CSI Insieme 18 - 2013

download CSI Insieme 18 - 2013

of 26

  • date post

    24-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    228
  • download

    5

Embed Size (px)

description

Titoli: Lettera aperta ai candidati Presidente della Regione - Le date dello speed down - Nello sci la prima vittoria del Free Mountain - Il ricco menù della formazione

Transcript of CSI Insieme 18 - 2013

  • C E N T R O S P O R T I V O I T A L I A N O

    ValleCamonicaLettera apertaai candidati Presidentedella Regione

    Le datedello speed down

    Nello scila prima vittoriadel Fre Mountain

    Il ricco mendella formazione

    19 Febbraio 2013

  • 2 Innanzitutto limpegno a ritrovare la strada per educare i giovani alla vita

    Lettera aperta ai candidati alla regione Lombardia

    Carissimo/a , le scriviamo per condividere una riflessione im-

    portante e per chiederLe di assumer-si pubblicamente alcuni impegni. La riflessione chiara e diretta. A nostro parere oggi c una sola partita che nessuno pu permettersi di perdere: quella di ritrovare la strada per edu-care i giovani alla vita. Tra i mille pro-blemi che la societ di oggi si trova ad affrontare leducazione deve re-stare la priorit. Lei condivide questa centralit del-la questione educativa, ben indica-ta dalla Chiesa italiana come la gran-de sfida per il decennio 2010 - 2020? Immaginando di s ci permettiamo di farle una seconda domanda. Lei convinto che lo sport possa esse-re uno strumento straordinariamente prezioso in termini educativi? Lei consapevole del fatto che in Lombardia ci sono 10mila societ sportive che sono vere agenzie edu-cative? Lei ha chiaro che il 53 per cento del volontariato costituito dal-le migliaia dirigenti e allenatori delle societ sportive che(gratuitamente) dedicano almeno 8 ore alla settima-na ai ragazzi (in Italia la stima Cen-sis parla di oltre 3,5 miliardi di euro di lavoro volontario). Perdoner il modo diretto e schietto di porLe queste do-mande. Da tempo ci troviamo di fron-te ad unequazione irrisolvibile. Da un lato abbiamo la realt delle societ sportive che rappresentano un patri-monio di umanit straordinario per la societ di oggi. Si tratta del presidio pi diffuso capillarmente sul territorio (non esiste comune o periferia dove

    non ci sia una societ sporti-va). Dallaltro abbiamo il mon-do delle Istitu-zioni che trop-po spesso (non sempre) finisce per sottovaluta-re se non igno-rare la realt dello sport. Ab-biamo bisogno, oggi, di certez-ze e di speran-za. Troppe volte siamo stati abi-tuati alla politi-ca delle pacche sulle spalle. In vista della tornata elet-torale, improvvisamente, i candidati si ricordano del mondo dello sport di base dicendo che: siamo bravi, meno male che ci siamo ecc..., sal-vo poi misteriosamente dimenticar-si di questo universo positivo per tutto il resto del mandato. Le societ sportive, oggi, tirano avanti tra mille difficolt e hanno bisogno di vedere riconosciuto il loro ruolo educativo e sociale. Proprio per questo ci siamo permessi di scrivere a tutti i candidati alla guida della Regione. Con umilt e per il bene dei ragazzi e dei giova-ni Le chiediamo: Possiamo contare sul fatto di avere un Presidente vici-no al mondo dello sport, alle societ sportive di base e pronto a fare della sfida educativa una delle priorit del suo mandato?. Avere rassicurazioni in questa direzione sarebbe straordi-

    nariamente importante. A partire dalle cose semplici e concrete. Sappiamo bene che le risorse economiche di-sponibili sono ridotte e per noi non questo il problema. La vera questio-ne vedere riconosciuta la dignit delloperato delle societ sportive di base e veder valorizzato il loro ruolo educativo e sociale. La vera questio-ne superare la logica della sempli-ce politica sportiva per parlare insie-me di politiche (educative, sanitarie, sociali, di integrazione...) attraver-so lo sport, partendo dallidea che le societ sportive possono offrire un contributo prezioso a tutte le politi-che che hanno come denominato-re comune la centralit delluomo. La vera questione regalarci un as-sessore regionale allo sport compe-tente e preparato, evitando la vec-chia abitudine di assegnare questo assessorato a qualcuno che ambi-

  • 1 9 F E B B R A I O 2 0 1 3

    3

    Domenica 24 febbraio si corre a Villa Guardia

    Il cross regionalechiude a Como

    va a ben altro e che, come contenti-no, si ritrova a svolge questo ruolo. La vera questione sostenere le so-ciet sportive con interventi piccoli, semplici, possibili, concreti? La vera questione lavorare insieme (mondo dello sport e istituzioni) per laumen-to del tasso di pratica sportiva nella nostra regione. Non a caso qualcu-no diceva che il grado di civilt di un Paese si misura anche in base alla diffusione della pratica sportiva tra i suoi cittadini. Da questo punto di vi-sta sentiamo lorgoglio e la respon-sabilit di far parte della Regione che ha il maggior numero di praticanti in Italia e che da sola rappresenta quasi un quarto dellintero sistema sportivo italiano. Ci piace immaginare che si apra una nuova stagione nella qua-le le 10mila societ sportive di base della Lombardia siano veramente considerate e valorizzate. Ci piace immaginare che - tra le mille questio-ni di cui si dovr occupare se sar chiamato a guidare la nostra regio-ne - Lei non dimentichi limportanza strategica dello sport di base come risorsa educativa e sociale da soste-nere e valorizzare. Ci siamo permessi di scriverLe per-ch tale questione interessa da vici-no migliaia e di cittadini che dedica-no alle societ sportive di base una parte importante della loro vita con amore e con passione. Ci siamo per-messi di scriverLe perch il Csi, dal lontano 1944, si impegna ogni gior-no per fare dello sport uno strumen-to di educazione alla vita. Ci siamo permessi di scriverLe perch ci pia-ce immaginare una politica vicina e al servizio della gente. Nel ringraziar-La per lattenzione, in attesa di una Sua cortese risposta, La salutiamo con sincera stima.

    Il presidente nazionale CsiMassimo Achini

    Si conclude domenica 24 feb-braio a Villa Guardia, in provin-

    cia di Como, la ventiduesima edi-zione del Trofeo Lombardia di corsa campestre. La manifestazione podistica orga-nizzata dal CSI Como in collaborazio-ne con il Gruppo Sportivo Villa Guar-dia e lamministrazione comunale. Il programma della terza prova del cir-cuito regionale prevede alle ore 9.00 il ritrovo dei concorrenti presso il pa-lazzetto dello sport di Villa Guardia quindi alle 10.00 il via alle gare. Le

    premiazioni della prova e del cam-pionato regionale concluderanno alle ore 12.50 lappuntamento del CSI lombardo. Non prevista la celebra-zione della S. Messa sul campo, gli atleti e gli accompagnatori potran-no partecipare alle funzioni religiose celebrate nelle parrocchie di Civello e Maccio. Alla gara del CSI posso-no partecipare anche gli atleti tesse-rati alla Fidal che presentino il certifi-cato di idoneit sportiva di secondo livello e che risultino in regola con il tesseramento.

  • 4Definito il calendario delle sette prove del campionato provinciale

    Tra Brescia e Padovail circuito 2013 dello speed down

    Fermate in un primo momento dalla neve le societ sportive

    che partecipano allattivit di speed down hanno potuto incontrarsi nel-la sede del CSI per programmare la stagione 2013 caratterizzata dal campionato provinciale. Innanzitut-to sono state definite le date del cir-cuito inaugurato, come ornai da tra-dizione negli ultimi anni, dalla gara in programma a Cerveno domeni-ca 14 Aprile. La trasferta fuori provincia del cam-pionato questanno approda a Roc-colo di Torreglia, piccolo centro in provincia di Padova, domenica 21 aprile per una prova inedita. Il ritor-no in Vallecamonica fissato quin-dici giorni pi tardi quando si dispu-ter la tradizionale corsa nel centro storico di Malegno. Inedita ed affa-scinante, giudicando i commenti dei piloti al termine delle gara di prova disputata lo scorso anno, la discesa del Monte Colmo a Edolo in calen-dario domenica 16 giugno. Il circuito approda poi nellaltra vallata brescia-na, a Lumezzane si corre domenica 7 luglio, quindi ritorno in Vallecamo-nica per la confermata gara di Bien-no domenica 1 settembre e chiusu-ra del campionato il 15 settembre ad Agnosine con le premiazioni finali del circuito provinciale. Sono sette quindi le gare in calendario e per en-trare nella classifica del campionato bisogna disputarne almeno cinque con la possibilit di scartare il peg-gior risultato. stata fissata la tarif-fa fissa a gara 20 euro, mentre per i piloti iscritti al campionato la quota

    di 98 euro, gli Junior pagheranno la met della quota e per i brus Junior il campionato gratuito. Tra le novi-t del regolamento varato dalla com-missione c lobbligo di preiscriversi almeno entro il venerd antecedente la gara, con il versamento allorganiz-zazione di una cauzione di allorga-nizzazione 10 euro. Chi si presenta sul campo gara senza preiscrizione il costo della gara sale a 25. obbli-gatorio il tesseramento obbligatorio,

    con la possibilit di sottoscrivere una tessera giornaliera (valida solo per 1 gara) al costo di 2 euro. Sono state tutte ammesse le categorie FICS e FISD, mentre decade la categoria brus senior ora perfettamente assor-bita dalla N8T. Liscrizione al campio-nato si paga alla segreteria CSI Val-lecamonica o direttamente (nei limiti di legge) o con bonifico bancario o postale (contattare la segreteria al 0364 466161).

  • 1 9 F E B B R A I O 2 0 1 3

    5

    Primi punti in classifica per la formazione sudamericana che batte lU.S. Grevo

    Rompe finalmente il ghiacciolAlleanza Per

    Il 2013 si apre con il primo suc-cesso stagionale per lAllean-

    za Per F.C. che dopo undici partite muove il primo passo in classifica. A farne le spese lU. S. Grevo penaliz-zata dalla sosta invernale. Pi in for-ma i padroni di casa autori di un se-condo tempo piuttosto tonico dopo i primi 25 minuti giocati ad un ritmo molto blando. Inizia bene la forma-zione sudamericana in gol dopo due minuti con Carlos Garcia, reagisce subito il Grevo che dopo tre minu-ti pareggia grazie ad una bella con-clusione di Mattia Tiberti. Non sale di tono lincontro con le due compagini che preferiscono ragionare giocando la palla a ritmi bassi. Un paio di ac-celerat