Csi Insieme 08 - 2010

download Csi Insieme 08 - 2010

of 32

  • date post

    23-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    217
  • download

    0

Embed Size (px)

description

La Polisportiva Gratacasolo progetta "Una scuola per Fossa" - I lavori per il campo sportivo di Murayi - Domande e risposte sull'attività polisportiva - Calcio: le cronache di Breno, Esine e Bienno.

Transcript of Csi Insieme 08 - 2010

  • Scoprilo pressotutte le filiali dellaBanca di Valle Camonica

    A noi giovani,da 15 a 25 anni,Banca di Valle Camonicariserva un serviziocompletamente gratis,e questo niente,se siamo concretamenteinteressati c unabellissima sorpresaper noi... imperdibile,anche perch non durerper sempre.

    Hei,hai sentito?

  • 2 5 N O V E M B R E 2 0 0 9

    1

    La Polisportiva Gratacasoloprogetta Una scuola per Fossa

    Iniziativa di solidariet in collaborazione con il Comune di Pisogne

    Sono numerose le iniziative di solidariet che coinvolgono a di-verso titolo le societ sportive del

    CSI di Vallecamonica; una di stringen-te attualit e, soprattutto, per la sua portata balzata agli onori della cro-naca e merita unattenzione particola-re. Si tratta del progetto Una scuola per Fossa che vede la Polisportiva Gratacasolo al fianco dellAmmini-strazione comunale di Pisogne nel promuovere il recupero della scuo-la materna di un paese dellAbruzzo distrutto dal terremoto.Allindomani della catastrofe che in aprile colp duramente lAbruzzo il comune di Pisogne stanzi 50 mila euro da inviare nella regione del cen-tro Italia. Contemporaneamente gli animatori della Polisportiva Grata-casolo si sono mossi per aiutare le popolazioni colpite; la Presidentes-sa del gruppo sportivo, Ines Tonsi,

    dopo un suo viaggio nelle zone col-pite dalla calamit naturale per por-tare un aiuto concreto ha individuato nel comune di Fossa, 673 abitanti a

    12 chilometri dallAquila duramente colpito dal terremoto che ha causato anche cinque vittime, il luogo per de-stinare le risorse stanziate dallAmmi-nistrazione comunale e ha trovato lo spunto per coinvolgere tutta la Poli-sportiva Gratacasolo. Unendo le for-ze stata progettata la realizzazione una struttura polifunzionale che andr ad ospitare una scuola materna, edi-ficio pubblico distrutto dal terremoto. Immediatamente partita una raccol-ta di fondi per sostenere il progetto con un versamento sul CC della Ban-ca di Vallecamonica filiale di Grata-casolo Abi 03244 Cab 54960 Iban IT86Z0324454960000000010307 indicando la causale Ricostruiamo la scuola di Fossa. Nellambito del-la XII mostra mercato organizzata a Pisogne nel mese di agosto la Poli-sportiva Gratacasolo ha organizzato Il progetto della scuola per Fossa sostenuto dalla Polisportiva Gratacasolo

  • 2un concerto del cantautore brescia-no Omar Pedrini per raccogliere al-tri fondi da investire nella costruzione della struttura in Abruzzo. Purtroppo un nubifragio ha costretto gli orga-nizzatori a spostare il concerto, pre-visto sulla chiatta ormeggiata nel lago, sullimprovvisato palco allinterno del-lo stand gastronomico; liniziativa ha comunque riscosso un grande suc-cesso con centinaia di persone rac-colte sotto il tendone. Il cantante rock bresciano ha sottolineato come an-cora una volta Brescia si distingue per la solidariet nei confronti dei pi bisognosi. Ho voluto essere presente a tutti i co-sti a Pisogne: aiutare lAbruzzo un dovere anche per me e lo faccio nel modo che mi appartiene suonando e portando rock, allegria, vivacit. Omar non nuovo a questo tipo di iniziative, il suo cuore bresciano lo porta spesso a dare vita ad inizia-tive solidali: Sono onorato di poter aiutare gente che sta soffrendo che in fondo ha bisogno di rinascere, di credere nel futuro e di sperare che le cose piano piano migliorino. Ne-gli stessi giorni una delegazione del comune di Fossa ha fatto visita alla localit lacustre camuna. Ricevere solidariet e aiuto concreto da una realt cos distante ha spiegato il sindaco di Fossa Luigi Calvisi per noi di unimportanza straordina-ria perch permette di realizzare un villaggio per affrontare lemergenza grazie agli amici della Vallecamoni-ca. Le iniziative non si fermano qui; la Polisportiva Gratacasolo si ripete proponendo un altro concerto benefi-co. Questa volta il set delliniziativa il Palatenda di Brescia dove domeni-ca 20 dicembre alle ore 21 in pro-gramma lo spettacolo del Sunshine Gospel Choir. In occasione delle fe-ste Natalizie, il Sunshine Gospel Choir propone uno spettacolo che percorre

    tutta la storia del Gospel: dai brani di provenienza spiritual, alle influenze Blues ed RnB, fino allodierno Hip-Hop, coinvolgendo con i suoi ritmi e la sua energia il pubblico di tutte le

    fasce di et ed estrazione sociale, offrendo loro uno spettacolo di altis-simo livello.La serata musicale sar anche locca-sione per raccogliere ulteriori fondi per la costruzione della nuova scuola nel comune di Fossa (AQ), distrutto dal terremoto dello scorso 6 Aprile, lin-casso infatti sar devoluto alliniziativa promossa dalla Polisportiva Grataca-solo e dal Comune di Pisogne.Prezzi biglietti Botteghino:Poltronissima - intero: 20Poltronissimaridotto under 12: 17Secondo settore non numeratointero: 15Secondo settore non numeratoridotto under 12: 12

    Quindici sorrisi per Operation Smile. Questa la cifra raggiunta dal salvada-naio Csi in favore della Fondazione Operation Smile Italia Onlus, costituita da volontari medici, infermieri e paramedici che realizzano missioni umanita-rie in 51 Paesi del Mondo, per correggere con interventi di chirurgia plastica ricostruttiva gravi malformazioni facciali ed esiti di ustioni e traumi. Dopo la prima raccolta spontanea, avvenuta nel corso della serata associa-tiva della Convention milanese, sono infatti 2500 euro gli euro incassati fino al 15 ottobre dal CSI. Da Pavia, Roma, Bari e Vicenza i primi versamenti, mentre da Piacenza arrivata la notizia che tutte le ammende a seguito dei provvedimenti di giustizia sportiva irrogate alle societ sportive partecipanti al campionato provinciale di calcio a 5, al fine di garantirne uno scopo edu-cativo, verranno devolute ad Operation Smile.Cambiamo la vita un sorriso alla volta il claim della campagna di solidariet. Limpegno preso dal Csi di regalare un sorriso al maggior numero di bambini. Lobiettivo dichiarato afferma Alessandro Pellas, consigliere della Presidenza Nazionale del CSI, referente del progetto quello di raggiungere 100 sorrisi. Con lentusiasmo e sulla spinta di questo sprint iniziale, ritengo si possa anche superare questa quota. Il cuore del Csi davvero grande. Lo sta conoscendo anche la dott.ssa Corrias (Operation Smile) con la quale sono in stretto contatto.

    Operazione sorrisoCambiamo la vita con un sorriso il titolo

    della campagna di solidariet avvviata dal CSI nazionale

  • 2 5 N O V E M B R E 2 0 0 9

    3

    Sta per concludersi liniziativa di solidariet del CSI di Vallecamonica

    Proseguono i lavoriper il campo sportivo di Murayi

    Liniziativa di solidariet del CSI Vallecamonica, presentata du-rante il Natale degli Sportivi del

    2008 e volta a realizzare uno spazio giochi polivalente presso la missio-ne di Murayi in Burundi, sta per con-cludersi (almeno temporalmente). In questi giorni abbiamo incontrato a Brescia suor Iolanda e suor Monica, Suore Dorotee di Cemmo che ope-rano nella missione di Murayi, che ci hanno aggiornato sullo stato di avan-zamento dei lavori di costruzione del centro di accoglienza e dei campi da gioco: c ancora molto lavoro da fare, speriamo di poter inaugurare il centro la prossima estate. Riguardo la preparazione dello spazio giochi (campo di basket e volley ball) ab-biamo organizzato, grazie al vostro contributo, un campo di lavoro esti-

    vo per i giovani del posto che hanno cos livellato i terreni in modo da ot-tenere ununica spianata di 30 x 60 metri circa; questo lavoro gli anche servito a guadagnare qualche dollaro per pagarsi la scuola. Ora - risorse economiche permettendo - iniziere-mo a costruire i muri di recinzione e le gradinate, poi provvederemo alla pa-vimentazione ed allinstallazione delle attrezzature sportive. Forse quando tornerete a trovarci nel 2010 potre-mo organizzare un bel torneo di pal-lavolo e pallacanestro ( intenzione di un gruppo di volontari - del CSI e non solo - vivere unesperienza mis-sionaria durante il mese di agosto del prossimo anno - ndr). Personal-mente ho avuto lopportunit di visi-tare la missione di Muaryi lo scorso anno e sono rimasto particolarmen-

    te impressionato dalla mole di attivi-t ed opere realizzate con cos po-che risorse. Il bel paesaggio collinare e la folta ve-getazione dellaltopiano in cui col-locata la missione rende ancora pi contrastante il divario con gli stili di vita e le opportunit godute qui in Ita-lia in simili scenari paesaggistici. Le casupole costruite con mattoni di ar-gilla, i tetti coperti con la vegetazione, le strade fangose percorse a piedi per andare a scuola, le carenze sanita-rie ed alimentari, la condizione svan-taggiata delle donne, linsicurezza e lillegalit sono le cartoline che ho portato dal Burundi che pure risulta essere una tra le nazioni sud saha-riane in ripresa dopo le sanguinose guerre degli anni novanta. Parlare di gioco e di sport in questi contesti, quando ogni giorno nel mondo muo-iono di fame e per malattia migliaia di bambini, pu sembrare quanto meno inopportuno, invece anche la discipli-na sportiva e laggregazione che ne deriva sono bisogni e fattori importanti per lo sviluppo sociale di queste co-munit. La repressione culturale, ol-tre che fisica, patita dai burundesi in tanti anni di conflitti e di sfruttamento va risarcita con un impegno comu-nitario che ridia speranza soprattutto ai giovani. Anche in questa direzio-ne vanno le opere missionarie delle Suore Dorotee di Cemmo. Desidereremmo consegnare alla co-munit di Murayi tutto il denaro ne-cessario a costruire i campi di gioco (circa 15.000 ), ma purtroppo ad oggi - per una serie di ragioni tra le

  • 4quali anche lofferta di solidariet de-stinata dal CSI Vallecamonica ai ter-remotati dellAbruzzo - siamo riusciti a raccogliere solo 4.000 euro. Man-ca per ancora un mese al prossi-mo Natale degli Sportivi ed anche possibile che il sogno dei ragazzi di Muarayi si avveri. Grazie a quanti hanno contrib