Edizione Luglio/Agosto 2014 - Free Services Magazine

of 100/100
1 Luglio - Agosto 2014
  • date post

    01-Apr-2016
  • Category

    Documents

  • view

    249
  • download

    10

Embed Size (px)

description

Mensile di Informazione per il Settore dei Trasporti

Transcript of Edizione Luglio/Agosto 2014 - Free Services Magazine

  • 1 Luglio - Agosto 2014

  • 2 FREESERVICES MAGAZINE

  • 3 Luglio - Agosto 2014

    Siamo ar rivati al caldo tor rido e ai giorni delle vacanze; siamo in quel tradizionale periodo in cui lItalia, se proprio non si ferma, cer to va a rilento. Anche se non dovrebbe. Anche i meno attenti, si saranno accor ti che qualcosa, pi del solito, si sta muovendo. E non solo in Italia. A guardare bene ci si rende conto che siamo in un periodo di transizione, nel quale qualcosa, a livello nazionale ma anche euro-peo, sta cambiando. Qualcosa si muove. Non sappiamo (o non ne abbiamo la cer tezza) che si tratti di un muoversi verso situazioni migliori, ma ci si muove; si nota dapper tutto un cer to fermento, che anche i recenti accordi in sede europea stanno a dimostrare. E gi questo vuol dire tanto.Se vero, come sembra, che la ripresa, seppure lentamente, sta ar rivando, allora davvero dobbiamo sperare che questo movimento ne sia per cer ti versi i l motivo ma anche la conseguenza. Se solo, per esempio, si riuscisse a dare il via a nuove politiche sulloccupazione, in par ticolare a quella giovanile, gi saremmo davvero molto avanti. E a proposito di politiche per il lavoro, potete leggervi, a pagina 24, un ar ticolo sul cosiddetto Jobs Act, cio linsieme di norme sul lavoro sul quale sta lavorando il Governo. E noi? Il nostro settore? Il nostro mondo? Lautotraspor to risentir di questi auspicati cambiamenti? Cer-to, sar dura, perch la situazione dellautotraspor to in Italia ancora davvero difficile a fronte, per, di una grande voglia, da par te degli addetti ai lavori, di tenere duro, di andare avanti, di ricominciare a svolgere unattivit normale. E normale, non vuol dire unattivit che possa far diventare ricchi, ma che sia, piuttosto, un lavorare tranquill i, senza angosce e senza paure per limmediato futuro.Cer to le scelte operate negli ultimi dieci, quindici anni, l inadeguatez-za di chi, nei vari governi che si sono succeduti, ha avuto la responsa-bilit di un settore vitale per il Paese, hanno davvero massacrato lau-totraspor to e determinato quelle condizioni assolutamente negative nelle quali oggi versano le imprese. Per sembra che, finalmente, sia par tito un confronto nuovo, diverso, scevro da pregiudizi e da in-fluenze di quelle caste che, ergendosi spesso a unici difensori del settore, lo hanno, di fatto, por tato fino al baratro. Anche in questo caso sar solo il tempo, ma il tempo brevissimo a darci una risposta. Lera dei tempi lunghi, del rimandare sembra davvero finita.Dunque aspettiamo che passi lestate; anche noi di Free Services Magazine, ci prendiamo una pausa e usciremo con il prossimo numero a settembre. Pausa per modo di dire perch, nel frattempo, stiamo gi pensando a come rendere il nostro giornale sempre pi al servizio dei lettori, con i quali vogliamo crescere e migliorare. Arrivederci quindi a settembre per commentare, speriamo, qualcosa di nuovo.

    Editoriale

    ASPETTIAMO SETTEMBRE

    Presidente Consorzio Free [email protected]

  • 4 FREESERVICES MAGAZINE

  • 5 Luglio - Agosto 2014

    EDITORIALEFREE SERVICES INFORMA 6COSTI MINIMI Giugno DIVIETI DI CIRCOLAZIONE SCADENZE FISCALI IL CONSULENTE

    NOTIZIE 12IL CORSIVO DI 20Fabrizio Piras

    FOCUS 22La sfida per il lavoroE diventato legge il Jobs Act, la serie di riforme per rilanciare il mercato dell occupazione

    PRODOTTO NOSTRA VITA

    SOMMARIOAnno 6 - numero 8Luglio - Agosto 2014

    Redazione Free Services Magazine T. 0823.1766542 - F. 0823.1763076 e-mail: [email protected] www.freeservices.itDirettore Responsabile Ferruccio VenturoliIn redazione Anna Francesca Mannai, Mariarosaria Di CiccoEditore Consorzio Free Services - Via Libert, 33, 81024 Maddaloni (Ce)Presidente Consorzio Free Services Antimo Caturano Coordinatore Editoriale Lina Farbo Impaginazione Advant di Antonello SegretarioDirettore Marketing Marco Scala Responsabile Annunci Vincenzo Lignelli Stampa Poligrafica Industriale S.r.l. NapoliAutorizzazione del Tribunale di S.Maria C.V.n 754 del 03/03/2010Le pubblicazioni degli annunci e delle inserzioni non conformi, esclude ogni responsabilit da parte del Consorzio Free Services.

    46

    SHOP 69

    ATTUALIT 32REPORTAGE 44Le strade come un museoA Cuba per auto e camion il tempo si fermato agli anni 50

    CLASSIC 50Una pietra miliareNovanta anni fa nasceva il primo autocarro con motore Diesel a iniezione diretta.

    44

    INCONTRI 24Segnali di ripresaA colloqui con Paolo Starace, AD di DAF Italia. Previsioni e speranze per liimediato futuro

    NOVITA 30Volvo Ocean RaceLa versione speciale dellFH ispirata alla regata pi dura del mondo

    EVENTI 26A Eboli sempre passione camionSuccesso per la quarta edizione del Mediterranean Truck

    BACHECA EVENTI 28Feste e raduni 2014Ricomincia la stagione dei truck show in tutta Italia

    NOVITA 32Daily, la terza vitaSoluzioni nuove, ma speri-mentate affidabilit e versati-lit, per la stella di Iveco

    NOVITA 38La distribuzione secondo Renault TrucksLa filosofia della Casa france-se nella nuova gamma D

    TRUCK RACING 54Norbert Kiss, nuovo campione?Tra i camion da corsa si fa luce una giovane stella

    SUPERTRUCK 58Brutale 630LActros con il super motore si veste di acciaio

    CURIOSITA 66Trasportare fuoriserieLa logistica impegnativa an-che nel motorsport minore

    54

  • Free Services Informa

    La circolazione di veicoli in aree private sottratta allambito di applicazione delle disposizioni del Regolamento CE 561/2006. Perci, lattivit svolta dal con-ducente di un veicolo tenuto al rispetto delle predette disposizioni allinterno di un cantiere o di una cava esclusa dal compito dellattivit di guida gior-naliera. Tuttavia, poich questa attivit impegna il conducente in un lavoro che non gli consente di godere liberamente del proprio tempo, la stessa non pu comunque essere considerata come riposo giornaliero o settimanale e, quindi, deve essere necessariamente computata ai fini del rispetto delle disposizioni. Ci induce a ritenere che lattivit stessa debba essere comunque registrata. Tale registrazione, per i veicoli dotati di cronotachigrafo analogico, pu avvenire attraverso annotazioni manuali su un foglio di registrazione in cui sia descritta lattivit come permanenza sul lavoro (simbolo martelletti incrociati). Per i veicoli dotati di tachigrafo digitale, invece, lattivit pu essere registrata selezionando sullapparecchio di controllo lopzione out of scope o equivalente.

    Circolazione di autocarri in aree privateQuando sono in cantiere, il tempo che perdo mentre sono li vale come ore di guida? Damiano (Bressanone)

    AGCM, modalit di contribuzione agli oneri di funzionamento per il 2014Una recente delibera dellAutorit Garante della Concorrenza e del Mercato fissa le modalit di contribuzione agli oneri di funzionamento per il 2014. Il presuppo-sto normativo di riferimento lart. 5-bis del D.L. n. 1/2012 in cui si prevede che il contributo a carico delle societ di capi-tali con ricavi totali superiori a 50 milioni di euro, nel maggio 2013, lAutorit ha quan-tificato questo contributo per il 2014 nella misura dello 0,06 per mille del fatturato. Per conoscere chi tenuto a effettuare il versamento bisogna considerare i ricavi che figurano alla voce A1 del conto economico (Ricavi delle vendite e delle prestazioni) dellultimo bilancio approvato alla data del 22 gennaio 2014. Limporto massimo dovuto da ciascuna impresa non pu essere superiore a 100 volte la misura minima e, quindi, non potr eccedere i 300mila euro. Il contributo va versato tra il 1e il 31 luglio 2014, mediante bonifico bancario sul conto corrente n. 000781 intestato a Autorit Garante della Concorrenza e del Mercato, presso la Banca Nazionale del Lavoro, codice IBAN IT25 V010 0503 2390 0000 0000 781. Il versamento va comunicato, poi, allAGCM entro il 31 agosto 2014, utilizzando esclusivamente il modello telematico pubblicato sul sito dellAutorit, da trasmettere allindirizzo PEC [email protected]

    6 FREESERVICES MAGAZINE

    Europa. Lupi e Kallas per il trasportoInfrastrutture per la crescita e mobilit urbana, saranno questi i temi al centro

    Decurtazione di punti sulla Carta di Qualificazione del ConducenteHo appena preso la C.Q.C., se mi fanno una multa e mi decurtano i punti, da quale patente li prendono?Ettore (Velletri)

    Per quanto attiene la decurtazione dei punti in caso di violazioni del Codice della Strada, quan-do il conducente di un veicolo effettua trasporti professionali per conto di terzi ed in possesso della Car ta di Qualificazio-ne del Conducente (C.Q.C.), la sottra-zione del punteggio

    avviene su questultima. La stessa disposizione ha effetto in tutti i casi in cui il conducente di un veicolo immatricolato per trasporto in conto proprio abbia obbligo di avere la predetta Car ta di Qualificazione e, cio, quando egli sia stato assunto con lesclusiva mansione di autista. Perci, qualora il conducente di un mezzo in conto proprio non inquadrato con mansioni di autista, in caso di violazione, la decurtazione dei punti avviene sulla patente di guida e non sulla C.Q.C., anche se egli titolare di questa abilitazione.

  • Vuoi fare una domanda ai consulenti del Consorzio Free Services?Scrivi una email a [email protected]

    del prossimo Consiglio dei ministri dei Trasporti dellUe. Il 16 e 17 settembre a Milano si terr il consiglio informale dei trasporti Ue con tutti i ministri dei trasporti e il commissario Ue, Siim Kallas, con cui abbiamo stabilito la data. Lo ha detto il mi-nistro dei trasporti, Maurizio Lupi, al termine dellincontro con Kallas. Durante lincontro, che per Lupi andato molto bene, i due hanno discusso dei temi del semestre di presidenza Ue e ci siamo dati un metodo di lavoro, i temi saranno il cielo unico europeo, il quarto pacchetto ferroviario, il tema delle reti Tnt e le infrastrutture come volano per la crescita di tutta lEuropa.

    Paesi dellEst, crescono i diritti per i lavoratori, fine della con-correnza sleale?Polonia, crescono i diritti per gli autisti, diminuiscono i profitti per le aziende che, forse, a questo punto, saranno costrette ad applicare tariffe pi vicine a quelle della nostra Europa. Secondo la Corte Su-prema della Polonia gli autisti dipendenti di unazienda di autotrasporto che svolge trasporti internazionali hanno diritto allo stesso alloggio stabile che la legge polacca riconosce a qualsiasi altro dipendente che effettui viaggi daffari allestero. La spesa necessaria per soddisfare questo diritto va rimborsata, seguendo i parametri e i calcoli presenti nella legge. La recente risoluzione adottata dalla Corte polacca specifica, inoltre, che, per il riconoscimento del di-ritto a un alloggio stabile, non sufficiente lofferta della cuccetta del camion. Una-zienda di autotrasporto polacca gi stata condannata a pagare a un proprio autista, Miroslaw D. S., la somma di 67.217,82 Zoty polacchi, poco meno di 17.000 euro. Si attendono, a questo punto, le rivalse di quegli autisti che normalmente e magari per anni hanno dormito in cabina nel corso di trasporti internazionali.

    APPROFONDIMENTI

    Circolare n. 14/E del 2014. Deducibilit delle perdite su crediti cancellati

    Dalla deducibilit delle perdite su crediti cancellati in applicazione dei principi contabili nazionali, passando per il nuovo regime per le rettifiche di valore operate da banche ed enti finanziari, fino ai chiarimenti forniti sulla disciplina relativa ai crediti di modesto importo. Sono questi i principali temi esaminati nella circolare n. 14/E del 2014. Il documento di prassi chiarisce la portata delle modifiche introdotte alla disciplina, modificata dalla legge di Stabilit 2014 (legge n. 147/2013). La nuova formulazione dellart. 101, comma 5, TUIR prevede che, ai fini della deducibilit delle perdite su crediti, gli elementi certi e precisi sussistono anche in caso di cancellazione dei crediti dal bilancio operata in applicazione dei principi contabili nazionali. In precedenza, invece, si presumeva a tale scopo la sussistenza degli elementi certi e precisi esclusivamente per i soggetti IAS adopter. Al riguardo, la circolare sottolinea come resta intatto il potere dellAmministrazione finanziaria di contestare la deducibilit della perdita qualora si rilevi che le operazioni da cui derivata in realt dissimulino un atto di liberalit verso il de-bitore. Sul piano della decorrenza delle nuove regole, la circolare sottolinea che le imprese con esercizio coincidente con lanno solare possono dedurre le suddette perdite a partire dal bilancio chiuso al 31 dicembre 2013. Per la deducibilit delle perdite rilevate a seguito di cancellazioni dal bilancio poste in essere in periodi dimposta precedenti, invece necessario valutare la ricorrenza degli elementi certi e precisi. Con specifico riferimento ai principi contabili nazionali, inoltre, la circolare chiarisce la disciplina applicabile in via transitoria in seguito alla recente modifica dellOIC 15. La nuova versione dei principio contabile, infatti, risolve la questione (molto dibattuta in giurisprudenza), relativa alla deducibilit delle perdite derivanti da atti di cessione. La nuova versione dellOIC 15 prevede infatti la cancellazione del credito dal bilancio tutte le volte in cui il credito si estingue o viene ceduto attraverso un atto di cessione che trasferisce al cessionario tutti i rischi inerenti lo strumento finanziario ceduto. In caso contrario, il credito rimane iscritto nel bilancio. Pertanto, la presunzione di ricorrenza degli elementi certi e precisi sussiste nelle ipotesi di cancellazione dei crediti dal bilancio.LE NUOVE REGOLE PER BANCHE ED ENTI FINANZIARILa circolare passa in rassegna il nuovo regime di deducibilit per banche ed altri enti finanziari. Nel dettaglio, la nuova disciplina prevede una deducibilit dilazionata, in 5 anni e in quote costanti, per le rettifiche di valore sui crediti verso la clientela iscritti a bilancio che comportano perdite o svalutazioni, mentre consentita la deducibilit integrale nelleser-cizio di realizzo per le perdite su crediti realizzate tramite cessione a titolo oneroso. Per la deduzione, invece, delle rettifiche dei crediti diversi da quelli verso la clientela resta ferma la necessit di verificare la ricorrenza degli elementi certi e precisi. Al riguardo, per indivi-duare i crediti verso la clientela come chiarito nella circolare n. 262/2005 di Bankitalia necessario che gli stessi siano stati contabilizzati nella voce 70 dello stato patrimoniale, mentre i crediti iscritti in altre voci del conto economico non rientrano nellambito oggettivo di applicazione della disciplina, con la conseguenza che le relative rettifiche di valore sa-ranno riconducibili alle disposizioni di cui al comma 5 dellart. 101 TUIR. Anche in questo caso, in relazione alla decorrenza delle modifiche, la circolare chiarisce che le nuove regole trovano applicazione a partire dal 2013, mentre per le perdite e le svalutazioni operate fino al 2012 valgono le regole precedenti.CREDITI DI MODESTO IMPORTOLa circolare fornisce ulteriori chiarimenti (rispetto a quanto precisato nella circolare n. 26/E del 2013) in merito alla deduzione automatica delle perdite sui crediti di modesto importo. LAgenzia sottolinea come la sussistenza dei requisiti che qualificano i crediti come di mo-desta entit non impedisce lapplicazione della nuova modalit di deduzione nelle ipotesi in cui la scadenza dei 6 mesi si compia a partire dal 2012 e limputazione della perdita al conto economico anche sotto forma di svalutazioni sia stata gi effettuata preceden-temente. Ci detto, per i soggetti che operano svalutazioni per masse e che, conseguen-temente, considerano il fondo svalutazione crediti con funzione mutualistica, le perdite di modesto importo la cui scadenza dei 6 mesi matura a partire dal 2012 deve essere integralmente imputata allintero ammontare delle svalutazioni operate negli anni prece-denti (per la parte non dedotta). Resta inteso, infine, come nel periodo dimposta in cui si realizzano i due requisiti che consentono la deduzione automatica delle perdite di modesto importo (imputazione del componente negativo di rettifica e maturazione della scadenza dei 6 mesi), lintero ammontare dei crediti deve essere attribuito, sul piano fiscale, ad una perdita su crediti (ex art. 101, comma 5).

    7 Luglio - Agosto 2014

  • 8 FREESERVICES MAGAZINE

    1 Luglio Imposta di registro - Contratti di locazione I titolari di contratti di locazione e affitto devono versare limposta di registro relativa a contratti nuovi o rin-novati tacitamente con decorrenza dal 1 giugno 2014. In caso di registrazione telematica, il pagamento contestuale alla registrazione.

    7 Luglio Unico e Irap 2014 Persone Fisiche - Versamenti Le persone fisiche e le societ di persone ed enti equiparati, che esercitano attivit per le quali sono stati approvati gli studi di settore o che partecipano a soggetti interessati dagli studi di settore, devono versare, in unica soluzione o come prima rata, le imposte risultanti dalle dichiarazioni Unico e Irap 2014, senza alcuna maggiorazione. Unico e Irap 2014 Soggetti Ires - VersamentiI soggetti Ires, con periodo dimposta coincidente con lanno solare e che approvano il bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dellesercizio, che esercitano attivit per le quali sono stati approvati gli studi di settore o che partecipano a soggetti interessati dagli studi di settore, devono versare, in unica soluzione o come prima rata, le imposte risultanti dai modelli Unico e Irap 2014, senza alcuna maggiorazione, e del saldo dellIva relativa al 2013 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiora-to dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/3/2014 - 16/6/2014Riallineamento - Imposta sostitutivaATTENZIONE: Le scadenze riguardano i contribuenti che esercitano attivit economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito con Dm per lo studio di settore di riferimento o che partecipano a soggetti interessati agli studi di settore.

    8 Luglio Modello 730/2014 - Invio telematicoI Caf e i professionisti abilitati devono inviare telematicamente allAgenzia delle Entrate le dichiara-zioni predisposte (modelli 730, unitamente alle buste contenenti le schede relative alla scelta dell8 e del 5 per mille) e i relativi prospetti di liquidazione.

    10 LuglioContribuenti in regime forfettino - TutoraggioUltimo giorno utile per coloro che si avvalgono del regime fiscale agevolato per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo (forfettino) per effettuare la trasmissione telematica dei dati contabili relativi al trimestre precedente e ottenere lassistenza fiscale da parte degli uffici delle Entrate.

    15 Luglio Iva Registrazione corrispettiviI commercianti al minuto e assimilati, nonch gli operatori della grande distribuzione che gi pos-sono adottare, in via opzionale, la trasmissione telematica dei corrispettivi, devono procedere alla registrazione, anche cumulativa, delle operazioni effettuate nel mese di giugno per le quali stato rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale.Iva - Riepilogo fatture venditaUltimo giorno utile per effettuare lannotazione in un unico documento riepilogativo delle fatture di importo inferiore a 300 euro emesse nel mese di giugno. Sul documento vanno indicati i numeri delle fatture, limponibile complessivo e lammontare dellIva complessiva distinto per aliquota.Iva Fatturazione differitaI contribuenti Iva devono provvedere allemissione e alla registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di giugno, risultanti da documento di trasporto o da altro docu-mento idoneo a identificare i soggetti contraenti. Le fatture devono contenere la data e il numero dei documenti cui si riferiscono.

    16 LuglioUnico e Irap 2014 Persone Fisiche - Versamenti Le persone fisiche, titolari di partita Iva, e le societ di persone ed enti equiparati, che esercitano attivit per le quali sono stati approvati gli studi di settore o che partecipano a soggetti interessati dagli studi di settore, e che hanno scelto il pagamento rateale effettuando il primo versamento entro il 7 luglio, devono versare la seconda rata delle imposte risultanti dalle dichiarazioni Unico e Irap 2014.Unico e Irap 2014 Soggetti Ires - VersamentiI soggetti Ires, con periodo dimposta coincidente con lanno solare e che approvano il bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dellesercizio, che esercitano attivit per le quali sono stati approvati gli studi di settore o che partecipano a soggetti interessati dagli studi di settore, e che hanno scelto il pagamento rateale

    Free Services Informa

    Cronotachigrafo taroccato: ritiro patente e multa di 1.682 euroFermato a Diegaro, sulla via Emilia, da una pattuglia della Polizia Stradale di Forl, distaccamento di Rocca San Casciano, impe-gnata in controllo specifico sui mezzi pesanti, nellambito di servizi finalizzati a contrastare i fenomeni illeciti nel trasporto merci, di intesa con la Prefettura di Forl-Cesena. Gli agenti hanno rilevato la manomissione del cronota-chigrafo: lo strumento segnava che il mezzo pesante era in pausa, ma in realt circolava sulla via Emilia e andava a prendere lE45. Allautista di 59 anni, proveniente dalla provincia di Ascoli Piceno, stata ritirata la patente di guida ed stato sanzionato con 1.682 euro di multa, oltre alla decurtazione di 10 punti. Linfrazione grave in quanto una guida per tante ore in pi mette a repentaglio la sua vita e quella altrui, oltre a determinare una concorrenza sleale nel settore del trasporto merci.

    Nuove (vecchie) tasse. Nascono Carta Unica e IRIIl certificato di propriet del veicolo e lIPT (imposta provinciale di trascrizione) non ci sono pi, ma sono nati la Carta Unica del veicolo e lIRI, Imposta Regionale di Immatri-colazione. La prima riporter i dati del libretto di circolazione e del certificato di propriet, mentre rispetto allarchivio unico, che di fatto sostituisce il PRA, andr sotto la vigilanza del ministero dei Trasporti. Riguardo alla fine dellACI, fino a ieri gestore del pubblico registro automobilistico, il suo destino non ancora definitivo. LIRI, creata in vista della-bolizione delle Province, sar commisurata al tipo, alla categoria, alle emissioni e alla potenza

  • 9 Luglio - Agosto 2014

    del veicolo e potr essere aumentata fino a un 30% massimo dalle Regioni rispetto alla tariffa base. Un decreto, nei prossimi mesi chiarir meglio gli importi e le tariffe, ma il bollo, soltanto nel 2015, potrebbe essere aumentato dalle Regioni fino al 12% (invece dellattuale 10%), abolito il superbollo sulle auto pi potenti.

    Riforma dellAlbo bloccata. Le Associa-zioni non trovano laccordoLa riforma dellAlbo degli autotrasportatori e linsediamento del nuovo Comitato Centrale dovevano terminare a fine marzo 2014, ma in realt non si ancora conclusa. Individuate le associazioni di categoria che ne faranno parte e nominato il presidente (ad interim) del Capo Dipartimento per i Trasporti presso il ministero, Amedeo Fumero. Cosa manca? Manca una delle due vicepresidenze, quella la cui nomina compete proprio alle associazioni. Negli anni scorsi la carica veniva assegnata a rotazione a CNA-Fita, a Fai e a Conftrasporto Trasporti, ora sarebbe la volta di Anita o di Fiap, ma le altre sigle non sono daccordo. Vista la difficolt tra le associazioni si pensato di rimandare tutto al 10 luglio, elaborando nel frattempo una lista di candidature, in cui i segretari di Anita e di Fiap - Giuseppina Della Pepa e Silvio Faggi - sono in prima linea, ma non sono le uniche. Alla prossima riunione si proceder a votare i diversi canditati e chi otterr la maggioran-za delle preferenze dovrebbe essere eletto.

    Rassicurazioni dal Ministro, grandi aspettative sul decreto Sblocca ItaliaIl ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Maurizio Lupi, intervenuto allassemblea di Anita che, il 17 giugno scorso, ha eletto presidente per il triennio

    Maurizio Lupi

    9 Luglio - Agosto 2014

    effettuando il primo versamento entro il 7 luglio, devono versare la seconda rata delle imposte risultanti dalle dichiarazioni Unico e Irap 2014. Contribuenti Iva AdempimentiI contribuenti Iva devono provvedere al versamento della quinta rata dellIva relativa al 2013 risultan-te dalla dichiarazione annuale, con la maggiorazione dello 0,33% mensile a titolo di interessi. Ravvedimento - VersamentiUltimo giorno utile per regolarizzare i versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 giugno 2014 dai contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte e contributi. Riallineamento - Imposta sostitutivaATTENZIONE: Le scadenze riguardano i contribuenti che non esercitano attivit per le quali sono stati approvati gli studi di settore e non partecipano a soggetti interessati dagli studi di settore, e che si avval-gono della facolt di effettuare i versamenti entro il trentesimo giorno successivo al termine previsto (16 giugno), con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. Sostituti dimposta - Versamento ritenuteI sostituti dimposta devono versare le ritenute effettuate nel mese di giugno sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni, redditi di capitale, redditi diversi. Sostituti dimposta - Imposte su premi di produttivitI sostituti dimposta devono versare limposta sostitutiva dellIrpef e delle addizionali regionale e comunale, nella misura del 10%, sulle somme erogate, nel mese di giugno, ai dipendenti del settore privato in relazione a incrementi di produttivit, innovazione ed efficienza legati allandamento economico delle imprese.

    25 LuglioElenchi intrastat - PresentazioneGli operatori intracomunitari con obbligo mensile devono provvedere alla presentazione in via telematica degli elenchi riepilogativi delle cessioni e/o acquisti di beni e delle prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel mese di giugno.

    31 Luglio Modello 770/2014 PresentazioneI sostituti dimposta, comprese le Amministrazio-ni dello Stato, che nel 2013 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte, devono presentare la dichiarazione modello 770/2014 semplificato e ordinario, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati.Imposta di registro - Contratti di locazione I titolari di contratti di locazione e affitto devono versare limposta di registro relativa a contratti nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza dal 1 luglio 2014. In caso di registrazione telematica, il pagamento contestuale alla registrazione Iva Rimborsi infrannualiI contribuenti Iva ammessi ai rimborsi infrannuali devono presentare richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale, mediante invio telematico, diretto o tramite inter-mediari abilitati, del modello Iva TR.Comunicazione operazioni con black listI contribuenti soggetti passivi Iva, che effet-tuano operazioni nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio negli Stati o territori a regime fiscale privilegia-to (Paesi black list), devono effettuare in via telematica la comunicazione mensile/trimestrale, direttamente o tramite intermediari abilitati, delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi di importo superiore a 500 euro, effettuate e ricevute, registrate o soggette a registrazione.

  • 10 FREESERVICES MAGAZINE

    Free Services Informa2014-2017 Thomas Baumgartner. Rispon-dendo allo stesso Baumgartner sullimportan-za della centralit del trasporto merci e della logistica, Lupi ha dichiarato che Nel decreto Sblocca Italia, a fine luglio, ci saranno anche norme per gli autotrasportatori, per esempio sullinasprimento delle sanzioni sul cabotag-gio abusivo e di semplificazione. Non ci sar un nuovo Sistri perch non vogliamo gravare pi sulle imprese. Lupi ha ribadito, inoltre, che nel semestre di presidenza italiana in Europa i problemi dellautotrasporto saranno al centro dellattenzione.

    Sicurezza e legalit. Controlli a raffica su autisti stranieriStava guidando il suo camion ininterrottamente da 16 ore e due minuti, ma stato interrotto a Castelfranco Veneto, mentre viaggiava sulla Regionale 53, dagli agenti della Polizia Stra-dale. Lautista, un tedesco di 64 anni, stato multato con una sanzione complessiva di 844 euro, il camion trasportava elettrodomestici. Raffica di controlli, a giugno, sulle strade della Marca, in particolare sulla Castellana, dove si concentrata lattivit degli agenti della Polstra-da di Treviso. A finire nella rete delle sanzioni alcuni autisti stranieri, che evidentemente, contavano di farla franca. Un autista rumeno di 52 anni, che trasportava per conto di una ditta spagnola una caldaia per nave, viaggiava senza la prescritta licenza comunitaria. Al momento del controllo aveva cercato di fare il furbo esi-bendo una licenza comunitaria valida, intestata per ad unaltra persona. Una furbata che gli costata 4.130 euro di multa e il fermo ammini-strativo del mezzo per tre mesi. Sempre nelle maglie dei controlli finito un autista polacco di 33 anni che trasportava scatolame. Luomo stava viaggiando a bordo del suo autoarticolato quando, alla vista della polizia, ha brusca-mente frenato il mezzo entrando in una vicina area di servizio. Gli agenti hanno subito notato la bizzarra manovra e hanno monitorato a distanza il mezzo. Quando ripartito, la Polstrada s subito messa al suo inseguimento e lha fermato poco dopo. Dal controllo emerso che lautista aveva

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,134 13,021 1,026 0,134 14,273 0,936

    da 151 a 250 km 0,134 15,694 0,851 0,134 17,549 0,761

    da 251 a 350 km 0,134 17,109 0,781 0,134 19,062 0,701

    da 351 a 500 km 0,134 18,897 0,707 0,134 20,974 0,637

    oltre 501 km 0,134 21,701 0,616 0,134 24,044 0,556

    Lunghezza tratta

    VEICOLI FINO A 3,5 ton

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,191 15,253 1,251 0,191 17,174 1,111

    da 151 a 250 km 0,191 18,388 1,038 0,191 20,567 0,928

    da 251 a 350 km 0,191 19,948 0,957 0,191 22,277 0,857

    da 351 a 500 km 0,191 23,137 0,825 0,191 25,971 0,735

    oltre 501 km 0,191 25,559 0,747 0,191 28,625 0,667

    Lunghezza tratta

    VEICOLI DA 3,5 A 7,5 ton

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,204 14,743 1,381 0,204 16,540 1,231

    da 151 a 250 km 0,204 17,672 1,152 0,204 19,919 1,022

    da 251 a 350 km 0,204 19,467 1,046 0,204 21,989 0,926

    da 351 a 500 km 0,204 22,499 0,905 0,204 25,293 0,805

    oltre 501 km 0,204 24,454 0,833 0,204 27,418 0,743

    Lunghezza tratta

    VEICOLI DA 7,5 A 11,5 ton

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,249 15,646 1,591 0,249 17,518 1,421

    da 151 a 250 km 0,249 18,803 1,324 0,249 21,207 1,174

    da 251 a 350 km 0,249 20,506 1,214 0,249 23,179 1,074

    da 351 a 500 km 0,249 23,314 1,068 0,249 26,547 0,938

    oltre 501 km 0,249 25,139 0,990 0,249 28,606 0,870

    Lunghezza tratta

    VEICOLI DA 11,5 A 26 ton

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 19,396 1,925 0,373 21,771 1,715

    da 151 a 250 km 0,373 20,811 1,794 0,373 23,423 1,594

    da 251 a 350 km 0,373 22,887 1,631 0,373 25,904 1,441

    da 351 a 500 km 0,373 28,378 1,316 0,373 32,029 1,166

    oltre 501 km 0,373 30,468 1,225 0,373 34,398 1,085

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUPERIORE A 26 ton

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 18,390 2,030 0,373 20,625 1,810

    da 151 a 250 km 0,373 19,869 1,879 0,373 22,235 1,679

    da 251 a 350 km 0,373 21,793 1,713 0,373 24,511 1,523

    da 351 a 500 km 0,373 24,380 1,531 0,373 27,425 1,361

    oltre 501 km 0,373 27,589 1,353 0,373 31,029 1,203

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto Cisternato ADR

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 15,450 2,416 0,373 17,393 2,146

    da 151 a 250 km 0,373 20,897 1,787 0,373 23,384 1,597

    da 251 a 350 km 0,373 24,266 1,539 0,373 27,280 1,369

    da 351 a 500 km 0,373 25,322 1,474 0,373 28,404 1,314

    oltre 501 km 0,373 29,206 1,278 0,373 33,089 1,128

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto

    di terzi che effettui attivita' di

    subvezione

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Allestito con cassone ribaltabile

  • Costi minimi manomesso il cronotachigrafo con una calamita in modo da falsare lo strumento che misura i tempi di guida, per questo motivo stato multato con una sanzione amministrativa da 1.682 euro con il ritiro della patente.

    Violazioni sul cabotaggio, sanzioni pi severeAnche lItalia, seguendo la scia di altri paesi europei, ha deciso che giunto il tempo di incrementare le sanzioni per le violazioni sul cabotaggio. A testimoniar-lo linserimento nel disegno di legge di riforma della Pubblica Amministrazione di cui d notizia nel sito di Confartigianto Tra-sporti di una norma in cui si prevede che le attuali sanzioni previste per la violazione delle normative comunitarie si applichino, contrariamente a quanto accadeva prima, anche ai casi di circolazione in territorio nazionale di veicoli immatricolati allestero che non portano a bordo le prove documen-tali previste dalla normative comunitaria (vale a dire i dati relativi a nome, indirizzo e firma sia del mittente che del trasportatore; nome e indirizzo del destinatario, nonch la sua firma e la data di consegna una volta che le merci sono state consegnate; luogo e data del passaggio di consegna delle merci e luogo di consegna previsto; denominazione della natura delle merci e della modalit dimballaggio e, per le merci pericolose, la denomi nazione generalmente riconosciuta e il numero di colli; massa lorda o quantit delle merci; numero di targa del veicolo e del rimorchio). Tutto ci significa che anche la mancanza di questa documentazione espone ora a una sanzione tra i 5.000 e i 15.000 euro e alla sanzione accessoria del fermo amministrativo del veicolo per un periodo di tre mesi.La legge, infatti, specificava che non rientravano nellambito di applicazione di tali sanzioni la mancanza della documen-tazione da cui risulta la regolarit del tra-sporto di cabotaggio e, cio, la sola prova documentale (documento equipollente) finalizzata ad attestare la legittimit di tale trasporto effettuato in ambito nazionale a seguito di un trasporto internazionale in ingresso. Va comun-que ricordato che il disegno di legge soltanto la prima tappa del percorso che conduce alla creazione di una legge, che avviene dopo che entrambe le Camere abbiano approvato lo stesso identico te-sto. Procedimento che potrebbe richie-dere anche qualche mese.

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 16,279 2,293 0,373 18,007 2,073

    da 151 a 250 km 0,373 19,816 1,884 0,373 22,169 1,684

    da 251 a 350 km 0,373 21,793 1,713 0,373 24,511 1,523

    da 351 a 500 km 0,373 24,301 1,536 0,373 27,325 1,366

    oltre 501 km 0,373 27,387 1,363 0,373 30,773 1,213

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto Cisternato Alimentare

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 16,788 2,224 0,373 18,915 1,974

    da 151 a 250 km 0,373 21,062 1,773 0,373 23,741 1,573

    da 251 a 350 km 0,373 22,843 1,634 0,373 25,848 1,444

    da 351 a 500 km 0,373 25,182 1,483 0,373 28,444 1,313

    oltre 501 km 0,373 28,356 1,317 0,373 32,002 1,167

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto leganti idraulici sfusi in cisterna

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 16,864 2,214 0,373 19,011 1,964

    da 151 a 250 km 0,373 21,182 1,763 0,373 23,893 1,563

    da 251 a 350 km 0,373 22,983 1,624 0,373 26,028 1,434

    da 351 a 500 km 0,373 25,354 1,473 0,373 28,663 1,303

    oltre 501 km 0,373 28,573 1,307 0,373 32,279 1,157

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto mangimi in cisterna

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 21,058 1,773 0,373 23,736 1,573

    da 151 a 250 km 0,373 25,000 1,493 0,373 28,211 1,323

    da 251 a 350 km 0,373 27,052 1,380 0,373 30,351 1,230

    da 351 a 500 km 0,373 30,363 1,230 0,373 34,265 1,090

    oltre 501 km 0,373 32,596 1,145 0,373 36,769 1,015

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto collettame e messaggerie

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto

    di terzi che effettui attivita' di

    subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 0,147 2,534 0,373 0,165 2,264

    da 151 a 250 km 0,373 0,170 2,196 0,373 0,189 1,976

    da 251 a 350 km 0,373 0,209 1,790 0,373 0,235 1,590

    da 351 a 500 km 0,373 0,223 1,677 0,373 0,251 1,487

    oltre 501 km 0,373 0,251 1,489 0,373 0,283 1,319

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. Trasporto prodotti petroliferi

    solo andata

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 18,013 2,073 0,373 20,597 1,813

    da 151 a 250 km 0,373 20,870 1,789 0,373 23,496 1,589

    da 251 a 350 km 0,373 22,220 1,680 0,373 25,053 1,490

    da 351 a 500 km 0,373 23,733 1,573 0,373 26,799 1,393

    oltre 501 km 0,373 26,412 1,414 0,373 29,783 1,254

    costi di esercizio dell'impresa

    di autotrasporto per conto di terzi

    costi minimi di esercizio in riferimento

    all'impresa di autotrasporto per conto di terzi

    che effettui attivita' di subvezione

    Lunghezza tratta

    VEICOLI MASSA SUP. 26 ton. allestito con cella frigo ed

    impianto di refrigerazione, per Trasporto in ATP

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 23,047 1,620

    da 151 a 250 km 0,373 27,399 1,363

    da 251 a 350 km 0,373 32,350 1,154

    da 351 a 500 km 0,373 34,568 1,080oltre 501 km 0,373 35,284 1,058

    Lunghezza tratta

    Complessi veicolari di massa complessiva superiore a 26

    ton. Sola trazione di semirimorchio adibito a trasporti in

    "ADR" che rienta nella disponibilit, ovvero nella propriet

    del vettore committente.

    costo carb. per km % costo carburante costo km totale

    da 101 a 150 km 0,373 25,055 1,490

    da 151 a 250 km 0,373 29,582 1,262

    da 251 a 350 km 0,373 34,681 1,076

    da 351 a 500 km 0,373 38,350 0,973oltre 501 km 0,373 41,030 0,910

    Lunghezza tratta

    Complessi veicolari di massa complessiva superiore

    a 26 ton. Sola trazione di semirimorchio adibito che

    rienta non nella disponibilit, ovvero nella propriet

    del vettore committente.

    11 Luglio - Agosto 2014

  • Notizie

    RENAUlT PUNTA SUllA FRANCIA, LA PRoDuzIoNE DEI vEICoLI CoMMERCIALI SAR TuTTA NAzIoNALEInaugurato nel 1964, lo stabilimento Renault di Sandouvil-le festeggia 50 anni di attivit e si appresta ad aprire un nuovo capitolo della sua storia producendo per la prima volta due veicoli commerciali: Nuovo Trafic e la versione alta del nuovo opel/vauxhall vivaro, finora prodotti in Spagna e In-ghilterra. Si tratta di unautentica rivoluzione umana e industriale: con un investimento di 230 milioni di euro in tre anni di grandi opere, la metamorfosi strutturale e culturale paragonabile a quella di un complesso realizzato ex novo. Il 2014 segna un cambiamento radicale per il sito industriale, che si assicura cos un futuro nel promettente mercato dei veicoli commerciali. La sfida consiste nellavviare la produzione di Nuovo Trafic e di opel/vauxhall vivaro e portarla a pieno regime in tempi brevi, senza comunque trascurare Laguna ed Espace, che continueranno a essere assemblate in parallelo fin quando i successori non saranno pronti a prendere il testimone. Solo allora, le due vetture saranno affidate allo stabili-mento Renault di Douai. Dopo questa operazione, la gamma di veicoli commerciali di Renault per lEuropa sar interamente prodotta in Francia, con Kangoo a Maubeuge, Master a Batilly e Trafic a Sandouville. www.renault.com

    CASE&MERCATI

    GOODyEAR IL FoRNIToRE DELLANNo PER KRoNE GMBHPNEUMATICIGoodyear Dunlop ha ricevuto il premio Fornitore dellAn-no da Bernard Krone GmbH, uno dei principali costrut-tori europei di rimorchi. Il premio stato consegnato da Ber-nard Krone, Company Director, durante il primo evento La giornata del Fornitore, organizzato nel principale centro di produzione, a Werlte, in Germania. la prima volta che Krone organizza questi premi, che coprono cinque diverse categorie, Goodyear Dunlop stata premiata per la categoria Telaio. Leconomia odierna si basa in larga misura sulla logistica just in time, e circa il 70% delle consegne vengono effettuate con i camion. Ci richiede una totale affidabilit dei trattori e dei rimorchi. Avanziamo mol-tissime richieste ai nostri fornitori, per essere certi che fornisca-no sempre la qualit migliore a un prezzo equo, ha dichiarato Bernard Krone nel suo discorso. Siamo molto contenti di ricevere il Premio del Fornitore da Krone. Non solo dimostra leccellente qualit dei nostri prodotti ma prova anche che siamo per Krone un partner affidabile, competente e a lungo

    termine e offriamo molto pi dei soli pneumatici, ha, poi, commentato Peter Platje, Direttore Vendite Primo Equipaggiamento Auto-carro UE, Goodyear Dunlop. Circa 200 importanti fornitori di Bernard Krone GmbH sono stati esaminati per questo premio da una giuria, per valutare la loro qualit e i loro risultati logistici, ma anche il rapporto qualit prezzo dei servizi da loro offerti.www.goodyear.com

    ATTUALIT

    Dacia ha allargato lofferta nella gamma dei veicoli commerciali con il Nuovo Dokker Pick-Up, dedicato al mondo del lavoro. Sulla base di Dacia Dokker Van, il veicolo commerciale della gamma Dacia, nato Dacia Dokker Pick-Up, piccolo fuori (con i suoi 4,36 m di ampiezza) e grande dentro (con i suoi 753 kg di cari-co utile, compreso il conducente). A questo, si aggiunge la possibilit di caricare il cassone anche con oggetti fino a 1,9 m di lunghezza, garantendo grande versatilit e libert di utilizzo. Dacia Dokker Pick-up disponibile unicamente nel colore bianco ghiaccio, equipaggiato con la motorizzazione 1.5 dCi 75 Cv e proposto con un solo livello di allestimento, che presenta di serie tutti i principali equipaggiamenti di confort e sicurezza: ABS, chiusura centralizzata, vetri elettrici, clima manuale, radio CD mp3 con comandi al volante,Bluetooth per lutilizzo del telefono in tutta sicurezza e tanto altro. Dokker Pick up verr commercializzato con unofferta lancio

    per le piccole aziende e le partite Iva a 11.900 euro (Iva Esclusa). www.dacia.it

    PRODOTTO Nuovo DACIA DOkkER PICk-UP

  • 13 Luglio - Agosto 2014

    Iveco si prende cura della sicurezza degli autotrasportatori e dei loro mezzi: questo il messaggio della campagna Ive-co Check Stop liniziativa che, a partire da Torino, e per cinque tappe su tutto il territorio nazionale, offre un servizio gratuito di controllo sullo stato di vigilanza, sonnolenza e fatica dellautista e di verifica delle funzionalit primarie del veicolo. Attivato in collaborazione con il Dipar timento di Neuroscienze (DINoGMI) delluniversit degli Studi di Genova e patrocinata dal Ministero dei Trasporti, dallAssociazione Italiana Medici del Sonno, dal Dipar timento di Scienze della Salute (DISSAL) delluniversit di Ge-nova e dallunione Interporti Riuniti, Iveco Check Stop prevede lallestimento di specifiche aree di servizio su cui posizionato uno speciale veicolo hospitality agganciato a un Iveco Stralis Hi-Way, al cui interno allestita una sala medica per effettuare le visite di controllo su tutti i sintomi e i segni che contri-

    buiscono a identificare un disturbo del sonno o della vigilanza che possono comportare

    sonnolenza alla guida. Sei le tappe nazionali previste dal progetto, in giugno: Torino Magazzino Kuene+Nagel, Novara CIM Spa Interporto e verona Interporto Quadrante Europa; in luglio: Bologna Interporto di Bologna (fino al 4 luglio), Roma Area di Servizio Prenestina Est (9-10 luglio), Nola Interporto Campano 14-18 luglio.www.iveco.com

    IVECO CHECk STOP, CHECK-uP GRATuITI AGLI AuTISTISAlUTE

    lA FERRARI AbbANDONER lA FORMUlA1?CURIOSITAla Formula Uno non funziona. Sta declinando perch la Fia (Fdration Interna-tionale de lAutomobile) ha dimenticato che la gente guarda le corse per divertir-si. Nessuno guarda le gare per lefficienza delle auto. lo afferma il presidente di Ferrari luca Cordero di Montezemolo, in unintervista al Wall Street Journal spiegando che gli spettatori vogliono vedere lo spettacolo e non sono interessati al risparmio della benzina o delle gomme. Montezemolo annuncia inoltre che il Cavallino ram-pante potrebbe entrare nelle competizioni di auto spor tive entro il 2020. Gli spettatori prosegue vogliono vedere i piloti spingere sullacceleratore. spor t, cer to, ma anche uno spettacolo. Il manager esclude la possibilit che la Fer rari par-tecipi alle due competizioni: Non possiamo gareggiare con le sports car e in Formula uno. Non possibile.

  • GRANDE SuCCESSo PER Lo SPoT DEL Nuovo IVECO DAIlyCASE&MERCATIIl Nuovo Iveco Daily ha celebrato linizio dei Mondiali di Calcio brasile 2014 con uno spot televisivo di 60, in onda ogni giorno su Rai1 e Rai2 in prime time tra le ore 20 e le 21 nel corso della trasmissione Diario mondiale condotta da Paola Ferrari. Il messaggio Forte per Natura, veicolato dal commercial televisivo, rafforza la campagna di comunicazione con cui Iveco ha lanciato il Nuovo Daily, uno dei veicoli commerciali leggeri pi famosi e apprezzati al mondo. Nel filmato, una sequenza di immagini in situazioni di ordinario lavoro nelle versioni furgone e cabinato, per mettere in evidenza tutti i suoi punti di forza: nuove sospensioni, nuovi interni, nuova posizione di guida ergonomica e pianale di carico ribassato, per migliore agi-lit e comfort. Nuovi motori fino a 205 Cv (il pi potente della categoria) e una riduzione dei consumi fino a -14% con Pack Full Eco per migliori perfor-mance ed efficienza. Dotazioni top di gamma, poi, per non fa mancare nulla allautista e ai passeggeri: clima, radio, Bluetooth con comandi al volante, sensori di parcheggio, sedile molleggiato, airbag, Ecoswitch, cruise control e fendinebbia. Lo spot del Nuovo Daily ha subito spopolato sui social media dove in soli sei giorni dal lancio internazionale ha raggiunto oltre 16mila visua-lizzazioni. www.iveco.com

    14 FREESERVICES MAGAZINE

    NotizieATTUALIT

    AMbIENTE A MIlANO ARRIVA lAUTOCARRO ElETTRICO NEwTONC molta Continental nellautocarro elettrico Newton che Niinivirta Tran-sport, azienda di trasporti milanese, prima in assoluto in Italia, ha installato per le consegne nel centro storico di Milano, off-limits nelle ore diurne per i normali veicoli a motore termico. Presentato a Palazzo Isimbardi, col patroci-nio della provincia di Milano, il Newton, costruito dalla inglese Smith, un veicolo medio-pesante di 10 t a pieno carico, lungo quasi 9 m ed alto pi di 3 m a propulsione completamente elettrica, dotato di batterie agli ioni di litio e capace di unautonomia di 200 chilometri. Continental, sempre attenta al discorso ambientale, non si lasciata sfuggire loccasione di equipaggiare questo autocarro estremamente allavanguardia nel mondo del trasporto medio-pesante, intervenendo su componenti essenziali per la gestione del veicolo. Laspetto pi evidente sono gli pneumatici Continental LSR 1+ 225/75R17.5 (129/127M), montati allround su tutti gli assi, tra i pi moderni destinati agli autocarri medio-pesanti, con un -10% della resistenza al rotolamento. I sono, poi, il ContiPressure-Check, sistema di monitoraggio della pressione di gonfiaggio, montato direttamente allin-terno dello pneumatico la strumentazione di ultima generazione VDO, marchio del Gruppo Continental : il tachigrafo digitale DTCO 2.1 Active. www.conti-online.com

    PRODOTTO MERCEDES-BENz CITAN TREND KoMBI ExTRALoNGMercedes-benz Citan, il nuovo city van della Stella utilizzabile sia come autovettura che come van, pratico taxi o veicolo per uso promiscuo, da oggi disponibile anche nella versione Trend kombi Extralong, ancor pi flessibile e versatile grazie alla nuova configurazione degli interni che garantisce fino a sette posti. La versione base quella extralunga (4.705 mm di lunghezza) con peso totale ammesso di 2,2 t. La terza fila di sedili del Citan, di nuova concezione, formata da due sedili singoli. Questi ultimi sono indipendenti luno dallaltro, possono essere spostati di 130 mm in senso longitudinale, abbattuti e smontati. I pregiati sedili singoli sono adatti anche per passeggeri adulti. I posti a sedere sono facilmente accessibili abbattendo quelli della fila centrale ed i passeggeri della fila posteriore dispongono di scomparti portaoggetti nei rivestimenti laterali. A seconda della posizione dei sedili singoli, il vano di carico ha un volume compreso tra 300 e 400 litri. Smontando i sedili della terza fila con pochi semplici gesti, il vano di carico del Citan aumenta fino a 2.200 l e, se poi si ribalta anche la parte centrale del divano tre posti, il vano di carico raggiunge i 3.500 l. Il Citan vanta straordinaria praticit

    dimpiego, come sottolineato dalla copertura flessibile del vano di carico e dagli occhielli sul pianale, per il fissaggio del carico a sedili ribaltati o smontati, compresi nella dotazione di serie della versione Kombi extralunga. La nuova variante di modello disponibile in due diverse motorizza-zioni: Citan 109 CDI (66 kW/ 90 Cv) a 20.907 euro e Citan 111 CDI (81 kW/ 110 Cv) a 21.816 euro (tutti IvA esclusa). www.daimler.com

  • 15 Gennaio | 2014

    Alla fine, al Festival della Creativit di Cannes, hanno vinto ironia e spettacolarit. Ad aggiudicarsi i Gran Prix Film sono stati lo spot inglese Sorry I spent it on myself di Adam&Eve DDB London per Harvey Nichols, iscritto come Tv/Cinema Film, e il viral svedese The epic split di Forsman & Bodenfors Go-thenburg per Volvo Trucks, in lista come Internet Film. Se guardando lo spot di Adam&Eve DDB London la risatina sotto i baffi assicurata, guardando il filmato The epic split di Forsman & Bodenfors Gothenburg certamente assicurato un ooohhh di stupore. Il filmato sicuramente uno dei maggiori casi viral di questanno: su Youtube al momento della stesura di questo articolo aveva registrato oltre 73 milioni di visualizzazioni, e pro-babilmente anche questo ha contribuito a fargli vincere lambito premio. Indipendentemente dallapprezzamento del popolo della rete, comunque, resta di fatto un filmato ad altissimo tasso di spettacolarit. Per provare la stabilit e precisione del sistema Volvo Dynamic Steering sui truck della casa svedese, stato chiamato come tester Jean-Claude Van Damm, che, poggiato con i piedi sugli specchietti retrovisori di due camion in movimento in retromarcia, compie una delle sue celebri spaccate. Il tutto accompagnato dalla canzone Only Time di Enya, che ben si adatta allespressione calma e impassibile del testimonial.

    Lo SPoT voLvo TRuCKS CoN vAN DAMM VINCE Il PREMIO CREATIVIT

    AwARDS

    NASCE FEDERAL-MoGuL MoToRPARTSAFTERMARkETFederal-Mogul Holdings Corporation ha annunciato il prossimo passo della sua attuale strategia per guidare la cresci-ta globale dei suoi migliori prodotti e marchi. Con effetto immediato, la divisione vehicle Components della societ sar ribattezzata Federal-Mogul

    Motorparts (MooG, Fel-Pro, Champion, Wagner, ANCo e Ferodo), dalle compo-nenti di alta qualit per i sistemi di frena-ta agli chassis alle spazzole tergicristallo e altri componenti di servizio per Primo Equipaggiamento. Federal-Mogul Motor-parts trarr beneficio dalle competenze

    motoristiche della divisione Powertrain di Federal-Mogul, il nuovo nome con il nuovo logo sar diffuso a livello globale con effetto immediato e sar inserito nelle nuove campagne di mar-keting dei marchi di prodotto.www.federalmogul.com

  • vEICoLI DALLE BuCCE DI PoMoDoRoCURIOSITATra breve anche i pomodori e gli scarti della loro lavorazione, potrebbero diventare la base per produrre materiali plastici sostenibili da usare nella fab-bricazione di veicoli. quanto hanno in programma Ford Motor Company e HJ Heinz Company (colosso del food, presente sul mercato mondiale con ketchup, maionese, salse, pietanze, zuppe, snack e cibi per linfanzia) che hanno raggiun-to un accordo per esplorare questa possibilit. I ricercatori di Ford e Heinz hanno sviluppato al riguardo un metodo per ricavare bioplastiche dalle fibre del pomodoro, con la finalit dincrementare lutilizzo di materiali sostenibili a bordo dei veicoli. Nello specifico, le bucce dei pomodori essiccate recuperate come scarti delle lavorazioni per il ketchup e altri prodotti alimentari potrebbero diventare nelle prossime gene-razioni di auto Ford elementi costruttivi minori come le staffe di supporto per i cavi dellimpianto elettrico o per i piccoli vani portaoggetti. In questa fase i ricercatori stanno portando avanti test ed esperimenti per verificare la qualit e la resi-stenza di questi materiali. Prima di essere proposta a Ford la ricerca stata portata avanti inizialmente da Heinz per individuare modalit innovative attraverso le quali riciclare bucce, gambi e semi delle 2 milioni di tonnellate di pomodori processate ogni anno per la produzione del ketchup. www.ford.it

    NotizieATTUALIT

    EUROPA NO AI MEGATRUCkS E AI CAMION A FORMA DI MATTONECabine di guida con visibilit mi-gliorata, limiti di peso aumentati per consentire lutilizzo delle nuove tecnolo-gie eco-friendly, controlli pi serrati e nessuna apertura ai mega-camion. questo laccordo politico raggiunto dai ministri dei Trasporti europei che si svolto in Lussemburgo. Laccordo allunga i tempi di messa in atto del provvedi-mento e riceve le critiche della Commis-sione che cerca il supporto del Parlamen-to. Il Consiglio ha discusso la proposta che mira a modificare lattuale direttiva sugli standard di camion e pullman risalente al 1996, al fine di migliorare laerodinamica dei mezzi, lefficienza del carburante e la sicurezza stradale. La proposta iniziale della Commissione risale allaprile 2013, il Parlamen-to la ha approvata in prima lettura lo scorso aprile e ora inizieranno i dialoghi istituzionali per limare le ultime parti del testo. Per quanto riguarda lentrata in vigore delle nuove disposizioni, quelle sui dispositivi aerodinamici dovranno diventare obbligatorie per tutte le aziende entro tre anni dal recepimento della direttiva e quelle sulla riprogettazione delle cabine entro cinque. Tempi troppo lunghi per il commissario ai Trasporti Siim Kallas: Abbiamo bisogno urgente di migliorare la forma dei camion sulle nostre strade. Le dimensioni attuali tendono a produrre una forma di mattone che una delle meno aerodinamiche che si possano immaginare. Con-fermata, infine, lesclusione delle autorizzazioni internazionali per i megatrucks, camion lunghi 25 metri che arrivano a pesare fino a 60 tonnellate, che fino a ora in Europa sono utilizzati solo in Scandinavia e, in via sperimentale, nei Paesi Bassi e in Germania.

    TreNTa reNaulT TruckS T per cab logORDINI&CONSEGNEla Cab log di Noale (Venezia) una importante im-presa di logistica e trasporto nel settore della Grande Distribuzione Organizzata (GDO) e offre lintera gam-ma dei servizi logistici integrati: trasporto di linea, stoccaggio, imballaggio, movimentazione di magazzino e distribuzione allultimo miglio. util izza una flotta di cento autoar ticolati propri e trecento appar tenenti al Consorzio Cab, che opera per Cab Log. Per il rinnovo del parco, il traspor tatore di Noale ha scelto trenta unit della gamma Renault Trucks T, nella configurazione T 460 4x2 con cabina Sleeper Cab. Cab Log util izza autoar ticolati con semirimor-chi centinati che hanno una percorrenza media annua di 120mila chilometri. La rotazione piuttosto rapida: quattro anni o 600mila chilometri. vogliamo automezzi recenti per ridur re il consumo di gasolio, che lelemento pi impor tante che consideriamo nellacquisto, insieme con il comfor t per lautista. www.renault-trucks.com

  • 17 Luglio - Agosto 2014

    vEICoLI DALLE BuCCE DI PoMoDoRo

    NO AI MEGATRUCkS E AI CAMION A FORMA DI MATTONE

    BRIDGESToNE CoNQuISTA LE oLIMPIADIPNEUMATICIBridgestone Corporation ha annunciato laccordo stipulato con il Comitato Olim-pico Internazionale (CIO) che la rende un TOP Partner Olimpico fino alle Olimpiadi del 2024. La partnership comprende lo sviluppo di attivit connesse alle Olimpiadi di Rio 2016, a Bridgestone sono stati garantiti i diritti di attivazione della spon-sorship in Brasile, Corea, Giappone e Stati Uniti fino al 2016. A partire dal 2017, i diritti si estenderanno a livello mondiale con i Giochi Olimpici Invernali Pyeongchang 2018, i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 e i Giochi Olimpici che si terranno nel 2022 e 2024 in citt ancora da definire. Le categorie di prodotti oggetto del contratto di sponsorizzazione per Bridgestone in-cludono: ammortizzatori in gomma per lisolamento sismico, utilizzati per proteggere le strutture dai danni di eventuali terremoti; biciclette, un segmento di prodotti in cui Bridgestone attivo e innovatore da oltre 60 anni, e lintera gamma di pneumatici. La partnership fornir a Bridgestone una piattaforma strategica mondiale per raggiungere i propri clienti con nuovi metodi di attivazio-ne e di comunicazione, far conoscere i propri brand e tecnologie. www.bridgestone.com

    lOGISTICA&INFRASTRUTTURE IL PoRTo DI NAPoLI RICoMINCIA DA TREla Commissione Europea ha approvato un investimento pari a 115,6 milioni di euro di cofinanziamento dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr), per migliorare sicurezza, infrastrutture e condizioni am-bientali del porto di Napoli. Il progetto, che ha un valore complessivo di 154 milioni, prevede il ripristino del bacino principale, il completamento della rete fognaria e la pulizia dellarea portuale. un ruolo di primo piano assumer inoltre lutilizzo di energia solare, che consentir allo scalo di lavorare in modo pi efficien-te, riducendo linquinamento atmosferico. verranno poi riorganizzati anche i collegamenti stradali interni e quelli ferroviari tra il centro citt e lhinterland, al fine di incrementare il traffico merci su rotaia. La notizia dellapprovazione definitiva da parte di Bruxelles dar luogo innanzitutto allavvio delle gare per la realizzazione di tre opere che riguardano la parte terrestre del porto: rete fognaria, collegamenti stradali interni, recupero e valorizzazione delledificio dellImmacola-tella vecchia. Il progetto costituisce solo la prima fase di un investimento pi ampio, che dovrebbe essere ultimato entro la fine del 2015. Il secondo progetto, infatti, indirizzato ad aumentare la capacit del porto attraverso la realizzazio-ne di un nuovo terminal per i container, sar realizzato nel periodo di programmazione 2014-2020.

  • 18 FREESERVICES MAGAZINE

    ATTUALIT Notizie

    ETIlOMETRO A DISTANzA, COME UN AUTOVElOxCURIOSITAUna sorta di autovelox che possa misurare il tasso alcolemico del guidatore a distanza, invece della velocit a cui procede lauto. Non fantascienza ma realt, grazie ai ricercatori dellUniversit Militare di Tecnologia di Varsavia. Questo particolare etilometro laser, secondo quanto pubblicato da SPIE la societ internazionale no-profit per lingegneria ottica pu rileva-re i vapori di alcol che sono presenti allinterno dellabita-colo di unauto in transito. Il dispositivo va puntato contro verso il veicolo in movimento, il fascio di luce rimbalza e torna al rilevatore installato sulletilometro. I ricercatori polacchi affermano che lapparecchio riesce a segnalare concentrazioni di alcol inferiori agli 0,1 grammi per litro. Tuttavia ci sono ancora da risolvere delle criticit che ne possono limitare luso, prima delle quali lattendibilit dei risultati. Infatti, in presenza di altri passeggeri, in caso di finestrini aperti o di aria condizionata accesa, i rilevamenti potrebbero risultare alterati.

    MercedeS-beNz. QuaraNTa SprINTer per MaggIoreORDINI&CONSEGNEDa oggi, nella flotta Maggiore destinata al noleggio a breve termine di van ci sar, oltre al blu, anche un po di argento. Il Gruppo, che rappresenta la pi grande re-alt italiana nel settore dellautonoleggio e leader, con il brand Amico blu, in quello dei furgoni, ha, infatti, accolto nella sua flotta quaranta nuovi Sprinter Mercedes-benz. Gli Sprinter scelti da Maggiore, suddivisi nei passi da 3.665 mm e da 4.325 mm, sono equipaggiati con navigatore satellitare integrato, sedile conducente comfort, aria condizionata, loca-lizzatore satellitare e cambio automatico 7G-Tronic ottimizzato per le esigenze dei veicoli commerciali, unesclusiva della flotta maggiore Amico Blu, lunico noleggiatore a offrire questa soluzione. Dei 40 veicoli che entreranno in flotta, la met sa-ranno Euro6 e tutti disponibili nelle agenzie di Roma, Firenze, Bologna, verona e Milano. Gli Sprinter, caratterizzati da una livrea personalizzata argento e blu, andranno a occupare

    un settore del noleggio a breve termine di Maggiore riservato a una clientela con par ticolari esigenze di volumetria e por tata, ma, grazie al cambio automatico, non necessariamente professionista del traspor to. www.daimler.com

    PRODOTTO Nuovo CAMBIo voLvo TRuCKS I-SHIFT DuAL CLuTCHVolvo Trucks lancia I-Shift Dual Clutch, il primo cambio con un sistema a doppia frizione per veicoli pesanti. Grazie ai cambi di marcia automatizzati, non si verificano interruzioni nellerogazione di coppia e il camion non perde velocit durante il cambio di marcia, per una guida pi comoda ed efficiente. I-Shift a doppia frizione una trasmissione composta da due alberi di ingresso e, appunto, una doppia frizione. Ci significa che pos-sibile selezionare due marce contemporaneamente ed la frizione a determinare la marcia attiva al momento. Pur basandosi su I-Shift, la met anteriore del cambio I-Shift Dual Clutch stata riprogettata con componenti completamente nuovi. Alla guida si ha limpressione di avere a disposizione due cambi. Quando una marcia selezionata in un cambio, nellaltro gi preparata la marcia successiva. Con le doppie frizioni il cambio marcia avviene senza interruzioni nellerogazione di potenza e, di conseguenza, la coppia motore viene mantenuta invariata e il comfort di guida migliora in modo significativo, spiega Astrid Drewsen, Product Manager Powertrain in volvo Trucks. I-Shift Dual Clutch sar disponibile a partire dallautunno 2014 sul volvo FH con motori D13 Euro6 e con potenze di 460, 500 e 540 Cv. www.volvotrucks.com

  • 19 Aprile 2014

    Nuovo CAMBIo voLvo TRuCKS I-SHIFT DuAL CLuTCH

    PRODOTTO

    VOLKSwAGEN AMAROCK ULTIMATEVolkswagen presen-ta lultima versione dellAmarok, la Ultima-te, super accessoriata, basata sulla versione Highline. Tra le carat-teristiche estetiche dellAmarock Ultimate, le calotte in argento degli specchi retrovi-sori, le luci posteriori oscurate con illuminazione targa a lED, i cerchi in lega da 19 pollici Aragonit con pneumatici 255/55 e, soprattutto, i nuovi fari bi-xeno con striscia di illuminazione a LED integrata, che non solo aumentano la capacit di illuminazione ma che, con le due barre cromate sulla griglia del radiatore, modificano sensibilmente la linea del frontale. LAmarok ultimate viene fornito di serie con ParkPilot, che include telecamera di retromarcia e Rear Assist, spechi retrovisori riscaldati e ripiegabili elettricamente, antifurto, sedili anteriori riscaldati e il sistema di navigazione RNS 315, completo di predisposizione per telefono cellulare. Lultimo Amarok alimentato da motorizzazioni TDI da 138 o 180 Cv, in combinazione con la trazione po-steriore o trazione integrale, cambio manuale o automatico. I prezzi per lAmarok partono (sul mercato tedesco) da 34.770 euro iva esclusa. Fra le altre novit della gamma Amarok troviamo il nuovo cabina singola con cambio automatico a 8 rapporti , trazione integrale permanente e motore da 180 Cv, lo stesso motore che va ad equipaggiare le versioni a trazione posteriore del cabina singola o doppia. www.volkswagen.com

    CRONACABANCARoTTA PER LA FRATELLI GALASSINICol denaro dellazienda di famiglia, poi fallita, i titolari avrebbero acquistato persino abbonamenti per la pay-tv e biglietti per lo stadio. Spese personali che, unite ad altri raffinati stratagemmi contabili, avrebbero contribuito a svuotare limpresa dallinterno, drenandone il patrimonio prima di lasciarla andare verso il baratro del crac. Il quadro emerge da unindagine delle Fiamme gialle modenesi, che per conto della Procura, hanno passato al microscopio i libri contabili della Fratelli Galassini - colosso vignolese dei trasporti, fallito 3 anni fa e di unaltra trentina di ditte. Le accuse rimbalzano tra la bancarotta fraudolenta aggravata e lomessa dichiarazione, tra il mancato ver-samento di ritenute e la sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Sequestrati 189 mezzi, soprattutto camion, per un valore che tocca il milione e 200mila euro. E proprio il recupero dei tir, in parte in leasing, ha assorbito molte delle energie dei finanzieri: a guardare le carte sembravano si fossero dissolti nel nulla, hanno spiegato le Fiamme gialle. Invece erano sparsi in tutta Italia o vicino ai confini con diversi Paesi dellEuropa dellEst. Non a caso, pi di unazienda di questa galassia imprenditoriale aveva sede in Romania, dove pare si sia rifugiato da tempo anche il legale rappresentante dellimpresa capofila: Ferruccio Galassini. Per finire, in attesa delle prossime mosse della Procura, ecco che le stesse Fiamme gialle hanno stimato rispettivamente in 866mila euro e in 617mila euro gli omessi versamenti dellIva e delle ritenute certificate, calcolati al momento del crac. Dissipazioni, distrazioni e occultamenti di patrimonio, sempre a danno dei creditori, che sono state quantificate dalla Finanza in circa 7,5 milioni di euro.

  • Il corsivo di...

    Con un ritmo e una cadenza regolari, come fosse un respiro affannoso di chi ha fatto una corsa, il ven-to soffia teso da nord e quando espira, sbuffandoci addosso, ci tira di traverso grandi quantit dacqua. Con i vestiti ormai zuppi, Flamur e io, mettiamo via gli attrezzi in tutta fretta. Abbiamo scaricato dallo stesso cliente, in una viuzza di una piccola zona produttiva di Winsum in alta Olanda, a una decina di chilometri dalla costa atlantica, ovvero dove non solo la primave-ra, ma anche lestate, tardano a mostrarsi e quando lo fanno, sempre in modo timido. Di notte, qua, un colpo di Webasto non sta mai male, anche se siamo a fine maggio. Flamur lavevo gi visto tempo fa, forse due anni orsono, nel Sud della Francia. Le nostre rispettive aziende sono concorrenti, nel tipo di merce che trasportiamo e scarichiamo, ma le rivalit commerciali appartengono quasi sempre e quasi esclu-sivamente ai capi. Noi operai, uniti dallo stesso umile destino, siamo solidali e fraternizziamo nonostante tut-to. In questo caso a Flamur gli si era bloccato un freno dellultimo asse del rimorchio e per ovviare allincon-veniente ci siamo infilati sotto, abbiamo escluso il tubo dellaria e la ganascia del freno ritornata al suo po-sto. Fatti cento metri, ci fermiamo dal paninaro ambu-lante. Sotto la tenda trasparente del furgone, al riparo dal maltempo, ci sediamo soddisfatti attorno a uno di quei classici tavolini bianchi in plastica che si possono acquistare per pochi soldi nei bazar o nei supermercati.

    Il camionista - scrittore pi famoso dItalia prosegue la collaborazione con la nostra rivista. Ci parla della vita, dal suo punto di vista on the road, con un taglio romantico e sognatore, ma quando ci sar da mordere, morder

    UNA LUNGA, LUNGA STRADA

    A noi si unisce un anziano olandese gi presente al no-stro arrivo. Comunicare un po problematico ma alla fine usiamo tutti il francese, cuoco compreso. Ne esce una bella chiacchierata di cose futili. Tanto per stare in compagnia mentre si mangia. E qua, come sempre mi capita in queste occasioni, mi scatta il solito pensiero. Mi guardo e li guardo. Un olandese, un olandese mezzo tedesco, un rumeno con nome albanese e un italiano (io). Quattro persone che parlano in francese mettendoci dentro molta gestualit per capirsi. Lidea di Stati Uniti dEuropa a me piace. E mi affascina davvero trovarmi a millequattrocento chilometri da casa e mischiarmi ad altre persone, altri luoghi, altre abitudini. Sento che mi apre la mente, mi ampia il pensare. Ma questa idea di Europa unita, nella pratica dov? Lingue diverse, cartelli stradali diversi, colori per indicare strade e autostrade diver-si. Piani telefonici che dovrebbero valere ovunque e invece sono solo una speculazione oscena appena si varcano i confini nazionali, e mille altri esempi di vita quotidiana, che ci rendono ancora tutti quanti troppo diversi. Stranieri. E, per come finora stata gestita lunione economica, ancora pi diffidenti gli uni verso gli altri. S certo: benvenuti, bienvenue, wilkommen e blablabla. Ma sotto alla formale corte-sia, nessuno ne pu pi degli altri. LUnione Europea insomma, di strada, in tutti i sensi, ne deve fare ancora molta per essere unita.

    di Fabrizio Piras

    CORRISPONDENZE

    La Divisione Logistics di Gi Group, prima multinazionale italiana del lavoro, leader nella creazione di soluzioni in grado di ottimizzare la gestione delle risorse umane del Settore Logistico.

    GI GROUP SPA - DIVISIONE LOGISTICSPiazza IV Novembre 5 - 20124 MilanoRiiferimenti: Giuseppe Mandurino, Logistics Division Manager Cell: 3488873066 - www.gigroup.it - [email protected]

    Gi Group SpA - Aut. Min. 26/11/2004 Prot. n 1101 - SG - Iscrizione allAlbo Informatico delle Agenzie per il Lavoro - Sez. I

    I nostri Clienti sono:

    Providers logistici. Aziende del settore trasporti. Operatori settore aeroportuale, portuale ed intermodale. Aziende industriali con la logistica esterna da riorganizzare. Consorzi ed operatori logistici con esigenze di fl essibilit verso i loro committenti.

    I nostri vantaggi:

    Essere partner quotidiano del cliente; non solo un fornitore. Garantire un DB specializzato in profi li logistici. Fornire unorganizzazione del servizio snella con referenti dedicati per gli aspetti organizzativi, amministrativi e di selezione. Assicurare il raggiungimento dellobiettivo fl essibilit tramite contratti personalizzati. Tutelare al 100% i nostri clienti sulla responsabilit solidale grazie ai vantaggi offerti dalla Legge Biagi. Finanziare percorsi formativi pre-assuntivi ed On The Job grazie al fondo Forma.Temp.

    Con lesperienza maturata negli anni, la Divisione Logistics in grado di individuare soluzioni organizzative appositamente studiate per i propri clienti su tutto il territorio nazionale.Le circa 200 fi liali assicurano tempestivit e qualit nel servizio erogato.

    Gi Group SpA - Aut. Min. 26/11/2004 Prot. n 1101 - SG - Iscrizione allAlbo Informatico delle Agenzie per il Lavoro - Sez. I

    Group YOUR JOB, OUR WORK

    GGY

    LOG I S T I C S

    W14-063505_Pag_PUBB_216x281_03 1 20/03/14 17.57

  • 21 Luglio - Agosto 2014

    La Divisione Logistics di Gi Group, prima multinazionale italiana del lavoro, leader nella creazione di soluzioni in grado di ottimizzare la gestione delle risorse umane del Settore Logistico.

    GI GROUP SPA - DIVISIONE LOGISTICSPiazza IV Novembre 5 - 20124 MilanoRiiferimenti: Giuseppe Mandurino, Logistics Division Manager Cell: 3488873066 - www.gigroup.it - [email protected]

    Gi Group SpA - Aut. Min. 26/11/2004 Prot. n 1101 - SG - Iscrizione allAlbo Informatico delle Agenzie per il Lavoro - Sez. I

    I nostri Clienti sono:

    Providers logistici. Aziende del settore trasporti. Operatori settore aeroportuale, portuale ed intermodale. Aziende industriali con la logistica esterna da riorganizzare. Consorzi ed operatori logistici con esigenze di fl essibilit verso i loro committenti.

    I nostri vantaggi:

    Essere partner quotidiano del cliente; non solo un fornitore. Garantire un DB specializzato in profi li logistici. Fornire unorganizzazione del servizio snella con referenti dedicati per gli aspetti organizzativi, amministrativi e di selezione. Assicurare il raggiungimento dellobiettivo fl essibilit tramite contratti personalizzati. Tutelare al 100% i nostri clienti sulla responsabilit solidale grazie ai vantaggi offerti dalla Legge Biagi. Finanziare percorsi formativi pre-assuntivi ed On The Job grazie al fondo Forma.Temp.

    Con lesperienza maturata negli anni, la Divisione Logistics in grado di individuare soluzioni organizzative appositamente studiate per i propri clienti su tutto il territorio nazionale.Le circa 200 fi liali assicurano tempestivit e qualit nel servizio erogato.

    Gi Group SpA - Aut. Min. 26/11/2004 Prot. n 1101 - SG - Iscrizione allAlbo Informatico delle Agenzie per il Lavoro - Sez. I

    Group YOUR JOB, OUR WORK

    GGY

    LOG I S T I C S

    W14-063505_Pag_PUBB_216x281_03 1 20/03/14 17.57

  • FocusATTUALITTA

    O biettivo occupazione. Cos il decreto legge 34 del 2014, al-trimenti noto come Jobs Act, diventato legge. Si completa dun-que il primo tassello della riforma del lavoro, mentre per laltro, che riguarda

    di Mariarosaria Di Cicco

    diventato legge il cosiddetto Jobs Act, la serie di riforme per rilanciare il mercato delloccupazione. In primo piano il contratto a termine, lapprendistato e la cassa integrazione

    La sfida per iL Lavoro

    la riforma dei contratti e degli ammor-tizzatori sociali, si andr un po pi per le lunghe. La tabella di marcia del Governo, infatti, prevede due tempi: prima si cerca di arginare lemergenza e poi si traccia un quadro completo

    delle regole applicabili al mondo del lavoro. Il fine dichiarato dal Governo aggredire un mercato sempre pi asfittico, dove il tasso di occupazione generale sceso al di sotto del 60% ed ben lontano dalla media dellu-

    22 FREESERVICES MAGAZINE

  • 23 Luglio - Agosto 2014

    nione europea a 28 Paesi che si attesta al 68,3%, e dove la disoccupazione generale veleggia oltre il 12% e quella giovanile esplode al 42%.

    DUE MODIFICHE IMPORTANTIDue gli istituti che sono stati modificati dal decreto Poletti: contratto a ter-mine e apprendistato. La non casualit dei contratti a termine stata allargata fino a 36 mesi, anche se arriva un tetto del 20% di utilizzo del lavoro a tempo determinato: se viene superato scatta una sanzione economica che, anche se nella legge non viene detto, sosti-tutiva della conversione del contratto. Si riducono (ma rimangono) le quote di stabilizzazione obbligatoria di ap-

    prendistati (20%), anche se si applica-no alle aziende con 50 dipendenti in su. Si tratta di misure frutto del com-promesso tra le anime che sostengono il Governo e che saranno tenute sotto osservazione. Il testo prevede, infatti, un monitoraggio affidato al ministero del Lavoro, da portare a compimento un anno dopo lentrata in vigore della riforma. La vera sfida sar poi nella fase 2 della riforma, quando dovran-no essere attuate le deleghe conte-nute nel disegno di legge. Lobiettivo ambizioso: creare uno strumento unico a copertura universale per i disoccupati e rivedere le regole della cassa integrazione.

    GLI AMMORTIZZATORI SOCIALIQuesto sistema andr a inserirsi sulla riforma degli ammortizzatori sociali introdotta dal Governo Monti (legge 92/2012), peraltro non ancora com-pletata, che prevede anche il supera-mento della mobilit. Nel frattempo, resta aperto il caso cassa integra-zione in deroga. Per effetto della crisi c stato un aumento dellutilizzo di queste risorse e i 2,5 miliardi destinati al 2013 si sono rivelati addirittura in-sufficienti. Questanno, invece, i fondi per finanziare gli ammortizzatori sociali in deroga, ammontano a 1,7 miliardi, quasi un miliardo in meno rispetto alla spesa dellanno scorso. Anche quel-lo che doveva essere il cuore dello Jobs act finisce nel Ddl delega, ovvero in quel disegno di legge con cui il Parlamento ha delegato al Governo la riforma degli ammortizzatori sociali.Il contratto di inserimento a tutele crescenti potr essere introdotto dal Governo, eventualmente in via speri-

    mentale, nellambito del riordino delle attuali forme contrattuali (una trentina circa) e con lobiettivo di favorire lingresso nel mondo del lavoro. Per sostenere la genitorialit, il Ddl preve-de lestensione alle lavoratrici parasu-bordinate della indennit di maternit, anche in caso di mancato versamento dei contributi da parte del datore di lavoro, e un tax credit per le la-voratrici, anche autonome, con figli minorenni, che si trovino al di sotto di una certa soglia di reddito.

    I LIMITI DI BILANCIO obiettivi ambiziosi da realizzare tenendo conto, per, dei vincoli di bilancio: il disegno di legge prevede infatti che lattuazione delle deleghe non comporti nuove spese per le casse dello Stato. Il Jobs Act, co-munque, ha trovato le critiche delle opposizioni in Parlamento ma anche di alcune associazioni di professio-nisti, che lamentano la mancanza di interventi strutturali a discapito delle categorie pi esposte. Nei prossimi mesi si scoprir la reale portata del primo atto del Jobs Act di Renzi. Limpressione che, soprattutto nei riguardi dei giovani e dei disoccupati, latteggiamento ricalchi molto quello dei governi precedenti, introducendo qualche correttivo, ma senza dare quellimpulso decisivo a riportare le percentuali della popolazione inattiva a quote pi tollerabili. Lauspicio che questa riforma riesca finalmente a coinvolgere nei processi produttivi quella fetta di popolazione che avrebbe pi energie da dare, ma che attualmente rimane inattiva.

    Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, lui uno dei protagonisti del tentativo di rilanciare loccupazione.

    Jobs act

  • 24 FREESERVICES MAGAZINE

    IncontriATTUALITTA

    S iamo in un momento par ticola-re per i l mondo del ve icolo indust r ia le , non, o non solo, in I ta l i a , ma in tu t ta Europa. un momento che sembra d i a t tesa o, forse, di transizione. un momento ne l qua le s i r incor rono voci da questo o quel mercato naz ionale che vog l iono una lenta ma rea le r ipresa del set tore . E in questot t ica Paolo Starace, ammin is t ra tore delegato d i DAF Tr ucks I ta l i a ha incont ra to i g ior na-l i s t i ne l la t rad iz iona le ch iacch ie-ra ta in for male in occas ione del la tappa ital iana del Truckracing, a Misano. Argomento, dunque, non solo le novit di prodotto DAF, ma anche e soprattutto gl i attual i sce-nari di mercato e sul le previs ioni elaborate del la Casa.

    di Anna Francesca Mannai

    ripresaIncontro con Paolo Starace, AD di DAF Italia: dal buon momento della Casa olandese, alle previsioni e alle speranze per il futuro

    PRIMI SEGNALI DI RIPRESA Il Mercato ha esordito lAD di DAF - sembra regi-strare, quest anno, i pr imi segna l i d i

    una r ipresa economica, a l i ve l lo europeo; in par t ico la re in Ger-mania , (+1,4%), ne l Regno uni to (+2,4%), ne l Sud Europa (+0,5%) e in quel lo dei Paes i del l Europa del l Est (+3%). Se prendiamo in considerazione i l segmento dei veicoli industriali al di sopra delle 16 tonnellate, lo scorso anno il merca-to europeo ha registrato una cifra poco al di sopra delle 240mila unit vendute (circa l8% in pi rispetto al 2012), che nel 2014, secondo le nostre st ime, s i attesteranno su valori compresi tra le 200 e le 230 mila unit. In questo segmento continuato Starace - DAF prosegue nel suo costante percorso di cre-scita, con un marketshare, nel 2013, superiore al 16%, una posizione che, questanno miriamo decisamente a

    rafforzare ancora di pi con lobiet-tivo di ar rivare al 17%. Il segmento immediatamente minore, quello che va dalle 6 alle 16 tonnellate, dove DAF presente con lLF, dalli-nizio della crisi, nel 2009 ha davve-ro toccato il fondo, con un mercato quasi dimezzato rispetto a quello del 2001 che era di oltre 100mila veicoli venduti: nel 2013 ha ripreso Paolo Starace questo segmento, leg-germente in crescita rispetto al 2012 (+ 3% circa), ha visto circa 60mila unit vendute, con un consolidamento della nostra quota di mercato rag-giunta nel 2012, con uno share pari a l 11,8% che, secondo le nostre st ime, dovrebbe ar r ivare al 12% nel corso di questanno.

    BENE AL DI FUORI DELLUEC da sot to l ineare che ne l 2013 i l Costruttore olandese ha rinforzato le sue quote al di fuori dei confini dellunione europea con un 13% in pi rispetto allanno precedente sullintera gamma di prodotto: LF,CF e xF. Piuttosto buone infatti, le posi-

    Segnali di

  • zioni di DAF a Taiwan dove i l maggior produt tore europeo ol t re le 16 tonnel la te e in Russ ia , dove in rap ida cresc i -ta . Paolo Starace non ha mancato d i r icordare che quest anno i l compleanno di TRP: i l programma TRP d i r icambi per ve icol i indu-s t r ia l i e r imorch i ha r icordato - fu in t rodotto da PACCAR Par ts nel 1994, quale par te dell one Stop Shop, che permette a ogni auto-traspor tatore di trovare i l necessa-r io per i l proprio veicolo, presso un unico r ivenditore. Anche per TRP siamo di fronte a una cresc i ta costante, tanto che oggi diventato leader nel settore dei ricambi univer-sali per veicoli e rimorchi di tutte le marche.

    SOLUZIONI SU MISURALa ch iacch iera ta in for male non ha impedi to a l l ammin i s t r a to re de lega to d i DAF e a l suo s t a f f d i e f fe t tuare un breve excursus su l l in-tera gamma DAF Euro6, da l l ammi-rag l ia xF, a i versat i l i CF e LF, anche in ver-s ione

    const r uct ion (una del le nov i t de l cost r ut tore) , sv i luppat i ap-pos i tamente per le appl i caz ion i de l l o f f road e de l l ed i l i z i a . I l nos t ro obb ie t t ivo ha det to Starace concludendo - of f r i re so luz ion i su m i su r a pe r ogn i p i spec i f ica es igenza d i t raspor to, e propr io in quest ot t ica s t iamo espandendo u l ter ior mente la gam-ma CF e xF, con l in t roduzione, p iut tosto recente d i una ser ie di car r i e trattor i a quattro assi per applicazioni speci f iche, come per esempio l xF 460 FTM, t ra t tore in conf iguraz ione 8x4 dest inato a l t raspor to d i ca r i ch i spe-c i a l i pesanti o i l CF e l xF FAK, destinati agli usi pi gra-vosi.

    Segnali di

    25 Luglio - Agosto 2014

    daF Italia

  • IncontriATTUALITTA

    26 FREESERVICES MAGAZINE

    Quindicimila persone tra musica, spettacolo e rombo dei motori alla tre giorni del Mediterranean Truck 2014

    A Eboli sEmprE pAssionE cAmion

  • 27 Luglio - Agosto 2014

    S i svolto, nellinedito teatro del parcheggio di un grande centro commerciale il Medi-ter ranenan Truck 2014 di Eboli, orga-nizzato dalla Famiglia Riviello e arrivato alla quar ta edizione. venduto forse un po troppo pomposamente come il pi grande evento di motori del Sud Italia (e il TRASPo DAY come lo consi-deriamo?), quello che era nato come un vero e proprio, genuino raduno di camion si trasformato in una mani-festazione dove allelemento raduno, quindi alla passione, allo spettacolo, allamicizia, si mischiato un discor-so prettamente commerciale, con una serie di stand di aziende, anche di un cer to nome che, secondo noi, non si perfettamente integrato con il resto del contesto.

    CAMION, MOTO E AUTO STORICHEComunque sia, lo spettacolo e la passione camion non ha sicura-mente lasciato desiderare. I ca-mion, oltre 130, non sono davvero mancati , con le loro l ivree mult ico-lor i , con le cabine decorate , con le t rombe sempre p i po ten t i e con g l i a l t r e t t an to ( fo r se d i p i ) po ten t i a l topa r l an t i mon ta t i ne l l e cab ine . P resen t i i ve ico l i d i t u t te l e az iende s to r i che de l l a pas s ione cam ion de l Sud , a co -m inc i a re da i r appresen tan t i de l l a Ca tu r ano A u to t r a spor t i a r r i v a t i a Ebo l i con t re vo l vo FH o dag l i Scan i a d i Acconc i a , pas sando pe r ve ico l i o r ma i c l a s s i c i pe r ques t i appun tamen t i , come lo Scan ia de l la S i renet ta o i l r i v i s to e inedi to Shark Revolut ion di Jur i Fur ru o, ancora, come i camion ar ri-vati praticamente da tutta Italia grazie anche alla collaborazione dellInter-national Truck Day Show.

    LA GRANDE SFILATAva assolutamente sottolineato il grande spettacolo della sfilata, quando, tra rombo dei motori, musica e (soprattutto) trombe, un serpente multicolore, fatto di un centinaio di camion ha sfilato per le vie del centro di Eboli, tra ali di pubblico affascina-to. Presenti praticamente anche tutte le componenti della grande passione per i motori, dalle auto depoca, a quelle elaborate, a quelle che hanno partecipato alle seguitissime e avvin-centi gimkana, per finire al club Harley Davidson di Avellino e soprattutto ai ragazzi dellFmx International, team di motocross free style, che si sono

    esibiti in evoluzioni davvero al limite dellincredibile. Naturalmente, come tutti i raduni che si rispettano, il Mediterranean Truck ha vissuto i suoi momenti splendidi anche e soprattutto al calare della sera quando al rombo dei camion si so-vrapposta, sia sabato che domenica, la musica, ma soprattutto lo spettacolo dei cabarettisti di Made in Sud, seguitissi-mo spettacolo di RAI 2.

    Tra camion e cabarettisti tante sfaccettature del raduno: esibizioni di camion radiocomandati, i l classi-co sexy truck show, le esibizioni di