza e cambia-mento per la propria terra, realizzando un video sul riciclo e sul corretto recupero dei PFU-Pneumatici Fuori Uso.

    CAMPO SPORTIVO IN GOMMA RICICLATA,

    GARA SU RIUSO PNEUMATICI

  • 9 Maggio 2015

    Garmin, azienda che sviluppa tecnologie di aviazione e commerciali per GPS, ha lanciato la linea nviCam che, grazie a un particolare sistema ottico, in grado di leggere e interpre-tare la segnaletica orizzontale della strada e di avvisare il guidatore in caso di superamento accidentale della linea di corsia. Il sistema di-stingue le linee continue da quelle tratteggiate e interviene solo quando effettivamente necessario. Lallerta di collisione frontale inoltre, sem-pre grazie al medesimo sistema ottico, avvisa nel momento in cui la distanza dal veicolo che precede scende sotto una determinata soglia di sicurezza e a velocit di rischio. La nuova serie Garmin nviCam sar disponibile a partire da giugno 2015, a un prezzo consigliato al pubblico a partire da 359,00 Euro. www.garmin.com/it

    PRODOTTO COMPONENTISTICA

    IDS, IL PAGAMENTO PEDAGGI SENZA CONTANTIInternational Diesel Services (IDS), leader nella fornitura di carburante in tutta Europa, annuncia unaltra novit per gli autotrasportatori. IDS, infatti, ha lanciato un sistema che consente di eseguire il pagamento elettronico, senza contanti, dei pedaggi. Grazie a questo servizio che gi disponibile, i clienti IDS potranno predisporre il pagamento dei pedaggi autostradali in tutta Europa. Per realizzare questofferta, IDS si affidata allazien-da Plose, leader in Europa nei sistemi di pagamento pedaggi. Il cliente ha quindi la possibilit di lavorare con i migliori fornitori riguardo a carburante e sistemi di pagamento pedaggi, sia in termini di qualit che di valore, con la massima flessibilit a favore dei clienti. www.ids.q8.com

    Controllo Reale dei l itr i Riforniti

    Localizzazione in tempo reale

    Rilevato con apposita sonda e non linea canBus

    Controllo di prelievi di Gasolio (con indicazione di Data ora e localita)

    Consumi e medie Giornaliere

    Riepiloghi Mensil i

    35tutto incluso

    mese

    15tutto incluso

    mese

    STOP! ai furti

    0

    Litr

    i

    600

    Data: 31/03/15Ore: 18.55

  • 10 FREESERVICES MAGAZINE

    FS INFORMA

    LAlleanza Renault-Nissan e Daimler AG hanno deciso di estendere la quin-quennale cooperazione strategica

    gi in essere anche al segmento dei pick-up. Nissan e Daimler svilupperanno insieme un pick-up da una tonnellata per

    Mercedes-Benz, che ha recentemen-te annunciato lingresso nel segmento.

    Basato in parte sullarchitettura di Nissan NP300, il nuovo veicolo sar progettato e ingegnerizzato da Daimler per conformar-

    si alle esigenze specifiche della clientela Mercedes-Benz, dal punto di vista delle

    caratteristiche e delle dotazioni. Il pick-up avr doppia cabina e sar rivolto a clienti privati e professionali di Europa, Australia,

    Sudafrica ed America Latina. I pick-up saranno prodotti a Barcellona (Spagna) e

    Cordoba (Argentina).

    PRODOTTO VAN

    La partnership tra Daimler e lAlleanza Renault-Nissan si estende ai pick-up da una tonnellata

    FORD TRANSIT COMPIE 50 ANNIIl leggendario Ford Transit compir il prossimo 9 agosto 50 anni, cinque decenni nel corso dei quali stato venduto in quasi 8 milioni di esemplari. Nel tempo stato affiancato dagli altri componenti della famiglia Transit, composta oggi anche da Custom, Connect e Courier. Il primo Transit usc dalle linee di produzione della fabbrica Ford di Lan-gley, in Inghilterra, il 9 agosto 1965. I Transit venduti in 50 anni, in media 1 ogni 180 secondi, parcheggiati in fila coprirebbero la distanza dellintera circonferenza terrestre.Ford ha di recente completato il rinnovamento dellintera gamma di veicoli com-merciali europei, e nel primo trimestre del 2015 ha conquistato la leadership nel mercato europeo dei veicoli commerciali, con volumi in crescita del 42% rispetto al 2014. www.ford.it/Veicolicommerciali

  • 11 Maggio 2015

    Renault Trucks aumenta la sicurezza del conducente, offrendo una nuova opzione sul sistema di navigazione NavTruck chiamata Mixer Rollover Alert. Dedicata ai veicoli equipaggiati di betoniera in configurazione 8x4, questa esclusiva Renault Trucks arricchisce lapplicazione di una funzione in grado di avvertire i conducenti in caso di velocit eccessiva in prossimit di una curva. Il sistema, basato sulla cartografia GPS di NavTruck, stima in tempo reale il rischio di ribaltamento a seconda della topografia, della velocit e della tipologia di carico del veicolo. Allaccensione del veicolo, i conducenti attiveranno Mixer Rollover Alert sui propri smartphone o tablet e inseriranno i dati richiesti dallapplicazione come la tipologia di calcestruzzo trasportata e il volume caricato. Quando il veicolo in marcia, se Mixer Rollover Alert rileva un rischio di ribaltamento nellapprocciare una curva, i conducenti vengono immediatamente avvertiti da un segnale acustico e visivo. www.renault-trucks.it

    PRODOTTO TRUCKLALLARME ANTI-RIBALTAMENTO PER I VEICOLI CON BETONIERAunesclusiva Renault Trucks

  • 12 FREESERVICES MAGAZINE

    FS INFORMA | SACDENZE FISCALI

    4 Maggio

    Imposta di registro - Contratti di locazione I titolari di contratti di locazione e affitto devono versare limposta di registro relativa a contratti nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza dal 1 aprile 2015. In caso di registrazione telematica, il pagamento contestuale alla registrazione.

    15 Maggio

    Iva - Riepilogo fatture venditaUltimo giorno utile per effettuare lannotazione in un unico documento riepilogativo delle fatture di importo inferiore a 300 euro emesse nel mese di aprile. Sul documento vanno indicati i numeri delle fatture, limponibile complessivo e lammontare dellIva complessiva distinto per aliquota.Iva Fatturazione differitaI contribuenti Iva devono provvedere allemissione e alla registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di aprile, risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti contraenti.

    18 Maggio

    IRPEF :Pagamento delle ritenute dacconto, dei contributi previdenziali e dellIva relativa al mese precedente o al 1 trimestre. Gli autotrasportatori trimestrali versano lIva senza la maggiorazione dellinteresse dell1 per cento.

    INPS:Pagamento della prima rata 2014 dei contributi dovuti sul reddito da parte degli artigiani (contributo minimo obbligatorio)Contribuenti Iva - AdempimentiI contribuenti Iva devono provvedere al versamento della terza rata dellIva relativa al 2014 risultante dalla dichiarazione annuale, con la maggiorazione dello 0,33% mensile a titolo di interessi.Ravvedimento - VersamentiUltimo giorno utile per regolarizzare i versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 aprile 2015 dai contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte e contributi. Il versamento delle imposte e delle ritenute dovr essere maggiorato degli interessi legali e della sanzione ridotta al 3%.Sostituti dimposta - Versamento ritenuteI sostituti dimposta devono versare le ritenute effettuate nel mese di aprile sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni, redditi di capitale, redditi diversi.

    25 Maggio

    Elenchi intrastat - PresentazioneGli operatori intracomunitari con obbligo mensile devono presentare in via telematica gli elenchi riepilogativi delle cessioni e/o acquisti di beni e delle prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel mese di aprile.

  • 13 Maggio 2015

    LAgenzia delle Entrate ha aggiornato le modalit di com-pilazione del codice tributo 6740, istituito nel 2002 per consentire lutilizzo in compensazione - tramite modello F24 - dellagevolazione sul gasolio per uso autotrazione nel settore del trasporto. Laggiornamento delle modalit di compilazione del codice tributo 6740 stato chiesto dallAgenzia delle Dogane, alla luce delle modifiche ap-portate dal D.L. n. 1/2012 al regolamento che disciplina lagevolazione fiscale a favore degli esercenti le attivit di trasporto. La risoluzione n. 39/E/2015 stabilisce le nuove istruzioni di compilazione del modello F24, con efficacia a partire dal 25 aprile scorso: nel campo rateazione/regione/prov/mese-rif indicato il numero della rata nel formato NNRR, dove NN rappresenta il trimestre solare di riferimento e RR indica lanno di consumo di gasolio di riferimento (esempio 0315, individua il periodo luglio-settembre 2015); - nel campo anno di riferimento indi-cato lanno di presentazione della dichiarazione di riferimento, nel formato AAAA.

    NORMATIVA

    Il Ministero del Lavoro ha programmato lattivit di vigilanza per il 2015 prevedendo di ispezionare in tutta Italia 132.500 aziende. Le regioni con maggior numero di ispezioni saranno Lombardia e Puglia (entrambe con oltre 13 mila ispezioni) a cui seguiranno nellordine Lazio, Campania, Emilia Romagna, Toscana, Piemonte, Veneto e via via tutte le altre. Come negli anni precedenti lattivit di vigilanza si concentrer su una serie di materie comprendenti, tra le altre, il lavoro nero, gli appalti nel settore della logistica, le cooperative spurie, lapplicazione dei contrat-ti collettivi di lavoro, il distacco transnazionale, lorario di lavoro e i tempi di guida e di riposo nellautotrasporto, la qualificazione dei rapporti di lavoro (part-time, contratti a progetto, par-tite IVA, associazione in partecipazione, ecc.). Per garantire lefficacia dellazione ispettiva il documento ministeriale ha individuato per ciascuna regione le prin-cipali attivit economiche che saranno prioritariamente oggetto di intervento.

    ACCISE GASOLIO nuove istruzioni per il modello F24

    LAVORO IL MINISTERO HA PIANIFICATO

    I CONTROLLI PER IL 2015

  • 14 FREESERVICES MAGAZINE

    FS INFORMA SINDACALE

    Il governo francese ha diffuso un decreto che chiari-sce le misure contro il distacco irregolare dei lavora-tori stranieri, tra cui i conducenti, per contrastare la

    concorrenza sleale e il dumping sociale. Il decreto stabilisce quali sono gli obblighi da attuare nel caso di di-stacco internazionale di manodopera come ad esempio la compilazione del-la documentazione relativa al distacco, lobbligo di avere un rappresentante in territorio francese e la correspon-

    sabilit in caso di irregolarit. Per ciascun lavoratore limpresa deve compilare e archiviare una dichiarazione di distacco e deve riportare le informazioni sui distacchi nel bilancio sociale. La sanzione massima nei con-fronti dellazienda potrebbe arrivare a 500 mila euro.

    TRASPORTOUNITO: 1,5 MILIONI AL GIORNO DI PERDITA PER IL CROLLO DEL PONTE IN SICILIA

    IN FRANCIA MISURE SUL DISTACCO INTERNAZIONALE DEI LAVORATORI

    Il blocco del traffico autostradale fra Palermo e Catania, a causa del collassamento del viadot-to della A 19, provoca alle sole imprese di autotrasporto un danno di circa 1,5 milioni di euro al giorno. La denuncia arriva da Traspor-tounito attraverso una nota. Si tratta di risorse economiche che le imprese di autotrasporto non recupereranno facilmente e che fanno comunque aumentare il costo delle merci verso i mercati di riferimento. Indispensabile quindi conclude la nota - il varo di un vero e proprio piano di emergenza che consenta un ri-pristino dellinfrastruttura, in tempi record; in caso contrario sar inevitabile una protesta sempre pi marcata da parte delle aziende di autotrasporto.

  • 15 Maggio 2015

    LOGISTICA

    Un robot in grado di calcolare la dinamica dei tragitti dei camion in situazioni di ostacoli o congestioni del traffico. il progetto che stanno portando avanti alcuni ricercatori del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL) del prestigioso MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston. Il sistema permetterebbe di interagire con lautista con un sistema dotato anche di una tecnologia di riconosci-mento vocale con cui interagisce il guidatore. Potrebbe, per esempio, chiedere gli obiettivi per un viaggio (minimizzare i chilometri, o il tempo, evitare pedaggi, ecc.), e automaticamente definire i percorsi ottimali in base alle informazioni di traffico e alle mappe aggiornate in tempo reale.

    INAUGURATO IN LOMBARDIA MAXI-TERMINAL INTERMODALEIn Lombardia stato inaugurato il raddoppio del Terminal intermo-dale di Melzo-Vignate (Milano). Lampliamento stato reso possibile dallaccordo di programma sottoscritto nel dicembre del 2013 da Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comuni di Vignate, Melzo e Liscate, Parco Agricolo Sud Milano, Sogemar, Gestioni Gudo, che prevedeva anche la riqualificazione ambientale di aree comprese nel Parco Agricolo Sud Milano. Il terminal inter-modale consente gi attualmente di ricevere/inviare via ferrovia merci lungo le relazioni di traffico con Benelux e Germania e in Italia verso i porti liguri e il centro-sud. Dopo limpianto Hupac di Busto/Gallarate (Varese), quello di Melzo/Vignate il secondo terminal intermodale lombardo per quantitativi di traffico movimentato. Il potenziamento comporter la capacit di instradare via treno ogni anno lequivalente di oltre 80mila viaggi camionistici a lunga percorrenza, sottraendolo alla rete stradale principale.

    DA BOSTON UN ROBOT PER I PERCORSI DEI CAMION

  • 16 FREESERVICES MAGAZINE16 FREESERVICES MAGAZINE

    FS INFORMA

    CNH Industrial rafforza la sua rete di stabilimenti in Italia. Il piano strategico dellazienda

    prevede che alcuni stabilimenti italiani assorbano parte delle attivit

    dai siti produttivi di Madrid e Valladolid (Spagna), affinch questi ultimi possa-no focalizzarsi su una nuova missione

    di produzione esclusiva di veicoli com-merciali della gamma pesante Iveco. I due impianti italiani coinvolti sono Suzzara (Mantova), che attualmente

    produce il Daily, veicolo della gamma leggera Iveco, e Piacenza, che produce veicoli pesanti per il brand Iveco Astra,

    destinati in particolare a missioni in cava-cantiere e per il settore delle

    costruzioni, e prodotti per il marchio Iveco Defence Vehicles.

    www.cnhindustrial.com

    ALLESTIMENTI

    CNH INDUSTRIAL potenzia gli stabilimenti

    Iveco di Suzzara e Piacenza

    Main sponsor dei Campionati Italiani Disabili FISIP Sci Alpino 2015 a Folgaria, Rolfi ha premiato gli atleti vincitori delle categorie Sitting, Blind e Standing Maschile e Femminile che hanno disputato la gare di Slalom Speciale e Slalom Gigante che si sono svolte a fine marzo nella suggestiva cornice delle vette dellAlpe Cimbra (Tn), teatro dei Campionati Italiani Disabili FISIP di Sci Alpino e Snowboard 2015. Dal 1964 ad oggi Rolfi ha significato nel tempo

    qualcosa come 3mila allestimenti, mai standardizzati - ha dichiarato Dario Rolfi - ma sempre persona-lizzati attorno ad un progetto di vita, grazie ai quali abbiamo contribuito a migliorare lautonomia

    e la libert di molte persone diversamente abili. www.rolfi.com

    Rolfi premia gli atleti vincitori dei Campionati Italiani Disabili FISIP Sci Alpino 2015

  • Dal 5 all8 maggio, a Monaco, Transport Logistic, lesposizio-ne internazionale per Logistica, Mobilit, ITS e Supply Chain Mana-gement. Ledizione di questanno ospita oltre 2mila provenienti da 62 Paesi, in aumento rispetto alledizione di due anni fa. La fiera interessa unarea di 110mila metri quadri, in cui sar dato spazio a tutte le novit e agli ulti-mi sviluppi del settore.

    17 Maggio 2015

    EVENTI

    GERMANIATRANSPORT LOGISTIC INTERNATIONAL EXHIBITION, 2MILA ESPOSITORI PROVENIENTI DA 62 PAESI

    DIVIETI DI CIRCOLAZIONE

  • 18 FREESERVICES MAGAZINE

    Un vero giornalista:spiega benissimo quello che non sa.(Leo Longanesi)

    Quella mattina di 20 anni fa mi ripe-tevo come un mantra questa frase di Longanesi per rassicurarmi del fatto che pur non conoscendo nulla di tra-sporto merci, ero in grado di fare il mio mestiere. And bene. Cos bene che oggi, 20 anni dopo sono ancora qui tra lodore di carta stampata e il pulsare di parole e immagini su uno schermo.

    Ora come allora credo che Longane-si avesse ragione. Il nostro mestiere consiste nel porre le domande giuste in modo che chiunque leggendo le rispo-ste che abbiamo ottenuto sia in grado di comprendere chiaramente di cosa si stia parlando: siano drammi di politica estera, questioni economiche o semias-si sterzanti non proprio efficaci. su questa linea che ho sempre co-struito i miei pezzi e negli ultimi anni, quando mi sono trovata dallaltra par-te della barricata redazionale, cos ho costruito i miei giornali.

    Uno di voi!Con chiarezza e semplicit.Il nuovo Free Services Magazine che vi trovate fra le mani adesso, cerca di realizzare in chiave contemporanea questa intenzione: una grafica accat-tivante e attraente e contenuti preci-si, spiegati in modo semplice e chiaro. Siamo un giornale di servizio e questa una vocazione, una mission direbbe-ro quelli che ne sanno di marketing, fondamentale, che non va mai dimen-ticata. Siamo e desideriamo sempre di pi essere il vostro giornale. Quello in cui ritrovate le vostre storie, le vostre fatiche e le vostre gioie. Uno spec-chio eff icace della realt quotidiana dellautotrasporto.E per essere sempre pi incisivi, ri-spondenti alle vostre esigenze, non abbiamo che una strada, quella di chiedere il vostro aiuto diretto: scri-vete a [email protected], mandateci le vostre domande, sugge-rimenti , segnalateci le vostre storie e inondateci di foto e video che raccon-tano la vostra quotidianit a bordo del vostro camion...Perch Free Services Magazine uno di voi!

    Direttore Responsabile Free Services Magazine

    Sonia Pampuri

  • 19 Maggio 2015

  • 20 FREESERVICES MAGAZINE

    Dopo i due grandi interventi di rifor-ma del Codice della Strada a opera dei Governi Berlusconi nel 2003 quello della a patente a punti e quello del 2010 (legge 120/2010) la mortalit per incidenti stradali stata pi che dimezzata passando dai 7.000 del 2002 ai 3.200 del 2014.(la riforma del Codice del 92 diminu la mortalit dagli 8.000 del 92 ai 7.000 del 2002). I dati dellUfficio Sicurezza stradale del MIT dimostrano come la entrata in vigore delle riforma del 2010 corres-se la curva della incidentalit e abbia ridotto la mortalit dai 4.800 del 2009 ai 3.200 del 2014.

    Ora occorre un ulteriore intervento ma noto una grande incapacit di conclu-dere degli ultimi tre Governi non eletti che, dal 2012, parlano della introduzio-ne dellomicidio stradale ma sin qui non hanno realizzato alcunch. Conto molto sul lavoro della Commissione trasporti del Senato presieduta dal Senatore. Matteoli.Oggi, la sicurezza stradale nel nostro paese utilizza le norme severe della ri-forma del Codice del 2010, che mi onoro

    Sicurezza stradale, molto resta da fare! di aver seguito nel suo iter parlamentare da sottosegretario ai trasporti, e viene implementata dalla consapevolezza di chi guida e dai controlli esercitati dalle forze dellordine. Per la prima volta la Commissione Eu-ropea ha messo lItalia tra i Paesi vir-tuosi che hanno superato gli obiettivi europei sulla sicurezza stradale.

    Per fare un altro salto nella sicurezza stradale occorre:

    A)- rinnovare il parco circolante italiano, il pi vecchio dEuropa;B)- sviluppare leducazione stradale nelle Scuole,C)- maggiore coordinamento delle notizie sul traffico attraverso una cabina di regia o piattaforma telematica unica;D)- utilizzo della cd scatola nera anche sui mezzi in circolazione e non solo sui mezzi di nuova fabbricazione.E)- aumento dei controlli su strada da parte delle forze dellordine che disponendo di norme severe(patente a punti e riforma del 2010) possono veramente fare la differenza nella sicurezza stradale.

    Responsabile trasporti di FI

    Bartolomeo Giachino

  • 21 Maggio 2015

    Sicurezza stradale, molto resta da fare!

  • 22 FREESERVICES MAGAZINE

    Le statistiche fornite dallAssociazione nazio-nale delle imprese assicuratrici (Ania), indicano che in Italia almeno 3,5 milioni di veicoli girano senza assicurazioni.

    Il Ministero delle Infrastrutture e dei Tra-sporti ha come obiettivo quello di rendere effettivamente obbligatoria lassicurazione per tutti i veicoli in circolazione sulle strade nazionali. Due sono le tappe fondamentali stabilite dal Ministero per lanno in corso e sono quelle del 18 aprile e del 18 ottobre.

    La prima scadenza, se cos si vuole chiama-re, riguarda le compagnie delle assicurazio-ni, le quali, dovranno aggiornarsi e rendere possibile questo nuovo metodo di lettura en-tro la data del 18 aprile senza che ai condu-centi vengano fatte multe. Il bollino dellas-sicurazione molto semplice da falsificare e questo ha dato spesso origine a truffe, con i nuovi database, invece, nulla potr sfuggire e le truffe dovrebbero sensibilmente diminuire.La seconda scadenza impone dal 18 ottobre,gli organi di polizia stradale, con lausilio di sistemi informatici e delle teleca-mere potranno rilevare in tempo reale se il veicolo coperto dal contratto assicurativo

    Tagliando? No grazie! come dettato dallart. 193 del codice della strada. Il proprietario del veicolo non dovr pi applicare la ricevuta in modo visibile sul suo veicolo perch laccertamento avverr attraverso la targa.

    Il codice della strada prevede che i veicoli a motore senza guida di rotaie non possano circolare sulla strada senza la copertura as-sicurativa .La medesima norma afferma che chiunque circola senza la copertura dellas-sicurazione soggetto alla sanzione ammi-nistrativa del pagamento di una somma da euro 848 a euro 3.393.Laccertamento della mancanza di copertu-ra assicurativa obbligatoria del veicolo pu essere effettuato anche mediante il raffron-to dei dati relativi alle polizze emesse dalle imprese assicuratrici con quelli provenienti dai dispositivi o apparecchiature come auto-velox e tutor, gestiti direttamente dagli or-gani di polizia stradale. Sar, dunque vitale informarsi presso la propria assicurazione nei prossimi mesi per meglio conoscere i det-tagli: lassicurazione infatti potrebbe comun-que rilasciarvi documentazione relativa alla validit ed alla gestione del vostro contratto assicurativo, inviandovela tramite PEC.

    Comandate della polizia locale di Montagnana(Pd)

    Girolamo Simonato

  • 23 Maggio 2015

  • 24 FREESERVICES MAGAZINE

    SELFIE TRUCK Nel circuito di prova AstaZero in Svezia, Kapsch TrafficCom ha testato un sistema per il platooning dei mezzi pesanti, una soluzione che permette di collegare diversi veicoli in un convoglio in cui solo il primo della fila effettivamente controllato da un conducenteDi Barbara Adriani

    G razie alla tecnologia V2X, i veicoli interconnessi in un convogl io sono in grado di seguire automaticamente un mezzo leader e di copiarne i l compor-

    tamento, accelerando, frenando e g i rando ne l lo s tesso ident ico modo, cos da mantenere una d i -s tanza f i ssa e ve loc i t costante . Ovv iamente questo s i s tema r ichie-

    de molte precauzioni tecniche che garant iscano la s icurezza dei veicol i e dei loro occupant i . I veicoli de-vono essere per esempio in grado di reagire ai fattori esterni.

    TECNOLOGIA

  • 25 Maggio 2015

    SELFIE TRUCK Nel circuito di prova AstaZero in Svezia, Kapsch TrafficCom ha testato un sistema per il platooning dei mezzi pesanti, una soluzione che permette di collegare diversi veicoli in un convoglio in cui solo il primo della fila effettivamente controllato da un conducente

  • 26 FREESERVICES MAGAZINE

    Quando il primo frena, tutti i mezzi che seguono devono frenare nello stesso momento. Nel caso in cui un veicolo dovesse effettuare una svolta durante il tragitto, questo dovr avere il minimo impatto sugli altri mezzi che compongo-no il convoglio.

    Il platoonIng nel dettaglIo Il platooning unopportunit di ap-plicazione fantastica per la seconda generazione delle tecnologie V2X, di cui dimostra lenorme potenziale e la versatilit. Durante il test effettuato in Svezia il modulo V2X EVK-3300 stato utilizzato come piattaforma di comunicazione del veicolo, ha spie-gato Adam Tengblad, responsabile del Product Management di Kapsch Traffic-Com Svezia. LEVK-3300 basato sullo standard IEEE 802.11p una variante di Wi-Fi adattata a connessioni ad hoc per gestire i dati provenienti dal sensore e i segnali radio. Il modulo uninterfaccia per lelaborazione dei dati necessari alla guida autonoma di un veicolo.

    I vantaggII vantaggi di queste nuove tecnologie sono evidenti, soprattutto per lindu-stria dei trasporti: una maggiore sicu-rezza e un migliore uso delle risorse ne sono solo un esempio. I mezzi pesanti hanno un alto coefficiente aerodinami-co, che pu venire ridotto in un convo-glio (o platoon), grazie alleffetto scia. Ci permette di risparmiare carburante e di utilizzare al meglio la carreggiata. Il fatto che tutto il convoglio sia rego-lato in base alla conduzione del primo veicolo permette accelerazioni e fre-nate simultanee, mentre la riduzione delle distanze tra i veicoli consentita dalleliminazione del tempo di reazio-ne umano. I convogli possono essere formati da un numero arbitrario di veicoli, ma per le applicazioni pratiche il numero di mezzi sar

    limitato a circa dieci. Come si evince dai risultati di questo primo test, il rispar-mio di carburante pu variare dal 5% al 20%, in base alla scelta della distan-za tra i veicoli. Ci significa una note-vole convenienza per le compagnie di trasporto, nel caso di utilizzo diffuso di questa tecnologia.

    Una tecnologIa pI avanzata deI processI normatIvI Ovviamente una tecnologia cos alla-vanguardia comporta diverse sfide nel campo legislativo e delletica; quando si tratta di eliminare il fattore umano,

    TECNOLOGIA

  • 27 Maggio 2015

    la fiducia nella tecnologia solitamente diminuisce: Fino a quando la robotica permetter unesperienza di guida to-talmente autonoma, il platooning una soluzione ibrida molto valida, ha sotto-lineato Tengblad. In questo caso i be-nefici dellautomatizzazione vengono combinati con la fiducia che riponiamo naturalmente nella capacit e nel giudizio di un uomo alla guida di un veicolo. I test effettuati in Svezia mostrano che la tecnologia potrebbe essere pronta per la produzione nei prossimi cinque anni, ma i vantaggi per lambiente e per il com-mercio sono evidenti gi da adesso.

    IL MERCEDES-BENZ

    FUTURE TRUCK 2025Dalla vision alla realt: il Future Truck 2025 Mercedes-Benz fornisce unaffascinante e realistica anticipazione dellautocarro di linea del futuro. Tra dieci anni gli autocarri potran-no viaggiare in modo autonomo sulle strade e sulle autostrade dEuropa. I loro conducenti non saranno camionisti ma manager dei trasporti che, seduti in unattraente postazione di lavoro, potranno arricchire di nuovi contenuti la loro professione. Lefficienza dei trasporti aumente-r, la circolazione diventer pi sicura per tutti gli utenti della strada e le emissioni di CO2 si ridurranno ulteriormente. La connettivit sar la base di partenza per questo grande traguardo tecnologico. Rivoluzione sullautostrada: pi effi-cienza e sicurezza implica una rivoluzione sotto il profilo dellefficienza e della sicurezza, per la viabilit e le infrastrutture, per la professione di autista e per il settore delle spedizioni. Non si tratta di un nuovo autocarro, ma del siste-ma di trasporto del futuro, sviluppato nellam-bito delliniziativa Shaping Future Transpor-tation di Daimler Trucks al fine di preservare le risorse, ridurre le emissioni di ogni genere e parallelamente garantire la massima sicu-rezza stradale. Questo progetto, prossimo alla produzione in serie, presenta in anteprima internazionale le affascinanti possibilit del Future Truck 2025, con una serie di dimo-strazioni su un tratto dellautostrada A14, ad una velocit regolare massima di 80 km/h e in condizioni di traffico realistiche. Al Salone del Veicolo Industriale (IAA) di settembre Merce-des-Benz sveler completamente lo studio del Future Truck 2025.

  • 28 FREESERVICES MAGAZINEdi Mariarosaria Di Cicco

    ATTUALITA

    28 FREESERVICES MAGAZINE

    CRONACA DI UN DISASTRO

    ANNUNC IATOAutotrasporto, Unrae: in cinque anni chiuse 2mila imprese e persi quasi 200mila posti di lavoro. Danno allErario pari a circa 10 miliardi

  • Salario minimo, questo scono-sciuto. Almeno a livello Euro-peo. E soprattutto per quanto riguarda la filiera dellautotrasporto. In pratica se guidate un camion e vivete in Spagna, Paesi Bassi o Ita-lia Le cose per voi cambiano e di molto. Perch?Questa stessa domanda se la sono posta i delegati dellUnione Na-zionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri (Unrae), a seguito della pub-blicazione de Lesodo dellauto-trasporto dallItalia e limpatto sulleconomia della filiera, una ricerca realizzata da GiPA Italia, dalla quale emerso che lautotra-sporto ha risentito profondamente della crisi, tanto da comportare, dal 2008 al 2013, una perdita di quasi 9 punti di PIL.

    29 Maggio 2015

    LUNRAE, Unione Nazional

    e

    Rappresentanti Autoveicoli

    Esteri,

    lAssociazione delle Case

    auto-

    mobilistiche estere che o

    perano in

    Italia nella distribuzione

    e com-

    mercializzazione di autov

    etture,

    veicoli commerciali e indu

    striali,

    bus, caravan e autocarav

    an con le

    relative reti di assistenza

    tecnica e

    di ricambi originali. LUN

    RAE oggi un valido inte

    rlo-

    cutore per le Istituzioni, c

    he contribuisce a fornire

    elemen-

    ti, statistiche, valutazioni

    e scenari che siano di su

    pporto al

    lavoro dei Ministeri e deg

    li Enti competenti nella ge

    stione

    della mobilit stradale.

    CRONACA DI UN DISASTRO

    ANNUNC IATOAutotrasporto, Unrae: in cinque anni chiuse 2mila imprese e persi quasi 200mila posti di lavoro. Danno allErario pari a circa 10 miliardi

  • 30 FREESERVICES MAGAZINE

    cIfre devastantILa percorrenza dei veicoli delle flotte italiane, infatti, in cinque anni cala-ta del 25%, il trasporto di merce su strada si ridotto del 35% e il consu-mo di carburante - al netto del gasolio per le autovetture - calato del 37%. Un quadro a dir poco disastroso che costringe il comparto a guardare in faccia una realt che ormai affligge da diversi anni a questa parte, cio il dumping sociale, la concorrenza slea-le, le stridenti diseguaglianze di diritti tra conducenti che prestano servizio in un Paese straniero rispetto agli autisti locali.

    le caUseE le cause di questi mali stanno anche nei costi di gestione troppo onerosi, nella pressione fiscale, nella burocra-zia. Motivi per i quali molte aziende, 2mila flotte per la precisione, se non hanno chiuso o seguito la via della fusione, hanno scelto di andare alle-stero. Risultato: lItalia ha perso il 12% delle aziende con oltre 6 mezzi. Nello stesso tempo, le percorrenze auto-stradali dei mezzi pesanti sono cala-te solo del 14,5%, primo segnale di dati discordanti relativi al trasporto su gomma in Italia, con una contrazione delloccupazione per tutta la filiera di 197mila posti di lavoro, pari a 90 volte i dipendenti dellAlitalia e a 360 volte quelli delle acciaierie di Terni.

    le perdIte per le casse dello statoUn danno enorme per le casse dello Stato: quasi 10 miliardi di euro da accise sui carburant i , 420 mi l io-ni d i euro di mancat i introi t i d i I rap, a cui andrebbe aggiunto i l mancato contr ibuto I rpef per i 197mila post i d i lavoro persi , la perdi ta di 61 mi l ioni d i euro di Ipt e di 1,3 mi l iardi d i euro di oner i social i . A c i va aggiunto che negl i u l t imi 5 anni sono an-date perse circa 5mi la immatr i -colazioni a l l anno di veicol i regi -strati all estero, con una perdita media annua per lo Stato di 1 mi-l iardo di euro.

    le Istanze dellUnraeGiancarlo Codazzi, presidente della sezione Veicoli industriali dell Unrae, ha sottol ineato l ur -genza di effet tuare intervent i mirat i e puntual i per uneff icace def iscal izzazione del le at t iv i t legate all autotrasporto. Per Codazzi bisogna

    Inoltre necessario intervenire a li-vello europeo -ha sottolineato- per la definizione armonizzata di un sala-rio minimo per i lavoratori dellauto-trasporto, al fine di evitare la pratica del dumping sociale e la confusione sul trattamento previdenziale, ga-rantendo inoltre il rispetto delle re-gole di sicurezza del lavoro. Ma in unEuropa che pi che una Unione sembra una sommatoria di Paesi in cui la sovranit nazionale ancora molto forte rispetto al sentimento unitario di appartenenza, davvero possibile?

    Europa, segnali di disgregazioneGli stati europei attuano singole iniziative per combattere la concorrenza sleale estera. Al momento non esiste una reale ca-pacit dei Paesi dellUnione di uniformare le proprie politiche, di cedere il passo a una sovranit pi europea e meno naziona-le. Il collegamento dei mercati gi di per s complicato e le dif-ficolt aumentano alla luce di evidenti segnali di disgregazione. Ma largomento scivoloso. Lunit politico-economica europea aiuta a uscire dalla crisi? Daltro canto, quanto siamo disposti a cedere della nostra autonomia in nome dellEuropa?

    liberalizzare il noleg-gio senza conducente dei veicoli adibiti al trasporto di merci con

    ATTUALITA

    massa complessiva su-periore a 6t, allinean-do il sistema italiano a quello degli altri Paesi europei, al fine di assi-curare la massima pos-sibile flessibilit delle aziende di autotrasporto e consentendo un pi accelerato ammoderna-mento del parco

  • Positive AttackSpeciale Transpotec 2015

    31 Maggio 2015

  • 32 FREESERVICES MAGAZINE

    SPECIALE TRASPOTEC

    I veco sempre pi green, sem-pre pi Daily. Con una nuova gamma leggera tutta rinnova-ta, l azienda torinese ha parteci-pato a Transpotec 2015 con uno stand di oltre 1.800 metri quadra-t i e con unesposizione completa della propria gamma di veicoli, dai leggeri ai pesanti on-road e off-road. Ma il vero protagonista

    Protagonista assoluta dello stand la nuova gamma Daily con lHi-Matic con cambio automatico a 8 rapporti e il Nuovo

    IVECO PROTAGONISTA CON DAILY HI-MATIC E IL NUOVO 4X4

    stato i l Nuovo Daily, vincitore del t itolo International Van of the Year 2015. I l leggero di casa Iveco stato presentato a Verona nelle sue molteplici declinazioni: dalla famiglia di prodotto Daily Hi-Matic, con cambio automatico a 8 rapporti; alla nuova versione Daily 4x4, in anteprima assoluta; alla versione Natural Power ali-

    mentata a gas naturale compres-so (CNG), a conferma della forte attenzione che Iveco riserva alle trazioni alternative. A dimostra-zione di ci, sullo stand ampio spazio stato dedicato alle tec-nologie del gas naturale con la presenza del veicolo della gam-ma pesante Stralis LNG Euro VI, alimentato a gas naturale liquefat-

  • to. Ma ampio spazio stato dato anche al resto della gamma, come lo Stralis nella versione Diesel, affiancato dal Trakker, i l veicolo cava-cantiere della gamma off-road. A rappresentare la gamma media, invece, un Eurocargo.

    Il daIly HI-matIc La famiglia di prodotto Daily Hi-Matic ha fatto i l suo esordio sul-la scena italiana, a Verona, nella versione Daily furgone da 130 ca-vall i. I l Daily Hi-Matic dotato di cambio automatico a 8 rapporti e offre prestazioni in due differen-t i modalit, Eco e Power: con la modalit Eco vengono effettuati cambi marcia fluidi a bassi regi-mi per enfatizzare i l comfort ridu-cendo al minimo i consumi; con la modalit Power la trasmissio-ne opera cambi marcia pi rapidi e a regimi pi elevati, garantendo una guida pi performante.

    Il nUovo daIly 4x4 I l Nuovo 4x4 disponibile in due versioni, a cabina singo-la e a cabina doppia, soluzione che consente di t rasportare un equipaggio di set te persone. A completare la gamma, la scel-ta di due diverse MTT da 3,5 e 5,5 tonnel late, e una versione scudato r idot to per al lest iment i speci f ic i come camper, minibus o altre personalizzazioni. I l cambio a sei marce con r ipar-t i tore a quattro r iduzioni , per un totale di 24 rapporti, e tre bloc-caggi differenziali consentono al Nuovo Daily 4x4 di affrontare qualsiasi pendenza e ogni t ipo di terreno, senza scendere a com-promessi per quanto riguarda il comfort di guida.

    Il daIly natUral power Sulla scena del Salone di Verona anche il Daily CNG, alimentato a gas naturale compresso, un ca-binato 35C14N, da 136 cv, Euro VI. I l Daily CNG mantiene gli stessi punti di forza del veicolo nella versione Diesel in termini di coppia, capacit di carico e gui-dabil it, garantendo un costo del carburante minore e una ridotta rumorosit.

    gamma completa: lo stralIs e Il trakkerA rappresentare la gamma pesante stradale, stato lo Stralis Natu-ral Power Euro VI alimentato a gas natura-le, mentre per la gamma me-dia, Iveco ha presentato un Eurocargo Euro VI. Infine, a com-pletamento delle-sposizione, Iveco ha presentato il Trakker, il veicolo della gamma off-road, adatto a missioni in ca-va-cantiere. Nellarea Iveco Parts, lazienda ha portato sul campo un Nuovo Daily furgone, modello da 205 cavalli attrezzato a offici-na mobile, in collaborazione con Wurth e dotato dei pi sofisticati tools diagnostici per riparazioni su strada pi rapide ed efficaci.

    A rappresentare la gamma pesante stradale, stato lo Stralis Natural Power Euro VI alimentato a gas naturale, mentre per la gamma media, Iveco ha presentato un Eurocargo Euro VI.

    Il Daily Hi-Matic, con cambio automatico a 8 rapporti, offre prestazioni in modalit Eco e Power. La prima per cambi fluidi a basso consumo, la seconda per cambi di marcia pi rapidi e a regimi pi elevati.

    Il Nuovo Daily 4x4 loff-road di casa Iveco presentato a Verona in anteprima assoluta.

    Disponibile in due versioni, a cabina singola e a cabina doppia, soluzione che consente

    di trasportare un equipaggio di sette persone.

    33 Maggio 2015

  • SPECIALE TRASPOTEC

    34 FREESERVICES MAGAZINE

    Truck Square, la piazza del-la Stella, ha avuto un solo re, il nuovo Actros in tutte le sue versioni. Dal Fuel Duel ottimizza-to per i consumi, al 1863 orienta-to ai clienti pi esigenti in termini di performance. Ma la novit as-soluta per il mercato italiano, in anteprima, stata la presentazio-ne del nuovo Actros a trazione idraulica HAD (Hydraulic Auxilia-ry Drive), in cui la trazione dellas-se anteriore non pi demandata agli alberi di trasmissione mecca-

    Anteprima assoluta a Transpotec 2015 per il nuovo Actros in cui la trazione dellasse anteriore demandata ai motori a comando idrodinamico sui mozzi delle ruote

    PI LEGGERO E PI ECONOMICO, LACTROS SI RINNOVA CON LA TRAZIONE IDRAULICA

    nici, ma ai motori a comando idro-dinamico installati sui mozzi delle ruote.Un sistema vantaggioso in termi-ni di peso (-500 Kg) e di consumi (-12%) rispetto alla classica tra-zione integrale. Tra le Stelle del Transpotec 2015 per non poteva mancare il Canter Eco Hybrid, lunico veicolo industriale ibrido offerto sul mercato, il pi venduto da Daimler Trucks.Un altro dei protagonisti della piaz-za della Stella stato Mercedes-

    Benz Atego, leader del mercato europeo nel segmento dei veicoli per i servizi di distribuzione con peso totale a terra da 6,5 t a 16 t.Dalla distribuzione allimpiego in cantiere, la parte forzuta spetta ad Arocs, presentato con unoffer-ta di versioni unica sul mercato, in grado di rispondere con la massi-ma precisione alle singole esigen-ze dei clienti.lI lavoro pesante in citt spetta, invece, a Econic, specialista nei servizi di smaltimento e distribu-

  • 35 Maggio 2015

    zione, che si presentato a Tran-spotec 2015 in versione di NGT (Na-tural Gas Technology) con il nuovo motore a gas M 936 G.

    mercedes-BenzprofIt aca-demyNella Truck Square stato possi-bile anche incontrare il team della scuola di guida economica e sicura di Mercedes-Benz, che ha messo a disposizione la propria esperienza per accompagnare i visitatori in un test drive al volante di due Actros autoarticolati, per metterne in evi-denza i grossi cambiamenti tecno-logici che equipaggiano i veicoli.

    mercedes-Benz fUel dUelLa Profit Academy gestisce ormai da oltre un anno il programma di test drive comparativi Fuel Duel.

    Mercedes-Benz Actros sfida i vei-coli dei clienti della concorrenza e offre la possibilit di provare per una settimana il gigante di efficien-za della Stella. In questo modo, i clienti hanno il tempo di testare il nuovo Actros nel le real i condi-z ioni lavorat ive. A l ivel lo euro-peo, i r isul tat i del programma Fuel Duel sono stat i ecceziona -l i e gl i o l t re 800 test effet tuat i hanno confermato l a l to rendi -mento del nuovo Actros, con ol-tre i l 90% delle sfide vinte ed un vantaggio in termini di efficien-za ri levato tramite FleetBo-ard di circa l 11%. In Italia, dall inizio del programma, sono stati effettuati 53 Test che hanno portato 36 nuo-ve vendi te e ol t re di 150 trat-tative finalizzate allacquisto.

    I servIzI mercedes-Benz: ac-cordo assIstenzaOltre ai consumi, le spese legate allafter sales costituiscono una voce importante nel bilancio dei profes-sionisti del trasporto. Riuscire a pro-grammare i costi di manutenzione e riparazione rappresenta, dunque, unassoluta priorit. Per rispondere a questa esigenza crescente da parte dei professionisti del settore, Mer-cedes-Benz ha creato Accordo As-sistenza: un contratto di assistenza su misura che garantisce costi fissi e certi per lintera vita del veicolo.

    LEconic lo specialista nei servizi di smaltimento e distribuzione. A Transpotec si presentato in versione di NGT (Natural Gas Technology)

    Tra le Stelle non poteva mancare il Canter Eco Hybrid, lunico veicolo industriale

    ibrido offerto sul mercato

  • SPECIALE TRASPOTEC

    36 FREESERVICES MAGAZINE

    A l Transpotec, DAF Trucks non ha esposto solo le ver-sioni 2015 delle potenti se-rie XF, ma anche il veicolo DAF CF Silent ; una versione extra silent del versatile DAF CF .

    DAF TRUCKS,

    Con sei veicoli , DAF si presentata al Transpotec in collaborazione con Goodyear, per dimostrare che il comfort unito ad una maggiore esperienza di guida

    possono essere facilmente coniugatiprendere famIlIarIt con daf transport effIcIencyRecentemente, DAF ha presenta-to un largo numero di innovazio-ni che contribuiranno in maniera significativa all eff icienza ottimiz-

    zata del trasporto. Miglioramenti ai motori gi efficienti PACCAR MX combinat i con le tecnolo-gie innovat ive come i l Predic-t ive Cruise Control , Predict ive Shi f t ing and Eco Mode che per-

    TRANSPORT EFFICENCY ERA

  • mettono un r isparmio di carbu-rante del 45%. Nuovi spoi ler e fender aumentano la possibi l i t di r isparmio. Tutte queste inno-vazioni sono parte del program-ma DAF Transport Eff ic iency , con prodotti e servizi che mirano al raggiungimento del massimo ritorno per chilometro.

    cInqUe oBIettIvI specIfIcI per mIglIorare la tUa effIcIenzaCon DAF Transport Efficieny, DAF punta a cinque obiettivi per miglio-rare l efficienza dei trasporti. Bas-si consumi , maggiore disponibilit del veicolo ,costi operativi ridotti, un ritorno pi elevato per km ed un impatto ambientale pi basso. Lefficienza la somma di molti fattori: inizia con la scelta giusta del veicolo, adattato alle speci-fiche applicazioni. Inoltre sono importanti elementi come una-erodinamica efficiente, motori economici, intervalli lunghi di manutenzione e bassa tara. Ma ci sono molti modi per in-crementare ancora il ritorno per Km. Per esempio attra-verso contratti di riparazione e manutenzione intelligenti. Ed ovviamente, c anche lattenzione per lautista. DAF supporta il driver a tirar

    fuori il meglio dal camion anche con i corsi di guida Ecodrive.

    daf cf sIlent: solUzIone per la dIstrIBUzIone nottUrnaIl DAF CF Silent equipaggiato con un motore Paccar MX-11 da 10,8 litri con potenze da 210 a 440 Hp. Sul cruscotto esiste un pul-sante speciale Silent che aziona la modalit silenziosa. In questo modo la coppia ed i giri del motore sono limitati

    ed anche la strategia dello sposta-mento cambiata. Un altro ade-guamento che il cambio isolato . La potenza massima nella mo-dalit silenziosa solo 72 dB(A) e ci rende il DAF un vero camion silenzioso, ideale per la distribu-zione in citt durante la notte.

    37 Maggio 2015

  • SPECIALE TRASPOTEC

    I nuovi veicoli sono stati rap-presentati da tre modell i, un trattore TGX 18.480, un al-tro trattore TGS 18.440 TS e un carroTGL 8.180. Massima espres-sione dellevoluta tecnologia Man Euro 6, i nuovi della famiglia TG

    La casa tedesca ha affidato la sua partecipazione al Transpotec Logitec al lancio in Italia della nuova gamma Euro 6 che stato al centro dellattenzione nello stand su unarea di circa 1500 mq

    MAN PUNTA SULLEURO 6

    promettono di viaggiare con emis-sioni vicine allo zero e si distin-guono per la generosa potenza, i consumi ridotti e lalto comfort, confermandosi tra i migliori nel calcolo dei costi di esercizio. Il tutto senza dimenticare per il vei-colo che ha garantito a Man Italia

    eccellenti performance di ven-dita nellanno appena chiuso

    e che si propone come una delle soluzio-

    ni pi interes-santi per tutti gli operatori che hanno

    a cuore la l o r o

    redditivit, completa quindi le-sposizione un trattore TGX 18.440 EfficientLine Euro 5. Specifici cor-ner sono stati inoltre dedicati alle attivit assistenziali, allusato e ai servizi finanziari.Spazio anche al divertimento, con unampia area Motorsport dove erano esposti , oltre al trattore stradale MAN TGX S-Line, i MAN TGS vincitori del Campionato Truck Race con Jo-chen Hahn e quello trionfatore nel Truck Trial con il team tedesco HS-Schoch. Ma soprattutto larea Motorsport ha tenuto a battesimo lannuncio della partnership tra Ducati Corse e MAN presentando uno dei nuovi fiammanti TGX che porteranno le moto di Borgo Pa-nigale sui circuiti di tutto il mondo al seguito dei Campionati mondiali MotoGp e SBK .

    Il marchio del Leone ha partecipa-to con lintera gamma di prodotti e con il sempre pi ampio porta-

    foglio di servizi al salone dei tra-sporti e della logistica.

  • Scania ha presentato lintera gamma di prodotti e servizi e ha organizzato vari approfondimenti allinterno dello stand dislocato nel padiglione 11 della Fiera di Verona

    I l mondo dellautotrasporto sta vivendo un momento cruciale e sceglie la fiera veronese per incontrare e confrontarsi con tutta la propria filiera. Unoccasione per fare sistema e dimostrare come questo mondo sia un settore centrale, fucina di con-tinui miglioramenti e innovazioni. Aggiornamenti costanti che ancora una volta, portano il timbro di Sca-nia - afferma Franco Fenoglio, Am-ministratore Delegato di Italscania S.p.A.- Quindi, aver partecipato a Transpotec ha avuto per noi unim-portanza strategica. Ci ha permes-so di avere la giusta visibilit e di offrire lopportunit di toccare con mano i prodotti Scania, tecnolo-gicamente allavanguardia nelle-conomia dei consumi e nella so-stenibilit ambientale, e al tempo stesso di illustrare lampio porta-foglio di servizi Scania, che sem-pre pi orientato ad assecondare le specifiche necessit del Cliente.

    In una situazione di mercato che continua a mantenersi impegnati-va, infatti, oggi pi che mai, per noi fondamentale proporre delle soluzioni complete e flessibili per supportare al meglio le attivit dei nostri Clienti. Una vetri-na internazionale come il salone di Verona ci ha consentito di presentare il no-stro approccio. A Transpotec, quindi, Sca-nia ha raf-forzato il p r o p r i o c o n c e t t o di modu-larit. en-f a t i z z a n -do come, d a l l i n -treccio di s o l u z i o n i p e r s o n a -

    lizzate, gli interpreti della filiera dellautotrasporto possano rag-giungere la sostenibilit economi-ca e ambientale del loro business.

    SCANIA, SOLUZIONI TAILORED MAID

  • SPECIALE TRASPOTEC

    Wielton utilizzer lo stabilimento industriale di Pescara anche come centro di distribuzione dei marchi Merker, Cardi e Viberti

    ITALIANA RIMORCHI, LA SOCIET DI WIELTON S.A. DEBUTTA A TRANSPOTEC

    L operazione di quelle importanti e quale migliore oc-casione di Transpotec

    per debuttare uffi-cialmente. Stiamo

    parlando di Italia-na Rimorchi Srl, la neonata so-ciet di Wiel-ton S.A. che, proprio attra-verso Italiana Rimorchi, ha stipulato un contratto di locazione con

    la Compagnia Italiana Rimor-

    chi srl (CIR), riguardante beni e diritti relativi alle sue attivit.

    cosa prevede Il contrattoSecondo il nuovo contratto, Wiel-ton utilizzer lo stabilimento in-dustriale di Pescara, di propriet della CIR, come centro di compe-tenza tecnica e anche di distribu-zione dei marchi Merker, Cardi e Viberti. I l contratto di locazio-ne, inoltre, concede alla Wielton i l pieno uso di brevetti collettivi, documenti tecnici, prototipi e de-sign di prodotti sviluppati negli anni e copre tutte le licenze e le certificazioni di qualit che per-mettono alla Wielton di condurre la propria attivit.

  • 41 Maggio 2015

    cHI wIelton Lazienda ha sede a Wielu, in Po-lonia, nella regione di d, ed specializzata nella produzione di semirimorchi e rimorchi. Nel corso della sua storia quasi ventennale, cresciuta fino a diventare il mag-giore rappresentante del settore in Polonia, nonch il quinto produtto-re di rimorchi in Europa in termini di volumi di vendita. Oggi Wielton vende oltre 6500 prodotti lanno, e i suoi ribaltabili e centinati sono presenti in 30 Paesi del mondo. La societ, riconoscibile dal logo con limmagine di un cammello, oggi impiega pi di 1200 persone. Italiana Rimorchi, invece, occu-pa attualmente nel nostro Paese

    23 persone ma, stando a quanto detto dai vertici Wielton durante la conferenza stampa di presentazio-ne, a Transpotec , sembra ci siano buone possibilit che la cifra au-menti.

    lInteresse verso leUropa occIdentaleMa perch Wielton ha deciso di in-vestire in Italia? Jarosaw Andrzej Szczepek, presidente della socie-t, ha spiegato che Wielton un produttore riconoscibile e molto rispettato in Polonia e in Europa orientale, per cui il rafforzamento della posizione di Wielton in Euro-pa verso sud e verso ovest una logica conseguenza.

    Durante la conferenza stampa di presentazione, lazienda ha anche annunciato che intende dare nuo-va vita a quelle che una volta erano industrie italiane molto conosciute e dinamiche, ovvero Merker, Cardi e Viberti, che manterranno la loro forma e il loro emblema originale e continueranno a essere marchi italiani, gestiti localmente dalla nuova societ.

    Oggi Wielton vende oltre 6500 prodotti

    lanno, e i suoi ribaltabili e centinati sono presenti in 30 Paesi del mondo.

    La societ riconoscibile dal logo con limmagine

    di un cammello

  • SPECIALE TRASPOTEC

    42 FREESERVICES MAGAZINE

    VAN PROTAGONISTI

    TRA GLI STANDCresce la domanda dei veicoli commerciali, grazie ad unofferta sempre pi varia e attenta a costi e consumi. Cos, a conferma di un momento di ripresa per il comparto, a Transpotec sono arrivate anche le proposte di Citron Italia, Peugeot Automobili Italia e Isuzu Motors Limited e Volkswagen Italia

  • 43 Maggio 2015

    ll marchio del Leone, in particolare, tornato a Transpotec dopo diversi anni dassenza presentando in an-teprima nazionale il nuovo Partner e offrendo ai visitatori per i test drive due versioni di Peugeot Expert e Peugeot Boxer. Nello specifico, si tratta di Ex-pert Tepee Mix Active L1 2.0 HDi 125 FAP ed il Boxer Furgone Lamierato 333 L2H2 2.2 HDi 130 FAP. Citron, invece, ha proposto in ante-prima il nuovo Berlingo Van. Presen-te anche il Jumpy Furgone 27 L1 H1 2.0 HDi 125 Pack Cantiere coibentato. Nellarea prove, pronti per un test drive approfondito, il nuovo Jumper in due allestimenti.

    TANTE CONFIGURAZIONI, NUMEROSI MODELLI, DIVERSE PROPOSTE,

    MA UN SOLO IMPERATIVO PER I NUOVI MEZZI: ESSERE VERSATILI E RIDURRE I CONSUMI,

    OFFRENDO CONCRETE OCCASIONI DI RISPARMIO

    A TUTTI I PROFESSIONISTI E GLI

    ARTIGIANI CHE LAVORANO OGNI GIORNO CON I VEICOLI

    COMMERCIALI COME INSIEME A VERI E PROPRI COLLEGHI SU RUOTE.

    LE ANTEPRIME

    DI PEUGEOT E CITROEN

    VOLKSWAGEN

    VEICOLI COMMERCIALI

    Questo evento rappresenta un momento unico in Italia per in-contrare i professionisti del set-tore - ha sostenuto la dirigenza Volkswa-gen - proporre prodotti e servizi ma anche per condividere tante opportunit di crescita: aziende, associazioni ed edi-tori offriranno durante la manifestazione momenti di aggiornamento e formazione sulle tematiche di pi stretta attualit le-gate a tecnologie, normative ma anche alla problematiche concrete che ogni giorno lautotrasportatore affronta su strada. In questa occasione Volkswa-gen Veicoli Commerciali ha offerto la possibilit di apprezzare dal vivo i veicoli della Gamma sia in esposizione statica, sia attraverso la prova di guida.

    Presso il Padiglione 11 sono stati esposti il Transporter e alcuni tra i prin-cipali allestimenti offerti su Crafter: furgonatura e ribaltabile trilaterale Omnicar.

    ISUZU ha esposto i modelli L 35 Euro 5b+, P75 5,2l Euro VI e per quanto riguarda i veicoli industria-li, il modello F 11 air suspension con Nees. Per il management di Isuzu: Transpotec Logitec lunico appun-tamento in Italia orientato al mer-cato internazionale e pensato per offrire risposte concrete a tutti gli operatori del settore: autotraspor-tatori, responsabili della logistica, proprietari di flotte, grande distri-buzione, corrieri e padroncini. Al centro dellattenzione di un produt-tore mondiale come Isuzu stata come sempre lautotrasportatore con le sue esigenze: intorno a lui stata costruita tutta lofferta per la mostra, con mezzi, novit, servizi e opportunit di formazione utili alla sua professione.

    LE PROPOSTE

    DI ISUZU

  • 44 FREESERVICES MAGAZINE

    SPECIALE TRASPOTEC

    44 FREESERVICES MAGAZINE

    Goodyear ha portato la Luna a Transpotec con Spring Tire, il pneumatico sviluppato insieme alla Nasa e destinato al trasporto di ca-richi pesanti su suolo lunare. Caratterizzato da una combinazione di resistenza e flessibilit, questo spe-ciale pneumatico stato concepito per battere terreni accidentati trasmetten-do minime vibrazioni. Per far fronte alla necessit di maggior durata e capacit di carico, Goodyear ha sviluppato una innovativa rete di 800 molle intessu-te, che seguono il profilo della super-ficie del suolo producendo un effetto trainante e nessun surriscaldamento, come invece accade con i pneumatici tradizionali. Rispetto al pneumatico in rete metallica montato sullApollo Lu-nar Roving Vehicle (LRV), anchesso sviluppato e costruito in partnership con Goodyear nel 1971, Spring Tire permetterebbe la movimentazione di veicoli pesanti su distanze molto pi ampie e potrebbe essere applicato anche sulla Terra per affrontare gli am-bienti pi estremi.Tra le tante altre novit, da segna-lare sono senzaltro TIS-Web, il software di gestione flotte di VDO brand Continental - che per-mette di visualizzare e analizzare i dati provenienti dagli pneumatici

    Ruote lunari, nuovi software e innovativi sistemi di refrigerazione a Transpotec 2015

    GOODYEAR, VDO, KGEL: MISSIONE FUTURO

    VDO brand Continental - ha presentato TIS-Web, il software di gestione flotte che permette di visualizzare e analizzare i dati provenienti dagli pneumatici e la nuova versione del tachigrafo, il DTCO 2.2

    e la nuova versione del tachigrafo, il DTCO 2.2, disponibile a partire da lu-glio: design rinnovato, inserimento ma-nuale delle attivit tramite App, scarico dati della memoria di massa pi veloce del 30%, VDO Counter migliorato nella rappresentazione delle ore di guida e di riposo (inclusa la visualizzazione dei tempi registrati in modalit traghetto/treno) e collegamento con interfaccia CAN del veicolo per la registrazione nel tachigrafo dei dati FMS (giri/moto-re, carburante, velocit, spie cruscot-to). Infine, abbiamo visto il Kgel Cool PurFerro quality, la novit del 2012, in una versione ancora migliorata: il furgone refrigerato adatto non solo alle esigenze di mercato specifiche del trasporto di alimenti freschi e surgela-ti e di prodotti farmaceutici, ma anche allimpiego universale.

    il Kgel Cool PurFerro quality, novit del 2012, stato presentato a Transpotec n una versione ancora migliorata

  • 45 Maggio 2015

  • RENAULT TRUCKS LANCIA LA PROPRIA OFFERTA

    A GAS NATURALE EURO 6

    Dal 2004, Renault Trucks sviluppa e commercializza veicoli alimentati a gas naturale. Con il D Wide CNG,

    Renault Trucks completa cos la propria Gamma Distribuzione offrendo un veicolo equipaggiato con il nuovo motore Euro 6 da 9 litri e 320 cv,

    disponibile in 2 configurazioni: motrice 4x2 18t e motrice 6x2 26t

    46 FREESERVICES MAGAZINE

    ECO-TRASPORTI

    a cura della redazione

  • 47 Maggio 2015

    T ra la scelta di alimentazioni alternative offerte da Renault Trucks, il gas naturale com-presso, o CNG, rappresenta una fonte di energia affidabile e poco inquinante: i motori in pratica non emettono particelle, fumo o odori. In ambienti urbani, inoltre, hanno unautonomia pressoch analoga a quella di un veicolo Diesel.Renault Trucks sta per lanciare i l D Wide CNG Euro 6, che pu es-sere alimentato o a gas naturale o a bio-metano (biogas). I l Bio-metano un energia r innovabi-le prodotta da mater ia l i organic i che genera emissioni d i CO2 no-tevolmente inferiori rispetto ad un veicolo Diesel. I veicoli alimenta-t i a gas naturale o a bio-metano sono quindi perfettamente adatti per lutilizzo in ambienti urbani e interurbani (per le attivit di distri-buzione e consegna). Ecco perch sono molto apprezzati dalle am-ministrazioni pubbliche per attivit di pulizia delle strade, raccolta dei rifiuti e distribuzione.

    d wIde cngIl Renault Trucks D Wide CNG equipaggiato con il nuovo motore Euro 6 NGT9 6 cilindri, con una ci-lindrata di 9 L e una potenza di 320 CV. Questo motore offre qualit di-namiche e comfort di guida al pari di un motore Diesel, mentre allo stes-so tempo in grado di fornire mag-giore coppia (1.356 Nm) e bassi li-velli di rumorosit. Il Renault Trucks D Wide CNG disponibile in due configurazioni: motrice 4x2 18 ton e motrice 6x2 26 ton di massa tota-le a terra.Il Renault Trucks D Wide CNG 6 Euro dispone di un cambio automatico Allison serie 3200, che si adatta perfettamente alle appli-cazioni di raccolta rifiuti. Come per la versione Diesel, il cambio del D Wide CNG passa automaticamente dalla modalit neutro alla modalit drive e viceversa.

    dUe tIpologIe dI serBatoIo Al fine di soddisfare ogni tipo di esigenza, il Renault Trucks D Wide CNG proposto con due capacit

    Configurazioni: motrice 4x2 (18t) e 6x2 (26t);Motore: Euro 6 NGT9 6 cilindri a gas Euro 6;Potenza: 320 CV / 1,356 Nm;Cambio automatico:Allison serie 3200;Cabina: Day Cab;Passi: da 3,500 a 4,750 mm;Capacit serbatoi: fino a 800 litri = 160 m3 = 120 kg di gas naturale compresso;Autonomia: fino a 400km in ambienti urbani e interurbani.

    di serbatoi: 600 L (120m3) di gas compresso a 200 bar ovvero 90 kg di gas stivati in sei taniche, oppure 800 L (160m3)di gas compresso ov-vero 120 kg di gas contenuti in otto serbatoi. Per il loro approvvigiona-mento, il Renault Trucks D Wide CNG offre connessioni agli stan-dard NGV1 e NGV2, al f ine di sod-disfare le esigenze dei fornitori di gas in Europa. Questi serbatoi di acciaio sono stati progettati per resistere ad una pressione fino a 500 bar, che 2,5 volte superiore a quella normale e per rimanere in funzione per pi di 20 anni. Come i veicoli diesel di Renault Trucks, il Renault Trucks D Wide CNG viene prodotto in Francia a Blain-ville-sur-Orne e la manutenzione del veicolo assicurata dalla rete Renault Trucks in tutta Europa. Il settore del gas ora supportato dallUnione Europea che, nel Set-tembre 2014, ha adottato nuove regole volte a garantire un numero adeguato di stazioni di rifornimen-to di gas in tutta Europa.

    SCHEDA TECNICA

  • S.S. 265 Km 26+645 81020 San Marco Evangelista (CE)Tel. 0823 200150 - Fax 0823 200077

    Via Eugenio Castellotti, 39/4141053 Maranello (MO)Tel. 0536 943769 Fax 0536 946603

    i nostri partner commerciali

    Diamo pi valore al tuo lavoro

    Centro Distribuzione Industriale

    Tecnologia per la vita

    Supplier Network

    D-U-N-SNumber: 44-592-2180

    SOLUZIONI&SERVIZI NEL MONDO DELLINDUSTRIA

    www.cedi.it

  • Scegli tra oltre 36.000 utensili professionali che fanno per te. www.abctools.it

    Quelle che durano, le storie che costruiscono qualcosa. Come la nostra.ABC Tools. Dal 1913, gli strumenti di chi lavora davvero.

    Tanto lavoro e poche storie. Solo le migliori.

    ABC Tools 216x281.indd 1 10/04/15 12:20

  • 50 FREESERVICES MAGAZINE

    Una nuova organizzazione logistica e lottimizzazione dei processi di magazzino. Questi i punti cardine di questo nuovo modello distributivo: la logistica dellultimo miglio diventa strategica, e con essa la velocit e laccuratezza dei rifornimenti dai magazzini

    LOGISTICA

    Ordinare prodotti via Internet e decidere in che orario ritirarli, avendo la garanzia di tarovarli pronti per la consegna. Stampare una ricevuta o conservarla sullo smartpho-ne per poi passare a recuperare la merce nel punto vendita pi comodo. Il ritiro avviene nel giro di qualche ora o di qualche giorno, a seconda della ti-pologia di merce: infatti non solo sono i supermercati gli unici retailer coin-volti, anche altri settori merceologici si prestano ad offrire tale servizio, ad esempio nei settori del fai-da-te, delle-lettronica di consumo e alimentare. In qualsiasi caso la formula del drive, or-

    di Antonino Lanza, Business Development Manager, EMEA di Honeywell Vocollect Solutions.

    DRIVE O CLICK&COLLECT: LA SPESA SI VELOCIZZA

    mai collaudata in molti Paesi dEuropa, destinata a crescere anche in Italia e a configurarsi come la nuova frontiera della distribuzione organizzata.

    Un nUovo modello dIstrIBUtIvoI fattori di successo di questo fenome-no, che vede oltre un terzo dei fran-cesi e circa la met dei britannici utilizzare il servizio di Click&Collect, sono imputabili a vari aspetti, tra cui, innanzitutto, il risparmio di tempo. Ef-fettuare gli acquisti quando lo si desi-dera e senza fretta unopportunit preziosa quanto il rapido ritiro della spesa, che avviene in pochi minuti. I

    vantaggi per il consumatore moderno si traducono non solo nelleliminazio-ne dei tempi per la spesa nel punto vendita, aspetto molto gradito dalle famiglie che vivono in citt e dai gio-vani, ma anche dei costi della conse-gna a casa, mediamente tra i 4 e i 7 euro. Altri fattori che attirano i cosid-detti shop drivers sono la semplicit e la chiarezza del meccanismo, che permettono di tenere sotto controllo il budget di spesa, senza essere di-stratti da offerte speciali o promozioni. Infine, secondo un sondaggio condotto in Francia, molti utilizzatori del servizio hanno sottolineato un aspetto emotivo:

  • 51 Maggio 2015

    la serenit di fare la spesa senza stress, senza troppa folla attorno e senza coda alla cassa.

    I BenefIcI per I retaIler La soluzione ha importanti bene-fici anche per i retailer, che pos-sono cos ottimizzare la gestio-ne degli ordini ed evitare i costi della consegna a domicilio, come lacquisto dei furgoncini e il costo del carburante. Questapproccio innovativo presuppone una nuo-va organizzazione logistica, e soprattutto lottimizzazione dei processi di magazzino. I punti di consegna devono avere la mer-ce disponibile nei tempi richiesti dal consumatore: la logistica dellultimo miglio diventa stra-tegica, e con essa la velocit e laccuratezza dei rifornimenti dai magazzini. Una garanzia in tal senso rappresentata dalla tecnologia vocale, che permette di rispondere effica-cemente a queste necessit operative, consentendo au-menti di produttivit superiori al 20% e livelli di accuratezza vicini al 100%.

    I sistemi vocali I sistemi vocali sono semplici da utilizzare e possono essere impiegati su processi diversi; gli operatori che ne fanno uso pos-sono quindi dedicarsi facilmente ad attivit diverse durante lo stesso turno di lavoro. Poich flessibilit, rapidit di esecuzione e accuratezza sono i driver indispensabili per il buon funziona-mento della logistica del Click&Collect, la soluzione vocale lo strumento ideale per rispondere a questa esigenza. Considerando che normalmente il ritiro della merce ordinata con formula Click&Collect avviene nel giro di 2 ore dallordine, la reattivit diventa lelemento vincente per tutti i retailer che vogliono of-frire questo servizio innovativo. Pertanto occorre essere pronti.

  • Volvo FH con nuovo paraurti: OFF ROAD HERO 52 FREESERVICES MAGAZINE

    Lammiraglia di casa Volvo migliora ancora il design della sua cabina con le modifiche al paraurti che rendono questo veicolo perfetto anche per impegni gravosi in cantiere. Lo sterzo dinamico permette una efficace interazione con le macchine Volvo Equipmentdi Convoy

    TECNOLOGIA

  • 53 Maggio 2015

    Volvo FH con nuovo paraurti: OFF ROAD HERO Lammiraglia di casa Volvo migliora ancora il design della sua cabina con le modifiche al paraurti che rendono questo veicolo perfetto anche per impegni gravosi in cantiere. Lo sterzo dinamico permette una efficace interazione con le macchine Volvo Equipment

  • 54 FREESERVICES MAGAZINE

    Le linee degli angoli cuneiformi in acciaio confluiscono armoniosamente verso il centro del paraurti

    I l nuovo paraurti per applicazioni impegnative del Volvo FH basa-to sullo stesso concetto di proget-tazione della parte anteriore del Vol-vo FMX, creato per i difficili ambienti della cantieristica. Gli angoli e la pia-stra sono realizzati in acciaio da 3 mm. Nel design integrato un gradino fisso situato sopra la piastra in acciaio. La posizione elevata del paraurti con-tribuisce a migliorare langolo di attacco, che di oltre 20 gradi sui veicoli con telaio extra alto per cantieristica, intro-dotto anche nel Volvo FH nel 2014. Un occhione di traino realizzato in ghisa,

    dotato di certificazione e progettato per gestire pesi di 36 tonnellate, di-sponibile come predisposizione di fab-brica opzionale.

    pI resIstente senza alterare lImmagIne UnIcaLa sfida in termini di design stata la creazione di una parte anteriore ro-busta che tuttavia non attirasse troppo lattenzione visiva. Le linee degli angoli cuneiformi in acciaio confluiscono armo-niosamente verso il centro del paraurti, che risulta ora discreto e resistente senza alterare limmagine unica e

    straordinaria del Volvo FH, spiega Rikard Orell, Design Director di Vol-vo Trucks. Il paraurti stato esteso di 132 mm in avanti, in modo da as-sorbire i primi impatti nelle condizio-ni operative pi difficili e proteggere cos altre parti essenziali, ad esempio i fari. Il Volvo FH con il paraurti per applicazioni impegnative in grado di affrontare al meglio non solo ambien-ti complessi, quali cantieri e foreste, ma anche trasporti pesanti a lungo raggio in mercati in cui le condizioni delle strade non sono ottimali, con-clude Ricard Fritz.

    TECNOLOGIA

  • In esposIzIone allIntermat dI parIsIl nuovo paraurti per applica-zioni impegnative, disponi-bile per i Volvo FH e i Volvo FH16, sar presentato per la prima volta al pubblico du-rante la fiera Intermat per la cantieristica che si svolger a Parigi dal 20 al 25 aprile 2015. Volvo Trucks ne eviden-zier inoltre la perfetta interazione con varie applicazioni del Volvo FMX e i macchinari Volvo Construction Equipment, con il nuovo Volvo FL 4x4 e tecnologie innovative quali lo Ster-zo dinamico Volvo.

    controllo totale senza sforzI.Stabilit perfetta a velocit elevate. Controllo totale alle basse velocit. E fatica muscolare drasticamente ri-dotta. Linnovativa Sterzatura dinamica Volvo ora disponibile per assali an-teriori sia singoli che doppi. Questo cambier completamente lo stile di guida. Senza sforzi, il Volvo FH as-seconda semplicemente le vostre in-tenzioni.

    controllo a Bassa velocItA velocit ridotte: Sterzate con un dito e riposate la schiena. qui che la Sterzatura dinamica Volvo pu davvero cambiarvi la giornata. E il futuro. Perch non pi necessario affaticare i muscoli per manovrare il camion a veloci-t ridotte. La Sterzatura dinamica Volvo vi offre tutta la forza di sterza-ta che vi serve. Potete letteralmen-te sterzare con un solo dito. Questo non solo vi offre il controllo completo del veicolo, ma praticamente elimina la tensione da collo e spalle.

    controllo della retromarcIaFare retromarcia con un camion totalmente carico uno degli aspetti pi difficili e impegnativi di questo lavoro. Specie quan-do necessario concentrare la massima attenzioni su ci che c intorno. Non cos con la Sterzatura dinamica Volvo. Ora potete fare re-tromarcia con precisione perfetta, quasi senza sfor-zo. Appena lasciate andare il volante, questultimo torna

    automaticamente al centro, riducendo ulteriormente la fatica. Inoltre, se necessario fare retromarcia su lunghe distanze, ecco qualcosa di nuovo. La stabilit di marcia tanto grande che po-tete fare retromarcia con camion e rimorchio per oltre cento metri senza deviare dal percorso.

  • Lazienda Britannica specializzata nei trasporti pesanti e nellimpiantistica ALE lancia lautocarro Trojan 8870, allestito con una trasmissione completamente automatica Allison 6620

    56 FREESERVICES MAGAZINE

    TECNOLOGIA

    Allison Transmission stata scelta da ALE, una delle imprese leader al mondo nel settore del trasporto pesante e dellimpiantistica, come partner tecnologico per il suo nuovo veicolo pe-sante realizzato in-house: il Trojan 8870. Progettato con significative innovazioni a livello di capacit, efficienza dei consumi ed affidabilit, lautocarro pesante ha una trasmissione Allison 6620 che fornisce una trazione ottima, potenza ininterrotta alle ruote, consumi contenuti e decelerazio-ne efficace. ALE e Allison Transmission avevano gi collaborato in passato per modificare i trattori pesanti Kenworth C 509 che dovevano affrontare pesi e di-stanze straordinarie. Cos,quando si trattato di progettare da zero un veicolo

    per il trasporto pesante, ALE ha scel-to nuovamente le trasmissioni Allison. Due i motivi principali: le prestazioni e la gestione del rischio.

    trojan, Il prImo aUtocarro In HoUse dI ale ALE voleva aggiungere alla sua flotta un autocarro pesante che miglioras-se le prestazioni in tutte le aree. Non avendo trovato sul mercato nessun veicolo esistente con le caratteristiche che cercava, ha dedicato due anni allo sviluppo del Trojan, poi prodotto nella sede di ALE nello Staffordshire. I sei vei-coli che verranno inizialmente costruiti per il Regno Unito e il Medio Oriente ser-viranno per il trasporto di turbine eoliche,

    sezioni di ponti e trasformatori di centrali elettriche.

    la trasmIssIone allIson 6620 cUore del veIcoloCaratteristica esclusiva del nuovo Trojan la capacit di collegar