CSI Insieme 16-2009

Click here to load reader

  • date post

    23-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    225
  • download

    5

Embed Size (px)

description

Volley: al Cedegolo la Mista Amatori - Nel tennistavolo ritorna al vertice la Polisportiva Gratacasolo - Trofeo Sergio Fiora bello solo a metà - Dirigenti arbitri incontro per fare gruppo.

Transcript of CSI Insieme 16-2009

  • Scoprilo pressotutte le filiali dellaBanca di Valle Camonica

    A noi giovani,da 15 a 25 anni,Banca di Valle Camonicariserva un serviziocompletamente gratis,e questo niente,se siamo concretamenteinteressati c unabellissima sorpresaper noi... imperdibile,anche perch non durerper sempre.

    Hei,hai sentito?

  • 2 8 A P R I L E 2 0 0 9

    1

    La sesta edizione della corsa della pace in memoria di Giovanni Paolo II

    Il CSI avvicina con la corsapalestinesi e israeliani

    Gerusalemme, 23 aprile: Per il sesto anno consecutivo, il Cen-tro Sportivo Italiano avvicina, al-

    meno per un giorno, israeliani e pale-stinesi, uniti nella corsa della pace in memoria di Giovanni Paolo II. Questa mattina gli atleti sono partiti da Piaz-za della Nativit a Betlemme per rag-giungere il cuore di Gerusalemme, con il nobile scopo di aprire un var-co di pace nel muro di cemento che separa i due popoli. Una corsa simbolica di 10 chilometri, in nome della pace e della fratellanza che, come sostiene il Presidente Na-zionale Massimo Achini non va cor-sa con le gambe ma con il cuore. E bello vedere continua Achini - come un gesto cos semplice come la cor-sa sia in grado ad unire le persone e superare le barriere. Oggi si corsa la sesta edizione di una manifesta-zione che solo 6 anni sembrava un sogno e che oggi invece oggi vede il dialogo sempre pi forte e proficuo tra israeliani e palestinesi, malgrado qualche piccola difficolt ci sia sem-pre. Questa mattina, al check point si sono incontrati il sindaco di Betlemme e le Autorit Israeliane e questo rap-presenta un primo importante punto di contatto, a testimonianza che lo sport fa correre la pace. Il nostro im-pegno quello di far diventare que-sto appuntamento sempre pi gran-de ed importante negli anni. Anche per padre Ibrahim, respon-sabile della Custodia Francescana della Terra Santa presso le autorit palestinesi e israeliane e Presidente della Fondazione Giovanni Paolo II

    per il Medio Oriente, il messaggio di pace sta raccogliendo i suoi frutti Sono stato uno dei primi promotori e organizzatori di questa manifesta-zione e oggi posso dire con orgoglio che Il dialogo tra le parti si conso-lidato in questi anni e lamicizia tra i popoli si rafforzata. Unedizione speciale quella di oggi, che anticipa di qualche settimana la venuta in Terra Santa di Papa Be-nedetto XVI, in programma agli ini-zi di Maggio.Per sua Eccellenza Monsignor Jo-seph Clemens, segretario del Pon-tificio Consiglio dei Laici - Oggi sia-mo qui per promuovere lo sport e la pace nellanno Paolino e siamo i pre-cursori della venuta del Santo Padre, per cui il nostro messaggio di pace ancora pi forte ed importante.E stata la pluricampionessa olim-pica Giovanna Trillini ad accendere

    la fiaccola, questa mattina alle 7.30, assieme a Monsignor Clemens e a compiere i primi passi di questa lun-ga marcia.Essendo al sesto mese di materni-t non potevo arrivare di corsa fino a Gerusalemme, anche se mi sarebbe piaciuto molto. Ci sar unaltra occa-sione e sar felice di coglierla perch credo molto nel messaggio di pace che lo sport pu portare e il contribu-to che noi sportivi possiamo. Non ha mai smesso di correre lex centrocampista azzurro e ora Vice

  • 2Presidente della FIGC Demetrio Al-bertini, accolto da palestinesi e isra-eliani con grande calore. Sono qui, malgrado i mille impegni che la mia professione mi riserva, perch credo davvero nel messag-gio di condivisione e unione che lo sport trasmette. Noi sportivi possia-mo e dobbiamo impegnarci per la pace e insieme con il Papa, che ar-river tra pochi giorni, portiamo lo stesso messaggio. Ero gi stato a Gerusalemme con-tinua Albertini con il Milan molti anni fa, ma sempre un luogo che mi affa-scina e suscita grande emozione. Sulle strade della periferia di Geru-salemme, mentre il gruppo compatto avanzava salutato a suon di clacson, Raffaele Bedosti, ciclista modene-se amante dellavventura, ha volu-to unirsi al gruppo. Bedosti, sta per-correndo il mediterraneo a tappe in sella alla sua bicicletta. Partito da Instanbul, oggi ha raggiun-to Gerusalemme ed arrivato a No-tre Dame insieme al gruppo degli at-leti.La fiaccola arrivata a Gerusalemme verso le 10.30 nella mani di Alberti-ni e dellex azzurro di volley Andrea Zorzi alla sua quinta partecipazione

    consecutiva. Non stata ledizio-ne con il maggior numero di parte-

    cipanti dichiara Zorzi - ma viste le condizioni generali stato un gran-de successo. La continuit di questa manifestazione un segno importan-te in una regione dove si vive spes-so alla giornata. E considerando lesperienza accumu-lata nel corso degli anni, posso dire che oggi abbiamo battuto il record di velocit perch a tirare il gruppo cera Demetrio Albertini che di corsa se ne intende. Durante la premiazio-ne, il pensiero di Massimo Achini e di tutti i presenti volato alla prossi-ma edizione. il CSI si impegner a far crescere sempre pi questo evento, coinvolgendo atleti di altre nazioni, e a rafforzare il messaggio di pace che caratterizza questa corsa

  • 2 8 A P R I L E 2 0 0 9

    3

    Il cibo unisce, il cibo divide il tema degli incontri organizzati da Tapioca

    Diritto al cibo, niente cos gravecome la fame nel mondo

    Il cibo unisce, il cibo divide il tema degli incontri promossi dallAssociazione per il commer-

    cio equo e solidale Tapioca e dedica-ta alle esperienze contadine locali a confronto tra Nord e Sud del mondo con diverse scelte di produzione e di consumo. Liniziativa, patrocinata dal Gruppo Acquisti Solidali Vallecamoni-ca, Comunit Montana di Vallecamo-nica e dalla Carovana dei Diritti Umani di Vallecamonica, propone riflessioni, testimonianze ed esperienze parten-do dal una riflessione del Presiden-te del Brasile Ignacio Lula da Silva: Vogliamo creare le condizioni affin-ch tutte le persone nel nostro pae-se possano mangiare decentemente tre volte al giorno, tutti i giorni, senza aver bisogno delle donazioni di nes-suno . Il ciclo di incontri ha preso il via con la serata dedicata al tema Furto di cibo: Impatto delle politiche agricole e commerciali sulle agricol-ture familiari. Testimonianza decce-zione di un produttore africano che ha registrato gli interventi di Babacar Ndao: produttore del Senegal e rap-presentante delle organizzazioni con-tadine dellAfrica Occidentale, Halima Tiousso: allevatrice e rappresentante del Collge des Femmes del Niger, e Nora McKeon: ex-funzionaria Fao e rappresentante della campagna Eu-ropAfrica per Terra Nuova.Il secondo incontro programmato per venerd 8 maggio alle ore 20,30 presso la sala polivalente RSA Bec-cagutti di Esine; tema della serata Difesa del cibo (sano): Impatto delle politiche agricole sullagricoltura non-

    industriale italiana. Confronto tra pro-duttori biologici. InterverrannoMaurizio Gritta, agronomo, presiden-te della cooperativa agricola IRIS di

    SolIDarIet Gemellaggio con il Csi dellAquila: pi di 80 adesioni giunte da tutta Italia Grande risposta da ogni parte dI talia alla campagna di solidarie-t lanciata dalla Presidenza nazionale del Centro Sportivo Italia-no in fa vore del Comitato di LAquila e degli amici delle altre zone colpite domenica 5 aprile dal terremoto in Abruzzo. Liniziativa Un gemellag gio con LAquila lanciata una setti mana fa, con cui si in-vitavano tutti i Comitati territoriali e regionali ad un gemellaggio straordinario con il Comitato del capoluogo regionale abruzzese, ha avuto gi nei primi giorni pi di ottanta risposte affer mative. Sul sito Internet www.csi net.it lelenco dettagliato dei Co mitati gemel-lati con gli abruzzesi.

    Calvatone (CR), Francesco Bencioli-ni, rappresentante Associazione Ru-rale Italiana, Gualberto Martini, rap-presentante Slow Food per la Valle Camonica e Cristina Pellegrini, pro-duttrice biologica locale.Sempre nella sala polivalente RSA Beccagutti di Esine Venerd 15 mag-gio alle ore 20,30Padroni del cibo: Viaggio alle radici della fame nel mondo con la rela-zione di Vittorio Rinaldi, antropologo, consigliere CTM Altromercato.Conclusione delliniziativa luned 25 maggio alle ore 20,30 presso il pa-lazzo dei congressi di Boario Terme; protagonista dellincontro Frei Betto, teologo brasiliano, gi responsabile del programma Fame Zero del go-verno del Brasile che affronter il tema Diritto al cibo, non c niente di pi grave della fame nel mondo

  • 4Un gruppo arbitri solo per lattivit giovanile, unidea per la prossima stagione

    Dirigenti arbitri in assembleaper formare un gruppo

    Venerd 8 Maggio 2009 a Ple-mo, presso la sede del CSI di Vallecamonica stata indetta

    unassemblea del gruppo dei Diri-genti Arbitro con inizio alle ore 20.30. Lo scopo di tale riunione sar quel-lo di fornire alla dirigenza di comitato tutte le indicazioni utili per proporre significativi cambiamenti nelle pro-poste dellattivit giovanile che ver-ranno formulate per la prossima sta-gione 2009/10. Da qualche tempo si sta assistendo ad un calo di interesse verso alcune proposte di attivit giovanile, alcune dovute alla mancanza di allenatori e/o accompagnatori che gestiscano e seguano le squadre giovanili, atre perch si preferiscono proposte di attivit di altri enti poich meno im-pegnative e con la presenza di arbi-tri ufficiali. Siamo convinti della validit e della solidit morale della nostra proposta ma non possiamo negare che potrem-mo migliorarla a partire per esempio dalla presenza della figura di un arbi-traggio ufficiale e non di parte. Siamo anche coscienti dellimpos-sibilit di usufruire dei soli arbitri uf-ficiali stante lesiguo numero degli stessi che non sarebbero sufficien-ti, nel calcio, nemmeno se dirottati completamente dallattivit per adulti. Non rimangono molte scelte, quella che riteniamo pi consona quella di pescare dagli attuali Dirigenti Ar-bitro un gruppo di una decina di Ar-bitri ufficiali con la qualifica specifica per lattivit giovanile. Gli attuali Di-rigenti Arbitro hanno sulle spal