CaorleMare Magazine Ottobre 2011

of 32 /32
I I protagonisti di “Centovetrine”, che va in onda ogni giorno su Canale 5, sono stati a Caorle dal 19 al 22 settembre per registra- re una puntata della fortunata e popolare fiction italiana, ambientata su uno yacht a Porto Santa Margherita, tra i casoni della laguna e sulla spiaggia di Brussa. - Enrico Sarto a pag. 19 UN SECOLO DI TURISMO I 100 anni del Petronia - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - a pag. 2 E’ STATO UN SETTEMBRE SUPER Caldo straordinario - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - a pag. 4 AL VIA LA CAMPAGNA ELETTORALE Per le amministrative del 2012 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - a pag. 8 UN VIALE DEGRADATO Protesta in Viale S. Margherita - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - a pag. 14 MARINA4 CAMPIONE DEL MONDO Oro ai Mondiali di Aquabike - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - a pag. 16 editore Associazione Culturale DOGE STAMPA sede e redazione Via della Triglia, 10 - 30021 CAORLE/Venezia - Tel. 333.2983338 e-mail: [email protected] direttore responsabile Flavio INESCHI collaboratori: Daniele BARBARO, Donatella BRENTEL, Mirco GRANDIN, Matteo GUBITTA, Jessica GUSSO, Milena ROMAGNOLI, Enrico SARTO traduzioni: Emma RIMMELE, Aurora INESCHI stampa: PERUZZO Industrie Grafiche SpA-Via M.Polo 10/12-Mestrino (Pd) Ai sensi della Legge 675/96, art. 10 questa copia Le viene spedita per conto dell'editore, nei confronti del quale potrà esercitare i diritti di cui all’art. 13 della suddetta Legge D allo scorso settembre la Scuola Alberghiera “Gio- vanni XXIII” - CIF Lepi- do Rocco è aperta nel centro di Caorle, in Via del Pas- sarin, nell’edificio che per quasi vent’anni aveva ospitato il Mu- nicipio. Una collocazione naturale, nel contesto degli istituti scola- stici, completamente ristruttu- rata per ricavare le aule per gli oltre 130 studenti iscritti, ed i la- boratori per le specializzazioni, ossia una grande cucina dotata delle attrezzature più efficienti e moderne, la sala da pranzo, il laboratorio bar-cocktail, labora- tori di informatica e lingue; ol- tre alla direzione, segreteria, au- la insegnanti, servizi igienici. Per quanto riguarda il convit- to, una settantina di stu- denti vengono ospitati al- l’interno dell’Hotel Catto- Suisse; gli altri sono resi- denti nel territorio e rag- giungono la scuola con gli autobus di linea. Al riguardo, va detto che in questi ultimi anni un discreto numero di giovani di Caorle si sono iscritti a questa scuola al- tamente professionale, che forma operatori della ristorazione e turismo di elevata competenza e for- mazione pratica. Già nu- merosi studenti diplomati si sono perfettamente in- seriti nel contesto alber- ghiero e ristorativo di Caorle, quindi la fiducia verso questo istituto professionale è cresciuta in maniera esponenziale. E continuerà a crescere, gra- zie proprio alla nuova colloca- zione nel cuore del tessuto so- ciale ed economico di Caorle, dopo il trasferimento dalla sede di Duna Verde, che l’ha ospitata per oltre un decennio. Aut. Trib. Venezia n. 929 del 18.4.1988 - Iscr. Reg. Naz. Stampa n. 06170 - R.O.C. n. 5276 Spedizione in abbonamento postale 70% - DCB Venezia Per ricevere la rivista a casa vostra per un anno (9 numeri) inviate un vaglia postale di 15,00 con la dicitura “RIMBORSO SPESE POSTALIintestato a CAORLEMARE Magazine - Via della Triglia, 10 - 30021 CAORLE/Ve anno XX n. 8 - Ottobre 2011 - Distribuzione gratuita La famosa fiction di Canale 5 Centovetrine” gira una puntata a Caorle La Scuola “Giovanni XXIII” da ottobre trasferita in Via del Passarin nel complesso degli istituti scolastici. Sempre più studenti da Caorle per la vostra pubblicità 333 298 33 38 L L ’ALBER ’ALBER GHIER GHIER A NEL A NEL CUORE DELLA CIT CUORE DELLA CIT

Embed Size (px)

description

Notizie da Caorle e dintorni

Transcript of CaorleMare Magazine Ottobre 2011

  • II protagonisti di Centovetrine, che va inonda ogni giorno su Canale 5, sono statia Caorle dal 19 al 22 settembre per registra-re una puntata della fortunata e popolarefiction italiana, ambientata su uno yacht aPorto Santa Margherita, tra i casoni dellalaguna e sulla spiaggia di Brussa.

    - Enrico Sarto a pag. 19

    UN SECOLO DI TURISMOI 100 anni del Petronia---------------------------------------------- a pag. 2E STATO UN SETTEMBRE SUPERCaldo straordinario---------------------------------------------- a pag. 4AL VIA LA CAMPAGNA ELETTORALEPer le amministrative del 2012-------------------------------------------- a pag. 8UN VIALE DEGRADATOProtesta in Viale S. Margherita-------------------------------------------- a pag. 14MARINA4 CAMPIONE DEL MONDOOro ai Mondiali di Aquabike-------------------------------------------- a pag. 16

    editore Associazione Culturale DOGE STAMPA sede e redazione Via della Triglia, 10 - 30021 CAORLE/Venezia - Tel. 333.2983338 e-mail: [email protected] responsabile Flavio IINNEESSCCHHII collaboratori: Daniele BBAARRBBAARROO, Donatella BBRREENNTTEELL, Mirco GGRRAANNDDIINN, Matteo GGUUBBIITTTTAA, Jessica GGUUSSSSOO, Milena RROOMMAAGGNNOOLLII, Enrico SSAARRTTOOtraduzioni: Emma RRIIMMMMEELLEE, Aurora IINNEESSCCHHII stampa: PPEERRUUZZZZOO IInndduussttrriiee GGrraaffiicchhee SpA-Via M.Polo 10/12-Mestrino (Pd)Ai sensi della Legge 675/96, art. 10 questa copia Le viene spedita per conto dell'editore,nei confronti del quale potr esercitare i diritti di cui allart. 13 della suddetta Legge

    D allo scorso settembre laScuola Alberghiera Gio-vanni XXIII - CIF Lepi-do Rocco aperta nelcentro di Caorle, in Via del Pas-sarin, nelledificio che per quasiventanni aveva ospitato il Mu-nicipio.

    Una collocazione naturale,nel contesto degli istituti scola-stici, completamente ristruttu-

    rata per ricavare le aule per glioltre 130 studenti iscritti, ed i la-boratori per le specializzazioni,ossia una grande cucina dotatadelle attrezzature pi efficienti emoderne, la sala da pranzo, illaboratorio bar-cocktail, labora-tori di informatica e lingue; ol-tre alla direzione, segreteria, au-la insegnanti, servizi igienici.

    Per quanto riguarda il convit-

    to, una settantina di stu-denti vengono ospitati al-linterno dellHotel Catto-Suisse; gli altri sono resi-denti nel territorio e rag-giungono la scuola con gliautobus di linea.

    Al riguardo, va dettoche in questi ultimi anniun discreto numero digiovani di Caorle si sonoiscritti a questa scuola al-tamente professionale,che forma operatori dellaristorazione e turismo dielevata competenza e for-mazione pratica. Gi nu-merosi studenti diplomatisi sono perfettamente in-seriti nel contesto alber-

    ghiero e ristorativo di Caorle,quindi la fiducia verso questoistituto professionale cresciutain maniera esponenziale.

    E continuer a crescere, gra-zie proprio alla nuova colloca-zione nel cuore del tessuto so-ciale ed economico di Caorle,dopo il trasferimento dalla sededi Duna Verde, che lha ospitataper oltre un decennio.

    Aut. Trib. Venezia n. 929 del 18.4.1988 - Iscr. Reg. Naz. Stampa n. 06170 - R.O.C. n. 5276Spedizione in abbonamento postale 70% - DCB Venezia

    Per ricevere la rivista a casa vostra per un anno (9 numeri) inviateun vaglia postale di 15,00 con la dicitura RIMBORSO SPESE POSTALIintestato a CAORLEMARE Magazine - Via della Triglia, 10 - 30021 CAORLE/Ve

    anno XX n. 8 - Ottobre 2011 - Distribuzione gratuita

    La famosa fiction di Canale 5

    Centovetrine girauna puntata a Caorle

    La Scuola Giovanni XXIII da ottobre trasferita in Via del Passarinnel complesso degli istituti scolastici. Sempre pi studenti da Caorle

    per la vostra pubblicit( 333 298 33 38

    LLALBERALBERGHIERGHIERA NELA NELCUORE DELLA CITCUORE DELLA CITTT

  • di DonatellaBrentel

    C aorle celebra i suoi pri-mi 100 anni di Turi-smo.

    come un film a rallen-tatore, quello che passa nel-la mente dei cittadini diCaorle: un secolo di turi-smo in quellisola che sem-brava destinata allunica ri-sorsa, quella della pesca.

    Nel 1911 la famiglia Pa-gan d vita al primo albergodi Caorle, il Petronia, inonore allappellativo dato

    alla nostra citt in tempi ro-mani: Bella Petronia.

    Ma testimonianze dellaprima met del Novecento,tra due guerre mondiali,non ne abbiamo. La secon-da met del secolo scorso invece fresca nella nostramemoria. Se noi Caorlottidel terzo millennio tornia-mo indietro nel tempo e ri-cordiamo i primi turisti, ciagganciamo al 1950, con iprimi affittacamere rac-conta Gaetano Bandolin -.Significa che in una casavenivano accolti degli ospi-ti che condividevano i riti ele abitudini di una famiglia

    normale. Sembra difficile acredersi ma i primi turistifurono proprio gli stranieri:Austriaci e Tedeschi chepochi anni dopo la fine del-la seconda guerra mondia-le, arrivavano in auto - operfino in bicicletta - sullestrade battute che collega-vano lItalia alle due regioniEuropee. Ricordiamo fra ipionieri Rothmller (pro-prietario dellHotel MarcoPolo), il quale amava costanto Caorle che a Vienna,fra i suoi amici, non si pen-sava ad altro che poter tra-scorrere le vacanze nella

    cittadina balneare.Ancor oggi ci chie-

    diamo come abbianosaputo dei semplici pe-scatori caorlotti dareaccoglienza a quei pri-mi turisti stranieri. Al-la base ci sta semprelospitalit e la gentilez-za con cui i cittadini sipropongono ai loroospiti. Non servivanotante parole, ma unabuona cena di pesce,con del buon vino etante risate per scorda-re che si parlavano lin-gue diverse.

    Nasce sempre fra glianni 50/60 il primocampeggio a Falconerail D.O.R.C.G. che acco-glieva tantissimi Au-striaci; un nuovo mo-do di fare vacanza, inmodo piuttosto naifa contatto con la natu-ra. E nascono i primialberghi, mentre la fa-miglia Turchetto fondala Conchiglia, luogodi divertimento che di-venta l ombelico diCaorle, alla sera ci si

    incontrava per ballare e di-vertirsi in riva al mare; poiil chiosco Pic-Nic, lalbergodella famiglia Campagner ela STIA (Hotel Marina).

    Insomma la bella perladellAdriatico inizia a pren-dere il volo facendosi cono-scere sempre pi come me-ta turistica. E un turismoche arriva dal nord con Au-striaci, Tedeschi Bavaresi,quelli che con poche ore dimacchina raggiungono il li-torale e con 500-600 lire sipagavano la stanza dalber-go. Mentre dalle regioni vi-cine sopraggiungevano Ve-neti, Trentini e Friulani,nonch i caorlotti stessi cheaerano emigrati in Lom-bardia e Piemonte per lavo-ro, e destate tornavano co-me turisti nella citt natale.

    Arrivano gli anni doro, ilboom economico alle stelle,con unidea dei fratelli An-zil nasce la Darsena Mari-na 4 in Porto Santa Mar-gherita, anche per la neces-sit di accoglienza dellebarche, un grande onoredate le origini marinare.

    E dai primi alloggi cheerano delle baracche a San-ta Margherita, ci fu ungrande salto in avanti con lacostruzione dei terramare:edificazione e vendita velo-ce permettendo un grossogiro di affari.

    Negli anni 70 Caorle siritrova al 6 posto dei co-muni italiani per posti letto,dopo le mete pi conosciu-te: Roma, Rimini, Toscanaecc.

    A seguire la costruzionedei camping Pr delle Torri,San Francesco, e Duna Fio-rita che nasce copiando lalocalit di Porto Rotondo.

    n. 8 - ottobre 20112

    1911-2011: Cento anni fa nasceva lAlbergo Petronia. Lepopea di un paese di pescatori divenuto citt del turismo

    Il primo secolo di turismo a Caorle

  • Da qui gli anni doro, tantodenaro, divertimento e in-vestimenti da parte dellen-troterra, si apre un mercatolussuoso, si amplia la risto-razione e i pubblici esercizi.Il cambio del Marco e Scel-lino rendevano alla grande,favorendo lacquisto diqualsiasi cosa soprattuttonei negozi di moda.

    Cera ununione fra pae-sani e turisti - ribadisceBandolin - passavano legiornate insieme: in spiag-gia, alle feste, nellattesa alporto dei pescherecci chetornavano dalla pesca: ognimomento era condiviso;forse la caratteristica pisignificativa, il motivo cheancora oggi da decenni tan-ti turisti tornano a fare va-

    canza a Caorle perch sisentono fra amici.

    Con la rivalutazione am-bientale si aggiunto il va-lore della laguna, qualestrumento ambientale perescursioni e studi didattici,la ciclabile, gli scogli scolpi-ti, il trenino e tanto, tantoaltro, tutto si sta evolvendoa tempo record. Dalle vec-chie lenzuola agli ombrello-ni in spiaggia per ripararsidal sole, oggi una spiaggiasuper organizzata a com-parti con stabilimenti con-fortevoli e moderni, tuttodeve essere compatibile conil mercato per rimaneresulla cresta dellonda.

    Unofferta turistica chedeve accontentare il clientepi esigente, stare al passo

    con lEuropa pernon rimanere aterra.

    Lultima parola quella di unoche della sua cittne va fiero, laama e ne fa vantonelle sue meravi-gliose opere, Sil-vio Marchesan,un artista, un uo-mo che ha vistola trasformazionedella sua citt se-duto in prima fi-la. Certo tuttodeve andareavanti, crescere,maturare edevolversi, ma troppo ce-mento distoglie il ricordo diuna Caorle genuina e tradi-

    zionale. Ed con tono no-stalgico che pensa al vec-chio Consorzio Pescherec-

    cio: a Pescaria me manca... come aver tolto lanima aCaorle.

    Promossa dalla Famiglia Bertoncello

    n. 8 - ottobre 2011 3

    A spegnere le 100 candeline, ititolari del Ristorante AnticoPetronia, Massimiliano e MarcoBertoncello, che hanno festeggiatocon solennit e allegria insieme atutta la cittadinanza.

    A dare il benvenuto iniziale laBanda musicale cittadina MarafaMarafon, per suggellare la posa diun targa commemorativa, presen-te anche il Sindaco di Portogruaro,Antonio Bertoncello, e poi tantamusica fino a notte. Ad intrattene-re durante laperitivo i Rock Box,

    gruppo musicale molto apprezza-to per il loro modo insolito di gio-care con le note e i ritmi.

    Davanti al Ristorante Antico Pe-tronia una moltitudine di persone,attorno ai tavolini addobbati con icolori della bandiera italiana, gio-vani, famiglie, amici, passanti co-me ad un grande raduno e unamega chiacchierata in piazza. A fa-re da sfondo scenografico tre autoFiat 500 con riferimento al tricolo-re: non poteva essere diversamen-te essendo ancora nellanno dei fe-

    steggiamenti del 150 dellUnitdItalia.

    Dopo laperitivo, una cena diclasse, mentre allesterno ancoramusica con il DJ di Radio Bella &Monella, in strada tutti a ballare edivertirsi.

    Un momento importante per lacitt di Caorle, e unoccasione perincontrarsi ripassando il libro deiricordi di una cittadina nata sullapovert a oggi un vero e propriogioiello turistico.__________________________________________D.B.

    Festa solenne per il Petronia

    Le immagini in bianco e nero sono tratte dal libro Caorle - Cinquantanni di storia in bianco e nero -

    di Vinicio Don e Gianni Prevarin

  • ____________________________di Flavio Ineschi

    Si chiusa improvvisamente do-menica 18 settembre la stagio-ne balneare 2011. O almeno quelladel turismo di massa, perch graziealle belle giornate di sole e tempe-rature ancora elevate, perdurate fi-no ai primi di ottobre, cominciatala stagione dellautunno/inverno,incentrata sui week-end e sul cosid-detto pendolarismo domenicale.

    Un Settembre cos non si vedevada parecchio: un mese di caldo egiornate limpide, mare splendido(ma queste condizioni hanno ca-ratterizzato tutto il periodo da fineaprile, eccezion fatta per un luglio

    piuttosto piovo-so) che ha pro-lungato di alme-no due settimanele presenze sullenostre spiagge, ri-chiamando so-prattutto Tede-schi e Austriaci,favoriti dalla vici-nanza a casa. Fos-se arrivato primail maltempo, glialberghi avrebbe-ro chiuso con

    molto anticipo, facendo registrareuna pesante contrazione delleco-nomia turistica di Caorle - la sta-gione infatti era partita malissimocon un Maggio semivuoto - e cheinvece chiude a fine Settembre conun dato positivo.

    Il dato cui ci riferiamo non cer-to quello degli arrivi/presenze, chesicuramente avr un saldo in attivorispetto al 2010, ma quello dei bi-lanci di ciascuna azienda, ossia del-lutile di esercizio.

    Far quadrare i bilanci in defini-tiva lobiettivo delle nostre aziende,per le quali poco significa veder ar-rivare tanti turisti se poi questi nonhanno potere di spesa. Oppure, apoco serve avere tanti clienti in ne-

    gozio se poi per vendere bisognaapplicare sconti che erodono ilmargine di guadagno.

    Insomma, quel che conta il po-tere di spesa di questi nostri turi-sti/clienti, che per tradizione sonofamiglie e coppie anziane fidelizza-te alla nostra localit, e dispongonodi redditualit medio/bassa (unagiovane coppia di Mestre ci confes-sava che per venire in vacanza que-stestate si spinta a chiedere unpiccolo prestito alla propria ban-ca...).

    Per assolutamente confortantevederli giungere da noi sempre nu-merosi e positivi; se si considera lacrisi economico/finanziaria checontinua ad imperversare in tuttalEuropa, possiamo tirare un bel so-spiro di sollievo (anche se i ventidella crisi continueranno a spirareancora a lungo). Ed ancor pi in-coraggiante vedere il ritorno inmassa dei Tedeschi (+ 28% al 30giugno secondo i dati dellAPT) aconferma del recupero di produtti-vit economica della Germania.

    Insomma, con un giro di valuta-zioni a naso (dati ufficiali non esi-stono e non se ne avranno mai)possiamo dire che la stagione 2011si chiusa piuttosto bene, grazie almeteo favorevole. E inoltre, le belle

    giornate di sole, con temperaturemassime mediamente di 28-30 gra-di nelle ore pi calde, hanno offer-to uno speciale beneficio per i caor-lotti che si sono potuti godere uninedito extra-time di spiaggia esplendide passeggiate lungomare.

    Ed ora, come detto, cominciatala stagione dei fine-settimana e del-le presenze domenicali, che meritaaltrettanta dignit, sia commercia-le, sia nellospitalit ricettiva e nellaristorazione locale. Avere negozi,bar e ristoranti aperti, assieme adalmeno una ventina di alberghi, si-gnifica garantire una fruibilit dellanostra localit tutto lanno. Peresempio, i mercatini enogastono-mici, cos inflazionati in luglio eagosto, andrebbero invece fattiadesso, e nei mesi di aprile e mag-gio. Vanno potenziate anche le ma-nifestazioni popolari e sportive.

    Serve perci predisporre efficacimotivi di richiamo, sia per linver-no che per la prossima primavera,e lAmministrazione comunale de-ve fare la sua parte, senza lalibi del-le elezioni, perch come ripetiamoda sempre, anche nel turismo ognilasciata perduta, e quel che per-so non si recupera. Sempre auspi-cando un bel clima soleggiato an-che per il 2012.

    TURISMO - La stagione balneare si chiude con indicazioni positive

    stato un Settembre super

    n. 8 - ottobre 20114

    S S iamo giunti ormai al-l'autunno ed il perio-do estivo solo dapoco ultimato grazie anchealla buona sorte che ha vo-luto regalarci un prolunga-mento del caldo e del serenofino alla prima settimana diquesto mese.

    Nonostante l'incerto iniziodi stagione che ha compro-messo nei risultati maggio el'inizio di giugno, l'estate si confermata successiva-

    mente in positivo nel nostroarenile; poche sono state legiornate rovinate dal bruttotempo anche a dispetto del-le non sempre veritiere pre-visioni.

    Ricorderemo per sempreun agosto ed un settembrecos caldo e frequentato eduna spiaggia animata cos alungo tanto da permettere amolte strutture alberghieredi chiudere con ottime pre-senze sul finale.

    Le attivit svolte ed orga-nizzate dal Consorzio Areni-li hanno avuto come al solitoun ottima risposta, ad esem-pio la campagna di sensibi-lizzazione ambientale con-dotta in sinergia con l'Am-ministrazione comunale edASVO ha avuto una straor-

    dinaria partecipazione edha permesso a moltissimigiovani di apprendere molteinformazioni essenziali perun corretto approccio alletematiche del riciclo e dellasostenibilit, tutto questogiocando e quindi diverten-dosi.

    Un bilancio positivo per la stagione 2011

  • Eventi CulturaliIN VENETO E DINTORNI

    D opo le personali degli artistiStelio Fenzo e Federica Na-lin, La Casa di Corto Malteseospita dall8 al 22 ottobre 2011una Mostra dArte Contempora-nea a cura di Daniela Accorsi in-titolata CANALI DELLARTE -Inaugurazione sabato 8 ottobre.

    Info: La Casa di Corto MalteseCannaregio 5394/B - Rio Ter

    dei Biri - Venezia - Tel +39 0415233325 www.lacasadicorto.it [email protected]

    R iprendono allUsl 10 i corsiper smettere di fumare.Secondo statistiche nazionali il

    60% dei tabagisti si rende contoche il fumo una vera e propriadipendenza e vorrebbe smettere.

    Il Servizio per le Dipendenze

    dellULSS10 (Ser.D.) da oltre undecennio attiva dei Corsi persmettere di fumare a cui hannopartecipato centinaia di fumatori.Molti di essi hanno ottenuto otti-mi risultati, sino allabbandonodel fumo.

    Dal prossimo 12 ottobre ri-prendono i corsi con un pro-gramma di 9 lezioni, in orario se-rale: dalle ore 20.30 alle 22.00.

    La conduzione affidata allapsicologa Giuseppina Valente che

    spiegher i mecca-nismi attraverso iquali sinstaura ladipendenza dallanicotina. Nelle varielezioni partecipe-ranno inoltre il di-rettore dell'unit diCardiologia (pressolospedale di SanDon) LoredanoMilani, lotorino la-

    ringoiatra Paolo Dupr, il tossico-logo Roberto Giusto e il dietistaAdriano Marini.

    Per informazioni o iscrizioni possibile contattare la Segreteriadel Ser.D. (tel. 0421 227743) dalluned al venerd con orario dalleore 9.00 alle ore 14.00.

    VENEZIA - Casa di Corto MalteseAllUsl 10 i Corsi per smettere di fumare

    D allo scorso 3 ottobre aper-ta la nuova stagione di attivi-t del Centro di Ricerca Espressi-va RUA a Portogruaro.

    Durante le prime due settimanesar possibile provare gratuita-mente i corsi di Teatro, Arti Cir-

    censi e Danze Afrobrasiliane ri-volti a bambini, ragazzi ed adulti.

    La Scuola di Teatro del CentroRUA intende promuovere e dif-fondere la ricerca espressiva e l'in-contro fra le arti e le disciplineperformative, mettendo al centrodella propria investigazione il cor-po e il movimento.

    I corsi si articolano nei seguentigiorni e orari:

    Luned ore 16.45: corso di Tea-tro 4-7 anni (laboratorio di teatroe arti integrate) - ore 17.30: corsodi Teatro 8-11 anni - ore 20.00:corso di teatro per adulti

    Marted ore 9.30:Danze Afrobrasiliane(corso in attivazione,per info: Laura3478478393)

    Mercoled ore 14.30:corso di Teatro 14-19anni - ore 18.30: Dan-ze Afrobrasiliane

    Venerd ore 17.00:Piccolo Circo 8-14 an-ni

    Tutti i corsi si svol-gono presso il CentroRUA Via Fabio Filzi,

    5 (laterale di viale Venezia), Por-togruaro.

    Si consigliano abbigliamentocomodo e calzini antiscivolo (opiedi nudi) per le prove.

    Per restare aggiornati sulle ini-ziative: http://centrorua.blogspot.com oppure [email protected] o telefonare al 349 0609437.

    OfficineDuende - Scuola di TEATROal Centro RUA di Portogruaro

    Le principali manifestazioni a Caorle e dintorni

    5

    ______________________di Sonia Gobbato

    Pizzeria ristorante Ae DoRode, un locale storico e tra-dizionalista su tutti i fronti.

    Storia e contemporaneit simescolano perfettamente inquesta era particolare dove giusto rimanere aggrappati amolteplici valori ma allo stes-so tempo adeguarsi ai cam-biamenti. Su una cosa siamorimasti fermi, lattenzione suinostri collaboratoriche con la loro serietci aiutano nella buonariuscita del nostro la-voro.

    A proposito di que-sto, molti anni fa cisiamo inventati unaricorrenza: il dipen-dente che compie die-ci anni di lavoro con-secutivi viene premia-

    to con tanto di festa, fiori,pergamena di ringrazia-mento ed un regalo impor-tante.

    Nel corso degli anni sonostate premiate sedici perso-ne; questanno il premio stato dato a Gobbato Zaidae Catto Antonia, due pre-ziose collaboratrici che perlungo tempo si sono appli-cate con professionalit ededizione.

    Un grazie di cuore aZaida e Antonia e ci au-guriamo che faccianoancora parte della no-stra squadra per altret-tanti anni. Cogliamoloccasione per ringra-ziare tutti i nostri colla-boratori con laugurio diuna buona stagione.

    Con stima Marco, Sonia, Ivana.

    NEWSNEWS - Premiate due dipendenti che lavorano consecutivamente da 10 anni

    PPIIZZZZEERRIIAA RRIISSTTOORRAANNTTEE AAEE DDOO RROODDEE in Festa

  • L Auser - SempreGiovani di Caor-le, con nil patrociniodel Comune di Caorle,organizza i corsi del-lUniversit Popolare,che si svolgerannopresso lEx Bibliotecain Via dellAstese, daNovembre a Marzo.

    Le lezioni si terran-no sempre al pome-

    riggio, dalle ore 15.00alle 18.00 nei giorni dimarted, mercoled evenerd.

    Le materie propostein questo anno acca-demico 2011-2012 sa-ranno: Legge, Finan-za, Chirurgia, Cardio-logia, Letteratura ita-liana, Letteratura in-glese, Psicologia, Sto-

    ria dellarte, Storia ecultura di Caorle, Bio-logia marina, Storiadelle religioni, Canto,Alimentazione e Sto-ria dellalimentazione,Lingua inglese e spa-gnola, Infortunistica,Astronomia, Sessuo-logia, Vittimologia,Informatica, Scienzeambientali, Erboriste-

    ria, Cinemato-grafia, Filosofia,Enologia, Tutelaambientale, Mer-cato equo-solida-le, ed altre. In-somma, un pa-norama estrema-mente ampio didiscipline, per-fettamente ade-renti al desideriodi conoscenzascientifica eumanistica da unlato, e dallaltro al

    bisogno di acquisiresempre nuove com-petenze richieste dal-la societ moderna,sempre in evoluzione.

    E questo per rima-nere Sempre Giova-ni, con lo sport e conla conoscenza.

    Venerd 4 Novem-bre, alle ore 15.00presso la sala superio-re del Centro Civicoin Piazza Vescovado,verr inauguratolAnno accademico2011-2012 con laprolusione del presi-dente dellAuser Gio-vanni Carrer e gli in-terventi dellAssessorealla cultura e di Da-niela De Marchi, re-sponsabile della Bi-blioteca Civica diCaorle.

    Linvito aperto atutta la cittadinanza.

    6

    AUSER - Si apre il nuovo anno accademico dellUniversit Popolare

    Riprende lUniversit per tuttiDDaa nnoovveemmbbrree aa mmaarrzzoo ii ccoorrssii ppoommeerriiddiiaannii nneelllleexx BBiibblliiootteeccaa ddii VViiaa ddeellllAAsstteessee

    n. 8 - ottobre 2011

    La Banda in AustriaTrasferta della Marafa Marafon

    Si conclude con latrasferta dau-tunno la stagioneconcertistica dellaBanda musicale citta-dina Marafa Mara-fon.

    Dopo le esibizioninelle citt artisticheitaliane, questanno latrasferta avvenutaallestero, in Austria,nella regione Stiria, i

    giorni 8 e 9 ottobre.La Marafa Mara-

    fon, composta dauna cinquantina dimusicisti, con fami-liari e amici al segui-to, trasportata daipullman GabbianoTours di LucianoDal Rovere (ancheglimusicista della ban-da) ha fatto tappa aBrnbach, per parte-cipare alla celebrazio-ne degli ottantanni diattivit dellOrchestralocale. Per loccasio-ne, la localit austria-

    ca ha organizzato unasfilata di Bande au-striache per le vie delcentro e un concerto,nella Stadthalle con lebande partecipanti:Bergkapelle Ober-dorf Brnbach,MarktmusikkapelleSpielberg, Werkska-pelle BorckensteinNeudau e infine,ospite donore, la

    Banda di Caorle. Si completa cos

    una stagione di gran-de successo, che havisto la Banda musi-cale esibirsi per la no-stra citt nei momen-ti ufficiali istituziona-li e soprattutto nelleesibizioni orchestrali,dal concerto per lAn-no nuovo dello scor-so 19 febbraio, fino aiconcerti destate nelcentro storico e nellefrazioni.

    In attesa del Con-certo per il 2012.

    EElliiccoonn EElliiccoonn s.r.l.s.r.l.eellaabboorraazziioonnee

    iinnffoorrmmaazziioonnii ccoonnttaabbiilliiVViiaa MMaaddoonnnnaa ddeellllAAnnggeelloo,,1122

    3300002211 CCAAOORRLLEE ((VVee))

    TTeell 00442211//8833550000--8811221122 FFaaxx 00442211//221188227733

  • S ono ripresi dopo la pausa estiva i lavori dicostruzione nel sito in cui sorger il nuovomercato ittico comunale, allingresso delcentro cittadino. Dopo lescavo dei due pianisotterranei per i parcheggi (con le notevolipreoccupazioni dei residenti negli edifici limi-trofi), ora sono in via di realizzazione le strut-ture in cemento armato dei due piani fuori ter-ra dove si ricaveranno, oltre al mercato ittico,anche uffici, appartamenti e pubblici esercizi.

    Saranno realizzati, in definitiva, 3.900 metricubi per la Pescheria e 3.800 metri cubi ad usoprivato. Il costo per il Comune di Caorle am-

    monta a 1 milione e 250 mila euro. Una ci-fra notevole, se si considera che nel pro-

    gramma Piruea il mercato ittico avrebbedovuto essere regalato dallimpresa chesta realizzando i lavori nei due ambiti dellex Consorzio Peschereccio. A questi si do-vranno poi aggiungere i costi di trasferi-mento dallattuale sede di Sansonessa.

    Il tutto per realizzare un mercato il qua-le, stante lattuale crisi della pesca locale, la-vorer ben poco. In realt, servono nuoveidee e nuove strategie sia per la tutela e lariproduzione delle specie in Alto Adriati-co, sia per una migliore e pi remunerativa strategia di mercato, perch di questo passo, ri-

    marr ben poco pesce da ven-dere, e sempre meno pescherec-ci in attivit.

    Nel frattempo, prossimo alcompletamento il nuovo edifi-cio di appartamenti, uffici e ne-gozi, sul lato sud di Fondamen-ta della Pescheria, in luogo del-lex Consorzio Peschereccio.

    n. 8 - ottobre 2011 7

    INDICI POSITIVI PER LA STAGIONE 2011Va favorita e incentiva la stagionalit allungata

    N on semplice fare una prima analisi sull'an-damento della stagione turistica se si consi-dera la mancanza dei dati statistici aggiornati epuntuali.

    Restano per l'esperienza diretta degli operatorie i sondaggi a campione dell'Associazione Alber-gatori di Caorle per aiutare a capire come sta ef-fettivamente andando il mercato.

    I segnali sono sicuramente positivi anche se pre-sentano dei punti discordanti, evidenziando situa-zioni di netto recupero rispetto agli anni scorsi e,al contrario, il perdurare della crisi che ha colpitoanche i consumi turistici.

    L'andamento delle presenze turistiche presentaquindi una marcata tendenza a selezionare l'offer-ta ricettiva privilegiando le realt dove affianco aristrutturazioni si trovano gestioni concretamentevotate alla cultura dell'ospitalit. Non basta quindiuna bella camera a garantire l'afflusso del pubbli-co. E' soprattutto necessaria una qualit diffusa ditutti i servizi di ospitalit affinch una vacanza

    possa veramente essere desiderabile.Andare in ferie significa, da sempre, andare in

    cerca di un'emozione di viaggio che solamenteuna concreta cultura dell'ospitalit pu generare.Per accogliere i nostri ospiti sono sicuramente ne-cessari alberghi nuovi ma servono soprattutto nuo-vi albergatori e nuovi operatori turistici che sianosensibili a tutte quelle attenzioni che normalmen-te vorremmo fossero dedicate a noi stessi.

    Sicuramente la viabilit potrebbe essere miglio-re, Caorle potrebbe essere pi verde, ci potrebbe-ro essere meno condomini e meno speculazioneedilizia ma, allo stesso modo, ci potrebbe e ci do-vrebbe essere pi professionalit da parte di chi faospitalit, soprattutto in periodi di incertezza ge-nerale come quelli che stiamo vivendo in questianni.

    Caorle pu vivere di turismo per un periodomolto pi lungo di quello normalmente riservatoalla sola stagione balneare ma assolutamentenecessaria la concreta volont da parte di tutti per-

    ch questo avvenga. Attivit commerciali, pubbli-ci esercizi e hotel devono garantire i servizi loro ti-pici per un periodo che vada ben oltre l'ombrello-ne da spiaggia

    Allo stesso modo un diverso atteggiamento fi-scale o, meglio ancora, un sistema incentivante lastagionalit allungata dovrebbero essere una del-le priorit della pubblica amministrazione.

    Difficile, diversamente, inventare eventi scolle-gati dal concreto agire delle aziende che si trova-no ad operare in condizione di perdita per diversiperiodi dell'anno.

    Un sforzo comune di tutti operatori diviene unimperativo per rilanciare un settore che abbisognadi periodi di lavoro molto pi lunghi degli attualiche riassorbire i crescenti costi di produzione delsettore e che purtroppo continua a essere obbietti-vo di sempre nuovi e odiosi balzelli fiscali.

    Forse siamo convinti che la tassa di soggiorno in-voglierebbe chi vuol venire a Caorle per un finesettimana nel mese di ottobre ?

    EEnnttrraattaa ppeerriiccoolloossaa ee ddeeggrraaddaattaaDa pi di un anno si trova in condizioni degradate il trat-

    to di Strada Nuova che immette al Centro storico.La carreggiata divelta in diversi punti e in stato di tra-

    scuratezza. Le paratie del cantiere inoltre nascondono lavisuale oltre la curva alle auto in entrata; in particolare, illungo attraversamento pedonale dalla testada del Rioalle aiuole della piazza pericoloso, specialmente la seraa causa della quasi inesistente illuminazione.

    Il mercato ittico comunale allentrata della citt costa gi 1.250.000 euro

    I lavori per la nuova Pescheria

  • POLITICA - Lanno prossimo le elezioni per il Comune

    Al via la campagna elettoraleN ella primavera del 2012,presumibilmente tra fi-ne aprile e met maggio, glielettori di Caorle sarannochiamati alle urne per ilrinnovo dellAmministra-zione comunale.

    Da diverso tempo si re-spira aria di campagna elet-torale; quanto meno dalloscorso febbraio, allorch ilSindaco in carica, MarcoSarto, suscitando moltoclamore, annunci le pro-prie dimissioni, poi ritirate.

    Da quel momento di

    fatto iniziato il percorso diavvicinamento alla tornataelettorale, che si interrot-to per ovvie ragioni duran-te la stagione turistica, masta riprendendo con vigorein queste settimane. Da unlato i tradizionali gruppipoliticamente caratterizzatie da sempre protagonistinella gestione della rex pu-blica, dallaltro i cittadini,che si interrogano su qualischieramenti si presente-ranno nellagone elettoralee chi proporranno per lacarica di Sindaco della cit-t.

    Di certezze, al momento,non ve ne sono, se nonquella che lattuale gruppodi maggioranza non potrricandidare a Sindaco Mar-co Sarto, stante il fatto cheha compiuto due mandatie, ai sensi di legge, non ri-eleggibile per un terzomandato consecutivo.

    E gi circolano diverseipotesi di liste e nomi, sia inragione delle appartenenzepolitiche di destra, di sini-stra e di centro, sia in al-leanze civiche trasversali.

    Ma davvero presto perpoter fare nomi e cognomi:tutto si giocher sulleffettosorpresa e specialmente icandidati a Sindaco saran-

    no resi noti probabilmenteal rush finale.

    Intanto, registriamo lin-dizione dei primi tavoli diconcertazione per formarealleanze e programmi (vedianche larticolo in questapagina). Non mancano leazioni di proposta e divul-gazione capillare, come ilquestionario che la LegaNord sta distribuendo allapopolazione perch venga-no indicate le problemati-che pi sentite dai cittadinisu diversi temi, come il dia-logo tra cittadini e ammini-strazione pubblica, i pro-blema giovani, il lavoro di-pendente e limprenditoria,gli extracomunitari, lassi-stenza, lo sport, ecc.

    Si preannunciano setti-mane di discussioni e opi-nioni, nei bar e nelle piazze,sotto i gazebi, con un certopathos da tifo calcistico.

    Un Cenacolo tra unaventina di personeche hanno partecipato atti-vamente alle vicende politi-che della nostra citt nelleultime decadi stato pro-mosso lo scorso 7 ottobrepresso il Ristorante Postierdi Porto Santa Margherita.

    Liniziativa ha voluto met-tere intorno ad un tavolopersone che gi hanno avu-to competenze politico-am-ministrative in ambito loca-le, al fine di trarre delle in-dicazioni per un rilanciodella cultura politica e del-

    letica amministrativa per lanostra citt.

    Comune denominatoretra tutti i presenti, la perce-zione che la politica ammi-nistrativa di Caorle si siadrasticamente staccata dalcontesto della pubblica dia-lettica per richiudersi nelpalazzo, e che lo scambio diopinioni e idee tra cittadinie amministratori sia un va-lore imprescindibile.

    Pertanto, stato indetto -in primis da Giovanni Car-rer e Renzo Cristofoli - que-sto Cenacolo by-partisan

    e aperto a tutti, che si ponecome tavolo di discussionesui problemi principali cheriguardano i cittadini e sul-le ipotesi di soluzione.

    Ma soprattutto, il richia-mo ai valori etici e al rilan-cio di una cultura politica incoloro che saranno i prossi-mi amministratori della no-stra citt, alle elezioni del2012, perch siano personein grado di ascoltare e con-siderare un valore la plurali-t di idee e la complessitdelle nostra societ caorlot-ta e delle sue frazioni.

    n. 8 - ottobre 20118

    Incontro tra esponenti della politica locale al Ristorante Postier

    Un Cenacolo per amministrare Caorle

  • di Flavio Ineschi________________________________

    N on sono le strade ad esse-re causa di incidenti e lut-ti, ma limperizia o irresponsabi-lit di certi automobilisti che lepercorrono.

    Questa laconvinzionedi chi ha la re-sponsabilitpolitica e tec-nica sulla ma-nutenzionedelle infra-strutture stra-dali del Vene-to orientale.

    Vero, masolo in parte.E vero chesulle nostre strade - vecchie,sconnesse e contorte - viaggianoanche auto condotte da personeinesperte, da molti stranieri spe-cialmente destate, da persone chepotrebbero trovarsi in stato diinabilit o, peggio, di alterazione.Ma questo vale per tutta Italia,anzi per tutta Europa.

    In realt le strade diventano as-sassine quando le condizioni me-teorologiche le trasformano in pi-ste da incubo...!

    Vorrei vedere gli assessori pro-vinciali e regionali del Veneto, iloro dirigenti e funzionari, per-correre di sera, col buio e la neb-bia, le nostre strade... Sembraconducano allinferno dantesco:non linee bianche verniciate difresco, non un paracarro catari-frangente che indichi il ciglio del-la strada, tanto meno occhi-di-gatto luminosi che guidino il per-corso con sicurezza soprattuttonelle curve. Di guard-rail, poi, so-lo qualche tratto.

    E pensare che proprio i guard-rail, dove sono stati installati - aprotezione da possibili e deva-stanti impatti con i grossi platani

    che sostengono i sedimi strada-li tracciati su terreni ex paludosi etorbosi, ma costituiscono lauten-tico incubo delle nostre strade -hanno drasticamente diminuitogli incidenti mortali: si veda latratta tra Marango e Sindacale, untempo considerata strada dellamorte e oggi pericolosa non pidelle altre.

    Ma dove mancano, l linciden-

    te sempre devastante, con mor-ti e lutti insanabili (vedi le curvetra Sindacale e Lugugnana, vedi iltratto sul Canale Revedoli a Torredi Fine, vedi Stradone Franchettitra San Gaetano e Marango, vedila Provinciale 94 tra Ca Cornianie Valle Tagli).

    E in questi tratti, anzich porrerimedio con i minimi interventistrutturali necessari a mettere lestrade in stato di sicurezza, gli en-ti competenti hanno semplice-mente abbassato il limiti di velo-cit a 70 km orari. Complimenti !

    Ma non cos che si risolvono iproblemi della viabilit interna. Efa anche rabbia pensare che lestrade che attraversano il comunedi Caorle, sono le pi degradatedi tutta la provincia di Venezia; inben altre condizioni sono tenutele strade che servono Jesolo e Bi-bione...

    Ma in generale, lintera provin-cia di Venezia ha strade ben piscadenti in fatto di mantenimen-to e messa in sicurezza con ade-guata segnaletica rispetto alleprovincie di Treviso, di Pordeno-ne, di Udine e di Padova. ... Vede-

    re per credere !Ora ci avviciniamo alle giorna-

    te di fine ottobre e novembre, cheportano buio presto, piogge, neb-bie, foschie dense.

    Gi due anni fa, da queste pagi-ne, scrivevamo le stesse identichecose: le nostre strade versano co-me ogni anno in condizioni pie-tose, perch le poche linee dellasegnaletica orizzontale sono state

    rinfrescate in giugno, per farebella figura con larrivo deituristi... ma per noi Caorlotti?Arrangiarsi!

    Ed ecco che gli in-cidenti diventanosempre pi fre-quenti e devastanti,certamente colpadella velocit, delladistrazione, dellas-sunzione di alcol edroghe, ecc. ecc.

    Ma rimedi ce nesono fin che si vuo-

    le: i lunghi rettilinei, co-me quello delle provin-ciale n. 54 tra Ponte Ca-pitello e Caorle, dovepoche settimane fahanno perso la vita idue coniugi Lucia eRaimondo Ruzza, an-drebbero interrotti conla posa di rotatorie, cheobbligano a rallentare:ne servirebbe una sulcurvone allincrociocon la provinciale 94 diValle Tagli, ed unaltrastarebbe bene anche inprossimit dellidrovo-ra sul Canale Brian.Unaltra rotatoria sareb-be auspicabile allentra-ta di Porto Santa Mar-gherita su Via Diaz perle stesse ragioni, ma an-che per dare dignit alsecondo ingresso dellalocalit turistica.

    Insomma, se si lascia-no al degrado le stradedel territorio di Caorle,si commette un atto digrave irresponsabilit.

    n. 8 - ottobre 2011 9

    Linee bianche quasi invisibili,

    paracarri inesistenti, occhi-di-gatto ...sconosciuti.

    Guard-rail ? Niente.Illuminazione? Nemmeno.

    Cos ridotta la gran parte delle strade extra-urbane

    in comune di Caorle.

    Per metterle in sicurezza vengono solo abbassati i limiti di velocit

    Quando le strade sono assassine

  • L Associazione Bak an-nuncia ledizione 2012 diCaorle in Maschera unevento ormai diventato unatradizione per il nostro pae-se.

    Tutti i volontari stanno gilavorando per offrire il me-glio del divertimento,dello svago e della musi-ca rigorosamente dal vi-vo e non mancherannole novit. Si cominciamercoled 8 febbraiocon la Festa dellAnzianopromossa dal CentroPertini.

    Gioved 9 febbraioteatro; il 10 febbraio cu-cina aperta dalle 18.30 ein serata musica dal vivo.Sabato 11 febbraio cuci-na aperta dalle 18.30 ealle 21.30 grande concer-to con gli immancabiliToys- Planet Queen.

    Domenica 12 febbraio cu-cina aperta anche a mezzo-giorno; alle 15.00 inizio delCarnevale per i Bambini conmusica e animazione, alle19.00 lesibizione di danzaclassica dellassociazioneG.i.a.d.a .Venerd 17 feb-braio in collaborazione conil gruppo Vasco fan club di

    Caorle il concerto dei Dia-pason. Sabato 18 febbraiogrande novit con la Sfilatadei carri mascherati in not-turna, con partenza alle17.30 dal capannone sito inpiazza mercato.

    Sabato 19 febbraio cucina

    aperta e musica dal vivo.Domenica 20 febbraio cu-

    cina aperta anche a mezzo-giorno; alle 15.00 inizio delcarnevale per bambini conmusica e animazione, alle19.00 lesibizione dellassocia-zione Balletto Italiano; in se-rata live music con IgorAmadio.

    Marted 21 febbraio par-tenza alle 14.30 con la Sfilatadei carri mascherati (in casodi mal tempo verr rinviata asabato 25 sempre alle 14.30)e per tutto il pomeriggiogrande festa con live musicfino a tarda notte per chi

    vuole scatenarsi, natural-mente tutti in maschera!

    E gran finale con lestra-zione della lotteria.

    La manifestazione sisvolger in una tendastruttura riscaldata conbar sempre aperto, pesca iltappo, luna park e moltoaltro ; tutto il ricavato an-dr al gruppo Shalom on-lus di Caorle

    Tutti comprendonoquanto lavoro ci sia dietroa tutto questo e per i vo-lontari sempre pi gra-voso. Si chiede quindi atutti i nostri concittadini e

    non solo, dato anche il mo-mento difficile per tutti, diaiutare economicamente conofferte o in cambio di spon-sor sul volantino che verrpredisposto per la manifesta-zione, o in qualsiasi modo.

    Per informazioni e dona-zioni www.associazioneba-ka.org __________Mirka Don

    Con la novit della sfilata dei carri mascherati in notturna il 18 Febbraio

    Bak prepara gi il Carnevale

    n. 8 - ottobre 201110

    A lbergatori, ristoratori, commercianti,tutti nel mirino dello Stato. Sono questii principali colpevoli per lo Stato e perlopinione pubblica dellenorme sommerso (cir-ca 250 miliardi di euro in tutta Italia) sul qualenon si pagano le tasse.

    La stessa campagna pubblicitaria in ondasulle principali tv nazionali che mostra tra iparassiti dello Stato un losco figuro preso dachiss quale patria galera e invita a farsi rilascia-re scontrini e ricevute fiscali, viene da tutti inter-pretata come una chiara indicazione su chi real-mente sia il grande evasore fiscale: il settore delterziario dove non si battono mai gli scontrini!

    Ora ci non significa che la nostra Associazio-ne voglia difendere chi evade il fisco cercandoattenuanti su un comportamento dettato princi-palmente da un prelievo fiscale che si ormai at-testato al 52,4% e che non consente alle impresedi rimanere in piedi, e tantomeno di essere com-petitive sul mercato o di programmare investi-

    menti per la propria crescita aziendale. Levasio-ne fiscale un fenomeno da combattere, lo sap-piamo benissimo.

    Ci che per non ci sta bene che si voglia fa-re di tutta lerba un fascio e che si punti il ditosolo sulle nostre microimprese che non battonouno scontrino di qualche euro e non si vogliaandare a vedere chi elude milioni di euro e chemagari riesce anche a ripulirli grazie allo scu-do fiscale. Ben vengano quindi i finanzieri fuoridalla porta delle nostre attivit per fermare e ve-rificare se i nostri clienti escono con lo scontrinoo con la ricevuta in mano; ci auguriamo perche con la stessa solerzia si controllino ad esem-pio tutte quelle grandi societ che da anni, gra-zie ad artifici di bilancio, chiudono sempre sen-za un euro di guadagno.

    Quando si parla di evasione fiscale non si puperci colpevolizzare una categoria rispetto adun'altra. Non si pu e non si deve pensare cheaccanto a chi evade non ci sia mai anche chi le

    tasse le paga tutte. Enon si pu pensareche tale fenomenosia eguale in tuttaItalia perch dove-roso fare anche un

    distinguo da Regione a Regione. Leggendo in-fatti uno studio di Unioncamere in collaborazio-ne con lAgenzia delle Entrate si pu evinceread esempio che nel Veneto non viene dichiaratauna percentuale del volume di affari pari al19,2% che sale in Toscana al 42,3% e trova il pro-prio picco in Calabria con il 83%.

    Ribadiamo ancora una volta per che dobbia-mo tutti impegnarci per eliminare il fenomenoevasivo perch inaccettabile ed una frode al-lintera collettivit. Ma questo va fatto portandoun vero cambiamento culturale che riporti alcentro il lavoro, la fedelt fiscale e il senso di re-sponsabilit degli imprenditori.

    A questo si dovr aggiungere una vera rifor-ma fiscale che rappresenti il passaggio fonda-mentale per ricostruire un patto di fiducia fra loStato e i cittadini.

    Pensare che questo profondo cambiamentopossa passare esclusivamente attraverso ina-sprimento dei controlli ci porta fuoristrada, an-che perch tali controlli dovrebbero essere fina-lizzati per rendere credibili le regole fiscali e nonper diventare solo degli strumenti per reperiremaggiori risorse atte a riempire i buchi del bi-lancio dello Stato (che di tagli invece ai proprisprechi non ne vuole fare).

    30021 CAORLE (VE) Via del Leone, 12 Telefono e Fax 0421.81712 e.mail : [email protected]

    E PARTITA LA CACCIA ...ALLEVASORE FISCALE

  • 11n. 8 - ottobre 2011

    Nella laguna dei pescatori e dei gabbianiOpera narrativa di Mario Rossetti

    uno spaccato di poesia e cultura caor-lotta lultima opera letteraria che Ma-rio Rossetti Musigna ha dato in proprioalle stampe: Storia lagunare di un gabbia-no e di un pescatore.

    Un racconto intimo e intenso, in buonaparte autobiografico, che dipinge scenarinoti e cari ai pescatori di Caorle, in parti-colare a coloro che hanno vissuto in primapersona la laguna e il casn.

    La storia si articola sulle emozioni, sem-plici ma profonde, suscitate dallincontrodi un pescatore ed un pulcino di gabbianoferito ad unala: tra i due si instaura un le-game di reciproca assistenza emozionale,che suscita temi di libert, di immensit deipaesaggi marini, delle radici della culturadi laguna, arricchita nel libro da tavole illu-strate e immagini depoca di forte sugge-stione. Dentro il pianto che seguiva il sol-co delle mie rughe sfogavo lintimo com-piacimento di aver restituito al paesaggio lapennellata di quel movimento armoniosonella sua forza e nella sua rinnovata condi-zione di incertezza.

    Il tutto intercalato dalle strofe che nescandiscono tempi e luoghi della sua arteeclettica (pescatore, poeta, scrittore, pittore,e perfino pranoterapeuta) fin dai tempidella prima raccolta Gabbiano solitario.

    Del Mario Rossetti pittore va inoltre se-gnalata la partecipazione alla collettiva di12 artisti veneti tenutasi a Forte Margherafino al 10 settembre, nel programma Con-taminazioni che presentava oltre 100 ope-re realizzate con svariate tecniche artisti-che, sulla traccia di Illuminazioni della54 Biennale dArte di Venezia. ______________F.I.

    Il portasigarettedargentoLibro storico di Emanuele Dalla Bella

    S ar presentato al pubblico sabato 15 ot-tobre prossimo alle ore 17.30 nella salaparrocchiale Giovanni XXIII, a cura diGianni Prevarin, lultimo romanzo storicodi Vittorio Emanuele Dalla Bella.

    Appassionato narratore di fatti storici ac-caduti nella seconda guerra mondiale, inparticolare legati allepopea dei sottomariniitaliani, Dalla Bella racconta in questo librola vicenda umana di due comandanti dimarina, uno italiano e laltro inglese, che daalleati e amici, in mari giapponesi e asiaticisi sono ritrovati avversari a seguito dei mu-tamenti dello scenario bellico.

    Una storia emblematica, coinvolgente etriste, che Dalla Bella racconta con minuziadi particolari e documenti autentici.

    CCIITTTT &&CCIITTTTAADDIINNIICCIITTTT &&CCIITTTTAADDIINNII

  • ____________di Matteo Gubitta

    finita la stagione equasi tutte le attivithanno chiuso. Per mol-ti caorlotti che nonhanno un altro lavoroincomincia un lungoperiodo di disoccupa-zione.

    Per coloro che hannolavorato regolarmente ehanno pagato i contri-buti all'INPS c' la pos-sibilit di richiederel'indennit di disoccu-pazione , purch l'estin-zione del rapporto di

    lavoro non sia attribuibile allavolont del lavoratore stesso.Quindi, non pu percepirel'indennit chi si dimessoma solo chi stato licenziato.

    L'indennit riconosciutaquando si perde l'attivit prin-cipale da cui si ricava il reddi-to maggiore, pertanto per-messo avere un piccolo lavoroa chiamata durante il periododi disoccupazione. Cessaquando si viene avviati dalleagenzie di lavoro ad una nuo-va attivit.

    Esistono diverse forme diindennit di disoccupazione,le due forme pi comuni per ilavoratori stagionali sono l'in-dennit ordinaria con requi-siti ridotti e, per chi ha lavo-rato per periodi pi lunghi,l'indennit ordinaria.

    L'indennit di disoccupa-zione ordinaria con requisitiridotti spetta a chi ha svoltoalmeno 78 giorni di lavorosubordinato nell'anno solare

    precedente a quello in cui ef-fettua la domanda e abbia al-meno un contributo versatonell'anno precedente a quelloper cui stata presentata ladomanda. Non spetta agli ex-tracomunitari con permessodi soggiorno stagionale.

    La domanda va fatta entro il31 marzo di ogni anno.

    L'indennit viene calcolata

    sul totale dei periodi di disoc-cupazione verificatisi nel2010.

    il 35% della retribuzionedi riferimento per i primi 120giorni e il 40% per i successivi(i massimali mensili sono ri-spettivamente 906,80 euro e1.089,89 euro). Da ricordareche l'indennit non viene cor-risposta per il periodo in cui ildisoccupato espatria in Paesinon membri dell'Unione Eu-ropea per futili motivi.

    L'indennit ordinaria, inve-ce, spetta a chi ha: almeno 52settimane di contribuzionenei due anni che precedono ladata di cessazione del lavoro ealmeno 2 anni di assicurazio-ne per la disoccupazione in-volontaria. Corrisponde al60% della retribuzione perce-pita nei tre mesi precedenti lafine del rapporto di lavoro per

    i primi 6 mesi di disoccupa-zione, al 50% per il settimo eottavo mese e al 40% per i me-si successivi. Dura al massimo8 mesi per chi ha meno di 50anni e fino a 12 mesi per chiha pi di 50 anni. La doman-da va presentata entro 68 gior-ni dalla cessazione del rappor-to di lavoro. Regole particolarivalgono per i lavoratori extra-comunitari. Per approfondi-menti rivolgersi all'INPS o aisindacati dei lavoratori.

    L epanto1571 il nomedi una nuova associa-zione culturale nata in Caor-le (VE).

    Gli scopi di questa associa-zione sono quelli di far co-noscere e divulgare la storiadel Veneto a partire dalla Se-renissima Repubblica con lasua organizzazione sociale ei suoi valori culturali e arti-stici. Svolger attivit infor-mative, formative con visitea monumenti e mostre arti-stiche come testimonianzadella nostra storia passata,con particolare attenzionedegli aspetti storici, culturali

    e sociali di Caorle, "la BellaPetronia".

    Lepanto 1571 ricorda lavittoria della flotta venezia-na, unita ad altre forze che siaggregarono per respingereil dilagare dellimpero Otto-mano nellOccidente.

    Un ritorno alle tradizioni,vuol dire un ritorno al ri-spetto di quello che i nostriavi ci hanno tramandato -afferma la presidente Maria-teresa Corazza. Valutare Le-panto significa donare unsenso di liberazione provatoe non tanto per la scomparsadi un pericolo, ma per la ri-

    affermazione dei nostri idea-li.

    L'associazione aperta atutti; coloro che sono fin d'o-ra interessati possono rivol-gersi al seguente recapito: e-mail: [email protected] - cell.: 345-3421204 Mariateresa Coraz-za - cell.: 348-0342599 Lu-ciano Gusso.

    Per ricordare i valori culturali e artistici della Serenissima e la storia di Caorle

    Lepanto 1571: nasce una nuova associazione culturale

    Il sussidio per chi non ha lavoro tutto lanno

    Disoccupato/a ! Che fare ?

    n. 8 - ottobre 201112

    Troppi giovani senza lavoroAllarme dalla Confartigianato di Venezia

    L a disoccupazione giova-nile allarma anche inprovincia di Venezia.

    Secondo i dati forniti dallaConfartigianato provinciale,il 28% dei giovani sotto i 25anni non ha lavoro.

    Quello veneziano il datopeggiore tra tutte le provincevenete (per il resto si vadall11,4% di Belluno al20,5% di Vicenza), a frontedi una media regionale del19,1%.

    La situazione migliora pergli under 35 (24-35 anni), che

    fa registrare un tasso di dis-occupazione nel territoriopari al 7,4% (alle spalle Tre-viso, che segna un 7,9% ePadova che si assestaall8,7%); un dato, in lineacon la media regionale del7,2%, in ogni caso negativo.

    Secondo Confartigianato,lapprendistato per il mo-mento il modo pi veloce esicuro, quasi lunico stru-mento per favorire lingressodei giovani in quelle aziendeche stanno con caparbietcercando di superare la crisi.

  • M ercoled 28 settembre si tenuta allHotelSara una cena per rendere omaggio ai cuo-chi che negli ultimi anni hanno regalato la loro

    arte culinaria ai fortunati clienti dellal-bergo. Gli chef in questione sono i dueodierni, Fabio Cattapan e Massimilia-no Trento insieme ai colleghi che lihanno preceduti: Mara Muos, Danie-le Fantinato, Massimiliano Bernardi,

    Fabrizio e Andrea Guizzo.In loro onore stato offerto ai numerosi ospi-

    ti di Giuseppe Gusso, un elaborato men a base

    di pesce, innaffiato da tanti vini quante erano leportate, scelti con esperienza dal padrone di ca-sa, sommelier.

    La serata, seguita da Tele Venezia, ha visto tragli invitati Domenico Basso, direttore di Anten-na 3, Fabrizio Stelluto e Beppe Gioia, direttoredella redazione regionale di Rai 3, che ha presola parola per ringraziare il signor Gusso per lot-tima miscela di ospitalit e buona cucina. - J.G.

    SS ettembre ci ha riporta-to lappuntamento conle Vespe! Si tenuto in-fatti il 25 settembre a Caor-le il 4 Vespa Incontro cit-t di Caorle con il patroci-nio del Comune di Caorle ela partecipazione dellasso-ciazione culturale Bak, Pi-ghi Brothers Production,Vespa Club dItalia, FunClub Vasco di Caorle ed il

    gruppo organizzante Ve-spe di Mare di Caorle.

    Numerosi questanno so-no stati i partecipanti, sui480 che si sono dati appun-tamento nel piazzale Bafilein mattinata per liscrizionee la colazione, per poi par-tire alle 11 per un lungo gi-ro di 35 km nelle nostrecampagne fino a San Gae-tano facendo una sosta alla

    Cantina Scala e via versoOttava Presa, La Salute,tornando per Ca Cottoniper poi premiarsi con unpranzo di pesce nel capan-none al Brian. Come gad-get una maglietta o unabottiglia di vino con com-preso anche biglietto dellalotteria.

    Questanno hanno par-tecipato molti club tra cuiquelli di Pordenone, Por-cia, Treviso, Montegrappa,Montebelluna, Pederobba,Vicenza, Padova e Mestre.______________________Jessica Gusso

    n. 8 - ottobre 2011 13

    Centinaia di partecipanti da tutto il Triveneto. Sfilata nel centro

    Raduno delle Vespa e Fiat 500

    C ome ogni anno liniziativa SCUO-LA APERTAdel CFP GIOVAN-NI XXIII propone le date in cui le fa-miglie ed i ragazzi delle scuole mediepotranno visitare gli spazi della scuo-la, conoscere il funzionamento delcentro, lofferta formativa ed i serviziofferti agli alunni, tutte informazioniutili per poter effettuare la scelta mi-gliore al proseguimento degli studi.

    Le date saranno: 3 e 17 Dicembre2011 e 14 e 21 Gennaio 2012 dalle ore14.00 alle ore 18.00 in Via del Passarin,15 CAORLE, la Direzione rimane co-munque disponibile a ricevere su ap-puntamento in altre date da concorda-re.

    La scuola in questanno scolasticoha incrementato il numero delle iscri-

    zioni in modo considerevole: sta-ta infatti avviata una classe in pinelle prime ed il numero degli al-lievi di Caorle ed Eraclea negli ulti-mi 4 anni passato da 0 a 16 iscrit-ti; 24 provengono da S. Don - Jeso-lo, e 20 allievi da Portogruaro Concordia. Parliamo quindi di 60pendolari e 74 allievi in convitto.

    Il territorio sta rispondendomolto bene alla nostra offerta for-mativa spiega la Direttrice Valen-tina Bellacima - il nostro obbiettivo quello di crescere s numericamente,ma senza mai perdere di vista il pri-mario obbiettivo che quello dellaqualit nella formazione professiona-le. Solo in questo modo laccompa-gnamento e linserimento lavorativo

    diventeranno un fluido passaggio trascuola e mondo del lavoro.

    Oltre alla formazione iniziale ilCentro propone Corsi per adulti dicucina, analisi sensoriale dei vini, lin-gue straniere di primo e secondo livel-lo. Per informazioni rivolgersi alla se-greteria tel. 0421.299269.

    LAssociazione LepidoRocco nella persona del Direttore Vi-sentin Alberto e il CFP GiovanniXXIII nella persona della DirettriceBellacima Valentina, sono orgogliosi eonorati di invitare tutta la cittadinan-za di Caorle alla cerimonia di INAU-GURAZIONE che si terr il giorno 19Novembre alle ore 11.00.

    SCUOLAALBERGHIERAGiovanni XXIIIVia del Passarin, 1530021 CAORLE (VE)tel e fax 0421.299269e-mail:[email protected]

    Corsi di Formazione Iniziale Area Giovani approvati con DDR 765 del 28/07/10, DDR 483 del 19/05/10 e DDR 484 del 19/05/10

    NENEWSWS - Lepido Rocco - Scuola Alberghiera Giovanni XXIII - CAORLE

    LA SCUOLA APERTA!Inaugurazione ufficiale il 19 Novembre

    Cena per giornalisti con i cuochi dellHotel Sara

  • Si sentono abbando-nati, delusi ed ar-rabbiati, una cin-quantina tra commercian-ti, esercenti e residenti diViale Santa Margherita,che hanno sottoscritto unapetizione inviata allAm-ministrazione comunalecon la quale vengonoespresse precise richiesteper fermare il degrado incui versa ormai da anni laprincipale arteria com-merciale della zona di Po-nente, nella quale destatevige lisola pedonale serale.

    In particolare, la petizio-ne stata inoltrataper richiedere le-stensione, dal 2012,dellisola pedonaleserale estiva fino al15 settembre.

    Una seconda let-tera lamenta lo statodi degrado in cuiversa la carreggiata.

    Ma lelenco dellemanchevolezze lungo e impieto-so: si lamenta lostato di abbando-no di parti delleaiuole spartitraf-fico, negli spaziin cui assente lasiepe, lasciati in-colti ed in alcunicasi diventati ri-cettacolo di rifiu-ti vari. Cosa di-

    versa sarebbe,per il decoro del-la via, abbelliredetti spazi conpiantumazionifloreali, sicura-mente apprezza-bili non solo dairesidenti ma an-che dalle migliaiadi turisti che, nel-la stagione estivatransitano lungoil viale.

    Il decoro sa-rebbe arricchito,sostengono i fir-matari, se lungoil viale ed in par-ticolare sui lam-pioni (comunque vecchi eindecorosi) fossero collo-cate piante da fiore, comegi si fa nel centro storico.Per non dire dellannosoproblema delle radici af-fioranti dei pini marittimiche divelgono il selciato eliste in cemento di conte-

    nimento delle aiuole.Ma non sono soltanto i

    difetti strutturali e di ma-nutenzione ad essere moti-vo di lamentela: tornandoallisola pedonale estiva, sene chiede anche una diver-sa organizzazione, peresempio dando la possibi-

    lit a quelle attivi-t che non hannosufficienti spaziespositivi esternidi potersi espan-dare - ovviamen-te solo nelle ore incui vige lisola pe-donale - fin sulmarciapiede, pa-gando il relativocanone di platea-tico.

    n. 8 - ottobre 201114

    La notizia era in pri-ma pagina delGazzettino di sabato 8ottobre: una signora diFeltre, colpita dalla feb-bre del Nilo, avrebbecontratto il virus mentresi trovava in vacanza aCaorle, e a trasmetter-glielo sarebbero state lezanzare.

    Il laboratorio di mi-crobiologia dellAsl di

    Padova ha inviato i ri-sultati delle due diversetipologie di test effettua-te sui campioni prelevatialla donna ricoverata aFeltre, seguita per lence-falite che lha colpita. Estato possibile certificarecon sicurezza che si trat-ta di febbre del Nilo owest Nile, trasmessa dal-le zanzare. Dal punto divista terapeutico verran-

    no iniziate le indaginiepidemiologiche e scat-teranno le precauzionipreviste a livello regio-nale e nazionale.

    Anche se il clima stacambiando e le zanzaresi estingueranno, verreffettuata unindagineambientale. La febbredel Nilo non si trasmetteda uomo a uomo, ma at-traverso le zanzare.

    Il virus del Nilo dalle zanzareColpita una turista di Feltre in vacanza a Caorle

    La protesta di commercianti ed esercenti di Viale Santa Margherita

    Il nostro viale degradato

  • La scuderia Mari-na4 ha vinto ilCampionato Mondialecon le moto dacqua.

    Il 5 ottobre sul fiumeLiu a Liuzhou in Cinasi svolta la finale delCampionato MondialeAquabike che ha vistosul podio pi alto Mat-tia Fracasso 32enne Vi-centino, pluri premiatoa livello Italiano, euro-peo ed oggi mondialedi moto dacqua in clas-se Runaboat F1 con lasua SeaDoo Rotax N.8

    sponsors ufficiali Marina4 eRotax.

    Una vittoria arrivata dopole quattro tappe di qualifica-zione: la prima a Doha nelQatar, la seconda ad Arbataxin Sardegna, la terza a Ghiso-naccia in Corsica e per finireil circuito finale in Cina.

    Non stata una facilequalificazione, raccontaEzio Lucchese titolarecon la famiglia dellaDarsena Marina 4. Cisembrava unimpresaimpossibile la scalataverso i primi posti, ma laclasse e la professionalitdi Fracasso non hannotradito le aspettative:una rimonta da brivi-do che ha visto la N. 8avvicinarsi e posizionar-si davanti, cos da tenerela testa fino alla fine dei 25 mi-nuti pi un giro, tempo richie-sto per una gara. Lunica pau-

    ra poteva essere una rotturadel motore, che fortunata-mente non avvenuta. Finaleda urlo con la pole-position;una vittoria che ha un doppiovalore se pensiamo che lItalianon aveva un campione mon-diale da ben 20 anni.

    Comunque il lavoro statolungo e laborioso, per ben dueanni c stata una tessitura cer-tosina allinterno di un teamunito, un meccanico eccezio-nale a disposizione totale, uncampione di altissima qualite una passione sfrenata per la

    moto dacqua. Certamente nato sotto una

    buona stella il World Cham-

    pion, dal momento che anchenella categoria Jetski Freestyleancora una vittoria tutta ita-liana: con il romano ValerioCalderoni sponsorizzato Ma-rina4, tre volte campione ita-liano, 1 europeo e gi duevolte campione mondiale.

    Prossimo appuntamento alKing of the World in Thai-landia, una gara fra i miglioriTeam a livello Mondiale. Unaimportante novit per gli ap-passionati: stato ideato ungioco per la Play Station 3, do-ve si sfideranno allultima boai migliori piloti mondiali.

    Dobbiamo ringraziare so-prattutto la Capitaneria diPorto e Guardia di Finanza diCaorle dice Ezio Lucchese -che ci permettono di fare alle-namenti in mare antistante laspiaggia, sopportando veloci-t e casino che provengonodai bolidi, sempre in orari in

    cui non vengono distur-bati i bagnanti, speriamoche ci sia un futuro pertutti coloro che hannointenzione di avvicinarsia questo sport dacqua,oltre al fatto che questomezzo sostituir ogni ti-po di imbarcazione nelsalvataggio in mare, perla velocit dintervento.

    A breve sar organizza-ta una festa cittadina,perch la Darsena Mari-na4 vuole condividere

    con la citt questa vittoriamondiale.______________________Donatella Brentel

    n. 8 - ottobre 201116

    T ranquillizziamoci tutti, non si tratter diuna nuova Associazione, ma di una sortadi accordo tra gentiluomini, che verr recepitoda una convenzione.

    I primi giorni di ottobre, i Presidenti di As-sociazione Proprietari Porto Santa MargheritaDestra Livenza, Comitato Porto Santa Marghe-rita, Associazione Proprietari Duna Verde, Co-mitato Duna Verde e Consorzio Arenili hannoin programma di mettersi seduti attorno ad untavolo e capire cosa li accomuni.

    In passato ci sono state iniziative analogheche, tuttavia, sono parzialmente naufragate,forse perch si tentato di sovraccaricare gli in-combenti di cui avrebbe dovuto occuparsi unaspecie di Super Ente.

    Questa volta non prevista la creazione diunAssociazione che le raggruppi tutte. Sarebbe

    troppo farraginosa e rischierebbe di nonfunzionare.

    Non si punter neppure a collaborazionimutualistiche: Porto Santa Margherita non siimpegner per i problemi di Duna Verde e nep-pure viceversa.

    Ogni frazione agir autonomamente per latutela del proprio territorio. Insieme si cerchersemplicemente di unire le forze per due o trequestioni che interessino entrambe le localit:certamente lerosione del litorale costituisce ilfondamentale cordone che unisce Porto SantaMargherita e Duna Verde, poich dalla soprav-vivenza della spiaggia dipende la sopravviven-za del turismo e delle attivit commerciali.

    Tutti intendiamo cooperare, perch i lavoridi ripascimento riprendano e siano portati atermine.

    Il Comune di Caorle ha gi di-chiarato che si schierer con noi, co-

    adiuvando i nostri interventi in Regione, fina-lizzati proprio a far s che le opere di difesa amare trovino il loro completamento.

    Sarebbe auspicabile che i lavori ricomincinoprima che sia davvero troppo tardi, prima chePorto Santa Margherita e Duna Verde si svuoti-no di presenze turistiche, perch la gente nonsaprebbe dove sdraiarsi al sole, prima che di-ventino i dormitori di Caorle, prima che ci pri-vino del lusso impagabile di aspirare quel mi-sto di gioia e malinconia che le passeggiate almare dinverno sanno regalare.

    per Associazione Proprietari Porto Santa Margherita Destra Livenza

    Sandra Bortoluzzi

    NENEWS WS - Associazione Proprietari Porto Santa Margherita

    PATTO TRA GENTILUOMINI

    wwwwww..aappoorrttoossaannttaammaarrgghheerriittaa..iitt

    Fracasso e Calderoni conquistano il titolo iridato nelle Aquabike

    Marina4 Campione del MondoAlla World Champion disputata in Cina, vittoria italiana dopo 20 anni

    Mattia Fracasso in gara. - Sopra: Fracasso e Calderoni campioni mondiali.

  • La Famiglia Ferro Valter dellHotel Sanremo &Residence La Serenissima composta daiSig.ri Ferro Antonio e Argia ed il fratello Ferro Van-ni, hanno organizzato unintera serata allietata dal-la musica del Maestro Igor Amadio, con torta espumante per tutti iclienti ai quali sonostati regalati variGadget e Souvenir.

    Tutto ci peromaggiare e ringra-ziare un carissimoGruppo di Clienti diGraz Austria dellaDitta S.G.P. - A.V.L. ,che da oltre 40 annivengono a Caorleospiti della Fam. Fer-ro Antonio e Argia.

    Il Sig. Valter Ferroche ha animato la se-rata ha invitato alcentro della terrazzail Capo Gruppo il Sig. Pltl Karl-Heinz, ringraziando lui e tutta lasua famiglia ed i suoi genitoriPltl Hans & Hilde, ricordandopoi a tutti il precedente CapoGruppo il Sig. Hermann Helmut& Elfriede e la figlia Knig Renateu. Gerald, ed anche lex autista ilSig. Fiedler Johann.

    Gruppo formato tuttora anchedal Mister Ribsam Stefan, dallaFam. Manninger, Fam. Jankowits,dalla Fam. Reichle, etc.

    La serata continuata con la

    presentazione dellAssessore allurbanisti-ca Sig. Vanni Ferro, dellassessore al Turi-smo Sig. Matteo Dorigo, dal GiornalistaSig. Flavio Ineschi e per ultimo ma il piimportante il Sindaco di Caorle Sig. Marco

    Sarto. Le Autorit hanno consegnato unquadretto con lattestato dei 40 anni difedelt alla Citt di Caorle, una bellissi-ma medaglia doro ed un libro di Caor-le. Mentre la Fam. Ferro ha consegnatoun bel Bragozzo (storica imbarcazionecaorlotta) e un album fotografico diCaorle.

    Dopo un grande applauso, la serata continuata con musica e balli per tutti.

    Debora Ferro

    * * *

    Die Familie Ferro Valter von HotelSanremo & Residence la Sere-nissima bestehend aus Ferro Antonio undArgila und Bruder Ferro Vanni, habenein ganzen Abend organisiert mit Musikvon Musiker Igor Amadio mit Torte undSekt fr alle die Gste die viele gadget undsouvenirs bekommen haben. Das alles umeine nette Gruppe von Gsten zu Ehrenvon der Firma S.G.P. A.V. L. , die seid 40Jahren Gste und Freunde der FamilieFerro sind.

    Herr Ferro Valter hat den Abend animiert,

    der Gruppe Leiter Herr Pltl Karl-Heinzwurde ins Zentrum der Terrasse gebeten umvon der Familie Ferro ein grosses Danke-

    schn zu erhalten auch frseine Familie und fr seineEltern Pltl Hans und Hilde.Ein dankeschn geht auch anden ex Gruppe Leiter HerrHermann Helmut mit Ehe-frau Elfriede und KindernKnig Renate und Gerhardund den ex BusFahrer HerrFiedler Johann. Die Gruppeist noch jetzt aus Herr Rib-sam Stefan, Familie Mannin-ger, Familie Jankowits, undFamilie Reichle zusammengestellt.

    Der Abend ging weiter mit derPresentazion von StdteplanungAssessor Ferro Vanni, Turismus

    Referent Matteo Dorigo und Journalist Fla-vio Ineschi, und von Brgermeister MarcoSarto die eine Urkunde berreichten fr die40 jhrige Treue der Stadt Caorle mit einerwundervollen Goldmedallie und ein Buchvon Caorle.

    Die Familie Ferro jedoch berreichte ein hi-storisches miniaturschiff von Caorle genanntBragozzo und ein Fotoalbum von Caorle.Der Abend ging weiter mit einem grossenAplauss, Musik und Tanz fr alle Beteiligten.

    Dieminger Anita und Gusso Jessica

    n. 8 - ottobre 2011

    NENE WSWS Hotel SANREMOFesteggiati i 40 anni di soggiorni del Gruppo S.G.P.-A.V.L.

    17

    Gruppe von der Firma S.G.P. A.V. L. seid 40 Jahren

    Gste und Freunde der Familie Ferro

  • di Donatella Brentel

    R ientrare dalle vacanze erimettersi subito informa. E questo il coman-damento pi attuale in que-ste settimane.

    Ripartire subito consprint al rientro da un viag-gio o dallesposizione al so-le... e ai cibi golosi. Il ritornoa casa non significa perderei risultati ottenuti durante ilperiodo estivo: fisico toni-co, ottenuto dalle ore dinuoto, dalle lunghe e mera-

    vigliose passeg-giate e biciclet-tate. Non si puspegnere tantaenergia, buonu-more e quel co-lorito luminosoche la caldaestate ci ha do-nato. Il rientroal lavoro e laroutine quotidiana che ciconduce allautunno sonogi uno stress, quindi subi-to in palestra per mantene-re energia e serenit.

    Un programma di benes-sere per ogni esigenza, or-mai non esistono limiti discelta per mantenersi informa, c il fitness: il suo si-

    gnificato buona salute la risposta per tutti daipi piccoli alle personepi anziane, ancora conla voglia di mantenersiin forma. In palestra esi-ste un programma perogni individuo. Unaginnastica seguita dapersonal trainer o chiha competenza, perchusare gli attrezzi e mac-chine non un giocoma bisogna seguire unrituale rigoroso e sa-piente.

    Adatto a chi desideraun bel corpo tonico, ar-monioso e con una bel-la postura ci affidiamoalle discipline del pilatese dello yoga. Panciapiatta, spalle larghe euna bella schiena drittada far invidia e ne trae

    vantaggio laconcentrazionee il coordina-mento del no-stro corpo. Perchi desidera agi-re non solamen-te sul corpo masul benesserepsichico esisto-no anche le tecni-

    che che curano lani-ma: la ginnastica dolcead esempio. Non ci fac-ciamo prendere in in-ganno dalla paroladolce: anche se losforzo fisico minimo,esiste un lavoro com-plesso in cui ogni partedel corpo collabora alraggiungimento di unnuovo equilibrio. Lavorarequindi in modo tranquilloe non eccessivo, educandoa rilassare la muscolatura,sollecitando quelle parti delcorpo che non vengonomai prese in esame, rag-giungendo un lavoro sullamuscolatura pi profonda.

    Per le persone menoadatte ad una ginnasticatranquilla e scontata, ci sipu iscrivere alla praticadel kick-boxing, uno sportda combattimento dappri-ma frequentato esclusiva-mente dai maschi, mentrenegli ultimi anni sono mol-te le donne che amano te-

    nersi in forma con pugni ecalci. Forse non solamenteper un fattore di moda, mauna vera scelta di vita per ilgentil sesso, quella di impa-rare a difendersi oltre cheper il mantenimento delproprio corpo. A giovarne imuscoli del seno, gli addo-minali, le gambe e i glutei.Anche con i guantoni, ladonna, pu essere super-femminile.

    Per rallentare ad ogni etil processo di invecchia-mento, esiste unattivit giu-sta per tutti: limportante trovare il piaceredi farsibelli!

    Lavacanza al mare benefica per tutti, figurarsi per chi col-pito da disabilit, sia fisica che psichica.Per la seconda volta, un gruppo di persone affette da autismo,

    proveniente dalla Svizzera, stato ospite in albergo a Caorle per

    un soggiorno molto gradito e certamente terapeutico.Cinque giorni intensi e divertenti, in mezzo alla gente

    e sulla sabbia della spiaggia di levante per queste perso-ne in cura presso il Centro terapeutico di Locarno del-lAssociazione Genitori Autismo Svizzera Italiana, unodei tre enti riconosciuti dal governo elvetico per la curadellautismo e centro del tempo libero, frequentato da 25persone (www.autismo.ch).

    A capo del gruppo, composto da 7 persone con auti-smo, 5 accompagnatori e 3 genitori, la responsabile delCentro e presidente dellA.g.a.s.i., Elisabeth Dova. Nonin tutte le strutture alberghiere - ci ha detto - la personaaffetta da autismo bene accetta, ma la disabilit va ri-conosciuta e accolta, anche come arricchimento perso-nale per le persone cosiddette normali. Ai nostri ragazzifa benissimo stare in mezzo alla gente e fare in modo disentirsi integrati, fare conoscenze e presentarsi ancheagli altri per come si .

    societ e benessere

    P riva di inquinamento,laria di mare ricca disali, come iodio, calcio, clo-ruro di sodio, che il nostrocorpo assimila non solo conla respirazione ma anchecon lassorbimento cutaneo,dando benefici per la rige-nerazione cellulare, nutren-do e reidratando i tessuti.

    Consci per del fatto chela capacit del nostro or-ganismo di assorbire que-sti oligo-elementi essen-ziali assai ridotta, la pri-ma virt della brezza ma-rina identificata nellapurezza.

    Secondo i rilievi dell'U-niversit del mare di Ca-gnes-sur mer in Francia,un metro cubo d' aria pre-sente in alto mare puro

    al 100% , cio nella suacomposizione chimica enella conseguente analisinon stato rilevato nessungerme, un dato ben 50.000volte inferiore rispetto ad unmetro cubo d'aria presentenelle grandi citt.

    Tutto questo possibilegrazie alle bolle di gas cheprovengono dalle profondi-

    t marine le quali giungen-do in superficie, liberanodegli antibiotici naturali diorigine lipidica purificandol'acqua.

    Ed ora con il sopraggiun-gere dell'autunno, con legiornate pi fresche e l'afaestiva praticamente scom-parsa, il momento idealeper godere dei benefici chel'aria marina ci porta, facen-do lunghe passeggiate sullabattigia e magari approfit-tando dell'occasione per fa-re qualche esercizio respira-torio; ad esempio, inspiran-do lentamente riempiendod'aria prima l'addome e poiil petto, purificheremo cosile vie respiratorie e aiutere-mo la nostra mente a svuo-tarsi.____________________Enrico Sarto

    Una benefica brezza marinaTUTTIiCOLORIdelMARE

    Un gruppo di svizzeri ospiti in albergo a Caorle

    Autistici in spiaggia

    n. 8 - ottobre 201118

    In palestra un programma di benessere per ogni esigenza. Dalle ginnastiche dolci a quelle pi muscolari

    Dopo le vacanze... rimettersi in forma !

  • di Enrico Sarto______________________________________

    A bbiamo sceltoCaorle per la bellez-za del suo mare edelle sue spiagge.

    Queste sono le parole diDaniele Cornacina, registae produttore della fictionCentrovetrine, il quale conil cast quasi al completo dal19 al 22 settembre ha regi-strato un episodio della se-rie - tra sei mesi potremovederlo - facendo spola trale spiagge di Brussa ed ilmare di Caorle.

    La scelta di Caorle non stata casuale: l'attore JgorBarbazza (Damiano Bauernella fiction) da anni vienea Porto Santa Margheritaper le vacanze estive. Difatti stata sua, la spinta giustaper far approdare l'interaproduzione nelle nostre

    spiagge, consapevole di tro-vare oltre alle peculiaritambientali uniche che il no-stro territorio offre, ma an-che una grande ospitalit edisponibilit da parte dellacittadinanza; infatti l'appor-to tecnico logistico di duenostri concittadini statofondamentale per la riusci-ta nei tempi tecnici delle ri-

    prese.Francesca Gambato, tito-

    lare del risto-bar Gente diMare, riuscita a creare lagiusta sinergia offrendo unagrandissima disponibilit,dando a tutta la produzioneospitalit presso l'albergo difamiglia Hotel Antoniana emettendo a disposizione ilsuo ristorante come perno

    logistico per tutta la dura-ta delle riprese. La Produ-zione di Centovetrine si inoltre avvalsa dell' espe-rienza ventennale delloskipper Giampaolo Zanat-ta, il quale ha coadiuvatotutte le riprese effettuate allargo, dando un contributofondamentale indicandole location pi adatte, for-

    nendo indicazioni tecnichein loco alla flottiglia di bar-che usate per le riprese.

    Insomma, non resta cheaspettare con grande curio-sit di riconoscere la nostraCaorle come scenografia inuna delle prossime puntatedi questa fiction, tra le piamate e seguite della televi-sione italiana.

    n. 8 - ottobre 2011 19

    La troupe di Canale 5 ha fatto tappa a Porto Santa Margherita, ospite del Gente di Mare

    Centovetrine gira una puntata a Caorle

  • n. 8 - ottobre 201120

    Numerose aziende leader condividono la filosofia di Marina Verde.

    Una filosofia basata su soluzioni costruttive, tecnologiche e di design completamente nuove rispetto al passato. Un intervento che guarda al futuro, un progetto nel quale si prospettano nuovi scenari di sviluppo per la prima vera operaecosostenibile nellisola di Caorle, in collaborazione con grandi firme del Made in Italy.

    La forte partnership tra Marina Verde e due marchi internazionali come BTicino e Rubner-Holzbau ha avuto riscontro in duemanifestazioni da poco tenutesi a Parma e Milano. La prima in occasione del PPaarrmmaa Urban Center il 22 settembre, giornatadedicata alla domotica. Le unit abitative del resort dispongono infatti del sistema integrato di automazione domestica MyHome che offre soluzioni intelligenti in termini di comfort, sicurezza, risparmio e rispetto ambientale, comunicazione e con-trollo.La seconda, il giorno successivo, a MMiillaannoo durante la conferenza Legno, una scelta contemporanea, organizzata dalGruppo Rubner in collaborazione con Il Sole 24 Ore, nella quale Marina Verde stata presentata come la prima strutturain Italia alta sei piani ad essere realizzata interamente in legno lamellare.

    Marina Verde sar inoltre presente alla Fiera IViaggiatori che si terr a LLuuggaannoo dal 29 ottobre all1 novembre, appuntamentoannuale irrinunciabile per tutti gli appassionati di viaggi provenienti dall'intera Svizzera e dalla vicina Italia.Questo ricco bacino di provenienza caratterizzato da un elevato tenore di vita, forte propensione al viaggio, cospicuacapacit di spesa e grande attitudine ad ambienti internazionali.Tutti questi aspetti fanno del Salone una manifestazione realmente strategica e vincente, che offre una concreta vetrina, nonsolo per il progetto Marina Verde Wellness Resort ma anche per la citt di Caorle che, forte dei 4.500.000 di visitatori cheogni anno soggiornano nella nostra isola, ha la possibilit di consolidare la propria posizione nel campo turistico interna-zionale, su uno dei mercati pi ricchi e di valore al mondo.

  • Marina Verde ringrazia tutti coloro

    che hanno partecipato e collaborato alla realizzazione della

    LLiivviinngg BBeeaacchh EExxppeerriieennccee.

    Una serie di eventi che hanno riscosso grande successo e che hanno visto

    giovani professionisti alternarsi tra massaggi shiatsu, mostre fotografiche, musica, cene romantiche a lume dicandela e molto altro ancora, stimolando nel pubblico

    la curiosit di conoscere il progetto Marina Verde Wellness Resort, in fase di realizzazione a Caorle

    e che sar inaugurato la prossima estate.

    MMaarriinnaa VVeerrddee rriinnggrraazziiaa:

    GGaabbrriieellee & SSaabbrriinnaa della Trattoria al Mare e FFllaavviioo & BBaarrbbaarraa del ristorante Al Bateo, le cui cene

    romantiche a lume di candela a base dei piatti tipici della cucina caorlotta, hanno riscaldato latmosfera e regalato agli ospiti una serata unica e indimenticabile.

    RRoobbeerrttoo ZZuurrllaa per le dimostrazioni di massaggio olistico,BBeerrnnaarrddeettttaa GGuussssoo per le sedute di Wu-L, EEnnrriiccoo SSaarrttoo,LLaauurraa BBiiaannccoonn e MMiicchheellaa FFlloorreeaann della Scuola Puntoki

    per le dimostrazioni di massaggio Shiatsu, PPaaoollaa BBeerraallddoo per lintroduzione teorica alla

    Naturopatia, LLoorreennaa LLaauurreennttii dellAssociazione CulturaleRisveglio per le sedute di meditazione guidata e NNiinneettttaaZZaaffffaalloonn, GGaabbrriieellllaa PPaassccuuttttoo e MMaarriiaa CChhiiaarraa MMiicchhiieelleettttoo

    del Circolo S.O.L.E. per le sedute di massaggio Thai e per la dimostrazione di tecnica energetica/vibraziona-

    le Evolution.RRiinnaa MMeennaarrddii per la mostra di vasi ispirati alla natura ealla laguna, MMaatttteeoo MMuunnaarriinn, LLeeooppoollddoo NNoovveennttaa, AAnn--ddrreeaa CChhiiggggiiaattoo, il Gruppo Sommozzatori di Caorle in

    collaborazione con lOasi Marina, e MMeellaannyy PPaaggee perle tele e le rassegne

    fotografiche.TThhee SSoouullss (Albe, Frank,

    Giulio e Gegio) per i concerti rock.

    VVaalleennttiinnaa MMaarrcchheessaann e isuoi Piccoli Ambientalisti

    per il pomeriggio dedicato allecologia

    e al rispetto per lambiente.

    n. 8 - ottobre 2011 21

  • n. 8 - ottobre 201122

  • NEWSNEWS - Lor ig inale scarpa f is io logica nel pr imo MBT Store d I ta l ia

    Per un autunno inverno MBT

    IInncchhiieessttaa ssuull llee rreett ii iinntteerrnneett wwii --ff ii iinnssttaall llaattee aa CCaaoorr llee

    RR ee tt ii WW ii -- ff ii ii nn cc rr ee ss cc ii tt aaUtilizzare internet attraverso le reti wireless sem-pre pi usuale, tutti i computer ed i cellulari di nuo-va generazione sono dotati di questa possibilit.

    Perfettamente in linea con la tendenza, a Caorlequalche anno fa stata installata una rete gestita dalComune. Da questa estate anche il Consorzio Areni-li ne ha creata una a servizio delle due spiagge.

    La cittadinanza e i turisti ospiti possono ora usufrui-re di connessioni wi-fi pubbliche che coprono i puntinevralgici del capoluogo.

    La rete del Comune era precedentemente gestitadalla ditta Elenet recentemente sostituita dallOfficePoint; quella del Consorzio Arenili stata installata daTelemediaNet e fa parte del circuito Veneto Globe(DolomitiWifi, BellunoWifi, MarcaWifi).

    Abbiamo chiesto a entrambe gli amministratori direte quanti accessi siano stati effettuati durante la pas-

    sata stagio-ne estivama ci ha ri-sposto soloil ConsorzioArenili indi-cando unu-tenza mediadi 50 acces-si al giorno.

    Il servizio of-ferto dalle due reti non per uguale. Scopriamo per-ch:

    Il Wifi del Consorzio Arenili, identificabile con il no-me !-CAORLE-Wifi-Veneto Globe, copre solo lespiagge di levante e ponente da Aprile a met Set-tembre. E gratuito per mezzora al giorno, basta dareun numero di cellulare e si ricever istantaneamenteun sms con la password. La tariffa giornaliera costa4 e la settimanale 10, pagabile on-line via Paypalo acquistando una tessera-codice presso gli stabili-menti bagni, infine dispone di un sito internet di infor-mazioni www.wificaorle.it e www.caorle.com.

    Il Wifi del Comune, identificabile con il nome Caor-leWifi, attivo tutto lanno e oltre alle spiagge copre

    anche il campeggio S.Margherita, gli hotel del lungo-mare di Ponente, parte di Via Roma, del Rio Terr edel Parco del Pescatore. Non prevede alcun accessogratuito, le tariffe sono 7ore-5, 15ore-10, 30ore-15. Non pagabile on-line e per acquistare la tes-sera di attivazione necessario re-carsi o allOffice Point o allAPT. Infi-ne, non dispone di un sito internet in-formativo.

    Matteo Gubitta

    I dea vincente quella di Glauco de La RotondaBeach bar. Nella serata di Venerd 23 Settembre illocale si trasformato in unautentica birreria bavare-se. Specialit gastronomiche tedesche e originale birradallAlemagna hanno anticipato di una settimana lOkto-ber Fest di Monaco di Baviera, meta di pellegrinaggio dinumerosi intenditori italiani. MG

    OO kk tt oo bb ee rr FF ee ss tt ii nn rr ii vv aa aa ll mm aa rr ee

    n. 8 - ottobre 2011 23tendenzefotografo

    Pierluigi Marchesanwww.pierluigimarchesan.it

    tel. 333.9059429 [email protected] Buonarroti, 13 -30021 Caorle/Ve tel/fax 0421.290024

    N el primo MBTStore d'Italiain Calle Lungan.40 vi aspetta lacollezione autun-no-inverno2011.

    Dopo aversovvertito etrasformato ilsettore dellacalzatura emodificato ilconcetto stes-so della cam-minata, MBTnon arresta la

    sua corsa e con unacollezione pensataper soddisfare ognistile ed essere per-fetta in ogni occa-

    sione, sarlaccessorioimprescin-dibile delp r o s s i m oinverno.

    Per luo-mo che ri-cerca unostile versa-

    tile, ele-gantee raf-fina-t o ,

    p e r -fetto il modelloKitzingo, il po-lacchino allac-ciato in sca-mosciato, nei

    colori coffee, gray onella versione inpelle total black, daindossare in ufficioo per un aperitivocon gli amici. Lacollezione donnaMBT sapr sor-prendere anche leclienti pi ri-cercate e so-fisticate: tan-ti esclusivimodelli, perabbinare leamate calza-ture ad unamaxi bag dagiorno come aduna clutch da cock-tail. Kisiwa High, ilnuovo stivale don-na in pelle cacao ototal black, passe-partout ideale peruno stile minimal

    chic e sempre al-lultima moda. Perle pi trendy, Nafa-si Mid le disponibilinelle versioni inpelle total black olight brown condettagli scamoscia-to.

    Per lui eper lei,

    C h a k u l aGTX, lastringatain Gore-TEX dis-ponibilenei colorichocola-

    te, nero, gray oblue chill.

    Visita il nostrosito internet www.caorlestore.com

  • n. 8 - ottobre 201124

    Alessandro Taverna incanta la platea: Duomo gremito

    EEmmoozziioonnii aall ppiiaannooffoorrttee

    Sconosciuta ai pi, relegata acircoli artistici underground,completamente ignorata dai gio-vani, tristemente dimenticati daivecchi e clamorosamente confu-sa dagli adulti.

    Eppur si muove. Apriamo unabreccia nella musica folk venetaparlandovi del gruppo Calicantoe del 10 Festival di musica FolkAnde Bali e Cante di Rovigo.

    Il Festival di musica folk si consolidato come uno deglieventi pi importanti della musicapopolare italiana ed conosciuto

    anche oltre i confini nazionali.Ledizione 2011 tenutasi in

    Settembre coincisa con il tren-tesimo anniversario del gruppoCalicanto, che molto ha dato alFestival in termini di esperienzamusicale e qualit professionale.

    I Calicanto sono composti damusicisti professionisti padovaniche dal 1981 si dedicano alla ri-cerca sulla cultura etnomusicaleveneta, con lutilizzo di poesie di

    artisti locali e ricostruzioni di anti-chi strumenti musicali.

    Lultimo disco -Mosaico- rive-la ancora una volta lamore perVenezia, la laguna, lAdriatico, ilMediterraneo, e la musica si ve-ste di nuovi colori anche attraver-so lapporto di giovani talenti.Provate ad ascoltarli suwww.myspace.com/calicantoquella che sentirete vera musi-ca veneta. __________MG

    EEPPPPUURR SSII MMUUOOVVEE:: MMuussiiccaa FFoollkk VVeenneettaa

    UnDuomo pieno pi che aPasqua, videoproiezioneesterna su megaschermo, pre-miazioni, sudore, lacrime, ap-plausi e sorrisi.

    Proprio l dove cominciatotutto, Alessandro Taverna ha in-cantato per unora e mezza cen-tinaia di personeaccorse per assi-stere al concertodel giovane Mae-stro.

    P lur ip remiatoallestero, co-stantemente inInghilterra dovesi esibisce con lemigliori orchestredel mondo e oravera e propriastar locale, Ales-sandro ammira-to da moltissimiappassionati dipianoforte.

    Il concerto gra-tuito, tenutosi l8Settembre in oc-casione dell'ini-ziativa organiz-zata dallAscom

    "Caorle sotto le stelle", lo ha vi-sto protagonista di una perfor-mance suprema.

    Sono stati eseguiti brani mol-to complessi di Schubert, Liszt,Stravinsky e Busoni. Scelta diffi-cile per un pubblico vergine,non abituato ad ascoltare brani

    lunghi con ritmo e melodia nonlineari. Tuttavia, linterpreta-zione di Alessandro ha cata-pultato i presenti in una sortadi altromondo, guidandoli inuna strada di note piena di im-previsti e cambi di scena.

    Partiture molto tecniche ese-guite interamente a memoriacon la passione di chi della mu-sica ha fatto la propria ragionedi vita. Emozioni che hanno toc-cato anche gli spettatori i qualihanno applaudito a pi non pos-so chiedendo per ben due volte

    il bis finale. Durante la premia-zione, le lacrime della sua primainsegnante, Cinzia Francescato,a celebrare il sorriso sincero delpianista di Caorle famoso nelmondo.

    Matteo Gubitta

  • 25n. 8 - ottobre 2011

    Sei libri da leggere..Sei libri da leggere..alla Libreria CornaroCaorle Via L. Dal Moro, 31 - tel. 0421.212912

    1. STEEL Daniel - Le luci del sud - Sperling2. BROOKS Geraldine - L'isola dei due mondi - Neri Pozza3. DE WAAL Edmund - Un'eredit di avorio e ambra - Bollati Boringhieri4. GAMBAROTTA Bruno - Le ricette di Nefertiti - Garzanti5. CEREGHINI Nico - Casco ben allacciato - Xenia edizioni6. BIBI Asia - BLASFEMA - Mondadori

    9 7

    8 1 6 91 6

    5 8 31 7 8 2

    8 7 45 6

    6 5 2 13 7 9

    SUDOKU sotto lombrellone

    DIABOLICO - In ogni riga, colonna e riquadroinserite una sola volta i numeri da 1 a 9.

    Detti popolari Veneti

    SSttoommeeggssooSSttoommeeggssooSTOMACHEVOLE

    8

    Espressione riferita a ciboo bevanda che fa venirela nausea.Attributo di persone dal-lo stomaco debole, schiz-zinose o, in senso dispre-giativo, che fanno schifo.

    ArieteNon tutto procede come desideri, ma le piccole diffi-colt non ti spaventano. Se abile, puoi uscire indenneda ogni scontro.

    ToroLe stelle aumentano lo stress, linsofferenza, furbo co-me sei ti muovi coi piedi di piombo, sai che un errorepu rimettere tutto in gioco.

    GemelliPochi gli ostacoli che incontri sul tuo percorso, ma disicuro li eviti. Lavoro e professione svettano. Le con-quiste in amore sono meno distanti.

    CancroLa seconda parte del mese pi tranquilla, ma nondistrarti! In amore ritrovi la serenit, lintesa, la con-tentezza di sempre.

    LeoneConcentrati sulle difficolt che incontri, evita le sceltea gomito. Gli intoppi non mancano sul tuo cammino,fa le cose con calma, con pazienza.

    VerginePeriodo sereno, fertile nel lavoro, nella professione, intema economico. Amore ed eros si tengono per mano,tu voli alto.

    BilanciaLe piccole difficolt non ti spaventano, ma ti caricano.Lamore e leros ti sostengono: tu sei felice, appagato.

    ScorpioneIl cielo nuvoloso ti aiuta ad alzare la guardia, a punta-re lontano, con labilit di sempre. Vuoi stravincere, inmolti casi ce la fai.

    SagittarioSei lanciato, le piccole difficolt non ti spaventano. La-voro, carriera, denaro sono al riparo. Leros da re-cord.

    CapricornoLa staffetta planetaria non ti penalizza, da met mesehai le idee chiare, sai cosa vuoi, come ottenerlo. Lamo-re vola, leros di pi. AcquarioPeriodo non facile, ma la perseveranza ti aiuta a supe-rare le tante difficolt che incontri. Lamore segna ilpasso, leros fiacco: pazienta!

    PesciIl bigliardo astrale prende le tue difese: nel lavoro, nel-la professione, in amore, fai tanti passi avanti. La feli-cit straripa.

    NNAATTOO AA CCAAOORRLLEE IILL NNUUOOVVOO AAPPEERRIITTIIVVOO DDEELL VVEENNEETTOO OORRIIEENNTTAALLEE

    UU nn quotequote BB AA BB BB EE OO quotequote ,, pp ee rr ff aa vv oo rr eeIl

    pres

    ente

    oro

    scop

    o no

    n ha

    alcu

    n fo

    ndam

    ento

    scie