Brochure guida al commercio e investimenti (Brasile)

download Brochure guida al commercio e investimenti (Brasile)

of 130

Embed Size (px)

description

Brochure guida al commercio e investimenti (Brasile)

Transcript of Brochure guida al commercio e investimenti (Brasile)

  • 1. BrasileGuida al commercio e agli investimenti
  • 2. BrasileGuida al commercio e agli investimenti
  • 3. PresentazioneBRIC un acronimo che da tempo entrato nel linguaggio quotidiano delle nostre aziende.Sarebbe forse anzi pi corretto dire BRICS visto che a Brasile, Russia, India e Cina gli esperti dieconomia aggiungono ora il Sud Africa, per meglio riassumere le nuove direttrici della crescita mondiale.Non pi paesi emergenti ma economie gi da tempo emerse e che si stanno sostituendo ai tradizionalimotori della crescita economica mondiale.Una realt che le PMI esportatrici che animano la nostra provincia gi bene conoscono e che da tempohanno cominciato ad affrontare, con impegno ed investimenti.Una realt certo pi complessa di quella dei nostri pi tradizionali mercati di riferimento, quelli europei onordamericani.A differenza di questi mercati pi difficili da affrontare, con strategie di marketing tradizionali, perchlontani, geograficamente e spesso culturalmente e perch spesso difesi da barriere doganali ed extratariffarie.Le barriere protezionistiche rappresentano ad esempio il problema principale del Brasile, una delleeconomie che per pi sta crescendo, grazie alla domanda interna, di beni e di servizi e grazie allenormericchezza di materie prime, un tempo prevalentemente agricole ma ora anche energetiche.Un paese dunque ricchissimo di opportunit potenziali e dove il Made in Italy ed il Made in Vicenzapossono contare sulla simpatia di oltre 25 milioni di persone, tanti sono i brasiliani che devono le loroorigini ai nostri connazionali emigrati nel paese tra la fine del 1800 ed i primi decenni del 1900.Un mercato che scommette ed investe sulla sua crescita, tanto da accingersi ad ospitare i pi grandieventi sportivi del prossimo futuro, i mondiali di calcio del 2014 e le Olimpiadi del 2016.Parliamo di un paese vastissimo, un gigantesco iceberg di cui spesso per vediamo soltanto la punta,lindustria e i commerci della grande San Paolo, i richiami turistici di Rio de Janeiro piuttosto che isuccessi mietuti dalloperosit veneta, in Rio Grande do Sul.C molto altro da scoprire e molto altro a cui guardare.Con questa guida ci siamo proposti anche questa piccola sfida, quella di presentare uno spaccato dellaFederazione Brasiliana e dei punti di forza, non di tutti gli stati che la compongo ma almeno dei principali,in termini di PIL e di opportunit per la nostra manifattura.Lo abbiamo fatto valorizzando lamicizia e la collaborazione che ci lega a tante istituzioni operanti inBrasile, a partire dalle cinque Camere di Commercio Italo-Brasiliane che ringrazio, per laiuto che hannovoluto offrirci ma anche e soprattutto per il supporto che ci offrono da lungo tempo.Unoccasione utile anche per un aggiornamento del quadro legale e societario brasiliano, gi da noianalizzato nel 2006, ma che da allora ha subito profonde e sostanziali modifiche.Speriamo ne sia uscito uno strumento utile alle riflessioni delle tante nostre imprese che guardano coninteresse al Brasile e che vi si vogliono radicare, mettendo anche a frutto lesperienza dei colleghi chequesta strada hanno gi intrapreso da tempo.Ecco perch la guida si chiude con lanalisi di qualche caso aziendale; lesperienza diretta delle imprese edei nostri imprenditori rimane sempre la nostra principale bussola di riferimento.Un grazie particolare lo rivolgo dunque a quei colleghi che ci hanno consentito di raccogliere la lorotestimonianza e di condividerla con tutti i nostri soci. Il Presidente dellAssociazione Industriali di Vicenza Roberto Zuccato 3 3
  • 4. IndiceLeconomia brasiliana in breve......pag. 6Leconomia dei principali Stati del Brasilepag. 10 Bahia...pag. 10 Espirito Santopag. 16 Minas Gerais.pag. 22 Paranpag. 30 Pernambuco..pag. 33 Rio de Janeiro...pag. 38 Rio Grande Do Sul...pag. 49 San Paolo......pag. 53 Santa Catarina..pag. 56Consigli per operare ed investire nel mercato brasiliano..........pag. 58I grandi eventi sportivi..pag. 65Costituire una societ in Brasile.pag. 71.Principali contratti del commercio..pag. 94La soluzione delle controversie..pag. 103Il diritto del lavoro in Brasile....pag. 105 4 4
  • 5. Ceccato S.p.A..................................................................................pag. 108F.I.A.M.M. S.p.A...............................................................................pag. 110Rino Mastrotto Group.S.p.A.............................................................pag. 113Salvagnini Italia S.p.A......................................................................pag. 116Sisma S.p.A.....................................................................................pag. 119Indirizzi utili.................................................................................................pag. 122 5 5
  • 6. Leconomia brasiliana in breveIl Brasile il quinto maggiore Paese del mondo per estensione territoriale, con unarea di 8.514.876,95chilometri quadri, dopo la Russia, il Canada, gli Stati Uniti e la Cina. Il Brasile inoltre il quinto Paese pipopolato del pianeta, con circa 183.987.287 abitanti (dato del censimento 2007) con l85% degli abitanticollocati in aree urbane.E sicuramente il paese pi importante dellAmerica del Sud; ha come lingua ufficiale il portoghese e lacapitale dello Stato Brasilia.Le citt pi importanti sono So Paulo, Rio de Janeiro, Salvador, Belo Horizonte, Fortaleza, Curitiba ePorto Alegre.In ambito amministrativo, il Brasile diviso in 26 Stati (Acre, Alagoas, Amap, Amazonas, Bahia, Cear,Esprito Santo, Gois, Maranho, Mato Grosso, Mato Grosso do Sul, Minas Gerais, Par, Paraba,Paran, Pernambuco, Piau, Rio de Janeiro, Rio Grande do Norte, Rio Grande do Sul, Rondnia,Roraima, Santa Catarina, So Paulo, Sergipe e Tocantins) a cui si aggiunge un Distretto Federale.Geograficamente, gli stati ed il Distretto Federale sono classificati in base alla loro localizzazione, dandovita ai raggruppamenti regionali Nord, Nordest, Sudest, Sud e Centro-Est.La Costituzione Federale brasiliana stata promulgata nel 1988, e ha previsto un regime di tipofederalista, a governo presidenziale.La Repubblica Federale brasiliana costituita dallunione indissolubile degli Stati, delle citt e del distrettofederale.Il sistema politico basato sulla separazione dei suoi poteri tradizionali, esecutivo, legislativo egiudiziario.Siccome il Brasile ha adottato il sistema presidenzialista, il Presidente della Repubblica , allo stessotempo, il capo del governo. Il suo mandato ha una durata di 4 anni con la possibilit di essere prorogatouna sola volta.Un analogo assetto costituzionale regola la nomina e la durata in carica dei governatori dei singoli stati edei sindaci delle citt.Il Potere Legislativo ha come funzione quella di emanare le leggi in ambito municipale (CameraMunicipale), statale (Assemblea Governativa) e nazionale (Parlamento, costituito dalla Camera deiDeputati e dal Senato Federale).Il Potere Giudiziario, nel contesto della separazione dei poteri, ha come principale funzione quella diassicurare losservanza della legge e, di conseguenza, il rispetto dei diritti individuali o collettivi. La suastruttura divisa in modo gerarchico (giudice di primo grado, Corti dAppello ed anche i TribunaliSuperiori Corte di Cassazione, STJ, e la Corte Costituzionale), permettendo che una decisione siariesaminata in ogni livello. Il Tribunale di pi alto grado la Corte Costituzionale STF, che risponde peril rispetto delle norme costituzionali. composta da 11 ministri, nominati dal Presidente della Repubblica.Il sistema giuridico adottato in Brasile il romano-germanico. Le decisioni giudiziarie sono basatesullapplicazione della legge alle fattispecie concrete. Nellipotesi di omissione della legge, il giudice potremanare una decisione in conformit con gli usi e i costumi, con i principi generali del diritto, e ricorrereallanalogia.Nel dicembre del 2004 stata approvata la Riforma del Potere Giudiziario.Possiamo menzionare come principali novit: ladozione del principio secondo cui i precedenti della CorteCostituzionale potranno avere carattere vincolante (smula vinculante); la creazione del ConsiglioNazionale di Giustizia, che da un cert