Convertitori di frequenza ABB per HVAC Manuale firmware ... · nenti elettrici, e che conoscano i...

Click here to load reader

  • date post

    17-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    284
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Convertitori di frequenza ABB per HVAC Manuale firmware ... · nenti elettrici, e che conoscano i...

Convertitori di frequenza ABB per HVAC

Manuale firmwareProgramma di controllo HVAC per ACH580

Pubblicazioni correlate

Sul Web sono reperibili i manuali e la documentazione sui prodotti in formato PDF. Vedere la sezione Docu-mentazione disponibile in Internet in terza di copertina. Per i manuali non disponibili in Internet, contattare il rappresentante ABB locale.

Manuali e guide dei convertitori Codice (inglese) Codice (italiano)ACH580 HVAC control program firmware manual 3AXD50000027537 3AXD50000027596ACH580-01 (0.75 to 250 kW) hardware manual 3AUA0000076331 3AXD50000027584ACH580-01 quick installation and start-up guide(will be replaced by ACH580-01 quick installation and start-up guide for frames R0-R5, 3AUA0000076330, and ACH580-01 quick installation and start-up guide for frames R6-R9, 3AXD50000036602

3AUA0000076330 3AUA0000076330

ACS-AP-x assistant control panels user's manual 3AUA0000085685

Manuali e guide dei dispositivi opzionaliCDPI-01 communication adapter module user's manual 3AXD50000009929DPMP-01 mounting platform for ACS-AP control panel 3AUA0000100140DPMP-02/03 mounting platform for ACS-AP control panel

3AUA0000136205

FBIP-21 BACnet/IP adapter module 3AXD50000028468FCAN-01 CANopen adapter module user's manual 3AFE68615500FCNA-01 ControlNet adapter module user's manual 3AUA0000141650FDNA-01 DeviceNet adapter module user's manual 3AFE68573360FECA-01 EtherCAT adapter module user's manual 3AUA0000068940FENA-01/-11/-21 Ethernet adapter module user's manual

3AUA0000093568

FEPL-02 Ethernet POWERLINK adapter module user's manual

3AUA0000123527

FLON-01 LONWORKS adapter module user's manual 3AUA0000041017FPBA-01 PROFIBUS DP adapter module user's manual

3AFE68573271

FSCA-01 RS-485 adapter module user's manual 3AUA0000109533Flange mounting quick guide for frames R6 to R9 3AXD50000019099Flange mounting supplement 3AXD50000019100

Manuali e guide di tool e manutenzioneDrive composer PC tool user's manual 3AUA0000094606Converter module capacitor reforming instructions 3BFE64059629NETA-21 remote monitoring tool user's manual 3AUA00000969391NETA-21 remote monitoring tool installation and start-up guide

3AUA0000096881

Manuali dell'ACH580-01

http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AXD50000027537&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirecthttp://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000076331&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirecthttp://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000076330&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirecthttp://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000085685&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AXD50000009929&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000100140&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000136205&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AXD50000028468&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AFE68615500&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000141650&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AFE68573360&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000068940&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000093568&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000123527&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000041017&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AFE68573271&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000109533&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AXD50000019099&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirecthttp://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AXD50000019100&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirecthttp://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000094606&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3BFE64059629&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000096939&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=3AUA0000109533&LanguageCode=en&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect http://search.abb.com/library/ABBLibrary.asp?DocumentID=9AKK10103A0587&DocumentPartId=1&Action=LaunchDirect

1. Introduzione al manuale

3. Pannello di controllo

4. Configurazione di default

5. Funzionalit del programma

6. Parametri

7. Dati supplementari sui parametri

8. Ricerca dei guasti

9. Controllo bus di campo tramite l'interfaccia del bus di campo integrato (EFB)

10. Controllo bus di campo tramite adattatore bus di campo

11. Schemi delle sequenze di controllo

Ulteriori informazioni

Indice

2. Avviamento, controllo tramite I/O e ID run

2016 ABB Oy. Tutti i diritti riservati.3AXD50000027596 Rev BITVALIDIT: 02-02-2016

Indice 1

IndicePubblicazioni correlate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2

1. Introduzione al manualeContenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7Applicabilit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7Norme di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7Destinatari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7Scopo del manuale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8Contenuto del manuale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8Pubblicazioni correlate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9Classificazione in base al telaio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9

2. Avviamento, controllo tramite I/O e ID runContenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13Avviamento del convertitore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14

Come avviare il convertitore di frequenza utilizzando la funzione di assistenza alprimo avviamento sul pannello di controllo HVAC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14

Come controllare il convertitore con l'interfaccia di I/O . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21Esecuzione della routine di identificazione (ID run) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22

Routine di identificazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23

3. Pannello di controlloContenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29Rimozione e reinstallazione del pannello di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29Descrizione del pannello di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30Descrizione del display del pannello di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31Tasti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33Scorciatoie da tastiera . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34

4. Configurazione di defaultContenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35Configurazione di default per HVAC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 36

Collegamenti di controllo di default per HVAC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 36

5. Funzionalit del programmaContenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39Controllo locale e controllo esterno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39

Controllo locale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40Controllo esterno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40

Modalit operative del convertitore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43Controllo di velocit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43Controllo di coppia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43Controllo di frequenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44

Safety

2 Indice

Modalit di controllo speciali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44Configurazione e programmazione del convertitore di frequenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45

Configurazione mediante parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45Interfacce di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46

Ingressi analogici programmabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46Uscite analogiche programmabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46Ingressi e uscite digitali programmabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46Ingresso e uscita di frequenza programmabile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46Uscite rel programmabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46Estensioni degli I/O programmabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47Controllo tramite bus di campo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47

Controllo del motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48Tipi di motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48Identificazione del motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48Autoalimentazione in mancanza di rete . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48Controllo vettoriale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48Rampe dei riferimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49Velocit/frequenze costanti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50Velocit/frequenze critiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50Controllo dello spunto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52Jogging (avanzamento a impulsi) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52Dati di performance del controllo di velocit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55Dati di performance del controllo di coppia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55Controllo scalare del motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 56Curva di carico utente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57Rapporto U/f . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 58Frenatura flusso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 58Magnetizzazione in c.c. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 59Ottimizzazione dei consumi energetici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 61Frequenza di commutazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 61Arresto con compensazione della velocit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 62

Controllo applicativo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 64Macro di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 64Controllo PID di processo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 64Controllo pompe e ventole (PFC) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 66Funzioni timer . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 67

Controllo della tensione in c.c. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68Controllo sovratensione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68Controllo di sottotensione (autoalimentazione in mancanza di rete) . . . . . . . . . . . . . . . . 68Controllo di tensione e limiti di scatto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69Chopper di frenatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 70

Sicurezza e protezioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 72Protezioni fisse/standard . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 72Arresto di emergenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 72Protezione termica del motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 73Funzioni di protezione programmabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 76Reset automatici dei guasti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 78

Diagnostica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79Supervisione dei segnali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79Calcolatori di risparmio energetico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79Analizzatore di carico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79

Indice 3

Menu Diagnostica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81Altre procedure . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 82

Backup e ripristino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 82Set di parametri dell'utente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83Parametri di memorizzazione dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83

6. ParametriContenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 85Termini e abbreviazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 86Elenco dei gruppi di parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 87Elenco dei parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 89

01 Valori effettivi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8903 Riferimenti ingressi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9104 Allarmi e guasti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9205 Diagnostica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9306 Word controllo e stato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9407 Info sistema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9910 DI, RO standard . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9911 DIO, FI, FO standard . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10412 AI standard . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10613 AO standard . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11015 Modulo di estensione I/O . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11619 Modalit operativa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12220 Marcia/arresto/direzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12421 Modo marcia/arresto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13322 Selezione rif velocit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14223 Rampa rif velocit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15124 Condizionamento rif velocit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15525 Controllo velocit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15626 Sequenza rif coppia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16028 Sequenza rif frequenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16430 Limiti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17331 Funzioni guasto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17832 Supervisione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18434 Funzioni timer . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19035 Protezione termica motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19636 Analizzatore di carico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20537 Curva di carico utente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20840 Set 1 PID processo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21141 Set 2 PID processo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22143 Chopper frenatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22345 Efficienza energetica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22446 Impost monitoraggio/scala . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22747 Memoria dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23049 Comunicaz porta pannello . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23150 Adattatore fieldbus (FBA) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23251 Impostazioni FBA A . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23652 Ingr dati FBA A . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23753 Usc dati FBA A . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23858 Bus campo integrato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 238

4 Indice

70 Cmd forzati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24671 PID1 esterno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24876 Configurazione PFC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25077 Manutenzione e monitoraggio PFC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25580 Calcolo flusso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25695 Configurazione HW . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25796 Sistema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25897 Controllo motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26298 Parametri motore utente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26599 Dati motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 266

Differenze tra i valori di default in base all'impostazione della frequenza di alimentazione(50 Hz o 60 Hz) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 272

7. Dati supplementari sui parametriContenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 273Terminologia e sigle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 273Indirizzi dei bus di campo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 274Parametri dei gruppi 19 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 275Parametri dei gruppi 1099 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 278

8. Ricerca dei guastiContenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 305Sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 305Indicazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 305

Allarmi e guasti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 305Eventi puri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 306Messaggi di testo modificabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 306

Cronologia di allarmi e guasti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 306Log degli eventi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 306Visualizzazione delle informazioni su allarmi e guasti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 307

Generazione di codici QR per l'applicazione di assistenza mobile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 307Messaggi di allarme . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 308Messaggi di guasto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 315

9. Controllo bus di campo tramite l'interfaccia del bus di campo integrato (EFB)Contenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 323Panoramica del sistema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 323Collegamento del bus di campo al convertitore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 324Impostazione dell'interfaccia del bus di campo integrato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 325Impostazione dei parametri di controllo del convertitore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 326Informazioni generali sull'interfaccia del bus di campo integrato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 328

Word di controllo e word di stato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 329Riferimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 329Valori effettivi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 329Ingressi/uscite dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 329Indirizzi di registro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 329

Profili di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 331

Indice 5

Word di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 332Word di controllo per il profilo ABB Drives . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 332Word di controllo per il profilo DCU . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 334

Word di stato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 336Word di stato per il profilo ABB Drives . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 336Word di stato per il profilo DCU . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 337

Schemi delle transizioni di stato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 339Schema delle transizioni di stato per il profilo ABB Drives . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 339

Riferimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 341Riferimenti per i profili ABB Drives e DCU . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 341

Valori effettivi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 342Valori effettivi per i profili ABB Drives e DCU . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 342

Indirizzi dei registri Modbus . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 343Indirizzi dei registri Modbus per i profili ABB Drives e DCU . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 343

Codici delle funzioni Modbus . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 344Codici di eccezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 345Coil (set di riferimenti 0xxxx) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 346Ingressi discreti (set di riferimenti 1xxxx) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 348Registri dei codici di errore (registri 400090400100) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 350

10. Controllo bus di campo tramite adattatore bus di campoContenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 351Panoramica del sistema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 351Informazioni generali sull'interfaccia di controllo del bus di campo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 353

Word di controllo e word di stato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 354Riferimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 355Valori effettivi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 356Contenuti della word di controllo del bus di campo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 357Contenuti della word di stato del bus di campo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 359Schema degli stati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 360

Impostazione del convertitore per il controllo bus di campo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 361Esempio di impostazioni parametriche: FPBA (PROFIBUS DP) . . . . . . . . . . . . . . . . . . 362

11. Schemi delle sequenze di controlloContenuto del capitolo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 365Selezione del riferimento di frequenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 366Modifica del riferimento di frequenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 367Selezione della sorgente del riferimento di velocit I . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 368Selezione della sorgente del riferimento di velocit II . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 369Rampa e forma del riferimento di velocit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 370Calcolo dell'errore di velocit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 371Regolatore di velocit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 372Selezione e modifica della sorgente del riferimento di coppia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 373Selezione del riferimento per il regolatore di coppia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 374Limitazione di coppia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 375Selezione della sorgente di setpoint e retroazione PID di processo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 376Regolatore PID di processo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 377Selezione della sorgente di setpoint e retroazione PID esterno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 378Regolatore PID esterno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 379

6 Indice

Ulteriori informazioniInformazioni su prodotti e servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 381Formazione sui prodotti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 381Feedback sui manuali dei convertitori ABB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 381Documentazione disponibile in Internet . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 381

Introduzione al manuale 7

1Introduzione al manuale

Contenuto del capitoloQuesto capitolo descrive l'applicabilit, i destinatari, lo scopo e i contenuti del pre-sente manuale, e rimanda a un elenco di pubblicazioni correlate dove trovare mag-giori informazioni.

ApplicabilitQuesto manuale riguarda il programma di controllo HVAC per ACH580 (versione 1.60.1).

Per verificare la versione firmware del programma di controllo in uso, vedere le infor-mazioni sul sistema (selezionare Menu Info sistema) o il parametro 07.05 Versione firmware (vedere pag. 99) sul pannello di controllo.

Norme di sicurezzaSeguire tutte le norme di sicurezza. Leggere tutte le norme di sicurezza contenute nel Manuale hardware del conver-

titore di frequenza prima di installare, mettere in servizio o utilizzare il convertitore. Leggere le avvertenze e le note relative alle funzioni firmware prima di modifi-

care i valori dei parametri. Queste avvertenze e note sono contenute nelle descri-zioni dei parametri nel capitolo Parametri a pag. 85.

DestinatariSi presume che i lettori siano competenti in materia di elettricit, cablaggi e compo-nenti elettrici, e che conoscano i simboli utilizzati negli schemi elettrici.

Questo manuale destinato ai lettori di tutto il mondo. Nel manuale vengono usate sia le unit di misura del sistema metrico che quelle del sistema britannico. Per le installazioni negli Stati Uniti vengono riportate istruzioni speciali che riguardano gli USA.

8 Introduzione al manuale

Scopo del manualeQuesto manuale fornisce le informazioni necessarie alla progettazione, alla messa in servizio e al funzionamento dell'azionamento.

Contenuto del manualeIl manuale composto dai seguenti capitoli: Introduzione al manuale (questo capitolo, pag. 7) descrive l'applicabilit, i destina-

tari, lo scopo e i contenuti del manuale. In chiusura riportato un elenco di termini e abbreviazioni.

Avviamento, controllo tramite I/O e ID run (pag. 13) spiega come avviare il con-vertitore di frequenza e come avviare il motore, modificare la direzione di rota-zione e regolare la velocit del motore tramite l'interfaccia di I/O.

Pannello di controllo (pag. 29) contiene le istruzioni per rimuovere e reinstallare il pannello di controllo Assistant, di cui descrive brevemente il display, i tasti e le scorciatoie da tastiera.

Configurazione di default (pag. 35) contiene lo schema di collegamento della con-figurazione di default del sistema HVAC e uno schema di collegamento. La confi-gurazione di default predefinita aiuta l'utente a configurare pi rapidamente il convertitore di frequenza.

Funzionalit del programma (pag. 39) descrive le funzionalit del programma elencando le relative impostazioni utente, i segnali effettivi e i messaggi di guasto e allarme.

Parametri (pag. 85) descrive i parametri utilizzati per programmare il convertitore. Dati supplementari sui parametri (pag. 273) contiene informazioni pi approfon-

dite sui parametri. Controllo bus di campo tramite l'interfaccia del bus di campo integrato (EFB) (pag. 323)

descrive la comunicazione da e per una rete di bus di campo utilizzando l'interfaccia del bus di campo integrato del convertitore di frequenza.

Controllo bus di campo tramite adattatore bus di campo (pag. 351) descrive la comunicazione da e per una rete di bus di campo utilizzando un modulo adatta-tore bus di campo opzionale.

Ricerca dei guasti (pag. 305) elenca i messaggi di guasto e di allarme, specifican-done le possibili cause e le soluzioni.

Schemi delle sequenze di controllo (pag. 365) descrive la struttura dei parametri del convertitore di frequenza.

Ulteriori informazioni (terza di copertina, pag. 381) fornisce le indicazioni per richiedere informazioni sui prodotti, i servizi e i corsi di addestramento, nonch per inviare ad ABB i propri commenti sui manuali dei convertitori e per reperire altra documentazione in Internet.

Introduzione al manuale 9

Pubblicazioni correlateVedere Pubblicazioni correlate a pag. 2 (seconda di copertina).

Classificazione in base al telaioIl convertitore ACH580 viene prodotto con diversi tipi di telai, contraddistinti dalla sigla RN, dove N rappresenta un numero intero. Alcune informazioni che riguardano solo determinati telai sono indicate dal simbolo del telaio (RN).

Il tipo di telaio riportato sull'etichetta di identificazione applicata al convertitore di frequenza; vedere il capitolo Principio di funzionamento e descrizione dell'hardware, sezione Etichetta di identificazione, nel Manuale hardware del convertitore.

10 Introduzione al manuale

Terminologia e sigleTermine/sigla DescrizioneACS-AP-x Pannello di controllo Assistant: tastierino operatore con funzionalit avan-

zate per la comunicazione con il convertitore di frequenza. L'ACH580 supporta i pannelli ACH-AP-H.

AI Analog Input, ingresso analogico; interfaccia per i segnali di ingresso analogici.

AO Analog Output, uscita analogica; interfaccia per i segnali di uscita analo-gici.

CCA-01 Adattatore di configurazione.CDPI-01 Modulo adattatore di comunicazione.CHDI-01 Modulo di estensione degli ingressi digitali 115/230 V opzionale.Chopper di frenatura

Conduce l'energia in surplus dal circuito intermedio del convertitore di frequenza alla resistenza di frenatura, quando necessario. Il chopper si attiva quando la tensione del collegamento in c.c. supera il limite mas-simo predeterminato. L'aumento di tensione tipicamente causato dalla decelerazione (frenatura) di un motore con inerzia elevata.

Circuito intermedio Vedere Collegamento in c.c..CMOD-01 Modulo di estensione multifunzione opzionale (24 V c.a./c.c. esterni ed

estensione I/O digitali).CMOD-02 Modulo di estensione multifunzione opzionale (24 V c.a./c.c. esterni e

interfaccia PTC isolata).Collegamento in c.c.

Circuito in c.c. tra il raddrizzatore e l'inverter.

Condensatori del collegamento in c.c.

Immagazzinano energia per stabilizzare la tensione in c.c. del circuito intermedio.

Controllo di rete Con i protocolli del bus di campo basati su Common Industrial Protocol (CIPTM), come DeviceNet ed Ethernet/IP, designa il controllo del con-vertitore di frequenza utilizzando gli oggetti Net Ctrl e Net Ref del profilo ODVA AC/DC Drive. Per ulteriori informazioni, vedere www.odva.org e i seguenti manuali: FDNA-01 DeviceNet Adapter Module User's Manual (3AFE68573360

[inglese]) e FENA-01/-11/-21 Ethernet Adapter Module User's Manual (3AU-

A0000093568 [inglese]).Convertitore di frequenza

Convertitore di frequenza deputato al controllo di motori in c.a.

DI Digital Input, ingresso digitale; interfaccia per i segnali di ingresso digitali.DO Digital Output, uscita digitale; interfaccia per i segnali di uscita digitali.DPMP-01 Piastra di fissaggio per il pannello di controllo ACS-AP (montaggio flan-

giato).DPMP-02/03 Piastra di fissaggio per il pannello di controllo ACS-AP (montaggio

diretto su superficie).EFB Embedded FieldBus, bus di campo integrato.

www.odva.org

Introduzione al manuale 11

FBA FieldBus Adapter, adattatore bus di campo.FCAN-01 Modulo adattatore CANopen opzionale.FCNA-01 Modulo adattatore ControlNet.FDNA-01 Modulo adattatore DeviceNet opzionaleFECA-01 Modulo adattatore EtherCAT opzionale.FENA-01/-11/-21 Modulo adattatore Ethernet opzionale per protocolli EtherNet/IP,

Modbus TCP e PROFINET IO.FEPL-02 Modulo adattatore Ethernet POWERLINK.FLON-01 Modulo adattatore LONWORKS.FPBA-01 Modulo adattatore PROFIBUS DP opzionale.FSCA-01 Modulo adattatore RSA-485 opzionale.I/O Input/Output, ingresso/uscita.ID run Routine di identificazione del motore. Durante l'ID run, il convertitore

identifica le caratteristiche del motore per un controllo ottimale dello stesso.

IGBT Insulated Gate Bipolar Transistor, tipo di semiconduttore pilotato in ten-sione.

Inverter Trasforma la corrente continua (c.c.) e la tensione in c.c. in corrente alternata (c.a.) e tensione in c.a.

LONWORKS LONWORKS (Local Operating Network) una piattaforma di rete creata appositamente per rispondere alle esigenze delle applicazioni di con-trollo.

LSW Least Significant Word, word meno significativa.NETA-21 Tool di monitoraggio remoto.Parametro Istruzione operativa per il convertitore di frequenza, impostabile dall'utente;

o segnale misurato o calcolato dal convertitore di frequenza.PLC Programmable Logic Controller, controllore a logica programmabile.PROFIBUS, PROFIBUS DP, PROFINET IO

Marchi registrati di PI PROFIBUS & PROFINET International

PTC Positive Temperature Coefficient, coefficiente di temperatura positivo; termistore la cui resistenza dipende dalla temperatura.

R0, R1, ... TelaioRaddrizzatore Trasforma la corrente alternata (c.a.) e la tensione in c.a. in corrente

continua (c.c.) e tensione in c.c.Regolatore PID Regolatore derivativo integrale proporzionale. Il controllo di velocit del

convertitore di frequenza basato su un algoritmo PID.Resistenza di frenatura

Dissipa sotto forma di calore l'energia di frenatura in surplus del conver-titore di frequenza, condotta dal chopper di frenatura. un componente fondamentale del circuito di frenatura. Vedere il capitolo Chopper di fre-natura nel Manuale hardware del convertitore.

Termine/sigla Descrizione

12 Introduzione al manuale

RO Relay Output, uscita rel; interfaccia per un segnale di uscita digitale. Implementata mediante rel.

Scheda di controllo Scheda di controllo ove viene eseguito il programma di controllo.STO Safe Torque Off. Vedere il capitolo Funzione Safe Torque Off nel

Manuale hardware del convertitore di frequenza.Telaio Definisce le dimensioni fisiche del convertitore di frequenza, ad esem-

pio R0 e R1. Il tipo di telaio riportato sull'etichetta di identificazione applicata al convertitore di frequenza; vedere il capitolo Principio di fun-zionamento e descrizione dell'hardware, sezione Etichetta di identifica-zione, nel Manuale hardware del convertitore.

Termine/sigla Descrizione

Avviamento, controllo tramite I/O e ID run 13

2Avviamento, controllo tramite I/O e ID run

Contenuto del capitoloQuesto capitolo descrive come: eseguire l'avviamento avviare, spegnere, cambiare la direzione di rotazione e regolare la velocit del

motore tramite l'interfaccia di I/O eseguire una routine di identificazione (ID run) del convertitore di frequenza.

14 Avviamento, controllo tramite I/O e ID run

Avviamento del convertitore

Come avviare il convertitore di frequenza utilizzando la funzione di assistenza al primo avviamento sul pannello di controllo HVAC

SicurezzaL'avviamento del convertitore deve essere eseguito solo da elettricisti qualificati. Leggere e seguire attentamente le norme contenute nel capitolo Norme di sicurezza

all'inizio del Manuale hardware del convertitore di frequenza. Il mancato rispetto di tali norme pu mettere a repentaglio l'incolumit delle persone, con rischio di morte, o danneggiare le apparecchiature.

Controllare l'installazione. Vedere il capitolo Checklist di installazione nel Manuale hardware del convertitore.

Verificare che l'abilitazione avviamento del convertitore non sia attivata (DI1 nelle impostazioni di fabbrica, con la macro ABB Standard). Il convertitore si avvia auto-maticamente all'accensione se attivo il comando di marcia esterno e se il conver-

titore in modalit di controllo esterno.Controllare che l'avviamento del motore non determini situazioni di pericolo. Disaccoppiare la macchina comandata se vi il rischio di danni in caso di direzione di rotazione non corretta, o necessario eseguire una routine di identificazione (ID run) Normale all'avviamento del

convertitore, quando la coppia di carico superiore al 20% o la macchina non in grado di sostenere il transitorio della coppia nominale durante l'ID run.

Come utilizzare il pannello di controllo AssistantI due comandi in basso sullo schermo (Opzioni e Menu nella figura a destra) corrispondono alle funzioni dei due tasti software e posi-zionati sotto il display. I comandi assegnati ai tasti software variano in base al contesto.Utilizzare i tasti , , e per spostare il cursore e/o modificare i valori in base alla visualiz-zazione attiva.Il tasto richiama una pagina di aiuti sensibili al contesto.Per ulteriori informazioni, vedere ACS-AP-x assi-stant control panels user's manual (3AU-A0000085685 [inglese]).

1 Impostazioni guidate al primo avviamento:lingua, valori nominali del motore, data e ora

Tenere a portata di mano i dati di targa del motore.Accendere il convertitore.

?

Avviamento, controllo tramite I/O e ID run 15

La funzione di assistenza al primo avviamento guida l'utente durante il primo avviamento. La funzione di assistenza si avvia automatica-mente. Attendere finch sul pannello di controllo non compare la schermata della figura a destra.Selezionare la lingua dell'interfaccia: evidenziarla (a meno che non sia gi evidenziata) e premere

(OK).Nota: dopo aver selezionato la lingua, attendere qualche minuto il download del file della lingua sul pannello di controllo.Selezionare Messa in servizio ACH580 e premere (Avanti).

Per le seguenti impostazioni dei valori nominali del motore, fare riferimento ai dati riportati sulla targa del motore. I valori devono essere inseriti esattamente come compaiono sulla targa del motore.

Esempio di targa di un motore a induzione (asincrono):

M2AA 200 MLA 4

147514751470147014751770

32.55634595459

0.830.830.830.830.830.83

3GAA 202 001 - ADA

180

IEC 34-1

6210/C36312/C3

Cat. no 35 30 30 30 30 3050

5050505060

690 Y400 D660 Y380 D415 D440 D

V Hz kW r/min A cos IA/IN t E/sIns.cl. F IP 55

NoIEC 200 M/L 55

3 motor

ABB Motors

16 Avviamento, controllo tramite I/O e ID run

Controllare che i dati del motore siano corretti. I valori sono predefiniti sulla base del telaio del convertitore, ma necessario verificare che corri-spondano al motore.Iniziare dal tipo di motore. Per modificare la riga selezionata, premere . Scorrere verso l'alto e verso il basso con i tasti

e . I valori cos nominale e coppia nominale del motore sono facoltativi.Premere (Avanti) per continuare.Per modificare un valore: Per spostare il cursore a destra e a sinistra,

premere e . Per modificare il valore, premere e .Premere (Salva) per accettare la nuova impostazione o (Annulla) per tornare alla schermata precedente senza effettuare modifiche.

Questo passaggio facoltativo e richiede la rota-zione del motore. Non eseguirlo se pu creare situazioni di pericolo o se la configurazione mec-canica non lo consente.Per eseguire la prova di rotazione del motore, selezionare Ruota il motore e premere (Avanti).

Premere il tasto Hand sul pannello per avviare il convertitore.

Controllare la direzione di rotazione del motore. Se "avanti", selezionare S, il motore ruota in avanti e premere (Avanti) per continuare.Se la direzione "indietro", selezionare No, cam-bia direzione e premere (Avanti) per conti-nuare.

Hand

Avviamento, controllo tramite I/O e ID run 17

Selezionare il sistema di unit di misura e pre-mere (Avanti).

Se necessario, modificare le unit visualizzate sul pannello. Per modificare i dati della riga selezionata, pre-

mere . Scorrere verso l'alto e verso il basso con i tasti

e . Passare alla schermata successiva premendo

(Avanti).

Per selezionare un valore: Per selezionare il valore, premere e .premere (Salva) per accettare la nuova impostazione o (Annulla) per tornare alla schermata precedente senza effettuare modifiche.

Impostare data, ora e i relativi formati. Per modificare i dati della riga selezionata, pre-

mere . Scorrere verso l'alto e verso il basso con i tasti

e . Passare alla schermata successiva premendo

(Avanti).

Premere per dare un nome al convertitore, che comparir in alto sullo schermo. Se non si desidera cambiare il nome di default (ACH580), premere (Avanti) per conti-nuare.

18 Avviamento, controllo tramite I/O e ID run

A questo punto il primo avviamento terminato e il convertitore di frequenza pronto all'uso.Premere (Fatto) per andare alla schermata Home.

Sul pannello compare la schermata Home, da cui si esegue il monitoraggio dei segnali selezionati.

2 Impostazioni supplementari nel menu Impostazioni principali I/ODopo le impostazioni supplementari, verificare che i collegamenti di I/O corrispondano all'uso degli I/O nel programma di controllo.Nel Menu principale, selezionare I/O e premere

(Seleziona) per entrare nel menu I/O.

Selezionare il collegamento da controllare e pre-mere (Seleziona) (o ).

Per visualizzare i dettagli di un parametro che non pu essere regolato dal menu I/O, premere (Vista).

Avviamento, controllo tramite I/O e ID run 19

Per modificare il valore di un parametro, premere (Modifica), regolare il valore con i tasti ,

, e , e premere (Salva). Il collega-mento effettivo deve corrispondere al nuovo valore.

Tornare al Menu principale premendo pi volte (Indietro).

3 Menu DiagnosticaDopo le impostazioni supplementari e la verifica dei collegamenti di I/O, utilizzare il menu Diagnostica per accertarsi che tutto funzioni correttamente.Nel Menu principale, selezionare Diagnostica e premere (Seleziona) (o ).

Selezionare la voce che si desidera visualizzare e premere (Seleziona).Premere (Indietro) per tornare al menu Diagnostica.

20 Avviamento, controllo tramite I/O e ID run

4 Backup Terminate le impostazioni, raccomandabile effettuare sempre un backup.Nel Menu principale, selezionare Backup e pre-mere (Seleziona) (o ).

Premere (Seleziona) per avviare il backup.

Avviamento, controllo tramite I/O e ID run 21

Come controllare il convertitore con l'interfaccia di I/ODi seguito sono riportate le istruzioni per azionare il convertitore mediante gli ingressi analogici e digitali quando: stato eseguito l'avviamento del motore, e si utilizzano le impostazioni parametriche di default delle configurazioni predefinite

del sistema HVAC.

Impostazioni preliminariSe occorre modificare la direzione di rotazione, verifi-care che i limiti consentano la marcia "indietro": Con-trollare i parametri del gruppo 30 Limiti e verificare che il limite minimo abbia valore negativo e il limite mas-simo abbia valore positivo.Verificare che i collegamenti di controllo siano stati eseguiti in base allo schema di collegamento fornito per la configurazione di default del sistema HVAC.

Vedere la sezione Configurazione di default per HVAC a pag. 36.

Verificare che il convertitore sia in modalit di controllo esterno. Per passare al controllo esterno, premere il tasto .

Se attivo il controllo esterno, sul pannello in alto a sinistra compare la scritta Auto.

Avviamento del motore e controllo della velocitL'avviamento avviene attivando l'ingresso digitale DI1.La freccia inizia a ruotare: ha una linea tratteggiata fino al raggiungimento del setpoint.Regolare la frequenza di uscita del convertitore (velo-cit motore) impostando la tensione dell'ingresso ana-logico AI1.

Arresto del motoreDisattivare l'ingresso digitale DI1. La freccia smette di ruotare.

Auto

22 Avviamento, controllo tramite I/O e ID run

Esecuzione della routine di identificazione (ID run)Il convertitore di frequenza calcola automaticamente le caratteristiche del motore uti-lizzando l'ID run Statica alla prima accensione del convertitore in modalit di controllo vettoriale e dopo ogni modifica dei parametri del motore (gruppo 99 Dati motore). Questo accade quando il parametro 99.13 Richiesta ID-run impostato su Statica e il parametro 99.04 Modo controllo motore impostato su Vettoriale.

Nella maggior parte delle applicazioni non necessario eseguire separatamente una routine di identificazione. L'ID run va selezionata manualmente se: si utilizza la modalit di controllo vettoriale (parametro 99.04 Modo controllo

motore impostato su Vettoriale) e si utilizza un motore a magneti permanenti (PM) (parametro 99.03 Tipo motore

impostato su Motore a magneti permanenti), o il convertitore funziona con riferimenti di velocit prossima a zero, oppure richiesto il funzionamento in un range di coppia superiore alla coppia nominale

del motore su un ampio intervallo di velocit.

Eseguire l'ID run con la funzione di assistenza selezionando Menu Impostazioni principali Motore ID run (vedere pag. 23) o con il parametro 99.13 Richiesta ID-run (vedere pag. 23).

Nota: se i parametri del motore (gruppo 99 Dati motore) vengono modificati dopo l'ID run, necessario ripetere la routine di identificazione.

Nota: se i parametri dell'applicazione sono gi stati impostati nella modalit di con-trollo scalare del motore (99.04 Modo controllo motore impostato su Scalare) ed necessario cambiare la modalit di controllo del motore in Vettoriale, impostare il controllo vettoriale con la funzione di assistenza Modalit di con-

trollo (andare a Menu Impostazioni principali Motore Modalit di con-trollo) e seguire le istruzioni. La funzione di assistenza all'ID run guida l'utente durante l'ID run.

o impostare il parametro 99.04 Modo controllo motore su Vettoriale, e

per controllare il convertitore tramite gli I/O, verificare i parametri dei gruppi 22 Selezione rif velocit, 23 Rampa rif velocit, 12 AI standard, 30 Limiti e 46 Impost monitoraggio/scala

per controllare il convertitore con il controllo di coppia, verificare anche i para-metri del gruppo 26 Sequenza rif coppia.

Avviamento, controllo tramite I/O e ID run 23

Routine di identificazione

Con la funzione di assistenza all'ID run

Controllo preliminareAVVERTENZA! Durante l'ID run il motore ruota a velocit che possono rag-giungere circa il 5080% della velocit nominale. Il motore ruota in direzione "avanti". Accertarsi che sia sicuro avviare il motore prima di eseguire l'ID

run!

Disaccoppiare il motore dalla macchina comandata.

Controllare che i valori dei parametri dei dati del motore corrispondano a quelli riportati sulla targa del motore.

Controllare che il circuito STO sia chiuso.

La funzione di assistenza chiede se si desidera utilizzare i limiti temporanei del motore. Questi devono rispettare le seguenti condizioni: Velocit minima < 0 rpm

Velocit massima = velocit nominale del motore (nell'ID run normale il motore funziona al 100% della velocit)Corrente massima > IHDCoppia massima > 50%

Verificare che il pannello sia nella modalit OFF (in alto a sinistra compare OFF). Premere il tasto OFF per passare alla modalit OFF.

ID runDalla vista Home, andare al Menu principale premendo (Menu).Selezionare Impostazioni principali e premere

(Seleziona) (o ).

Selezionare Motore e premere (Seleziona) (o ).

24 Avviamento, controllo tramite I/O e ID run

Se la modalit di controllo impostata su scalare, selezionare Modalit di controllo e premere

(Seleziona) (o ) e passare al punto successivo.

Selezionare Controllo vettoriale e premere (Seleziona) (o ).

Per alcuni istanti, compare il messaggio di allarme ID run.

Verificare i limiti di velocit del motore. Le seguenti condizioni devono essere verificate: Velocit minima < 0 rpm Velocit massima = velocit nominale del

motore.

Verificare la corrente del motore e i limiti di cop-pia. Le seguenti condizioni devono essere verifi-cate: Corrente massima > IHD Coppia massima > 50%.

Avviamento, controllo tramite I/O e ID run 25

Controllare l'adattamento di AI1, vedere i para-metri 12.19 AI1 scalato a AI1 min e 12.20 AI1 scalato a AI1 max.

Selezionare il tipo di ID run che si desidera ese-guire e premere (Seleziona) (o ).

Controllare i limiti del motore visualizzati sul pan-nello. Se durante l'ID run si rendono necessari ulteriori limiti, possibile inserirli qui. Dopo l'ID run vengono ripristinati i limiti originali, a meno che non si selezioni Imposta valori come per-manenti.

Premere il tasto Hand ( ) per avviare l'ID run. In generale si raccomanda di non premere alcun tasto sul pannello di controllo durante la routine di identificazione. Tuttavia, possibile interrompere l'ID run in qualsiasi momento premendo il tasto OFF ( ).Durante l'ID run viene visualizzata una barra di avanzamento.Quando l'ID run terminata, compare il messag-gio ID run eseguita. Il LED smette di lampeg-giare.Se l'ID run non viene completata con successo, compare il guasto FF61 ID run. Vedere il capitolo Ricerca dei guasti a pag. 305 per ulteriori infor-mazioni.

26 Avviamento, controllo tramite I/O e ID run

Con il parametro 99.13 Richiesta ID-run

A ID run completata, sulla riga ID run viene visualizzato il testo Fatto.

Controllo preliminareAVVERTENZA! Durante l'ID run il motore ruota a velocit che possono rag-giungere circa il 5080% della velocit nominale. Il motore ruota in direzione "avanti". Accertarsi che sia sicuro avviare il motore prima di eseguire l'ID

run!

Disaccoppiare il motore dalla macchina comandata.

Controllare che i valori dei parametri dei dati del motore corrispondano a quelli riportati sulla targa del motore.

Controllare che il circuito STO sia chiuso.

Se i valori dei parametri (gruppi da 10 DI, RO standard a 99 Dati motore) vengono modi-ficati prima dell'ID run, verificare che le nuove impostazioni soddisfino queste condizioni:30.11 Velocit minima < 0 rpm

30.12 Velocit massima = velocit nominale del motore (nell'ID run normale il motore fun-ziona al 100% della velocit)30.17 Corrente massima > IHD30.20 Coppia massima 1 > 50% o 30.24 Coppia massima 2 > 50%, a seconda del limite di coppia impostato con il parametro 30.18 Sel lim coppia.

Controllare che il segnale...

permesso marcia (parametro 20.40 Permesso marcia) sia attivo.

Verificare che il pannello sia nella modalit OFF (in alto a sinistra compare OFF). Pre-mere il tasto OFF per passare alla modalit OFF.

ID runDalla vista Home, andare al Menu principale premendo (Menu).Premere .

Avviamento, controllo tramite I/O e ID run 27

Selezionare Parametri e premere (Sele-ziona) (o ).

Selezionare Elenco completo e premere (Seleziona) (o ).

Scorrere verso l'alto e verso il basso della pagina con i tasti e e selezionare i parametri del gruppo 99 Dati motore, quindi premere (Seleziona) (o ).

Scorrere verso l'alto e verso il basso della pagina con i tasti e e selezionare i parametri del gruppo 99.13 Richiesta ID run (99.13 Richiesta ID-run), quindi premere (Seleziona) (o

).

Selezionare il tipo di ID run e premere (Salva) (o ).

28 Avviamento, controllo tramite I/O e ID run

Il LED verde sul pannello lampeggia per indicare un allarme attivo (AFF6). Quando non si preme nessun tasto per un minuto, compare l'allarme AFF6. Premendo (Riso-luzione) compare un messaggio che comunica che l'ID run sar eseguita al prossimo avviamento. possibile nascondere il messaggio premendo

(Nascondi).

Premere il tasto Hand ( ) per avviare l'ID run. In generale, si raccomanda di non premere alcun tasto sul pannello di controllo durante l'ID run. Tuttavia, possibile interrompere l'ID run in qual-siasi momento premendo il tasto OFF ( ).Durante l'ID run, in alto viene visualizzata un frec-cia in rotazione.Quando l'ID run terminata, compare il messag-gio ID run eseguita. Il LED smette di lampeg-giare. Se l'ID run non viene completata con successo, compare il guasto FF61 ID run. Vedere il capitolo Ricerca dei guasti a pag. 305 per ulteriori infor-mazioni.

Pannello di controllo 29

3Pannello di controllo

Contenuto del capitoloQuesto capitolo contiene le istruzioni per rimuovere e reinstallare il pannello di controllo Assistant, di cui descrive brevemente il display, i tasti e le scorciatoie da tastiera. Per ulteriori informazioni, vedere ACS-AP-x assistant control panels user's manual (3AUA0000085685 [inglese]).

Rimozione e reinstallazione del pannello di controlloPer rimuovere il pannello di controllo, premere la clip di fermo in alto (1a) e tirare in avanti dal lato superiore (1b).

1a

1b

OffAuto

Hand

30 Pannello di controllo

Per reinstallare il pannello di controllo, inserire il lato inferiore nella base (1a), premere la clip di fermo in alto (1b) e spingere il lato superiore del pannello per agganciarlo (1c).

Descrizione del pannello di controllo

1 Descrizione del display del pannello di controllo

6 Tasti freccia

2 Tasto funzione sinistro 7 OFF (vedere Hand, OFF e Auto)3 Tasto funzione destro 8 Hand (vedere Hand, OFF e Auto)4 LED di stato; vedere il capitolo Manuten-

zione e diagnostica hardware, sezione LED, nel Manuale hardware del converti-tore di frequenza.

9 Auto (vedere Hand, OFF e Auto)

5 Aiuto 10 Connettore USB

1a

1b

1c

1

43

6

7 8

5

10

2

9

Pannello di controllo 31

Descrizione del display del pannello di controlloNella maggior parte delle schermate, sul display vengono visualizzati i seguenti elementi:

1. Postazione di controllo e relative icone: indica come viene controllato il con-vertitore. Nessun testo: il convertitore in modalit di controllo locale, ma viene con-

trollato da un altro dispositivo. Le icone nella parte superiore indicano le azioni consentite:

Locale: il convertitore in modalit di controllo locale e viene controllato da questo pannello di controllo. Le icone nella parte superiore indicano le azioni consentite:

Testo/Icone Avviamento da questo pannello

Arresto da questo pannello

Riferimento da questo pannello

Non consentito Non consentito Non consentito

Testo/Icone Avviamento da questo pannello

Arresto da questo pannello

Riferimento da questo pannello

OFF Consentito Convertitore fermo Non consentitoManuale Consentito Consentito Consentito

1

512

4

6

78

13

7

32 Pannello di controllo

Esterno: il convertitore in modalit di controllo esterno, ossia controllato tramite I/O o bus di campo. Le icone nella parte superiore indicano le azioni consentite dal pannello di controllo:

2. Bus del pannello: indica che a questo pannello sono collegati pi convertitori di frequenza. Per passare a un altro convertitore, selezionare Opzioni Seleziona convertitore.

3. Icona di stato: indica lo stato del convertitore e del motore. La direzione della freccia indica la rotazione "avanti" (senso orario) o "indietro" (senso antiorario).

4. Nome del convertitore: se al convertitore stato assegnato un nome, viene visualizzato nella parte superiore del pannello. Di default, ACH580. Per modifi-care il nome, sul pannello di controllo selezionare Menu Impostazioni princi-pali Orologio, regione, display (vedere pag. 53).

5. Valore di riferimento: velocit, frequenza, ecc. nell'unit indicata. Per informa-zioni su come modificare il valore di riferimento nel menu Impostazioni princi-pali, vedere pag. 44.

6. Area dei contenuti: in questa area vengono visualizzati i contenuti della scher-mata selezionata. I contenuti variano in base alla schermata. La figura a pag. 31 mostra la schermata principale del pannello di controllo, ovvero la vista Home.

7. Selezioni dei tasti funzione: mostra le funzioni dei tasti funzione ( e ) nella schermata.

8. Orologio: l'orologio mostra l'ora attuale. Per modificare l'ora e il suo formato di visualizzazione, sul pannello di controllo selezionare Menu Impostazioni prin-cipali Orologio, regione, display (vedere pag. 53).

Per modificare il contrasto e la retroilluminazione del display, sul pannello di controllo selezionare Menu Impostazioni principali Orologio, regione, display (vedere pag. 53).

Testo/Icone Avviamento da questo pannello

Arresto da questo pannello

Riferimento da questo pannello

Auto Non consentito Non consentito Non consentitoAuto Consentito Consentito Non consentitoAuto Non consentito Consentito ConsentitoAuto Consentito Consentito Consentito

Icona di stato

Animazione Stato convertitore

- Fermo

- Fermo, inibizione avviamento.

Lampeggiante Fermo, impartito comando di avviamento ma avviamento inibito. Vedere Menu Diagnostica sul pannello di controllo.

Lampeggiante Guasto

Lampeggiante In marcia, al riferimento, ma il valore del riferimento 0.

In rotazione In marcia, non al riferimento.

In rotazione In marcia, al riferimento.

Pannello di controllo 33

TastiDi seguito sono descritti i tasti del pannello di controllo.

Tasto funzione sinistroIl tasto funzione sinistro ( ) serve general-mente a uscire dalla schermata e cancellare. L'indicazione nell'angolo in basso a sinistra del display mostra la funzione assunta dal tasto nella schermata visualizzata.

Tenendo premuto si esce dalle varie schermate fino a tornare alla vista Home. Questa funzione non vale per le schermate speciali.

Tasto funzione destroIl tasto funzione destro ( ) serve generalmente a selezionare, accettare e confer-mare. L'indicazione nell'angolo in basso a destra del display mostra la funzione assunta dal tasto nella schermata visualizzata.

Tasti frecciaI tasti freccia su e gi ( e ) servono a evidenziare le voci selezionate all'interno di menu ed elenchi, a scorrere le pagine verso l'alto e verso il basso, e a regolare i valori (ad esempio quando si imposta l'ora, si inserisce una password o si modifica il valore di un parametro).

I tasti freccia sinistra e destra ( e ) servono a spostare il cursore a sinistra e a destra quando si modificano i parametri, e a spostarsi avanti e indietro nelle funzioni assistite. Nei menu, e funzionano rispettivamente come e .AiutoIl tasto di aiuto ( ) apre la pagina degli aiuti. La pagina degli aiuti sensibile al con-testo, cio mostra contenuti diversi in base al menu o alla schermata a cui fa riferi-mento.

Hand, OFF e AutoL'ACH580 pu essere in modalit di controllo locale o esterno. Il controllo locale pre-vede due modalit: manuale e OFF. Vedere la sezione Controllo locale e controllo esterno a pag. 39.

Tasto Hand ( ): In modalit di controllo locale/OFF: avvia il convertitore. Il convertitore passa in

modalit manuale. In modalit di controllo esterno: il convertitore passa in modalit di controllo

locale/manuale, senza arrestare la marcia.

Tasto Off ( ): Arresta il convertitore passa in modalit OFF.

Tasto Auto ( ): In modalit di controllo locale: il convertitore passa al controllo esterno.

?

Auto

34 Pannello di controllo

Scorciatoie da tastieraLa tabella seguente elenca le scorciatoie da tastiera e le combinazioni di tasti. Il segno "pi" (+) indica che due tasti vanno premuti contemporaneamente.

Scorciatoia Disponibile in Funzione

+ +

tutte le schermate Salva uno screenshot. possibile salvare fino a 15 immagini nella memoria del pannello. Per trasferire le immagini in un PC, collegare il pannello di controllo Assistant al computer con un cavo USB: il pannello viene automaticamente riconosciuto come dispositivo MTP (Media Transfer Protocol). Le imma-gini sono salvate nella cartella degli screenshot. Per ulteriori informazioni, vedere ACS-AP-x Assistant Control Panels User's Manual (3AUA0000085685 [inglese]).

+ , +

tutte le schermate Regola l'intensit della retroilluminazione.

+ , +

tutte le schermate Regola il contrasto del display.

o vista Home Regola il riferimento. + viste di modifica

parametriRipristina il valore di default di un parametro modifica-bile.

+ vista con elenchi di selezioni per para-metri.

Mostra/nascondi numeri indice selezione.

(tenere pre-muto)

tutte le schermate Torna alla vista Home: tenere premuto il tasto finch non viene visualizzata la vista Home.

Configurazione di default 35

4Configurazione di default

Contenuto del capitoloQuesto capitolo descrive l'uso, il funzionamento e i collegamenti di controllo di default dell'applicazione.

36 Configurazione di default

Configurazione di default per HVACQuesta la configurazione di default per HVAC.

Collegamenti di controllo di default per HVAC

max.500 ohm

110 kohm

X1 Ingressi e uscite analogici e tensione di riferimento1 SCR Schermatura cavo segnali (SCReen)2 AI1 Riferimento velocit/frequenza di uscita: 010 V3 AGND Comune circuito ingressi analogici4 +10V Tensione di riferimento 10 Vcc5 AI2 Retroazione effettiva: 010 V6 AGND Comune circuito ingressi analogici7 AO1 Frequenza di uscita: 010 V8 AO2 Corrente di uscita: 020 mA9 AGND Comune circuito uscite analogiche

X2 e X3 Uscita tensione aus. e ingressi digitali programmabili10 +24V Uscita tensione aus. +24 Vcc, max. 250 mA11 DGND Comune uscite tensione aus.12 DCOM Comune ingressi digitali per tutti13 DI1 Arresto (0)/Avviamento (1) 14 DI2 Non configurato15 DI3 Selezione frequenza/velocit costante16 DI4 Non configurato17 DI5 Non configurato18 DI6 Non configurato

X6, X7, X8 Uscite rel19 RO1C Pronto marcia

250 Vca/30 Vcc2 A

20 RO1A21 RO1B22 RO2C In marcia

250 Vca/30 Vcc 2 A

23 RO2A24 RO2B25 RO3C Guasto (-1)

250 Vca/30 Vcc2 A

26 RO3A27 RO3BX5 Bus di campo integrato29 B+

Bus di campo integrato, EFB (EIA-485)30 A-31 DGNDS4 TERM Interruttore terminazioneS5 BIAS Interruttore resistenza di polarizzazioneX4 Safe Torque Off34 OUT1 Safe Torque Off. Collegamento di fabbrica. Per

avviare il convertitore entrambi i circuiti devono essere chiusi. Vedere il capitolo Funzione Safe Torque Off nel Manuale hardware del convertitore di frequenza.

35 OUT236 SGND37 IN138 IN2

4)

3)

Vedere le note alla pagina successiva.

5)

4)4)

Configurazione di default 37

Dimensioni morsetti:R0R3: 0.22.5 mm2 (2414 AWG): morsetti +24V, DGND, DCOM, B+, A-, DGND, Ext. 24V

0.141.5 mm2 (2616 AWG): morsetti DI, AI, AO, AGND, RO, STOR6R9: 0.142.5 mm2 (tutti i morsetti)Coppie di serraggio: 0.50.6 Nm (0.4 lbfft)

Note:3) Mettere a terra la schermatura esterna del cavo a 360 sotto il morsetto di terra sulla piastra

di messa a terra dei cavi di controllo.4) Collegati in fabbrica mediante ponticelli.5) Nota: utilizzare cavi a doppino intrecciato schermati per i segnali digitali.

Segnali di ingresso

Riferimento frequenza analogico (AI1) Selezione marcia/arresto (DI1) Selezione velocit/frequenza costante (DI3)

Segnali di uscita

Uscita analogica AO1: Frequenza di uscita Uscita analogica AO2: Corrente motore Uscita rel 1: Pronto marcia Uscita rel 2: in marcia Uscita rel 3: guasto (-1)

38 Configurazione di default

Funzionalit del programma 39

5Funzionalit del programma

Contenuto del capitoloQuesto capitolo descrive alcune delle funzioni pi importanti del programma di con-trollo, come utilizzarle e come programmarne il funzionamento. Spiega anche le postazioni di controllo e le modalit operative.

Controllo locale e controllo esternoL'ACH580 ha due postazioni di controllo principali: esterna e locale. Il controllo locale prevede a sua volta due diverse modalit operative: la modalit OFF e la modalit manuale.In modalit OFF, il convertitore fermo. In modalit manuale, il convertitore in fun-zione e il riferimento iniziale viene copiato dal riferimento del convertitore.Lo schema seguente mostra le transizioni di stato quando si premono i pulsanti Hand, Off e Auto:

La postazione di controllo pu essere selezionata anche nel tool PC.

Nota: se si riavvia il convertitore quando attivo il guasto 7081 Control panel loss, la modalit passa da Manuale o OFF ad Auto.

Nota: i comandi di funzionamento forzato prevalgono sulla modalit operativa attiva al momento.

Auto

OFF

Manuale

40 Funzionalit del programma

Controllo locale

I comandi di controllo si impartiscono dalla tastiera del pannello di controllo o da un PC dotato di Drive Composer quando il convertitore in modalit di controllo locale. Le modalit di controllo di velocit e coppia sono disponibili con il controllo vettoriale del motore; con il controllo scalare del motore disponibile la modalit di controllo di frequenza (vedere il parametro 19.16 Mod controllo locale).

Il controllo locale utilizzato principalmente durante la messa in servizio e la manu-tenzione. Il pannello di controllo ha sempre la priorit sulle sorgenti dei segnali di con-trollo esterno quando utilizzato in modalit di controllo locale. Il parametro 19.17 Disabilita ctrl locale disabilita la possibilit di passare al controllo locale.

Lutente pu selezionare mediante parametro (49.05 Azione perdita comunicaz) il tipo di risposta del convertitore in caso di interruzione della comunicazione del pannello di controllo o del tool PC. (Questo parametro non ha validit con il controllo esterno.)

Controllo esterno

Quando il convertitore in modalit di controllo esterno, i comandi di controllo si impartiscono attraverso i morsetti di I/O (ingressi digitali e analogici) o i moduli opzionali di estensione

degli I/O l'interfaccia bus di campo (mediante l'interfaccia del bus di campo integrato o un

modulo adattatore bus di campo opzionale).

Pannello di controllo o tool PC Drive Composer (opzionale)

Adattatore bus di campo (Fxxx)

1) Si possono aggiungere altri ingressi/uscite supplementari installando un modulo di esten-sione degli I/O opzionale (CMOD-01, CMOD-02 o CHDI-01) nello slot del convertitore di fre-quenza.

MOTORE

PLC (= controllore a logica

programmabile)

I/O 1)

Interfaccia bus di campo integrato (EFB)

Controllo esterno

Controllo locale

Convertitore

M3~

Funzionalit del programma 41

Sono disponibili due postazioni di controllo esterne, EST1 ed EST2. L'utente pu selezionare le sorgenti dei comandi di avviamento e arresto individualmente per ogni postazione con i parametri 20.0120.10. Anche la modalit operativa si seleziona separatamente per ogni postazione, cosicch possibile passare da una modalit operativa all'altra, ad esempio dal controllo di velocit al controllo di coppia e vice-versa. La selezione tra EST1/EST2 si effettua attraverso qualsiasi sorgente binaria, come gli ingressi digitali o la word di controllo del bus di campo (parametro 19.11 Selezione Est1/Est2). Per ogni modalit operativa possibile selezionare separata-mente la sorgente del riferimento.

Impostazioni

Parametri 19.11 Selezione Est1/Est2 (pag. 122); 20.0120.10 (pag. 124).

Motopotenziometro

Il motopotenziometro , a tutti gli effetti, un contatore il cui valore pu essere aumen-tato (su) o diminuito (gi) utilizzando due segnali digitali selezionati con i parametri 22.73 Sorgente motopotenz su e 22.74 Sorgente motopotenz gi.

Quando abilitato da 22.71 Funzione motopotenziometro, il motopotenziometro assume il valore impostato da 22.72 Valore iniziale motopotenz. In base alla modalit selezio-nata da 22.71, il valore del motopotenziometro viene conservato in memoria o resettato allo spegnimento.

La velocit di variazione definita in 22.75 Tempo rampa motopotenz come il tempo che occorre al valore per passare dal minimo (22.76 Valore min motopotenz) al mas-simo (22.77 Valore max motopotenz) o viceversa. Se il segnali "su" e "gi" sono attivi contemporaneamente, il valore del motopotenziometro non cambia.

L'uscita della funzione indicata da 22.80 Rif eff motopotenziometro, che pu essere impostato direttamente come sorgente del riferimento nei parametri selettori princi-pali, o utilizzato come ingresso da altri parametri selettori delle sorgenti, in modalit di controllo vettoriale e scalare.

L'esempio seguente mostra il comportamento del valore del motopotenziometro.

0

1

0

1

022.80

22.74

22.73

22.77

22.76

22.75

42 Funzionalit del programma

Impostazioni

Parametri 22.7122.80 (pag. 149).

Funzionalit del programma 43

Modalit operative del convertitoreIl convertitore di frequenza ha diverse modalit di funzionamento con diversi tipi di riferimenti. Per ciascuna postazione di controllo (locale, EST1 ed EST2), la modalit si seleziona nel gruppo di parametri 19 Modalit operativa. Di seguito viene fornita una panoramica dei diversi tipi di riferimenti e delle sequenze di controllo.

Di seguito viene riportata una descrizione pi dettagliata dei tipi di riferimento e delle sequenze di controllo. I numeri di pagina rimandano agli schemi dettagliati contenuti nel capitolo Schemi delle sequenze di controllo.

Controllo di velocit

Il motore segue un riferimento di velocit impartito al convertitore di frequenza. Que-sta modalit pu essere utilizzata anche con la velocit stimata utilizzata come retro-azione.

La modalit di controllo di velocit disponibile sia nel controllo locale che esterno ed supportata unicamente con il controllo vettoriale del motore.

Controllo di coppia

La coppia del motore segue un riferimento di coppia impartito al convertitore di fre-quenza. La modalit di controllo di coppia disponibile sia nel controllo locale che esterno ed supportata unicamente con il controllo vettoriale del motore.

Riferimento frequenza

Riferimento velocit

Riferimento coppia

PID

Controllo vettoriale del motore

Controllo scalare del motore

Regolatore frequenzaRegolatore coppia

44 Funzionalit del programma

Controllo di frequenza

Il motore segue un riferimento di frequenza impartito al convertitore. Il controllo di fre-quenza disponibile sia nel controllo locale che esterno ed supportato unicamente con il controllo scalare del motore.

Modalit di controllo speciali

Oltre alle modalit di controllo precedentemente illustrate, sono disponibili le seguenti modalit di controllo speciali: Controllo PID di processo. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Controllo

PID di processo (pag. 64). Modalit di arresto di emergenza OFF1 e OFF3: il convertitore si arresta lungo la

rampa di decelerazione definita e la modulazione del convertitore si interrompe. Modalit jogging: il convertitore si avvia e accelera sino alla velocit definita

quando viene attivato il segnale di jogging. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Jogging (avanzamento a impulsi) (pag. 52).

Premagnetizzazione: magnetizzazione in c.c. del motore prima dell'avviamento. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Premagnetizzazione (pag. 59).

Mantenimento in c.c.: blocca il rotore a velocit (quasi) zero durante il normale funzionamento. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Mantenimento in c.c. (pag. 60).

Preriscaldamento (riscaldamento del motore): il motore viene mantenuto caldo quando il convertitore fermo. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Preriscaldamento (riscaldamento del motore) (pag. 60).

Funzionalit del programma 45

Configurazione e programmazione del convertitore di frequenzaIl programma di controllo del convertitore esegue le principali funzioni di controllo, come il controllo di velocit, coppia e frequenza, la logica del convertitore (mar-cia/arresto), gli I/O, la retroazione, la comunicazione e le funzioni di protezione. Le funzioni del programma di controllo sono configurate e programmate mediante para-metri.

Configurazione mediante parametri

I parametri configurano le funzioni standard del convertitore di frequenza. Si impo-stano tramite il pannello di controllo, come descritto nel capitolo Pannello di controllo il tool PC Drive Composer, come descritto nel Manuale utente di Drive Composer

(3AUA0000094606 [inglese]), o l'interfaccia bus di campo, come descritto nei capitoli Controllo bus di campo tra-

mite l'interfaccia del bus di campo integrato (EFB) e Controllo bus di campo tra-mite adattatore bus di campo.

Tutte le impostazioni parametriche vengono memorizzate automaticamente nella memoria permanente del convertitore. Tuttavia, se viene utilizzata un'alimentazione esterna a +24 Vcc per l'unit di controllo del convertitore, si raccomanda di forzare un salvataggio con il parametro 96.07 Salva parametri manuale prima di spegnere l'unit di controllo dopo aver apportato modifiche ai parametri.

Se necessario, i valori di default dei parametri si ripristinano con il parametro 96.06 Ripristino parametri.

Programma di controllo del

Controllo velocitControllo coppiaControllo frequenzaLogica convertitoreInterfaccia di I/OInterfaccia bus di campoProtezioni

M

46 Funzionalit del programma

Interfacce di controllo

Ingressi analogici programmabili

L'unit di controllo ha due ingressi analogici programmabili. Ogni ingresso pu essere impostato, in modo del tutto indipendente dall'altro, come ingresso di tensione (0/210 V) o di corrente (0/420 mA) mediante un interruttore sull'unit di controllo. I due ingressi possono essere filtrati, invertiti e scalati.

ImpostazioniParametri del gruppo 12 AI standard (pag. 106).

Uscite analogiche programmabili

L'unit di controllo ha due uscite analogiche di corrente (020 mA). Ogni uscita pu essere filtrata, invertita e scalata.

ImpostazioniParametri del gruppo 13 AO standard (pag. 110).

Ingressi e uscite digitali programmabili

L'unit di controllo ha sei ingressi digitali.

L'ingresso digitale DI5 pu essere utilizzato come ingresso di frequenza.

Con un modulo di estensione degli ingressi digitali CHDI-01 115/230 V possibile aggiungere sei ingressi digitali; con un modulo di estensione multifunzione CMOD-01 possibile aggiungere un'uscita digitale.

ImpostazioniParametri dei gruppi 10 DI, RO standard (pag. 99) e 11 DIO, FI, FO standard (pag. 104).

Ingresso e uscita di frequenza programmabile

L'ingresso digitale (DI5) pu essere configurato come ingresso di frequenza. Utiliz-zando un modulo di estensione multifunzione CMOD-01 possibile implementare un'uscita di frequenza.

ImpostazioniParametri dei gruppi 10 DI, RO standard (pag. 99) e 11 DIO, FI, FO standard (pag. 104).

Uscite rel programmabiliL'unit di controllo ha tre uscite rel. Il segnale indicato da queste uscite si seleziona mediante parametri.

Con un modulo di estensione multifunzione CMOD-01 o un modulo di estensione degli ingressi digitali CHDI-01 115/230 V possibile aggiungere due uscite rel.

Funzionalit del programma 47

Impostazioni

Parametri del gruppo 10 DI, RO standard (pag. 99).

Estensioni degli I/O programmabili

Con un modulo di estensione multifunzione CMOD-01 o un modulo di estensione degli ingressi digitali CHDI-01 115/230 V possibile aggiungere ingressi e uscite. Il modulo si monta nello slot delle opzioni 2 dell'unit di controllo.

La tabella seguente indica il numero degli I/O sull'unit di controllo e i moduli CMOD-01 e CHDI-01 opzionali.

I moduli di estensione degli I/O si attivano e si configurano con i parametri del gruppo 15.

Nota: il gruppo dei parametri di configurazione contiene i parametri che mostrano i valori degli ingressi di uno specifico modulo di estensione. Questi parametri sono l'unico modo per utilizzare gli ingressi sul modulo di estensione degli I/O come sor-genti dei segnali. Per eseguire il collegamento a un ingresso, selezionare l'imposta-zione Altro nel parametro di selezione della sorgente, poi specificare il valore parametrico (e il bit per i segnali digitali) nel gruppo 15.

Impostazioni

Parametri del gruppo 15 Modulo di estensione I/O (pag. 116).

Controllo tramite bus di campo

Il convertitore di frequenza pu essere collegato a diversi sistemi di automazione attraverso le sue interfacce bus di campo. Vedere i capitoli Controllo bus di campo tramite l'interfaccia del bus di campo integrato (EFB) (pag. 323) e Controllo bus di campo tramite adattatore bus di campo (pag. 351).

Impostazioni

Parametri dei gruppi 50 Adattatore fieldbus (FBA) (pag. 232), 51 Impostazioni FBA A (pag. 236), 52 Ingr dati FBA A (pag. 237), 53 Usc dati FBA A (pag. 238) e 58 Bus campo integrato (pag. 238).

PosizioneIngressi digitali

(DI)

Uscite digitali(DO)

I/O digitali(DIO)

Ingressi analogici

(AI)

Uscite analogiche

(AO)

Uscite rel (RO)

Unit di controllo

6 - - 2 2 3

CMOD-01 - 1 - - - 2

CHDI-01 6 - - - - 2

48 Funzionalit del programma

Controllo del motoreTipi di motore

Il convertitore di frequenza supporta motori a induzione in c.a. asincroni, motori a magneti permanenti (PM) e motori a riluttanza sincroni (SynRM). I motori a magneti permanenti sono supportati a partire dalla revisione firmware 1.70 x.

Identificazione del motoreL'esecuzione del controllo vettoriale si basa su un modello di motore accurato, deter-minato in fase di avviamento del motore.

La prima volta che viene impartito un comando di marcia viene automaticamente eseguita una magnetizzazione di identificazione del motore. Durante questo primo avviamento, il motore viene magnetizzato a velocit zero per diversi secondi e viene misurata la resistenza del motore e del cavo motore allo scopo di consentire la crea-zione di un modello del motore. Questo metodo di identificazione adatto per la mag-gior parte delle applicazioni.

Per particolari applicazioni pu essere eseguita una routine di identificazione (ID run) a parte.

Impostazioni

99.13 Richiesta ID-run (pag. 269)

Autoa