CSI Insieme 04 - 2012

download CSI Insieme 04 - 2012

of 24

  • date post

    15-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    225
  • download

    4

Embed Size (px)

description

CSI Insieme N° 4 – Titoli: Il vincolo che ingabbia i ragazzi nello sport - Il Csi è vivo anche grazie ai piccoli comitati - Buona la prima del tennistavolo - Lo speed down ha chiuso a Cerveno il circuito provinciale

Transcript of CSI Insieme 04 - 2012

  • C E N T R O S P O R T I V O I T A L I A N O

    ValleCamonicaIl vincoloche ingabbiai ragazzi nello sport

    Il Csi vivoanche grazieai piccoli comitati

    Buona la primadel tennistavolo

    Lo speed downha chiuso a Cervenoil circuito provinciale

    26 ottobre 2011

  • www.olimpiacoppe.comolimpiacoppe@libero.it

    IndirizziCSI Vallecamonica - Via San Martino 4425040 Plemo di Esine (Bs)Telefono 0364.466161 - 0364.466376Fax 0364.360500Sede di Edolo 0364.71379E-mail: info@csivallecamonica.itPresidente CSI Vallecamonica Claudio CecconE-mail: ceccon.claudio@libero.itConsulente ecclesiastico don Battista DassaE-mail: francobattista@tele2.itDesignatori arbitraliCalcio: Menolfi Bortolo 3473441353Attivit Polisportiva: Pezzotti Gabriele 3381964197Pallavolo: Salvetti Cristian 3473448112

    Sito internet CSI Vallecamonica: www.sportgio.netSito ufficiale CSI Nazionale: www.csi-net.itSito ufficiale CSI Lombardia: www.csi.lombardia.it

    C E N T R O S P O R T I V O I T A L I A N O

    ValleCamonica

    Riferimenti per i versamentiUBI Banca di Valle Camonica Filiale di BrenoCodice IBAN per Bonifici: IT39F0324454160000000037006Banca di Credito Cooperativo di Brescia Filiale di Cividate CamunoCodice IBAN per Bonifici: IT86Q0869254350015000150300Conto Corrente Postale N 14023212Intestare tutti i pagamenti a:Centro Sportivo Italiano Comitato di Vallecamonica

    NON SOLO

    COPPE

    MA ANCHE

    TENDE

    DA SOLEN

    ON SOLO

    COPPE

    MA ANCHE

    TENDE

    DA SOLE

  • 2 6 O T T O B R E 2 0 1 1

    3

    Per il CSI giocare e fare sport dove e come si vuole un diritto di ogni minore

    Quel vincolo che ingabbia il diritto dei ragazzi allo sport

    Luned scorso ho ricevuto una lettera dalla mamma di una ra-

    gazza di Ravenna. Portava alla ri-balta una questione che al Csi sta molto a cuore e che sistematicamen-te torna a galla. Caro Presidente, buongiorno. Mia figlia gioca a palla-volo da 7/8 anni in una piccola so-ciet sportiva e questanno, insieme a una sua amica, le capitata loc-casione di cambiare societ, senza tante pretese ma forse per provare ad imparare anche qualcosa in pi. Lallenatrice le ha concesso il per-messo di fare questa prova, ma al momento della decisione di cambiare il Presidente della societ non le ha rilasciato il cartellino e cos le ragaz-ze questanno non possono giocare ma solo allenarsi. Volevo sapere, vi-sta la mia ignoranza in materia, ma a questi livelli possibile che possa succedere questo? Ma questi car-tellini sono stati firmati da noi geni-tori? Io non ricordo che mi abbiamo spiegato o fatto firmare qualcosa di cos vincolante. Cosa si pu fare per risolvere al meglio questo problema senza vedere mia figlia che torna dal-le partitelle di allenamento con le la-crime agli occhi? Non oso pensare cosa pu succedere quando inizie-r il campionato... io pensavo che lo sport fosse un momento di svago e di divertimento, non di sofferenza. Mi pu dare qualche consiglio? Come genitori siamo molto, molto arrabbia-ti!. Cara Signora, il problema che Lei solleva mi sta immensamente a cuo-re, e nella speranza di essere chia-ro provo a risponderLe cos. Punto

    primo. Consiglio a Lei ed a tutti i ge-nitori di essere meno superficiali e distratti quando scegliete la societ sportiva in cui fare giocare vostro fi-glio. Troppo spesso la vostra atten-zione si concentra su quale catego-ria fa la societ, su quanto bello il campo di gioco, oppure su quanto comodo perch vicino a casa o al supermercato. Imparate a chiedere di prendere visione del progetto edu-cativo del gruppo sportivo. Impara-te a valutare se lobiettivo quello di cercare di sfornare campioncini o quello di educare i ragazzi alla vita. Eviterete brutte sorprese come quel-le capitate a Lei. appena il caso di accennarLe che nel Csi questa regola non esiste e che i ragazzi a fine anno sono libe-ri di andare a giocare dove vogliono. Per noi giocare e fare sport un di-ritto di ogni minore, e in quanto di-ritto ognuno deve poterlo esercitare come meglio crede. Punto secon-do. Ha ragione, meglio mille ragio-

    ni ad arrabbiarsi ed indignarsi. Pun-to terzo. Il Presidente della societ sportiva dove gioca sua figlia non un fuorilegge. Le norme in vigo-re in questo momento in molti am-biti sportivi gli permettono di esse-re proprietario del destino sportivo di sua figlia. Sembra surreale ma cos. Punto quarto. In Italia ci sono tanti ragazzi e ragazze che si trova-no nella condizione di sua figlia. allucinante ma cos. Non sono ragazzi che giocano nei settori giovanili professionistici. Sono ragazzi che giocano nella societ sportiva sotto casa, che giocano per divertirsi e che sanno che non diven-teranno mai campioni. Tenga conto che, ogni volta che viene negato a uno di loro il diritto di divertirsi e di giocare dove vuole e con chi vuole, a perdere tutto lo sport italiano. Cambiare le cose non facile. Noi da tempo stiamo cercando di farlo. E non ci arrenderemo.

    Massimo Achini

  • 4Soluzioni semplici e a basso costo possono salvare 500.000 bambini allanno

    Volano anche in Vallecamonicai palloncini della solidariet

    La Fiorentina ha scelto di de-dicare le gare in programma

    allo Stadio Franchi sabato 22 otto-bre (Fiorentina - Catania) e domeni-ca 30 ottobre (Fiorentina - Genoa) al sostegno della campagna Every One di Save the Children, che ha lobiet-tivo di salvare direttamente la vita di 500.000 bambini allanno in 38 pae-si del mondo. Un contributo importantissimo per raggiungere il 4 Obiettivo di Sviluppo del Millennio ONU: ridurre la mortali-t infantile di 2/3 entro il 2015. Man-

    dando un sms o chiamando il numero solidale 45509, tifosi e telespettato-ri potranno essere protagonisti della maratona solidale in aiuto dei quasi 8 milioni di bambini sotto i 5 anni che ogni anno muoiono nel mondo per cause facilmente prevenibili e cura-bili, come la polmonite, la malaria o la malnutrizione. Morti che sarebbero facilmente evitabili con soluzioni sem-plici e a basso costo, come vaccini, zanzariere e antibiotici. Non c solo la Fiorentina che ha deciso di dire basta alla mortalit infantile. Anche

    in Vallecamonica nel week end ap-pena trascorso alcune squadre del torneo polisportivo hanno accolto lin-vito del CSI e dato vita ad uniniziati-va a sostegno della campagna Eve-ry One. Prima dellincontro tra Le principesse Ceto/Nadro e lUnione Sportiva Sacca della categoria Under 10 stato letto il messaggio diffuso per questa iniziativa con le bambine che tenevano stretto simbolicamen-te un palloncino rosso, che rappre-senta la vita di un bambino, da non lasciare andare.

  • 2 6 O T T O B R E 2 0 1 1

    5

    Due splendide giornate trascorse a Pistoia per il gemellaggio con il CSI locale

    Il CSI vivo e fortegrazie anche ai comitati piccoli

    Il Messaggio letto sui campi

    Nel mondo ogni anno quasi 8 mi-lioni di bambini sotto i 5 anni, 1 ogni 4 secondi, continuano a mo-rire per malattie banali e curabi-li, come la malaria, la diarrea o la polmonite. Tutto questo, oggi, e inaccettabile perch queste as-surde morti si possono evitare con soluzioni semplici e poco costo-se, come vaccini, zanzariere e an-tibiotici. Per combattete la mortali-t infantile e portare assistenza nei luoghi pi remoti della terra, Save the Children ha lanciato nel 2009 la Campagna Every One e ha de-ciso di impegnarsi concretamen-te a salvare 2 milioni e 500 mila bambini entro il 2015. Simbolo di Every One e un palloncino rosso con la scritta Save me, salva-mi: ogni palloncino rappresenta la vita di un bambino che dobbiamo cercate di trattenere ad ogni costo. Basta poco per fare la differenza tra la vita e la morte.Aiutaci anche tu, non lasciamo-li andare! Diciamo insieme basta alla mortalit infantile.

    Si parte sabato 22 in mattinata, ad accompagnarmi la delega-

    zione don Battista. Viaggio senza al-cun problema, salvo 14 chilometri in pi per aver sbagliato bivio a Firen-ze, colpa del navigatore. Ad aspettarci a Casalguidi, a pochi chilometri dal capoluogo, alcuni con-siglieri del CSI locale e diligenti della locale societ di atletica. Dopo una breve visita al cimitero locale a saluta-re Franco Ballerini, ciclista e direttore tecnico nazionale tragicamente scom-parso qualche anno orsono, ci sia-mo recati alla sede provinciale dove ad accoglierci cerano la presidente Silvia Noci e diversi consiglieri di co-mitato. Dopo una breve conoscenza abbiamo poi visitato una societ di

    nuoto la Co.G.I.S. che gestisce una attrezzatissima piscina. Allimbrunire visita allo stupendo cen-tro cittadino, ricco di storia e monu-menti architettonici tipici della To-scana. La serata ci ha visto ospiti di unimportante cerimonia, di fronte a centinaia di atleti e con le massime autorit sportive e civiche locali, du-rante la quale stato consegnato il discobolo doro del CSI e si certi-ficato il gemellaggio Vallecamonica-Pistoia con uno scambio di quadret-ti simbolici. Durante la cena si sono succeduti filmati, proposte sportive e cultura-li nonch i saluti delle varie autorit. La domenica si inizia con una salu-tare passeggiata nei dintorni sulle

  • 6Corso arbitri Pallavolo 2011/2012

    Primo incontro 28/10/2011Secondo incontro 31/10/2011Terzo incontro 02/11/2011Quarto incontro 04/11/2011Quinto incontro 07/11/2011Sesto incontro 09/11/2011

    Tutti gli incontri si tengono alle ore 20.00 presso la sede di Ple-mo.

    ComunicatoA seguito della errata iscrizione nel-la categoria Allieve da parte della squadra Pol. Gianico A appartenen-te alla categoria Juniores, si comu-nica che i calendari delle sopracita-te categorie sono stati modificati. Le squadre della categoria Allieve che dovevano incontrare la squadra Pol. Gianico A osservano un turno di ri-poso. Le squade della categoria Ju-niores che osservavano i turni di ri-poso incontrer