Credo in Dio, Padre onnipotente REMBRANDT Il figliol prodigo

Click here to load reader

download Credo in Dio, Padre onnipotente REMBRANDT Il figliol prodigo

of 11

  • date post

    01-May-2015
  • Category

    Documents

  • view

    226
  • download

    1

Embed Size (px)

Transcript of Credo in Dio, Padre onnipotente REMBRANDT Il figliol prodigo

  • Slide 1
  • Credo in Dio, Padre onnipotente REMBRANDT Il figliol prodigo
  • Slide 2
  • Compendio del Catechismo 36. Perch la professione di fede inizia con: Io credo in Dio? Perch l'affermazione Io credo in Dio la pi importante, la fonte di tutte le altre verit sull'uomo e sul mondo, e di tutta la vita di ogni credente in lui.
  • Slide 3
  • Introduzione Le prime parole del Credo:Credo in Dio, Padre onnipotente. La nostra professione di fede cristiana comincia cos: Dio, in quanto Dio il Primo e lUltimo, il Principio e il Fine di tutte le cose. Dio Padre, in quanto Dio la Prima Persona della Santissima Trinit. Siamo figli di Dio! "Padre nostro, che sei nei cieli" (Mt 6,9). MATTEO da Lecce Dio Padre e Cristo
  • Slide 4
  • Idee principali
  • Slide 5
  • 1. Credo in un solo Dio Ascolta Israele: il Signore nostro Dio lunico Signore. Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutte le tue forze (Deuteronomio 6, 4-5). La fede nellunico Dio ci porta a tornare a Lui come alla nostra prima origine e il nostro fine ultimo; e a preferirlo al di sopra di tutte le cose. Dallinsegnamento di Cristo sappiamo che lunico Dio per essenza esiste in tre Persone divine: Padre, Figlio e Spirito Santo. BALEN, Hendrick van Santa Trinit 1620 Sint-Jacobskerk, Anversa
  • Slide 6
  • 2. Il nome di Dio Dio ha rivelato il suo nome a Mos:Io sono colui che (Esodo 3, 14), Yahweh. Cio, Dio . Dio colui che da se stesso senza dipendere da nessuno, principio senza principio, ragion dessere di tutto ci che esiste, origine di tutto, causa di tutto, fonte di tutto, essere sovrano, essere supremo, Dio. In altre occasioni Dio si rivela come ricco di amore e fedelt: Dio un essere spirituale, eterno, misericordioso e clemente, infinitamente sapiente e buono, onnipotente e giusto, lessere per eccelenza e il sommo amore. FETI, Domenico Mos davanti al roveto ardente Kunsthistorisches Museum, Vienna
  • Slide 7
  • 3. Dio Padre Primo articolo del Simbolo. La confessione di fede inizia nel mistero trinitario: Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo, unico Dio, unica essenza, in tre persone realmente distinte. Insieme alla confessione di Dio uno e trino, si proclamano anche il mistero della Incarnazione, che realizza il Figlio di Dio per redimere gli uomini, E il mistero della santificazione, che si attribuisce allo Spirito Santo. FRANCESCO DI GIORGIO MARTINI Dio Padre c. 1470 National Gallery of Art, Washington
  • Slide 8
  • 4. Dio Padre onnipotente Onnipotenza: la creazione si attribuisce al Padre. Ma anche il Figlio e lo Spirito Santo sono onnipotenti come il Padre: lessenza divina unica tutte le persone sono uguali per perfezione. E necessaria la confessione dellonnipotenza di Dio: prove della fede nel dolore e nel male, che non comprendiamo e che costa accettare. Dio onnipotente e clemente: vicino a noi con la sua Provvidenza per aiutarci. EYCK, Jan van Dio Onnipotente 1426-27 Cattedrale di San Bavone, Gand
  • Slide 9
  • 5. Padre nostro "Voi dunque pregate cos: Padre nostro" (Mt 6,9). La filiazione del Figlio di Dio e la nostra sono diverse: Ges il Figlio di Dio per natura, della stessa natura del Padre; la nostra filiazione rispetto a Dio per adozione, mediante il dono soprannaturale della grazia che ci viene data nel battesimo. La dignit della grazia, che ci rende figli adottivi di Dio, molto pi elevata della nostra dignit naturale. BLAKE, William Cristo Redentore delluomo 1808 Museum of Fine Arts, Boston
  • Slide 10
  • Propositi di vita cristiana
  • Slide 11
  • Un proposito per andare avanti Fare un atto di adorazione: Dio onnipotente, ti adoro e ti benedico. Recitare il Padre nostro con calma, riflettendo su quello che si sta dicendo. Trattare gli altri con rispetto, pensando che sono figli di Dio.