Copia di giornale:1-52.qxd - Campo de' .Oroscopo.....62 Selezione Offerte Immobiliari.....63-64...

download Copia di giornale:1-52.qxd - Campo de' .Oroscopo.....62 Selezione Offerte Immobiliari.....63-64 SOMMARIO

of 64

  • date post

    15-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    213
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Copia di giornale:1-52.qxd - Campo de' .Oroscopo.....62 Selezione Offerte Immobiliari.....63-64...

2000-2009: X Fescennino dOro

Lintervista:Alfiero Alfieri

Come eravamo:Un tuffo nel passato

Una Fabrica di ricordi:Il tempo delle pesche

2 Campo de fiori

Editoriale:Una preziosa testimonianza.......................3Lintervista:Alfiero Alfieri.........................................4-5Fescennino doro................................6-7Suonare Suonare:Mamma, mi compri una chitarra?...........8-9Lenti doggi..........................................11Roma che se n andata:Andiamo per Piazza di Spagna............12-13Cinema News:Dante 01................................................14Curriculum vitae:Jessica Costa..........................................15Ecologia e ambiente:Mobilit urbana.......................................16Come eravamo:Un tuffo nel passato...............................17XV Festival Accendi un sorriso........18Una Fabrica di ricordi:Il tempo delle pesche.........................20-21Civita Castellana 4/12/1798..............22

Ceral:La timidezza...........................................23Le guide di Campo de fiori:Nazzano.................................................24Sentinelle del mattino........................25Langolo dellAvvocato:Viaggiare informati..................................26Per non dimenticare Museo dellaterra a Latera.....................................27Ass. Artistica IVNA:Augusto Barberini...................................28Albero genealogico ............................29Gran ballo delle debuttanti................30Il Fumetto:Battle Angel Alita....................................31La storia del cimitero di CivitaCastellana ...........................................32La rubrica dei perch..........................33Le storie di Max:Renato Zero...........................................34Omaggio a De Andr...........................35Il mondo del Jazz:

La swing era...........................................36Societ di mutuo soccorso..................37Tarquinia - Valentano.........................38Nel cuore.............................................39Girando e guardando..........................40Per ricordare lautiere FiorinoMarinozzi........................................42-43Roma comera.....................................44Langolo del Bon Ton:Occasioni dincontro speciali....................45Agenda ......................................46-47-48Numero Unico......................................49Messaggi....................................50-51-52I nostri amici ......................................53Album dei ricordi.........54-55-56-57-58-59Annunci Gratuiti ............................60-61Oroscopo..............................................62Selezione Offerte Immobiliari.......63-64

SOMMARIOSOMMARIO

Foto di copertina di Bruno Sisti A llegata sul fiume Treia

Proprio mentre stiamo chiudendo questo numero diCampo de fiori per mandarlo in stampa, una tristetelefonata della Signora Tozzi ci avvisa che ilCommendatore ci ha lasciati! Un profondo silenzio cade su tutta la redazioneAbbiamo perso il nostro decano!

Qualche giorno fa, insospettiti dal fatto che il suoarticolo non fosse ancora pervenuto in redazione,vista la sua infallibile puntualit, a seguito di unatelefonata, la moglie ci aveva avvisati del suo stato disalute. Dispiaciuti, avevamo accettato il fatto di nonpoter pubblicare uno dei suoi gradevoli articoli,nella speranza, per, che fosse solo una situazionepasseggera. Oltre lindiscussa valenza professionale che stata

per tanto tempo il nostro vanto, dobbiamo ricordare ai nostri lettori ed ai suoi innumerevoli amici, luo-mo vero, profondamente educato, che aveva impreziosito, con la sua presenza, le pagine della rivista.Ci dispiace veramente tanto e ci vogliamo accomunare al dolore della famiglia e di quanti, come noi,sanno di aver perso una persona insostituibile. La sua amicizia ci fatto scoprire lincalcolabile valoredel rispetto e sommessamente diciamo: grazie Commendatore! Averla incontrata e aver condiviso lapassione per il giornalismo e per le cose belle stato per noi un grande regalo del destino.

Sandro Anselmi e la redazione

Silenzio...

Campo de fiori 3

di Sandro Anselmi

Ogni volta che mi accingo a scrivere questi miei pensieri, inevitabilmente cerco di immaginare a chi essisiano rivolti, e quale interesse possa trovare in loro chi li legge. E facile allora ricordare le facce delle per-sone che mi hanno dimostrato il loro affetto ed hanno espresso le loro impressioni; mi hanno dato sugge-rimenti e consigli e, comunque, spronato ad andare avanti e fare sempre meglio. La mia convinzione cheCampo de fiori piaccia a tutti innocente e, credo, giustificata, perch oltre agli scambi personali, ci sonole vostre tante lettere che arrivano in redazione e dimostrano quanto mi siate vicini. Fra le ultime arrivate,ce n una che ci ha commossi tutti! Ho chiesto autorizzazione al mittente di poterla pubblicare e, avuta,sono certo che anche voi possiate vederci ci che io ci ho visto: un grande, vero sentimento.(Per motivi di riservatezza, ne ho stralciato alcuni passi).

Carissimi di Campo de fiori,desidero manifestarvi la simpatia che ho per voi, vi conosco perch mio fratello mi ha regalato labbonamento.Lui una persona davvero speciale: dopo lunghi anni passati pensando solo al lavoro e alla cura della mamma (lei si sen-tiva a casa sua solo con lui, finch si ammalata ed morta) e dopo una devastante parentesi matrimoniale finita in divor-zio, aveva finalmente incontrato lAnima Gemella, la compagna sempre desiderata, ma la sorte gliela portata via nel modopi crudele.Ero al mare quel luglio del 2005, quando mi telefona che dimettevano . dallospedale e la portavano in una cli-nica specializzata, ed io, pensando alla difficolt di farle visita, mi lasciai sfuggire un accorato: Cos lontano da casa E dopo un lungo silenzio: a casa non ci torner MAI PIU . Ah, lo strazio di quel MAI PIU, e ho capito che ormai eraquestione di giorni, di ore forse. Allora corsi in acqua, abbastanza lontano per non farmi sentire da altri, per affondare lafaccia nelle onde e piangere liberamenteE mio fratello vendette la casa di . e si trasfer a per stare vicino alla sua amata, e nel suo giardinetto di pochi mqcoltiva rose per lei ed erbette odorose per me. Cos, tramite la rivista, ho cominciato a conoscere ed amare questa citte sento una specie di invidia per non potermi ritrovare in quelle foto antiche, anche se riconosco quelle pose, quei vesti-ti, quelle pettinature. E quei ragazzi assomigliano tanto ai miei fratelli (anche noi siamo in tre) quella signora col taglieri-no sembra proprio mia madre e quella bambina mi ricorda la mia Prima Comunione! Vorrei aver fatto parte anche io di tutta quella vita passata, di riconoscere qualcuna di quelle belle persone sulle paginedegli auguri; prima o poi vi mander la mia foto e forse trover posto anche io fra loro. Mi congratulo per gli interessan-ti servizi e per la belle veste editoriale e se mio fratello si dimenticasse di rinnovarmi labbonamento (cosa altamente impro-babile) lo farei da sola!Adesso sapete perch mio fratello .. trova a unaccoglienza veramente affettuosa e, tramite voi, anche io mi sentoun po del vostro paese. Con i pi calorosi saluti

Colgo loccasione per ringraziare tutti coloro che ci rendono partecipi con le loro lettere della loro vista vis-suta.Grazie, rimarranno, per sempre, preziose testimonianze. Grazie a tutti!!!Sempre devoto vostro,Sandro Anselmi

Una preziosa testimonianza

Campo de fiori4

ALFIERO ALFIERIUnestate da malato immaginario...

Mentre sta provando lospettacolo che questestatelo vedr coinvolto con lasua rivisitazione de Ermalato Immaginario inalcuni dei posti pi bellidella nostra regione tra cuiCerveteri, Tarquinia, Anzioe per finire in bellezza dal31 agosto al 6 settembreallAnfiteatro Quercia delTasso di Roma, inter-rompiamo il maestroAlfiero Alfieri per cercarecon 10 domande di scavarenella sua vita artistica escoprire meglio il grandepersonaggio che abbiamodi fronte. Una vita per il palcoscenico: nel 1957inizia la Sua carriera a fianco di gran-di maestri di quel cabaret che alloraveniva chiamato avanspettacolo.Ma come nacque e da cosa differiscedal cabaret di oggi (w il termine ital-iano!)?Con questa domanda mette, come si suoldire, il dito nella piaga. Io credo che la-vanspettacolo sia stata una delle miglioripalestre dove potevano sfidarsi, mi con-senta la similitudine, i grandi talenti giudi-cati solo dal pubblico che, allora, non erageneroso come adesso. Se lattore nonpiaceva oppure non riusciva a rapire lat-tenzione della platea, al posto degli

volte burbero, ma sempreprofondamente romano. Elui che mi ha trasmessolAmore per il teatro dialettaleromano. Nonostante le diffi-colt di quel periodo, Checcoe la sua bravissima Anitaavevano un pubblicoaffezionato che li seguivacostantemente. E stato unperiodo della mia vita moltospensierato. Cerano moltigiovani, oltre me, inCompagnia, e regnava unospirito goliardico anche conla figlia minore di Checco eAnita: Leila Ducci, bravissimaanche lei.Nel 1973 nasce la

Compagnia Alfiero Alfieri che rappre-senta diverse commedie di prosa indialetto romano alternando classici atesti propri, aprendo nel contempouna scuola di prosa in romanesco.Che lingua effettivamente ilromanesco?Quando nel 73 diedi vita ad una mia com-pagnia, lintento era quello di dare ai gio-vani desiderosi unopportunit di avvici-narsi al teatro dialettale romano e di averela migliore scuola: il palcoscenico. Per me,infatti, non c strada migliore del pal-coscenico, forse proprio perch la miagavetta stato lavanspettacolo. Mi chiedeche lingua il romanesco. Prima di tutto

applausi glie tiravano li pomodori o li gattimorti. Mi chiede come nasce lavanspetta-colonasce dal desiderio degli attori diesibirsi, molte volte anche gratuitamente.E quello dellavanspettacolo era il mezzopi rapido per attua