Distretto Industriale Agroalimentare Nocera Inferiore - Gragnano

download Distretto Industriale Agroalimentare Nocera Inferiore - Gragnano

If you can't read please download the document

  • date post

    12-Jan-2015
  • Category

    Documents

  • view

    1.130
  • download

    3

Embed Size (px)

description

Il Distretto Industriale Agroalimentare sostiene lo sviluppo del territorio e la valorizzazione del tessuto economico e produttivo locale verso un processo di integrazione strettamente correlato a nuove forme d’interazione e integrazione tra formazione e valorizzazione delle risorse umane, ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico.

Transcript of Distretto Industriale Agroalimentare Nocera Inferiore - Gragnano

  • 1. Denominazione :Distretto Industriale Agro-Alimentare n7 Nocera Inferiore Gragnano. Sede del DistrettoPiazza Papa Giovanni XXIIIc/o Palazzo Marciani84086Casali di Roccapiemonte (Salerno) Tel.: 081.933113 Fax 0819368466 P.IVA 04465150656 [email_address] www.distrettoindustrialenocera.it Presidente Aniello Pietro Torino dott. Domenico Dalia resp.le R&S

2. Il distretto Agro-Alimentare campano si estende in unarea compresa tra il cono vulcanico del Vesuvio e le montagne di Sarno a Nord ed i Monti Lattari a Sud.Le realt produttive del Distretto sono multiple, ad esempio dalla trasformazione del pomodoro (il Pomodoro di San Marzano detto l ORO ROSSO ), alla realizzazione delle conserve, alla produzione della Pasta di Gragnano IGP (Gragnano nota come Citt della pasta), al vino DOC (Lettere e Gragnano), al cipollotto Nocerino (DOP), allolio (DOP), ecc.. La maggior parte delle unit produttive presenta la connotazione della piccola impresa a carattere familiare che utilizzano la forma giuridica dellimpresa individuale.Nella seguente tabella sono esposti le classificazioni ATECO delle attivit condotte dal Distretto Agro-alimentare di Nocera Inferiore-Gragnano: dott. Domenico Dalia resp.le R&S 3. Ente diriferimento Regione Campaniawww.regione.campania.it Provincia di Salernowww.provincia.salerno.it Provincia di Napoliwww.provincia.napoli.it Riconoscimento regionale e Normativa di Riferimento Il Distretto Industriale Agro-Alimentare n.7 di Nocera Inferiore Gragnano stato individuato dalla delibera della Giunta Regionale n59 del 02 giugno 1997:Individuazione dei Distretti Industriali. Approvazione degli indirizzi, criterie priorit per la promozione e la realizzazione dei Programmi dei distretti industrialidott. domenico Dalia resp.le R&S 4. Delibere della Giunta Regionale Campania Delibera Consiglio Regionale del 15 novembre 1999, n. 25 Individuazione dei distretti industriali. Approvazione degli indirizzi, criteri e priorit per la promozione e la realizzazione dei Programmi dei distretti industriali; Delibera della Giunta Regionale N. 999 del 02 marzo 2001 Istituzione del comitato distrettuale del Distretto n7 di Nocera Inferiore - Gragnano ; Delibera Giunta Regionale del 12 aprile 2001, n. 1539 Por Campania 2000/2006 Misura 4.2 Finanziamento azioni mirate della Legge 488/92 annualit 2000, bando Industria determinazione quota regionale; Delibera della Giunta Regionale N. 1158 del 8 maggio 2001 Istituzione tavolo di concertazione del Distretto n 7 di Nocera Inferiore Gragnano; Delibera della Giunta Regionale N. 1503 del 29 luglio 2004 -POR Campania 2000/2006 - P.I.T. Distretto Industriale di Nocera Inferiore - Gragnano. Presa datto del parere del N.V.V.I.P. e approvazione; Delibera della Giunta Regionale N.1813 Del 09 Dicembre 2005- Rifunzionalizzazione ex pastificio Garofalo a centro servizi alle imprese a sostegno dellarea industriale di S. Antonio Abate.dott. Domenico Dalia resp.le R&S 5. Dati quantitatividott. Domenico Dalia resp.le R&S N. Imprese (2009)606Var.% Imprese (2009/2007)+89,97N. Imprese fino a 49 addetti (2008)306 (91,62%)Var.% Imprese fino a 49 addetti (2008/2007)+4,44N. Addetti (2008)7.522Var.% Addetti (2008/2007)+5,62Export 2009 (Ml Euro)1.167Var.% Export 2009/2008+6,48 6. Dati qualitativiBreve presentazione e descrizione del Distretto Il Distretto Industriale Agroalimentare sostiene lo sviluppo del territorio e la valorizzazione del tessuto economico e produttivo locale verso un processo di integrazione strettamente correlato a nuove forme dinterazione e integrazione tra formazione e valorizzazione delle risorse umane, ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico.dott. Domenico Dalia resp.le R&S 7. Il contesto ambientale del territorio distrettuale di notevole valenza sia per il complesso sistema orografico e idrografico del bacino del Sarno che lo attraversa, sia per i numerosi reperti archeologici (alcuni di recente rinvenimento) che si incontrano lungo tutto l'asse principale del fiume. All'interno di tale ambito ricadono, inoltre, due Siti di Importanza Comunitaria proposti per la designazione a Zone Speciali di Conservazione per la valenza dei valori ecosistemici e floro faunistici ivi presenti: Monti di Lauro e Dorsale dei Monti Lattari e due neo istituiti Parchi Regionali: Fiume Sarno e Monti Lattari. dott. Domenico Dalia resp.le R&S 8.

  • Le attivit principali del Distretto Industriale
  • Centro di servizio alle imprese;
  • Internazionalizzazione delle imprese, commercializzazione e promozione;
  • Assistenza alle PMI di eccellenza (in primis alle PMI di qualit che non riescono a finanziarsi in proprio) per sostenerle in politiche di internazionalizzazione e nellattuazione/partecipazione a bandi di R&S nazionali e comunitari;
  • Gestione dei servizi comuni alle imprese consorziate per la ricerca e sviluppo di nuovi prodotti;
  • Sportello di assistenza alle imprese per lutilizzo ottimale delle agevolazioni ed incentivi derivanti da interventi regionali, nazionali e comunitari;
  • Strutture e laboratori di supporto per la promozione/certificazione di qualit, per lattivit di R&S, ecc.;
  • Formazione in ambito agroalimentare (per inserimenti professionali nel mondo del lavoro), percorsi formativi su innovazione tecnologica, sullinternazionalizzazione e gestione delle imprese agroalimentari, ecc

dott. Domenico Dalia resp.le R&S 9.

  • Le strategie future del Distretto
  • Consolidamento della ricerca e trasferimento tecnologicoin relazione alle necessit e alle aspettative espresse dalle realt produttive aziendali nei settori agroalimentari e agroindustriali;
  • Partecipazione a bandi nazionali ed europeiper la competitivit, l'innovazione e lo sviluppo sostenibile, anche attraverso la costituzione di laboratori di ricerca e sviluppo, in compartecipazione con le aziende leader nei rispettivi settori;
  • Interazione tra mondo della ricerca , mondo della produzione di beni e di servizi, mondo del credito e territorio distrettuale, in modo da favorire i processi di investimento;
  • Sostegno e promozione delle competenze scientifiche e tecnologichepresenti nel territorio Distrettuale volta a favorire l'accesso degli utilizzatori alle conoscenze ed ai prodotti della ricerca, il tutto mirato alla costituzione di unOsservatorio Distrettuale ;
  • Distretto Formativoper la promozione della formazione continua e dellalta formazione per linserimento di risorse umane altamente qualificate nelle imprese della filiera del pomodoro, della pasta e del vino;

dott. Domenico Dalia resp.le R&S 10. Progetti

  • Lelenco che segue comprende le principali Attivit e progettualit poste in essere dal Distretto Industriale nellultima annualit 2010/11.
  • Progetto HERMES- la promozione e la comunicazione del Territorio, una prospettiva di svilupponell'internazionalizzazione dei prodotti agroalimentari ed enogastronomici del Distretto( scambi b2b con la Polonia );
  • Sottoscrizione di unProtocollo dintesa con Confidi Provincie Lombarde e Confindustria sede di Salernoal fine di facilitare laccesso al credito per le imprese aderenti al Territorio Distrettuale;
  • Visita studio di una Delegazione Polacca di 50 Imprenditori in uno con i referenti istituzionalidella Regionedel Voivodato Warmisko-Mazurskie presso il Distretto Industriale Agroalimentare (ottobre 2010);
  • Partecipazione con proprio Stand, in uno con le aziende del territorio distrettuale, alleventoKomen Race for the Curefinalizzato alla raccolta di fondi per la lotta ai tumori del seno. Levento organizzato da anni a livello internazionale e nazionale dallassociazione Susan G. Komen Onlus (ottobre 2010);

dott. Domenico Dalia resp.le R&S 11.

  • ProgettoAGROTIPICIT 2010(Dicembre 2010) La Promozione del Territorio, una prospettiva di svilupponell'internazionalizzazione dei prodotti agroalimentari ( mercato Lituano ) visita della di S.E. Kazys Starkevicius Ministro dellAgricoltura Lituano;
  • Partecipazione, con proprio Stand,in uno con le aziende del Territorio Distrettuale,alla Neapolis New Marathon - XIII^ Edizione 30 Gennaio 2011allinterno del Villaggio Maratona allestito in P.zza Plebiscito dal 27 al 30 Gennaio 2011;
  • Collaborazione con Enti e/o Associazioni di rilievo internazionale in aree di comune interesse a carattere culturale, sociale, commerciale e turistico ( Giffoni Film Festivale Ravello Festival- losfruttamento dei flussituristici internazionali per la valorizzazione dei prodotti della filiera agro-alimentare in uno con la scoperta delle bellezze architettoniche-culturali della provincia di Salerno);
  • Stipula di un piano di consolidamento con Italia Lavoroper la diffusione di progetti formativi sul territorio;

dott. Domenico Dalia resp.le R&S 12.

  • Sottoscrizione di unProtocollo dintesa con lUnione Nazionale dei Consumatoricon lobiettivo di creare un sistema di informazione sulla sicurezza agro alimentare che tenga conto delletica dimpresa, delle responsabilit della produzione alimentare, lattenzione verso le problematiche emergenti ed il dovere di comunicazione ai consumatori,il protocollo prevede lapertura di uno sportello allinterno della sede del DistrettoIndustriale (Palazzo Marciani a Roccapiemonte);
  • Sviluppo della fiscalit di vantaggio(art. 1 commi 366- 375 Legge 266-05 Legge Finanziaria 2006 e s.s. Legge 133/2008 e D.L. 5/2009) a favore delle aziende del territorio distrettuale;
  • ProgettoGEOENERGY PTI-la Produzione di Energia Elettrica ottenuta attraverso tecnol