Csi Insieme N°18

Click here to load reader

  • date post

    07-Apr-2016
  • Category

    Documents

  • view

    217
  • download

    0

Embed Size (px)

description

Titoli: Il Tour delle Regioni: il CSI incontra il territorio - Tre nuovi arrivi e un addio per gli arbitri di calcio - Gorzone, Bienno e Rogno le novità del 2015 per l’atletica CSI - Lo sport disabili camuno in convegno all’oratorio di Angolo.

Transcript of Csi Insieme N°18

  • 17 Febbraio 2015

    Il Tour delle Regioni:il CSIincontra il territorio

    Tre nuovi arrivie un addioper gli arbitri di calcio

    Gorzone, Biennoe Rognole novit dellatletica

    Lo sport disabiliin convegnoalloratorio di Angolo

  • 1 7 F E B B R A I O 2 0 1 52

    Il Tour delle regioni:il CSI incontra il territorio

    AZZERARE LA DISTANZA CON LA PRESIDENZA NAZIONALE

    er il Csi tempo di riparten-za. Dopo aver effettuato il Tour delle regioni nel 2009 e Casa Comitato nel 2010

    e 2011 la Presidenza na-zionale del Csi si rimet-te in viaggio per la terza volta negli ultimi 7 anni. Nei prossimi 8 mesi gire-r lItalia incontrando tutti i comitati territoriali del Csi (sono 142 in tutta Italia) e molti delegati delle societ sportive. Un impegno este-nuante che costituisce una priorit per il numero uno dellente Massimo Achini e per tutti i componenti del-la Presidenza nazionale. Non abbiamo dubbi nel dire che la parte pi bella e significativa della nostra associazione, abiti sul ter-ritorio - dichiara il presiden-te del Csi -. nei comitati provinciali e nelle societ sportive che migliaia di vo-lontari si impegnano ogni settimana per realizzare la nostra mission, ovvero educare alla vita attraver-so lo sport. l che il Csi batte e pulsa. Le strutture regionali e nazionali devono essere strutture di servizio e non di potere associativo. Devono essere strutture che aiutino i singoli comitati provin-ciali e le rispettive societ sportive a fare meglio il loro servizio educativo. Rispetto al Coni, facciamo una scel-ta diversa - prosegue Achini -. Per

    P noi i comitati provinciali non vanno chiusi ma vanno valorizzati in ogni modo possibile. Ecco perch la Pre-sidenza nazionale si mette in cam-

    mino e andr nuovamente a casa dei comitati per incontrare dirigen-ti e societ sportive che l operano quotidianamente. C, dunque, vo-glia di ascoltare, mettersi al servizio, raccogliere in varie latitudini critiche e suggerimenti. Soprattutto - prose-gue Achini - vogliamo azzerare la di-

    stanza tra la Presidenza nazionale e la periferia associativa. A fare grande ogni giorno il Csi non sono i dirigenti nazionali, ma tutti quelli che operano

    sul territorio nei comitati e nelle societ. Non dob-biamo mai dimenticare ci. Il Giro dItalia parte dal nord e precisamen-te dalla Lombardia con la tappa del 18 marzo. Il giorno dopo sar la vol-ta della Liguria. Poi man mano i traguardi in tutte le altre regioni italiane. Un altro importante tour quello che per il terzo anno consecutivo viene realizzato per la forma-zione permanente della classe dirigente del Csi. Anche in questo caso lintera penisola attra-versata con incontri re-gionali che coinvolgono un migliaio di dirigenti as-sociativi. Con la stessa filosofia di non fare del-la Presidenza nazionale il centro del Csi, di es-sere pi in ascolto e vi-cini alla gente e alle esi-genze territoriali. Tre giri

    dItalia in 7 anni non sono pochi. Ra-ramente si ricorda un impegno cos concreto di ascolto e dialogo perma-nente con il territorio. unoccasio-ne da non perdere - conclude Achini -, perch costruire insieme il futuro lunica via che interessa al Csi.

    Danilo Vico

  • 3PRIMA PAGINA

    Mondonico un calcione allalcolper risalire la china

    IL MONDO ALLENA UNA SQUADRA DI EX ALCOLISTI

    miliano Mondonico lo cono-sciamo tutti: per la sua gran-de abilit in panchina, per aver portato in alto squadre anche

    piccole, riuscendo a far leva sui valo-ri umani dei suoi ragazzi. Il Mondo, come lo chiamano nel gergo sporti-vo, infatti, prima ancora che abilis-simo stratega, campione di umanit: da sempre si distingue per iniziati-ve legate alla solidariet, in grado di coinvolgere ragazzi meno fortunati di quelli che ha allenato lui in Serie A: da Vialli a Stromberg, fino a Scifo.Lo fa senza clamori, cercando di ba-dare al sodo: come adesso, che di-ventato testimonial degli oratori ita-liani e si messo ad allenare una squadra di ragazzi ex alcolisti, che sono riusciti a risalire dal tunnel del-la disperazione. Daltronde il tecnico un esperto di come risalire la chi-

    na quando si tocca il fondo: nel 2011 venne colpito da un tumore alladdo-me che lo costrinse ad abbandonare la panchina. Ma dopo due operazio-ni riusc a sconfiggere il male e que-sta traumatica esperienza lo convin-se ancor pi a riversare tutto il bene che aveva ricevuto in quei mesi ter-ribili ai ragazzi meno fortunati.Con i suoi ragazzi, che allena ogni settimana, Mondonico ha partecipato ai Campionati del mondo dei senza tetto. Ha pure raccontato il suo rap-porto speciale con uno di questi ra-gazzi, Matteo, che ha risalito gradino per gradino il tunnel in cui era precipi-tato. Lui, ormai in astinenza da quasi 1.300 giorni, ha avuto la spinta deci-siva a risollevarsi dopo lincontro col tecnico di Rivolta dAdda. Mi ha fat-to scoprire lo sport, insegnandomi che ci sono delle regole da rispetta-

    re - ha detto di Mondonico il ragazzo. Al primo allenamento con lui, per la prima volta non mi sono sentito solo. Quellora che trascorro col mister mi aiuta a credere nei miei mezzi e ad avanzare lungo la strada dei valori che contano. S, perch parte del-la terapia creata dal centro di alcolo-gia di Rivolta diretto da Giorgio Ce-rizza consiste proprio in allenamenti e partite guidate in panca dal gran-de Emiliano. I suoi calciatori sgob-bano come se dovessero affrontare la Champions: ci sono ragazzi, ma anche uomini e donne che si affida-no con fiducia al Mondo: lui fischia e gesticola come faceva ai tempi di Vialli e della Cremonese dei miraco-li. Ho voluto dare una mano, ma li tratto da squadra vera - aveva detto il tecnico al Corriere della sera ai pri-mi tempi della sua esperienza -: non un passatempo n per loro n per me, o un modo per mettermi la co-scienza a posto. Soltanto, ho sco-perto la forza del volontariato. Una forza travolgente, quella dello sport, che secondo il navigato allenatore lombardo pu davvero aiutare questi ragazzi: in fondo la cura pu partire davvero dal campo, dove il calcio ri-chiede grandi sacrifici, che per non sono nulla rispetto a quelli che devo-no affrontare con i medici.Limpegno sportivo serve ad allena-re muscoli e cervello, a temprarli per superare le prove pi difficili, a capire che, se ci si pone degli obiettivi, tutti insieme ce la si pu fare, con forza di volont e gioco di squadra.

    Leo Gabbi

    E

  • 1 7 F E B B R A I O 2 0 1 54

    Tre nuovi arrivi e un addioper il gruppo aribtri di calcio del CSI

    CSI CAMUNO IN LUTTO PER LA MORTE DI G.PIETRO CARNITI

    i sta concludendo il percor-so di formazione di tre nuo-vi arbitri di calcio del CSI di Vallecamonica; dopo le se-

    rate dedicate al regolamento e alle regole associative manca solamen-te il test finale per ottenere la quali-fica di arbitro. Da qualche anno non si riscontrava unadesione di questa

    S consistenza al corso arbitri di calcio; non sono numeri rilevanti, soprattutto se confrontati con le esigenze dellat-tivit calcistica, comunque non sono da disprezzare. Il percorso di forma-zione prevede il cosiddetto periodo di prova, un periodo in cui dovreb-bero essere seguiti da vicino da tu-tor ovvero da colleghi esperti per

    aiutarli nella cre-scita. Al termine di questa prova acquisiranno de-finitivamente la qualifica di arbi-tri di Comitato. Abbiamo usato il condizionale perch le forze a disposizione sono limitate ed difficilissi-mo trovare de-gli arbitri dispo-nibili a seguire la formazione sul campo dei neo entrati; la neces-sit di coprire tut-ti gli incontri in calendario non permette di ave-re arbitri liberi e quindi il tutorag-gio spesso resta solo sulla carta. Se da una parte il CSI di Valleca-monica gioisce per larrivo di tre nuovi arbitri il no-

    stro Comitato piange la morte di Gian-petro Carniti da diversi anni arbitro di calcio morto, dopo una lunga malattia, nei giorni scorsi. Mancher sui terreni di gioco il suo volto affilato illuminato sempre dal sorriso, la sua disponibilit a confrontarsi sempre con i giocatori e il mettersi al servizio dellassocia-zione non solamente per dirigere gli incontri di calcio. stato un anima-tore sportivo a 360 gradi; prima diri-gente di societ sportiva, poi arbitri di calcio e infine educatore sportivo per i pi piccoli impegnati nellattivit polisportiva del CSI. Ci mancheran-no la sua cordialit e la sua allegria. Alla famiglia vanno le condoglianze del Comitato CSI di Vallecamonica, del gruppo arbitri e della commissio-ne tecnica calcio ma anche quello espresso da giocatori ed allenatori che hanno avuto la fortuna di cono-scerlo. Ti sia lieve la terra.

  • 5ATTIVITA SPORTIVA

    Gorzone, Bienno e Rognole novit della Coppa Camunia 2015

    DEFINITO IL CALENDARIO PODISTICO PRIMAVERILE DEL CSI

    lcuni aggiustamenti dellultima ora e il calendario della Coppa Camunia 2015 finalmente pronto; come annunciato lav-

    vio della fase primaverile del circuito podistico affidato alla Corsa del-le Santelle organizzata dallOratorio di Gorzone. una delle novit intro-dotte nel calendario del CSI anche se Gorzone non nuovo nellorga-nizzazione di tappe della Coppa Ca-munia. Fino a qualche anno fa infatti era la camminata di Sciano ad apri-re la stagione podistica ora debutta questa camminata di 8 chilometri in programma domenica 1 marzo. Allul-

    A

    timo momento rinuncia alla prova di campionato Pellalepre quindi i podi-sti del CSI da marzo passano diret-tamente al mese di aprile con tre ap-puntamenti. Confermatissima, e non poteva essere diversamente, la Tre campanili di Artogne in programma luned 6 aprile seguita, domenica 12, dalla new entry della Corri nel bor-go di Bienno. Anticipato di una setti-mana il Trofeo Sergio Fiora ad Ango-lo che si disputa domenica 19 aprile

    per evitare la quasi concomitanza con la Sarnico-Lovere. Ritorna nel circuito del CSI camuno la marcia delle viole organizzata a Rogno ve-nerd 1 ma