Collezione China Briefing 2012

of 113 /113
da Dezan Shira & Associates Collezione China Briefing 2012 www.asiabriefing.com . Tutte le dieci edizioni di China Briefing Italia

Embed Size (px)

description

1) Revisione Contabile e Verifiche Annuali per Società e Persone Straniere in Cina 2) Sistemi di Controllo Interno e Audit 3) Il manuale per i manager in Cina 4) Le società holding a Hong Kong e Singapore 5) Spostare la sede legale ed espandere le proprie attività in Cina 6) La riforma dell ' imposta sul valore aggiunto 7) Le convenzioni contro la doppia imposizione fiscal 8) Oneri sociali e gestione libri paga 9) Transazioni internazionali con parti correlate 10) La Guida fiscale per l’Asia

Transcript of Collezione China Briefing 2012

Page 1: Collezione China Briefing 2012

da Dezan Shira & Associates

CollezioneChina Briefing 2012

www.asiabriefing.com. Tutte le dieci edizioni di China Briefing Italia

Page 2: Collezione China Briefing 2012

Asia Briefing, una controllata di Dezan Shira & Associates, fornisce notizie di business e sulle regole finanziarie in Cina, India, Hong Kong e Vietnam. Fondata nel 1999, Asia Briefing Ltd. si propone di fornire le notizie economiche e normative costantemente aggiornate che interessano tutti coloro che operano in quest’area geografica.

Riguardo Asia Briefing

Gennaio/Febbraio Revisione Contabile e Verifiche Annuali per Società e Persone Straniere in Cina

MarzoSistemi di Controllo Interno e Audit

AprileIl manuale per i manager in Cina

MaggioLe società holding a Hong Kong e Singapore

GiugnoSpostare la sede legale ed espandere le proprie attività in Cina

Luglio/AgostoLa riforma dell’imposta sul valore aggiunto

SettembreLe convenzioni contro la doppia imposizione fiscale

OttobreOneri sociali e gestione libri paga

NovembreTransazioni internazionali con parti correlate

DicembreLa Guida fiscale per l’Asia

• Argomenti chiave per gli investitori stranieri includono costituzione aziendale, Fisco e Dichiarazioni, Risorse Umane e Contabilità

• La nostra esperienza attinge ai professionisti nei settori legali, fiscali e contabili di Dezan Shira & Associates

• Le pubblicazioni sono disponibili sulla libreria online di Asia Briefing al seguente link www.asiabriefing.com/store

Page 3: Collezione China Briefing 2012

Da Dezan Shira & Associates

Numero 121 • Gennaio e febbraio 2012

Revisione Contabile e verifiche annuali

per società e persone straniere in Cina

Aggiornamenti quotidiani su: www.china-briefing.com/news/it

In questo numero:

Disponibile in diverse lingue

• Procedure di verifica annuale di conformità fiscale • Spese detraibili e non detraibili• Dichiarazione dei redditi delle persone fisiche per gli introiti del 2011

Page 4: Collezione China Briefing 2012

Benvenuti al numero di gennaio e febbraio 2012 di China Briefing

Gli appuntamenti di gennaio e febbraio sono solitamente, in Cina, i banchetti del capodanno lunare, i mezzi di trasporto in tilt e... le verifiche annuali di conformità fiscale.

Infatti, prima di poter distribuire e rimpatriare i dividendi, le società a partecipazione straniera (Foreign Invested Enterprises o FIE) devono completare il processo di verifica annuale di conformità fiscale, che prevede revisione contabile, dichiarazione dei redditi ed ispezione. Non soltanto queste procedure sono richieste per legge (e non completarle in modo appropriato può far incorrere in pesanti sanzioni), ma sono altresì una buona opportunità per effettuare un’accurata verifica dello “stato di salute finanziario” interno della società stessa.

In questa pubblicazione vi accompagneremo passo per passo, attraverso il processo di verifica per gli uffici di rappresentanza (Representative Office o RO), le joint-venture (JV), le società a totale partecipazione straniera (Wholly-Foreign Owned Enterprises o WFOE) e le società commerciali a partecipazione straniera (Foreign Invested Commercial Enterprises o FICE).

Passeremo poi alle detrazioni fiscali concesse e al computo delle imposte sui redditi delle persone fisiche, ovvero l’IRPEF, con particolare riferimento agli espatriati.

Andremo a chiarire (nel secondo e nel terzo articolo di questo numero) ciò che è fiscalmente detraibile e, per quanto riguarda gli espatriati, i soggetti che devono presentare la dichiarazione dei redditi e per quali introiti.

Vi auguriamo un buon anno del Dragone!

Cordiali saluti,

Alberto Vettoretti, Managing Partner, Dezan Shira & Associates, Editore Asia BriefingChina Briefing Contact: [email protected]

Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da © 2012 Asia Briefing Ltd.Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale è permessa senza il consenso dell'editore.

La copertina artistica di questo mese, My Fans, è opera dell’artista cinese Zhang Jianmin, originario di Shanghai e membro della Chinese Artists’ Association. Per gentile concessione della Wan Fung Art Gallery e di Zhang Jianmin, tutti i diritti riservati. Bibliotheca Zi-Ka-Wei, Wan Fung Art Gallery, 80 Cao Xi Rd. North, Shanghai, 9:30AM-5PM, +86 (21) 6487 4072*107, [email protected], www.wanfung.com.

Page 5: Collezione China Briefing 2012

La verifica annuale di conformità fiscale

[ A cura di Dezan Shira & Associates ]Le società a partecipazione straniera (FIE), prima di poter distribuire e rimpatriare gli utili, devono completare il processo di verifica annuale di conformità fiscale.

Tale processo comprende revisione, dichiarazione dei redditi e ispezione fiscale. Queste procedure sono richieste per legge e non eseguirle in modo scrupoloso può far incorrere in pesanti sanzioni. Da notare, inoltre, che la verifica annuale di conformità fiscale rappresenta un’ottima opportunità per le società di effettuare un check-up finanziario della propria organizzazione in Cina.

Le fasi e punti critici della verifica annuale di conformità fiscale variano leggermente secondo il tipo di società a partecipazione straniera (FIE), che generalmente si dividono in due categorie:

Uffici di rappresentanza (RO) e Joint ventures (JV), società a totale

partecipazione straniera (WFOE) e società commerciali a partecipazione straniera (FICE).

Possono esserci differenze anche su base geografica: a Pechino, per esempio, troviamo due tipi di revisione. La revisione contabile annuale, (la cosiddetta revisione annuale), deve essere redatta da uno studio di revisione

contabile autorizzato (Certified public accountant o CPA) ed è adatta a tutte le società a partecipazione straniera (esclusi gli uffici di rappresentanza), ai fini della riconciliazione fiscale annuale; la revisione fiscale annuale, invece, deve essere redatta da uno studio di revisione fiscale autorizzato (Certified tax agent o CTA) ed è adatta a tutti gli uffici di rappresentanza e ad alcune società a partecipazione estera con determinati requisiti.

In base alla città o alla regione, i requisiti possono variare e l’investitore straniero deve opportunamente consultare l’ufficio tributario locale.

Uffici di rappresentanza (RO)

Fase 1: RevisioneAree principali di revisioneConti bancariIl saldo riportato nel vostro libretto bancario dovrebbe essere lo stesso indicato nell’estratto conto. Se cosi non fosse, dovrete preparare una riconciliazione bancaria per verificare le differenze.

Liquidità Il saldo nei registri contabili deve coincidere con il fondo cassa fisicamente presente: infatti, i revisori procederanno al conteggio del fondo cassa durante l’ispezione.

Personale impiegato e imposta sul reddito individualeIl personale impiegato deve essere registrato secondo la normativa pertinente: gli impiegati locali registrati presso l’agenzia interinale competente e gli espatriati devono avere regolari permessi di lavoro; deve inoltre essere calcolata in modo accurato l’imposta sul reddito individuale.

Nota speseDevono essere opportunamente predisposte con la relativa documentazione di supporto le parcelle per la revisione contabile, per l’agenzia interinale che si occupa del personale, le spese per salari, affitti, spese per servizi e tutte quelle rientranti nell’esercizio fiscale corrente. Deve essere inclusa nelle spese la retribuzione totale

del chief representative, sia che questa venga pagata localmente oppure offshore. Qualora agli impiegati siano riconosciuti dei piani di previdenza sociale esteri, questi pagamenti devono essere inseriti nella nota spese, così come eventuali costi sostenuti per conto della casa madre.

Fase 1Revisione

Fase 3Relazione annuale all’Administration

of Industry and Commerce (AIC)

Scadenza: 30 giugno*

Fase 2Dichiarazione dei redditi

Scadenza: 31 maggio*

*Le scadenze possono variare su base geografica e le società a partecipazione estera devono opportunamente riferirsi all’ufficio tributario locale di riferimento.

RO: check-list dei documenti(i requisiti possono variare a seconda della provincia)

Licenza commerciale Certificato di registrazione fiscale Statuto societario Nulla osta per l’apertura di un conto

corrente bancario in RMB Conti bancari del 2011 sia per la valuta

estera che per quella locale Modulo per la scelta del metodo di

dichiarazione dei redditi Contratto di locazione per gli uffici 2011 Relazione di verifica annuale del 2010

(ove disponibile) Versione elettronica dei registri generali

del 2010, il libro giornale bancario e

di cassa, i sottoregistri e i documenti giustificativi

Le notifiche di pagamento delle imposte del 2011 per la business tax e l’imposta sul reddito societario (Corporate income tax o CIT)

Moduli dichiarazione dell’imposta sul reddito societario del 2011

Libri paga del 2011 e fogli di calcolo per l’imposta sui redditi individuali sia per il personale locale che espatriato (copie)

Bilancio d’esercizio consolidato del 2011 Per i ricavi generati, copia dei relativi

contratti o accordi Informazioni sul personale impiegato nel

RO a tutto il 2011

Page 6: Collezione China Briefing 2012

La verifica annuale di conformità fiscale

4 China Briefing

Reddito imponibileLo State Administration of Taxation (SAT) ha deliberato la Guo Shui Fa [2010] No.18 (Circolare n. 18) il 20 febbraio 2010, che stabilisce come gli uffici di rappresentanza di società estere presenti nella Cina continentale debbano dichiarare e pagare le imposte localmente. In questa Circolare, è stabilito chiaramente che gli uffici di rappresentanza (RO) devono pagare l’imposta sul reddito societario (CIT) per il reddito imponibile, così come l’imposta sulle vendite e l’imposta sul valore aggiunto (IVA); dovranno inoltre stabilire i propri oneri tributari scegliendo tra il metodo dei ricavi presunti (deemed profit), o della tassazione forfettaria sui costi (cost-plus) o dei ricavi effettivi (actual revenue). Di questi tre metodi, il cost-plus è quello più comunemente utilizzato per calcolare il reddito imponibile presunto, poiché per gli altri due metodi è necessario predisporre di numerosi documenti giustificativi.

Tutte le spese sostenute o relative al RO devono essere considerate per il calcolo del reddito imponibile presunto. Andranno inclusi nelle spese i canoni di locazione, spese di trasporto, conti telefonici, salari, spese per l’ufficio e per l’intrattenimento, sia che siano pagate dal RO oppure dalla casa madre. Deve essere incluso il totale del salario del chief representative, c o m e m e n z i o n a t o i n p r e c e d e n z a .

La Circolare n.18 ha aumentato l’originale aliquota del 10% sul profitto presunto a un livello variabile ma non inferiore al 15%, aggravando dell’1,25% l’onere fiscale per i RO che utilizzano il metodo cost-plus (incremento

nominale del 5% sul profitto presunto x aliquota CIT pari a 25%= 1,25%). In seguito a questo cambiamento, l’investitore straniero dovrà rivalutare il reale onere fiscale per l’ufficio di rappresentanza e rivedere di conseguenza il proprio modello di business per la Cina.

La Circolare n. 18 impone per la prima volta ai RO di seguire i criteri di consolidamento proporzionale e di rischio nel calcolo del reddito imponibile. Ciò potrebbe comportare che le transazioni tra RO e casa madre debbano soddisfare il principio di libera concorrenza (arm’s length principle), per cui redditi, costi e spese devono essere contabilizzati a prezzi di mercato. La regolamentazione cinese sul transfer pricing si impone quindi per la prima volta anche ai RO.

Fase 2: Dichiarazione dei redditiLa responsabilità della dichiarazione dei redditi in Cina ricade sul contribuente; l’ufficio imposte non consegna i formulari per la dichiarazione e il contribuente, quindi, deve procurarsi i modelli e compilarli secondo la normativa vigente. Le autorità fiscali pretendono che i libri contabili e i registri siano tenuti in modo accurato e con essi siano archiviati i dettagli del sistema contabile.

Un RO deve, di norma, consegnare all’ufficio tributario competente l’Annual Taxation Consolidation Reporting Package, autorizzato da uno studio contabile certificato (CPA) riconosciuto in Cina, entro la fine di maggio di ogni anno. Qualora le imposte dovute non corrispondano a quelle versate, il RO dovrà discuterne la discrepanza con l’ufficio imposte stesso. Nel caso sospettiate tale evenienza,

consigliamo vivamente di discuterne con i vostri consulenti fiscali prima di consegnare la revisione in modo da appianare le differenze.

Fase 3: Relazione annuale all’AICIl 19 novembre 2010, è stata emanata dallo State Council una nuova regolamentazione amministrativa per la registrazione degli uffici di rappresentanza delle società estere (“Regulations on the Administration of Registration of Resident Representative Offices of Foreign Enterprises”), che è entrata in vigore il primo marzo 2011 ed ha sostituito le precedenti disposizioni in vigore dal 1983. Si può evincere, da questo nuovo pacchetto normativo, la particolare attenzione al tipo di attività svolta dall’ufficio di rappresentanza, così come alla validità delle rendicontazioni finanziarie dell’ufficio stesso.

In base a queste regolamentazioni, l’ufficio di rappresentanza deve presentare la relazione annuale fiscale tra il primo marzo e il 30 giugno di ogni anno, fornendo i dettagli sullo stato giuridico e sulla posizione della società madre estera, sulle attività in corso del RO, nonché una nota spese certificata.

Qualora le suddette informazioni non vengano fornite entro i tempi stabiliti, il RO potrà incorrere in sanzioni pecuniarie variabili da 10.000 a 30.000 RMB che, nel caso di dichiarazioni fallaci, potranno variare da 20.000 a 200.000 RMB. In caso di frode, inoltre, potrebbe anche essere revocata la licenza commerciale. Tutto ciò implica un reale giro di vite sull’uso degli uffici di rappresentanza per scopi, di fatto, commerciali e ben al di là della mera “rappresentanza”.

Fase 1Revisione contabile

Fase 3Ispezione

Scadenza: 31 maggio*

Fase 2Dichiarazione dei redditi

Scadenza: 31 maggio*

Società a partecipazione estera (JV/WFOE/FICE)

Fase 1: Revisione contabileIl bilancio consolidato annuale e la relazione della società di revisione devono essere completati entro la fine di aprile per rispettare la scadenza del 31 maggio per la dichiarazione dei redditi. La procedura di revisione annuale per tutte le società a partecipazione straniera

(FIE), ovvero joint venture (JV), società a totale partecipazione (WFOE) e società commerciali a partecipazione straniera (FICE), è molto più complicata rispetto a quella dei RO poichè, oltre a quanto già detto nei paragrafi precedenti, bisogna considerare i seguenti ulteriori aspetti.

Crediti inesigibiliLe società possono, in genere, dichiarare una ragionevole quota di crediti inesigibili in base al bilancio finale dei crediti verso i clienti. In ogni caso, le autorità fiscali hanno il diritto di variare l’allocazione di qualsiasi credito inesigibile non approvato e quindi renderlo di nuovo tassabile.

*Le scadenze possono variare su base geografica e le società a partecipazione estera devono opportunamente riferirsi all’ufficio tributario locale di riferimento.

Page 7: Collezione China Briefing 2012

La verifica annuale di conformità fiscale

5China Briefing

Fondi di riservaPrima di procedere alla revisione annuale e al conseguente calcolo delle imposte con l’ufficio tributario preposto, si devono calcolare alcune voci da presentare obbligatoriamente come accantonamenti.

Per legge, la quota per i fondi di riserva deve essere specificata nello statuto societario. Questa quota, inoltre, non può essere inferiore al 10% del profitto netto e deve essere versata fino al raggiungimento del limite stabilito (il 50% del capitale totale registrato della società). Una volta raggiunto questo tetto, non è più necessario accantonare tali fondi.

Altre ripartizioni devono essere fatte secondo gli atti costitutivi e le delibere di consiglio della società stessa.

Particolare attenzione alle rimanenzeLe rimanenze comprendono le materie prime, i componenti e i prodotti finiti. Inoltre, molte società non effettuano un controllo adeguato sulle giacenze e gli scarti, con conseguenti problemi sulle discrepanze tra polizze di carico e scarico e beni ricevuti, materie prime non correttamente caricate e lo smaltimento illegittimo di materiali di scarto e contenitori.

Sia per le società di trading che di produzione, le rimanenze devono essere una parte importante del totale delle immobilizzazioni e i revisori porranno particolare attenzione alla loro valutazione. La verifica delle rimanenze è effettuata in base alle fatture di acquisto o ai fogli di calcolo dei costi, tuttavia i revisori accerteranno anche la loro esistenza fisica e le corrette procedure per l’inventario.

A tal fine, è bene assicurasi di:

Verificare che le giacenze siano conservate ordinatamente e che grosse partite siano accatastate ed etichettate.

Controllare che i conteggi siano sistematici per assicurarsi che sia enumerato tutto e una sola volta.

Fare particolare attenzione agli articoli di alto valore.

Indagare su eventuali discrepanze tra il conteggio materiale e i registri di giacenza

Prendere nota degli articoli danneggiati, difettati o di lento smaltimento.

Le verifiche interne e le revisioni periodiche sono raccomandate per migliorare i processi aziendali e, specialmente in Cina, per attuare un sistema di controllo atto a ridurre il rischio di irregolarità. Tali verifiche e revisioni integrano i bilanci d’esercizio e spesso sollevano questioni cruciali di cui il management non è sempre consapevole, in quanto tende a concentrarsi più sulla mera rendicontazione finanziaria e sugli aspetti operativi.

ImmobilizzazioniLe immobilizzazioni includono edifici, fabbricati e costruzioni, macchinari , apparecchiature, mezzi di trasporto e locomozione, dispositivi e strumenti atti alla produzione e alle operazioni di business con un periodo di utilizzo uguale o maggiore a dodici mesi.

L’acquisizione di immobilizzazioni deve essere iscritta nel conto delle immobilizzazioni e l’ammortamento annuale calcolato e ripartito nelle spese.

Tutte le opere in corso devono essere trasferite nelle immobilizzazioni nel caso prevedano quote di interessi, e utili o perdite sulle cessioni devono essere registrati e approvati dalle autorità fiscali. Il valore residuo può essere determinato in base alla natura dell’immobilizzazione e al suo stato.

È previsto un ammortamento pari a quattro anni per i mezzi di trasporto (esclusi aeromobili, treni e imbarcazioni) e a tre anni per l’attrezzatura elettronica. Se le immobilizzazioni necessitano di aggiornamenti frequenti, l’ammortamento

può essere anticipato (fino al 60% del periodo di ammortamento obbligatorio).

Imposta di bolloSebbene di entità limitata, non deve essere trascurato il costo per le imposte di bollo, che vanno pagate per tutti i registri, i libri contabili e i contratti ove applicabile. Le ammende per i mancati versamenti superano di gran lunga il valore dei bolli stessi.

Fase 2: Dichiarazione dei redditiCome per i RO, tutte le FIE devono presentare l’Annual Taxation Consolidation Reporting Package, autorizzato da uno studio contabile legalmente riconosciuto (CPA) entro la fine di maggio di ogni anno.

In questa relazione, il CPA deve verificare tutte le imposte dovute, ivi compresa Business Tax (BT), IVA, imposta sul consumo, imposta sui redditi societari (CIT), e altre imposte in base ai risultati della revisione.

L’imposta sui redditi societari (CIT) è naturalmente la voce più importante della relazione. Tutti gli elementi tassabili, e in particolare quelli connessi alla CIT, quali reddito, costi e spese, devono essere specificati nel dettaglio, e lo studio di revisione dovrà attuare la riconciliazione tra i profitti finanziari e quelli imponibili secondo le norme vigenti in Cina.

Qualora le imposte dovute non corrispondano a quelle versate, la FIE dovrà discuterne la discrepanza con l’erario. Per esempio, se la cifra dovuta fosse inferiore a quella corrisposta, la FIE richiederà un rimborso o una riduzione delle tasse per l’anno fiscale in questione. In modo analogo, se la cifra dovuta fosse superiore a quella corrisposta, la FIE dovrà saldare il dovuto al momento della dichiarazione.

Fase 3: IspezioneL’ispezione annuale, anche detta “ispezione annuale congiunta”, ha lo scopo di assicurare che la società a partecipazione straniera conduca la propria attività secondo i requisiti legali previsti. Con il termine “’ispezione annuale congiunta” ci si riferisce propriamente a un’ispezione effettuata unitamente da tutti gli uffici governativi interessati, quali:

L’ufficio locale del ministero del commercio;

Il Finance Bureau; L’Administrat ion of Industry and

Commerce (AIC); Il Tax Bureau; La China Customs; La State Administration of Foreign

Società a partecipazione estera (JV/WFOE/FICE): check-list dei documenti (i requisiti possono variare in base alla provincia)

Bilancio consolidato e note integrative Tutti i libri contabili (compresi quelli

per la valuta estera) Tutti i documenti giustificativi Conto economico Conti bancari e riconciliazione Proprietà immobili e certificati di

proprietà di veicoli Stato patrimoniale Moduli dichiarazione dei redditi e

versamenti Licenza commerciale Certificato per gli adempimenti fiscali Statuto societario Attestazione versamento imposte Atti costitutivi Relazione di verifica del capitale Relazione di revisione contabile degli

anni precedenti Procedure di gestione contabile e

finanziaria e procedure di controllo interno

Organigramma Verbali dei consigli di amministrazione Locazioni

Page 8: Collezione China Briefing 2012

La verifica annuale di conformità fiscale

6 China Briefing

Exchange (SAFE) e Lo Statistic Bureau.

Ogni società deve richiedere i documenti per l’ispezione annuale congiunta dallo stesso ufficio dell’Amministration of Industry and Commerce (AIC) che ha rilasciato l’originale della licenza commerciale. Tale documentazione può essere richiesta sia via internet sia in copia cartacea.

A seguito dell’ispezione, la FIE dovrà presentare all’ente amministrativo del governo una relazione di verifica annuale congiunta e le altre informazioni finanziarie richieste, ivi inclusi la relazione, il bilancio consolidato e altra documentazione, il tutto firmato e timbrato.

Per quanto riguarda Pechino, dopo aver presentato per via telematica la relazione di verifica annuale congiunta, non è richiesta la

dichiarazione cartacea agli uffici governativi, a eccezione dell’AIC e della SAFE.

Al termine dell’ispezione verrà apposto il relativo timbro sul duplicato della licenza commerciale della società.

Per una consulenza professionale, informazioni e assistenza su questi adempimenti, vi preghiamo di contattare Dezan Shira & Associates a [email protected]

Aggiornamento normativo: riforma IVA a Shanghai

Il governo cinese, per risolvere la questione della doppia tassazione su beni e servizi e per agevolare lo sviluppo di un moderno settore terziario, ha dato il via alla riforma

dell’imposta sul valore aggiunto (IVA), che andrà a sostituire in modo graduale la Business Tax (BT) in Cina.

Sarà avviato un progetto pilota, a Shanghai, nei trasporti e in alcuni altri settori che offrono servizi avanzati e sarà poi man mano allargato su scala nazionale.

Lo State Administration of Taxation (SAT) e il Ministry of Finance (MoF) hanno emanato congiuntamente, il 16 novembre 2011, due circolari che descrivono nel dettaglio l’implementazione di questo progetto, chiamate rispettivamente “Circular on Printing and Issuing the Pilot Project Plan for Replacing Imposition of BT with VAT” (Cai shui [2011] No.110) e “Circular on Commencing the Pilot Project of Replacing Imposition of BT with VAT in Shanghai Municipality’s Transport Industry and Several Modern Service Sectors” (Cai shui [2011] No.111.

A partire dal primo gennaio 2012, secondo quanto stabilito dalla seconda circolare, la Business Tax (BT) sarà sostituita, a Shanghai, con l’IVA nei suddetti settori di servizi avanzati e nei trasporti.

Aliquote IVA applicate ai serviziSono riassunti nella tabella riportata i servizi avanzati che saranno soggetti al pagamento dell’IVA, a partire dal primo gennaio 2012.

Sarà applicata un’aliquota IVA del 3% ai piccoli contribuenti che non possono scalare l’IVA a credito da quella a debito.

Stato contributivo e trattamento fiscaleDovranno passare allo stato di contribuente ordinario quei soggetti che offrono servizi

passibili d’imposta, rientranti nel progetto pilota, il cui valore delle vendite annuali è equivalente o superiore ai 5 milioni di RMB.

I contribuenti coinvolti nelle aree del progetto pilota, che effettuano trasporti cargo per via terrestre o per via navigabile interna, e che sono contribuenti che già emettono fattura, devono passare allo stato di

contribuente ordinario, indipendentemente dal valore delle loro vendite annuali.

I contribuenti che non rientrano nel progetto pilota, ma svolgono attività nell’area del progetto pilota, debbono continuare a pagare la Business Tax.

L’IVA a credito può essere scaricata in base alle fatture emesse, al momento dell’acquisto di servizi forniti dai contribuenti che rientrano nel progetto pilota.

I contribuenti ordinari che forniscono servizi di trasporto pubblico possono calcolare gli oneri tributari dovuti utilizzando il metodo di calcolo IVA semplificato, con la conseguente impossibilità di scaricare l’IVA a credito. I contribuenti ordinari che forniscono servizi di trasporto via oleodotto, rientranti nel progetto pilota, potranno beneficiare del rimborso parziale dell’IVA eccedente il 3% del loro effettivo onere fiscale. In determinate circostanze, è possibile anche l’esenzione parziale o totale del pagamento IVA.

Regimi fiscali agevolatiTra i servizi esenti dal pagamento dell’IVA troviamo:

Trasferimento dei diritti d’autore in forma privata;

Servizi soggetti a IVA forniti da individui disabili;

Cessioni, sviluppo, consulenza di tecnologia, servizi forniti da contribuenti che effettuano attività passibili di imposta nel progetto pilota;

Servizi passibili d’imposta inclusi nei progetti d’appalto per la gestione energetica, forniti da società qualificate per il risparmio energetico;

Servizi passibili d’imposta forniti da imprese registrate a Shanghai che effettuano attività di business outsorcing offshore (questa esenzione dell’IVA sarà effettiva dal 1 gennaio 2012 fino al 31 dicembre 2013).

ServizioAliquota

IVA applicabile

Servizi di leasing per beni mobili materiali (inclusi leasing finanziario e operativo)

17%

Servizi nei trasportiServizi di trasporto terrestre;Servizi di trasporto per vie navigabili;Servizi di trasporto aereo;Servizi di trasporto via oleodotto;

11%

Servizi avanzati (esclusi i servizi di leasing sui beni mobili materiali):Ricerca e sviluppo e servizi nel settore tecnologico (inclusi servizi di consulenza, di trasferimento di tecnologia ecc.)Servizi di IT, inclusi servizi di programmazione, progettazione e verifica di circuiti elettrici);Servizi nel settore culturale e ricreativo (inclusi servizi di progettazione, di diritto di proprietà intellettuale, di promozione, servizi per conferenze ed esposizioni);Servizi logistici di supporto (inclusi servizi portuali, servizi di agenzie per il trasporto merci ecc);Servizi di consulenza per l’autenticazione (inclusi servizi di certificazione, servizi fiscali e legali ecc.).

6%

Alcuni servizi soggetti a imposta così come deciso da SAT e MoF

0%

Page 9: Collezione China Briefing 2012

7China Briefing

Spese detraibili e spese non detraibili

[ A cura di Dezan Shira & Associates ]

Un tema impor t an t e pe r ogni società, alla chiusura dei bilanci annuali e alla riconciliazione fiscale, è la detraibilità fiscale. Faremo qui

una breve panoramica delle spese detraibili e di quelle non detraibili.

Spese detraibiliSpese per promozione e pubblicitàCome norma generale, le spese di promozione e pubblicità sono deducibili fino al 15% dei proventi delle vendite annuali, se non diversamente specificato dal relativo ufficio fiscale e finanziario dello State Council.

L’ammontare eccedente può essere dedotto nell’esercizio successivo.

Spese di intrattenimento È possibile detrarre solamente il 60% delle spese relative all’intrattenimento a scopo di business, o comunque relative alla produzione e alle attività societarie, e l’ammontare massimo detraibile non può eccedere lo 0,5% dei proventi da vendite dell’esercizio corrente.

Donazioni Le donazioni verso associazioni riconosciute o verso enti governativi di livello distrettuale o superiore sono deducibili fino al 12% del totale dei profitti annui.

Spese per assicurazioni commerciali I premi per le polizze assicurative contratte dalle società, a favore di azionisti o dipendenti, non sono detraibili, ad eccezione dei premi per la messa in sicurezza del personale, in adempimento alla normativa vigente sulla sicurezza dei lavoratori in determinate mansioni.

I premi pagati per altre polizze assicurative commerciali possono essere detraibili in base alle disposizioni impartite dagli uffici fiscali preposti dello State Council.

Massimali detraibili e base di calcolo per tipo di società

Società Massimale Base di calcolo

Società assicurative di beni immobili

15%

Totale premi meno valore di rimborsoSocietà

assicurative vita

10%

Altre società assicurative

5% Entrate previste dall'accordo sulle provvigioni

Provvigioni L’eccedente di massimale detraibile non può essere dedotto né spalmato su altri esercizi. Non sono detraibili i pagamenti in contanti ad agenti diversi da persone fisiche o spese di commissione per l’emissione di titoli d’investimento.

Devono essere consegnati all’ufficio fiscale competente un riassunto del calcolo delle commissioni e altra documentazione di supporto.

Perdite da partecipazioni detraibili in somma unica È possibile detrarre in un’unica rata le perdite sulle partecipazioni nell’anno in cui tali perdite si sono verificate, se autorizzato dalle autorità fiscali.

Utili o perdite sui cambiIn base a l la legge sul l ’ imposta del reddito societario (CIT) e alle relative regolamentazioni, non vi è differenza tra utili/perdite sui cambi realizzati e utili/perdite sui cambi non realizzati in Cina.

Gli utili realizzati derivanti da cambi di valuta rappresentano un profitto tassabile e le perdite subite dai cambi di valuta sono fiscalmente detraibili.

Interessi sui debiti verso parti collegate Non sono detraibili gli interessi sui prestiti di società non finanziarie contratti da società non finanziarie, cosi come l’eccedente la cifra calcolata in riferimento ai tassi di interesse di prestiti simili alle stesse condizioni previste dalle istituzioni finanziarie.

Una società, al momento del primo pagamento degli interessi sulla base del contratto di finanziamento, deve fornire un adeguato prospetto sui tassi d’interesse applicati dalle società finanziarie sui prestiti dello stesso tipo e alle stesse condizioni, allo scopo di comprovare la ragionevolezza di tali spese sugli interessi.

Gli interessi, effettivamente pagati da una società alla sua parte correlata, che eccedono un certo indice d’indebitamento, non sono detraibili al momento del calcolo del reddito

Page 10: Collezione China Briefing 2012

Spese detraibili e spese non detraibili

8 China Briefing

imponibile. L’indice per le società finanziarie è 5:1, per le altre società è 2:1.

Per quanto riguarda la detrazione degli interessi sui prestiti dall’estero, una società deve dichiarare il suddetto prestito alla State Administration of Foreign Exchange in qualità di “passività verso l’estero”. In caso contrario, non sarà permesso il pagamento degli interessi e dei rimborsi sul prestito.

Contributi per i sindacati dei lavoratoriI contributi per i sindacati dei lavoratori sono detraibili fino al 2% dell’ammontare del salario totale lordo di tutti i dipendenti. Quote superiori destinate ai sindacati non sono spalmabili su esercizi futuri.

Ricerca e sviluppo (R&S) Ai fini dell’imposta sul reddito societario (CIT), è possibile detrarre un ulteriore 50% per le spese di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie, prodotti e tecniche che non siano stati capitalizzati come immobilizzazioni immateriali.

Qualora le spese siano già state capitalizzate come immobilizzazioni, il 150% dei costi delle immobilizzazioni stesse possono essere ammortizzati ai fini CIT.

Training del personale Le spese di training per il personale, sostenute dalle società, possono essere detratte fino al 2,5% del totale degli stipendi e dei salari. L’ammontare eccedente può essere portato a nuovo per gli esercizi futuri.

PerditeLe perdite sulle immobilizzazioni devono essere dichiarate all’autorità tributaria competente, in accordo con le procedure stipulate, prima che possano essere fiscalmente detraibili. Le perdite non dichiarate non potranno essere detraibili.

Con il termine “perdite”, s’intende, in Cina:

1) Perdite risultanti da attività monetarie: perdite in fondo cassa, bancarie, di crediti, di pagamenti anticipati.

2) Perdite risultanti daattività non monetarie: perdite di magazzino, di immobilizzazioni, di immobilizzazioni materialie di opere in corso.

3) Perdite sugli investimenti: perdite su investimenti finanziari e partecipazioni.

4) Altri tipi di perdite.

Vi sono due diversi modi per la determinazione delle perdite, rispettivamente la “redazione di un elenco congiunto” o la “specificazione singola”.

Qualora la perdita ricada nel metodo di determinazione a elenco congiunto, la società può classificare e consolidare le perdite in base alle voci contabili e consegnare la lista globale all’autorità tributaria. Qualora la perdita ricada nel metodo di specificazione singola, la società deve presentare una relazione per ogni voce (o per ogni transazione), insieme alle informazioni contabili e alle altre informazioni fiscali relative.

La detrazione delle seguenti perdite deve essere dichiarata all’autorità fiscale attraverso il metodo dell’elenco congiunto:

1) Perdite nelle vendite, nei trasferimenti, nella cessione di attività non monetarie ad un prezzo equo nel corso di normali operazioni e nella gestione operativa della società.

2) Normale deperimento rilevabile in tutti i tipi di rimanenze.

3) Smaltimento dei beni materiali al termine della loro vita utile.

4) Smaltimento delle risorse biologiche al termine della loro vita utile.

5) Perdite derivanti dalle operazioni nei mercati azionari di acquisto e vendita di obbligazioni, azioni, fondi e altri prodotti finanziari derivati.

La detrazione delle perdite diverse da quelle sopra elencate deve essere dichiarata all’autorità tributaria utilizzando il metodo della specificazione singola.

Spese per la previdenza socialeLe spese per la previdenza sociale sono detraibili fino a 14% del totale complessivo del salario lordo di tutti i dipendenti. L’ammontare eccedente non può essere riportato a nuovo su esercizi futuri.

Obblighi di ritenuta Qualora una FIE contragga o maturi costi per pagamenti, quali affitti (inclusi quelli per gli uffici e gli alloggi per il personale espatriato), royalties, partecipazioni o tariffe per servizi svolti in Cina tramite individui o organizzazioni straniere, la relativa ritenuta d’imposta deve essere calcolata secondo il principio di competenza. Di conseguenza, sarà applicata una ritenuta d’acconto del 10% sui redditi societari (CIT) e un 5% sulla Business Tax (BT). Tali spese dovranno essere accompagnate da prove sostanziali, pena la non detraibilità.

La società dovrà pagare le ritenute d’acconto e ottenere un certificato di regolarità fiscale prima di poter distribuire i profitti qualora le spese menzionate ammontino o superino i 30.000 dollari americani.

In caso tali spese siano inferiori a questa cifra, la società può distribuire profitti e, in seguito nello stesso mese, pagare le ritenute d’acconto.

Spese non detraibili Onorari per il management Non sono detraibili gli onorari per il management, affitti e royalties pagate tra società collegate, e le partecipazioni pagate tra società collegate di società non finanziarie.

Accantonamenti Non sono detraibili, generalmente, gli accantonamenti, inclusi quelli per le scorte, i crediti inesigibili e il deterioramento delle immobilizzazioni.

Sponsorizzazioni Le spese per sponsorizzazioni non sono detraibili qualora non abbiano natura promozionale o non siano riconducibili alle operazioni di business.

Oneri per pagamenti ritardatiGli oneri per i pagamenti ritardati non sono detraibili.

Ammende e multeNon sono detraibili le ammende e le multe imposte da qualsivoglia ufficio amministrativo. Sono tuttavia detraibili le multe derivanti da violazioni di contratti commerciali.

Page 11: Collezione China Briefing 2012

9China Briefing

Presentazione della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche per il 2011

[ A cura di Dezan Shira & Associates ]

Sono soggetti all’imposta sul reddito delle persone fisiche (di seguito IRPEF) tutti gli individui residenti in Cina. Anche gli espatriati, quindi, che lavorano presso una

società a partecipazione straniera (FIE) sono soggetti a IRPEF dal primo giorno di arrivo nel territorio cinese.

Normalmente, questa imposta è trattenuta dallo stipendio o dal salario direttamente dal datore di lavoro ed è corrisposta all’autorità fiscale su base mensile. La dichiarazione dei redditi deve essere presentata all’autorità tributaria entro tre mesi dalla fine del precedente anno civile: ad esempio, per l’anno 2011, deve essere presentata tra il primo gennaio e il 31 marzo 2012. In caso di ritardi nella presentazione, si può incorrere in sanzioni fino a cinque volte l’ammontare dovuto.

La dichiarazione dei redditi annuale deve essere compilata dai contribuenti che ne sono soggetti in Cina e che si trovano in una delle seguenti cinque condizioni:

1) Il reddito annuale supera i 120.000 RMB2) Il reddito è originato da due o più fonti

interne alla Repubblica Popolare Cinese3) Il reddito è originato da fonti esterne alla

Repubblica Popolare Cinese4) Il reddito imponibile ricevuto non è soggetto

a ritenute5) Altre condizioni determinate dallo State

Council

Che cosa si considera come reddito annuale?

Stipendi e salari Reddito da proprietà privata di industrie

produttive e commerciali Reddito da subappalti o subaffitti Retribuzioni per prestazioni private Retribuzioni da diritti d’autore Redditi da royalties Redditi da partecipazioni, dividendi da

azioni e bonus Redditi da contratti di locazione e cessioni

di beni immobili Altre entrate occasionali

Calcolare l’IRPEF per i redditi del personale espatriatoQualora l’individuo sia retribuito da un soggetto giuridico cinese, ogni suo reddito originato in Cina risulta tassabile.

Per quanto riguarda, invece, i redditi non generati in Cina o percepiti dall’estero, le imposte dovute dagli stranieri si conteggiano, generalmente, sulla base del periodo di tempo trascorso in Cina e sulla fonte del reddito stesso.

Gli individui che trascorrono meno di 90 giorni (o 183 giorni per i residenti di quei paesi che hanno siglato un trattato contro la doppia imposizione con la Cina) in un anno civile nella Repubblica Popolare Cinese sono esentati dall’IRPEF, nel caso in cui la retribuzione sia pagata da un soggetto giuridico estero.

Gli individui che soggiornano nel territorio per più di 90 giorni (o 183), ma meno di un anno civile, sono soggetti a IRPEF per i redditi derivanti da lavoro dipendente in Cina, indipendentemente dalla fonte della retribuzione.

Risiedere in Cina per un anno civile significa che, durante l’anno civile, l’assenza temporanea dal territorio cinese è inferiore a 30 giorni consecutivi o a un periodo cumulativo di 90 giorni.

Variazioni IRPEF su base temporale Gli individui che risiedono in Cina per più di un anno, ma meno di cinque, sono soggetti a IRPEF sia per i redditi originati in loco che per quelli derivanti dall’estero percepiti da un soggetto giuridico localizzato in Cina. Gli stranieri che risiedono in Cina per più di cinque anni sono soggetti alla tassazione su tutti i loro redditi ovunque originati (world-wide income).

Meno di 90 (183) giorni

Reddito pagato dal datore di

lavoro in Cina(Generato

in Cina)

Da a un annofino a cinque

anni

Reddito pagato dal datore di

lavoro in Cina(Non generato

in Cina)

Da 90 (183) giorni

fino a un anno

Reddito pagato dal datore di lavoro estero

(Generato in Cina)

5 anni continuativi

in Cina

Residenza in Cina e variazioni IRPEF su base temporale

Nel sesto anno

Residenza di un ulteriore

anno?

Da ora in poi IRPEF sui redditi ovunque generati

Il periodo di cinque anni

viene annullato

e si applica di nuovo la

regola dei 90 (183) giorni

Si

No

Page 12: Collezione China Briefing 2012

Presentazione della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche per il 2011

10 China Briefing

Dopo cinque anni di residenza continuativa in Cina, qualora il soggetto, durante il sesto anno, risieda nel paese per meno di un anno, il periodo dei cinque anni già trascorsi viene annullato e ritorna ad essere applicata la “regola dei 90 (183) giorni”.

Aliquote IRPEF I redditi derivanti da salari e stipendi sono tassabili secondo aliquote progressive che vanno dal 3 al 45% del reddito imponibile mensile.

Questo è calcolato al netto di una detrazione mensile standard di 3.500 RMB per gli impiegati locali. Per gli stranieri che lavorano in Cina (inclusi i residenti a Hong Kong, Taiwan e Macao), la detrazione mensile standard è di 4.800 RMB.

Possono essere considerate, per le opportune detrazioni, anche le somme pagate a fondi previdenziali cinesi.

Base imponibile mensile = salario lordo - 4.800 RMB

IRPEF dovuta = base imponibile x aliquota applicabile - detrazione concessa

Calcolo IRPEF sul salario mensileAl momento del calcolo IRPEF, è necessario distribuire il reddito imponibile totale dei soggetti espatriati in base alla fonte di tale reddito e al tempo trascorso in Cina. La tabella soprastante illustra in modo specifico il calcolo IRPEF.

Benefit da lavoro dipendente Ai fini IRPEF, i redditi imponibili si riferiscono a “stipendi, salari, bonus, bonus di fine anno, utili sulle partecipazioni, indennità o sussidi o altre entrate relative alla prestazione o al lavoro dipendente”.

Alcuni tipi di benefit per i dipendenti stranieri possono essere esentati dall’imposta, qualora rispondano a certi requisiti. Detti requisiti includono (accompagnati da fattura, ove possibile):

Costi per l’alloggio Costi di entità ragionevole per due rientri

annui in patria Costi di entità ragionevole per il trasloco Rimborsi di entità ragionevole per pasti,

lavanderia, corsi di lingua e spese per la scuola dei figli a carico in Cina

Tutti i r imborsi in contanti (cash allowance) per coprire le spese relative allo svolgimento del lavoro (come costi di viaggio o di intrattenimento) sono totalmente passibili d’imposta

Possono essere detratte dall’IRPEF, invece che essere pagate come indennità, spese specifiche sostenute dal dipendente, ad esempio intrattenimento, spese mediche, quote per club, viaggi locali, riviste, giornali, spese telefoniche ecc.

Redditi da lavoro non dipendenteQuesti tipi di redditi sono, di norma, tassati in base ad aliquote che variano dal 5 al 35%, a seconda della fonte del reddito stesso.

Titolari di imprese e di operazioni contrattuali e leasingI redditi originati dai titolari di imprese industriali o commerciali, titolari di operazioni contrattuali o leasing per imprese o istituzioni sono soggette ad aliquote progressive che vanno dal 5 al 35%. L’aliquota del 35% si applica ai redditi imponibili annui (ovvero entrate lorde meno indennità, spese e perdite) che superano i 100.000 RMB.

Remunerazioni da lavori d’autore A questi redditi si applica un’aliquota fissa del 20% sul 70% del valore lordo.

Compensi per prestazioni privateSi applica un’aliquota del 20% nel caso in cui la base imponibile (dopo le detrazioni concesse) per un singolo pagamento non superi i 20.000 RMB; per la fascia che va da 20.000 RMB a 50.000 RMB si applica un’aliquota del 30%; per le entrate superiori un’aliquota del 40%.

Royalties, partecipazioni, dividendi, affitti o cessioni di immobili, altre entrate A questi redditi si applica un’aliquota fissa del 20%.

Detrazioni Non sono previste detrazioni per i redditi da partecipazioni, dividendi, bonus e altre entrate. Sono concesse detrazioni per i redditi da fonti diverse, quali:

Reddito da operazioni contrattuali o di

IRPEF e dirigenti

La regola dei 90 (183) giorni non si applica ai dipendenti stranieri che ricoprono posizioni dirigenziali in Cina.

Questi sono soggetti al pagamento dell’IRPEF, indipendentemente dal numero di giorni in cui hanno risieduto nel paese durante un anno civile.

Si considerano, di norma, dirigenti:

Amministratori Direttori (CEO) General manager Vicepresidenti Direttori di uffici di rappresentanza

(chief representative) Figure professionali in specifici settori,

quali ad esempio direttori tecnici (chief engineer officer) o direttori finanziari (chief financial officer)

Figure che non hanno titolo manageriale ma hanno responsabilità simili o hanno notevole influenza o potere decisionale sulle attività societarie.

Sono soggetti a IRPEF gli onorari o i salari, corrisposti da soggetti locali, di dipendenti con posizioni dirigenziali, indipendentemente dalla loro fonte.

Aliquote IRPEF secondo il reddito imponibile annuo

0%

5%

10%

15%

20%

25%

30%

35%

40%

45%

50%

$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...

Aliquota (%)

Reddito imponibile annuo (US$)

Page 13: Collezione China Briefing 2012

Presentazione della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche per il 2011

11China Briefing

Aliquote IRPEF e detrazioniReddito imponibile mensile, RI (RMB)

AliquotaDetrazione

(RMB)1,500 RMB o inferiore 3% 01.500 < RI < 4.500 10% 1054.500 < RI < 9.000 20% 5559.000 < RI < 35.000 25% 1.00535.000 < RI < 55.000 30% 2.75555.000 < RI > 80.000 35% 5.505> 80.000 45% 13.505

Modulo per la dichiarazione dei redditi(per le persone fisiche con reddito annuale che supera i 120.000 RMB)

Documento identificativo del contribuente____________________Nome e firma/timbro del contribuente____________________

Reddito per l’anno____________________Data di compilazione____________________

Monetary unit: RMBNome del contribuente

Nazionalità Documento n. Tipo di

documentoData di arrivo in Cina

ProfessioneDatore di lavoro

Residenza

Indirizzo in Cina Codice Postale Telefono

Voce

Reddito annualeImposta dovuta

Imposta pagata

e trattenuta

Imposta a credito

Imposta pagata in eccesso o

non dovuta

Originato da fonti localizzate in Cina

Originato da fonti esterne alla Cina

Totale

Stipendi e salariReddito da proprietari di industrie di produzione o commercialiReddito da operazioni contrattuali o di leasingReddito da prestazioni privateReddito da remunerazione per lavori d'autoreReddito da royaltiesReddito da partecipazioni, bonus, dividendiReddito da affitti di immobiliReddito da cessione di immobiliReddito contingenteAltre entrateTotaleDichiaro sotto la mia responsabilità e consapevole delle penalità per dichiarazioni del falso, che il presente modulo è stato compilato secondo le disposizioni di legge sul reddito delle persone fisiche della Repubblica Popolare Cinese, e dichiaro, in coscienza e in fede, che le informazioni riportate sono veritiere e complete.

Firma del contribuente____________________

Ufficio locale delle imposte____________________Firma del responsabile____________________

Timbro dell’ufficio locale delle imposte____________________Tel.____________________

Responsabile dell’ufficio tributario____________________ data gg/mm/aa____________________ Responsabile dell’ufficio tributario____________________

Calcolo del salario mensile ai fini IRPEFDC = Detrazione concessa

Totale giorni in Cina Formula< 183 giorni [( reddito totale – 4.800) x aliquota – DC] * (giorni in Cina/giorni totali)

x (reddito in Cina/reddito totale)183 giorni – 1 anno [( reddito totale – 4.800) x aliquota – DC] * (giorni in Cina/giorni totali) 1 anno – 5 anni [( reddito totale – 4.800) x aliquota – DC] * (giorni all'estero/giorni

totali) x (reddito all'estero/reddito totale)> 5 anni ( reddito totale – 4.800) x aliquota – DC

leasing di imprese e soggetti giuridiciSono detraibili le spese non derogabili.

Compensi per prestazioni private, royalties o affitti di immobiliQualora l’entrata ricevuta da un singolo pagamento sia inferiore a 4.000 RMB, è concessa una detrazione di 800 RMB.

Qualora l’entrata ricevuta da un singolo pagamento sia superiore a 4.000 RMB, è concessa una detrazione pari al 20%.

Cessione di immobiliSono detraibili il prezzo di acquisto e le spese di entità ragionevole per la cessione di immobili.

Per una consulenza professionale, informazioni e assistenza sugli adempimenti fiscali annuali, vi preghiamo di contattare Dezan Shira & Associates a [email protected]

Page 14: Collezione China Briefing 2012

Da Dezan Shira & Associates

Numero 122 • Marzo 2012

Sistemi di Controllo

Interno e Audit

IN QUESTO NUMERO:• Sistemi di Controllo Interno e Audit in Cina• Sistemi di Controllo Interno e Quadro Normativo dell’Internal Audit • Operational Audit: Lezioni per il Controllo Interno• Sistema di Controllo Interno per la Prevenzione delle Frodi: Checklist

Scannerizzate questo QR code con il vostro smartphone per visitare China Briefing News. Disponibile in diverse lingue

Page 15: Collezione China Briefing 2012

Benvenuti al numero di marzo di China Briefing

Mentre la strategia di crescita futura di un numero sempre più elevato di aziende ruota attorno ad operazioni condotte in Cina o in Asia, sistemi di controllo interno non sufficientemente efficaci rischiano di compromettere il risultato economico

d’esercizio nelle proprie controllate estere. Questo numero di China Briefing è dedicato alla comprensione di alcuni efficaci sistemi di controllo gestionale nel contesto cinese e al ruolo dell’internal audit al fine di individuare e prevenire eventuali frodi all’interno dell’azienda.

In questo numero: • Sistemi di Controllo Interno e Audit in Cina• Sistemi di Controllo Interno e Quadro Normativo dell’Internal Audit

• Operational Audit: Lezioni per il Controllo Interno• Sistema di Controllo Interno per la Prevenzione delle Frodi: Checklist

Cordiali saluti,

Alberto Vettoretti, Managing Partner, Dezan Shira & Associates,Editore Asia Briefing

[email protected]

La copertina artistica di questo mese, “Train Door” (Acrilico su tela, 60*80 cm, 2010), è dell’artista Liu Weijian (nato nel 1981). ShanghART Gallery e Liu Weijian, tutti i diritti riservati. ShanghART Gallery, 50 Moganshan Rd., Bldg 16-18 Shanghai, Main Space (10-18), H-Space (13-18), +86 (21) 63593929. www.shanghartgallery.com

Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da ©2012 Asia Briefing Ltd.Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale è permessa senza il consenso dell'editore.

Page 16: Collezione China Briefing 2012

3China Briefing

In tempi di crescente incertezza economica, la consapevolezza del rischio di frodi interne è aumentata anche in Cina. In un recente sondaggio globale condotto da Deloitte, la

maggioranza dei senior manager ha riportato l’intenzione di rafforzare il proprio sistema di controllo interno dal 2012 in avanti.

Gli specialisti avvertono che i sistemi di controllo e verifica interna non sono solo un “fardello dei giganti”, ma riguardano anche le piccole e medie imprese (PMI). Per esempio, la frode del “dipendente fantasma” nel libro paga (dipendente inesistente nel libro paga, il cui stipendio viene accreditato sul conto di un dipendente esistente o di un familiare di altri impiegati), avviene anche in aziende con solo pochi dipendenti.

“La frode è spesso più facile in una piccola azienda, anche se i guadagni sono minori”, spiega Bob Youill, uno specialista di frodi e amministratore delegato di FTI Consulting.

“Molte piccole imprese non dispongono di un efficace sistema di controllo interno e sottovalutano la capacità di un internal auditor di accorgersi che qualcosa non va.”

I principi del controllo interno non variano geograficamente; sistemi di controllo interno efficaci in Cina sono molto simili a sistemi efficaci a New York o Milano.

Tuttavia, quando le operazioni – protette da barriere linguistiche e ambienti di lavoro meno trasparenti – avvengono nella parte opposta del pianeta rispetto a dove si trova la casa madre, i sistemi di controllo interno non hanno più solo un ruolo di sussidio al rendimento aziendale ma divengono necessari per la sopravvivenza dell’impresa stessa.

Attuare sistemi di controllo interno e internal auditing è particolarmente importante per le aziende che si devono conformare al codice di condotta della casa madre e/o ai regolamenti di altri Paesi, come ad esempio il “Foreign Corrupt Practices Act” (FCPA) negli Stati Uniti [per ulteriori informazioni in materia, fare riferimento al numero di maggio 2011 del China Briefing].

Tuttavia anche le PMI a respiro internazionale devono porre in essere “internal checks” al fine di prevenire ammanchi di denaro e prodotti o semplicemente per assicurarsi che personale interno disonesto non possa approfittare della situazione.

Definizione di controllo interno e internal auditIl sistema di controllo interno e l’internal audi t ing devono essere cons idera t i congiuntamente - il primo è un processo e il secondo un controllo della qualità di tale processo.

Il processo di controllo interno è progettato per garantire l’adempienza a tre obiettivi:

1. Efficacia ed efficienza delle operazioni2. Affidabilità delle revisioni contabili3. Conformità a leggi e regolamentazioni

applicabili

Da includere negli obiettivi appena menzionati, vi è inoltre la tutela del patrimonio, essendo l’appropriazione indebita di beni tra i problemi più comuni derivanti da uno scarso controllo interno.

Un efficace sistema di controllo interno è moni to ra to s ia rego la rmente che occasionalmente. Eseguire una due diligence prima dell’acquisizione di una società o l’assunzione di personale di alto livello è un controllo preventivo che avviene una volta sola. Un internal audit valuta l’efficacia dei processi di gestione, controllo e governance dei rischi, sistematicamente e seguendo un iter prestabilito.

Un internal audit richiesto direttamente dalla sede centrale di un’azienda è, per diversi motivi, il modo migliore per individuare e prevenire eventuali frodi in una distaccata in Cina. Se l’internal audit è richiesto solamente

Sistemi di controllo interno e audit in Cina

[ A cura di Samantha L. Jones, Dezan Shira & Associates ]

“ U n e f f i c a c e s i s t e m a d i c o n t ro l l o interno è monitorato sia regolarmente che occasionalmente.”

Page 17: Collezione China Briefing 2012

Sistemi di controllo interno e audit in Cina

4 China Briefing

Info

rmaz

ione &

Com

unicazio

ne

Il Processo di Controllo Interno

Ambiente di controllo• Integrità, valori etici e competenze del personale dell’azienda• Filosofia gestionale e stile operativo• Metodi di assegnazione delle autorità e responsabilità, organizzazione e sviluppo del personale• Attenzione e direzione fornita dal consiglio di amministrazione

Valutazione del rischio• L’identificazione e l’analisi dei rischi relativi al raggiungimento degli obiettivi,

in considerazione delle variazioni nelle condizioni dell’attività’

Attività di controllo• Politiche e procedure (in tutta l’organizzazione)

che contribuiscono a garantire lo svolgimento delle direttive manageriali

• Includono: approvazioni, autorizzazioni, verif iche, r iconcil iazioni , rappor ti di performance operativa, sicurezza dei beni e segregazione delle funzioni

• Un messaggio chiaro da parte del top management che la responsabilità di controllo sia da prendere

sul serio

• I soggetti comprendono il proprio ruolo nel sistema di controllo interno, e come

esso si relaziona con gli altri

• Comunicazione delle informazioni rilevanti al management

• Comunicazione efficace con soggetti esterni (clienti,

fornitori, azionisti)

Monitoraggio• Continuo• Valutazioni ad-hoc

Il controllo interno è un processo messo in atto dai dirigenti e dal consiglio di amministrazione di un’impresa progettato per garantire l’adempienza a tre obiettivi:

1. Efficacia ed efficienza delle operazioni.2. Affidabilità della reportistica finanziaria.3. Conformità a leggi e regolamenti applicabili.

Da includere negli obiettivi appena menzionati, vi è inoltre la tutela del patrimonio, essendo l’appropriazione indebita di beni tra i problemi più comuni derivanti da uno scarso controllo interno.

Fonte: American Institute of CPAs

“Il processo di controllo interno di ogni società dovrebbe essere in continua espansione per affrontare i rischi emergenti, come ad esempio la conformità alle normative che coinvolgono i nuovi mercati, i rischi reputazionali legati ai social media, o i crescenti rischi legati all’utilizzo di tecnologie dell’informazione in generale.

Secondo un sondaggio di PwC-Hong Kong condotto a metà del 2011, gli internal audit in Cina si sono dimostrati meno efficaci nell’individuazione dei rischi emergenti rispetto ad audit in altre parti del globo (nonostante il personale sia consapevole dei rischi, questi non vengono riportati alla dirigenza).”

Page 18: Collezione China Briefing 2012

Sistemi di controllo interno e audit in Cina

5China Briefing

dalla sussidiaria cinese, ci potrebbe essere il pericolo che una frode scoperta a livello locale possa non essere segnalata alla casa madre e venire “insabbiata”, soprattutto in assenza di personale fidato.

In un caso recente, spiega Ronin Lin, audit manager presso l’ufficio di Shanghai di Dezan Shira & Associates, una frode significativa in un ufficio vendite (compresa la presentazione di fatture fasulle) veniva consapevolmente trascurata a livello locale, poiché il dipartimento non riportava alcun problema. Visto che era stata la controllata locale a richiedere e svolgere l’internal audit, la situazione non venne segnalata al quartier generale estero e non venne scoperta fino a quando il controller della casa madre non si recò in Cina e trascorse molte settimane verificando numeri, fatture e visitando clienti.

Un internal audit nella sede cinese, ordinato dalla capogruppo estera, ha l’ulteriore beneficio di conservare e accrescere il grado di fiducia tra il management cinese e il personale locale. Infatti, poiché non è la gestione locale a ordinare la verifica, il personale non ha motivo di diminuire o perdere fiducia nei propri manager.

Nonostante sia la dirigenza a essere responsabile di stabilire e mantenere un sistema di controllo interno in un’impresa, l’assunzione di una società di servizi professionali esterna per condurre un internal audit (personalizzabile in base alle specifiche necessità informative dei decision maker) può essere utile a scoprire eventuali debolezze del sistema. I professionisti di internal auditing hanno una più ampia visione esterna di un’azienda e possono svolgere un ruolo

significativo nel rafforzare gradualmente il sistema di controllo interno.Oltre ai requisiti legislativi in materia, la verifica si presenta in molte forme.

“Di solito, consigliamo ai nostri clienti uno di due tipi di controllo iniziale: un ‘house check’ o un ‘full scope’”, spiega Ronin Lin. “Nel primo, da una checklist generale di controllo interno cerchiamo di valutare se un’organizzazione è ‘a rischio’ ed eventualmente, in seguito, andremo a verificare le aree più soggette a frodi e i punti di controllo più deboli del sistema.”Questo tipo di approccio, che richiede una spesa ed energia minore rispetto a un processo “full scope”, è inoltre in grado di determinare se quest’ultimo processo sia necessario o meno.

Rischio di frode in CinaLo scorso anno i notiziari hanno riportato numerosi casi di frode avvenuti in aziende cinesi, e sempre più persone si sono soffermate a considerare come il rischio di frode in Cina possa essere diverso da quello in altre aree geografiche.Le possibilità di frodi in Cina sono semplicemente superiori rispetto a molti altri luoghi - le transazioni commerciali sono meno trasparenti e le barriere linguistiche uno scudo molto spesso. Nonostante chi affermi che la cultura cinese influisce sulla prevalenza

di frodi sarà immediatamente ricusato (la frode è un prodotto degli esseri umani che agiscono solo nel proprio interesse), alcune caratteristiche della cultura aziendale cinese possono avere un impatto enorme sulla prevenzione di comportamenti scorretti.

È ampiamente riconosciuto, per esempio, che in Cina i contratti hanno un’importanza sostanzialmente inferiore che altrove, lasciando dunque maggiore spazio per eventuali frodi. Inoltre, il modo in cui le aziende cinesi trattano le frodi può differire da quello di altri Paesi. Le azioni punitive dopo che una frode è stata scoperta sono spesso leggere, incoraggiando comportamenti disonesti in primo luogo.

Le frodi in Cina variano in modo significativo, da sottrazioni di piccola cassa a frodi molto sofisticate, profondamente radicate nell’operatività di un’impresa. Anche il controllo interno per proteggere la proprietà intellettuale (IP) è motivo di crescente preoccupazione, poiché molte aziende in Cina si stanno sviluppando da un modello manifatturiero a un modello in cui il valore fondamentale del proprio business risiede invece nella loro proprietà intellettuale.

Il rischio di frode può anche variare in modo significativo a seconda della complessità della struttura di un’organizzazione. Secondo Ronin Lin, mentre una società commerciale (società commerciale a partecipazione straniera o FICE) richiede uno dei sistemi di controllo interno più semplici, le aziende che svolgono sostanziali attività di marketing e quelle che hanno a che fare con molti fornitori e processi strutturati di distribuzione, sono sottoposte a maggiori pericoli.

Frodi con Rischi Elevati in Aziende Basate in Cina

Processo di Distribuzione

(Supply Chain)

Libri Paga (Payroll)

Vendite(Sales)

• Acquisto di materie prime moltocostose (a causa di una relazione/accordo illecito tra il personale e ilfornitore)

• Smaltimentoimpropriodegliscartierimanenze

• FattureIVAfalse• Scarsocontrollodelmagazzino

• Discrepanzatrailsalariocomedacontrattoelabustapagadeldipendente

• Utilizzo improprio e non autorizzato dionerisociali

• “Dipendentifantasma”• Rimborsinonautorizzati/scorretti• Non-pagamentodi tasseeassicurazione

sociale

• Venditadibenialcostoosottocosto(acausadiunarelazione/accordoillecitotrailpersonaleaddettoallevenditeeilcompratore)

• Pagamento di commissioni sullevendite non autor izzate versodipendentioamici

• Assenza di un processo di astacompetitivosullevendite

Page 19: Collezione China Briefing 2012

Sistemi di controllo interno e audit in Cina

6 China Briefing

In effetti, un internal audit può scovare comportamenti inappropriati profondamente radicati anche in imprese con strutture organizzative semplici. Un recente auditing ha svelato contratti che mostravano come un general manager (GM) dava in affitto i propri immobili alla joint venture costituita con un partner straniero (senza minimamente spiegare come ciò fosse legato a operazioni aziendali). Il problema risedeva nel fatto che il GM era uno dei maggiori azionisti della joint venture (e, naturalmente, anche l’unico a conoscenza dei contratti di locazione).

Prevenzione delle frodi in Cina“Recentemente, è aumentata l’intolleranza per le frodi, sia in imprese straniere che locali”, spiega Bob Youill. “Abbiamo sentito che Pechino sta dicendo alle grandi imprese locali di mobilitarsi e sempre più aziende stanno iniziando a rivolgersi a società internazionali di consulenza per ricevere aiuto nell’individuare eventuali frodi interne. Al momento, questo è dovuto in gran parte agli investimenti in uscita o esteri, dove molte aziende cinesi sono state derubate in modo significativo.

Inoltre, abbiamo visto un crescente interesse verso assicurazioni anti frode (per coprire i costi relativi sia alle indagini che alle eventuali perdite), in particolare da parte di imprese cinesi.”

Per le imprese a partecipazione straniera in Cina, questo significa potenziare i sistemi di controllo interno per la prevenzione delle frodi. Bob Youill suggerisce di considerare la prevenzione delle frodi basandosi sul “triangolo della frode” - opportunità, motivazione e giustificazione. Il controllo interno è focalizzato a limitare le possibilità

di creazione di tale triangolo. Un esempio chiave è rafforzare la sicurezza fisica dei magazzini – non quello che viene riportato sui registri contabili, ma i sistemi in atto per monitorare attentamente ciò che entra ed esce da un impianto.

In un recente controllo presso un’impresa cinese produttrice di abbigliamento che ordinava ingenti quantità di tessuti, abbiamo scoperto come un dipendente etichettava volutamente il materiale buono come scarto, per poi rivenderlo ad un prezzo più basso ad un’altra azienda (in cui aveva un interesse commerciale) per produrre materiale contraffatto.

“Se sono in uso sistemi di sicurezza efficienti, è possibile impedire l’esecuzione di qualsiasi attività fraudolenta che cerchi di nascondere la circolazione non autorizzata delle merci dal magazzino di un’azienda”, spiega Youill.

L’assunzione di personale è una di quelle attività che devono essere monitorate di continuo. La verifica a priori sul personale da assumere (pre-employment screening) deve essere eseguito per tutte le posizioni sensibili, cioè facenti parte della “fascia ad alto rischio di frodi”.

“ La ‘fascia ad alto rischio di frodi’ comprende posizioni di r i l ievo nei d ipa r t imen t i f i nanz i a r i e di approvvigionamento, nonché di vendita, fornitura, s toccaggio, marketing e distribuzione.”

L’indagine sul personale da assumere è un po’ difficile in Cina perché la legge sul lavoro è nettamente a favore dei dipendenti. Se un’azienda scopre un comportamento fraudolento da parte di un dipendente, potrà scegliere di difendersi da un potenziale processo legale firmando con il lavoratore stesso un accordo di mutua terminazione del rapporto lavorativo. Se durante un colloquio con un futuro datore di lavoro al dipendente verrà chiesto perché egli abbia lasciato la posizione precedente, questi, probabilmente, farà vagamente riferimento a una cessazione reciproca. Un’indagine discreta potrà invece svelare se la causa del licenziamento fosse in realtà un comportamento disonesto.

La giustificazione nel “triangolo della frode” è l’aspetto più difficile da affrontare nel controllo interno. Da verificare il personale addetto all’approvvigionamento e ai rapporti con i fornitori, soprattutto quelli che operano con ridotti margini di profitto. Uno sguardo più attento potrà chiarire se il personale addetto al sourcing stia agendo negli interessi della società e se i fornitori stiano seguendo i loro obblighi contrattuali.

Per ulteriori suggerimenti sulle misure per la prevenzione delle frodi, si prega di consultare la sezione “Controllo Interno per la Prevenzione delle Frodi: Checklist” nell’ultima pagina di questa pubblicazione.

Per ulteriori informazioni sul controllo interno e internal audit, vi preghiamo di contattare Dezan Shira & Associates via e-mail a italian[email protected] o visitare il nostro sito www.dezshira.com/it.

“S econdo un sondaggio condotto da PwC-Hong Kong

a metà del 2011, mentre a livello mondiale i revisori dei conti prevedono di

concentrarsi nei prossimi tre anni sulla gestione dei rischi d’impresa e l’allineamento con la strategia

aziendale, i revisori interni in Cina hanno, invece, ancora intenzione di aumentare la loro attenzione sulle aree

normative e di conformità.on regulatory and compliance driven areas, according to a survey by PWC Hong Kong in mid-2011.”

Internal audit: i prossimi cinque anni Indagine globale IIA di Internal Audit, 2010

Maggiore Enfasi• Corporate governance• Enterprise risk management• Revisioni Strategiche• Audits”etici”• Adempienza agli International

Financial Reporting Standards

Minore Enfasi• Operational Audit• Audit di Conformità• Verifica dei rischi finanziari• Indagini di frodi• Valutazione dei controlli interni

Page 20: Collezione China Briefing 2012

7China Briefing

Il controllo interno e l’internal audit in Cina sono spesso accusati di soddisfare solo i requisiti di conformità, apportando vantaggi scarsi o nulli alle imprese - la forma quindi prevale sulla

sostanza. Ciò, tuttavia, non avviene perché in Cina manchi un relativo quadro normativo.

Anche se relativamente giovane rispetto alle linee guida e alle organizzazioni riconosciute a livello internazionale nel Paese, è comunque presente un quadro normativo per il controllo interno e internal auditing in continua evoluzione.

Controllo interno Le Norme Fondamentali Nel 2008 è stato rilasciato il “China SOX”, la versione cinese del Sarbanes-Oxley Act del 2002 (la legge federale degli Stati Uniti che elenca i requisiti necessari per migliorare la gestione dei rischi e prevenire scandali finanziari come Enron e Worldcom), seguito da linee guida emanate nel 2010.

Il “Basic Standard for Enterprises Internal Control” (Caikuai [2008] N. 7 “Basic Standard”), rispecchia il suo omologo americano in molti aspetti, poiché mira a incrementare la qualità della reportistica finanziaria da parte delle imprese quotate.

Le linee guida complementari hanno iniziato a essere applicate alle imprese che sono contemporaneamente quotate nei mercati nazionali ed esteri dal 1° gennaio 2011 in poi, e alle società quotate alla Borsa di Shanghai e alla Borsa di Shenzhen dal 1° gennaio 2012 in poi.

Le società quotate nel listino delle piccole e medie imprese e nell’“Enterprise Growth Market” saranno tenute ad adottare queste linee guida “quando opportuno”. Le grandi e medie imprese non quotate in borsa sono semplicemente invitate ad adottare le linee guida.

Linee Guida ComplementariPer implementare il “Basic Standard”, nell’aprile 2010, cinque dipartimenti governativi cinesi hanno emesso le “Linee Guida per il Controllo Interno delle Imprese”

(Caikuai[2010] N.11, “Linee guida di supporto”).

Le linee guida complementari sono costituite da:

Linee Guida di Applicazione Linee Guida di Valutazione Linee Guida di Revisione

Le linee guida richiedono alle società quotate e alle grandi e medie imprese non quotate ma disciplinate dalle norme fondamentali e dagli orientamenti complementari, di pubblicare un rapporto annuale auto-valutativo dopo aver condotto una valutazione sull’efficacia del proprio sistema di controllo interno. Richiedono inoltre di coinvolgere società contabili per revisionare e rilasciare un rapporto sull’efficacia del controllo interno di reportistica finanziaria.

Le Linee Guida di Applicazione comprendono diciotto aspetti per le imprese per concentrarsi nella creazione di sistemi di controllo interno, insieme a definizioni ed esempi (si veda la relativa tabella). Le Linee Guida di Valutazione forniscono uno schema per le imprese per eseguire valutazioni complete sulla progettazione e il funzionamento dei propri sistemi di controllo interno. Queste linee guida sono generalmente conformi alle rispettive internazionali.

Infine, le Linee Guida di Revisione delineano i requisiti di base per l’esecuzione di internal audit per le imprese.

Internal AuditNel 1987 la Cina ha aderito all’“Institute of Internal Auditors” (IIA) e ha istituito il “Chinese Institute of Internal Auditors” lo stesso anno. Da allora, il Paese ha progressivamente definito il quadro di base di un sistema standard di controllo interno promulgando le linee guida per l’internal audit, i codici di condotta per i professionisti di internal audit e le regole e direttive specifiche per le pratiche di internal audit, comprese l’attuazione dei Regolamenti di Internal Audit nel 2003.

Una differenza fondamentale tra la struttura dell’internal audit in Cina e la sua controparte internazionale, è la definizione cinese di internal audit, più contenuta e focalizzata sulla revisione contabile rispetto a quella internazionale.

L’IIA definisce l’internal audit come:“un’indipendente e oggettiva attività di consulenza e garanzia finalizzata a valorizzare e migliorare l’operatività di un’azienda... [che] aiuta una società nel conseguimento dei propri obiettivi attraverso un approccio sistematico e rigoroso per valutare e migliorare l’efficacia dei processi di gestione dei rischi, controllo e governance.”

I “Regolamenti di Internal Audit” cinesi, d’altra parte, definiscono l’internal audit come: “Un’attività che consiste nel controllo e nella valutazione indipendente dell’autenticità, validità e benefici del reddito fiscale e finanziario, delle spese e delle attività economiche di un’impresa e delle sue aziende affiliate, al fine di migliorare e rafforzare la propria gestione economica e la realizzazione di obiettivi economici.”

La definizione IIA di internal audit è chiaramente più ampia di quella prevista dai regolamenti della Cina, mentre la definizione internazionale si focalizza a migliorare i processi di gestione dei rischi, controllo e governance.

Sistemi di controllo interno e quadro normativo dell’internal audit

[ A cura di Eunice Ku, Dezan Shira & Associates ]

Page 21: Collezione China Briefing 2012

Sistemi di controllo interno e quadro normativo dell’internal audit

8 China Briefing

China SOX – Aspetti di Controllo Interno (ed esempi)Struttura organizzativa • Assicurarsi che il processo decisionale, l’esecuzione e la supervisione siano separati e formino adeguati “checks

and balances”• Condurre una valutazione complessiva dell’efficienza e dell’efficacia della struttura e del funzionamento della sua

organizzazione su base continuaStrategia di sviluppo • Istituire un comitato strategico che sia responsabile della gestione e della formulazione di una strategia di sviluppo,

che sarà realizzata dopo l'adozione su delibera del consiglio di amministrazione e approvazione dell'assemblea dei soci

Risorse umane • Formulare piani annuali sulla necessità di risorse umane e valutare la relativa implementazione regolarmente a date prefissate

Responsabilità sociale • Stabilire rigorosi sistemi di gestione della sicurezza sul lavoro, controlli di qualità dei prodotti e sistemi d’ispezione• Attuare diligentemente il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni• Stabilire un sistema scientifico di remunerazione dei dipendenti e un meccanismo motivazionale• Garantire al personale il diritto alle pause e a giorni di ferie

Cultura aziendale • Sviluppare attivamente una cultura aziendale e un sistema di codificazione della cultura aziendale che valuti se gli amministratori, supervisori, manager e altro personale senior abbiano svolto i loro compiti in ambito di diffusione e rispetto della cultura societaria e se tutti i dipendenti siano in linea con i valori fondamentali dell’impresa, ecc.

Attività relative alla raccolta di fondi

• Sulla base degli obiettivi e della pianificazione della raccolta fondi, stilarne i progetti alla luce del bilancio annuale complessivo e specificare finalità, modalità, quantità e strutture dei fondi da raccogliere, e stimarne i potenziali costi e rischi

Attività di approvvigionamento

• Centralizzare la gestione delle operazioni di acquisto ed evitare l’approvvigionamento decentralizzato o da troppi fornitori

Gestione degli assets • Adottare tecnologie avanzate di gestione inventario e standardizzare i processi di gestione delle risorse

Vendite • Potenziare la ricerca di mercato e adattare le strategie di vendita ai cambiamenti del mercato• Rafforzare la gestione dei crediti inesigibili verso i clienti• Nei casi in cui i crediti verso i clienti non possano essere totalmente o parzialmente recuperati, l’azienda deve

trovare il motivo, chiarire le responsabilità e gestire la situazione in stretta conformità con le procedure di controllo, approvazione e i principi contabili cinesi

Ricerca e sviluppo (R&S)

• Stabilire un sistema di ricerca e di protezione, rafforzare la gestione dei brevetti, tecnologie non brevettate, segreti commerciali, così come disegni, programmi e dati riservati ottenuti durante il processo di R&S

• Stabilire un sistema di valutazione delle attività di R&S per migliorare la valutazione complessiva dell’avvio del progetto, della ricerca, e altri processi relativi

Progetti di ingegneria • Designare un reparto speciale per centralizzare la gestione dei progetti di ingegneria• Selezionare gli appaltatori e gli enti di vigilanza basandosi sui meriti dei loro progetti di ingegneria attraverso gare

aperteGaranzie • Designare i rilevanti dipartimenti a essere responsabili per le operazioni di garanzia, per effettuare un’indagine di

credito e valutazione dei rischi dei richiedenti, e per elaborare relazioni scritte sui risultati della valutazione• Stabilire un sistema di responsabilità della garanzia, e ritenere rigorosamente responsabili i dipartimenti e personale

che dovessero commettere gravi errori decisionali, non riuscissero a eseguire i processi di esame collettivi e di approvazione, o non riuscissero a gestire le operazioni di garanzia come richiesto

Outsourcing • Stabilire e migliorare i sistemi della gestione aziendale in outsourcing, specificando campo di applicazione, modalità, condizioni, procedure e attuazione delle attività di outsourcing; chiarire i compiti e le autorità di dipartimenti e ruoli rilevanti; rafforzare il controllo dell’intero processo di outsourcing

Report finanziari • Organizzare regolarmente riunioni per l'analisi finanziaria, e usufruire appieno delle informazioni riportate nei rapporti finanziari per condurre un'analisi approfondita e migliorare costantemente il funzionamento, la gestione e gli attuali problemi dell'azienda

Pianificazione del bilancio

• Istituire un comitato di gestione del bilancio per svolgere le funzioni di gestione della pianificazione completa del bilancio

• Preparare un budget annuale complessivo aderendo alle strategie di sviluppo, produzione annua e piano operativo, prendendo dettagliatamente in considerazione politiche economiche, condizioni di mercato e altri fattori durante il periodo del bilancio

Gestione dei contratti • Centralizzare la gestione dei contratti, specificare le procedure e i requisiti di redazione, esame, approvazione (e altri aspetti) dei contratti, condurre ispezioni e valutazioni regolari

• Stabilire un sistema di valutazione delle prestazioni dei contratti, analizzare e valutare la situazione complessiva delle prestazioni contrattuali e le situazioni specifiche delle prestazioni di importanti contratti almeno una volta alla fine di ogni anno

Comunicazione interna informale

• Formulare un rigoroso processo di reporting interno, fare pieno uso delle tecnologie dell’informazione, rafforzare l’integrazione e la condivisione delle informazioni di reporting interno, e includere i rapporti interni nella sua piattaforma d’informazione unificata

• Utilizzare in modo efficace i rapporti interni per la valutazione dei rischi, identificare con precisione e analizzare sistematicamente i rischi sia interni che esterni

Sistemi informativi • Centralizzare la gestione dei sistemi informativi• Rafforzare la gestione delle apparecchiature informatiche critiche, come, ad esempio, i server

Fonte: The Basic Standard Supporting Guidelines, Articoli 4-18

Page 22: Collezione China Briefing 2012

9China Briefing

Operational audit: lezioni per il controllo interno

[ A cura di Zvi Shalgo, CEO, PTL Group ]

Nei tre decenni passati, il gap tecnologico tra beni e prodotti stranieri e locali ha fornito un sufficiente vantaggio competitivo alle FIE situate

in Cina, anche se queste ultime mancavano di management operativo e infrastrutture adeguate. Oggigiorno non è più così.

La Cina è in una fase di “rinnovamento operativo”, e l’eccellenza nel management operativo e nelle infrastrutture è diventata una priorità assoluta. Il mercato cinese è diventato il centro dell’attenzione sia per molti attori già presenti sul territorio, sia per nuovi entranti.

Uno dei principali motivi per il bisogno di un controllo operativo interno in Cina è il fatto che la lingua e le barriere culturali rendono difficile per un general manager straniero in loco raccogliere e trasferire al quartier generale informazioni accurate e complete sull’operatività dell’azienda. Infatti, buona parte delle informazioni riportate non proviene da un adeguato mix di fonti differenti, ma è piuttosto la traduzione delle opinioni di un manager o di un partner locale.

Inoltre, sviluppare un “ciclo di auto-miglioramento” interno richiede un’apertura alla critica costruttiva e un’attitudine multidisciplinare che risulta essere abbastanza rara tra i classici manager cinesi.

L’audit operativo può concretamente aiutare a colmare il vuoto informativo e a superare le barriere culturali in Cina, a stabilire responsabilità e oneri e a rafforzare il controllo interno.

I meri audit finanziari e legali non sono sufficienti per finalizzare il controllo interno, in quanto si basano solo sui dati forniti volontariamente dalla società sottoposta a revisione. L’audit operativo, invece, è la prima risorsa fondamentale a supporto dell’accuratezza di tali dati.

L’audit operativo può mettere in luce una varietà di comportamenti, che possono influenzare anche considerevolmente una società e che, con ogni probabilità, non sarebbero scoperti altrimenti. Per esempio:

• Lavoratori che hanno firmato il contratto di lavoro ma che non adempiono le loro mansioni (o anche peggio, contratti stipulati con lavoratori che semplicemente non esistono).

• Perdite operative ben ravvisabili in fabbrica ma non presentate in bilancio.

• Mancato utilizzo di risorse della società registrate in bilancio.

In aggiunta a ciò, miglioramenti nelle comunicazioni tra i diversi dipartimenti e divisioni e una maggiore fiducia nel management sono conseguenze naturali di un efficace audit operativo.

In questo articolo spieghiamo cinque step importanti per creare un sistema efficace di controlli interni:

1. Assicurare un effettivo trasferimento delle conoscenze

2. Investire nella selezione del personale3. Sistematizzare le procedure di controllo

interno4. Vigilare sui canali distributivi5. Dare priorità alla prevenzione delle perdite

Assicurare un effettivo trasferimento delle conoscenzeUn fenomeno rilevante in quasi ogni audit operativo è la sorprendente mancanza nell’esecuzione di controlli tra una divisione operativa nella casa madre e una controllata in Cina.

Quando si opera lontano da casa, si dovrebbe compiere uno sforzo maggiore per aumentare i controlli. Tuttavia, nella maggior parte dei business plan “pre-ingresso” (specialmente quelli delle imprese di medie dimensioni), viene pianificato un ammontare di risorse per il trasferimento di know-how, manageriale e per il controllo interno, troppo limitato.

Molti quartieri generali seguono direttamente la progettazione di una controllata in Cina, tuttavia l’esecuzione materiale del progetto viene spesso affidata ad un solo manager e il coinvolgimento di altri “senior” va via via diminuendo, in quanto questi diventano osservatori passivi senza un coinvolgimento diretto nel progetto.

Una buona esecuzione del piano deve tenere in considerazione che un GM in Cina è esattamente come in altri Paesi e che sono i suoi collaboratori a possedere buona parte del know-how professionale. La creazione di un sistema di responsabilità e doveri lungo la catena di comando, in armonia con la realtà in Cina, dovrebbe essere implementata visitando professionisti stranieri con competenze specifiche. Inoltre, questi professionisti dovrebbero essere considerati responsabili per la qualità dei sistemi di controllo interno da loro progettati.

Investire nella selezione del personaleI manager aziendali impiegano spesso tempo e risorse per strutturare misurazioni di controllo interno. Tuttavia investono solo poche ore per selezionare un candidato deputato alla raccolta di questi dati e dei flussi d’informazioni che ne derivano.

Per le piccole e medie imprese, la perdita di un manager durante i primi due o tre anni di inserimento nel nuovo mercato può essere un evento estremamente pericoloso. Dal momento che in Cina le vendite, specialmente durante la fase iniziale, sono basate sulle relazioni interpersonali piuttosto che sulla forza del brand, tutto dipende dalla performance del manager. Con queste regole di gioco, non si può sottovalutare l’importanza del processo di selezione di un manager idoneo.

Page 23: Collezione China Briefing 2012

Operational audit: lezioni per il controllo interno

10 China Briefing

Molti fallimenti manageriali nascono da una scarsa capacità del manager stesso di fronteggiare i cambiamenti relativi alla crescita operativa o alla portata del proprio ruolo, dall’incapacità di delegare e istruire i propri subordinati, dall’eccessiva concentrazione su azioni di breve periodo rispetto a quelle con un orizzonte più ampio, e da un estremo bisogno di indipendenza proveniente dal proprio ego, giusto per citare alcune cause. Queste tendenze e lacune sono difficili da identificare controllando il passato di un candidato, come opera la maggior parte dei recruiter, ma possono essere facilmente riconosciute dai professionisti specializzati in valutazioni del personale.

Un nuovo strumento utilizzato in Cina è il test computerizzato di massa, che ben si presta alla valutazione di grandi quantità di impiegati mantenendo un costo relativamente basso. Questi test sono facili da utilizzare e includono un “test di credibilità”. I risultati di questi test forniranno un contributo di rilievo, e a basso costo, a un colloquio di lavoro, poiché evidenziano eventuali debolezze di un candidato e permettono all’intervistatore di massimizzare il poco tempo a disposizione. Questi test possono ridurre significativamente i tempi di ricerca e possono anche essere utili per assegnare delle priorità a un gruppo di candidati preselezionati.

Sistematizzare le procedure di controllo internoLo sforzo di sistematizzare le procedure di controllo interno avrà il proprio tornaconto nel lungo periodo, con maggiori dividendi, grazie alla riduzione dei rischi operativi.

Il ritorno sugli investimenti in sistemi manageriali non riguarda solo numeri, ma piuttosto significa introdurre una cultura sistematizzata che incorpori un buon livello di controlli interni. Visto che in Cina la cultura locale implica di “aspettare le istruzioni prima di agire” piuttosto che prendere l’iniziativa, una società dovrebbe creare dei piani e delle procedure per essere sicura che ci sia un dettagliato schema di istruzioni adeguate per gli impiegati cui sono dirette.

Un modo per fare ciò è usare sistemi di management computerizzati (per esempio ERP, WMS, CRM) per meglio strutturare i processi. Non mancano i dubbi, soprattutto nelle società più piccole, relativi al costo di un sistema simile, al problema della formazione del personale e a come implementare il nuovo metodo; tuttavia un progetto simile sarebbe in grado di ristrutturare gli schemi gestionali di una società in maniera estremamente dettagliata, attraverso la delega di alcune

attività ai subordinati, la connessione di diversi flussi decisionali e la riduzione al minimo delle cosiddette “aree grigie” o quelle che si sovrappongono in varie divisioni.

Vigilare sui canali distributiviMentre le pressioni di mercato in Cina provengono tipicamente dai mercati del resto del mondo, il debole sistema legislativo e un’ormai affermata cultura degli affari, spesso conducono queste pressioni a svolgere un ruolo considerevole nella nascita di comportamenti e tendenze nel mondo del business privi di etica. Ciò è particolarmente vero con riferimento ai canali distributivi.

Quando una società cresce, distributori esterni spesso stringono accordi con gli addetti alle vendite dell’azienda per evitare che collaborino con altri distributori. Abbiamo inoltre visto diversi casi in cui il sales manager semplicemente dichiarava che la nuova commessa o ordine di acquisto proveniva da un nuovo sub-distributore terzo e quindi girava il pagamento al nuovo “partner”, facendo diventare se stesso, di fatto, un imprenditore e ricevendo considerevoli margini per ogni vendita.

L’abilità nell’eseguire tali truffe in Cina è sorprendentemente diffusa, prevalentemente perché la maggior parte dei manager stranieri ha rapporti limitati con i distributori e tende a delegare le comunicazioni con gli stessi agli addetti vendita cinesi.

Molto difficilmente revisioni legali o finanziarie possono limitare il rischio che un sales manager lasci la società spostando una larga parte dei propri contatti in una “sua” società di distribuzione, tuttavia un audit operativo può aiutare i manager a identificare tali centralizzazioni dei canali distributivi e a concentrarsi sulla struttura delle vendite nel proprio segmento e sull’esecuzione di obiettivi non monetari (non-dollar objectives o NDOs).

D a r e p r i o r i t à a l l a prevenzione delle perditeDal momento che prevenire le perdite era tradizionalmente associato a comportamenti criminali piuttosto che a un management di migliore qualità e orientato alla prevenzione, in molti casi, ancora oggi, il diretto responsabile per questa importante funzione interna è il personale di sicurezza.

Le società specializzate in servizi professionali di questo tipo possono analizzare e attribuire le perdite tra le diverse divisioni aziendali, utilizzando la loro esperienza e i loro strumenti nella prevenzione per aiutare una società ad aggiornare il proprio schema manageriale

e a ridurre le perdite. Grazie a un’attenta pianificazione, un dipartimento di sicurezza può facilmente trasformarsi in un centro di profitto piuttosto che in un centro di costo.

Considerazioni finaliImplementare un efficace sistema di controlli interni richiede un notevole esborso di risorse e di tempo, ma non c’è bisogno che un’impresa in Cina affronti una simile sfida da sola. Un’altra prospettiva del “revival operativo” in Cina è la crescente disponibilità di fornitori di servizi professionali in outsourcing.

I fornitori di tali servizi possono aiutare le imprese in Cina a sfruttare al meglio le proprie risorse per introdurre concreti sistemi di management operativo e sviluppare infrastrutture trasversalmente alle diverse divisioni, inclusa la gestione di back-office, risorse umane, acquisti, formazione, logistica e produzione.

Zvi Shalgo è CEO del gruppo PTL, che fornisce soluzioni di gestione, recupero di attività e servizi industriali per società internazionali, creando e sviluppando soluzioni e risolvendo problemi connessi alla gestione di vendite e produzione in Cina. www.PTL-Group.com

Zvi Shalgo è CEO del gruppo PTL, che fornisce soluzioni di gestione, recupero di attività e servizi industriali per società internazionali, creando e sviluppando soluzioni e risolvendo problemi connessi alla gestione di vendite e produzione in Cina. www.PTL-Group.com

Page 24: Collezione China Briefing 2012

Sistema di controllo interno per la prevenzione delle frodi: checklist

Legale Finanziario Operativo

Nomina delle cariche sociali

Nella costituzione di una società conpersonalità giuridica in Cina, nonbisogna sottovalutare il potere in capoal rappresentante legale, al direttoregenerale o al direttore esecutivo.Considerateattentamentechiselezionatepertaliposizioni,qualirelazioniabbianoconvoietradiloro.

Mentre le aziende più piccole possonosceglierediinvestireunasolapersonadellecarichedidirettoregeneraleedirettoreesecutivo,ilruolodirappresentantelegaleè particolarmente delicato e conferisceampipoteri;nessunodovrebbericoprirequestetrecarichecontemporaneamente.

Licenza e timbri societari

Poiché molte attività richiederanno lalicenzainoriginaleeiltimbrosocietario,vi servirà una strategia per assicurarviche queste siano facilmente accessibilie controllate. A seconda della finalitàdel business, una società possiederàun timbro principale, uno finanziario(per ipagamentidielevatoammontarecomesalarioaffitti),nonchéaltri timbridedicati a contratti, dogana, fatture e arappresentanzadelresponsabilelegale.

Mantenete il controllo dei soggettiprepostiallagestionedeisuddettitimbri– il controllo dei quali non dovrebbericadere in capo ad un unica persona.Coniltimbroprincipaleincattivemani,adesempio,sipossonoassumerefamiliaridiunimpiegatodifattolegalmente,aiquali

poibisogneràobbligatoriamentepagare

lostipendio.

Dispositivi con chiave di sicurezza elettronica

Nell’utilizzodicontibancari,tenetesottocontrollo il dispositivo di sicurezza conchiave elettronica, una piccola chiavechegeneraemostraunapassword,checambia costantemente, necessaria percompletarenumerosetransazioni.

Conti Multipli

Gestite attentamente i trasferimenti traidiversiconticorrentidellasocietà–adesempio, una volta che i soldi sonoconfluiti in un conto operativo, il lorocontrollodiminuiscenotevolmenteedè

dipiùdifficileattuazione.

Tenuta e revisione della contabilità

Affidatevi a un soggetto terzo prepostoallatenutadellacontabilità,checontrolliivostribilancialmenosubasetrimestrale(o ogni mese, se l’entità delle sommeè notevole) per assicurarvi che tuttosia in ordine. In questo modo, non solospingerete i vostri dipendenti a esserepiùonesti,mapotreteavereunasocietàesternachepuòsupervisionareanchegliaspettifiscaliedicomplianceingenerale,il che può risultare di grande aiuto alvostrobusiness.

La revisione può essere una basilare edeconomica“house check”, o una piùcompleta“fullscope”.Icontrolliprescrittidallecasemadrispessosonoipiùefficaci,inquantoassicuranocheognifatto/attoscoperto sia reso noto al managementestero(insedidiversedaquellaoperativa)emantieneunbuongradodifiduciatraimanagerlocalieilloropersonale.

Controllo dell’inventario

Sebbenel’inventarioinbilancioequelloneimagazzininonsiamaiesattamentelostesso,mantenetequesteduevociilpiùvicino possibile con frequenti controllitra scritture contabili e inventario reale.Assicuratevichenoncisianocollusionitradipendentideputatiallatenutadeibilancie quelli che si occupano della gestionedeimagazzini–questogenerediaccordipuòportareanasconderefrodidielevato

valoredifficilmenteidentificabili.

Reclutamento e stipendi

Per quanto riguarda i senior prepostialle“fasce ad alto potenziale di frodi”(nei dipartimenti finanziari, nel settoreacquisti, ma anche vendite, fornitura,marketing, stoccaggio e distribuzione)assicuratevicheilmotivodellarescissionediprecedenticontrattidilavorononsianostatidovutiacomportamentidisonesti.

Successivamenteall’assunzione,prestateattenzione a qualunque incongruenzanei libri paga, come ad esempio i“dipendentifantasma”(ilsalariodeiqualivienesolitamentegiratosulcontodialtri

dipendenti).

A c q u i s t i , v e n d i t e e

distribuzione

Eseguiteunaduediligencesuvenditorie fornitori per assicurarvi che stianoseguendo le originali obbligazionicontrattuali e che l’ufficio acquisti stiaoperandonell’interessedellasocietà.

Servitevi di figure esterne per verificareche gli addetti alle vendite non stianofacendo sconti in cambio di tangenti ostianocollaborandoconidistributoripercentralizzareicanalidistributiviapropriovantaggio.

Proprietà intellettuale

A s s i c u r a t e v i d i p o s s e d e r e l a

documentazionenecessaria(incinese

e inglese) per dimostrare che siete i

possessoridellaproprietàintellettuale

delleattivitàcheaveteregistrato.

Fonte: Dezan Shira & Associates

Page 25: Collezione China Briefing 2012

Il manuale per i manager in Cina

IN QUESTO NUMERO:•Responsabilitàdelrappresentantelegale•Obblighi e responsabilità delle posizioni chiave nelle società apartecipazionestraniera

•ObblighiIRPEFperladirigenzaepersonale“senior” Disponibileindiverselinguevvb

Da Dezan Shira & Associates

Numero123•aprile2012

Page 26: Collezione China Briefing 2012

Benvenuti al numero di aprile di China Briefing

Decidere chi dovrà ricoprire i ruoli strategici in unasocietà a partecipazione straniera (Foreign InvestedEnterprise oFIE) inCina è spesso fonte di grossidubbi.Molti professionisti, naturalmente, desideranosapere a che cosa si stanno esponendoprimadi

firmare un contratto di assunzione.Quali responsabilità e qualieventualiobblighilegalisistannoassumendo?

Èraccomandabileconsiderareattentamentequestiaspetti,vistianchei casi recenti in cui alcuni espatriati sono finiti nella “black list”dell’Amministrazioneperl’industriaeilcommercio(AdministrationforIndustryandCommerceoAIC)e/osonorimasti“intrappolati”inCinaacausadeiprocedimentilegaliacaricodellesocietà.L’obiettivodi questonumerodiChinaBriefing, Ilmanuale per imanager in

Cina,miraproprio a fare unpo’ di chiarezza sull’argomento.VipreghiamodinotarechequestonumerodiChinaBriefinghasolounoscopoinformativoenonsostituisceunaconsulenzalegale.

Cordialisaluti,

AlbertoVettoretti,ManagingPartner,DezanShira&Associates,[email protected] Tuttoilmaterialeeicontenutisonoprotettida©2012AsiaBriefingLtd.Nessuna riproduzione, copia o traduzionedimateriale è permessa senza il consensodell'editore.

Page 27: Collezione China Briefing 2012

3China Briefing

Perogni società costituita inCina, sia straniera che locale,è necessario designare unrappresentante legale,ovvero ilsoggettocheesercitaipoteriesi

assumeleresponsabilitàdellastessa.

Ilrappresentantelegaleè,perladefinizionedelsuoruolo,unadellefigurepiùinfluentiinunasocietà.Talepoterecomportanotevoliresponsabilitàe,seunsingoloindividuoinunasocietàapartecipazionestranierainCinadeveessereritenutoresponsabiledelleazioniintrapresedaquest’ultima,taleindividuoneècontuttaprobabilitàilrappresentantelegale.

L’idoneitàdelsoggettoaricoprirel’incaricodirappresentantelegalevariaasecondadeltipo di società a partecipazione straniera(FIE).Inunasocietàatotalepartecipazionestraniera(WhollyForeignOwnedEnterpriseoWFOE), il presidente del consiglio diamministrazione (o il direttore esecutivoin mancanza di un CDA) o il generalmanageragisconodarappresentante legaledella società. In una joint venture (JV), ilrappresentantelegalepuòessereilpresidentedelconsigliodiamministrazioneoilgeneralmanager.Nellapratica, tuttavia, leautoritàlocali potrebbero non accettare che ilgeneralmanager sia allo stesso tempo ilrappresentantelegale,acausadiunconflittotra le disposizioni del diritto societario equelle delle regolamentazioni per le jointventureinCina.

Ilnomedelrappresentantelegaleédichiaratonellalicenzacommerciale(businesslicence)e negli atti costitutivi della società. Dalmomento che la firma del rappresentante

legaleèautorizzatadallasocietà,questadeveessere registrata presso l’Amministrazioneperl’IndustriaeilCommercio(AIC).Alla luce delle notevoli responsabilità acaricodelrappresentantelegaleinunaFIE,sipotrànotarecheaquestinonèrichiestodirisiedereinCinaenemmenodirecarvisi.Il rappresentante legale, piuttosto, puòautorizzarealtrepersoneinCina(attraversounaprocuraautenticata)adagireinsuavecee a utilizzare il timbro del rappresentantelegalestesso.

In normali circostanze, il rappresentantelegale di una società non può essere ilrappresentantelegalediun’altrasocietà.

Qualora,incircostanzespeciali,unsoggettoabbia la necessità di ricoprire il ruolo

di rappresentante legale in due societàcontemporaneamente, queste ultimedevono essere affiliate, associate, o avereinvestimenti comuni, e il soggetto devericevere l’approvazione del governo o deldipartimentoresponsabiledellaregistrazione.

Obblighi Il rappresentante legale assolve obblighidoppi: quelli relativi ad un’alta posizionedirigenzialeequellipropridelrappresentantelegale stesso. I primi saranno discussinell’articolosuccessivo,mentrediscuteremoquidiseguitoisecondi.

Gli obblighi specifici del rappresentantelegalederivanodaunamoltitudinedileggie regolamentazioni.Tra i più importantiobblighi troviamoquelli dettati dal codicecivile,daldirittofallimentaredelleimprese

Responsabilità del rappresentante legale

[AcuradiEuniceKueAlbertoVettoretti,DezanShira&Associates]

“ Se un singolo individuo in una società a partecipazione straniera deve essere ritenuto responsabile delle azioni intraprese da quest’ultima, tale individuo ne è con tutta probabilità il rappresentante legale.”

Candidati alla posizione di rappresentante legale

WFOE JVDirettore esecutivo

Presidente del consiglio di amministrazione

General manager

Page 28: Collezione China Briefing 2012

Responsabilità del rappresentante legale

4 China Briefing

(Enterprise Bankruptcy Law) e dalledisposizionidell’AIC.

Codice civileIlrappresentantelegalecostituiscepersonagiuridicaneicontenziosi.Questipuòesseresoggetto a multe, detenzione, sanzioniamministrative, responsabilità penale inbase ai principi generali del diritto civiledellaRepubblicapopolarecinesedel1986,qualoral’impresa:

1. Svolga attività commerciali al di fuoridiquellespecificatenell’oggettosocialeapprovatoeregistratopressol’AICodalrelativoufficiolocale;

2.Dissimuli la situazione reale all’AICoal relativo ufficio locale o alle autoritàtributarie;

3. Siacoinvoltainfrodi;4. Prelevifondiodoccultibenipersottrarsi

aglioneridovuti;5. Non effettui la registrazione e non

comun ich i immed ia t amen te uncambiamentoolacessazionedell’attività,procurando ad una parte coinvolta unaperditasostanziale;o

6. Siacoinvoltainaltreattivitàproibiteperlegge, procurando danni agli interessidelloStatoodellacomunità.

Secondo il codicecivile,nonènecessarioche il rappresentante legale sia coinvoltoinprimapersona,osiaaconoscenza,dellesuddette azioni.Ne consegue che questipossa trovarsi a essere sanzionatoqualorala società intraprenda una delle suddetteazioni, indipendentementedalfattochenesiaresponsabileinprimapersona.

Lacortedelpopolocinesepuòancheordinareladetenzionedelrappresentantelegalefinoa un periodomassimo di quindici giorni.Questo tipo di detenzione è considerato,secondoildirittocinese,unasanzionecivileoamministrativapiuttostocheunasanzionepenale.

Obblighi derivanti dal diritto fallimentareInbasealdirittofallimentareperleimprese(EnterpriseBankruptcyLaw) del 2007, ilrappresentantelegaledellasocietàdebitriceeilsoggettocheneèdirettamenteresponsabilesarannotenutiacorrispondereilrisarcimento,qualoral’impresadebitricecompiaunadelleseguentiazioni,intaccandointalmodogliinteressideipropricreditori:1. Cedaproprietàatitologratuito;2. Svolgaoperazionicommercialiaprezzi

chiaramentenoncongrui;3. Offragaranzieimmobiliariperdebitinon

garantiti;4. Estinguadebitinonancoramaturati;5. Rinunciadeicrediti;6. Paghi alcuni creditori nonostante

l’insufficienzadeimezziperfarfronteaipropridebiti;

7. Occulti o ceda dei beni per evitare ilpagamentodeidebiti;oppure

8.Fabbrichioriconoscapassivitàinesistenti.

Obblighi verso l’Administration of Industry and Commerce (AIC)Ledisposizioniriguardantilaregistrazionedelle società con lo status di personalegale del 1988 (TheRegulations of thePRCConcerning theAdministration ofthe Registration of Enterpriseswith theStatus ofLegal Persons 1988, abbreviatoin“RegistrationRegulations”)sirifannoincertamisuraagliobblighigiàespressi.

In tal senso, una società può esseresanzionata dall’AIC conun avvertimento,con l’imposizione di unamulta, con laconfiscadel redditogenerato illegalmente,conl’ordinedisospenderel’attivitàfinoallarettificaoallaconfiscadeibeni,oppureconlarevocadellalicenzacommerciale,qualoralasocietà:

1. Dissimuli larealtàdeifattiocommettafrodidurantelaregistrazionedell’attivitàointraprendalastessasenzaapprovazioneopreviaregistrazione;

2. Rettifichi qualsiasi voce principaledi registrazione senza autorizzazioneo intraprenda attività che sconfininodall’oggetto sociale approvato eregistrato;

3. Noncancellilaregistrazionesecondoledisposizioniononpresentilarelazionediispezioneannualeovverononnesegualeprocedure;

4. Falsifichi,alteri,affitti,presti,ceda,vendaoduplichisenzaautorizzazionelalicenzacommerciale(olacopia)diun’impresaconpersonalitàgiuridica;

5. Ceda,spostioceliipropribenialfinedievaderegliobblighifiscalisuglistessi;

6. Sia coinvolta in attività commercialiillegali.

Nell’evenienza che una delle suddettesituazioni porti alla revoca della licenzacommercialedellasocietà,alrappresentantelegalenonsaràpermessosvolgerequestasuafunzione per tre anni dalla data di revocadellalicenzastessa(adeccezionedeicasiincuiquestinonsiastatoingradodisvolgerenormalmentelepropriefunzionieipropripoteridurantel’ispezioneannuale).

Requisiti per la nomina a rappresentante legaleU n s o g g e t to n o n p u ò a g i re d a

rappresentante legale nel caso in cui:

1. Non abbia capacità di una buona

condotta civile o ne abbia una limitata

capacità;

2. Stia subendo una condanna penale

o gli sia imposto un provvedimento

penale coercitivo;

3. Sia ricercato dalla pubblica sicurezza

o dalle autorità per la sicurezza

dello Stato;

4. Sia stato:

a. Condannato penalmente per

appropriazione indebita, corruzione

o frode finanziaria, o per aver turbato

l’ordine dell’economia socialista

di mercato, e non siano trascorsi

più di cinque anni dal termine

dell’imposizione penale; o sia stato

b. Condannato penalmente per altri

crimini, e non siano trascorsi più di

tre anni dal termine dell’imposizione

penale; o sia stato

b. Privato dei diritti politici per aver

commesso un crimine, e non siano

trascorsi più di cinque anni dal

termine dell’imposizione penale;

5. S i a i l r a p p r e s e n t a n t e l e g a l e ,

l ’amminis t ratore o i l manager

direttamente responsabile della

l iquidazione per bancarotta di

un’impresa dovuta a cattiva gestione,

e non siano trascorsi più di tre anni dal

completamento della liquidazione per

bancarotta;

6. Sia il rappresentante legale di una

impresa la cui licenza commerciale

è stata revocata per violazione della

legge, e per la quale è responsabile in

prima persona, e non siano trascorsi

più di tre anni dalla data di revoca della

licenza stessa;

7. A b b i a a c a r i c o u n a q u a n t i t à

considerevole di debiti personali che

non sono ancora stati pagati; oppure

8. Siano in essere altre circostanze prescritte

dalla legge o dal consiglio di Stato.

Page 29: Collezione China Briefing 2012

La “black list”L’amministrazione statale per l’industria e il commercio (State Administration of Industry and Commerce o SAIC) è l’ente governativo, gestito

direttamente dal consiglio di Stato, che coordina le amministrazioni locali per l’industria e il commercio (AIC).

Tra le varie funzioni e responsabilità di SAIC e AIC, troviamo quelle relative agli investitori stranieri:

(i) Controllo della registrazione e supervisione delle imprese, compreso il sanzionamento delle attività senza licenza;

(ii) Gestione della registrazione della protezione dei diritti di proprietà intellettuale, comprese indagini, sanzioni e controversie ad esse

relative;

(iii) Implementazione delle leggi anti-trust, comprese indagini e sanzioni per competizione scorretta, corruzione commerciale, contrabbando

e altre attività economiche illegali;

(iv) Classificazione delle imprese secondo l’affidabilità creditizia e pubblicazione delle informazioni di registrazione di base;

(v) Supervisione del commercio di prodotti alimentari; e

(vi) Supervisione delle attività pubblicitarie commerciali.

La “black list” dell’AIC fa parte del “sistema informativo di supervisione della credibilità” delle aziende, scambiato tra gli uffici dell’AIC e non

disponibile al pubblico.

Le imprese, nello specifico, sono classificate in quattro categorie (A, B, C, D) in base alla loro affidabilità creditizia. Qualora il nome di una

persona in qualità di personale “senior” sia legato ad una società nelle categorie B, C, o D, questi potrebbe, in seguito, non poter ricoprire altre

posizioni strategiche in nuove società a partecipazione straniera.

Nonostante nei criteri dell’AIC non si stabiliscano le conseguenze per quegli individui che non agiscono da rappresentanti legali, vale la pena

notare che, durante la costituzione di una società, i nomi delle persone nelle “key positions” sono registrati presso l’AIC. Molte persone sono

ignare che i loro nomi si trovino nella cosiddetta “black list” fino al momento della richiesta di registrazione di una nuova FIE.

Categorizzazione della credibilità di un’impresa secondo l’AICCategoria Credibilità

dell'impresa Criteri di credibilità Trattamento

A Finanziariamente affidabile

• Tutto il capitale registrato versato;• Contratti rispettati al 100%; e• Nessuna violazione delle disposizioni

e delle regolamentazioni amministrative dell’AIC nell’anno.

Diritto ad alcuni trattamenti preferenziali quali ad esempio l'esenzione dall'ispezione annuale in talune circostanze.

B Rischio di perdita di affidabilità creditizia

• Contratti non rispettati al 100% ma nessuna attività fraudolenta;

• Sanzioni inferiori a 30.000RMB imposte per violazione delle disposizioni e delle regolamentazioni amministrative dell’AIC; oppure

• Altri criter

Un’ispezione dettagliata sarà intrapresa durante la verifica annuale e le violazioni riscontrate saranno rese pubbliche.

C Non affidabile • Condotta fraudolenta nell’esecuzione dei contratti;

• Sanzioni superiori a 30.000RMB imposte per violazione delle disposizioni e delle regolamentazioni amministrative dell’AIC; oppure

• Ordine di sospensione delle attività per rettifica in essere; oppure

• Altri criteri

La normale ispezione sarà rafforzata, verranno condotte verifiche ad hoc e le violazioni riscontrate saranno rese pubbliche.

D Perdita grave di affidabilità creditizia

• Grave violazione della legge e/o ordine di revoca delle licenze commerciali.

Il rappresentante legale, per tre anni a partire dalla data di revoca della licenza commerciale, non potrà agire da amministratore, supervisore o membro della dirigenza di una società.

Fonte: AIC Guidelines [2003] Number 131

Page 30: Collezione China Briefing 2012

6 China Briefing

Obblighi e responsabilità per le posizioni chiave nelle FIE

[AcuradiEuniceKueAlbertoVettoretti,DezanShira&Associates]

Posizioni chiave per tipo di Foreign Invested Entity

WFOE

Azionisti

Sindaci1

Opzione 1 Opzione 2

Amministratoreunico

Cda

Presidente

General Manager2

JV

Azionisti

Sindaci

Cda

Presidente

Vice- presidente

General Manager

Candidati alla rappresentanza legale

1 Un sindaco non può essere membro del consiglio di amministrazione o senior manager. Società di grandi dimensioni richiedono un consiglio sindacale composto di rappresentanti degli azionisti e del personale

2 Il GM può anche essere consigliere di amministrazione o amministratore unico. Per le JV, oltre al GM, possono essere nominati diversali vice GM.

Oltre ai requisiti comuni atutti i rappresentanti legali(oaichiefrepresentativeperi RO), le key posistions inunasocietàapartecipazione

straniera (FIE) inCinavariano secondo lastrutturaeladimensionedell’impresa.

In una società a totale partecipazionestraniera (WFOE) o in una joint venture(JV),laposizionedirappresentantelegaleécondivisaconun’altrakeyposition.

Abbiamo già discusso gli obblighi e leresponsabilità del rappresentante legalenell’articolo precedente, andiamo qui adiscuterelealtreposizionichiavediunaFIEinCina,coniloroobblighieleloropotenzialiresponsabilitàlegalicosìcomesonodefinitedallanormativacinese.

Ildirittosocietariocinesedel2006presentagli obblighi principali e le potenziali

responsabilità legali delle key positionsnellesocietàaresponsabilitàlimitatainCina(incluseWFOEe JV),quellederivantidalcodice civile, dal diritto penale, dal dirittotributario,ecc.

Per gli uffici di rappresentanza, le “RORegulations”, entrate in vigore il primomarzo 2011, dettano doveri e potenzialiresponsabilitàlegali.

Inognicaso, i ruolie le responsabilitàdeisoggetti che detengono key positions nonsonoinalcunmodolimitatidaquantodefinitodallanormativacinese.

Bisognatenereamente,infatti,chelasocietàlocaleèlasussidiariaunasocietàstranieraequindièsottopostasiaallanormativacinesesiaallanormativadelPaeseincuilasocietàmadreèregistrata.Perquestomotivo,glistranierielesocietàestere operanti in Cina devono anche

essereconsapevolidelle relative stipule suregolamentazioni internazionali, come adesempioquellesullacorruzionenegliUSA(cioèilU.S.ForeignCorruptPracticesAct).

Key positions in base al tipo di società a partecipazione stranieraInunasocietàatotalepartecipazionestraniera(WFOE), gli azionisti, ovvero coloro checontribuisconoalcapitale,detengonol’autoritàmaggiore. In unaWFOE possiamo avereun direttore esecutivo o un consiglio diamministrazione. Ildirettoreesecutivo (o ilconsiglio di amministrazione) stabilisce ilprogrammadelleoperazionisocietarieinbasealledecisionidegliazionisti.

In una joint venture, il consiglio diamministrazionedetiene l’autoritàmaggiore.Un consigliodi amministrazionedovrebbeaverenonmenoditreconsiglierinominatidallepartidella jointventure,conunaproporzione

Page 31: Collezione China Briefing 2012

Obblighi e responsabilità per le posizioni chiave nelle FIE

7China Briefing

traconsigliericinesiestranieristabilitadalledueparti.

InCina troviamodue tipi di joint venture:cooperativejointventure(CJV)edequityjointventure(EJV).Nellecooperativejointventure,presidente e vicepresidente del consigliodirettivodevonoesseredesignatidapartidiverse.

IldirittosocietarioprevedeinoltrecheWFOEejointventureabbianoalmenounsupervisorecheverifichigliobblighisocietariassoltidagliamministratoriedaimembridelladirigenza.Amministratori emembri della dirigenzanonpossonoagire contemporaneamentedasupervisori,perevitare l’insorgerediconflittid’interesse.

Unapiccolasocietàconunlimitatonumerodiazionistipuòavereunooduesupervisori.Nellesocietàpiùgrandi, ilconsigliodeisupervisorideve essere composto da nonmenodi tremembri.

Ilconsigliodeisupervisorideverappresentaregliazionistienonmenodiunterzodeisuoimembrideverappresentareilpersonaleeilavoratoridellasocietà.Laproporzionedeveesserestabilitaneldettagliodallostatutosocietario.Ilconsigliodeisupervisorideveavereunpresidenteelettodapiùdellametàdelconsiglio.

Sia leWFOE sia le joint venture, infine,devono avere di un general managerresponsabile delle attività quotidiane dellasocietà. Ildirettoreesecutivo,ounmembrodel consigliodi amministrazione,puòagirecontemporaneamentedageneralmanager.Perlejointventure,puòesserenominatounnumerodivicegeneralmanagers,cuicisiriferisceconilterminecollettivo“managementoffice”.

Unmembrodelconsigliodiamministrazionepuò mantenere contemporaneamente laposizionedi generalmanager, vicegeneralmanager,oqualsiasialtraposizionedirigenziale,cheincludeanchequelladidirettorefinanziario(CFO)equalsiasialtraposizioneprevistadallostatutosocietario.

Obblighi a seconda del ruoloAndiamo a descrivere di seguito lecompetenzeegliobblighidellekeypositionsinunasocietàapartecipazionestraniera:

Azionisti Supervisori Amministratori Dirigenza

Azionisti L’assembleadegliazionisti,cheèallargataatuttigliazionisti,esercitaleseguentifunzioniepoteriinbasealdirittosocietario:

1. Decisioni sulla strategiaoperativa e sulpianod’investimentidellasocietà;

2. E l e z i o n e o s o s t i t u z i o n e d e g l iamministratoriedeisupervisorichenonrappresentanoilpersonaleeilavoratori,decisioniinmateriadiretribuzionedegliamministratoriedeisupervisori;

3. Verificaeapprovazionedi:a. R e l a z i o n i d e l c o n s i g l i o d i

amministrazione;b. Relazionidelconsigliodeisupervisori

odeisupervisori;c. P i ano f i n anz i a r i o annua l e e

rendicontazionecontabiledellasocietà;4. Verifica e approvazione dei piani

societariper ladistribuzionedeiprofittieripianamentodelleperdite;

5. Approvazionedelledeliberesu:a. Aumento o riduzione del capitale

registratodellasocietà;b. Emissionediobbligazionisocietarie;c. Fusione, divisione, scioglimento,

liquidazione o trasformazione dellasocietà;

6. Modifichedellostatutosocietario;e7. Altre funzioni e poteri stabiliti nello

statutosocietario.

Le riunioni dell’assemblea degli azionistisi dividono in ordinarie (convocate sulcalendariostabilitodallostatutosocietario,anchechiamate“riunionegeneraleannuale”)eriunionioccasionali(convocatesupropostadegliazionisticherappresentanoundecimoopiùdegliaventidirittoalvoto,daunterzoopiùdegliamministratori,dalconsigliodeisupervisori, o dai supervisori della societàsprovvistadelconsigliodeisupervisori).

SupervisoriLaduratadelmandatodiunsupervisoreèditreanniequestipuò,serielettodopoilprimotermine,rimanereincaricaperpiùmandati.Ilsupervisore,comeilrappresentantelegale,non ha l’obbligo di risiedere in Cina enemmenodirecarvisi.Unsupervisoreèautorizzatoapresenziareleriunionidelconsigliodiamministrazionesenzadirittodivoto,adindagareopresentareleproposteconcernentiquestionipercuiilconsigliodiamministrazionehagiàadottatoodovràadottaredellerisoluzioni.

Qualora il consiglio dei supervisori o ilsupervisorediunasocietàriscontrianomalienelleoperazionidellasocietà,puòcondurreun’indagine su dette operazioni; e, ove

necessario, incaricare uno studio contabileo altre figure professionali a supporto ditaleindagine,lecuispesesarannosostenutedallasocietà.

Qualoral’assembleadegliazionistirichiedalapresenzadeisupervisori,degliamministratoriodelladirigenza,iprimidevonopresenziaresenza diritto di voto e rispondere alleinterrogazionidegliazionisti.

Gliamministratorioimembridelladirigenzadevonofornireintuttaonestàleinformazionie i dati al consiglio dei supervisori o aisupervisori,senzaostacolarel’eserciziodellefunzioni e dei poteri dei supervisori o delconsigliodeisupervisori.

AmministratoriUnapiccolasocietà,conunlimitatonumerodiazionisti,puòavereundirettoreesecutivoalpostodiunconsigliodiamministrazione.Lefunzionieipoterideldirettoreesecutivodevonoesserestabilitinellostatutosocietario.

Per le società più grandi, è necessaria inCina la costituzione di un consiglio diamministrazione, che deve rendere contoall’assemblea degli azionisti, compostoda tre a tredici membri. Il consiglio diamministrazionedeveavereunpresidenteepuòavereunvicepresidente,lecuimodalitàdi nomina sono stabilite nello statutosocietario.DirigenzaLa dirigenza include le figure del generalmanager, vice generalmanager, direttorefinanziario(CFO)equalsiasialtraposizioneprevistadallostatutosocietario.

Laprecedente tabelladescrivegliobblighidel general manager in base al dirittosocietario. Qualora lo statuto societariostabiliscadiversamentefunzioniepoteridelgeneralmanager,prevarrannoledisposizionidellostatutosocietario.

Obblighi e responsabilità del personaledirigente, diverso dal general manager,saranno determinati soltanto nello statutosocietario,chesaràvincolanteperlasocietà,gliazionisti,gliamministratori,isupervisorieidirigentistessi.

Responsabilità Lamaggiorpartedelleresponsabilitàdiunasocietàricadesullespalledelrappresentantelegale(temadell’articoloseguente).Tuttavia,anchelealtrekeypositionssonoresponsabiliper(enaturalmenteverso)lasocietà.

Page 32: Collezione China Briefing 2012

Obblighi e responsabilità per le posizioni chiave nelle FIE

8 China Briefing

Compiti delle posizioni chiaveIn base alla legge societaria

Sindaci (Collegio sindacale)

Amministratore unico (Cda)

General Manager

1. Esaminano la situazione finanziaria della società.

2. Supervisionano gli atti degli amministratori e del senior management e controllano il rispetto dei compiti assegnati loro dalla società, e propongono mozioni di rimozione dei membri del Cda e del senior management che abbiamo violato la legge, le normative amministrative, gli articoli dell’atto costitutivo o le risoluzioni adottate dall’assemblea degli azionisti

3. Ordinano ai consiglieri di amministrazione e al senior management di correggere i loro atti quando questi risultino lesivi verso la società

4. Propongono riunioni dell’assemblea degli azionisti e riuniscono e presiedono la stessa qualora i membri del Cda vengano meno ai loro doveri

5. Propongono r i so luz ioni davant i assemblea degli azionisti

6. Conducono procedimenti legali verso consiglieri e senior manager

7. Esercitano altre funzioni e poteri determinati nell’atto costitutivo.

1. Riuniscono l’assemblea degli azionisti e riferiscono dell’operato del Cda

2. Eseguono le risoluzioni degli azionisti3. Decidono i p iani operat iv i e d i

investimento della società4. Formulano piani per:a. Il bilancio annualeb. La distribuzione degli utili o la copertura

delle perditec. L’aumento o la diminuzione del Capitale

socialed. La fusione con altre società, la scissione,

la liquidazione ed altre operazioni straordinarie

5. Determinano l’organigramma della società

6. Dec idono del la nomina o de l la dismissione del GM, del vice GM e del CFO e della loro compensazione

7. Formulano il piano generale d gestione della società

8. Altri doveri e responsabilità determinati dall’atto costitutivo

Il GM deve presenziare alle riunione del Cda come non-votante, e dovrebbe esercitare le seguenti funzioni e poteri:

1. Si prendono carico della produzione, delle operation e della gestione della società e organizzano l’implementazione delle risoluzioni del Cda

2. Organizzano l’implementazione del piano operativo e di investimenti annuale

3. Definiscono piani per l’istituzione di organi amministrativi interni alla società

4. Determinano i sistemi di gestione interni della società

5. Formulano le specifiche regole di funzionamento della società

6. Suggeriscono la nomina o il licenziamento di vice GM e CFO

7. D e c i d o n o d e l l a n o m i n a o d e l licenziamento del management, a meno non sia deciso dal Cda

8. Esercitano le altre funzioni e poteri conferiti dal Cda.

Competenze per l’accettazione di una key positionIn base all’articolo 147 del diritto societario, un soggetto che entri in una sola delle seguenti casistiche non può essere nominato supervisore, amministratore, general manager o membro della dirigenza:

1. Non abbia capacità di buona condotta civile o ne abbia una limitata capacità;2. Sia stato condannato per qualsiasi reato penale riguardante abuso d’ufficio, corruzione, peculato, appropriazione indebita o turbamento

dell’economia di mercato socialista e non siano trascorsi cinque anni dall’estinzione della condanna, sia stato privato dei diritti politici a causa di un qualsiasi reato e non siano ancora trascorsi cinque anni dall’estinzione della condanna;

3. Sia stato l’amministratore, il direttore di stabilimento, o un dirigente di una società o di un’impresa che ha dichiarato bancarotta ed è stata liquidata in circostanze di cui egli era personalmente responsabile e non siano ancora trascorsi tre anni dalla dichiarazione di bancarotta e dalla liquidazione;

4. Sia stato il rappresentante legale di una società o di un’impresa cui è stata revocata la licenza commerciale e cui sia stata imposta la chiusura delle attività a causa di una qualsiasi violazione della normativa, in circostanze in cui tale rappresentante legale fosse personalmente responsabile della revoca della licenza commerciale e non siano ancora trascorsi tre anni dalla data di revoca; o

5. Abbia un’importante quantità di debiti insoluti.

Qualsiasi elezione o nomina di un supervisore, un direttore, o altra figura dirigenziale, compiuta in violazione delle disposizioni dell’art. 147, sarà invalidata. Qualsiasi supervisore, o direttore, o altra figura dirigenziale, la cui nomina possa violare le precedenti disposizioni, sarà rimosso dall’incarico.

Page 33: Collezione China Briefing 2012

Obblighi e responsabilità per le posizioni chiave nelle FIE

9China Briefing

Sonoincluse:

Responsabilitàdareatipenali Responsabilitàperliquidazione Responsabilitàversolasocietà

Responsabilità da reati penaliQualora una violazione delle norme deldiritto societario porti a un reato penale,le relative responsabilità possono ricaderesull’amministratore,sulladirigenzae/osulrappresentantelegale.Lesanzionipossonoessereimposte,nellospecifico,aidirigentidella società che ne erano “direttamenteincaricati” e/o ne erano “direttamenteresponsabili”perlasocietàalmomentodelfattoillecito.

“ Il diritto penale non chiarisce chi ha t i t o l o d i ‘d i r i g e n t e direttamente incaricato’ o ‘dirigente direttamente responsabile’, pertanto non è chiaro se l’azionista, l ’ a m m i n i s t r a t o r e , l a d i r i g e n z a e / o i l r a p p r e s e n t a n t e legale siano soggetti a r e s p o n s a b i l i t à penale.”

I reati, ai sensi del diritto societario,includono corruzione, appropriamentoindebitoesottrazioneindebitadifondi.

Qualsiasi amministratore, supervisore oimpiegato di una società o di altro tipod’impresa che tragga vantaggio della suaposizione per richiedere o accettare unasomma di denaro di entità considerevoleè colpevole del crimine di corruzionecommerciale.Qualora la somma richiestaoaccettatasiacompresatra5.000e20.000RMBopiù,questasaràconsiderata“modica”,mentreunasommapariosuperiorea100.000RMBsaràconsiderata“cospicua”.

Qualsiasi amministratore, supervisore oimpiegato di una società o di altro tipod’impresa che tragga vantaggio dellasua posizione per dirottare un’entitàconsiderevole di beni appartenenti allasocietà o ad altra impresa è colpevole delcriminediappropriamentoindebito.

Per“appropriamentoindebito”s’intendelapresadicontrolloillegaledibeniappartenentiallasocietàoaltrotipodiimpresa,attraversoappropriazione indebita, furto, frode ometodisimili.L’appropriazioneindebitadibeniappartenentiaunasocietàoaltrotipod’impresa sarà considerata “modica” se ilvalore di tali beni è compreso tra 5.000 e20.000RMBopiù,“cospicua”seilvaloreditalibenièpariosuperiorea100.000RMB.

Qualsiasi amministratore, supervisore, oimpiegato di una società o di altro tipod’impresa, che traggano vantaggio dallaloroposizioneperappropriarsiillecitamentedifondiappartenentiallasocietàoadaltrotipod’impresaperusopersonaleoperterzisono, qualora l’ammontare dei fondi siadi entità considerevole enon sia restituitoentro tremesi, colpevoli del crimine disottrazione e/o appropriazione illecita difondi; sono colpevoli dello stesso criminequandoun’entitàconsiderevoleditalifondièrestituitaentrotremesi,maèstatautilizzataperattivitàlucroseoillegali.

Secondo il diritto societario, il dirigentedirettamente incaricato (vale a dire ancheil rappresentante legale) è ugualmenteresponsabilequalora:

La società dirami al pubblico relazionifinanziarieocontabilifalseoingannevoli,in tal caso il dirigente direttamenteincaricato, assieme alle altre figuredirettamente responsabili, può esseresoggettoasanzionivariabilitra30.000a300.000RMB;o La società in liquidazioneocculti beni,riporti informazioni falseodistribuiscagliutiliprimadelpagamentodeidebiti,in tal caso il dirigente direttamenteincaricato, assieme alle altre figuredirettamente responsabili, può esseresoggettoasanzionivariabilitra10.000a100.000RMB.

In circostanze tali da richiamare laresponsabilitàpenale,ilrappresentantelegalee/o il soggetto direttamente responsabilesarannodi norma interrogati e posti sottoindagine dall’ufficio di polizia (PublicSecurityBureauoPSB).

Responsabilità da liquidazione (superamento dello schermo societario e della responsabilità limitata)Incircostanzenormali,unasocietàdicapitalièconsiderataunsoggettogiuridicoseparatoegliamministratoriegliazionistinonsonoresponsabiliperidebitidellastessa.

Tuttavia, la normativa cinese individuaalcune circostanze in cui le autoritàgiudiziarie possono superare lo schermosocietario(piercethecorporateveil),ovveropossonoriteneregliinvestitoridiunasocietàaresponsabilitàlimitataresponsabiliperlastessaoltreilcapitaleregistratosottoscritto,perproteggereicreditoricontrolafrodeelepratichesleali.

Unadellemenzionatecircostanzesipresentaquando il ritardo nella liquidazione delleobbligazioni degli azionisti si traduce inuna perdita significativa di beni, di libricontabili, di documenti sostanziali o altroe nell’impossibilità di attuare la relativaliquidazione,intalcasogliamministratorie l’azionista dimaggioranza (il soggettochedetienepiùdellametàdelleazionidellasocietà)sarannoresponsabiliinsolidoperidebitidellasocietà.

Responsabilità verso la societàIl diritto societario è particolarmenteprecisosulleresponsabilitàdelsupervisore,dell’amministratoreedelladirigenzaversolasocietà.

Ildirittosocietarioprevedechesupervisori,amministratoriedirigenzadebbanoassumersil’obbligo di fedeltà e diligenza verso lasocietà.Questinonpossonoavvantaggiarsidelle loro funzioni e poteri per accettaretangenti o percepire altri redditi illeciti, enon devono appropriarsi illegalmente delpatrimoniodellasocietà.

Qualora chi occupi unakeypositionviolile leggi, le disposizioni amministrative olostatutosocietario,nell’espletareipropriobblighiversolasocietà,ecausicosìperditealla stessa, sarà tenuto a corrispondere unrisarcimento.

“ In base al diritto f a l l i m e n t a re p e r l e imprese del 2007, i l personale che venga meno al l ’obbl igo di fedeltà e diligenza verso la società causando il fallimento della stessa, dovrà assumersene la responsabil ità civi le secondo la legge.”

Page 34: Collezione China Briefing 2012

Obblighi e responsabilità per le posizioni chiave nelle FIE

10 China Briefing

Inoltre, sarà loro proibito di agire daamministratori, supervisori o dirigenti diqualsiasi impresa, nei tre anni successivialla data di conclusione del processofallimentare.

In base al diritto societario, si proibisceinoltre all’amministratore o alla dirigenzadicompiereleseguentiazioni,perlequalisarannotenutiarisarcirelasocietà,incasodidanniagliinteressidellastessa:

Concedere in prestito i fondi dellasocietào impegnare ilpatrimoniodellasocietà per garantire i debiti di terzisenzal’approvazionedegliazionistiodelconsigliodiamministrazione;

Stipularecontrattiointraprendereattivitàdella società senza l’approvazionedegli azionisti o del consiglio diamministrazione;

Sottrarre opportunità commerciali allasocietà o dedicarsi allo stesso tipo di

attivitàdellasocietàapropriovantaggiooper ilvantaggiodialtri, sfruttando lapropriaautoritàsenzal’approvazionedelconsigliodiamministrazione;

Accettarecommissionidaterziperlelorotransazioniconlasocietà;

Rivelareinformazioniconfidenzialidellasocietàsenzaautorizzazione;o

Rompere il proprio vincolo fiduciarioversolasocietà.

Nel caso in cui l’amministratore o undirigente violi una qualsiasi delle sopramenzionate prescrizioni, tutti i proventiillegittimidevonoessererestituitiallasocietà.

Qualsiasiazionistadellasocietà,inoltre,hadiritto di intraprendere, o di richiedere alsupervisoreoalconsigliodiamministrazionedellasocietàdiintraprendere,procedimentilegali inmerito.Un’azionista può anchesporgere una querela di sua iniziativa,qualora:

Il supervisore (o il consiglio deisuperv isor i ) r i f iu t i d i p rendereprovvedimenti o non intenti una causaentro30giornidallaquerela;o

Lasituazionesiacosìurgentedacausareundannoirreversibilenelcasoincuinonsiagiscaimmediatamente.

Ci sono alcuni pochi casi, in pratica, incui gli azionisti o i supervisori invocanoresponsabilità civili o penali contro unamministratoreounmembrodelladirigenza.

Permaggiori informazioni su società apartecipazioneesterainCina,vipreghiamodi visitare il sitowww.dezshira.com/itcontattareDezanShira&Associates [email protected].

Key positions negli uffici di rappresentanzaIl chief representative può essere generalmente considerato l’equivalente del rappresentante

legale nell’ufficio di rappresentanza (Representative Office o RO). Le norme per i RO

(“RO Regulations”), entrate in vigore il primo marzo 2011, sono piuttosto generiche nella

definizione del ruolo e della responsabilità del chief representative.

Queste stabiliscono soltanto che un RO deve designare un chief representative per la firma

dei documenti di registrazione e deve osservare le disposizioni di legge e i regolamenti

amministrativi per entrata e uscita, residenza, assunzione, oneri tributari e registrazione

della valuta estera.

Un soggetto rientrante in una qualsiasi delle seguenti categorie non può agire da chief representative:

1. Un individuo cui sono state imposte sanzioni penali per danni alla sicurezza nazionale o agli interessi pubblici della Cina;

2. Un individuo che è stato chief representative o rappresentante di una organizzazione la cui registrazione permanente è stata cancellata

o il cui certificato di registrazione è stato revocato in base alle disposizioni di legge, o a cui è stata imposta la chiusura degli uffici in

base alle disposizioni di legge, a cause di attività illegali, compresi danni alla sicurezza nazionale o agli interessi pubblici della Cina, e

non siano trascorsi più di cinque anni dalla data di tale cancellazione, revoca o ordine di chiusura;

3. Altre circostanze definite dall’AIC (Administration of Industry and Commerce).

Oltre al chief representative, un ufficio di rappresentanza può nominare anche altri rappresentanti. È spesso più semplice per i rappresentanti,

in genere, ottenere i permessi di lavoro rispetto agli altri dipendenti. Ogni ufficio di rappresentanza può assumere al massimo quattro

dipendenti stranieri, inclusi il chief representative e gli altri rappresentanti. Tuttavia, ogni società può avere più di un ufficio di rappresentanza

in Cina, con quattro dipendenti stranieri per ognuno di essi.

L’equivalente del rappresentante legale

Chief Representative

Altro/i rappresentante/i

Page 35: Collezione China Briefing 2012

Laresponsabilità per l’impostasuiredditidellepersonefisiche(di seguito IRPEF), relativaad amministratori omembridelladirigenza,inclusigeneral

manager e vice manager, supervisori,soggetti in posizioni funzionali ed altrisoggettiinposizionidilivellomanageriale,collettivamentedetti“dirigenza”,dipende,inCina,daalcunifattori,ovvero:

Il luogo in cui il datore di lavorocorrispondelaretribuzione Il periodo trascorso daimembri dalladirigenzainCina;e Illuogoincuièoriginatoilreddito.

Reddito corrisposto dal datore di lavoro in CinaForincomepaidentirelybytheemployerinChina,regardlessofwhethertheincomeisderivedinChinaoroverseasandtheperiodinwhich the senior personnel is inChina,theseniorpersonnelisliableforIITfortheentiredurationoftimethattheyholdaseniorpersonnelposition.

Income Paid by the Employer OverseasPeriredditicorrispostiinteramentedaldatoredi lavoro inCina, indipendentemente dalfattochetaleredditosiaoriginatoinCinaoall’esteroealperiododitempotrascorsodaldipendenteinCina,ilpersonaledirigenzialeèsoggettoalpagamentoIRPEFpertuttaladuratadell’incarico.

<90/183 giorniQualora il dirigente di una società abbiatrascorsoinCinapiùdi90giorni(o183giorniincasoditrattaticontroladoppiaimposizione)cumulativioconsecutiviinunanno,ilsuoreddito è esente dal pagamento IRPEF.>90/183 giorni ma ≤5 anniQualora il dirigente di una società abbiatrascorso inCinanonpiùdi90/183giorni

cumulativi o consecutivima non più dicinqueanni,ilsuoredditooriginatoinCinae pagato dal datore di lavoro all’estero èsoggettoaIRPEF.

> 5 anniQualora il dirigente di una società abbiatrascorso inCina più di cinque anni, e netrascorre inCina un altro intero nel sestoanno,ilsuoredditoovunqueoriginato(globalsalary)saràsoggettoaIRPEF.

Reddito corrisposto dal datore di lavoro in Cina e all’esteroPer il redditopagato inpartedaldatoredilavoroinCinaeinpartedaldatoredilavoroall’estero, e nel caso in cui il dipendentetrascorra un determinato numero di giornilavorativiall’esteroinunmese, lapartedireddito pagata dal datore di lavoro esterosarà esente dall’IRPEF per il numero digiorni in cui il dipendente ha lavoratoall’estero (si pregadi fare riferimento allatabellasottostanteperlaformuladicalcolo).Tuttavia,inalcuniPaesichehannoclausoleparticolarineilorotrattaticonlaCinacontro

la doppia imposizione fiscale, le regolepossonovariareleggermente.

Obblighi tributari per i chief representative degli uffici di rappresentanzaI chief representative, in genere, sidistinguonoinchiefrepresentativeatempopienoeparttime.

Un chief representative a tempo pienodevecalcolareleimpostedelsuopacchettoretr ibut ivo su base mensi le , senzaripartizionetemporale.L’IRPEFdiunchiefrappresentativeparttimesicalcolainbasealsalariototalericevutosiadalquartiergeneralechedall’organizzazionelocale.L’impostahaunaripartizionetemporale,ovveroilredditooriginato dal tempo trascorso all’estero èesentasse e il chief rappresentative devepagare solamente l’IRPEF per il tempotrascorso in Cina. Per beneficiare dellostatusdi chief rappresentativepart time, ilcontrattodiassunzionedevespecificarechelaposizioneèparttime.

Responsabilità IRPEF per i dirigenti

Per il reddito pagato in parte dal datore di lavoro in Cina e in parte dal datore di lavoro all'estero, e nel caso in cui il dipendente trascorra un determinato numero di giorni lavorativi all'estero in un mese, la formula per calcolare l'imposta mensile dovuta è la seguente:

Imposta mensile dovuta = [(Salario III - 4800)* aliquota - QD)] * (1- Salario II / Salario III * Giorno II / Giorno III)

Salario II = Reddito corrisposto dal datore di lavoro all'estero

Salario III = Reddito corrisposto dal datore di lavoro in Cina + reddito corrisposto dal datore di lavoro all’estero

Giorno II = numero di giorni lavorativi all’estero

Giorno III = numero di giorni nel mese

QD = deduzione concessa

Obblighi fiscali in base alla fonte del reddito e al tempo trascorso in Cina

Tempo trascorso in Cina

Reddito originato in Cina

Reddito originato fuori dalla Cina

corrisposto dal

datore di lavoro

corrisposto dal

datore di lavoro

in Cina all'estero in Cina all'estero

<90/183 giorni

>90/183 giorni ma ≤5 anni

> 5 anni

Page 36: Collezione China Briefing 2012

Da Dezan Shira & Associates

Numero 124 • maggio 2012

Le società holding a Hong Kong e

Singapore

• I vantaggi delle holding rispetto agli investimenti diretti esteri• Costituire e mantenere società ad Hong Kong e Singapore• Uno sguardo alle convenzioni contro le doppie imposizioni fiscali

IN QUESTO NUMERO:

Disponibile in diverse lingue

Page 37: Collezione China Briefing 2012

Benvenuti al numero di maggio di China Briefing

Nonostante l’abbondanza di luoghi esotici, per la costituzione di una società holding in termini di efficienza fiscale e amministrativa, buona parte delle piccole medie imprese sceglie Hong Kong per i propri investimenti in Cina.

Per quegli investitori che puntano non solo alla Cina, ma “oltre”, Singapore sta diventando sempre più invitante per la sede di una holding.

In questo numero di China Briefing, andremo a guardare da vicino i benefici delle holding, sia a Hong Kong che a Singapore, vedremo come costituire e mantenere una società in queste giurisdizioni e le

relative convenzioni contro le doppie imposizioni fiscali.

Cordiali saluti,

Alberto Vettoretti, Managing Partner, Dezan Shira & Associates, Editore Asia Briefing

[email protected] il materiale e i contenuti sono protetti da © 2012 Asia Briefing Ltd.Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale è permessa senza il consenso dell'editore.

La copertina artistica di questo mese, As Usual (olio su tela, 122 x 102 cm) è opera dell’artista di Hong Kong Cheri Yeung Hiu Lam. Tutti i diritti riservati a Asia Fine Art Gallery e Cheri Yeung Hiu Lam.

Asia Fine Art Gallery, 14 Sik On Street, 99 Queen’s Road East, Wan Chai, Hong Kong, aperta tutti i giorni dalle 10:30 alle 18.30.Email: [email protected], Tel. (852) 2522 0405, sito internet: www.asia-fineart.com.

Page 38: Collezione China Briefing 2012

3China Briefing

Hong Kong e Singapore, storici centri di scambio commerc ia le , ancora oggi riflettono i lasciti del

passato dominio britannico, e offrono un innegabile livello di “comodità” per le imprese occidentali, attirando negli anni, attirare investimenti stranieri in misura inversamente proporzionale alla loro grandezza.

Situazione economicaOltre al già menzionato l ivello di “comodità”, queste due giurisdizioni presentano una serie di vantaggi concreti, che le mantengono capolista nel commercio e negli investimenti internazionali.

Sia Hong Kong che Singapore sono considerati i poli internazionali finanziari e commerciali del futuro asiatico. Queste due giurisdizioni continuano ad occupare i primi due posti della classifica della Banca mondiale sulla facilità del fare impresa (Ease of Doing Business), entrambi con particolare capacità nel “proteggere gli investitori” e nel “commercio internazionale”. La trasparenza del contesto imprenditoriale a Hong Kong e a Singapore (che supera di gran lunga quello di altre giurisdizioni, come ad esempio la Cina continentale), consente, all’investitore straniero che si avventura nei mercati asiatici per la prima volta di avere una certa tranquillità e certezza del diritto.

I porti di Hong Kong e Singapore, negli ultimi anni, hanno gareggiato con Shanghai per i primi tre posti nella classifica mondiale per flusso di container, solo per fare un esempio della loro enorme infrastruttura logistica e di trasporto. Inoltre, la forza lavoro qualificata e l’utilizzo di documentazione in lingua inglese nelle relazioni commerciali e con l’amministrazione pubblica, (in entrambe le giurisdizioni) permette un’efficacia comunicativa che supera di gran lunga quella della maggior parte degli altri Paesi asiatici. Non a caso, Hong Kong e Singapore, vengono scelte come sedi per i quartieri generali regionali, le filiali e holding da un numero sempre maggiore di società

internazionali. In questo numero, ci concentreremo sui benefici che queste due giurisdizioni offrono, soprattutto per la strutturazione di veicoli di investimento speciali al fine di investimenti in altri Paesi asiatici.

Vantaggi finanziari e fiscaliI vantaggi che una holding comporta per gli investimenti esteri supera, in genere, di gran lunga i suoi costi di gestione; una holding è molto veloce ed economica da costituire e da mantenere, può essere addirittura incorporata in modo virtuale, ovvero senza un ufficio materiale, soltanto con una sede legale.

Tale struttura, innanzitutto, ponendo una distanza ulteriore tra l’affiliata cinese e la società controllante, può in un certo senso tutelare l’investimento, proteggendolo dai potenziali rischi e responsabilità in capo all’affiliata cinese. Nel caso in cui un investitore intenda vendere la propria attività in Cina, o introdurre un partner o un investitore terzo nella struttura, il cambio amministrativo può anche essere effettuato a livello della holding, piuttosto che a livello cinese, dove il contesto normativo è più rigido e le procedure più dispendiose in

termini di tempo.

Dato che i sistemi bancari e legali, sia di Hong Kong che di Singapore, sono relativamente stabili ed evoluti, una holding può rappresentare una buona soluzione per le società estere che desiderano mantenere offshore i profitti generati in Cina. Con questo sistema, i profitti possono essere utilizzati per investire ulteriormente in Cina al momento del bisogno oppure per espandere le attività in Asia. Questo metodo, è spesso usato come meccanismo di riporto dell’imposta (tax deferral mechanism) per le società straniere che non vogliono rimpatriare subito i profitti generati in Cina.

Inoltre, le holding con sede a Hong Kong e Singapore presentano una serie di vantaggi fiscali, tra i quali:

1. Aliquote di ritenuta d’acconto (witholding tax) ridotte sul rimpatrio dei profittiIn molti preferiscono che le holding abbiano sede in giurisdizioni che presentano convenzioni contro le doppie imposizioni fiscali, le quali limitano o eliminano il livello di ritenute d’acconto da versare sui dividendi che da un’affiliata estera vanno verso la

I vantaggi delle holding per gli investimenti esteri

[ A cura di Samantha L. Jones e Cory Lam, Asia Briefing/Dezan Shira & Associates ]

Page 39: Collezione China Briefing 2012

I vantaggi delle holding per gli investimenti esteri

4 China Briefing

Hong Kong

• VicinanzaallaCina

• Accessosemplificatoa

operazioniinRMB

•Accordodiclosereconomic

partnershipagreement

CEPA)inesserechepermette

l’accessoadalcunisettori

conrestrizioniinCina

(antecedentementead

investitoridaaltriPaesi)

Singapore

• AccessoaipaesiASEAN

• Esenzioni/incentiviindenaroper

lePMI,possibilitàdiesenzione

dallarevisioneannuale

•Unmaggiornumerodi

convenzionicontroladoppia

imposizionefiscale

• Facilità

delfare

impresa

Vantaggi per le holding

Principali imposte societarie

0123456789

10111213

HongKong Singapore

ComplessivoAvvio

dell’attivitàProtezione

dell’investitore

Pagamento delle

imposte

Commercio oltre

confineEsecuzione

dei contratti

Graduatoria 2012 della facilità del fare impresa

“ “ O l t r e a l l a“ c o m o d i t à ”, H o n gK o n g e S i n g a p o r epresentano una seriedi vantaggi concretiche le mantengon ocapolistanelcommercioe negli investimentiinternazionali“.”

16.5%

0%

0%

0% 10% 20% 30%

Imposta sul reddito societario

Imposta sul valore aggiunto

Aliquote standard sui dividendi(Società non residenti)

17%

0% 10% 20% 30%

7%

10% 20%

Hong Kong Singapore

Page 40: Collezione China Briefing 2012

I vantaggi delle holding per gli investimenti esteri

5China Briefing

società controllante. Sia Hong Kong che Singapore hanno, ad esempio, convenzioni contro la doppia imposizione con la Cina, che possono abbassare la ritenuta d’acconto al 5% (per molti altri Paesi, tra cui l’Italia, questa è al 10%).

I sistemi fiscali di Hong Kong e di Singapore, inoltre, hanno un principio di territorialità: i profitti sono esenti dall’imposta sui redditi societari (chiamata Profit Tax a Hong Kong) qualora i relativi redditi derivino da operazioni non svolte nella giurisdizione stessa e quindi non saranno considerati come base imponibile. Quando tali somme saranno infine rimesse alla società controllante dalla holding di Hong Kong o di Singapore, non saranno imposte ulteriori ritenute d’acconto all’uscita da queste giurisdizioni, con il risultato di un livello d’imposta nel complesso inferiore.

2. Un limitato assoggettamento fiscale sulle plusvalenze (capital gains)Le plusvalenze (ovvero i profitti derivanti dalla vendita di immobilizzazioni) sono passibili d’imposta in molti Paesi, ma non a Hong Kong e a Singapore, dove non sono previste imposte per la cessione di immobilizzazioni. Va comunque notato che la cessione indiretta di un’immobilizzazione cinese attraverso la vendita della sua holding è comunque passibile d’imposta sulla plusvalenza in Cina.

La questione dell’effettiva attività commercialeAl momento della costituzione di una holding, è necessario accertarsi di essere in conformità con le disposizioni contro l’evasione fiscale provenienti sia dal Paese della società controllante che da quello dell’affiliata, dimostrando chiaramente che la holding ha un’effettiva attività commerciale, sufficiente a beneficiare dei regimi fiscali agevolati nelle convenzioni contro la doppia imposizione.

La necessità di dimostrare questo requisito proviene dalle autorità fiscali di tutto il mondo, incluse quelle dei paesi delle affiliate (come ad esempio la Cina) e delle società controllanti. Una holding, che non riesca a provare giustificabili ragioni commerciali per la costituzione, potrebbe essere considerata in ultima analisi come una “società di comodo” a fini fiscali e non le saranno concessi i regimi fiscali agevolati.

“Le imprese hanno intrinsecamente lo scopo del guadagno e, quindi, dimostrare un’effettiva attività commerciale si riduce alla dimostrazione di un guadagno”, spiega Richard Cant, responsabile del dipartimento di tassazione internazionale presso Dezan Shira & Associates.

“Ciò può essere ottenuto in diversi modi, ad esempio con l’uso di contratti di licenza. Se si registra in un primo momento un diritto di

proprietà intellettuale a Hong Kong e poi se ne concede l’uso all’affiliata cinese, si crea per l’appunto un flusso monetario. Un altro esempio significativo può essere il servizio di gestione/amministrazione. Il personale impiegato a Hong Kong può infatti fornire servizi amministrativi , all’affiliata cinese”.

Nel caso in cui i prodotti dell’affiliata cinese siano venduti direttamente ai clienti situati al di fuori del paese della società controllante, varrà la pena considerare anche se la fatturazione possa essere gestita dalla holding offshore piuttosto che dalla società controllante. A seconda delle circostanze, inoltre, è possibile fare in modo che i proventi delle vendite di questi prodotti siano generati nella giurisdizione della holding, la quale prevede aliquote fiscali molto minori rispetto alla Cina o (in molti casi) al paese della società controllante. Queste organizzazioni, generalmente, prevedono che l’affiliata cinese venda i prodotti alla propria holding ad un costo maggiorato e in seguito quest’ultima li venda al cliente finale. Da tenere ovviamente in considerazione possibili problematiche di trasfer pricing.

In altre organizzazioni è anche possibile che l’affiliata cinese venda direttamente al cliente finale, con la holding che agisce in qualità di agente per conto dell’affiliata cinese, in modo da assicurare un’entrata commerciale alla holding.

Fontedegliinvestimentidirettiesteriperdestinazione

70%

60%

50%

40%

30%

20%

10%

0%

Hong Kong

Taiw

an

Singap

ore

Giappone

Stat

i Uniti

Corea d

el Sud

Regno Unito

Francia

Paesi

Bassi

German

ia

70%

60%

50%

40%

30%

20%

10%

0%

Mau

ritius

Singap

ore

Giappone

Paesi

Bassi

Stat

i Uniti

Cipro

Regno Unito

Francia

Emira

ti Arab

i

German

ia

Fonte: China Ministry of Commerce and India Department of Industrial Policy and Promotion, dati per l’anno 2010 (anno civile o esercizio finanziario)

China India

Page 41: Collezione China Briefing 2012

I vantaggi delle holding per gli investimenti esteri

6 China Briefing

HoldinginSingapore

AffiliataCina

Affiliata India

AffiliataVietnam

Holding in Singapore

Società controllante

Fonte dell’imposta e regolamenti sulla residenza per giurisdizioneHong Kong Singapore

Fonte dell’impostaIl sistema fiscale “su base territoriale” di Hong Kong prevede che soltanto i redditi generati a Hong Kong e relativi a operazioni intra-territoriali siano tassabili.

L’imposta è prevista sui redditi generati a Singapore, così come sui redditi generati all’estero incassati a Singapore, dove non si applichino specifiche esenzioni. Da menzionare la serie di incentivi fiscali disponibili.

ResidenzaNon c’è distinzione tra residenti e non residenti ai fini fiscali in Hong Kong, la normativa permette alle società di beneficiare dello status di offshore, il quale dà diritto alla totale esenzione dalle imposte sui profitti generati al di fuori della regione.

Il trattamento fiscale per le società residenti o non residenti è di norma lo stesso, con la differenza che le residenti possono godere di certi benefici che sono preclusi a quelle non residenti, come ad esempio la possibilità di esenzioni fiscali sui profitti generati all’estero, così come sugli utili delle filiali estere, qualora siano soddisfatte alcune condizioni.

Si intende residente a Singapore ai fini fiscali una società il cui controllo e la cui gestione siano esercitati a Singapore. Pertanto, la filiale con sede a Singapore di una società estera non è generalmente considerata residente ai fini fiscali, poiché controllo e gestione sono esercitati dalla società controllante estera.

Investimenti diretti vs holding a Hong KongAliquote totali sui dividendi

Investimentidiretti HoldingHongKong

Affiliata cinese

Holding Hong Kong

Società controllante

5%

0%

10%

Total 5%10%

Investimenti diretti vs Holding a SingaporeAliquote totali sui dividendi

Investimentidiretti

AffiliataCina

Affiliata India

AffiliataVietnam

Società controllante

10% 0% 0%

Total 10% 0% 0%

5% 0% 0%

0%

5% 0% 0%

“Sia Hong Kong che Singaporehanno convenzioni contro la doppiaimposizione fiscale con la Cina cheabbassano la ritenuta d’acconto suidividendiricevutial5%.

Entrambi, inoltre, non impongonor i tenuta d ’acconto sui prof i t t iin uscita,verso investitori in Paesiterzi”

Page 42: Collezione China Briefing 2012

7China Briefing

Uno dei vantaggi principali relativo alle holding con sede a Hong Kong è l’accordo d i “ c l o s e r e c o n o m i c par tneship” rafforzato

(CEPA) con la Cina continentale.

Stipulato nel 2002, dopo l’entrata della Cina nell’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO), i l CEPA è sostanzialmente un accordo di investimenti preferenziali e libero scambio. L’integrazione più recente dell’accordo (Supplemento VIII, CEPA VII), siglata a dicembre 2011 e implementata ad Aprile 2012, amplia le liberalizzazioni nei servizi. La lista dei beni che godono dell’esenzione tariffaria1 e dei servizi inclusi nell’accordo2 è reperibile nel sito internet del Trade and Industry Department di Hong Kong.

La struttura societaria più comunemente utilizzata dalle società straniere che conducono attività a Hong Kong è la società a responsabilità limitata (private limited company).

Requisiti per la costituzioneIn base all’ordinanza sulle società (Companies Ordinance) di Hong Kong, una “società privata”, in base al suo statuto societario:

(1) Limita il diritto dei soci di cessione delle azioni;

(2) Limita il numero dei soci a 50 (esclusi gli impiegati e gli ex impiegati che diventano soci durante l’impiego nella società); e

(3) P r o i b i s c e q u a l s i a s i i n v i t o d i sottoscrizione al pubblico per qualsiasi azione od obbligazione.

L’atto costitutivo di una società “a responsabilità limitata” limita appunto la responsabilità dei suoi soci o all’importo non interamente versato delle azioni che detengono nella company limited by shares (società a responsabilità limitata per azioni), o all’importo che si impegnano a versare nel capitale sociale della company limited by

guarantee (società a responsabilità limitata da garanzia) in caso di fallimento.

I requisiti per la costituzione di una società a responsabilità limitata a Hong Kong prevedono:

Almeno un amministratore ed un segretario aziendale (company secretary)• Se la socie tà ha sol tanto un

amministratore, questi non può agire contemporaneamente da segretario

• L’amministratore può anche non essere residente ad Hong Kong

• Il segretario può essere una persona fisica o una persona giuridica. Nel caso di persona fisica, è obbligatoria la residenza a Hong Kong. In caso di persona giuridica, la sede legale o la sede delle attività deve trovarsi a Hong Kong.

Almeno un azionista iscritto nel registro dei soci• Gli azionisti della società non hanno

l’obbligo di essere residenti a Hong Kong.

• L’azionis ta unico può essere l’amministratore della società.

In caso di società a responsabilità limitata per azioni, almeno un socio fondatore deve detenere una quota azionaria

La sede legale deve trovarsi a Hong Kong

In base alla Companies Ordinance, non esiste normativa sul minimo di capitale versato sul capitale sociale autorizzato minimo.

È opportuno notare che società con grandi fatturati possono avere un capitale sociale di pochi dollari, per cui è sempre importante sapere chi si ha di fronte, soprattutto in piazze offshore.

CostituzioneSia le società straniere che quelle locali seguono lo stesso processo per la costituzione di una società a responsabilità limitata a Hong Kong. L’ufficio governativo competente che si occupa dell’approvazione è il Companies Registry (registro delle società).

1. Scelta del nome Il primo passo del processo di costituzione di una società a responsabilità limitata è la scelta del nome per tale società.

Di norma, il nome scelto sarà accettato per la registrazione fintantoché questo non appaia già nell’indice dei nomi societari registrati presso il Registrar of Companies. È possibile eseguire gratuitamente una ricerca per il nome societario presso il Cyber Search Centre del Registrar of Companies.3

Il nome della società può essere sia in lingua inglese sia in lingua cinese. Non è accettabile invece un nome societario che contenga sia lettere inglesi che caratteri cinesi. Il nome nella versione cinese deve utilizzare i caratteri tradizionali.

Il nome nella versione inglese deve terminare con la parola “Limited”. Un nome societario che contenga parole o espressioni particolari, come ad esempio “Trust” o “Chamber of Commerce” ecc., deve ottenere un’autorizzazione preventiva dal menzionato registro delle imprese.

Il registro delle imprese ha anche il potere di ordinare ad una società di cambiare il proprio nome qualora, per esempio, questo dia indicazioni fuorvianti sulla natura delle attività societarie in Hong Kong, tanto da recare un danno alla comunità, o sia esso, al momento della registrazione, troppo simile al nome di un’altra organizzazione costituita a Hong Kong in base a qualsiasi ordinanza.

Un nome societario che violi i diritti di proprietà intellettuale di terzi può portare

Costituzione di società ad Hong Kong e gestione annuale

[ A cura di Eunice Ku, Dezan Shira & Associates ]

1. Scelta del nome

2. Costituzione societaria e registrazione dell’attività

3. Ottenimento dei certificati

1 http://www.tid.gov.hk/english/cepa/tradegoods/rules_origin.html2 http://www.tid.gov.hk/english/cepa/tradeservices/trade_services_requirement.html3 http://www.icris.cr.gov.hk/

Page 43: Collezione China Briefing 2012

Costituzione di società ad Hong Kong e gestioneannuale

8 China Briefing

a sanzioni civili o penali, sia a Hong Kong che altrove. Al fine di evitare tali situazioni, può essere condotta una ricerca presso il Trademark Register curato dal dipartimento sulla proprietà intellettuale.

2. Costituzione societaria e registrazione dell’attivitàA partire dal 21 febbraio 2011, il registro delle imprese e il dipartimento delle entrate (Inland Revenue Department) hanno implementato congiuntamente uno sportello unico per il servizio di registrazione delle attività e delle società (“One-stop Company and Business Registration Service”). In questo modo, si considera che qualsiasi persona, che faccia domanda per la costituzione di una società in loco, faccia domanda simultaneamente anche per la registrazione dell’attività stessa. Il registro delle imprese, una volta approvata la richiesta di costituzione societaria, rilascerà sia il certificato di costituzione (Certificate of Incorporation) sia il certificato di registrazione dell’attività (Business Registration Certificate).

Esistono due tipi di certificati di registrazione dell’attività, uno con validità annuale e uno con validità triennale. Qualora i dettagli dell’attività, così come specificati nel certificato di registrazione, subiscano una variazione, l’imprenditore ha l’obbligo di darne comunicazione al dipartimento delle entrate entro un mese dalla variazione.

Necessitano di ulteriori licenze soltanto alcuni tipi di attività, come ad esempio ristoranti, banche e agenzie di viaggio. È possibile reperire ulteriori informazioni presso il sito Internet del Business License Information Service.5

I documenti da presentare per la costituzione societaria includono:a) Il modulo per l’incorporazione: Form

NC1 per le società a responsabilità limitate da azioni (company limited by shares), Form NC1G per le società non limitate daazioni (company not limited by shares);

b) Una copia dell’atto costitutivo e statuto societario;

ec) Una comunicazione al business

registration office (modulo IRBR1).

Atto costitutivo e statuto societarioL’originale dell’atto costitutivo e statuto societario (Memorandum and Article of Association) deve essere firmato da ogni

socio fondatore. La copia da consegnare al registro delle imprese per la registrazione, invece, non necessita della firma del/dei socio/i fondatore/i.

L’atto costitutivo di una società a responsabi l i tà l imi ta ta , da azioni o da garanzie, deve dichiarare che la responsabilità dei propri soci è limitata. Generalmente, le società non hanno l’obbligo di dichiarare gli obiettivi nell’atto costitutivo, ad eccezione di quelle società costituite a scopo di beneficenza e che sono state dispensate dall’obbligo di utilizzare la parola “limited” nel nome.

Lo statuto societario è l’insieme dei regolamenti della società. Queste possono adottare tutti o parte dei regolamenti elencati nella tabella A primo allegato della Companies Ordinance, ovvero optare per articoli più dettagliati. Gli articoli devono essere stampati in lingua inglese o in lingua cinese, devono essere divisi in paragrafi, numerati in modo consecutivo, e firmati da ogni socio fondatore. 3. Ottenimento dei certificatiI certificati di registrazione sono emessi dal Registrar of Companies in forma stampata per le richieste fatte in copia cartacea ed in forma elettronica per le richieste fatte online (entrambi hanno lo stesso valore legale).

Per le società a responsabilità limitata (limited by shares) che presentano richiesta in copia cartacea, i certificati sono normalmente rilasciati entro quattro giorni lavorativi e una comunicazione via email avvisa delle disponibilità dei certificati. I certificati elettronici, per quelle società a responsabilità limitata (limited by shares) che utilizzano l’atto costitutivo e statuto societario standard dell’e-Registry, vengono normalmente emessi entro ventiquattr’ore con una notifica via email. Per le richieste in copia cartacea, sarà emessa via fax una comunicazione di disponibilità al ritiro dei certificati, che dovrà essere eseguito di persona presso il registro delle imprese.

Verifica annuale di conformitàPer la verifica annuale di conformità è necessario:

Convocare una assemblea generale annuale durante la quale:

• sono presentati il conto economico, il conto patrimoniale e la relazione del

consiglio di amministrazione,• sono dichiarati gli utili (ove applicabile),• sono eletti gli amministratori che

sostituiscono gli uscenti (ove applicabile) e sono nominati i revisori; inoltre

Épresentato il risultato d’esercizio.

Assemblea generale annuale Entro 18 mesi dalla costituzione deve essere convocata un’assemblea generale annuale, da tenersi almeno una volta durante ogni anno civile. Non possono trascorrere più di 15 mesi tra una assemblea ed un’altra, tranne il caso in cui sia stata ottenuta l’approvazione dal Companies Registrar.

Durante l’assemblea generale annuale, gli amministratori di ogni società devono presentare il conto economico e lo stato patrimoniale per l’esercizio fiscale. La relazione degli amministratori deve essere allegata ad ogni conto economico presentato all’assemblea generale annuale. La Company Ordinance stabilisce il contenuto di tali relazioni, come variazioni significative nelle immobilizzazioni della società, informazioni sui contratti che la società ha in essere e che sono strategici per le attività della stessa e nei quali qualsiasi amministratore ha degli interessi sostanziali.

Dichiarazione annuale dei redditiLa dichiarazione annuale dei redditi deve essere presentata al Registrar of Companies una volta all’anno.

Deve essere:

Firmata dall’amministratore o dal segretario della società

Compilata entro 42 giorni dal più recente anniversario di costituzione della società (entro 42 giorni dall’anniversario di costituzione) per le società private . Le altre società devono compilare la dichiarazione annuale dei redditi ogni anno entro 42 giorni dall’assemblea generale annuale della società.

Per maggiori informazioni sulla costituzione e la manutenzione di società ad Hong Kong, inviateci una richiesta a [email protected] o visitate il nostro sito Internetwww.dezshira.com/it

4 http://ipsearch.ipd.gov.hk5 https://www.success.tid.gov.hk/tid/eng/blics/

index.jsp

Page 44: Collezione China Briefing 2012

9China Briefing

L’appartenenza di Singapore all’ASEAN (Association of South East Asian Nations) esercita una notevole attrattiva per le società che desiderano

avere una base da cui seguire tutto il continente asiatico (quindi sono solo la Cina!)

Singapore intrattiene stretti rapporti commerciali con i paesi ASEAN (Indonesia, Malesia, Filippine, Tailandia, Brunei, Birmania, Cambogia, Laos e Vietnam) ed inoltre beneficia dei vantaggi dell’accordo di libero scambio tra paesi ASEAN. Nonostante la Cina (inclusa Hong Kong) abbia siglato un apposito e separato accordo di free trade con i paesi ASEAN, questo non presenta gli stessi vantaggi in ambito fiscale di cui invece godono i Paesi ASEAN.

Singapore si trova in una posizione di vantaggio per il commercio anche con i paesi non appartenenti all’ASEAN. Ad esempio, è in essere un trattato fiscale tra paesi ASEAN ed India, mentre la Cina, con quest’ultima, ha al momento soltanto una convenzione contro le doppie imposizioni.

Attraenti sono anche i programmi di incentivi fiscali offerti dal governo di Singapore, quali ad esempio il Global Trader Program e lo Headquarters Program, così come gli incentivi fiscali resi disponibili dal “Productivity and Innovation Credit”, che incoraggia le attività, in particolare le piccole e medie imprese, ad investire nella produttività e nell’innovazione.Da notare a questo proposito che le attività manifatturiere contano per più del 20% del PIL di Singapore (contro il 3% di quelle di Hong Kong)

Le imprese, grazie a questo programma, possono ottenere dei versamenti contanti o deduzioni e agevolazioni pari al 400% delle spese, fino a 400,000 dollari di Singapore (SGD), in ognuna delle seguenti sei attività:

1. Acquisto o nolo di sistemi automatici stabiliti

2. Attività di formazione

3. Acquisizione di proprietà intellettuale4. Registrazione di proprietà intellettuale5. Ricerca e sviluppo6. Attività di progettazione

Come a Hong Kong, la maggior parte delle società di Singapore vengono registrate come società private a responsabilità limitata.

Requisiti per la costituzioneÈ obbligatorio incaricare una società di servizi professionali per la registrazione societaria di soggetti privi di national registration idenitity card (NRIC) di Singapore, di permesso di lavoro e/o permesso di persona a carico in qualità di amministratori, segretari e/ o azionisti.

Gli elementi essenziali per la formazione di una società a Singapore sono lo status di residente del company secretary, e di almeno un amministratore, e le autorizzazioni richieste in base al relativo codice di classificazione delle industrie (Singapore Industry Classification Code, SSIC Code) presso l’Accounting and Corporate Regulatory Authority (ACRA).

Almeno un’azionista • Una società a responsabilità limitata

a Singapore deve avere almeno un’azionista, ma non più di 50.

• L’azionista può essere un individuo o altra entità giuridica e sono ammessi azionisti stranieri al 100%

• Dopo l’incorporazione di una società a Singapore, possono essere esse nuove azioni o possono essere emesse quelle esistenti ad altri soggetti in ogni momento.

Almeno un amministratore deve essere residente a Singapore • Si definiscono residenti i cittadini

di Singapore, residenti permanenti di Singapore, i titolari di lettera di approvazione di impiego, o i soggetti cui è stato rilasciato un permesso di entrata, un permesso di lavoro, o un permesso di persona a carico.

• Non vi è limite sul numero degli ulteriori amministratori locali o s t r a n i e r i c h e u n a s o c i e t à a responsabilità limitata di Singapore può nominare. La maggior parte delle società ha almeno due amministratori, poiché banche ed altri istituti finanziari necessitano di solito di almeno due firmatari autorizzati.

• Azionista unico ed amministratore unico possono coincidere e possono essere nominati amministratori anche soggetti non azionisti.

Il segretario della società deve essere residente a Singapore• Il segretario deve essere nominato entro

sei mesi dalla data di incorporazione. • In presenza di amministratore o

azionista unico, questi non può fungere anche da segretario.

Capitale versato • il capitale minimo da versare,

detto anche capitale sociale, per la registrazione di una società ammonta a un dollaro di Singapore.

• i l capitale versato può essere aumentato in qualsiasi momento dopo l’incorporazione della società.

Sede legale • è necessario fornire un indirizzo locale

fisico (residenziale o commerciale) come sede legale della società.

• i l l o c a l e c o r r i s p o n d e n t e all’indirizzo deve essere approvato ad uso commerciale dall’Urban Redevelopment Authority (URA), mentre i locali e le proprietà residenziali possono essere utilizzate soltanto nell’ambito del Home Office Scheme. (Non possono essere utilizzate le caselle postali)

Costituzione di società a Singapore e gestione annuale

[ A cura di Eunice Ku e Alberto Vettoretti, Dezan Shira & Associates ]

1. Approvazione del nome

2. Registrazione della società

Page 45: Collezione China Briefing 2012

Costituzione di società a Singapore e gestioneannuale

10 China Briefing

Processo di costituzioneUna società a responsabilità limitata può essere di norma costituita in un paio di giorni. Il processo di registrazione è finalizzato online presso l’Accounting & Corporate Regulatory Authority (ACRA).

1. Approvazione del nome societarioÈ necessario fornire i seguenti documenti per la richiesta di registrazione del nome societario:

Nome proposto per la società Attività principali (in base al SSIC

Code)* Autorizzazioni degli altri uffici

governativi (ove richieste) Dati degli amministratori/azionisti:

• Nome• Numero del documento di identità• Nazionalità• Indirizzo di residenza• Numeri di contatto e indirizzo di posta

elettronica• Posizione nella società

*Il Singapore Industry Classification Code (“SSIC Code”) è la categorizzazione delle attività in base all’oggetto sociale. I relativi codici SSIC sono reperibili attraverso il motore di ricerca online dell’ACRA.6

I requisiti per il nome della società stabiliscono che:

Il nome di una società non può essere identico a quello di un’altra entità presente nel registro. La disponibilità dei nomi può essere verificata con una ricerca nell’elenco delle imprese online dell’ACRA su BizFile.7

Il nome di una società a responsabilità limitata deve contenere la parola “Private” (o “Pte.”) oppure “Sendirian” (o “Sdn.), in malese, inserita subito prima della parola “Limited” (o “Ltd.”) oppure “Berhad” (o “Bhd.”), in malese.

Alcune parole (come ad esempio bank, finance, law, media ecc.) sono soggette alla verifica all’approvazione dei competenti uffici governativi, comportando un ritardo nell’approvazione del nome.

Dopo l’approvazione, il nome sarà riservato per 60 giorni a partire dalla data di richiesta, con un’ulteriore possibile estensione di altri 60 giorni compilando l’apposito modulo prima della scadenza.

2. Registrazione della societàDopo aver ricevuto l’approvazione per il nome della società, è necessario fare richiesta per l’incorporazione della stessa. Il processo di incorporazione è simile per tutti i tipi di imprese. Dopo il pagamento della tassa di registrazione, l’incorporazione della società avviene in circa 15 minuti. Qualora l’applicazione dovesse essere sottoposta ad altri uffici per approvazione o revisione, saranno necessari dai 14 giorni ai due mesi per completare l’incorporazione. Si prega di fare riferimento alla Referral Authorities Table, per le attività che necessitano dell’approvazione da altri uffici.8

Al momento della presentazione della richiesta per l’incorporazione è necessario fornire le seguenti informazioni:

Un SingPass (Singapore Personal Access password)

Numero di richiesta per l’approvazione del nome societario o nome approvato

Tipo di società Indirizzo della sede legale Dati degli ulteriori amministratori/

azionisti/• Nome • Numero del documento di identità• Nazionalità• Indirizzo di residenza• Numeri di contatto e indirizzo di posta

elettronica Informazioni sul capitale sociale

• Capitale sociale• Ripartizione delle azioni• Dettagli sulle azioni di gruppo• Tipi di azioni

Copia di Atto costitutivo e statuto societario

Atto costitutivo e statuto societarioUn esempio di formato standard di atto costitutivo e statuto societario è disponibile nel sito internet di ACRA.9

Certificato ufficiale di incorporazioneConclusa la registrazione positivamente, il registro delle imprese (Companies Registrar) invierà una comunicazione ufficiale via email, la quale varrà come certificato ufficiale di incorporazione.

E’ possibile ottenere online un profilo contenente i particolari della società con il pagamento di una modesta tariffa. Questi due documenti sono sufficienti, a Singapore, per tutti i fini legali e contrattuali, inclusi l’apertura di un conto bancario societario,

la firma di un contratto di locazione, la sottoscrizione di servizi telefonici/internet ecc.

Una volta che la società è stata incorporata ed è stato emesso il relativo numero identificativo (Unique Entity Number, UEN), questa potrà iniziare le proprie operazioni. Alcuni tipi di attività (ad esempio le scuole private, le SPA e le società di telecomunicazioni) hanno bisogno di licenze e permessi, che possono essere ottenuti dopo l’incorporazione.

Verifica e gestione annualeAssemblea generale annualeOgni società di Singapore deve convocare la prima assemblea generale annuale entro 18 mesi dalla costituzione e non devono trascorrere più di 15 mesi tra due assemblee generali annuali consecutive ( a meno che non sia stata ottenuta approvazione dal registro delle imprese).

Una società privata può essere dispensata dall’assemblea generale annuale in caso adotti una risoluzione votata da tutti i soci con diritto di voto durante un’assemblea generale della stessa.

Durante l’assemblea generale annuale, gli amministratori devono presentare agli azionisti un prospetto corretto e fedele del conto profitti e perdite della società.

Dichiarazione annuale dei redditiLe società di Singapore devono presentare una dichiarazione annuale dei redditi presso l’ACRA entro un mese dall’assemblea generale annuale. Devono essere inclusi nella dichiarazione annuale dei redditi i dettagli dei responsabili della società, della sede legale e dei revisori (ove applicabili).

Una società può incaricare uno studio professionale o a un ufficio che fornisca tali servizi alla compilazione della dichiarazione annuale, per suo conto .

Per maggiori informazioni sulla costituzione e la manutenzione di società a Singapore, inviateci una richiesta a [email protected] o visitate il nostro sito Internet www.dezshira.com/it..

6 http://www.acra.gov.sg/SSIC+Code+for+Business+Activity+Search.htm

7 h t t p s : / / w w w. p s i . g o v. s g / N A S A p p / t m f /TMFServlet?app=MYBIZFILE-DIR-ENTITY

8 h t t p : / / w w w . a c r a . g o v . s g /Referral+Authorities+Table.htm

9 h t t p : / / w w w . a c r a . g o v . s g / N R /r d o n l y r e s / 5 A B B 7 C 9 E - 5 1 8 2 - 4 B 1 8 -9 7 D 7 - B B E B 6 7 6 6 5 3 1 6 / 1 7 6 1 9 /SAMPLEOFSTANDARDMAA.pdf

Page 46: Collezione China Briefing 2012

Anche se Hong Kong ha siglato molte convenzioni contro la doppia imposizione (Double taxation agreement o DTA) negli ultimi due

anni, Singapore detiene il maggior numero di DTA in Asia, vantando 69 convenzioni globali, quasi il triplo di Hong Kong.

“Soltantonel2011,sonoentrateinvigoreleconvenzionicontroladoppiaimposizione fiscale tra Hong Kong eAustria,Irlanda,Ungheria,Liechtenstein,Giappone, Paesi Bassi, Nuova Zelandae Francia, seguite nel 2012 da quellecon Repubblica Ceca, Indonesia e

Spagna” “ Il 2 giugno 2012, la camera dicommercio italiana ad Hong Kong hapartecipatoadunmeetingorganizzatodall ’ Hong Kong Inland RevenueDepartment, dove erano presentiancheirappresentantidellecameradicommerciodiSvezia,Spagna,Singapore,iqualisonostatiinformatidiunpossibileimminenteaccordodiHongKongconl’Italiaperlasigladiuntrattatocontrola

doppiaimposizione.”Nello stesso anno, Singapore aveva implementato cinque DTA, inclusi quello con l’Irlanda e quello rivisto con la Svizzera. La 69ª convenzione globale firmata da Singapore (con la Spagna) è entrata in vigore nel febbraio 2012, nello stesso mese Singapore e il Regno Unito hanno siglato un secondo protocollo a variazione dell’esistente DTA, abbassando le aliquote sulle ritenute d’acconto.

A tutt’oggi esistono circa tremila DTA in forza in tutto il mondo, e aumentano di circa un centinaio ogni anno. L’obiettivo di queste convenzioni è prevenire che lo stesso reddito sia tassato da due o più stati, incoraggiando quindi gli investimenti oltre confine. Alcuni studi suggeriscono che gli investimenti diretti esteri nei paesi in via di sviluppo, con i quali sussista una convenzione di “esenzione o riduzione fiscale”, siano da 1,4 volte a 2,4 volte superiori rispetto al livello cui si attesterebbero in assenza di convenzioni. Nonostante circa il 75% del testo contenuto

in queste convenzioni si ripeta in maniera identica, l’applicabilità e le disposizioni specifiche di ogni trattato possono variare in modo sostanziale.

La Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo divide i trattati fiscali in categorie, a seconda del loro scopo di applicabilità, principalmente per:

• Reddito• Reddito e capitale (“globale”)• Trasporto (aereo, marittimo, o entrambi,

anche detti “Limited Treaties”) e• Protocollo

In molti casi, due paesi possono avere più di una convenzione contro la doppia imposizione fiscale che hanno scopi di applicabilità diversi e che sono siglate disgiuntamente. Oltre allo scopo della convenzione, è importante distinguere tra le convenzioni che sono state siglate e quelle che sono state ratificate. Singapore, ad esempio, ha siglato ma non ratificato convenzioni con Belgio, Canada, Svizzera, Italia, Turchia, Corea del sud e Regno Unito, per citarne alcune.

Le convenzioni contro le doppie imposizioni fiscali ad Hong Kong e a Singapore [ A cura di Dezan Shira & Associates ]

AustriaBelgioBruneiCina (Continentale) Francia GiapponeIndonesiaIrlandaLiechtensteinLussemburgo Nuova ZelandaPaesi Bassi Regno UnitoRepubblica CecaSpagnaThailandiaUngheriaVietnam

HongKong

Albania Arabia Saudita Australia AustriaBahrein Bangladesh BelgioBruneiBulgaria Canada Cina (Continentale e Hong Kong)Cipro Corea del Sud Danimarca Egitto Emirati Arabi Estonia Federazione Russa Figi Filippine Finlandia FranciaGeorgia Germania GiapponeIndia Indonesia IrlandaIsraele Italia Kazakistan Kuwait Lettonia Libia LituaniaLussemburgo Malesia MaltaMauritius Messico Mongolia Myanmar Norvegia Nuova ZelandaNuova GuineaOman Paesi Bassi Pakistan Panama Papua Nuova GuineaPolonia PortogalloQatar Regno Unito Repubblica Ceca Repubblica Slovacca Romania Slovenia Spagna Sri Lanka Sud Africa Svezia Svizzera Taiwan Thailandia Turchia Ucraina UngheriaUzbekistan Vietnam

Singapore

ComprehensiveDTAs69

18

Bangladesh CanadaCoreaCroaziaDanimarcaEtiopia Federazione RussaFinlandiaGermaniaGiordaniaIslandaIsraeleKenya KuwaitMacao SARMauritiusMessicoNorvegiaNuova Zelanda Paesi BassiRegno UnitoSingaporeSri Lanka Stati Uniti d’AmericaSveziaSvizzera

HongKong

Arabia SauditaBahreinCileEmirati ArabiHong KongOmanStati Uniti d’America

Singapore

Limited DTAs (trasporto aereo e/o marittimo)

7

26

Per magg ior i i n fo rmaz ion i su l l ’u so d i D TA à i n A s i a , v i p re g h i a m o d i contattare Deazn Shira & Associates a italian[email protected] o visitate il nostro sito www.dezshira.com/it.

Page 47: Collezione China Briefing 2012

Da Dezan Shira & Associates

IN QUESTO NUMERO:•Dislocareentrootradistrettifiscali•Chiuderelasocietàesistenteericominciare“dazero”•Espansione:Filialie“conversione”diufficidirappresentanzainsocietàatotalepartecipazionestraniera

Numero125 •giugno 2012

Spostare la sede legale ed

espandere le proprie attività in Cina

Disponibileindiverselingue

Page 48: Collezione China Briefing 2012

Benvenuti a questo numero di Asia Briefing!

Nonostanteiconcettididislocazione(spostamentodellasedegiuridica)edespansionesianopiuttostosemplici,iprocessilegalisottostantiquesteoperazionipossonorisultareavoltemoltocomplessi.

InquestonumerodiChinaBriefingdiscuteremoleformeincuiquestiprocessipossonosvolgersiattraversotrearticoli:

Dislocareentrootradistrettifiscali............................................................................................................................................................3Chiuderelasocietàesistenteericominciare“dazero”...............................................................................................................................5Espansione:Filialie“conversione”diufficidirappresentanzainsocietàatotalepartecipazionestraniera.............................................9

Forniremo,inquestonumero,unaseriedidiagrammiperfacilitarelacomprensionedelprocesso,comeadesempio:

Costituireunasocietàatotalepartecipazionestraniera..............................................................................................................................5Chiudereunufficiodirappresentanza........................................................................................................................................................10

Ciauguriamochequestonumeropossaaiutarviafareunpo’dilucesulleopportunitàdidislocazioneedespansionedellavostrasocietà!

LacopertinaartisticadiquestomeseportailtitolodiSimcityNo.0,2009(oliosutela,92x122cm),dell’artistadiHongKongSimChan.

Galleriaespositiva:FQProjects,No.76,Lane927MiddleHuaihaiRoad,Shanghai,China.Apertadalmercoledìalladomenica,dalle11alle19.Email:fqproj[email protected],Tel.21-6466-2940,sitointernet:www.fqprojects.com.

Cordialisaluti,AlbertoVettoretti,ManagingPartner,DezanShira&Associates,[email protected]

Page 49: Collezione China Briefing 2012

3China Briefing

Gli invest i tor i s t ranier ip o s s o no d e c i d e r e d idislocare le proprie societàin Cina per una serie diragioni, ad esempio i l

cambiamento del modello di businessprecedente,l’esplorazionedinuovimercati,il convergere di diversi investimenti,l’abbattimento dei costi operativi, oppureperusciredaareechestanno“rinnovandolapropriastrutturaeconomica”enonportanopiù sostanziali vantaggi all’investitore.MoltibusinessmenstraniericostituisconolesocietàinCinafrettolosamente,scegliendolasedelegaleinmodosuperficialeopersinosbagliato,eavolteconinmentegiàfuturipianididislocazioneinunaltrodistrettooinun’altracittà.

A tal proposito consigliamo sempre lamassima prudenza e accortezza poichè,quandopossibile,èsempremeglioevitarelospostamentodellasedelegaleperquestionidi tempo e di denaro.Quegli investitoristranieri, che invece stanno valutando ladislocazione per buonimotivi, devonoessereconsapevolisindall’iniziochequestoprocesso saràmolto più impegnativo diquantoimmaginino.

Dislocare all’interno di un distretto conlo stesso regimefiscale è cosa semplice,tuttaviaglispostamentitradiversidistrettifiscali (coordinando operazioni tra ufficigovernativi di diverse aree) sono di granlungapiùcomplicati,e richiedonodiversimesiperesserecompletati.

Ledifficoltàneldislocaresonoingranpartecollegatea treaspettiessenziali. Inprimoluogo,l’imposizionefiscaleinCinaèmoltodecentralizzata e le imposte sono gestitedirettamente dagli uffici tributari locali.Questiufficinoncomunicanominimamentetraloroesipossonopersinoconsiderareincompetizione: nessun ufficiale tributario,infatti, vuole perdere le entrate fiscalidella vostra società lasciandovi trasferirefacilmenteinun’altracircoscrizione.

Lasecondadifficoltàinsitanelladislocazioneè che gli uffici tributari hannomolto più

potere di quanto ci si possa aspettare.Dislocare in qualsiasi luogo al di fuoridel vostro attuale distretto comporta lacancellazione della posizione dai registrifiscali: in pratica, ottenere il permesso dicongedarsidaqualcunochevorrebbetenervilì.Poteteanchestarcerti che la revisioneprecedenteladislocazioneconsisteràinundettagliatoscrutiniodellavostraconformitàfiscale.Nonavetepagatol’impostadibolloin quella piccola operazione risalente adieciannifa?Senonloavetefatto,potresteaverebrutte sorpreseperchè l’auditfinaleobbligatorioandràsicuramenteaspulciaretra la contabilità e fra tutte le voci dibilancio!

Pertalemotivo,lachiusuradiunaposizionefiscale può diventare un processomolto

lungo.Ciòèparticolarmenteveroperquelleimprese straniere che godono ancora diprivilegifiscali,qualiidueannidiesenzioneetreannidiriduzionedel50%delleimpostesul reddito societario inbase allavecchianormativa.Le imprese chebeneficianodiqueste riduzioni fiscali e che operano damenodi10anni,inoltre,sonotecnicamenteobbligate aversare il totaledelle imposteesentate o ridotte qualora decidessero dilasciareildistrettofiscaledicompetenza.L’ultimoaspettocherendeladislocazionein Cina piuttosto complicata è invecequello relativo all’iter burocratico per lospostamento. L’investitore straniero chesi trasferisceinunnuovodistrettofiscale,infatti,devegestireattivamentegliufficidientrambelecircoscrizioni,cheovviamentenonsonocoordinatifraloro.

Dislocare entro o tra distretti fiscali

[AcuradelTaxTeamdell’ufficiodiShanghai,DezanShira&Associates]

“Oltre ad un preciso percorso da seguire ed alla necessità di minimizzare costi e potenziali problemi amministrativi col personale, lo “spostamento” tra distretti amministrativi implica l’avere un’idea precisa degli aspetti chiave della chiusura e della riapertura societaria... ”

Page 50: Collezione China Briefing 2012

Dislocare entro o tra distretti fiscali

4 China Briefing

Oltreallacancellazionedeiregistrifiscali,il processo di trasferimento implicaessenzialmente ripercorrere dall’iniziotutte le fasi per la costituzione di unasocietà a totale partecipazione straniera(WFOE). Oltre ad un preciso percorsoda seguire, la necessità diminimizzarecosti e potenziali passività previdenzialidurante il processo di dislocazione, cosìcome l’interruzione delle operazioni (adesempiolapossibilitàdiemetterefatture),si traducononella sincronizzazione degliaspetti chiave di chiusura e riapertura,inclusi la cancellazione/riemissione dellalicenzacommercialeelachiusura/aperturadellaposizionefiscale.

Nel secondo articolo di questo numero,discuteremo lamodalità di cambiamentodi indirizzo all’interno di un distrettoe il trasferimento a un nuovo distrettofiscale.Analizzeremo, inoltre, l’opzione

“standard” per la dislocazione: chiusuradella società esistente e costituzione diunasocietàcompletamentenuova,ovveroricominciare “da zero”.Questa opzionepuo’essereinteressanteperquellesocietàchedesiderinoespandereilproprioambitodiattivitàe/ochenontemanounperiodoin cui non possono emettere fatture,macomportaanchedeglisvantaggi,adesempioicostiperlalocazionedegliuffici,perlariassunzionedelpersonaleeperlagestionecontemporaneadiduesistemicontabili.

Le filiali sono più semplici da gestire,ma sono limitate inmolti aspetti, comel’impossibilitàdiespandersioltrel’ambitodi attività (oggetto sociale) della societàmadre.

Discuteremol’aperturadifilialieun’altrapossibilità di espansione più comune,ovvero la “conversione” di un ufficio dirappresentanza(RO)inunasocietàatotalepartecipazionestraniera(WFOE)nelterzoarticolodiquestonumero.Aseguitodellanuova normativa per iROdel 2010 cheha reso questi ultimi poco convenientiedeconomici, in molti hanno deciso dicancellareilROediregistrareunanuovaWFOE.

HannocontribuitoaquestonumeroancheCory Lam,Victor Zheng,Dan Shu andSamanthaL.Jones.

“Per quegli investitori che sono interessati ad espandere la propria attività, l’apertura di una fi l iale nell ’area di destinazione puo’ essere una possibilità attraente”

Dislocare entro lo stesso distretto fiscalerisultaabbastanzasempliceefattibileinunasettimanacirca,ammessochenonvisianoproblemiconl’ufficiotributarioincaso,adesempio,disvolgimentodelleattivitàinunluogodiversodallasedelegaledellasocietà.

Amoltiinvestitoristranierièerroneamenteconsigliato, come scorciatoia, avere unasedelegaleeunasedeoperativa,adesempiolaprimainperiferiaelasecondaincentro.Questononèconsentitodallaleggeedèunaspettodicuimoltesocietànonsirendonocontoeacuidovrebberorimediareprimadiintraprenderealtreazionivolteallachiusuradellasocietà.

Poiché si fa riferimento alla sede legalein ogni singola fase del processo diincorporazionediunasocietà,civorrannoalmenodueotremesipercambiarlaintuttidocumentiinpossessodelleautorità,setalecambiamentoènecessario.

Cambiareindirizzoall’internodellostessodistretto fiscale (come in tutte le altresituazioni qui descritte) potrebbe anchecomportaredifficoltàalivelloprevidenziale,in terminidi trasferimentodeicontrattidilavoroedellagestionedeidipendentichenondesideranocontinuarealavorareperlasocietàinunluogodiverso.

(Perulterioriinformazionisivedal’appositoparagrafo “Gestire il personale nellatransizione”)

Spostamento entro lo stesso distretto fiscale

Trasferimento verso un nuovo distretto fiscaleNessun funzionario fiscale vuole perderele entrate dalla vostra società lasciandovitrasferireinunaltrodistretto,pertantocisiaspetteràunacertaresistenzanelprocessodichiusuradiunaposizionefiscale.

Tale resistenza si farà sentire durantela verifica fiscale, ovvero quando saràesaminato ogni singolo aspetto diconformità fiscale della società.Oltre alripianamentodiqualsiasiprivilegiofiscalegoduto (“tax holidays”), l’investitorestraniero deve aspettarsi una qualche“imposta d’uscita”, come per esempiouna contestazione su una tassa di bolloo l’IRPEF per dipendenti espatriati nonpagate (eventualitàmolto comuni che si

riscontrano durante le revisioni fiscali).Ilprocessoditrasferimentoaunanuovacittàounanuovaprovinciaèsimileaquellotradistrettifiscali,malaresistenzadell’ufficiotributario è generalmente di gran lungamaggiore, con la regola generale che piùinlàcisispostapiùèdifficileilprocesso.

Trasferire la vostra società in un nuovodistrettofiscalecomportailcoordinamentotraufficigovernativiinduecircoscrizioni.Il primopassoèottenere l’autorizzazionedalMOFCOMlocaledidestinazione(chesiconsulteràconilMOFCOMlocaledellavostra circoscrizione attuale). Si passeràpoi all’AICdi entrambe le circoscrizioni(che si interpelleranno reciprocamente),

edinseguitoagliufficigovernativiper lacancellazioneelanuovaregistrazionedellaposizionefiscale.

“ Minimizzare i costi (evitare ad esempio affitti doppi) durante il trasferimento in un nuovo distretto significa s incronizzare gl i aspett i chiave dei processi di chiusura e di r iapertura, inclusi la cancellazione e la riemissione della licenza commerciale e la chiusura e riapertura della posizione fiscale.”

“ Quando una società viene chiusa, l’ufficio tributario ispeziona la sede della società. Quindi, il primo passo nel processo di dislocazione è verificare l’indirizzo della sede legale della società.”

Page 51: Collezione China Briefing 2012

5China Briefing

Perevitare i ritardi connessi altrasferimentodiunasocietà inun nuovo distretto fiscale (laverifica di liquidazionefiscalepuò durare da sei mesi fino

a diversi anni!), l’opzione è la chiusuradellaWFOEesistenteelariaperturainunanuovasede.

Questaopzionepresentaiseguentivantaggi:

1. Può essere attuata anche quandol’autorizzazione al trasferimento versounnuovodistrettoènegata,e

2. Permette significativi cambiamentinella società, inclusa l’espansionedel precedente ambito di attività o lavariazionedelcapitaleregistrato.

Chiudere la società esistente e ricominciare “da zero”

[AcuradelTaxTeamdell’ufficiodiShanghai,DezanShira&Associates]

Costituzione di una WFOE

Fase 1:Richiesta della licenza

commerciale 1-2 mesi

Registrazione del nome della società

Certificato di autorizzazione

Licenza commerciale

La WFOE ufficialmente costituita

Fase 2:Registrazione presso

gli uffici governativi e apertura dei conti bancari

2-3 mesi 

Rilascio del timbro della società

Registrazione del codice d’impresa Registrazione presso il SAFE

Registrazione ai fini fiscali

Apertura dei conti bancari per valuta locale e per valuta estera

Conferimento del capitale

Aggiornamento della licenza commerciale(Attestante il conferimento del capitale registrato)

Registrazione presso l’ufficio di statistica Registrazione ai fini finanziari

Costituzione completataTempo totale: 3-4 mesi

“Al fine di evitare ogni possibile scarto temporale, in questo processo, si costituisce di norma la nuova WFOE prima di chiudere quella esistente“”

Page 52: Collezione China Briefing 2012

Chiudere la società esistente e ricominciare “da zero”

6 China Briefing

Chiuderelasocietàesistenteericominciareda zero permette la continuità delleoperazioniaziendaliefacilitailtrasferimentodelnomedellasocietàinterminiditempo,chealtrimentinonpotrebbeessereusatoperalmenoseimesi.

Tuttavia,l’investitorechestaconsiderandoquesta strada dovrebbe tenere amente irelativisvantaggi:

Lanecessitàdidisporrediuncapitalemaggioredainvestire

Èrichiestouncapitalemaggiorerispettoaltrasferimentotradistrettifiscaliacausadegliobblighidiregistrazionedicapitalenelperiodoincuisisovrappongonoleattività delle due società e a causa dialtri costi (come ad esempiogli affittidegliuffici).

Iltrasferimentodelleimmobilizzazionipuòportareadimposteaddizionali

Il trasferimentodelle immobilizzazionideveavvenirealvalorecontabileoadunvaloremaggioreeciòpuòcomportarel’applicazionediimposteaddizionali.

Lanecessitàdiunnometemporaneoperlasocietà

Lasocietàdeveoperaresottounnuovonome per un certo periodo.Dopo lachiusuradellaprecedentesocietà,ilsuonomepuòessereregistratonuovamentedoposeimesi.

Costituzione di una nuova WFOELa costituzione di una società a totalepartecipazionestraniera (WFOE)prevedel’acquisizionediunalicenzacommerciale,la registrazione presso tutti gli ufficigovernativiel’aperturadeicontibancari.

Ilprocessodicostituzionepuòpresentaredelle differenzeminori rispetto al tipodisocietà a totale partecipazione stranierache si sta costituendo.Ad esempio, per

unaWFOEmanifatturieraè richiestaunarelazioned’impattoambientale,mentrelesocietà commerciali dovranno sottoporsiallaregistrazioneperl’ispezionedoganaleedellemerci.

Visonodifferenzeancheperirequisitidelcapitaleminimoaifinifiscali:WFOEperservizi>100.000RMB,societàcommercialiapartecipazionestraniera(FICE)>500.000RMB (tuttavia si consiglia sempre laverificacongliufficidiapprovazionelocalisulcapitaleminimodaversare).

Infine, il tempo di preparazione per unaWFOEmanifatturiera e per una FICEgeneralmentesiallungadaunoatremesirispettoadunaWFOEperservizi.

Uno dei punti chiave da tenere inconsiderazione,quando si costituisceunanuovaWFOE,èilcontrattodilocazione.Adesempio,unindirizzopuòessereregistratosoltanto per una società alla volta ed èpossibilechel’indirizzoperlanuovasocietàsiagiàstatoregistratodaun’altrasocietà,siastranierachelocale.

Lo stato di registrazione di un indirizzo,inmolticasi,puòesserecontrollatopressol’AIC,ma nell’eventualità che ciò nonsia possibile, nel contratto di locazionedeveesseredichiaratochelacaparrasaràrestituitainteramenteall’investitorequaloral’indirizzononsiadisponibile.

Liquidazione dell’esistente WFOEIl processo di chiusura di unaWFOE,ovvero scioglimento e liquidazione, puòrichiedere diverso tempo ed esseremenoprevedibiledell’allestimentodiunanuovasocietà.

La completa liquidazione di unaWFOErichiede normalmente una media di10-14mesi. Una buona preparazione ecoordinazione, e la stretta cooperazioneconleautoritàcoinvolte(inparticolareleautoritàfiscali),sonofondamentali.

Il diritto societario e la normativa diriferimento per le WFOE (“WFOEImplementingRules”) forniscono ampiedisposizioni sullo scioglimento e sullaliquidazionedellestesse.

Ques t i p rocess i possono va r i a releggermente,nellapratica,inbaseall’areageografica.A Pechino, per esempio, ènecessario recarsi sia presso gli uffici

tributarilocaliperl’impostasullepersonefisiche o l’addizionale a supporto delsistema scolastico, sia presso gli ufficitributari nazionali per IVAe imposta sulredditosocietario.

L’investi tore straniero deve porreparticolare attenzione agli oneri fiscalidurante la liquidazione, come descrittodettagliatamentediseguito.

Ilprocessodiliquidazioneprevedetrefasi:

1. Domanda di richiesta per la cessazione dell’attività Periniziareilprocessodiliquidazione,laWFOE deve richiedere l’autorizzazionedi cessazione dell’attività all’autoritàdi approvazione originale (di norma ilministero del commercio).Almomentodel rilascio dell’autorizzazione, inizia ilprocessodiliquidazione.(Perisettoriogliinvestimenticonrestrizionicherichiedanoautorizzazioni da altri uffici, le richiestedevonoessereinoltrateancheaquesti).

2. Espletamento delle obbligazioni di liquidazioneIl consiglio di amministrazione dovrànominareuncomitatodiliquidazione(conilcompitodigestireilprocessostessoentro15giornidalladatadiautorizzazioneallacessazione,epresentarelalistadeimembridelcomitatoall’autoritàcompetente).

“La costituzione di una WFOE richiede generalmente da tre a sei mesi in base alla completezza e all’accuratezza dei moduli di richiesta, e anche alla tempestività con cui si è in grado di rispondere alle richieste di informazioni aggiuntive.”

1. Domanda di richiesta per la cessazione dell’attività

2. Espletamento delle obbligazioni

di liquidazione

• liquidazione del consiglio di amministrazione

• registrazione e verifica dei crediti• distribuzione e vendita

delle immobilizzazioni• relazione di revisione

sulla liquidazione• relazione sulla

liquidazione

3. Cancellazione delle licenze presso tutte le relative autorità

Page 53: Collezione China Briefing 2012

Chiudere la società esistente e ricominciare “da zero”

7China Briefing

Ildirittosocietariodisponecheilcomitatoper la liquidazione di una società aresponsabilità limitata sia composto daisuoi azionisti,mentre per una società aresponsabilità limitata da azioni deveesserecompostodagliamministratoriodaisoggetti indicati dall’assemblea generaledegliazionisti.

È disposto nelle “WFOE ImplementingRules”cheilcomitatoperlaliquidazioneincluda i l rappresentante legale, irappresentantideicreditorieirappresentantidellerelativeautoritàcompetenti,cosìcomedairevisoricontabiliautorizzatiedailegali.Ilcomitatoperlaliquidazione,inpratica,può includere chiunque sia stato indicatodagliazionisti.

Entro 10 giorni dalla sua formazione, ilcomitato per la liquidazionedeve inviareuna comunicazione scritta relativa allaliquidazione a tutti i creditori conosciutiperché dichiarino i propri crediti. Ilcomitato,inoltre,deveannunciare,entro60giornidallasuacostituzione,laliquidazionedellasocietàsiasuunquotidianonazionalesiasuunappropriatoquotidianoprovincialeomunicipaleabeneficiodeicreditorinonconosciuti.

Il comitato dovrà esercitare le seguentifunzioni e i seguenti poteri durante laliquidazione:

Liquidareibenidellasocietà,prepararelostatopatrimonialeelalistadeibeniepredisporreunpianodiliquidazione Comunicareaicreditoridellasocietàlaliquidazionetramiteavvisooannunciopubblico Completareogniattivitàinesseredellasocietà Presentarelastimaallavalutazionedeibenieilmetododicalcolo Versare tutte le imposte non pagate esaldaretuttiidebiti Regolare tutti i debiti e i crediti dellasocietà Vendereibenirimanentidopoilsaldodituttiidebitidellasocietà Rappresentarelasocietàinogniprocessocivile Presentarelarelazionesullaliquidazioneal consiglio di amministrazione e alleautoritàperl’approvazione

I creditori conosciuti devono registrarepresso il comitato di liquidazione le lororichieste entro 30 giorni dal ricevimentodel relativo avviso di liquidazione.Tutti

glialtricreditoridevonoregistrarepressoilcomitatodiliquidazionelelororichiesteentro45giornidall’annunciopubblicodiliquidazione.

Ilcomitatodeveriesaminaretuttiicreditiregistrati e determinarne la validità, deveinoltrecomunicareperiscrittoairichiedentila propria decisione rispetto alle lororichieste.Dopo aver verificato e valutatole proprietà della società, redatto lo statopatrimonialeelalistadelleproprietà,devepreparare un piano per la liquidazione epresentarloall’assembleadegliazionistiperl’approvazione.

Ilcomitato,conquestaapprovazione,puòcominciare a liquidare i beni residui o aprocedere con la vendita degli stessi nelseguenteordine: Speseperlaliquidazione; Salari o pagamento degli oneriprevidenzialideidipendentiinsospeso; Debitid’impostasospesi;e Ognialtrodebitosospesodellasocietà

Dopoaversaldatoisuddettidebiti,ilcomitatodeve distribuire ogni bene residuo agliazionistidellasocietàinbasealleloroquote.

Ciò che rimane può essere convertito inqualsiasialtravalutaesteraattraversounaspecifica banca di cambio, e può essereliberamenterimessootrasportatoall’estero.

Deveesserecoinvoltounostudiocontabilelocale per condurre il controllo dellaliquidazione e preparare la relazione diverifica della stessa.Anche la verificadi regolarità fiscale deve essere eseguitadall’autoritàtributariacompetente.Questaprocedura richiede parecchio tempo, dinorma tra i 6 e i 12mesi.La verifica diregolaritàfiscale e la cancellazione dellaposizionecostituisconoilmaggiorostacoloduranteilprocessodiliquidazione.L’ufficio tributario, dopo che tutte leprocedure di liquidazione sono statecompletateeleimposteversate,procederàalla cancellazione della posizionefiscaledellasocietà.

Come in un normale audit di verifica, irevisoriperlaliquidazionesiconcentrerannosuiseguentiaspetti:

Ilcontoeconomicoeletransazionidellasocietànegliultimitreanniprimadelladatadelladichiarazionediliquidazione.

La completezza e la veridicità delleinformazionisuibeni,inclusi:• correttezzaneicalcolideicrediti• autorizzazionedellacancellazionedei

creditiinesigibili• completezzadeiresocontibancari• realeproprietàdeibenimaterialidella

società• corretta approvazionedelle autorità

su ripianamento/perdita dei beniimmobili e corretta registrazione edistribuzionedeglialtribeni

Lepassivitàdellasocietà,inclusi:• calcolo corretto dei salari dovuti ai

dipendenti• correttoversamentodelleimposte• corretto ripianamento delle altre

passività

Larelazionediverificasullaliquidazioneèemessadaunostudiocertificatocontabileedeveesserepresentataall’assembleadegliazionistidellasocietàperl’approvazione.

Il comitato per la liquidazione, conl’approvazione,devepresentareall’autoritàche hanno emesso le autorizzazioniin origine (di norma il ministero delcommercio)unarelazionedi liquidazioneconlaprovadicancellazionepressoilSAFEel’autoritàdoganale.

3. Cancellazione delle licenze presso tutte le relative autoritàAquesto punto, la società straniera puòprocedereallacancellazionpressotuttiglialtriuffici,inclusi:

L’ Ufficio per l’Amministrazionedell’industriaedelcommercio(AIC); L’Ufficioper l’Amministrazionedellaqualitàedelcontrollotecnico

Alcune società appartenenti a settoriparticolaridevonofarcancellareanche leautorizzazionispecialiinloropossesso.

“ U n a r e l a z i o n e d i liquidazione generalmente include informazioni sui beni e sulle passività della società e la descrizione del modo in cui tali beni sono stati liquidati””

Page 54: Collezione China Briefing 2012

Chiudere la società esistente e ricominciare “da zero”

8 China Briefing

Le società a partecipazione straniera in Cina, in fase di liquidazione, devono far fronte sia agli oneri fiscali in sospeso sia ai nuovi oneri fiscali derivanti dalla liquidazione.

Qualsiasi imposta non pagata in precedenza deve essere saldata durante la liquidazione. In questa sede, l’investitore straniero deve aspettarsi una qualche imposta d’uscita (“exit tax”) applicabile, ad esempio, sotto forma di una tassa di bollo non pagata o dell’ IRPEF non pagata per dipendenti espatriati.Queste sono eventualità molto comuni che si riscontrano durante le revisioni fiscali in fase di chiusura societaria.

Alcune imprese straniere, inoltre, godono ancora di privilegi fiscali, quali due anni di esenzione e tre anni di riduzione del 50% delle imposte sul reddito societario in base alla vecchia normativa. Tali privilegi si applicano soltanto, di norma, a quelle società che svolgono l’attività per almeno 10 anni. Le imprese che godono di queste riduzioni fiscali e tuttavia svolgono l’attività per meno di 10 anni sono tecnicamente obbligate a versare il totale delle imposte esentate o ridotte.

Durante il processo di liquidazione, la vendita di beni e il licenziamento di dipendenti, per citare alcuni esempi, genereranoo con ogni probabilità nuovi oneri fiscali. Poiché la cessione di beni durante la liquidazione ha come fine la distribuzione degli utili, l’onere d’imposta andrà considerato in modo diverso. Parte di tali oneri saranno considerati come spese di liquidazione e andranno versati preferibilmente prima delle altre spese.

Oneri fiscali durante il processo di liquidazione

Imposta sul reddito societarioIl periodo di liquidazione deve essere considerato come un periodo fiscale separato per il calcolo dell’imposta sul reddito societario. Le relative formule sono le seguenti:

Profitti/perdite durante la liquidazione = (profitti/perdite da vendita rimanenze) + (profitti/perdite da vendita non di rimanenze) + (profitti/perdite da vendita beni)

Net Assets/Retained Assets = (Profitti/perdite da liquidazione) - (salari/contributi obbligatori di previdenza sospesi) - (spese per liquidazione) - imposte dovute - altri oneri - perdite sui crediti inesigibili + ricavi da recupero crediti

Ricavi da liquidazione = Attività nette/residui attivi conservati - perdite accumulate - valore attività nette su base imponibile +(-) altre rettifiche d’imposta

Iva sulle importazioni e dazi doganaliLa dogana stabilisce il monitoraggio di vari prodotti importati per un periodo di diversi anni. Durante il periodo di monitoraggio, il valore dei beni va ammortizzato al valore effettivo se l’autorità doganale ne autorizza la vendita, il trasferimento o l’utilizzo ad altri fini.In questa situazione si applicano sia l’Iva all’importazione sia i dazi doganali.

La relativa formula è la seguente:Prezzo dopo imposte = prezzo CIF x [1- numero mesi usati/(anni di utilizzo x 12)

Inoltre, se la società a partecipazione straniera desidera trasferire i beni originariamente importati in regime di esenzione Iva, la dogana calcolerà l’imposta sulla base dell’anno di ammortamento.

Imposte sul fatturatoLe imposte sul fatturato, previste nei trasferimenti di beni durante la liquidazione, saranno in genere l’IVA, la Business Tax e l’imposta sulla rivalutazione dei terreni.

Imposte sul patrimonioQueste imposte possono includere l’imposta sui beni immobili e l’imposta sui veicoli e imbarcazioni. Durante la fase di liquidazione, prima di trasferire detti veicoli , le società a partecipazione straniera dovranno affrontare anche queste imposte.

Calcolo degli oneri fiscali

Page 55: Collezione China Briefing 2012

Caratteristiche delle filiali

Ambito di attività limitato• L’ambitodiattivitàdeverientrarein

quellodellasocietàmadre• Importazione ed esportazione

negate: la società madre deveassumersenel’incarico

Semplice costituzione• Non è richiesta l’autorizzazione

dal ministero del commercio,piuttosto,possonoessereregistratedirettamentepressol’AdministrationofIndustryandCommerce(AIC).

• Nonèrichiestocapitaleregistrato.• Non è necessaria l’apertura di un

contobancario(puòessereutilizzatoquellodellasocietàmadre).

Facile gestione• Devono essere registrate presso

l’ufficioimpostelocale,masoltantole filiali che vogliono emetterefatture (filiali operative) devonodichiarare su base mensile i propriredditi imponibili, come da lorofattureemesselocalmente.

• Soltanto le filiali operative, inoltre,devono mantenere la loro propriacontabilitàesottoporsiallarevisioneannualelocale.

Non costituiscono entità giuridica• Noncostituisconoentitàgiuridicae

laresponsabilitàricadesullasocietàmadre.

Gliinvestitori stranieri giàpresenti attraverso unasocietàatotalepartecipazionestraniera(WFOE),chestianoprogettandodistabilireuna

presenzainun’altracittà,siaperespansioneodislocazione,potrebberovolerconsiderarelacostituzionediunafiliale.

Unafilialeèessenzialmentel’ufficiodiunaWFOEsituatoinluoghidiversidallasedeprincipaledellasocietàmadre.Lefilialisonopiùsemplicidaregistrareegestire,masonolimitateinmoltiaspetti,comel’impossibilitàdiespanderel’ambitodiattivitàdellaWFOEoltreaquellospecificatosullalicenza.

Molte società a utilizzano le filiali perespandere la loro presenza in terminigeografici. Ad esempio, i principalinegozi di vendita al dettaglio in Cinasono generalmente filiali di una societàcommerciale a partecipazione straniera(FICE).Inoltre,possonoessereinteressantiquando lasocietàhabisognodiassumerepersonalelocalenellacittàdidestinazione,equindipresentaredichiarazioniIRPEFepagamenti previdenziali direttamente nelluogodiresidenzadeidipendenti.

L’aperturadiunafilialepuòquindiessereun’alternativa pratica ed economica alladislocazionediunaWFOE”.

Diseguito,andremoadiscuterelelimitazionidellefilialieilprocessodiregistrazione.

Inoltre,menzioneremoun’altrapossibilitàdiespansionedelleproprieattività,ovverola“conversione”diunufficiodirappresentanza(RO)inunasocietàatotalepartecipazionestraniera(WFOE).IROrappresentanoperl’investitorestranierounmododitestareilmercatocinese, ingranparteperchésonofacilievelocidacostitutireenonrichiedonouncapitaleregistrato.

Tuttavia,iROhannoanchedeilatinegativi,quali ad esempio un ambito di attivitàlimitato,l’impossibilitàdiemetterefattureeunalimitatacapacitàdiassumerepersonale:idipendenti locali, infatti, possono essereassuntisoltantoattraversoappositeagenziegovernative(adesempioilFESCO)enonpossonosuperarelequattrounitàdipersonalestranieroper ufficio.Le regolamentazionidel 2010 (2010RORegulations), inoltre,

hannoinaspritolatassazioneincapoaiRO,rendendoli di fatto poco convenienti nelcasodiun’espansionedell’attivitàintermininumericiefunzionali..

Moltiinvestitori,perquestaragione,stannovalutandol’ipotesidiconversionedeipropriROinWFOE.

Le filialiI l processo di costi tuzione di unaf i l i a le è essenz ia lmente s imi le aquello di registrazione di unaWFOE.Costituire una filiale non necessita diautorizzazionedalministerodelcommercio:piuttosto, questa può essere registratadirettamente presso l’Administrationof Industry and Commerce (AIC).Una filiale non deve necessariamenteaprire un conto bancario (può utilizzarequellodella societàmadre) e,mentreunanuovafilialedeveessere registratapressol’ufficio imposte locale, soltanto quellefilialichevoglianoemetterefatture(cioèlefilialioperative)devonodichiararesubasemensileipropriredditiimponibili.Questorendeminimalamanutenzionedellefilialinonoperative.Soltantolefilialioperative,inoltre, devonomantenere la loro propriacontabilità e sottoporsi alla revisioneannualelocale.

Espansione: filiali e “conversione” di uffici di rappresentanza in società a totale partecipazione straniera

[AcuradelTaxTeamdell’ufficiodiShanghai,DezanShira&Associates]

“ Le filiali hanno delle limitazioni, ma la loro facilità di registrazione e gestione le rende tuttavia un’alternativa interessante per stabilire la propria presenza in un’altra località””

Page 56: Collezione China Briefing 2012

Espansione: filiali e “conversione” di uffici di rappresentanza in società a totale partecipazione straniera

10 China Briefing

Il processo di costtituzione di unafilialerichiededaduea tremesicomeminimo.Per la filiale non è richiesto un capitaleregistrato, è piuttosto utilizzato quellodellasocietàmadreasupporto.Quandosicostituisceunafiliale,quindi,èimportanteconsiderare se il capitale registrato e ilCashFlowdellaWFOEsianosufficientiasupportaretalefiliale.

Per aumentare il capitale registrato èrichiestal’autorizzazionedelministerodelcommercioequindiilrinnovodellalicenzacommercialedellaWFOE,ilchesignificaritornare agli stessi uffici governativiutilizzati per la costituzionedellaWFOEstessa.Soltantoquestoprocessonecessitadidueotremesi,allungandoquindiinmodosignificativoiltemporichiestopercostituireefarfunzionareunafiliale.

“Conversione” di un RO in una WFOELaregolamentazionesuiROdel2010haaumentatoilmarginediprofittopresuntodal10%al15%eharibaditocheadunufficiodirappresentanzaèproibitosvolgere“attivitàascopodilucro”.UnROpuòintraprenderesoltantoleseguentiattività:

Analisi di mercato, esposizione diprodottioservizieattivitàpromozionalicollegate ai prodotti o ai servizi dellapropriasedecentrale

Attività di coordinamento per venditadi prodotti, fornitura di servizi,approvvigionamentilocalioinvestimentilocalipercontodellasedecentrale

Nonostantequestedisposizioninon sianostateimplementateedapplicatenelmodoincuimoltisiaspettavanohannocomunquespronato molti investitori stranieri aconvertireiloroROinWFOE.

Inrealtà,ilconcettodi“conversione”diunROinunaWFOEdipersénonesiste,maprevedeinvecedueprocedureseparatechepossonoessereeseguiteinqualsiasiordine.Cancellare unROe costituire unanuovaWFOEsonoduestepsseparatichepossonoessere eseguiti in qualsiasi ordine dipreferenza(tuttavia,bisognausarequalcheaccortezzaseentrambelestrutturehannolo stesso indirizzo legale).PoichéunROnon ha personalità giuridica, il termine“cancellazione” è utilizzato al posto di“liquidazione”, nonostante sia permoltiaspettiunaliquidazione.

LacancellazionediunROiniziaall’ufficioimposte(revisioneesaldo)econtinuapressole altre autorità competenti, che possonovariare subasegeografica.Nonostante lefasidicancellazionediunROsianopoche,la difficoltà di cancellare una posizionefiscale non deve essere sottovalutata. IRO che non abbiano adempiuto a tuttiprecedenti obblighi fiscali avranno delleparticolaridifficoltàaquestoproposito.

IlprocessodicostituzionediunaWFOEèespostoapag.5edescrittoapag.6.

“La cancellazione di un RO può durare da sei mesi a più di due anni, a seconda del periodo di tempo richiesto per la cancellazione all’ufficio imposte. La nuova WFOE può essere costituita durante il processo di cancellazione del RO””

Cancellare un ufficio di rappresentanza

Fase 1:Cancellazione presso

l’ufficio imposte

Revisione contabile

Saldo degli oneri fiscali

Cancellazione della posizione fiscale

Fase 2:Cancellazione presso

le altre autorità *

Cancellazione presso:• State Administration Foreign Exchange (SAFE)• L’autorità doganale• L’amministrazione dell’industria

e del commercio (AIC);• L’ufficio qualità e supervisione tecnica• L’ufficio nazionale di statistica

• Chiusura dei conti bancari

Ufficio di rappresentanza cancellato

Tempo totale: Da sei mesi a più di due anni *Variabilesubasegeografica

Page 57: Collezione China Briefing 2012

Espansione: filiali e “conversione” di uffici di rappresentanza in società a totale partecipazione straniera

11China Briefing

Come gestire il personale durante una fase di transizione?

La situazione migliore è quella in cui i dipendenti che non lavoreranno più per la società dopo la transizione (inclusi quelli che non desiderano cambiare luogo di lavoro) si dimettano.

Per i dipendenti che non si dimettono, né il diritto contrattuale né il diritto del lavoro e le relative modalità di applicazione contengono disposizioni specifiche sulla dislocazione del personale. In base al diritto del lavoro, datore di lavoro e dipendente possono terminare un contratto di impiego qualora, attraverso una consultazione, raggiungano un accordo sulla questione. Il contratto può essere terminato anche quando una condizione oggettiva sottostante la conclusione dello stesso subisca un cambiamento significativo, ad esempio quando il contratto non può più essere eseguito, e se dopo la consultazione tra le parti non viene raggiunto un accordo sulla modifica dei suoi contenuti.

In entrambe queste circostanze, il datore di lavoro deve risarcire il dipendente in base al numero degli anni in cui questi è stato impiegato (un mese di salario per ogni anno completo di lavoro).

La società deve gestire, per i dipendenti in continuità d’impiego da spostare, il trasferimento nella nuova città della registrazione ai fini della previdenza sociale (incluso il fondo per l’abitazione).

Oltre al nuovo contratto di lavoro, i dipendenti che lavoreranno per la nuova entità dopo la transizione dovranno firmare un contratto per il trasferimento con la nuova società. Tuttavia la società, per essere parte di questo contratto, deve avere prima ottenuto la licenza commerciale.

Poiché coordinare la tempistica dell’emissione della nuova licenza commerciale e della chiusura della posizione fiscale della precedente entità è particolarmente difficile, per evitare che un dipendente venga impiegato illegalmente da una delle due, è possibile incaricare un’agenzia di risorse umane o di servizi professionali che assuma temporaneamente i dipendenti per conto della società durante la transizione. Alla costituzione della nuova società, l’agenzia può “trasferire” questi dipendenti alla nuova entità, evitando le potenziali responsabilità legali connesse a tempistiche non corrette.

Dipendenti in non

continuità

di impiego

Dipendenti in continuità

di impiego

Potrebbe essere molto difficile gestire le questioni legate al personale durante una fase di transizione, sia questa una dislocazione verso un nuovo distretto fiscale o verso una nuova città, oppure la conversione di un ufficio di rappresentanza in una società a totale partecipazione estera per servizi. Il livello di difficoltà è naturalmente maggiore in base al numero degli impiegati da trasferire. Mentre un RO o una WFOE per servizi avranno probabilmente meno dipendenti, una WFOE manifatturiera ne avrà molti di più.

I dipendenti hanno diritto di scegliere se rimanere impiegati o meno nella nuova entità, in caso di dislocazione verso un nuovo distretto fiscale o verso una nuova città, oppure nel caso della conversione di un RO in una WFOE per .

“Per chiudere una società o un’entità giuridica è necessario presentare una data di scadenza fiscale entro la quale essa non deve più avere dipendenti a libro paga. Dovranno essere intraprese azioni specifiche per gestire sia i dipendenti che continueranno ad essere impiegati sia quelli che non lo saranno. Da tenere a mente che per legge, per non incorrere in sanzioni, i dipendenti devono essere avvisati della transizione con almeno un mese di anticipo ””

Page 58: Collezione China Briefing 2012

Da Dezan Shira & Associates

In questo numero:• RiformadelsistemafiscaleIva• ContestonormativodelprogrammasperimentalediriformaIva• StatusdicontribuenteIvaordinario:comeeperché• Domande e risposte: quali problemi si trovano spesso ad affrontare le

societàstraniererispettoall’IvainCina?

Numero 126 • Luglio/agosto 2012

La riforma dell’imposta sul valore aggiunto

Disponibileindiverselingue

Page 59: Collezione China Briefing 2012

2 - CHINA BRIEFING

ComeprevistodalprogrammadiriformafiscaleinCina,inbasealXIIPianoQuinquennale(2011-2015),

l’imposta sul valore aggiunto sostituirà la business tax. Shanghai ha fatto da apripista nella riforma

dell’imposta sul valore aggiunto (Iva) istituendo, a partire da gennaio, un programma sperimentale

(PilotReformProgram)nelsettoredeitrasportieinseisettoridiserviziavanzati.Siprevedeperquesta

sperimentazioneun’espansionegeograficasulargascala,connovealtrecittàeprovinceche,almomento

attuale,hannoufficialmenterichiestodiparteciparvi.

PermoltilariformaIvarappresentaunafaseditransizioneconmoltidubbieunnumeronotevoledi

domande,come,adesempio,capireesattamentequaletipodiIvaacredito(inputVAT)saràpossibile

dedurre.

Perfareunpo’dichiarezzasull’argomento,esull’IVAingenerale,risponderemo,inquestonumerodi

ChinaBriefing,adunaseriedidomande,comeadesempio:

• Comefunzional’Ivanell’attualesistemafiscale?

• L’Ivaaumenteràodiminuiràlapressionefiscaletotale?

• Qualèilcontestonormativodelprogrammapilotadiriformadell’Iva?

• Qualisonoiproblemipiùcomunichesitrovanoadaffrontarelesocietàstraniererispettoall’Iva?

Inquestonumero,inoltre,andremoacreareunasinergiatralemolterisorsedisponibiliinAsiaBriefinge,

atalscopo,utilizziamounaseriediicone(elencatediseguito)perindirizzarviallerelativerisorse:notizie,

aggiornamentinormativi,pubblicazioni,discussioniLinkedIn,podcasteprofessionistidellasocietàda

contattareincasodiulterioridomande.

Cordialisaluti,

AlbertoVettoretti,

ManagingPartner,DezanShira&Associates,

EditoreAsiaBriefing

[email protected]

Nota dell’editore

Tuttoilmaterialeeicontenutisonoprotettida©2012AsiaBriefingLtd.

Nonèpermessanessunariproduzione,copiaotraduzionedimaterialesenzailconsenso

dell’editore.

Domande?Entrateincontattodirettoconi

professionistispecializzatisull’argomento.

AggiornamentinormativiStatealpassoconicambiamentinormativigrazieagli

aggiornamentisuwww.dezshira.com/it.

?Lettureconsigliate

Trovatelepubblicazionirelativeall’argomentosuwww.asiabriefing.com/bookstore.

NotiziesuChinaBriefingNewsLeggetelenotizieeicommentisull’argomentosuwww.china-briefing.com/news.

ProspettivainternazionaleInformatevisucomel’argomentoètrattatoinaltregiurisdizioniasiatiche,inclusiIndiaeVietnam.

PodcastAscoltategliinterventidiunespertoinmateria.

Page 60: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 3

Numero 126 • Luglio/agosto 2012

Sommario

“Uno degli errori comuni che riscontriamo nelle società straniere è la sottovalutazione delle fasi e del tempo necessari per poter emettere fatture o fapiao.”

Start

Shanghai

Beijing

May Jun JulApr

Riforma del sistema d’imposta sul valore aggiunto in Cina

Nell’ottobre 2011, la Cina ha ufficialmentenotificatoillanciodelprogrammasperimentalediimposizioneIva(impostasulvaloreaggiunto)a sostituzione della business tax, in base

all’obiettivo di riforma del sistema fiscale...

1. Circular 110 – National

2. Circular 111 – Shanghai

Contesto normativo del programma sperimentale di riforma Iva

AseguitodelladecisionedelConsigliodiStato,nell’ottobre 2011, di lanciare il programmasperimentalediriformaIvaaShanghai,ilMinisterodelleFinanze(MoF)eloStateAdministrationofTaxation(SAT)hanno,nelnovembre2011...

Status di contribuente ordinario Iva: Come e perché

Unaltrofattorechelesocietàdevonoconsiderare,nelcalcolodeicostitotaliconcernentilariformaIva, riguarda l’opportunità o meno di passaredallostatusdipiccolocontribuenteaquellodicontribuenteordinario.Nonostantel’aliquotaIvaperipiccolicontribuentisia...

UsateilvostrosmartphoneperleggereilcodiceQRescaricareleapplicazionimobilidiAsiaBriefing.

Notizie su China-Briefing.com

p.4

9marzo SeipuntichiaveriguardantilariformafiscaleinCinanel2012

26aprile IlSATrilascialeMisureperrichiederel’IVAadaliquotazero

4giugno Leimpresecommercialistranierepossonoancorarichiedereicertificatiperilrecuperodell’IVAacredito

14giugno LaCinachiariscel’utilizzodellefatturesoggetteaIvaspecialeperilrimborsoIVAall’esportazione

20giugno LenuovealiquoteIvaclassificatepertipodiservizio

3- 6 mesi di prova

• Modulodidomanda(30giorni)

• Colloquio;ispezionelocale

• ModulodiverificadicontribuenteIvaordinario

• Autorizzazioneall’acquistodifattureofapiao

Richiesta

p.9p.7

JennyZhang

Manager,CorporateAccountingServices

DezanShira&Associates,ShanghaiOffice

Page 61: Collezione China Briefing 2012

4 - CHINA BRIEFING

Nell’ottobre 2011, la Cinaha ufficialmente notificatoi l lancio del programmasperimentale di imposizioneI va ( imposta su l va lore

aggiunto)asostituzionedellabusinesstax,inbaseall’obiettivodi riformadel sistemafiscaledelineatonelXIIPianoQuinquennale(2011-2015).

Apartiredalprimogennaio2012,èiniziataa

Shanghailasostituzionedellabusinesstaxcon

l’IVAnelsettoredeitrasportieinseisettoridi

serviziavanzati.Lariformachesistatestando

aShanghaisaràapplicatainseguitoalivello

nazionale;nelcontempoPechinohaottenuto

l’autorizzazione al lancio del programma

sperimentale a partire dal primo luglio di

quest’anno.

La riforma dell’Iva ha lo scopo di risolvere il

problemadelladoppiatassazionesuibeniesui

serviziderivantedallacoesistenzadibusiness

taxesistemaIva,esiprefiggedipromuovere

losviluppodelsettoredeiserviziavanzati in

Cina. La doppia tassazione che deriva dalla

coesistenzadi Ivaebusinesstaxèdovutaal

fattochelaseconda,pagatasuiserviziutilizzati,

nonpuòesseredetrattadaicontribuentiIva.

La business tax è un’imposta sul fatturato

“a cascata”, per la quale le imposte sono

pagate sul costo totale dei prodotti e dei

servizi ad ogni stadio della supply chain.

Applicandoun’impostasoltantoaglielementi

checompongonoil“valoreaggiunto”lungola

supplychain,inveceditassarel’interofatturato

dell’attività,lariformaIvapuòpotenzialmente

rimuovereicostiextrachesonoalmomento

soggettiappuntoallabusinesstax.

È difficile per le attività con vendite miste,

inoltre, determinare gli elementi di valore

aggiuntoperbusinesstaxeIva.Adesempio,

quando si acquista una casa completa di

mobilio,dalpuntodivistadell’agenziadelle

entrate statale (State Bureau ofTaxation), la

casa è soggetta a business tax, in qualità di

proprietà immobiliare; il mobilio è invece

consideratocomeunbenevendutoequindi

soggettoadIva.Tuttavia,dalpuntodivistadi

unufficiotributariolocale,siacasasiamobilio

sono soggette a business tax, visto che

l’attivitàprincipalediunasocietàimmobiliare

èsoggettaabusinesstax.

Infine, la domanda più pertinente è se,

in seguito alle stesse, ci sarà o meno un

incrementodellapressionefiscaletotaleper

lesocietà.

Inquestoarticolo,diamorispostaalleseguenti

tredomandechiave:

• Come funziona l’Iva nell’attuale sistema

fiscale?

• L’Iva aumenterà o diminuirà la pressione

fiscaletotale?

• In che modo la riforma Iva influenzerà le

attivitànelbreveperiodo?

Riforma del sistema di imposta sul valore aggiunto in Cina

Annuncio Inizio*

Annuncio Inizio

Shanghai

Beijing

2012

Nov Dec Jan Feb Mar May Jun Jul

Programma sperimentale di riforma Iva: Shanghai e Pechino.

2011

Oct Apr

Programma sperimentale per il settore dei servizi avanzati

• R&Setecnologia

• IT

• Cultura

• Logistica

• Leasingdiproprietàmobili

• Consulenza

Espansione geografica

Altrenovetracittàeprovince

hannoufficialmenterichiesto,al

momentoattuale,dipartecipare

alprogrammasperimentaledi

riformaIva,incluseChonqing,

Shenzhen,Tianjin,Xiamen,ele

provincedelloAnhui,delFujian,di

Hainan,delloHunanedelJiangsu.

VAT

* Secondo le informazioni governative, febbraio 2012.

Page 62: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 5

Riforma del sistema di imposta sul valore aggiunto in Cina

Al momento attuale, l’Iva è imposta sulle

ven dite, sull’importazione di beni tangibili,

sui servizi di lavorazione, riparazione e

sostituzione di beni. L’aliquota Iva per la

venditael’importazionedellamaggiorparte

deibeni,periservizidilavorazione,riparazione

esostituzionedibeni,siattestaal17%,mentre

peralcunibeniparticolarisiattestaal13%.Il

contribuente,chetrattabeniofornisceservizi

imponibili che prevedono aliquote diverse,

deve calcolare separatamente il volume

dellevenditedeibeniedeiservizichesono

tassabiliadaliquotediverse,penal’applicabilità

dell’aliquotamaggiore.

Labusinesstax,applicataallafornituradialtri

servizi e al trasferimento dei beni intangibili

eproprietà immobiliari,èparial3%oal5%

((l’aliquotamassimaparial20%siapplicaal

settoredell’intrattenimento).

Sistema Fiscale correnteIva Business tax

17%

13%

3%

vendita e importazione di beni, servizi di lavorazione,

riparazione e sostituzione di beni.

vendita e importazione di beni speci�ci.

Piccoli contribuenti.

General Taxpayers*

3% 5%

5-20%

Trasporti, infrastrutture,

poste e telecomunicazioni, cultura e sport

Servizi �nanziari e assicurativi, agenzie

per servizi, cessione di

beni intangibili, vendita di proprietà

immobiliari

Industria dell'intrattenimento*

* I contribuenti Iva si dividono in contribuenti ordinari e piccoli contribuenti. I contribuenti che superano il limite di vendite annuali dei piccoli contribuenti devono fare richiesta per lo status di contribuente ordinario.Il limite vendite per i piccoli contribuenti è 500.000RMB per le imprese impegnate nella produzione di beni o nella fornitura di servizi imponibili, mentre è di 800.000RMB per le imprese coinvolte nella vendita all'ingrosso o al dettaglio di beni.

Attuale sistema �scale Iva. Imposta sulle vendite e sull'importazione di beni, su servizi di lavorazione, riparazione e sostituzione di beni. Business tax.

Applicata alla fornitura di altri servizi imponibili e al trasferimento dei beni intangibili e alla vendita di proprietà immobiliari.

Calcolo IvaContribuenti ordinariPericontribuentiordinari,l’Ivaimponibile

sibasasudueaspetti:

L’Iva a credito è detratta dall’Iva a

debitoapplicatasullavenditadeibeni.

L’Iva dovuta si determina sottraendo

l’Iva a credito dall’Iva a debito in un

determinatoperiodo,ossia:

Iva dovuta =

Piccoli contribuentiPer i piccoli contribuenti l’aliquota Iva

siattestaal3%enonviè Ivaacredito

detraibile.Laformulaèlaseguente:

Ivadovuta=valoredellevendite(senza

Iva)xaliquotafiscale(3%)

N.B. diversamente dall’Iva, non c’è un mec-

canismo di credito d’imposta nel sistema di

business tax, quindi il debito d’imposta è pari al

fatturato moltiplicato per l’aliquota fiscale.

Dovuta sui servizi

e sui beni venduti

dalla società

Dovuta sui beni e sui

servizi che una società

acquista da un altro

fornitore

Ivaa

credito

Ivaa

debito

Come funziona l’Iva nell’attuale sistema fiscale?

Vi è stata, in generale, una diminuzione del

debitod’impostapermoltedellequasi129.000

impresecoinvolteaShanghai,damarzo2012,

nellariformasperimentaledell’Iva.

Alcuneimpreseincertisettori,comelalogistica

adesempio,hannotuttaviasperimentatoun

incremento della pressione fiscale e tutte le

impresehannoregistratounaumentodioneri

amministrativiediconformitànelbreveperiodo.

Generale diminuzione della pressione fiscaleLamaggioranzadeicontribuentiordinariha

goduto della diminuzione della pressione

fiscale grazie all’aumento dell’Iva a credito

detraibile.Nelcomplesso,secondoidatidel

primo quadrimestre forniti dallo Shanghai

Municipal Government, la pressione fiscale

èdiminuitadicirca2miliardidiRMB,per le

imprese coinvolte nella sperimentazione e

pericontribuentiordinariIvadiShanghai,se

confrontataaquelladelprecedentesistema

dibusinesstax.

Inoltre, la pressione fiscale totale, per gli

88.000 piccoli contribuenti del programma

sperimentale,èstatadiminuitadel40%,grazie

alla nuova aliquota Iva del 3% (rispetto al

precedente5%dibusinesstax).

L’Iva aumenterà o diminuirà la pressione fiscale totale?

Ivaa

credito

Ivaa

debito-

Page 63: Collezione China Briefing 2012

6 - CHINA BRIEFING

Riforma del sistema di imposta sul valore aggiunto in Cina

Aumento della pressione fiscale per alcuni settori Nonostante una generale diminuzione

del debito d’imposta per molti, le imprese

di alcuni settori hanno sperimentato un

aumento della pressione fiscale. Questo

perché, mentre le aliquote fiscali in alcuni

settori sono sostanzialmente diminuite, la

possibilità di detrarre l’Iva a credito rimane

limitata a causa di un sistema di detrazione

incompleto, poiché la riforma sperimentale

siapplicasoltantoincertisettoriaShanghai.

La logistica è uno di questi. Infatti, la quota

relativa al trasporto era precedentemente

soggetta ad una business tax del 3%; nello

schema Iva sperimentale, l’aliquota Iva è

pariall’11%.LevociprincipalidiIvaacredito

detraibili nel settore dei trasporti sono i

mezziditrasporto,ilcarburanteelespesedi

riparazione. Il costo d’acquisto dei mezzi di

trasporto,tuttavia,èelevatoelalorovitautile

lunga(specialmenteperlenavi,questasupera

ivent’anni).

Ciò detto, è probabile che le imprese non

investano ingenti somme per l’acquisto di

mezziditrasportoneiprossimiannie,pertanto,

la reale Iva a credito detraibile per queste

immobilizzazionièmoltobassa.L’Ivaacredito,

per i costi come carburante e riparazioni,

ammonta generalmente a meno del 40%

del totale dei costi. Inoltre, i costi principali

periltrasporto,comeicostidimanodopera,

pedaggi,alloggiespesediassicurazione,non

rientranonell’ambitodellepossibilidetrazioni.

Anche se sarà possibile ottenere fatture

soggette a Iva speciale per tutte le imposte

a credito detraibili, si avrà in ogni caso un

incrementosignificativodellapressionefiscale.

Prendiamoadesempiounasocietàditrasporti

a Shanghai soggetta ad una pressione

fiscale maggiore,a causa dell’impossibilità di

raccogliere un sufficiente numero di fatture

soggette a Iva, per detrarre l’Iva a credito;

ciò è dovuto al fatto che molte officine di

riparazione non sono nelle condizioni di

emettere fatture soggette a Iva. In egual

misura,leimpresechehannopartneresternia

Shanghai,chenonhannoiniziatoadapplicare

la riforma, sono impossibilitate a ricevere

fatturesoggetteadIva.

Molte di queste società di logistica non

riescono a trasferire l’aumentata pressione

fiscalealleimpreseavalle,poichéiprezzisono

dinormastabilitiincontrattialungotermine.

Insettoricomeiltrasportoaereo,inaggiunta,

ovevièun’offertaeccessiva,trasferireicostial

soggettofinalesignificherebbeperdereclienti.

Le autor i tà di Shanghai hanno dato

comunicazione della disponibilità di sussidi,

per aiutare quelle imprese che risentono

di una pressione fiscale aumentata a causa

del cambiamento del sistema business tax

all’interno del programma sperimentale.

Nelmesedimaggio, ilgovernodiShanghai

ha fornito aiuti fiscali alle imprese che,

nella sperimentazione, hanno sofferto una

pressionefiscalesuperiorea30.000RMBnel

primotrimestrediquest’anno.Almomento,la

cittàdiShanghaistastudiandol’impattofiscale

nelsettoredelletelecomunicazioni,nelsettore

finanziarioeassicurativoe inaltri settorinei

qualiiservizisonofornitiaiconsumatoriper

lenecessitàquotidiane.

In base ad un’indagine del SAT di Shanghai,

la maggioranza delle attività di logistica

lamenta un incremento della pressione

fiscale.L’aliquota Ivanelsettoredei trasporti

si attesta all’11%, all’interno del programma

sperimentale, molto più alta del 3% della

businesstaxchelesocietàpagavanoprima.

Questa indagine, comprendente 36 società

nel settore di trasporto e stoccaggio, rivela

cheil63,9%diquesteaziendeaffermachela

loropressionefiscaleè increscita;diqueste

36società,il27,8%confermachelapressione

fiscaleècresciutapiùdel10%.

Aumentato l’obbligo di conformità nel breve periodoÈ aumentato in modo sostanziale nel breve

termine l’obbligo di conformità fiscale e

contabileperleimpresedesignateaShanghai,

eleautoritàcompetentistannomonitorando

glieffettidelprogramma.

Nella parte iniziale del processo di richiesta

dello status di contribuente Iva, le imprese

del programma sperimentale dovevano

presentareunprospetto,incuisiconfrontava

la business tax imponibile totale del 2011

e l’ammontare Iva che avrebbero dovuto

pagare, inbaseallealiquotedelprogramma

sperimentale. A partire da gennaio 2012, le

imprese coinvolte nella sperimentazione

devono presentare tale prospetto su base

mensile,perpermetterealleautoritàfiscalidi

monitorarneglieffetti.

Variazione delle aliquote Iva per settori.Attuale regime per Business Tax vs Programma sperimentale riforma Iva.

5%

3%

5% 3-5%

17%

11%

6%

3%

Leasing di beni mobili Trasporti R&S, tecnologia, IT, Cultura e Arte, Logistica, Consulenza

Piccoli contribuenti Iva

Attuale regime per Business Tax Programma sperimentale riforma Iva.

General Taxpayers

?

Page 64: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 7

Nelnovembre2011,ilMinisterodelleFinanze(MoF)eloStateAdministrationofTaxation(SAT)hanno

emessodellecircolaricongiunteperspiegareilcontestodibasedelprogrammasperimentaledi

riformaIva.Daallora,ledueautoritàhannorilasciatounaseriedicircolariecomunicatidisupporto,

perchiarireulterioriaspettidell’implementazionedelprogrammastesso.

Tratteremoinquestonumero:

1.laCircolare110:ProgrammasperimentalediriformanazionaleIva(NationalVATReformPilotProgram)

2.laCircolare111:ProgrammasperimentalediriformaIvaaShanghai(ShanghaiVATReformPilotProgram)

3.lecircolarieicomunicatidisupporto

Contesto normativo del programma sperimentale di riforma Iva

1. Circolare 110: programma sperimentale di riforma nazionale Iva

Punti fondamentali1.Introduzionediduenuovealiquote

Ivadiminuite:6%(peralcunisettoridiserviziavanzati)e11%(trasportiecostruzioni)

2.PossibilitàdiesenzioneIvaperserviziresiall’estero

3.Permessodidetrarrel’IvaacreditoperlefatturesoggetteaIvaspecialeemessedasocietàrientrantinelprogrammasperimentale.

Metodi di calcoloSaranno,dinorma,tassatiutilizzandoilmetodo

semplificato i servizi finanziari e assicurativi,

cosìcomeiservizifornitiaiconsumatoriperle

loronecessitàgiornaliere,mentreisettoridegli

altriservizisarannotassatiutilizzandoilmetodo

ordinario. In base al metodo semplificato,

l’imposta viene calcolata moltiplicando le

vendite per l’aliquota Iva imponibile (3%),

considerando che l’Iva a credito non è

recuperabile. In base al metodo ordinario,

vieneapplicatal’aliquotaIvastandardel’Ivaa

creditoèdetraibiledall’Ivaadebito.

Transizione dal sistema di business tax agevolataI l s istema di business tax agevolata,

implementato nei settori soggetti alla

sperimentazione, può essere esteso ad altri

settori,manonpuòessereutilizzatoquandola

riformapermettedirisolvereilproblemadella

doppiatassazione.Sarannoadottatemisure

di transizione appropriate alla situazione

reale che andrà a crearsi nel periodo della

sperimentazione.

Tassazione per operazioni tra aree diverseI contribuenti, rientranti nel programma

sperimentale, devono pagare l’Iva nella

circoscrizione della propria organizzazione.

Labusinesstaxversatainaltreareepuòessere

detrattadall’Ivadovuta.

ApplicabilitàAlcuni principi della Circolare 110 (come la

modalità impositiva per servizi finanziari e

assicurativi) che non si applicano nella fase

iniziale della sperimentazione a Shanghai,

possono essere implementati in una fase

successiva.

2. Circolare 111: Programma sperimentale di riforma Iva a Shanghai

Punti chiave1.Esponel’applicazionedell’Ivaela

conservazionedegliincentiviattualiperlabusinesstax

2.Stabiliscel’ambitodeiserviziimponibiliIva,cosìcomeillimitepericontribuentiordinariinbasealprogrammasperimentale.

Fornitura e ricevimento di serviziQuandoilfornitorediservizi,oildestinatario

neiservizi,sitrovainCina,lafornituradiservizi

imponibilisipresumevengaeffettuatainCina

e,pertanto,èsoggettaaIva.

NonèdovutaIvanelcasoincuisocietàestere,

oindividuistranieri,fornisconoserviziodanno

in locazionebenimobilietangibiliasocietà

o individui cinesi e questi servizi/beni sono

usufruiticompletamentealdifuoridellaCina.

Chiarimento sul diritto di detrazione Iva a credito per gli attuali contribuenti ordinari• È detraibile l’Iva a credito (7% del totale

fattura)versataperiserviziditrasportoforniti

da piccoli contribuenti nel programma

sperimentale.

EuniceKu

TechnicalEditor,AsiaBriefing

[email protected]

Page 65: Collezione China Briefing 2012

8 - CHINA BRIEFING

Contesto normativo del programma sperimentale di riforma Iva

• Gli attuali contribuenti Iva della regione

sperimentale possono recuperare l’Iva a

creditoversataperiserviziimponibiliforniti

dasoggettiesteri.

• L’Ivaacreditoversatafinoal31dicembre

2011,relativaatransazioniinizialisoggette

ad Iva, non può essere detratta dall’Iva a

debitorelativaainuoviserviziusufruitidopo

il1gennaio2012.

Conservazione degli incentivi di business taxLa conservazione degli incentivi di BT può

essereriassuntacomesegue.

I seguenti servizi sono considerati esenti

dall’IVA:

• Trasferimentiindividualididirittid’autore;

• Serviziimponibilifornitidaindividuidisabili;

• Trasferimentiditecnologiaerelativisviluppi,

consulenza connessa e servizi forniti dai

contribuentinelprogrammasperimentale;

• Servizi imponibili compresi nel contratto

relativoaprogettidigestionedell’energia,

fornitidasocietàingradodierogareservizi

dirisparmioenergetico;

• Servizi imponibili forniti da imprese che

eroganoattivita’dioutsourcingregistratea

Shanghai(l’esenzioneIVAsaràeffettivatrail

1gennaio2012eil31dicembre2013).

La riscossione dell’IVA con restituzione

immediata:

• E’ prevista per i contribuenti che, in base

a determinati parametri , impiegano

un determinato numero di portatori di

handicap;

• I contribuenti IVA ordinari (in base al

programma sperimentale) che forniscono

servizi di pipeline transportation possono

richiedereilrimborsodell’IVAsuperioreal3

percentodelloroeffettivoonerefiscaleIVA;

• Lesocietàdileasingfinanziarioautorizzate

e incluse nel programma sperimentale

possono richiedere il rimborso dell’IVA

superiore al 3 per cento del loro effettivo

onere fiscale per la fornitura di servizi di

leasingfinanziariodibenimobiliemateriali.

Da dicembre 2011, sia il ministero del

commerciosiailSAThannorilasciatouncerto

numerodicircolaridisupporto,atteachiarire

ulterioriaspettidelprogrammasperimentale

diriformaIvaaShanghai.

Questidocumentiincludono:

a.Circolare65

b.Circolare131

c.Comunicato13(2012)delSAT

a. Circolare 65La circolare 65 prevede che i contribuenti,

conunvaloreannuodivenditeeccedentei5

milionidiRMB,derivantedaserviziimponibili

in base al progetto sperimentale, debbano

far richiesta dello status di contribuenti Iva

ordinari.

Il valore annuale delle vendite di servizi

imponibili si riferisce al valore cumulativo

delle vendite, in un periodo consecutivo

non eccedente i 12 mesi, derivante dalla

fornituradiservizinelsettoredeitrasportiein

alcunialtrisettorideiserviziavanzati.Questo

includeilvaloredellevenditeacuisiapplica

un’esenzioneounariduzionedell’imposta.

Illimitedi5milionidiRMBperlaregistrazione

obbligatoria di contribuente Iva ordinario si

applicasoltantoaicontribuentidelprogramma

sperimentale.Perglialtrisoggetti,inclusiquelli

coinvoltinelcommercioenellaproduzione,

il suddetto limite rimane rispettivamente a

500.000 RMB e 800.000 RMB. I contribuenti

del programma sperimentale con vendite

annualiinferioria5milionidiRMBpossonofare

richiestadellostatodicontribuenteordinario

nelcasoincui:

• abbianounasedefissaperlaproduzionee

l’attività;

• abbianounsistemadicontabilitàefficace

edaccurato;e

• siano ingradodi fornirericevuteanorma

di legge ed altra documentazione fiscale

richiesta.

b. Circolare 131 LaCircolare131,andandooltrequantoesposto

nelleCircolari110e111,espone i serviziad

aliquota zero o esenti Iva. La differenza tra i

serviziadaliquotazeroeiserviziesentiIvasta

nellapossibilitàdirimborsodell’Ivaacredito.

Per i servizi ad aliquota zero, non è dovuta

alcuna Iva a debito, e il credito d’imposta

puòessererimborsato.PeriserviziesentiIva,

nonèdovutaalcunaIvaadebito,eilcredito

d’imposta può essere richiesto per le spese

relative a tali servizi, ma non può essere

rimborsato.

Sono soggetti ad aliquota zero i seguenti

serviziimponibilifornitidacontribuentinelle

areedellasperimentazione:

• servizi di trasporto internazionale (incluso

quello transfrontaliero ed estero, sia di

personesiadimerci)

• servizidiricercaesviluppofornitidasoggetti

esteri

• servizidiprogettazionefornitidasoggetti

esteri(esclusalaprogettazioneperproprietà

immobililocali)

Ifornitoridiserviziditrasportointernazionale

devono possedere la relativa licenza al fine

di usufruire dell’aliquota zero. Quei fornitori

chenonsonoinpossessoditalelicenzanon

potrannorichiederel’esenzioneIva.

c. Comunicato 13 del SATI l comunicato 13 (2012) r i lasciato dal

SAT espone le procedure e i documenti

necessari per richiedere esenzione, credito

d’imposta e rimborso Iva ad aliquota zero

(Exemption, Credit and Refund o“ECR”) per

i servizi imponibili rientrantinelprogramma

sperimentalediriformaIva.

L’Iva ad aliquota zero per i contribuenti

ordinaridelprogrammasperimentalesiattua

attraverso ilmetodoECR(esenzione,credito

e rimborso) e l’emissione di fatture con Iva

specialenonèpermessa.Primadirichiedere

tali rimborsiocreditid’imposta, i fornitoridi

servizidevonorichiederelo“statusECR”presso

l’autoritàfiscalecompetente. Unavoltache

talestatusèstatoapprovato,ifornitoridiservizi

soggetti ad aliquota zero possono iniziare a

predisporreladocumentazioneperrichiedere

l’esenzione,ilcreditod’impostaeilrimborso

Ivaadaliquotazero(“ECR”).

3. Circolari e comunicati di supporto

Page 66: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 9

Un altro fattore che le società

devonoconsiderare,nelcalcolo

dei costi totali concernenti

l a r i fo r m a I v a , r i g u a rd a

l’opportunitàomenodipassare

dallostatusdipiccolocontribuenteaquellodi

contribuenteordinario.

Nonostante l ’aliquota Iva per i piccoli

contribuentisiamoltoinferiorerispettoaquella

deicontribuentiordinari,ovvero3%alposto

del17%(o13%perl’importazionedialcunibeni

specifici),ècomunquevantaggiosoottenere

lostatusdicontribuenteordinario,perquelle

societàchehannounconsiderevolefatturato

annuale, poiché questo status permettere

loro alcune operazioni economicamente

vantaggiose:

• Possibilitàdidetrarrel’Ivaacreditodall’Ivaa

debito;e

• Aumento della potenziale clientela, così

comeunamaggiorecredibilità,graziealla

possibilità di emettere ricevute con Iva

(fapiao).

Andremo a rispondere, di seguito, a tre

domande sullo status di contribuente Iva

ordinario,precisamente:

1.Quali sono i requisit i per diventare

contribuenteIvaordinario?

2.Qual è la procedura per diventare

contribuenteIvaordinario?

3.Come riuscire a soddisfare i propri clienti

duranteilperiododitransizione?

Status di contribuente ordinario Iva: Come e perché

1. Quali sono i requisiti per diventare contribuente Iva ordinario?

500.000RMB]

800.000RMB

Imprese di produzione.

Altri tipi di imprese con almeno il 50% del reddito derivante da vendita all’ingrosso o al dettagli di beni.

Limiti del fatturato imponibile annuo preventivato per i contribuenti Iva ordinari

PeravertitoloadiventarecontribuenteIvaordinario,unasocietàdevesuperareil limiterelativoalfatturatoannuopreventivato,deve

inoltrepossederealcunirequisitistabilitiealcunialtri“nonscritti”.

Superamento del limite relativo al fatturato annuo preventivato

Requisiti stabiliti Requisiti “non scritti”

Per poter diventare contribuente Iva

ordinario, le società di produzione (ovvero

isoggettiprevalentementeimpegnatinella

produzionedibenionellafornituradiservizi

imponibili)devonopreventivareunfatturato

annuosuperiorea500.000RMB.

Glialtritipidiimpresa(conalmenoil50%di

redditoderivantedavenditaall’ingrossooal

dettaglio di beni) devono preventivare un

fatturato imponibile annuo superiore agli

800.000RMB.

IldocumentostilatodalloStateAdministration

of Taxation, ovvero“The Management

MethodofVATGeneralTaxpayerQualification

Verification”(SATDecree2),prescrivechetutti

irichiedentilostatodicontribuenteordinario

devono soddisfare le seguenti condizioni

primadiprocedereconlalororichiesta:

• possedereunasedefissaperproduzione

eattività

• capacità di mantenere una contabilità

generalecomeprevistodalSAT

Oltre a questi requisiti formali, alcuni altri

requisitinonscrittisembranoinfluenzare,in

genere,ilgiudiziodell’autoritàlocalefiscale

sull’idoneitàdiunrichiedenteallostatusdi

contribuenteordinario.Questirequisitisono:

• superficie degli uffici/numero degli

impiegati

• magazzino(esededellostesso)

• capitaleregistrato

Page 67: Collezione China Briefing 2012

10 - CHINA BRIEFING

Status di contribuente ordinario Iva: Come e perché

2. Qual è la procedura per diventare contribuente ordinario Iva?

ottenimento dello status di contribuente ordinario

verifica annuale2-4 mesi di prova

• Modulodirichiesta

• Colloquio,ispezioneinsede

• Modulo di verifica di contribuente Iva

ordinario

• Licenzad’acquistoperfattureufficialio

fapiao]

Richiesta

La capacità di emettere fatture ufficiali (o

fapiao) è un requisito fondamentale per

potercondurretransazioniconmolticlientie

fornitoricinesi.Tuttavia,unasocietàdeveaver

ottenuto lo status di contribuente ordinario

perpoteremetterneregolarmente.

Durante il periodo di prova, la società

richiedentepuòacquistarefapiaodell’autorità

fiscale;tuttavia,dettoacquistoèlimitatonella

quantità e richiede il pagamento dell’Iva

all’attostesso.Nerisultachemoltesocietàsi

trovano nella necessità di fatturare ai propri

clientiefornitoriinaltramaniera.

Lasoluzionemiglioreperrisolvereilproblema

iniziale è negoziare con i clienti l’emissione

dellestesse inunperiodosuccessivo.Seciò

nonèpossibile,sonopossibilialtredueopzioni

descrittediseguito.

3. Come riuscire a soddisfare i propri clienti durante il periodo di transizione?

Struttura logistica in conto terzi (3PL)

Estero

produttore cinese

cliente in CinaWFOE

Produttore cinese

cliente cineseWFOE

Intermediazione tramite agente

intermediario

Unaltromododi risolvere ilproblemadelle

fapiao insufficienti è l’intermediazione, una

procedura in cui un agente è coinvolto in

modotemporaneoinqualitàdiintermediario,

afrontediunacommissione,trailproduttore

eilcliente.

Gli investitori esteri di una certa entità

optano,avolte,perl’utilizzodiunastruttura

logisticaincontoterzi(“3LP”)perrisolvere

il problema. Questa soluzione prevede

l’esportazione di prodotti al di fuori del

paese,oinunazonadiliberoscambio(“free

tradezone”),e il successivo lororientro in

Cina.

?

ÈnecessariocompilareunformulariodirichiestaperdiventarecontribuenteIvaordinario,sideveinoltresostenereuncolloquioeun’ispezione

dellasede;infinebisognapredisporreilmodulodiverificadicontribuenteordinarioelalicenzad’acquistodifattureufficialiofapiao.Aseconda

dell’ufficioimposteedelleconsuetudinilocali,perl’ottenimentodellostatusdicontribuenteordinarioèprevisto,ingenere,unperiododiprova

chevadai2ai4mesie,inseguito,unaverificaannualediidoneità.

Page 68: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 11

?

Domande e risposte

Quali problemi si trovano spesso ad affrontare le società straniere rispetto all’Iva? MoltesocietàestereapprodanoinCinadopoavergiàfirmatounaccordo(ounaseriediaccordi)

edhannofrettadiregistrarelaloropresenzaediemetterefapiaoconIva.Poichélaregistrazione

dicontribuenteIvaordinarioètrattataproprionell’ultimostadiodelprocessodicostituzione

diunasocietà,citroviamospessodifronteasoggettichesottovalutanoilnumerodifasiela

quantitàditemponecessariprimadipoteremetterefattureufficiali.

QueisoggettichevoglionorichiederelostatusdicontribuenteIvaordinario,ovverolamaggior

partedellesocietàcoinvoltenelcommercio,devonoattenderedaidueaiquattromesi,prima

chelaquestionesiacompletamenterisolta.Questaproceduraprevedeun’ispezione,l’acquisto

distampanteefattureinbianco,nonchélapartecipazionediundipendentedellasocietàad

unospecificocorsodiformazionepressol’ufficiotributario.

Bisognaanchetenereamenteche,primachelasocietàottengalostatusdicontribuenteIva

ordinario,sidovrannoaffrontareleproblematichedelladetrazionedell’Ivaacredito.Anchedopo

l’ottenimentodiquestostatus,ledetrazioniIvadevonoesserepresentateseguendolarelativa

procedura.Adesempio,unasocietàhatempo180giorniperverificareunafapiao,dopodetta

verifica,devefarerichiestaperladetrazioneentrounmese,penalaperditaditalepossibilità.

Inoltre,icontribuentidellavecchiabusinesstax,diventaticontribuentiIva,secondoilprogetto

diriforma,devonotenereamentechenonpossonodetrarrel’Ivaacreditoperlefapiaoemesse

primadell’iniziodelprogetto.

Lesocietàstraniere,infine,sottovalutanospessoilfattocheuncontrattoprevedacostialnettoo

allordoIva.Qualoral’Ivasiainclusa,deveessereconsiderataneicalcoliperlevenditeeacquisti.

Domandesullevostreattività[email protected].

Ledomandeselezionatericeverannorispostaquioppuresuwww.china-briefing.com.

JennyZhang

Manager,CorporateAccountingServices

DezanShira&Associates,ShanghaiOffice

Risorse ulteriori

“Uno degli errori comuni che riscontriamo nelle società straniere è la sottovalutazione delle fasi e del tempo necessari per poter rilasciare fapiao.”

Page 69: Collezione China Briefing 2012

Da Dezan Shira & Associates

IN QUESTO NUMERO• ConvenzionicontroladoppiaimposizionefiscalepergliinvestimentiinCina• Interpretazionedelleconvenzioni:Circolare75econvenzioneCina-Singapore• DOMANDE E RISPOSTE: In quale contesto operano le società straniere che

desiderano trarre vantaggio dalle convenzioni contro la doppia imposizionefiscaleinCina?

Usate il vostro smartphone per leggere questo codice QR e accedere a: www.china-briefing.com/news/it/

Numero 127 • settembre 2012

ASIA BRIEFING

Le convenzioni contro la doppia

imposizione fiscale

Page 70: Collezione China Briefing 2012

2 - CHINA BRIEFING

AppenainiziatalaricercadimaterialeperquestonumerodiChinaBriefing,cisiamosubitotrovatidifronteadunaseriedinumeri:601,30,698...ÈrisultatosubitoevidentechelecircolariemessedalSAT,denominateconquestinumeri,rappresentanolecolonneportantidelcontestolegaledelladoppiaimposizioneinCinaechetalecontestoèancorapiuttostodinamico.LaCircolare30,inparticolare,rilasciatasoltantoloscorsogiugno,dimostrachiaramentelacontinuaevoluzionediquestosettorenelPaese.

Il linguaggio tecnico, in particolare, che permea l’argomento, rende difficile ai non addetti ai lavoridistricarsi sul campo; si pensi ad esempio al principio della“prevalenza della sostanza sulla forma”,allostatusdi“beneficiarioeffettivo”,aiconcettidi“stabileorganizzazione”e“domiciliofiscale”.Capirelaterminologia,tuttavia,conil relativousoproprionellecircolari,è lachiaved’accessoperpotertrarreprofittodalleconvenzionicontroladoppiaimposizionefiscale.

Nelprimoarticolodiquestonumero,daremounosguardoall’evoluzionedelcontestolegalepertinenteleconvenzionicontroladoppiaimposizionefiscale,toccandoanchelenozionidievasione,gliobblighidiregistrazionedelletransazioniconl’estero, l’ottenimentodellostatusdibeneficiarioeffettivoedeivantaggi dei trattati. Nell’articolo successivo, descriveremo l’interpretazione data nella Circolare 75,relativaallaconvenzioneCina-Singapore,chehasegnatolaprimaaperturadelleautoritàfiscalicinesisull’interpretazionediunaconvenzione.

LarubricaDomande&Rispostediquestomese, infine, incollaborazioneconlaDr.ssaHannahFeng(Manager,servizidicontabilitàsocietaria,DezanShira&Associates,ufficiodiPechino),forniràulteriorispuntiallesocietàstranierechedesideranotrarrevantaggidalleconvenzionicontroladoppiaimposizionefiscale.

Cordialisaluti,

AlbertoVettoretti,

ManagingPartner,DezanShira&Associates,

EditoreAsiaBriefing

[email protected]

Nota dell’editore

Tuttoilmaterialeeicontenutisonoprotettida©2012AsiaBriefingLtd.

Nonèpermessanessunariproduzione,copiaotraduzionedimaterialesenzailconsenso

dell’editore.

Domande?Entrateincontattodirettoconprofessionisti

specializzatisull’argomento.

AggiornamentinormativiStatealpassoconicambiamentinormativigrazie

agliaggiornamentisuwww.dezshira.com/it.

?Lettureconsigliate

Trovatelepubblicazionirelativeall’argomento

suwww.asiabriefingmedia.com/store.

NotiziesuChinaBriefingLeggetelenotizieeicommentisull’argomento

suwww.china-briefing.com/news.

ProspettivainternazionaleInformatevisucomel’argomentoètrattatoinaltre

giurisdizioniasiatiche,inclusiIndiaeVietnam.

PodcastAscoltategliinterventidiunesperto.

SIA BRIEFING

Ye叶圣琴

MysteryGarden私语.游园

Oliosutela,[email protected]

http://shengqinye.blog.artron.net

Page 71: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 3

Richieste amministrative per i benefici del trattato in base al

tipo di reddito

Introiti passivi Introiti attivi

Approvazione-domanda

Registrazione-documenti

2009

Ottobre2009

Circolare

601

Dicembre2009

Circolare

698

Numero 127 • settembre 2012

Sommario

“C’è sempre il rischio che la richiesta di beneficiare delle convenzioni non sia approvata dalle autorità fiscali a livello locale, a causa delle differenze interpretative sulle stesse convenzioni.”

ConvenzionicontroladoppiaimposizionefiscalepergliinvestimentiinCina

Ladoppiaimposizioneèstataindicatacome“l’ostacolo più evidente per gli investimentioltre confine”, vista la presenza di più di tremilaconvenzioni...

L’interpretazionedelleconvenzioni:Circolare75econvenzioneCina-Singapore

LaCircolare75,emessadalSATnelsettembre2010, fornisce un’interpretazione dettagliatadel la convenzione contro la doppiaimposizionefiscaledel2007...

Domandeerisposte:

InqualecontestooperanolesocietàstranierechedesideranotrarrevantaggiodalleconvenzionicontroladoppiaimposizionefiscaleinCina?

UsateilvostrosmartphoneperleggereilcodiceQRescaricareleapplicazionimobilidiAsiaBriefing.

Notizie su China-Briefing.com31luglio2012 PagamentidallaCina:procedureeimplicazionifiscali

25luglio2012 LeholdingdelNevadaedelDelawareperleFIEcinesi

18luglio2012 LaCinafalucesulriconoscimentodeibeneficiarieffettivinelleconvenzioni

controladoppiaimposizionefiscale

29maggio2012 CalcoliIRPEFperiredditioriginatiinCinadairesidentidiHongKongeMacao

5agosto2011 LaCinafalucesulleesenzionifiscaliperinsegnantiericercatori

税税

税税

税税

税税 税

税税税

税税

税税

税税 税

TAXTAX

TAX

TAXTAX TAX

TAX

TAX

TAX

TAXTAX

TAX

TAXTAXTAX

TAX

TAX

TAXTAX

TAX

TAXTAX

TAX

p.11

HannahFeng

Manager,servizidicontabilitàsocietaria

DezanShira&Associates,ufficiodiPechino

Quando si crea una organizzazione stabile

(Permanent Establishment o PE)?

Inbaseall’articolo5delDTA,unaorganizzazionestabilesignifica“unpostodilavorofissodalqualesisvolgeintegralmenteoparzialmentelavorod’azienda”.p.8

Agosto2009

Circolare

124

p.4

Page 72: Collezione China Briefing 2012

4 - CHINA BRIEFING

Le convenzioni contro la doppiaimposizione fiscale, i cosiddettiDoubleTaxationAgreements(DTA),si pongono vari obbiettivi tra cuiil cercar di evitare che i redditi

venganotassatidadueopiùstati,lalimitazionedell’evasionefiscaleel’incoraggiamentodelloscambiocommercialeoltreconfine.

LamaggiorpartedeiDTAhaunanaturabilateralee,nonostanteipaesichelisottoscrivonononsiano tutti membri dell’Organizzazione perla Cooperazione allo Sviluppo Economico(OCSE),essisonogeneralmentesviluppatisuimodellidell’organizzazionestessaoppure,piùraramente,suquellidelleNazioniUnite.

Nonostantecircail75%delleeffettiveparolecontenute inquesteconvenzionisi ripeta inmanieraidentica,l’applicabilitàeledisposizionispecifichediogniaccordopossonovariareinmodosostanziale.

Dal punto di vista degli investitori, puònascere una certa confusione riguardoalla fiscalità internazionale, quando questidevonosottostareaduesistemifiscalidiversie potenzialmente in conflitto. Hong Kong e

Singapore,adesempio,adottanoilprincipioditassazionedella“fonteterritoriale”,secondocuisoltantoiprofittigeneratilocalmentesonotassabili.

Altri paesi, invece, come la Cina e gli StatiUniti,sibasanosulsistemafiscaledeiredditiovunque generati (worldwide), cosicché leimpresedevonopagareleimpostesulredditogenerato sia all’interno che all’esterno delpaese.Questeconvenzioninonfornisconoagliinvestitorisoltantounacertezzasuipotenzialioneri fiscali, ma sono anche uno strumentodi ottimizzazione fiscale per gli investimentitransfrontalieri.

I DTA prevengono la doppia imposizionepoiché le imposte in uno dei due paesivengonobilanciateconquelledell’altropaese,tramiteesenzionifiscaliperdeterminatitipidireddito,comeadesempiointeressi,royaltiesedividendi.

I DTA si applicano ai residenti (individui osocietà) dei paesi o delle giurisdizioni chesono parte delle convenzioni. Alcune sonoonnicomprensive e riguardano tutti i tipi direddito, altre invece sono più specifiche. La

ConferenzadelleNazioniUnitesulCommercioeloSvilupposuddivideitrattatifiscaliinbaseallaloroapplicabilitàsu:

• Reddito• Redditoecapitale• Protocollo;e• Trasporto(aereo,fluvialeoentrambi).

Il concetto chiave, nell’applicabilità di unaconvenzione, è la stabile organizzazione(PermanentEstablishment,PE),ovveroilluogofissoincuileattivitàdiun’impresasisvolgono.

Laddoveilresidentediunpaesesvolgaattivitàinunaltropaese,e tradettipaesivi siaunaconvenzione contro la doppia imposizionefiscale,iprofittiderivatinonsarannosoggettialle imposte nel secondo paese, salvo chel’attività non sia portata avanti attraversouna stabile organizzazione (PE). La stabileorganizzazione può essere rappresentatadal luogo in cui si gestisce l’attività, da unafiliale,unufficio,unostabilimento,alcunitipidiattività,comeadesempiouncantiere,unprogetto edile, oppure la resa di servizi diconsulenza per un determinato periodo ditempo(specificatonellaconvenzione).

Convenzioni contro la doppia imposizione fiscale per gli investimenti in Cina

2008 ... 2009 2010 ... 2012

Gennaio2008Legge sul

reddito societario

Introduce le disposizioni

antievasione

Gennaio2009Implementazione delle misure sulle rettifiche fiscali speciali (Special

Tax Adjustment)Descrive il principio

della “prevalenza della sostanza sulla forma”

Agosto2009Circolare 124

Introduce le procedure per beneficiare dei

trattati

Ottobre2009Circolare 601

Elenca i 7 fattori sfavorevoli per

lo status di “beneficiario

effettivo”

Dicembre2009Circolare 698

Determina gli obblighi

informativi per le transazioni con

l’estero

Le tappe fondamentali del quadro legislativo sulla doppia imposizione fiscale

La doppia imposizione (DTA o DTAA) è stata indicata come “l’ostacolo più evidente per gli investimenti oltre confine”, con più di tre mila convenzioni siglate in tutto il mondo che hanno permesso di far risparmiare una notevole quantità di denaro agli investitori stranieri.

Page 73: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 5

Convenzioni contro la doppia imposizione fiscale per gli investimenti in Cina

Unadelleconvenzionipiùimportanti, rivisterecentemente,èquellatralaCinaeilRegnoUnito,chenelgiugno2011èstataaggiornatanella definizione di stabile organizzazionee nelle aliquote di ritenuta d’acconto suidividendiesulleroyalties.Lasperanzaèche,conquestaoperazione,ilRegnoUnitodiventiunavalidaalternativapergliinvestitoristranieriallepreseconlasceltadellagiurisdizionedelleloroholdingpergliinvestimentiinCina.

Quest’ultima, negli ultimi cinque anni, hacompiutoenormisforzinellaregolamentazionedella doppia imposizione, così comenell’implementazione dei controlli, visto losfruttamentodapartedegliinvestitoristranieridelleconvenzioniconlaCina,cosìcomeconHong Kong e Singapore e altre giurisdizioniutilipergliinvestimentinelterritorio.

Apartiredallanormativasulredditosocietarionel 2008, in cui si pongono le basi control’evasionefiscaleinCina,ilSAThaemessounalungaseriedicircolariperesporregliobblighiinformativi delle transazioni estere, perdeterminarelostatusdibeneficiarioeffettivoe per imporre una procedura di richiesta digodimentodeivantaggiderivantidaitrattati.Lecircolaripiùrecentihannoresopiùdifficilela possibilità di rientrare nelle convenzionicontroladoppiaimposizionefiscale(chiamatisiaDTAcheDTAA).

“Primadel2010, la regolamentazionecinesesui DTA era alquanto elastica e la maggiorpartedellesocietàriuscivaautomaticamentea trarne vantaggio”, spiega Hannah Feng,responsabiledeiservizidicontabilitàsocietaria,Dezan Shira & Associates, ufficio di Pechino.“A partire dal 2010, è stata introdotta unanormativapiùspecificaepiùrigida,elesocietàhannodovutoiniziareafarerichiestaperpoter

goderedeibeneficidelleconvenzioni.

Adesempio,perpoterusufruiredeivantaggidiunDTAsullaritenutad’accontodidividendi,interessieroyalties,ilSATdevevalutareselasocietàresidentenellagiurisdizionedell’altropaese firmatario (ad esempio Hong Kong oSingapore) è effettivamente il“beneficiarioeffettivo”dell’affiliatacinese.

È necessario, a questo scopo, soddisfare isetterequisitichevannoaformareilconcettodella“prevalenzadellasostanzasullaforma”,piuttosto che dimostrare semplicementeche la società abbia il domicilio fiscale nellagiurisdizione dell’altro paese firmatario dellaconvenzione.

MoltesocietàsonostateaperteinCinaanniorsono, con relativa holding in Hong Kong,e non si è tenuto conto del concetto dibeneficiario effettivo. Prima di fare richiestaper le agevolazioni di una convenzione,procediamo, di norma, a una valutazionepreliminare della situazione della società, alfinedi stimare lapossibilitàdiapprovazionedellarichiestastessadapartedelSAT”.

“Lamaggioredifficoltàcheincontranoinostriclienti a Hong Kong, quando chiedono di

avvalersidiunaconvenzionetralaCinaealtripaesi, è riuscire ad ottenere il certificato didomiciliofiscaledellaloroentitàaHongKong,specialmente quando questa entità agiscesoltantoinqualitàdiholding”,spiegaJenniferLu, responsabile dei servizi di contabilitàsocietaria dell ’ufficio di Hong Kong. “I lcertificatodidomiciliofiscaleèobbligatorioper poter ottenere l’approvazione da partedell’autorità fiscale cinese alla richiesta delleagevolazionidiunaconvenzione.UnaholdingdiHongKong,chehasoltantotalefunzione,senza una reale operatività, difficilmentesarà riconosciutaqualebeneficiarioeffettivodall’autoritàfiscalecinese”.

Inquestoarticolo,seguiremolosviluppodelleconvenzioni contro la doppia imposizionefiscalepergliinvestimentiinCina,suddividendoilcontestoinquattrocategorie:

a.Basiantievasioneb.Statusdi“beneficiarioeffettivo” (Beneficial

Owner)c.Richiestaperleagevolazionideitrattatid.Relazionisulletransazioniconl’estero

2008 ... 2009 2010 ... 2012

Giugno2010Circolare 290

Chiarisce i requisiti per godere dei benefici dei

trattati

Settembre2010Circolare 75

Fornisce l’interpretazione

della convenzione

Cina-Singapore

Giugno2012Circolare 30

Semplifica l’approvazione dello status di “beneficiario

effettivo”

Le tappe fondamentali del quadro legislativo sulla doppia imposizione fiscale

“Prima del 2010, la regolamentazione cinese sui DTA era alquanto elastica e la maggior parte delle società riusciva automaticamente a trarne beneficio. A partire dal 2010, è stata introdotta una normativa più specifica e più rigida, e le società hanno dovuto iniziare a fare richiesta per poter godere dei benefici delle convenzioni.”

Page 74: Collezione China Briefing 2012

6 - CHINA BRIEFING

Convenzioni contro la doppia imposizione fiscale per gli investimenti in Cina

NellaCircolare601siaffermacheildestinatariodidividendi,royaltieseinteressi,diun’impresadomiciliata in Cina, ha diritto di godere deivantaggi delle convenzioni qualora possaessere definito il“beneficiario effettivo” ditale reddito. Esistono sette indicatori detti“sfavorevoli” per l’acquisizione dello statusdi“beneficiario effettivo” (si veda il riquadroalato).

NellaCircolare30,emessaafinegiugno2012,viene semplificata, rispetto alla Circolare601, la procedura per ottenere lo status di“beneficiario effettivo”. La circolare contieneuna sorta di“paracadute”, grazie al qualele società quotate sono automaticamenteconsiderate beneficiarie effettive dei redditida dividendi. Inoltre, le autorità fiscali alivello locale ora non posso semplicementerifiutare una richiesta di applicazione di unaconvenzione,madebbono,piuttosto,ricevereprima l’approvazione delle autorità fiscali dilivelloprovincialeepoisegnalareilcasoalSATperl’archiviazione.

b. Status di “beneficiario effettivo” (Beneficial Owner)

I sette indicatori “sfavorevoli” allo status di “beneficiario effettivo” (1) Ilrichiedenteèobbligatoapagareodistribuiretuttoolamaggiorparte(ovveropiùdel

60%)delsuoredditoaunaparteresidenteinunterzopaese(area)entrounlimiteditempodeterminato(adesempioentro12mesidalladatadigenerazionedelreddito).

(2) Oltrealpossessodellaproprietàodeldirittochenegenerailreddito,ilrichiedentenonècoinvoltoinnessun’altraattivitàcommerciale,oloèlimitatamente.

(3) Laddoveilrichiedentesiaun’entità,adesempiounasocietà,dicuiibeni,ladimensioneel’allocazionedelpersonalesianorelativamentecontenuti(ominimi)eincoerenticonlaquantitàdiredditoprodotto.

(4) Ilrichiedentenondetienecontrolloopoteredecisionale,onehaundirittominimo,

sulredditoosullaproprietàosuldirittodacuiilredditoègenerato,eassumerischiminimiononneassumeaffatto.

(5) Ilpaese(area)cheèlacontropartedeltrattatoesentadalpagamentodelleimpostesulredditoononneprevede,oppureimponesutaleredditoaliquotefiscaliestremamentebasse.

(6) Oltre ai prestiti per cui sono generati e pagati degli interessi, esistono altri prestitiodepositi tra ilcreditoree terzi incui l’ammontare, il tassod’interessee i tempidiesecuzionesonosimili.

(7) Oltreaicontrattisullacessionedeldirittoall’utilizzodicopyright,brevettietecnologiadacuiderivanoesonopagatidirittidilicenza,esistonoaltricontrattitrailrichiedenteeterzisultrasferimentodellaproprietàosuldirittoall’utilizzodicopyright,brevettietecnologia.

“Le società che faticano ad ottenere l’applicazione di una convenzione possono anche richiedere la revisione del caso alle autorità fiscali di livello provinciale, le quali, generalmente, hanno più esperienza nelle valutazioni riguardanti i DTA”

Ledisposizionigeneraliantievasione (GAAR)sonostateintrodotteperlaprimavoltainCinaconlanormativasuiredditisocietari(CITLaw)del2008,nellaqualesidisponeche,laddoveilredditoimponibilediun’impresasiaridottoinbaseall’utilizzodi“organizzazionichenonhannounobiettivocommercialeragionevole”,l’autorità fiscale ha il diritto a rettificare talebaseimponibile.

Le disposizioni attuative sui redditi societari(CIT Implementing Rules) chiar iscono

ulteriormente che tali organizzazioni sonoquelleilcuiscopoprincipaleèridurre,evitareoposticipareilpagamentodelleimposte.

Qualoravisiaunabusodi trattamentifiscaliagevolati, trattati fiscali, strutture societarie,paradisi fiscali, o altre organizzazioni privedi un obiettivo commerciale ragionevole, leautoritàfiscalipossonodareilviaaunaverificageneraleantievasioneinbasealprincipiodella“prevalenzadellasostanzasullaforma”.

Le imprese prive di ragione economica, specialmente quelle costituite nei paradisi fiscali che favoriscono l’evasione fiscale di parti collegate o non collegate, sono sottoposte ad un controllo sempre piu’ rigoroso dalle autorita’ preposte.

a. Basi antievasione

Page 75: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 7

Convenzioni contro la doppia imposizione fiscale per gli investimenti in Cina

Nell’agostodel2009, leautoritàfiscalicinesihanno introdottodei requisitiamministrativiper i non residenti, affinché questi possanousufruiredeivantaggidelleconvenzionicontroladoppiaimposizione.

Tali requisiti si differenziano in base al tipodi reddito: i vantaggi derivanti da redditopassivo devono ottenere un’approvazione(che richiede dai 20 ai 50 giorni ed è validaper tre anni), mentre i vantaggi derivantidal reddito attivo devono essere presentatiprima dell’insorgenza dell’onere fiscale oal momento della dichiarazione dei relativiobblighitributari.

Nelle Circolari 124 e 290 sono spiegati neldettaglio tali requisiti ed è anche indicatocheilsostitutod’impostadevecompletareleprocedurediregistrazioneindipendentementedalfattocheilcontribuenteabbiaonofornitolerelativeinformazionialleautoritàtributarie.

d. Relazioni sulle transazioni con l’estero Qualora un investitore estero trasferiscacapitale, in modo indiretto, in un’impresadomiciliata in Cina, e la reale pressionefiscalenellagiurisdizionedellaholdingesterasia inferiore al 12,5%, o il reddito generatoall’esterosiaesentasseinquelpaese,leautorita’cinesiprepostedevoesseretempestivamenteinformate.

Questorequisito,derivantedallaCircolare698,imponeinoltreche,laddovelacessionesibasisull’abuso della struttura organizzativa, chenonhaunoscopocommercialeragionevole(adesempioleholdingestere),oabbiacomeprincipalescopol’evasionedeglionerifiscalisul reddito societario, le autorità tributariepossono ignorare la presenza della stessaholdingestera.

Perattuaretaleprincipio,leautoritàinterroganosuicambiamentia livellodirigenzialediunasocietàduranteilprocessodiapprovazione,alfinedievidenziarequalsiasicircostanzaincuideveesseredichiaratalacessionedicapitaleindiretto. In alcune circostanze, le autoritàtributarie possono anche riferirsi alle notizierilasciate dalla stampa estera riguardanti laproprietàdellasocietà.

Nonostante la Circolare 698 sia stata rilasciata nel 2009, ha ricevuto l’attenzione dei media soltanto in seguito.

Un caso esemplificativo si è avuto nella primavera del 2012, nella provincia dello Shanxi, dove l’ufficio tributario ha riscosso 403 milioni di RMB dalla cessione indiretta di azioni di un’impresa carbonifera cinese da parte di una società delle Isole Vergini britanniche.

Al momento questa è stata l’imposizione fiscale più consistente in Cina per un caso di cessione indiretta offshore.

c. Richiesta per agevolazioni dei trattati

Requisiti amministrativi per godere dei vantaggi delle convenzioni a seconda del tipo di reddito

Reddito passivo

• Dividendi,• Interessi,• Royalties,e• Plusvalenze

Reddito attivo

• Stabiliorganizzazionieprofitticommerciali,• Serviziprofessionalidisoggetti

indipendenti,e• Serviziprofessionaledisoggettidipendenti

Richiesta-approvazione Registrazione-presentazione

“Per entrambe le procedure, richiesta-approvazione e registrazione-presentazione, è indispensabile che sia rilasciato un certificato di domicilio fiscale emesso dall’autorità tributaria della controparte del trattato dopo l’inizio dell’anno fiscale precedente.”

Documentazione per la dichiarazioneLa dichiarazione deve, oltre agli altridocumenti,includere:

• La relazione tra l’investitore estero ela holding estera con riferimento alcapitale,alleoperazioni,all’acquistoeallavendita,ecc.

• I dati riguardanti la produzione ele attività, i dipendenti, i conti, leproprietà,ecc.dellaholdingestera.

• La relazione tra la holding estera el’impresa domiciliata in Cina conriferimentoalcapitale,alleoperazioni,all’acquistoeallavendita.

• L’obiettivo e necessita’ commercialeperstabilireunaholdingestera.

Page 76: Collezione China Briefing 2012

8 - CHINA BRIEFING

NellaCircolare75,emessadalSATnelsettembre2010,èfornitaunainterpretazionedettagliatadellaconvenzionedel2007traCinaeSingaporecontroladoppiaimposizione.

Lapubblicazioneditalecircolarefulaprimaprovadiaperturadelleautoritàfiscalicinesineiriguardidellevariedisposizionicontenutenelleconvenzioni.L’interpretazionedellaCircolare75siapplicaspessoalledisposizionidimoltialtritrattatifiscaliinCina,equindi

giocaunruolofondamentalenell’ambitodellatassazioneinternazionaleincuiècoinvoltalaCinastessa.

Illustriamo,diseguito,ledisposizionifondamentalidellaconvenzioneCina-Singapore,insiemeadalcuneimportantiinterpretazionidellaCircolare75.

L’interpretazione delle convenzioni: Circolare 75 e convenzione Cina-Singapore

Quali sono le imposte rientranti nella convenzione?

Inbaseall’articolo2dellaconvenzione,letasserientrantinell’accordosono:

• L’impostasulredditodellepersonefisicheel’impostasulredditosocietarioinCina;e

• L’impostasulredditoaSingapore.

InbaseallaCircolare75,questeimpostepossonoessereapplicatedirettamentedall’entegovernativootrattenuteallafonte.

Come si determina lo status di residente di un individuo che risiede in entrambi gli Stati firmatari della convenzione?

Inbaseall’articolo4dellaconvenzione,siapplicanoleseguentiregoleinordinedecrescenteperladeterminazionedellostatusdiresidentediunindividuocherisiedeinentrambigliStatifirmataridellaconvenzione:

• Luogoincuisitroval’abitazionepermanente.

InbaseallaCircolare75,un’abitazionepermanentepuòessereaffittata,maalloscopodirisiedervinellungoperiodo,piuttostochepervisitemomentanee,comeviaggidipiacereodilavoro.

• Qualoravisiaun’abitazionepermanente inentrambigliStati,siconsideranolerelazionieconomicheepersonalipiù immediate(ilcentrodegliinteressivitali).

Talecentrodiinteressivitaliévalutatoinconsiderazionedellerelazionifamiliariesocialidell’individuo,dell’occupazione,delleattivitàpolitiche,culturaliedialtrogenere,delluogodelleattività,dell’ubicazionedellagestionedeibeni.Talecentrodiinteressivitaliédinormaubicatodovel’individuoviveelavoraedovesitrovanolafamigliaedipropribeni.

• QualoranonsiapossibiledeterminareinqualeStatol’individuoabbiailpropriocentrodiinteressivitali,oqualoranonabbiaun’abitazionepermanenteinnessunodeidueStati,siconsideraalloraladimoraabituale.

• SeladimoraabitualesitrovainentrambigliStatioinnessunodiquesti,siconsideraalloralasuacittadinanza.

Ladimoraabitualeédeterminatainbasealtempototaletrascorsoinundeipaesi.

• Intuttiglialtricasi:peraccordoreciproco.

Come si definisce una stabile organizzazione (PE)?

Inbaseall’articolo5dellaconvenzione,unastabileorganizzazioneè“illuogofissoincuileattivitàstessedell’impresasonosvoltetotalmenteoinparte”.

Questeattivitàincludonoinparticolarmodo:

• Unasededelmanagement • Unafabbrica• Unafiliale • Unlaboratorio• Unufficio • Unaminiera,unpozzodigas,unacava,oqualsiasialtroluogodiestrazionedirisorsenaturali

Page 77: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 9

L’interpretazione delle convenzioni: Circolare 75 e convenzione Cina-Singapore

Un agente cosiddetto”indipendente” che opera in uno degli Stati firmatari per conto e per nome di un’impresa dell’altro Stato firmatario è considerato una stabile organizzazione?

Inbaseall’articolo5dellaconvenzione,unagentecosiddetto“indipendente”,cheagiscenelcorsoordinariodelleproprieattività,nonèconsideratocomestabileorganizzazione.

LaCircolare75prevedecheleattivitàdiunagentedebbanosoddisfareiseguentiduecriterialfinedipoteressereconsideratoindipendenteequindinonessereidentificatocomestabileorganizzazione:

• L’agenteèindipendentedall’impresasialegalmentesiaeconomicamente.Sarannoconsideratiiseguentiindicatorinelladeterminazionedellasuaindipendenza:

a. Ilgradodilibertàdelleattivitàcommercialidell’agenteb.Chisifara’caricodelrischioinrapportoalleattivitàcommercialidell’agente;c. Ilnumerodiimpreserappresentatedallostessoagente:ed. Ilgradoincuil’impresadipendedall’agente.

• Quandol’agente“indipendente”conduceattivitàinnomeepercontodell’impresa,questinondeveesserecoinvoltoinattivitàchehannounaricadutanelleattivitàeconomichepropriedell’impresastessa.Adesempio,seunvenditorevendebeniinnomeepercontodiun’impresasottoilproprionome,maallostessotempoagiscecomerappresentanteautorizzatoaconcluderecontrattiinnomeepercontodell’impresa,questisaràconsideratounagente“nonindipendente”eandràacostituireunastabileorganizzazionedell’impresa..

Le attività svolte da un’affiliata nello Stato firmatario comportano per la società madre nell’altro Stato firmatario la costituzione di una stabile organizzazione nello Stato dell’affiliata?

Inbaseall’articolo5dellaconvenzione,ilfattocheunasocietà,residenteinunodegliStatifirmatari,controlliosiacontrollatadaunasocietàresidentenell’altroStatofirmatario,ocheconducaattivitànell’altroStato(attraversounastabileorganizzazioneoinaltromodo),noncostituiscediperséunastabileorganizzazionedell’altrasocietà.

InbaseallaCircolare75,diversifattoriconcorronoall’eventualitàcheleattivitàdellasocietàmadrenell’affiliatagenerinoperlaprimalacostituzionediunastabileorganizzazionenelpaesedell’affiliata.

Laddovelasocietàmadreinviipersonale,surichiestadell’affiliata,alavorarepressol’affiliatastessa,etalepersonalesiasottocontrattodell’affiliata,echequestaabbiadirittodidisporneeneabbiaresponsabilitàerischioesclusivo,leattivitàdidettopersonalenoncostituirannoperlasocietàmadreunastabileorganizzazionenelpaesedell’affiliata.

In base alla Circolare 75, in normali circostanze, una stabileorganizzazionedeveavereleseguenticaratteristiche:

• Il luogo delle attività deve esistere materialmente. Non vi èlimitazioneinterminididimensionidelluogo.Questopuòesserediproprietàdell’impresaoinaffitto.

• Illuogodell’attivitàèrelativamentefissoestabile,comeadesempiounufficiodirappresentanzaounafiliale,oppureunastanzaaffittataalungotermineinunhotel.

Unastabileorganizzazioneécostituitainoltreda

• Uncantiereedile,unacostruzione,unprogettodiassemblaggioodiimpianto,oppureun’attivitàdisupervisioneaquesticonnessa,dove tale cantiere, progetto o attività si protrae per un periodosuperioreai6mesi.

Ledatediinizioediterminedelperiododiseimesipossonoesseredeterminateinbasealladatadiiniziocheèstipulatanelcontratto(cheincludetutteleattivitàpreparatorie)finoalcompletamentodeilavori(incluseleoperazionidicollaudo).Qualoraquesteattivitàsianoportateavantiperpiùdi6mesi,sicostituisceunastabileorganizzazione(PE).

• Lafornituradiservizi,inclusalaconsulenza,chesiprotraeinunodegliStatifirmataridellaconvenzioneperunperiodocontinuativoocumulativodipiùdi183giorniall’internodiogniperiododi12mesi.

Qualorapiùpersonalesiainviato,nellostessoperiodo,alavorarenell’altroStato,ilnumerodigiornicheognisoggettotrascorreinquelloStatononsaràcalcolatoinmododisgiunto.Adesempio,quandoun’impresadiSingaporeinvii10individuialavorareinCinaper3giornisuuncertoprogetto,siconsiderera’cheidipendentiabbianolavoratolìper3giorni,enonper30.

“In base alla Circolare 75, diversi fattori indicano se le attività di una società madre all’interno della propria affiliata comportano la presenza di una stabile organizzazione dell’ head quarter nel paese dell’affiliata stessa.”

Page 78: Collezione China Briefing 2012

10 - CHINA BRIEFING

L’interpretazione delle convenzioni: Circolare 75 e convenzione Cina-Singapore

Il reddito di un residente in uno Stato firmatario generato da proprietà immobili situate nell’altro Stato firmatario saranno tassate in quest’ultimo?

Inbaseall’articolo6dellaconvenzione,ilredditodiunresidenteinunoStatofirmatariogeneratodaproprietàimmobili(inclusoilredditodaagricolturaesilvicoltura)situatenell’altroStatofirmatariopossonoesseretassateinquest’ultimo.

Èincluso:• Redditogeneratodall’usodiretto,dallalocazione,odaqualsiasialtroutilizzodelleproprietàimmobili;• Redditogeneratodaproprietàimmobilidiun’impresa;e• Redditogeneratodaproprietàimmobiliutilizzateperl’eserciziodiservizidapartedipersonaleindipendente.

InbaseallaCircolare75,“ilredditogeneratodaproprietàimmobili”siriferiscealredditogeneratodall’utilizzodelleproprietàimmobili.Comeaccadeperilredditogeneratodallacessionediproprietàimmobili,siapplical’articolo13(Plusvalenze)dellaconvenzione.Lapercezionedialcuniredditi,inoltre,sebbenecollegatialleproprietàimmobili,nonricadenell’ambitodell’articolosul“redditogeneratodaproprietàimmobili”.Adesempio,gliinteressisulmutuoperl’abitazionericadonosottol’articolo11(Interessi)dellaconvenzione.

Quando i profitti di un’impresa, generati in uno Stato firmatario, sono passibili d’imposta nell’altro Stato firmatario?

In base all’articolo 7 della convenzione, i profitti di un’impresa di uno Stato firmatario possono essere imponibili nell’altro Stato firmatari, quandol’impresaconduceaffariinquest’ultimoattraversounastabileorganizzazioneivisituata.Inquestocaso,iprofittidell’impresaattribuitiaquellastabileorganizzazionesarannopassibilid’impostanell’altroStato.

LaCircolare75prevedeche,quandoun’impresadiSingaporeabbiaunastabileorganizzazioneinCina,“ilprofittoattribuibileatalestabileorganizzazione”includenonsoltantoiprofittiderivantidallastabileorganizzazioneinCina,maancheiredditigeneratiall’internoealdifuoridellaCinacheabbianounrealecollegamentoconlastabileorganizzazione,inclusiidividendi,gliinteressi,gliaffittieleroyalties.Dovra’essereutilizzatounprezzoequodimercatoqualebasedideterminazionedeiprofittiattribuibiliallastabileorganizzazione.

Come saranno tassati i dividendi della società residente in uno Stato firmatario pagati al residente dell’altro Stato firmatario?

Inbaseall’articolo10dellaconvenzione,seilbeneficiarioeffettivodeidividendiéresidentedell’altroStatocontraente,l’impostanondeveeccedere:

• Il5%dell’ammontare lordodeidividendi,qualora ilbeneficiarioeffettivosiaunasocietà (diversadaunapartnership)chedetienedirettamentealmenoil25%delcapitaledellasocietàchepagaidividendi;

InbaseallaCircolare75,unresidentediSingaporedevedetenerealmenoil25%delcapitalediunasocietàdomiciliatainCinainqualsiasimomentoentro12mesiconsecutiviprecedentialricevimentodeidividendi.Ladatadiricevimentodeidividendiéladataincuideveesserepagatal’impostaolaritenutad’accontosuidividendicomeprevistodallanormativacinese.

• 10%dell’ammontarelordodeidividendiintuttiglialtricasi

Quando il trasferimento di azioni è passibile d’imposta?

Inbaseall’articolo13dellaconvenzione,gliutilidiunresidentediunoStatofirmatario,ottenutidallacessionediazionichegeneranopiùdel50%dellorovaloredirettamenteoindirettamentedaproprietàimmobile/isituatanell’altroStatofirmatario,possonoesserepassibilid’impostainquest’ultimo.

Nellacircolare75sichiariscequestopuntodisponendoche,inqualsiasimomentoall’internodiundeterminatoperiodo(questoperiodononédefinitonellaconvenzioneedéalmomentoconsideratoparia3anni)precedenteiltrasferimentodelleazionidellasocietà,ilvaloredellaproprietàimmobileinCinadetenutodirettamenteoindirettamentedallasocietà,lecuiazionisonotrasferite,deverappresentarepiùdel50%delvaloretotaleditutteleproprietàdellasocietà.Adesempio,laddoveunresidentediSingaporedetengaazioniinunasocietàcinese(oacquistiazionidiunasocietàcinesequotataaSingapore):seil50%delvaloredelleazionidellasocietàcineseègeneratodirettamenteoindirettamentedaunaproprietàimmobilesituatainCina,allora,indipendentementedallaproporzionedelleazionidetenutedalresidentediSingaporenellasocietàcinese,laCinaavràildirittoariscuoterel’impostasugliutiliottenutidalresidentediSingaporegraziealtrasferimentodelleazionidellasocietà.

Inoltre,gliutilidiunresidentediunoStatofirmatario,generatidallacessionediazioni,partecipazioni,oaltridirittisulcapitaledellasocietàoaltrapersonagiuridicaresidentenell’altroStatofirmatario,possonoesserepassibilid’impostaindettoStato,sechipercepiscetaliutili,inqualsiasimomentodurantei12mesiprecedentilacessione,haavutounapartecipazione,direttaoindiretta,dialmenoil25%delcapitaledidettasocietà.

InbaseallaCircolare75,siincludonoleseguentifattispecie:

• UnresidentediSingaporedetienedirettamentequotedicapitaleinunasocietàdomiciliatainCina;• UnresidentediSingaporedetieneindirettamentequotedicapitaleinunasocietàdomiciliatainCinaattraversounaqualsiasidellesuesocietàincui

detienedelleazioni(oppureattraversoholding/s);e• LeaffiliatediunresidentediSingaporedetengonodirettamentequotedicapitalenellasocietàdomiciliatainCina.

Page 79: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 11

Domande e risposte

In quale contesto operano le società straniere che desiderano trarre vantaggio dalle convenzioni contro la doppia imposizione fiscale in Cina?NellaCircolare601siaffermacheildestinatariodidividendi,royaltieseinteressi,diun’impresadomiciliata inCina,hadirittoagoderedeivantaggidelleconvenzioni,qualorapossaesseredefinitoil“beneficiarioeffettivo”ditalereddito.Esistonosetteindicatoridetti“sfavorevoli”perl’acquisizionedellostatusdi“beneficiarioeffettivo”.

Per stabilire lo status di beneficiario effettivo è necessario produrre una certa quantitàd’informazionisull’attività,inclusequelleriguardantiilnumerodeidipendenti,informazionisulleentrateeviadicendo.Se,adesempio,leautoritàsirendonocontoche,nelladocumentazionepresentata,gliintroitidiunparticolarecontrattosonoparticolarmentebassi,possonochiederedivisionare il contrattostesso.Per le societàquotateènormaleprodurrecerte informazionisull’attività,mamoltesocietànonquotateritengonoquestotipodirichiestaunpo’invasiva.

Inoltre,c’èsemprelapossibilitàchelarichiestadiunasocietàdibeneficiarediunaconvenzionecontroladoppiaimposizionenonsiaapprovatadalleautoritàfiscalialivellolocale,acausadidifferenzenell’interpretazioneenell’implementazionedellaCircolare601.

NellaCircolare30,rilasciataagiugno2012,siintroduceunasortadi“paracadute”,graziealqualelesocietàquotatesonoautomaticamenteconsideratebeneficiarieeffettivedeiredditidadividendi.Inoltre,leautoritàfiscalialivellolocaleoranonpossosemplicementerifiutareunarichiestadiapplicazionediunaconvenzione,madebbono,piuttosto,ricevereprimal’approvazionedelleautoritàfiscalidilivelloprovincialeepoisegnalareilcasoalSATperl’archiviazione.Lesocietàchefaticanoaottenerel’applicazionediunaconvenzionepossonoancherichiederelarevisionedelcasoalleautoritàfiscalidilivelloprovinciale,lequali,generalmente,hannopiùesperienzanellevalutazioniriguardantiiDTA.”

DomandesullevostreattivitàinCina?Scriveteciaitaliandesk@dezshira.com.Ledomandeselezionatericeverannorispostaquioppuresuwww.china-briefing.com.

Letture consigliateLa città-stato di Singapore si è ritagliata

un ruolo competitivo diventando una

destinazione d’eccellenza per quartieri

generali, filiali e holding per tutti quanti

desiderano operare e fare business nella

regionedelSudEstasiaticoenonsolo.

Infatti,questacittà-statoègestitainmaniera

talmente efficiente e orientata al business

chesidicechesiaessastessagestitacome

unsocietà:una“SingaporeInc.”.

Altre curiosità sulle convenzioni contro le doppie imposizioni fiscali in Cina?

Risorse ulteriori

EntratenelgruppodidiscussioneLinkedIndiDezanShira&Associates“TheTaxQ&A”.

Oppurevisitatelapagina“SistemaFiscaleeFinanziario”suwww.china-briefing.com/it.

“C’è sempre la possibilità che la richiesta di una società di beneficiare di una convenzione contro la doppia imposizione non sia approvata dalle autorità fiscali a livello locale, a causa di differenze nell’interpretazione e nell’implementazione della Circolare 601. ”

?

HannahFeng

Manager,servizidicontabilitàsocietaria

DezanShira&Associates,ufficiodiPechino

Page 80: Collezione China Briefing 2012

Da Dezan Shira & Associates

IN QUESTO NUMERO:• IndennitàobbligatorieinCina:obblighideldatoredilavoro• L’utilizzodiFESCOperlagestionedilibripagael’assunzionedipersonale• Calcolareleindennitàobbligatorienelleretribuzioni

Numero 128 • Ottobre 2012

Oneri sociali e gestione libri paga

Usate il vostro smartphone per leggere questo codice QR e accedere a www.china-briefing.com/news Disponibileindiverselingue

Page 81: Collezione China Briefing 2012

2 - CHINA BRIEFING

Questomesefesteggiamoil20ºanniversariodiDezanShira&Associates,ilpiu’grandestudiointernazionale

apartecipazioneitalianainAsiadedicatoagliinvestimentidirettiesterinelcontinentenonche’l’anima

tecnicaelegaledietrolapubblicazioneAsiaBriefing.

Gliingranaggiinternidelsistemaprevidenzialecinesesonodiventatiancorapiùimportantiperl’investitore

stranieroapartiredall’entratainvigore,nelloscorsoottobre,delledisposizioniprovvisorieinmateriadi

dipendentistranieriinCina(InterimMeasuresforParticipationintheSocialInsuranceSystembyForeigners

WorkingwithintheTerritoryofChina).

Nonostanteilsistemaprevidenzialesifondisuquellelineeguidaemanatedalgovernocentrale,laloro

implementazionevariasubasegeograficaeunesempiofondamentaleèproprioiltrattamentodegli

stranieriall’internoditalesistema.Comeandremoadiscutere,mentreaDaliansonorichiesti,almomento,

soltanto icontributidianzianitàper ildipendentestraniero,aShenzhensonoprevisti tretipidiversi

dicontributieaPechino,TianjineXiamenaddiritturacinque.AShanghailacontribuzioneèsubase

volontaria(perilmomento).Talidiversitàelefrequentivariazionisulleindennitàobbligatorierendono

l’areacontributivainsidiosasoprattuttopergliaspettidicomplianceaziendale.

Riprenderemo,dunque,inquestonumero,lebasidelsistemacontributivoobbligatorioinCina.Dove

finisceesattamentequel35-40%dimaggiorazionedelsalarioaldipendente?Qualisono lealiquote

contributiveprevidenziali, lebasi imponibilie leesenzionifiscali?Cosacomporta l’insiemediqueste

cifreall’internodelprocessoretributivo?Considereremopoileindennitàobbligatoriecomeunaparte

del più vasto sistema retributivo, sottolineando due aspetti specifici per la Cina: FESCO e hukou, il

“passaportolocalecinese”.

Cordialisaluti,

AlbertoVettoretti,,

ManagingPartner,DezanShira&

Associates,EditoreAsiaBriefing

[email protected]

Nota dell’editore

Tuttoilmaterialeeicontenutisonoprotettida©2012AsiaBriefingLtd.

Nonèpermessanessunariproduzione,copiaotraduzionedimaterialesenzail

consensodell’editore.

Domande?Entrateincontattodirettocon

professionistispecializzatisull’argomento.

AggiornamentinormativiStatealpassoconicambiamenti

normativigrazieagliaggiornamentisuwww.dezshira.com/it.

?Lettureconsigliate

Trovatelepubblicazionirelativeall’argomentosuwww.asiabriefingmedia.com/store..

NotiziesuChinaBriefingLeggetelenotizieeicommentisull’argomentosuwww.china-briefing.com/news.

ProspettivainternazionaleInformatevisucomel’argomentoètrattatoinaltregiurisdizioniasiatiche,inclusiIndiaeVietnam.

PodcastAscoltategliinterventidiunesperto.

LacopertinaartisticadiquestomeseWangQing(王青)ArtLaborGallery

TimeisMoney(时间就是金钱)

Acrilico/supportomistosutela,[email protected]

Page 82: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 3

Calcolareicontributiobbligatorinelleretribuzioni

Per gli uffici di rappresentanza, i contributiobbligatori per i dipendenti cinesi sono dinorma gestiti da una società di servizi alleimprese(FESCO)...

IlFESCOcomestrumentoperlagestionediretribuzionieassunzionedidipendentiMoltesocietàapartecipazioneesteraeufficidirappresentanzainCinahannouncontrattoinessereconuntipodisocieta’localechiamataFESCO(ForeignEnterpriseServiceCompany)...

INIZIO ... 9 10 11

Punto 10gestire la

registrazionedei nuovi assunti

Procedura di gestione mensile dei contributi obbligatoriFESCO

VantaggiPunti critici

Numero 128 • Ottobre 2012

Sommario

“A Shanghai, le verifiche governative sul pagamento dei contributi sociali sonocasuali... una società può essere sottoposta a verifica una volta l’anno o ogni 2-3 anni.”

ContributiobbligatoriinCina:Obblighideldatoredilavoro

Assumere personale in Cina equivalegeneralmente ad una maggiorazione del35-40%sullostipendionettodovutoacausadiunsingolofattore:icontributiobbligatori...

UsateilvostrosmartphoneperleggereilcodiceQRescaricareleapplicazionimobilidiAsiaBriefing.

Notizie su China-Briefing.com10febbraio2012 LaCinapromettediaumentareisalariemigliorarel’occupazione

27marzo2012 Salarimedielimitiperlaprevidenzanellecittàcinesi

11giugno2012 LaCinacomunicalestatistiche2011perlerisorseumaneelaprevidenza

13luglio2012 Shenzhenpubblicalaguida2012aisalari

9agosto2012 Pechinorilascialelineeguida2012persalaridelsettoreindustriale

TinaWang

GroupHRManager

DezanShira&Associates,ShanghaiOffice

Contributi obbligatori per il datore di lavoro

Fascia contributiva minimDisoccupazione

Infortunisullavoro

Maternità

0.2-2%

0.5-2%

0.5-1%

0.5-2%

p.4 p.10p.8

Page 83: Collezione China Briefing 2012

4 - CHINA BRIEFING

Contributi obbligatori in Cina: Obblighi per il datore di lavoro

Tipo di contributo obbligatorio

MalattiaIncasodimalattia/infortunio,partedeitrattamentimedicideldipendentepossonoesserecopertidaassicurazionemedica.Iversamentimaturanosuun’appositacartachepuòessereutilizzatapermedicinaliotrattamentisenzaricoveroinospedalieclinicheapprovati(adesclusionedelleclinicheinternazionali).

PensioneAlmomentodelpensionamento,premessocheicontributisianostativersatiperalmenoquindicianni,ogniindividuopuòricevereunapensionedianzianità,secondoquantoaccumulatonelpropriofondopersonale.

DisoccupazioneIncasodilicenziamento(nondidimissionivolontarie),premessocheildipendenteabbiaversatoicontributiperl’indennitàdidisoccupazioneperalmenounannointero,questipuòrichiederel’indennitàdidisoccupazioneperunmassimodi24mesi.

Infortuni sul lavoroIlfondopergliinfortunisullavorocopreicostideitrattamentiincasod’infortuniriconducibiliall’impiego.Ildatoredilavorodevepagareunaquotadellostipendioduranteilperiododiriabilitazioneeunrisarcimento,qualoraildipendentesiaimpossibilitatoariprendereillavoro.

MaternitàIlcongedodimaternitàèdinormaditremesi,mentrequellodipaternitànonsuperageneralmenteiquindicigiorni.Durantequesticongedi,nellecittàincuièprevistaun’assicurazionedimaternità,nonènecessarioversarelostipendio,piuttostoidipendentiricevonounasommafissadalfondoassicurativo.

Fondo casaPensatoperassicurarecheglioperairisparminoasufficienzaperacquistareun’abitazione,lasommaaccumulatainquestofondopuòessereutilizzataperpagarnel’anticipoolacaparra.Inmolticasi,unasocietàstabiliscel’aliquotacontributiva(all’internodiunafasciaconsentita)almomentodell’aperturadiquestofondo.

AssumerepersonaleinCinaequivalegeneralmenteadunamaggiorazionedel3540%sulsalarionettodovutoacausadiunsingolo

fattore:icontributiobbligatori.Icontributisonoipagamenticheildatoredilavoroeildipendenteversanoperi“cinquefondidi

previdenzasociale”(maternità,malattia,disoccupazione,pensioneeinfortunisullavoro)eperilfondocasa.L’implementazionedei

contributiobbligatori,secondoledisposizionidelgovernocentrale,variainbaseallaposizionegeografica(comeillustratoap.6)e

allostatodiresidenzadeldipendente(adesempioselaresidenzae’permanentenellacittàdeldatoredilavoroono).

Idatoridilavoro,nellaretribuzionemensile,devonoversareicontributiperl’insiemedeipropridipendenti,cosìcometrattenerelecontribuzioni

individualideisingolidipendentidailorostipendi,perversarleall’entediprevidenzasociale,ilSocialInsuranceBureau.Discuteremo,inquest’articolo,

idiversitipidicontributiobbligatori,lealiquoteel’influenzadellostatodiresidenzadeldipendente.

=i”cinquefondidiprevidenzasociale”

Disoccupazione

Infortunisullavoro

Maternità

Malattia

Pensionedianzianità

Fondo casa

Page 84: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 5

Contributi obbligatori in Cina: Obblighi per il datore di lavoro

0.5-2%

“Daquandoilministeroperlerisorseumane

e la previdenza ha emanato, nel settembre

2011,ledisposizionisecondocuiicontributi

previdenzialidevonoesserepagatiperconto

deilavoratoristranieriinCina,lenormelocali

che regolano l’implementazione di queste

misuresonocambiateinmodoconsiderevole.

IncittàcomeDalian,Pechino,Suzhou,Tianjine

Xiamensonostatiintrodottiregolamentilocali

secondo cui i dipendenti stranieri devono

iscriversialsistemadiprevidenzaecontribuire

ad alcuni (se non a tutti i) fondi assicurativi,

mentreinaltrecittàsideveancoraintrodurre

l’obbligocontributivo.

ADaliansonorichiesti,almomento,soltanto

i contributi di anzianità per conto del

dipendentestraniero,mentreaShenzhensono

previsti quattro tipi diversi di contributi (gli

individuistranieriversanosoltantoicontributi

perlapensionedianzianitàepermalattia)ea

Pechino,TianjineXiamentuttiecinque.

Secondo quanto riportato dai media, alla

finedel2011,7.800stranierihannoiniziatoa

partecipareaivarifondidiprevidenzasociale

aPechinoe,ametàagosto2012,circa7.000

stranierihanno iniziatoaversare icontributi

nellaprovinciadelJiangsu.

Nontuttelemaggioricittàhannointrodotto

lenormecherichiedonolapartecipazioneai

fondiprevidenziali.AShanghai,peresempio,

i dipendenti stranieri impiegati nella città

possono contribuire, su base volontaria, ai

fondi per la pensione di anzianità, per la

salute/malattia e per gli infortuni sul lavoro.

Dall’annuncio di tale regolamentazione

(ottobre 2009) all’aprile del 2011, tuttavia,

menodiuncentinaiodi stranieriha iniziato

adeffettuareiversamenti.Difficileprevedere

ilmomentoincuil’obbligatorietàpossaessere

introdottaaShanghaienellealtrecittànon

ancoracoinvolte”.

EuniceKu

TechnicalEditor

DezanShira&Associates,ShanghaiOffice

Fasce contributive minime obbligatorie per i datori di lavoroPrevidenza

Disoccupazione

Infortunisullavoro

Maternità

Malattia

Pensionedianzianità

Fondo casa

0% 5% 10% 15% 20% 25%

*Le sanzioni per irregolarità nei versamenti possono essere da 1 a 3 volte l’importo dell’obbligo contributivo. L’interesse è calcolato allo 0,05% del contributo non versato su base giornaliera.

0.2-2%

0.5-2%

0.5-1%

5-12%

12-22%

5-20%

Fasce contributive minime obbligatorie per i dipendentiPrevidenza

Disoccupazione

Infortunisullavoro

Maternità

Malattia

Pensionedianzianità

Fondo casa

0% 5% 10% 15% 20% 25%

0-1%

0%

0%

8%

5-20%

Aggiornamento: Gli stranieri e la previdenza sociale in Cina

Page 85: Collezione China Briefing 2012

15

3

6

2

4

Contributi obbligatori in alcune città (2012)C=CompanyI=Individual

1 L’aliquota per per la pensione di anzianità delle aziende a Shenzhen, in favore di dipendenti che non possiedono un hukou (simile alla nostra carta di identita’) di Shenzhen,

è del 10%, invece che dell’11%

1 Pechino 2 Shanghai 3 CantonA I A I A I

Pensione di anzianità 20% 8% 22% 8% 20% 8%

Infortuni 0.5% 0% 0.5% 0% 0.25-0.75% 0%Maternità 0.8% 0% 0.8% 0% 0.85% 0%

Disoccupazione 1% 0.2% 1.7% 1% 2% 1%

Salute/malattia 10% 2%+3RMB 12% 2% 8%+12,45RMB 2%

Fondo casa 12% 12% 7% 7% 5%-20% 5%-20%

4 Shenzhen 5 Dalian 6 HangzhouA I A I A I

Pensione di anzianità 11%1 8% 20% 8% 14% 8%

Infortuni 0.4% 0% 0.6-2% 0% 0.4-1.6% 0%

Maternità 0.5% 0% 0.8% 0% 0.8% 0%

Disoccupazione 0.4% 0% 2% 1% 2% 1%

Salute/malattia 6.5% 2% 8% 2% 11.5% 2%+4RMB

Fondo casa 5-20% 5-20% 10,12or25% 10,12or15% 12% 12%

Page 86: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 7

Contributi obbligatori in Cina: Obblighi per il datore di lavoro

L’hukou come influisce oggi sui contributi per la previdenza sociale?

Un hukou (pronunciato hu-kou) è una sorta

di passaporto locale che tutti i cittadini cinesi

possiedono. Nell’hukou viene riportata la città

o il villaggio natale del dipendente, diventando

rispettivamenteun“hukoudicampagna”oun“hukou

dicittà”,esoltantoaquest’ultimosiapplicailsistemacontributivo.

Inpassato,undipendenteimpiegatoaldifuoridellapropriaarea

di provenienza (area dell’hukou) non era di norma in grado di

contribuireaifondiobbligatorinellazonaincuilavorava.Quando

un datore di lavoro desiderava assumere personale esterno alla

propriaarea,questipotevaversareicontributiobbligatoriattraverso

unafilialeoun’agenziainterinale(adesempiounFESCO)nell’area

diprovenienzadeldipendente.

“Oggilasituazioneècambiata”cispiegaHelenKong,responsabile

periservizicontabilialleimprese,DezanShira&Associates,sededi

Dalian.“Daquandoloscorsoannoilsistemaprevidenzialeèstato

apertoancheaidipendentistranieri,l’hukouèdiventatopressoché

irrilevanteneldeterminarequaleentediprevidenzadevericevere

i pagamenti fatti per conto del dipendente. Una società paga i

contributiobbligatorinellacittàincuihasede.

Inquestomodo,undipendentepuòaccederefacilmenteaifondi

diassicurazionesullasalutepressounastrutturalocaleapprovata.

Inoltre,lasocietàpuòassistereinmanierapiùagevoleildipendente

nella risoluzione di difficoltà di accesso ai fondi, avendo più

familiaritàconglientigovernativilocali.

L’hukou ha ancora una modesta influenza sulle aliquote dei

contributi obbligatori, poiché i dipendenti sono distinti in base

alla residenza locale permanente o ad altri tipi di residenza (ivi

inclusiicittadinicinesiconhukoudialtrecittàeglistranieri),edi

conseguenzaalcunealiquotecontributivesonodiverse.

Alcuni tipi di hukou sono considerati particolarmente appetibili

(soprattutto quelli di Pechino e Shanghai) per motivi legati

all’educazionedeifigli,l’acquistod’immobili,glispostamentioltre

confine ecc. ecc. Una società può appoggiare la richiesta di un

dipendenteperottenereunhukoudiversoneicasiincuiprevede

unrapportoalungotermineoppureperdipendentichesvolgono

osvolgerannounruoloimportanteall’internodell’aziendastessa.

“Abbiamoalcunigrossiclientilocalidaiqualiriceviamomensilmente

richiestediassistenzaperl’ottenimentodiunhukoudiShenzhen

peripropridipendenti”,cispiegaSisiXu,SeniorManager,Dezan

Shira&Associates,sedediShenzhen.

“L’interoprocessoper il trasferimentodiunhukoudaun’areaad

un’altraimpiegacircaseimesiecoinvolgediversienti,oltreaquello

diprevidenzasociale.Traquestisitroval’entedisicurezzapubblica,

PublicSecurityBureau,chedeverilasciareunanuovacartad’identità

perildipendenteprimachel’entediprevidenzaaccettilarichiesta

di quest’ultimo a versare i contributi previdenziali in qualità di

residentelocalepermanente.

Alcune difficoltà si possono rivelare nel trasferimento dei fondi

contributiviprecedentementeversatitradiversecittà,aseconda

della fascia di appartenenza. Il caso più semplice è quello del

trasferimentotraduecittàdiprimafascia,mentrerisultamoltopiù

difficoltosoiltrasferimentodaoversocittàditerzafascia.

Nonèpossibileprevederequalesaràlanormativasuglihukouda

quiavent’anni,maalmomentolaleggeprevedecheunindividuo

puòrichiedereilrimborsooiltrasferimentodellaquotaindividuale

deipropricontributialluogodiorigine.Danotarechesoltantoi

versamentieffettuatidall’individuopossonoesseretrasferiti,quelli

versatidallasocietàdevonorimanerenellacittà incuisonostati

versati”.

“La preoccupazione maggiore di molti investitori stranieri e l’enorme differenza normative dei contributi obbligatori nelle diverse città. Si trovano grosse differenze nelle aliquote contributive minime e nei regolamenti locali su aspetti come, ad esempio, la durata del congedo di maternità.”

HelenKong

Manager,risorseumaneelibripaga

DezanShira&Associates,DalianOffice

Page 87: Collezione China Briefing 2012

8 - CHINA BRIEFING

Moltesocietàapartecipazione

e s t e r a e u f f i c i d i

rappresentanza in Cina

hanno un contratto in

essere con una societa’

chiamata FESCO (Foreign Enterprise Service

Company) per l’assunzione di personale, la

gestionedilibripagaealtritipidiserviziperil

personalelocale.

Molti investitori stranieri ritengono il FESCO

una singola organizzazione, ma nella realtà

FESCOèunterminegenericousatodadecine

disocietàlocalidirisorseumanesparseperil

paese.Visonospessodiverseorganizzazioni

FESCO in competizione tra loro nella stessa

città,collegateoaffiliateinaltrepartidelpaese,

alcunesemigovernativi,altreal100%private.

IltermineFESCOègenericoeindicasoltanto

il tipo di servizio offerto dall’organizzazione.

A causa del diffuso malinteso secondo cui

FESCOsiaunasocietà,ilnomeèdiventatoun

potente mezzo di marketing ed è utilizzato

damoltesocietàchefornisconoserviziperle

risorseumane.

AlcuniFESCOoffronoservizicomelaricercadi

personalealtamentequalificato(headhunting)

per conto dei loro clienti, creando un

potenzialeconflittod’interessiperlagestione,

daunapartedeilibripagadialcuniclienti(che

invianodatipersonalieinformazionisuisalari

deipropridipendenti)edall’altradialtriclienti

cherichiedonolaselezionedipersonale(per

iqualilaconoscenzadeidatifornitidaiprimi

haunvaloreelevato).

Ricerca e assunzione di personale e minor rischio nelle controversie“I l FESCO è una sorta di strumento”, ci

spiegaVictor Zheng, servizi di consulenza

aziendale, Dezan Shira & Associates, sede

di Shanghai.“Gli uffici di rappresentanza

devono assumere i propri dipendenti

attraversodegli intermediari (moltideiquali

utilizzano il termine FESCO nel nome della

loro stessa società), figure che possono

rivelarsitalvoltautiliancheinaltrecircostanze.

I FESCO hanno, generalmente, dei propri

contrattistandard,sucuièdifficilenegoziare.

Questi contratti non sono sempre ben

formulati e di norma si tratta di“prendere

o lasciare”; tuttavia, assumere personale

attraverso FESCO può talvolta comportare

menorischidell’assunzionediretta.

Mentre FESCO non assume nessuna

responsabilità per i risarcimenti economici,

condizione alquanto chiara nell’accordo

iniz ia le, in caso di controvers ie con

il dipendente (su temi quali ad esempio

rendimento,licenziamento,stipendi,contributi

previdenziali, formazione, protezione sul

lavoroecc.ecc),FESCOpuòesserecoinvolto

innegoziazioni,arbitratie/oprocessi.1

Moltediquestesocietàsonoapartecipazione

statale, alcune di queste hanno specialisti

moltovalidiincampolegale(soprattuttoper

problemiconilpersonale)ehannofamiliarità

coniprocessiegliarbitratilocali.Inalcunicasi

puòessered’aiutocoinvolgereunFESCOper

giungereaunasoluzione.

Inoltre,FESCOpuòritornareutileallasocieta’

estera nelle fasi di costituzione, durante

le quali è spesso necessaria l’assistenza di

impiegati locali nella preparazione della

documentazione.Infatti,unasocieta’straniera

non può concludere nessun contratto (che

sia di manodopera o di servizio) con un

individuo cinese, prima di aver ottenuto la

licenza commerciale in loco. Alcuni FESCO

(non tutti) sono disponibili ad assumere

temporaneamenteimpiegatilocaliea“inviarli”

presso l’entità a partecipazione estera che

si trova ancora nella fase di costituzione, in

genere a fronte di un deposito in contanti

pariatreoquattromesidisalarioecontributi

previdenziali.

La legge sui contratti di lavoro prevede che

i dipendenti inviati da un FESCO debbano

essereassunti,ingenere,atempodeterminato,

in posizione di temporanea sostituzione o

di ausilio. Questo regolamento, in passato,

èstatospesso ignoratoe iFESCOsonostati

utilizzati per assumere un’enorme varietà

di lavoratori locali, secondo le esigenze del

cliente.Unrecenteprogettodilegge,tuttavia,

riguardante l’obbligo dei datori di lavoro di

assumeredirettamenteilpersonaleprincipale,

haaumentatoilrischioperlecompagnieche

assumono gran parte dei loro dipendenti

L’ut i l i zzo d i FESCO come strumento per la gestione di libri paga e l’assunzione di personale

1 1In base all’articolo 10 de Interpretations of the Supreme People’s Court on Some Issues concerning the Application of Laws for the Trial of Labor Dispute Cases (II)

“È fondamentale che l’investitore straniero si renda conto che FESCO non è un’unica organizzazione. Molti general manager credono, erroneamente, che la propria organizzazione (soprattutto nel caso di un ufficio di rappresentanza) non abbia potere contrattuale con tali FESCO e quindi accettano i prezzi ricevuti senza controbattere.”–AdamLivermore,RegionalManager,DezanShira&Associates,ufficiodiDalian

Page 88: Collezione China Briefing 2012

L’utilizzo di FESCO come strumento per la gestione di libri paga e l’assunzione di personale

attraversointermediari,cosicchémoltesocietà,

alla luce di questa nuova norma, stanno

ora riconsiderando la propria strategia nelle

assunzioni.

UnacosadatenereamenteriguardoiFESCO

è che questi, in base alla leggesui contratti

dilavoro,possonooffriresoltantocontrattia

tempodeterminatoperalmenodueanni.Un

datoredilavoropuòcomunqueporrefinea

unrapportoconildipendentecinese,inbase

allenormedellaleggesuicontrattidilavoroe

dell’accordofirmatoconilFESCOstesso.

Secondolanormativadisponibilealuglio2012,

nonèchiaroseildipendentechelavoracon

uncontrattod’agenziaabbialapossibilitàdi

ottenereuncontrattoatempoindeterminato

conlasocietàchelohautilizzatoalterminedei

dueanni.Ulterioriopzioni,oltreal contratto

a tempo determinato, sono il contratto di

servizio o il contratto part-time, che in base

allerelativeleggieregolamentilocali,possono

essereinterrottipiùfacilmente.

Libri paga“Lavoriamospessoincollaborazioneconivari

FESCOperservizidigestionelibripagaincittà

nellequalinonsiamopresenticonnostriuffici

propriointalunecircostanzeperoffrireservizi

che noi non proponiamo”, ci spiega Helen

Kong,manager,serviziperlerisorseumanedi

gestionelibripaga,DezanShira&Associates,

ufficiodiDalian.

“Il nostro valore aggiunto è lo scrupoloso monitoraggio dei

processi, per assicurarne l’accuratezza, poiché ogni errore può creare problemi in futuro, soprattutto durante possibili visite, verifiche e audits da parte delle autorita’ preposte. Molti FESCO, inoltre, offrono soltanto un rendiconto semplice e standard sui libri paga, mentre noi possiamo personalizzarli in modo completo, secondo le esigenze del cliente, così da aumentare notevolmente la trasparenza dei processi retributivi per l’investitore straniero”

FESCO: vantaggi e punti criticiVantaggi Punti critici

Rischio minore rispetto all’assunzione diretta Conflitto d’interessi

Incasodicontroversiesullavoro,FESCOpuòesserecoinvoltoinnegoziazioni,arbitratie/oprocessi.Moltediquestesocietàsonoapartecipazionestatale,alcunediquestehannospecialistimoltovalidiincampolegale(specialmenteperproblemiconilpersonale)ehannofamiliaritàconiprocessie“guanxi”congliarbitratilocali.

AlcuniFESCOoffronoservizidiricercapersonale,creandounpotenzialeconflittod’interessitraiclienticherichiedonoservizidigestionelibripaga(inviandodatipersonalieinformazionisuisalarideipropridipendenti)eiclientichevoglionoservizidiricercapersonale(periqualilaconoscenzadeidatifornitidaiprimihaunvaloreelevato).

Supporto per le assunzioni durante il processo di costituzione societaria

Poca trasparenza

Un’entitàapartecipazioneesteranonpuòconcluderenessuncontrattoconunindividuocineseprimadiaverottenutolalicenzacommercialeinCina.AlcuniFESCOassumonoimpiegatilocalieliinvianopressol’entitàapartecipazioneestera,chesitrovaancoranellafasedicostituzione.

LacomunicazioneiningleseconalcuniFESCOpuòrivelarsiunasfidaemoltioffronosoltantounrendicontosempliceestandarddeilibripagaailoroclienti.Nellagestionediorganizzazioniall’estero,ingenere,sidesideraunamaggioretrasparenzasulleretribuzioni.

Contributi obbligatori in altre città Assunzione di personale in posizioni managerialiUnFESCOpuòversareicontributiobbligatoriperidipendenticonhukoudiversidallacittàincuilasocietàounasuafilialehasede.

Secondolaleggesuicontrattidilavorocinese,tuttiidipendenti“core”ovveroquellichesvolgerannounamansionediprimopianoinaziendadevonoessereassuntidirettamente,nontramiteintermediari.NonosservarequestoregolamentopotrebbeavereconseguenzenegativeperquellesocietàcheutilizzanoivariFESCOperl’assunzionedituttoilpropriopersonale.

Modifica della legge sui contratti di lavoro della Repubblica popolare cinese (proposta)

L’articolo 66 è modificato come segue:

“la fornitura di lavoro si applica soltanto

a posizioni temporanee, ausiliari o

sostitutive... una posizione temporanea

offerta dal datore di lavoro è una posizione

che sussiste per non più di sei mesi; una

posizione ausiliaria offerta da un datore di

lavoro è una posizione che è orientata alla

fornitura di servizi alle posizioni primarie del

datore di lavoro; una posizione sostitutiva

è una posizione tenuta da un lavoratore

inviato in sostituzione, in un periodo di

tempo in cui il dipendente del datore di

lavoro che detiene la posizione originale

non è in grado di mantenere tale posizione

a causa di un corso di formazione a tempo

pieno o per congedo”.

Page 89: Collezione China Briefing 2012

10 - CHINA BRIEFING

Pergliufficidirappresentanza,icontributiobbligatoriperidipendenticinesisonodi

normagestitidaunasocietàdiservizialleimprese(FESCO)cheliassumeperloro

conto.Perlesocieta’apartecipazioneesteraicontributiobbligatoririentranonelle

retribuzionimensilideldipendente.Lagestionedeicontributimensilièpreceduta

dallaregistrazionedellasocietàpressoduediversienti,ilSocialInsuranceBureaue

l’HousingBureau,edèverificataperiodicamenteconispezioniadhoc.

Calcolare i contributi obbligatori nelle retribuzioni

INIZIO ... 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 ...

10thRegistrazione dei

nuovi assunti e cancellazione di quelli che hanno lasciato l’azienda

15thTermine

ultimo per la registrazione e la cancellazione dei

nuovi assunti

20thVerifica che una

corretta quantità di fondi sia spostata

sul conto bancario designato per il

pagamento dei contributi

25thPrelevamento del denaro dal conto

societario da parte del Social

Insurance Bureau

18thDownload dei dati

finali sui contributi dal sito internet dell’ente

e consegna degli stessi all’ufficio paghe

LaregistrazionepressoilSocialInsurance

Bureau, per una società da poco costituita,

consisteinduesteps:dapprimalacreazione

diuncontosocietario,poilacreazionediun

contodipendenti.

Lacreazionediuncontosocietarioèalquanto

semplice, poiché sono necessari soltanto

documentidicuisisara’gia’inpossesso(licenza

commerciale, timbro della società, modulo

dirichiestaecc.).Dopoquestaprimafase, in

molte citta’ della cina, è possibile procedere

allaregistrazionedeidipendentilocalionline,

mentre la registrazione dei documenti per i

dipendentiespatriatideveessereconsegnata

materialmenteall’entediprevidenzasociale.

Il processo di registrazione, in alcuni casi,

può variare leggermente. Ad esempio, per

i neolaureati è necessario aprire un conto

completamente nuovo. Inoltre, si possono

averedeitempipiùlunghipercertidipendenti

chedevonotrasferireilorocontidiprevidenza

socialedallesocietàpercuihannolavoratoin

passato, poiché l’ente di previdenza sociale

dimoltecittà richiede lacancellazionedella

registrazionedaldatoredilavoroprecedente

primaditrasferireilcontoprevidenziale.

SisiXu

Senior Manager, servizi di contabilita per le

imprese

DezanShira&Associates,sedediShenzhen

1. La registrazione presso il Social Insurance Bureau e l’Housing Bureau

2. Procedura di gestione dei contributi obbligatori mensili

3. Le verifiche sulla previdenza socialeLe verifiche sulla previdenza sociale e le

sanzioni previste in caso d’irregolarità, sono

unaragioneinpiùperassicurareun’estrema

accuratezza nel versamento dei contributi

obbligatoriaipropridipendenti.

Tali verifiche e pratiche di controllo variano

dacittàacittà.

AShanghai,adesempio,questeverifiche

sonocasuali.

L’enteavvisasemplicementelasocietàqualche

giornoprimadellaverifica,inmodochetutta

ladocumentazionepossaesserepreparata.

Unasocietàpuòesseresottopostaaverifica

una volta l’anno o ogni 2-3 anni; è difficile

prevederlo.

TinaWang

GroupHRManager

DezanShira&Associates,ShanghaiOffice

Discuteremodiseguito:

1. La registrazione presso il Social Insurance

Bureauel’HousingBureau

2.Lagestionemensiledeicontributi

3.Leverifichesullaprevidenzasociale

Page 90: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 11

?

Domande e risposteQuali sono i vantaggi della gestione esterna dei libri paga?1. Maggiore trasparenzaLeinformazionisonorichiesteiningleseeviapostaelettronica,lasciandounostoricochiarodi

tuttiidatiepassaggi,cosìchequalsiasiproblemapossaessereimmediatamenteindividuato.

Irendicontisullebustepagapossonoesserepersonalizzatisecondolespecifichedelcliente,

aumentandonotevolmentelatrasparenzadigestione.

2. Aumentata efficienza e accuratezza gestionaleIl sistema di gestione dei libri paga è automatico per molti aspetti, dal caricamento delle

informazioni al calcolo e alla creazione dei rendiconti.Tutto questo dà modo di aumentare

l’efficienza e l’accuratezza rispetto alla gestione interna tramite file Excel o altri software in

genereusati.

3. Aumentata riservatezzaLagestionedeilibripagaècondottaadistanzaeilcontattotraigestoridelprocessoeidipendenti

delclienteèlimitato,accrescendodunquelariservatezza.

4. Totale conformità alle leggi e ai regolamentiMolte compagnie, a causa di personale interno non sufficientemente addestrato, rischiano,

senzaassistenza,dinonriuscireaconformarsiatutteleleggieairegolamentilocalienazionali,

incappandoinsanzioni.

5. Garanzia di continuità nella fornitura del servizioIncasodiassenzaoimprovvisedimissionidelresponsabiledellerisorseumane,moltepiccole

societàfaticanoagestireinmodoefficienteilibripaga.Dareingestioneesternaquestoprocesso

eliminatalidifficoltà.

6. Riduzione dei costiLesocietàpossonoridurreilpersonalededicatoallerisorseumane,diminuireirequisiti(equindi

anchelebasisalariali)per i responsabilidellerisorseumanee limitare icostiassociaticonle

assunzione(eilicenziamenti)all’internodiquestodipartimento.

Domandesullevostreattività[email protected].

Ledomandericeverannorispostasuwww.china-briefing.com.

AdamLivermore

RegionalManager

DezanShira&Associates,DalianOffice

Risorse ulteriori

“I rendiconti sulle buste paga possono essere personalizzati secondo le specifiche del cliente, aumentando notevolmente la trasparenza di gestione.”

Page 91: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 1

Da Dezan Shira & Associates

• Iserviceagreementtraquartiergeneraleeaffiliate• PanoramicasugliobblighideltransferpricinginCina• ProgrammasperimentalepertransazionicommercialiinternazionaliinRMB•DOMANDEERISPOSTE:Rimessadiroyalties:comefunziona?

Numero 129 • Novembre 2012

Transazioni internazionali con

parti correlate

IN QUESTO NUMERO:

Usate il vostro smartphone per leggere questo codice QR e accedere a www.china-briefing.com/news Disponibileindiverselingue

Page 92: Collezione China Briefing 2012

2 - CHINA BRIEFING

Torniamoadiscutere,inquestauscitadiChinaBriefing,delletransazioniinternazionali,conparticolareriferimento a quelle tra le parti correlate. Nel numero dello scorso anno sull’argomento, abbiamodecisamente messo troppa carne al fuoco, spaziando dalla vendita di prodotti ai clienti in Cina alpagamentodiservizi,royaltiesedividendi,dallagestionedeicostidiavviamentoallapreparazionedelladocumentazionecontestualesultransferpricing...iltuttoinunadecinadipagine.

Inquestonumero,invece,abbiamodecisodiconcentrarcimaggiormentesualcuniaspettifondamentalidelletransazioniinternazionaliconleparticorrelate.

Tratteremo essenzialmente, nel primo articolo, dei service agreement, cioè degli accordi per servizispecifici, tra quartier generale e affiliata cinese, guardandone l’organizzazione, le implicazioni fiscali,le procedure di pagamento dei servizi e considerando il momento in cui si crea invece una stabileorganizzazione(PE)tramitel’inviodipersonaledallacasamadreall’affiliatacinese.

Faremopoi,nelsecondoarticolo,unabreveeconcisapanoramicasugliobblighideltransferpricinginCina.Qualèladefinizionedipartecorrelata?Qualisonogliobblighifondamentalisultransferpricing?Qualisonoirequisitidelladocumentazionecontestualeedegliaccordipreventivisuiprezzi(c.d.advancepricingarrangements)?

Infine,parleremoanchedelprogrammaperletransazionicommercialiinternazionaliinRMB,programmache rientra nella politica di internazionalizzazione della moneta cinese: uno degli obiettivi strategiciprincipalidelXIIPianoQuinquennale(2011-2015)eoggiunodegliargomentipiùscottantiintemadipagamentiinternazionali.

Cordialisaluti,

Nota dell’editore

La copertina artistica di questo meseYuQiping(余启平)daTheGallery(阁蕊莉)

Lunasullamontagna(月上高山)Inchiostrocoloresucarta,31.5x35cm

[email protected]

AlbertoVettoretti,,

ManagingPartner,DezanShira&

Associates,EditoreAsiaBriefing

[email protected]

Tuttoilmaterialeeicontenutisonoprotettida

©2012AsiaBriefingLtd.Nonèpermessanes-

sunariproduzione,copiaotraduzionedimaterialesenzail

consensodell’editore.

Domande?Entrateincontattodirettocon

professionistispecializzatisull’argomento.

AggiornamentinormativiStatealpassoconicambiamenti

normativigrazieagliaggiornamentisuwww.dezshira.com/it.

?Lettureconsigliate

Trovatelepubblicazionirelativeall’argomentosuwww.asiabriefingmedia.com/store..

NotiziesuChinaBriefingLeggetelenotizieeicommentisull’argomentosuwww.china-briefing.com/news.

ProspettivainternazionaleInformatevisucomel’argomentoètrattatoinaltregiurisdizioniasiatiche,inclusiIndiaeVietnam.

PodcastAscoltategliinterventidiunesperto.

Page 93: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 3

Quartier generale

Affiliata cinese

Servizio

Pagamento

Oneri fiscalisui servizi

 IVA/BT, UCMT,

ES, LESCIT

PE Sì Sì

Non-PE Sì n.d.

ProgrammasperimentaleperletransazionicommercialiinternazionaliinRMBPer rafforzare ulteriormente la propriamoneta, la Cina ha posto come obiettivostrategico fondamentale, all’interno delXI I Piano Quinquennale (2011-2015) ,l’internazionalizzazionedelRMB.IlPiano,nellospecifico,incoraggia...

BrevepanoramicasugliobblighideltransferpricinginCinaIl concetto di transfer pricing si riferisce alprezzopraticatotraimpresecorrelate,situatein giurisdizioni fiscali diverse, nelle lorotransazioniintersocietarie.Iprezziconsideratisonoquelliperservizi,proprietàimmateriali...

Numero 129 • Novembre 2012

Sommario

“Le parti correlate sono caratterizzate da proprietà/controllo, prestiti, nomina della dirigenza, concessione di licenze su brevetti, controllo o fornitura di materia prima o pezzi di ricambio, fornitura di servizi, controllo effettivo”

Serviceagreementtraquartiergeneraleeaffiliate

Leentitàcinesiapartecipazioneesterapossonoconcluderediversi tipidiserviceagreement,ovvero accordi per servizi specifici con altresocietàstraniere,iviinclusalapropriasocietàmadre. Questi accordi, siglati tra il quartiergenerale e le proprie affiliate, in molti casi...

UsateilvostrosmartphoneperleggereilcodiceQRescaricareleap-plicazionimobilidiAsiaBriefing.

Notizie su China-Briefing.com

9ottobre2012,RiformaIVAnellaprovinciadelGuangdong:transizioneversol’impostasulvaloreaggiunto

2ottobre2012,ShanghaiindagasullariformasperimentaleIVA,mirandoadespandere...

2aprile2012,RegistrazionedeglistranieripressoilSAFEeipianidiincentivazione

1marzo2012,LaCinausailpugnodiferrocontrol’evasionefiscaleemiraallemultinazionali

3gennaio2012,AShanghaiilSAFEimponerequisitiaggiuntiviperipagamentiinvalutaestera

p.4 p.10p.8

Page 94: Collezione China Briefing 2012

4 - CHINA BRIEFING

I service agreement tra quartier generale e affiliate

Pianificazione dei service agreement

Includere determinati servizi nell’oggetto socialeEsempi per tipo di società a partecipazione estera

“Per una FICE o una WFOE di produzione, la cui attività principale non è la fornitura di servizi, non è generalmente un problema includere dei servizi correlati nel proprio oggetto sociale. Naturalmente, vale anche il contrario: alcune società di servizi (per esempio società di servizi tecnici) possono condurre attività commerciali che siano in relazione al proprio oggetto sociale.”

=servizio

WFOE per servizi (servizi tecnici)FornituraaXXXdiservizitecnicidiconsulenzapertecnologieXXX;trasferimentoditecnologia,consulenzatecnologicaesviluppoditecnologia;evenditaall’ingrosso,importazioneedesportazione dei prodotti relativi alla fornitura di detti servizi di consulenza tecnica erappresentanzaafrontedicommissioni(escluselevenditeall’asta)edaltriservizicorrelati.

FICEVenditaall’ingrosso, rappresentanzaa frontedicommissioni (escluse levenditeall’asta),importazione ed esportazione di prodotti XXX; servizi post-vendita, trasferimento ditecnologia;consulenza tecnologica; sviluppodi tecnologiaedaltri servizidiconsulenzacommerciale.

WFOE di produzioneProgettazione,sviluppoeproduzionediprodottiXXXerelativepartiecomponenti,venditadiprodottisemi-lavorati;venditaall’ingrosso,importazioneedesportazionediprodottisimilierappresentanzaafrontedicommissioni(escluselevenditeall’asta);fornituradiservizipost-venditaedaltriservizicorrelati;consulenzatecnica,sviluppoetrasferimentoditecnologia.

Le entità cinesi a partecipazione estera possono concludere diversi tipi di serviceagreement,ovveroaccordiperservizispecifici,conaltresocietàstraniere,iviinclusalapropriasocietàmadre.Questiaccordi,siglatitrailquartiergeneraleeleproprieaffiliatehanno,inmolticasi,scopipiùchelegittimi,laddoveilprimoforniscaservizidigestionecontabile,diproprietàintellettuale,odiconsulenzaallapropriaaffiliata,oquest’ultima

forniscaservizialquartiergeneralecherientranonelpropriooggettosociale.Inaltricasi,invece,questiaccordipossonodestaresospetti,seintesicomeescamotageperloscambiodidenarofraquartiergeneraleeaffiliata.Nonbisognainoltredimenticarechel’autoritàfiscalehasempreildirittodimettereindiscussionelalegittimitàdiunserviceagreement.

Discuteremo,inquestoarticolo,gliaccordiperservizispecificitraquartiergeneraleeaffiliatacinese,iviinclusi:

• Pianificazionedeiserviceagreement• Onerifiscali• Proceduradipagamento• Stabileorganizzazioneperservizi

Le imprese che hanno un’attività principalediversa dalla fornitura di servizi , qualiad esempio una società commerciale apartecipazione estera (FICE) o una societàa totale partecipazione estera dedita allaproduzione (WFOE di produzione), hannol’obbligo di ricavare il loro maggior profittodataleattivitàprincipale,potendocomunqueforniredeiserviziadessarelativi.

Qualora una società a partecipazione esteraabbia necessità di stipulare un serviceagreement(accordoperserviziospecifico)peroffrireuncertoservizioinfuturo,quest’ultimodeve essere incluso nel proprio oggettosociale, così come mostrato negli esempiriportatiadestra.

Iserviceagreementvarianoinbasealtipodiservizio offerto: consulenza, rappresentanzaa fronte di commissioni (laddove l’affiliatacerchi clienti/utenti/fornitori per il quartieregenerale), servizi post-vendita o supportotecnicoecc.

Questo tipo di accordo, paragonato con icontrattidiacquisto,èdinormarelativamentesemplice:prevedeunserviziochedeveesserefornito, le tariffe, i metodi di pagamento,gli obblighi, e altre clausole generali .

È raccomandabile, prima della firma di taleaccordo,verificarnelalegittimitàconl’autoritàlocale.

Page 95: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 5

I service agreement tra quartier generale e affiliate

Oneri fiscali sui compensi per servizi Stabile organizzazione (PE) vs non-PE

 Imposta sul valore aggiunto/business tax (BT), imposta sulla costruzione

e manutenzione dei centri urbani (UCMT), addizionale a supporto del sistema scolastico centrale (ES) e locale (LES)

Imposta sul red-dito societario

PE S S

Non-PE S n.d.

Perlestabiliorganizzazioni(PE),l’erariocineseutilizzailmetododelprofittopresuntoperstabilireilredditotassabile.L’aliquotaperilprofittopresuntovariadal15al50%delvaloredelcontrattoedèdeterminatacasopercaso.

Quali sono gli oneri fiscali?

Quartier generale

Affiliata cinese

Servizio (ad esempio gestione

contabilità o consulenza)

Pagamento

Quartier generale

Affiliata cinese

Servizio (secondo l’oggetto sociale)

Pagamento

Aliquote nell’area sperimentale dell’IVA divise per settore

Settore AliquotaLeasingdibenimobili 17%

Servizineitrasporti 11%

R&SeserviziperlatecnologiaServiziperl’ITServiziricreativieculturaliServiziausiliariperlalogisticaServizidiconsulenzaeautenticazione

6%

Oneri fiscaliQuandosiadestinatariosiafornitoredelserviziositrovanoinCina,leimpostesarannoapplicatealredditosulservizio,indipendentementedalluogoincuidettoservizioèeffettivamentereso.I compensi sui servizi sono soggetti abusiness tax (BusinessTax), imposta sullacostruzioneemanutenzionedeicentriurbani(Urban Construction and MaintenanceTax),addizionaleasupportodelsistemascolasticocentrale(EducationSurcharge)elocale(LocalEducation Surcharge). Nelle aree in cui èapplicatalasperimentazioneperl’impostasulvalore aggiunto (IVA), i compensi sui servizisono soggetti a IVA, UCMT, ES e LES, conaliquotediverseinbasealsettore.

All’affiliatacinesespettal’obbligodiritenereeversareleimposteprimadipagarel’onorarioalquartiergenerale.

Quest’ultimo deve versare anche un 25%di imposta sul reddito societario (CIT), perredditoderivatodataleservizio,nelcasoincuiabbiaunastabileorganizzazione(Permanent

Establishment)inCina.Inoltre,glionerifiscaliper una PE sono molto più pesanti rispettoa quelli di una non-PE. Il quartier generaledevedichiarareeversarel’impostasulredditosocietario prevista, compilare la relativariconciliazioneannualeesaldaretuttiidebitid’impostaalcompletamentodeicontratti.

L’affiliatacineseeilquartiergeneraledevono,quindi, gestire attentamente i contratti e irelativiprogettiinCinaperstabilireelimitarelepassivitàacaricodiunaeventualestabileorganizzazione.

SullabasediquantoèprevistodallamaggiorpartedeitrattaticontroladoppiaimposizionefiscalesiglatitraCinaedaltripaesi,lafornituradi servizi in territorio cinese da parte diun’organizzazione estera attraverso i propridipendentioaltropersonale incaricatodallastessa organizzazione costituirà una stabileorganizzazione (PE), qualora tali attivitàcontinuative(perlostessoprogettooperaltriprogetticollegati)copranounperiodoouninsieme di periodi di tempo superiori a 183giorninell’arcodi12mesi.

Page 96: Collezione China Briefing 2012

6 - CHINA BRIEFING

I service agreement tra quartier generale e affiliate

Pagamento dei compensi per serviziTempistica Fasi

1. Conclusione del contratto

Entro30giorni

Ungiorno2. Registrazione del contrattoLa società con sede in Cina deve registrare il contratto presso la filiale di competenza del Tax Bureau entro 30 giorni.

Uno-duegiorni3. Versamento delle imposteLa società con sede in Cina versa tutte le imposte applicabili.

Ungiorno

4. Remissione dei fondiLa società con sede in Cina può rimettere i fondi attraverso una banca designata a tale scopo. Se la cifra da rimettere è superiore ai 30.000 dollari americani, deve essere esibito un certificato di regolarità e adempimento fiscale (tax clearance certificate).

Tutteletransazioniinvalutaesteraall’internoe all’esterno della Cina sono severamentecontrollate dallo State Administration ofForeignExchange(SAFE)edallaPeople’sBankofChina(PBC).

LaPeople’sBankofChinaèlaBancacentralecinese,hailcompitodicontrollarelepolitichemonetarie e governare gli istituti finanziarinellaCinacontinentale.IlSAFEoperacomeunentedellaPeople’sBankofChina,redigenormeeregolamentisulleattivitàdiscambiodivalutaestera,controllaedesaminadettetransazioni,gestisceleriservegovernativeinvalutaestera,definiscelepolitichedicambiodelRMB.

In caso di rimesse estere superiori ai 30.000dollari americani, l’istituto di credito chiede,in genere, un certificato di regolarità fiscaleper ottenere l’approvazione dell’operazionedal SAFE. In alcuni casi, le banche possonoinoltrerichiedereulterioredocumentazionedisupportoancheperimportiinferioriai30.000dollariamericani.

Foreign Exchange in CinaLanormativaperl’amministrazionedellavalutaesterainCina(“ForexRegulation”),emanatadalConsigliodiStatonel1996emodificatainseguitonel1997enel2008,distinguetraletransazionidipartitecorrentiemovimentidicapitaleeffettuatiinCina.

Partite correntitotalmente convertibili

Movimenti di capitalenon totalmente convertibili

Lepartitecorrenti sono totalmenteconvertibili, il che significachenon è necessaria alcuna approvazione per la maggior parte dellepartitecorrentiinvalutaestera,maèsufficienteunadocumentazione,secondo quanto previsto dal sistema di monitoraggio dello StateAdministrationofForeignExchangeoSAFE.

Le partite correnti sono transazioni, eseguite nel corso ordinariodelle attività, che includono operazioni ricorrenti nell’ambito deipagamenti e di ricezione di pagamenti internazionali e che nonhannol’obiettivoditrasferirecapitale.

Esempi:venditadibeni,fornituradiserviziedaltretransazioniconilpagamentodiinteressi,royalties,affitti,dividendiecc.

Qualunquetransazioneilcuiobiettivoèlacreazioneoiltrasferimentodicapitaleèconsideratacomeunmovimentodicapitale.Imovimentidi capitale non sono totalmente convertibili, il che significa che ènecessaria l’approvazione dalle autorità competenti, ivi incluse loState Administration of Foreign Exchange (SAFE) e il Ministero delCommercio(MOFCOM).

Esempi: investimenti diretti esteri (FDI), investimenti diretti versol’estero(ODI),prestitiinternazionalioinvalutaestera,investimentineimercatifinanziari,transazioniderivate,ripianamentodeidebitiesteri,rimessa di capitale da parte delle società a partecipazione esteradopolaliquidazione.

Procedura di pagamento

Se i compensi per servizi derivano da contratti d’importazione di tecnologia (ad esempio contratti di consulenza tecnologica, di cooperazione su design/ricerca/sviluppo/produzione ecc.), l’affiliata cinese deve registrarsi presso il Ministero del Commercio prima della rimessa.

Page 97: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 7

I service agreement tra quartier generale e affiliate

Da 183 giorni aUn anno

Se il dipendente del quartier generale fornisce servizi (nello stesso progetto o per altri progetti collegati) per un periodo o un insieme di periodi di tempo superiori a 183 giorni nell’arco di 12 mesi, si costituisce una stabile organizzazione per servizi. La stessa regola dei 183 giorni si applica anche all’imposta sul reddito individuale.

Residenza in Cina e fonti di reddito Scadenze applicabili per l’imposta sul reddito individuale

Meno di 183 giorniDa un anno aCinque anni

Reddito pagatodal datore di

lavoro in Cina(Generato

in Cina)Reddito pagato

dal datore di lavoro in Cina(Non generato

in Cina)

Reddito pagato dal datore di lavoro estero

(Generato in Cina)

Stabile organizzazione per serviziDallametàdel2009,leautoritàcinesihannorafforzatoilcontrollofiscaleriguardantel’inviodipersonaledalquartiergeneraleversol’affiliatacinese.Allacasamadreesterapuòesserecontestatalafornituradiserviziall’affiliatacinese,vedendosicosìattribuireiltitolodistabileorganizzazionesulterritorioperserviziinCina,conunconseguenteinasprimentodeirelativiobblighifiscali.

Tali obblighi a carico di una stabile organizzazione per servizi, prevedono che i compensiricevuti dall’affiliata debbano essere calcolati in base al principio della libera concorrenza.Inoltre,icompensisarannosoggettiall’impostasulredditosocietario(CIT),secondol’aliquotadelprofittopresuntodeterminatadall’autoritàfiscale,cosìcomeallabusinesstax,all’IVAeadaltreaddizionalilocali.

SecondolaCircolaren.75,interpretazionedel2010deltrattatocontroladoppiaimposizionefiscaletraCinaeSingapore,chesiapplicaancheaitrattaticonaltripaesi,lafornituradiservizidapartediun’impresa,attraversoisuoidipendentioaltropersonaleindividuatodall’impresastessa,costituisceunastabileorganizzazioneperservizisoltantoqualorataleattività(dellostessoprogettooperaltriprogetticollegati)copraunperiodoouninsiemediperiodiditemposuperioria183giorninell’arcodi12mesi.

Lastessaregoladei183giornisiapplicaancheall’impostasulredditoindividuale,comemostratoneldiagrammariportatoafondopagina.SarannoapplicateleimpostesulredditoindividualeairedditigeneratiinCina,qualoraundipendentetrascorra183giorninelpaese,ancheseilsuoredditoèpagatodaundatoredilavoroestero.

Per ipagamentidisalarisuperioriai30.000dollariamericaniprovenientidall’estero, labancapotrebberichiedereuncertificatodiregolaritàfiscaleemessodall’autoritàcompetente.Inquestocaso,potrebbeesserenecessariopresentareiseguentidocumentiperotteneretalecertificato:

• Contrattodiprogetto/contrattodidistaccoall’estero• Contrattodilavoro• Copiadelpassaportodeldipendenteespatriatocontimbridientrataeuscita• Ricevutadelpagamentodelleimposte• Altro

Creazione di un PE per serviziLaCircolarefornisceiseguentiparametripervalutarese ildipendentedistaccatopresso la FIE cinese stia effettivamentelavorando per la casa madre esterae quindi cost i tu isca una stabi leorganizzazioneperservizi:

• La società madre estera ha autoritàsul lavoro dei dipendenti distaccatia l l ’estero e ne assume r ischi eresponsabilitàdaessoderivanti;

• Il numero dei dipendenti distaccatiall’esteroelenormedelloroimpiegosonodecisidallacasamadre;

• I salari e gli stipendi dei dipendentidistaccati all’estero sono pagati dallacasamadre;

• Lacasamadreesteraricavadegliutilidall’affiliataperl’invioditalidipendenti.

Qualora s i r iscontr ino i suddett iparametri, s’intende creata una stabileorganizzazioneperserviziinCina.

Page 98: Collezione China Briefing 2012

8 - CHINA BRIEFING

Breve panoramica sugli obblighi del transfer pricing in Cina

Il concetto di transfer pricing si riferiscealprezzopraticatotraimpresecollegate,situate in giurisdizioni fiscali diverse,nelle loro transazioni intersocietarie. Iprezzidi trasferimentoconsiderati sono

quelliperservizi,proprietàintangibilieattivitàfinanziarie.

Il regime di transfer pricing in Cina è, dinorma,coerenteconlelineeguidadell’OCSEesièsviluppatorapidamentenelcorsodegliultimianni.Recentemente,unaseriedifattoriha portato la questione del transfer pricingall’attenzione dello State Administration ofTaxation (SAT): tra questi, la tendenza dellesocietà straniere inCinaadichiarareperditeoperative pluriennali, l’utilizzo mirato ditrasferimenti di proprietà intellettuale e diservizi forniti da società correlate estere,nonchè l’introduzione di controlli più severida parte dei partner commerciali della Cinasui prezzi di trasferimento. Gli inasprimentiinambitofiscaledel2008hanno,daunlato,incentivatol’utilizzodeltransferpricingnelladeterminazione dei margini operativi dellepropriesocietàcontrollateinCinae,dall’altro,fatto sì che nel 2009 il SAT abbia dovutoemanare nuove norme in materia (TransferPricing Regulations) al fine di fare chiarezzasull’argomento e regolamentare in manierapiùserratalepratichescorrettepiùdiffuse.

È stato introdotto in Cina l’obbligo per ilcontribuente di preparare e conservare unadettagliatadocumentazione,adimostrazionedell’applicazione del principio di liberaconcorrenza (arm’s length) nelle transazioniconleparticorrelate.Letransazionitraquartiergeneraleefilialecinesedevonoesserebasatesu questo principio, poiché, secondo lanormativafiscalecinese,headofficeeaffiliatainCinasonoparticorrelate.Operazioni infragruppoinambitoditransferpricing possono creare notevoli difficoltà digestione, poiché possono avere un effettodiretto sui profitti di entrambe le parti.Pianificare un sistema di transfer pricingall’iniziodell’attivitàaiutaalimitareeagestire

Definizione: Parti correlateNella normativa cinese sul transfer pricing, una“parte correlata” è caratterizzata da unoqualsiasideiseguentiaspetti:

1) Proprietà o controlloUn’entitàdetienedirettamenteo indirettamente il 25%opiùdel totaledelleazionidiun’altraentità;unterzopossiedeocontrolla,direttamenteoindirettamente,il25%opiùdellequoteazionarieinentrambeleimprese-ilcalcolodelpossessoazionarioindirettodeveessereeseguitoattraversolamoltiplicazionedelleazioniadognilivello;inognicaso,qualoraun’entitàdetengapiùdel50%delleazionidiun’altraentitàdellivellosuccessivo,siconsideracheessadetengail100%aquellivello

2) DebitiI debiti di un’impresa verso un’altra impresa (che non sia un istituto finanziarioindipendente)superanoil50%delcapitaledell’impresa,oppureil10%deltotaledeidebitidiunasocietàègarantitodaun’altrasocietà(chenonsiaunistitutofinanziarioindipendente)

3) Nomina della dirigenzaLa nomina di più della metà della dirigenza di un’impresa (incluso il consiglio diamministrazione e il general manager), o di almeno un membro del consiglio diamministrazione,spettaadun’altraimpresa;oppureindueimprese,lanominadipiùdellametàdelladirigenzaodipiùdiundirettoreesecutivospettaadunasolaparte

4) Concessione di licenze su brevettiLanormaleproduzioneeleattivitàoperativediun’impresadipendonodaibrevettidiun’altraimpresa(inclusidirittidiproprietàindustrialeotecnologiebrevettate)

5) Controllo o fornitura di materie prime/ricambiL’acquistodimaterieprimeopartidiricambiodiun’impresaèsottoilcontrollodi,odeveavveniretramite,un’altraimpresa(inclusoilcontrollosuiprezziesullecondizioni)

6) Decisione sulla fornitura o ricezione di serviziLafornituraolaricezionediservizidapartediun’entitàèdecisadaun’altraimpresa

7) Controllo effettivoUn’impresahaunrealecontrollosullaproduzionediun’altraimpresa,sullasuaoperativitàesulcommercio,attraversorelazioniconilpersonaledell’altrasocietà(incluselerelazionidiparentela)

Page 99: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 9

Breve panoramica sugli obblighi del transfer pricing in Cina

l’esposizione ai relativi rischi, assicurandola massima efficienza fiscale in relazione almodellodibusinesseagliobiettivicommercialiaziendali.

Obblighi basilari in ambito di transfer pricingAl momento della dichiarazione dei redditi,tutte le imprese con transazioni tra particorrelatedibenimaterialiinferioria200milionidiRMBedibeniimmaterialiinferioria40milionidiRMB,devonocompilareeconsegnarenoveformulariannualiperl’appositadichiarazionesuoperazioniinfragruppo.

Questiformulari(inlinguacinese)prevedonolapreparazionediunaquantitàd’informazionisull’ammontare e sui tipi di transazioni conle parti correlate, il tipo di documentazionedisponibileeilmetodoutilizzatoperverificareilprincipiodiliberaconcorrenzaeillivellodiredditivitàdidettetransazioni.

Leimpresechesuperanoilimitimenzionatinelparagrafoprecendentedevono,inoltre,curarelastesuradellacosiddetta“contemporaneoustransferpricingdocumentation”.

Gli obblighi della contemporaneous transfer pricing documentationLa documentazione contemporaneoustransferpricingèuninsiemedi informazionidettagliate sul transfer pricing, a supportodelprincipiodiliberaconcorrenzainsitonelletransazioniconparticorrelate.

Dettadocumentazionedeveesserepreparatadalle parti che non soddisfano uno deiseguentirequisitidiesenzione:

• L’ammontare annuale delle transazioni dibenimaterialitraparticorrelateèinferiorea 200 milioni di RMB e quello di beniintangibilièinferiorea40milionidiRMB

• Letransazionisonoprevisteinunaccordopreventivo sui prezzi (advance pricingarrangement)

• L’investitorestranierodetienemenodel50%delleazioniel’impresaconducetransazionisoltantoconparticorrelatelocali

Uno sguardo agliAdvance Pricing Arrangements

“Una shelf company di Hong Kong avrà difficoltà nella negoziazione di un advance pricing arrangement con la Cina continentale, se la società stessa non è la beneficiaria dei profitti derivanti dalle transazioni con le parti correlate.”–RebeccaLiu,SeniorManager,servizidicontabilitàsocietaria,DezanShira&Associates,ufficiodiGuangzhou

1) Che cos’è un advance pricing arrangement?Un advance pricing arrangement (accordo preventivo sui prezzi) è un accordopluriennale,raggiuntoconl’autoritàfiscale,suiprincipideiprezzidelletransazioniconparticorrelatediun’impresaeirelativimetodidicalcolo.

2) Quali condizioni deve soddisfare un’impresa per richiedere un advance pricing arrangement?L’impresadeve,ingenere,rispondereaiseguenticriteri:

a.Avereilvolumeannualedelletransazioniconlepartisuperiorea40milionidiRMB;b.Averprovvedutoalledichiarazioniobbligatorieperleggesulletransazioniconleparti

correlate;c. Avere preparato, conservato e presentato la documentazione contestuale

(contemporaneousmaterial)inbaseallanormativavigente.

3) Quali benefici comporta un advance pricing arrangement?

a.Offreunacertezzainterminidioperazionieonerifiscalipertuttaladuratadell’accordo;b.Risolveilproblemasultransferpricing;c. Diminuisceilrischiodiesseresottopostiaverifiche;ed.Evitaladoppiaimposizionefiscale.

4) Come fare richiesta per un advance pricing arrangement?Iltemponecessarioallafirmadiunaccordopreventivosuiprezzi,unilateraleobilaterale,puòvariaredaunoadueanniemezzo,e inalcuniraricasidiaccordibilateralipuòraggiungereanchetreopiùanni.

Cisono,dinorma,seifasichedevonoesserecompletatenellanegoziazione,esecuzioneeimplementazionediunaccordopreventivosuiprezzi:sidovrannopertantosvolgereriunionidipreparazione,richiesteufficiali,verificheevalutazioniformali,negoziazioni,firmadegliaccordi,supervisioneeimplementazionifinali.

5) Quali tipi di advance pricing arrangement sono disponibili in Cina?Sonodisponibiliaccordiunilaterali,bilateraliomultilaterali.Tuttavia,finoadora,nonsonoancorastaticonclusiaccordimultilaterali.

Page 100: Collezione China Briefing 2012

10 - CHINA BRIEFING

Per valorizzare ulteriormente lapropria posizione economicaa livello mondiale, la Cina si èposta come obiettivo strategicofondamentale, all ’interno del

XII Piano Quinquennale (2011 - 2015),l’internazionalizzazionedellapropriavaluta.IlPiano,nellospecifico,incoraggial’utilizzodelRMBall’esteroelagradualerealizzazionedellaconvertibilitàdeimovimentidicapitaleinRMB.IlPianosostiene,inoltre,l’ulterioresviluppodiHongKongcomeprincipalemercato/centrooffshoreperilRMB.

“Si è verificato un ingente accumulo diricchezzainRMB,dentroefuoridallaCina;siailmercatosiachiloregolastannocercandodigettarelebasipersfruttarealmassimoquestopotenziale”,cispiegaChetScheltema,Manager,Dezan Shira & Associates, ufficio di Pechino.

Suquestosfondo,ilgovernodellaRepubblicaPopolareCinesehalanciatonelluglio2009ilprogramma sperimentale per le transazionicommerciali internazionali in RMB.1 Taleprogramma inizialmente coinvolgevasolamentecinquecittà,perquantoriguardaleareeinternedellaCina:ShanghaiealtrequattrocittànellaprovinciadelGuangdong;mentreper quanto riguarda le aree oltre confinecomprendeva le regioni amministrativespeciali di Hong Kong e Macao, e i paesimembridell’ASEAN(AssociazionedelleNazionidelSud-EstAsiatico).Nelgiugno2010 l’areageograficacopertadalprogrammahasubitoun ampliamento sia a livello nazionale, valea dire all’interno della Cina, coinvolgendoaltre20province, siaa livello internazionale,coinvolgendotuttelenazionieleregioni.Nel2011infinetuttalaCinaèentrataafarepartedelprogramma.2

Anche la tipologia di imprese cinesi che vipossonopartecipareèstataampliataall’iniziodel2012.Apartiredafebbraiodiquest’anno,infatti,tuttelesocietàdiimport-exportconsedeinCinasonoautorizzateariceverepagamentisu esportazioni direttamente in RMB.3

Il programma, recentemente così rinnovato,permetterà alle imprese cinesi di utilizzarelavalutanazionaleintuttigliscambidibenie servizi con l’estero, così come nelle altretransazioni relative alle loro partite correnti,eliminandocosìlerestrizioniprecedentementeesistenti,secondolequaligliesportatorilocalidovevano ottenere l’approvazione dallaPeople’sBankofChina(PBC)primadieffettuareoperazioniinRMB.Siprevedecheinseguitoalladiminuzionedellarigiditàdellepolitiche,ilnumerodellesocietàconirequisitinecessaripereffettuaretransazionicommercialiinRMB,aumenterànotevolmente.

Dettesocietàpotrannosceglierediutilizzarela valuta nazionale cinese per le operazionicommercialiconl’esteroattraverso:

1)UnaclearingbankcheoperiinRMBaHongKongoaMacao;oppure

2)UnabancacommercialelocaleinCinacheagiscedaintermediarioperalcunebanchecommercialiesteredesignateatalescopo.

Le imprese coinvolte nel programmasperimentale, al momento della richiestadei rimborsi IVA all’erario, non hanno piùbisognodipresentareimoduliperlaverificaelavalutazionedegliscambiinvalutaestera.Devono,tuttavia,dichiararequestetransazioniall’autorità fiscale separatamente da quelleeffettuateinvalutalocale.4Inoltre,taliimpresehannol’obbligodisegnalareognipagamentoed ogni ricevuta di pagamento in RMB alloState Administration of Foreign Exchange(SAFE)attraversounmeccanismoinformaticodel sistema bancario. Le imprese rientrantinelprogrammaechericevonoRMBdevonoinformare la propria banca designata entrocinque giorni lavorativi, mentre le impreseche effettuano pagamenti in RMB devonoinformareunabancacompetentealmomentodelpagamentoversol’impresaestera.

Programma sperimentale per le t ransazioni commercia l i internazionali in RMB

Effettuare operazioni di export in RMB è più veloce ed economico rispetto all’utilizzo di valuta estera? Il processo per ottenere rimborsi IVA è diverso?

“Abbiamo un certo numero di clienti che all’inizio di quest’anno hanno cominciato ad affettuare operazioni di export in RMB. Le procedure di rimborso IVA, così come tempi e costi, per operazioni di export in RMB, corrispondono all’incirca a procedure, tempi e costi per le stesse operazioni effettuate in valuta estera.”

–-AliceYang,Manager,DezanShira&Associates,ufficiodiShenzhen

1 The “Administrative Measures for the Pilot Program for the RMB Settlement of Cross-border Trading Transactions (‘Administrative Measures’).” Le “Administrative

Measures” sono integrate da Detailed Implementation Rules of the Pilot Administrative Measures on RMB Settlement in Cross-border Trade.”2 The “Circular on Related Issues Concerning Expanding the Trial Settlement of Cross-border Trading Transactions (‘Circular’)” 3 The “Circular on Issues Concerning the Administration of Enterprises Settling Goods Export in RMB (yinfa [2012] No.23)”4 “Notice Concerning Relevant Issues on Tax Rebate (Exemption) on Exported Goods Settled in RMB in Cross-border Trade (‘Notice’)”.

Page 101: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 11

?

Q & APagamento delle royalties: come funziona? Leroyaltiessonocompensipagatiperl’utilizzodiproprietàintellettuale,comemarchiregistrati,brevetti,dirittietecnologiadiproprietàriservata. Ipagamentidelleroyaltiessonosoggettiaritenutad’acconto,IVA/businesstax,impostasullacostruzioneemanutenzionedeicentriurbani(UrbanandConstructionMaintenanceTax),addizionaleasupportodelsistemascolasticocentrale(Education Surcharge) e locale (Local Education Surcharge). L’imposta sul reddito societario(CorporateIncomeTax)nonèapplicabile.

Ilquartiergeneraleè inoltresoggettoal10%di ritenutad’accontosuiprofittidelle royaltiesgeneratiinCina,chenonsianodistintamentericonducibiliadunostabilimentoseparatooluogodiattivitàseparatopossedutidallostessoinCina.Puòessereapplicataun’aliquotaagevolatanelcasoincuiilquartiergeneraleabbiaildomiciliofiscaleinunpaesechehafirmatounaccordofiscalecontroladoppiaimposizioneconlaCina.Ilsoggettogiuridicocineseagiscedasostitutod’impostaneltrattenereallafontelatassasulleroyalties.

La procedura di pagamento di fees sulle royalties differisce dal pagamento di compensi suserviziperalcunipuntichiave.Laregistrazioneperl’importazioneel’esportazioneditecnologiapressoilMinisterodelCommercio(MOFCOM)èobbligatoriaperpoterottenereinseguitounariduzionesull’aliquotanellaritenutad’accontoincasodiaccordifiscali.Infine,perpoterprocederealpagamentodelleroyalties,l’oggettosocialedellasocietàatotalepartecipazioneestera,cosìcomeriportatonellalicenzacommerciale,devecontenereladicitura“importandexporttrade”.

DomandesullevostreattivitàinCina?Scrivetecia [email protected]. Ledomandeselezionatericeverannorispostaquioppuresuwww.china-briefing.com.

IreneZhong

Servizidicontabilitàaziendale

DezanShira&Associates,ufficiodiPechino

Domande e risposte

“La registrazione per l’importazione e l’esportazione di tecnologia presso il MOFCOM è obbligatoria per poter ottenere in seguito una riduzione sull’aliquota nella ritenuta d’acconto in caso di accordi fiscali.”

Data di Paga-mento Stipulata

nel Contratto

Quando si presenta l’obbligo di ritenuta d’acconto?

Se il pagamento è effettuato...Prima/ in

L’obbligosipresentaquando

ilpagamentoèeffettuato.

Dopo

Seilpagamentoèposticipato,mal’affiliatacinesehadedottodallapropriadichiarazionedeiredditiannualeilcostorelativo,l’obbligosipresentailgiornoincuivienepresentataladichiarazionesull’impostadelredditosocietarioannuale(CIT)dell’affiliatacinesestessa.

Page 102: Collezione China Briefing 2012

Da Dezan Shira & Associates

IN QUESTO NUMERO:• UnosguardoalleimpostesocietarieinCina,IndiaeVietnam• Doveaprireunaholding:HongKongeSingapore• Comparazionesull’impostasulredditoindividualeepersonale• DOMANDEERISPOSTE:Comeconfrontarel’aliquotafiscaletotale(percentualesul

profitto)inquestipaesieregioni?

Usate il vostro smartphone per leggere questo codice QR e accedere a

www.china-briefing.com/news

Numero 130 • Dicembre 2012

La Guida fiscale per l’Asia

Disponibileindiverselingue

Page 103: Collezione China Briefing 2012

2 - CHINA BRIEFING

Inun’Asiasemprepiùinterconnessa,moltiinvestitoristranieristannopuntandooltrelaCina,facendo

tesorodellaloroesperienzanelregnodimezzo,percomprenderelepossibilitàdiinvestimentoin

paesicomeIndiaeVietnam.

OgniannoabbiamodedicatoaquestoargomentoilnumerodiDicembrediChinaBriefing:“LaGuida

fiscaleperl’Asia”.Ilfeedbackcheabbiamoottenutodainostrilettori,suquestoedaltriprodottiche

offronounachiavediletturapraticaecomparatasuaspettifondamentalidegliinvestimentiesteri

inAsia,èstatomoltopositivo.Diconseguenza,invecediutilizzarelepaginediChinaBriefingper

alzaresemplicementelosguardooltreiconfinidellaCina,faremounpassodecisivoperrispondere

aquestaesigenza.

Inoltre, nel 2013, Asia Briefing presenterà una nuova rivista: Asia Briefing. Costruita intorno ad

alcuninostrisitiinterneteperiodici,qualiChinaBriefing,IndiaBriefingeVietnamBriefing,lanuova

rivistaincluderàanchenuovicontenutisull’AssociazionedelleNazionidelSud-estasiatico(ASEAN).

Continueremo,senzadubbio,abeneficiaredell’esperienzaprofessionalesulterritoriodeicolleghi

diDezanShira&Associates,ilpiùgrandestudioadinvestimentoitalianoinAsiaconsediinCina,

India,Vietnam,HongKongeSingapore.

Ciauguriamochequestoquartoedultimonumerodella“Guidafiscaleperl’Asia”enaturalmenteil

futuroperiodicoAsiaBriefingabbianounruolofondamentalenell’indirizzarelevostresceltesugli

investimentiesteriperilnuovoanno.

Cordialisaluti,

Nota dell’editore

La copertina artistica di questo mese[Sventoliodibandiererosse](赤旗招展)

Oliosutela,150x120cmXieLantao(解澜涛)

WanFungArtGallery(云峰画院) [email protected]

http://www.wanfung.com.cn/eng/

AlbertoVettoretti,,

ManagingPartner,DezanShira&

Associates,EditoreAsiaBriefing

[email protected]

Tuttoilmaterialeeicontenutisonoprotettida

©2012AsiaBriefingLtd.Nonèpermessanes-

sunariproduzione,copiaotraduzionedimaterialesenzail

consensodell’editore.

Domande?Entrateincontattodirettocon

professionistispecializzatisull’argomento.

AggiornamentinormativiStatealpassoconicambiamenti

normativigrazieagliaggiornamentisuwww.dezshira.com/it.

?Lettureconsigliate

Trovatelepubblicazionirelativeall’argomentosuwww.asiabriefingmedia.com/store..

NotiziesuChinaBriefingLeggetelenotizieeicommentisull’argomentosuwww.china-briefing.com/news.

ProspettivainternazionaleInformatevisucomel’argomentoètrattatoinaltregiurisdizioniasiatiche,inclusiIndiaeVietnam.

PodcastAscoltategliinterventidiunesperto.

Page 104: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 3

Domandeerisposte:

Comeconfrontarel’aliquotafiscaletotale(percentualesulprofitto)inquestipaesieregioni?

Impostesuredditoindividuale,redditopersonaleesalariLealiquotefiscalisuredditoindividuale,redditopersonaleesalarivarianoinmodosignificativonellediversegiurisdizioni.ConsidereremodiseguitoquelleperCina,

India,Vietnam,SingaporeeHongKong.

Numero 130 • Dicembre 2012

Sommario

“In un’Asia sempre più interconnessa, molti investitori stranieri stanno puntando oltre la Cina, facendo tesoro della loro esperienza nel regno di mezzo per comprendere le possibilità di investimento in paesi come India e Vietnam.”

UnosguardoalleimpostesocietarieinCina,IndiaeVietnamInquestoarticolodiscuteremodicomel’impostasulredditosocietario,l’impostasulvaloreaggiunto,labusinesstax,l’impostasuibenieservizielaritenutad’accontosiapplicanoinognunodiquestipaesi.

UsateilvostrosmartphoneperleggereilcodiceQRescaricareleapplicazionimobilediAsiaBriefing.

Notizie su China-Briefing.com15NovGuangzhourilascialacircolareperlapromozionedellosviluppodellePMI

9NovLaCinaentranelRCEP,creandoun’enormeareadiliberoscambioconASEAN,IndiaeGiappone

17OttLaposizionediHongKongnelrallentamentoeconomicoglobale

5OttL’assoggettamentofiscalepergliespatriatiamericaniinCina

1OttLetteredall’AmericaallaCina(continuato)

CHINA

HONG KONG

VIETNAM

SINGAPORE

INDIA

p.4 p.11p.10

Page 105: Collezione China Briefing 2012

4 - CHINA BRIEFING

Imposta sul reddito societarioLeimpreseelealtreorganizzazioniascopodilucropaganol’imposta

sulredditosocietario,corporateincometax(CIT),inbasealreddito

originatodallaproduzione,dalleoperazionicommercialiedaaltre

fonti.L’aliquotastandard inCinaèparial25%,siaper le imprese

esterecheperquellelocali.L’impostaèpagatasubaseannua,ma

èspessosuddivisainratetrimestrali,conrettifichesiadirimborso

siadiriportonell’annosuccessivo;ilcalcolofinaleèinvecebasato

sullaverificadifineanno.

Leimpreseresidentidevonopagarel’impostasulredditogenerato

siainternamentecheesternamenteallaRepubblicaPopolareCinese,

mentreleimpresenonresidenti,consedeprincipaleoattivitàin

Cina, devono pagare l’imposta sia sul reddito generato da dette

sedi nel territorio cinese sia sul reddito generato all’estero, ma

effettivamentecorrelatoallesuddettesedieattività.

Gli incentivifiscali inCinaogginonsononeanchelontanamente

paragonabili a quelli che sussistevano prima del 2008, tuttavia

permangonoincentiviperleimpresenelleregionioccidentalieper

leindustriedell’altatecnologia.

Imprese nelle regioni occidentaliDal primo gennaio 2011 al 31 dicembre 2020, le imprese che

rispondono ai sottostanti criteri possono usufruire di un’aliquota

sull’impostasocietariaridottaal15%,previaapprovazionedaparte

delcompetenteufficiofiscale:

• La sede si trova in una regione occidentale (incluse, ma non

limitateaChonqingeprovincedelloSichuan,Yunnan,Guizhou,

ShanxieNingxia);

• L’attivitàprincipalerientranellalistadelleEncouragedIndustries

inWesternRegions;e

• Ilricavoannualedell’attivitàprincipalesuperail70%deiricavitotali.

Industrie dell’alta tecnologia (high tech industries)Il contribuente,qualificatocome impresadialta tecnologia,può

beneficiarediun’aliquotasull’impostasocietariaparial15%.Icriteri

perotteneredettaqualificacomprendonoiseguentirequisiti:

• L’impresapossiedeiprincipalidirittidiproprietàintellettualein

Cina;

• Iprodotti(oservizi)offertidall’impresarientranonellacategoria

altatecnologiapromossadalloStato;

• La proporzione del personale tecnico rispetto a quello totale

nonèinferioreal30%;laproporzionedelpersonalediR&Snonè

inferioreal10%;

• LaproporzionedellespesediR&Srispettoalredditototalenonè

inferioreal6%,sel’ultimoredditoannualeèinferiorea50milioni

diRMB;al4%,sel’ultimoredditoannualesicollocatra50e200

milionidiRMB;al3%,sel’ultimoredditoannualeèsuperioreai

200milionidiRMB;e

• Laproporzionedelredditoderivantedall’altatecnologiarispetto

alredditototalenonèinferioreal60%.

Inoltre,lesocietàcheinvestonoinR&Spossonorichiedereunasuper

deduzionedel50%sull’impostasulredditosocietario.

La ritenuta d’acconto, pari al 10%, si applica sul reddito passivo

percepito dalle imprese non residenti (ad esempio dividendi,

partecipazioni, royalties, bonus, altri guadagni da investimenti,

affitti,cessionidiproprietà).L’aliquotasullaritenutad’accontoper

dividendi,partecipazionieroyalties,tuttavia,puòessereinferioreper

queipaesicheabbianosiglatounaconvenzionecontroladoppia

imposizionefiscaleconlaCina.

Scadenze fiscali fondamentaliImposte societarie

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic

30 Mar

Dichiarazione IRPE

31 Dic

Chiusura dell’anno fiscale

30 MagDichiarazione redditi societari

Cina

25%

0% 5% 10% 15% 20% 25% 30%

Imposta sul reddito societario

Imposta sul valore aggiunto

Aliquote standard sui dividendi(Società non residenti)

10%

17% 3% 6% 11%

Page 106: Collezione China Briefing 2012

Principali paesi/regioni di origine degli IDEIDEutilizzati(10milioniUS$,anno2011)

0 1,000 7,000 8,000

Hong Kong

Isole vergini

Giappone

Singapore

Corea del sud

Stati Uniti

Imposta sul valore aggiunto e business taxLa coesistenza di imposta sul valore aggiunto (IVA) e business

tax (BT) ha, di fatto, creato una doppia imposizione fiscale nel

Paesegenerandoundibattitogovernativosucomefossemeglio

supportareunbusinessenvironmentconalcentroilconsumo,il

valoreaggiuntoelacreazionediricchezzainterna(chesarannoi

cavallidibattagliadell’economiadelgiganteasiaticonelXIIPiano

Quinquennale).

Labusinesstaxèparial3%oal5%perlafornituradiservizi,cessione

dibeniintangibilieproprietàimmobiliari(un’aliquotaminimadel

20%siapplicaall’industriadell’intrattenimento).L’IVAsiapplicaalle

venditeealleimportazionidibenitangibili,aiservizidilavorazione,

riparazioneesostituzionedibeni.

I contribuenti sono distinti in piccoli contribuenti e contribuenti

ordinari. Nonostante l’aliquota IVA per i piccoli contribuenti sia

nettamente inferiore rispetto a quella dei contribuenti ordinari,

ovvero3%alpostodel17%(o13%perl’importazionedialcunibeni

specifici),ècomunquevantaggiosoottenerelostatusdicontribuente

ordinarioperquellesocietàchehannounconsiderevolefatturato

annuo, poiché questo status permette loro di effettuare alcune

operazionieconomicamentevantaggiose,tralequali:

• lapossibilitàdidedurrel’IVAacreditodall’IVAadebito;e

• l’aumento della potenziale clientela (nonche’ una maggiore

credibilità)grazieallapossibilitàdiemetterefattureconIVA.

AShanghai,Pechinoedinaltregrandicittàsièiniziato,nel2012,a

sostituirelabusinesstaxconl’IVA,nelsettoredeitrasportieneisei

settorideiserviziavanzati;nel2013èprevistal’applicazionedella

riformaalivellonazionale.

http://www.asiabriefing.com/store/book/la-riforma-dell-imposta-sul-valore-aggiunto-366La riforma sull’imposta del valore aggiuntoChina Briefing, numero di luglio-agosto 2012

Considerando l’amministrazione speciale della regione,

l’ottimizzazione fiscale e la prossimità geografica, molte PMI

decidonodiregistrareunasocietàholdingadHongKongper

ipropriinvestimentiinCinaedinAsia.

Imposta sugli utiliPer il biennio 2012-2013, l’imposta sugli utili per le società

di capitali è pari al 16,5%, mentre per le società di persone

e per gli imprenditori individuali è pari al 15%. La regione

amministrativaspecialeadottailprincipiodellafonteterritoriale

per determinare gli oneri fiscali dovuti, il che significa che

soltantoiprofittigeneratiinlocosonotassabiliadHongKong.

IlsistemadiHongKongpermetteanchedibeneficiaredello

statusdisocietàestera,ilqualedàdirittoallatotaleesenzione

dalleimpostesuiprofittigeneratialdifuoridellaregione.

Imposta sul valore aggiuntoL’impostasulvaloreaggiuntononèprevistaadHongKong.

Ritenuta d’accontoNonèprevistaritenutad’accontoper il rimpatriodeiprofitti

alla società madre estera. Secondo la convenzione contro

ladoppia imposizionefiscalesiglatatraHongKongeCina, i

dividendipagatidallasocietàcineseairesidentidiHongKong,

chedetengonoalmenoil25%delcapitaledellasocietàcinese,

sonosoggettiadunritenutad’accontoparial5%.Unasocietà

holding di Hong Kong, dunque, può diminuire la ritenuta

d’acconto pagata dalla filiale cinese alla società investitrice

estera (da tenere in considerazione il fatto che la società di

HongKongdovràdimostrarelapropriavalidaresidenzafiscale

nelterritorioechedovràesserefattadomandaspecificaper

poterbeneficiaredell’aliquotaridotta),dal10%al5%.

Società Holding: Hong Kong

CHINA BRIEFING - 5

Fonte: China Statistical Yearbook 2012

16.5%

0%

0%

0% 5% 10% 15% 20% 25%

Imposta sugli utili

Imposta sul valore aggiunto

Aliquote standard sui dividendi(Società non residenti)

Imposte societarie

Aliquota totale sui dividendiInvestimenti diretti Holding in Hong Kong

Filiale cinese

Holding in Hong Kong

Società madre

5%

0%

10%

Total 5%10%

Page 107: Collezione China Briefing 2012

6 - CHINA BRIEFING

Imposta sul reddito societarioL’impostasulredditosocietarioperlesocietàlocali(incluselelimited

liabilitypartnerships)èparial30%,mentreperlesocietàestereè

parial40%.Lesocietàestereconlavoroacontratto,inIndia,saranno

soggetteadun’impostasulredditoparial40%delredditonetto

generatodalsuddettocontratto.

Un’entitàregistrataaldifuoridell’Indiaèconsideratasocietàestera.

LesocietàcostituiteinIndia, invece,siconsideranolocali, incluse

lesuccursalidiimpreseaventilasocietàmadreinpaesistranieri.

Unasocietà ingenereè soggettaalpagamentodell’imposta sul

reddito, calcolata secondo le disposizioni dell’IncomeTax Act.

Tuttavia, in passato molte società presentavano utili contabili

secondoilpropriocontoeconomico,manonpagavanonessuna

imposta, poiché il reddito calcolato in base alle disposizioni

dell’IncomeTaxActrisultavanullo,negativooppureirrilevante.In

questicasi,nonostantevifosserounutilecontabiledichiaratoei

dividendidadistribuireagliazionisti,nonvieranessunaimpostasul

redditodapagare.Questesocietàsonoconosciutecomesocietà

esentasseo“zerotaxcompanies”.

Perlesuddettesocietàèapplicataun’impostaminimaalternativa,

minimumalternative tax (MAT),pari al18,5%degliutili contabili

rettificati.Ciòsiapplicasoltantonelcasoincuiildebitod’imposta

didettesocietà,calcolatosulredditoimponibilesecondolenormali

disposizioni dell’IncomeTax Act, sia inferiore al 18,5% degli utili

contabilirettificati.

Imposta sul valore aggiunto e imposta su beni e serviziL’impostasulvaloreaggiunto,ovverol’IVA,inIndiasiapplicasoltanto

aibenienonaiservizi.L’IVAsiapplicainognifasedellavenditaed

un sistema di credito registra l’imposta pagata.Tutte le aziende

hanno l’obbligodieffettuare la registrazioneaifini IVA, tranne le

attivitàconfatturatoinferiorea500.000rupieindiane(INR),lequali

nesonoesenti.Sonoconcessirimborsi IVAsulleesportazioniper

tuttelecategoriedibenieservizi.

L’IVAsiapplicainognifasedellavenditaedunsistemadicredito

registra l’imposta pagata. Vi sono quattro aliquote IVA che

coinvolgono550tipologiedibeni:

• 1%peribenidiprimanecessità,metalliepietrepreziose;

• 4%suprodottiindustriali,benid’investimentoeprodottidilargo

consumo, ivi inclusi medicinali, farmaci, prodotti industriali e

agricoli,benistrumentaliemercispeciali;e

• 12,5%sullealtretipologiedibeni.

Inoltre,iderivatidelpetrolio,tabacco,liquoriecc.hannoun’aliquota

IVAmaggiorechevariadistatoinstato.

L’IVA infatti è applicata a livello di stato. Non vi è dunque un

sistemaIVAcomunealivellonazionale,maognistatohaleproprie

regolamentazioni, alcune delle quali sono state recentemente

sottoposteariforme.

Ladichiarazionedell’impostaèmensileotrimestrale,asecondadello

stato.Tutteleattivitàhannol’obbligodieffettuarelaregistrazioneai

finiIVA,trannequelleconfatturatoinferiorea500.000rupieindiane

(INR).Taliattivitàsonoesentidalpagamentodell’IVA.

IndiaImposte societarie

12.5%

15%

30% 40%

0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40%

Imposta sul reddito societario

Imposta sul valore aggiunto

Aliquote standard sui dividendi

(Società madre estera)

Scadenze fiscali fondamentali

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic

31 Mar

Chiusura dell’anno fiscale

31 Lug

Dichiarazione IRPEF

30 Set

Dichiarazione redditi societari

Page 108: Collezione China Briefing 2012

IDE per Paesi di provenienza(inmilioniUS$,a/a2011/12Apr-Mar)

I beni prodotti in India sono, al momento, soggetti anche ad

un’impostadi fabbricazione(IVAcentralizzata)sulvaloredeibeni

vendutiosulprezzomassimodivenditaaldettagliodeglistessi,

asecondadeltipodiprodotto.L’aliquotastandardèparial12%,

mentrelealiquoteperglialtribenivarianoinmodosignificativo.

Ilgovernoindianostaalmomentofinalizzandogliaccordiperuna

riformageneralesull’impostaindiretta,cheintrodurràlanuovatassa

suibeniesuiservizi,goodsandservicetax(GST).Questatassa,una

voltaentratainvigorenell’aprile2013,sostituiràl’attualeIVA.

IlsistemadualisticodellaGSTavràduealiquote:unasaràapplicataa

livellostataleinmodouniformeel’altraalivellodigovernocentrale.

Ildisegnodileggenonèancoracompletato,maèprobabilechevi

sarannoinclusituttiibenieiservizi,conalcuneminimeesenzioni

relativeadalcol,tabaccoederivatidelpetrolio.

L’impostasuiservizirimanecomunqueattivafinoall’introduzione

dellanuovaGST,eprevedeun’aliquotadel10%conun’addizionale

del3%sulvaloretotaleasostegnodelsistemascolastico.Leimposte

suiservizitassabili,elencatinelFinanceAct,sonoperlopiùversate

daifornitoristessi,tuttaviainalcunicasileimpostesonoversatedal

destinatariodelservizio(unconsulenteèingradodiidentificarei

casiinquestione).

Ritenuta d’accontoQuandounasocietàindianaeffettuailrimpatriodeiprofittiallapropria

societàmadreestera,essasaràsoggettaadun’aliquotasuidividendi

parial15%.Fannoeccezioneicasiincuièstatostabilitodiversamente

da una convenzione contro la doppia imposizione fiscale.

http://www.india-briefing.com//magazine/view?id=21 questo link è giusto?Compliance for Foreign-invested EntitiesIndia Briefing, novembre 2012

Per quegli investitori che guardano oltre la Cina (e Hong

Kong),ancheSingaporestadiventandounametaappetibile

per holding, società di trading o quartier generali in Asia. È

sicuramente il caso dell’India, dove gli investimenti diretti

esteri(IDE)provenientidaSingaporesonosecondisolamente

aquelliprovenientidalleMauritius. Inoltre,sesiconsiderano

i recentiproblemifiscaliedi immaginesubitidalleholdings

nelleMauritiusnel2012,siprevedeunulterioreaumentodegli

investimentidaSingaporeneglianniaseguire.

http://www.dezshira.com/updates/2012/04/indian-gaar-impacts-on-mauritius-tax-haven-use.html/Indian GAAR Impacts on Mauritius Tax Haven Use.India Briefing news, Aprile 2012

Imposta sul reddito societarioAlfinediattrarreinvestimentidall’estero,l’impostasulreddito

dellesocietàaSingaporeèstataridottanegliultimiannifinoa

raggiungerel’attuale17%.

La residenza della società ai fini fiscali dipende dal luogo in

cui si svolgono controllo e gestione dell’attività. Si intende

residenteaSingaporeaifinifiscaliunasocietàilcuicontrollo

elacuigestionesianoesercitatiaSingapore.Pertanto,lafiliale

consedeaSingaporediunasocietàesteranonègeneralmente

considerataresidenteaifinifiscali,poichécontrolloegestione

sonoesercitatidallasocietàmadreestera.

Lesocietà,conosenzaresidenza,ricevonotendenzialmente

lostessotrattamentofiscale,conladifferenzacheleresidenti

possonogoderedicertibeneficichesono invecepreclusia

quellenonresidenti,comeadesempiolapossibilitàdiesenzioni

fiscalisuiredditidaserviziedadistribuzionedeiprofittigenerati

all’estero,cosìcomesugliutilidellafilialeestera,qualorasiano

soddisfattealcunecondizioni.

Incentivifiscali

Inbasealprogramma“ProductivityandInnovationCredit”,sono

inoltreconcessidegliincentivifiscali,perincoraggiarelepiccole

emedie impresead investire inproduzionee innovazionea

Singapore.

(Continua a pagina 9)

Società holding: Singapore

0 1,000 7,000 8,000

Hong Kong

Isole vergini

Giappone

Singapore

Corea del sud

Stati Uniti

CHINA BRIEFING - 7

Fonte: India Department of Industrial Policy and Promotion

17%

0% 5% 10% 15% 20% 25%

Imposta sul reddito societario

7% Imposta su beni e servizi

Aliquote standard sui dividendi

(Società non residenti) 0%

Imposte societarie

Page 109: Collezione China Briefing 2012

8 - CHINA BRIEFING

Imposta sul reddito societarioL’aliquotastandardperl’impostasulredditodellesocietàèparial

25%,siaperlesocietàlocalicheperquelleapartecipazionestraniera.

Nelcasoparticolarediimpreseconattivitàdiperlustrazione,ricerca,

diestrazionedipetrolio,gasedaltrerareeprezioserisorsenaturali,

l’imposta varia dal 32 al 50%, in relazione al singolo progetto e

all’attivitàsvolta.

La normativa vietnamita in materia, prevede la detraibilità delle

spese,qualoracomprovate,pertinentiallaproduzioneeall’attività

commercialedell’impresa,qualoranonrisultinoinmodospecifico

esclusedaicasididetraibilità.

Lesocietàhannoanchelapossibilitàdimetteredaparteil10%della

baseimponibileannualeperunfondoperlaricercaelosviluppo,

conl’obbligodiimpiegarloentrocinqueannieall’internodelpaese.

Qualoralasocietàutilizzimenodel70%delfondo,oloutilizzi in

modoscorretto,ononloutilizzientrocinqueanni,dovràversare

l’interoammontaredell’esenzione,maggioratodegliinteressi.

Incentivi fiscaliGliincentivifiscalivannoasupportodeiprogettidiinvestimento

insettori specificiearee indifficilicondizionisocioeconomiche,

cosìcomeasupportodellezonedestinateall’altatecnologiaedi

quelleinareepiùremote,conloscopodiincoraggiarelosviluppo

dell’economia,dellatecnologiaedell’educazioneinquesteregioni.

Lealiquotepreferenziali,perl’impostasulredditosocietario,sono

applicateapartiredalprimoannoincuil’impresagenerareddito.

Gli ulteriori incentivi di esenzione o riduzione vengono applicati

a partire dal primo anno in cui l’impresa presenta un reddito

imponibile.Nelcasoincuil’impresanonabbiaredditoimponibile

neiprimitreanni,dopochenelprimoannohageneratounreddito,

esenzioni e riduzioni fiscali si applicheranno a partire dal quarto

anno.

Iregimifiscaliagevolatidel2012,adesempio,prevedonoun30%

diriduzionesull’impostasulredditosocietarioperquelleimprese

coniseguentirequisiti:

• Piccoleemedieimprese,esclusequellechesvolgonoattività

relative a giochi a premi, mercato immobiliare, strumenti

finanziari,settorifinanziariingenere(assicurativoebancario),

produzione di beni o fornitura di servizi soggetti a imposta

specialesuiconsumi;

• Imprese“labor-intensive” che si occupano di produzione,

lavorazionee trattamentodiprodotti agricoli, forestali, ittici,

filatietessuti,pelleecalzatureecomponentielettronici.

http://www.vietnam-briefing.com/news/issue-vietnam-briefing-100-foes-jvs-promotion-supporting-industries.html/100% FOES, JVs, and the Promotion of Supporting Industries, Vietnam Briefing Magazine, January 2012

Imposta sul valore aggiuntoL’impostasulvaloreaggiunto,ovverol’IVA,èapplicata,inVietnam,

allamaggiorpartedeibeniedei serviziderivantidaiprocessidi

produzione,scambioeconsumo.

Sonoprevistetrealiquote IVA:0%,5%e lapiùcomunedel10%.

L’aliquota allo 0% si applica, in genere, a beni e servizi esportati,

l’aliquotaal5%siapplicaa15categoriedibenieservizidibase,

mentrequelladel10%siapplicaairimanentibenieservizi.Èprevista

un’esenzioneper25categoriedibenieservizi.

Ritenuta d’acconto (withholding tax)Ilgovernovietnamitahaabolitol’impostasulrimpatriodeiprofitti

per gli investitori stranieri nel paese (dividend withholding tax).

Questi, infatti,hanno lapossibilitàdi rimettere ipropriprofitti su

baseannua(allafinedell’eserciziofiscale),senzaritenutaallabase.

VietnamImposte societarie

25%

0% 5% 10% 15% 20% 25% 30%

Imposta sulreddito societario

Imposta sul valore aggiunto

Aliquote standard sui dividendi

(Società non residenti) 0%

3% 5% 10%

Scadenze fiscali fondamentali

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic

Mar 31 Dic

Chiusura dell’anno fiscale*

*Nota: Il normale anno fiscale corrisponde all’anno solare ma alcune imprese pos-

sono utilizzare un sistema diverso, previo consenso dell’ufficio imposte locale.

La dichiarazione dei redditi deve essere presentata entro 90 giorni dalla fine

dell’anno fiscale.

Page 110: Collezione China Briefing 2012

Da dove provengono i maggiori investimenti (IDE)?Capitaleregistratototale(milionidiUSD,2011)

IDE divisi per attività economica(Capitaleregistratototale,inmilionidiUSD,progettieffettivialla

finedel2011)

(Continua da pagina 7)

Le imprese, grazie a questo programma, possono ottenere

finoal60%di“cashpayout”finoa100.000dollaridiSingapore

(SGD), o deduzioni e agevolazioni pari al 400% delle spese,

fino a 400.000 SGD, se rientrano nelle seguenti sei attività:

acquisto/nolodiattrezzatureemacchinariautomatici,spese

perl’addestramentodelpersonale,acquisizioneeregistrazione

diproprietàintellettuale,R&Seattivitàdiprogettazione.

Imposta su beni e serviziL’imposta su beni e servizi (Goods and ServicesTax or GST)

previstaaSingaporeè,difatto,unatassasulconsumoapplicata

alle importazionidibeniealla fornituradibenie servizinel

paese.L’aliquotaattualeèparial7%.Soltantolesocietàilcui

fatturatoin12mesiconsecutivieccedeilmilionedidollaridi

Singapore,devonoregistrarsiagliufficicompetentiperversare

questaimposta.

Ritenuta d’acconto (withholding tax)La ritenuta d’acconto è applicabile ad alcune tipologie di

pagamentoversopersonefisicheesocietànonresidenti,ilcui

redditoègeneratoaSingaporeperservizifornitiolavorisvolti

aSingapore.

La ritenuta d’acconto si applica ai seguenti pagamenti:

partecipazioni, commissioni, spese connesse a prestiti o

indebitamenti;royaltiesoaltripagamentiperl’utilizzooperil

dirittoall’utilizzodiqualsiasiproprietàmobile,spesedigestione,

serviziresi,affitti.

L’aliquota sulla ritenuta d’acconto varia dal 10 al 20%,

con riduzioni previste dalle convenzioni contro la doppia

imposizionefiscale.

L’entratadiVietnameSingaporenell’AssociazionedelleNazioni

delSud-EstAsiatico(ASEAN)haattiratosuiduepaesilosguardo

di molti investitori stranieri, interessati a stabilirvi centri di

produzione,quartierigenerali,centrididistribuzioneeholding

delle proprie società. L’area di libero commercio dell’ASEAN

(AseanFreeTradeAreaoAFTA)promuovel’applicazionecomune

di tariffepreferenziali (CommonEffectivePreferentialTariffo

CEPT)contrescopi:riduzionefiscale,abolizionedellebarriere

non tariffarie e armonizzazione delle procedure doganali.

Le società holding a Hong Kong e Singapore, maggio 2012

http://www.asiabriefing.com/store/book/le-convenzioni-contro-la-doppia-imposizione-fiscale-371Le convenzioni contro la doppia imposizione fiscale

China Briefing magazine, September 2012

“Gli incentivi fiscali in Vietnam sono fortemente collegati ai settori industriali e allaloro posizione geografica, come accadeva in Cina prima del 2008. Infatti, molte aree del Vietnam ricordano la provincia del Guangdong di 15 anni fa. Il territorio è ancora molto legato all’industria manifatturiera, con 9 persone su 10 impiegate appunto nelle fasi di approvvigionamento e

produzione.”

-RosarioDiMaggio,Manager

DezanShira&Associates

[email protected]

0 1,000 2,000 3,000 4,000

Hong Kong

Giappone

Singapore

Corea del Sud

Cina

Taiwan

CHINA BRIEFING - 9

0 10,000 20,000 30,000 40,000 50,000 60,000 70,000 80,000 90,000

100,000

Produzione Settore immobiliare

Ospitalità e ristorazione

Edilizia Fornitura di elettricità e gas

Fonte: General Statistics Office of Vietnam

Page 111: Collezione China Briefing 2012

10 - CHINA BRIEFING

Comparazione sull’imposta sul reddito individuale e personale

0%

5%

10%

15%

20%

25%

30%

35%

40%

45%

50%

$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...

Aliquota �scale (%)

Reddito imponibile annuo (US$)

Singapore

0%

5%

10%

15%

20%

25%

30%

35%

40%

45%

50%

$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...

Aliquota �scale (%)

Reddito imponibile annuo (US$)

Vietnam

HongKong

0%

5%

10%

15%

20%

25%

30%

35%

40%

$- $50,000 $100,000

Aliquota �scale progressiva (%)

Reddito annuale netto tassabile (US$) ...

0%

5%

10%

15%

20%

25%

30%

35%

40%

$- $50,000 $100,000 ...

Aliquota standard (%)

Reddito annuale netto (US$)

L’aliquotafiscalesul reddito individuale (dettaanchetassasul

redditopersonaleoimpostasuisalari)variainmodoconsistente

nelle diverse giurisdizioni. Andremo qui a considerare le

specificitàdiCina,India,Vietnam,SingaporeeHongKong.

Un fattore chiave, nel determinare l’imposta sul reddito

individuale,èlaresidenza.InCina,gliindividuichetrascorrono

menodi90giorniinunannosolare(o183giorniperiresidentidei

paesifirmataridiunaconvenzionecontroladoppiaimposizione

fiscale)sonoesentidall’imposta,nelcasoincuilaretribuzione

sia pagata da un soggetto giuridico estero e il reddito non

sia attribuibile ad una stabile organizzazione in Cina. Qualora

l’individuo sia retribuito da un’entità cinese, ogni suo reddito

originatoinCinarisultatassabile.Glialtripaesieregionihanno

leproprieregoleataleriguardo.

0%

5%

10%

15%

20%

25%

30%

35%

40%

45%

50%

$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...

Aliquota �scale (%)

Reddito imponibile annuo (US$)

Cina

In Cina, i redditi derivanti da salari e stipendi sono tassabili secondo sette aliquote

progressive che vanno dal 3 al 45%.

Ad Hong Kong, l’imposta sui salari è la minore risultante da due diversi metodi

di calcolo: l’aliquota progressiva (2-17%) del reddito imponibile annuale netto

(ossia meno detrazioni e indennità personali); l’aliquota standard (15%) sul

reddito netto annuale (ossia meno le detrazioni concesse).

0%

5%

10%

15%

20%

25%

30%

35%

40%

45%

50%

$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...

Aliquota �scale (%)

Reddito imponibile annuo (US$)

India

In India sono previste diverse categorie di aliquote fiscali che variano dal 10 al 30%,

a seconda della fascia di età di appartenenza, ognuna delle quali con esenzioni

particolari.

A Singapore è prevista un’aliquota progressiva che varia dallo 0 al 20%, applicabile

ai redditi individuali dei residenti ai fini fiscali. Ai non residenti viene applicato o

il metodo dell’aliquota progressiva o un’aliquota del 15% sul reddito da lavoro

dipendente generato a Singapore, seguendo la scelta che porta ad un’imposta

maggiore.

In Vietnam, il reddito individuale è tassato secondo 7 fasce progressive che variano

dal 5 al 35% per i residenti e un’aliquota fissa del 20% per i non residenti.

Page 112: Collezione China Briefing 2012

CHINA BRIEFING - 11

Domande e risposte

SecondolostudiodellaBancamondialenel2013EaseofDoingBusiness,l’aliquotafiscaletotale(inpercentualesuiprofitti)èmaggiorein

CinaeinIndia(rispettivamente63,7%e61,8%),inVietnamèstimataal34,5%,mentreèdigranlungainferioreaHongKongeSingapore

(rispettivamente23%e27,6%).

Interminidifacilitàdipagamentodelletasse,HongKongeSingaporesiclassificanocomeleareepiùconvenientialmondo(4°e5°posto),

Cina,IndiaeVietnamsitrovanoinveceparecchiopiùindietro(rispettivamente122°,152°e138°).Questaclassificatieneinconsiderazioneil

numerodeipagamentirichiestiall’annoeilnumerodelleorerichiestepereffettuaretalipagamenti.LabassaposizionediIndiaeVietnam

èinpartedovutaalgrandenumerodipagamentirichiesti(rispettivamente33e32all’anno),mentreHongKong,Singaporeeaddirittura

laCinarichiedonosolamentedai3ai7pagamentiall’anno.HongKongeSingaporesiposizionanoneiprimi10postiperlavelocitàdei

versamenti(rispettivamente78oree82ore).IltemporichiestoperipagamentièinvececonsiderevoleinIndiaeinCina(243oree338

ore)edavveroenormeinVietnam:872ore.

Domanderelativ[email protected].

Ledomandeselezionatericeverannorispostaquioppuresuwww.china-briefing.com.

Risorse ulteriori

0

10

20

30

40

50

60

70

Cina Hong Kong India Singapore Vietnam

Aliquota fiscale totale (% sui profitti) Facilità nel pagamento delle imposte

Cina

Hong Kong

India

Singapore

Vietnam

(4)(5)

(122)

(138)(152)

Come confrontare la pressione fiscale in questi paesi o regioni?

Fonte: World Bank, Ease of Doing Business 2013

Page 113: Collezione China Briefing 2012

Costituzione Societaria | Due Diligence | Fiscalità | Contabilità | Gestione Libri Paga | Revisioni e Controlli Aziendali

Il Vostro Partner per la Crescita in Asia22 anni di eccellenza 1992-2014

[email protected]@dezshira.com

[email protected]

[email protected]

Stati Uniti Liaison O�ce: [email protected]

@DezanShira

Italia Liaison O�ce: [email protected]

[email protected]@dezshira.com

Hong Kong [email protected]

www.dezshira.comDezan Shira & Associates

Dezan Shira & Associates