Curricolo verticale per competenze · Curricolo verticale per competenze . ... GLOSSARIO Curricolo...

of 188/188
DIPARTIMENTO COMPETENZE Anno scolastico 2017/2018 ISTITUTO COMPRENSIVO SAN MARTINO IN PENSILIS “John Dewey” sede centrale San Martino in Pensilis (CB) Via F.lli Fusco 2 86046 San Martino in Pensilis tel. 0875604711-603241 fax 0875603937 [email protected] comprendente i complessi scolastici di Portocannone 0875-59144 ed Ururi 0874-830139 Curricolo verticale per competenze
  • date post

    17-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    215
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Curricolo verticale per competenze · Curricolo verticale per competenze . ... GLOSSARIO Curricolo...

D I P A R T I M E N T O C O M P E T E N Z E Anno scolastico 2017/2018

ISTITUTO COMPRENSIVO SAN MARTINO IN PENSILIS John Dewey

sede centrale San Martino in Pensilis (CB) Via F.lli Fusco 2 86046 San Martino in Pensilis tel. 0875604711-603241 fax 0875603937 [email protected]

comprendente i complessi scolastici di Portocannone 0875-59144 ed Ururi 0874-830139

Curricolo verticale per competenze

mailto:[email protected]://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwjcmfCclprQAhUDDxoKHRaeA-IQjRwIBw&url=http://docplayer.it/16857-Curricolo-verticale-per-competenze.html&psig=AFQjCNFn1y2j5c7Ey6B6EgTlcHTFq9pjNA&ust=1478728792821471https://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwjcmfCclprQAhUDDxoKHRaeA-IQjRwIBw&url=http://docplayer.it/16857-Curricolo-verticale-per-competenze.html&psig=AFQjCNFn1y2j5c7Ey6B6EgTlcHTFq9pjNA&ust=1478728792821471https://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwjcmfCclprQAhUDDxoKHRaeA-IQjRwIBw&url=http://docplayer.it/16857-Curricolo-verticale-per-competenze.html&psig=AFQjCNFn1y2j5c7Ey6B6EgTlcHTFq9pjNA&ust=1478728792821471https://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwjcmfCclprQAhUDDxoKHRaeA-IQjRwIBw&url=http://docplayer.it/16857-Curricolo-verticale-per-competenze.html&psig=AFQjCNFn1y2j5c7Ey6B6EgTlcHTFq9pjNA&ust=1478728792821471

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

2

L'istruzione la continua riorganizzazione o ricostruzione dell'esperienza

L'istruzione non la preparazione alla vita, l'istruzione la vita stessa.

John Dewey

PREMESSA

Il Curricolo dellIstituto John Dewey di San Martino in Pensilis nasce dalla necessit di offrire allalunno un percorso coerente e solido di

educazione e formazione inteso a promuovere uno sviluppo articolato e multidimensionale della persona, nel rispetto dei cambiamenti evolutivi e

dei diversi ordini scolastici, affinch possa affrontare positivamente lincertezza e la mutevolezza degli scenari sociali e professionali,

presenti e futuri.

Il Curricolo dIstituto un punto di riferimento per la progettazione di percorsi di apprendimento che realizzino una continuit orizzontale e

verticale, cos da contribuire efficacemente alla maturazione delle competenze trasversali e disciplinari dei nostri allievi, ossia alla costruzione di un

sapere spendibile e costantemente capace di arricchirsi nel tempo.

Parola chiave: competenze

Le competenze costituiscono il significato dellistruzione, sono in grado di dare motivazione alle abilit, alle conoscenze e ai contenuti

disciplinari. Attraverso la didattica per competenze, riusciamo a rispondere alle domande degli studenti, che celano un bisogno profondo di

attribuire senso al proprio apprendimento e al proprio lavoro. Nella didattica per competenze si legano tali conoscenze e abilit a problemi concreti

o ancorati alla realt, attraverso mediatori didattici e ambienti di apprendimento capaci di catturare linteresse dellallievo e mobilitare le sue risorse

personali. (Franca Da Re).

Le competenze chiave sono quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personale, la cittadinanza attiva, linclusione sociale

e loccupazione. (Raccomandazioni del Parlamento europeo 2006).

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

3

Ogni competenza comporta dimensioni cognitive, abilit, attitudini, motivazione, valori, emozioni e altri fattori sociali e comportamentali; si

acquisisce e si sviluppa in contesti educativi formali (la scuola), non formali (famiglia, lavoro, media, ecc..), informali (la vita sociale nel suo

complesso) e dipende in grande misura dallesistenza di un ambiente materiale, istituzionale e sociale che la favorisce e in cui la scuola deve

integrarsi.

Le principali fonti di legittimazione:

le Raccomandazioni del Parlamento europeo e del Consiglio del 7 settembre 2006 e del 18 dicembre 2006;

gli allegati al Documento tecnico (D.M. n.139 del 22 agosto 2007) contenente gli Assi culturali e le competenze chiave di cittadinanza;

il Documento di indirizzo per la sperimentazione dellinsegnamento di Cittadinanza e Costituzione (04.03.2009 a seguito dellart.1 della legge

169/2008);

le Linee guida per la valutazione nel primo ciclo di istruzione (2010)

le Indicazioni per il curricolo, settembre 2012;

la Costituzione della Repubblica Italiana (1947).

Il Dipartimento competenze ha elaborato il Curricolo dIstituto come strumento di ricerca flessibile che deve rendere significativo lapprendimento

e che si basa:

1. sullattenzione alla continuit del percorso educativo allinterno dellIstituto

2. sullesigenza del superamento dei confini disciplinari

3. sulla promozione delle competenze disciplinari e trasversali (di cittadinanza) dei nostri allievi

4. sullattenzione al raccordo con la scuola secondaria di secondo grado

GLOSSARIO

Curricolo

linsieme delle esperienze di apprendimento che una comunit scolastica progetta, attua e valuta in vista di obiettivi formativi esplicitamente

espressi. Tali esperienze di apprendimento sono funzionali al raggiungimento di traguardi formativi e non rappresentano solo momenti formalizzati

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

4

di insegnamento, ma linsieme delle esperienze vissute dallalunno e aventi una potenzialit apprenditiva. Esso espressione della libert

dinsegnamento e dellautonomia scolastica e la sua costruzione un processo attraverso il quale si sviluppano e organizzano la ricerca e

linnovazione educativa; non limitato soltanto al momento progettuale, ma allargato al momento realizzativo e a quello valutativo.

Conoscenze (sapere)

Sono il risultato dellassimilazione di informazioni attraverso lapprendimento; le conoscenze costituiscono linsieme di fatti, principi, teorie e

pratiche relativo ad un ambito di studio o di lavoro; le conoscenze sono descritte come teoriche e/o pratiche.

Abilit (saper fare)

Indicano le capacit di applicare conoscenze e strategie per portare a termine compiti e risolvere problemi; sono descritte come cognitive (uso del

pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (che implicano labilit manuale e luso di metodi, materiali, strumenti).

Competenze (saper essere)

Indicano la comprovata capacit di utilizzare le conoscenze, le abilit e le attitudini personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o

di studio e nello sviluppo professionale e/o personale; le competenze sono descritte in termini di responsabilit e autonomia, ossia indicano

lutilizzazione consapevole in un compito del proprio patrimonio concettuale ristrutturato. La competenza si acquisisce con lesperienza: il

principiante impara in situazioni di apprendimento nel fare insieme agli altri. Quando lalunno sapr in autonomia utilizzare saperi e abilit anche

fuori della scuola per risolvere i problemi della vita, vorr dire che gli insegnanti hanno praticato una didattica per competenze. (Giancarlo Cerini).

Attitudini

Per attitudini o atteggiamenti si intendono le inclinazioni che le persone attivano in un certo modo secondo quello che una situazione richiede.

Devono essere frutto di un costante intervento educativo.

Compiti significativi (Compiti di realt)

Sono quelle situazioni di apprendimento in cui lalunno ha la possibilit di mobilitare saperi diversi, di integrarli, di collaborare con altri e di

ricercare soluzioni nuove in autonomia; diventano il luogo per incrementare progressivamente le competenze.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

5

Nuclei fondanti

I nuclei fondanti sono concetti, nodi epistemologici e metodologici che strutturano una disciplina. I nuclei fondanti sono i concetti fondamentali

della disciplina, hanno valore strutturante e generativo di conoscenze; indicano ci che essenziale di un sapere nel suo processo di costituzione.

Evidenze delle competenze Le evidenze delle competenze sono le prestazioni essenziali che denotano il possesso della competenza in compiti significativi

Livelli di padronanza

La competenza va descritta con brevi specificazioni che indicano come lallievo possiede competenze e con che grado di autonomia e responsabilit

mobilita conoscenze, abilit, capacit personali. Si definiscono diversi livelli di padronanza dove collocare il grado di autonomia degli alunni al di l

della classe (ancorandoli ai traguardi finali delle Indicazioni ministeriali).

Valutazione

La valutazione delle abilit e delle conoscenze si avvale dei sistemi tradizionali, usati in modo flessibile e rigoroso. La valutazione delle competenze

in senso stretto si pu effettuare solo mettendo in azione lallievo di fronte ad un compito significativo nel quale egli mobiliti conoscenze, abilit

e capacit personali e alloccorrenza ne costruisca di nuove per far fronte ai problemi. Vengono valutati, oltre alle conoscenze e alle abilit

conseguite e/o potenziate:

il processo (come lavora, come si relaziona, la diligenza, la puntualit, la capacit di far fronte alle crisi, ecc.) mediante osservazione

il prodotto (mediante la valutazione degli elementi importanti propri del prodotto)

la riflessione e ricostruzione mediante la relazione scritta e orale individuale sul lavoro svolto.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

6

La finalit generale della scuola lo sviluppo integrale e

armonico della persona, da realizzare allinterno dei

principi della Costituzione e della tradizione culturale

europea. Essa trova i fondamenti normativi negli articoli

della Costituzione e nel Quadro delle competenze-chiave

per lapprendimento permanente, definite dal Parlamento

Europeo e dal Consiglio dellUnione europea con le

raccomandazioni dell8 dicembre 2006. Il sistema

scolastico italiano, attraverso le Nuove Indicazioni

nazionali per il curricolo 2012, ha assunto il quadro delle

"Competenze-Chiave" come obiettivi generali del

processo formativo per gli alunni del primo ciclo

distruzione. Le Indicazioni Nazionali intendono

promuovere e consolidare le competenze culturali basilari e irrinunciabili tese a sviluppare progressivamente, nel corso della vita, le competenze

utili per la vita.

1. Comunicazione nella madrelingua: Utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici. Redigere relazioni tecniche e documentare le attivit individuali e di gruppo

relative a situazioni professionali.

2. Comunicazione nelle lingue straniere: Padroneggiare la lingua inglese e unaltra lingua comunitaria per scopi comunicativi, utilizzando anche i linguaggi settoriali previsti dai percorsi di studio, per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro, al livello B2 di padronanza

del quadro europeo di riferimento per le lingue (QCER).

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

7

3. Competenze matematiche: Utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare adeguatamente informazioni

qualitative e quantitative. Utilizzare le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici e algoritmici per affrontare situazioni problematiche,

elaborando opportune soluzioni.

4. Competenza digitale: Utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie espressive

e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete. Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attivit di studio, ricerca e approfondimento

disciplinare.

5. Imparare a imparare: Partecipare attivamente alle attivit portando il proprio contributo personale. Reperire, organizzare, utilizzare

informazioni da fonti diverse per assolvere un determinato compito; organizzare il proprio apprendimento; acquisire abilit di studio.

6. Competenze sociali e civiche: Agire in modo autonomo e responsabile, conoscendo e osservando regole e norme, con

particolare riferimento alla Costituzione. Collaborare e partecipare comprendendo i diversi punti di vista delle persone.

7. Spirito di iniziativa e imprenditorialit: Risolvere i problemi che si incontrano nella vita e nel lavoro e proporre soluzioni; valutare

rischi e opportunit; scegliere tra opzioni diverse; prendere decisioni; agire con flessibilit; progettare e pianificare; conoscere lambiente in cui si

opera anche in relazione alle proprie risorse.

8. Consapevolezza ed espressione culturale: Riconoscere il valore e le potenzialit dei beni artistici e ambientali, per una loro corretta

fruizione e valorizzazione. Stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in una prospettiva interculturale sia

ai fini della mobilit di studio e di lavoro. Riconoscere gli aspetti geografici, ecologici, territoriali dellambiente naturale ed antropico, le

connessioni con strutture demografiche, economiche, sociali, culturali e le trasformazioni intervenute nel corso del tempo.

Comprendere gli aspetti comunicativi, culturali e relazionali dellespressivit corporea e limportanza che riveste la pratica dellattivit motorio-

sportiva per il benessere individuale e collettivo.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

8

Integrazione tra le 8 competenze chiave europee e le competenze di cittadinanza alla fine dellobbligo scolastico

COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE DI CITTADINANZA

COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA

COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMUNICARE

COMPETENZE IN MATEMATICA E COMPETENZE

DI BASE IN SCIENZE E TECNOLOGIA

ACQUISIRE E INTERPRETARE LINFORMAZIONE

INDIVIDUARE COLLEGAMENTI E RELAZIONI

RISOLVERE PROBLEMI

COMPETENZA DIGITALE

COMUNICARE

IMPARARE A IMPARARE

o IMPARARE A IMPARARE

o ACQUISIRE E INTERPRETARE LINFORMAZIONE

o INDIVIDUARE COLLEGAMENTI E RELAZIONI

COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE AGIREIN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE

COLLABORARE E PARTECIPARE

COMUNICARE

SPIRITO DI INIZIATIVA E IMPRENDITORIALIT RISOLVERE PROBLEMI

PROGETTARE

CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE COMUNICARE

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

9

PROFILO DELLO STUDENTE

Il seguente profilo, elaborato nelle Indicazioni Nazionali, descrive in forma essenziale le competenze riferite alle discipline di insegnamento e al

pieno esercizio della cittadinanza che un ragazzo deve mostrare di possedere al termine del primo ciclo di istruzione. Il conseguimento delle

competenze delineate nel profilo costituisce l'obiettivo generale del sistema educativo e formativo italiano.

1. Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola, lo studio personale, le esperienze educative vissute

in famiglia e nella comunit, in grado di iniziare ad affrontare in autonomia e con responsabilit, le situazioni di vita tipiche della propria

et, riflettendo ed esprimendo la propria personalit in tutte le sue dimensioni.

2. Ha consapevolezza delle proprie potenzialit e dei propri limiti, utilizza gli strumenti di conoscenza per comprendere se stesso e gli altri, per

riconoscere ed apprezzare le diverse identit, le tradizioni culturali e religiose, in unottica di dialogo e di rispetto reciproco. Interpreta i

sistemi simbolici e culturali della societ, orienta le proprie scelte in modo consapevole, rispetta le regole condivise, collabora con gli altri

per la costruzione del bene comune esprimendo le proprie personali opinioni e sensibilit. Si impegna per portare a compimento il lavoro

iniziato da solo o insieme ad altri.

3. Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessit, di esprimere le

proprie idee, di adottare un registro linguistico appropriato alle diverse situazioni.

4. Nellincontro con persone di diverse nazionalit in grado di esprimersi a livello elementare in lingua inglese e di affrontare una

comunicazione essenziale, in semplici situazioni di vita quotidiana, in una seconda lingua europea.

5. Utilizza la lingua inglese nelluso delle tecnologie dellinformazione e della comunicazione.

6. Le sue conoscenze matematiche e scientifico-tecnologiche gli consentono di analizzare dati e fatti della realt e di verificare lattendibilit delle

analisi quantitative e statistiche proposte da altri. Il possesso di un pensiero razionale gli consente di affrontare problemi e situazioni sulla

base di elementi certi e di avere consapevolezza dei limiti delle affermazioni che riguardano questioni complesse che non si prestano a

spiegazioni univoche.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

10

7. Si orienta nello spazio e nel tempo dando espressione a curiosit e ricerca di senso; osserva ed interpreta ambienti, fatti, fenomeni e

produzioni artistiche.

8. Ha buone competenze digitali, usa con consapevolezza le tecnologie della comunicazione per ricercare e analizzare dati ed informazioni, per

distinguere informazioni attendibili da quelle che necessitano di approfondimento, di controllo e di verifica e per interagire con soggetti

diversi nel mondo.

9. Possiede un patrimonio di conoscenze e nozioni di base ed allo stesso tempo capace di ricercare e di procurarsi velocemente nuove

informazioni ed impegnarsi in nuovi apprendimenti anche in modo autonomo.

10. Ha cura e rispetto di s, come presupposto di un sano e corretto stile di vita. Assimila il senso e la necessit del rispetto della convivenza

civile. Ha attenzione per le funzioni pubbliche alle quali partecipa nelle diverse forme in cui questo pu avvenire: momenti educativi

informali e non formali, esposizione pubblica del proprio lavoro, occasioni rituali nelle comunit che frequenta, azioni di solidariet,

manifestazioni sportive non agonistiche, volontariato, ecc.

11. Dimostra originalit e spirito di iniziativa. Si assume le proprie responsabilit e chiede aiuto quando si trova in difficolt e sa fornire aiuto a

chi lo chiede.

12. In relazione alle proprie potenzialit e al proprio talento si impegna in campi espressivi, motori ed artistici che gli sono congeniali.

disposto ad analizzare se stesso e a misurarsi con le novit e gli imprevisti.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

11

IL CURRICOLO PER COMPETENZE

Alla base del concetto di competenza c il principio di integrazione delle conoscenze e abilit procedurali con le risorse personali (capacit

cognitive, metacognitive, etico/relazionali, emotivo/affettive/identitarie, senso/motorie/percettive) che un soggetto mette in campo di fronte ad un

problema o ad un compito autentico da risolvere. Spostare lattenzione sulle competenze, tuttavia, non significa in alcun modo trascurare il ruolo

determinante di tutti i pi tradizionali risultati di apprendimento, oggi identificati principalmente nelle conoscenze e nelle abilit, infatti non c

competenza senza conoscenze. Non pensabile che si possano formare competenze in assenza di un solido bagaglio di contenuti e di saperi

disciplinari. I saperi per assumono una funzione strumentale nella misura in cui stimolano la riflessione, linterpretazione, la spiegazione di

fenomeni complessi, fornendo gli strumenti concettuali e operativi per intervenire su problemi e situazioni contingenti (compiti autentici).

La competenza rappresenta il livello di uso consapevole ed appropriato di tutti gli oggetti di apprendimento, ai quali si applica con effetti

elaborativi, metacognitivi e motivazionali.

Il criterio di fondo cui riferirsi quello di evitare una pratica che riversa sugli allievi quantit rilevanti di nozioni e regole, per sostituirla con attivit

che stimolino curiosit e partecipazione e che siano in grado di fornire strumenti per la riflessione e la strutturazione del sapere acquisito.

Il concetto di competenza, quindi, si coniuga con un modello di insegnamento/apprendimento che mette in gioco il ruolo dei processi di

elaborazione personale delle conoscenze, attraverso problemi che suscitino forte interesse da parte dellallievo e per la cui risoluzione i contenuti

disciplinari, considerati in forma integrata, devono costituire risorse fondamentali.

Ci richiede una progettazione integrata tesa alla promozione di una dialettica forte tra i saperi, in vista dellacquisizione di apprendimenti

transdisciplinari e di strategie personali di autoapprendimento.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

12

Fondamenti dellapprendimento per competenze

Centralit del discente e del processo di apprendimento

Docente come mediatore e facilitatore

Flessibilit didattica: utilizzo di mediatori diversi e flessibili (attivi, iconici, analogici, simbolici)

Apprendimento sociale: peer-tutoring, laboratorialit, approccio collaborativo; apprendimento sociale in contesto significativo, discussione

Valorizzazione dellesperienza attiva in contesti significativi veri o verosimili

Attenzione ai processi metodologici e strategici e alla dimensione relazionale e disposizionale

Valorizzazione ed estensione della riflessione/ricostruzione/narrazione dellesperienza e dellazione, per rappresentarle a livello cognitivo e

astratto, attribuirvi significato e valore, acquisire metacognizione e modelli di rappresentazione e interpretazione teorici;

Attenzione agli aspetti affettivo-emotivi dellapprendimento

Attribuzione di autonomia e responsabilit allallievo attraverso i compiti significativi e le unit di apprendimento

Metodologia

Le linee metodologiche che i docenti intendono perseguire nellattuazione del curricolo si innestano su alcuni principi basilari che connotano

fortemente tutta lazione didattica della scuola:

Valorizzazione delle esperienze e delle conoscenze degli alunni per ancorarvi nuovi contenuti e per attuare interventi adeguati nei riguardi

delle diversit (difficolt nellapprendere, alunni non italiani, disabili...).

Promozione del problem solving

Utilizzo dellapprendimento cooperativo

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

13

Promozione della consapevolezza del proprio modo di apprendere (difficolt incontrate, strategie adottate per superarle, comprensione delle

ragioni di un insuccesso, conoscenza dei propri punti di forza) e sviluppo dellautonomia nello studio.

Applicazione della tecnologia moderna e attivit di ricerca, promuovendo sempre di pi lalfabetizzazione informatica per favorire lo

sviluppo delle capacit creative, logiche e organizzative.

Acquisizione e potenziamento dei contenuti delle discipline, sviluppo del ragionamento logico necessario alla gestione delle informazioni e

capacit di progettazione e di organizzazione del lavoro.

Progettazione di esperienze di didattica laboratoriale: compiti contestualizzati, autentici, di realt.

Struttura del Curricolo dIstituto

Il curricolo d'Istituto redatto secondo le Nuove Indicazioni Nazionali per il Curricolo del 2012 cos strutturato:

- per ogni campo di esperienza o disciplina vengono indicati i nuclei tematici sviluppati in relazione alle competenze chiave europee

declinate in competenze specifiche, conoscenze ed abilit e riferite ai traguardi per lo sviluppo delle competenze delle indicazioni

nazionali;

- il sistema di conoscenze/abilit e competenze definito per annualit scolastica: lidea che la competenza rimane pressoch la stessa

allinterno di ciascun ordine, mentre le abilit e le conoscenze si arricchiscono nel passaggio da un anno allaltro, in unottica di progressione

verticale dalla scuola dellInfanzia alla scuola primaria, determinando lampliamento delle competenze e lapplicazione in campi nuovi e pi

complessi.

Nella sua dimensione verticale, il curricolo scolastico elaborato organizza i saperi essenziali delle discipline coniugandoli alle competenze

trasversali di cittadinanza, fondendo i processi cognitivi disciplinari con quelli relazionali finalizzando, quindi, lazione educativa della scuola

alla formazione integrale del cittadino europeo in grado di trasferire le conoscenze scolastiche in contesti reali, nellinterazione emotivo affettiva

e nella comunicazione sociale.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

14

Corrispondenza tra competenze chiave europee, competenze di cittadinanza e discipline/campi di esperienza di riferimento

COMPETENZE CHIAVE

EUROPEE

COMPETENZE DI CITTADINANZA

SCUOLA DELLINFANZIA

Campi di esperienza

SCUOLA PRIMARIA

Discipline

SCUOLA

SECONDARIA DI I

GRADO

Discipline

COMUNICAZIONE NELLA

MADRELINGUA

- COMUNICARE I discorsi e le parole Italiano

Tutte le discipline

Italiano

Tutte le discipline

COMUNICAZIONE NELLE

LINGUE STRANIERE

- COMUNICARE I discorsi e le parole

Lingua inglese

Lingue comunitarie

Inglese

Lingue comunitarie

Inglese - francese

COMPETENZE

MATEMATICHE,

SCIENTIFICHE E

TECNOLOGICHE

- ACQUISIRE E INTERPRETARE LINFORMAZIONE

- INDIVIDUARE COLLEGAMENTI E RELAZIONI

- RISOLVERE PROBLEMI

La conoscenza del mondo Matematica, scienze,

tecnologia

Matematica, scienze,

tecnologia

COMPETENZA DIGITALE - COMUNICARE Tutti i campi di esperienza Tutte le discipline Tutte le discipline

IMPARARE A IMPARARE - IMPARARE A IMPARARE - ACQUISIRE E INTERPRETARE

LINFORMAZIONE

- INDIVIDUARE COLLEGAMENTI E RELAZIONI

Tutti i campi di esperienza Tutte le discipline Tutte le discipline

COMPETENZE SOCIALI E

CIVICHE

- AGIRE IN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE

- COLLABORARE E PARTECIPARE

- COMUNICARE

Il s e laltro

Tutti i campi di esperienza

Storia, geografia

Cittadinanza e

costituzione

Storia, geografia

Cittadinanza e

costituzione

SPIRITO DI INIZIATIVA E

IMPRENDITORIALIT

- RISOLVERE PROBLEMI - PROGETTARE

Tutti i campi di esperienza Tutte le discipline Tutte le discipline

CONSAPEVOLEZZA ED

ESPRESSIONE CULTURALE

- COMUNICARE Il corpo e il movimento, immagini, suoni, colori,

religione

Arte e immagine, musica,

scienze motorie,

religione

Arte e immagine, musica,

scienze motorie,

religione

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

15

Se il principiante colui che sa, il competente colui che sa cosa fare con ci che sa,

mettendo in gioco le proprie attitudini, i dialoghi interni e gli strumenti esterni che ha a disposizione.

AMBITO LINGUISTICO ITALIANO

Scuola dellinfanzia

COMPETENZE CHIAVE

EUROPEE: TUTTE

COMPETENZA SPECIFICA: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA

Utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali,

culturali, scientifici, economici, tecnologici.

Redigere relazioni tecniche e documentare le attivit individuali e di gruppo relative a situazioni professionali.

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELLINFANZIA

Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati.

Sa esprimere e comunicare agli altri emozioni, sentimenti, argomentazioni attraverso il linguaggio verbale che utilizza in differenti situazioni

comunicative.

Sperimenta rime, filastrocche e drammatizzazioni; inventa nuove parole, cerca somiglianze e analogie tra i suoni e i significati.

Ascolta e comprende narrazioni, racconta e inventa storie, chiede e offre spiegazioni, usa il linguaggio per progettare attivit e definire regole.

Ragiona sulla lingua, scopre la presenza di lingue diverse, riconosce e sperimenta la pluralit dei linguaggi, si misura con la creativit e la fantasia.

Si avvicina alla lingua scritta, esplora e sperimenta prime forme di comunicazione attraverso la scrittura, incontrando anche le tecnologie digitali e i nuovi

media.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

16

CAMPI DI ESPERIENZA Traguardi formativi Scuola dellinfanzia

CAMPO DI ESPERIENZA ANNI TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE

I discorsi e le parole

Esprimere verbalmente i

bisogni primari.

Formulare semplici

domande e dare semplici

risposte.

Verbalizzare esperienze

personali in modo

semplice.

Partecipare attivamente

alle conversazioni con

adulti e compagni.

Accostarsi alla lettura di

immagini.

Acquisire e comprendere

nuovi vocaboli.

Memorizzare semplici

poesie, filastrocche e

canzoncine.

Sperimentare le proprie

capacit espressive.

Ascoltare racconti e letture

dellinsegnante.

Pronunciare correttamente

le parole.

Acquisire fiducia nelle proprie capacit di

comunicazione e di espressione verbale.

Esprimere i propri bisogni in modo

adeguato relativamente al linguaggio e al

contesto.

Formulare domande relativamente ad una

esperienza, propria o altrui, o ad una

storia.

Identificare ed eseguire consegne relative a

precise attivit didattiche.

Acquisire capacit di ascolto e

comprensione.

Partecipare alla conversazione rispettando

il turno della parola.

Abituare il bambini ad osservare e

riflettere.

Leggere immagini descrivendo in modo

semplice persone ed oggetti.

Utilizzare parole nuove.

Memorizzare filastrocche, poesie e

canzoncine.

Ascoltare e ripetere quanto ascoltato.

Acquisire luso di simboli e segni grafici.

Ascoltare, raccontare,

dialogare, rielaborare,

approfondire le conoscenze,

chiedere spiegazioni ed

esprimere il proprio punto di

vista.

Sviluppare la padronanza di

uso della lingua italiana e

arricchire il proprio patrimonio

linguistico.

Aprirsi verso altre culture

attraverso la conoscenza e la

consapevolezza della lingua

materna e di altre lingue.

Sperimentare la pluralit

linguistica.

Avvicinarsi progressivamente

alla propria lingua scritta.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

17

AMBITO LINGUISTICO - ITALIANO

Scuola Primaria

COMPETENZE

CHIAVE

EUROPEE:

TUTTE

COMPETENZA SPECIFICA: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA

Utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali,

scientifici, economici, tecnologici.

Redigere relazioni tecniche e documentare le attivit individuali e di gruppo relative a situazioni professionali.

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

Lallievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti rispettando il turno e formulando

messaggi chiari e pertinenti, in un registro il pi possibile adeguato alla situazione.

Ascolta e comprende testi orali "diretti" o "trasmessi" dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo.

Legge e comprende testi di vario tipo, continui e non continui, ne individua il senso globale e le informazioni principali, utilizzando strategie di lettura

adeguate agli scopi.

Utilizza abilit funzionali allo studio: individua nei testi scritti informazioni utili per lapprendimento di un argomento dato e le mette in relazione; le

sintetizza, in funzione anche dellesposizione orale; acquisisce un primo nucleo di terminologia specifica.

Legge testi di vario genere facenti parte della letteratura per linfanzia, sia a voce alta sia in lettura silenziosa e autonoma e formula su di essi giudizi

personali.

Scrive testi corretti nellortografia, chiari e coerenti, legati allesperienza e alle diverse occasioni di scrittura che la scuola offre; rielabora testi

parafrasandoli, completandoli, trasformandoli.

Capisce e utilizza nelluso orale e scritto i vocaboli fondamentali e quelli di alto uso; capisce e utilizza i pi frequenti termini specifici legati alle

discipline di studio.

Riflette sui testi propri e altrui per cogliere regolarit morfosintattiche e caratteristiche del lessico; riconosce che le diverse scelte linguistiche sono

correlate alla variet di situazioni comunicative.

consapevole che nella comunicazione sono usate variet diverse di lingua e lingue differenti (plurilinguismo).

Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative allorganizzazione logico-sintattica della frase semplice, alle parti del

discorso (o categorie lessicali) e ai principali connettivi.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

18

Traguardi formativi CLASSE PRIMA Scuola primaria ITALIANO

NUCLEI

FONDANTI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

Ascolto e parlato

Interagire e

comunicare

verbalmente in

contesti di diversa

natura

-Prendere la parola negli scambi comunicativi (dialogo,

conversazione, discussione) rispettando il proprio turno.

-Partecipare ai dialoghi e alle conversazioni in modo

pertinente

-Ascoltare mantenendo la concentrazione e linteresse per

ci che gli altri raccontano o leggono

-Comprendere ed eseguire semplici istruzioni e consegne

-Comprendere largomento principale dei discorsi affrontati

in classe

-Comprendere e riferire i contenuti essenziali di semplici

testi ascoltati

-Raccontare storie personali o fantastiche rispettando

lordine cronologico ed esplicitando le informazioni

necessarie perch il racconto

-Ricostruire verbalmente le fasi di unesperienza vissuta a

scuola o in altri contesti con la guida di immagini.

-Recitare conte, filastrocche e poesie sia chiaro per chi

ascolta, con laiuto di domande stimolo dellinsegnante.

o Regole di conversazione (alzata

di mano, rispetto del turno,

ascolto degli altri).

o Strategie essenziali dellascolto

(corretta postura del corpo,

sguardo verso linterlocutore,

rispetto del silenzio).

o Struttura corretta di semplici

frasi con utilizzo di lessico

quotidiano.

o Criteri di organizzazione del

discorso nel rispetto della

successione temporale.

Lettura Leggere e

comprendere testi

- Leggere lo stampato maiuscolo e stampato minuscolo

- Leggere ad alta voce, in modo tecnicamente corretto,

brevi e semplici testi.

- Leggere e comprendere il contenuto brevi e semplici testi

individuando le principali informazioni

- Leggere e comprendere immagini, elenchi, semplici

tabelle ed istruzioni.

- Leggere e memorizzare filastrocche e poesie

-Cogliere il gioco delle rime allinterno di conte,

filastrocche e poesie.

o Lettura globale di immagini.

o Corrispondenza tra fonema e

grafema.

o Strategie di lettura.

o Diversi caratteri grafici.

o Elementi costitutivi del testo:

personaggi, ambiente, tempo.

o Elementi specifici del testo

poetico: rime.

Scrittura Produrre frasi dalla

struttura semplice

-Organizzare lo spazio grafico della pagina

- Riconoscere e riprodurre lo stampato maiuscolo

- Scrivere spontaneamente parole e/o frasi semplici.

o Organizzazione grafico-spaziale

della pagina (margini, rapporto

tra parola ed immagine, spazi

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

19

- Scrivere parole, frasi semplici e compiute, sulla base di un

argomento assegnato e/o con laiuto di immagini.

- Scrivere parole e/o frasi sotto dettatura.

- Completare storie con l'ausilio delle immagini.

- Scrivere brevi testi legati allesperienza quotidiana,

organizzati in semplici frasi, utilizzando tecniche di

facilitazione (immagini).

bianchi e colorati).

o Convenzioni di scrittura.

o Organizzazione della

comunicazione scritta secondo

criteri di logicit e di

successione temporale.

Acquisire e ampliare

il lessico ricettivo e

produttivo

Capire e utilizzare nelluso orale e scritto

vocaboli fondamentali

-Comprendere e utilizzare parole di uso quotidiano

funzionali alla comunicazione.

-Comprendere in brevi testi il significato di parole non note

basandosi sulla conoscenza intuitiva delle famiglie di parole

e attraverso domande stimolo dellinsegnante.

-Ampliare il patrimonio lessicale attraverso esperienze

diverse.

-Usare in modo appropriato le nuove parole apprese.

o Terminologia appropriata ai

vari contesti.

o Lessico di uso quotidiano e

relativo ad argomenti di

esperienza personale o trattati in

classe.

Elementi di

grammatica esplicita

e riflessione sugli usi

della lingua

Rispettare le

fondamentali

convenzioni grafiche,

ortografiche e

sintattiche

-Cogliere la corrispondenza tra fonema e grafema

-Utilizzare alcune fondamentali convenzioni grafiche

-Riconoscere digrammi e trigrammi

-Conoscere ed usare il punto fermo

-Riconoscere il punto interrogativo

-Comprendere che omettendo, sostituendo, invertendo

lettere e/o sillabe cambia il significato della parola.

-Riconoscere se una frase completa, costituita cio dagli

elementi essenziali, attraverso la riflessione intuitiva basata

sulla lingua parlata.

o Organizzazione grafico-spaziale

della pagina

o Convenzioni di scrittura (suoni

simili, dittongo, lettera ponte,

gruppi consonantici, digrammi,

trigrammi, scansione in sillabe)

o Punteggiatura: punto fermo,

punto interrogativo.

o Organizzazione della

comunicazione scritta secondo

criteri di logicit e di

successione temporale

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

20

Traguardi formativi CLASSE SECONDA Scuola primaria ITALIANO

NUCLEI

FONDANTI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

Ascolto e parlato

Interagire e

comunicare

verbalmente in

contesti di diversa

natura.

-Prendere la parola negli scambi comunicativi rispettando il

proprio turno.

-Partecipare alle conversazioni in modo pertinente.

-Porsi in modo attivo nellascolto mantenendo lattenzione

e linteresse per ci che gli altri raccontano o leggono.

-Comprendere ed eseguire semplici istruzioni relative a

giochi o attivit proposte in classe.

-Comprendere largomento e le informazioni principali di

discorsi affrontati in classe.

-Comprendere il contenuto di semplici testi e saperlo

riferire.

-Raccontare storie personali o fantastiche rispettando

lordine cronologico ed esplicitando le informazioni

necessarie perch il racconto sia chiaro per chi ascolta, con

laiuto di domande stimolo dellinsegnante

-Recitare conte, filastrocche e poesie

o Regole di conversazione (alzata

di mano, rispetto del turno, non

ripetizione dellintervento,

ascolto degli altri).

o Strategie essenziali dellascolto

attivo (corretta postura del

corpo, sguardo verso

linterlocutore, rispetto del

silenzio).

o Elementi costitutivi di un testo

ascoltato (personaggi luoghi,

tempi e situazioni).

o Struttura corretta di semplici

frasi con utilizzo di lessico

quotidiano.

o Criteri di organizzazione del

discorso nel rispetto della

successione temporale.

Lettura Leggere e

comprendere testi

-Leggere tutti i caratteri grafici.

-Padroneggiare la lettura strumentale sia nella modalit ad

alta voce sia in quella silenziosa.

-Leggere in modo corretto con sufficiente scorrevolezza ed

intonazione rispettando la punteggiatura.

-Leggere e comprendere diversi tipi di testo cogliendo

largomento di cui si parla e individuandone gli elementi

essenziali

-Leggere e comprendere immagini, tabelle, elenchi,

istruzioni.

-Leggere e memorizzare filastrocche e poesie.

-Cogliere il gioco delle rime, il ritmo, il significato di

poesie e filastrocche.

-Leggere autonomamente libri adeguati allet.

o Modalit di lettura silenziosa e

ad alta voce.

o Punteggiatura: punto fermo,

virgola, punto interrogativo,

punto esclamativo, due punti.

o Funzione e scopo del testo:

comprensione dei significati

(descrizione, narrazione,

istruzioni).

o Elementi costitutivi del testo:

personaggi, ambiente, tempo,

fatti.

o Elementi specifici del testo

poetico: rime.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

21

Scrittura Produrre semplici testi -Riconoscere e riprodurre il corsivo.

-Scrivere sotto dettatura rispettando le convenzioni

ortografiche.

-Utilizzare la scrittura per comunicare esperienze, idee ed

emozioni.

-Completare e riordinare storie.

-Scrivere semplici testi narrativi e descrittivi con lausilio di

immagini, fumetti e/o domande guida.

-Giocare con le parole: rime, acrobatici.

o Struttura corretta della frase

o Organizzazione della

produzione scritta secondo

criteri di logici, di successione

temporale e nel rispetto delle

convenzioni ortografiche

Acquisire ed

ampliare il lessico

ricettivo e produttivo

Capire ed utilizzare

nelluso orale e scritto

vocaboli fondamentali

-Comprendere in brevi testi il significato di parole non note

basandosi sia sul contesto sia sulla conoscenza intuitiva

delle famiglie di parole.

-Ampliare il patrimonio lessicale attraverso diverse

esperienze.

-Usare in modo appropriato le parole man mano apprese.

o Terminologia appropriata ai

vari contesti.

o Lessico di uso quotidiano e

relativo ad argomenti di

esperienza personale o trattati in

classe.

o Campi semantici, sinonimi.

Elementi di

grammatica esplicita

e riflessione sugli usi

della lingua

Rispettare le

fondamentali

convenzioni grafiche,

ortografiche e

sintattiche.

-Utilizzare correttamente alcune convenzioni ortografiche.

-Usare correttamente la lettera H (verbo avere).

-Rispettare le convenzioni ortografiche nella produzione

scritta.

-Conoscere ed usare i principali segni di punteggiatura.

-Riflettere sulla funzione delle parole ed avviarsi a

riconoscerle e a raccoglierle per categorie.

-Riconoscere la frase minima scritta

o Convenzioni ortografiche

(maiuscole, doppie, diagrammi,

trigrammi, accento, elusione

scansione, nessi consonanti).

o Segni di punteggiatura (punto

fermo, virgola, punto

interrogativo, punto

esclamativo, due punti).

o Categorie morfosintattiche

(articolo, nome, verbo,

soggetto, predicato)

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

22

Traguardi formativi CLASSE TERZA Scuola primaria ITALIANO

NUCLEI

FONDANTI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

Ascolto e parlato

Interagire e

comunicare

verbalmente in

contesti di diversa

natura.

- Prendere la parola negli scambi comunicativi rispettando il proprio turno

-Partecipare alle conversazioni modo pertinente e costruttivo

-Porsi in modo attivo nellascolto mantenendo linteresse e la

concentrazione per ci che gli altri raccontano e leggono

- Comprendere e dare semplici istruzioni su un gioco o unattivit conosciuta

-Comprendere il significato di comunicazioni, conversazioni e

dialoghi

-Ascoltare testi narrativi ed informativi mostrando di saperne

cogliere il senso globale e riesporli in modo comprensibile a chi

ascolta

-Raccontare storie personali o fantastiche rispettando lordine

cronologico ed esplicitando le informazioni necessarie perch il

racconto sia chiaro per chi ascolta.

-Recitare poesie

o Le regole di conversazione in

classe (alzata di mano, rispetto del

turno, non ripetizione

dellintervento, ascolto degli altri)

o Strategie essenziali dellascolto

attivo (corretta postura del corpo,

sguardo verso linterlocutore,

rispetto del silenzio)

o Elementi costitutivi di un testo

ascoltato (personaggi, luoghi,

tempi e situazioni)

o Struttura corretta di semplici frasi

con utilizzo di lessico quotidiano

o Criteri di organizzazione del

discorso nel rispetto della

successione temporale

Lettura

Leggere, comprendere e

analizzare testi

-Padroneggiare la lettura strumentale, sia nella modalit ad alta

voce curandone lespressione, sia in quella silenziosa.

-Prevedere il contenuto di un testo semplice in base ad alcuni

elementi come il titolo e limmagine.

-Leggere e comprendere testi (narrativi, descrittivi, informativi,

regolativi) cogliendo gli scopi e largomento di cui si parla,

individuandone la struttura specifica.

-Leggere e comprendere elenchi, istruzioni, semplici grafici.

-Leggere semplici e brevi testi letterari, sia poetici sia narrativi,

mostrando di saperne cogliere il senso globale.

-Riconoscere alcune specificit del testo poetico (rima, versi,

strofe).

-Leggere autonomamente libri adeguati allet.

-Modalit di lettura silenziosa e ad alta

voce.

-Punteggiatura: punto fermo, virgola,

punto e virgola, punto interrogativo, punto

esclamativo, due punti, punti di

sospensione

-Funzione e scopo del testo: comprensione

dei significati (descrizione, narrazione,

informazione, istruzioni).

-Caratteristiche principali delle diverse

tipologie testuali (testi narrativi,

descrittivi, informativi, regolativi, poetici).

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

23

Scrittura Produrre testi in relazione a diversi

scopi

comunicativi

-Scrivere sotto dettatura, curando lorografia.

-Produrre semplici testi di vario tipo legati a scopi concreti e

connessi a situazioni quotidiane (contesto scolastico e/o

familiare).

-Produrre testi narrativi e descrittivi rispettandone la struttura

specifica.

-Comunicare con frasi semplici e compiute, strutturate in brevi

testi che rispettino le fondamentali conversazioni ortografiche e di

interpunzione.

-Manipolare testi di vario tipo.

- Struttura corretta della frase.

- Struttura del periodo.

-Strategie di scrittura adeguate ai testi da

produrre.

-Principali caratteristiche dei testi di

genere narrativo, descrittivo.

-Principali caratteristiche dei testi poetici e

regolativi.

-Fondamentali conversazioni ortografiche

Acquisire e

ampliare il lessico

ricettivo e

produttivo

Capire ed

utilizzare nelluso

orale e scritto

vocaboli

fondamentali e i

pi frequenti

termini specifici

legati alle

discipline di

studio

-Comprendere in brevi testi il significato di parole non note

basandosi sia sul contesto sia sulla conoscenza intuitiva delle

famiglie di parole.

-Ampliare il patrimonio lessicale attraverso diverse esperienze

scolastiche ed extrascolastiche e attivit di interazione orale e di

lettura.

-Individuare i rapporti semantici tra le parole: sinonimi e contrari

-Usare in modo appropriato le parole man mano apprese.

-Comprendere ed utilizzare parole e termini specifici legati alle

discipline di studio.

-Utilizzare il dizionario

-Strategie per intuire il significato di

parole in base al contesto.

-Lessico specifico relativo ad argomenti

trattati in classe, a discipline di studio e ad

esperienze personali.

- Rapporti semantici tra le parole.

-Modalit di utilizzo del dizionario

Elementi di

grammatica

esplicita e

riflessione sugli

usi della lingua

Rispettare le fondamentali

convenzioni

ortografiche e

riflettere sulla

lingua

-Prestare attenzione alla grafia delle parole nei testi e applicare le

conoscenze ortografiche nella produzione scritta.

-Conoscere e applicare le regole di punteggiatura, anche nelle

diverse forme del discorso diretto e indiretto.

- Confrontare testi per coglierne alcune caratteristiche specifiche

(maggiore e minore efficacia comunicativa, differenza tra testo

orale e scritto..).

-Riconoscere se una frase e minima o no, costituita cio dagli

elementi essenziali (soggetto, verbo, complementi necessari).

-Distinguere e classificare le principali parti del discorso.

-Individuare soggetto e predicato e riconoscere le espansioni

o Convenzioni ortografiche

(maiuscole, doppie, diagrammi,

trigrammi, accento, elusione

scansione, nessi consonanti)

o Segni di punteggiatura (punto

fermo, virgola, punto

interrogativo, punto esclamativo,

due punti)

o Categorie morfosintattiche (articolo, nome, verbo, soggetto,

predicato, frase minima,

espansioni)

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

24

Traguardi formativi CLASSE QUARTA Scuola primaria ITALIANO

NUCLEI

FONDANTI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

Ascolto e parlato

Interagire e

comunicare

verbalmente in

contesti di diversa

natura

-Interagire in modo collaborativo in una conversazione, in un altro

discussione, i un dialogo su argomenti di esperienza diretta,

formulando domande, dando risposte pertinenti.

-Formulare domande precise e pertinenti di spiegazioni e di

approfondimento durante o dopo lascolto.

-Comprendere consegne e istruzioni per lesecuzione di attivit

scolastiche ed extrascolastico.

-Cogliere in una discussione le posizioni espresse dai compagni ed

esprimere la propria opinione su un argomento.

-Ascoltare testi narrativi ed informativi mostrando di saperne

cogliere il senso globale e riempirli n modo comprensibile a chi

ascolta.

-Raccontare esperienze personali o torre inventate organizzando il

racconto in modo chiaro, rispettando lordine cronologico e logico.

-Organizzando un semplice discorso orale su un tema affrontato in

classe con un breve intervento preparato in precedenza o

unesposizione su un argomento di studio, utilizzando una scaletta.

-Le regole della conversazione in

classe.

-Strategie dellascolto attivo.

-Elementi costitutivi di

unesposizione.

-Criteri di organizzazione del

discorso nel rispetto della

successione logica e temporale.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

25

Lettura

Leggere, comprendere

ed analizzare testi di

diverso tipo

- Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura espressiva ad

alta voce.

-Usare nella lettura di vari tipi di testo opportune strategie per

analizzare il contenuto: Porsi domande allinizio e durante la lettura

del testo, cogliere indizi utili a risolvere i nodi della comprensione.

-Sfruttare le informazioni della titolazione, delle immagini e delle

didascalie per farsi unidea del testo che si intende leggere.

-Ricercare informazioni in testi di diversa natura e provenienza

applicando tecniche di supporto alla comprensione (quali ad esempio

sottolineare, annotare, informazioni, costruire mappe e schemi).

-Seguire istruzioni scritte per realizzare prodotti, regolare

comportamenti, svolgere unattivit, realizzare un procedimento.

-Leggere testi narrativi e descrittivi, sia realistici sia fantastici,

individuandone la struttura e cogliendone gli scopi.

-Leggere semplici testi poetici cogliendo e il senso le caratteristiche

formali pi evidenti.

-Modalit di lettura silenziosa e ad

alta voce.

-Principali tipologie testuali: testo

narrativo, descrittivo, informativo,

regolazione e poetico.

-Caratteristiche strutturali delle

diverse tipologie testuali.

-Tecniche di supporto alla

comprensione.

-Peculiarit del testo poetico:

versi, strofe, ritmo, rimango,

allitterazione, similitudine,

metafora

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

26

Scrittura Produrre testi in

relazione a diversi

scopi comunicativi -Produrre racconti scritti di esperienze personali e non, che

contengano le informazioni essenziali relative a persone, luoghi,

tempi, situazioni, azioni.

-Produrre testi descrittivi di oggetti, animali e persone.

-Produrre testi narrativi introducendo parti descrittive, rispettandone

la struttura specifica e Connettivi logici spazio -temporali.

-Esprimere per iscritto esperienze, emozioni, stati danimo sotto

forma di diario, lettera.

-Rielaborare testi (parafrasare o riassumere, trasformare, completare)

-Produrre testi creativi sulla base di modelli dati (filastrocche,

racconti brevi, poesie).

-Produrre testi sostanzialmente corretti dal punto di vista ortografico,

morfosintattiche, lessicale, rispettando i segni di interruzione

-Strategia di scrittura adeguate ai

testi da produrre.

-Struttura di base del testo

narrativo, descrittivo, lettera,

diario, informativo, regolativo,

poetico, riassunto.

-Fondamentali convenzioni

ortografiche.

Acquisire e

ampliare il lessico

ricettivo e

produttivo

Capire e utilizzare

nell uso orale e

scritto vocaboli

fondamentali e i pi

frequenti termini

specifici legati alle

discipline di studio

-Comprendere ed utilizzare in modo appropriato il lessico di base

ampliando il vocabolario personale.

-Arricchire il patrimonio lessicale attraverso attivit comunicativi

orali, di lettura e di scrittura.

-Comprendere ed utilizzare parole e termini specifici di base legati

alle discipline di studio.

-Utilizzare il lessico in rapporto la situazione comunicativa.

Effettuare semplici ricerche su parole ed espressioni presenti nei

testi, per ampliare il lessico duso.

-Utilizzare il dizionario come strumento di consultazione

Strategie per intuire il significato

di parole in base al contesto.

-Omonimi, sinonimi e contrari.

-Termini specifici legati alle

discipline di studio.

-Modalit di utilizzo del

dizionario.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

27

Elementi di

grammatica

esplicita e

riflessione sugli usi

della lingua

Riflettere sulla struttura

e sulle funzioni della

lingua

-Conoscere le fondamentali convenzioni ortografiche e servirsi di

questa conoscenza per rivedere la propria produzione scritta.

-Conoscere i principali meccanismi di formazione delle parole

(parole semplici, derivate, composte).

-Riconoscere lorganizzazione logici-sintattica della frase semplice

(predicato, soggetto e complementi).

-Riconoscere in una frase o in un testo le parti del discorso.

- Fondamentali convenzioni

ortografiche.

- Funzioni e uso delle principali

categorie linguistiche: nomi,

articoli, aggettivi quantificati e

determinativi, pronomi,

preposizioni, congiunzioni, verbo

(modo indicativo).

-La frase minima, il soggetto, il

predicato, i complementi.

-Modalit di costruzione del

lessico (prefissi e suffissi).

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

28

Traguardi formativi CLASSE QUINTA Scuola primaria ITALIANO

NUCLEI

FONDANTI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

Ascolto e parlato

Interagire e

comunicare

verbalmente in

contesti di diversa

natura

-Interagire in modo collaborativo in una conversione, in una

discussione, in un dialogo su argomenti di esperienza diretta,

formulando domande, dando risposte e fornendo spiegazioni ed

esempi.

-Formulare domande di spiegazioni e di approfondimento, precise e

pertinenti durante o dopo lascolto.

-Comprendere consegne e istruzioni per lesecuzione attivit

scolastiche ed extrascolastico.

-Cogliere in una discussione le posizioni espresse dai compagni ed

esprimere la propria opinione su un argomento in modo chiaro e

pertinente.

-Ascoltare e comprendere testi orali diretti o trasmessi dai media

cogliendo e il senso, le informazioni principali e lo scopo.

-Raccontare esperienze personali o storie inventate organizzando il

racconto in modo chiaro, rispettando lordine cronologico e

opportuni elementi descrittivi e informativi.

-Organizzare un semplice discorso orale su un tema affrontato in

classe o unesposizione su un argomento di studio, utilizzando una

scaletta

-Regole della conversazione in

classe.

-Strategie dellascolto attivo.

-Elementi costitutivi di

unesposizione.

-Criteri di organizzazione del

discorso nel rispetto della

successione logica e temporale.

-Criteri di pianificazione di

unesposizione orale

(strutturazione di uno schema,

individuazione di parole chiave,

scelta di supporti visivi di

riferimento).

Lettura

Leggere, comprendere

ed analizzare testi di

diverso tipo

- Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura espressiva ad

alta voce.

-Usare, nella lettura di vari tipi di testo, opportune strategie per

analizzare il contenuto; Porsi domande allinizio e durante la lettura

del testo; cogliere indizi utili a risolvere i nodi della comprensione.

-Sfruttare le informazioni della titolazione, delle immagini e delle

didascalie per farsi unidea del testo che si intende leggere.

-Ricercare informazioni in testi di diversa natura e provenienza

(compresi moduli, orari, grafici, mappe, web) per scopi pratici o

conoscitivi applicando tecniche di supporto alla comprensione (quali,

ad, esempio, sottolineare, annotare informazioni, costruire mappe e

schemi)

-Lettura silenziosa e ad alta voce.

-Strategie per lanalisi testuale.

-Principali tipologie testuali: testo

narrativo, descrittivo, informativo,

regolativo e poetico

-Caratteristiche strutturali delle

diverse tipologie testuali

-Tecniche di supporto alla

comprensione.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

29

-Seguire istruzioni scritte per analizzare prodotti, per regolare

comportamenti, per svolgere unattivit, per realizzare un

procedimento.

-Leggere testi letterari narrativi e semplici testi poetici cogliendone il

senso, le caratteristiche formali pi evidenti, lintenzione

comunicativa dellautore, formulando un giudizio personale.

Scrittura Produrre testi in

relazione a diversi

scopi comunicativi

-Raccogliere le idee, organizzare per punti, pianificare la traccia di

un racconto o di unesperienza.

-Produrre racconti scritti di esperienze personali che contengono le

informazioni essenziali relative a persone, luoghi, tempi, situazioni,

azioni.

-Scrivere brevi articoli di cronaca.

-Esprimere per iscritto esperienze, emozioni, stati danimo sotto

forma di diario, lettere.

Rielaborare testi (ad esempio: parafrasare o riassumere un testo,

trasformarlo, completarlo) e redigerne di nuovi.

-Scrivere semplici testi regolativo o progetti schematici per

lesecuzione di attivit (ad esempio: regole di gioco, ricette).

-Produrre testi creativi sulla base di modelli dati (filastrocche,

racconti brevi, poesie).

-Sperimentare liberamente, anche con lutilizzo del computer,

diverse forme di scrittura, integrando eventualmente il testo verbale

con materiali multimediali.

-Produrre testi sostanzialmente corretti dal punto di vista ortografico,

morfosintattiche, lessicale, rispettando le funzioni sintattiche dei

principi segni interpuntivi

-Strategia di scrittura adeguate ai

testi da produrre.

-Struttura di base del testo

narrativo, descrittivo, regolativo,

poetico.

-Fondamentali convenzioni

ortografiche.

-Tecniche di revisione del testo

Acquisire e

ampliare il lessico

ricettivo e

produttivo

Capire e utilizzare

nell uso orale e

scritto vocaboli

fondamentali e i pi

frequenti termini

specifici legati alle

discipline di studio

--Comprendere ed utilizzare in modo appropriato il lessico di base

(parole del vocabolario e di quello ad alto uso).

-Arricchire il patrimonio lessicale attraverso attivit comunicativi

orali, di lettura e di scrittura e attivando l conoscenza delle principali

relazioni di significato tra le parole (somiglianze, differenze,

appartenenza ad un campo semantico).

-Comprendere che le parole hanno diverse accezioni e individuare

laccezione

Rapporti semantici tra le parole:

sinonimi, contrari, omonimi,

derivati, composti, alterati.

-Termini specifici legati alle

discipline di studio.

-Modalit di utilizzo del

dizionario

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

30

Elementi di

grammatica

esplicita e

riflessione sugli usi

della lingua

Riflettere sulla struttura

e sulle funzioni della

lingua

-Relativamente a testi o in situazioni di esperienza diretta,

riconoscere la variabilit della lingua nel tempo e nello spazio

geografico, sociale e comunicativo.

-Conoscere i principali meccanismi di formazione delle parole

(semplici, derivate, composte).

-Riconoscere lorganizzazione della frase: frase minima, predicato,

soggetto e complementi.

-Riconoscere in una frase o i un testo le parti del discorso, o

categorie lessicali individuandone i principali tratti grammaticali.

-Riconoscere le congiunzioni di uso pi frequente (e, ma, infatti,

perch, quando).

-Conoscere le fondamentali convenzioni ortografiche servirsi di

questa conoscenza per rivedere la propria produzione scritta e

correggere eventuali errori

-Fondamentali convenzioni

ortografiche.

-Funzioni e uso delle principali

categorie linguistiche: nomi,

articoli, aggettivi quantificati e

determinativi, pronomi,

preposizioni, congiunzioni, verbo

(modo indicativo).

-La frase minima, il soggetto, il

predicato, i complementi.

-Modalit di costruzione del

lessico (prefissi e suffissi).

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

31

AMBITO LINGUISTICO - ITALIANO

Scuola Secondaria di primo grado

COMPETENZE

CHIAVE

EUROPEE:

TUTTE

COMPETENZA SPECIFICA: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA

Utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali,

scientifici, economici, tecnologici.

Redigere relazioni tecniche e documentare le attivit individuali e di gruppo relative a situazioni professionali.

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Lalunno interagisce con compagni e docenti attraverso modalit dialogiche sempre rispettose delle regole e attraverso messaggi semplici, chiari e

pertinenti, formulati in un registro adeguato alla situazione.

Ascolta e comprende testi di tipo diverso, ne individua il senso globale, le informazioni implicite e le esplicite.

Espone oralmente allinsegnante e ai compagni argomenti di studio, anche avvalendosi di supporti specifici.

Legge testi letterari di vario tipo (narrativi, poetici, teatrali)

Scrive correttamente testi di tipo diverso (narrativo, descrittivo)

Produce semplici testi multimediali utilizzando linguaggi verbali e non

Rielabora testi parafrasandoli, manipolandoli, completandoli, trasformandoli

Comprende ed usa in modo appropriato le parole del vocabolario di base

Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative al lessico, alla morfologia; utilizza le conoscenze metalinguistiche per

comprendere meglio i significati dei testi e per correggere i propri scritti

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

32

Traguardi formativi CLASSE PRIMA Scuola secondaria di primo grado ITALIANO

NUCLEI

FONDANTI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

Ascolto e parlato

Padroneggiare gli

strumenti espressivi

ed argomentativi

indispensabili per

gestire

linterazione

comunicativa verbale

in vari contesti

o Ascolta testi orali ricavando le informazioni

principali.

o Presta attenzione per il tempo necessario alla

situazione di ascolto ed interviene in una

conversazione o in una discussione di classe o di

gruppo con pertinenza e coerenza.

o Comprende consegne e istruzioni per lesecuzione,

applicando tecniche di supporto alla comprensione.

o Racconta esperienze personali e testi letti secondo un

criterio logico-cronologico utilizzando un lessico

adeguato.

o Riferisce oralmente su un argomento di studio,

utilizzando un registro adeguato.

-Lessico indispensabile per la conduzione di

semplici comunicazioni

in contesti formali e informali.

-Situazione, scopo, destinatario della

comunicazione.

-Codici fondamentali della comunicazione orale

verbale e

non verbale (messaggio, emittente, ricevente,

registro, scopo, punto di vista).

-Le regole del dialogo educativo

(modalit di intervento, turnazione, rispetto dei

tempi, pertinenza).

-Lessico adeguato allet e specifico delle

diverse discipline.

Lettura

Leggere, comprendere

ed interpretare testi

scritti di vario genere.

o Espone un argomento di studio in modo chiaro,

coerente, adoperando un registro adeguato, un lessico

specifico, utilizzando anche mappe, schemi, parole-

chiave

o Usa tecniche di lettura silenziosa e di lettura ad alta

voce

o Legge e comprende semplici testi narrativi e

descrittivi, sia realistici sia fantastici, distinguendo

linvenzione letteraria dalla realt

-Struttura dei testi narrativi, descrittivi e poetici.

-Tecnica di lettura analitica e sintetica.

-Tecniche di lettura espressiva e mette e in

relazioni il significato tra le parole.

Scrittura

Produrre testi di vario

tipo in relazione ai

differenti scopi

comunicativi

o Segue istruzioni scritte per realizzare prodotti,

regolare comportamenti, svolgere unattivit,

realizzare un procedimento

o Ricerca e ricava informazioni esplicite da testi di

diversa natura, applicando tecniche di supporto alla

comprensione (sottolineare, annotare, costruire

mappe, ecc)

o Riformula in modo sintetico le informazioni

selezionate e le riorganizza in modo personale;

-Principali connettivi logici e strutture dei testi

narrativi analizzati.

-Principali generi letterari: narrativi, descrittivi,

poetici.

-Gli elementi strutturali di un testo scritto:

coerenza e coesione

-Uso dei dizionari.

-Modalit tecniche delle diverse forme di

produzione scritta: riassunto, lettera, relazione.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

33

-Le fasi della produzione scritta: pianificazione,

stesura, revisione.

-Reggenza verbale e conoscenza dei legamenti

sintattici.

-Punteggiatura

Acquisizione ed

espansione del

lessico ricettivo e

produttivo

Usare un lessico

appropriato alla

situazione

comunicativa

o Legge e comprende semplici testi letterari di vario

tipo e forma, individuando tema principale e

intenzioni comunicative dellautore

-Lessico appropriato a relazioni di significato tra

le parole.

Elementi di

grammatica

esplicita e

riflessione sugli

usi della lingua

Riflettere sulla lingua

e sulle sue regole di

funzionamento

Usare le fondamentali convenzioni ortografiche e

servirsene per rivedere la propria produzione scritta

Adoperare le principali relazioni di significato tra le parole

Riconoscere ed utilizzare le strutture dei principali tipi

testuali (narrativi, descrittivi, regolativi, espositivi) e le

relazioni fra significati delle parole

Riconoscere i principali meccanismi di formazione delle

parole: derivazione, composizione

Riconoscere lorganizzazione del nucleo della frase

semplice: predicato, soggetto e valenze verbali

Riconoscere in un testo le parti del discorso, le categorie

del lessico, i connettivi sintattici e testuali, i segni

interpuntivi e la loro funzione specifica, gli elementi

basilari di una frase

Individuare e usare in modo consapevole modi e tempi del

verbo.

-Strategie di scrittura adeguate al testo da

produrre.

-Regole ortografiche e le principali strutture

grammaticali della lingua italiana: le parti

variabili e invariabili del discorso.

-Transitivit e intransitivit del verbo.

-Regole della punteggiatura e funzioni sintattiche

e semantiche.

-Principali meccanismi di formazione e

derivazione delle parole.

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

34

Traguardi formativi CLASSE SECONDA Scuola secondaria di primo grado ITALIANO

NUCLEI

FONDANTI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

Ascolto e

parlato

Padroneggiare gli

strumenti espressivi ed

argomentativi

indispensabili per

gestire linterazione

comunicativa verbale in

vari contesti

Attivare un ascolto mirato

Applicare tecniche di supporto alla comprensione per

cogliere informazioni principali e secondari

Comprendere testi di uso quotidiano (racconti, trasmissioni

televisive, istruzioni) e riorganizzare le informazioni

raccolte

Rielaborare oralmente la struttura informativa di una

comunicazione orale in modo chiaro, esauriente e con un

lessico adeguato

Riferire su un argomento di studio, seguendo un ordine

coerente e usando un registro adeguato allargomento e alla

situazione

-Lessico fondamentale della comunicazione

orale (formale ed informale)

-Elementi della comunicazione: emittente,

destinatario, codice, contesto

-Strategie dellascolto finalizzato e dellascolto

attivo di testi orali

-Strumenti per organizzare informazioni

-Avvio allascolto critico di testi espositivi e di

uso quotidiano

-Rispetto delle regole della conversazione

Lettura

Leggere, comprendere e

interpretare testi scritti

di vario tipo

Leggere in modo silenzioso applicando tecniche di supporto

alla comprensione, quali sottolineature, note a margine,

appunti.

Leggere ad alta voce usando pause e intonazioni per seguire

lo sviluppo del testo e permettere a chi ascolta di capire

Leggere e comprendere testi di vario tipo (narrativi,

descrittivi, realistici e fantastici), sia a voce alta, in modo

espressivo, sia con lettura silenziosa e autonoma

cogliendone il significato globale e individuandone le

principali caratteristiche

Ricerca e ricava informazioni esplicite ed implicite da testi

di diversa natura, per scopi pratici o conoscitivi, applicando

tecniche di supporto alla comprensione

-Caratteristiche, struttura e finalit dei seguenti

generi letterari: testi narrativi, descrittivi e

poetici

-Tecniche di lettura analitica, sintetica ed

espressiva

-Strategie di lettura silenziosa e tecniche di

miglioramento dellefficacia quali la

sottolineatura e le note a margine

Scrittura

Produrre testi di vario

tipo, in relazione ai

differenti scopi

comunicativi

Produrre vari testi di uso: narrativo, espositivo, espressivo e

poetico, rispettando: coerenza e coesione, correttezza

ortografica e sintattica, propriet lessicale

-Caratteristiche e struttura dei generi studiati:

fantastico, fantascientifico, davventura,

umoristico, realistico, horror, giallo e fantasy

-Caratteristiche e struttura delle diverse forme

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

35

Realizzare strutture creative in prosa e in versi o manipolare

testi

di produzione scritta: diario, lettera, riassunto e

relazione

-Fasi fondamentali della produzione scritta:

pianificazione con mappe o scalette, stesura,

auto correzione

Acquisizione ed

espansione del

lessico ricettivo

e produttivo

Riflettere sulluso e

sullampliamento del

proprio vocabolario

Ampliare il proprio patrimonio lessicale con luso costante

di pi tipi di vocabolari, anche on-line

Leggere tutte le definizioni (non fermarsi alla prima) per

risolvere problemi o dubbi linguistici

Fare scelte lessicali ad ogni tipo di comunicazione, agli

interlocutori e al tipo di testo

-Uso di strumenti di consultazione

-Lessico fondamentale per la gestione di

semplici comunicazioni orali in contesti

formali e informali

Elementi di

grammatica

esplicita e

riflessione sugli

usi della lingua

Riflettere sulla lingua e

sulle sue regole di

funzionamento

Riconoscere la struttura di una frase

Analizzare la frase semplice secondo le funzioni dei suoi

diversi elementi

Usare in modo appropriato i connettivi sintattici e testuali, i

segni di interpunzione e il lessico

Cogliere levoluzione della lingua italiana, attraverso

lanalisi di alcune parole che testimoniano il processo

evolutivo del lessico duso

-Principali strutture grammaticali della lingua

italiana:

-regole ortografiche

-sintassi della frase semplice

-strategie di scrittura adeguate al testo

da produrre

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

36

Traguardi formativi CLASSE TERZA Scuola secondaria di primo grado ITALIANO

NUCLEI

FONDANTI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

Ascolto e

parlato

Interagire negli scambi

comunicativi utilizzando

gli strumenti espressivi e

argomentativi.

Le strategie dellascolto:

- attivare un ascolto mirato in classe

- affrontare molteplici situazioni comunicative scambiando

informazioni, idee ed esprimendo il proprio punto di vista

- cogliere le relazioni logiche tra le varie componenti di un

testo orale

- partecipare ad una discussione rispettandone le regole

- individuare il punto di vista dellaltro in contesti formali ed

informali

-distinguere informazioni esplicite ed implicite

Le strategie del parlato:

-esporre in modo chiaro la propria esperienza

- utilizzare la terminologia specifica delle materie di studio

- usare i connettivi sintattici e logici nella produzione verbale

-arricchire i propri interventi con elementi descrittivi sia

soggettivi sia oggettivi

-Le strutture grammaticali della lingua italiana

-Lessico fondamentale della comunicazione orale

(formale ed informale)

-Ascolto e decodifica dei messaggi

-Il parlato nelle situazioni programmate: il

dibattito, le interrogazioni, la relazione

-Tecniche di scrittura relative allascolto: scalette e

appunti

Lettura

Leggere e comprendere

testi scritti di vario

genere

Leggere in modo espressivo testi noti e non,

cogliendone il significato globale e individuandone

le principali caratteristiche.

Individuare i connettivi linguistici che scandiscono

la struttura cronologica e logica di un testo

Utilizzare in modo funzionale gli elementi

paralinguistici per la comprensione dei testi

Leggere testi di vario genere ed esprimere articolati

pareri personali su di essi.

Riconoscere le diverse tipologie testuali studiate:

testo descrittivo, regolativo, narrativo,

espositivo/informativo ed argomentativo

Comprendere il contenuto di un testo poetico,

riconoscendone la struttura formale

-Caratteristiche, struttura e finalit delle seguenti

tipologie testuali: il racconto fantastico,

fantascientifico, giallo, horror, realistico-sociale,

psicologico

-Le caratteristiche di un testo letterario in prosa:

sequenze, trama e intreccio, tempo, spazio,

personaggi

-Il testo poetico: struttura, elementi essenziali di

metrica (struttura delle rime, articolazione delle

strofe, riflessione su significante e significato)

-Le figure retoriche studiate

-Storia della letteratura italiana da fine Settecento

al Novecento e brani di alcuni dei principali autori

-Contesto storico di riferimento di autori ed opere

studiate

Curricolo dIstituto Istituto Comprensivo John Dewey San Martino in P., Portocannone, Ururi

37

Parafrasare, analizzare e commentare un testo

poetico noto.

-Tecniche di lettura analitica, sintetica ed

espressiva

Scrittura

Produrre e rielaborare

testi di vario tipo, in

relazione a scopi diversi

Produrre testi esaurienti, chiari, coerenti e coesi. Produrre testi di diverso genere utilizzando strutture

e caratteristiche studiate.

Ricavare informazioni specifiche da varie fonti Selezionare i dati raccolti in funzione del testo da

produrre

Ordinare e collegare le informazioni selezionate Organizzare le fasi necessarie per la stesura e la

revisione di un testo

Ricavare appunti da un testo scritto e rielaborarli

-Le strutture grammaticali della lingua italiana

(ortografia, punteggiatura, parti del discorso,

lessico e sintassi)

-Uso dei principali connettivi logici

-Tecniche per elaborare testi chiari e coerenti

(scaletta, controllo e rilettura)

-Strategie e modalit per prendere appunti in modo

efficace

-Produzione creativa delle varie tipologie testuali

(racconto fantastico, horror, fantascientifico,

realistico, psicologico, poesia)

-Produzione di articoli giornalistici di cronaca, di

commento e recensioni

-Uso del dizionario

Acquisizione ed

espansione del

lessico ricettivo

e produttivo

Riflettere sulluso e

sullampliamento del

proprio vocabolario

espressivo

Ampliare sulla base di varie esperienze, letture ed attivit

specifiche, il proprio patrimonio lessicale cos da

comprendere e utilizzare un vocabolario complesso

Utilizzare i dizionari

Riconoscere e utilizzare le principali strutture della

lingua italiana relativamente all'analisi del periodo

-Conoscenza delle tipologie lessicali per la

gestione di comunicazioni orali in contesti formali

e informali

-Conoscenza delle principali strutture della lingua

italiana relativamente all'analisi del periodo

-Conoscenza del lessico necessario a una gestione

autonoma di comunicazioni o