CAUSE DI DOLORI AGLI ARTI INFERIORI

Click here to load reader

Embed Size (px)

Transcript of CAUSE DI DOLORI AGLI ARTI INFERIORI

  • CAUSE DI DOLORI AGLI ARTI INFERIORI

    Dott. Andrea Zattin

  • CAUSE DI DOLORE AGLI ARTI INFERIORILOCALE: - Tessuti molli (muscoli, tendini, borse sinoviali)- Tessuti ossei- Articolazioni

    IRRADIATO:- con distribuzione dermatomerica (dolore radicolare)- con distribuzione sclerotomica (dolore pseudo-radicolare)

  • DOLORE RADICOLAREIrradiazione dermatomerica del dolore secondo le vie di innervazione sensitiva delle radici nervose.

  • IRRITAZIONE MECCANICA DI UNA RADICE NERVOSA

    La tosse, lo starnuto o lo sforzo (ponzamento), aumentando la pressione intradiscale e venosa, possono aggravare il dolore della radicolopatia.

  • RADICOLITE L3 e L4-Il dolore e la zona ipo-parestesica interessa la regione trocanterica e la coscia antero-laterale con direzione obliqua verso il ginocchio e mediale.

    - Paresi parziale del quadricipite e del tibiale anteriore

    - Ipo-areflessia rotulea

  • RADICOLITE L5- Dolore postero-laterale della coscia, laterale della gamba, irradiazione allalluce.

    - Possibile deficit dei muscoli della loggia anteriore (TA, EPA, ECD).

  • RADICOLITE S1-Dolore posteriore alla coscia, gamba che si porta al 5 dito del piede

    Possibile deficit del tricipite surale

    -Areflessia achillea

  • ALTRE CAUSE da DOLORE RIFERITO AGLI ARTI INFERIORI di ORIGINE NERVOSA

    TRAUMA NERVOSO con dolore tipicamente localizzato a livello dellarea di distribuzione del nervo affetto.

  • MERALGIA PARESTETICA (di ROTH)-Neuropatia da intrappolamento del nervo femoro-cutaneo laterale (traumatizzato alluscita delle pelvi).-Dolore disestesico, bruciante a livello antero-laterale della coscia.

  • SINDROME DEL PIRIFORMEIl muscolo piriforme irrita il nervo sciatico.

    Dolore profondo alle natiche e lungo il decorso del nervo che peggiora con la stazione seduta, salendo le scale e/o accovacciandosi.

  • ALTRE NEUROPATIE PERIFERICHE degli ARTI INFERIORISdr della testa del peroreSdr del nervo safeno lateraleSdr del tunnel tarsaleSdr del tunnel metatarsale

  • DOLORE PSEUDO-RADICOLARE ARTI INFERIORIASSENZA di INTERESSAMENTO RADICOLARE

    TIPOLOGIA SCLEROTOMICA: la nocicezzione di tessuti mesodermici (muscoli, tendini) si riferisce ad altri tessuti connettivi aventi la stessa origine embrionale (capsula articolare di una faccetta vertebrale, anello fibroso).

  • ALGIE ARTI INFERIORI AD ORIGINE ARTICOLAZIONI ZIGO APOFISARIE DEL RACHIDE

    1.bin

    2.bin

    3.bin

  • SINDROME CELLULO-PERIOSTO-MIALGICA VERTEBRALE SEGMENTARIA (R. MAIGNE)Modificazioni palpabili della consistenza e della sensibilit dei tessuti cutanei (cellulalgie), muscolari (cordoni mialgici) e teno-periostei in relazione con la sofferenza di un segmento vertebrale.

  • SINDROME CELLULO-PERIOSTO-MIALGICA VERTEBRALE SEGMENTARIA (R. MAIGNE)Manifestazioni localizzate prevalentemente in un territorio costante per un dato segmento.

  • DOLORE LOCALE AGLI ARTI INFERIORI

    DOLORE LOCALE ARTICOLARE (anca, ginocchio, caviglia)

  • ARTROPATIA DANCA-Dolore solitamente riferito allarea inguinale anteriore con occasionale dolore riferito alla parte antero-mediale della coscia e del ginocchio.(innervazione segmentale dellarticolazione dellanca che comprende una significativa componente di L3 e L4)

  • ARTROPATIA DANCAPatologia degenerativa dellarticolazione o osteoartriteArtrite reumatoideArtropatie indotte dai cristalli:gotta: cristalli di urato di sodiopseudogotta: cristalli di pirofosfato di calcio

  • ARTROSIRiduzione di ampiezza della interlinea articolare

    Sclerosi sub condrale

    Osteofitosi-marginali -periostali-sinoviali

  • Lateralizzazione testa femorale

    Osteofiti infero-mediali

  • Cedimento della testa femorale nei punti di maggior carico

  • ARTRITE REUMATOIDE

    Riduzione concentrica dello spazio articolare

  • A.R. Deformazione testa femorale per ampi Fenomeni erosivi Protrusione acetabolare

  • ARTROPATIA DANCASpondiloartropatie sieronegative:spondilite anchilosanteartrite psoriasicaSdr di Reiter

    Necrosi ischemica della testa del femoreArtriti piogene e non piogene (specie nei bambini)

  • SPONDILITE ANCHILOSANTERiduzione concentricadello spazio articolare

  • Sp.A.ErosioniCisti sub-condraliosteofiti

  • OSTEONECROSI PRIMITIVA delimitazione del focolaio osteonecrotico

  • ARTROPATIE DI GINOCCHIO-Infiammazioni diffuse-Artriti degenerative tricompartimentali

    dolore al ginocchio poco localizzato (aggravato dallattivit ridotto dal riposo)

  • ARTROPATIE DI GINOCCHIO-Processi degenerativi legamentoso-meniscali-femoro-rotuleidolore localizzato in una parte del ginocchio (localizzazione anatomica della struttura)

  • ARTROPATIE DI GINOCCHIOPatologia degenerativa dellarticolazione o osteartriteArtrite reumatoideArtropatie indotte da cristalliGotta (pi rara)Pseudo gotta o condrocalcinosi (pi frequente)Artrite settica (cocchi gram +)Spondiloartropatie sieronegative (pi rare)

  • ARTROSI

    Riduzione asimmetricadella interlinea articolare

    Osteofitosi

    Deviazione in varismo

  • Abolizione dellinterlinea mediale Sclerosi subcondraleGeodi osteofitosi

  • Gonartrosi a prevalente localizzazione femoro-rotulea

  • Gonartrosi con interessamento tricompartimentale

  • A.R.Riduzione simmetrica della interlinea articolare

  • A.R. evoluzione di malattia con gravi erosioni e grave disassamento in valgo

  • malattia da depositi di calcio pirofostato diidratoInteressamento dei menischi e delle cartilagini articolari

  • DOLORE LOCALE AGLI ARTI INFERIORI

    DOLORE DERIVANTE DA TENDINI O BORSE SINOVIALI

  • BORSITI ARTI INFERIORI

    BORSE: - strutture anatomiche formate da due strati di membrana sinoviale localizzate nelle sedi di scorrimento tra tendine e osso o tra pelle e osso- contengono un sottile strato di liquido articolare

  • BORSITI ARTI INFERIORIBorsite ischiaticaBorsite trocantericaBorsite trocanterica inferioreBorsite ileopsoas (profondo)Borsite sovrapatellareBorsite prepatellareBorsite infrapatellare superficiale e profondaBorsite semimembranosaBorsite sottopopliteaBorsite zampa doca (sartorio, gracile e semitendinoso)Borsite retro-calcaneareBorsite calcaneare superficiale

  • LESIONI TENDINEELESIONI DI SOVRACCARICO:TENDINITIPERITENDINITI (TENOSONOVITE, TENOVAGINITE)TENOPERIOSTITIPatologie da ipersollecitazione funzionale sui vari distretti (scheletrico, articolare, muscolare, tendineo) per fenomeni microtraumatici ripetuti nel tempo.

    ROTTURA PARZIALE:ACUTAPROGRESSIVADEGENERATIVA (TENDINOSI)Solo alcune fibre del tendine sono interrotte.

    ROTTURA COMPLETA:Spesso avviene in un tendine degenerato.

  • PRINCIPALI TENDINOPATIE ARTI INFERIORITendinite del muscolo piccolo e medio gluteoFascite della fascia lata (anca a scatto)PubalgiaTendinite rotuleaTendinite quadricipitaleTendinite del muscolo bicipite femoraleFascite della benderella ileo-tibialeTendinite della zampa docaTendinite achillea Fascite plantareTendinite del muscolo grande gluteo Tendinite del muscolo sartorio e del retto femoraleSindrome degli adduttoriTendinite distale del muscolo ileo-psoasTendinite del semimembranosoTendinite dei gemelliTendinite del muscolo soleoTendinite del muscolo popliteoTendinite estensore dellalluce e comune delle ditaTendinite dei peronieri

  • DOLORE MUSCOLARE ACUTO GENERALIZZATOMIOSITE INFETTIVA:VIRALI (influenza, coxackievirus, HIV)PARASSITOSI (trichimosi, cisticercosi, toxoplasmosi)MIOSITE TOSSICA (Alcool)

    MIOSITE FARMACO-INDOTTA (ipocolesterolemizzanti)

  • DOLORE MUSCOLARE CRONICO GENERALIZZATOPOLIMIOSITEDERMATOMIOSITEPOLIMIALGIA REUMATICASINDROME FIBROMIALGICAMIOPATIE METABOLICHE ed ENDOCRINE (ipo e iper tiroidismo, iperparatiroidismo)

  • DOLORE MUSCOLARE LOCALIZZATO LESIONI MUSCOLARIACUTE INDIRETTE(traumi paralleli allasse maggiore del muscolo, provocate da un iperallungamento o da sovracarico)ELONGAZIONE: sollecitazione eccessiva in allungamento del muscolo, senza soluzioni di continuo delle fibrocellule muscolari.LESIONE DISTRATTIVA DI I GRADO: la lesione, per allungamento eccessivo del muscolo, comprrende meno del 5% di rottura delle fibre muscolari.LESIONE DISTRATTIVA DI II GRADO: lesione sia di fibre sia di fascicoli muscolari, rottura parziale del muscolo gi evidenziabile alla palpazione.LESIONE DISTRATTIVA DI III GRADO: rottura muscolare totale o subtotale.

    ACUTE DIRETTELESIONE DA CONTUSIONE: lesione di un numero di fibre conseguenza di un trauma che determina un brusco impatto del muscolo sul piano osseo sottostante.

  • DOLORE MUSCOLARE LOCALIZZATO IL DOLORE MIOFASCIALELevento pi frequente a carico del tessuto muscolare rappresentato dallo stato di contrattura di un area muscolare ben definita (latente o sintomatico) che tende a protrarsi nel tempo.

    SINDROME DEL DOLORE MIOFASCIALE: disturbo caratterizzato da persistenza di dolore regionale, associato a dolorabilit muscolare localizzata e moderata limitazione funzionale del movimento.

  • SINDROME DEL DOLORE MIOFASCIALE

    CARATTERISTICHE RICERCABILI IN UN MUSCOLO COINVOLTO:

    TRIGGER POINT (punto grilletto): zona ipereccitabile localizzabile nel tessuto muscolare che alla presso-palpazione sviluppa un dolore locale e un caratteristico dolore proiettato a distanza (peculiare per ogni muscolo).

    Riproducibilit del dolore del paziente alla palpazione del T.P.

  • SINDROME DEL DOLORE MIOFASCIALELa bendelletta muscolare contratta costituita da un cordone di fibre muscolari tese tra le fibre normalmente rilassate nel cui interno accolto il T.P.

    Risposta di rapida e localizzata contrazione spontanea (TWICH RESPONSE) alla palpazione profonda o allinserzione di un ago nel T.P.

  • SINDROME DEL DOLORE MIOFASCIALETRIGGER POINT ATTIVI:PRIMARI: situati nel muscolo patologico.SECONDARI: presenti in muscoli sinergici o antagonisti al muscolo patologico (sovracarico per una compensazione della debolezza e dela limitazione funzionale del muscolo primariamente colpito).SATELLITE: trigger point che si sviluppano nellarea del dolore riferito dal T.P. primario o secondario.

    TRIGGER POINT LATENTI:Trigger point clinicamente silenti ma che possono causare limitazioni del movimento e debolezza del muscolo colpito.

  • EZIOPATOGENESI DOLORE MIOFASCIALESOVRACARICO/TRAUMA

    AUMENTO DEL TONO MUSCOLARE

    ROTTURA RETICOLO SARCOPLASMICOLIBERAZIONI IONI CALCIO

    LOCALE CONTRATTURA(alto consumo ossigeno + aumenta produzione metaboliti)

    crisi energetica

    RIDUZIONE RE-UPTAKE DEL Ca

  • SINDROME MIOFASCIALEPRIMITIVAScorretto operare delle unit coordinate osteo-mio-artroscheletricheACUTA: movimento rapido in cui non tutte le componenti che partecipano ad esso operano sinergicamente.CRONICA: situazioni perduranti di scorretto utilizzo delle componenti (vizi posturali, alterazioni statico-dinamiche della colonna).SECONDARIAA traumaA microtrauma ripetitivoA osteoartropatie infiammatorieA osteoartropatie degenerativeA tendinopatieA dismetrie degli artiA visceropatieMISTA

  • SINDROME MIOFASCIALE indispensabile conoscere le mappe dei T.P. dei muscoli del corpo e soprattutto delle aree di dolore riferito.