Comunità Magnificat CAMMINO 2015-20 · PDF fileRitorno del figliol prodigo (1668), di...

Click here to load reader

  • date post

    15-Feb-2019
  • Category

    Documents

  • view

    219
  • download

    0

Embed Size (px)

Transcript of Comunità Magnificat CAMMINO 2015-20 · PDF fileRitorno del figliol prodigo (1668), di...

Comunit MagnificatCAMMINO 2015-2016

un Padre col cuore di Madre

PRO-MANUSCRIPTOAD USO INTERNO E RISERVATO DELLA COMUNIT MAGNIFICAT

I testi del presente sussidio, opportunamente adattati per il Cammino formativo della Comunit Magnificat, sono tratti principalmente dai seguenti libri: Mauro orsatti, Un Padre dal cuore di madre. Meditazioni, ncora, Milano 1998 DaviDe CalDirola, La compassione di Ges. Meditazioni bibliche, Milano 2007.

In prima di copertina il particolare dellabbraccio e in quarta lintera immagine del Ritorno del figliol prodigo (1668), di Harmenszoon van Rijn Rembrandt (1606-1669), che si trova nel Museo dellHermitage di San Pietroburgo.

3

Comunit Magnificat - Cammino 2015-2016

PRESENTAZIONE

IL VOLTO DELLA MISERICORDIA

Ges Cristo il volto della misericordia del Padre. Con que-ste parole papa Francesco apre la Bolla di indizione del Giubileo Straordinario della Misericordia, ricordandoci che nella misericordia la fede cristiana trova la sua sintesi. Essa divenuta viva, visibile e ha raggiunto il suo culmine in Ges di Nazareth [...] [che] con la sua parola, con i suoi gesti e con tutta la sua persona rivela la misericordia di Dio (n. 1).

Noi, afferma papa Francesco, abbiamo sempre bisogno di con-templare il mistero della misericordia. fonte di gioia, di serenit e di pace. condizione della nostra salvezza (n. 2). Questo anno giubilare vuole allora ricordarci che la misericordia sar sempre pi grande di ogni peccato, e nessuno pu porre un limite allamore di Dio che perdona (n. 3). Infatti proprio di Dio usare misericordia e specialmente in questo si manifesta la sua onnipotenza1. Le parole di san Tommaso dAquino mostrano quanto la misericordia divina non sia affatto un segno di debolezza, ma piuttosto la qua-lit dellonnipotenza di Dio2 [...] Dio sar per sempre nella storia dellumanit come Colui che presente, vicino, provvidente, santo e misericordioso (n. 6).

Il papa ricorda poi che, attraverso la misericordia, Dio rivela il suo amore come quello di un padre e di una madre che si commuo-vono fino dal profondo delle viscere per il proprio figlio. veramente il caso di dire che un amore viscerale. Proviene dallintimo come un sentimento profondo, naturale, fatto di tenerezza e di compassione, di indulgenza e di perdono (n. 7).

1 toMMaso Daquino, Summa Theologiae, II-II, q. 30, a. 4.2 Sempre san Tommaso dAquino in un altro passo afferma: Il rigore della giustizia

divina sempre subordinato alla sua carit, da cui procede.

Presentazione

Comunit Magnificat - Cammino 2015-2016

4

La risposta a tutto questo, ci ricorda ancora il papa, : lamore misericordioso dei cristiani. Come ama il Padre cos amano i figli. Come misericordioso Lui, cos siamo chiamati ad essere mise-ricordiosi noi, gli uni verso gli altri (n. 9). Per giungere a questo siamo invitati a riflettere sulle opere di misericordia corporale e spirituale. Sar un modo per risvegliare la nostra coscienza spesso assopita davanti al dramma della povert e per entrare sempre di pi nel cuore del Vangelo, dove i poveri sono i privilegiati della misericordia divina. La predicazione di Ges ci presenta queste opere di misericordia perch possiamo capire se viviamo o no come suoi discepoli [...] Non possiamo sfuggire alle parole del Signore e in base ad esse saremo giudicati: se avremo dato da mangiare a chi ha fame e da bere a chi ha sete. Se avremo accolto il forestiero e vestito chi nudo. Se avremo avuto tempo per stare con chi malato e prigioniero3. Ugualmente, ci sar chiesto se avremo aiutato ad uscire dal dubbio che fa cadere nella paura e che spesso fonte di solitudine; se saremo stati capaci di vincere lignoranza in cui vivono milioni di persone, soprattutto i bambini privati dellaiuto necessario per essere riscattati dalla povert; se saremo stati vicini a chi solo e afflitto; se avremo perdonato chi ci offende e respinto ogni forma di rancore e di odio che porta alla violenza; se avremo avuto pazienza sullesempio di Dio che tanto paziente con noi; se, infine, avremo affidato al Signore nella preghiera i nostri fratelli e sorelle. In ognuno di questi pi piccoli presente Cristo stesso. La sua carne diventa di nuovo visibile come corpo martoriato, piagato, flagellato, denutrito, in fuga... per essere da noi riconosciuto, toccato e assistito con cura. Non dimentichiamo le parole di san Giovanni della Croce: Alla sera della vita, saremo giudicati sullamore (n. 15).

Il papa ci ricorda che questo un programma di vita tanto impegnativo e per essere capaci di misericordia dobbiamo in primo luogo porci in ascolto della Parola di Dio (n. 13).

3 Cfr. Matteo 25, 31-45.

Presentazione

Comunit Magnificat - Cammino 2015-2016

5

Per rispondere a questo invito del papa, il nostro cammino di questanno percorrer il tema della misericordia attraverso alcuni brani biblici tratti dal Vangelo di Luca4.

Partiremo con tre parabole che narrano aspetti diversi della mi-sericordia di Dio. La prima la parabola del padre misericordioso, la pi bella che Ges abbia regalato alla letteratura universale. Con essa rifletteremo sulla caratteristica fondamentale della misericordia, quella di essere amore che supera la giustizia. Poi passeremo alla parabola del buon Samaritano, in cui saremo portati a considerare laspetto pi concreto della misericordia: le opere corporali. Infine affronteremo il tema della misericordia e del giudizio attraverso la parabola del fariseo e del pubblicano che salgono al tempio a pregare.

Lasciando la sponda delle parabole, faremo poi la conoscenza di uomini veri, in carne e ossa, che sperimentano la paternit e maternit di Dio incontrando Ges di Nazareth. Fisseremo dap-prima lattenzione sulla figura di Zaccheo, capace di ribaltare la propria esistenza dopo aver ottenuto misericordia, stima e fiducia da Ges che lo ha promosso a vita nuova. Passeremo poi ai due discepoli di Emmaus: essi diventano oggetto di tutta una serie di azioni da parte del misterioso viandante, loro compagno di cammino, azioni che sono esattamente quelle che la Chiesa chiama opere di misericordia spirituali. Infine incontreremo i dieci lebbrosi, anzi, uno in particolare, un Samaritano: egli ci far riflettere sulla necessit di passare dallesperienza della bont misericordiosa di Ges, al bisogno di dire grazie a prima di tutto a Dio, poi anche ai fratelli.

Come scriveva Giovanni Paolo ii, la misericordia la dimensione indispensabile dellamore, come il suo secondo nome5. Il segreto del cuore di Dio questa misericordia, ed essere credenti significa

4 Levangelista che tratta particolarmente questi temi nellinsegnamento di Cristo Luca, il cui Vangelo ha meritato di essere chiamato il Vangelo della misericordia (Giovanni Paolo ii, Dives in misericordia, 3).

5 Giovanni Paolo ii, Dives in misericordia, 7.

Presentazione

Comunit Magnificat - Cammino 2015-2016

6

essere sicuri che lamore esiste e che ha il volto della misericordia6. Solo esponendoci alla luce e al calore della misericordia divina ci sentiamo compresi, amati, perdonati, rinnovati.

Gli apostoli stessi sono diventati annunciatori del vangelo della misericordia, dopo essere stati essi stessi oggetto delle viscere di misericordia di Ges.

Laugurio che ci facciamo, allinizio del cammino di questanno, che possiamo anche noi, come gli apostoli, sperimentare lamore misericordioso del Padre, questo amore sovrabbondante, esagera-to che travolge ogni logica di razionalit e di giuste proporzioni, per diventare a nostra volta annunciatori credibili del volto della misericordia del Padre.

I responsabili generali

6 J.-P. van sChoote, J.-C. saGne, Miseria e misericordia, Qiqajon, Bose 1992, p. 46.

7

Comunit Magnificat - Cammino 2015-2016

NOTA PREVIA

PER BEN USARE IL LIBRO

Il libro del cammino si presenta particolarmente ricco. Non assolutamente necessario percorrerlo in tutte le sue parti, ma oltre al testo delle catechesi viene dato materiale per lap-profondimento e la meditazione, che pu essere letto e meditato liberamente anche al di l delle tappe del cammino. Ecco alcune indicazioni per poterne fare un buon utilizzo.

TESTI INTRODUTTIVITutti i testi introduttivi, oltre che per la lettura personale,

possono essere utili per presentare il cammino nelle Fraternit.Presentazione La presentazione dei responsabili generali d le motivazioni per cui stato scelto il tema del cammino. Nota introduttivaQuesta nota una breve spiegazione dei termini che la Bibbia adopera per definire la misericordia. La copertinaQuesto breve testo, tratto da Labbraccio benedicente di Henri J. Nouwen, commenta limmagine di copertina, introducendo in maniera efficace il tema della misericordia.

CATECHESI CON IL LORO APPARATOCatechesiLe singole catechesi sono pensate in due parti: la prima una lectio meditata sul brano evangelico da cui tratto il tema alla catechesi, la seconda contiene qualche spunto per attualizzarla.

Nota previa8

Comunit Magnificat - Cammino 2015-2016

NoteTutte le catechesi sono arricchite da note a pi di pagina. Esse contengono, oltre ai riferimenti biblici, altre notizie importanti, ma non strettamente necessarie. Questo aiuter a rendere pi scorrevole il testo per tutti, e dar, a chi lo desidera, la possibilit di approfondire il discorso.ApprofondimentiAbbinati ad ogni catechesi si trovano due testi che possono essere letti liberamente per la riflessione personale o venire utilizzati come approfondimento per un incontro di fraternit.a) La compassione di GesIl primo testo riguarda una serie di pagine evangeliche che mo-strano aspetti diversi della compassione di Ges. Esse sono un fil rouge che, di tappa in tappa, richiama questo tema. Ogni brano accompagnato da qu