CROCE ROSSA ITALIANA - · PDF fileCROCE ROSSA ITALIANA XIII CORSO BASE ASPIRANTI VOLONTARI...

Click here to load reader

  • date post

    17-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    216
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of CROCE ROSSA ITALIANA - · PDF fileCROCE ROSSA ITALIANA XIII CORSO BASE ASPIRANTI VOLONTARI...

CROCE ROSSA ITALIANA

XIII CORSO BASE ASPIRANTI VOLONTARI

TECNICHE DI PRIMO SOCCORSO

B.L.S.

A cura dei Monitori C.R.I. Pergine V. ottobre 2014

Obiettivi del modulo formativo

Effettuare le manovre salvavita

Fornire conoscenze di base che permettano di identificare una situazione di emergenza sanitaria, dare un allarme rapido e gestire lintervallo libero

Contenuti del modulo formativo

Ruolo dei soccorritori occasionali

Esame dellinfortunato, verifica parametri vitali

Riconoscimento dellurgenza e della gravit e attivazione del servizio di emergenza sanitaria 1.1.8

Tecniche salvavita - Basic Life Support

Laiuto che diamo alle persone vittime di incidente o malore in attesa del soccorso

qualificato

Cos il primo soccorso

Azioni del primo soccorritore

Fare da ponte tra infortunato e soccorsi

proteggere e proteggersi evitare azioni dannose controllo primario e gestione intervallo libero effettuare chiamata di soccorso dare supporto psicologico alla vittima

Lintervallo libero:

tempo intercorrente tra il momento del malore o del trauma e il successivo arrivo del soccorso sanitario

Ricordiamo che .

Non abbandonare una persona incosciente Non dare da bere Non togliere oggetti conficcati Non fare commenti o divulgare notizie Non muovere un infortunato (se non sono

compromesse le sue funzioni vitali)

Possiamo eseguire solo le manovre di soccorso per cui si stati debitamente formati

non dobbiamo fare diagnosi non dobbiamo strafare

Il triangolo della vita

LE FUNZIONI VITALI

COSCIENZA

RESPIRO

CIRCOLO

LE FUNZIONI VITALI

COSCIENZAConsapevolezza di s e dellambiente, capacit di realizzare risposte e rispondere agli stimoli

INCOSCIENZA

Perdita della vigilanza (coma)

scala SVDN : Sveglio, risponde richiamo Verbale, risponde a stimolo Doloroso, Non risponde Incosciente BLS

LE FUNZIONI VITALI

RESPIRO

Funzione:

Fornire ossigeno al sangue per lutilizzo delle sostanze nutritizie e produzione calore

Eliminazione anidride carbonica

Inspirazione - espirazioneAtti respiratori a riposo : 12 - 16 minuto

LE FUNZIONI VITALI

CIRCOLO

Funzioni:

trasporto e distribuzione delle sostanze utili (nutrienti, ossigeno, liquidi, minerali);

raccolta e lallontanamento degli scarti

60-90 BATTITI AL MINUTO

CLASSIFICAZIONE DELLE URGENZE: URGENZA E RISCHI EVOLUTIVI

Lurgenza nel soccorso si pu determinare valutando:

SE una o pi funzioni vitali sono gravemente alterate o assenti, presenza di politraumi o emorragie imponenti

ESTREMA URGENZA

SE una o pi funzioni vitali sono alterate o in rapido deterioramento (dolore toracico acuto, emorragie contenibili, ustioni, shock, ..)

URGENZA

In caso di assenza o grave alterazione di una o pi funzioni vitali allertare SUBITO IL 118

CLASSIFICAZIONE DELLE URGENZE

Attenzione a non sottovalutare le espressioni di dolore ... chi urla di pi non sempre e il pi grave

URGENZA SECONDARIA

Situazione grave, o gravissima (non urgente) che necessita di manovre e interventi di personale sanitario presenza delle funzioni vitali

Traumi a colonna vertebrale o di bacino Fratture esposte degli arti Ferite gravi

LA CHIAMATA DI SOCCORSO

118 centrale di emergenza sanitaria

Valuta le richieste provenienti dal territorio, gestisce e coordina i mezzi di soccorso disponibili in base alla scala di urgenza decisa di volta in volta in base alle diverse situazioni.Il primo soccorritore fornisce le informazioni utili alla centrale operativa che stabilisce lentit del soccorso

LA CHIAMATA AL 118

Chi sta chiamando

Cosa e successo (malore, incidente, ecc)

Dove ... localit, indirizzo, riferimenti

Numero infortunati

Condizioni dellinfortunato

Lasciare libero il telefono chiamante

Seguire le indicazioni delloperatore di centrale, non riagganciare fino a sua richiesta

IN ATTESA DEL SOCCORSO QUALIFICATO

manovre su persone con

FUNZIONI VITALI compromesse

effettuare il massaggio cardiaco esterno (R.C.P)

per garantire una minima circolazione del sangue nelle persone in cui il cuore abbia cessato di battere

effettuare la respirazione artificiale

per assicurare un minimo di ossigenazione a persone il cui respiro cessato

IN ATTESA DEL SOCCORSO QUALIFICATO

. manovre su persone coscienti

il posizionamento antishockper migliorare unalterata circolazione del sangue causato da profondo malessere per evitare la perdita di coscienza

lemostasiper interrompere il sanguinamento continuo di una ferita

il posizionamento di sicurezza (P.L.S.) no traumaper proteggere la vittima con coscienza alterata o assente dal rischio di soffocamento (aspirazione di materiali liquidi sangue e vomito)

Rianimazione cardiopolmonare di base Corso esecutori per personale laico

(linee-guida scientifiche IRC-ERC-ILCOR 2010)

BLSBasic Life Support

Croce Rossa ItalianaCroce Rossa Italiana

Obiettivi del corso

Abilit psicomotorieEsecuzione delle tecniche (valutazioni ed azioni BLS)

Conoscenze teoricheLe cause di arresto cardiacoLe manifestazioni dellarresto cardiacoIl razionale del BLS e della defibrillazione

Modalit comportamentali

Sequenze BLS A BC D

La morte cardiaca improvvisa

un evento:

NATURALE

INATTESO

RAPIDO

Colpisce 1 persona su 10001 persona su 1000 allanno:in Italia circa 60.00060.000 eventi/anno

1

2

3

Arresto cardiaco improvviso

Aritmie

Infarto miocardico acuto

Altre causearresto respiratorio, grave emorragia

Cause:?

Obiettivi del BLS

In mancanza delle funzioni vitali (respiro e polso) il sistema nervoso centrale subisce danni irreversibili dopo 10 minuti

Il BLS si prefigge di Prevenire-Ritardare il danno anossico cerebrale con la RCP di base

Evento

Arresto Cardiaco e Danno Anossico

Pochi minuti per intervenire prima che i danni cerebrali divengano irreversibili

Abbiamo poco tempo!!Abbiamo poco tempo!!

59-65%

35-41%

Le aritmie riscontrabili pi frequentemente in fase iniziale sono:

altri casi non defibrillabili

la fibrillazione ventricolarela tachicardia ventricolare senza polso

La morte cardiaca improvvisa

1

2

3

Fibrillazione Ventricolare

FV/TV 1 ritmo 59-65% dei casi di arresto cardiaco improvviso

Ritmo cardiaco normale (organizzato)

Fibrillazione ventricolare

Entro pochi minuti

Fibrillazione Ventricolare

Terapia efficace:DEFIBRILLAZIONE

Tachicardia ventricolare senza polsoFibrillazione Ventricolare/

Efficacia della Defibrillazione

Interruzione della fibrillazione ventricolaree ripresa di un ritmo cardiaco organizzato con ripresa dellattivit di pompa cardiaca

80

60

40

20

0 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12-13-14Tempo

100

Si riduce 34% ogni minuto

Con R.C.P.

Successo della DefibrillazioneSuccesso della Defibrillazione

I Primi Minuti Preziosi

Senza R.C.P.Si riduce 710% ogni minuto

SICUREZZAValutazione della scena

Le Fasi del BLS

Airway

Valutazione dello stato di Coscienza

Signore, Signore,

mi sente?

Chiama e Scuote

Non Cosciente

Chiama Aiuto

Posiziona il Paziente

Apre le Vie Aeree

A

Liberazione vie aeree

... apri la bocca e verifica per corpi estranei

AIperestendi il capo,solleva il mento ...

Guarda

Ascolta

Senti

Valutazione delle funzioni vitali

Valutazione del respiro

Ricerca dei segni di circolo (movimenti, respiro, tosse)

10 secondi

Breathing/Circulation B+C

Se il Respiro Se il Respiro AnomaloAnomalo

= Assenza di Respiro!

Attenzione!Attenzione!BPerviet vie aeree

(*) Non Respira - ALS

GAS + segni di circolo

Respira Respira normalmentenormalmentePLS

NON respiraNON segni di circoloCHIAMARE 118!*

Breathing/Circulation B+C

Rapporto

compressioni ventilazioni

30:2

inizia a massaggiare e ventilare

RCP

RCP

Area di Compressione

Al centro del ToraceAl centro del Torace

RCP

Posizione del Soccorritore

RCPCompressioni toraciche esterne

Compressione/rilasciamento ugualeNon staccare le maniAbbassamento sterno 5 cmFrequenza 100/min (30 compressioni in 18)

Bocca-a-bocca

Mantieni lestensione e chiudi le nariciInsuffla due volte lentamente (1 sec)Controlla lespansione del torace

altrimenti MASSAGGIA!altrimenti MASSAGGIA!

BRCP: Ventilazione Artificiale

Bocca - Bocca

Bocca - Maschera

BRCP: Ventilazione Artificiale

4 anello supporto vitale avanzato - ALS, (Advanced Life Support)

LA CATENA DELLA SOPRAVVIVENZA

1 anello precoce riconoscimento della situazione di emergenza attivazione dei soccorsi con la chiamata al 118 2 anello supporto delle funzioni vitali - BLS (Basic Life Support) supporto di base delle funzioni vitali3 anello

defibrillazione precoce - erogazione di scariche elettriche che attraversano il cuore.

Chiama e scuote

Non cosciente Chi