CSI Insieme 11 - 2013

download CSI Insieme 11 - 2013

of 22

  • date post

    01-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    221
  • download

    0

Embed Size (px)

description

CSI Insieme N°11 - 2013 – Titoli: Un CSI semplice per fare grandi cose – Consegnate le borse di studio del CSI lombardo - Anche in Benin la solidarietà del CSI camuno - Il tennistavolo saluta il 2012 con il torneo di Rogno

Transcript of CSI Insieme 11 - 2013

  • C E N T R O S P O R T I V O I T A L I A N O

    ValleCamonicaUn CSI sempliceper fare grandi cose

    Le borse di studiodel CSI lombardo

    Anche in Beninla solidarietdel CSI camuno

    Il tennistavolosaluta il 2012con il torneo di Rogno

    18 Dicembre 2012

  • www.olimpiacoppe.comolimpiacoppe@libero.it

    IndirizziCSI Vallecamonica - Via San Martino 4425040 Plemo di Esine (Bs)Telefono 0364.466161 - 0364.466376Fax 0364.360500Sede di Edolo 0364.71379E-mail: info@csivallecamonica.itPresidente CSI Vallecamonica Claudio CecconE-mail: ceccon.claudio@libero.itConsulente ecclesiastico don Battista DassaE-mail: francobattista@tele2.itDesignatori arbitraliCalcio: Menolfi Bortolo 3473441353Attivit Polisportiva: Pezzotti Gabriele 3381964197Pallavolo: Salvetti Cristian 3473448112

    Sito internet CSI Vallecamonica: www.sportgio.netSito ufficiale CSI Nazionale: www.csi-net.itSito ufficiale CSI Lombardia: www.csi.lombardia.it

    C E N T R O S P O R T I V O I T A L I A N O

    ValleCamonica

    Riferimenti per i versamentiUBI Banca di Valle Camonica Filiale di BrenoCodice IBAN per Bonifici: IT39F0324454160000000037006Banca di Credito Cooperativo di Brescia Filiale di Cividate CamunoCodice IBAN per Bonifici: IT86Q0869254350015000150300Conto Corrente Postale N 14023212Intestare tutti i pagamenti a:Centro Sportivo Italiano Comitato di Vallecamonica

    NON SOLO

    COPPE

    MA ANCHE

    TENDE

    DA SOLEN

    ON SOLO

    COPPE

    MA ANCHE

    TENDE

    DA SOLE

  • 1 8 D I C E M B R E 2 0 1 2

    3

    Educare oggi dif ficile, lo sport per capace di farlo con semplicit.

    Un Csi semplice, per fare grandi cose

    Rendere semplici le cose difficili. Que sto carisma appartiene solo

    ai gran di dellumanit. Un po, per, ap partiene anche al Csi. Educare oggi dif ficile, lo sport per capace di farlo con semplicit. Per educare a noi basta un pal lone, qualche metro per giocare e allena tori e animatori preparati e con una vera passione educativa. Il re sto viene, immediatamente, da s. importan te partire da questa rifles sione per comprendere qual la mossa a sorpre sa che il Csi intende met tere in campo per realizzare cose grandi nei pros simi anni: tornare ad es sere un Csi semplice. Ab biamo bisogno di fare un viaggio di ritorno alla no stra essenzialit, alle radi ci e alle motivazioni che hanno portato alla nasci ta del Csi e di tante nostre societ sportive. Dobbia mo farlo perch, contem poraneamente, oggi sia mo pronti per assumerci pubblicamente responsa bilit importanti. A tutti vogliamo dire: Il Csi di oggi pronto a caricarsi sulle spal le tutte le responsabilit educative del nostro tempo, a lavorare per cambiare il mondo dello sport, per incidere nel mon do del welfare e del terzo settore, per es sere al servizio della Chiesa impegnandosi in frontiera, testimoniando il Vangelo at traverso lo sport in ogni ambito e luogo. Per farlo abbiamo bisogno di vento e di cemento. Vogliamo respirare nellAsso ciazione e nelle societ sportive un vento nuovo di entusiasmo, di freschezza, di cambiamento. Un vento che spazza via la rassegnazione e la delusione che caratte rizza il nostro tempo. Il

    cemento ci serve invece perch non vogliamo semplice mente dare una verniciata educativa al la vita delle persone e della societ. Vo gliamo costruire mattoni associativi. Vo gliamo costruire sulla roccia il nostro impegno educativo. Per dare pi forza al la nostra azione servono solide radici e pensiero forte. Solide radici vuol dire in vestire fortemente sulla formazione della nostra classe dirigente. Pensiero forte vuol dire che in questi anni vogliamo rafforza re la gamba culturale del Csi con azio ni fondanti. Vogliamo riscrivere lo statu to, lItinerario Sportivo Educativo, avvia re la certificazione di qualit educativa del le societ sportive, rivedere i progetti edu cativi delle societ sportive per renderli pi incisivi. Vogliamo approfondire il rap porto tra sport e fede. Vogliamo soprat tutto rilanciare e valoriz

    zare lo sport in o ratorio e difendere i diritti delle societ sportive di base. Insomma un Csi dal pen siero forte, per essere unassociazione for te. In tutto questo la nostra carta vincen te resta la semplicit. La storia dellumanit segnata da persone semplici e gesti semplici. Come non ricordare Giovanni XXIIII, il papa buono, che 50 anni fa, in occasione dellapertura del Concilio Vati cano II, di fronte ad una piazza San Pie tro gremita, si affaccia alla finestra e, pro nuncia il famoso discorso alla Luna, di cendo a tutti di volerci bene e di dare una carezza ai bambini tornando a casa. Ge sti semplici per cambiare il mondo. Il C si di oggi un Csi che sa volare alto, con i piedi per terra, guardando alla Luna. E che per Natale chiede a tutti di regalare u na carezza ai bambini e ai ragazzi che gio cano nelle nostre societ sportive.

  • 4Finanziato il progetto di un campo di calcio per gli orfani di Toucountouna

    Arriva anche in Beninla solidariet del CSI camuno

    Dopo la ristrutturazione del campo sportivo polivalente, realizza

    ta dalle suore Dorotee di Cemmo a Cimpunda in Congo, il CSI di Vallecamonica ha contributo alla costruzione di una nuova struttura sportiva in Africa. In seguito al gemellaggio con il Comitato CSI di Pistoia la Presidenza del CSI camuno ha infatti deliberato di inviare un contributo per un progetto di solidariet sostenuto dagli amici toscani. In questi giorni arrivata una lettera che conferma la buona riuscita del progetto con la costruzione di un campo di calcio per un gruppo di ragazzi di Toucountouna, citt del Benin situata nel dipartimento di Atakora nella

    parte nordoccidentale del paese. Il campo da calcio completa il centro di accoglienza per gli orfani della citt africana realizzato dallAssociazione onlus Amici di Francesco di Pistoia. Lassociazione di volontariato opera esclusivamente in Benin ed impegnata ad assicurare e proteggere i diritti fondamentali dei bambini e dei giovani che vivono in condizioni di disagio familiare e sociale. La tutela e la salvaguardia dei diritti alla vita, alla salute, allistruzione e al lavoro, rappresenta lo scopo primario dellAssociazione e ne orienta le scelte ed i programmi. A partire dai neonati orfani, Amici di Francesco segue le tappe della vita del bam

    bino rispondendo concretamente ai suoi bisogni e parallelamente svolge attivit socioeducative per portare ladulto allautosufficienza e alla presa si responsabilit verso i propri figli o gli orfani. Lassociazione Amici di Francesco, nasce a Pistoia nel marzo 2001 dalla volont di due genitori i quali, dopo la perdita del loro figlio di tre anni e mezzo per malattia, hanno deciso di dedicarsi a quei bambini che per varie ragioni vivono nel disagio, restando loro accanto e supportando, a seconda delle richieste, le famiglie ad essi collegate. La scelta del Benin avviene in seguito ad un viaggio casuale insieme ad un altro gruppo di volontariato italia

    no gi impegnato un questa nazione; la vista di tanti orfanotrofi sovraffollati, lo stato di abbandono e denutrizione dei bambini e la grande povert del contesto sociale ha fatto nascere il desiderio ai volontari di Pistoia di occuparsi dei bimbi e dei genitori prendendosi cura di loro prima con le adozioni a distanza poi con altri progetti che hanno preso vita con il passare degli anni. A quello del campo da calcio per la struttura di Toucountouna si aggregato anche il CSI di Vallecamonica che ha ricevuto i ringraziamenti della Presidente del gruppo Anna Battaglia.

  • 1 8 D I C E M B R E 2 0 1 2

    5

    Liniziativa del CSI Lombardia sostenuta dalla Banca Popolare di Milano

    Due atleti del CSI Vallecamonicapremiati con le borse di studio

    Adottiamo un campione. Questo il nome del progetto che ha

    consentito lassegnazione di ben 18 borse di studio (6.500 euro complessivi) ad altrettanti giovani provenienti da nove comitati Csi della Lombardia che si sono distinti per aver ottenuto (nelle ultime stagioni) eccellenti risultati sportivi e un buon rendimento scolastico. Liniziativa, nata grazie alla preziosa partnership tra Csi lombardo e Banca Popolare di Milano, ha, dunque, lanciato un forte segnale di attenzione verso lo sport e il mondo giovanile. La consegna degli attestati delle borse di studio ha avuto luogo marted 5 dicembre presso la sede della BPM di via S. Paolo a Milano alla presenza di Roberto Gazzola (Ufficio Marketing BPM), di Massimo Achini (presidente nazionale Csi), Giancarlo Valeri (presidente regionale), Giuseppe Valori (presidente CSI Milano). La Banca Popolare di Milano ha affermato Gazzola (ex atleta Csi) affonda le sue radici sul territorio di appartenenza e ha un occhio di riguardo per i giovani, in

    particolare per quelli inseriti nel mondo dello sport. Il Csi ha continuato il responsabile BPM merita attenzione e continuer a meritarla in futuro da parte del nostro istituto proprio per il fatto che opera in mezzo

    alla gente, negli oratori, nelle societ sportive. Un auspicio che ci fa ben sperare nel fatto che il medesimo progetto possa essere ripetuto il prossimo anno. La parola poi passata a Massimo Achini che, alla numero

    sa platea (composta in buona parte da giovani e rappresentanti del Csi lombardo) ha rivolto un invito: Non abbiate paura di costruire uno sport migliore. Non abbiate paura di costruire un mondo migliore a partire dai vostri desideri. Il leader del Csi ha poi illustrato il progetto Il Csi per Haiti invitando tutti i giovani a partecipare attivamente alla realizzazione di un comitato Csi in terra haitiana: un sogno che si sta concretizzando. E stato, infine, il presidente regionale Valeri e il rappresentante della Banca Popolare di Milano, Gazzola, a consegnare le borse di studio ai 18 giovani lombardi. Tra i premiati, che hanno ricevuto la borsa di studio, anche i due atleti indicati dal CSI di Valleca