CSI Insieme 19 - 2013

download CSI Insieme 19 - 2013

of 20

  • date post

    19-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    224
  • download

    0

Embed Size (px)

description

CSI Insieme N° 19 – Titoli: Papa Benedetto, gli auguri di tutto il CSI - Il CSI confermato nella Giunta del Coni - Sci Cai Edolo campioni di sport e amicizia - Il tennistavolo verso la finale regionale

Transcript of CSI Insieme 19 - 2013

  • C E N T R O S P O R T I V O I T A L I A N O

    ValleCamonicaPapa Benedetto, gli auguridi tutto il CSI

    Il CSI confermatonella Giunta del Coni

    Sci Cai Edolocampioni di sporte amicizia

    Il tennistavoloverso la finale regionale

    26 Febbraio 2013

  • 2Il suo insegnamento della Verit ha illuminato anche i campi da gioco

    Caro Papa Benedetto,gli auguri di tutto il CSI

    Caro Papa Benedetto, so che dovrei chiamarti Santit e non

    solo per rispetto del protocollo, ma perch la parola santit forse la pi appropriata a riassumere il sen-so profondo della tua missione, per come lhai condotta e per come la porti a compimento, per quanto hai non solamente predicato ma anche testimoniato con i tuoi tratti miti e for-ti, con il tuo sguardo puntato su Dio e insieme teneramente rivolto a tutti, e con il tuo sorriso umile e gentile. Devo per chiamarti caro Papa per-ch non trovo un modo pi intenso, lieto e rispettoso per dirti la disarman-te semplicit del bene, immenso, che ti vuole il popolo del Csi. Caro Papa, ti vogliamo bene! A nome di ogni persona che vive la nostra affascinante avventura edu-cativa nello sport seguendo la visio-ne cristiana delluomo e del mondo, voglio ringraziarti per il bene che ci hai fatto con la tua guida universa-le, capace di tracciare orizzonti del-la fede cos ampi e luminosi da non lasciarci risucchiare in piccoli e oscu-ri anfratti di nostre meschinit e par-ticolarismi. Il tuo insegnamento della Verit e il tuo continuo additare il vero Maestro ha illuminato anche i campi di gioco e le nostre organizzazioni e iniziati-ve; non soltanto quando hai parlato di sport, ma sempre, nei tuoi interventi volti a promuovere la grandezza e la dignit di ogni persona nellincontro con Cristo, un incontro che hai sem-pre presentato come ragionevole, illu-minato dalla Grazia divina, pienamen-

    te umano e soprattutto felice. Il dono che vorrei consegnarti a nome del Csi allora semplicemente lassicurazio-ne che continueremo con impegno a seguire il bene che ci hai indicato. Voglio poi trasmetterti con tutto il cuo-re il bene che ti auguriamo, anzi che chiediamo a Dio per te nella preghie-ra. il bene che tu hai dichiarato con inequivocabile chiarezza e fermez-za come lunica motivazione che ti ha mosso nella tua scelta ultima, coe-rente coronamento di tutta la tua vita spesa cos: il bene della Chiesa! Tu sei Pietro, e per mandato divino conosci e servi il bene della Chiesa al di sopra di chiunque altro.

    Noi accogliamo con fede il tuo discer-nimento e offriamo la nostra piccola parte per il bene della Chiesa: anche attraverso limpegno sportivo-edu-cativo proviamo a crescere giovani donne e uomini nellautenticit dei valori umani e cristiani, costruttori di pace e portatori di speranza, diven-tando anche noi sempre pi veri in-sieme a loro. Per il bene della Chiesa ci affidiamo allora alla tua preghiera, ora forse pi nascosta ma non meno inten-sa ed efficace per il mondo intero. Caro Papa, ci aiuti ancora a diven-tare santi?

    Massimo Achini

  • 2 6 F E B B R A I O 2 0 1 3

    3

    Massimo Achini eletto in rappresentanza degli Enti di promozione sportiva

    Il CSI confermatonella giunta nazionale del Coni

    Nei giorni scorsi ho ricevuto tantissimi messaggi di con-

    gratulazioni per lelezione nella Giunta nazionale del Coni. Non riuscendo a rispondere indi-vidualmente a ciascuno, scrivo a tutta lassociazione per ringrazia-re dellaffetto e della vicinanza in questa avventura. Come sapete, nella Giunta nazionale del Coni, a sedersi sar tutta lassociazio-ne. Non finir mai di ribadire e di convincermi del fatto che il meri-to di questa grande impresa della storia e del territorio.A fare la differenza stata la storia e lau-torevolezza del Centro Sportivo Italiano ed stato lo straordina-rio lavoro che viene svolto quoti-dianamente su tutto il territorio e in ogni Comitato. Non nascondo che questa volta non stato fa-cile! Siamo arrivati alla rielezione

    mantenendo coerenza e chiarez-za di atteggiamento in ogni istan-te di questa complessa e delicata tornata elettorale. Di questo dob-biamo essere orgogliosi e soddi-sfatti. Ora si apre una grande pos-sibilit. Il Coni vivr in questi anni una fase di rinnovamento di por-tata storica. Avere la fortuna di essere nella Giunta nazionale del Coni ci per-metter di vivere tutto questo da protagonisti, mettendo a servizio di tutto il sistema sportivo italia-no la nostra esperienza e la no-stra passione educativa. In que-sto quadriennio siamo chiamati a dare, nel Coni nazionale, il meglio di noi. E evidente a tutti, infatti, che dopo questi due mandati unulte-riore conferma del Csi nellimme-diato futuro sar molto difficile per non dire impossibile. Dunque, in

    questo quadriennio, ci giochiamo tanto della nostra possibilit di in-cidere nel sistema sportivo italia-no. Da parte mia posso garanti-re quattro cose: Tutto limpegno ed entusiasmo nel vivere questo servizio in questi anni, mettendo a frutto lesperienza maturata nel primo quadriennio. Limpegno a realizzare un coordinamento co-stante e permanente con tutti gli amici del Csi eletti nelle Giunte e nei Consigli regionali. Il fare squadra sar la nostra forza per dare incisivit alle politiche che ci stanno a cuore. Il tenere costan-temente informata tutta lassocia-zione sui lavori della Giunta e del Consiglio nazionale del Coni.As-sumere con convinzione limpe-gno di rappresentare nella Giunta tutti gli Enti di Promozione Sporti-va. Con lumilt di sempre, credo sia giusto in queste ore festeggia-re con tutta lassociazione questa conferma come grande risultato davvero di tutti e di ciascuno. Ora non resta che rimboccarci le maniche per valorizzare al meglio questa opportunit, cercando di incidere in termini educativi in tut-to il sistema sportivo italiano. La cosa che mi d forza e coraggio quella di sapere che non sono solo. Sento vicino a me ciascuno di voi e tutta lassociazione. Nella certezza di sapere di poter conta-re sulla vostra amicizia, vi saluto con laffetto di sempre.

    Massimo Achini

  • 4Sport in festa 2013 in programma dal 12 al 14 e dal 26 al 28 aprile

    Appuntamento a Sirmioneper lo sport giovanile del CSI

    Sirmione e il lago di Garda, eletti ormai a capitale dello sport poli-

    sportivo giovanile del CSI Lombardia, sono pronti ad accogliere lennesi-ma edizione del Meeting polisporti-vo regionale. Sport in festa anche questanno propone due momenti di-stinti, dal 12al 14 aprile saranno pro-tagoniste le categorie allievi, juniores e top junior, dal 26 al 28 aprile tocche-r agli under 10, 12 e 14 cimentarsi nellappuntamento del CSI lombardo. Le discipline di squadre previste per la manifestazione di Sirmione sono il calcio a 5 e a 7 giocatori, la palla-canestro e la pallavolo, a queste si aggiunge anche il calcio a 5 per at-leti diversamente abili. Il programma di massima della fe-sta polisportiva si apre venerd 12 aprile con laccoglienza degli atleti e la sistemazione negli alloggi, quindi in serata linaugurazione. Al mattina di sabato il via allattivit polivalen-te prevista dagli organizzatori e nel pomeriggio i primi incontri sportivi di squadra. La festa dellamicizia, con animazio-ne musicale e degustazione Eno-Gastronomica di prodotti tipici offer-ti dalle societ sportive partecipanti, conclude la giornata di sabato. Il ter-zo ed ultimo giorno del meeting gio-vanile caratterizzato dagli ultimi in-contri sportivi, la celebrazione della S. messa e le premiazioni. Simile il programma di massima predisposto per gli under 10, 12 e 14 che inizieranno la loro festa ve-nerd 26 aprile per concluderla due

    giorni dopo. Le societ sportive pos-sono iscrivere alla festa regionale del CSI al dai 9 ai 12 atleti nel calcio a 7 e nella pallavolo, dai 4 agli 8 at-leti nella pallacanestro 3vs3 e dai 7 ai 10 atleti nel calcio a 5. Il numero massimo di accompagnatori ufficiali di 1 ogni 4 (o frazione di 4) atleti/e partecipanti. Ogni Comitato deve nominare un proprio responsabile/referente che responsabile del comportamento e degli atteggiamenti dei propri atle-ti. La partecipazione degli accompa-gnatori Extra sar accettata in misura di 1 ogni 5 atleti iscritti per ciascuna squadra e comunque compatibilmen-te con i posti disponibili; gli accom-pagnatori extra dovranno essere re-golarmente tesserati. Non sono previsti mezzi di traspor-to da parte dellorganizzazione quin-di ogni squadra partecipante deve essere autosufficiente per i trasferi-menti tra le sedi dei diversi momenti della manifestazione stessa, diversa-mente non sar accetta liscrizione. La quota di partecipazione a carico dei partecipanti di 92 euro per gli under 10, 100 euro per gli under 12, 105 euro per gli under 14, 110 euro per allievi, juniores e diversamente abili e 115 euro per top junior e ac-compagnatori ufficiali. Per i partecipanti da 0 a 2 anni non prevista nessuna quota, dai 2 ai 5 anni 40 euro mentre gli accompa-gnatori extra pagheranno 125 euro. Le squadre che intendono parteci-pare a Sport in Festa 2013, devono

    rivolgersi al Comitato di appartenen-za e versare un anticipo di 800 euro (400 euro per Pallacanestro 3 vs 3) alla Presidenza Regionale entro il 28 febbraio prossimo. Le iscrizioni non accompagnate da tale anticipo non saranno prese in considerazione. Il pagamento del saldo delle quote di partecipazione potr essere effettua-to tramite bonifico bancario, assegno bancario o circolare il giorno 6 apri-le presso la segreteria regionale ad Agrate Brianza o direttamente pres-so la segreteria della manifestazio-ne allestita presso il Garda Village a Sirmione. Da ricordare ancora che non sono ammesse deroghe sulle et di par-tecipazione degli atleti, tutti i parteci-panti devono essere in regola con il tesseramento per lanno sportivo in corso e per esigenze organizzative (disponibilit impianti, strutture dei calendari, ecc.), facolt della Pre-sidenza Regionale utilizzare criteri preferenziali per la